Sei sulla pagina 1di 29

STRATEGIE E SOLUZIONI DI MOBILITY MANAGEMENT PER LA SICUREZZA STRADALE

Paola Villani Mobility Manager di area della Zona di Piano, Provincia di Torino

Ufficio Mobility Management - mobility.manager@provincia.torino.it


AREA RISORSE IDRICHE E QUALITA DELLARIA Servizio Qualit dell'Aria e Risorse Energetiche

Sessione Speciale Mobilit e Sicurezza Stradale

Convegno Nazionale di Polizia Locale - Riccione

19 settembre 2007 - XXVI edizione

Incidenti stradali in Italia ed in Piemonte


In Piemonte (anno 2005), si sono verificati 14.751 incidenti stradali
Gli incidenti registrati nella sola Provincia di Torino sono circa il 49% di quelli dell'intera Regione Piemonte

Numero Incidenti Stradali


250.000 200.000 150.000 100.000 50.000 2000 2001 2002 2003 2004 2005

Piemonte ( numero incidenti x 10)

Italia

STRATEGIE E SOLUZIONI DI MOBILITY MANAGEMENT PER LA SICUREZZA STRADALE

mobility.manager@provincia.torino.it PaolaVillani

Decessi per incidente stradale in Italia ed in Piemonte


In Piemonte (anno 2005) hanno perso la vita 433 persone
(8% del totale decessi per incidente stradale in Italia - in Piemonte risiede il 7,4% della popolazione ) Nella sola Provincia di Torino si verifica il 33% dei decessi per incidente stradale del Piemonte.

8.000 7.000 6.000 5.000 4.000 3.000 2.000 1.000 2000 2001

Numero Decessi

2002

2003

2004

2005

Piemonte ( numero decessi x 10)

Italia
mobility.manager@provincia.torino.it PaolaVillani

STRATEGIE E SOLUZIONI DI MOBILITY MANAGEMENT PER LA SICUREZZA STRADALE

Infortunati per incidenti stradali in Italia ed in Piemonte


In Piemonte (anno 2005) si sono infortunate 21.452 persone
(pari al 6,8% del totale infortuni per incidente stradale in Italia). Gli infortunati nella sola Provincia di Torino rappresentano il 49,1% del totale infortunati per incidente stradale in Piemonte.

Numero Infortunati
400.000 350.000 300.000 250.000 200.000 150.000 100.000 50.000 2000 2001 2002 2003 2004 2005

Piemonte ( numero infortunati x 10)

Italia

STRATEGIE E SOLUZIONI DI MOBILITY MANAGEMENT PER LA SICUREZZA STRADALE

mobility.manager@provincia.torino.it PaolaVillani

Incidenti stradali nelle aree urbane


Popolazione nella Provincia di TORINO: 2.236.941 abitanti ...nel solo Comune di TORINO: 902.255 abitanti
Fonte dei dati: ISTAT Anagrafica 2005

STRATEGIE E SOLUZIONI DI MOBILITY MANAGEMENT PER LA SICUREZZA STRADALE

mobility.manager@provincia.torino.it PaolaVillani

Incidenti, morti e infortunati sulle strade urbane


Percentuale provinciale sul dato complessivo (strade urbane + extraurbane ) del Piemonte Infortunati 20% 1% 3% 6% 2% 3% 2% 2% 39% 2% 6% 7% 3% 7% 2% 3%

Strade urbane Anno 2004

Provincia Incidenti Morti Torino 5.717 Vercelli 332 Novara 1.013 Cuneo 1.028 Asti 413 Alessandria 1.127 Biella 391 VCO 425

95 5 15 30 11 13 8 10

Infortunati Incidenti Morti 8.399 39% 425 2% 1.337 7% 1.449 7% 546 3% 1.426 8% 528 3% 554 3%

