Sei sulla pagina 1di 8

October 24th, 2012

Published by: M5SRENEWS

Reggio 5 Stelle News


Basta sale giochi dazzardo! Il sindaco di Reggio intervenga con unordinanza a Ospizio
By Movimento 5 Stelle on October 24th, 2012

Un Comune che ha detto di volersi impegnare contro la ludopatia e la piaga del gioco dazzardo, non pu far finta di niente.Occore agire con il pugno di ferro. Il gioco dazzardo in Italia la quinta industria, con una spesa pro-capite di 500 euro a persona che fa del nostro bel paese la nazione che spende di pi al mondo in gioco. Peraltro, in Italia molto alta la quota di ludopatici, quantificati nel 2011 a 1 milione di persone che necessitano di cure e, spesso, veri e propri ricoveri per guarire da questa dipendenza, che spesso arriva a mandare in rovina intere famiglie, patologia tanto grave da essere recentemente inserita nei LEA (Livelli Essenziali di Assistenza) dal Ministro della Salute Balduzzi. Matteo Olivieri consigliere comunale Movimento 5 Stelle-beppegrillo.it Davide Valeriani consigliere circoscrizione Nord-Est Movimento 5 Stelle-beppegrillo.it

REGGIO EMILIA In questo momento di crisi economica, in cui il gioco pu essere visto come un miraggio, una falsa opportunit, occorre che le amministrazioni locali in primo luogo i Comuni, abbiano il polso per gestire la situazione, contrastando fenomeni che incentivino il gioco dazzardo e creino tensioni tra la cittadinanza, come sta avvenendo ad Ospizio alle porte del centro storico di Reggio, con lapertura di un nuovo locale aperto 24 ore su 24, a pochissima distanza da una scuola ed oggetto di giuste proteste in questi giorni da parte della stessa cittadinanza. Il Sindaco intervenga per placare le tensioni e le condivisibili preoccupazioni dei cittadini residenti che la apertura di questo nuovo ennesimo locale in via Emilia Ospizio ha causato. Lo pu fare con unordinanza che chiuda, temporaneamente, quellesercizio in zona Ospizio, rispondendo alle giuste richieste dei residenti e, parallelamente, mandando un segnale forte alla citt, ai suoi giovani, che spesso ricadono in questo tunnel. Il provvedimento pu essere adottato in analogia a quanto fatto, seppur per un caso differente, dal Sindaco di Parma Federico Pizzarotti nei confronti del circo che voleva utilizzare animali esotici e gli stato impedito per motivi di ordine pubblico (ed il Tar ha dato ragione allamministrazione comunale).

Lavoro: anche il MoVimento 5 Stelle raccoglie le firme in difesa dellart. 18


By Davide Valeriani on October 24th, 2012

Anche il Movimento 5 Stelle raccoglie le firme per i referendum in difesa dei diritti dei lavoratori, promossi a livello nazionale da varie forze politiche e sindacali, tra cui la FIOM.

October 24th, 2012

Published by: M5SRENEWS

Il primo referendum chiede di abrogare lart. 8 della finanziaria varata nellagosto 2011 dal Governo Berlusconi che ha rimosso, di fatto, il valore del contratto nazionale di lavoro, permettendo deroghe ai diritti dei lavoratori. Il secondo referendum chiede di abrogare le modifiche effettuate dalla riforma Fornero del Governo Monti allart. 18 dello Statuto dei Lavoratori, in particolare quelle che hanno cancellato la norma che imponeva il reintegro del lavoratore licenziato senza giusta causa o giustificato motivo, a fronte di una sentenza del giudice del lavoro favorevole al lavoratore stesso. E possibile firmare tutti i sabati mattina in Piazza del Monte presso il nostro banchetto dalle 10 alle 13 circa, presentando un documento di identit.

