You are on page 1of 7

l 0/11112

COBBIEBE DEL JIEZZOQIOBNO


NAPOIJ E CA:\'IPAl\:1A

Estratto da pag. 14

I conti in rosso di Napoli Quel che l'assessore ancora non ha chiarito


eli SABATINO SANTANGELO *

aro direttore, poche parole per replicare all'assessore al Comune di Napoli Salvatore Palma che continua a marciare su binari lontani dalla verit. Che il Comune viaggi su un trend di circa 1,3 miliardi di euro per spesa corrente dato incontestabile e nel contempo irrilevante. Altrettanto noto che la nuova amministrazione ha aggiunto pi di un altro anno di ritardo nei pagamenti che da meno di tre sono passati a circa quattro, a conferma del fatto che ha smesso di presidiare le riscossioni. Appare poi del tutto evidente che fmo a oggi sono state regolarmente pagate le spese relative ai servizi indispensabili, poich in mancanza si sarebbe dovuto dichiarare il dissesto e in argomento ritengo di aver chiarito qual il motivo che impedisce in radice questa soluzione viste le incandidabilit conseguenti. E allora? E allora la verit non questa ma un'altra e sta nel problema dei residui attivi, falcidiati oltre ogni ragionevolezza quali crediti di dubbia esigibilit>>. nproblema sta nel come si misura una serena oculatezza nella gestione della casa pubblica. Non vorrei che Palma fosse finito preda dell'ansia o peggio nella necessit di continuare ad affermare a tutti i costi che si tratta di guai che hanno fatto altri. L'assessore, trattandosi di questione di puro merito (e assumendo ogni conseguenziale responsabilit) pu anche andare oltre le rilevazioni dei dirigenti; e infatti cos ha operato facendo effettuare una seconda verifica delle presunte somme inesigibili arrivando a richiedere il loro raddoppio, senza con questo convincere purtroppo il governo ad aprire i cordoni della borsa In questo modo per si strumentalizza, a mio avviso, !'oculata prudenza>> e la si trasforma in un pericoloso eccesso, fmendo per forzare i sani principi di redazione del bilancio. Tutto sta quindi nel far convivere l' Oculata prudenza>> con un'altrettanto oculata dubbia esigibilit>>; guai a farsi prendere la mano per motivi politici>>. E sia chiaro, il fondo di svalutazione appostato dalla precedente amministrazione ha sempre coperto le inesigibilit di volta in volta accertate, poich se cos non fosse stato i rendiconti annuali avrebbero evidenziato (come sa qualunque revisore dei conti) un disavanzo di cui non c' traccia. E ancora: Palma afferma che ha fatto un'operazione di verit ponendo le basi di un bilancio equilibrato; non si rende conto per che l'affermazione pu apparire veritiera sul breve; sul lungo periodo invece non va da nessuna parte se non si convince che i crediti non si cancellano, ma si riscuotono; quindi se non procede con urgenza a incrementare la riscossione, fra

l 0/11112

COBBIEBE DEL JIEZZOQIOBNO


NAPOIJ E CA:\'IPAl\:1A

Estratto da pag. 14

breve si trover nelle stesse condizioni di oggi. Quello che comunque non consento a Palma affermare che con i miei interventi avrei potuto ingenerare nella popolazione la convinzione che le somme in contestazione (quelle di dubbia esigibilit) non siano pi dovute. vero esattamente il contrario. Un tale convincimento pu nascere dalla capotica collocazione operata da Palma. Personalmente ho invece avvertito con chiarezza che l'operazione messa in piedi dall'assessore non ferma n il Comune n Equitalia, che proseguiranno quindi le loro azioni di recupero; e quindi non ha fatto altro che invitare i cittadini a pagare nonostante la nuova collocazione del loro debito, avvertendo per che corrisponderanno non solo quanto dovuto per il debito originario ma anche l'incremento delle tasse e tariffe create per bilanciare le presunte mancate entrate dei crediti di dubbia esigibilit. Eper finire, sia sereno Palma; l'ex sindaco, come l'ex vicesinda-

co, hanno sempre letto le sue relazioni; quello che per me continua a non essere chiaro perch in un mare colorato di tinte cos fosche, abbia conservato la carica di presidente del collegio dei revisori e poi, per sovrapprezzo, abbia anche accettato quella di assessore al ramo.
Vicesindaco di Napoli nella giunta lervolino

!UtMATTINO
NAPOLI

l 0/11112

Estratto da pag. 42

Piano da 2,5 milioni

Scampia: via libera all'Universit, gi le Vele


Il Comune di Napoli ha approvato ieri una delibera-quadro per le aree a rischio criminalit. Stanziati 2, 5 milioni di euro. Si parte da Scampa, poi anche quartieri della citt: Barra, Ponticelli e Pianura tanto per cominciare.
> Roano a pag. 42

Il Comune, la delibera

Scampia, sfida alla camorra piano rinascita da 2,5 milioni


Case, selVizi per i giovani e sicurezza. Presto le ruspe contro le Vele
LuigiRoano
una delibera quadro, si parte da