Percentuale strade urbane sul totale Piemonte

71%

39%

69%

STRATEGIE E SOLUZIONI DI MOBILITY MANAGEMENT PER LA SICUREZZA STRADALE

mobility.manager@provincia.torino.it PaolaVillani

Incidenti, morti e infortunati sulle strade extraurbane


Strade extraurbane Provincia Incidenti Morti Torino 1.356 Vercelli 269 Novara 448 Cuneo 886 Asti 309 Alessandria 687 Biella 113 VCO 193 Anno 2004 Percentuale provinciale sul dato complessivo (strade urbane + extraurbane ) del Piemonte Infortunati 18% 5% 6% 15% 4% 10% 2% 2% 10% 2% 3% 7% 2% 5% 1% 1%

85 24 28 74 21 46 8 10

Infortunati Incidenti Morti 2.134 9% 469 2% 672 3% 1.433 6% 470 2% 1.096 5% 155 1% 287 1%

Percentuale strade extraurbane sul totale

29%

61%

31%

I decessi che avvengono sulle strade extraurbane del Piemonte (29% dei Km complessivi) si concentrano nelle Province di Torino, Cuneo e Alessandria. Gli infortuni per incidente stradale si registrano principalmente nella Provincia di Torino ( 39% lungo le strade urbane e 10% lungo le extraurbane).
mobility.manager@provincia.torino.it PaolaVillani

STRATEGIE E SOLUZIONI DI MOBILITY MANAGEMENT PER LA SICUREZZA STRADALE

Incidenti stradali nelle strade extraurbane


Confrontando i valori di incidentalit rilevati sulle varie tipologie stradali (Autostrade, Strade Regionali e Statali, Strade Provinciali, strade urbane) non si evidenzia alcuna tendenza alla diminuzione degli incidenti in ambito urbano dei decessi sulle strade provinciali e comunali extraurbane ove il numero riferito allanno 2004 si ridotto di poche unit rispetto ai valori del 2000.

Spostamenti allinterno dello stesso Comune di residenza Spostamenti verso altri Comuni della Provincia Spostamenti verso altre Province e/o altre Regioni + spostamenti saltuari + ingressi altre Province (di cui 15.507 diretti a Torino) + ingressi altre Province

604.819 Lavoratori + Studenti 437.122 Lavoratori + Studenti 18.207 Lavoratori + Studenti 950.692 Lavoratori + Studenti 46.339 Lavoratori 10.280 Studenti ----------------------------------2.067.459 Lavoratori + Studenti
mobility.manager@provincia.torino.it PaolaVillani

STRATEGIE E SOLUZIONI DI MOBILITY MANAGEMENT PER LA SICUREZZA STRADALE

Utenza debole e Utenza a rischio


Seguendo le indicazioni del Piano Nazionale della Sicurezza Stradale, l'Utenza debole cos definita: pedoni, ciclisti, conducenti di ciclomotori e di motocicli. Non concordo con questa definizione - pur adeguando le Tabelle successive a questa classificazione: numerosi sono stati infatti gli incidenti registrati in questo 2007 che hanno visto coinvolti pedoni e ciclisti uccisi da motociclisti. Con la denominazione "utenti a rischio" si intendono invece due fasce di et della popolazione, i giovani di et inferiore a 29 anni e gli anziani di et superiore ai 64 anni.
08 settembre 2007 10:28 Napoli: motociclista investe e uccide donna, poi fugge NAPOLI - Una donna rumena di 57 anni, morta a Napoli dopo essere stata investita, probabilmente da un motociclista che si allontanato senza prestarle soccorso. E' accaduto la scorsa notte in via Piedigrotta. L'incidente avvenuto dopo la mezzanotte sulla strada che conduce al quartiere di Fuorigrotta. La donna, soccorsa dal 118, stata trasportata all'ospedale dove morta in mattinata. Sull'incidente indaga la polizia municipale. (Agr)

STRATEGIE E SOLUZIONI DI MOBILITY MANAGEMENT PER LA SICUREZZA STRADALE

mobility.manager@provincia.torino.it PaolaVillani

Utenza debole e Utenza a rischio


Percentuale sul Totale Incidenti complessivi (anno 2004)
Dati riferiti alla sola Citt di TORINO
anno 2000 anno 2001 anno 2002 anno 2003 anno 2004 anno 2005