- Lamministrazione comunale ha fino ad oggi negato la possibilit a questi agricoltori di poter partecipare in quanto sussisterebbero motivi di sicurezza che impedirebbero di posizionare banchi e gazebo nella corsia centrale della piazza. Questo per favorire il deflusso. Considerato che:

Mercatino Km Zero Piazza Fontanesi, si dia spazio a tutti gli agricoltori in attesa
By Movimento 5 Stelle on October 24th, 2012

- come dimostrato dalle foto allegate, nelle tradizionali giornate di mercato in Piazza Fontanesi (marted e venerd) lassembramento dei banchi molto marcato rispetto alla giornata del sabato con le estremit della corsia centrale e alcune posizioni centrali occupate da banchi, senza che questo abbia mai provocato o fatto emergere rilievi relativi a problemi di sicurezza;

Quindici produttori diretti tra Coldiretti e CIA sono in lista di attesa per partecipare al mercatino del sabato. Il Comune nega questa possibilit per ridicoli motivi di sicurezza, che non sussitono di fatto negli altri giorni di mercato. Il Movimento 5 Stelle-beppegrillo.it ha presentato una interrogazione a risposta scritta alla Giunta di Reggio con il consigliere Matteo Olivieri. Si allega testo dellinterrogazione, foto esplicative delle varie situazioni riscontrate. Interrogazione a risposta scritta Premesso che: -Il mercatino degli agricoltori Km zero in piazza Fontanesi , proposto dal Meetup Amici di Beppe Grillo e dal consigliere Mario Monducci nel 2008 ed inaugurato nel giugno 2009, rappresenta un importante punto di riferimento non solo per i cittadini ma anche per i produttori agricoli della nostra provincia e di quelle vicine; -Il successo di tale iniziativa ha fatto s che da informazioni raccolte vi siano circa una quindicina di aziende agricole reggiane e delle province a noi vicine in lista dattesa per poter accedere ad un banco in piazza Fontanesi, al fine di partecipare al mercatino che si svolge ogni sabato mattina:una decina di produttori affilliati alla Coldiretti e circa cinque affilliati alla Cia- Confederazione Italiana Agricoltori; Sottolineato che: - gli stessi spazi centrali sono stati occupati per la meritoria iniziativa di CNA svoltasi in contemporanea con il mercatino km zero del sabato 13 ottobre 2012, come dimostrano le foto allegate; - generalmente la densit dei banchi del solo mercatino agricolo di gran lunga inferiore a quella delle giornate del marted e del venerd (vedi la foto superiore e la prima); Linterrogante chiede di sapere: - se lamministrazione comunale, al fine di garantire un ulteriore sviluppo a questo mercatino apprezzatissimo da migliaia di cittadini, non intenda opportuno studiare insieme alle associazioni agricole una soluzione, al fine di permettere anche ai produttori in lista dattesa di vendere il loro prodotti km zero in piazza Fontanesi. - se le considerazioni sulla sicurezza sono basate sulleffettiva occupazione degli spazi in piazza Fontanesi o su richieste che non vengono poi sfruttate dagli agricoltori, dal momento che

October 24th, 2012

Published by: M5SRENEWS

met della piazza semivuota o con distanze medie di circa 4 o 5 metri tra una bancarella e laltra (lato ovest);

Nei prossimi giorni verr comunicata la data della commissione di lavoro, a cui vi invito a partecipare!