Scampa per poi attivare le stesse dinamiche anche negli altri quartieri della citt soprattutto quelli pi difficiii: Barra, Ponticelli e Pianura tanto per cominciare. Per ci sono anche un po' di soldini veri: pi o meno 2,5 milioni fra stranziamenti comunali, fondi Por e quelli messi in campo dall'associazione Con il sud di Carlo Borgomeo. La delibera stata approvata ieri e il titolo emblematico: Linee di indirizzo per la realizzazione delle iniziative volte alla valorizzazio ne dell'area nord di Napoli-Patto perScampia, nella quale sono fissate le priorit di intervento ed indicate le ipotesi progettuali dei vari assessorati allegate alla delibera stessa. La giunta ha poi approvato altre quattro delibere che sostanziano quella su Scampa. Ovvero <<l'approvazione del progetto definitivo per la realizzazione di un campo da calcio nel parco comunale di Scampia in viale della Resistenza ci sono 240mila euro a disposizione; la qualificazione ambientale a ttraverso interventi concreti per il

miglioramento delle condizioni dell'ambiente e quindi della qualit della vita dei cittadini, pulizia straordinaria del territorio per eliminare discariche abusive, monitoraggio con polizia locale per evitare che si formino nuovamente, miglioramento e potenziamento della racccolta differenziata porta a porta, spostamento autoparco di via Hugo Pratt pervenire incontro alle esigenze manifestate dai cittadini; l'autorizzazione a concedere, ad una associazione anti-camorra attiva sul territorio, l'immobile appartenente al patrimonio del Comune, nello specifico si trattadell'exipiadiMianoinviaGhisleri; il trasferimento dei fondi dal bilancio dell'assessorato alla cultura a quello dell'urbanistica circa lOOrnila euro per i lavori di messa in sicurezza dell'Autorium di Scampa. Molte di queste cose si metteranno in campo nella sostanzaimmediatamente a cominciare dagli alloggi di edilizia residenziale pubblica, ne saranno consegnati 98 in via Campane a Piscinola, 74 alloggi a piazza Socialit entro marzo, 50 (entro settembre) sempre piazza Socialit. Alloggi per 107 nuclei aventi diritto del-

!UtMATTINO
NAPOLI

l 0/11112

Estratto da pag. 42

le Vele. Dove, tenendo conto dell'ultimo censimento dimorano circa 400 nuclei non aventi diritto. E in delibera, se vero che la forma sostanza, il nucleo centrale il mandato dato all'ufficio urbanistico per l'abbattimento di quei mostri. Poi la presenza dello Stato, i vigili urbani passanc da 20 a 40. Agli assistenti sociali toccher raccogliere il disagio dei pi giovani e misurare la devianza. Un punto di riferimento li dove solo la chiesa e alcuni preti coraggio danno segnali di speranza. Riapre subito il cantiere dell'Universit, con fondi Por della Regione. Ci sar una conferenza di servizi e li il presidente Stefano Caldoro, molto sensibile al problema sociale, chiarir se possibile erogare 20 milioni di fondi Ue che sono nelle casse dell'ente di Santa Lucia. La forma come sostanza ritorna con l'assegnazione di 2 immobili comunali gi individuati da 2000 metri

quadrati, spazi assegnati alle associazioni di volontariato che gi operano sul territorio. Due contenitori di simile portata saranno un simbolo anche visibile della volont di cambiamento.

L'intesa Patto tra Palazzo S. Giacomo e Fondazione Con il Sud Investiti fondi Ue

Impegno Sopra, una veduta delle Vele; a destra, la seduta del Consiglio comunale dello scorso ottobre convovato sui problemi diScampia

la~blica

l 0/11112

NAPOLI

Estratto da pag. 3

La giunta vara l'atto. Il sindaco: "Risposta al crimine"

Sicurezza, edilizia e attivit sociali approvata la delibera per Scampia


TIZIANA COZZI A PAGINA Ili

Sicurezza, edilizia eservizi arriva il piano per Scampia


TIZIANA COZZI

SE NE parlato per settimane, poi sono passati due mesi per metterla a punto. Alla fine la giunta comunale ha approvato ieri la delibera "Patto per Scampia". Un piano di intervento con diverse ipotesi progettuali per rendere Scampia un quartiere migliore. Per sottrarre all'immagine del degrado una periferia che deve provare a vivere la normalit. Questi i punti affrontati, a ciascuno dei quali collegato all' assessorediriferimento: sicurezza con un piano dirafforzamento della polizia municipale, edilizia residenziale con la consegna di alloggi, assegnazione di spazi e immobili del Comune ad associazioni che lottano contro la camorra (approvata anche la delibera che autorizza la concessione dell'ex l pia di Miano di via Ghisleri), riqualificazione ambientale e miglioramento delle condizioni di strade e fermate dei bus. Molti altri ambiti sono interesse del sindaco Luigi de Magistris che gi nell'intervento al consiglio comunale di circa un mese fa, dedicato esclusivamente al quartiere, rimarcavala necessit di rispondere all'attuale recrudescenza criminale>>. In delibera sono inseriti intenti pi ambiziosi come l'abbattimento delle Vele ma anche quelli pi realizzabili, concretizzati da altrettanti prowedimenti approvati. Il campo di calcio nel parco comunale di Scampia in viale della Resistenza; il miglioramento delle condizioni dell' ambiente e della qualit della vita dei cittadini con la pulizia

straordinaria e l'eliminazione di discariche abusive, il potenziamento della raccolta differenziata porta a porta. Non mancano interventi su istruzione e dispersione scolastica, servizi sociali e welfare e cultura. Trasferiti l 00 mila euro dal bilancio dell'assessorato alla Cultura a quello dell'Urbanistica per la messa in sicurezza d eli 'Auditorium di Scarnpia.