Infortunati 6,7% 3,7% 5,6% 5,2% 78,9% 100,0%

Decessi

Categorie 14,5% Pedoni 5,2% Ciclisti 3,3% Conducenti ciclomotori 7,7% Motociclisti 69,4% Viaggiavano con altri mezzi 100,0% Totale

Infortuni pedoni sul totale infortuni per incidente 9,3% 8,2% 9,0% 9,9% 9,8% 9,3%

Decessi pedoni sul totale decessi per incidente 42,9% 16,9% 27,5% 37,5% 43,9% 43,6%

Infortuni ciclisti sul totale infortuni per incidente 0,0% 2,2% 2,1% 2,9% 2,4% 0,0%

Gli incidenti che coinvolgono lUtenza debole hanno esiti (per pedoni, ciclisti, conducenti di ciclomotori e motociclisti) spesso gravi se non letali ( e statisticamente letali per i soggetti di et superiore ai 64 anni). La numerosit degli investimenti di pedoni anziani ha indotto la Provincia di Torino a lavorare sulla comunicazione attraverso la campagna denominata Fai strada agli anziani, alle regole e alla civilt e Quando guidi rispetta lanziano che sarai (Campagna, realizzata dallAssessorato alla Solidariet Sociale e alla Protezione Civile della Provincia di Torino con la collaborazione del Coordinamento delle Associazioni di volontariato di Protezione Civile, lAssociazione Vittime della strada, lOsservatorio per lEducazione e la Sicurezza Stradale della Regione Emilia Romagna e il Centro Antartide in occasione della Giornata europea delle Vittime della strada (19-11-06).
STRATEGIE E SOLUZIONI DI MOBILITY MANAGEMENT PER LA SICUREZZA STRADALE

mobility.manager@provincia.torino.it PaolaVillani

DGP 12 dicembre 2006 n. 1512491852- Normativa di riferimento

Piani Urbani della Mobilit (P.U.M.) istituiti dalla legge n. 340 del
24 novembre 2000

Costi ambientali

Salute - Ambiente

Programma Europeo di Azione per la sicurezza stradale (2003-2010) Libro bianco sulla politica dei trasporti

Consumi carburanti Disagio nella fase di guida dellauto Incidenti stradali Consumo di suolo

Risorse energetiche Qualit della vita

... vite umane e costi sociali connessi Costi ambientali

STRATEGIE E SOLUZIONI DI MOBILITY MANAGEMENT PER LA SICUREZZA STRADALE

mobility.manager@provincia.torino.it PaolaVillani

Decessi per incidente stradale, pedoni deceduti e percentuale sul totale decessi - anno 2005
Raffronto dece ssi per incidente stradale e pedoni deceduti (anno 2005) Bari Bologna Firenze Genova Milano Napoli Palermo Roma Torino Venezia Totale prim e 10 citt Totale prim e 23 citt con popolazione superiore ai 150.000 abitanti % 23 citt sul totale nazionale Totale Italia Provincia di Torino (escluso capoluogo) Numero morti per incidente stradale Numero pedoni deceduti Decessi pedoni sul totale decessi per incidente

21 27 27 16 87 51 24 237 55 9 554 774 14,3 5.426 103 Feriti / infortunati per incidente stradale

5 8 9 3 38 8 10 64 24 169 206

23,8% 29,6% 33,3% 18,8% 43,7% 15,7% 41,7% 27,0% 43,6% 0,0% 30,5% 26,6%

Provincia di Torino (escluso capoluogo) Torino Provincia di Torino

TOTALE ITALIA
Fonte: nostra elaborazione su dati ACI - ISTAT

4.232 6.569 10.801 313.727

29,3 13,0% 703 18 17,5% Pedoni feriti / Infortuni pedoni sul totale infortuni infortunati per per incidente investimento 225 5,3% 611 9,3% 836 7,7% 18.994 6,1%