Riqualificazione Mirabello: ombre sulliter procedurale


By Davide Valeriani on October 24th, 2012

Assemblea per discutere sulle trivellazioni anche nella Bassa Reggiana


By Elisa Pizzi on October 24th, 2012

Si riunito ieri sera il consiglio della circoscrizione Nordest. Tanti i temi allordine del giorno, ma il pi importante riguardava il progetto di rigenerazione urbana del quartiere Mirabello, in particolare dellex Polveriera. Un progetto complesso e atteso dalla cittadinanza, nel complesso un buon progetto, con spazi per il sociale, per un ristorante a km zero e, forse, per la nuova sede della biblioteca di Ospizio. Per liter seguito dallamministrazione mostra alcune ombre. Per prima cosa, invece di fare una gara, si fatto un avviso pubblico per la manifestazione di interesse: chi interessato a investire su quellarea, mette in busta chiusa una serie di documenti e li manda allamministrazione, che valuta qual pi in linea con i suoi obiettivi. Peccato che, oltre al fatto che lavviso pubblico stato fatto in piena estate, nonostante siano stati prorogati i termini per la consegna dei documenti al 15 settembre, il vincitore del progetto non avesse consegnato tutta la documentazione richiesta per legge, che ha poi integrato oltre un mese dopo, il 15 ottobre e il 22 ottobre (per ammissione dello stesso assessorato). Parliamo di documenti come la carta di identit ma anche la relazione descrittiva sintetica, una descrizione di quello che si voleva realizzare. Il tutto senza considerare che, per riqualificare larea, il Comune acquista dal demanio le aree per circa 3 milioni di euro e poi le concede in affitto al consorzio Oscar Romero vincitore dellavviso pubblico per 60 anni alla modica cifra di 2000 lanno! Dopo discussioni piuttosto accese, in cui il PD sosteneva di votare il parere e poi verificare questi dubbi (troppo comodo!), il consiglio stato sospeso per circa 15 minuti e si tenuta una riunione dei capigruppo, in cui si convenuto di rinviare lespressione di parere a una data successiva, organizzando una commissione di lavoro per chiarire questi dubbi con i tecnici competenti. La decisione stata presa allunanimit, anche grazie al fatto che il PD, da solo, non sarebbe riuscito a mantenere il numero legale se la minoranza fosse uscita dallaula, viste le numerose assenze tra le file della maggioranza. Dopo essere venuti a conoscenza dellintenzione di trivellare anche nella Bassa Reggiana, stata indetta unassemblea a Poviglio per parlare dellargomento dal Comitato Ambiente e Salute provinciale. per questo il COORD. PROV. COMITATI AMBIENTE E SALUTE il Movimento ASSOCIAZIONI e COMITATI insieme alle Forze all interno delle Istituzioni sensibili a questa opposizione , a salvaguardia del Territorio e ad alternative in ambito Energetico che vadano al di l del petrolio e assimilati , indice una ASSEMBLEA programmatico / operativa x Luned 29 10 2012 ore 21 presso Circolo KALEIDOS via Ceci a POVIGLIO , il centro pi colpito x 43 km2 dai Programmi di Trivellazione nella BASSA insieme a Gualtieri 26 km2 , Castelnovo di Sotto 21 km2 , e Novellara, Brescello, Guastalla, Boretto, Cadelbosco Sopra, Gattatico, Bagnolo in Piano. O.d.G. : - opposizione ai Permessi REGIONE , PROVINCIA e COMUNI alle Trivellazioni - sostegno all opposizione dei Cittadini proprietari dei Terreni individuati alle TRIVELLAZIONI - programmi di diffusione della Cultura della prevenzione a salvaguardia degli equilibri del nostro Territorio , l esperienza della vicina parte dell Emilia Terremotata docet . - individuazione e collegamento con tutte le realt Politico / Associative operanti nei 10 Comuni interessati .
3

October 24th, 2012

Published by: M5SRENEWS

- alternative in Ambito Energetico . P.S.: si prega di dare comunque conferma di adesione a gianfranco@texalsrl.it

Il Comune di Parma partecipa al bando regionale per il cofinanziamento di progetti di riqualificazione energetica
By Elisa Pizzi on October 24th, 2012