IL SINDACO
Luigi de Magistris. La giunta comunale ha approvato la delibera per rilanciare Scampia: pi sicurezza e progetti per migliorare il quartiere

nGiornale di Napoli

l 0/11112

Estratto da pag. 5

Approvato il piano per Scampia


di Pierluigi Frattasi

n Comune di Napoli approva la delibera di indirizzo per Scampia. Parte


subito la riqualificazione ambientale ed urbanistica, bisogner attendere ancora, invece, per l'abbattimento delle Vele e per il pacchetto sicurezza. Ad un mese esatto dal consiglio comunale monotematico della Sala dei Baroni del Maschio Angioino sul "Patto per Scampia", la giunta arancione, ieri pomeriggio, ha varato finalmente la delibera-quadro dedicata al quartiere Nord di Napoli. All'interno del documento, Palazzo San Giacomo ha disposto una serie di misure che toccano tutti i settori dell'azione pubblica, dal potenziamento dei servizi per migliorare la vivibilit, alla lotta alla criminalit ed all'illegalit, col potenziamento del presidio della polizia municipale e la videosorveglianza, allo sgombero del campo Rom ed all'assegnazione delle case comunali alle famiglie in graduatoria ed agli sfollati, anche a chi non ne ha diritto. n programma sar attuato nei prossimi mesi attraverso delle specifiche delibere esecutive della giunta, collegate a quella votata ieri. Per dare un segnale immediato, per, il sindaco Luigi de Magistris ha voluto far partire da subito quattro progetti: la realizzazione del campo di calcio a 5 nel parco comunale di Scampia in viale della Resistenza, la concessione ad una associazione an ti-camorra attiva sul territorio dell'ex Ipia di Miano in via Ghisleri, un immobile comunale, la messa in sicurezza dell'Auditorium di Scampia, con lavori per 100mila euro recuperati grazie alla sinergia tra l'Assessorato alla Cultura e quello all'Urbanistica, ed, infine, il pacchetto per l'igiene urbana. Proprio quest'ultimo, messo a punto dal vice-sindaco Tommaso Sodano, prevede gli interventi pi corposi. La polizia municipale ed Asa, nelle prossime ore, daranno il via ad una grande operazione di bonifica del territorio e di pulizia straordinaria. Tutte le discariche abusive saranno rimosse. Sar rafforzato, inoltre, il controllo periodico da parte della polizia ambientale, per contrastare il fenomeno dello sversamento abusivo in strada dei rifiuti. Saranno potenziati e migliorati, inoltre, la raccolta differenziata porta a porta e lo spazzamento. Infine, le attivit Asa (officina, spogliatoio, parcheggio) che avevano sede nell'autoparco di via Hugo Pratt saranno trasferite e concentrate nella nuova sede di Viale della Resistenza, per venire incontro alle sollecitazioni dei cittadini che avevano protestato nei mesi scorsi per l'inquinamento acustico prodotto. Ma le azioni per Scampia previste dalla delibera non finiscono qui. Tra le priorit da affrontare c' l'abbattimento delle Vele, simbolo di degrado sociale e di sopruso, precisa il sindaco de Magistris. Saranno rase al suolo. Alloro posto sorger un quartiere residenziale. Contestualmente, proceder anche il piano di assegnazione degli alloggi comunali. Gi il mese prossimo, il Comune prevede di assegnare 98 case in via Campano a Piscinola, altre 74 saranno disponibili a marzo in Piazza Socialit ed infine 50, a settembre, nella stessa piazza. Ne beneficeranno 107 nuclei familiari delle Vele, aventi diritto perch iscritti da anni nelle graduatorie, ma anche 400 famiglie abusive non aventi diritto, purch taglino i ponti con la vita criminale. Saranno privilegiati i nuclei familiari con diversamente abili. n Nucleo Operativo della Polizia Municipale sar raddoppiato a 40 unit e rester aperto nei festivi e nei weekend. Numerose videocamere di sorveglianza saranno installate presso scuole e fermate metro. n campo Rom di via Cupa Perillo sar sgomberato, andando a liberare l'As-

nGiornale di Napoli
se Mediano. Grazie ad un finanziamento Fesr di 7 milioni, il Comune costruir 75 nuovi alloggi per ospitare le famiglie sfollate. Ed ancora, lotta alla dispersione scolastica e politiche per la Cultura e per il Welfare. Infine, per decongestionare l'area dai traffico, l'amministrazione annuncia la prossima istituzione della Ztl Monterosa-Piscinola.

l 0/11112

Estratto da pag. 5