STRATEGIE E SOLUZIONI DI MOBILITY MANAGEMENT PER LA SICUREZZA STRADALE

mobility.manager@provincia.torino.it PaolaVillani

Rischi per i pedoni - Mancato rispetto delle regole (da entrambe le parti)

Via Bellezia, ore 12.45

Autovettura in sosta vietata per pi di 45 minuti


STRATEGIE E SOLUZIONI DI MOBILITY MANAGEMENT PER LA SICUREZZA STRADALE

Via Roma, ore 11.00

mobility.manager@provincia.torino.it PaolaVillani

Rischi per i pedoni - Mancato rispetto delle regole (da molte parti)

...sosta vietata ?

Torino, Via Valperga Caluso, ore 18.45


STRATEGIE E SOLUZIONI DI MOBILITY MANAGEMENT PER LA SICUREZZA STRADALE

mobility.manager@provincia.torino.it PaolaVillani

Rischi per i pedoni - Mancato rispetto delle regole

...sosta vietata ?

Torino, Via Valperga Caluso, ore 18.45


STRATEGIE E SOLUZIONI DI MOBILITY MANAGEMENT PER LA SICUREZZA STRADALE

mobility.manager@provincia.torino.it PaolaVillani

Incidenti stradali nelle aree urbane


Incidenti nei principali Comuni del Piemonte (Comuni con popolazione superiore ai 30.000 ab.) - Anno 2004

Provincia
AL AL AT BI CN CN TO TO TO TO TO TO TO TO TO TO NO VB VC

Comuni Alessandria Casale Monferrato Asti Biella Alba Cuneo Chieri Collegno Grugliasco Moncalieri Nichelino Pinerolo Rivoli Settimo Torinese Torino Venaria Reale Novara Verbania Vercelli
Totale Totale riferito ai Comuni della Prov.di Torino

Incidenti Morti 675 156 353 221 99 319 23 189 93 78 130 89 152 146 4.547 46 572 215 255 8.358 5.493

11 2 6 3 1 7 0 2 0 1 3 3 2 6 66 0 4 2 1 120 83

Infortunati 900 214 476 304 123 452 31 290 127 107 187 134 233 221 6.729 72 756 285 328 11.969 8.131
mobility.manager@provincia.torino.it PaolaVillani

STRATEGIE E SOLUZIONI DI MOBILITY MANAGEMENT PER LA SICUREZZA STRADALE

I costi economici e sociali degli incidenti stradali

Costi Complessivi

1.647
danni materiali, altri costi

Costi Totali

- Provincia di TORINO
7.407 incidenti

1.263

- nel 2005 - connessi agli incidenti


stradali rappresentano circa l1,4 % del PIL ogni anno In Piemonte i costi
Incapacit permanente
Famiglie vittime Costi per mancata Incapacit temporanea produzione 153

Costi ospedalieri

632

94

120

84

384

181 Morte PIEMONTE - Anno 2005, Milioni di Euro


PIL piemontese (anno 2004) 113.347,3 Milioni di Euro

Costi sociali complessivi derivanti da incidenti stradali per il Piemonte pari a 1,263 Nostra elaborazione su dati ISTAT, INAIL, Ministero Lavori Pubblici, Ministero Infrastrutture e Trasporti Miliardi di Euro nel 2004 (costi per mancata produzione esclusi), con un danno sociale di 298 euro per abitante (la media nazionale 288 Euro/ab). Fonte:
ISTAT e Misure e problemi per la salute e la Sanit, Regione Piemonte, Marzo 2006
STRATEGIE E SOLUZIONI DI MOBILITY MANAGEMENT PER LA SICUREZZA STRADALE

mobility.manager@provincia.torino.it PaolaVillani

I costi per la riduzione degli incidenti stradali

Costi in Milioni di Euro

Costi degli incidenti stradali: danno sociale per Decessi


78,20 352,55 858,94 6.956,13

Costi per la riduzione degli incidenti stradali


12 55 134 1.085,20

Risparmio in caso di successo


66,00 297,55 724,94 5.870,93

Costi dellinazione
(periodo 20082010)

