Sei sulla pagina 1di 115

COMUNE DELLA SPEZIA Direzione Operativa

C.d.R. Controllo di Gestione - PEG ___________________________________________________

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)
___________________________________________________

Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

DIPARTIMENTO I Servizi Finanziari e Sviluppo Economico


Nel corso dellesercizio 2010 il Servizio Finanziario, in riferimento ai programmi ed obiettivi individuati ed approvati dagli organi di governo, ha raggiunto i risultati di seguito sintetizzati:

Mantenimento del Patto di stabilit e gestione economico finanziaria Nel primo trimestre 2010 stata completata la procedura per lapprovazione del Bilancio di Previsione 2010, del Bilancio Pluriennale 2010-2011 e della Relazione Previsionale e Programmatica. Tale iter si concluso con lapprovazione da parte del Consiglio Comunale con deliberazione n. 10 del 23.2.2010. In conformit a quanto disposto dallart. 228 comma 3 del D.Lgs 267/2000 ed in stretta collaborazione con i vari servizi comunali nonch con il Collegio dei revisori dei Conti, si provveduto alle operazioni di riaccertamento dei residui attivi e passivi. Il riaccertamento stato approvato con deliberazione GC n. 73 del 8.3.1010 ed ha consentito la rilevazione dellavanzo vincolato e delle modalit del suo utilizzo. Si altres provveduto allapprovazione del Conto Consuntivo 2009 in data 28.4.2010 con provvedimento n. 13 del Consiglio Comunale. Il relazione al termine per lapprovazione del Conto Consuntivo, lart. 151 del decreto legislativo 267/2000 Principi in materia di contabilit al comma n. 7 prevedeva che il rendiconto dovesse essere deliberato dallorgano consiliare entro il 30 giugno dellanno successivo. Tale termine stato anticipato al 30 aprile dallart. 2 quater comma 6 lettera a) della L. 189/2008.

La relazione della Giunta Comunale al Conto Consuntivo 2009 stata completamente rivisitata comparando dati quinquennali per tutte le voci di bilancio ed evidenziando levoluzione degli stessi. stato inoltre tradotto uno stralcio della stessa, con le informazioni pi rilevanti, in lingua inglese. Sono stati predisposti il Prospetto di Conciliazione, Il Conto economico ed il Conto del Patrimonio. Il rendiconto 2009 ha evidenziato un avanzo di 2.598.245,74 cos suddiviso: Avanzo 2009
Fondi vincolati a spesa corrente Fondi vincolati per finanziamento spese in conto capitale Fondi non vincolati Totale avanzo

955.499,49 695.350,20 947.395,96 2.598.245,74

2 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

Alla data del 30.6.2010 sono state apportate al bilancio di previsione 2010 n. 2 variazioni con i seguenti provvedimenti : - G.C. n.160 del 17.5.2010 ratificata con C.C. 20 del 17.6.2010; - C.C. 24 del 26.7.2010 24.6.2009. Sempre alla data del 30.6.2010 sono stati effettuati n. 2 prelevamenti dal fondo di riserva ordinario per un totale di 110.386,23 e pertanto il fondo ancora disponibile ammonta ad 358.605,61. I Servizi Finanziari hanno collaborato costantemente con tutti i servizi al fine di migliorare la gestione delle risorse assegnate tramite P.E.G.. Tale attivit si esplicitata con particolare attenzione allutilizzo dei fondi statali e regionali riscossi anche in anni precedenti e non completamente utilizzati. Si posta continua attenzione sul recupero dei residui attivi, anche mediante la collaborazione del Collegio dei Revisori dei Conti, nonch alleliminazione di poste passive non pi necessarie. Tale attivit risultata prevalente in collaborazione con il Settore LLPP. Le segnalazioni effettuate non sono ancora state oggetto di riscontro da parte del Servizio sopra indicato e pertanto le relative operazioni contabili verranno effettuate nel II semestre 2010. Al fine di recuperare somme attive iscritte nel bilancio dellente, quali residui anni 2009 e retro, nel corso del primo semestre 2010 sono state predisposte le seguenti compensazioni tra partite debitorie e creditorie nei confronti dei seguenti soggetti - previa accettazione da parte degli stessi, cos suddivisi : Gruppo Acam - Acam Gas 11.496,00 Gruppo Acam - Acam Ambiente 49.089,05 Azienda Sanitaria Locale n. 5 Spezzino in fase di definizione ( circa 500.000,00) In ossequio a quanto disposto con decreto 14.11.2006 del Ministero dellEconomia e delle Finanze, stato effettuato il controllo sui codici Siope da inserire sui titoli di entrata e di spesa al fine di consentire, tramite il tesoriere dellEnte, il monitoraggio dei conti pubblici e verificare la rispondenza alle condizioni dellart. 104 del Trattato Istitutivo della Comunit Europea. Il patto di stabilit 2010, modificato nuovamente nelle modalit di calcolo rispetto al 2009, stato allegato al bilancio di previsione e successivamente modificato con due variazioni al bilancio ( G.C. 160 del 17.5.2010 ratificata con C.C. 20 del 17.6.2010 e C.C. 24 del 26.7.2010) ed alle stesse allegato. Lobiettivo da raggiungere per lanno 2010 24.691,28. Tale obiettivo, il cui primo monitoraggio stato effettuato alla data del 30.6.2010 stato rispettato in quanto il costante monitoraggio degli impegni e degli accertamenti, nonch il controllo degli incassi e pagamenti in conto capitale ha permesso il raggiungimento di un saldo positivo pari ad 190.034,48 con un margine di manovra di 214.725,76. Tale saldo stato certificato alla Ragioneria Generale dello Stato in data 30.7.2010
3 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

Verifiche relative alla riduzione e riassetto dellindebitamento Il Comune della Spezia, nellottica del perseguimento di una politica di gestione attiva dellindebitamento volta ad ottimizzare i futuri flussi di cassa relativi al servizio del debito, con delibera C.C. n. 10 in data 23.2.2010, relativa all approvazione del Bilancio di Previsione 2010, nonch nella Relazione Previsionale e Programmatica 2010/2012 ha previsto la possibilit di rinegoziazione mutui; Si pertanto proceduto a richiedere a Dexia Crediop S.p.A., alcune ipotesi di rinegoziazione di n. 8 mutui contratti con Dexia Crediop S.p.A. stessa, finalizzate alla modifica delle relative condizioni finanziarie; Dexia-Crediop S.p.A., con ipotesi di trasformazione dellindebitamento, ha formulato diverse ipotesi di rinegoziazione ed in data 7 maggio 2010 stata presentata una ipotesi di rinegoziazione, analizzata dai Servizi Finanziari, e ritenuta in linea con gli obiettivi indicati; La Giunta Comunale, con delibera n. 161 del 17.5.2010, esecutiva a tutti gli effetti di legge, ha individuato nella struttura che prevede, a parit di scadenza, una rimodulazione della restituzione del capitale con piano di rimborso a quota capitale fissa ammortamento allitaliana - con tasso fisso in quanto consente una minore incidenza degli oneri finanziari 2010/2013 derivanti dalla modifica del piano di rimborso del capitale; E stato dato quindi mandato al Dirigente dei Servizi Finanziari a porre in essere tutti gli atti necessari a perfezionare con Dexia Crediop S.p.A. loperazione di rinegoziazione. Liter si pertanto concluso e perfezionato con la determinazione dirigenziale e n. 64 del 26.5.2010. Il risparmio conseguito nellanno 2010 a seguito della rinegoziazione Dexia Crediop ammonta a circa 377.000,00.

Controllo andamento sistema entrate al fine della loro velocizzazione. Monitoraggio emissione mandati nel rispetto della legge ed in coerenza con rispetto del patto di stabilit. Lattivit di emissione dei mandati stata costantemente monitorata conciliando le disponibilit di cassa con quanto imposto dal patto di stabilit e cercando di evitare, nello stesso tempo, laggravio di interessi di mora. E stata incrementata, di concerto con i vari servizi, lattivit di consulenza finalizzata allintroito delle risorse accertate in bilancio, gi avviata nel 2007. Prosegue pertanto , di concerto con gli uffici competenti, il progetto per il recupero dei residui attivi. Sono state monitorate costantemente le disponibilit sui conti correnti postali al fine di segnalare agli uffici competenti la possibilit di prelevamento delle somme giacenti. Alla data del 30.6.2010 sono state effettuate 6 rilevazioni flussi di cassa. Sono state emesse n. 4.462 reversali ed emessi n.5.881 mandati.

4 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

Diminuzione delle errate imputazioni contabili mediante supporto giornaliero ai servizi Lufficio ha prestato attivit di supporto ai servizi comunali per un miglior utilizzo delle risorse assegnate con il P.E.G. mediante suggerimenti preliminari alla stesura delle pratiche, in modo tale da snellire le procedure amministrative. In particolare, per quanto attiene la gestione del piano degli investimenti programmati, a supporto del Servizio Contabilit LL.PP., sono state proposte soluzioni inerenti al finanziamento di opere di somma urgenza non previste, analizzando le risorse disponibili in bilancio anche mediante unanalisi dei residui passivi. Particolare attenzione stata poi posta sui lavori conclusi e finanziati con mutui contratti negli anni pregressi. Su sollecitazione dellufficio tali somme saranno contabilmente regolarizzate in entrata mentre la posta passiva sar dichiarata economia e come tale confluir nellavanzo di amministrazione vincolato anno 2010. Prosegue il progetto avviato nel giugno 2007 e relativo al recupero dei residui attivi di varia natura. Lufficio contabilit finanziaria infatti ha segnalato le somme non ancora riscosse al fine di sollecitare le procedure al recupero o allo stralcio degli stessi. Prosegue l impegnativa collaborazione ai servizi resa a seguito dellintroduzione di Clavius per la redazione delle determinazioni on line. Tale sistema, che consente la completa informatizzazione delle pratiche, non permette infatti correzioni manuali da parte dellufficio deputato al controllo. Lufficio inoltre attivato nellanalisi delle entrate da oneri di urbanizzazione al fine di consentire lequivalenza degli impegni alle percentuali di spesa corrente e manutenzione ordinaria previste dalla legge.

Gestione tributi anni pregressi e relazioni con societ Spezia Risorse Spa, Gefile Spa ed Equitalia A seguito della costituzione della S.p.A. SpeziaRisorse per la gestione delle entrate tributarie, della COSAP e CIMP , i Servizi Finanziari effettuano il monitoraggio costante dei versamenti effettuati dalla societ stessa e predispongono i provvedimenti di regolarizzazione contabile dellaggio che la societ trattiene direttamente. Sono rimaste comunque di competenza dellEnte una serie di attivit relative agli anni di imposta pregressi al 31.12.2005. Pertanto i Servizi Finanziari provvedono ad effettuare i discarichi ruoli Tarsu/Ici/Iciap previa predisposizione dei relativi elenchi di discarico e controllo degli elenchi lavorati da Ge.Fil. S.p.A., subentrata al Servizio Riscossione Tributi. Sono state svolte infatti, con cadenza pressoch giornaliera, tutte le operazioni relative al discarico manuale e telematico delle partite non dovute dai vari contribuenti a seguito di cancellazione
5 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

per quote inesigibili o duplicazioni. Con puntuale sollecitudine sono stati predisposti i provvedimenti di regolarizzazione degli aggi spettanti a Spezia Risorse e Gefil. Tutte le pratiche pervenute di rimborso Ici e discarico ruoli Tarsu sono state evase. Prosegue il progetto di collaborazione e controllo dei Servizi Finanziari, nei confronti di Spezia Risorse S.p.A. e Ge.Fil. S.p.A. al fine di conseguire, attraverso controlli incrociati, il recupero delle somme derivanti da evasione fiscale da segnalare allAgenzia delle Entrate. Si riscontra per una difficolt relativa alla complessit delle procedure informatiche necessarie ad integrare in un sistema unico le varie banche dati al fine di verificare la posizione contributiva dei cittadini. Questo ha comportato un ritardo nellavvio delle attivit finalizzate a generare rilevazioni qualificate allagenzia delle entrate. Il progetto dovrebbe essere operativo entro la fine del mese di settembre. Lufficio contabilit finanziaria ha effettuato i dovuti controlli con Equitalia in relazione al pagamento di importi superiori ad 10.000,00. A seguito dellaffidamento a GEFIL spa dei ruoli ante 2006 relativi alle entrate tributarie di competenza del Comune prima della costituzione della societ SpeziaRisorse, lufficio provvede costantemente al monitoraggio dei versamenti effettuati. Nellanno 2010 lufficio ha svolto unattivit di monitoraggio straordinario dei ruoli ante 2003 in capo alla societ, ovvero sulla partite pi vecchie che risultano a rischio di discarico. E stato predisposto un piano di azione condiviso tra Gefil e il Comune per lefficace riscossione delle cartelle ante 2003 e lufficio ha svolto nel corso del 2010 il monitoraggio delle attivit di sollecito compiute da Gefil indirizzando lattivit della societ per consentire il massimo recupero delle partite ancora aperte. Nel primo semestre 2010 sono state pertanto intensificate le attivit di controllo sui ruoli ante 2003

Rinnovo gara tesoreria Con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 39 del 09/12/2009 stato approvato lo Schema di Convenzione per laffidamento del servizio di Tesoreria Comunale per il periodo 01 aprile 2010 31 dicembre 2010. Successivamente, con Determina Dirigenziale dei Servizi Finanziari n. 208 del 12.12.2009 sono stati approvati il bando e il disciplinare di gara per laffidamento del servizio di Tesoreria Comunale per il periodo 01 aprile 2010 31 dicembre 2014, da aggiudicarsi in base al criterio dellofferta economicamente pi vantaggiosa, ai sensi dellart. 83 del D.lgs 163/2006, sulla base degli elementi di valutazione specificati nello stesso disciplinare. Con Determinazione Dirigenziale dei Servizi Finanziari n.19 del 23.02.2010 ore 8.20, stata nominata la Commissione giudicatrice per lo svolgimento delle operazioni di gara e per la valutazione delle offerte presentate. La migliore e offerta stata quella presentata dalla Banca CARIGE spa e pertanto
6 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

con Determinazione Dirigenziale dei Servizi Finanziari n. 21 del 25.3.2010 sono state approvate e risultanze delle operazioni di gara e i verbali di tutte le sedute, pubbliche e riservata, ed aggiudicato il servizio di Tesoreria Comunale alla Banca CARIGE spa CASSA DI RISPARMIO DI GENOVA E IMPERIA per il periodo 01.04.2010-31.12.2014.

Anticrisi La Giunta Comunale con provvedimento n. 135 del 20.4.2009 ha inteso promuovere il raggiungimento di accordi con il settore del Credito ordinario al fine di individuare forme di anticipazione in favore dei soggetti fornitori di beni e servizi al Comune per i crediti da essi vantati; Con il provvedimento sopra richiamato si autorizzato il Direttore I Dipartimento, Dott. Pier Luigi Fusoni, a firmare accordi e convenzioni con istituti di credito che avessero le finalit sopra individuate e si altres autorizzato il Dirigente del Servizio Finanziario, a richiesta degli istituti bancari che sottoscriveranno le convenzioni di cui trattasi, ad attestare lesistenza di crediti liquidi ed esigibili a favore di soggetti fornitori del comune sulla base dello schema allegato alla presente quale parte integrante e sostanziale del presente provvedimento. A tale accordo hanno aderito altres la Provincia della Spezia, la C.C.I.A.A., ed i Comuni di Sarzana, Lerici, Portovenere e Vezzano Ligure; Sono stati quindi siglati n. 2 accordi con Ca.ri.Spe. e Ca.ri.Ge in data 4 giugno 2009. Tale convenzione stata prorogata anche per lanno 2010 alle medesime condizioni.
Forma tecnica di utilizzo Durata Massima di ogni anticipo
12 mesi (fermo restando la scadenza effettiva del pagamento indicato dal Comune) Anticipo Fatture

Ammontare dellanticipo

Fino al 100% dellimporto del credito vantato dal fornitore Presentazione dichiarazione di sussistenza, esigibilit e scadenza del credito firmata per accettazione dallUfficio competente della Comune

Impegno del debitore

tale dichiarazione dovr essere compilata e consegnata al Cliente in doppio originale, di cui uno dovr essere riconsegnato debitamente controfirmato ed allegato allanticipo Variabile pari allEuribor 365 a 3 mesi media del mese precedente al periodo di applicazione, maggiorato di uno spread pari a 0,75 punti percentuali con classe di rating alto o prive di rating

Tasso Debitore

Variabile pari allEuribor 365 a 3 mesi media del mese precedente al periodo di applicazione, maggiorato di uno spread pari a 0,95 punti percentuali per le altre posizioni

Il tasso di riferimento reperibile nella Intranet Aziendale ed andr inserito, di volta in volta, in fase di apertura dellanticipo, a cura delle Filiali / Centri Imprese tramite la procedura ZA00

7 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

Esente

Commissione di massimo scoperto trimestrale Spese tenuta Conto Anticipo Commissione apertura anticipo Commissione proroga anticipo Commissione singolo documento

(tale condizione economica dovr essere richiesta in procedura ZA00) Euro 10,00 trimestrali (tale condizione economica dovr essere richiesta in procedura ZA00) Euro 15,00 Euro 15,00 Euro 1,00

Progetto VV.UU. Nel corso dellanno 2009 lufficio ha partecipato al tavolo tecnico intersettoriale istituito per il progetto di affidamento a SpeziaRisorse della gestione delle violazioni amministrative di competenza del corpo di Polizia Municipale. Lufficio stato coinvolto nelle riunioni periodiche propedeutiche alla realizzazione del progetto e ha partecipato allattivit di analisi preventiva delle attivit, dei carichi di lavoro e del giusto compenso per ciascuna delle attivit oggetto di esternalizzazione.

8 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

DIPARTIMENTO I Servizi Finanziari e Sviluppo Economico


SVILUPPO ECONOMICO DELLA CITTA

Uno dei temi pi importanti che lamministrazione chiamata ad affrontare oggi quello dei siti militari dismessi; dalla risoluzione di tale questione dipende laspetto futuro della citt. C oggi infatti una nuova e positiva disponibilit da parte del Ministero ad esaminare le richieste e le proposte degli Enti locali per una ridefinizione dei confini della propria presenza fisica nel territorio spezzino sia in relazione alle aree interne alle base militare sia a quelle esterne. Esistono quindi le condizioni per avviare un nuovo rapporto tra la Marina Miliare e la citt per ottenere un reciproco vantaggio, dove la citt si far carico di parte del processo di modernizzazione e razionalizzazione delle strutture militari in cambio di parte del prezioso patrimonio storico della Marina composto di aree, di immobili, di professionalit e di know-how. LArsenale presenta, in particolare, un lay-out e una dimensione delle infrastrutture progettate quando la popolazione dei dipendenti era cinque volte quella attuale e le attivit lavorative prevedevano, oltre che la manutenzione, la costruzione delle navi oggi complessivamente svolta dal sistema privato. In relazione alla base navale spezzina attualmente alcune imprese del territorio utilizzano i bacini dellarsenale per lavorazioni esterne attraverso lo strumento della permuta, in cambio di servizi di vario genere verso lArsenale stesso (per lo pi manutenzioni); lobiettivo dellamministrazione quello di capire quali siano le esigenze delle imprese e quali siano compatibili con gli interessi della Marina Militare al fine di regolamentare in modo preciso gli accordi con la Marina oggi saltuari. Al momento manca la definizione di un quadro pi completo sulle prospettive future dellArsenale e sullutilizzo di alcune infrastrutture della Marina Militare da parte di aziende private. Limpegno dellamministrazione in questo ambito proseguito in maniera costante e nei primi mesi dellanno il tavolo del Patto per unagenda strategica finalizzata allo sviluppo della citt della Spezia stato convocato 2 volte ed il suo obiettivo quello di valutare insieme alle altre istituzioni e forze sociali le opportunit che di volta in volta si aprono a seguito delle trattative e aperture della marina militare. In particolare sono stati approfonditi i temi delle aree del PUV, delle aree dell'Agenzia del demanio compresa quella delle Casermette e, come detto, delle possibili ipotesi per eventuale utilizzo e co-uso di aree interne alla base navale. A dicembre del 2010 scadr il Protocollo dIntesa sottoscritto il 15 maggio 2009, gi oggetto di 2 rinvii, e sar quindi necessario avviare la fase di predisposizione e sottoscrizione dei relativi Accordi di programma.

9 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

Il Piano di Marketing urbano, realizzato lo scorso anno dallUfficio Studi in collaborazione con la CCIAA della Spezia entrato nel pieno della fase operativa nei primi mesi dellanno; sono stati individuati una serie di interventi per preparare la citt a quei cambiamenti importanti che nei prossimi anni ne trasformeranno completamente laspetto. In data 7 giugno 2010, infatti, le parti hanno sottoscritto il patto per il centro storico linee guida e si sono cos assunte la responsabilit di dare attuazione a quanto previsto dal Piano. Con la sottoscrizione del Patto si costituita anche la cabina di regia che entro met settembre elaborer un crono programma per capire a quali interventi tra quelli previsti necessario dare priorit e quante risorse siano necessarie per attuarli.

Lamministrazione ha proseguito gli incontri con il Ministero per lo Sviluppo Economico relativi sia alla cessata attivit della San Giorgio, per la quale si spera di trovare un accordo per la reindustrializzazione dellarea con conseguente reinserimento dei lavoratori oggi in cassa integrazione, sia relativi alla crisi del settore della nautica, Gruppo Baglietto in particolare. Per larea San Giorgio stato prorogato per la seconda volta il Protocollo dIntesa per la reindustrializzazione dellarea e ci ha consentito di spostarne la scadenza a settembre 2010. Tra i progetti di sviluppo e di sostegno all'economia locale proseguito l'impegno, ormai costante da diversi anni, nelliniziativa del Crea Impresa. Lobiettivo dellamministrazione era quello di avviare una totale revisione di tale strumento visto il decremento delle domande avvenuto nel corso degli anni e le difficolt del rapporto con il sistema del credito, ma ad oggi non ancora stato attuato. Il fondo di contro garanzia, costituito nel 2009 insieme alla Provincia e alla CCIAA, operativo dallo scorso mese di dicembre. Le domande sono presentate direttamente ai Confidi e vengono rettificate dal Comitato dei tre Enti. Il Comitato ad oggi non ancora stato convocato anche se le domande presentate sono numerose. Nellambito delle attivit sui Distretti si evidenzia che il DLTM entrato finalmente nella fase operativa. Nel mese di dicembre 2009, infatti, il Consiglio di Amministrazione del DLTM ha deliberato la nomina e la costituzione del Comitato Tecnico Scientifico, l'organismo che statutariamente ha il compito di riferimento scientifico per le attivit del distretto, di selezione dei progetti da presentare a finanziamento e di ogni altra funzione prevista dalla normativa vigente, ed in particolare dal nuovo Piano Nazionale della Ricerca. Ad oggi sono in corso di analisi 13 progetti presentati che coinvolgono imprese liguri anche del territorio della Spezia.

UNIVERSITA

Nellambito delle attivit svolte dallEnte in riferimento allUniversit si evidenzia che nel corso dei primi mesi del 2010 entrato a regime il passaggio alla nuova forma giuridica di gestione del Polo Universitario. La Fondazione stata costituita ufficialmente l11 giugno 2010 con atto a rogito Notaio
10 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

Francesco Calabrese De Feo e con la denominazione PROMOSTUDI LA SPEZIA Fondazione di partecipazione per la promozione degli studi universitari alla Spezia. I soci di Promostudi s.c.a.r.l. sono diventati i soci fondatori del nuovo istituto ma sar possibile, grazie alla presenza di un patrimonio a struttura aperta, ladesione successiva di altri soggetti del territorio in qualit di soci sostenitori e partecipanti con il versamento di somme di denaro una tantum o prestazioni di vario genere. Il tema della disponibilit di spazi per la didattica e per nuovi laboratori continua ad essere uno degli aspetti pi rilevanti per lo sviluppo del Polo Universitario. Da tempo in progetto la realizzazione di una nuova sede ma si tratta di unespansione che non avverr in tempi brevi. Il Comune della Spezia ha in corso delle trattative per trovare una soluzione almeno temporanea al problema ma un quadro pi preciso si avr solo a fine anno. A partire dallanno accademico 2009-2010 il Polo Universitario ha completato lofferta formativa con lattivazione delle Lauree Magistrali in Ingegneria Meccatronica e in Sicurezza Informatica. Lobiettivo dei prossimi anni continua ad essere, come anticipato, quello di completare la struttura universitaria con la dotazione di laboratori e di strumenti di ricerca specifici oggi non presenti a causa dellesiguit degli spazi. A partire dallanno accademico 2009/2010, inoltre, stato eliminato il numero programmato nei corsi di laurea triennale e magistrale in Ingegneria Nautica e lobiettivo quello di eliminarlo gradualmente anche dagli altri corsi di laurea. Ci comporter un ulteriore significativo incremento delle iscrizioni e questo rappresenta un altro motivo per cui la ricerca degli spazi risulta cos importante. La ricerca infine rimane laltro settore che dovr essere sviluppato nei prossimi anni, in sinergia con le attivit del distretto ligure delle tecnologie del mare (DLTM) entrato oggi nel pieno della sua attivit operativa. In questi anni sono state avviate alcune prime attivit, in collaborazione con le Universit partner. E oggi, ad esempio, pienamente operativo un laboratorio di modellazione numerica per lingegneria nautica, realizzato in relazione alla convenzione stipulata con il Dipartimento di Ingegneria Navale e Tecnologie Marine dellUniversit degli Studi di Genova, che vedr la realizzazione di progetti di ricerca nellambito dellaerodinamica di imbarcazioni da diporto, anche attraverso lattivazione di assegni di ricerca specifici.
PARTECIPAZIONI COMUNALI E CONTROLLO DELLE SOCIETA PARTECIPATE

Il

sistema

di

monitoraggio

semestrale

delle

societ

partecipate

maggioritariamente

dallamministrazione comunale, avviato dall ufficio partecipazioni nel mese di marzo dello scorso anno, si pu dire a regime. Tale attivit permette il confronto dei budget preventivi annuali con i bilanci consuntivi ed i forecast, fornisce i piani di investimento delle aziende con una descrizione analitica degli stessi e delle rispettive modalit di finanziamento, cos da consentire unimportante attivit prospettica di valutazione delle migliori strategie industriali adottabili.
11 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

Per quanto riguarda il monitoraggio sulla qualit dei servizi, proseguita lattivit di sensibilizzazione delle imprese al fine di ottenere da tutte le societ coinvolte gli indicatori richiesti. Per quelle societ che gi rispondono a tale best practice, viene effettuata un attenta analisi degli indicatori forniti finalizzata al raggiungimento e/o al mantenimento di un elevato standard qualitativo nel servizio, che possibile solo laddove i suoi utilizzatori riconoscano il soddisfacimento delle proprie esigenze da parte del soggetto che lo rende disponibile. Parallelamente alle attivit sopradescritte, l ufficio partecipazioni impegnato nel dare attuazione alla normativa nazionale relativa ai servizi pubblici locali, in continua evoluzione ma ormai chiaramente orientata ad un contenimento delle partecipazioni esistenti e ad un allineamento delle politiche del personale a quelle proprie degli Enti Locali soci. Anche lattivit ordinaria dell ufficio ha ricevuto un notevole sviluppo, grazie anche ad una pi razionale ed efficiente organizzazione dei dati pervenuti, dei documenti elaborati ed elaborandi e delle scadenze nello svolgimento delle attivit stesse. E stato di recente introdotto un nuovo software gestionale per larchiviazione dei dati relativi alle partecipazioni dell Ente . Per quanto riguarda il riordino e la riorganizzazione dei servizi esternalizzati, si sottolinea la conclusione del processo di trasformazione della societ Promostudi in Fondazione di Partecipazione; sono in atto le riorganizzazioni dei Gruppi Acam e Spedia.
TURISMO

Lufficio turismo ha realizzato, ad oggi, le diverse azioni ed attivit indicate nell obiettivo. Lufficio da un lato ha proseguito nella collaborazione per la realizzazione della prima fase del Piano di Marketing Territoriale Turistico oggetto per di un obiettivo specifico e, dallaltro, ha seguito con particolare cura alcuni progetti relativi alla valorizzazione del territorio locale. Lufficio turismo stato parte attiva nella progettazione e realizzazione delle iniziative del Vola alla Spezia realizzato durante tutto il mese di Luglio, in occasione del quale sono state realizzate attivit di animazione in tutto il centro storico in concomitanza con lapertura serale degli esercizi commerciali. Per il settimo anno consecutivo lufficio ha realizzato, la prima domenica di Maggio, l'iniziativa "Di piazza in piazza - Itinerari culturali ed enogastronomici in citt. Supporto organizzativo e logistico stato fornito anche per la manifestazione "Liguria da Bere", giunta alla quinta edizione e tenutasi l'ultimo week end di giugno. In sinergia con il c.d.r. Commercio Attivit Produttive ha svolto il ruolo di capofila nel Comitato Eventi, strumento di governance per la gestione coordinata degli eventi sul territorio, ed stato parte attiva allinterno della cabina di regia insieme ad Istituzione, Civ ed Associazioni di categoria che ha

12 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

elaborato il calendario delle manifestazioni estive pubblicato in forma di brochure e distribuito su tutto il territorio provinciale. Sempre in collaborazione con c.d.r. Commercio Attivit Produttive sono stati avviati alcuni nuovi progetti e si ricorda in particolare la novit delle notti bianche presentate con lo slogan promozionale Certe Notti che si spalmeranno durante tutto il corso dellanno in occasione di festivit particolari. Dalla rilevazione dei dati sui flussi turistici emerso che le diverse iniziative organizzate in occasione della festa di S.Giuseppe e trainate dalla fiera e dalla Notte Bianca hanno avuto un riscontro molto alto ed cresciuto anche il numero degli esercizi commerciali e dei pubblici esercizi che hanno aderito alle aperture straordinarie serali. LUfficio Turismo riveste un ruolo importante nella raccolta, aggiornamento ed inserimento degli eventi e manifestazioni nel calendario sul sito Spezianet aggiornato quotidianamente. A seguito dell' emanazione del regolamento regionale n. 3/2010 relativo alle attivit ricettive extralberghiere, lufficio ha gi predisposto parte della modulistica necessaria per l'avvio dell'attivit di impresa per ogni tipologia di attivit. Si costituito il gruppo di lavoro composto dagli uffici turismo del Comune e della Provincia, dallIstituzione per i Servizi Culturali e dal Museo Tecnico Navale che ha elaborato le diverse fasi del progetto Gennaio 2011: un mese di musei gratische ha come obiettivo il potenziamento degli strumenti legati all' accoglienza e alla destagionalizzazione. Il progetto coinvolger il tessuto del settore ricettivo alberghiero ed extralberghiero incentivando gli operatori a proporre una tipologia di ospitalit differente e legata ad eventi specifici. Tale progetto stato presentato anche alla Borsa Internazionale del Turismo di Milano (BIT) attraverso lorganizzazione di una specifica conferenza stampa. E' stato avviato il processo di rinnovo e potenziamento della segnaletica turistica che ha visto la sostituzione delle bacheche con la mappa turistica della citt gi presenti presso Largo Fiorillo e Piazzetta del Bastione ma ormai obsolete. Al fine di provvedere alla predisposizione e collocazione di altri pannelli stata presentata apposita richiesta di contributo alla Provincia della Spezia - Assessorato al Turismo. Il Sistema Turistico ha provveduto all'acquisto del chiosco di Piazza S.Agostino nel centro storico della citt che sar adibito a Punto Informativo. Per quanto attiene allinformazione ed allaccoglienza turistica prosegue la gestione congiunta con lAmministrazione Provinciale dello IAT presso la Stazione Centrale Ferrovie dello Stato della Spezia. E stata predisposta ed in corso di rinnovo l' apposita convenzione che sar siglata per l'anno in corso e per il 2011. E' stato altres attivato, per il sesto anno consecutivo, il punto di accoglienza ed informazioni turistiche presso la piattaforma di arrivo dei tender dei crocieristi dotato di personale qualificato, al fine di far confluire il turista verso le attivit economiche ed i circuiti culturali e museali cittadini. La piattaforma bluetooth ubicata sulla Passeggiata Morin mensilmente aggiornata con contenuti relativi
13 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

ad eventi e manifestazioni con lo scopo di orientare il visitatore che giunge in citt su tutto ci che accade sul territorio. E stato anche riattivato nei giorni di sbarco delle crociere il servizio del trenino turistico. In relazione allattivit di monitoraggio del Piano di Azione La Spezia Citt Turistica 2008-2010, stata avviata la fase di ricerca e raccolta dati ed gi stata redatta in house una prima bozza contenente laggiornamento relativo agli scenari con un particolare approfondimento in ordine ai trend provinciali e locali. A seguito dellattivazione del tavolo di lavoro riunitosi presso il Municipio di Parma in data 15 Aprile e a cui hanno preso parte tutti i comuni coinvolti nel protocollo di intesa siglato nel Novembre 2009 per la promozione congiunta dellofferta culturale-turistica delle citt a livello locale e

internazionale (Parma, La Spezia, Verona, Cremona e Mantova), stata avviata la fase operativa per la creazione e la realizzazione concreta della card turistica unitaria. Il c.d.r. Turismo e listituzione per i Servizi culturali fungono da capofila per la predisposizione grafica della card della quale gi stata predisposta la bozza in visione ai partners. In data 18 Maggio 2010 stato stipulato il Protocollo di intesa con lEnte Parco Nazionale 5 Terre teso alla promozione e valorizzazione congiunta dellofferta culturale - turistica naturalistica e commerciale dei due territori. Nel mese di Marzo 2010 stato altres predisposto uno spazio apposito dedicato alla Spezia nel corso dellevento internazionale " La Dolce vita che si svolge annualmente a Londra nella sede del Business Design Centre a Islington e dove viene celebrato il meglio dello stile di vita italiano. Una grossa novit il nuovo portale La Spezia Turismo Cultura Commercio che attivo dal 29 Luglio 2010 cos come previsto dalla tempistica indicata nella relazione e negli indicatori. Con lintroduzione della specifica sezione dedicata al Commercio Turismo, il portale potenzier i servizi on line e gli strumenti di dialogo interattivo con gli imprenditori del settore turistico e commerciale che necessitano di informazioni e modulistica.
POLITICHE COMUNITARIE

proseguita la realizzazione dei due Progetti Integrati Territoriali di Sviluppo Urbano Centro Citt e Quartieri costieri del Levante, finanziati nellambito del POR Liguria 2007-2013 Obiettivo Competitivit Asse 3 Sviluppo Urbano, cofinanziato dal FESR. In sinergia con il gruppo intersettoriale e gli altri Servizi Comunali sono state monitorate e coordinate le attivit di progettazione (preliminare, definitiva, esecutiva) dei vari interventi che compongono i due progetti integrati e lattivit di invio alla Regione Liguria dei monitoraggi economico-finanziari bimestrali. Lavvio degli interventi dei Progetti, previsto per il 2010, ha subito ritardi dovuti alla tardiva comunicazione, da parte della Regione Liguria, avvenuta con nota prot. PG/2010/70754 del
14 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

11.05.2010, dellapprovazione delle progettazioni preliminari del Progetto Quartieri Costieri del Levante e alla necessaria rimodulazione da parte del Servizio Lavori Pubblici delle date di avvio dei lavori sulla base delle effettive tempistiche di progettazione e dei tempi burocratici che devono essere rispettati prima dellaffidamento e dellavvio dei lavori. Sempre nellambito dellObiettivo Competitivit, si segnala la sospensione da parte della Regione Liguria, fino al 31 maggio 2011, dellattuazione dei piani di sviluppo locale presentati a valere sui bandi FESR-FSE, il che non ha consentito al CdR Formazione di avviare le relative attivit. Per ci che concerne lObiettivo Cooperazione Territoriale dei Fondi Strutturali 2007-2013, sono proseguite le attivit nellambito del Programma Transfrontaliero Italia Francia Marittimo. In particolare per quanto concerne il Progetto ODYSSEA FIM le attivit realizzate hanno riguardato: laffidamento, da parte del CdR Ambiente in collaborazione col Servizio, a Gesta spa, in

seguito a selezione, dellelaborazione di un sistema di Gestione Ambientale SGA (certificabile ISO 14001 o registrabile EMAS II) di Porto Lotti; lavvio della progettazione del tratto di pista ciclabile oggetto del progetto; la costituzione, cos come previsto dalla Convenzione, di un Tavolo di Monitoraggio

composto da Comune della Spezia, Porto Lotti, Autorit Portuale e Gesta spa. Sempre in riferimento al Programma Transfrontaliero Marittimo Italia Francia, in previsione della partecipazione del Comune della Spezia ai nuovi Progetti Strategici, il servizio ha inoltre preso parte ad appositi incontri organizzati dalla Regione Liguria, ai quali era presente anche lAutorit Portuale, volti alla definizione dei termini di riferimento del Progetto Strategico oggetto del nuovo bando che riguarder la Rete delle citt portuali e dei servizi urbani integrati. Anche per quanto concerne i Programmi Settoriali dellUE, periodo 2007-2013, oltre a svolgere un ruolo di costante informazione e ricerca allinterno ed allesterno dellEnte stato fornito supporto ed assistenza agli altri Servizi dellEnte per la redazione e gestione di progetti. proseguita infatti lattivit di supporto al Servizio Informagiovani nella gestione e rendicontazione del Progetto Servizio di Volontariato Europeo: La Spezia, un nuovo punto dincontro nellambito del Programma Giovent in Azione in riferimento al progetto presentato e approvato nel 2009.

