Sei sulla pagina 1di 24

il

www.ilpiccologiornale.it

PICCOLO
Edizione del Mercoled
Non riceve alcun finanziamento pubblico o privato

Giornale

Direzione e redazione: Via S. Bernardo, 37/A Tel. 0372 45.49.31 - 45.13.14 Fax 0372 59.78.60 Numeri Arretrati: http://www.immaginapubblicita.it E-mail: ilpiccolocremona@fastpiu.it redazione@ilpiccologiornale.it Pubblicit: Immagina srl - Via S. Bernardo, 37 - Cremona Tel. 0372 45.39.67 - 43.54.74 Fax 0372 59.78.60 Poste Italiane S.p.a. Sped. in A.P.-45%-art. 2 comma 20/B legge 662/96 - Cremona

Anno XII n 31 MERCOLED 16 MAGGIO 2012

Periodico 0,02 copia omaggio

Il 18 giugno scade il pagamento della prima rata, che viene calcolata sulle aliquote previste dalla legge

IMU: LUNGA CODA AGLI SPORTELLI


Circa trecento persone al giorno per chiedere assistenza per il calcolo dellimposta e per la stampa dei moduli F24
i sono voluti nove anni dalla realizzazione del tempio sikh di Martignana Po perch una delegazione italiana vi entrasse ufficialmente. Troppi. E politicamente miope lasciare che un mondo invisibile esista e cresca al fianco del nostro per poi accorgersene di quando in quando e, solo l, pretendere che sia governato con le nostre regole. Dovremmo smetterla di pensare che la convivenza civile nasca da valori che solo noi abbiamo e che chi viene debba semplicemente assorbire. Come ha detto nelloccasione (domenica mattina) lex senatore Marco Pezzoni, oggi rappresentante del Tavolo per la Pace cremonese e promotore del movimento LItalia sono anchio: Siete nostri fratelli nel percorso per far crescere la democrazia. La professoressa Rossella Zelioli, consigliere provinciale, daltro canto non a caso ha elogiato la grande attenzione alla disciplina e al rispetto delle ragazze sikh che ha avuto come allieve, che un insegnamento per tutti noi. Fabrizio Aroldi, a nome del Comitato Pace Casalasco che ha organizzato levento, ha sottolineato limportanza pi che di una convivenza tra diversi popoli, di una condivisione, ed ha anticipato un convegno sul tema che si terr il 17 giugno a Casalmaggiore in Auditorium. Serve il riconoscimento ufficiale dei sikh che passa attraverso unintesa col governo italiano, ha aggiunto Pezzoni, e don Mario Aldighieri, responsabile del Tavolo Interreligioso della Diocesi di Cremona, ha sottolineato come la presenza di un rappresentante unico del popolo sikh in Italia faciliter lintesa. I sikh rappresentano una comunit importante nel nostro territorio, impegnati nelle fabbriche e soprattutto in agricoltura, come nella tradizione del Punjab, zona dellIndia da cui provengono. Roberto Lodi Rizzini ha ricordato quando da assessore comunale spinse per la costruzione del tempio fra non poche contrariet: Sono orgoglioso di avercela fatta, anche se lho pagato con

a pagina 5

CREMO: I PLAYOFF SONO ORA UFFICIALI


a pagina 18

DECISIONE DEL TNAS

PIADENA

Due malviventi armati di coltello rapinano la banca


a pagina 9

SIKH, SI APRE IL DIALOGO


Delegazione italiana nel tempio di Martignana Po
la mancata rielezione. Lo rifarei. Ora importante che il centro non rimanga chiuso in se stesso. Limportanza delliniziativa stata sottolineata anche dal vice sindaco di Casalmaggiore Luigi Borghesi, attento alle tematiche sanitarie nella sua veste di primario di anestesia presso l'ospedale Oglio Po, dal presidente Circolo Acli di Casalmaggiore Paolo Zani e dalla psicologa Francesca Galloni, esperta del mondo sikh. La comunit sikh era rappresentata da Satnam Singh, Swarn Singh, Avtar Singh, Parmadit Singh, Rajwinder Singh e dalle studentesse Jaspreet, Harpreet e Prabhdeep Kaur. Le loro richieste sono state variegate e concrete: dalluso spesso vietato del turbante (una stoffa di quasi 10 metri avvolta attorno al capo), alla necessit di indicazioni nella loro lingua negli ospedali, dallesistenza di discriminazioni alla volont di allestire un corteo pacifico per le strade di Casalmaggiore, che probabilmente si terr il 9 giugno: Servir per farci conoscere, a volte la gente ci scambia per talebani. Al termine dell'incontro i membri della delegazione hanno visitato il tempio, dopo essersi tolti le calzature ed aver indossato un copricapo. Soddisfazione da ambo le parti stata espressa per un dialogo che si spera sia solo all'inizio. Vanni Raineri

Il bocciodromo non ce la fa e chiede aiuto al Comune


a pagina 4

LAPPELLO

MOBILITA SOSTENIBILE

Chiediamo piste ciclabili sicure che colleghino la citt

a pagina 3

dal 1996

Boom di vendite per le auto a metano


ontro il caro carburante, che pare non voler dare tregua agli automobilisti, aumentano le vendite delle auto a metano. In un momenti in cui il trend globale di vendita di autovetture segnala una flessione del 20% circa, nel primo quadrimestre del 2012 le immatricolazioni di vetture alimentate a metano sono cresciute di oltre il 50%. La motivazione principale di questo andamento da individuare soprattutto nella grande convenienza economica dellalimentazione a metano, che, tra laltro, anche un carburante a basso impatto ambientale. Attualmente il metano comporta una spesa pari ad un terzo di quella della benzina: tanto basta ad incidere notevolmente sulla scelta degli italiani che si trovano a cambiare o acquistare il primo veicolo. Da parte loro, i produttori di auto a benzina stanno cercando di rilanciare le vendite proponendo nuovi motori compatti ad alta

Contro i continui rincari, si diffondono le vetture che offrono alternative alla benzina

fossili: mentre le auto elettriche sono una realt di crescente diffusione in tutto il mondo, l'esempio pi recente di questa tendenza quello dell'auto ad aria compressa. Non si tratta, in realt, di una rivoluzione totalmente nuova: gi nel 1997 stato concepito e messo a punto dall'ingegnere francese Cyril Guy Ngre e presentato al Motorshow di Bologna nel 2001 un motore alternativo ad aria compressa. Il progetto, pur avendo superato alcune sperimentazioni, non ha avuto alcun seguito. Fino a pochi mesi fa, nessuna casa era particolarmente interessata a questo tipo di alimentazione. Ora ufficiale, per la prima volta una casa automobilistica sta sperimentando questo motore. efficienza e bassi consumi, seguendo la legge ormai imperante del downsizing, in modo tale da poter garantire comunque consumi pi contenuti. La concorrenza, per, agguerrita: anche le vendite relative alle auto a doppia alimentazione benzina/ gpl hanno registrato un netto aumento, addirittura del 91%. Intanto, le case produttrici si lanciano nelle sperimentazioni per un futuro che possa slegarsi completamente dai carburanti

Lauto potr essere quattro volte pi economica di una vettura elettrica e potr fare il pieno di aria compressa in appena due minuti. In un futuro pi o meno lontano, dunque, il caro benzina potrebbe non essere pi un problema.

Il sogno degli italiani? L'automobile comoda come un salotto


Che sia potente e veloce, oppure pratica ma dotata di ogni confort, l'automobile per gli italiani deve rispondere ad una caratteristica principale: essere comoda e multiaccessoriata, proprio come un salotto. E' quanto emerge dal pi recente sondaggio condotto da Macrom, uno dei marchi del mobile multimedia, su 680 automobilisti (uomini e donne) di eta' compresa tra i 18 e i 55 anni. Nonostante la crisi e l'aumento dei prezzi dei carburanti, le quattro ruote rimangono nella lista dei desideri di 7 italiani su 10. Non un'auto qualsiasi: solo per l'8% 'un modello vale l'altro'. A sorpresa solo uno su cinque (21%) sogna la due posti super sportiva, mentre per il 52% meglio di alto livello ma piu' comoda e pratica. Questo non significa che si accontenterebbero: se per 6 su 10 le performances sono molto importanti, ben il 55% vorrebbe arricchirla di tutti i gadget e gli optionals possibili, anche quelli visti nei kolossal hollywoodiani. Ecco allora che sognano sistemi di intrattenimento degni di un cinema (59%), ma c'e' anche chi vorrebbe le targhe intercambiabili (11%), come nei film di 007, per poter cos sfuggire alle multe. In piu', per l'83% degli intervistati la prima discriminante per l'acquisto di un'auto e' il prezzo, seguito dai consumi (69%) e in generale dalla cilindrata e dalla categoria (51%): oggi in pratica la scelta non sembra essere sul tipo di macchina da acquistare (31%), ma se acquistare o meno un'auto (65%), a seconda della possibilit. Malgrado la situazione contingente, la crisi economica e l'aumento dei carburanti, l'auto ideale rimane tra i primi 5 'sogni' del 21%, degli intervistati a cui si aggiunge il 53% che la inserisce nell'elenco dei 10 oggetti piu' desiderati.

CREMONA
Lappello dellassociazione: a causa della crisi le richieste d'aiuto sono aumentate
Il male e il demonio. Cosa pensare? Cosa fare?, questo il titolo dellincontro promosso dal centro pastorale diocesano di Cremona (via S. Antonio del Fuoco 9A) la sera di venerd 18 maggio. Ad affrontare lo scottante argomento sar il padre domenicano Franois Dermine, esorcista, che gi nelle scorse settimane era stato ospite della parrocchia di Soresina.

Lesorcista Dermine parla del demonio

L'acuirsi della crisi economica porta a vere e proprie situazioni di emergenza, soprattutto per chi si occupa dell'assistenza ai bisognosi: le richieste aumentano in maniera esponenziale, e diventa sempre pi difficile riuscire a rispondere positivamente. E' da questa riflessione che parte l'appello da parte del centro di solidariet "Il Ponte" di via Rialto. Ci servono urgentemente capi d'abbigliamento per bambini dai 3 ai 6 anni, da donare poi alle famiglie in condizioni di bisogno fanno sapere i volontari, pressati

Il Ponte chiede abbigliamento per bambini

dalle continue richieste di una categoria di beni, l'abbigliamento per bambini, che non facilmente reperibile. Per la consegna possibile recarsi presso la sede del Ponte (via Rialto n. 15/17, a Cremona), il marted dalle ore 14.30 alle 17 ed il gioved dalle 9.30 alle 12 e dalle 14.30 alle 17; oppure presso la sede de Il Ponte in via Palestro 28, sempre a Cremona, dal luned al venerd, dalle ore 8.30 alle ore 18.30. Per maggiori informazioni possibile telefonare allo 0372/460324.