Citt di Torino Provincia di Torino Piemonte


Italia
Fonte: Paola Villani su dati U.E., ACI, ISTAT

234,61 1.057,65 2.576,82


20.868,40

STRATEGIE E SOLUZIONI DI MOBILITY MANAGEMENT PER LA SICUREZZA STRADALE

mobility.manager@provincia.torino.it PaolaVillani

Provincia di Torino: atteggiamenti dei pedoni


Per quanto riguarda le motivazioni alla base degli incidenti che hanno coinvolto i pedoni nella Citt di Torino (anno 2005) sono state individuate le seguenti cause (in parentesi la percentuale) Attraversamento ad un passaggio pedonale protetto da semaforo o attraversamento / marcia o fase di attesa nel pieno rispetto della normativa ( 49,3% dei casi non investigato / non riportato ( 28,6 % dei casi) mentre per gli investimenti negli altri Comuni della Provincia di Torino state individuate le seguenti cause: Attraversamento ad un passaggio pedonale o attraversamento / marcia o fase di attesa nel pieno rispetto della normativa (
18,2% dei casi ) casi ) )

Attraversamento irregolare o marcia irregolare lungo la sede stradale ( 22,1% dei casi )

(dati riferiti al 2005)

sono

Attraversamento irregolare o marcia irregolare sulla sede stradale (4,4% dei Sosta nei pressi di un veicolo fermo in posizioni irregolare (6,2% dei casi) non investigato / non riportato (
71,2 % dei casi)

STRATEGIE E SOLUZIONI DI MOBILITY MANAGEMENT PER LA SICUREZZA STRADALE

mobility.manager@provincia.torino.it PaolaVillani

Interventi per la protezione del pedone: Bando Zone 30 km/h


Soluzioni a. l'introduzione di misure di traffic-calming al fine di ridurre la velocit lungo l'asse stradale, anche attraverso il rialzamento dell'attraversamento pedonale b. l'eliminazione della sosta in linea lungo la strada oppure il mantenimento della stessa attuando l'inserimento di marciapiedi a penisola laddove siano presenti gli attraversamenti pedonali, c. l'illuminazione adeguata dell'arteria o dell'intersezione, d. il restringimento della carreggiata ampliando l'isola spartitraffico, e. l'inserimento di particolari pavimentazioni in prossimit delle intersezioni.

STRATEGIE E SOLUZIONI DI MOBILITY MANAGEMENT PER LA SICUREZZA STRADALE

mobility.manager@provincia.torino.it PaolaVillani

Interventi per la protezione del pedone


Investimento di pedone lungo una strada a doppio senso di marcia - separare fisicamente le corsie veicolari attraverso la realizzazione di un'isola centrale spartitraffico ed eliminare il gradino centrale dell'isola spartitraffico (se gi esistente) per agevolare i pedoni (in specie quelli a ridotta capacit motoria).