POLITICHE DEL LAVORO

Al fine di rilanciare a livello cittadino il monitoraggio e lanalisi del mercato del lavoro, il Servizio ha realizzato in collaborazione con lAssessorato alle Politiche Giovanili, lUniversit di Firenze Dipartimento di Scienza Politica e Sociologia e la Provincia della Spezia unindagine sulle aspettative professionali rivolto agli alunni delle classi V degli Istituti di istruzione secondaria superiore del Comune
15 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

della Spezia; obiettivo specifico stato quello di capire la percezione che gli studenti hanno del proprio futuro professionale in relazione al tipo e alla qualit di formazione ricevuta ma anche valutare se e come lidentit e la collocazione politica dei giovani studenti influiscano sulla qualit delle opinioni espresse da questi ultimi in merito alle proprie aspettative professionali. Il Servizio ha supportato lAmministrazione attraverso la predisposizione di relazione e di emendamenti alla Mozione presentata dal Gruppo del PD e in discussione nella seduta del Consiglio Comunale del 12 aprile u.s. La Mozione, trasmessa alla Prefettura, ha sortito, da parte di questultima, la predisposizione di una bozza di Protocollo per la legalit e la sicurezza nellesecuzione degli appalti pubblici, trasmessa alla Direzione Operativa del Comune per le integrazioni/modifiche ritenute necessarie a cui il servizio ha collaborato.
ECONOMATO

Il C.d R.Economato ha individuato per lanno 2010 i seguenti obiettivi: Implementazione delle forniture attraverso il Mercato Elettronico e la Convenzione Consip e predisposizione del piano degli approvvigionamenti; Redazione del programma assicurativo dellEnte; Razionalizzazione delle utenze di telefonia fissa e mobile; Redazione del piano di approvvigionamenti per gli Istituti Comprensivi; Aggiornamento tecnologico del Centro Stampa con diminuzione della spesa di noleggio delle relative attrezzature. In particolare stato avviato un programma di approvvigionamento per i vari C.d R. che prevede leffettuazione di gare sul mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione con cadenza periodica. Secondo la tempistica stabilita stato programmato che i vari C.d R. effettuino le richieste dei beni necessari entro date predeterminate che sono: 28.02.2010, 31.05.2010, 30.08.2010, 15.11.2010. Sulla base del fabbisogno rappresentato entro le date suindicate vengono attivate le relative procedure di gara. Alla data del 24.07.2010 sono state espletate 14 richieste di ordine sul mercato elettronico accorpando, previa suddivisione in categorie merceologiche, le richieste pervenute dai vari C.d R. E stato altres predisposto un cronoprogramma, inviato a tutti i CdR, che prevede le modalit e la tempistica delle forniture, dalla richiesta alla consegna del materiale. Detta procedura costituisce la norma; sono fatte salve le procedure durgenza per acquisto di beni e servizi non programmabili. Per quanto concerne i servizi assicurativi lEnte si avvale della consulenza di un Broker assicurativo con il quale stato avviata unattivit di monitoraggio sullandamento delle polizze assicurative stipulate dallEnte al fine di verificare la rispondenza delle coperture assicurative in atto rispetto ai rischi delle attivit istituzionali. Tale attivit propedeutica alla predisposizione di un piano
16 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

assicurativo pluriennale che, secondo i criteri del Risk-Management, ha lobiettivo di consentire allAmministrazione Comunale la copertura ottimale in riferimento ai rischi individuati, predisponendo appositi capitolati di polizza da utilizzare in sede di rinnovo degli appalti. Relativamente al Servizio di Telefonia lUfficio ha monitorato landamento della spesa al fine di mantenere la stessa entro il budget assegnato nellanno 2009. A tal fine si reso necessario limitare al minimo indispensabile gli interventi di ampliamento di linee telefoniche, cercando ove possibile di razionalizzare le utenze, tenuto conto che tutte le cessazioni possibili, sia per quanto riguarda la telefonia fissa che per quella mobile, sono gi state effettuate nel biennio 2008/2009. Per quanto riguarda il regime tariffario sono tuttora applicate le condizioni di cui alle Convenzioni Consip che sono in regime di proroga, in attesa che siano rinnovati i relativi appalti presumibilmente con decorrenza gennaio/febbraio 2011. In riferimento ai Servizi Scolastici stato redatto un piano di approvvigionamenti necessari per gli Istituti Comprensivi, tenuto conto delle richieste pervenute da parte degli stessi. Al fine di assicurare le forniture di arredi scolastici e di beni di consumo occorrenti stato necessario effettuare unintegrazione delle risorse assegnate tramite una variazione di PEG di importo pari ad .15.000,00 prelevando detta somma dal budget assegnato per i servizi assicurativi e richiedendo un ulteriore finanziamento pari ad .5.000,00. La realizzazione del suddetto piano ha consentito di assicurare agli Istituti Comprensivi le forniture essenziali (principalmente arredi scolastici) per linizio dellanno scolastico. Per quanto riguarda la fornitura di beni di consumo, in particolare i prodotti di pulizia, il C.d R.Economato sta avviando un programma che consenta, attraverso apposita procedura, di individuare i fornitori ottimizzando al contempo il rapporto qualit-prezzo. Relativamente al Centro Stampa stato realizzato lobiettivo di adeguare le attrezzature in dotazione alle esigenze attuali, che risultano mutate rispetto a quelle esistenti al momento dellacquisizione delle stesse. Infatti nel corso degli ultimi anni, a seguito di Convenzione Consip, presso le varie sedi comunali sono state dislocati fotocopiatori di nuova generazione in grado di soddisfare le molteplici esigenze dei vari uffici. Tale adeguamento aveva altres lobiettivo di conseguire un risparmio sui canoni di noleggio rispetto a quelli in vigore nel contratto precedente. Lobiettivo stato raggiunto acquisendo presso il Centro Stampa attrezzature di nuova generazione, in grado di assicurare un

servizio qualitativamente migliore con un risparmio annuo pari ad .28.800,00 per lintera durata del contratto (anni cinque).

PATRIMONIO

Gli obiettivi individuati e realizzati dal C.D.R. Patrimonio Immobiliare relativi allanno 2010 sono i seguenti: 1. Attuazione del Piano di valorizzazione del patrimonio immobiliare dellEnte
17 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

2. Progettazione e pianificazione delle procedure informatiche 3. Attuazione del Piano delle acquisizioni e delle alienazioni 4. Predisposizione di atti disciplinanti le modalit di concessione dei beni demaniali, disponibili ed indisponibili comunali e la gestione del Centro Polivalente del Favaro

Attuazione del Piano di valorizzazione del patrimonio immobiliare dellEnte In coerenza con quanto stabilito con deliberazione di Giunta Comunale n. 15/25.01.2010 stata stipulata, a seguito di gara, convenzione con lAssociazione Dilettantistica Sportiva Fuori Campo, per la riqualificazione e la gestione dellarea verde attrezzata costituente il Parco di Viale Alpi. In attuazione del Contratto di Quartiere II stato predisposto atto di concessione che disciplina i rapporti fra Comune ed A.R.T.E. in merito alla ristrutturazione e recupero dellex Liceo Scientifico Pacinotti per realizzarvi alloggi da destinare a giovani coppie e studenti. E stato stipulato con lAutorit Portuale atto di sottomissione che prevede la demolizione e la ricostruzione di un edifico fatiscente in localit Ruffino per la collocazione di uffici della Capitaneria di Porto, di aule per lIstituto nautico, nonch locali da utilizzare da parte del Comune per finalit sociali. Prosegue lattuazione del progetto, ai sensi del D.L. 286/24.11.2006, art.2, comma 40 relativo ad accatastamenti e variazioni catastali che sono necessari per una corretta identificazione dei beni immobili inseriti nellinventario del Comune. Nel progetto rientrata anche la collaborazione con Spezia Risorse per laccatastamento della Centrale E.N.E.L. finalizzata al recupero dellimposta I.C.I.

Progettazione e pianificazione delle procedure informatiche Per quanto riguarda lutilizzo del software applicativo del pacchetto finanziario di nuova acquisizione, sono stati effettuati alcuni incontri con i referenti della societ aggiudicataria al fine di programmare gli interventi che necessitano per il graduale utilizzo del software stesso, tenendo conto delle priorit necessarie nellapplicazione del programma che coinvolge procedure di diversi C.d.R. In merito al programma di informatizzazione della gestione di concessioni attive ed utilizzi attivi, prosegue linserimento dei dati relativi alla gestione delle scadenze delle rate da introitare e delle nuove concessioni.

Attuazione del Piano delle acquisizioni e delle alienazioni Sono state esperite due aste pubbliche sulla base di quanto disposto con provvedimenti di Consiglio Comunale n. 12/26.03.2009 e n. 10/23.02.2010; in data 16.02.2010 stato aggiudicato un terreno in localit Cadimare a seguito di asta pubblica. Con ulteriore asta sono stati posti in vendita, tra gli altri, ulteriori frastagli di terreni nonch alcune aree edificabili in localit Pianazze. Lasta si conclusa con laggiudicazione di tre lotti per un totale di 272.000,00.
18 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

E stata inoltre predisposta la vendita a trattativa privata a favore di terzi proprietari confinati di quattro frastagli di terreno non indispensabili per fini istituzionali dellEnte, i contratti sono stati stipulati per due porzioni di terreno posti in localit Stra ed in Via dei Boschetti per un totale di 11.390,00. Per quel che concerne le acquisizioni lufficio sta dando attuazione a quanto previsto dal D.Lgs 85 del 28.05.2010 che prevede lattribuzione di beni statali a titolo non oneroso a Comuni, Provincie, Citt metropolitane e Regioni, con la verifica dei beni da acquisire sulla base di elenchi predisposti dallAgenzia del Demanio. Predisposizione di atti disciplinanti le modalit di concessione dei beni demaniali, disponibili ed indisponibili comunali e la gestione del Centro Polivalente del Favaro. E stato predisposto, in accordo con lAssessorato al Welfare, il disciplinare che regolamenta lutilizzo e la gestione del fabbricato ex scuola elementare ubicato al Favaro, destinato a Centro Polivalente per finalit sociali, culturali e ricreative della popolazione del quartiere. Nei primi mesi dellanno 2010 vi sono state riunioni con le Associazioni che operano nellambito del quartiere e che avranno la sede nel costituendo Centro Polivalente, con la Circoscrizione e con gli Assessorati competenti per lillustrazione del Disciplinare. Il disciplinare cos predisposto stato sottoposto allapprovazione del Consiglio di Circoscrizione e trasmesso alla Giunta Comunale per la sua approvazione.

Assessorati ed Assessori di Riferimento: Politiche di Bilancio, Tributi, Economato, Patrimonio PAOLA MICHELINI; Riordino delle Societ Partecipate, DAVIDE NATALE; Sviluppo ed Innovazione Economica, Universit e ricerca, Politiche Comunitarie, Problemi del lavoro ALESSANDRO POLLIO.

19 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

DIPARTIMENTO II Servizi Tecnici e Opere Pubbliche

Il Dipartimento II, " Ambiente, Servizi Tecnici e Opere Pubbliche - " articolato nei seguenti Centri di Responsabilit:
Edilizia pubblica, edifici comunali e scolastici Progettazione e manutenzione Aree verdi Arredo urbano diretti dallarch. Bramanti, attualmente in pensione, Ambiente Cimiteri diretti dallavv. Lusignani, attualmente in pensione, Amministrazione e Contabilit Gestione Piano delle Opere Pubbliche Energia Mobilit Impianti sportivi Infrastrutture stradali - Canali e fognature Protezione Civile e sicurezza civica Parco mezzi comunali diretti dallo scrivente.

Con la presente si vuole relazionare sulle attivit poste in essere, dal Dipartimento II, nel primo semestre del 2010. Lattivit del Dipartimento, come noto, viene espletata nel rispetto delle competenze specifiche assegnate al Dipartimento, delle previsioni contenute nel bilancio riferito allano 2010 e quindi nel piano triennale e annuale delle opere Pubbliche e nel piano esecutivo di gestione. Preliminarmente si deve rilevare come lorganico del Dipartimento II sia stato interessato da una drastica riduzione del personale Dirigenziale che ha comportato la necessit di accelerare il processo di riorganizzazione interna al Dipartimento stesso. Per arrivare alla definizione del nuovo modello organizzativo si individuato un percorso partecipato e ritenuto indispensabile avvalersi della funzione attiva di collaborazione di tutte le figure incaricate di Posizione Organizzativa. In questo percorso sono stati indicati con chiarezza gli obiettivi, cos definiti: a) ottimizzare i momenti di programmazione, progettazione e manutenzione;

20 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

b) attuare un sistema di controllo interno volto a monitorare il piano delle opere pubbliche, la gestione e il monitoraggio delle risorse finanziarie, la gestione e verifica dei contratti servizio ( igiene urbana, impianto di pubblica illuminazione, gestione calore, servizi cimiteriali) con introduzione di un sistema di verifica della soddisfazione del cliente e di controlli innovativi; il monitoraggio dei carichi di lavoro; la valutazione del clima lavorativo, la verifica della sicurezza degli ambienti di lavoro. c) attuare una forte innovazione informatica; d) individuare ed eliminare situazioni di conflitti ed interferenze che possano diminuire lefficacia dellazione del Dipartimento attraverso la valorizzare delle professionalit interne e la definizione di criteri per il riconoscimento di fattori premianti. Tutto ci nella consapevolezza delle forti capacit professionali dei dipendenti del Dipartimento e della necessit di valorizzarne le attitudini specifiche. La proposta di riorganizzazione basata sul presupposto che i Centri di Responsabilit che compongono il Dipartimento, cos come oggi strutturati e derivanti da una situazione organizzativa non pi attuale, connessa ad una dotazione organica notevolmente diminuita ed insufficiente, debbano essere rivisti e vissuti come contenitori di professionalit che dialogano, si integrino e operino in sinergia per garantire il soddisfacimento, sostenibile, degli obiettivi assegnati. Per arrivare alla definizione del nuovo modello, scaturito da un confronto interno comune, libero e aperto, sono stati attivati incontri con il personale, al quale si chiesto anche di compilare un questionario; in tali sedi sono scaturiti indirizzi e suggerimenti utili che ci hanno permesso di definire la proposta del nuovo modello organizzativo. Si sono inoltre attivati incontri con lAmministrazione per la necessaria condivisione e con le organizzazione sindacali per la dovuta informazione e per reperire eventuali suggerimenti e richieste. Il processo di riorganizzazione dovr essere a breve completato e si prevede la sua attivazione nel prossimo mese di settembre; questo, si ritiene, permetter una pi efficace attivit del Dipartimento. Si deve inoltre evidenziare la conclusione delle procedure connesse alla mobilit che ha visto linserimento nellorganico del Dipartimento di un ingegnere, oggi, assegnato al C.d.R. Mobilit. In attesa di questa nuova organizzazione i vari Centri di Responsabilit hanno comunque operato in maniera sinergica e hanno permesso di dare concreta attuazione agli indirizzi e ai programmi dellAmministrazione.

Ricordo che, nel recente passato, lattivit dellAmministrazione ha permesso di raggiungere importanti obiettivi strategici e di attivare importanti finanziamenti regionali e comunitari.

Di seguito si vogliono ricordare quelli pi significativi:

21 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

P.O.R. FESR Liguria (2007-2013) Asse 3- Sviluppo Urbano, progetto integrato Centro Citt: il progetto, che comporta una spesa complessiva di 13,984,000 finanziato per 8.999.800 con i fondi regionali e comunitari; P.O.R. FESR Liguria (2007-2013) Asse 3- Sviluppo Urbano, progetto integrato La SpeziaQuartieri Costieri del Levante; il progetto, che comporta una spesa complessiva di 13.926.000 finanziato per 8.999.600, con i fondi regionali e comunitari; P.O.R. FESR Liguria (2007-2013) Asse 2- Energia: il progetto, che prevede interventi su tre plessi scolastici ( scuola media A. Frank, scuola Fabiano Basso e scuola media Fontana) comporta una spesa complessiva di 1.334.649 ed finanziato per 991.191.200 con i fondi regionali e comunitari; Fondi FAS: ristrutturazione palazzo Crozza I stralcio del II lotto: il progetto, che comporta una spesa complessiva di 1.370.000 stato finanziato per 1.096.000 con i fondi FAS; Collegamento stradale di via dei Vicci: con delibera della Giunta Regionale n. 1788 del 18.12.2009 stato finanziato il progetto per un importo di 550.000 su un importo totale di 850.000 ; Progetto SIM (sistema interscambio merci): il progetto, redatto in collaborazione con la Universit di Genova, stato cofinanziato dal Ministero dellAmbiente per un importo di 151.000; Installazione di nuovi pannelli VMS: linstallazione, legata alla attivit della infomobilit, stato finanziata dalla Regione Liguria per un importo di 70.000 ; Miglioramento della funzionalit del parcheggio di Piazza dArmi: finanziato per 497.000 dal Ministro dellAmbiente su un importo complessivo di 797.000 ; Intervento per ladeguamento dei semafori alle esigenze dei non vedenti: Ministero delle Infrastrutture per 20.000 su un importo complessivo di 40.000 ; Interventi per la sicurezza stradale: finanziato dal Ministero delle Infrastrutture per un importo di 186.000 su un totale di 401.000 ; a valere sul piano di sviluppo rurale della Regione Liguria stato concesso un finanziamento di 180.000 , per il recupero della palestra nel verde in localit Parodi, per un progetto che prevede una spesa complessiva di 250.000 ; intervento di mitigazione del rischio idrogeologico in localit Schiara di Tramonti I stralcio- : progetto finanziato dallo Stato per un importo complessivo di 250.000 ; intervento di manutenzione straordinaria nella elementare II Giugno per sostituzione pavimenti; finanziato dalla Regione Liguria per 96.000 su un importo progettuale complessivo di 240.000 ; intervento per la realizzazione dellimpianto di climatizzazione nellauditorium del Centro delle Associazioni giovanili (ex Dialma Ruggero) finanziato per 300.000 con contributi statali e regionali su un progetto complessivo di importo pari a 330.000 ; finanziato dal

22 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

intervento di manutenzione straordinaria dellimmobile Mazzini (sede della residenza protetta per anziani) I stralcio finanziato dalla Regione Liguria per 400.000 su un progetto complessivo di importo pari a 600.000 ; manutenzione straordinaria dellimmobile di via Parodi: finanziato dalla Regione Liguria per 417.000 su un progetto complessivo di importo pari a 600.000; intervento per la realizzazione di posteggio per motocicli e riqualificazione tratto del controviale di viale Amendola: finanziato dalla Regione Liguria per un importo di 88.000 su un progetto

complessivo di importo pari a 148.000 ; progetto Ecoagire, finanziato da Regione Liguria tramite ARPAL nel contesto delle attivit del Sistema Ligure di Educazione Ambientale. Tutto ci premesso di seguito si riporta, sommariamente, lattivit svolta dai centri di responsabilit facenti parte del Dipartimento II .

Centro di Responsabilit Amministrazione e Contabilit Il personale del C.d.R. stato impegnato nel miglioramento della qualit delle procedure introducendo elementi di miglioramento e snellimento procedurale. Cos i modelli di capitolato

speciale dappalto, di disciplinare di gara, di lettere dinvito, di scritture private aventi valore contrattuale, gi predisposti dal Servizio tra la fine del 2009 ed i primi mesi del 2010 ed inseriti su intranet cos da poter essere utilizzati dal personale tecnico, sono stati aggiornati ed ulteriormente approfonditi al fine di dotarsi sempre pi di strumenti di lavoro che, soprattutto nella fase di scelta del contraente, selezionino la qualit. In linea con la crescente attenzione al concetto di qualit, anche relativamente allaffidamento di incarichi professionali afferenti i servizi di architettura ed ingegneria, stato messo a punto un modello di lettera di invito per laffidamento degli stessi mediante procedura negoziata da aggiudicarsi con il criterio dellofferta economicamente pi vantaggiosa e sono stati inoltre perfezionati i disciplinari di incarico utilizzati dal Servizio. E in fase di studio e di prima sperimentazione la possibilit di creare un archivio informatico di tutte le nuove opere pubbliche, anche attraverso luso di scanners da parte del personale tecnico ed amministrativo, in sostituzione pressoch totale del formato cartaceo delle pratiche amministrative, cos da conservare in tale formato un unico raccoglitore relativo agli elaborati progettuali tecnici. Lintroduzione del comma 7 bis allart. 122 del Codice dei Contratti Pubblici, prevedendo la possibilit di affidare con procedura negoziata la realizzazione di lavori pubblici di importo fino a 500.000,00, la volont dellAmministrazione di ricorrere a questo tipo di procedure, nonch lapprovazione del regolamento comunale sulla disciplina dei contratti, dettagliando le procedure amministrative per le acquisizioni in economia di lavori, servizi e forniture, hanno da un lato reso pi efficace e veloci le procedure di appalto ma hanno incrementato, da un punto di vista
23 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

quantitativo, lattivit del Servizio, che cura tutte le fasi procedimentali dellappalto, dalla fase iniziale della gara, alla fase contrattuale ed alla gestione amministrativo-contabile, di circa il 90% dei progetti redatti dal personale tecnico del Dipartimento II. Il personale ha garantito con impegno e professionalit lespletamento dei compiti allo stesso assegnato cos da permettere il raggiungimento degli obiettivi prefissati dallAmministrazione.

Gestione Piano delle Opere Pubbliche La costante attivit di monitoraggio del Piano delle Opere, avviato subito dopo lapprovazione del bilancio 2010, ha comportato la necessit di predisporre una variante (luglio 2010) al piano degli Investimenti ed del Piano triennale delle OO.PP. Gli atti hanno consentito di adeguare la

programmazione alle attivit progettuali consentendo il pieno utilizzo delle risorse finanziarie in funzione delle priorit date dallAmministrazione. La predisposizione delle modifiche apportate al piano degli investimenti si sono rese necessarie per la corretta imputazione delle spese, per linserimento di interventi urgenti non programmati e per aggiornare la spesa di alcune opere che hanno avuto un costo diverso da quello previsto e programmato. E proseguito nel corso dei primi mesi del 2010 il costante monitoraggio dei consumi di acqua, gas, energia elettrica e calore (riscaldamento).

Centri di responsabilit manutenzione infrastrutture stradali ed edifici comunali La manutenzione delle infrastrutture stradali viene eseguita con il ricorso a contratti aperti affidati a ditte esterne, mentre la Direzione dei lavori viene eseguita direttamente dai tecnici del Sevizio. Le limitate risorse finanziarie che stato possibile dedicare alla manutenzione stradale hanno costretto ad una gestione attenta degli appalti, con lindividuazione di procedure dintervento efficaci ma distribuiti sul territorio a macchia di leopardo. Sono stati infatti eseguiti interventi di risanamento puntuali in grado comunque di eliminare situazioni di pericolosit e di garantire un buon livello di

sicurezza ma questo a discapito di interventi organici e pi estesi che una maggiore disponibilit finanziaria avrebbe permesso. Sono quindi proseguiti interventi di rifacimento delle pavimentazioni in alcuni punti nevralgici e vitali per la mobilit e sicurezza della rete stradale quali il Viale Italia, via del Canaletto, viale Fieschi, via Tolone, via XX Settembre, via Minzoni, via Veneto, via Milazzo, via della Marina a Cadimare, via Milano, etc. Anche sul fronte della sicurezza pedonale si intervenuti attraverso lattuazione di interventi mirati su i tratti pi degradati. Le avverse condizioni meteorologiche che hanno interessato il nostro territorio comunale nei primi mesi del 2010 hanno impegnato il CdR sul fronte delle somme urgenze per il ripristino dei danni causati dal maltempo. Anche in questi casi la risposta stata tempestiva e congrua.

24 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

E stata definita una nuova convenzione con ACAM gas, ACAM acque e Telecom per la gestione degli interventi connessi alla rottura del suolo pubblico e che definiscono anche tempi per il ripristino del suolo pubblico per opere eseguiti nel passato; questo ci permetter di migliorare il livello di sicurezza delle nostre strade potendo contare su investimenti, suddivisi in tre anni, di alcuni centinaia di migliaia di euro. Sono iniziati inoltre i occidentali). Sono iniziati i lavori per la realizzazione della nuova strada di collegamento tra via Sabotino e via XXVII Marzo (in loc. Vicci) e per la messa in sicurezza del torrente Nuova Dorgia, nel tratto terminale, che completa gli interventi eseguiti gli scorsi anni nella zona dellArea Fieristica. Sempre attenta ed efficace risultata lazione del servizio in merito allattivit di Protezione Civile. Il CdR anche impegnato per il controllo dei numerosi progetti, lavori e procedure delle opere realizzate a scomputo degli oneri di urbanizzazione; attivit che, in base alla delibera che ha definito le procedure, riveste un carattere di controllo sempre pi stringente. Per quanto attiene gli Edifici Pubblici, sono stati eseguiti vari interventi di risanamento ed lavori di manutenzione nei canali cittadini (orientali ed

adeguamento atti a favorire le nuove esigenze operative degli uffici presenti nel Palazzo di Giustizia, presso i Centri Anziani e nei centri aggregazione sociale, nonch per le sedi Circoscrizionali. Sono stati ultimati gli interventi attinenti il restauro conservativo ed adeguamento alle norme di sicurezza del Palazzo Crozza ed stato predisposto un progetto definitivo per la realizzazione di un secondo lotto di lavori, finanziato dalla Regione Liguria. Presso il Civico Palazzo sono in fase di ultimazione gli interventi di abbattimento barriere architettoniche tra il piano terra e il piano ammezzato con linstallazione di un ascensore di

collegamento tra il Salone Anagrafe e gli uffici dello Stato Civile e i lavori di riqualificazione del piano terreno al fine di dotare il palazzo comunale di un efficiente spazio da dedicare allo sportello unico per il cittadino. Sono continuati i lavori di ristrutturazione dellex Scuola Pontremoli e dellex Scuola del Limone per realizzazione di un centro ad inclusione sociale. Si sono conclusi gli interventi presso il Centro Giovanile Dialma Ruggiero (Climatizzazione Auditorium, Sala Prove, completamento Tribuna Telescopica), presso lex edificio B Scuola Media Fontana per realizzazione nuova sede universitaria corso infermieri, la manutenzione straordinaria della pavimentazione di Piazza Cavour e, a seguito dellalienazione del Magazzino Comunale di Via Vappa, sono stati ristrutturati alcuni locali presso gli ex Macelli degli Stagnoni per consentire il ricollocamento sia del personale operaio che delle attrezzature necessarie allo svolgimento delle attivit manutentive. Si sono altres conclusi gli interventi per realizzazione di cella frigorifera per la conservazione delle salme, nonch rifacimento della pavimentazione del campo per le estumulazioni presso il Cimitero dei Boschetti e manutenzione della pavimentazione presso il Cimitero di Marinasco. Sono stati altres effettuati interventi di parziale ripristino della copertura del corpo di fabbrica del Polo Universitario,
25 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

manutenzioni in alcune palestre del Palasport e manutenzione ed integrazione dellimpianto di rilevazione fumi presso lo Stadio Comunale Alberto Picco. Sono inoltre in corso gli interventi

finalizzato alla mitigazione del rischio idrogeologico in localit Schiara nella costa di Tramonti, Sono stati altres appaltati nel corso di questo primo semestre 2010: Realizzazione nuova area di sosta provvisoria per la popolazione nomade, Riqualificazione della piazzetta in fregio a Via da Pozzo in localit Marola , Riqualificazione di Piazza Saint Bon 1 lotto 2 stralcio, Smaltimento e Bonifica di pavimenti contenente amianto presso la Scuola Elementare 2 Giugno, Riqualificazione dello spazio urbano tra Via Biassa e Pizza Beverini. Parallelamente allesecuzione delle opere di cui sopra, gli uffici tecnici hanno presentato allapprovazione dellA.C. alcuni progetti esecutivi, quali Manutenzione straordinaria delle facciate e del tetto R.P.A. Mazzini ed altri interventi interni Ristrutturazione del fabbricato in localit Parodi Completamento ed adeguamento alle norme di prevenzione incendi Scuola Media Cervi ed alcuni progetti preliminari per interventi di efficienza energetica fotovoltaico Scuola Media Anna Frank, Media Fontana e Media Incerti a Fabiano Basso.

Centro di responsabilit Impianti Elettrici Oltre alla gestione ordinaria e straordinaria degli impianti di pubblica illuminazione e degli impianti elettrici degli edifici pubblici, il Servizio stato particolarmente impegnato nella direzione dei lavori relativi al rifacimento dellimpianto di illuminazione di Via Gramsci, Corso Cavour, al rifacimento dellimpianto di pubblica illuminazione dei Giardini Storici, al rifacimento e potenziamento degli impianti pubblici in alcune scalinate cittadine, alla ristrutturazione dellatrio del palazzo Civico e alla progettazione, relativamente alla parte elettrica, di opere sviluppate da altri uffici del Dipartimento (ristrutturazione dellex scuola del Limone, dellex scuola Pontremoli). Sono inoltre in corso di redazione i progetti per lilluminazione della pista ciclabile Fabiano Pegazzano Rebocco (I lotto) e dei lavori di manutenzione straordinaria vari impianti di P.I. E stato completato il progetto per il rifacimento dellimpianto di pubblica illuminazione del sottopasso pedonale di via Asso, il potenziamento dellimpianto di illuminazione dello stadio Picco, il potenziamento dellimpianto di videosorveglianza cittadino, lilluminazione esterna del Teatro Civico, etc. Si deve peraltro rilevare che questo impegno coinciso con il pensionamento del Responsabile del C.d.R.

Centro di responsabilit impianti termici Il servizio impianti termici stato impegnato nella gestione della manutenzione degli impianti garantita attraverso appalto affidato a soggetto esterno (ATI capogruppo SIRAM) e con lausilio dei
26 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

dipendenti del Servizio (oggi ridotto a due sole unit operativa). Il contratto di gestione degli impianti termici stato prorogato in attesa di valutare gli esiti della gara promossa da Consip e quindi di esaminare il contenuto tecnico e gli aspetti economici della nuova convenzione per valutare

lopportunit di aderire. E proseguito limpegno del Servizio per il monitoraggio dei consumi e per lindividuazione e attuazione di procedure ed interventi atti a garantire il contenimento dei costi; in particolare, per quanto riguarda laspetto dei consumi idrici, attraverso uno specifico programma operativo che prevede il controllo dei contatori, lindividuazione delle eventuali perdite e quindi la loro eliminazione. Il Servizio ha proceduto alla progettazione e direzione dei lavori del rifacimento

dellimpianto termico del complesso 2 Giugno (scuola elementare), dellimpianto di condizionamento e antincendio della scuola infermieri (presso la scuola media Fontana), dellimpianto di condizionamento del piano terra del Palazzo Comunale, la progettazione del rifacimento degli impianti della colonia del Parodi, etc). Il Responsabile del Servizio inoltre impegnato nella Direzione dei Lavori attinenti gli impianti del complesso ex sede della scuola media Pontremoli. Viene garantito inoltre lespletamento delle attivit connesse al controllo degli impianti termici dei privati attraverso lattuazione della procedure programmate con il progetto Bollino Blu oltre a tutte le attivit connesse alla predisposizione del piano energetico, in collaborazione con il Servizio Ambiente, ed al controllo tecnico connesso agli esposti provenienti da privati. Si deve ricordare che dette attivit vengono espletate direttamente dal Responsabile del Servizio che non dispone di collaborati tecnici ad esclusione di una unit addetta al controllo esterno che sar collocato in pensione dal 1 ottobre 2010.

Centro di Responsabilit Mobilit Urbana Il servizio stato impegnato in una importante opera di innovazione per quanto riguarda la gestione informatica delle attivit di competenza. Lattivit di informatizzazione, in stretta collaborazione con lUfficio SIT, ha consentito di attivare una mappa digitale on line costantemente aggiornata che consente di visualizzare lo stato dei vari cantieri autorizzati sulle strade comunali. Tale strumento, via via pubblicizzato garantisce un miglior coordinamento delle attivit che si sviluppano sulle strade comunali. E in corso il trasferimento su una nuova piattaforma open source Plone dei sistemi di workflow gi sviluppati su Clavius: dal Marzo 2010 attiva la procedura inerente i cantieri ed in corso di avvio la procedura inerente gli scavi. Oltre ad una pi stretta relazione con i sistemi GIS la nuova procedura consente una gestione via web, anche da parte dellutente, che progressivamente viene fatta conoscere e sviluppata. La gestione della segnaletica stradale stata assicurata dalla Societ ATC Mobilit e Parcheggi; questa ha svolto unattivit continua di manutenzione basata su segnalazioni del Corpo di PM, degli uffici e dei cittadini e una manutenzione programmata sulle arterie principali che in corso di
27 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

svolgimento. Prosegue lattivit dellufficio di Mobility Management di Area, attivato in collaborazione con Provincia della Spezia, ATC, ATC MP che permette lo sviluppo di una rete di Mobility Manager. Effettuata la attivit di analisi stato presentato il primo rapporto, il quadro conoscitivo, ed in corso la predisposizione delle linee di azione da proporre alle singole aziende. Questa attivit si inserisce nella pi generale attivit del Piano degli Orari in collaborazione con lassessorato competente e la Direzione Operativa. Per quanto riguarda il Piano per la Mobilit Sostenibile, tradotto in tre progetti preliminari approvati nellambito dei progetti POR FESR, in corso lattivit di progettazione svolta dal Servizio Mobilit con il supporto di professionalit esterne individuate mediante gara. E stato redatto un programma di incontri con i vari soggetti coinvolti, sia esterni che interni, con lobbiettivo di arrivare entro lanno corrente allapprovazione dei progetti attuativi comprendenti la realizzazione della ZTL e la ristrutturazione del Trasporto Pubblico Locale. In merito al progetto Piazza dArmi, stato approvato dal Ministero dellAmbiente il Piano Operativo di Dettaglio che prevede il completamento della progettazione entro il Giugno 2011 e la realizzazione entro dicembre 2011. Lattivit del servizio di bike sharing prosegue con buoni riscontri sullutilizzo, si pu prevedere un ulteriore rilancio del servizio nei prossimi progetti di sviluppo: in corso di predisposizione peraltro una richiesta di partecipazione al bando specifico emesso dal Ministero dellambiente (scadenza presentazione ottobre 2010). Procedono i lavori del parcheggio in struttura Centro Stazione che probabilmente termineranno in anticipo rispetto ai termini contrattuali (entro lanno corrente termine contrattuale marzo 2011) mentre in fase di definizione il progetto di sistemazione superficiale della piazza che, sembra, vedr il contributo della Fondazione Carispe. E in fase di stipula la convenzione ATC MP Comune relativamente al parcheggio della Pinetina "Centro Mare". Il servizio Mobilit collabora inoltre con il servizio Strade per la realizzazione dei progetti di riassetto di alcune intersezioni tra cui in particolare lasse di via del Canaletto e via Buonviaggio sulle quali si prevede la realizzazione di tre rotatorie (P. Concordia, v. Sarzana x v. Canaletto, Bivio Cento) in aggiunta a quella in corso di realizzazione da parte di ANAS al bivio per lOspedale del Felettino. E inoltre in fase di progettazione (finanziamento regionale) lintervento che prevede la riorganizzazione a rotatoria delle intersezioni Prosperi x Nazionale x Italia e Veneto x Giuliani. E stata recentemente comunicata inoltre lammissione a finanziamento per la nuova annualit del Piano Nazionale per la Sicurezza Stradale, sul progetto di miglioramento della sicurezza stradale in via Carducci con separazione delle svolte a sinistra; lintervento in fase di progettazione.

Centro di Responsabilit Impianti Sportivi

28 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

Il Servizio impegnato nelle procedure di gara per laffidamento della gestione di importanti strutture sportive tra le quali la palestra di via del Dormitorio, dedicata alla ginnastica artistica e il Palasprint sito in via Parma. Si proceduto alla gara per il nuovo affidamento della gestione del campo sportivo Pieroni resosi necessario a seguito del recesso unilaterale del precedente gestore. Rimane costante lattivit connessa al recupero dei crediti vantati per gli anni pregressi e al monitoraggio e alla gestione dei contratti di gestione delle strutture sportive. In merito alle convenzioni rinnovate rimane alta lattivit di verifica e controllo circa il rispetto dei termini in esse contenute, in particolare circa il rispetto da parte degli affidatari del pagamento dei corrispettivi economici stabiliti. Costante attenzione e collaborazione, in particolare in sede di stesura del loro bilancio, stata posta nei confronti dell Associazione Sport e Tempo Libero che gestisce per conto del Comune il Palasport, il complesso Sportivo 2 Giugno, la Palestra di Viale Alpi e il campo sportivo a sette in erba sintetica, presente nellImpianto del Ferdeghini. In sinergia con il Servizio LL.PP., il C.d.R. Impianti Sportivi ha collaborato per la definizione della progettazione e per lattuazione degli interventi di ristrutturazione del Campo Sportivo Ferdeghini. Particolare impegno stato inoltre profuso per la gestione delle manifestazioni legate al Palio del Golfo. Levento, arricchito e caratterizzato da importanti manifestazioni, ha avuto, come per le ultime edizioni, rilevanza sia dal punto di vista mediatico, a livello locale e nazionale, sia per la presenza di visitatori.

Centro di responsabilit Servizi Cimiteriali Il Servizio gestisce le operazioni cimiteriali e la manutenzione dei cimiteri tramite appalto affidato al Consorzio Servizi Logistica. Per quanto attiene le attivit cimiteriali si deve evidenziare come lattivazione dellimpianto di cremazione, a regime da alcuni anni, abbia permesso di risolvere criticit connesse alla mancanza di spazi da destinare alle inumazioni e alle tumulazioni. Lattivit di cremazione, che ha interessato i resti mortali inumati/tumulati, ha garantito la liberalizzazione di spazi a terra e nei loculi e quindi ha permesso di non ricorrere a nuovi ampliamenti delle strutture cimiteriali. Lelevatissimo numero di cremazioni di resti mortali realizzate nel 2009 (450) e nel primo semestre 2010 (207 alla data del 30.06.2010) oltre che lesponenziale incremento di quelle dei cadaveri (nel 2009 si verificato un incremento del 40% rispetto allanno 2008) stanno portando il forno crematorio alla potenzialit massima di funzionamento (presumibilmente 1.000 cremazioni lanno) e

contemporaneamente permettono, come sopra indicato, di alleggerire la pressione sulla disponibilit di idonei campi da inumazione. Tale accesso alla cremazione determina per la necessit di rendere disponibili nuovi cinerari in almeno 9 dei 10 cimiteri comunali e di elaborare nuove strategie di tariffazione e di gestione delle concessioni. La carenza di finanziamenti impedisce di garantire una corretta manutenzione delle strutture cimiteriali per cui dovendo porre rimedio alle urgenze non
29 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

possibile realizzare n una pianificazione degli interventi n mettere in atto quelle procedure preliminari che consentirebbero di ridurre i costi in sede di esecuzione quando lo stato di degrado si cronicizzato. Le maggiori criticit si evidenziano riguardo alle coperture dei loculi ed agli impianti, ormai stremati dalla vetust e dalla mancanza di interventi costanti a causa dalla carenza di finanziamenti. Permangono le difficolt nella manutenzione straordinaria del Cimitero Monumentale dei Boschetti sia per la vetust delle strutture sia per la necessit di attuare interventi sullimpiantistica, parte della quale risale ancora ai primi anni del 900 (impianto lux votiva, impianto idrico, impianto di scarico acque meteoriche). In merito ai cimiteri frazionali si rileva il permanere di alcune situazioni di criticit che interessano principalmente il cimitero di Marinasco, non ancora completamente agibile e quello di Pitelli dove insistono una serie di loculi che necessitano di un intervento di ripristino strutturale. Si deve inoltre rilevare come siano state poste in essere diverse strategie che, a breve/medio termine, consentiranno una pi efficace gestione cimiteriale. I primi risultati potranno essere valutati gi a fine del mese di novembre 2010. Il Sevizio sta lavorando alla redazione della proposta di Regolamento di Polizia Mortuaria coordinandosi con il C.d.R. Partecipazioni Comunali; detta proposta dovrebbe essere presentata alla Giunta presumibilmente con il mese di ottobre 2010. Sono iniziate le procedure necessarie a liberare i loculi di due serie del Campo A V (loculi di famiglia 99ennali); a seguito di tale attivit sar possibile provvedere ad una prima assegnazione dei medesimi con i conseguenti maggiori introiti da parte dellAmministrazione che, si ritiene, debbano essere destinati alla manutenzione cimiteriale. In merito al cimitero monumentale, anche al fine di estendere i vincoli sui beni artistici ad alcune tombe di pregevole interesse storico, gi stata avviata, attraverso una stagista dellUniversit di Genova, la fase di studio del complesso cimiteriale e di schedatura. Questo ultimo intervento si sta realizzando grazie alla collaborazione delle Soprintendenze ai beni artistici e culturali ed ai beni paesaggistici. Tale

apporto potr risultare di grande rilievo ed interesse se coordinato con la realizzazione del nuovo sito cimiteriale che allo studio con Spezia Risorse s.p.a.

Centro di responsabilit Ambiente Igiene Urbana Questo Centro di Responsabilit stato recentemente potenziato con linserimento di due nuove figure professionali (Contratto di Formazione Lavoro) e si avvale della collaborazione di un professionista - attivata attraverso specifico incarico di collaborazione individuato dallATI vincitrice dellappalto e utilizzato come responsabile tecnico scientifico, inserito allinterno del Labter nel campo delleducazione ambientale; questo ha permesso di dare attuazione, con efficacia, agli indirizzi dellAmministrazione per quanto concerne il controllo dellambiente, leducazione ambientale, le verifiche dellinquinamento atmosferico ed acustico e in materia di profilassi igienico ambientale.