Cremona davvero pericolosa per le biciclette? Molte le lamentele degli appassionati: Nei nostri confronti c poco rispetto

Si colleghi tutta la citt con le ciclabili


Secondo Bertolotti, presidente della Fiab, Servirebbe un Piano per la mobilit sostenibile e pi rispetto per le regole da parte di tutti Dobbiamo investire sulla sicurezza

LAssociazione Concordia di Pieve San Giacomo ha chiuso in bellezza la settimana con un buon successo di pubblico alla mostra delle opere dellartista Antonio Mori, "I giardini di Fa'ntasiah organizzata domenica scorsa, in occasione della Fiera di Maggio. Oltre quaranta le opere esposte dallartista. I visitatori hanno potuto anche conoscere le modalit di esecuzione attraverso dimostrazioni pratiche.

Successo della mostra di Antonio Mori

di Laura Bosio

are fondato su riscontri oggettivi il timore che Cremona sia una citt pericolosa per i ciclisti. Il dato emerge da una statistica, che vede la nostra citt al primo posto nella poco invidiabile classifica del rapporto tra il numero di incidenti ed il numero di abitanti. Nel 2011 sono stati 191 i sinistri che hanno visto coinvolte le biciclette: un numero significativo, che porta a una riflessione di fondo sulla sicurezza delle nostre strade. Ne abbiamo parlato con i diretti interessati, e sono state numerose le proteste rispetto a una citt che non ha rispetto per chi tutela lambiente, lasciando a casa lauto e prediligendo la bici dice Matteo, che da tempo ha deciso di lasciare lauto in garage. Il problema maggiore sono i conducenti dauto: il ciclista viene considerato un ingombro, una presenza che disturba il traffico veicolare. Tante volte mi sono sentito gridare improperi da automobilisti che magari venivano leggermente rallentati dalla mia presenza, quasi fosse la mia bici il vero problema del traffico urbano. A Cremona, dunque, non ancora diffusa la cultura del rispetto per chi non utilizza lauto. Qualche tempo fa ho rischiato di essere travolta da unauto che ha invaso la pista ciclabile spiega Carmen. Qualche anno fa invece una vettura mi ha speronato, in una via piuttosto stretta. Sono caduta, ma il conducente non si neppure fermato a soccorrermi. Uno dei problemi maggiormente segnalati dai ciclisti quello delle piste ciclabili costantemente intasate di auto abusivamente parcheggiate. Troppe persone scambiano le piste ciclabili per un parcheggio sottolinea Simona. Questo induce i ciclisti a doversi spostare sul marciapiede, con il rischio di prendere una

Serve un piano di revisione della Ztl e delle Zone 30


multa o di far male a qualche pedone, oppure sulla strada, con il pericolo di venire centrati da unauto. E una roulette russa. Del resto, non soddisfa neppure il numero delle piste ciclabili che, secondo alcuni cittadini, sono poche e mal distribuite. Ci sono quartieri dove le si contano sulle dita di una mano spiega Diego. Ma il problema maggiore che comunque non esiste un percorso continuativo: spesso si interrompono, e il ciclista si trova improvvisamente senza pi un tragitto da seguire. Ci tocca attraversare delle strade e degli incroci pericolosi senza la minima tutela. Infine si lamenta la mancanza di controlli da parte delle forze dell'ordine: Le auto non rispettano i limiti di velocit, e nessuno controlla. Questo incrementa la pericolosit per ciclisti e pedoni afferma Carla.

La doppia ciclabile in uscita alla rotatoria via Concordia - Giuseppina

Il Comune di Cremona sta lavorando ad un progetto per rendere pi sicura la mobilit dei ciclisti: lo sostiene l'assessore all'Ambiente e alla Mobilit Sostenibile Francesco Bordi. Domenica prossima, tempo permettendo, abbiamo in programma la "Giornata della bicicletta", in cui metteremo in campo una serie di iniziative dedicate alla sicurezza: cos nel pomeriggio verranno montati, sulle bici che ne sono sprovviste, fanali anteriori e posteriori. Saremo inoltre a disposizione per dare informazioni sulla mobilit ciclistica, sulla sicurezza per chi usa la bici, nonch sul bike sharing in funzione nella nostra citt. L'Amministrazione comunale ammette che vi siano dei problemi da risolvere. Bisogna far convivere diverse realt: ciclisti, automobilisti e pedoni. E' un problema di educazione alla mobilit, almeno in centro. Sar invece indispensabile collegare le piste ciclabili in modo da creare percorsi protetti per arrivare in citt in modalit sicura. Ad esempio, stiamo lavorando su una pista che da via Mantova arrivi fino al Bosco ex Parmigiano. Se si vuole investire sulla sicurezza, ci dovr essere fatto per tutta la citt.

Troppe automobili parcheggiano sulle aree riservate alle bici

Sul tema della sicurezza dei ciclisti anche la Fiab di Cremona intervenuta, gi da tempo: del 2011 il rapporto "Bici in sicurezza", che evidenziava le principali criticit della mobilit ciclabile a Cremona. Da allora, tuttavia, per motivi vari, non stato pi mosso alcun passo, e nulla cambiato spiega Piercarlo Bertolotti, presidente della Fiab. Servirebbe un piano di revisione della Ztl in cui ragionare degli spazi per la mobilit sostenibile. Nei centri storici, in realt, non ci dovrebbero neppure essere le piste ciclabili: basterebbe realizzare una zona a 30 km/orari, affinch le bici possano convivere con gli altri mezzi senza troppi problemi, anche andando controsenso. Purtroppo, per, non sono le zone 30 a mancare, ma i controlli affinch tale li-

mite venga rispettato, e le zone in cui permesso alle biciclette andare controsenso non sono molte. Prendiamo ad esempio corso Matteotti: non si potuta fare una pista ciclabile per un problemi di dimensioni della strada, ma non si neppure permesso alle biciclette di andare controsenso. D'altro canto, una zona 30 non adeguatamente controllata, comunque un problema per le bici: essere urtati da un'auto che fa i 30 km orari non provoca danni eccessivi al ciclista. Se la vettura fa anche solo i 50, le conseguenze possono essere decisamente gravi spiega ancora Bertolotti. Ma cosa influisce allora sulla pericolosit di Cremona? Secondo la Fiab il primo problema sono le persone. La mancanza di rispetto delle regole da parte di tutti, ciclisti compresi, provoca un incremento della pericolosit. Per non parlare delle auto che parcheggiano sulla pista ciclabile, o degli automobilisti poco attenti.

Poi naturalmente c' una questione legata alla viabilit: molte piste ciclabili non sono provviste degli appositi manufatti a protezione delle stesse. Il problema delle piste ciclabili pi complesso, in realt: non una questione quantitativa, ma qualitativa. Le piste ci sono, ma sono sparse un po' a caso in citt spiega Bertolotti. Manca un concetto di mobilit sostenibile. Chi abita a San Felice, o al Cambonino, o a Cavatigozzi, dovrebbe poter arrivare in citt con la bicicletta attraverso un percorso sicuro. Questo oggi non accade perch le piste non sono collegate tra loro, e spesso i ciclisti si trovano a dover percorrere la strada normale. Inoltre ci vorrebbe un sistema cittadino per cui chi arrivi in treno da fuori possa prendere una bici in stazione, con il bike sharing, e andare al lavoro. Il Comune deve per avere la volont di mettere in atto un serio piano per la mobilit sostenibile.

Mercoled 16 Maggio 2012

Cremona

La riqualificazione secondo gli studenti

VIalE po

Tosi e Alloni (Pd): La Giunta rispetti gli impegni


La qualit dei servizi della societ ferroviaria Trenord continua a far discutere i pendolari e non solo: nella delibera regionale datata 18 aprile 2012, la Giunta lombarda stabilisce che sui titoli di viaggio denominati Io viaggio non riconosciuto un indennizzo per eventuali disservizi subiti, nonostante quanto stabilito dall'ordine del giorno presentato dal Pd e approvato allunanimit dal Consiglio regionale il 27 marzo scorso, che dica esattamente il contrario. I Consiglieri regionali del Pd Agostino Alloni e Stefano Tosi pertanto hanno presentato uninterrogazione allindirizzo dellassessore regionale alla Mobilit e alle Infrastrutture Raffaele Cattaneo per capire i motivi che

Nonostante lapprovazione in Consiglio, niente rimborso per i pendolari

hanno spinto la Giunta a disconoscere gli impegni presi. Un mese fa abbiamo votato la Riforma del trasporto pubblico locale anche perch ci avevano approvato l'ordine del giornoi spiegano i due esponenti del PD che riconosce il bonus su abbonamenti particolari come Io viaggio in famiglia, Treno citt e Ovunque in Lombardia, introdotti dalla Regione a febbraio 2011. Dopo neanche venti giorni la Regione ha evidentemente cambiato idea visto che in delibera non vi traccia dell impegno assunto in Consiglio.

Un gruppo di studenti dell'istituto Vacchelli ha donato al Comune un progetto di riqualificazione di Viale Po: ad illustrare questo contributo sono stati gli studenti Ervin Selica e Alessandro Morelli, accompagnati dal professore Mario Calvi e da Mariano Gamba, dirigente scolastico dellIstituto Tecnico Vacchelli, in rappresentanza degli altri ragazzi che hanno preso parte alla redazione del progetto: Lorenzo Sbaruffati, Alessio Corbari, M. Abou Saida e Andrea Ghidini. Il vice sindaco si complimentato con i ragazzi e con i loro docenti non solo per la qualit della proposta progettuale elaborata, preceduta da uno studio puntuale ed approfondito della situazione esistente, ma anche per lattenzione e la sensibilit dimostrata alla qualit urbana della citt in cui vivono e studiano. Il progetto donato al Comune, come ha tenuto a precisare il vice sindaco Malvezzi, rappresenta un utile quanto interessante stimolo di confronto e di discussione e verr affidato ai competenti uffici comunali che valuteranno le soluzioni proposte. Lidea portante del progetto di riqualificare il viale migliorando la viabilit ciclabile e pedonale, compresi i parcheggi delle autovetture e gli accessi alle propriet laterali o nelle vie secondarie che si collegano al viale, in modo tale da da garantire una maggiore sicurezza ai ciclisti e agli automobilisti stessi. In particolare, la proposta di riqualificazione di viale Po presentata al Comune dagli studenti dell'istituto tecnico consiste in un nuovo posizionamento delle piste ciclabili, in una precisa individuazione degli spazi adibiti ai pedoni ed ai ciclisti, nellindividuazione di aree destinate a parcheggio per le autovetture, con grande attenzione allaspetto legato alla sicurezza. Il nuovo assetto di viabilit proposto dai futuri geometri dovrebbe avere come effetto un allargamento della carreggiata di viale Po, una soluzione tesa a venire incontro alle esigenze di sicurezza nel caso in cui il viale fosse interamente occupato per manifestazioni, mantenendo fruibili nel contempo le piste ciclabili ed i percorsi pedonali. I ragazzi hanno eseguito un censimento degli alberi e dei passi carrai presenti lungo il viale, presupponendo la conservazione della parte alberata e, dove necessario, il posizionamento di nuove essenze arboree omogenee a quelle esistenti per una riqualificazione e un recupero del verde.

