Sei sulla pagina 1di 4

15.41 Emilyh_Green ||->Guferia|| passi rapidi quelli della secondina.

una g onnellina nera sopra il ginocchio che svolazza ad ogni gradino. una magliettina a righe,attilata, sbracciata. ai piedi della ballerine nere, abbigliamento insol ito per la ragazza. un pezzo di carta stretto nella mano sinistra, un po stropicc iato. ecco il corrdoio che la separa dalla guferia. se lo fa quasi di corsa risc hiando di inciampare a causa di quelle scomode scarpe. la porticina si apre e un piede viene posato sul tappeto di ossicini di topo ed escrementi di gufo. la ra gazza si dirige verso uno dei volatili. i capelli come al solito legati sulla nu ca disordinatamene. il pezzo di carta si rivela una lettera che la ragazza lega alla zampetta di un piccolo barbaggiani <torna presto e cerca di non perderti!!> tono canzonatorio, un po saccente. si dirige verso un davanzale andandcisi a sede re. 15.46 Antony_Dalis ||Guferia||<Ancora ridacchia per il gufo ricevuto, dove si fatto i percing, ahaha.. non vale la pena nemmeno rispondere; tuttavia la per gamena ancora stretta nella destra, abbandonata lungo il fianco questa volta ric operto da una leggera magliettina mezze maniche, che oltre a mettere in risalto muscoli delle braccia prominenti, come d altronde spalle larghe, non fa null altro. Lievemente sfiora le giunture dei jeans babbani lievemente strappati e posti a v ita bassa, inarcando un sopracciglio e incespare un ghignetto a tutte quelle cac cole disperse su quello che una volta, contradistingueva il pavimento. Ode la po rta aprirsi, dirigendosi celermente verso delle travi, ben nascosto e ridacchian do alle parole della corvonero. Da dietro si avvicina alla ragazza tentando di m etterle le mani dinanzi gli occhi.> E se gli lanciassi un confundus? <Avrebbe mo rmorato ghignando, sempre se fosse riuscito nel suo intento.< 15.53 Emilyh_Green ||Guferia|| tira un lieve sospiro di sollievo, troppo in tenta nei suoi pensieri per accorgersi dell avvicinarsi del Grifo. poi ecco che la vista le viene oscurata all improvviso. instintivamente le mani vengono portate s u ci che le ha levato la vista. tasta lentamente mormora un <chi ?> deciso, per nu lla spaventato o intimorito, forse solo un po diffidente. parole che vengono pron unicate dal proprietario delle mani, probabilmente.voce mashile, voce familiare, non pu esserne certa ma di sicuro una vaga idea di chi sia se l fatta. <e tu lance resti un confundus ad una persona di spalle?>chiede, un sorriso furbo si dipinge sul volto della ragazza < per di pi ad una ragazza di spalle?>aggiunge con fare un poco saccente ma non antipatico o presuntuoso. ridacchia appena. se ha capito bene la persona celata dietro di se non sarebbe proprio stato da lui. 15.58 Antony_Dalis ||Guferia||<Ridacchia alle parole della ragazza, senza c he le mani smettano di coprire il volto della tredicenne, capo del quindicenne c he si avvicina all orecchio pi attiguo sussurrandole poi, debolmente.> Per la verit mi riferivo al gufo. <Altro ghignetto e piccolo sbuffetto indirizzato alla ciocc a di capelli che va a ricoprire proprio quell orecchio in cui pochi attimi prima h a asserito quelle paroline.> Su su chi sono chi sono <Loquisce il grifondoro con tonalit tornata nuovamente normale, una volta allontanatosi alcuni centimetri, a vendo quindi riaquistato la posizione di partenza. Quasi saltella, anche se b, pr obabilmente la ragazza ha gi capito chi sia.< 16.05 Emilyh_Green ||Guferia|| sorride nuovamente alle parole del ragazzo c he la vanno a contestare. scute lievemente il capo, per quanto possa, a causa de lle mani. il naso si arriccia appena. poi ecco che le sue dita si spostano dagli occhi celati pi indietro cercando di tastare i capelli. ma ormai ha gia capito, ormai sicura che la persona dietro di se sia lo stessa ragazzo con cui ha passat o il pomeriggio ieri e anche il giorno prima. ridcchia appena per poi verbiare < ma, adesso che mi ci fai pensare...