30 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

Si vuole ricordare come il nostro territorio sia caratterizzato da siti inquinati quali larea ex Ip e il sito di interesse nazionale di Pitelli e come questa Amministrazione abbia saputo governare la loro bonifica, in sinergia con Provincia, ASL e ARPAL, ottenendo significativi risultati. Dopo che la Provincia ha certificato il termine della bonifica nel subdistretto 3, sono infatti iniziate le opere di cantiere per la realizzazione in tale area di un rilevante centro commerciale. Tutto il resto dellarea ex IP stata e continua ad essere, oggetto di una importante opera di bonifica che ha visto impegnati, con efficacia e professionalit, i dipendenti del servizio. Altre importanti aree sono state oggetto di bonifica quelli dello specchio a mare che, bonificate, sono ora oggetto di importanti operazioni di qualificazione (porto Mirabello, molo Garibaldi, etc). Il Servizio ambiente sta partecipando attivamente al gruppo di lavoro per la sorveglianza delle bonifiche a mare, coordinato dallAutorit portuale. Ai fini della bonifica e risanamento del Golfo non pu poi sottacersi la politica attivata dallEnte per la regolarizzazione degli allacci fognari, effettuata sia tramite la prosecuzione della realizzazione di fognature e conseguenti procedure per lallaccio dei soggetti tenuti, sia con lopera di regolarizzazione e aggiornamento tecnico degli scarichi non recapitanti in fognatura. In particolare, dal momento che dallinizio del 2010 Arpal non istruisce pi le pratiche relative alle autorizzazioni allo scarico rilasciate da questo Ente, per difficolt gestionali interne, lUfficio ha ritenuto di far fronte a questi nuovi adempimenti avvalendosi del personale tecnico interno, ritenendo tale personale dotato di una formazione adeguata a svolgere tale analisi tecnica. Si ricorda che stato istituito un gruppo di lavoro tra lUfficio Ambiente, lAutorit Portuale e gli organi istituzionali e di controllo al fine di definire le attivit di monitoraggio e risolvere le tematiche inerenti limpatto e la coesistenza delle attivit portuali nellambito di quartieri densamente abitati. Lufficio Ambiente partecipa al Tavolo tecnicoscientifico di studio e monitoraggio, costituito a seguito della delibera G.C. 13/03/2008 n 102, per la predisposizione di azioni e la redazione di progetti ad elevato contenuto tecnologico concernenti lambiente marino. Sono gi in corso di progettazione interventi di conciliazione tra tessuto urbano e porto, secondo questa ottica dintegrazione tra sostenibilit della gestione e sviluppo portuale. Il progetto si propone di creare un modello ambientalmente compatibile da poter esportare e replicare anche in altre realt territoriali con problematiche simili alla nostre (il sistema delle citt-porto dellAlto Tirreno). Il Servizio Ambiente, allo scopo di favorire lo sviluppo sostenibile delle attivit portuali, si impegnato a collaborare con lA.P. per la presentazione e attuazione di progetti a valere sui finanziamenti comunitari e nello specifico, a seguito di convenzione stipulata con lAutorit Portuale e Porto Lotti, ha svolto le procedure amministrative per la realizzazione di unazione pilota relativa al miglioramento del sistema di gestione ambientale di Porto Lotti, nellambito del Progetto Odyssea FIM Programma di Cooperazione Transfrontaliera Italia Francia Marittimo per lintervento strutturale comunitario del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale relativo al programma 2007 2013,
31 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

E proseguita poi con efficacia lattivit dellUfficio per la conclusione del piano energetico ambientale comunale che stato redatto da soggetto esterno allEnte ma che ha visto interessati tutti i servizi del Dipartimento; il piano stato completato ed attualmente allattenzione

dellAmministrazione per la sua approvazione.

Attualmente lUfficio ambiente in collaborazione con

gli Uffici interessati stanno lavorando alla predisposizione dellAllegato energetico al Regolamento edilizio. A tale riguardo si deve sottolineare come il risanamento della citt deve interessare tutti gli aspetti e quindi una delle matrici ambientali di maggiore rilevanza sotto tale profilo la qualit dellaria. Per acquisire un sufficiente livello di conoscenza sotto tale profilo anzitutto necessaria lottimizzazione dei controlli effettuati anche a mezzo della rete di rilevamento, nellambito di rapporti con la Provincia, lARPAL e lENEL. Per tale ragione, se una prima convenzione tra il Comune e i suddetti soggetti ha condotto alla integrale riconfigurazione della rete che ad oggi sostanzialmente adeguata alle normative e in alcuni casi addirittura numericamente sovrabbondante, si resa ad oggi necessaria una definizione concertata con Provincia, ARPAL ed ENEL nellambito di un apposito ulteriore rapporto convenzionale per la gestione ed il mantenimento di standard di esercizio ivi

compresa la sostituzione delle apparecchiature nel frattempo obsolete, che sono state quindi oggetto di ulteriore trattativa con ENEL. Naturalmente le opere di risanamento debbono essere coerenti con il Piano regionale di risanamento della qualit dellaria alla cui redazione il Comune ha partecipato, tramite propri tecnici. LUfficio Ambiente con il supporto della consulenza attivata con lIstituto Superiore di Sanit, ha acquisito gli strumenti che consentiranno lesame del progetto per lAutorizzazione Integrata Ambientale presentata da ENEL al Ministero dellAmbiente e relativamente al quale si in attesa che lo stesso Ministero convochi la Commissione. E proseguita a tal fine la consulenza con lISS che stata utilizzata altres per il completamento della relazione conclusiva relativamente agli aspetti ambientali da inserire nella revisione della convenzione socio-economica, da stipularsi con Enel. E inoltre proseguita lattivit del Servizio in merito alle attivit previste dal programma dellAmministrazione concernente lAgenda 21. Per la creazione di un sistema di gestione integrata ambientale dellEnte lUfficio ambiente, in collaborazione con lUfficio impianti termici. sta seguendo il percorso guida previsto dal Progetto Champ, progetto finanziato dallUE, che prevede il coinvolgimento di tutti i Servizi comunali per i quali stato avviato un percorso formativo ad hoc per la sensibilizzazione e diffusione verso tale tematica che prevede laspetto ambientale come fulcro di ogni azione. Nellottica dellinformatizzazione dei Servizi e di una maggiore comunicazione e partecipazione dellutenza, sempre pi richieste, lUfficio ha elaborato un progetto innovativo che costituisce un piano di lavoro in linea con gli obiettivi strategici. Esso realizza limplementazione dello Sportello informatico

32 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

Sportello Ambiente gi presente sul sito Web del Comune, che per finora si interessato esclusivamente dellinquinamento atmosferico. Inoltre lUfficio ha avviato i contatti con lASL e lACAM per lattuazione del cosiddetto Progetto acqua, richiesto dallAmministrazione, che prevede prioritariamente di avviare un Percorso informativo rivolto alla cittadinanza ed alle scuole volto alluso corretto dellacqua, educando alluso consapevole evitando gli sprechi, ed informando sulle diverse caratteristiche di questo bene primario e in una seconda fase di avviare un percorso educativo - formativo rivolto alle scuole che saranno scelte per sperimentare la somministrazione dellacqua del rubinetto nei refettori delle stesse. E stata poi portata avanti con efficacia lattivit dellUfficio preposto in materia di tutela degli animali e di prevenzione del randagismo. In particolare si vuole evidenziare come la gestione del canile comunale, affidata allassociazione ANTA, aggiudicataria della gara espletata nel corso del 2009, ha permesso, grazie allimpegno profuso dai responsabili comunali, di ottenere elevati standard di qualit e di garantire il benessere degli animali ospitati allinterno della nostra struttura oltre a permettere di sviluppare campagne di sensibilizzazione e di adozione degli animali abbandonati. Il servizio ha saputo inoltre attivare e garantire una attivit di tutela e di sorveglianza sulle modalit di detenzione degli animali di affezione, attraverso un continuo coordinamento dellufficio preposto con gli organi di Polizia e con quelli sanitari; importante e significativo risulta, in tale ambito, il protocollo sottoscritto con lAmministrazione Provinciale. Per quanto riguarda la struttura del canile si deve evidenziare la sua elevata qualit ancorch questa necessiti di interventi di manutenzione e/o di miglioramento che i nostri servizi, ancorch con difficolt connesse alla insufficienza delle risorse finanziarie dedicate, cercano di attuare. Il servizio inoltre impegnato nella definizione delle procedure per continuare nellattivit espletata in materia di contenimento dei piccioni che riveste carattere di criticit per la nostra comunit; a seguito della revoca per inadempienza con il precedente soggetto gestore infatti necessario individuare nuove forme di gestione utilizzando a tale scopo finanziamenti regionali che sono stati richiesti nel mese di luglio 2010.

In merito al Servizio di Igiene Urbana si vuole ricordare l importante attivit dal Servizio. Il nuovo contratto di servizio con il gestore costituisce uno strumento innovativo che contribuir a migliorare la qualit delle prestazioni rese e che pu rappresentare un importante strumento operativo di riferimento per le altre amministrazioni comunali e per lATO che sar chiamato a gestire il servizio su tutto il territorio provinciale. Lattivit del servizio di igiene urbana, dallinizio dellanno, stata particolarmente intensa, sia per la verifica del piano finanziario e la determinazione delle nuove tariffe, sia perch si impostato un nuovo progetto di raccolta che, nel periodo di 24 mesi, porter ad una raccolta differenziata porta a porta in tutta la citt. Allo scopo stato stipulato un protocollo di intesa con il Consorzio Nazionale Imballaggi (CONAI) ed Acam in forza del quale il CONAI si assume le spese
33 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

di progettazione di tutta la prima fase, affidata a ditta specializzata. Sono state inoltre stipulate intese con Tetrapak e Novamont (produttrice di Mater-bi) attraverso le quali, anche queste aziende contribuiscono economicamente per la riuscita di un progetto che, per la nostra regione, considerato allavanguardia. Il progetto naturalmente accompagnato da una intensa campagna di comunicazione tendente ad informare sulle modalit di attuazione dei nuovi servizi ed a sensibilizzare sulla necessit di una corretta raccolta differenziata. Il servizio si inoltre adoperato per dare certezza di smaltimento e valorizzazione dei rifiuti raccolti, attraverso questa attivit, consistente nella ricerca della discarica di servizio e nellindividuazione degli impianti necessari per valorizzare al massimo quanto proveniente dalla raccolta differenziata; il nostro Comune ha portato un decisivo contributo alla soluzione di problematiche di diretta competenza di altri enti e della societ di gestione ma che incidono in modo rilevante sulle tariffe allutenza. Sempre in materia ambientale si vuole ricordare lattivit espletata dallUfficio Decoro Urbano. Lufficio ha continuato a gestire il programma delle segnalazioni dei cittadini coordinando gli interventi dei vari uffici comunali competenti e accompagnando gli interventi con sopraluoghi diretti di verifica. Oltre a questo, lUfficio ha svolto un servizio di risposta alle segnalazioni inviate legate al decoro della citt. Il progetto di contrasto alle scritte sulle facciate, che prevedeva il coinvolgimento dei privati, entrato nella sua fase operativa. Liniziativa ha riscosso notevole interesse da parte dei cittadini e degli amministratori condominiali, interesse parzialmente confermato dalle domande di contributo ricevute dallUfficio, che potranno proseguire anche nel corso del 2010 poich i fondi destinati al progetto non sono stati esauriti, principalmente a causa della difficolt oggettiva riscontrata soprattutto dai condomini a deliberare in merito in tempi brevi. Non invece proseguita lattivit di contrasto agli imbrattamenti murari sugli edifici comunali del centro citt a causa di carenza di personale. Dallinizio dellanno si sviluppata lattivit di deaffissione dei manifesti abusivi; lUfficio ha inoltre lavorato, in collaborazione con gli uffici finanziari e Spezia Risorse per lelaborazione di un progetto, che, gestito direttamente da Spezia Risorse, potr consentire una limitazione al degrado in alcune aree della citt.

Centro di responsabilit aree verdi Il Servizio ha dato attuazione ai programmi dellAmministrazione contenuti nel bilancio di previsione, relativo al 2010, utilizzando le risorse economiche appositamente stanziate e, per quanto attiene la manutenzione di alcune aree verdi quali il Parco Pubblico della Maggiolina e larea verde di pertinenza del Palazzo di Giustizia, con interventi diretti eseguiti con il personale operario assegnato. Preziosa lattivit del personale amministrativo e tecnico che ha garantito, oltre alla normale attivit del Servizio, anche attivit specifiche nel campo della Protezione Civile e nellattivit di servizio antincendio oltre che a permettere di fronteggiare emergenze connesse a stati di pericolosit che si sono
34 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

manifestati durante i primi mesi del corrente anno. E continuato limpegno del Sevizio nellattivit legata alla progettazione e manutenzione delle aree verdi cimiteriali che ha visto i tecnici impegnati a sovrintendere allappalto di manutenzione affidato a ditta esterna. Grande attenzione stata inoltre posta nel sovrintendere al controllo dei contratti relativi alla manutenzione di alcune importanti rotatorie affidate a soggetti esterni tramite contratti di sponsorizzazione. La presenza del Ceratocystis

fimbriata (cancro del platano), rilevato dai tecnici della Regione Liguria sui platani a dimora nei nostri viali, ha impegnato il servizio nella predisposizione degli atti e nellaffidamento a soggetti terzi del taglio degli alberi interessati dalla patologia rilevata e quindi nella direzione dei lavori connessi; i lavori sono iniziati a giugno del corrente anno, hanno interessato viale Amendola e viale Fieschi e le risorse ad oggi utilizzate sono pari al 50 % di quelle assegnate per tale intervento. Si sono inoltre concluse le procedure per laffidamento dellappalto relativo alla sistemazione della palestra nel verde, in localit Parodi e si sono potuti avviare i lavori conseguenti che sono iniziati nel mese di luglio; terminata la fase di progettazione, espletata la gara ed affidati i lavori, sono state gi completate le operazioni di messa in sicurezza del sito. In particolare il servizio ha garantito la manutenzione del verde tramite affidamento di cinque specifici appalti che interessano le Circoscrizioni comunali. Sono state infatti esperite cinque gare di appalto a cui sono seguiti i relativi affidamenti dei lavori di manutenzione. Il verbale di consegna dei lavori, reso possibile solo dopo lapprovazione del bilancio 2010 e allespletamento della gara di appalto, stata redatto nel mese di aprile 2010 e si vuole evidenziare come ad oggi siano stati eseguiti interventi per un budget pari a circa il 33 % dellimporto del lavori assegnati. Analogamente si deve rilevare lespletamento delle gare e laffidamento dei lavori di manutenzione delle aree verdi dei giardini storici e di altre arre strategiche che hanno portato, come indicato dallAmministrazione, allassegnazione dellappalto a cooperative sociali; detti lavori sono iniziati nel giugno 2010 perch solo a tale data si sono concluse le operazioni di appalto possibili solo dopo lapprovazione del bilancio comunale 2010. Si deve rilevare come i responsabili del servizio abbiano individuato una nuova procedura operativa consistente nella calendarizzazione giornaliera degli interventi, definendo giornalmente il tipo di intervento che lappaltatore deve eseguire e questo ha reso pi efficace lattivit e pi agevole il controllo sulle operazioni affidate. Per quanto attiene le aree verdi cimiteriali si deve dare atto dellattuazione di un sistema di espletamento delle operazioni pi efficace e flessibile che ha permesso un migliore utilizzo delle risorse disponibili; ad oggi sono stati completati interventi di manutenzione che hanno comportato lutilizzo del 50 % delle risorse disponibili. Limpegno dei tecnici del C.d.R. inoltre proseguito nel campo della progettazione dove, in collaborazione con i tecnici del Dipartimento II, sono in corso i progetti riguardanti: il rifacimento e la manutenzione straordinaria della scalinata Cernaia; la sistemazione a verde della nuova piazza Piazza St. Bon; la sistemazione dellarea verde prospiciente la sede dei Servizi Sociali di via Fiume; i Giardini
35 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

Storici dove, iniziati i lavori di restauro del monumento a Garibaldi, sono in corso i progetti riguardanti la sistemazione dellaiuola sottostante e la nuova sistemazione dellarea del Boschetto. Sono risultanti importanti che per mostrano il limite connesso alle risorse finanziarie disponibili che certamente non coprono tutte le esigenze legate ad una pi efficace manutenzione del Verde.

Assessorati ed assessori di Riferimento: Lavori Pubblici, Illuminazione Pubblica, Sport ed Impiantistica sportiva, Servizi Cimiteriali Vice Sindaco GRAZIANO MAURIZIO; Sostenibilit Ambientale, Politiche per lEnergia, Ciclo Rifiuti, Qualit dello Svilup po, Diritti degli Animali LAURA RUOCCO; Viabilit, Trasporti, Mobilit FABRIZIO FORMA; Manutenzione e cura del verde urbano, Rigenerazione Urbana dei Quartieri, Arredo e Decoro Urbano CRISTIANO RUGGIA; Progetto Palio del Golfo e Progetto La festa della Marineria MANFREDINI PAOLO.

36 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

DIPARTIMENTO III Servizi alla Persona


SERVIZI EDUCATIVI COMUNALI

Sono state approvate modifiche dei requisiti di accesso alla Scuola dellInfanzia, alla gestione delle domande pervenute di inserimento al Nido e alla scuola dellInfanzia che sono state accolte, elaborate ed incluse nelle relative graduatoria con tempistica inferiore a quanto previsto che ha

consentito di soddisfare quasi la totalit delle richieste. E stata avviata ed in fase di completamento lelaborazione di un regolamento comunale per la disciplina delle autorizzazione e per il controllo sulle strutture private presenti sul territorio con la collaborazione del Corpo dei Vigili Urbani, Sportello Unico, Servizio Lavori pubblici e Avvocatura. La Carta dei Servizi, redatta in economia con le risorse interne dei servizi comunali, in fase di elaborazione grafica e verr presentata entro la fine dellanno rappresentando il primo passo verso la certificazione di qualit dei Servizi Educativi. Sempre nellottica della qualit si anche questanno consegnato a tutti i genitori delle strutture educative i questionari di soddisfazione i cui risultati saranno resi pubblici entro la fine dellanno. Prosegue la verifica dei parametri dei costi della gestione dei nidi allinterno della sperimentazione dellAnci. Il servizio estivo anche questanno stato organizzato e gestito in modo soddisfacente rispetto alle domande pervenute. Il sistema dei controlli attivato stato efficace sotto il profilo dell'intensificazione delle verifiche effettuate e positivo sotto quello dei riscontri. E stata rafforzata l'azione diretta alla

comunicazione/informazione degli utenti sia con l ottimizzazione dell'uso degli strumenti e degli spazi di comunicazione disponibili che con la semplificazione delle informazioni. Si data continuit all'azione del servizio nel campo dell'educazione alimentare, definendo obiettivi e metodologie dei progetti che saranno proposti alle scuole, sulla base dell'andamento delle esperienze pregresse. E stato utilizzato un nuovo strumento di partecipazione dei cittadini con la creazione di gruppi di lavoro all'interno della Commissione Mensa per la proposta di nuovi men. E stata elaborata una proposta operativa, denominata "Volontari in mensa", che sar sottoposta alla approvazione della Giunta Comunale dopo la pausa estiva. E stata somministrata a tutti gli utenti del servizio una customer satisfaction aggiornata nei contenuti, che ha avuto un ottimo risultato di adesioni: 2.316 questionari restituiti, 776 di pi dell'anno scorso, con una sostanziale riconferma del gradimento del servizio presso gli utenti. Sono, infine, state utilizzate tutte le risorse rese disponibili dalle collaborazioni attivate dai Servizi Educativi. L'andamento del servizio nei suoi dati strutturali (iscritti, numero dei pasti erogati, numero delle sedi ecc.) abbastanza regolare e conferma le previsioni; pertanto si ritiene, fatte salve eventuali discontinuit che possano manifestarsi nel secondo semestre a causa di riassetti organizzativi effettuati
37 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

nelle scuole a seguito dei tagli degli organici o per sopravvenuta indisponibilit delle risorse finanziarie previste, che gli obiettivi possano essere tutti raggiunti. Altro obiettivo del servizio indirizzato ad integrare l'offerta educativa e formativa delle

Autonomie Scolastiche con interventi destinati sia agli allievi sia agli insegnanti e si allargato dando ad esso un collegamento pi stretto con ambiti territoriali o tematici specifici. In particolare gli interventi educativi -formativi sono stati connessi col Progetto del Quartiere Umbertino che con Deliberazione G.M. n.185 dell'8.07.2010 ha costituito un gruppo di lavoro intersettoriale per la realizzazione di azioni per favorire lo sviluppo del Quartiere, per la stesura del regolamento di utilizzo del Laboratorio ed per la pianificazione delle sue attivit, in particolare alla Festa del quartiere. Il lavoro del gruppo, in particolare dei componenti dei Servizi Educativi, ha contributo all'elaborazione e stesura di due progetti educativi che hanno comportato la messa in rete di diversi soggetti :" Rete Umbertina", CTP Alfieri, ISA 3, Istituto "Einaudi-Chiodo", ISA 2, Liceo Mazzini, Servizi Educativi- Laboratorio di Quartiere e Provincia della Spezia. I progetti, non previsti nelle misure proposte per il PEG perch successivi alla sua elaborazione e presentati in Regione Liguria per il loro finanziamento sono stati: "percorsi di bilinguismo e di empowerment sociale: un progetto di sviluppo per una comunit competente" e "r-estate insieme". Il progetto "musica - quartiere umbertino, ideato in collaborazione dall' ISA 2 e l' Associazione FOUR STEP CHOIR, comportante un intervento formativo e socializzante dedicato ai ragazzi delle Scuole Medie per divulgare forme musicali moderne e promuovere l'integrazione culturale dei ragazzi stranieri verr esaminato dalla Fondazione Carispe a settembre 2010 alla quale stato presentato per il finanziamento. Hanno avuto invece inizio altre proposte formative e alcune sono state concluse. Il progetto A.S.S.I., elaborato dintesa col Centro Risorse Allievi stranieri Scuole dell' Ufficio Scolastico Provinciale, ha proposto, con la creazione di due poli scolastici permanenti, interventi di alfabetizzazione degli allievi stranieri (prima alfabetizzazione e corsi scolastici estivi) da effettuare da parte delle Scuole con finanziamento del Comune. L' andamento del progetto, anche economico- finanziario, legato agli arrivi ed alle nuove iscrizioni nelle Scuole degli allievi stranieri di recentissima immigrazione che si ricongiungono alle famiglie; il progetto, come rilevato dalle Scuole stesse, potr probabilmente esaurirsi, a causa del minor numero di allievi stranieri che si ricongiungono alle famiglie. Sono stati avviati con le adesioni delle Scuole le proposte formative che comprendono attivit ed interventi formativi organizzati al fine di promuovere l'integrazione scolastica e interculturale rivolti ad Insegnanti, famiglie ed allievi anche in collaborazione con soggetti del terzo settore, fra i quali : 1) progetto " mare giovane " che si prefigge di fornire ai giovani una continuit didattica e culturale sul mare allo scopo di avere una numerosa rappresentanza della popolazione di giovani adolescenti pi sensibili verso la cultura e lidentit marinara del loro territorio. Il progetto biennale, stato accettato ed inserito nel POF da tutte le ISA del Comune della Spezia con la partecipazione di 10
38 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

classi che saranno in II media nel 2011, per un totale di n.211 allievi e n. 12 insegnanti. L'avvio effettivo del Progetto previsto per ottobre -novembre 2010 . 2) progetto di formazione per la diffusione attiva e partecipata della convenzione dei diritti dei bambini presso le scuole. Ideato in occasione del ventesimo anniversario della convenzione ONU sui diritti del fanciullo, in collaborazione con l' Assessorato alla Citt dei Bambini, la proposta formativa in corso di attuazione quale risorsa per i docenti delle Scuole primarie e secondarie di primo grado per fornire strumenti culturali e metodologici inerenti la Convenzione ONU sui Diritti dellInfanzia da declinare in percorsi educativi con le proprie classi. Nel primo semestre proseguito il servizio di assistenza scolastica agli alunni disabili in base ai contenuti del nuovo capitolato d'appalto che hanno dato riscontri molto positivi, sia sotto il profilo della puntualit degli adempimenti che sotto quello della ricaduta dei cambiamenti introdotti in termini di soddisfazione dei dirigenti scolastici e delle famiglie; sono state effettuate due analisi di fattibilit relative la prima ad un impiego trasversale del contratto di servizio dell'assistenza scolastica anche nelle strutture educative comunali, dalla quale scaturita una proposta organizzativa da sottoporre alla Direzione operativa ed al C.d.R. Risorse Umane e la seconda ad un intervento all'interno della scuola nell'area del disagio, dalla quale per l'assenza di risorse finanziarie che consentano interventi continuativi stato elaborato un progetto di integrazione denominato "settembre insieme" che coinvolger circa 120 ragazzi nel periodo precedente l'inizio delle attivit scolastiche. E stato aggiudicato il primo appalto per il servizio trasporto scolastico, con una particolare attenzione per elementi quali l'ecocompatibilit per dare coerenza all'insieme delle scelte etiche sviluppate dal C.d.R. E stata somministrata la customer satisfaction del trasporto scolastico, aggiornata nei contenuti e nella presentazione per uniformare il profilo della comunicazione con gli utenti, che ha dato ottimi risultati sia in termini di adesione che di risultati ottenuti. Sono state unificate le procedure informatiche di gestione delle iscrizioni e dei pagamenti tariffari relative al servizio trasporto scolastico, con l'utilizzo del programma clavius gi in uso per la ristorazione scolastica ed i servizi educativi, con il beneficio di aver reso omogenee le competenze informatiche del personale e i servizi per l'utenza; Oltre le attivit di monitoraggio relative alla fruizione dell'offerta scolastica ed alla programmazione degli spazi destinati all'istruzione, il Comune intervenuto nei mesi di maggio e giugno a sostegno del tempo scuola, contratto a seguito dei tagli al personale A.T.A. effettuati dal Ministero P.I., rispondendo alle richieste di numerose famiglie messe in difficolt dalla cessazione anticipata dell'attivit scolastica pomeridiana. E proseguita positivamente la collaborazione con le organizzazioni di volontariato cittadine e sono in corso gli incontri per la programmazione della partecipazione dei soggetti del c.d. terzo settore alla realizzazione del sistema dei servizi scolastici per il prossimo anno 2010/2011.

39 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

Si ritiene pertanto che gli obiettivi potranno essere raggiunti nei termini previsti, fatta eccezione per i rimborsi alle famiglie delle spese di istruzione dove i fondi disponibili, non rimpinguabili, no sono stati sufficienti a coprire le domande ricevute nella percentuale auspicata. E positiva anche la valutazione delle attivit pedagogiche realizzate all'interno delle strutture educative dei Nidi e delle scuole dell'infanzia durante il corso dell'intero anno scolastico. Durante l'ultimo semestre sono stati organizzati percorsi educativi e didattici di particolare rilevanza per il coinvolgimento delle istituzioni culturali e servizi del territorio quali Museo Lia, Camec, Ludoteca, Biblioteca Beghi, Castello S. Giorgio, Fattoria didattica di Carpanedo. Sempre molto alta stata la partecipazione alla gestione sociale e l'adesione ad iniziative e manifestazioni cittadine legate al tema dei diritti dei bambini e delle bambine, alla conoscenza del territorio e alla salvaguardia dell'ambiente quale patrimonio della comunit. Alcuni percorsi didattici sono stati valutati e selezionati per essere presentati a convegni regionali e nazionali, sottolineando la qualit pedagogica dei servizi per l'infanzia. Considerata l'alta percentuale di bambini appartenenti a famiglie di diverse etnie e provenienza stato predisposto un progetto di sviluppo per una comunit competente dal titolo "Percorsi di bilinguismo e di empowerment sociale" che ha consentito l'integrazione dei bambini e delle famiglie valorizzandone gli idiomi originali. La qualit percepita dalle famiglie stata rilevata attraverso la somministrazione dei questionari di customer satisfaction. E' stato rilevato un incremento di oltre il 7% del numero di questionari restituiti. I dati dei questionari sono in fase di elaborazione poich stato predisposto dall'Ente uno specifico programma che consentir un'analisi e una lettura pi dettagliata per ciascuna struttura. La scala di autoanalisi e autovalutazione "Quali.S.E.I." si rivelata un utilissimo strumento di lavoro con l'obiettivo di incrementare la qualit delle singole strutture educative. Sulla base delle percentuali di minor gradimento messe in evidenza dai questionari di customer satisfaction all'inizio dell'anno scolastico 2009-2010 sono state individuate le dimensioni della scala, indicatori o items sui quali predisporre piani di miglioramento. Da gennaio a giugno, l'impegno degli operatori educativi e dei coordinatori stato quello di realizzare e monitorare le modifiche messe in atto, prevedendo anche momenti di condivisione con le famiglie. I risultati del questionario di customer satisfaction, in corso di elaborazione, consentiranno di verificare se i piani realizzati hanno effettivamente prodotto un incremento di gradimento della qualit percepita dalle famiglie.

COOPERAZIONE INTERNAZIONALE E NAZIONALE GEMELLAGGI Le attivit sono state caratterizzate, anzitutto, dal considerevole sviluppo di modalit e progettualit innovative, attraverso cui sono stati rafforzati ed estesi i rapporti di cooperazione a livello internazionale. E stata, infatti, ulteriormente sviluppata la modalit innovativa della cooperazione

decentrata, basata su accordi tra territori e comunit locali che cooperano coinvolgendo in un impegno
40 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

organico e continuo tutti gli attori delle rispettive realt. Tale progettualit stata consolidata e sviluppata grazie al cofinanziamento regionale e di altri enti locali ed stata estesa a nuovi ambiti geografico politici . Sono state, inoltre, sviluppate nuove iniziative in tema di solidariet internazionale ed a sostegno della pace e dei diritti umani, particolarmente su proposta del Comitato Dialoghi di Pace in Medio Oriente , cos come stata rinnovata ladesione e il sostegno alle iniziative del Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani.

- Progetto di Cooperazione Decentrata a carattere Socio-Educativo e Socio-Economico presso il Centro Giovanile Sharek a Jenin (Palestina) - I Stralcio Con linvio a Jenin degli operatori italiani dal 15 al 28 febbraio 2010, stata realizzata la terza ed ultima fase del I stralcio del Progetto, attraverso il quale 43 giovani sono stati formati presso artigiani locali. Lo svolgimento delle succitate attivit ha richiesto lo sviluppo di costanti rapporti con la

Municipalit e il Governatorato di Jenin, con lONG SCI, con la Regione Liguria, con il Partenariato Spezzino, con il Comitato Spezzino per la Cooperazione Internazionale. I progetti di cooperazione decentrata con la citt di Jenin ed i rapporti con quella realt, tesi a sviluppare il processo di pace, sono stati rafforzati anche attraverso altre iniziative quali: la visita alla Spezia dellAssociazione "Cunio Center For Peace" di Jenin, che ha coinvolto scuole cittadine (Istituto Pacinotti e Scuola Comunale dellInfanzia di Valdellora). Nellambito del Comitato sono stati organizzati incontri per pianificare unazione comunicativa sul tema della Pace in Medio Oriente e sulla promozione delle attivit svolte dai vari componenti il comitato stesso. Si vuole realizzare un percorso indirizzato alle scuole, con lo scopo di far conoscere e diffondere la questione israelo-palestinese, preceduto da un percorso formativo indirizzato agli insegnati delle scuole cittadine costituito da momenti di formazione classica e di trasmissione di esperienze dirette.

Progetti di Cooperazione Decentrata in Niger e in altre aree dellAfrica E stato approvato e cofinanziato dalla Regione Liguria il progetto Valorizzazione dellinvaso dacqua di Dan Doutchi, Comune di Bagaroua (Niger), di cui il Comune di Genova capofila e vede il nostro Comune impegnato in attivit di monitoraggio e diffusione dello stesso allinterno dellapposito comitato. E stato inoltre finanziato dalla Regione Liguria il progetto integrato per laccoglienza, lassistenza sanitaria e listruzione dei bambini dei campi profughi Saharawi. Il progetto include fra i propri obiettivi, oltre allaccoglienza dei bambini saharawi, anche il conseguimento dellistruzione primaria e leffettuazione di interventi riabilitativi nei campi profughi saharawi a favore dei bambini disabili.

41 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

Progetti di Cooperazione Decentrata E proseguita lattuazione dei progetti volti a sostenere lo sviluppo sostenibile nelle comunit rurali dello stato del Maranhao (Brasile), presentati da Arcs - Arci Cultura e Sviluppo, e sostenuti dal Comune. Lestensione allo stato dellEcuador dei progetti di cooperazione decentrata stata resa possibile con lapprovazione da parte della Regione Liguria del Progetto di sostegno alle lavoratrici domestiche in Ecuador presentato da parte dellAssociazione Progetto Sviluppo Liguria ed al quale il nostro Comune ha aderito in qualit di Ente sostenitore.

Le attivit inerenti ai Gemellaggi sono state volte, innanzitutto, allo sviluppo dei Patti in essere, a partire dal gemellaggio con la citt di Bayreuth, nell'ambito del quale stata assicurata anche la realizzazione di nuove iniziative (Festa della Birra),mentre, per quanto concerne il gemellaggio con la citt di Tolone, si dato vita all'effettiva ripresa dei rapporti sull'onda del 50 anniversario del gemellaggio. Le attivit inerenti al patto di amicizia con la Tendopoli Saharawi di Bou Kr hanno continuato a svolgersi sul piano dei progetti di cooperazione. Le attivit del Servizio, inoltre, sono state indirizzate allo sviluppo dei Patti in itinere con i Comuni di Brest e Bagaroua. Particolarmente impegnativa stata lorganizzazione e svolgimento della Festa della Birra che si svolta in Viale Mazzini dal 30 luglio al 1 agosto, in occasione del Palio del Golfo insieme alla citt di Bayreuth. Si segnala che la precedente Festa della Birra risale al 2000. Il Servizio, inoltre, ha contribuito allo Scambio Scolastico tra lIstituto Fossati e il Liceo Richard Wagner di Bayreuth. La ripresa dei rapporti con la citt di Tolone si concretizzata nellinvio nella citt gemellata del Gruppo Musicale Convitto Armonico organizzati dalla citt per festeggiare il 50 anno del Gemellaggio. In tale occasione sono stati ospiti della citt di Tolone anche il Sindaco della Spezia Massimo Federici e lAssessore ai Gemellaggi Salvatore Avena. E in corso lorganizzazione di una visita a Brest del Sindaco e dellAssessore ai Gemellaggi, allo scopo di ampliare i rapporti di amicizia tra le nostre citt e per discutere di vari temi di comune interesse, quali le rispettive Feste della Marineria, i rapporti tra il Distretto Ligure delle Tecnologie Marine e il Polo regionale di competitivit dedicata alleconomia marina Pole Mer Bretagna , nonch il ruolo e il rapporto dei rispettivi Arsenali Militari con la citt. La Dichiarazione di Intenti siglata nel novembre 2009 tra il Comune della Spezia e i Comuni nigerini di Illla, Badaguichiri, Tajae e Bagaroua si gia sviluppata particolarmente attraverso il

progetto Valorizzazione dellinvaso dacqua di Dan Doutchi, Comune di Bagaroua (Niger) GESTIONE DELLE RISORSE UMANE
42 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

Gestione amministrativa e trattamento economico del personale Nel primo semestre dellanno 2010 si provveduto a: Attuare pienamente le disposizioni del D.Lgs. 150/2009 in materia di trasparenza, sia mediante la cura del sito internet dellEnte, che nelle iniziative concorsuali e selettive poste in essere; Portare a conclusione le procedure selettive per la copertura di n. 2 posti di Istruttore di Scuola Materna (scuola dellinfanzia) e n. 2 posti di Istruttore di Vigilanza, mediante bandi progettati per la riduzione delle tempistiche di svolgimento e dei costi di gestione complessiva mediante informatizzazione della procedura interna/esterna; Attuare pienamente quanto previsto dal Piano Occupazionale, assumendo n. 9 Istruttori Amministrativo-Contabili e contrattualizzando n. 2 Contratti di Formazione Lavoro; Approntare un sistema di rilevazione delle performance dei dipendenti onde dare attuazione allaccordo del 23.4.2010 avente ad oggetto Criteri per le Progressioni Economiche Orizzontali per lanno 2010, attuativo e di specificazione del contratto decentrato stipulato il 17.9.2008. Le attivit connesse al trattamento economico si sono armonizzate alle disposizioni di legge e contrattuali, prevedendo anche un coordinamento interno ed esterno in materia previdenziale e dellefficacia dellazione amministrativa.

Formazione del personale

Nel primo semestre del 2010 stato definito il percorso formativo D come dirigere, costituendo una base formativa di managerialit intermedia. Sono stati tenuti i seguenti corsi. Le altre attivit hanno riguardato: - Corso sullapplicazione del D.Lgs. 150/2009 negli Enti Locali (coinvolti tutti i Dirigenti e le P.O. dellEnte); - N. 2 Corsi Antincendio, uno per il rischio medio e uno per il rischio elevato, ciascuno suddiviso in pi sessioni, (n. 100 dipendenti coinvolti per ogni corso); - Corso sulle tematiche della gestione del Sistema Qualit (n. 20 dipendenti coinvolti); - Portare a conclusione il Piano Formativo 2007-2008-2009 mediante procedure ad evidenza pubblica per lindividuazione della societ che dovr tenere il corso Tipologia G che coinvolger n. 173 dipendenti; - Prosecuzione dellattivit formativa connessa ai contratti di Formazione Lavoro.