Scelta come Citt dello sport per il 2013, Cremona potrebbe perdere la Vanoli Braga e la societ bocciofila

Societ sportive sempre pi a rischio


Lappello della cooperativa PuntoRaffaVolo: bollette salate, per le spese serve laiuto del Comune
di Martina Pugno

a crisi economica non risparmia proprio nessuno, neppure le societ sportive cittadine. Ne sono un chiaro esempio le vicende che stanno interessando la Vanoli Braga, storica societ di basket dal futuro quanto mai incerto: senza l'innesto di nuovi capitali, difficilmente la societ potr avere un futuro in citt, mentre gi si vocifera di gruppi imprenditoriali bresciani che sarebbero disposti a subentrare, a condizione del trasferimento della societ stessa a Brescia o a Montichiari. Un destino che striderebbe notevolmente con la conquista da parte di Cremona del titolo di Citt dello sport 2013: da tale posizione ci si aspetterebbe perlomeno la possibilit di valorizzare e sostenere le associazioni sportive presenti. Se queste difficolt investono le realt pi significative del panorama locale, non ne sono esenti nemmeno altre che suscitano per meno clamore: il caso della Cooperativa PuntoRaffaVolo, che proprio in questi giorni si rivolta al Comune per chiedere un supporto economico in modo tale da continuare a mantenere le attivit.

La richiesta da parte della cooperativa quella di un sostegno per le spese legate alle bollette del bocciodromo comunale in gestione, che si compone di quattro campi di bocce al chiuso e due campi di bocce all'aperto con copertura, tribune, bar e ristorante. Da parte del Comune si prospetta la volont di aiutare la societ, ma ci so-

Il Comune non ha i mezzi per aiutare tutte le societ

no ben poche possibilit per farlo, come spiega il dirigente del settore economato del Comune Tania Secchi: La richiesta ci arrivata appena da qualche giorno, non abbiamo ancora avuto modo di riunirci per discuterne. Occorre tenere presente che la situazione di ogni societ sportiva costituisce un caso a s, quindi bisogner valutare come intervenire in base alle caratteristiche della convenzione stipulata con la cooperativa. Ribadita, da parte del Comune, la volont di sostenere le societ in crisi: Certamente non vogliamo che le societ storiche presenti a Cremona chiudano o si trasferiscano, ma dobbiamo tenere conto delle nostre possibilit: le difficolt ci sono per tutti, anche per l'amministrazione comunale. Se lo sport lamenta una situazione difficile, altrettanto quindi sembra fare il Comune, che proprio per questo nel corso del 2012 ha aumentato la richiesta economica per l'affitto del bocciodromo: E' stato inevitabile; faremo il

possibile per fare fronte alle difficolt lamentate dalla societ sportiva, ma pi di tanto non possiamo fare. Le premesse, dunque, non chiudono completamente il dialogo, ma certamente non lasciano speranze molto rosee: Per il bocciodromo, faccio notare che gi la societ paga molto meno di altre; gli affitti sono commisurati. Ci riuniremo nei prossimi giorni per valutare in che modo intervenire. Analizzeremo intanto i consumi, verificheremo le utenze e il servizio, evidenziando quali sono le voci che prevedono spese pi ingenti. Si dovr poi analizzare le condizioni della convenzione stipulata, per venire incontro alla societ, nelle possibilit attuali del Comune. Variazioni della convenzione potrebbero portare tutte le altre societ a chiedere lo stesso, per interventi che attualmente il Comune non potrebbe sostenere. Il 2013 potrebbe quindi aprirsi con una Cremona privata dell'unica societ bocciofila attualmente presente e dell'ormai storica Vanoli Braga: uno scenario non proprio invidiabile, per la prossima Citt dello sport.

ABC TOyS, quANDO LETTERE E GIOCATTOLI DIVENTANO ARTE


Da venerd 18 maggio a venerd 1 giugno dalle 11 alle 18 (sabato e domenica dalle 18 alle 20 o su appuntamento) presso la galleria Unaspeciedispazio sar possibile visitare la mostra "Abc toys", a cura di Siria Bertorelli e Filippo Lottici. Gli Art Toys sono giocattoli da collezione, spesso prodotti o autoprodotti in edizioni limitate da artisti, designer ed illustratori. I toys presenti in mostra sono stati ideati, progettati e realizzati tridimensionalmente da cinque giovani grafici del quarto anno dello IAL Cremona. Il progetto fotografico realizzato dalla classe 3sezione grafico dello IAL Cremona parte dallidea dellabecedario, libretto distruzione elementare per leggere e scrivere, e dellabecedario urbano realizzato dallartista Roberto Beretta The quick brown fox jumps over a lazy dog.

IN BREVE

LA NOTTE DEI muSEI ALLISTITuTO jANELLO TORRIANI


Gioved 17 maggio dalle 20,30 alle 23,30 lIstituto di Istruzione Superiore Janello Torriani offrir alla cittadinanza giovane e meno giovane un'anteprima della manifestazione La notte dei Musei organizzata dal Comune di Cremona per lo stesso fine settimana, precisamente nella serata di sabato 19 maggio. Quella che la pi grande scuola della citt ha, infatti, deciso di mettersi in gioco in un modo un po insolito aprendo per una serata il proprio Museo storico-didattico con specifiche visite guidate, ma affiancando anche alle stesse una serie di momenti didattico-ri-

I CANTI DI PELLEGRINAGGIO
Mercoled 16 maggio 2012, alle ore 17,00 presso la Sala Conferenze della Biblioteca Statale di Cremona, si terr un incontro con Fulvia Caruso (Universit di Pavia, Facolt di Musicologia), che parler sul tema: "Notte di Plenilunio: canti di pellegrinaggio alla Santissima Trinit di Vallepietra". La relatrice, antropologa originaria di Vallepietra, esporr le sue ricerche intorno a questo luogo di culto, gi raccolte nel libro "Evviva la Santissima Trinit" edito nel 2008 da Carsa Edizioni. Il libro arricchito di un CD audio che restituisce una selezione dei vari canti eseguiti durante il lungo percorso. La conferenza il quarto incontro del settimo ciclo di lezioni organizzato dalla Biblioteca Statale e dal Lions Campus Club Universitas Nova e racchiuso sotto il titolo "Cultura per Cremona".

creativi da svolgersi nel Museo stesso, in alcuni ambienti limitrofi e nellarea verde circostante. La serata sar loccasione per conoscere in concreto il Museo storico-didattico dellIstituto Torriani.

Calcolo dellImu, ressa agli sportelli


Lunghe file presso gli uffici di via Geromini: ben trecento utenti ogni giorno e prenotazioni fino alla prima settimana di giugno
recento persone al giorno e agenda degli appuntamenti piena almeno fino alla prima settimana di giugno: moltissimi cremonesi si stanno rivolgendo allo sportello Imu, aperto dal Comune da poco pi di una settimana per fornire informazioni ai cittadini e calcolare gratuitamente l'Imu. I numeri testimoniano il forte interesse dei cittadini intorno a questo tema, per giungere preparati alla scadenza del 18 giugno. Abbiamo iniziato presto con questo servizio, perch le richieste erano tantissime spiega Mario Vescovi, dirigente del settore gestione entrate del Comune. I cittadini vengono da noi per il calcolo dell'imposta. Noi provvediamo a calcolare l'imposta presunta, sulla base delle aliquote previste per legge, calcoliamo l'acconto, quindi stampiamo l'F24 e lo consegniamo al cittadino. Ricordiamo che l'acconto stabilito in base alle aliquote previste dalla legge, tuttavia nel calcolo del saldo le cose possono cambiare, in quanto tali aliquote sono suscettibili di variazioni da parte del Comune di Cremona, entro lanno. Nei prossimi giorni il Comune render possibile anche il calcolo dell'imposta direttamente online, dal proprio sito internet. Infine, entro fine settimana, faremmo recapitare a tutti i 40mila proprietari di immobili cremonesi qual il valore imponibile del proprio immobile e le istruzioni per il calcolo dell'Imu conclude Vescovi.

Cremona

Mercoled 16 Maggio 2012

Lacconto andr pagato entro il 18 giugno. Il saldo verr invece calcolato in seguito in base alle decisioni del Comune
di Laura Bosio

dita catastale x 1,05) x moltiplicatore corrispondente alla categoria catastale del fabbricato. le rate Entro il 18 giugno si deve versare solo una quota (acconto) dellImu dovuta. I versamenti e le scadenze dipendono comunque dal tipo di immobile. Per l'abitazione principale e relative pertinenze limporto dovuto pu essere versato in 3 rate: 33% entro il 18 giugno 2012, 33% entro il 17 settembre 2012 e il saldo entro il 17 dicembre 2012; il contribuente pu scegliere di versarlo in 2 rate: 50% acconto entro il 18 giugno e saldo entro il 17 dicembre 2012. Per i fabbricati rurali iscritti al catasto terreni limporto dovuto da versare in ununica soluzione entro il 17 dicembre 2012. Per fabbricati rurali ad uso strumentale (Categoria Catastale A10) limporto dovuto da versare nella misura del 30% alla prima rata (18 giugno 2012), la differenza dovuta sar pagata a conguaglio con il saldo (versamento del 17 dicembre 2012).

Per tutti gli altri immobili: limporto dovuto deve essere versato in 2 rate: 50% il 18 giugno 2012 e il saldo il 17 dicembre 2012.

Il versamento Limposta si versa con Modello F24, disponibile, in versione cartacea, presso banche e uffici postali, mentre in formato elettronico disponibile sul sito dellAgenzia delle entrate, utilizzando i seguenti codici di versamento: 3912 per acconto Imu abitazione principale e relativa pertinenza; 3913 per acconto Imu fabbricati rurali ad uso strumentale; 3914 per acconto Imu destinato al Comune (50% dellacconto) terreni agricoli; 3915 per acconto Imu destinato allo Stato (50% dellacconto) terreni agricoli; 3916 per acconto Imu destinato al Comune (50% dellacconto) aree fabbricabili; 3917 per acconto Imu destinato allo Stato (50% dellacconto) aree fabbricabili; 3918 per acconto Imu destinato al Comune (50% dellacconto) altri fabbricati; 3919 per acconto Imu destinato allo Stato (50% dellacconto) altri fabbricati. Il pagamento viene effettuato senza commissioni presso qualsiasi sportello postale o bancario.