>lascia la frase a met. il naso le si arriccia nuovamente <beh direi, Antony Dalis?> tono interrogativo anche se convinta che quella sia la risposta giusta. un sorrisino soddisfatto le si apre sul volto. 16.10 Antony_Dalis ||<Si lascia tastare i capelli, osservando proprio la ma no della ragazza palpargli la testa..> Sembra viva <Comincia a dire, ghignando s uccessivamente e senza naturalmente distogliere le iridi cangianti dal braccio d ella ragazza.> mmm.. sbagliato <Asserisce dopo un attimo di pausa, lasciando che le mani scivolassero dagli occhi, fin sotto il volto, scendnendo maggiormente p er poi soffermarsi sull addome.> o indovinato? <Domanda improvvisamente, ampliando il ghignetto risoluto sul volto, cincendola maggiormente.> Vediamo. <Mormora, t

entando di far voltare la ragazza, delicatamente per poi osservarla nelle iridi della stessa.> B chi sono? <Mormora nuovamente, ampliando nuovamente il ghignetto e tentando d abbracciare la secondina.< 16.17 Emilyh_Green ||Guferia|| aspetta silente la risposta del ragazzo, que l giochino pare divertirla. convinta in un "si" mentre si ritrova un "mmm...sbag liato" il sorriso si traforma in un espressione dubbiosa. ascolta ancora silente le parole del ragazzo. ecco che le mani le vengono levate, o per meglio dire, l e vengono abbassate fino ad arrivare al ventre. le palpebre si dischiudono lenta mente. prima che la ragazza si volti trovandosi davanti esattamente il ragazzo i mmaginato e si, perch no, anche sperato. lo guarda con un lieve sorriso. per poi avvicinare le labbra al su orecchi destro mormorargli <beh, di sicuro un bel rag azzo> si allontana lentamente dall orecchio restando per sempre alquanto vicina al suo volto. il sorriso diventato malizioso e sicuro di se. 16.23 Antony_Dalis ||<Iridi cangianti fisse in quelle della corvonero duran te le sue parole e ghignetto sostenuto sul volto> Oh su questo non c dubbio <Asser isce mantenendo comunque quella solita presunzione che l accopagna e cingendo ora non pi l addome della ragazza ma alcuni centimetri sopra il bacino, giocherellando comunque in quella frazione.> E anche vero che... <Frase lasciata in sospeso, pic colo giochetto del ragazzo, visto che sul volto del quartino possibile vedere un a malizia, probabilmente ben pi alta, di quella utilizzata dalla corvonero alcuni attimi prima. Niente, proprio non vuole compeltare quella frase, lasciandola to talmente in sospeso e ricambiando il sorrisetto in parte presuntuoso che mano ma no comincia a reprimersi, anche perch il capo viene avvicinato maggiormente alla tredicenne, con la chiara intenzione di elargirle un bacio.< 16.31 Emilyh_Green ||guferia|| guarda fisso il ragazzo negli occhi. poi que lla frase lasciata a met, ohh come vorrebbe che la finisse la frase, anche se mag ari non nulla di importante, anche se solo uno stupido giochetto, ma detto cos, e da quel ragazzo potrebbe essere di tutto. ecco che sente le mani abbassarsi anc ora, sorride scuotendo leggermente il capo sempre il solito eppur non dice nulla, slo un leggero privido che le percorre la schiena. poi il viso di lui che le si avvicina proprio come i giorni precedenti e anche questo bacio viene donato dall a ragazza che non esita ad avvicinarglisi. tre giorni, tre baci. anche questo sa r come i precedenti? breve? ma come fa la ragazza a paragonare un bacio ad un alt ro se il ragazzo stato il primo, e l unico finora ad averglelo donato? 16.23 Antony_Dalis ||<Iridi cangianti fisse in quelle della corvonero duran te le sue parole e ghignetto sostenuto sul volto> Oh su questo non c dubbio <Asser isce mantenendo comunque quella solita presunzione che l accopagna e cingendo ora non pi l addome della ragazza ma alcuni centimetri sopra il bacino, giocherellando comunque in quella frazione.