Formazione esterna Alla data odierna la prosecuzione della seconda fase del progetto Minerva gi realizzato dal Comune della Spezia con lAmministrazione Provinciale ( anni 2008/2009) collegata ad incontri a
43 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

livello politico in Regione Liguria finalizzati alla condivisione del progetto stesso, alla definizione dellentit delle risorse da destinarvi, alle modalit procedurali per lassegnazione di fondi utili alla sua realizzazione. I due Piani di Sviluppo Locale Integrati, gi approvati ed integralmente finanziati a valere sui fondi FSE e FERS dalla Regione Liguria, PLI, Assist- Azioni di Sviluppo Sostenibile e Inclusione Sociale territoriale e PSLUI Cives Competenze Integrate per la Valorizzazione di unEconomia attesa di decisioni da parte della Regione Liguria. sono in

SERVIZI ALLA PERSONA

Potenziamento dei servizi sociosanitari Con linizio del 2010 si consolidato quellassetto organizzativo dei servizi sociali e sociosanitari, promosso dalla Legge regionale 12/2006, e articolato sul Distretto Sociosanitario (Comuni di Portovenere, La Spezia e Lerici) e i due Ambiti Sociali che ricomprendono il territorio del Comune della Spezia.

a) Integrazione Sociosanitaria Nel Distretto Sociosanitario 18 si integrano le funzioni sociali complesse o di secondo livello e le funzioni sociosanitarie svolte dagli Ambiti Territoriali Sociali 63, 64 e 65. Le funzioni di cui sopra, affidate al Direttore Sociale, sono in fase di realizzazione a seguito dellattivit svolta nellambito delle Reti denominate, Famiglia e Non Autosufficienza, Famiglia e Genitorialit e Inclusione e Promozione sociale. Il punto di accesso alla rete locale degli interventi e dei Servizi Sociali nonch delle prestazioni complesse e ad alta integrazione sociosanitaria, erogate nellambito del Sociosanitario, costituito dagli Ambiti Territoriali Sociali. Le parti del Sistema Sociosanitario sono state cos configurate: Governo del piano di sviluppo sociosanitario distrettuale, i cui organi sono: Conferenza dei Sindaci dellAzienda sanitaria locale N. 5 Spezzino (L.R. 12/2006 art. 12) Comitato dei Sindaci di Distretto Sociosanitario 18 (L.R. 12/2006 art. 11) che si avvalgono dei seguenti strumenti: Piano di Distretto Sociosanitario (L.R. 12/2006 art. 26) Piano di Ambito Territoriale Sociale(L.R. 12/2006 art. 27) Distretto

Gestione del piano di sviluppo sociosanitario locale affidato al vertice strategico (Direttore Sociale, Direttore Sanitario,Dirigenti/Responsabili dei Comuni) che ha la responsabilit globale

44 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

dellorganizzazione, assicurandosi che la struttura assolva la mission in modo efficace attraverso tre funzioni: supervisione diretta della struttura di competenza in considerazione dei rispettivi ruoli; gestione delle condizioni di confine, cio delle relazioni dellorganizzazione nel contesto socioambientale (interno allorganizzazione ed esterno); sviluppo delle strategie di servizio, come forma di mediazione tra il servizio e il suo ambiente interno, interpretazione dellambiente ed elaborazione di modelli coerenti nei flussi delle decisioni organizzative per farvi fronte. Mentre i coordinatori di ATS (linea intermedia) supervisionano all'attivit fondamentale del nucleo operativo degli ATS, direttamente legata alla produzione dei servizi e delle prestazioni, cuore dellorganizzazione, che produce gli output essenziali che tengono in vita lorganizzazione stessa; ci sono operatori (tecnostruttura) che contribuiscono allattivit organizzativa del sistema sociosanitario, su input del vertice strategico, influenzando il lavoro degli altri. Le funzioni dei componenti , di norma, non sono direttamente legate al flusso di lavoro operativo (tranne che per specifici servizi individuati dal vertice strategico), bens al lavoro di progettazione, pianificazione, coordinamento. Opera a tutti i livelli di gerarchia, ad es. a livello di nucleo operativo possono introdurre sistemi di controllo di qualit dei livelli prestazionali, a livello di linea intermedia possono svolgere studi di ricerca operativa o svolgere funzioni di coordinamento di servizi di particolare complessit, a livello di vertice strategico progettano sistemi di pianificazione strategica, di partecipazione ecc.. Supporta, inoltre, lattivit di segreteria del Presidente del Comitato di Distretto Sociosanitario. In questo scenario organizzativo, si colloca l'attivit del Direttore Sociale, che prevede la direzione di azioni di sistema, di rete e di processo. Di seguito, una sintesi delle attivit svolte in questo primo semestre. Il monitoraggio delle azioni progettuali in corso: si sono registrati circa il 20% dei progetti (7 su 34) non ancora avviati. Le motivazioni sono da ricercare, in 5 casi, nelle difficolt degli altri enti partner di avviare i processi di competenza e, in 2 casi, in ritardi da imputare a questioni organizzative interne. Si proceduto a definire in accordo con l'ASL la procedura relativa al sistema di Valutazione e recupero delle capacit genitoriali, sono in corso di definizione altri percorsi (dimissioni protette, regolamento adozione, regolamento affidamento familiare ecc.). E' stata organizzata una giornata informativa sul funzionamento del Distretto Sociosanitario e degli Ambiti Territoriali Sociali aperto agli operatori interni alla struttura.

La realizzazione del percorso di progettazione partecipata ha dato esiti pi che buoni in termini di efficacia ed efficienza (da 1 a 4: efficacia media percepita 3.33 - efficienza media percepita 3.03; media complessiva 3.18) e in termini di soddisfazione dei partecipanti (75% molto soddisfatti e 25% soddisfatti). Questo lavoro propedeutico all'attivazione di un percorso di programmazione partecipata,
45 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

per il quale sono stati elaborati, in bozza, i piani di settore che saranno oggetto di confronto e le linee guida che tracciano il percorso da seguire con la collaborazione e l'interazione degli altri soggetti del territorio, quali portatori di interesse.

Sono stati realizzati, in questi mesi, alcuni progetti significativi per il territorio, a seguito di finanziamenti richiesti ed ottenuti dal Distretto Sociosanitario, quali: Centro Diurno "Il Traghetto" (ad oggi unica struttura semiresidenziale per minori a rischio sociale, tra gli 11 e i 17 anni, presente sul territorio comunale spezzino, gestita dai Salesiani in collaborazione con DSS, e, a breve, convenzionata con il Comune della Spezia); Free space (spazi a libero accesso in tre diversi contesti scolastici spezzini istituti superiori - con l'obiettivo di svolgere una funzione di mediazione tra pari o tra ragazzi e struttura scolastica, gestita dalla Coop. Lindbergh, in collaborazione con il DSS); Ci vediamo e ci sentiamo (azioni a favore dell'invecchiamento attivo realizzate nel quartiere di Valdellora, gestite da Auser e Coop. Girasole, in collaborazione con ATS 64); Modulo residenziale a favore di pazienti affetti da Alzheimer (realizzato presso la nuova struttura della Coop Selios, in Via Impastato a La Spezia). Sono state elaborate le seguenti bozze di Piani di Settore: Terza Et, Disabilit, Immigrazione. In corso quella dei minori. Del Piano di settore sull'Emergenza se ne occuper il Comune della Spezia. Come gi detto precedentemente, tali bozze saranno oggetto di confronto in sedi ad hoc nell'ambito del percorso di Programmazione partecipata.

L'intensa attivit svolta in forte sinergia con la componente sanitaria sta determinando un cambiamento rispetto a certe modalit operative, anche se per poter parlare di un effettivo cambiamento si dovr attendere qualche anno, quando si potranno registrare anche diversi approcci culturali da parte degli operatori, ma soprattutto della dirigenza. Quest'anno il servizio monitorato dal DSS il servizio di mediazione culturale: deve essere ancora stesa la relazione finale, pertanto l'esito potr essere fornito alla fine del prossimo semestre.

b) Ambiti Nel primo semestre 2010 sono state mantenute le funzioni e le competenze degli Ambiti Territoriali Sociali 63 e 64, andate a regime nel corso del 2009, atte ad offrire al cittadino informazioni e indicazioni tali da facilitare laccesso alle erogazioni delle prestazioni sociali e garantire una presa in carico veloce e flessibili.

Nel 2010, con la riorganizzazione dellassetto organizzativo dei servizi sociosanitari, si voluto dare una maggiore visibilit agli ambiti territoriali, privilegiandoli rispetto alle aree di intervento e prevedendo la figura delle coordinatrici di ambito che operano in stretta sinergia tra loro.
46 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

c) Informatizzazione del Servizio Tutto il personale sia tecnico che amministrativo sta utilizzando il programma Clavius. Si lavorato per superare le difficolt derivanti dalla applicazione del programma al sistema organizzativo ed erogativi estremamente complesso dei servizi dovute alla particolarit degli stessi; sono stati predisposti strumenti di automazione al fine di facilitare la ricerca di dati e la produzione di appositi reports. Si sta lavorando alla realizzazione di automatismi per lelaborazione delle informazioni di tipo statistico necessarie al servizio; a tal fine stato costituito un apposito gruppo di lavoro per lo studio di un sistema di rilevazione dei dati e delle performance del servizio. E stato inoltre realizzato il nuovo sito dei servizi sociosanitari che sar messo on-line entro breve termine

Contratto di Quartiere II Umberto I Lattivit condotta nellambito del progetto Contratto di Quartiere II Umberto I si sviluppata su tre indirizzi: Limplementazione della sede del Laboratorio di quartiere: il locale di C.so Cavour, ha assunto progressivamente, grazie anche ad una costante apertura al pubblico, la connotazione di spazio aperto alla cittadinanza, allinformazione ed alla

partecipazione: una fisionomia che si ulteriormente consolidata a seguito di una serie di incontri con tutti gli enti e le associazioni che operano nel quartiere. Linvestimento del capitale sociale territoriale: lorganizzazione di una Festa in piazza ha attivato un processo di promozione e pubblicizzazione del Contratto di quartiere, ma soprattutto di aggregazione e di integrazione che ha sortito effetti pi che soddisfacenti sul piano dellanimazione sociale, e che ha notevolmente facilitato le successive fasi di formalizzazione delle pratiche partecipative. Lintegrazione delle attivit del Laboratorio allinterno della programmazione del Contratto di quartiere ed alle politiche complessive dellEnte. Al fine di assicurare a tutte le attivit del Laboratorio, e al processo partecipativo in particolare, un supporto tecnico in grado di seguire gli aspetti organizzativi, il coordinamento con gli interventi del Contratto di Quartiere e la sinergia con altri interventi previsti dallamministrazione (ad es. Piano Territoriale dei Tempi e degli Orari della citt e il Piano di Sviluppo Urbano Cives), stato costituito, con apposita Determinazione Dirigenziale un gruppo di lavoro intersettoriale interno allEnte composto da otto dipendenti provenienti da ambiti e settori differenti (servizio sociale, servizi educativi, lavori pubblici, polizia municipale, attivit produttive e ufficio stampa) e coordinati dal Promotore sociale.

47 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

Politiche della salute In questa prima fase si operato per lo sviluppo ed il consolidamento di relazioni positive ed efficaci fra gli attori del sistema sanitario con la stesura di un Accordo per unagenda operativa finalizzata allinnovazione della sanit spezzina nel quale si individuano cinque tematiche prioritarie oggetto di specifici tavoli di lavoro da costituirsi con la partecipazione della Conferenza dei Sindaci, dellAzienda Sanitaria Locale e di tutte le parti sociali chiamate alla sua sottoscrizione (organismi, ordini, collegi, e organizzazioni sindacali del comparto sanitario). E stato organizzato in collaborazione con LAzienda Sanitaria Locale e lAssociazione per leducazione continua in medicina un workshop formativo rivolto a medici di famiglia, personale infermieristico ed operatori sanitari sulle buone pratiche di sanit territoriale con particolare riferimento allanalisi modelli organizzativi delle Cure primarie adottati nelle differenti realt regionali ed una loro praticabile trasferibilit a livello locale. Successivamente sono stati organizzati con la partecipazione dei firmatari dellAccordo tavoli di lavoro sulle tematiche dei Protocolli diagnostico terapeutici con ricadute sui tempi di attesa, Patto per la salute 2010 2012 e Razionalizzazione della rete ospedaliera.

Pratiche partecipative e sussidiariet orizzontale Lattivit di facilitazione e coordinamento di gruppi di lavoro ha riguardato, come previsto in fase di programmazione, tre differenti ambiti di intervento che hanno quale denominatore comune lo sviluppo di pratiche partecipative allinterno del welfare comunitario:

Progettazione partecipata Gestione di workshop tematici di progettazione sociale. Stesura di Linee guida per la gestione di processi partecipativi con specifici riferimenti alla programmazione del Distretto Sociosanitario.

Dialogo interreligioso Nel corso del primo semestre dellanno il Promotore Sociale ha fornito alla Consulta il supporto per la realizzazione delle seguenti attivit: Elaborazione del documento programmatico annuale da presentare al Consiglio comunale (lincontro ha affrontato il tema del Testamento biologico). Iniziativa proposta alla Consulta dal Presidente dellIstituzione per i servizi culturali in merito alla partecipazione alla rassegna annuale del premio Exodus. Richiesta allUfficio scolastico provinciale per la diffusione presso gli istituti cittadini del cortometraggio I colori della fede.

48 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

Organizzazione del convegno Le sfide della laicit (6 maggio 2010, Sala Consiglio Provinciale) in collaborazione con il Comune della Spezia e lAssociazione Mediterraneo.

Allestimento di uno stand nellambito dellevento Piazza Brin in festa organizzato dal Laboratorio di quartiere.

Nellambito del progetto Cibo e Religioni, condotto in collaborazione con lIPSSAR G. Casini della Spezia, sul tema delle tradizioni e dei precetti alimentari nelle differenti comunit religiose, il Promotore sociale stato invitato, in rappresentanza del Comune della Spezia a partecipare ad una settimana di scambio culturale con realt educative e formative dellisola di Cipro (Limassol);

Invio all Osservatorio delle politiche religiose della Prefettura della Spezia apposita relazione sulle attivit svolte dalla Consulta.

Programma di intervento a contrasto delle disuguaglianze e delle povert Nel corso del primo semestre dellanno si contribuito allo svolgimento delle seguenti attivit: Gestione degli incontri periodici del Tavolo di coordinamento del Programma; Rinnovo della convenzione per la gestione delle attivit di raccolta e distribuzione alimentare presso i locali del Diurno di Piazza Cavour; Procedure per la costituzione di unassociazione di volontariato finalizzata alla gestione del progetto Buon Mercato; Atti amministrativi per lavvio del progetto Lo sportello del Buon Mercato che prevede la pubblicazione e la diffusione di una Guida ai servizi a contrasto delle povert rivolta ad operatori sociali e cittadini; Predisposizione degli opportuni contatti fra Prefettura della Spezia, Protezione Civile e Comune della Spezia per la costituzione di un coordinamento fra i citati soggetti istituzionali e le Organizzazioni di volontariato per far fronte, in caso di emergenze ad una serie di bisogni sui quali il volontariato organizzato e i servizi sociali comunali sono in grado di operare congiuntamente alle istituzioni preposte.

DECENTRAMENTO La scheda riassuntiva delle attivit delle Circoscrizioni al 30 giugno 2010 conferma la vocazione polivalente degli uffici, impegnati sia come segreteria operativa degli Organi di rappresentanza politica (Consiglio, Presidente) sia come poli decentrati di servizi al pubblico. Cali marginali, come nel caso delle certificazione ISEE, sono dovuti al ricorso pi frequente del pubblico ai patronati. Inoltre, il
49 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

personale, in modo pi rilevante quello assegnato alla terza Circoscrizione, impegnato alla realizzazione di tre progetti che preparano lo scioglimento delle Circoscrizioni nel 2012 a fine del loro mandato elettorale. Su tutti gli obiettivi affidati si registra un andamento positivo; alcuni ritardi sono attribuibili al fatto che i progetti dipendono in parte dalle capacit operative essendo legati a procedure di istruttoria non solo amministrativa, ma anche politica. In conclusione landamento largamente

positivo degli obiettivi annuali e biennali autorizza a prevedere il loro pieno raggiungimento.

50 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

POLITICHE GIOVANILI Le azioni del Servizio Politiche Giovanili si sono uniformate a tutte le attivit rilevanti contenute nel Piano Esecutivo di Gestione per lanno 2010. In particolare si prestato attenzione alla tempistica indicata per ogni attivit rilevante. Tale attenzione stata determinata in ragione del fatto che il Servizio Politiche Giovanili ha voluto sperimentare la novit dellintroduzione del cronogramma al fine di attenersi con precisione al conseguimento dei risultati affidatigli dalla Giunta. Nello specifico tra le attivit rilevanti si vogliono sottolineare i risultati di quelle pi significative ed innovative: Piano Locale Giovani- si concluso il percorso partecipativo ed elaborata la Bozza definitiva del Piano e consegnata allAssessore alle Politiche Giovanili per proseguirne liter; Progetto Yeep proseguito il lavoro nei Quartieri di Fossamastra e Canaletto da parte Team di Progetto che ha elaborato e la Giunta ha approvato, il Piano Operativo. Centro di Aggregazione Giovanile - Si provveduto, anche se non prevista nel Peg. 2010, con Delibera della Giunta ( n 192 del 31/5/2010) al riconoscimento di Yepp quale Centro di Aggregazione Giovanile Ricerca Giovani Anche se non prevista nel Peg. 2010 si approvata ladesione ad un progetto di ricerca sulla condizione Giovanile spezzina con l Universit di Firenze ( Delibera G.C. n 177 del 17/5/2010) . Progetto Il Golfo dei Poeti e della MusicaIl Servizio Politiche Giovanili ha elaborato e partecipato ad una selezione nazionale dellANCI e P.C.M./Dipartimento delle Politiche Giovanili per progetti dedicati alla produzione musicale giovanile indipendente. Alla data di stesura del presente rapporto abbiamo linformazione di essere tra i Comuni vincitori della selezione. Video Corto in Citt Liniziativa che sar rinnovata rispetto a quella delle precedenti Edizioni partire nel mesi autunnali. Attivit consolidate Tutti i Progetti e le Attivit previste nel PEG 2010 che possiamo definire consolidate , gi realizzate anche negli anni scorsi e che sono nellazione quotidiana del nucleo operativo del Servizio Politiche Giovanili ( Informagiovani ), si sono concluse entro il 30 Giugno o ne sono state avviate le procedure secondo il crono programma stabilito. Front Office Il Servizio Front Office ha realizzato tutte le attivit previste ivi inclusa la Customer Satisfaction per la quale si deciso di prorogare, in accordo con il competente Ufficio, la raccolta dei Questionari al 31 dicembre p.v.. I dati quantitativi del Servizio di Front Office solo uniti alla presente relazione.

51 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

Assessorati ed Assessori di Riferimento: Politiche di Bilancio, Tributi, Economato, Patrimonio PAOLA MICHELINI Attivit Produttive, Turismo, Marketing Urbano AVENA SALVATORE Promozione della Cooperazione e delle Relazioni Internazionali FABRIZIO FORMA Politiche Giovanili ALESSANDRO POLLIO Servizi Educativi, Pubblica Istruzione PAOLO MANFREDINI Decentramento - Partecipazione CORRADI MORI

52 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

DIPARTIMENTO IV Pianificazione Territoriale


Lo Sportello Unico dellEdilizia ha ottenuto, nel mese di luglio dellanno scorso, la certificazione di qualit UNI EN ISO 9001:2008 dallEnte certificatore RINA. La certificazione viene rilasciata annualmente e, pertanto, tutte le attivit certificate devono essere costantemente monitorate, integrate e, eventualmente, modificate sulla base dellevoluzione normativa e informatica. Grazie al costante lavoro di monitoraggio e aggiornamento, anche questanno nel mese di luglio lo Sportello Unico dellEdilizia ha ottenuto e confermato la certificazione di qualit. Questo importante riconoscimento anche il frutto dei buoni risultati ottenuti a seguito delle indagini di customer satisfaction realizzate alla fine dello scorso anno. Nellambito dellindagine svolta lo scorso anno dallOsservatorio sui procedimenti di concessione del Politecnico di Milano, che ha analizzato i tempi di attesa per le diverse pratiche urbanistiche in 58 citt capoluogo italiane, anche questanno lo Sportello Unico dellEdilizia del Comune della Spezia stato scelto come capoluogo campione e gli uffici hanno provveduto a comunicare i dati richiesti. In occasione dellistituzione della Commissione Locale per il Paesaggio si provveduto ad elaborare il nuovo flusso di adempimenti, in modo da monitorare il rispetto delle tempistiche imposte dal D. Lgs. 42/2004. In collaborazione con lufficio informatico del SIT si sta procedendo allelaborazione del progetto di informatizzazione dellinvio e acquisizione dei Durc e delle DIA. A tal proposito sono in corso incontri con i rispettivi ordini professionali. In particolare, in collaborazione con lOrdine degli Architetti si sta valutando la possibilit di istituire delle conferenze dei servizi on line per lacquisizione dei pareri, ove necessari, di altri enti esterni allamministrazione. Tale progetto si inserisce nel pi ampio progetto attivato dal Ministero della Funzione Pubblica e che sta gi coinvolgendo in via sperimentale gli Ordini degli architetti e le pubbliche amministrazioni di grandi citt. Prosegue intanto lelaborazione del progetto volto ad attivare la posta elettronica certificata (PEC) che consentir di comunicare via internet con gli studi professionali, eliminando le spese di notifica. In occasione dellapprovazione della nuova legge sul Piano Casa dello scorso anno, lufficio che gi si era attrezzato per lacquisizione delle richieste relative agli interventi di ampliamento e demolizione/ricostruzione, ha fatto fronte alle richieste pervenute. Come richiesto dalle nuove e recenti direttive dellAmministrazione lo Sportello Unico dellEdilizia ha garantito, con apposita turnazione, lapertura del marted pomeriggio. Con lentrata in vigore della legge di conversione della manovra finanziaria 2010-2011 che ha istituito la Segnalazione Certificata di Inizio Attivit (SCIA) gli uffici stanno valutando gli ambiti di applicazione della stessa, non chiaramente comprensibili dalla lettura della norma, e la conseguente necessit di modificare la modulistica e i flussi informatizzati delle pratiche. Il Servizio Edilizia in
53 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

collaborazione con il Servizio Urbanistica ha elaborato la revisione delle Norme di Conformit e Congruenza del Piano Urbanistico Comunale, al fine di adeguare gli attuali parametri urbanistico-edilizi a quelli introdotti e resi obbligatori dalla Legge Regionale n. 16/2008. Parallelamente sono state adeguate le norme del regolamento edilizio e la modulistica necessaria alla presentazione delle richieste di intervento. Tuttavia lentrata in vigore della normativa regionale stata prorogata con apposita legge di 18 mesi rispetto alla scadenza prevista per luglio 2010. Nel frattempo lentrata in vigore dellistituto della SCIA rende nuovamente necessario un ulteriore adeguamento delle norme del PUC, del Regolamento Edilizio e della modulistica. Lufficio ritiene opportuno promuovere specifico incontro con i funzionari della Regione, al fine di definire gli ambiti di competenza e di azione. Prosegue l'attivit istruttoria delle pratiche di condono edilizio pregresse e delle pratiche di nuovo condono relative a interventi ricadenti in zona di vincolo. Anche in questo caso stato comunque necessario rideterminare la procedura di compatibilit paesaggistica, proprio a seguito delle modifiche procedurali introdotte dalle novit normative del codice di tutela dei beni culturali e del paesaggio. Con lentrata in vigore dellart. 5 della Legge Regionale 2/2010 stato prorogato al 31.12.2010 il termine per lintegrazione dei condoni edilizi presentati con la L. 47/85 e L. 724/94. Ci comporta un ulteriore riesame delle pratiche di condono edilizio giacenti presso gli uffici e non ancora definiti, con richiesta di ulteriore documentazione e versamento di ulteriori 600,00 per le pratiche soggette a vincolo idrogeologico. Vengono quindi di seguito riportati i dati relativi allattivit dello Sportello Unico Edilizia dal gennaio 2010 al luglio 2010:
n. permessi di costruire rilasciati n. permessi di costruire in sanatoria rilasciati n. sedute commissione edilizia n. DIA depositati n. comunicazioni di avvio attivit n. documentazione depositata (sismica, cemento armato) n. pratiche oneri rateizzati n. certificati destinazione urbanistica rilasciati n. copie progetti rilasciate n. permessi in sanatoria su pratiche di condono pregresse n. permessi in sanatoria rilasciati su pratiche di condono nuove 151 28 23 430 511 298 21 262 2.215 103 2

A seguito della costituzione dello sportello catastale decentrato preso lo Sportello Unico dellEdilizia viene fornita la possibilit allutenza di ottenere visure catastali direttamente presso gli sportelli comunali, in alternativa a quelli del Catasto. Laggiornamento catastale viene attualmente effettuato mensilmente attraverso lo scarico dei dati dal portale dei Comuni, al fine di elaborare e correggere i dati catastali soprattutto nei confini di Foglio, per consentire la corretta sovrapposizione con
54 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

i dati del Piano Urbanistico Comunale. Una volta che il Progetto Elisa, progetto di costituzione di un sistema di gestione delle unit immobiliari e di controllo del territorio a fini fiscali, verr portato a termine, lo scarico dei dati catastali potr avvenire direttamente attraverso il sistema Sigmater della Regione, che detiene i dati catastali sulla base di una gestione distribuita dei dati. E in fase di definizione lattribuzione dellincarico alla Soc. GIS&Web per il completamento del Progetto Elisa che consentir la definizione della banca dati degli immobili, banca dati che verr gestita attraverso un sistema ACI (Anagrafe Comunale degli Immobili). La gestione comunale dellanagrafe degli immobili ha lo scopo di avere il controllo di tutte le unit immobiliari presenti sul territorio comunale, non solo residenziali, ma anche adibite ad altri usi. Una volta costituita la banca dati, la stessa verr utilizzata anche dallAnagrafe residenti, per lidentificazione degli immobili necessari allattribuzione della residenza. LACI verr poi integrata con tutti gli atti di variazione delle unit immobiliari provenienti dalledilizia privata, dal catasto e dallurbanistica. Per quanto riguarda la presentazione telematica delle DIA stato avviato il progetto, finanziato dalla Regione, che prevede anche laggiornamento della carta tecnica regionale da parte dei professionisti. Il progetto di trasmissione telematica di inizio e fine lavori deve essere ancora avviato, cos come quello relativo alle notifiche. Per questultimo progetto si in attesa degli indici di individuazione delle PEC dei professionisti necessarie per completare la notifica via PEC. Sul portale dellurbanistica verr inserita la richiesta on line delle autorizzazioni commerciali. Lelaborazione della carta tecnica regionale scala 1:1000 stata realizzata per un 50% in collaborazione con Integra, ACAM e Autorit Portuale. Entro la fine dellanno dovrebbe essere completata. Nel frattempo in corso il collaudo in loco dei rilievi effettuati al fine di certificare le carte gi prodotte. Sono state elaborate le varianti cartografiche al PUC, alcune di particolare rilevanza, come quelle relative al PUV e alle aree di propriet ACAM e ARTE, varianti che sono state rese visibili e disponibili nel portale cartografico dellUrbanistica. Prosegue lelaborazione delle carte di indagine relative alla Descrizione Fondativa propedeutiche allelaborazione della variante al PUC.

Le carte tematiche vengono prodotte sulla base delle necessit e delle richieste degli altri uffici comunali. E stata prodotta la carta tematica relativa alle informazioni turistiche, alle informazioni al commercio e alla cultura. Altra carta tematica stata realizzata suddividendo il territorio sulla base delle sezioni elettorali. Sono state riviste anche le sezioni censuarie in vista del prossimo censimento nazionale del 2011. Le banche dati gi realizzate vengono costantemente aggiornate anche con lapporto delle informazioni direttamente inserite nelle banche dati degli enti che condividono la gestione e lutilizzo del sistema.

55 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

La gestione della segnaletica verticale stata realizzata su web. La Societ MP Parcheggi, incaricata della gestione sul territorio, utilizzer il sistema per laggiornamento e la conoscenza della segnaletica presente e per le necessit legate alla sua manutenzione. Gli stalli e i parcheggi sono gi stati rilevati e la relativa banca dati viene costantemente aggiornata dalla Soc. MP Parcheggi. La banca dati viene anche utilizzata per le occupazioni di suolo pubblico. Il censimento del catasto strade in corso di completamento da parte della Soc. Integra che esegue i necessari rilievi, mentre la gestione del catasto strade gi stata consegnata al Comune e permette la verifica dello stato di avanzamento del censimento stesso, oltre che leffettiva gestione del catasto strade. Per quanto riguarda la gestione delle autorizzazioni commerciali, in corso di realizzazione il progetto per informatizzare la gestione amministrativa delle istanze da integrare con il territorio per la realizzazione dello Sportello Unico del Commercio. E in corso di definizione con gli altri enti la banca dati di protezione civile. Al momento sono state inserite le sole informazioni cartografiche presenti e disponibili in Comune.

La verifica degli obblighi assunti dai privati in sede di stipula degli atti convenzionali che accedono ai permessi di costruire viene effettuata regolarmente al termine della realizzazione dellintervento in occasione della richiesta di agibilit delle costruzioni e di svincolo delle polizze fideiussorie prestate a garanzia del rispetto degli obblighi assunti. La verifica viene tuttavia eseguita anche sugli atti pregressi soprattutto al fine di definire gli aspetti legati allacquisizione delle opere e delle relative aree, realizzate anche a scomputo degli oneri di urbanizzazione, al patrimonio comunale. A tal fine viene eseguita prima una verifica cartacea degli atti e convenzioni che, stante la loro risalenza nel tempo, spesso devono essere reperite presso gli archivi del Comune. Quindi vengono eseguiti specifici sopralluoghi onde verificare lo stato effettivo delle opere e aree. Successivamente vengono contestate eventuali irregolarit e/o difformit, anche su segnalazione dellufficio LL.PP., che i privati sono tenuti a eliminare, pena lescussione della polizza fideiussoria prestata a garanzia delle opere. Nel caso la verifica dello stato dei luoghi dia esito positivo, gli uffici predispongono tutti gli atti necessari allacquisizione delle opere e delle aree, nonch alleventuale svincolo delle polizze fideiussorie prestate a garanzia dellesecuzione delle opere. In particolare, in questi primi mesi dellanno sono emerse due situazioni, di particolare rilevanza, che hanno richiesto lintervento degli uffici tecnici al fine di far eseguire e/o adeguare le opere di urbanizzazione gi realizzate alle progettazioni presentate (Via Benedicenti alla Chiappa, complesso immobiliare a Cadimare), mentre in un caso si arrivati ad avviare e coltivare, anche in sede giudiziaria, le procedure di escussione delle polizze fideiussorie (area La Lizza). Allesito dei controlli effettuati sono poi stati predisposti gli atti per lacquisizione di 10 aree per le quali il privato aveva assunto lobbligo della cessione al patrimonio del Comune, aree per lo pi relative alla realizzazione di strade e/o parcheggi pubblici. Peraltro, in occasione della stipula delle
56 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

nuove convenzioni, lacquisizione delle aree al patrimonio del Comune viene fatta immediatamente e contestualmente alla stipula della convenzione stessa. Ci impone al privato di effettuare subito il frazionamento dellarea, onde consentirne il trasferimento immediato, ma elimina i costi notarili del successivo trasferimento, oltre a evitare che a distanza di anni si debba procedere allacquisizione di aree ormai passate a diverse propriet e/o comunque non pi utili. Inoltre prosegue una importante verifica delle aree, in relazione al loro regime proprietario, nei PEEP, con particolare riferimento al PEEP Favaro, S. Venerio, Marola, Pitelli. Tale controllo ha permesso lacquisizione di alcune aree in propriet al Comune e/o il passaggio del regime proprietario in capo alloperatore da dritto di superficie a propriet piena dellarea previo pagamento del contributo dovuto per lo svincolo dagli obblighi convenzionali e la trasformazione del regime proprietario. In particolare: 1. PEEP di San Venerio: sono state avviate le procedure, in accordo con ARTE, finalizzate alla sistemazione delle rispettive propriet, anche a seguito della definitiva acquisizione al patrimonio comunale di aree erroneamente intestate ad ACAM. 2. PEEP di Marola: sono in corso di definizione le procedure finalizzate alla retrocessione di alcune aree agli originari espropriati e per la realizzazione di unarea verde attrezzata a fruizione del quartiere. 3. PEEP del Favaro: sono in corso di definizione le procedure necessarie alla definizione degli aspetti proprietari dellintervento delle due Torri, con il passaggio al Comune delle aree e dei locali realizzati da ARTE allinterno del complesso (bocciodromo e uffici comunali). 4. PEEP Pitelli: sono state definitivamente approvate le convenzioni necessarie a definire gli aspetti proprietari ancora rimasti insoluti con la Coop. Triestina. Si in attesa della definitiva sottoscrizione della convenzione.

Oltre a svolgere l'attivit ordinaria di controllo del territorio, con particolare riferimento alla realizzazione delle opere di urbanizzazione e sistemazioni esterne, sono state compiute alcune verifiche, richieste dai cittadini tramite esposti, in ordine alla corretta osservanza degli obblighi assunti dai costruttori e proprietari nei confronti del Comune, con particolare riferimento alluso delle aree a parcheggio pubblico e privato. L'ufficio, che partecipa a un progetto trasversale di sistemazione catastale delle aree di propriet comunale, ha concluso il progetto effettuando circa 35 pratiche catastali di aggiornamento. Tale aggiornamento stato effettuato mediante raffronto tra il data base catastale e leffettivo stato dei luoghi; ci ha consentito di sistemare e aggiornare, dal punto di vista catastale, lo stato dei beni comunali che tuttavia non risultavano correttamente intestati a catasto. Ci ha comportato la necessit di eseguire ricerche storiche su convenzioni, espropri ecc.. nonch la risoluzione di problematiche per effettuare
57 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

corrette intestazioni catastali quali tipi di frazionamento, DOCFA, volture e rilievi. Allo scopo stata predisposta specifica tavola nel Sistema Informativo Territoriale. Lattivit di frazionamento e rilievo dello stato dei luoghi stata eseguita con il supporto della nuova strumentazione topografica dotata di GPS in dotazione allUfficio, per lutilizzo della quale i tecnici effettuano periodici corsi di aggiornamento.

Per quanto riguarda l'attivit di controllo del territorio e la repressione dell'abusivismo, l'Ufficio ha svolto una costante attivit di monitoraggio del territorio in collaborazione con i Vigili Urbani, adottando gli opportuni provvedimenti sanzionatori. In collaborazione con Vigili Urbani e Vigili del Fuoco sono stati eseguiti interventi di urgenza volti ad accertare le situazioni di pericolo derivanti da distacchi di intonaco, lesioni a strutture edilizie, frane e smottamenti adottando, ove necessario, le ordinanze contingibili e urgenti necessarie a garantire la sicurezza per la incolumit pubblica. Interventi di rilevante complessit sono stati effettuati in Loc. Isola e Muggiano a seguito di eventi metereologici di particolare intensit che hanno prodotto danni alla pubblica viabilit e alla pubblica sicurezza; sono in corso di realizzazione gli interventi volti a consolidare i fronti franosi. Lazione volta allindividuazione di una serie di aree ed edifici in stato di abbandono, fonte di allarme sociale per il degrado urbano, la pericolosit dei siti e il possibile insediamento di attivit illecite, che ha visto impegnato personale dellUfficio Edilizia e Urbanistica, congiuntamente a personale di Polizia Municipale e dellUfficio Ambiente, ha dato buoni risultati. Sono state eliminate le criticit che riguardavano larea ex Fornaci di Via Fontevivo, Decomar in zona Marina del Canaletto e area ex SIO, adottando le necessarie misure di tutela atte ad impedire il facile accesso alle aree. Particolarmente impegnativo il controllo del territorio di Tramonti, i cui sopralluoghi sono effettuati in collaborazione con i tecnici del Parco delle 5 Terre, del Corpo Forestale dello Stato, ed in esito ai quali sono in corso alcune iniziative di carattere legale. Vengono di seguito riportati i dati relativi allattivit di controllo del territorio svolta nel periodo gennaio-luglio 2010:
n. agibilit rilasciate n. polizze fideiussorie svincolate n. polizze fideiussorie escusse n. ordinanze di demolizione su abusi accertati n. ordinanze ingiunzione di pagamento di sanzioni su abusi accertati n. ordinanze di ripristino per leliminazione di pericoli alla pubblica incolumit accertati n. concessioni in sanatoria rilasciate a seguito di accertamento di abuso
70 20 1 9 9 8 6

In attuazione del PQR, il Piano Quadriennale Regionale per il finanziamento degli interventi di edilizia residenziale pubblica, approvato lo scorso anno, in corso di elaborazione lindividuazione delle aree da destinare alledilizia residenziale pubblica. LAmministrazione ha, a tal fine, avuto alcuni
58 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

incontri sia con la Regione Liguria che con ARRED, lAgenzia Regionale di Recupero Edilizio, volti ad individuare le possibili soluzioni di modifica del Piano Urbanistico in grado di non alterarne le ipotesi di fattibilit e sostenibilit degli interventi ivi previsti. Peraltro lAmministrazione ha approvato due varianti al Piano Urbanistico Comunale volte a valorizzare due aree, una di propriet ACAM in Via Fontevivo e una in propriet ARTE in Via Foscolo, ove, tra laltro, stata prevista la realizzazione, rispettivamente, di una quota di edilizia residenziale pubblica e una quota di edilizia a canone moderato, proprio al fine del rispetto del regime di salvaguardia imposto dalla L.R. 38/2008 e dal PQR. Le due varianti sono entrate in vigore a giungo di questanno. In attuazione della legge regionale sulledilizia residenziale e in attuazione del riparto di risorse attuato con lapprovazione del PQR, il Comune della Spezia ha ottenuto lanno scorso il finanziamento del progetto di Agenzia Sociale per la Casa presentato ed elaborato in coordinamento con i Servizi Sociali, per un importo di circa 120 mila Euro. LAgenzia sociale per la casa consentir di fornire un servizio per incentivare lincontro della domanda e dellofferta di abitazioni in affitto per potenziali inquilini che hanno redditi troppo alti per accedere alledilizia residenziale pubblica, ma troppo bassi per sostenere gli attuali canoni di mercato. Nei primi mesi dellanno stata individuata la sede dellAgenzia presso un fondo di propriet ARTE sito in Via XXIV Maggio. Sono in fase di definizione gli accordi per la stipula del contratto di locazione e per lesecuzione dei lavori necessari allinsediamento dellAgenzia. Nel frattempo in corso di definizione lincarico che il Comune dar entro lanno alla Cooperativa che si occuper del progetto sperimentale di avvio dellattivit di intermediazione e che potr avvalersi del fondo di garanzia, gi costituito dal Comune della Spezia, cui si aggiunge il fondo di garanzia messo a disposizione dalla Regione Liguria tramite Filse, che consentir di garantire i proprietari degli alloggi contro l'eventuale morosit degli inquilini. Parallelamente verr affidato incarico per il completamento del censimento degli immobili sfitti, cos da avere, entro il prossimo anno, la banca dati degli immobili liberi che potr essere utilizzata dallAgenzia. Sempre in attuazione del PQR e del riparto di risorse dallo stesso indicato, la Regione Liguria ha emanato lo scorso anno il bando buoni casa, contributi a fondo perduto per lacquisto della prima casa da parte di giovani coppie, famiglie monoparentali o con pi di tre figli. Il Comune della Spezia che Comune capofila dellambito La Spezia-Magra ha ricevuto e istruito 90 domande, delle quali 69 sono state accolte e ammesse a finanziamento. Nei primi mesi dellanno sono stati liquidati parte dei contributi ed effettuati i controlli dei requisiti necessari allottenimento del finanziamento. A seguito dellintegrazione della documentazione verranno liquidati i contributi ancora giacenti ed effettuata la rendicontazione finale alla Regione Liguria. Il Comune della Spezia, in qualit di Comune capofila dellambito La Spezia-Magra, ha ottenuto nei primi mesi dellanno il finanziamento del Progetto Locale per la Casa presentato nellambito del bando regionale Social Housing II 2009-2010. Il progetto stato finanziato con circa tre milioni di Euro
59 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

che permetteranno di realizzare una serie di interventi che, per quanto riguarda il Comune della Spezia, consistono nel recupero di un edificio di propriet di ARTE in V.le S. Bartolomeo dove prevista la realizzazione di circa 7 alloggi di ERP e nella realizzazione di un nuovo edificio in area di propriet di ARTE in Via Foscolo, per la realizzazione di circa 15 alloggi di edilizia a canone moderato per il quale stata approvata specifica variante urbanistica. Sono inoltre previsti interventi di recupero primario, quali rifacimento di facciate e infissi di due edifici destinati ad ERP in Loc. S. Venerio e di rifacimento di tetto e facciata di un edificio di edilizia residenziale pubblica di propriet comunale in Via Venezia, prospiciente allex Liceo Pacinotti, il cui recupero gi previsto e finanziato nellambito del Programma Contratto di quartiere II. Questo ulteriore intervento nella zona consentir di riqualificare ulteriormente il quartiere. Il progetto complessivo prevede poi altri interventi di recupero in Comune di Ameglia e di recupero di una ex scuola in Comune di Santo Stefano Magra. Entro la fine dellanno dovr essere stipulato tra Comune capofila e Regione Liguria lAccordo di Programma Quadro Locale (AdPQL) che scandir i tempi e i modi di realizzazione degli interventi di cui al Programma Social Housing II. Prosegue inoltre lattivit di monitoraggio degli interventi inseriti nel programma Social Housing I bandito nel 2006. I lavori di completamento del PRU del Favaro, eseguiti congiuntamente da Comune e ARTE e finalizzati alla riqualificazione delle opere di urbanizzazione del quartiere, sono stati completati, ad eccezione dellultimo lotto di viabilit che collega la parte bassa alla parte alta del quartiere, il cui inizio dei lavori previsto per lautunno. Sono ripresi i lavori di recupero della ex scuola del Limone che verr adibita a centro per linclusione sociale, dopo gli inconvenienti legati al fallimento della ditta appaltatrice. Sono stati anche avviati i lavori di realizzazione di 12 nuovi alloggi ERP al Favaro ad opera di ARTE; lAzienda ha completato le opere di consolidamento del fronte con la realizzazione di una nuova berlinese e tiranti. Nei primi mesi dellanno stata liquidata la prima trance del 60% del contributo per il recupero della facciata di un grande condominio di V.le Amendola, i cui lavori sono stati finanziati nellambito del programma di attuazione del Progetto Colore. Entro la fine dellanno i lavori di ristrutturazione dovrebbero concludersi e gli uffici potranno cos effettuare listruttoria necessaria a rendicontare landamento dei lavori per lottenimento del contributo a saldo. Altri interventi di recupero delle facciate di edifici privati prospicienti C.so Cavour, P.zza Brin, Via Castelfidardo sono stati completati o in corso di completamento, grazie anche ai contributi di cui al Contratto di Quartiere II. Anche in questo caso stata liquidata una prima trance di contributi e unaltra stata richiesta alla Regione: si in attesa dellaccredito della quota richiesta.