Nei prossimi giorni calcolo disponibile anche online

Il calcolo dell'Imposta Per i fabbricati, il valore del calcolo ai fini Imu ottenuto aumentando del 5% la rendita catastale dellimmobile vigente al primo gennaio 2012 e moltiplicando il valore per il moltiplicatore corrispondente alla categoria catastale del fabbricato, quindi: (ren-

il Comune di Cremona ha ritenuto opportuno promuovere un incontro pubblico per fornire indicazioni utili per il versamento dell'Imposta municipale unica. L'appuntamento per marted 22 maggio, alle ore 15, a Palazzo Cittanova. La presentazione sar a cura dell'assessore al Bilancio Roberto Nolli; interverr quindi Mario Vescovi, dirigente del Settore Entrata del Comune di Cremona, che fornir spiegazioni sul versamento dell'Imu da parte di contribuenti proprietari di immobili. Coordiner i lavori Ernesto Quinto, presidente dell'Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Cremona. Dal 7 maggio 2012 lUfficio servizi ai contribuenti del Comune di Cremona -via Felice Geromini 7primo piano - a disposizione per informazioni, per il calcolo gratuito dellImu (dovuto per gli immobili posseduti a Cremona) e per la compilazione e stampa del modello F24 da utilizzare per il pagamento. Per prenotare lappuntamento attivo il numero telefonico 0372 407310. Lappuntamento pu essere prenotato anche chiamando lo 0372 407291 (fax 0372 407290, email spaziocomune@comune.cremona.it), dalle 8,30 alle 13,30, il mercoled dalle 8,30 alle 18,30, il sabato dalle 8,30 alle 12,30. Il servizio di consulenza per il calcolo svolto anche senza appuntamento se il contribuente possiede un massimo di 6 immobili.

Istruzioni per il calcolo e il versamento dellimposta

Incontro pubblico

Mercoled 16 Maggio 2012

Cremona

CREMONA PO

Denunciati due italiani per furto

Busta con polvere bianca allAssociazione Veterinari


Una busta fortemente sospetta stata recapitata nel primo pomeriggio di ieri negli uffici dellAnmvi (Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani) situata in via Trecchi. Lemergenza scattata quando dal plico spuntato un quantitativo di polvere bianca, con la quale due impiegate sono entrate in contatto. Immediato lintervento dei Vigili del Fuoco di Cremona, del 118 e del personale dellAsl. Scattato il cordone sanitario, le due impiegate sono state ricoverate allOspedale di Cremona per i dovuti accertamenti, assieme a due agenti dele Forze dellordine, anchessi entrati in contatto con la sostanza contenuta nella busta. A tutti stata applicata la procedura standard per i casi sospetti di antrace, che comprende la disinfezione dellorganismo tramite doccia, lisolamento

ALLARME ANTRACE IN VIA TRECCHI

Due impiegate e due agenti delle forze dellordine ricoverati allospedale per controlli
degli abiti in appositi sacchi di plastica e il tampone nasale per leventuale individuazione del bacillo. Le indagini si sono attivate immediatamente ad opera della Digos cremonese. Non escluso che sussista un filo rosso tra l'episodio di ieri e quello di luned pomeriggio, quando unaltra busta con polvere bianca indirizzata alla Sivar di Cremona (Societ Italiana Veterinari per Animali da Reddito) era stata intercettata dalla polizia milanese agli uffici di smistamento delle Poste di Quarto Oggiaro. Senza escludere altre possibilit, forti sospetti sarebbero puntati sulle frange estreme degli animalisti, soprattutto a fronte della legge legge di recepimento di una direttiva europea in materia di sperimentazione animale che il Parlamento sta discutendo proprio in questi giorni.

Intervento della squadra volante della Questura al Centro Commerciale Cremona Po. Due giovani originari di Reggio Calabria sono stati denunciati per furto dopo essere stati sorpresi a rubare abiti nei negozi del Centro. I due, F.I. e R.M., sono stati addocchiati dall vigilanza dopo aver rubato ed occultato svariati vestiti ed altri capi di abbigliamento. Ad aggravare la loro situazione, due coltelli rinvenuti addosso a loro dagli agenti ed utilizzati per staccare dai prodotti il dispositivo antitaccheggio. Per i due italiani scattata la denuncia per furto aggravato in concorso e per possesso di arnesi atti ad offendere.

Sergio Mantovani presenta il libro Natura cremonese


Verr presentato venerd 18 maggio alle 21 presso la Societ Filodrammatica di piazza dei Filodrammatici l'ultima fatica editoriale di Sergio Mantovani, giornalista, naturalista e divulgatore scientifico. In ognuno degli 80 capitoli di Natura cremonese. Da Cremona a Rivolta dAdda per conoscere e riflettere (Fantigrafica) l'autore illustra, con testi e fotografie, le peculiarit naturalistiche di una zona del nostro territorio, analizzando ambienti molto spesso del tutto sconosciuti ai pi, eppure ricchi di scorci paesaggistici e di risorse floro-faunistiche di grande interesse, in un ambito geografico che include tutto il comprensorio provinciale, nei cento chilometri che si estendono tra Roncadello di Casalmaggiore e Rivolta d'Adda.

SOCIET FILODRAMMATICI

La Cremo rischia fino a 6 punti


Il deferimento della societ relativa alla sfida col Monza

In ogni caso la sanzione dovrebbe riguardare solo la prossima stagione


di Michele Scolari

a prima ondata di deferimenti arrivata la scorsa settimana dalla giustizia sportiva non ha risparmiato neppure la Cremonese. Dopo i sei punti di penalizzazione inflitti dal Tnas, ora sul club grigiorosso si allunga lombra di una seconda penalizzazione. Nella giurisprudenza sportiva la pena deve essere afflittiva, quindi qualche club sar penalizzato subito, mentre per qualche altro che ad esempio gi retrocesso sul campo, incider sul punteggio del prossimo anno, e vale sia per questo processo, sia per relativo sulla seconda tranche dindagine sul calcioscommesse. Quanto potrebbe rischiare dunque la Cremonese? Secondo i giudizi rela-

Il procuratore Stefano Palazzi

tivi al primo filone del processo che sono definitivi dopo le varie sentenze del Tnas, la forbice per le pene va da un punto, se la societ vittima di

Sabato 19 Maggio 2012, ore 18 alle 20 Nei locali della Chiesa Evangelica Internazionale IL RIFUGIO Via ingegneri 15, (Piazza Roma) Cremona OFFRIAMO A CHIUNQUE Preghiera per malati e per bisognosi ( un servizio cristiano gratuito) Prossime date: 23 maggio 2012

suoi giocatori che hanno venduto a perdere (responsabilit oggettiva), fino a sei punti, se adotteranno il criterio gi utilizzato lanno scorso per Atalanta-Piacenza 3-0 (responsabilit oggettiva per un illecito andato a buon fine). Nel caso dellAtalanta ad esempio, secondo lanalisi dellEco di Bergamo, il club orobico rischierebbe fino a 7 punti di penalizzazione, da scontare nel campionato di Serie A 2012-2013: un punto per Ascoli-Atalanta e ben 6 punti per Padova-Atalanta. Tutto questo nella peggiore delle ipotesi possibili. Per la societ grigiorossa, la gara interessata Cremonese-Monza (finita 2-3) di Coppa Italia, giocata il 27 ottobre 2010. Codice della Giustizia Sportiva alla mano, anche qui la situazione appare grave. A Carlo Gervasoni, Marco Paoloni e Mirko Stefani, allepoca dei fatti tutti calciatori della societ Cremonese, viene contestata la viola-

AllAtalanta temono addirittura una pena di sette punti

zione dellart. 7, commi 1, 2 e 5, del Codice di Giustizia Sportiva Avere, prima della gara in concorso tra loro e con altri soggetti, posto in essere atti diretti ad alterare lo svolgimento ed il risultato della gara suddetta, in funzione della realizzazione di un over con sconfitta della propria squadra. Sulla vicenda pesa, inoltre, laggravante di cui al comma 6 dellart. 7 del Cgs della effettiva alterazione dello svolgimento e del risultato finale della gara in questione e della pluralit di illeciti sportivi commessi. Viste le analogia con Atalanta-Piacenza, dunque, possibile che anche per la societ cremonese arrivi una penalizzazione di sei punti. Per la pura responsabilit oggettiva dellillecito, ora la forbice va da uno a sei punti, anche se dipende poi da ogni singola partita, dallaggravamento per il tipo di reato e, soprattutto, dalle richieste che far Palazzi.

Territorio Pochi contribuenti scelgono la via giudiziale, perch i costi supererebbero il rimborso

Mercoled 16 Maggio 2012

Restituzione dellIva applicata alla Tia, i gestori sono nel caos


di Michele Scolari nche per gli abitanti di alcuni comuni cremonesi vale la sentenza n. 3756 dello scorso 9 marzo, con la quale la Corte Costituzionale ha confermato definitivamente lillegittimit delliva sulla Tia (Tariffa di Igiene Ambientale). A Casalmaggiore, Piadena, Soresina, Pizzighettone e Castelleone, sia i privati che le aziende si sono gi mobilitate, in molti casi supportate dalle opposizioni, per richiedere la restituzione delliva pagata indebitamente. C da dire che si tratta di somme di una certa entit: per le famiglie, il rimborso si attesta in una fascia fra i 300 e i 500 euro, mentre per le imprese si aggira intorno ai 4mila. Da un lato, la Tia applicata in oltre mille comuni italiani stata riconosciuta tariffa di nome ma tassa di fatto, e quindi non pu essere gravata dallIva. Ma, dallaltro, il problema della restituzione esiste e, sfortunatamente per decine di migliaia di contribuenti, non si intravedono soluzioni a breve. Nonostante la sentenza, le amministrazioni locali seguitano a far pagare lIva e le domande di rimborso inoltrate alle aziende comunali dei rifiuti al momento non ricevono risposta. Del resto come potrebbe essere diversamente commentano da Casalasca S.p.a., che gestisce il servizio per i comuni di Piadena e Casalmaggiore - se ancora non sappiamo in che modo rimborsare lIva che abbiamo gi versato allerario, senza che questultimo abbia risposto alle nostre richieste di chiarimenti e norme? Compete pertanto allo Stato leventuale rimborso ai cittadini, definendo modalit e tempi.. Proprio

Come chiedere il risarcimento


La Tia (Tariffa d'igiene ambientale) un tributo, nonostante sia stata chiamata "tariffa", e pertanto non pu essere soggetta ad Iva. Per questo motivo, tutti coloro che hanno pagato l'Iva sulla Tia potranno richiederne il rimborso al proprio gestore dei rifiuti. Attualmente la situazione bloccata, perch dopo le prime pronunce di giudici di pace e commissioni tributarie i consumatori hanno moltiplicato le richieste di rimborso, ma Comuni e gestori aspettano una soluzione dal Governo perch l'Iva stata riscossa ma anche girata all'Erario. Verr predisposto un monitoraggio essenziale anche per avere dati ufficiali sull'entit del fenomeno. Anche se l'esame del Governo sui modelli organizzativi difficilmente potr arrivare a conclusioni diverse da quelle affermate da Consulta e Cassazione. Il primo passo chiedere il rimborso dell'Iva pagata negli ultimi 10 anni al proprio gestore del servizio rifiuti tramite raccomandata A/R, utilizzando il modulo che si pu trovare all'indirizzo http://sosonline.aduc.it/. Se il gestore si rifiuta di rimborsare l'imposta oppure non risponde entro 15 giorni, si potr adire il giudice di pace della propria citt, anche senza avvocato per importi inferiori a 1.100 Euro tramite una citazione orale. Per chi fosse interessato, Aduc offre anche il servizio a contributo minimo "Scrivimi un ricorso".