Scuola, famiglia, societ: la riforma anticorruzione deve iniziare da qui


By Elisa Pizzi on October 24th, 2012

Cominciamo dalle famiglie e dalle scuole a dire che il rispetto delle regole e lonest sono una condizione essenziale per essere un paese libero e democratico. Cominciamo tutti a fare la nostra parte, con comportamenti trasparenti e magari collaborando pienamente con le istituzioni, le forze dellordine e lautorit giudiziaria. S, vero: labbassamento della prescrizione per il reato di concussione per induzione (ovvero la forma contestata nel 90% dei processi) un segnale che desta qualche preoccupazione. S, vero: se non si ripristina il falso in bilancio, la lotta contro le mazzette nasce azzoppata. S, vero: il reato di traffico di influenze illecite uno strumento molto potente, e io dico che rischia di esserlo persino troppo e noi pm dovremo sapere manovrarlo con prudenza e attenzione se non vogliamo che diventi un boomerang. S, vero: manca la previsione dellautoriciclaggio e tuttavia si previsto il reato di corruzione tra privati. Soprattutto mancata la volont politica di introdurre alcune riforme di sistema e procedurali per rendere pi efficaci e rapidi i processi, cos da rendere la minaccia dei nuovi reati effettiva e non solo un puntino lontano nellorizzonte. Penso alla prescrizione che decorre ancora fino alla Cassazione, penso a una disciplina della contumacia che troppo spesso diventa uno strumento per rallentare il procedimento e complicare le notifiche, penso ai molti bizantinismi della procedura che rendono complicato arrivare in porto entro tempi ragionevoli. Luci, ombre e qualche grosso buco che attende di essere riempito quindi. Vorrei per dire che la vera riforma necessaria pu essere e dovrebbe essere unaltra. Invece di discutere animatamente su quale nuova legge approvare, perch non cominciamo ad applicare e rispettare le leggi che ci sono? Abbiamo bisogno di legalit e di credibilit, non di legalismo e ipocrisia. Allora cominciamo a chiedere a noi stessi e soprattutto a chi ha responsabilit pubbliche coerenza e dignit. Cominciamo a non essere indulgenti con chi fa il furbetto o con chi dice cos fan tutti. Non inseguiamo la chimera di una
4

Utilizzare la risorse offerte dal piano energetico regionale per riqualificare gli edifici di propriet dellamministrazione comunale. Questo loggetto della delibera approvata dalla Giunta (n318 del 11/10/2012), con la quale stato presentato un progetto di cofinanziamento, (Bando regionale 50 TEP ) per limporto di 400.000 euro, individuando come oggetto dellintervento il plesso scolastico Vicini di via Milano. La riqualificazione energetica degli edifici pubblici costituisce una delle priorit dellazione dellamministrazione comunale. A tal fine stata avviata unindagine sullefficienza energetica degli edifici di propriet del Comune di Parma per valutarne le possibilit di miglioramento, aumentandone le capacit di risparmio energetico e la contestuale possibilit di applicazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili. Sono stati schedati 18 plessi scolastici, per i quali stata trasmessa al ministero richiesta di finanziamento per il Piano delle Citt. In particolare il progetto per la scuola Milani prevede la sostituzione dei serramenti, la realizzazione di un sistema a cappotto sullintero involucro edilizio e limpianto di ventilazione meccanica controllata. Per la realizzazione dellintervento stata utilizzata la formula del Finanziamento Tramite Terzi, avvalendosi di societ Esco Service certificate UNI 11352, societ che svolgono attivit di efficientamento energetico. tratto da www.comune.parma.it

October 24th, 2012

Published by: M5SRENEWS

legge che risolva la nostra decadenza etica e culturale. Il vero rivoluzionario, in Italia, colui che crede nella legalit e non sgomita per i propri interessi e vantaggi privati. Come diceva Flaiano: Mi accorgo che si pu essere sovversivi soltanto chiedendo che le leggi dello Stato vengano rispettate da chi ci governa. Proviamoci almeno. Ne vale la pena. fonte: Il Fatto Quotidiano