Per quanto riguarda gli interventi inseriti nel Contratto di Quartiere II gli uffici continuano a monitorare lo stato di avanzamento dei lavori al fine di rendicontare alla Regione Liguria e al Ministero quanto necessario allottenimento dei finanziamenti concessi. Dopo lultimazione dei lavori di
60 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

rifacimento di Piazza Brin, sono stati avviati i lavori per il recupero della ex scuola Pontremoli, dove verranno collocate attivit e servizi legati allinfanzia; dal trasferimento della ludoteca, al trasferimento del Consultorio di Via di Monale. Per la riqualificazione delle strutture del Pacinotti, definita la permuta con la Provincia che ha definitivamente sancito il passaggio di propriet dellimmobile in capo al Comune, sono stati formalizzati gli atti di concessione del bene ad ARTE che in autunno dar inizio ai lavori di demolizione della struttura. Successivamente verranno avviati i lavori di ricostruzione dellimmobile dove verranno realizzati alloggi per giovani coppie e studenti, oltre che spazi commerciali e uffici comunali al piano terra. Con riferimento agli spazi previsti a piano terra si sta verificando con la Fondazione Universitaria la possibilit di un loro utilizzo alternativo a servizio degli studenti e/o dellUniversit. Il progetto di recupero dei piani terra e dei primi piani dei fabbricati prospicienti C.so Cavour e Via Castelfidardo di propriet comunale, attualmente in gestione ad ARTE, con lo scopo di realizzarvi degli ateliers e/o spazi commerciali, ha la finalit di rivitalizzare il quartiere e di creare una strada dei mestieri e delle attivit. Liniziale difficolt riscontrata nello sgombero degli appartamenti e soprattutto delle cantine, in gran parte risolto. Tutti gli appartamenti sono stati liberati, mentre per le cantine, dopo un attento studio dello stato di fatto delle assegnazioni e occupazioni, si riusciti a liberare quelle interessate dai lavori, proponendo agli occupanti permute e/o spostamenti in cantine risultate libere e adiacenti a quelle utilizzate. ARTE, soggetto attuatore dellintervento, ha presentato il progetto per il rilascio dei titoli abilitativi e per lespletamento delle gare: entro la fine dellanno dovrebbero iniziare i lavori. Conclusi i lavori di recupero e realizzazione degli ateliers, verranno riqualificate le rispettive facciate e gli spazi prospicienti la viabilit, quali marciapiedi, parcheggi, arredi urbani. Nel frattempo molte facciate di edifici privati sono state riqualificate o in corso di riqualificazione sempre grazie ai contributi resi disponibili dal finanziamento del Contratto di Quartiere II. Gli immobili di propriet comunale gestiti da ARTE e storicamente collocati nel Quartiere Umbertino sono stati nel frattempo riqualificati sia con risorse del Contratto di Quartiere che con risorse proprie di ARTE, ACAM e Comune. Sono stati effettuati interventi sugli immobili di abbattimento delle barriere architettoniche anche con inserimento di ascensori da parte di ARTE e bonificate le colonne del gas da parte di ACAM. Altri interventi di ACAM stanno riguardando il rifacimento delle reti fognarie poste nei cortili, cui seguir lintervento del Comune di rifacimento delle pavimentazioni e degli arredi urbani.

Quanto al tema dellabbattimento delle barriere architettoniche l'ufficio compie una rilevante attivit di promozione, istruttoria e rendicontazione alla Regione Liguria per lerogazione dei contributi in conto capitale destinati a interventi di abbattimento delle barriere architettoniche in edifici privati a destinazione residenziale. L'ufficio svolge inoltre una fondamentale attivit di supporto ai privati per
61 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

l'accesso ai mutui agevolati di cui al convenzionamento con la banca Carispe, curando l'istruttoria delle pratiche. In proposito il Comune si attivato per chiarire con la banca erogatrice dei prestiti alcune questioni legate ai tassi di interesse e ai relativi rimborsi da parte del Comune. Proseguono le iniziative comunali, coordinate dai LL.PP, relative all'abbattimento barriere architettoniche in edifici pubblici e di superamento delle barriere nelle scalinate. In proposito sono state avviate le procedure espropriative relative a una porzione di area necessaria per completare lulteriore tratto di ascensore pubblico di collegamento tra Via del Prione e Via XX Settembre, dopo che sono stati completati i lavori di salita al Castello (tratto Via XX Settembre Via 27 Marzo) e lascensore regolarmente in funzione.

Il progetto di riqualificazione delle periferie non stato ulteriormente sviluppato a causa della necessit di lavorare prioritariamente sugli interventi inseriti nel progetto POR-FESR del Levante. Il progetto del Levante viene costantemente monitorato e viene fornito supporto agli uffici tecnici dei LL.PP. nellulteriore sviluppo delle progettazioni definitive ed esecutive, con particolare riferimento al recupero del fabbricato in area ex ATC, nellarea ex Malco e nella realizzazione del campetto di calcio e altre opere di urbanizzazione prospicienti la scuola e la chiesa di Fossamastra. Per quanto riguarda invece il progetto POR-FESR centro stato predisposto alla fine dello scorso anno un bando di progettazione in due gradi per la riqualificazione architettonica e artistica di Piazza Verdi. Il concorso che particolarmente innovativo, in quanto prevede di coinvolgere fin dalla fase iniziale della progettazione la collaborazione tra un professionista tecnico, architetto/ingegnere e un artista visivo, si concluso nel mese di febbraio con laggiudicazione del concorso al progetto presentato dallArch. Vannetti in collaborazione con lartista francese Daniel Buren. Il progetto stato scelto da una giuria qualificata che ne ha apprezzato la sua completa integrazione fra il lavoro di artista e quello di architetto, fra i due metodi creativi, che era il presupposto fondamentale del concorso. Tutti i progetti presentati sono stati esposti pubblicamente al Camec e, presso la Sala Dante, stato presentato alla popolazione il progetto vincitore con lillustrazione dellarchitetto Vannetti e dellartista Buren. Nel mese di luglio stato formalizzato lincarico della progettazione definitiva ed esecutiva allArch. Vannetti, cos come consentito dal bando di gara. La progettazione dovrebbe essere completata entro la fine dellanno.

Per quanto riguarda la riqualificazione degli spazi pubblici e larredo urbano, prosegue la gestione del Piano del Paesaggio Urbano, sia per le implicazioni dirette che ha nel rilascio delle autorizzazioni paesaggistiche, sia nella gestione degli spazi verdi, per i quali c piena collaborazione con gli altri uffici (Ufficio Aree Verdi e Labter). Nei primi mesi dellanno si assistito ad un notevole incremento delle autorizzazioni di occupazione di suolo pubblico relativo ai dehors stabili e stagionali che assommano complessivamente a 350 unit. A partire da gennaio lufficio ha la responsabilit del
62 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

procedimento di rilascio delle autorizzazioni paesaggistiche previste dal D.Lgs. 42/2004, con un notevole incremento dellimpegno che ha condotto ad unefficiente collaborazione con la Soprintendenza e a un rapido espletamento delle procedure di competenza. A gennaio stata istituita la Commissione locale per il Paesaggio che esamina una media di 10 pratiche alla settimana che vengono preventivamente istruite dallUfficio. Sullo stato di attuazione del Piano va rilevato che lattuale situazione di crisi economica che sta attraversando il paese, si in qualche modo palesata anche a livello locale, rallentando la realizzazione di alcune operazioni immobiliari. Tuttavia alcuni interventi stanno procedendo nella loro realizzazione e/o iter istruttorio.

A) DISTETTO DELLA PIANTA - Area ex SIO - ex SIRECOME - ex ENEL - COMUNE Si tratta di una delle pi grandi aree da riconvertire ormai completamente dismessa. I privati stanno completando il progetto urbanistico, cui partecipa anche il Comune in qualit di proprietario. E prevista la realizzazione di un nuovo tessuto urbano a funzioni integrate, abitative, commerciali e terziarie, con una soluzione progettuale alternativa a quella della torre residenziale proposta inizialmente. Il quadro progettuale quindi definito; liniziativa resta ai privati, in questo difficile momento economico. Sembra tuttavia che i privati abbiano avviato importanti trattative con catene internazionali specializzate nel tempo libero interessate a insediarsi nellarea.

B) DISTRETTO DI FOSSAMASTRA - Area Cantieri del Golfo e Comune Sono in corso di definizione le trattative per rimuovere le attivit di stoccaggio container della Cantieri del Golfo dall'area di Fossamastra, area di propriet comunale e destinata dal PUC alla realizzazione di un distretto produttivo. In proposito la Societ Cantieri del Golfo ha recentemente presentato una

proposta progettuale di realizzazione di un edificio da destinare a servizio dellattivit che permetterebbe di liberare parte dellarea attualmente occupata. Resta impregiudicata la definizione dellaltra questione relativa alla realizzazione del terzo bacino portuale da destinare in parte alla Cantieri del Golfo a copertura delle aree da dismettere a Fossamastra.

C) EDIFICIO RESIDENZIALE E AUTORIMESSA PUBBLICA V.LE ITALIA/VIA NAEF Conclusi i lavori di recupero dellarea tra V.le italia e Via Naef acquistata dal Comune tramite gara pubblica dalla Cooperativa La Marina. Lintervento residenziale dove sono stati realizzati 58 alloggi, di cui 20 destinati ad affitto permanente, sono conclusi, cos come le opere di urbanizzazione realizzate a scomputo quali: autorimessa pubblica interrata con sovrastante sistemazione di piazza pubblica, realizzazione di area verde e parcheggio pubblico per circa 100 posti auto e nuova viabilit di

63 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

collegamento. Lautorimessa pubblica interrata stata consegnata al Comune ed stata aperta la viabilit di collegamento tra Via del Canaletto e Via Naef. Il parcheggio pubblico fruibile dal quartiere.

D) PARCO DELLA COLLINA DI PITELLI La caratterizzazione delle aree ancora in corso; una volta completata sar possibile procedere alla perimetrazione delle aree non inquinate e alla redazione del progetto di riqualificazione ambientale. Si sta valutando la possibilit di sviluppare un progetto complessivo di riqualificazione di tutta larea mediante la realizzazione di un grande impianto da golf. Nel frattempo stato realizzato e messo in funzione l'impianto di stoccaggio e CDR di Saliceti che entrato in funzione a regime.

E) AREE DEPOSITO ATC CANALETTO ATC ha ormai completato i lavori per la realizzazione della opere di urbanizzazione che consistono nella riqualificazione del torrente Rossano e nella realizzazione di viabilit in area ex ENI, area che stata nel frattempo acquisita alla propriet del Comune. Sono in fase di definizione le procedure di appalto per la realizzazione della sede del museo dei trasporti, prevista nel Piano Operativo complessivo dellarea, nella quale lAzienda ha intenzione di trasferire temporaneamente la vecchia sede, cos da permettere a breve di liberare larea e gli immobili di Via del Canaletto, destinati al recupero e ristrutturazione. Nei progetti POR-FESR infatti ricompreso il finanziamento, pari a un milione e mezzo di Euro, per la ristrutturazione del capannone principale situato nellarea ATC, che dovr avere prevalentemente scopi espositivi e ludico-ricreativo per i giovani. Per la rimanente parte del compendio ex ATC sono in corso trattative per lalienazione e ristrutturazione a scopi culturali e formativi, complementari quindi agli usi dellintervento comunale.

F) PARCHEGGIO INTERRATO PIAZZA EUROPA In alternativa alla realizzazione di un parcheggio pubblico in Piazza Beyreuth, la cui acquisizione dellarea di propriet dellINAIL non di facile e immediata soluzione, stata condivisa liniziativa della Camera di Commercio di realizzare un parcheggio pubblico interrato su unico livello in Piazza Europa. Per la realizzazione dellintervento stato elaborato e approvato in Consiglio Comunale un Accordo di Programma da stipularsi tra Comune e CC.I.AA. che prevede la realizzazione e gestione da parte della CC.I.AA. di un parcheggio pubblico a rotazione per circa 245 posti auto interrato su unico livello in Piazza Europa, dietro concessione dellarea da parte del Comune per la durata di 35 anni, tempo necessario a recuperare linvestimento per la realizzazione e gestione dellopera. Al termine della concessione larea e lautorimessa realizzata rientreranno nella disponibilit del Comune. Loperazione consentir di compensare e incrementare il numero dei posti auto che verranno soppressi in Piazza Verdi a seguito della realizzazione del progetto di riqualificazione e pedonalizzazione della Piazza. Nei
64 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

prossimi mesi verr sottoscritto lAccordo di Programma e approvato in sede di Conferenza dei Servizi il progetto definitivo dellintervento.

G) PORTICCIOLO MIRABELLO Il Porticciolo, che risulta completato per quanto riguardano le opere a mare, fruibile gi da questa primavera. I principali lavori a terra sono terminati e risulta aperto al pubblico e fruibile sia il parcheggio pubblico realizzato a raso e in copertura dellautorimessa privata, sia la piscina che il bar e il ristorante prospicienti. Alcune altre attivit apriranno nei prossimi mesi. Restano da completare i lavori della galleria commerciale e del centro benessere oltre che le rifiniture di altri spazi commerciali. La rotatoria prevista allentrata del Porticciolo stata realizzata in forma sperimentale; i lavori definitivi verranno completati entro lanno. Il progetto della passerella di collegamento tra il Porticciolo e la banchina Revel stato approvato ed entro lanno lAutorit Portuale dovrebbe appaltare i lavori per la sua realizzazione che consentir un collegamento pedonale di continuit con la Passeggiata Morin, garantendo una maggiore fruibilit del Porticciolo da parte della citt.

H) AREA EX IP Nei primissimi mesi dell'anno sono iniziati i lavori per la realizzazione del centro commerciale Le Terrazze nel del sub distretto 3 dellarea ex-IP. Parallelamente sono stati avviati i lavori per la realizzazione delle principali opere di urbanizzazione, quali strade di accesso, parcheggi e aree verdi, compresa la realizzazione delledificio di Via Antoniana dove verranno ricollocati gli abitanti delledificio previsto in demolizione per consentire la realizzazione della viabilit di accesso e discesa dalla Variante Aurelia. I lavori di ricostruzione delledificio sono in avanzata fase di realizzazione, cos come le opere di urbanizzazione sulla Via del Cappelletto, opere costantemente monitorate e organizzate dal Comune. Il Comune ha inoltre consentito la definizione degli accordi tra attuatore e ACAM, finalizzati alla realizzazione e allestendimento delle reti gas necessarie a servire il Centro Commerciale. La fine dei lavori del Centro Commerciale prevista per la fine del 2011. Con riferimento all'asse di penetrazione in area ex-IP del 2 lotto della Variante Aurelia, va peraltro rilevato che ANAS ha provveduto, su impulso del Comune, a riappaltare i lavori dello svincolo in area Ip e in Corso Nazionale e che pertanto i lavori inizieranno entro lanno. Nel frattempo prosegue liter per la presentazione e approvazione del progetto di bonifica relativo alle altre parti del Piano dArea.

I) DISTRETTO DI TRASFORMAZIONE VALDELLORA-STAZIONE PASSEGGERI La progettazione dell'intervento di riqualificazione dello ex scalo merci di Valdellora ha invece subito una fase di arresto dovuta al mutamento dei piani della Societ ACAM, proprietaria di una parte
65 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

dell'area e che nelle intenzioni iniziali doveva partecipare della progettazione complessiva della zona assieme a RFI. Le diverse esigenze di assetto patrimoniale della Societ hanno di fatto portato a

riconsiderare l'opportunit di proseguire in una progettazione complessiva dell'intervento; le trattative sono ora in corso solo per la parte di propriet RFI.

L) AREE ENEL Proseguono gli incontri con i vertici di Enel finalizzati alla definizione degli aspetti convenzionali relativi alle compensazioni dovute da Enel alla citt che prevedono, tra laltro, il trasferimento di aree da destinare allinsediamento di attivit produttive. Sono previsti anche incontri con Provincia e Regione per affrontare il tema del rinnovo dellAutorizzazione Integrale Ambientale (AIA).

M) NUOVO OSPEDALE La societ incaricata dalla Regione Liguria per la gestione delle procedure amministrative di appalto della progettazione e dei lavori di realizzazione del nuovo Ospedale del Felettino ha indetto e concluso la gara per laffidamento della progettazione. Tuttavia laggiudicazione definitiva dellincarico di progettazione sospesa a causa della pendenza di un ricorso al TAR Liguria promosso dalla seconda Ditta aggiudicataria. Il contenzioso dovrebbe concludersi nel mese di ottobre. Nel frattempo aperto il tavolo tecnico congiunto tra Comune Regione ASL che dovr seguire le ulteriori fasi delloperazione, quali le procedure espropriative per la realizzazione dellOspedale del Felettino e la valorizzazione della sede dellOspedale S. Andrea, per la quale il Comune dovr procedere allelaborazione di apposita variante urbanistica da approvare in sede di Accordo di Programma.

Per quanto riguarda la riqualificazione della linea di costa e i rapporti Comune/Autorit Portuale, va rilevato che con riferimento al Piano regolatore Portuale, lAutorit Portuale ha incaricato un professionista per riscrivere le norme di attuazione e la cartografia del Piano sulla base delle prescrizioni date dalla Regione Liguria in sede di approvazione del Piano stesso. Il Comune inoltre svolge attivit di monitoraggio costante sullo stato di avanzamento del PRP e dei progetti di attuazione dello stesso che sono: A) MUGGIANO. Sono in corso trattative con Fincantieri per ottenere l'area compresa tra il cantiere e Molo Rossetti, attualmente in concessione al cantiere steso. Il Comune intende utilizzare l'area al fine di creare un collegamento con la diga foranea, sulla quale previsto un progetto di riutilizzo a scopo turistico-balneare. In collaborazione con Autorit Portuale dovr essere poi redatto un progetto di ripascimento e attracco barche. Le ultime trattative hanno fatto si che la Direzione del Cantiere si dichiarasse disponibile anche alla realizzazione di un parcheggio.

66 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

B) RUFFINO. Sono iniziati nel mese di luglio i lavori per la demolizione e ricostruzione di un fabbricato polivalente con relativo recupero dello spazio a mare con rimessaggio barche del quartiere. La realizzazione del progetto, affidata al cantiere Becconcini attraverso una procedura di scomputo oneri di urbanizzazione dovuti in relazione alla realizzazione di capannoni nelladiacente cantiere, consentir di restituire un affaccio al mare al quartiere di Ruffino e di dotarlo di uno spazio e luogo di aggregazione che verr condiviso nellutilizzo, dalla Circoscrizione, dalla Capitaneria di Porto e dallIstituto Nautico. Per lavvio dei lavori stato necessario stipulare apposita polizza fideiussoria in favore del Demanio dello Stato a garanzia della demolizione del fabbricato di propriet e dellesecuzione del nuovo centro polivalente.

C) MOLO ITALIA REVEL. La questione della dismissione della Banchina Revel entrata nel recente protocollo di Intesa Ministero Difesa-Min. Finanze-Comune della Spezia. I prossimi incontri del Tavolo tecnico, gi programmati, stabiliranno le modalit di dismissione o di co-uso. Nel frattempo alla radice del molo Revel il consorzio dei pescatori ha ristrutturato un immobile in pessime condizioni e lo ha destinato a pescheria e ristorazione, ricavando nel contempo una serie di servizi igienici pubblici di cui la zona, peraltro frequentata anche dai turisti che si imbarcano per le Cinque terre e le isole, era sprovvista.

D) CADIMARE. Nel Protocollo Min. Difesa-Min. Finanze-Comune della Spezia stata inserita quale area dimettibile e da valorizzare il compendio dellaeronautica Militare. Il tavolo tecnico stabilir i principi e le modalit di tale valorizzazione; nel frattempo il Comune in accordo con gli altri Enti sta valutando il possibile utilizzo del compendio. Per avviare una progettazione complessiva di valorizzazione del Borgo di Cadimare comunque necessario aspettare i risultati della trattativa in corso tra il Comune e la Marina Militare. Questa trattativa apre la possibilit di avviare una progettazione unica anche per ladiacente Campo in Ferro, per estendersi, nella migliore delle ipotesi fino a Marola e le vasche di S.Vito.

E) PASSEGGIATA MORIN. Il tentativo di rivitalizzare, quanto meno durante la stagione estiva, la Passeggiata Morin stato in parte sperimentato questanno. Nei mesi estivi sono infatti state autorizzate due strutture che sono state gestite dal Consorzio Panificatori e dal Consorzio dei Miticoltori per promuovere i prodotti locali tipici.

F) MARINA DI LEVANTE - FASCIA DI RISPETTO. LAutorit Portuale procede nellelaborazione del progetto per le parti mancanti della fascia di rispetto portuale e della nuova marina di Fossamastra che, peraltro, comporta la necessit di demolire i silos ex Enel.
67 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

stata avanzata alla Marina Militare, in sede del primo tavolo tecnico Comune-Difesa, la proposta di poter utilizzare Molo Pagliari anche prima della realizzazione dello stesso Molo presso Mariperman. Questa soluzione ipotizza unaccoglienza transitoria della navi, oggi destinate al Molo Pagliari, dentro la base militare. Aperta questa possibilit si pu gi pensare alle procedure che dovranno essere attivate per collocare nellarea le attivit, e le relative concessioni, previste del Piano Regolatore portuale. Autorit Portuale ha nel frattempo realizzato le due rampe in Loc. Melara mancanti al completamento dello svincolo.

G) REALIZZAZIONE FASCIO BINARI S. STEFANO-PORTO PER SOSTITUZIONE SPEZIA MARITTIMA. L'Autorit Portuale ha progettato due binari della lunghezza di 650 m. a provvisoria sostituzione della stazione Spezia Marittima. Peraltro gi disponibile la progettazione preliminare relativa alla sostituzione definitiva che si estende da S. Stefano Magra.

H) REALIZZAZIONE MOLO DIFFUSORE ENEL E NUOVO SPORGENTE DI LEVANTE. L'Autorit Portuale ha individuato una soluzione condivisibile per la realizzazione del terzo bacino portuale dove verr collocata, in parte, l'attivit della Cantieri del Golfo che, dismettendo le aree attualmente in concessione, consentir la realizzazione del Distertto Fossamastra. La rimanente parte del terzo bacino sar destinata a una nuova concessione da individuare a bando.

I) DIGA FORANEA. Nel mese di luglio stato approvato il Decreto che stabilisce la balneabilit nellarea della Diga foranea: un importante decisione che formalizza una situazione di fatto gi esistente ma che attendeva una definitiva regolarizzazione. Peraltro la balneabilit della Diga faciliter la realizzazione dei due progetti di riqualificazione delle strutture poste agli estremi della diga, gi approvati in sede di Conferenza dei Servizi promossa dallAutorit Portuale. LAutorit Portuale ha rilasciato la concessione per lesecuzione dei lavori nella parte di ponente della diga dove verr realizzata una struttura da destinare al ristoro, mentre la pendenza di un ricorso avverso il progetto della parte di Levante sta rallentando il rilascio della relativa concessione demaniale.

L) WATERFRONT. A seguito dellincarico attribuito dallAutorit Portuale allArch. Llavador di approfondire il masterplan del Waterfront e di scrivere la normativa urbanistica di attuazione dello stesso, nel mese di luglio il Comitato Portuale ha approvato il masterplan e le norme urbanistiche. Tuttavia lincertezza in ordine alle modalit procedurali di approvazione del masterplan e delle norme, le questioni di ordine ambientale e attuative dellintervento, richiedono un maggior approfondimento da effettuare congiuntamente tra Autorit Portuale, Comune e Regione Liguria. Nei prossimi mesi questo

68 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

confronto sar oggetto dellelaborazione di un apposito Accordo di Programma che consentir di definire i rispettivi ambiti di competenza e le successive modalit di attuazione degli interventi.

A sette anni dallentrata in vigore del Piano Regolatore, anche per effetto del sovrapporsi di nuove normative, lAmministrazione ha dato mandato agli uffici di effettuare una revisione complessiva del Piano, sia per incentivare la realizzazione degli interventi di riqualificazione non attuati per difficolt di vario contenuto, sia per introdurre ulteriori elementi di salvaguardia delle colline e delle aree agricole. Gli uffici hanno pertanto elaborato un insieme di indagini propedeutiche alla redazione della revisione del Piano. I tematismi elaborati riguardano una dettagliata descrizione dei processi evolutivi del territorio, articolata nelle fasi cronologiche pi significative (1975, 1996, 2006) sia per quanto attiene levoluzione del sistema insediativo che quello delluso e dellassetto del suolo. Sono state sviluppate indagini di carattere statistico mirate ad individuare le tipologie dimensionali obiettivo delledilizia collinare e a individuare le dimensioni pi ricorrenti dei lotti di pertinenza delledificato. Entrambe le informazioni costituiscono la base conoscitiva a supporto della nuova norma. Sono in fase di ultimazione i rilievi sul campo che hanno visto lufficio impegnato in una dettagliata ricognizione sulledilizia e sui percorsi del sistema collinare al fine di individuare gli elementi di disciplina, di tutela e di sviluppo oggetto della revisione.

Con riferimento agli altri progetti di pianificazione in corso di elaborazione vanno segnalati: A) PROGETTO TRAMONTI. Terminata la fase di indagine, la fase di elaborazione tecnica del Piano verr completata entro lanno. Nel 2011 saranno avviate le procedure di adozione finale per lapprovazione del progetto. Nel frattempo sono stati sviluppati due incontri con gli enti e gli abitanti per la costituzione di un gruppo di lavoro che, in forma partecipata e condivisa, con la supervisione del Comune, conduca allapprovazione del Piano. Anche la seconda proposta progettuale per linserimento nel finanziamento LIFE+ non ha superato il vaglio dellUnione Europea, in quanto la proposta non rispettava i requisiti di finanzi abilit.

B) PROGETTO SENTIERI. Il progetto Alta Via del Golfo (AVG) si sta avviando alla sua fase esecutiva che trover attuazione non appena sciolte le riserve da parte del Ministero sul destino delle risorse FAS assegnate al progetto (settembre 2010). Prosegue lattivit di tutela e monitoraggio degli interventi pubblici e privati che interferiscono con la rete dei sentieri, come ad esempio nel caso della cava Monte Santa Croce e nei numerosi interventi privati che riguardano nuova costruzione e ristrutturazione edilizia in zona agricola. E al vaglio degli uffici una proposta formulata con la supervisione del CAI relativa a una palestra di roccia lungo la Via Vecchia di Biassa, in attuazione del progetto gi elaborato dal Comune.
69 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

C) URBAN CENTER Prosegue lattivit comunicativa e di organizzazione eventi legati alla cultura cittadina che specifica dellurban center. Sono stati realizzati nuovi documenti di supporto alla comunicazione relativa ai principali progetti di trasformazione urbana, come il progetto di recupero del Waterfront e il progetto di riqualificazione architettonica e artistica di Piazza Verdi.

Per quanto riguarda il potenziamento dellinfrastrutturazione viaria va rilevato che lo stato di avanzamento dei vari lotti della Variante Aurelia il seguente: A) Variante Aurelia Lotti 1-2 completamento Le opere di completamento del lotto 2 sono state riappaltate da ANAS nei tratti degli svincoli di penetrazione allarea IP e Via Carducci, dopo la rescissione del contratto con la ditta Mambrini. I lavori avranno inizio entro lanno. I lavori sul tratto del Felettino sono in corso di completamento a seguito di nuovo affidamento di appalto alla Ditta GE.CO. La conclusione dei lavori prevista entro lanno. B) Variante Aurelia lotto 3 Il progetto definitivo dal Felettino allAutostrada stato approvato dal CIPE e sono previste anche nel DPEF infrastrutture circa 254 milioni per il finanziamento dellopera, ad eccezione della rotatoria del cimitero. Lopera stata appaltata con la procedura di appalto integrato dallANAS. Sono state avviate le procedure di avviso ad opponendum da parte di Anas e, in parallelo, il Comune si sta adoperando per informare i cittadini interessati dallopera e le circoscrizioni attraverso incontri ripetuti. Sono state attivate le procedure della L.R. sui PRIS, che comporta fondi fino a 40000 Euro per indennizzi oltre a quelli di esproprio (affittuari,traslocati,etc.) C) Variante Aurelia lotto 4 Il progetto preliminare (da San Benedetto ad autostrada loc. Beverino) stato approvato dal CIPE nel 2004. Occorre stabilire con i comuni di Ricc del Golfo e Beverino il progetto definitivo. In parallelo occorre verificare con SALT che lo snodo autostradale in loc. Cavanella di Beverino continui ad essere nei programmi dinvestimento dellazienda.

D) Parcheggi Parcheggio della Stazione: sono completati i lavori di scavo e di costruzione della struttura. Si prevede il completamento dellopera entro lanno. Pinetina: nel mese di luglio stata stipulata la convenzione urbanistica propedeutica al rilascio del permesso di costruire. Successivamente la societ appositamente costituita per la realizzazione dellopera dovr provvedere alla validazione del progetto e alla indizione della gara per la realizzazione dellintervento.

70 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

Piazza Europa: in corso di formalizzazione lAccordo di Programma per la realizzazione da parte della Camera di Commercio di unautorimessa pubblica interrata su unico livello. Parcheggio Via Costantini Europarking: proseguono i lavori di realizzazione del parcheggio multipiano dove verranno realizzati box privati e un piano di parcheggi pubblici a rotazione. Si sta valutando lopportunit di ottenere anzich i parcheggi a rotazione, un piano di uffici di propriet comunale. Parcheggio V.le Italia-Via Naef: stata consegnata al Comune lautorimessa pubblica sottostante la piazza su cui affaccia lintervento residenziale realizzato dalla Cooperativa La Marina. Si ipotizza una gestione da parte di MP. E peraltro gi fruibile al pubblico lampio parcheggio creato a raso dellintervento.
ATTIVITA PRODUTTIVE COMMERCIO

Il progetto ordinario gestione delle attivit economiche riguarda fondamentalmente la gestione quotidiana del servizio e, pertanto anche nei primi mesi del 2010 si sono applicate norme e regolamenti che disciplinano le attivit economiche; lapplicazione di tali norme richiede una conoscenza specifica, una attenzione particolare nella loro gestione. La Regione negli ultimi anni ha inoltre attuato modifiche normative: la Legge inerente i noleggi con conducente-taxi, il Testo Unico sul Commercio, le linee urbanistico commerciali in sede fissa, i Pubblici esercizi, le Leggi in materia di Attivit Alberghiere ed Extralberghiere. Ormai completata quindi la parte relativa ai regolamenti relativi ai Pubblici Esercici, al Commercio stabile, allambulantato, al regolamento dei noleggi con conducente e taxi si provveduto a darne completa applicazione. Di particolare rilievo per lapplicazione di questi lavori stata, e continua ad essere, la funzione del servizio in sede ANCI e i primi mesi del 2010 hanno visto pi incontri con lAssessorato regionale al commercio e i dirigenti competenti delle altre Provincie per lapplicazione delle nuove normative. Notevole impegno stato inoltre richiesto per lapplicazione delle normative di carattere igienico sanitario che, recepite dalla Regione Liguria, hanno incontrato nella loro applicazione notevolissime difficolt. Alcune variazione relative alla normativa e alla applicazione si sono verificate anche nei primi mesi del 2010 e nuove regole europee sono allo studio. Sono proseguiti i rapporti con la ASL che continuano a richiedere numerosi incontri

chiarificatori non solo per la parte riguardante gli alimenti ma anche per ligiene pubblica date le nuove disposizioni in materia di attivit alberghiera ed extra alberghiera. Si anche iniziato a lavorare per la nuova stesura del regolamento di igiene. Nellambito della gestione dei mercati si rileva che, per quanto riguarda il mercato di viale Garibaldi, stato presentato ed approvato dalla Giunta municipale un progetto che vedeva la

ricollocazione dei banchi fissi in zone pi idonee e la loro sostituzione con strutture ancorate al suolo. Gli operatori interessati al trasferimento si sono mossi presentando il progetto delle nuove strutture che sono state approvate in commissione edilizia nei primi mesi del 2010. Partendo da queste
71 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

ricollocazioni, si punta al raggiungimento del progetto pi vasto di ricollocazione dellintero mercato di Viale Garibaldi con spostamento dei banchi ubicati sui triangoli di visibilit e di quelli che

rappresentano un particolare ostacolo per laccesso ai portoni od ad altre attivit economiche; accordi sono stati raggiunti oltre che con le Associazioni di Categoria, anche con i servizi interni interessati, in particolare la Mobilit ed il Corpo di Polizia Municipale, ma in particolare, gi stato raggiunto un accordo per la futura ricollocazione con i diretti interessati. Si sono inoltre svolti vari incontri nel primi semestre del 2010 per lo spostamento del mercato settimanale di Via Prosperi e il progetto per la nuova collocazione nellarea indicata di Viale Italia ex piscina gi stato presentato alle organizzazioni di categoria. Per ci che riguarda il mercato giornaliero di Piazza Cavour, il progetto per un definitivo e pi idoneo lay out stato realizzato dallUfficio e la prima parte di esso stato approvato dalla Consulta della Piazza a giugno, sono stati completati alcuni lavori che i Lavori Pubblici hanno dovuto eseguire relativi alla pavimentazione al fine di poter provvedere alla realizzazione di quanto approvato. I lavori si sono svolti in due fasi distinte nelle zone centrali lato Bingo e lato Arsenale e sono stati completati in primavera inoltrata. Per ci che concerne la movimentazione dei mezzi, ad oggi tutti gli operatori di Piazza Cavour lasciano la piazza nelle ore pomeridiane e collocano le loro strutture per la maggior parte nelle aree messe a disposizione dal Comune. La collocazione degli scarrabili di alimentaristi ed ittici continua a richiedere particolari energie e contatti continui con gli interessati oltre che una presenza pressoch costante nelle varie fasi della movimentazione. E stata sostituita la ditta che effettuata lo spostamento degli scarrabili ed stato disdetto il contratto di affitto di Via della Canonica riuscendo a razionalizzare gli spazi dei fondi a disposizione. Di particolare rilievo per la gestione della piazza, relativamente agli utenti e agli operatori, risultata lapertura del diurno per la gestione del quale stata stipulata una apposita convenzione con la cooperativa sociale C.I.S. che stata riconfermata dopo una serie di contatti con la Regione e la stessa Cooperativa stessa nel mese di gennaio 2010. Anche nei primi mesi del 2010 si provveduto ad organizzare, direttamente come Ufficio e nellambito del Comitato Eventi, manifestazioni e mercati che hanno riscosso notevole successo.

Assessorati ed assessori di Riferimento: Pianificazione Territoriale, Grandi Infrastrutture, Edilizia MAURIZIO SAVONCELLI Attivit Produttive, Turismo, Marketing Urbano AVENA SALVATORE Nuove Tecnologie ALESSANDRO POLLIO

72 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

Area III
Corpo di Polizia Municipale
Revisione assetto organizzativo del Corpo di P.M. e gestione procedure e servizi. Lavvenuta attuazione della partnership con SPEZIARISORSE S.p.A. per laffidamento alla stessa della gestione delle procedure contravvenzionali dallAprile del corrente anno, ha avviato processi organizzativi interni in corso di consolidamento e consentito lattuazione di nuovi servizi in conformit a richieste della C.A. che di seguito si esplicano: affiancamento di unit amministrativa nel 1 turno dei giorni feriali al servizio di Centrale Operativa per mantenere lo standard di front-office telefonico e migliorare i rapporti con lutenza. Essendo il servizio telefonico soggetto a registrazione stato possibile accertare incremento del volume di risposta telefonica, quando lunit ha rinforzato il servizio, pari al 20%. Attivazione da Giugno c.a. di servizio di presidio del Palazzo Civico anche a tutela del Sindaco, dalle 9.30 alle 13.00, continuativo da luned a venerdi e sospeso ad agosto per carenza di personale. Sinergia operativa fra servizio di notifica atti e servizio informativo sul territorio, incrementato negli atti da evadere causa maggiori richieste di accertamenti per stranieri, con apporto di unit di vigilanza recuperata dai Servizi Interni onde disimpegnare maggiormente i vigili di quartiere per controlli sul territorio in particolare in modo coordinato al nuovo servizio degli ausiliari ambientali di ACAM Ambiente per conseguente verifica sul rispetto delle prescrizioni normative e regolamentari in tema di conferimento dei rifiuti e igiene urbana. Avvio delle procedure in particolare in modo coordinato al nuovo servizio degli ausiliari ambientali di Acam Ambiente per congiunte verifiche sul rispetto delle prescrizioni normative e regolamentari in tema di conferimento dei rifiuti e igiene urbana d) avvio delle procedure di auditing qualificato per idoneo monitoraggio dellandamento del servizio esternalizzato di gestione delle procedure contravvenzionali definendo ad es. con esatta e documentabile motivazione gli oneri a carico dei trasgressori anche a parziale compensazione delle spese a carico dell Ente. Coordinamento sul territorio dei servizi di controllo della sosta da parte di agenti di P.M. e ausiliari di P.M. al fine di assicurare una strategia di controllo globale delle diverse regolamentazioni della sosta (a tariffa, carico-scarico merci, sosta riservata a invalidi residenti etc.

73 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

Monitoraggio periodico dellandamento della riscossione coattiva dei proventi contravvenzionali e determinante contributo alla definizione di manuale operativo della riscossione.