Aduc risponde

Le amministrazioni: Come rimborsare unimposta gi versata allerario?


la normativa nesistente il maggior ostacolo che si trovano a fronteggiare gestori e Comuni. Indicazioni su come andr restituita lIva non ce ne sono, il problema a monte. Finch non arriveranno chiarimenti dal Ministero la situazione difficilmente si sbloccher si dichiara negli uffici del Comune di Casalmaggiore, aggiungendo che se non fosse stata tariffa sarebbe stato tributo, che prevede comunque il 10% di addizionale ex eca, oltre al 5% di competenza provinciale. E nelloscurit pi totale in termini di normativa brancolano anche Piadena, Pizzighettone, Soresina e Castelleone. A complicare una situazione gi abbastanza intricata concorre il fatto che in tutti questi comuni la cosiddetta Tia 1 (Tariffa di igiene ambientale) gi stata sostituita la Tia 2 (Tassa integrata ambientale). Il ministero delleconomia - spiega Vincenzo Donvito, presidente di Aduc (Associazione per i diritti degli utenti e consumatori) con un decreto interpretativo, aveva cambiato di nuovo le carte in tavola, modificando la Tia da Tariffa di Igiene Ambientale Tia 1 in Tariffa Integrata Ambientale Tia 2, etichettandola cio come prestazione di servizio su cui applicabile lIva. Ovvero ne aveva cambiato solo il nome senza cambiare la sostanza. Mancando per il regolamento attuativo per la nuova Tia 2, il Governo aveva stabilito che ad essa andasse applicato il regolamento del 1999 della Tia 1, sulla quale lIva stata dichiarata illegittima. E mentre la situazione non si risolve e Comuni e gestori attendono indicazioni dal Ministero, i ricorsi trovano un altro ostacolo: chi non viene rimborsato difficilmente va avanti in giudizio, visto che i costi risulterebbero maggiori delleventuale accoglimento della richiesta. Un circolo vizioso insomma. O un metodo navigato e utilizzato da tempo in molti ambiti come lha definito senza mezzi termini Donvito, il quale conclude: E evidente che noi consigliamo comunque di pretendere il dovuto con raccomandata A/R al proprio gestore dei rifiuti, cos da bloccare la prescrizione del diritto al rimborso. Se il gestore si rifiuta di rimborsare l'imposta oppure non risponde entro 15 giorni, ci si potr rivolgere al giudice di pace della propria citt, anche senza avvocato, per importi inferiori a 1.100 euro, tramite una citazione orale.

FORD NEW KA PLUS Km0 PLUS PACK AUTORADIO MP3, CLIMA 1.2cc 69CV EURO 8.900,00 1.3 TDCI 75CV 10.400,00

FORD NEW FIESTA 5 PORTE IKON Km0 CLIMA, AUTORADIO MP3, FENDI NEBBIA, 1.2cc 16V 60CV EURO 10.500,00 1.4 TDCI 70CV DPF EURO 12.600,00

FORD NEW FOCUS 5 PORTE TITANIUM 1.6 ECOBOOST 150CV , NAVIGATORE SEMESTRALE, GARANZIA 5 ANNI EURO 15.600,00

FORD NEW FIESTA 5 PORTE 1.2cc 16V 82CV IKON CLIMA, FENDI, RADIO CD, SEMESTRALE, GARANZIA 5 ANNI, EURO 9.500,00

FORD NEW FOCUS 1.6 TDCI 115CV SEMESTRALE 5 PORTE, EURO 15.600,00 SW, EURO 16.000,00

FORD NEW FIESTA VAN 1.4 TDCI 70CV CLIMA, RADIO CD, ANNO 2010, Km 40.000 GARANZIA, EURO 6.900,00 + IVA

FORD NEW CONNECT 200 S 1.8 TDCI 110CV CLIMA, RADIO, ABS, ANNO 2010, Km 18.000 CON GARANZIA, EURO 7.500,00 + IVA

FORD TRANSIT FURGONE, PASSO MEDIO FORD TRANSIT 2.4 TDCI 115CV T35 TETTO MEDIO Km 40.000 CLIMA, CENTINA CON APERTU2.2 TDCI 115CV ANNO 2010, Km 22.000 RA 3 LATI, LUNG. 4,40m H 2,30, CLIMA, RADIO, ABS CON ESP ANNO 2010, GARANZIA, CON GARANZIA, EURO 13.500,00 + IVA EURO 14.900,00 + IVA

CASALMAGGIORE
Monumento ai Caduti casalesi presso le scuole
ALLAVIS PER I BAMBINI BIELORUSSI
CASALMAGGIORE - Questa sera, mercoled 16 maggio alle ore 19 presso la sede della sezione Avis in zona Baslenga, verr presentato i cittadini il progetto Accoglienza bambini dalla Bielorussia. Si tratta dell'iniziativa, condotta da anni nel nostro territorio da varie associazioni, che vedr una decina di bambini provenienti dalle zone presso Chernobyl rimanere per alcune settimane nella nostra zona per limitare i danni radioattivi causati dalla tragedia nucleare sovietica. Presenta la serata il dottor Giovanni Breviglieri, vice presidente nazionale giudici di pace, relatore sar il dottor Massimo Bonfatti, esperto di ricaduta radioattiva e danni alla salute nonch presidente dell'associazione Mondo in cammino. Seguir un rinfresco aperitivo a buffet. Sabato 26 maggio alle ore 11 si terr a Casalmaggiore l'inaugurazione del Monumento ai Caduti Casalesi di tutte le Guerre, realizzato dal Maestro Marco Nereo Rotelli. L'opera, denominata "Tricolore", sar collocata presso il nuovo plesso scolastico in localit Baslenga. La struttura composta di tre elementi scultorei in marmo di Carrara, pietra di Verona, verde Alpi e porta incisi versi di poeti quali Mario Luzi, Roberto Mussapi, Andrea Zanzotto ed Emilio Zucchi.

casalmaggiore@ilpiccologiornale.it

Ieri mattina nel parco comunale di via Trento. Alla base un contenzioso tra comune e privati

INFINITI PIANI PROLUNGATA FINO AL 20


La mostra Inniti piani. Danilo Montaldi e gli artisti della Botti, inaugurata lo scorso 21 aprile al Museo Diotti di Casalmaggiore, viene prorogata no a domenica 20 maggio. Ricordiamo che lingresso gratuito e che il museo aperto dal marted al venerd dalle 8 alle 13, sabato, domenica e festivi dalle 15.30 alle 18.30.

Mercato contadino, bilancio in rosso Il neo senatore Giacinto Boldrini:


Partito a novembre, ancora non decolla. Si spera nella bella stagione
Il mercato contadino del gioved in piazza Garibaldi non decolla ancora, ma niente paura: la rampa di lancio non ancora stata percorsa per intero. Sei mesi esatti dopo lavvio delliniziativa da parte del Consorzio Agrituristico Mantovano in collaborazione con il comune di Casalmaggiore giunto il tempo di tracciare un primo bilancio. Andando sul posto e chiedendo ai diretti interessati: ossia chi sta dietro ai gazebo arancioni (marchio di fabbrica del mercato contadino) a vendere i propri prodotti. La partenza soft con un siamo soddisfatti, la crisi si sente, ma siamo in media con gli altri mercati contadini, poi si va verso una curva di negativit: Sei mesi di calma piatta. Siamo contenti s, ma solo se landazzo cambia. Direi che a Casalmaggiore si vende meno che altrove, anche perch molti clienti ancora non ci conoscono: speriamo nellestate che in genere meglio dellinverno, pure come gamma di prodotti. Le voci, rigorosamente anonime, sono raccolte in un gioved caldo e un po pigro e, come si pu notare, sono parecchio variegate. C anche chi sostiene che tutto sommato si sta a galla e chi invece rintraccia il problema nella fatto che si attirano persone nuove, molte stupite, anche dopo sei meGiacinto Boldrini, alla prima conferenza da Senatore della Repubblica Italiana, si presenta con tanti ringraziamenti e pochi appunti, per una amichevole riflessione dopo la nomina e relativa proclamazione di gioved 10 maggio. Le battute pi incisive, da buon sceneggiatore, Boldrini le decanta in corso d'opera, fuori dallo spartito. Nessuna improvvisazione per: Sono per dimezzare sia il numero dei parlamentari che il loro stipendio. Ecco perch il 50% del mio compenso lo metter a disposizione dei pensionati. Come? Contribuendo ad organizzare un viaggio a Roma di pensionati ed esodati per dire a Monti e alla Fornero che la manovra economica a noi non sta bene. Sono un pensionato a mille euro al mese. Mia moglie idem. E stiamo bene cos. Non vado certo in Senato per una questione di soldi. Bens, per svolgere un'attivit propositiva, col mio stile, il mio impegno, al di l dei colori e delle fazioni politiche. Esprimer le mie convinzioni, che sono quelle del Partito dei Pensionati. Niente compromessi: non voter per ordine di scuderia. Poco tempo a disposizione - la legislatura scadr fra circa un anno - che Boldrini cercher di spendere al meglio, a difesa delle categorie che sente pi vicine: So che la crisi non pu risolversi dall'oggi al domani. Ma non trovo giusto che si continui a chiedere soldi a chi le tasse le ha sempre pagate. Mi far portavoce delle istanze dei pensionati, ma anche di operai e gente povera, ovvero i pi colpiti dalla crisi. Stringendo il campo, Boldrini, che il presidente del gruppo parlamentare del Pdl al Senato, Gasparri, vorrebbe a presiedere la Commissione Difesa,

cinque alberi della discordia. Mattinata agitata, nel parchetto comunale di via Trento, a causa dellabbattimento di cinque esemplari, divisi tra platani e frassini. Da un lato la teoria ecologista per la quale fa sempre male vedere segare di netto un albero; dallaltro lesigenza concreta da parte del comune di provare a sistemare (magari mettendo la parola fine) un contenzioso con un privato cittadino. Ecco i fatti: i cinque alberi in questione, da qualche anno, infastidiscono il suddetto privato, in quanto con i rami quasi arrivano in casa, riempiendo le gronde di foglie secche. Non solo: il vero problema che con le loro radici (definite spacca sassi dagli addetti ai lavori, un termine che rende