Bandi di concorso
By MoVimento 5 Stelle San Martino in Rio on October 24th, 2012

A tutti gli effetti uno sconto incondizionato e non convertibile in euro. Altre applicazioni degli Scec (tipo baratto) saranno studiate in seguito. Per ora se ne comincia a parlare. Il Movimento 5 Stelle ha tenuto un incontro tra i propri aderenti per lanciare l'idea (ad occuparsene il consigliere comunale Mirko Zioni) e l'assessore al commercio, Cristiano Casa, presto convocher le associazioni di categoria per illustrare il progetto. Dal canto loro Ascom-Confcommercio e Confesercenti si dicono pronte a prestare attenzione: in un momento di crisi non si scarta a priori nessuna idea che possa rilanciare i consumi. Casa non ha fretta: per funzionare bene il progetto deve avere un circuito ampio di negozi aderenti e questo richiede tempi lunghi. Scec l'acronimo di "Solidariet che cammina", il suo promotore Pierluigi Paoletti, analista finanziario presidente nazionale dell'Arcipelago Scec, che uno dei consulenti gratuiti del sindaco Federico Pizzarotti. La moneta-non moneta gi in corso di sperimentazione in una zona di Roma (IV municipio), a Crotone (dove domani si terr un dibattito su questo tema), a Napoli e in Toscana, con diversi nomi. L'idea originale di Rob Hopkins che ha fondato il movimento delle Transition Towns (sar a Parma a parlare il 24 settembre) che nella cittadina inglese di Todnes ha introdotto uno speciale "pound" per pagare i prodotti agroalimentari locali a km zero, in modo da incentivare la filiera corta. Beppe Grillo si innamorato dell'idea e ora il sindaco Pizzarotti prover a metterla in pratica con l'intenzione di farne un grande volano politico. Certo molto dipender dai risultati pratici. Come detto si tratta di uno buono sconto e, a parte la cornice solidale e politica, non molto dissimile da un'iniziativa commerciale classica, quale ad esempio quella delle Poste Italiane con il circuito Postepay. RIPRODUZIONE RISERVATA

BANDO DI MOBILITA ESTERNA TRA ENTI SOGGETTI A VINCOLI ASSUNZIONALI PER LA COPERTURA DI POSTI CHE EVENTUALMENTE DOVESSERO RENDERSI VACANTI CON PROFILO DI AGENTE DI POLIZIA MUNICIPALE CAT. C. Eventuali informazioni potranno essere richieste presso lUfficio Unico del Personale dellUnione Bassa Reggiana (recapito telefonico 0522/655444), nonch presso il Comando del Corpo di Polizia Municipale Bassa Reggiana (recapito telefonico 0522/651014). Il presente avviso disponibile allindirizzo internet www.comune.novellara.re.it sezione Concorsi, graduatorie e bandi (Comune).

Il grillino anti-euro Pizzarotti introduce gli Scec, ma alla fine sono solo un buono sconto
October 24th, 2012

Finalmente la Consulta in Commissione!


By Giovanni Favia on October 24th, 2012

Alla fin fine si tratta di un buono sconto. Ma l'enfasi del nuovo e la ricerca di un'alternativa all'economia reale ne hanno gi decretato il successo virtuale come nuova moneta-nonmoneta. La giunta grillina di Parma ha messo sul tavolo il sistema degli Scec, come formula di pagamento nel commercio al dettaglio in citt. In pratica l'idea questa: si fa un acquisto, si paga in euro e oltre alla merce si ricevono dei biglietti di carta tipo buono-sconto denominati Scec (acronimo di "Solidariet ChE Cammina") che in successivi acquisti potranno essere usati come forma di pagamento parziale: ossia su un bene di valore 100 il commerciante potr applicare uno sconto dal 5 al 30%, incassando, ad esempio 95 euro, in moneta sonante e 5 euro in scec.

Dopo un anno dal deposito della proposta di Legge del Movimento 5 Stelle, arriva in Commissione IV la discussione sull'abrogazione della Legge Regionale 3 del 24 aprile 2006, quella che istituiva la Consulta per gli Emiliano-romagnoli nel Mondo (www.assemblea.emr.it/convocazioni/2012/ottobre/ copy_of_3-commissione-IV) Se ne discuter marted, a partire dalle ore 10.00 Bene, era ora! ricordate che il Movimento 5 Stelle aveva cominciato la battaglia contro i costi della struttura della Consulta sin dall'ingresso in regione (www.beppegrillo.it/listeciviche/ liste/emiliaromagna/2011/10/consulta-qualcosa-simuove.html)? L'apparato della Consulta troppo costoso rispetto ai progetti che finanzia sui quali, tra l'altro, manca completamente la trasparenza. Partiamo dall'abolizione della struttura, che comporter risparmi significativi per l'Ente, poi parliamo dei progetti e di cosa salvare e cosa no. Ci dispiace solo che abbiamo dovuto aspettare un anno, e sollecitare la Presidente di commissione per discutere del Progetto di
5

October 24th, 2012

Published by: M5SRENEWS

Legge. Sicuramente si poteva fare prima. Dopo il passaggio in Commissione, si voter in Aula nelle prossime sedute.