Servizi di Sicurezza Urbana. Sono stati accentuati i controlli sulle aree in stato di abbandono in coerenza con lordinanza sindacale n. 5/2010. Il Corpo di P.M. nellambito del progetto ha coordinato staff intersettoriale che ha predisposto latto mirante a far si che le aree in palese stato di abbandono siano comunque delimitate o vigilate per impedire occupazioni abusive. Detto fenomeno a seguito dellordinanza e dei relativi controlli non si pi presentato, in 6 casi i proprietari delle aree hanno ottemperato e messo in sicurezza larea, in 2 casi stata contestata la violazione allordinanza, notificato il verbale di contestazione e promossa lesecuzione in danno! Lautorit di P.S. ritiene la situazione decisamente migliorata e lattivit comunale efficace. Garantito nellambito progettuale il trend previsto di servizi di controllo con postazione mobile a fini di prevenzione in tema di sicurezza urbana nel quartiere umbertino estesi anche al quartiere del Canaletto ove erano segnalati fenomeni criminosi e incivili. Assicurato standard dei servizi serali coordinati con le Forze di Polizia per il controllo sul rispetto dellordinanza sindacale limitativa del consumo di verande alcoliche allesterno nel quartiere umbertino. Accentuati servizi inter-forze con PS e Arma CC per reprimere labusivismo commerciale nel centro storico e sul lungomare. Incrementato conseguentemente il numero di sequestri abusivi di merce contraffatta o comunque posta in abusiva vendita. Si contribuito infine

allelaborazione di codici comportamentali per i nomadi abitualmente soggiornanti in area di sosta temporanea ai Boschetti. Intensificati conseguentemente i controlli sullosservanza di tali regole e per contribuire allespletamento di interventi tecnici di risanamento del sito.

I servizi operativi di tutela del territorio attivati hanno riguardato in particolare i servizi territoriali per il controllo sullidoneo conferimento di rifiuti a tutela del decoro urbano. Tale attivit si articolata su alcuni step a) contributo professionale del responsabile del progetto alla definizione di disciplina sulle modalit di conferimento dei rifiuti nel territorio urbano b) definizione delle procedure per lattivazione del servizio degli ausiliari ambientali di Acam Ambiente con approvazione di protocollo dintesa con

tale Societ c) idonea formazione degli ausiliari ambientali e dei vigili di quartiere per opportuno controllo sul rispetto delle regole d) attivazione di servizi territoriali congiunti di controllo. Il numero delle violazioni accertate in materia gi oggi superiore a quello complessivo dello scorso anno. Garantito il trend di controlli su fenomeni di abusivismo edilizio o connesso a illecite occupazioni di suolo pubblico nonch lo standard qualitativo e quantitativo in tema di indagini delegate in materia dallA.G. Assicurata infine idoneamente la divulgazione di note interpretative su novit legislative statali e regionali in tema di edilizia e relative procedure autorizzatorie.

74 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

Il coordinamento servizi operativi e interni stato positivamente perseguito essenzialmente su una direttrice prioritaria ovverosia lesigenza del massimo coordinamento operativo fra i Reparti in una condizione di deficit organico sensibile a fronte di domanda di servizi da parte della C.A. e della popolazione in ulteriore fase di incremento. Posta tale premessa gli obiettivi specifici conseguiti sono i seguenti a) razionalizzazione e adeguamento logistico della Caserma con avvenuta creazione di sito protetto per temporaneo accoglimento di persone in stato di fermo per identificazione o arresto e nuova sede dellURP interno atta a valorizzare la potenzialit ricettiva dellufficio apprezzato dallutenza b) coordinamento dei servizi operativi con maggiore integrazione fra i servizi territoriali dei vigili di quartiere e degli ausiliari ambientali, fra i servizi di controllo viabilistico della sosta e quelli posto in essere dagli ausiliari di P.M. e fra i Reparti con apporto sinergico di Sezione di Polizia Giudiziaria e Report Operativo per il controllo del territorio a scopo preventivo in aree a rischio sotto il profilo criminoso c) programmazione e gestione di servizi di rilevante entit legati a particolari eventi (Fiera Patronale, competizioni ciclistiche con congruo numero di partecipanti cerimonie ufficiali etc. d) valorizzazione delle potenzialit dei servizi serali e festivi per lespletamento di controlli su segnalazioni e esposti rivelatisi incisivi nel contrastare comportamenti non coincidenti con esigenze di civile convivenza. E assicurato adeguato standard di rilevazione del fenomeno dei veicoli in stato di abbandono sul territorio con conseguente segnalazione al Servizio che cura rimozione e smaltimento.

Servizio di sicurezza stradale. Lo sviluppo di politiche coordinate di sicurezza stradale ha trovato da inizio anno opportuno riferimento nel neo-costituito Osservatorio per la Sicurezza Stradale presso la locale Prefettura. A tale organismo il responsabile del progetto ha fornito un contributo apprezzato e costante. Primo frutto di tale positivo coordinamento stata la definizione del protocollo operativo con la A.S.L. Per l'espletamento dei rilievi sanitari nei confronti di persone indiziate di condurre veicoli in stato di alterazione per l'assunzione di sostanze strupefacenti. Ci nell'ottica di un peculiare impegno teso a contrastare anche a livello operativo tale comportamento, di particolare rischiosit insieme a quello della guida sotto l'influenza di sostanze alcooliche con relativi controlli stradali espletati anche dal Corpo di P.M.. Di particolare rilevanza nella prima fase di attuazione progettuale l'attivit di contrasto al fenomeno della guida di veicoli a motore privi della copertura assicurativa in costante espansione e necessitante di idonea attivit repressiva espletata grazie al coordinato contributo degli ausiliari di P.M.. A seguito di stage formativo stata altres avviata azione di controllo sul trasporto pesante xxxxxxxxxx, con condizione di rischio e conseguente allarme sociale nella popolazione, nei quartieri del Termo e Fossamastra adottando, in caso di accertate violazioni, le relative sanzioni a seguito di controlli articolati e complessi. E' infine in corso di attivazione prima fase di controlli sul rispetto di disposizioni regolamentari comunali prevedenti la fruizione a ore di stalli di sosta riservati a invalidi, per agevolarne la rotazione.
75 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

LInnovazione tecnologica e procedurale si presentato sin dall'inizio quale obiettivo di notevole complessit afferendo reingegnerizzazioni delle procedure informatiche di gestione delle

contravvenzioni nel contesto della loro esternalizzazione a Speziarisorse S.pA.. Nel mese di Marzo, a seguito di articolata istruttoria esperita dal Comando per oltre un anno, stata definita e siglata la convenzione con la Societ dando avvio alla fase attuativa di chiusura del preesistente sistema informativo gestionale con il passaggio al nuovo in dotazione a Speziarisorse. La migrazione dati, operazione complessa e a elevato rischio sotto il profilo della perdita dati e relativo danno finanziario per l'Ente, stata perseguita ottimamente. E' in attuazione fase di costante monitoraggio delle nuove procedure onde rettificarle e adeguarle, d'intesa con la Societ, alle esigenze operative normali, contestualmente, una fase di riorganizzazione della struttura interna affinch, liberata dalla massa critica della registrazione e gestione procedure, si indirizzi prioritariamente all'auditing delle procedure di riscossione coattiva per incrementarne le potenzialit e al front office anche telefonico. Si sono attivate procedure informatiche idonee alla registrazione di informazioni relative a denunce penali di persone nella banca dati del Ministero dell'Interno e si sono elaborati gli occorrenti atti propedeutici alla

gestione, in comodato d'uso, di sistema di videosorveglianza della Piazza del Mercato, a fini di sicurezza urbana e di prevenzione da fenomeni criminosi (borseggi, scippi, ecc.).

Servizi operativi di Polizia Locale sul territorio. L'obiettivo stato perseguito proiettando decisamente un Corpo parzialmente ristruttura nell'organizzazione interna, su standard operativi connessi a servizi territoriali. In particolare, su direttiva della C.A., nella prima fase attuativa del progetto, sono stati privilegiati i seguenti servizi: a) controllo del territorio in aree a rischio al fine di prevenire fenomeni criminosi b) sempre in un'ottica di azione di sicurezza integrata si garantito lo standard di rilevamento di servizi stradali onde disimpegnare le forze di Polizia dello Stato per attivit repressive di crimini;

pattugliamenti, anche in borghese, per reprimere comportamenti difformi da norme regolamentari a tutela del decoro urbano (affissioni abusive, inidoneo conferimento di rifiuti, inidonea detenzione di animali e conduzione di cani in aree pubbliche, somministrazione di cibo a volatili, ecc.) c) implementazione ulteriore di presidi viabilistici e di sicurezza davanti alle scuole con il contributo dell'apprezzato servizio di nonni civici, coordinato dal Comando. Tali processi operativi hanno avuto il supporto di propedeutica attivit formativa e di aggiornamento professionale sulle varie tematiche poi oggetto di controllo.

Indagine su grado di soddisfazione utenza U.R.P. Interno. Sono state confermate tipologia e modalit d'indagine cos come la sede (sportello di front-office U.R.P. c/o Comando di P.M.). Tempistica
76 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

prolungata di altri novanta giorni per acquisire ulteriori schede di valutazione del servizio onde valorizzare gli esiti del piano di Customer.

Elaborazione note interpretative e approfondimenti su novit legislative e giurisprudenziali e relativi indirizzi operativi. Cogliendo l'opportunit offerta dall'esternalizzazione delle procedure gestionali delle contravvenzioni elaborazioni interpretative e relativi benefici formativi hanno in particolare riguardato la redazione degli atti contravvenzionali, la gestione del contenzioso per alcune tipologie di ricorsi, l'inquadramento di particolari tipologie di sosta e gli atti da adottarsi in caso di violazioni, l'approntamento di atti di P.G. Riguardanti minori autori di reato. L'obiettivo in fase di conseguimento avendo tale attivit consentito al momento il mantenimento di standards qualitativi soddisfacenti nell'attivit del personale di P.M..

Riorganizzazione servizi in materia contravvenzionale. Definito un piano in parte gi attuato e in parte realizzabile entro il termine dell'esercizio finanziario che riduce il numero di personale assegnato all'Uff. Contravvenzioni in coincidenza con l'esternalizzazione delle procedure contravvenzionali, assegnandolo a progetti migliorativi di front-office e del servizio territoriale di quartiere. Parte saliente nel conseguimento dell'obiettivo stata la definizione di atto deliberativo che esattamente e analiticamente determina gli oneri a carico dei trasgressori, in relazione a verbale di contestazione per violazioni al C.d.S. Ponendo le condizioni per parziale reintegro spese del servizio esternalizzato.

Presidio del territorio a rischio sotto il profilo criminoso a scopo preventivo

di sicurezza urbana. Sono

state poste in essere azioni idonee alla visibilit di servizio di prevenzione e prossimit sul territorio a fini di sicurezza urbana. La gamma di servizi territoriali ha riguardato la fascia oraria giornaliera di 1 e 2 turno di servizio e il relativo dato numerico parte di pi complesso dato sui servizi di sicurezza urbana a presidio del territorio previsti nell'obiettivo 11, includente anche servizi serali e notturni. I servizi specifici hanno riguardato le seguenti aree: Piazza Brin, Piazza S.Bon, Piazza Garibaldi, quartiere del Canaletto; sono state espletate avvalendosi di postazione mobile a fini di supporto, ricezione denunce ed esposti. Si sono posti in sinergia con azioni info-investigative di P.S. E Arma C.C. repressive di comportamenti criminosi in tali aree. Parte importante dell'obiettivo stata perseguita legittimando l'individuazione di un indicatore apposito xxxxxxxxxxxxxxxxxxxx per il contenimento del nomadismo itinerante e per la repressione di comportamenti incivili di appartenenti all'area di temporanea accoglienza di nomadi stanziali ai Boschetti.

Monitoraggio e prevenzione del disagio sociale in sinergia con i servizi di

Sicurezza Sociale. Si

assicurato mantenimento di sinergia operativa con i Servizi Sociali per programmare interventi mirati
77 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

all'atto del determinarsi di situazioni di disagio sociale, lesive in particolare delle fasce deboli della popolazione, ovvero anziani e minori. Sviluppata anche la sinergia con il SERT della V A.S.L. per monitoraggio di fenomeni di tossicodipendenza e acquisizione dei relativi dati utili ai fini operativi, ad esempio per il controllo sull'abuso alla guida di veicoli e con le strutture preposte alla Salute Mentale per monitoraggio di casi critici potenzialmente idonei a determinare condizioni di rischio e di insicurezza.

Controlli commerciali a tutela dei consumatori. E stato perseguito muovendo dal presupposto che in un momento di crisi economica sensibile il controllo sull'esposizione dei prezzi e sulla pesabilit dei prodotti rappresenti l'unico strumento giuridico per evitare comportamenti lesivi verso i consumatori. Lo standard dei controlli nell'attualit corrispondente alle attese; i controlli stessi sono stati prevalentemente esperiti nelle aree mercatali, in occasione di fiere e di vendite straordinarie.

Controlli nei quartiere a tutela del decoro urbano. E in atto il sistematico coinvolgimento dei vigili di quartiere, che praticano la vigilanza di prossimit, in incisive azioni di controllo nel territorio sull'osservanza di regole a tutela del decoro urbano ci anche a fronte di un aumento esponenziale delle segnalazioni ed esposti nel periodo estivo e primaverile in materia. Particolare attenzione stata posta, nel disporre i controlli, alla disciplina sull'idoneo conferimento dei rifiuti e sull'abbandono degli stessi nel suolo pubblico sfruttando la potenziale sinergia con il nuovo servizio degli ausiliari ambientali registrandosi l'accertamento di violazioni in termini maggiori rispetto al passato.

Studi e approfondimenti in tema di normativa edilizia e ambientale. La complessit della materia e la sua estrema tecnicit hanno comportato lo sviluppo di approfondimenti significativi che ad oggi hanno riguardato taluni aspetti della normativa regionale in materia edilizia con particolare riferimento all'occupazione di suolo pubblico con strutture particolari ; la definizione di procedure in tema di controlli sull'inquinamento acustico, l'individuazione di metodiche d'indagine in ordine a problemi igienici e disturbo della quiete pubblica causata da animali.

Coordinamento dei servizi di controllo della sosta da parte di ausiliari A.T.C.-M.P. e A.T.C. Si proceduto con un maggiore coinvolgimento degli ausiliari A.T.C. nei processi di controllo su transiti e soste abusive nelle corsie BUS e fermate BUS. Lincremento di dodici unit di tale categoria, a seguito di idonea attivit formativa da parte del Corpo di P.M. , consente oggi la crescita di standards di controllo ulteriormente accrescibili essendo programmati altri due corsi per 24 nuovi ausiliari da nominare entro inizio 2011. Sono state definite metodiche di pi idonea programmazione del servizio di controllo della sosta a tariffa espletato dagli ausiliari di A.T.C.-M.P. valorizzando la sinergia nel controllo
78 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

complessivo delle soste con gli agenti di P.M., sperimentato in modo attuale nella zona di Piazza Cavour.

Vigilanza stradale nei quartieri per favorire viabilit periferica e ordinata circolazione stradale. Cresce la richiesta di controllo su fenomeni di sosta abusiva, eccesso di velocit veicolare e comportamenti imprudenti alla guida da parte di abitanti delle periferie. L'obiettivo in fase di conseguimento inquadrando in primis le aree critiche per tale aspetto (Limone, San Venerio, Fossamastra, Rebocco) proponendo al Servizio Tecnico misure strutturali di adeguamento viabilistico ed espletando controlli mirati a fini sanzionatori.

Incremento delle potenzialit di front-office con particolare riferimento al servizio di risposta telefonica all'utenza. Questa attivit stata possibile a seguito dellavvenuta esternalizzazione del servizio gestionale a Speziarisorse. Una unit amministrativa stata affiancata al servizio di Centrale Operativa nel turno di servizio del mattino, il pi trafficato telefonicamente, per accrescere le potenzialit di risposta telefonica (tranne per il periodo estivo) . Essendo il servizio di front-office monitorabile informaticamente si registrato, nel periodo di espletamento del sevizio, un icremento delle capacit di risposta telefonica pari al 20%.

I servizi di volontariato per la sicurezza stradale (nonni civici) si sono consolidati nel corso dell'anno garantendo ampia copertura del servizio in dieci Scuole; l'inserimento negli ultimi mesi del servizio a una undicesima Scuola, l'ampio grado di soddisfazione da parte dell'utenza scolastica.

Il Miglioramento dei processi interni ampliando la possibilit di accesso a database interni ed esterni al Corpo di P.M.. in fase realizzativa secondo le aspettative. Nell'attualit il portale intranet realizzato ed accessibile da tutte le postazioni, tale da consentire la sensibile riduzione del cartaceo. E' informatizzata la procedura interna di gestione di sequestri e fermi amministrativi e sperimentato in alcune circostanze l'utilizzo di palmare per accesso dal servizio operativo esterno alle banche dati della Centrale Operativa. Reperimento contributi finanziari per azioni positive di sicurezza urbana e di educazione alla legalit.

E stato acquisito finanziamento per interventi di sicurezza urbana su fondi regionali erogati dalla Provincia pari a E.124.000,00 per progetti di sicurezza stradale e di potenziale riqualificazione dell'area di sosta temporanea per nuclei nomadi. In atto e relativi interventi.

Assessorato ed assessore di Riferimento: Sicurezza e Polizia Municipale CORRADO MORI.

79 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

Avvocatura Civica Gare e Contratti

Avvocatura Civica. Lobiettivo di consulenza giuridica ai vari servizi del Comune non presenta scostamenti di rilievo dai pregressi anni e conferma la prassi consolidata, da parte dei responsabili dei servizi comunali, di richiedere in via preventiva numerosi pareri informali su pratiche in istruttoria, residuando alle questioni di maggior rilievo istituzionale la redazione di pareri scritti. Tale prassi consente di migliorare la qualit dei provvedimenti adottati comportando un significativo abbattimento del contenzioso amministrativo. Lobiettivo relativo alla gestione del contenzioso civile, amministrativo, penale e tributario si svolto con regolarit. Si segnala un relativo incremento dei ricorsi al TAR (n. 13) rispetto al rispettivo periodo dellanno precedente, sono pervenute 24 citazioni in Tribunale, 7 appelli al Consiglio di Stato e 4 appelli alla Commissione tributaria regionale. Il TAR ha emesso nel corso del 2010 n. 41 decreti che hanno dichiarato la perenzione di altrettanti ricorsi. Tredici sono state le sentenze del definizione di ricorsi tutte favorevoli allEnte. Le opposizioni alle sanzioni del Codice della Strada sono in lieve diminuzione (n. 270) e si prevede un maggiore decremento dei ricorsi nel corso dellanno a causa dellonerosit dellimpugnazione che stata introdotta dal 1 gennaio 2010. Risultano favorevoli allente circa il 70% delle sentenze. Si registrano altre 6 sentenze di Tribunale che hanno definito contenziosi di natura risarcitoria con sentenze che hanno contenuto significativamente le pretese iniziali. Lobiettivo di gestione dei sinistri passivi sotto franchigia con relativa richiesta di risarcimento danni da parte di terzi, riferiti per la maggior parte a pretesi danni per difetti di manutenzione delle strade, registra, nel primo semestre 2010, un significativo incremento rispetto allanno precedente(n. 46 solo per danni materiali e 156 con richiesta di risarcimento per lesioni personali, con un totale di 202 sinistri contro i precedenti 107). Rimangono nelle previsioni di spesa i risarcimenti riconosciuti e liquidati anche se, considerato landamento crescente, dovranno essere aumentate le risorse attualmente assegnate (nel primo semestre 2010 a fronte di richieste risarcitorie di 21,222,48 sono stati liquidati risarcimenti pari ad 9.240,00). Per quanto riguarda lobiettivo di gestione di coordinamento amministrativo delle attivit legali e del contenzioso si evidenzia che nel primo semestre 010 lattivit dufficio si attesta su un numero di pratiche rilevante (n. 480) gestito con mezzi informatici anche di recente realizzazione interna allufficio. Sono state assunte 85 determinazioni dirigenziali e 1 atti deliberativi. TAR di

Gare e Contratti. Il Gruppo di lavoro appositamente costituito per la predisposizione del nuovo Regolamento sul procedimento amministrativo, ha steso una bozza con allegate le schede di settore redatte dai Servizi
80 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

interessati, che stata licenziata dalla Giunta Comunale il 28/06/2010, nel rispetto della tempistica indicata nella scheda PEG corrispondente allobbiettivo (Luglio 2010) Liter di approvazione di competenza del Consiglio Comunale prevede linvio del testo alle circoscrizioni ai sensi dellart. 26 del Regolamento dei Consigli di Circoscrizione previo esame da parte della Commissione Consigliare competente. Alla luce della normativa di recente vigenza (L. 122 del 30/07/2010) che ha apportato novit per gli istituti della CONFERENZA DEI SERVIZI e SCIA, gli uffici provvederanno alle necessarie modifiche ed integrazioni riproponendo il testo cos aggiornato allesame della Giunta Comunale. Il servizio ha provveduto alla repertoriazione degli atti di sottomissione trasmessi dal Servizio Urbanistica ed allanalisi del contenuto degli stessi al fine di individuare gli obblighi contenuti per le opportune verifiche di competenza. Per le convenzioni stipulate negli anni pregressi lo studio relativo a tali obblighi, stato oggetto di apposito FES di cui alla relazione conclusiva del Direttore del IV dip. e dellAvvocato Civico prot. 71307 del 16/07/010 Lufficio gare e contratti, nellambito dellattivit di supporto agli uffici per la predisposizione dei atti di gara, considerando anche la diversit delle tipologie di appalto di servizi e forniture, sta predisponendo dei modelli da utilizzare per le procedure di gara esperite dai servizi interessati in autonomia. Tali modelli riguardano soprattutto le dichiarazioni sui requisiti generali e speciali, i modelli per le dichiarazioni in tema di avvalimento, di costituzione di ATI, le bozze di disciplinari di gara, bandi e lettere dinvito. Per gli appalti di lavori pubblici i modelli sono gi stati predisposti, visibili e scaricabili on-line. Con Delibera Consiglio Comunale n 26 del 24/09/2009 stato approvato il nuovo Regolamento sui contratti. Gli articoli 4 e 9 del regolamento individuano le competenze e responsabilit del CDR Gare e Contratti, del CDR provveditorato ed in via residuale degli altri centri di responsabilit. In particolare, nel rispetto di quanto previsto dallart. 4 lUfficio Gare e Contratti fornisce con regolarit attivit di assistenza, consulenza e supporto ad ogni C.d.R. responsabile del procedimento di spesa o di entrata relativo al contratto individuando al suo interno il Responsabile per lo svolgimento degli atti di gara fino alla stipula del contratto. Inoltre ai sensi dellart. 9 comma 1 ha curato i procedimenti relativi alle gare aperte e ristrette per lavori, servizi e forniture sopra soglia.

Assessorato ed assessore di Riferimento: Avvocatura ed Affari Legali PAOLA MICHELINI.

81 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

INFORMATICA

C.d.R. Servizi Informativi

Il Comune della Spezia prosegue le attivit finalizzate alla modernizzazione dei servizi. Nello spirito scaturito dalladesione ai progetti e_government, lamministrazione comunale sta sviluppando una cultura che vede la citt digitale come presupposto per la fruizione di servizi innovativi multicanale. La gara per la realizzazione di sette piazze digitali, dalle quali sar possibile connettersi ad internet previa registrazione allURP o ad altri soggetti autorizzati, si conclusa con lassegnazione ad una ATI composta da due ditte, Telecom italia e Axitalia. La realizzazione dellopera quasi terminata, nel mese di settembre si dovrebbe procedere al collaudo e messa in funzione a regime. La gara per il cablaggio in fibra ottica, realizzata in collaborazione con i servizi Lavori ed Opere Pubbliche, e Gare e Contratti, in fase avanzata di lavorazione e dovrebbe essere pubblicata entro il mese di ottobre 2010. E stata avviata la sperimentazione del Timbro Digitale, con rilascio, dal 19 luglio, dei primi certificati. Sul Fronte dei servizi al cittadino sono ancora in corso i lavori di ristrutturazione dei locali attualmente utilizzati dai servizi demografici per la realizzazione di un pi razionale spazio dedicato allo sportello polifunzionale con accesso tramite sistema di gestione intelligente delle code. Tale innovazione consentir a tutti gli sportelli di erogare indifferentemente tutte le tipologie di servizi anagrafici dalla certificazione di stato civile al rilascio di pass auto per residenti, includendo consultazione di dati relativi alla posizione pensionistica INPS, consultazione e presentazione di istanze per la fiscalit locale. E stato attivato un servizio innovativo, lo sportello virtuale delle imprese, che consente ai cittadini di interagire con il personale dello sportello tramite una videochiamata utilizzando la piattaforma skype. Tale servizio verr attivato anche allo sportello polifunzionale. Continuano nel frattempo le implementazioni della rete civica con accessibilit a norma disabile a cura del personale ex associazione R.U. Castagna. Si prevede linizio In tempi rapidi della sperimentazione delle deliberazioni di Giunta Municipale e di consiglio Comunale in formato digitale, nel frattempo il Comune della Spezia si attivato per diventare Registration Authority e rilasciare/rinnovare in proprio i kit di firma digitale necessari ad assessori e consiglieri comunali. Il Portale del Dipendente stato implementato ed ora possibile ad ogni dipendente chiedere online ferie e permessi e consultare la propria posizione visionando cartellino e cedolino da qualsiasi postazione internet. Infine il Comune della Spezia si avvale della convenzione LiguriaInRete per richiedere

lerogazione dei Servizi gi in carico allassociazione Roberto Ugo Castagna, che li fa realizzare dai tecnici della sede spezzina di Datasiel. E stato attivato con la collaborazione della Regione Liguria, un
82 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

sistema di telefonia tramite tecnologia SKYPE (VOIP) che consente la comunicazione tra Provincia, Regione, tutti i comuni provinciali tramite le linee internet senza costi aggiuntivi di telefonia. Il centralino del comune della Spezia raggiungibile tramite il contatto skype comune.spezia.

ARCHIVIO E PROTOCOLLO GENERALE

La gestione stata regolare ed stata effettuata secondo la normativa vigente. Prosegue senza criticit lesternalizzazione di parte della documentazione presso la Italarchivi Srl di Parma. Presso i locali dellArchivio del Palazzo Comunale sono custoditi ml. 2.650 di documenti. A seguito di autorizzazione della Soprintendenza Archivistica per la Liguria sono stati scartati n. 1080 faldoni di cui n. 120 custoditi presso larchivio di deposito nel Palazzo Comunale e n. 960 presso i depositi di Italarchivi Srl di Parma. Al 24/07/2010 sono stati protocollati n. 74533 documenti. Sono stati spediti n. 56018 invii di corrispondenza prioritaria e raccomandata. Presso l Archivio e Protocollo Generale sono stati depositati complessivamente n. 6765 atti giudiziari e cartelle esattoriali. La gestione avvenuta in modo regolare. Si utilizza la firma digitale su documenti ricevuti e scanditi dallufficio protocollo, nonch le 5 caselle di Posta Elettronica Certificata (di cui una in dotazione al Protocollo generale). In particolare, si registra un incremento della documentazione ricevuta e spedita a mezzo PEC.
SERVIZIO DEMOGRAFIA E STATISTICA

Si sono svolte regolarmente le elezioni regionali del 28/29 Marzo 2010, attraverso la normale gestione dellattivit elettorale e delle altre attivit funzionali al regolare svolgimento delle consultazioni. Per lattivit suddetta, oltre al Funzionario Responsabile Tiziano Panello stato impiegato il personale dellUfficio elettorale, a cui si aggiunto quale supporto altro personale del nostro C.d.R. e di altri uffici comunali. Le attivit riguardanti la corretta e quotidiana gestione degli uffici del C.d.R. Demografia e Statistica in accordo con le disposizioni di legge sono state espletate con regolarit dal Funzionario Responsabile e da tutti i dipendenti assegnati ai vari servizi. E proseguita lesperienza dellattivazione di funzionalit di sportello multifunzionale, affinando di giorno in giorno le possibilit offerte dal servizio e cercando nuove funzionalit aggiuntive e nuove possibilit accessorie per lutente. Questo ha comportato ovviamente da una parte una sempre crescente attenzione alle esigenze del Cittadino e dallaltra parte un maggior impegno da parte del personale. Oltre alla consueta attivit delle rilevazioni statistiche e delle elaborazioni statistiche richieste da altri Enti, continua anche lattivit relativa alla toponomastica cittadina, che oltre alla numerazione civica, si occupa anche, attraverso lattivit della Commissione toponomastica, dellintitolazione di

83 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

nuove vie, piazze ecc. In conclusione tutte le attivit per il corretto e quotidiano svolgimento del servizio sono state portate a termine. In questo primi semestre dellanno 2010 si cercato di organizzare lo sportello polifunzionale in modo tale da favorire il Cittadino nelle sue richieste. Un importante risultato si raggiunto attraverso il trasferimento dei due sportelli di front office dello Stato Civile nel salone degli sportelli anagrafici, creando cos un unico front office. Ci si attivati, attraverso lo studio e lanalisi di modelli gi presenti in altri Comuni, per dare la possibilit al Cittadino di fare i certificati anagrafici attraverso il web, il numero di certificazioni emesse via web per questo intervallo di tempo pari a 0 perch il servizio si realmente attivato dal mese di luglio 2010. Inoltre il C.d.R. Demografia e Statistica chieder a breve lautorizzazione allAgenzia delle Entrate per lattivazione del bollo virtuale sui certificati di anagrafe ed altri documenti di Stato Civile, in questo modo il Cittadino sprovvisto della marca da bollo potr direttamente pagarla allo sportello. La volont quella di ottimizzare ed ampliare i servizi forniti, una volta infatti conclusi i lavori di ristrutturazione del C.d.R. si proceder ad ampliare lofferta con servizi relativi ai pass auto ed imposte locali. La consultazione della propria posizione INPS, attraverso un collegamento con lINPS gi attiva. Il C.d.R. Demografia e Statistica, per una migliore gestione del tempo e delle risorse umane, in questi mesi ha portato avanti una miglior gestione del web, che si completer anche con la possibilit di fare pratiche di anagrafe attraverso il web. Le regole per la gestione del soggiorno dei cittadini comunitari, ai sensi del D.Lgs. 30 del 06.02.2007 sono state applicate per una corretta gestione del servizio. Le pratiche di iscrizione anagrafica e di variazione di indirizzo sono state definite nei termini di legge. Il rilascio dellattesto di regolare soggiorno e di soggiorno permanente, nel corso dellanno, stato effettuato rispettando da una parte la normativa di interesse e dallaltra la volont dei Cittadini Comunitari. Il C.d.R. Demografia e Statistica ha dato avvio alle attivit preliminari allo svolgimento del censimento in collaborazione con i servizi informativi secondo le comunicazioni ISTAT.
UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO

L'Ufficio Relazioni con il Pubblico regolamentato dal D.Lgs. n.267 del 18.8.2000 dal D.Lgs. 29/93, dalla L.150/2000, dallo Statuto Comunale,dal Regolamento di organizzazione e funzionamento, approvato con delibera G.C. n.177 del 11.05.01. E' entrato in funzione il 1 novembre 2000 per venire incontro alle esigenze dei cittadini. L'art. 1 del Regolamento di organizzazione per il funzionamento dell'U.R.P. recita al primo comma: Il cittadino il "dominus" dell'Ente Locale. Ed ancora: L'Ufficio Relazioni con il Pubblico luogo di incontro tra cittadino e struttura pubblica, produttore di cittadinanza attiva e responsabile e portatore di innovazione nell'organizzazione della struttura dei servizi. In queste parole sintetizzata tutta la filosofia che anima gli operatori dell'U.R.P. del Comune della Spezia.
84 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

Di seguito si evidenziano le pi significative attivit di contatto con la cittadinanza gestite dall'Ufficio Relazioni con il pubblico: GENNAIO-domanda eventi calamitosi verificatisi nei giorni 24 e 25 dicembre 2009; FEBBRAIO-domanda di iscrizione al trasporto scolastico,domanda d'iscrizione alla scuola dell'infanzia, domande per l'ammissione al regime di compensazione per la fornitura di gas naturale e di energia elettrica; MARZO-bando assegnazione contributi a favore di famiglie numerose; bando procedura selettiva per esami per la copertura di n.2 posti di istruttore di vigilanza; bando procedura selettiva per esami per la copertura di n.2 posti di istruttore di scuola materna; rrivo e distribuzione modelli 730; APRILE -domande soggiorni estivi anziani; autocertificazioni invalidi civili Inps; MAGGIO -Parole di giustizia informazioni e distribuzione materiale; arrivo e distribuzione modelli fiscali Unico fascicolo 1 e 2; bando per la concessione di contributo economico una tantum; tia 2010 avviso pubblico per la concessione di contributo anticrisi; bando per la concessione di contributo Tariffa di Igiene Ambientale; domanda di assegnazione dell'intervento assistenziale di natura economica per l'erogazione gratuita del consumo base della risorsa idrica; domanda soggiorni estivi bimbi; domanda soggiorni estivi disabili adulti; domanda soggiorni estivi anziani; GIUGNO -bando Contributo affitto; inizio customer sactisfaction Urp; E' obiettivo dell'URP potenziare le attivit di cooperazione con i vari servizi al fine di dare tempestiva comunicazione al cittadino di tutte le attivit svolte dall'Ente. Nell'ambito di tali attivit si segnalano la cura e la redazione delle rubriche relative al "Cosa succede in citt", il portale informativo dell'URP, la redazione delle periodiche "Notizie dell'Amministrazione". L'URP cura quotidianamente le "scadenze" delle informazioni pubblicate nella rete civica al fine di evitare la ridondanza di notizie vecchie e/o superate dal tempo. Per le attivit relative al servizio di news-letter si evidenzia che sono state redatte n.6 pubblicazioni e che sono iscritti al servizio n.961 utenti di cui 161 esterni all'Ente. Per il servizio di inoltro delle "notizie veloci dell'Amministrazione" sono state curate n.101 comunicazioni delle quali n.73 pervenute dagli altri uffici. Entro la fine dell'anno la rete dei referenti sar rivoluzionata, non pi 65 referenti ma soltanto un referente per ogni servizio individuato dal Dirigente cos da snellire e velocizzare le procedure. Di seguito vengono riassunte tutte le attivit dell'Ufficio Relazioni con il Pubblico relative al semestre gennaio-giugno: news-letters ed i servizi relativi all'invio telematico delle

MODELLI FISCALI mod. UNICO e730 MODULISTICA BANDI GESTITI BANDO Tariffa Igiene Ambientale (domande ricevute)

n.4150 n.10758 11 n.941

85 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia


BANDO CONTRIBUTO AFFITTO (dato parziale) n. DOMANDE INVALIDI CIVILI INPS n. DOMANDE ASSEGNO DI MATERNITA E NUCL. FAMIGLIARE n. DOMANDE CONCORSO ISTRUTTORE SCUOLA MATERNA . DOMANDE CONCORSO ISTRUTTORE DI VIGILANZA DOMANDE SOGGIORNI ESTIVI BIMBI DOMANDE BANDO EVENTI CALAMITOSI n. DOMANDE SOGGIORNI ESTIVI ANZIANI DOMANDE SOGGIORNI ESTIVI DISABILI ADULTI n. DOMANDE BANDO TIA (UNA TANTUM) DOMANDA ISCRIZIONE SCUOLA MATERNA DOMANDE BANDO ATO (distribuzione) DOMANDE BONUS GAS-ENERGIA ELETTRICA (distribuzione) DOM. BANDO ASS.CONTR.A FAVORE FAMIGLIE NUMEROSE DOM. FONDO REGIONALE PER LA NON AUTOSUFFICIENZA CONTRATTI STIPULATI-RINNOVATI BIKE-SHARING

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

454 35 59 67 102 99 15 112 7 6 6 535 370 6 17 83 122 9287 N.351-200 decoro,72 comunicazioni,79 segnalazioni 35 19 43 34 460 5850 9293

MODULI FISCALITA LOCALE ALTRI MODULI FISCALI ISEE COMPRESA CONTATTI PERSONALI CON IL CITTADINO INTERVENTI SU SEGNALAZIONI DEI CITTAD. GESTIONE ATTIVIT CERIMONIALE CONSEGNA CERTIFICATI ON-LINE . ISCRIZIONI WI-FI DISTR. MODULI SINISTRI UTILIZZO STAZIONE INTERNET POINT CONTATTI TELEFONICI (ENTRATA-USCITA) E-MAIL (Ricevute ed Inviate)

Assessorato ed Assessore di Riferimento: Organizzazione del Comune, Progetti di e-government DAVIDE NATALE; Servizi Demografici e Toponomastica CORRADO MORI.

86 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

SEGRETARIO GENERALE
SEGRETERIA GENERALE Si precisa che il Sindaco con decreto n. 38 del 23 aprile 2010, ha nominato il Dottor Mario Tarantino, Segretario Generale del Comune della Spezia con decorrenza dal 1 maggio 2010. La Segreteria Generale Presidenza del Consiglio Comunale assicura un supporto tecnico amministrativo al Consiglio Comunale, al Presidente del Consiglio, allUfficio di Presidenza, ai gruppi consiliari, alle Commissioni Consiliari, svolgendo le attivit seguenti: trasmissione documenti informativi, programmazione e organizzazione sedute conferenze capigruppo, programmazione e organizzazione sedute consiliari, ricezioni proposte, predisposizione ODG, verbalizzazioni sedute, redazione / lavorazione deliberazioni, pubblicazione atti, esecutivit, pubblicit. Il Servizio ha garantito la presenza del personale, il gioved pomeriggio, per la richiesta e consultazione degli atti da parte dei consiglieri e ladempimento di atti riguardanti Consigli Comunali, Commissioni Consiliari, Giunte Comunali e Riunioni Capigruppo. La Segreteria consegna la documentazione richiesta dai consiglieri, entro 3 giorni come da Regolamento di C.C. vigente, salvo i casi in cui necessario rivolgersi ad altri uffici, giustificando il tempo maggiore di consegna. Da gennaio a luglio sono stati consegnati n. 374 atti. La Segreteria riceve il pubblico tutti i giorni dalle ore 9,30 alla ore 12,00 (nel mese di agosto dal luned al venerd) permettendo la consultazione di atti, la richiesta di copie semplici o conformi alloriginale. Il Funzionario P.O. coadiuvato dal personale, si occupa della corrispondenza del Presidente del C.C. e dei gruppi consiliari, assicurando una continua comunicazione con gli uffici del Comune e con enti e associazioni di rilevanza pubblica: in particolare assiste il Presidente del C.C. nella gestione degli incontri e nelle pubbliche cerimonie. Lufficio ha predisposto gli atti necessari alla liquidazione dei gettoni di presenza ai Consiglieri Comunali, per ogni partecipazione dei consiglieri alle sedute di consiglio comunale, conferenze capigruppo, e commissioni consiliari, in ottemperanza alla deliberazione di C.C. n. 12 del 21.04.2008 conforme ai contenuti della Legge n. 244 del 24.12.2007. Si fa presente che nellarco di questi mesi sono state varate delle importanti modifiche circa i compensi dei consiglieri comunali. Gettoni di presenza ai componenti della conferenza dei capigruppo: dal 1 aprile 2010 non viene pi erogato il gettone di presenza, in conformit al parere della Corte dei Conti della Liguria circa la non spettanza di tale gettone durante le sedute capigruppo. Con deliberazione n. 14 del

17.05.2010, Regolamento per la disciplina dei compensi per la funzione di consigliere comunale adeguamento alla legge 6 agosto 2008 n. 133, il consiglio comunale ha approvato alcune modifiche

87 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

ed integrazioni alla disciplina per lattribuzione del gettone di presenza, di cui alla precedente deliberazione n. 12 del 21.04.2008. La modifica pi sostanziale data dalleffettiva partecipazione del consigliere alla seduta del consiglio comunale e di commissioni consiliari: ossia il consigliere per percepire il gettone deve assicurare la sua presenza per almeno la met della durata della seduta stessa di consiglio e di commissione. I consigliere che entrano successivamente allappello, che tassativamente deve essere devono firmare un Il personale della

eseguito entro mezzora rispetto allorario fissato nellavviso di convocazione, registro delle presenze, che viene vidimato dal Funzionario P.O. Roberta Bini.