Alberi abbattuti e polemiche


di Giovanni Gardani bene lidea) gli stessi alberi vanno a creare problemi anche al piano terra dellabitazione. Per questo, tempo fa, il privato ha dato il via ad un contenzioso, appena mitigato dallassicurazione sulla casa stipulata dallo stesso cittadino. Verificando in comune, lordine di abbattimento stato effettivamente firmato nei giorni scorsi per quanto concerne i cinque alberi confinanti con le case, limitandosi invece allo sfoltimento per le piante interne del parco, con la presenza di qualche esemplare di quercia. Al di l della polemica sullutilit o meno di unoperazione del genere (drastica ed esagerata per alcuni, doverosa e inevitabile per altri), restano alcuni retro-pensieri che possono ispirare pi di una riflessione: in primis, gli alberi (che hanno

allincirca quarantanni e sono quindi pi giovani delle abitazioni) non dovevano essere piantati cos vicino agli edifici e soprattutto, tra una pianta e laltra sarebbero dovuti passare, stando agli esperti in materia, non meno di dieci metri (che, nel caso specifico, non si misurano affatto). In secondo luogo c anche chi sostiene che labbattimento sia servito, in modo indiretto, a garantire un maggiore ordine pubblico, se consideriamo che, nottetempo, spesso i giardinetti sono frequentati anche da personaggi poco raccomandabili. Questultima interpretazione pare, invero, un po forzata, o comunque non prioritaria rispetto al problema del fastidio creato alle abitazioni confinanti. Ad ogni modo la polemica, a giudicare dai decibel misurati ieri mattina al parco, non pare destinata a sopirsi presto.

Rappresenter il territorio

si, di vederci in piazza, ma si fatica a fidelizzare il cliente vecchio. Da considerare il fatto che, partendo a novembre, il mercato contadino ha scelto, giocoforza ma suo malgrado, il periodo peggiore per il proprio start. Dunque, con occhio ottimista, non potr che crescere. E per molti la ricetta tutta in quelle iniziative collaterali che erano state promesse dagli organizzatori, ma che per il momento sono ferme alla castagnata novembrina, la settimana successiva alla Fiera di San Carlo. Poi, pi nulla. O meglio: poi, solo le bancarelle. E vero dice un venditore ma qualche iniziativa arriver. E tutto un discorso di pubblicit. E di qualit, se mi permesso: qui non si vende per fare risparmiare, qui si vende roba buona. Se devo risparmiare vado al supermercato; per, chi compra da noi sa che siamo i primi

a rispondere dei nostri prodotti, in modo diretto. Nel mentre qualcosa si muove: nei giorni scorsi proprio il comune di Casalmaggiore ha incontrato i rappresentanti del Consorzio Agrituristico Mantovano e del gruppo Gas.asalasco, gruppo di acquisto solidale a filiera corta che da qualche mese si formato anche a Casalmaggiore. Il concetto fondante lo stesso per i gas cos come per i mercati contadini: logica quindi la richiesta di collaborazione. Vediamo dove porter, ma io sono ottimista per natura. E poi le somme dobbiamo tirarle dopo un anno di attivit: sei mesi sono pochi per valutare puntualizza lultimo commerciante della carrellata, che poi intona Allalba vincer facendo il verso a Pavarotti. Vincer, prima o poi, anche il mercato contadino di Casalmaggiore?

Da sinistra Boldrini e i sindaci di Casalmaggiore Silla e di Viadana Penazzi sabato in Consiglio

prover a portare a Palazzo Madama anche le istanze del proprio territorio d'origine. Spero che alle prossime elezioni politiche il nostro comprensorio possa esprimere almeno un rappresentante nelle istituzioni nazionali. In agenda, da subito, il senatore Boldrini ha gi qualche proposta da fare alle commissioni Agricoltura e Infrastrutture, ove spera di poter avere voce in capitolo. Spinger perch si prenda in considerazione la creazione di una rete di trasporto fluviale sul Po, che possa portare lavoro, indotto e anche benessere a livello ambientale. I sindaci del territorio casalasco-viadanese, da par loro, chiederanno al neo-senatore di portare a Roma le istanze del comprensorio in tema di viabilit: il cantiere per il secondo lotto della Gronda dovrebbe aprire a breve, ma la chiusura del cerchio resta la tangenziale della Ti-Bre. A Palazzo Madama, Boldrini andr senza portaborse: l'agenda gliela terr la plurilaureata figlia Carmela, a costo zero.

Casalmaggiore
PIADENA Rapina in banca ieri pomeriggio a Piadena. E accaduto verso le 15.30 nella filiale di via Platina della Cassa Rurale ed Artigiana di Rivarolo Mantovano Credito Cooperativo. Due persone hanno fatto irruzione nella banca, ed uno dei due ha estratto un coltello minacciando il cassiere, il quale ovviamente stato costretto a consegnare il contante che aveva a disposizione. Incassato il bottino, che secondo i primi calcoli dovrebbe attestarsi attorno ai 6.000 euro, i due si sono allontanati su una Peugeot station wagon scura. Ovviamente immediato scattato il piano antirapina delle forze dellordine e sul posto si sono portati i militari del nucleo operativo e radiomobile di Casalmaggiore e i carabinieri della stazione di Piadena. Il piano stato attuato con grande attenzione: la Peugeot segnalata con la quale i malviventi si sono allontanati risultava rubata un mese fa in provincia di Brescia, ed stata ritrovata a Canneto sullOglio. Infatti, percorso il

Mercoled 16 Maggio 2012

Rapina a mano armata in banca a Piadena: via con 6mila euro


breve tratto che collega Piadena a Canneto, i ladri si sono spostati su unaltra auto che evidentemente avevano lasciato sul posto per potersi poi allontanare senza problemi. Difficile stabilire la provenienza dei due: laccento utilizzato sembrava dell'est europeo, ma non escluso che si tratti di un escamotage per sviare le indagini. Impossibile poi fare un identikit: i due al momento di entrare in filiale si sono parzialmente coperti il viso. Vanni Raineri

Caparra versata, ma lauto non c


La chiusura di una concessionaria di Casalmaggiore si tramuta in una beffa per alcuni clienti
di Simone Arrighi macchina verso fine marzo. A posteriori, il contratto mi ha lasciato pensare ad una premeditazione, in quanto sulla stipula non veniva riportata nessuna data di consegna. Tant': Alla scadenza datami a parole, ho iniziato a chiamare la concessionaria per avere notizie in merito alla consegna dell'auto. Dopo diversi rinvii ed un altro mese di attesa, verso fine aprile mi sono recato al salone casalese di Auto Cremona: mi stato quindi detto che la casa automobilistica Ford aveva revocato il mandato alla concessionaria. Mi sono quindi rivolto inutilmente alla sede centrale di Auto Cremona: la cessata attivit del gruppo ha complicato la vicenda. Ho cos contattato Ford Italia, che ha chiesto qualche giorno per prendere in esame la situazione. La patata bollente passata quindi ad un'altra concessionaria Ford della provincia cremonese: Tutti i contratti stipulati da Auto Cremona sono passati ad una concessionaria di Crema. Sono perci

Scandolara Ravara: la giornata Semplicemente Cuba in programma il 2 giugno


SCANDOLARA RAVARA Un'idea che ha radici profonde e ramificazioni future: 'Semplicemente Cuba', giornata di informazione, cultura e spettacolo che si terr a Scandolara Ravara sabato 2 giugno nasce dall'iniziativa di Pierfranco Sarzi e dalla sinergia fra Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba ed enti locali scandolaresi. In due mesi, la manifestazione ha preso forma e corpo ed stata presentata ieri sera nella sala polivalente di Scandolara, con tanto di intro video. Lo scopo - spiega Sarzi - di far conoscere Cuba in modo semplice e diretto, cercando di stimolare la curiosit e di soddisfare le richieste, sfatando luoghi comuni e falsi pregiudizi. Non solo: La scelta di Scandolara dettata sia dalla disponibilit dimostrata dal comune, in collaborazione con la Pro Loco, sia dalla volont di dare lustro a questa piccola ma entusiasta cittadina. La manifestazione comprender mostra, dibattiti, cena e spettacoli serali nella sala polivalente (nella foto). Vi parteciperanno personaggi cubani illustri a livello

CON TANTI OSPITI

l danno, di non vedersi consegnata l'auto tanto desiderata, diversi acquirenti hanno visto aggiungersi pure la beffa. C', o meglio c'era una concessionaria a Casalmaggiore che, prima della cessazione dell'attivit dell'intero gruppo di riferimento, Auto Cremona Spa, ha chiesto ed ottenuto gli acconti per acquisti di macchine che, in alcuni casi, non sono state neppure ordinate. Uno dei clienti, portato all'esasperazione, ha raccontato le proprie vicessitudini, ormai rassegnato alla perdita del denaro anticipato. Tutto origina ad inizio 2012: L'ordine della macchina, per quanto ci ha fatto credere la concessionaria di Casalmaggiore, risale al 2 febbraio, racconta la persona truffata. Lo stesso rivenditore, una volta versati i 500 euro d'acconto e firmato il contratto, prometteva la consegna della

stato costretto ad andare in quel salone, a 80 chilometri da casa mia, perdendo anche una giornata lavorativa, per capire cosa si potesse fare per non perdere l'acconto gi pagato. Dovendo ancora effettuare l'ordine, cosa che Auto Cremona non aveva fatto, la nuova macchina non sarebbe arrivata prima di qualche mese. Non potendo aspettare tanto, ho dovuto recedere il contratto, riservandomi per la facolt di agire contro Auto Cremona. Morale? Ho dovuto ordinare l'auto in una concessionaria di un'altra provincia, perdendo cos l'acconto versato a Casalmaggiore mesi e mesi fa. Ma la storia rischia di non fire qui: Mi sono comunque rivolto ad Altro Consumo, associazione per la tutela dei consumatori, perch non possibile che una concessionaria incassi un acconto senza fare per l'ordine dell'acquisto. questo il punto chiave in cui starebbe il raggiro, secondo la ricostruzione dei clienti.