Pinerolo, luglio 2007

STRATEGIE E SOLUZIONI DI MOBILITY MANAGEMENT PER LA SICUREZZA STRADALE

mobility.manager@provincia.torino.it PaolaVillani

Il Piano Regionale Sicurezza Stradale


La Regione Piemonte ha presentato il 13 Aprile 2006 il documento programmatico relativo al Piano Regionale di Sicurezza Stradale, che prevede alcune linee d'azione individuate nell'ambito di cinque campi : infrastrutture, comportamenti umani, veicoli, gestione, governo e governance Infrastrutture: Diffusione delle zone 30 nelle aree urbane; Opere per porre in sicurezza la rete stradale extraurbana; Comportamenti umani: Campagne di educazione alla sicurezza stradale; Intensificazione dei controlli e repressione dei comportamenti di guida a rischio; Diffusione di comportamenti di guida responsabile; Rinforzo per lazione sanitaria di prevenzione e riabilitazione per lidoneit alla guida; Veicoli: Incentivi per la ricerca e linnovazione tecnologica a bordo veicolo per la sicurezza dei conducenti; Gestione: Miglioramenti gestionali per ridurre i sinistri a danno di quanti impegnati nelle opere di manutenzione delle infrastrutture, Miglioramenti per la gestione dei servizi di soccorso; Miglioramenti per la regolazione del traffico; Miglioramenti per la gestione del trasporto delle merci; Riduzione dei viaggi svolti su veicolo privato nell'ambito dell'attivit lavorativa e degli spostamenti casa-lavoro; Governo e governance: Innovazione al centro della politica della sicurezza stradale; Miglioramenti relativi al quadro normativo; Promozione della sicurezza stradale; Attivazione misure di monitoraggio e valutazione; Sviluppo della conoscenza scientifica; Formazione professionale permanente; Sviluppo della comunicazione e della partecipazione interistituzionale.

STRATEGIE E SOLUZIONI DI MOBILITY MANAGEMENT PER LA SICUREZZA STRADALE

mobility.manager@provincia.torino.it PaolaVillani

Il Piano Regionale Sicurezza Stradale


Finanziamenti Contributi ai Comuni per le Zone 30 (2,96 Milioni di Euro ) *** Comunicazione e formazione Costituzione del Centro di Monitoraggio Regionale per la Sicurezza Stradale (0,8 Mln Euro) Sistemi tecnologici Azioni dirette Azioni regolamentari Piano aree di sosta per il carico / scarico merci

Installazione di numerosi rilevatori / dissuasori di velocit (1,2 Mln Euro) Per le infrastrutture Contributi Campagna Province strade comunicazione extraurbane Strade Regionali (0,2 Mln Euro) Sviluppo sistema per le attivit di monitoraggio dellincidentalit (0,28 Mln Euro) Messa in sicurezza s.r. extraurbane (120.000 Euro / Km, per un importo complessivo pari a 270 Mln Euro)

Verifica azioni proposte nei PUM e nei PUT per la riduzione dellincidentalit stradale Predisposizione di Linee guida per la messa in sicurezza delle strade extraurbane

STRATEGIE E SOLUZIONI DI MOBILITY MANAGEMENT PER LA SICUREZZA STRADALE

mobility.manager@provincia.torino.it PaolaVillani

Il Piano Regionale Sicurezza Stradale


Finanziamenti Rafforzamento dei programmi di prevenzione e controllo su strada per la guida in stato di ebbrezza (0,5 Mln Euro) Corsi di guida sicura (1 Mln Euro) Campagna di prevenzione A scuola vado a piedi Comunicazione e formazione Sistemi tecnologici Azioni dirette Acquisto etilometri e test per rilevare lutilizzo di sostanze stupefacenti Azioni regolamentari

Per i comportamenti

Sostegno all'attivit di Coordinamento Regionale per l'Educazione alla Sicurezza Stradale nelle scuole di ogni ordine e grado (0,3 Mln Euro)

Progetto Infomobilit: applicazioni relative alla sicurezza stradale (0,24 Mln Euro)

Rinforzare le misure di sicurezza per il personale addetto alla manutenzione delle infrastrutture (0,6 Mln Euro) Sostegno alle attivit di Mobility Management per ridurre gli incidenti nei tragitti casalavoro (2 Mln Euro)

Azioni del Piano Regionale di Sorveglianza e Prevenzione degli Incidenti Stradali 2006 2008

STRATEGIE E SOLUZIONI DI MOBILITY MANAGEMENT PER LA SICUREZZA STRADALE

mobility.manager@provincia.torino.it PaolaVillani

Strategie e soluzioni di mobility management

Accordi di programma REGIONE PIEMONTE - Proposte di interventi ai sensi del D.M. 16 ottobre 2006
PROGETTO N. 2 TRASPORTO PUBBLICO LOCALE. Sottoprogetto 2.2. Incentivazione all'utilizzo del trasporto pubblico locale, in sostituzione dell'autoveicolo individuale, per studenti universitari e lavoratori. PROGETTO N. 3 LOGISTICA REGIONALE