> E anche vero che... <Frase lasciata in sospeso, pic colo giochetto del ragazzo, visto che sul volto del quartino possibile vedere un a malizia, probabilmente ben pi alta, di quella utilizzata dalla corvonero alcuni attimi prima. Niente, proprio non vuole compeltare quella frase, lasciandola to talmente in sospeso e ricambiando il sorrisetto in parte presuntuoso che mano ma no comincia a reprimersi, anche perch il capo viene avvicinato maggiormente alla tredicenne, con la chiara intenzione di elargirle un bacio.< 16.31 Emilyh_Green ||guferia|| guarda fisso il ragazzo negli occhi. poi que lla frase lasciata a met, ohh come vorrebbe che la finisse la frase, anche se mag ari non nulla di importante, anche se solo uno stupido giochetto, ma detto cos, e da quel ragazzo potrebbe essere di tutto. ecco che sente le mani abbassarsi anc ora, sorride scuotendo leggermente il capo sempre il solito eppur non dice nulla, slo un leggero privido che le percorre la schiena. poi il viso di lui che le si avvicina proprio come i giorni precedenti e anche questo bacio viene donato dall a ragazza che non esita ad avvicinarglisi. tre giorni, tre baci. anche questo sa r come i precedenti? breve? ma come fa la ragazza a paragonare un bacio ad un alt ro se il ragazzo stato il primo, e l unico finora ad averglelo donato? 16.53 Antony_Dalis ||<Non smette di cingerla tra le sue bracccia riaprendo le palpebre al termine del bacio e richiudendole praticamente alcuni attimi dopo , quando la ragazza appoggia il capo sulla sua spalla, visto che il quindicenne appoggia di conseguenza il capo, molto delicatamente su quell della tredicenne. La stretta non si scioglie, considerando che le braccia cominciano a stringersi

maggiormente, in effetti sono totalmente ristoranti per il quartino quei gesti.> Mi piace... <Comincia a dire riaprendo gli occhi, senza tuttavia allontanare il capo da quello della tredicenne.> Tutto questo intendo. <Continua poi, rimanend o silente alcuni istanti, prima d increspare un nuovo ghignetto, decisamente largo , prima di scostare di alcuni centimetri il capo da quello della corvonero.> O f orse qualcun altro <Asserisce, riferitosi naturalmente alla corvetta..< 17.00 Emilyh_Green ||Guferia|| la testa ancora appoggiata sulla sua spalla. le palpebre abbassate ma non chiuse del tutto. un sorriso che si allarga lentam ente alle parole del ragazzo, semplici parole che per sembrano avere un enorme ef fetto sulla ragazza, forse perch nesusno gliele ha mai dette, forse perch sono esa ttamente ci che prova anche lei.<che fai, mi leggi nel pensiero ora?>il tono dolc e, naturalmente con queste parole ha voluto dire che anche per lei il tutto molt o pi che gradvole. il lieve sorriso si trasforma in un sorriso rassegnato ma feli ce alle ultime sue parole gia, gia, non cambier mai non sembra voler scostare la te sta dalla sua spalla. si limita a pronunciare un <ma...chi lo sa>un po canzonator io. le palpebre si aprono lentamente. 17.08 Antony_Dalis ||<Labbra increspate in un ulteriore sorrisetto e capo s costato nuovamente alle prime parole della ragazza per tentare di vederle il vol to, tentantivo vano, considerando la postura della stessa che mantiene il capo s ulla spalla, non che gli dispiaccia, forse per questo pone nuovamente la fronte, delicatamente, sul capo della secondina.> Si una delle mie tante doti <Inutile sottolineare che stia scherzando, decisamente palese, e a sottolineare ci il ghig netto che non tende minimanente a spegnersi dopo quelle parole.> Chi lo sa? mmm <Arriccia il naso e corruccia la fronte mostrando quasi un espressione imbronciata .