Qui trovate la vostra copia GRATUITA de il PICCOLO


Bar Giulia GR2 di Rivieri Gianfranco Fermata KM Polo Romani Sportime Bar Barracuda Portici del Municipio Bar Italia Farmacia Comunale Bar Tavola Calda Rist. Pizz. Piccolo Paradiso angolo Conad Casalmaggiore via Guerrazzi 4 Casalmaggiore via Trento 20 Casalmaggiore via del Lino 17 Casalmaggiore via Martelli 2 Casalmaggiore piazza Garibaldi Casalmaggiore piazza Garibaldi Casalmaggiore piazza Garibaldi Casalmaggiore Centro Comm. Padano Casalmaggiore via Molossi 47 Vicobellignano Cartoleria Bar La Nuova Luna Portici del Comune Portici Caff Roma Edicola Cartoleria Camozzi Bar Time Out Sido Caf Fermata KM Bottega del Gelato via Dante Alighieri 9/B Vicobellignano via Roma 7 Torricella del Pizzo piazza Italia Scandolara Ravara via Mazzini 3 Castelponzone via Giuseppina 97 Solarolo Rainerio via Matteotti 113 San Giovanni in Croce via della libert 46/b Martignana di Po via Bardellina 87 Martignana di Po piazza Comaschi Gussola via Cavallotti Piadena

politico (come il Console Generale della Repubblica di Cuba Eduardo Vidal Chirino ed il Vice Ambasciatore Vladimiro Perez Casal), mediatico (con direttori di riviste ed emittenti cubane) e letterario (come la poetessa Ada Galano e le letture di Erminio Zanoni), oltre a gruppi artistici locali e non: ci saranno lo spettacolo organizzato da 'Insieme per Cuba', i cori de 'I giorni cantati', i balli della scuola Vitien di Cremona e della coppia campione del mondo di Salsa. L'ingresso sar gratuito, mentre per la cena cubana (10 bevande escluse) possibile prenotarsi entro il 26 maggio (tel. 0375 350201 - 339 4458112). In vendita il cd 'Suoni Meticci': il ricavato andr in beneficenza per la cura dei bambini cubani malati di cancro.

1 0

Mercoled 16 Maggio 2012

Taccuino
NUMERI UTILI
Cremona COMUNE DI CREMONA www.comune.cremona.it Centralino: 0372-4071 Urp: 0372-407291

Via Perugino, via Galeotti Lavori stradali attuati per conto di A.E.M. S.p.A. Fine lavori: 31 Luglio 2012

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE www.provincia.cremona.it Centralino: 0372-4061 Urp: 0372-406233 PREFETTURA Centralino: 0372-4881 CARABINIERI Pronto intervento: 112 Centralino: 0372-5581 COMANDO FORESTALE DELLO STATO Centralino: 0372-410307
Via Geromini Lavori stradali attuati per conto di A.E.M. S.p.A. Fine lavori: 18 Maggio 2012 Via Gerre Borghi Lavori stradali attuati per conto di A.E.M. S.p.A. Fine lavori: 31 Maggio 2012

Via Lambro Lavori stradali attuati per conto di A.E.M. S.p.A. Fine lavori: 8 Giugno 2012

GUARDIA DI FINANZA Pronto intervento: 117 Centralino: 0372-21576 Nucleo di polizia tributaria: 0372-28968 POLIZIA MUNICIPALE Pronto intervento: 0372-454516 Centrale operativa: 0372-407427 POLIZIA STRADALE Comando provinciale Centralino: 0372-499511 QUESTURA Pronto intervento: 113 Centralino: 0372-4881 VIGILI DEL FUOCO Pronto intervento: 115 Centralino: 0372-4157511 PROCURA Centralino: 0372-548233 OSPEDALE DI CREMONA www.ospedale.cremona.it Centralino: 0372-4051 Centro unificato di prenotazione: 800 638 638 Emergenza sanitaria: 118 AZIENDA SANITARIA LOCALE DI CREMONA www.aslcremona.it Centralino: 0372-4971 Urp: 0372-497215

Via Arenili Lavori stradali attuati per conto di A.E.M. S.p.A. Fine lavori: 11 Maggio 2012

Via Vittori Lavori stradali attuati per conto di A.E.M. S.p.A. Fine lavori: 18 Maggio 2012

Via Lungastretta Lavori stradali attuati per conto di A.E.M. S.p.A. Fine lavori: 18 Maggio 2012

Via San Rocco, via Bosco Lavori stradali attuati per conto di A.E.M. S.p.A. Fine lavori: 1 Giugno 2012

Via Lungastretta: cantiere per la sostituzione della condotta dell'acqua potabile, rifacimento degli allacci del gas metano e acqua potabile, predisposizione di condotte per linee elettriche; (fine lavori: 18 maggio). Via Gerre Borghi: cantiere per la realizzazione della posa della nuova condotta dell'acqua potabile; (fine lavori: 31 maggio). Via Vittori (tratto da via Arenili a via Burchielli): cantiere per la sostituzione della condotta del gas metano; (fine lavori: 18 maggio);

Via Lambro (tratto da V.le Po a V.Toti): cantiere per la sostituzione delle condotte del gas metano e dell'acqua potabile; (fine lavori: 8 giugno). Via Arenili (tratto da V.Fulcheria a V.Pescatori): cantiere per la sostituzione delle condotte del gas metano e dell'acqua potabile; (fine lavori: 30 giugno). Via S.Rocco, Via Bosco: cantiere per la realizzazione della pista ciclabile di collegamento al comune di Gerre de' Caprioli; (fine lavori: 1 giugno).

Via F.Geromini: cantiere per la riparazione della fognatura; (fine lavori: 18 maggio). Piazza Dossena, Via Romanino, Via Trentacoste, Via Perugino, Via Giancristoforo, Via Galeotti, Viale Cambonino: cantiere per la ristrutturazione della rete di distribuzione energia elettrica e illuminazione pubblica; (durata lavori: diversi mesi anche se coinvolger di volta in volta tratti limitati di vie diverse, indicativamente fine prevista 31 luglio). Le vie attualmente interessate sono via Perugino, via Galeotti e via Trentacoste.

NUMERI UTILI
Casalmaggiore COMUNE DI CASALMAGGIORE www.comune.casalmaggiore.cr.it Centralino: 0375 42668 AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE Centralino: 0375-42233 CENTRO PER LIMPIEGO Centralino: 0375-42213 CARABINIERI Pronto intervento: 112 Centralino: 0375-284500 POLIZIA MUNICIPALE Centralino: 0375-40540 POLIZIA STRADALE Centralino: 0375-42288 GIUDICE DI PACE Centralino: 0375-42273 OSPEDALE Centralino: 0375-2811 Centro unico di prenotazioni: 800 638 638 Emergenza sanitaria: 118 MUSEO DIOTTI www.museodiotti.it Centralino: 0375-200416 MUSEO DEL BIJOU Centralino: 0375-284423 TEATRO COMUNALE www.teatrocasalmaggiore.it Centralino: 0375-284434 DISTRETTO SOCIO-SANITARIO Direzione: 0375-284020 Distretto Veterinario: 0375-284029

METEO

Previsioni meteo a cura di Dominique Citrigno per SPAZIOMETEO.com e Meteowebcam.it


GIORNALE DI CREMONA E supplemento: IL PICCOLO GIORNALE DEL CREMASCO direttore responsabile: Sergio Cuti ilpiccolocremona@fastpiu.it direttore editoriale: Daniele Tamburini Societ editrice: Promedia Societ Cooperativa Via del Sale, 19 - Cremona Amministrazione e diffusione Via S. Bernardo 37/A - 26100 Cremona Tel. 0372 43.54.74 Fax 0372 59.78.60 Direzione, redazione e prestampa Via S. Bernardo 37/A - 26100 Cremona Tel. 0372 45.49.31 - 45.13.14 Fax 0372 59.78.60

Redazione di Crema Piazza Premoli, 7 - 26100 Crema Tel. 0373 83.041 Fax 0373 83.041 Pubblicit Tel. 0372 43.54.74 Fax 0372 59.78.60 www.immaginapubblicita.it Stampa: SEL - Societ Editrice Lombarda 26100 Cremona Autorizz. del Tribunale di Cremona n 357 del 16/05/2000

Pubblicazione associata allUspi (Unione Stampa Periodica Italiana) Progetto Grafico: Gianluca Galli Numero chiuso in tipografia: Martedi 15 Maggio alle ore 21

FARMACIE DI TURNO Dall11 al 18 Maggio 2012


Distretto di Cremona
SAN BASSANO VENTURELLI PIERANGELO VIA ROMA, 45 26020 San Bassano Tel. 0374-373212 ORARI DI APERTURA Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:00 - 19:00 Giorno di chiusura settimanale: SABATO POMERIGGIO ISOLA DOVARESE PASQUALI GIUSEPPINA VIA GARIBALDI, 83/84 26031 Isola Dovarese Tel. 0375-946126 ORARI DI APERTURA Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:30 - 19:00 Giorno di chiusura settimanale: SABATO POMERIGGIO CREMONA SANTAMBROGIO S.N.C. VIA FILZI, 40/E 26100 Cremona Tel. 0372-22327 ORARI DI APERTURA Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:15 - 19:30 Giorno di chiusura settimanale: SABATO POMERIGGIO CREMONA - FARMACIA 4 A.F.M. DI CREMONA S.P.A. VIA MONTEVERDI, 12 26100 Cremona Tel. 0372-21450 ORARI DI APERTURA Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:30 - 19:30 Giorno di chiusura settimanale: SABATO POMERIGGIO CORTE DE FRATI BODANA ALESSANDRO PIAZZA ROMA, 17 26010 Corte de Frati Tel. 0372-93123 ORARI DI APERTURA Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:30 - 19:30 Giorno di chiusura settimanale: SABATO POMERIGGIO CASALBUTTANO TAIETTI MARCO VIA JACINI, 21 26011 Casalbuttano Tel. 0374-362183 ORARI DI APERTURA Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:00 - 19:00 Giorno di chiusura settimanale: GIOVED
CALVATONE ANTOLINI LUCIA VIA UMBERTO I, 1 26030 Calvatone Tel. 0375 97039 Orari di apertura Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:00 - 19:00 Giorno di chiusura settimanale MERCOLED MATTINA

Distretto di Casalmaggiore
CASALMAGGIORE BONISOLI ALQUATI CLAUDIA VIA CAVOUR, 28 26041 Casalmaggiore Tel. 0375 42551 Orari di apertura Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:30 - 19:30 Giorno di chiusura settimanale

SABATO

Le farmacie di turno e gli orari dei distretti di Cremona e Casalmaggiore sono consultabili sul sito internet: www.aslcremona.it

Cultura Spettacoli &


La storia di Cremona in 40 foto
Gioved 17 maggio a Milano, presso Belvedere Fotografia (via Santa Maria Valle 5), viene inaugurata la mostra Larchivio fotografico Faliva. Cremona, dal dopoguerra agli anni Settanta, a cura di Alberto Faliva. Lallestimento costituito da circa 40 immagini in bianco e nero realizzate da Angelo Faliva e dai figli Roberto e Giuseppe. Gli scatti raccontano la storia, gli eventi e i personaggi della nostra citt, dal dopoguerra agli anni Settanta.