Segreteria Generale, durante le sedute, annota le uscite anticipate dei consiglieri, prima del termine dei lavori dei consigli e commissioni. Manovra economica 2010 di cui al decreto legge n. 78 del 31 Maggio 2010, recante Misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitivit economica sono stati modificati i seguenti articoli: art. 82 del TUEL, riguardante il diritto del consigliere comunale a percepire il gettone di presenza, per la partecipazione a consigli e commissioni -sostituito il comma 2 dal seguente in nessun caso lammontare percepito nellambito di un mese da un consigliere pu superare limporto pari ad un quarto dellindennit massima prevista per il rispettivo sindaco. Art. 84 del TUEL Rimborsi spese e indennit di missione stato eliminato il diritto del consigliere a percepire il rimborso forfettario onnicomprensivo per le altre spese (diverse da quelle di viaggio): vengono rimborsate solo le spese effettivamente sostenute. Il Funzionario P.O. Roberta Bini coadiuvato dal personale del servizio scrivente ha supportato lattivit dei consiglieri durante il periodo delle elezioni regionali, che si sono svolte il 28 e il 29 marzo 2010. Il servizio Segreteria Generale impegnato nella redazione del testo del nuovo Statuto del Comune, poich la Commissione TUEL con lassistenza giuridico amministrativa del Segretario Generale Mario Tarantino, sta modificando numerosi articoli dello Statuto vigente: il nuovo testo allegato a deliberazione dedicata, sar poi votato in consiglio comunale articolo per articolo. E prevista anche la modifica dei seguenti regolamenti: consiglio comunale, capigruppo consiliari, commissioni consiliari e referendum consultivo. Il servizio scrivente al fine di garantire la dotazione di beni e servizi necessari al funzionamento e allattivit del Consiglio, della Presidenza, delle Commissioni Consiliari ha disposto gli acquisti prendendo contatto direttamente con i fornitori o tramite il Servizio Economato nel rispetto della disposizione per i servizi interni n. 1 del 11.02.2009 emanata dalla Direzione Operativa. Al 24 luglio 2010 sono state liquidate n. 33 fatture. Nella dotazione logistica assegnata al Consiglio Comunale, sono compresi anche tre locali distinti e attrezzati dedicati a:
88 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

1)Gruppo Consiliare di Maggioranza; 2) Gruppo Consiliare di Minoranza; 3) Commissioni Consiliari La segreteria si occupa della gestione delle risorse necessarie, al funzionamento delle suddette sale. Per quanto riguarda i due locali dedicati ai Gruppi Consiliari, si evidenzia che in corso il progetto di rinnovo delle attrezzature informatiche, che sono mal funzionanti e obsolete.

Nei servizi e Attivit della Presidenza del C.C. inserito da questanno lobiettivo Difensore Civico, eletto con deliberazione di C.C. n. 7 del 23.03.2009 nella persona del Dott. Vincenzo di Martino, che ha iniziato la sua attivit presso i locali della 4 Circoscrizione sita in Via Padre Giuliani n. 28. Il Difensore Civico ha una segretaria, Sig. ra Daniela Gangarossa, la quale oltre alla normale assistenza per le pratiche da trattare, osservando un orario giornaliero, compreso il sabato, riceve e protocolla gli esposti e le richieste in genere che pervengono, nonch le richieste telefoniche di cittadini che desiderano avere contatto personale con il Difensore Civico. Inoltre il Dott. Vincenzo di Martino si avvale della collaborazione della Dott.ssa Mauriello Marina facente parte dellufficio legale del Comune, per eventuali ricerche di dottrina e di giurisprudenza. Il difensore civico, nellarco di questi mesi ha assicurato la sua presenza nellufficio il venerd di ogni settimana per il ricevimento del pubblico, durante gli altri giorni la sua attivit caratterizzata dalla valutazione degli esposti che lufficio riceve in forma scritta, telefonica o via e mail, dal luned al sabato dalle ore 8 alle ore 13,30. Il Difensore Civico per gli esposti che hanno dato luogo ad una istruttoria, si rivolto direttamente agli enti interessati per la segnalazione del caso. Destinatari degli esposti sono stati lo stesso Comune, Acam, Enel, Equitalia, Trenitalia e A.r.t.e.. Gli oggetti degli esposti sono stati di natura diversa: concorsi pubblici, notifiche illegittime di cartelle esattoriali, richieste di contributi al locatario da parte di A.r.t.e., cattiva manutenzione delle strade cittadine, scarsa illuminazione ecc.. Al 24 luglio c.a., sono stati ricevuti personalmente dal difensore civico, 40 cittadini. Lufficio ha protocollato 24 esposti presentati dal cittadino. Istruite n. 19 pratiche, rilasciati 19 pareri e inviate n 19 segnalazioni agli enti interessati dai reclami. Il Dottor di Martino intervenuto durante la seduta del consiglio comunale del 28 giugno 2010, per esporre la sua attivit al Presidente e ai consiglieri comunali.

Per quanto riguarda la gestione degli atti deliberativi, il Servizio invia in formato elettronico tutte le deliberazioni di Consiglio e di Giunta comprensive degli allegati, mozioni e ordini del giorno approvati in Consiglio Comunale, al personale di Datasiel per linserimento sul sito web del Comune. In questo modo nellambito della strategia della comunicazione, migliora il principio di accessibilit e trasparenza della Pubblica Amministrazione, nei confronti del cittadino, che pu consultare e visionare tutte le deliberazioni di Giunta e gli atti consiliari approvati e le sedute di Consiglio Comunale in
89 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

differita, grazie al sistema di registrazione integrato multimediale installato in Sala Consiliare, gestito dal personale della Segreteria Generale. A fine giugno il sistema sopraccitato stato implementato con un nuovo software, installato da Eurel Informatica (societ che ha installato limpianto originario e che provvede alla revisione periodica) che permette la registrazione audio in digitale.

Lattivit Consiliare svolta in sinergia con il Sindaco, il Segretario Generale, gli Assessori e i Direttori dArea, avvalendosi di continui contatti con Anci e il Ministero della Funzione Pubblica per un costante aggiornamento alla normativa di riferimento: a questo proposito la segreteria, per garantire lattivit di studio e documentazione, dispone dei seguenti abbonamenti, Leggi dItalia Professionale, PA. WEB, e quotidiano Italia Oggi. Si rileva che con deliberazione di C.C. n. 36 del 27.11.2008 stato sancito che fra i compiti del Comune rientra anche quello di dare pubblico riconoscimento a cittadini o enti che con le proprie azioni o attivit, hanno giovato alla collettivit cittadina, sia rendendone pi alto il prestigio sotto il profilo morale, culturale, sociale, sportivo o professionale, sia servendone con disinteressata dedizione le libere Istituzioni. In considerazione dellart. 8 c.1 del succitato Regolamento, stato istituito lAlbo delle Benemerenze Civiche, conservato presso la Segreteria Generale, in cui sono raccolti in modo progressivo i nomi di tutti coloro a cui vengono assegnate le singole onorificenze. Le Benemerenze sono assegnate con provvedimento del Sindaco, sulla base della proposta della Conferenza dei Capigruppo e sono conferite in forma solenne il 19 marzo di ogni anno, in concomitanza con la Fiera di San Giuseppe, con la consegna di un certificato sottoscritto dal Sindaco e dal Presidente del C.C., in cui sono riportati il numero discrizione nellAlbo e la motivazione della sua concessione. Al momento non stata rilasciata nessuna onorificenza.

Lattivit del consiglio comunale si espressa in questi mesi attraverso 30 sedute di cui 5 straordinarie. Due sedute di consiglio straordinario hanno affrontato due temi particolarmente importanti per la citt: - 12 aprile 2010 Sicurezza sul lavoro, a seguito di un infortunio con esito mortale, di un dipendente delle ferrovie, verificatosi nella stazione centrale della Spezia. - 21 giugno 2010 Manovra finanziaria 2010 a seguito del decreto legge n. 78 varato dal Governo, per contenere la crisi economica del Paese. Su richiesta del gruppo consiliare di minoranza, la Presidenza del CC. sta programmando e organizzando due consigli straordinari, che si svolgeranno a il 28 luglio e il 2 agosto, riguardanti lOspedale Felettino e lazienda ACAM. Le 33 sedute di consiglio comunale hanno avuto una durata di 98 ore totali, con una durata media a seduta di 3 ore e 26 minuti: tre sedute sono state sospese per mancanza di numero legale, accertata a seguito di votazione. Le sedute generalmente si svolgono in orario serale, con inizio alle ore 21,00: 17 sedute sono terminate dopo le ore 00.00. Mentre per le
90 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

sedute che si svolgono congiuntamente con la Provincia e vedono il coinvolgimento delle scuole, lorario mattutino o pomeridiano. I lavori del consiglio hanno visto 51 interpellanze discusse, 22 mozioni approvate contro n. 37 mozioni discusse, n. 11 ordini del giorno approvati contro 64 ordini del giorno discussi, n. 23 deliberazione di consiglio comunale approvate. Da rilevare che durante la seduta di C.C. del 23 febbraio c.a. riguardante lapprovazione del bilancio di previsione 2010, sono stati presentati e votati n. 50 ordini del giorno e approvate n. 5 deliberazioni di c.c.. Fanno parte dellattivit del consiglio anche le interrogazioni con richiesta di risposta scritta, presentate dai consiglieri comunali. Al 24 luglio sono state presentate n. 42 interrogazioni. Alla Presidenza sono pervenute n. 55 risposte scritte, relative anche a interrogazioni dellanno 2009. Il funzionamento del consiglio supportato dallattivit dei suoi organismi interni: Presidente del C.C., Gruppi Consiliari, Conferenze Capigruppo, e Commissioni Consiliari. Si sono svolte al 24 luglio: - 16 conferenze capigruppo per pianificare i lavori del consiglio dintesa con il Presidente del C.C. e il Sindaco, pi 5 conferenze che si sono svolte durante le sedute di consiglio comunale; - 42 sedute di commissioni consiliari permanenti, 18 sedute di commissioni di controllo e garanzia.

Il servizio scrivente ha elaborato n. 30 verbali di consiglio comunale, completi di votazioni effettuate, indicando nominativamente i consiglieri che hanno espresso voto contrario o che si sono astenuti in base all art. 60 del Regolamento di C.C. vigente, presenze e assenze di consiglieri e assessori, entrate e uscite dei consiglieri. Il verbale cos redatto, firmato dal Segretario Generale e dal Presidente del C.C., costituisce fedele resoconto dellandamento della seduta consiliare, depositato e custodito presso la Segreteria Generale a disposizione dei consiglieri comunali. Alle sedute di consiglio comunale partecipano anche gli assessori della Giunta , senza facolt di voto. Nel corso dellanno lassessore Raffaella Paita uscente perch eletta in Regione, stata sostituita dallassessore Davide Natale. La Giunta Comunale in collaborazione con il Sindaco, si espressa attraverso n. 257 deliberazione di giunta. Il servizio scrivente ha predisposto gli ordini del giorno relativi alle sedute di giunta e ha curato liter delle deliberazioni approvate. Continua il rapporto di collaborazione tra Presidenza del Consiglio Comunale e gli istituti scolastici della citt: 1) Per preservare la memoria storica e divulgarla tra i giovani: a)La Giornata della Memoria il 27 Gennaio 2010 in Sala Dante si svolto il Consiglio Comunale straordinario congiunto con la Provincia, con la presenza del Prefetto Giuseppe Forlani. I relatori ufficiali della commemorazione, gli studenti dellIstituto Magistrale Giuseppe Mazzini, hanno letto temi riguardanti lOlocausto, da loro creati e elaborati con la guida del Dirigente Scolastico Linda Raggio e i docenti Moracchioli Manuela, Bommino Ines, Bellotto Andrea. La giornata stata arricchita dallesecuzione di brani musicali, a cura degli studenti del Conservatorio di musica Giacomo Puccini,
91 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

accompagnati dal Dirigente Scolastico Giuseppe Bruno. Il layout dei manifesti e degli inviti stato realizzato dagli studenti dellIstituto dIstruzione Superiore Einaudi Chiodo coadiuvati dal docente di progettazione grafica Andrea Tinelli (Dirigente Scolastico Generoso Cardinale): gli studenti hanno presentato una serie di grafici, ispirati allOlocausto, che sono stati esposti in Sala Dante il giorno del C.C. straordinario. La Presidenza del C.C. per premiare limpegno dei giovani in questa celebrazione, ha donato come ogni anno, un contributo allAssociazione Nazionale ex Deportati come borsa di studio per accompagnare gli studenti, in un percorso della memoria, con la visita dei Lager Nazisti. Il viaggio si svolto dal 6 maggio al 10 maggio 2010 e hanno partecipato il Funzionario P.O. Roberta Bini, il consigliere Marcobello Antonio in rappresentanza dellAmministrazione Comunale e la Consigliera Conti come esponente del consiglio comunale. Da sottolineare che questanno il punto di partenza di questo percorso stato Dachau, primo campo istituito ufficialmente dal regime nazista, dove furono sperimentate le pi raffinate tecniche di annientamento fisico e psichico sui prigionieri, per proseguire poi attraverso i campi di Gusen, Mauthausen e Melk. b)Giorno del Ricordo il 10 Febbraio 2010 in Sala Dante si svolto il Consiglio Comunale straordinario congiunto con la Provincia, alla presenza del Prefetto Giuseppe Forlani. Protagonisti

anche in questo evento gli studenti degli istituti della nostra citt, in particolare: lIstituto dIstruzione Superiore Einaudi Chiodo per la realizzazione del layout del manifesto e degli inviti, Istituto Superiore Capellini Sauro relatori ufficiali della commemorazione e autori dei testi, coordinati dai docenti Stefania Pinzauti, Nicla Cargioli, Michela Ceccon, Daniela Tonelli e gli studenti del Conservatorio Giacomo Puccini della Spezia, che si sono esibiti suonando brani musicali. Prima del momento istituzionale si svolta in Sala Giunta, la cerimonia di consegna alla citt dellopera pittorica Foibe dove c molta luce lombra pi nera da parte dellartista Vittorio Sopracase. Nellambito delle iniziative per celebrare il 150 anniversario dellUnit dItalia 1861 2011, il 16 luglio 2010 si svolto in Sala Dante alle ore 18,00, il consiglio straordinario congiunto comune provincia, con la presenza del Prof. Miguel Gotor docente di Storia Moderna presso lUniversit degli Studi di Torino. Il consiglio comunale attraverso il Presidente e il Funzionario del Servizio, mantiene rapporti continui con il consiglio della citt di Bayreuth, con cui La Spezia gemellata: in agosto sar ospite una delegazione per la ricorrenza del Palio, che si svolge ogni anno nella nostra citt. La delegazione sar accompagnata dal Presidente del C.C., da alcuni consiglieri in rappresentanza del consiglio stesso e dal Funzionario P.O. Roberta Bini. Il Consiglio Comunale nellambito della solidariet internazionale ha mantenuto limpegno di devolvere un gettone di presenza da parte di ogni consigliere, per promuovere ladozione a distanza di sei bambini dei seguenti paesi poveri: Tanzania, Argentina, India, Uganda, Ruanda e Kenia. Il contributo

92 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

stato versato allAssociazione Italia solidale per lo sviluppo di vita e missione con sede a Roma con D.D. n. 71 del 12.05.2010. E in programma la devoluzione allAssociazione Dos Generaciones che opera nel quartiere Acahualinca di Managua (Nicaragua), dove vivono centinaia di bambine e bambini che raccolgono i rifiuti, nella discarica cittadina. Il servizio scrivente, mantiene una comunicazione continua con le associazioni in oggetto, per conoscere i risultati raggiunti e le attivit intraprese. Nel mese di settembre sar organizzato in collaborazione con lUNICEF il 5 Palio a Tappini dei politici spezzini, la tradizionale manifestazione che ha come scopo il sostegno dei bambini poveri nel mondo. Questanno la finalit sar Scuole per lAfrica, una campagna che mira a aiutare le comunit locali a costruire nuove scuole. Il Presidente del C.C. accompagnato da alcuni consiglieri in rappresentanza del consiglio stesso, ha visitato: Festivit Epifania 2010: i bambini ricoverati presso il reparto di Pediatria dellOspedale SantAndrea, donando loro le calze della Befana ripiene di dolciumi; Festivit Pasqua 2010: i bambini ospitati presso il Sorriso Francescano di Padre Dionisio, donando loro le uova pasquali acquistate presso lAssociazione Volontari di Crescita Comunitaria, in occasione della campagna del cioccolato Festivit Pasquali e gli anziani ospiti della residenza Mazzini della nostra citt donando loro le consuete colombe pasquali e un grande uovo di cioccolato.

La Presidenza del C.C. a nome del consiglio, mantiene i contatti con i referenti delle due mense dei poveri ubicate nella nostra citt, gestite dai Frati Francescani di Gaggiola e dai volontari di Missione 2000: per le festivit natalizie in programma, come di consueto, la donazione di generi alimentari di prima necessit.
ATTIVITA SERVIZI DI NOTIFICA

Il C.d.R Notifiche e Ausiliari di Palazzo nel corso dellesercizio corrente ha confermato le aspettative definite dai risultati degli ultimi mesi dello scorso anno. Oltre alla gi vasta diversificazione di funzioni introdotte negli esercizi precedenti, resa possibile dalla formazione di personale interscambiabile, i nuovi compiti relativi agli accertamenti delle posizioni anagrafiche dei cittadini, la regolarizzazione delle dimore abituali dei cittadini stranieri il monitoraggio toponomastico e lampliamento dei poteri di delega relativi alle autenticazioni di firme a domicilio, hanno caratterizzato il servizio come singolare ed innovativo, aprendo una nuova strada anche a livello nazionale su come sfruttare la capillarit del personale sul territorio. Facilmente intuibili i benefici, riduzione dei costi di

93 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

spedizione degli avvisi e alleggerimento dei carichi di lavoro dei servizi Anagrafici, Polizia Municipale e Pianificazione Territoriale. Il servizio oltre che gestire in piena autonomia i budget assegnati coordina il servizio di notifica, i commessi ,i gonfalonieri e lalbo pretorio sviluppando i flussi informatici e provvedendo alla

pubblicazione on line degli atti. Di particolare importanza per lorganizzazione dellente si evidenzia lattivit volta alla revisione delle liste elettorali, la collaborazione alle attivit consiliare attraverso le convocazione del consiglio, dei capigruppo e tutte le commissioni, lapplicazione dellart 10 della legge 265 con conseguenti introiti nelle casse comunali. Per quanto riguarda i servizi al cittadino, oltre alle autentiche di firme a domicilio si evidenzia che lufficio effettua gi da anni sia la turnazione che lapertura pomeridiana al pubblico due volte alla settimana. Nellambito dellalbo pretorio la pubblicazione on line in tempo reale di tutti gli atti affissi ha permesso al nostro Ente di essere gi a norma, con largo anticipo, rispetto dellentrata in vigore delle disposizioni dettate dalla legge 69/2009 (art.32 _Eliminazione degli sprechi relativi al mantenimento di documenti in forma cartacea).

Assessorati ed assessori di Riferimento: Segreteria Generale - Rapporti con il Consiglio Comunale CORRADO MORI.

94 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

DIREZIONE OPERATIVA

C.d.R. Staff di Direzione, Politiche organizzative e processi di innovazione dellEnte Lo staff di Direzione ha coordinato lo sviluppo di numerosi progetti a carattere innovativo e migliorativo rivolti sia alle attivit organizzative e gestionali dellEnte che al territorio cittadino. Si segnala innanzi tutto lo sviluppo del tema della Responsabilit sociale, sia attraverso la messa a punto del processo di rendicontazione sociale, volto migliorare la comunicazione e linformazione nei confronti della collettivit relativamente ai servizi erogati ed ai risultati ottenuti nellagire amministrativo, che attraverso lintroduzione della tematica della Corporate Social Responsabilit (di seguito CSR), partendo da unanalisi e da unautovalutazione del livello di rispondenza agli standard di responsabilit sociale elaborati a livello nazionale e ad oggi applicati alle pubbliche amministrazioni solo in via sperimentale. In riferimento al processo di rendicontazione sociale, grazie agli spunti e alle proposte formulate dai portatori di interessi in sede di valutazione del rendiconto sociale 2008 (incontro plenario del 3 marzo 2010) stato possibile migliorare la rendicontazione 2009, cercando di renderla pi rispondente alle finalit di trasparenza, rilevanza e completezza delle informazioni riportate, anche in unottica di rispondenza alle norme e agli standard di riferimento, nonch di miglioramento continuo del processo. La rendicontazione sociale del Comune della Spezia si dunque arricchita di una serie di indicatori e di dati rilevati al fine di rispondere alle esigenze espresse dai portatori di interessi e di offrire una pi puntuale misurazione dellefficienza e dellefficacia dellattivit di erogazione dei servizi, anche attraverso lutilizzo di classifiche e rapporti stilati a livello nazionale che mostrano il posizionamento del nostro Comune rispetto ad altre realt locali. Tra gli indicatori inseriti si trovano inoltre quelli individuati nellambito della sperimentazione Anci, cui il Comune della Spezia partecipa al fine di mettere a punto un processo di programmazione, gestione e controllo pi rispondente ai criteri e alle finalit dettati dalla recente riforma della Pubblica Amministrazione. Il Bilancio sociale 2009 ha gi potuto raccogliere una parte dei dati rilevati utilizzando i nuovi indicatori, che saranno pienamente applicati nellambito dellesercizio 2010 e che, grazie allattivit di benchmarking con altri comuni italiani, porteranno ad un ulteriore arricchimento dei suoi contenuti. Grazie ai contributi ottenuti dalla Regione Liguria nellambito della LR 30 del 13/08/2007, tesa a promuovere la diffusione delle pratiche di responsabilit sociale presso imprese ed enti pubblici, stato possibile finanziare, per 19.300, le attivit riguardanti la stampa e la diffusione del Bilancio Sociale 2008, nonch la verifica del processo di rendicontazione sociale rispetto allo standard internazionale AA1000. Tale verifica indipendente stata svolta dalla societ Bureau Veritas Italia s.p.a. e ha avuto lo scopo di attestare laffidabilit, laccuratezza e la correttezza delle informazioni e dei dati riportati,
95 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

valutando il grado di adesione ai tre Principi AA1000 (Inclusivit, Materialit, Rispondenza) e il grado di applicazione dei principi di riferimento indicati nella nota metodologica, presente allinterno del Bilancio Sociale. La verifica, da principio programmata per un livello di engagement 1, alla luce del grado di maturit ritenuto raggiunto dallorganizzazione nella gestione del processo di rendicontazione, si basata su un engagement di livello 2, ossia relativo non solo all'applicazione dei principi AA1000, ma anche allaccuratezza delle informazioni e dei dati forniti. Il bilancio sociale 2009, gi approvato dalla Giunta comunale, dopo aver ottenuto lottenimento del riconoscimento delladozione dello standard ed essere stato asseverato dai revisori dei conti, stato approvato dal Consiglio comunale (DGC N. 23 del 19/07/2010). Si pertanto aperta la fase di impostazione della versione stampabile da diffondere presso stakeholder e cittadinanza, nel rispetto delle tempistiche programmate. Sempre in tema di Responsabilit sociale, attraverso una prima ricognizione volta a misurare il livello di rispondenza dellorganizzazione ai criteri e agli standard applicati a livello nazionale, ed in particolare dallINAIL, in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro (prendendo a modello il questionario in uso ai sensi del D.M. 12/12/2000 per la valutazione della Responsabilit Sociale delle Imprese) stato possibile rilevare le azioni di prevenzione e protezione, sorveglianza sanitaria, formazione e le misure di controllo e prevenzione avviate o da avviare, facendo emergere lesigenza di una maggiore programmazione e proceduralizzazione di tali misure e la diffusione delle stesse a tutti i siti/edifici dellAmministrazione. A questo proposito si rileva che ha preso avvio lattivit di valutazione dei rischi, secondi una pianificazione che coinvolge tutti gli edifici in uso.

Dal 2010 lo staff di Direzione ha avviato unulteriore attivit di coordinamento riferita al tema della trasparenza. Nel primo semestre 2010 stata difatti avviata lanalisi degli adempimenti richiesti dalla normativa nazionale in tema, con particolare riferimento alle previsioni del decreto attuativo della Riforma della Pubblica Amministrazione (Legge 15 del 4 marzo 2009). Lart. 11 del decreto prevede infatti che ogni amministrazione garantisca, anche attraverso la pubblicazione sui siti istituzionali, la massima accessibilit delle informazioni concernenti ogni aspetto dellorganizzazione, degli indicatori gestionali e delle risorse utilizzate, nonch dei risultati delle attivit di misurazione e valutazione allo scopo di permettere il controllo del rispetto del principio di buon andamento e imparzialit. E stata pertanto verificata laccessibilit ai contenuti minimi richiesti sia dalla nuova normativa, che da quella previgente, anche sulla base delle prime linee dintervento per la trasparenza e lintegrit indicate dalla Commissione per la Valutazione, la Trasparenza e lIntegrit delle Amministrazioni pubbliche (di seguito CIVIT) nella Deliberazione n. 6/2010. A seguito di tale verifica stata creata una nuova sezione Web, denominata Trasparenza, valutazione e merito con linserimento di alcuni contenuti richiesti dal d. lgs.150/09 (ad es. nominativi e CV dirigenti e posizioni organizzative, retribuzioni di dirigenti e di coloro che ricoprono incarichi
96 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

politici, tassi di assenza e maggiore presenza del personale, ecc.). Sono stati individuati inoltre gli adempimenti cui ancora dare luogo al fine di garantire la massima visibilit e trasparenza alle tipologie di procedimento svolte ed ai relativi termini temporali e qualitativi ed al fine di diffondere i documenti correlati alla gestione del Ciclo della performance, secondo le modalit e le procedure che saranno oggetto di uno specifico regolamento. In riferimento al Programma triennale per la trasparenza e lintegrit, ai fini della sua stesura e dellavvio delle dovute consultazioni delle associazioni rappresentate nel Consiglio nazionale dei consumatori e degli utenti, si dovr invece attendere la pubblicazione delle specifiche linee guida CIVIT, previste per il mese di settembre. Il Programma potr comunque contenere strumenti e iniziative gi avviate dallAmministrazione in favore della trasparenza, quali ad esempio la rendicontazione sociale ed altre iniziative gi adottate in tema di legalit e cultura dellintegrit, oltre a prevederne di nuove, anche sulla base delle esigenze rilevate dalle associazioni dei consumatori degli utenti ed attraverso un forte coordinamento tra i diversi dipartimenti e strutture comunali.

Sempre in relazione alle attivit di miglioramento del funzionamento della macchina amministrativa, si segnala la gestione del Piano dellInnovazione e della Semplificazione dellEnte. Con il Piano pluriennale, approvato nel settembre 2007, il Comune della Spezia si dotato di una programmazione dinsieme riferita al miglioramento ed alla modernizzazione della macchina comunale sotto il profilo organizzativo, tecnologico e comunicativo - relazionale. Il Piano proseguito negli anni successivi ed anche per lannualit in corso si provveduto alla stesura di un piano dazione che ha individuato, per ciascuno degli ambiti dazione del Piano pluriennale (Informatizzazione e reingegnerizzazione dei processi, Miglioramento della Comunicazione interna ed esterna,

Miglioramento organizzativo e semplificazione e Sviluppo degli strumenti di programmazione e controllo), nuovi obiettivi operativi, risultati attesi e relativi target. Il Piano dazione 2010, approvato con Deliberazione N. 168 del 17/05/2010, comprende sia limplementazione di iniziative e progetti gi avviati nei due anni precedenti (vedi progetto Elisa 1 e 2, implementazione portale rete civica, diffusione sistemi di gestione qualit e indagini di customer, sperimentazione Conferenze dei Servizi on-line SUI, ecc.), che nuove iniziative di cambiamento che tengono conto delle riforme che hanno recentemente investito la Pubblica Amministrazione. Gli interventi prioritari per lanno 2010 sono riconducibili a quattro ordini di obiettivi: 1. linformatizzazione e reingegnerizzazione processi; 2. il miglioramento della Comunicazione interna ed esterna e dellaccessibilit alle informazioni e alle procedure dellente, anche tramite Web; 3. il miglioramento organizzativo e della qualit dei servizi e la semplificazione delle procedure;

97 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

4. lintegrazione e laggiornamento degli strumenti di programmazione e controllo per rispondere agli obiettivi di miglioramento continuo. I responsabili individuati per ciascun obiettivo operativo provvederanno a fornire allo staff di direzione lavanzamento delle rispettive azioni, al fine di permettere il monitoraggio del piano ed un migliore coordinamento tra progetti. Il I monitoraggio del Piano gi stato avviato (fine luglio 2010) ed i progetti maggiormente innovativi hanno gi trovato occasione di diffusione e valorizzazione attraverso la partecipazione a iniziative pubbliche di rilevanza nazionale (vedi iniziative Funzione Pubblica, Forum PA ecc.), nonch attraverso specifici progetti anche di natura sperimentale.

Si segnalano, in particolare, le tre menzioni ricevute al termine delle fasi concorsuali dellIniziativa ministeriale Premiamo i Risultati, assegnate in occasione della partecipazione alledizione 2010 di Forum PA, che nel complesso ha rappresentato unopportunit per diffondere a livello nazionale le buone pratiche realizzate dallEnte.

E infine in corso il coordinamento delle azioni di riorganizzazione interna. La Direzione ha raccolto le proposte di riorganizzazione avanzate dai singoli dirigenti al fine di pervenire ad una proposta unitaria che contenga sia elementi di macro-organizzazione che le proposte microorganizzative, da sviluppare e raccordare in base alle nuove disposizioni di legge e alle risorse disponibili. I processi di cambiamento e miglioramento potranno essere accompagnati da idonei strumenti di inclusione, informazione e di ascolto interno. Lo staff ha messo a punto metodologie e strumenti per lascolto, anche al fine di far emergere nuove idee innovative e migliorative dellorganizzazione ed erogazione dei servizi. Questi potranno trovare applicazione nellambito del Piano di Ascolto interno e, nel caso dei circoli di ascolto, comunque solo sulla base della disponibilit dei servizi e dei relativi dipendenti. In riferimento, in particolare, al circolo di ascolto previsto per il Dipartimento Opere

Pubbliche, stato svolto lincontro con il Dirigente per la redazione di un questionario di clima organizzativo. Somministrato il questionario a tutti i settori del Dipartimento ed elaborati i dati, era stato deciso con il Dirigente di avviare un circolo di ascolto su 10 incontri, che avrebbe dovuto coinvolgere PP.OO. del CdR Manutenzione, ritenuto il settore di maggiore necessit di intervento per lindividuazione di futuri assetti organizzativi, vista anche la strategicit e limpatto degli interventi di manutenzione sulla cittadinanza. Attualmente si in attesa di ulteriori disposizioni e disponibilit da parte del Dipartimento per lavvio del Circolo.

98 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

In riferimento al coordinamento dei progetti complessi e strategici per lo sviluppo territoriale, lo Staff della Direzione ha curato lattuazione dei due progetti integrati di riqualificazione urbana, Progetto Centro Citt e Progetto Quartieri Costieri del Levante, finanziati nellambito del POR FESR 20072013 ed altri progetti finanziati con fondi pubblici (comunitari, statali, regionali). In riferimento ai progetti integrati POR, lattivit, che ha visto il coinvolgimento di vari Dipartimenti e Servizi, ha riguardato il coordinamento nella fase di elaborazione delle progettazioni dei singoli interventi (preliminare, definitiva, esecutiva), la presentazione delle stesse alla Regione Liguria alle scadenze fissate dalla Regione (note prott. PG/2009/177293 del 10.12.2009 e PG/2010/70754 del 11.05.2010) e/o sulla base delle nuove date approvate dal Comune della Spezia ( v. DGC n. 87 del 15/03/2010), oltre al supporto al servizio Lavori Pubblici per la predisposizione e presentazione dei monitoraggi economico-finanziari bimestrali e per la rendicontazione degli interventi gi avviati relativi al Progetto Centro Citt (Recupero e pedonalizzazione Via Fiume e Piazza S. Bon, Illuminazione Giardini Storici e Illuminazione del Centro Storico). Lo staff della Direzione ha anche partecipato alla verifica documentale e sul campo svolta dalla Regione Liguria sul Progetto Integrato Centro Citt, in data 05 maggio 2010 e allAudit esterno di secondo livello svolto da Selene Audit srl, sullintervento Recupero e pedonalizzazione via Fiume piazza S. Bon. Lo Staff supporta la Direzione operativa anche nel coordinamento della messa a sistema di tutti gli interventi di riqualificazione urbana, ambientali e sociali, pubblici e privati, riguardanti larea del Levante cittadino, al fine di garantire una razionale realizzazione degli stessi anche attraverso la definizione di un apposito piano. Lo Staff ha inoltre offerto assistenza ai fini della partecipazione a progetti di cooperazione transnazionale e transfrontaliera finanziati da fondi FESR, con particolare riferimento al progetto transfrontaliero UCAT, proposto da ANCI Liguria per lo scambio di migliori pratiche nellambito dei servizi pubblici locali, e del progetto SeatoLand, progetto di interesse della Pianificazione Territoriale che coinvolge le citt e le autorit portuali di Livorno, Valenza, Siviglia, Atene e Birgu (Malta) sulle tematiche del rafforzamento della competitivit dei territori costieri ed il miglioramento dei flussi e dellaccessibilit tra le aree costiere e tra queste e lentroterra. Si rileva, inoltre, la prosecuzione degli interventi inseriti nel Progetto Integrato La Spezia Val di Magra finanziato dal Piano di Sviluppo Rurale (PSR) riferiti alla riqualificazione del percorso della Palestra nel verde e della strada forestale S. AntonioCampiglia. stata inoltre effettuata unanalisi della Convenzione Citt di mare Golfo dei Poeti, tra i Comuni di Portovenere - La Spezia e Lerici, in vista di una revisione e conseguente approvazione della stessa, anche alla luce delle recenti novit normative introdotte dal Decreto legge n. 78 del 31.05.2010, convertito in legge n. 122 del 29/07/2010. Tale convenzione riguarda una serie di funzioni e di attivit
99 ______________________________________________________________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

da svolgere e gestire in forma associata o coordinata, anche con la creazione di gruppi di lavoro tematici composti da tecnici dei vai comuni coinvolti.

Lo Staff ha anche sviluppato le attivit propedeutiche alla redazione del Piano dei Tempi e degli Orari cittadini seguendo lavvio e il monitoraggio dei progetti pilota finanziati dalla Regione nellambito della legge n. 26/2008 (D.G.R. n. 61 del 29/01/2010). Le attivit hanno riguardato sia i rapporti con lo staff regionale, sia lorganizzazione e la realizzazione di incontri con i referenti dei vari progetti. Inoltre, con DGC n. 243 del 19/07/2010 stato creato il Tavolo di coordinamento inter-assessorile per la predisposizione del PTO e per la promozione di progetti e politiche dei tempi delle citt (riunitosi per la prima volta il 28 luglio 2010). Ai fini della predisposizione del Piano, in sede di Tavolo di coordinamento, sono state proposte le tematiche di azione e fornita una scheda per la rilevazione di interventi e proposte progettuali da inserire nel PTO. E stata inoltre avviata, di concerto con il CdR Sviluppo economico, lattivit di stesura di un questionario volto ad indagare le nuove abitudini di consumo della cittadinanza, i cui risultati potranno confluire nel Piano di coordinamento, attraverso interventi mirati alladeguamento dei tempi e degli orari dei servizi privati e pubblici alle nuove tendenze. Infine, al fine di procedere allaggiornamento e ad un migliore monitoraggio da parte della Direzione operativa dellelenco dei progetti strategici per la citt, gi stata rilevata la necessit di procedere a breve ad una razionalizzazione degli stessi.

C.d.R. Grandi progetti, progetti complessi La Direzione operativa ha continuato a svolgere unattivit di coordinamento e supervisione delle progettazioni complesse e di rilevanza strategica per lo sviluppo economico del territorio. Si tratta dei grandi progetti urbani, quali Waterfront, Area ex-IP, aree militari, nuovo ospedale del Felettino, aree Enel ecc., nonch i progetti finanziati con ingenti contributi comunitari e nazionali che nel corso del 2010 vedranno lavvio delle realizzazioni o la messa a punto delle progettazioni. Tra questi: i due progetti integrati di riqualificazione urbana finanziati dal POR Competitivit 2007-2013 Asse 3 , i PSLI presentati e approvati nellambito del POR relativo a Fondo Sociale Europeo (FSE) e Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR), i progetti finanziati nellambito del programma attuativo regionale del Fondo per le aree sotto-utilizzate (FAS) ed altri interventi integrati di sviluppo territoriale cui il Comune della Spezia partecipa in qualit di partner, come quelli finanziati nellambito del PSR o del FESR ob. Cooperazione territoriale (P.O. transfrontaliero Italia- Francia marittimo e P.O. transnazionale MED). In riferimento, in particolare, ai grandi progetti urbani, per il 2010 si segnalano i seguenti avanzamenti: Per il Waterfront, la stesura del masterplan da parte dellarch. LLavador, secondo le diverse soluzioni per lurbanizzazione dellarea esaminate nel corso di specifici incontri ed il completamento,
________________________________________________100 ______________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

da parte dellAutorit portuale, del disegno di sistemazione delle aree in grado di ospitare le attuali funzioni collocate in Calata Paita e, in accordo con la Marina Militare, di dismissione della banchina Revel e costruzione di un ponte pedonale mobile per collegare la banchina con il porticciolo Mirabello, ormai in via di completamento. Con la definizione della progettazione del parcheggio interrato della Pinetina stato completato il disegno infrastrutturale dellintera area il cui assetto definitivo trover attuazione nel corso dellanno con lapprovazione del masterplan; le norme urbanistiche approvate dal Comitato Portuale dovranno ora ottenere lapprovazione del Comune e della Regione attraverso uno specifico Accordo di Programma; Per lArea ex IP, si segnala la ripresa dei lavori di bonifica del subdistretto 4 necessari per la costruzione delle opere di urbanizzazione, che dovranno essere contestuali alla realizzazione del Centro, la cui conclusione dei lavori prevista entro il 2011; Per le Aree militari, nel corso del 2009 stato sottoscritto un importante protocollo dintesa fra il Comune, il Ministero della Difesa e lAgenzia del Demanio per la dismissione di aree militari non pi utili e la valorizzazione di altre al fine di un loro riuso a fini civili. Dopo molti anni si finalmente giunti a definire una strategia condivisa in grado di fornire reciproci vantaggi agli Enti interessati. Grazie ai tavoli tecnici costituiti in seguito al protocollo sottoscritto sono state definite le stime dei beni individuati e i percorsi utili per valorizzare beni dismettibili tramite varianti urbanistiche. Con lAgenzia del Demanio sono stati definiti i valori delle aree di via XV giugno e dellarea Verde Marola, aree acquistate dal Comune. Nel corso del 2010 saranno acquisite le altre aree individuate, delle ex Casermette e della Stazione RT dei Cappuccini si sta ora verificando i percorsi di acquisizione alla luce delle normative sul federalismo demaniale; Per il nuovo ospedale del Felettino, costituita dalla Regione la nuova societ Infrastrutture spa, collegata della Finanziaria FILSE s.p.a. , con lobiettivo di progettare e realizzare il nuovo Ospedale. Ha cos preso concreto avvio il processo che porter alla costruzione del nuovo nosocomio. Il Ricorso al TAR contro laffidamento dellincarico di progettazione sta ora rallentando lavvio del progetto;

Per le aree ENEL, nel corso del 2010 riprenderanno i rapporti con lEnte elettrico sulla base della piattaforma ad esso sottoposta, concordata anche con la Regione, di cui sono gi state condivise alcune proposte al fine di ottenere importanti contropartite di carattere economico, interventi infrastrutturali e ambientali necessari per la citt.