> Eeeeriiicc <Comincia ad urlare, svegliando il gufetto posto sul trespolo ed o sservando la ragazza dritto negli occhi, con le sue iridi cangianti.> Ora bacio lui <Conclude semplicemente, usando un fare dello stesso identico stampo della t redicenne.< 17.14 Emilyh_Green ||guferia|| sorride nuovamente al fare del ragazzo, ades so che ci pensa quando in sua compagnia non fa altro. il capo viene levato dalla spalla cos da poter guardare il ragazzo in faccia. ride di gusto alle sue parole e alla chiamata del gufo. torna seria improvvisamente dicendo con aria teatrale <mi tradisci cos?>la mano destra va sulla fronte <con un gufo?> il naturale sarc asmo della ragazza molto ovvio. torna a ridere. guardando il Grifo. due lacrimuc ce scendono dal bordo degli occhioni azzurri. abbassa le palpebre cos che queste possano scivolare lungo la guancia. torna a guardare il ragazzo. 17.21 Antony_Dalis ||<Espressione che rimane quasi imbronciata, espressione teatrale visto che a dir la verit se la sta spassando non poco.> Ah cos <Favella, sgranando lo sguardo sulla secondina, continuando poi.> Non mi credi. <L espressi one fintamente imbrociata ora diviene fintamente delusa, prima di corrucciare ma ggiormente la fronte e arricciare ancora una volta il naso, Iridi cangianti che si spostano sul trespolo del suo gufo.> Erriiiiccc <Chiama nuovamente rompendo i boccini al suo gufetto, che sembrava essersi addormentato nuovamente, il proble ma che viene comincia a librare davvero attorno al grifondoro.> Ed ora vedi <Ass erisce testardo osservando il gufetto e senza sciogliere al tempo stesso le brac cia attorno la schiena della ragazza.> Eric, uno veloce. <Il gufo quasi lo sputa in faccia, non capendo effettivamente cosa voglia il ragazzo> Su non fare il ti mido. <Mormora il grifone non lasciando la ragazza ma avvicinandosi al gufo per baciargli il becco.. blea..> Ericc non con la lingua <Scherza, rimanendo a pochi centimetri dal gufetto e baciandogli effettivamente il becco.< 17.28 Emilyh_Green ||guferia||li guarda divertita, vorrebbe trattenere le r isa ma proprio non ce la fa. altre lacrimucce che non esitano a rigarle il viso. <ma dimmi te> tre le risa le uniche parole che riesce a pronunciare. guarda pri ma il gufo, poi Antony. poi lo sputo che la fa sbellicare ancora di pi. ma come f a quel ragazzo a farla sempre divertire cos tanto? ai movimenti del gufo la gonne llina le si alza appena ma le manai, pronte, vanno ad abbassarla con rapidit. il riso dopo poco smette, forse perch stato esaurito o forse, molto pi probabile perc h la ragazza si accorta che deve proprio andare. guarda per l ultima volta il ragaz zo. il volto gli si avvicina velocemente, andandogli a scoccare un bacetto sulle labbra, rapido scherzoso e a stampo <rifatti le labbra>ridacchia sciogliendosi

un poco malvolentieri dall abbraccio. lo guarda <io vado> saluto accompagnato dal movimento della mano per poi dargli le spalle ed uscire dal luogo. 7.34 Antony_Dalis ||<Il gufo continua a ribellarsi cominciando ora con le b eccate.> su su, non fare il sostenuto <Asserisce riprovandoci nuovamente e prend endosi a volo un ulteriore beccata.> Cattivo.. <Asserisce ridendo non riuscendo a scrutare la gonna alzarsi della ragazza, anche perch b, l occhio ci sarebbe caduto , no?> mmm <Bacio veloce prima di scrutare l uscita della ragazza, pi che altro scr utando le spalle della stessa con iridi che scivolano poco sotto. Piccolo ghigne tto prima di ritornare sul gufetto, osservandolo quasi truce.> Non ti offendere, ma non c paragone, lei bacia meglio <Scoppia in una fragorosa risata, risata a di rla tutta repressa fino a quasto momento, legando il foglietto di pergamena mai abbandonato, alla zampetta del gufo.> Alla giornalista rompi boccini <Asserisce dirigendosi anch egli fuori la guferia.<