Fondi Europei usati irregolarmente per un acquedotto?


By Giovanni Favia on October 24th, 2012

Amianto smaltito irregolarmente fra le macerie del terremoto?


By Giovanni Favia on October 24th, 2012

Hera ha chiesto e ottenuto fondi europei per ampliare un ramo del proprio acquedotto nel Comune di Vergato (BO), portando l'acqua corrente nelle localit di Sanguineda e Casolaro. Purtroppo quei fondi erano destinati allo sviluppo agricolo, e l'unica azienda agricola presente in quelle zone non ha aderito alla convenzione. Dunque per quale motivo la richiesta di portare acqua a queste abitazioni rientrata in un progetto destinato ad altri scopi? Parliamo di cifre importanti: 102.000 provenienti dall'Europa, 23.000 a carico di tutti i contribuenti della Provincia, con rincaro in bolletta, e 41.000 pagati dai residenti stessi, i cui nominativi sono ignoti anche all'Istituzione Provinciale. La questione non secondaria perch nella domanda Hera parla di 34 abitanti serviti, ma la quota pro-capite, di 2.970 , calcolata solo su 14. E gli altri 20? Ulteriore questione: la zona interessata Sito di Interesse Comunitario, quindi protetto, ma n Hera n nella relazione di compatibilit ambientale se ne fa cenno. E' ovvio che tutta la questione assume connotati imbarazzanti, che sfociano nel penale, se si pensa che gli edifici della Sanguineda sono stati riconosciuti abusivi nel processo contro il Geometra Ivano Nanni (assolto perch i suoi atti sono stati ritenuti 'colposi') sia dal Comune di Vergato che dalla Regione EmiliaRomagna costituitasi parte civile. La Procura di Bologna, lo sappiamo, all'opera per verificare - caso per caso, casa per casa - quali abbiano diritto ad esistere e quali no. Prima di procedere ad un'opera che cambierebbe per sempre lo stato di legalit degli edifici (l'allacciamento all'acquedotto requisito essenziale per l'abitabilit) chiediamo alla Regione di esprimere il proprio parere e di bloccare quest'opera che calpesta il concetto stesso di uguaglianza di diritti e di doveri alla base di una comunit.

Abbiamo ricevuto segnalazioni e foto molto preoccupanti che sembrano segnalare lo smaltimento abusivo di amianto, mescolato e impiegato - pare - in un cantiere edile. In particolare fra Via Lavacchi e Via Leonardo da Vinci, nel paese di San Felice sul Panaro (MO), abbiamo immagini che testimoniano la presenza di Eternit fra i materiali tritati e poi usati come base per la strada, poi ricoperta di ghiaia. Secondo noi, che da anni ci battiamo per un puntuale registro regionale degli edifici pubblici e privati con presenza di amianto (http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/ emiliaromagna/2011/10/la-stanca-litania-del-censimentocolabrodo-sullamianto.html), al di l del caso specifico sarebbe comunque necessario approntare un censimento degli edifici danneggiati con amianto per segnalarne la presenza agli Enti competenti e fare in modo che siano messi in condizione di lavorare in sicurezza le persone che operano nella movimentazione delle macerie e nella ricostruzione. Considerata la pericolosit delle fibre-killer crediamo che la Regione dovrebbe attivare dei controlli a San Felice, e in tutte le situazioni sospette, e approntare una pagina web apposita dove i cittadini possano segnalare casi analoghi. Dello smaltimento dell'amianto ne avevamo gi parlato qui: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/ emiliaromagna/2012/07/lamianto-non-conosce-lostato.html I rifiuti smaltiti troppo "allegramente" ne avevamo gi parlato qua: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/ emiliaromagna/2012/06/smaltimento-abusivo-di-rifiutipericolosi-col-terremoto-puoi-farlo.html

LEGGI LA NOSTRA INTERROGAZIONE

October 24th, 2012

Published by: M5SRENEWS

Il grillino anti-euro Pizzarotti introduce gli Scec, ma alla fine sono solo un buono sconto
October 24th, 2012

Jungo !!! - La strategia mangia-traffico e salvaportafoglio...!!!