STRATEGIE E SOLUZIONI DI MOBILITY MANAGEMENT PER LA SICUREZZA STRADALE

mobility.manager@provincia.torino.it PaolaVillani

Strategie e soluzioni di mobility management

Azioni di mobility management Partecipazione al Bando EIE STEER Provincia di Torino - Provincia di Asti - Comuni - ...

STRATEGIE E SOLUZIONI DI MOBILITY MANAGEMENT PER LA SICUREZZA STRADALE

mobility.manager@provincia.torino.it PaolaVillani

Mobility Management di area della Zona di Piano


DGP 12 dicembre 2006 n. 1512-491852- Normativa di riferimento

- Normativa nazionale e regionale sul tema dell'inquinamento atmosferico - Piani Urbani della Mobilit (P.U.M.)
n. 340 del 24 novembre 2000 istituiti dalla legge

- Piano Sanitario Nazionale 2002-2005 e Piano Sanitario Nazionale 2006-2008 - Programma Comunitario di Azione in materia di ambiente (Dec.1600/2002/CE del 22.07.02) - Strategia tematica sull'inquinamento atmosferico
Torino [COM(2005) 446]

- Vincere la battaglia contro i climatici

cambiamenti

- Programma Europeo di Azione per la sicurezza stradale (2003-2010) - Libro bianco sulla politica dei trasporti
STRATEGIE E SOLUZIONI DI MOBILITY MANAGEMENT PER LA SICUREZZA STRADALE

mobility.manager@provincia.torino.it PaolaVillani

Azioni nellambito del Piano Regionale Sicurezza Stradale


Le azioni sono raggruppate secondo tre ambiti principali : - azioni di promozione e di sostegno per attivit ed iniziative a cura degli Enti Locali (Province e Comuni) ai quali spetta l'elaborazione di piani, programmi e progetti, secondo le linee guida delle migliori pratiche. Alla Regione spetta il compito di sostenerne l'attuazione, mediante cofinanziamento, e sviluppando le necessarie forme di coordinamento e cooperazione; azioni dirette della Regione per promuovere e sostenere finanziariamente progetti e programmi di ampia portata per la cui attuazione si prevedono forme di cooperazione interistituzionale; - attivit di carattere normativo e regolamentare che, pur collocandosi nell'ambito normativo nazionale ed europeo, risultino utili per sostenere l'avvio ed il consolidamento di una politica nuova e complessa come quella della sicurezza stradale.

STRATEGIE E SOLUZIONI DI MOBILITY MANAGEMENT PER LA SICUREZZA STRADALE

mobility.manager@provincia.torino.it PaolaVillani

Misure da attivare nel breve - medio periodo .tutte le forme di diversione modale: - pedonalit, piste ciclabili, car pooling, car sharing, - incentivi per i sistemi di trasporto pubblico - politiche temporali - mobility management - zone a traffico limitato: ZTL 30 km/h e ZTL per motivazioni di tutela ambientale
(ovvero zone nelle quali accedono solo veicoli a basso impatto, sullesempio dei provvedimenti adottati da numerosi EE.LL. tramite emanazione di ordinanza disciplinante la circolazione stradale dei veicoli soggetti al controllo dei gas di scarico, da attuarsi con lapposizione dei segnali di divieto di transito, corredati di pannello integrativo riportante la scritta eccetto veicoli autorizzati per zona bollino blu). Si stima infatti che le riduzioni possano arrivare sino al -30% del PM10 e sino al 45% delle emissioni di NO2
mobility.manager@provincia.torino.it PaolaVillani

STRATEGIE E SOLUZIONI DI MOBILITY MANAGEMENT PER LA SICUREZZA STRADALE