Si segnalano inoltre i nuovi progetti strategici coordinati direttamente dal Direttore operativo: lAgenda strategica operativa per lo sviluppo del territorio, il cui obiettivo quello di costruire con i principali interlocutori del territorio una agenda operativa che indichi i tempi e le priorit di azione del breve e medio periodo per la realizzazione dei principali progetti di sviluppo del territorio;
________________________________________________101 ______________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

il Pacchetto anti-crisi, approvato dalla Giunta nel 2009 ed esteso ad altri soggetti sottoscrittori dellaccordo per lo sviluppo un pacchetto di misure atte a combattere la crisi, a favore delle famiglie e dei cittadini bisognosi e dello sviluppo di impresa. il Piano di Marketing urbano che, attraverso lUfficio Studi creato da Comune e Camera di Commercio, ha visto lindividuazione di azioni da realizzare in sinergia con le associazioni e con gli operatori per incrementare attrattivit e coordinare limmagine del commercio nel centro Storico. il Piano della Citt, per unanalisi approfondita e di tendenza sui servizi cittadini, svolta in collaborazione con altri servizi comunali e con la Pianificazione territoriale, al fine di procedere allaggiornamento del PUC. Con il coinvolgimento dei dirigenti verr ulteriormente aggiornato lelenco delle priorit da sottoporre a monitoraggio.

Si evidenzia di seguito landamento degli ulteriori progetti coordinati o supervisionati dal Direttore operativo: Riorganizzazione di Spedia e Antoniana: Nellambito della gestione dei Progetti Complessi la Direzione Operativa ha svolto unattivit di coordinamento e controllo delle azioni relative alla ristrutturazione funzionale ed organizzativa delle societ Spedia, Antoniana e Svar; Contratto del Quartiere Umbertino: Nellambito della gestione dei Progetti Complessi la Direzione Operativa ha svolto unattivit di coordinamento e controllo del complessivo stato di avanzamento delle componenti del Contratto di Quartiere II agevolando le relazioni tra i vari soggetti coinvolti nellattuazione degli interventi economici, di riqualificazione e di promozione sociale. Attuazione nuovo Piano Regolatore Portuale: Attraverso il tavolo permanente il Comune partecipa costantemente allattivit di monitoraggio dellattuazione del PRP. Si ricorda, in particolare, che nel mese di luglio il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, attraverso il Provveditorato alle Opere Pubbliche delle regioni Lombardia e Liguria, ha redatto il decreto per lautorizzazione ambientale alla realizzazione del molo allinterno del Comprensorio di San Bartolomeo - ex Mariperman. LAutorit Portuale, che si far carico della costruzione della struttura che verr consegnata alla Marina Militare, ha ottenuto in permuta dalla stessa il Molo Pagliari che, opportunamente ristrutturato, accoglier le marine storiche di Canaletto e Fossamastra. Nei prossimi mesi lAutorit Portuale potr indire la gara europea per la costruzione del molo Mariperman e, come da accordi con la Marina Militare per velocizzare il pi possibile il percorso, questultima render disponibile il molo Pagliari gi dal momento della pubblicazione del bando. Una volta ricollocate le marine come previsto si potr andare avanti con i lavori previsti dal PRP per la realizzazione del terzo bacino, anche a compensazione della cessione di Calata Paita. contestualmente a tali opere portuali si prevede anche il completamento della fascia di rispetto nella zona di levante.
________________________________________________102 ______________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

Avvio percorso verso il 2 Festival della Marineria: la definizione di una struttura operativa e gestionale volta al governo di tutti gli aspetti inerenti l' evento denominato Festival della Marineria uno dei nodi pi spinosi che l'amministrazione si trovi ad affrontare. Sono al vaglio diverse soluzioni prospettabili per prediligere poi la forma che meglio si attaglia alle esigenze di snellezza organizzativa e flessibilit richieste dal caso concreto. Una delle ipotesi attualmente al vaglio dell'amministrazione la costituzione di un' associazione costituita principalmente per iniziativa di soggetti pubblici locali e gestita da un amministratore unico, coadiuvato nella sua attivit da uno staff composto da un

responsabile artistico, uno della comunicazione ed un segretario operativo. Gli uffici comunali preposti hanno elaborato una prima bozza di statuto per tale forma organizzativa. Iniziativa Made in La Spezia: Iniziativa sospesa in attesa di nuove indicazioni politiche. Migliorare i servizi resi alla cittadinanza grazie allutilizzo delle tecnologie informatiche e allintroduzione di innovazioni di prodotto e di processo: Quello del miglioramento dei servizi resi al cittadino, sia dal punto di vista dellaccessibilit, che da quello della qualit resa, uno degli obiettivi cardine dellAmministrazione, tradotto in plurime azioni e iniziative che hanno ad oggi riguardato: il miglioramento dellorganizzazione dei front office comunali, sia attraverso il miglioramento dellaccoglienza, la sperimentazione di orari pi vicini allutenza (marted del cittadino), che attraverso la predisposizione di procedure di back-office informatizzate e standardizzate, spesso accessibili anche via web (vedi servizi on-line); la reingegnerizzazione di alcuni processi di lavoro con lapplicazione di nuovi software e la dematerializzazione degli atti (protocollo informatico, fascicoli informatici, determinazioni e deliberazioni on-line), che apporteranno risparmi dei tempi di lavoro e di spesa; la realizzazione, grazie a fondi comunitari (FESR), di una rete Wifi che interesser le maggiori piazze cittadine e della Banda Larga, assicurando accessi pi diffusi e rapidi alle informazioni ed un maggiore scambio dati tra PP.AA. e tra queste e i cittadini; la standardizzazione ed il monitoraggio della qualit erogata, attraverso opportuni sistemi di gestione e attraverso la rilevazione periodica della soddisfazione degli utenti dei servizi. Sviluppati, inoltre, numerosi altri i progetti di innovazione, peraltro sistematizzati nel Piano dellInnovazione (piano dAzione 2010), quali il progetto ELISA che, grazie allinteroperabilit tra banche dati (anagrafiche, catastali, ecc.) permetter di agire sul controllo della fiscalit, le Conferenze dei Servizi on-line, gi sperimentate con il supporto del CNIPA, timbro digitale e certificazioni on-line ecc.

C.d.R. Controllo di Gestione PEG La riforma Brunetta ha imposto alla Pubblica amministrazione una revisione e adeguamento dei propri strumenti di organizzazione secondo i nuovi principi di meritocrazia, trasparenza e orientamento al cittadino. I tempi di recepimento della normativa individuano la fine del 2010 come la data ultima per riformare i propri ordinamenti interni.
________________________________________________103 ______________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

Il nostro Ente non solo ha aderito alla sperimentazione dell'Anci e ha partecipato attivamente allo studio della nuova normativa, anche attraverso l'organizzazione di corsi interni rivolti alle P.O. e ai Dirigenti, ma ha gi introdotto delle modifiche per consentire un passaggio graduale alle novit normative. In particolare stato implementato e migliorato il PEG 2010, eliminando o riformando obiettivi non conformi e introducendo nuovi indicatori relativi alle performance organizzativa dei settori e delle diverse aree, in parte proposti dallANCI. La mancanza di un sistema di misurazione degli obiettivi strategici, imposto dalla riforma, ha spinto a migliorare il sistema di monitoraggio del Piano Dettagliato degli Obiettivi. Questanno infatti sono stati inseriti i primi indicatori anche per valutare lo stato di attuazione degli obiettivi assegnati ai Dirigenti e che saranno oggetto di valutazione. Il regolamento di adeguamento degli strumenti e dellorganizzazione del nostro Ente ai principi del d.lgsl 150/2010 in corso di redazione e approfondimento. Il 2010 rappresenta il momento di passaggio verso le novit che saranno introdotte a partire del 1 gennaio 2011, per questo si cercato di migliorare gli strumenti attualmente a disposizione, diffondendo allinterno della struttura, a partire dalla Dirigenza, una nuova cultura della programmazione e della misurazione. Il nuovo software SMART che sostituir il sistema di controllo di gestione fino ad oggi utilizzato, gi visionato dal Servizio, consentir un migliore collegamento tra gli obiettivi strategici e quelli operativi. Lo stesso sistema di valutazione, utilizzato nel 2009 per la dirigenza, stato esteso anche alle PO. stato necessario prevedere un adeguamento del PEG per uniformare il sistema di pesatura dei diversi obiettivi assegnati agli incaricati di posizione organizzativa. Grazie, infine, alla partecipazione del nostro Ente al club accountability promosso dalla Fondazione Civicum, stato avviato un lavoro di integrazione dei diversi strumenti di programmazione per creare un sistema di rendicontazione coerente e integrato. L'introduzione del nuovo programma informativo per la redazione del PEG consentir di sviluppare i principi promossi da Civicum.

In riferimento alla Certificazione di qualit, in linea con le intenzioni programmate, l'Amministrazione sta favorendo lintroduzione degli strumenti innovativi previsti dalle normative entrate in vigore negli ultimi anni che prevedono che la qualit dei servizi erogati debba basarsi anche sulle tecniche di rilevazione della soddisfazione dellutente esterno e dellutente interno (customer satisfaction sui servizi a contatto con i cittadini e sui servizi interni). Per questo, la Direzione Operativa ha avviato: - la costituzione di un Servizio Interno dedicato alla diffusione dei principi di qualit nellEnte, e alla progettazione di ulteriori certificazioni di qualit. stata avviata la gara per trovare il soggetto che accompagner la certificazione del servizio della Pubblica Istruzione; - la progettazione di un sistema (autonomo rispetto al ricorso ai consulenti), di
________________________________________________104 ______________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

implementazione dei sistemi di qualit sui settori dell'ente e di auditing di qualit sulle procedure organizzative, mediante l'individuazione di una lista di dipendenti che andranno a formare il Gruppo per la qualit e procederanno con la conduzione di audit di efficienza organizzativa (controllo qualit). Tali dipendenti sono stati individuati e sono stati avviati percorsi di formazione a loro specificatamente rivolti. - limplementazione di un Piano di customer satisfaction sui servizi dellente, orientato a rilevare le opinioni del cittadino e fornire quindi gli indicatori al controllo di gestione cos come richiesto dalla stessa normativa. stato a questo scopo sviluppato dal Servizio Informatico un software per la registrazione dei risultati delle diverse customer; - limplementazione di un Piano di customer satisfaction sui servizi interni dellente che prevede tecniche di ascolto interno sistematico (customer satisfaction interna, indagini di clima, circoli di ascolto, ecc.), in analogia con lascolto esterno (customer satisfaction sui cittadini), orientato a rilevare le opinioni dei dipendenti circa il buon funzionamento dei servizi interni, a partire da Dirigenti e Posizioni Organizzative al fine di ottimizzare lorganizzazione ed i flussi operativi interni e fornire gli indicatori al controllo di gestione cos come richiesto dalla stessa normativa.

Per le attivit di verifica e controllo sugli atti di affidamento di incarichi esterni il servizio ha provveduto a mantenere adeguate le procedure in riferimento alla continua evoluzione della normativa (D.L. 112/2008 Legge 69/2009 e D.L. 78/31.05.2010). Dal 2011 infatti la spesa per studi e incarichi di consulenza non pu superare il 20% di quella sostenuta per il 2009 Cio 11.563,60. Nel primo semestre sono stati affidati 6 incarichi per 2.911,33 cio il 25% della spesa massima consentita. Si rileva che lAmministrazione ad oggi ha affidato 51 incarichi esterni per l'importo di 479.160,14 di cui: 6 incarichi per consulenze in senso proprio 2.911,33; 9 incarichi per rappresentanza di tutela in giudizio per 45.787,85 e 2 consulenze tecnico-legali 18.188,00; 20 incarichi tecnici di progettazione 311.169,31; 14 altri incarichi professionali per 101.103,65. Si rileva che si continuato a fornire assistenza normativa per la risoluzione pratica dei problemi di natura fiscale ed a presidiare le fasi di registrazione e regolarizzazione contabile IVA e IRAP. Sono state curate le scadenze mensili IVA ed i controlli interni trimestrali per la tenuta contabile dell'IRAP per i servizi commerciali dell'Ente.

E stata infine svolta attivit di manutenzione e implementazione delle procedure informatiche a supporto dei controlli interni, con: la progettazione e sviluppo dei moduli informatici relativi al sistema di valutazione degli incaricati di P.O. e delle alte professionalit sul modello di quello della dirigenza, sulla base anche della "Riforma Brunetta"; lavvio dello studio di fattibilit da effettuare con la ditta CEDAF, vincitrice della gara del nuovo S.I.F., per l'acquisizione di dati finanziari finalizzati ad
________________________________________________105 ______________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

alimentare i flussi dell'attuale Controllo di Gestione, sono stati presi i primi contatti, essendo la stessa ancora nella fase iniziale; la gestione dei questionari relativi alla CUSTOMER SAFISFACTION gi redatti e installati e lo sviluppo di quelli nuovi, relativi a servizi Educativi (ristorazione, trasporto, nidi e scuole di infanzia), cimiteriali e demografici. Continuata, inoltre, la manutenzione ed implementazione dei software gi in essere.

C.d.R. Pianificazione strategica In riferimento allAccordo per lo Sviluppo, nel corso dellanno lamministrazione ha svolto un ruolo attivo convocando e verbalizzando i diversi tavoli che erano stati individuati al momento della sottoscrizione dellaccordo nel 2009. Per dare un sostegno allimprenditoria locale lamministrazione ha lavorato per diversi mesi alla sottoscrizione di un protocollo di intesa per superare la crisi del settore edile e regolamentare il sistema degli appalti. Il protocollo, definito dalle parti, non stato ancora sottoscritto. In riferimento al Piano di marketing urbano, il tavolo per il stato convocato nel mese di marzo ed in collaborazione con la CCIAA stato organizzato un convegno nel mese di giugno al fine di presentare il Piano stesso a tutte le parti coinvolte. In tale occasione le parti hanno sottoscritto il patto per il centro storico linee giuda e si sono cos assunte la responsabilit di dare attuazione a quanto previsto dal Piano stesso. Con la sottoscrizione del Patto si costituita anche la cabina di regia che riveste senzaltro un ruolo centrale proprio perch la sua organizzazione prevede la partecipazione di rappresentanti delle Associazioni di categoria, della CCIAA e dellAmministrazione comunale. Nel mese di luglio la cabina di regia si riunita per la prima volta ed stato stabilito che entro met settembre sar elaborato un crono programma per capire a quali interventi tra quelli previsti necessario dare priorit e quante risorse siano necessarie per attuarli. In riferimento al nuovo rapporto tra citt e Marina militare, un quadro pi completo sulle prospettive future dellArsenale e sullutilizzo di alcune infrastrutture della Marina da parte di aziende private si avr solo a fine anno. Limpegno dellamministrazione in questo ambito proseguito in maniera costante e nei primi mesi dellanno il tavolo del Patto per unagenda strategica finalizzata allo sviluppo della citt della Spezia stato convocato 2 volte; la prima volta con lo scopo di discutere sulla dismissione delle aree militari spezzine e la seconda per valutare le ipotesi da avanzare alla Marina Militare proprio per il rilancio dellArsenale della Spezia. In attesa di conoscere le decisioni del Governo in merito al futuro della Marina Militare alla Spezia, si cercato di stimolare attraverso questi tavoli le imprese al fine di avanzare proposte concrete per un eventuale co-uso di strutture, beni immobili interni allArsenale Militare. In questo senso si sono
________________________________________________106 ______________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

gi mosse alcune aziende del territorio. Linteresse dellAmministrazione quello di fare da regia delle varie richieste avanzate dal territorio, per non disperdere comunque una visione di insieme. Attualmente sono in corso accordi con la Marina Militare anche per lutilizzo ad usi civili dellospedale militare (deve essere sottoscritto un accordo di programma tra la Regione e la ASL) e la Marina si dichiarata disponibile a valutare proposte di privati per la gestione degli impianti sportivi a condizione che vi possa continuare ad accedere anche il personale militare. Nel corso dellanno sono proseguite le trattative con il Ministero della Difesa per la permuta, acquisizione e valorizzazione delle aree di propriet della Marina Militare oggi scarsamente utilizzate. Si tratta di processi per i quali sono necessari tempi lunghi e, ad oggi, non ancora stato delineato un quadro preciso dello scenario futuro.

Nei primi sei mesi del 2010 il tavolo del Patto per unagenda strategica finalizzata allo sviluppo della citt della Spezia stato convocato 2 volte ed il suo obiettivo quello di valutare insieme alle altre istituzioni e forze sociali le opportunit che di volta in volta si aprono a seguito delle trattative e aperture della marina militare. In particolare sono stati approfonditi i temi delle aree del PUV, delle aree dell'Agenzia del demanio compresa quella delle Casermette e delle possibili ipotesi per eventuale utilizzo e co-uso di aree interne alla base navale. stato sottoscritto un primo accordo relativo alle aree gi oggi in concessione al Comune della Spezia. stata trovato un accordo anche rispetto allarea delle Casermette, definendone il valore economico. Si tratta di valutare entro la fine dellanno come procedere per poter utilizzare nel pi breve tempo possibile e con il minore esborso finanziario dal parte dellEnte larea destinata a finalit produttive. Il protocollo a valenza annuale sottoscritto a maggio del 2009 tra il Comune della Spezia e il Ministero della Spezia ha ottenuto due rinvii e scadr alla dine del 2010. Si ricorda infine che il Comune della Spezia ha partecipato al convegno annuale organizzato RECS, la rete delle citt strategiche che lAmministrazione ha fondato insieme ad altre citt italiane.

C.d.R. Museo Amedeo Lia Lobiettivo concerne la gestione delle Collezioni permanenti del Museo e la valorizzazione del patrimonio qui raccolto attraverso lattivit scientifica, conservativa e didattica, attivit svolte anche grazie alla gestione del congiunto spazio espositivo dove possibile svolgere mostre temporanee, seminari, convegni, laboratori. Il consolidarsi delle iniziative tematiche proposte nello Spazio Zero, laboratorio permanente di educazione allarte, hanno rafforzato il rapporto con la Comunit e il pubblico pi giovane, che ha partecipato in maniera veramente soddisfacente ai laboratori. Inoltre, la pi stretta collaborazione con la Ludoteca Comunale e con altri settori dellAmministrazione ha rafforzato lofferta integrata dando
________________________________________________107 ______________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

loccasione di un dialogo con lutenza sempre pi partecipe ed ascoltata in base alle esigenze emerse. Ancora, in modo innovativo, proseguita la progettazione e la richiesta di contributi al fine di ampliare i percorsi rivolti a pubblico disabile, nellottica della partecipazione, con la stesura dei percorsi LIS, in collaborazione con la Regione Liguria, e lattuazione di percorsi per non vedenti. Tale progetto, che si inserisce in un programma pi ampio promosso dal Museo riguardante laccessibilit, di particolare rilevanza nazionale ed unico a livello regionale. Inoltre il continuo e partecipato rapporto con Associazioni operanti sul territorio e non solo ha permesso maggiore visibilit della struttura e delle attivit qui svolte. Oltre allintensa attivit seminariale e relativa a laboratori e aperture straordinarie, si segnalano quali ulteriori iniziative: - la partecipazione alla stesura della pagina web turismo e cultura del sito del Comune della Spezia, in collaborazione con lUfficio Turismo e con i colleghi dellIstituzione per i Servizi Culturali; - la convenzione con il Garden club della Spezia che si occupa della cura del giardino del Museo; - il rinnovo della convenzione con Porto Lotti con la conseguente emissione di una card nella quale compreso il Museo; inoltre, nuove convenzioni con Associazioni varie hanno ampliato i contatti del Museo. stata inoltre attivata una convenzione con la XIV Biennale Internazionale di Scultura di Carrara per promozione e attivit congiunte. In accordo con lAssessorato al Turismo e con le Associazioni di categoria del Comune della Spezia stato predisposto un pacchetto turistico che prevede la visita al Museo per i croceristi che fanno scalo alla Spezia. E' stata, inoltre, proseguita la stesura di articoli riguardanti la valorizzazione del patrimonio museale e la partecipazione a trasmissioni radiofoniche e televisive nazionali. Sono stati attivati nuovi stages di formazione ed inserimento lavorativo, utili anche al reperimento gratuito di personale per la custodia e la promozione, con lUniversit di Genova, Firenze, Parma, Pisa e con il Liceo Artistico, il Liceo di Scienze Sociali e Psico-pedagogico. Inoltre, uno stage con il Centro per lImpiego della Provincia ed un inserimento lavorativo attivato con la Cooperativa MA.RIS sempre incluso nel personale di custodia. Inoltre, sono, stati attivati nuovi prestiti di opere d'arte del Museo sempre in occasione di importanti manifestazioni espositive: - mostra: "Federico Zeri, dietro l'immagine", Bologna, Museo Civico Archeologico, 10 ottobre 2009-10 gennaio 2010. Opera prestata: Pietro Lorenzetti, San Giovanni Evangelista, tempera su tavola. - mostra "Ritorno al Barocco. Da Caravaggio a Luigi Vanvitelli", Napoli, Museo di Capodimonte, Certosa e Museo di San Martino, Castel Sant'Elmo, Villa Pignatelli, Palazzo Reale, 11 dicembre 2009 11 aprile 2010. Opera prestata: Agostino Puss, Adorazione dei pastori, placca in avorio.
________________________________________________108 ______________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

- mostra: "Pregio e bellezza. Cammei e intagli dei Medici", Firenze, Museo degli Argenti, Palazzo Pitti, 25 marzo - 27 giugno 2010. Farnese', placca in bronzo. - mostra "Da Jacopo della Quercia a Donatello. Le arti a Siena nel primo Rinascimento", Siena, Santa Maria della Scala, 26 marzo - 11 luglio 2010. Opera prestata: Taddeo di Bartolo, Cristo che sorregge la corona, tempera su tavola. - mostra "Pittura da camera. Arredi dipinti del Rinascimento fiorentino", Firenze, Galleria dell'Accademia, 7 giugno - 1 novembre 2010. Opera prestata: Giovanni di Marco detto Giovanni dal Ponte, Episodi di una leggenda profana, tempera su tavola. Lintroito derivante dalla bigliettazione e dalla vendita del bookshop nei primi sei mesi ha avuto un incremento del 2,1% circa rispetto allo stesso periodo del 2009. Il bookshop ha incrementato gli standard del 2009 con lacquisizione di nuovo materiale. La gestione dello spazio espositivo allineata alla gestione del servizio museale, e di questa complementare e funzionale alle attivit scientifiche e didattiche svolte abitualmente. Gli spazi di tale struttura garantiscono la messa in opera infatti di una serie di iniziative e manifestazioni integrate alla programmazione annuale. Lobiettivo si svolto secondo le previsioni con lutilizzo della sala per attivit didattiche, convegnistiche e di approfondimento della Collezione permanente. Si inoltre provveduto a formare nuovi operatori didattici cos come da previsione. Opera prestata: Italia centrale, Scene allegoriche dalla 'Tazza

C.d.R. Pari Opportunit Con la realizzazione, il 16 Marzo, del convegno La Crisi: il punto di vista delle donne e la costituzione, per ora in via informale, del Coordinamento di donne delle Istituzioni e delle Parti Sociali, sono stati individuati i seguenti obiettivi specifici per la valorizzazione del ruolo della donna nel mondo del lavoro: partecipare al Tavolo Anticrisi; effettuare un aggiornamento dello studio sulloccupazione femminile; sviluppare buone pratiche di genere allinterno del mondo del lavoro; intensificare i percorsi formativi rivolti alle donne, favorendone laccesso attraverso azioni di accompagnamento. In particolare, il Coordinamento ha affrontato i contenuti dellaggiornamento dello studio sulloccupazione femminile, di cui si far carico la Provincia utilizzando i fondi FSE, e le modalit ed i contenuti di partecipazione al Tavolo anticrisi. Tale priorit riconducibile alla Carta europea, cos come linsieme di progetti ed iniziative fra loro integrati che sono stati sviluppati prevalentemente in Rete con altri soggetti, istituzionali e non, e volti a, a) diffondere la cultura di genere e prevenire la violenza di genere, quali: - il progetto educativo Genere, scuola, non violenza, realizzato nelle scuole in collaborazione con la Provincia, che ha coinvolto 9 scuole (3 elementari, 4 medie e 2 superiori) e 14 classi;
________________________________________________109 ______________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

- il progetto Citt sicura, che prevede la realizzazione di piccoli interventi inerenti, ad esempio, lilluminazione di parcheggi, delle fermate degli autobus, ecc., volti ad accrescere le condizioni e la sensazione di sicurezza nelle donne e la cui attuazione ha richiesto un ulteriore coinvolgimento dei servizi interessati (LL.PP., Mobilit), tuttora in corso; b) difendere la dignit e limmagine della donna nei media e nella pubblicit e valorizzarne il ruolo nella societ e nel lavoro, quali: - il progetto di formazione nelle scuole secondarie sulleducazione alla relazione fra generi e sulla figura femminile proposta dai media, realizzato dal Comune in collaborazione con lAIED presso il liceo Pacinotti; - il progetto di adesione alla campagna nazionale dellUDI per contrastare la pubblicit che offende le donne, sfociato nelladozione della Deliberazione della Giunta Comunale n. 256 del 26.07.2010 per laMoratoria cittadina delle pubblicit lesive della dignit della donna; - il progetto 8 Marzo che ha incluso un insieme di iniziative, a partire dallevento musicale 8MM, realizzate in collaborazione con la Provincia, la Consigliera di Parit, le donne delle OO.SS. e delle Associazioni datoriali; - il progetto Borsa di studio ad un giovane talento musicale femminile, in collaborazione con F.I.D.A.P.A. - Federazione Italiana Donne Arte Professione e Affari, svoltosi il 6 gennaio presso la Sala Dante; c) sostenere le donne vittime di violenza e della tratta, con i progetti realizzati in collaborazione con Provincia della Spezia, altri Enti ed Associazioni femminili relativi a l Centro Antiviolenza, che continua a svolgere funzioni di supporto e sostegno per tutte le donne che abbiano subito violenza, ed al quale da maggio 2009 a luglio 2010 si sono presentate 62 donne ed il progetto Oltre la Strada (ex Lucciola), che persegue il recupero, laccoglienza e linserimento socio-lavorativo di donne e minori straniere coinvolti nel fenomeno della tratta (e che ha registrato laccoglienza nellapposito appartamento messo a disposizione dal Comune di 3 donne extra-comunitarie). Le azioni positive intraprese per l0adozione della Carta Europea, rientranti nelle competenze del Comitato di Ente per le Pari Opportunit (CPO), riguardano la Conciliazione tra tempi di lavoro e di vita, le Ricerche di genere e la Comunicazione di Genere: - in tema di Conciliazione tra tempi di lavoro e di vita stata avviata una riflessione che prende le mosse dai risultati della rilevazione effettuata nel 2009 attraverso un apposito questionario. - in tema di Ricerche di genere in corso la diffusione della ricerca sui Differenziali retributivi di genere anni 2007-2008 e la sua estensione allanno 2009; - in tema di Comunicazione di Genere, in corso lulteriore diffusione delle Raccomandazioni per un uso non sessista della lingua italiana, gi pubblicate sul sito web.

________________________________________________110 ______________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

Rispetto al CPO si segnala che sono in corso le sostituzioni a seguito del pensionamento di varie componenti e del mutamento di sigle sindacali. Si segnala, infine, che in corso, in collaborazione con altri Servizi e con la Provincia, la redazione del piano di attuazione della Carta Europea.

Ufficio di Gabinetto Nella prima met del 2010 l'Ufficio di Gabinetto ha costantemente supportato il Sindaco nello svolgimento delle sue funzioni. Ha coordinato tutte le attivit di tipo istituzionale e organizzato incontri del Sindaco con rappresentanti di Enti Pubblici locali, regionali e nazionali. In particolare la segreteria del Sindaco ha organizzato incontri con cittadini, con rappresentanti di associazioni locali e con diverse realt imprenditoriali cittadine. Ha gestito e curato l'attivit di rappresentanza dell'Amministrazione Comunale nelle relazioni con Enti e Istituzioni locali e nazionali. Inoltre, ha organizzato l'accoglienza degli ospiti istituzionali e collaborato in tutte le manifestazioni in cui l'amministrazione comunale stata impegnata. La segreteria del Sindaco ha curato gli atti di convocazione della Giunta politica dandone corretta comunicazione a tutti gli assessori e rispettive segreterie ed ha garantito un corretto svolgimento delle relazioni tra il Sindaco e i componenti della Giunta e delle relative forze politiche di appartenenza. LUfficio ha inoltre curato l'organizzazione di eventi e cerimonie al fine di valorizzare la memoria di fatti storici importanti legati alla nostra citt con la collaborazione dell'Istituzione Servizi Culturali, del Comitato Unitario Provinciale della Resistenza e Associazioni Storiche locali. Sono state organizzate una serie di iniziative civili finalizzate al recupero di testimonianze storiche, al fine di valorizzare momenti significativi della storia nazionale cittadina. L'Ufficio di Gabinetto ha collaborato alla realizzazione delle pi importanti solennit civili: Giornata della Memoria, Giorno del ricordo, celebrazione del 25 aprile Festa della Liberazione, Festa dei Lavoratori 1 maggio e la Festa della Repubblica.

C.d.R. Comunicazione e Immagine L'Ufficio Stampa ha svolto la sua attivit ordinaria di rapporto con i media: il servizio di rassegna stampa, conferenza stampa e comunicati. Ha inoltre supportato la comunicazione, relativamente al rapporto con i media, dei principali eventi organizzati dall'Amministrazione a partire dalla rassegna Parole di Giustizia. L'attivit si concentrata anche sulla realizzazione degli speciali tv e dall'uscita del periodico dell'Amministrazione Comunale "Della Spezia", arrivato al suo quarto numero.

In riferimento al Piano della Comunicazione, con la rete dei referenti si sono avviati i progetti di semplificazione del linguaggio e di applicazione del Manuale della Immagine Coordinata dell'Ente.
________________________________________________111 ______________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

Inoltre prosegue il progetto finalizzato a porre le basi per una rete di redattori diffusa della rete civica Spezianet.

Ai fini dellimplementazione della rete civica Spezianet, proseguito il percorso formativo e il progetto con le scuole elementari e medie della citt e con le associazioni per la creazione delle redazioni decentrate. Sono stati inoltre potenziati i contenuti informativi della rete civica, con la creazione del nuovo sito turismo e cultura, della sezione customer satisfaction e laggiornamento della sezione dedicata al bilancio sociale, oltre a quella dedicata a tutte le scuole comunali dell'infanzia.

Di seguito viene riportata la relazione relativa alle attivit dellISTITUZIONE PER I SERVIZI CULTURALI e si allega il I monitoraggio infrannuale del Piano Dettagliato degli Obiettivi esercizio 2010

________________________________________________112 ______________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

ISTITUZIONE PER I SERVIZI CULTURALI DEL COMUNE DELLA SPEZIA


E iniziato il riassetto operativo dellISC tendente ad affrontare le sempre maggiori criticit in ordine alla diminuzione delle risorse finanziarie e del personale, per altro difficilmente sostituibile in base alle normative vigenti, ed al traguardo di una riduzione dei costi complessivi di gestione, che risultano infatti compressi. In particolare si agito attuando tutti i principali programmi previsti per lISC, attraverso la creazione di gruppi di lavoro intersettoriali (vedasi modalit realizzative di: Notte Bianca, San Giuseppe, manifestazioni estive, mostre, incontri, rassegne e conferenze). E stata predisposta una rivisitazione degli orari di apertura dei musei con contrazioni diversificazioni orarie, attualmente allattenzione del C.d.A. dellISC e della Amministrazione comunale stessa, anche in vista delle necessarie consultazioni sindacali che seguiranno per i cambiamenti di orari dei dipendenti. Per quanto riguarda le nuove assunzioni, oltre al passaggio a tempo indeterminato di un CFL, attualmente impiegato trasversalmente in pi settori dellISC, stata assunta una nuova unit presso la Ragioneria. Si inoltre operato per integrare maggiormente le attivit culturali dellIstituzione con quelle del Museo A. Lia, attraverso lorganizzazione di manifestazioni per la valorizzazione della cultura e della storia cittadina ( Festa di San Giuseppe e censimento dei monumenti cittadini). E stato altres riorganizzato il servizio finanziario interno, attraverso la creazione di sistemi di controllo e monitoraggio delle risorse disponibili, con pubblicazione di tabelle e dati statistici, forniti al C.d.A dellISC.

Progetto di valorizzazione della memoria storica E proseguito positivamente il percorso di valorizzazione iniziato nel 2008, mediante interventi di salvaguardia dei monumenti e manufatti cittadini, oltre alla promozione e diffusione della cultura legata alle diverse tipologie del patrimonio storico artistico della citt (Rassegna Leggere lArte, Archeologica, Paleofestival, conferenza su Domenico Chiodo), da quello documentario e cartaceo a quello artistico, archeologico e monumentale. Estato realizzato e presentato il restauro del grande mosaico romano delle Nereidi che stato collocato al Museo del Castello di San Giorgio. Questo progetto prevede inoltre interventi di catalogazione e censimento dei beni al fine di promuoverne la conoscenza e la tutela e sottoporli ai necessari restauri, compatibilmente alle risorse reperibili.

Nellottica di questo genere di interventi sono altres comprese iniziative per la valorizzazione di personaggi dallalto profilo culturale e figure storiche importanti collegate al nostro territorio (ad esempio Capellini, Podenzana, Falconi, Mazzini, Formentini, Prini, Marconi), attraverso convegni, mostre e pubblicazioni.

________________________________________________113 ______________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

Ordinamento, cura e/o direzione delle mostre presso i Musei gestiti dallISC e delle pubblicazioni ad esse dedicate Sulla base degli indirizzi previsti, sono state organizzate e gestite in house, con consistenti risparmi, numerose mostre presso tutti i poli museali dellISC, rispettandone le singole vocazioni. Queste mostre, sempre accompagnate da pubblicazioni a corredo, hanno registrato in generale un positivo gradimento da parte dellutenza e della critica del settore, mantenendo cos il trend dei visitatori in armonia ed in linea con quanto previsto, facendo registrare inoltre un qualitativo miglioramento di tutte le iniziative realizzate (vedasi indicatori), malgrado limpossibilit di investire risorse nella progettazione di eventi di maggior appeal e nella promozione pubblicitaria.

Fund raising per le attivit dellIstituzione, con correlata gestione finanziaria ed operativa Si lavorato con concreti risultati per mantenere il trend degli ultimi anni, relativo alla copertura dei costi di gestione, in linea, salvo lievi scostamenti, con quanto prefissato inizialmente per il 2010, rafforzando la politica della ricerca di un incremento sempre maggiore di contributi esterni. In

particolare stato chiuso il contratto di sponsorizzazione WIND per le biblioteche. Tale contratto avr durata di 9 anni con versamenti annuali di Euro 16800 (totale Euro 151200).

Incrementi patrimoniali e acquisizioni, donazioni e comodati di opere darte Il patrimonio artistico stato incrementato come da previsione, mediante nuove acquisizioni, donazioni e comodati di opere darte. In particolare Vincenzo Loria (in corso di perfezionamento per un totale di 60 opere), Vittorio Sopracase, Tomaino, Melis, Rizzato.

Sviluppo eventi e iniziative culturali Sono state promosse iniziative di risonanza regionale e nazionale, che vanno ad arricchire lofferta culturale dellISC, anche attraverso una programmazione triennale realizzata e da realizzarsi con coordinamento e uniformit dellimmagine esterna, con particolare riferimento alla comunicazione on-line, come il sito turismo e cultura. Sono inoltre aumentati gli eventi che usufruiscono del contributo regionale (6, di cui 4 ancora da realizzare: Exodus, Pop Eye Festival, Mostra Prini, Capodanno, rispetto ai 5 del 2009). Il totale degli eventi organizzati ammonta a pi di 400 alla data del 30 giugno.

Spettacolo e teatro per i giovani In linea con quanto atteso, sono proseguite con successo tutte le iniziative programmate, sia per quanto riguarda le stagioni di prosa, musica e danza, che per le il teatro ragazzi. E stata inoltre promossa e realizzata una attivit di programmazione degli spettacoli del Centro giovanile Dialma
________________________________________________114 ______________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010

Comune della Spezia

Stato di Attuazione dei Programmi (Art. 193 comma 2 e Art. 198 T.U.E.L.)

Ruggiero e della Sala Dante in coordinamento ed omogeneit con il resto del calendario. Il trend dei biglietti venduti e del numero degli spettatori anchesso omogeneo alle previsioni. Da segnalare lottimo trend degli abbonamenti che hanno superato quelli dellanno 2009, che erano 568.

Qualificare lofferta del sistema bibliotecario e degli archivi storici anche attraverso un processo di digitalizzazione Tutti i servizi bibliotecari sono stati potenziati anche attraverso lo sviluppo del patrimonio bibliografico, del restauro, della valorizzazione e digitalizzazione dei documenti di particolare rarit e pregio (Opuscoli e miscellanee di autori ed interesse locale, Carte Geografiche, Eroica). E inoltre in corso la realizzazione della guida dellarchivio storico da pubblicarsi on-line. A cura del sistema bibliotecario anche lorganizzazione della rassegna Libriamoci prevista per lottobre p.v. che prevede al suo interno iniziative per la celebrazione dei 150 anni dellUnit dItalia. E stata nello stesso tempo uniformata lofferta formativa di Archivi e Biblioteche e Musei, successivamente presentata ai locali istituti scolastici.

Progetto innovativo per linformatizzazione dellIstituzione culturale Questo progetto innovativo stato intrapreso e proseguito con molto impegno laddove sono state potenziate le procedure di informatizzazione dellordinaria gestione delle Biblioteche e Archivi, quali la catalogazione e la gestione degli utenti iscritti e dei prestiti del sistema bibliotecario urbano, nonch dei servizi di consultazione internet, con reperimento di informazioni bibliografiche e consultazioni del materiale digitalizzato. E inoltre proseguita, dintesa e con il contributo della Regione Liguria, la catalogazione e inventariazione del patrimonio museale, archeologico ed artistico, attuata da personale specializzato e secondo le normative vigenti. Si nel contempo proceduto alla informatizzazione delle seguenti procedure amministrative: protocollo informatizzato gestione presenze del Personale gestione delle determine on-line gestione firma digitale del Dirigente

Espletamento gara per custodia servizi museali E stata espletata la gara per la custodia dei servizi museali, il cui bando pubblicato e consultabile on-line allinterno dellapposita sezione nel sito istituzionale del Comune della Spezia.

________________________________________________115 ______________________________________________ Direzione Operativa Controllo di Gestione - PEG Esercizio 2010