October 24th, 2012

Jungo una strategia "mangiatraffico" fondata sul principio che possibile ridurre drasticamente il traffico, semplicemente creando le condizioni tecnologiche ed organizzative perch chiunque possa sentirsi incoraggiato ad aprire la portiera della propria auto ai richiedenti imbarco, in condizioni di sicurezza e convenienza reciproca. I "sedili vuoti": un giacimento da 5 miliardi di euro (allanno) Nella "dottrina Jungo", il traffico stradale semplicemente una rete di "nastri trasportatori", costituiti dai sedili vuoti delle autovetture viaggianti. Dal punto di vista del "nastro trasportatore", le automobili hanno un'efficienza del 24 %: ogni auto trasporta 1,2 persone. Significa che si potrebbe far muovere lo stesso numero di persone con 1/4 di spesa e 1/4 di inquinamento. Con meno auto, il tempo medio di spostamento in citt potrebbe diventare 3-4 volte inferiore all'attuale. Si tratta del pi grande spreco energetico della storia! Inutile, Evitabile. In Italia, se raddoppiasse il tasso di riempimento delle autovetture, ogni anno gli italiani si arricchirebberosenza sforzo di circa 5 miliardi di euro (guadagno reale: il dato sterilizzato dalle accise !): poco meno dell'intero bilancio della giustizia italiana. Senza contare lincommensurabile beneficio ambientale, e senza contare lenorme riduzione di spesa sanitaria (legata alla riduzione dei fattori di rischio polmonari, e all'infortunistica). Da questo punto di vista, i posti auto vuoti sono una enorme risorsa, clamorosamente sottoutilizzata, e, come vedremo, facilmente accessibile. Peraltro il car-pooling (equipaggi programmati su un unico automezzo) non si dimostrato una risposta valida sui grandi numeri. La necessit di una preventiva programmazione e il vincoloda rispettare (stessa tratta, stesso equipaggio, stesso orario), sono limiti gravi. Si deve infatti tener conto che in Italia il 58% degli spostamenti durano meno di 15 minuti (dati Istat 2005), e vincolarsi e programmare tragitti cos brevi risulta inefficiente. Occorre quindi un sistema di imbarco agile, ovvero: standardizzato, universale, semplice, immediato. Occorre mettere insiemealcuni fattori chiave: efficienza individuale ovvero RAPIDITA vantaggio economico individuale ovvero RISPARMIO piacevolezza ovvero SICUREZZA
ILSURFSULLE "CORRENTI NATURALI DI TRAFFICO" Jungo (leggetelo cos come si scrive! qui il significato della parola) il sistema che crea le condizioni pratiche per sfruttare i flussi di autoin movimento,incoraggiando limbarco estemporaneo "a vista" sulla strada, senza preventiva programmazione: come nellautostop !

Alla fin fine si tratta di un buono sconto. Ma l'enfasi del nuovo e la ricerca di un'alternativa all'economia reale ne hanno gi decretato il successo virtuale come nuova moneta-non-moneta. La giunta grillina di Parma ha messo sul tavolo il sistema degli Scec, come formula di pagamento nel commercio al dettaglio in citt. In pratica l'idea questa: si fa un acquisto, si paga in euro e oltre alla merce si ricevono dei biglietti di carta tipo buono-sconto denominati Scec (acronimo di "Solidariet ChE Cammina") che in successivi acquisti potranno essere usati come forma di pagamento parziale: ossia su un bene di valore 100 il commerciante potr applicare uno sconto dal 5 al 30%, incassando, ad esempio 95 euro, in moneta sonante e 5 euro in scec. A tutti gli effetti uno sconto incondizionato e non convertibile in euro. Altre applicazioni degli Scec (tipo baratto) saranno studiate in seguito. Per ora se ne comincia a parlare. Il Movimento 5 Stelle ha tenuto un incontro tra i propri aderenti per lanciare l'idea (ad occuparsene il consigliere comunale Mirko Zioni) e l'assessore al commercio, Cristiano Casa, presto convocher le associazioni di categoria per illustrare il progetto. Dal canto loro Ascom-Confcommercio e Confesercenti si dicono pronte a prestare attenzione: in un momento di crisi non si scarta a priori nessuna idea che possa rilanciare i consumi. Casa non ha fretta: per funzionare bene il progetto deve avere un circuito ampio di negozi aderenti e questo richiede tempi lunghi. Scec l'acronimo di "Solidariet che cammina", il suo promotore Pierluigi Paoletti, analista finanziario presidente nazionale dell'Arcipelago Scec, che uno dei consulenti gratuiti del sindaco Federico Pizzarotti. La moneta-non moneta gi in corso di sperimentazione in una zona di Roma (IV municipio), a Crotone (dove domani si terr un dibattito su questo tema), a Napoli e in Toscana, con diversi nomi. L'idea originale di Rob Hopkins che ha fondato il movimento delle Transition Towns (sar a Parma a parlare il 24 settembre) che nella cittadina inglese di Todnes ha introdotto uno speciale "pound" per pagare i prodotti agroalimentari locali a km zero, in modo da incentivare la filiera corta. Beppe Grillo si innamorato dell'idea e ora il sindaco Pizzarotti prover a metterla in pratica con l'intenzione di farne un grande volano politico. Certo molto dipender dai risultati pratici. Come detto si tratta di uno buono sconto e, a parte la cornice solidale e politica, non molto dissimile da un'iniziativa commerciale classica, quale ad esempio quella delle Poste Italiane con il circuito Postepay.

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2012-09-14/Parma-giunta-grillinamesso-tavolo-sistema-Scec-134227.shtml?uuid=AbXfLWdG

Ovvero: Con la LIBERTA' dellautostop, ma con la RAPIDITA' della tua auto !


7

October 24th, 2012


E oggi questo sta diventando possibile: chiunque puimbarcare persone, in tranquillit e guadagnando. Quando un utente mostra la LICENZA JUNGO sulla direttrice viaria interessata, questo gesto di immediata comprensione per tutti: a)"sono di Jungo e quindi affidabile" (non ho precedenti penali - controllo di jungo - non sono stato escluso a seguito di segnalazioni, sono tracciabile), - vd oltre); b)"vado in questa direzione"; c)"voglio pagare". Quando si apre la portiera, i due si accreditano lun laltro mostrando la patente di affidabilit (LICENZA JUNGO); compiuta la tratta comune, il passeggero (jungonauta) paga la quota stabilita dalla centrale Jungo (20 cent fissi + 10 cent al km). E se l'automobilista non ha la licenza? Fa lo stesso. Lui guadagna in sicurezza. Lo jungonauta ha sempre a disposizione il "tracciamento" (vd sez. "la sicurezza").

Published by: M5SRENEWS

Qual il tempo medio di attesa per ciascun imbarco ?


Questo aspetto cruciale e dipendente da quanto gli automobilisti hanno compreso, in un territorio, che jungo sicuro e remunerativo. In Trentino, territorio pilota , il "Tempo Medio di Attesa" maschile passato dai 22 minuti di autostop puro (2008)agli 11 minuti del giugno 09, agli 8.7 minuti del 2010 (su 380 imbarchi). Il "T.M.A." femminile, misurato nel 2010, di 6.9 minuti. Il primo trimestre 2011, su 33 imbarchi monitorati, evidenzia un "T.M.A." di 5,2 minuti sia per i maschi che per le femmine! Questi dati sono testimoniabili e controllabili, e nella disponibilit della Provincia Autonoma di Trento che ha sposato il progetto. Gi oggi, chi "junga" viaggia con la velocit di un taxi, ma spendendo meno che andare con la propria auto! I tempi sono peraltro destinati a diminuire a misura che aumenta la conoscenza di jungo nel territorio.