Nel cortile di Palazzo Trecchi

VENERDI SERA A PALAZZO TRECCHI

Lensemble LAura Soave

Il Festival Monteverdi propone poesie della tradizione madrigalista V


di Federica Ermete
enerd 18 maggio alle ore 21, nei saloni di Palazzo Trecchi, il Festival Claudio Monteverdi presenta un breve excursus profano che prende le mosse da Ottavio Rinuccini - del quale questanno ricorre il 450 anniversario della nascita con alcune delle sue poesie pi belle scritte per i madrigali, genere rappresentativo di Monteverdi. Nellambito della tradizione madrigalistica, Claudio Monteverdi rivela una coscienza del tutto nuova, scegliendo con approfondita cura i suoi testi, nellintelligente ricerca di poesie che esprimano affetti in sintonia con quelli che egli intendeva creare con la sua musica. Dopo gli incontri con Battista Guarino e con Torquato Tasso, dopo Gabriele Chiabrera, ecco quello con Ottavio Rinuccini, membro della Camerata fiorentina dei Bardi. Sulle orme del Petrarca e del Tasso, questi ha avuto il personale merito di una grazia e di una dolcezza vivissime. Le raccolte madrigalistiche di Monteverdi sono costellate di autentici tesori poetici di Rinuccini (proposti durante la serata): da Sfogava con le stelle (IV Libro) al celeberrimo Zefiro torna, da Partenza amorosa (VII Libro) al Lamento di Arianna, sola pagina superstite dellopera perduta. Il lamento della Ninfa e Movete al mio bel suon appartengono, invece, al genere del madrigale rappresentativo. Lensemble LAura Soave, diretta dal

Omaggio al grande Django Reinhardt


Nuovo appuntamento con Il cortile del Jazz-Cocktail, Wine bar, Ristorante a ritmo Jazz & Blues, rassegna che propone appuntamenti dintrattenimento nel suggestivo cortile di Palazzo Trecchi. Gioved 17 maggio alle 19.30, omaggio al grande Django Reinhardt e al suo jazz manouche con Carmelo Tartamella (nella foto), gi rinomato chitarrista jazz sul piano internazionale; Jacopo Delfini (chitarra) ed Enzo Frassi, uno degli esponenti del contrabbasso jazz pi in vista nel panorama musicale italiano. Tante parole sono gi state dette e scritte intorno alla figura del chitarrista gitano Django Reinhardt, tanto che egli appare nellimmaginario dei pi quasi come una leggenda, pi che come una realt musicale. Lintera stirpe zingara dalla quale proveniva, detta

suo fondatore Diego Cantalupi, interpreta questi gioielli avvalendosi, per loccasione, di importanti solisti: i soprani Maria Christina Kiehr ed Alessandra Gardini, il contralto Roberto Balconi, i tenori Stephan von Dyck e Peter De Laurentiis, ed il basso Salvo Vitale. La formazione LAura Soave stata fondata nel 1995. Votato al recupero della tradizione vocale e strumentale italiana, dal 2006, lensemble ha iniziato anche lesecuzione del repertorio orchestrale. Grazie al rapporto privilegiato con la rassegna Festival Monteverdi di Cremona, LAura Soave ha potuto instaurare un importante rapporto artistico con prestigiose personalit nel campo della musica antica, tra le quali spiccano Emma Kirkby, Sophie Daneman e Nuria Rial.

Manouche, lo adora come un eroe, e su di lui si narrano gli aneddoti pi curiosi. Quello che ci rimane di tangibile di questo stupendo protagonista della musica del 900 innanzitutto uneredit profonda, riscontrabile in innumerevoli musicisti, chitarristi ma non solo, da Django influenzati. Il linguaggio con cui parla questo trio, formatosi nel 2003, quello del caldo e trascinante swing gitano modellato da Django. E questo poi il punto di partenza nel quale si intersecano altri percorsi musicali, che provengono dal cammino dei tre musicisti. Il Djangos Clan vuole essere un omaggio a Django, e si propone come una riscoperta di un genere fino ad ora non molto noto in Italia, seppur di enorme espressivit e valore artistico. Info: 366-5430633 (ingresso libero).

Porcelli e Longhi gioved al Filo Invisibili in scena a Soncino


Gioved 17 maggio alle 21, al Teatro Filodrammatici, ha luogo un nuovo concerto della rassegna Cremona Pianoforum Johannes BrahamsSonate e Variazioni. Protagonisti sono il pianista Federico Porcelli (nella foto) ed il clarinettista Alberto Longhi. Vincitore di numerosi premi in concorsi pianistici, nazionali e internazionali, lattivit di Porcelli lo ha portato ad esibirsi in molte citt italiane sia come pianista che come direttore di coro. Nella prima parte della serata i due artisti eseguono le Variazioni sopra un tema originale op. 21/1 per pianoforte e nella Sonata n. 1 op. 120 per clarinetto e piano; il concerto si chiude con le Variazioni sopra un tema di Schumann op. 9 per pianoforte e con la Sonata n. 2 op. 120 per clarinetto e piano. Gioved 17 maggio alle 21, nella Sala Conferenze Filanda di Soncino, viene messo in scena Invisibili di Mohamed Ba (nella foto). Nellambito della VII edizione della rassegna Incontri con autori stranieri, questo spettacolo tratto da un fatto realmente accaduto al suo stesso autore. A Milano, nellestate 2009, Mohamed Ba viene aggredito senza motivo da un ragazzo italiano alla fermata del tram. Ferito gravemente nessuno lo soccorre. In uno straordinario monologo, Ba ripercorre e interpreta il cammino di due cittadini africani che cercano di sopravvivere agli incubi della povert sognando una vita migliore. Con questo lavoro lautore conferma il suo ruolo sia di custode della tradizione africana sia di rinnovatore che canta le contraddizioni storiche, sociali e politiche, i sogni, le speranze, i dolori e le gioie delle persone, delle comunit e dei loro percorsi in Africa e nei loro viaggi di migrazione.

Il pianista e il clarinettista si esibiscono insieme in un concerto

Lo spettacolo di Mohamed Ba tratto da un fatto realmente accaduto

12

Mercoled 16 Maggio 2012

Cremona

Responsabile Provinciale Patronato Epaca

di Damiano Talamazzini

DALLA PARTE DEI CITTADINI

Stipendi e pensioni senza contanti: da quando?


Anche i pensionati che percepiscono una rata mensile di pensione inferiore a 1000 potrebbero superare il limite consentito per il pagamento in contanti nel caso di somme aggiuntive, competenze arretrate, tredicesima o eventuali rimborsi. Pertanto tutti i pensionati che percepiscono una pensione in contanti dovranno comunicare immediatamente le coordinate bancarie (codice Iban) del proprio c/c su cui desiderano venga accreditata la pensione. Nel caso in cui i pensionati fossero impossibilitati, per comprovati e gravi motivi di salute oppure per provvedimenti giudiziari restrittivi della libert personale, a recarsi presso la Banca o lUfficio postale, i delegati alla riscossione possono aprire un c/c bancario o postale o un libretto postale, a condizione che lo stesso sia intestato al beneficiario dei pagamenti. Gli uffici Epaca: CREMONA - Via D. Ruffini, 28 (Tel. 0372.732930); via Ala Ponzone, 8 (Tel. 0372/499811). CREMA Via Macello, 34 (0373/732900); CASALMAGGIORE Via Cairoli, 3 (0372.732960); SORESINA Via Matteotti, 12 (0372.732990).

Tagliati eletto consigliere nazionale Acli


Al Congresso nazionale acli vi hanno partecipato i cremonesi delegati Roberto Oliva, Luigi Vezzosi, Mauro Plat e il presidente provinciale Bruno Alessio Tagliati che ha conseguito anche una importante risultato con lelezione a consigliere nazionale insieme alla riconferma del dirigente aclista il cremonese Michele Rizzi. No a disimpegno, sfiducia e antipolitica. Attraverso laggregazione e la partecipazione dei cittadini possibile cambiare il Paese. Il presidente delle Acli Andrea Olivero, rieletto alla guida dellassociazione, ha chiuso a Roma il 24 Congresso nazionale dedicato al tema Rigenerare comunit per ricostruire il Paese(3-6 maggio). Il nostro riformismo deve essere animato dalla convinzione e della speranza che attraverso limpegno e la partecipazione il cambiamento possibile ha detto Olivero, che ha rivendicato la vocazione popolare dellassociazione, che sta dalla parte della gente perch tra la gente radicata. La nostra funzione ha aggiunto il presidente delle Acli non solo quella dellassistenza, ma della promozione della dignit di ciascuno, dellaggregazione e dellaccompagnamento delle persone in un processo di consapevolezza e responsabilit. Aggregare le persone significa non lasciarle sole con i loro problemi: offrire la speranza che ci pu essere una risposta sociale e politica alle loro difficolt.

www.aclicremona.it

Questa rubrica rappresenta un luogo d'incontro a disposizione dei nostri lettori, nato per rispondere a dubbi e quesiti in materia di diritti previdenziali e assistenziali.Le lettere rivolte al Patronato Epaca possono essere indirizzate alla nostra redazione, per posta o via e-mail, oppure direttamente al Patronato Epaca (epaca.cr@coldiretti.it). Egregio Responsabile del Patronato Epaca, a partire da quale data entra in vigore la Legge secondo la quale Enti Pubblici e Pubbliche Amministrazioni non pagano pi in contanti stipendi e pensioni? La Legge entrata in vigore il 29/4/12 ha ulteriormente prorogato al 1/7/12 la data a partire dalla quale gli Enti e le Pubbliche Amministrazioni non possono pi pagare in contanti le pensioni e gli stipendi. Di conseguenza, a partire dal 1 luglio, non sar pi possibile riscuotere in contanti le pensioni pari o superiori a 1000 euro. Le pensioni superiori a tale importo saranno accreditate esclusivamente su c/c postale o bancario, su libretto postale o su carta prepagata abilitata.

PRECARIARE STANCA

Creare lavoro, un imperativo


Creare lavoro. Un imperativo quanto mai urgente, stante la situazione economica odierna e quella a venire. Senza addentrarci in dissertazioni sulle dottrine economiche lampante che il mercato, allo stato attuale, non in grado di creare sufficiente occupazione. C' chi afferma che, una volta rilanciata la crescita economica, questo problema svanir, tuttavia l'agognato segno positivo davanti al Prodotto interno lordo quantomai lontano. Stare ad aspettare che la disoccupazione svanisca da sola e in tempi brevi, pi che una speranza, un'illusione. Riconsideriamo allora il ruolo degli enti pubblici come fornitori di lavoro di ultima istanza. Non un'idea nuova: i lavori di bonifica nelle campagne alla

A cura di Nidl - Cgil

www.welfarecremona.it - Gian Carlo Storti - storti@welfareitalia.it


CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO I rapporti di lavoro regolati da questo istituto presentano una maggiore propensione, rispetto al contratto di lavoro a tempo indeterminato, allattivazione di strumenti assicurativi. Coerentemente con questa caratteristica, si prevede un incremento del relativo costo contributivo (aliquota 1,4%), destinato al finanziamento dellASpI (Assicurazione sociale per limpiego). Nello spirito della direttiva europea n. 99/70/CE, il contrasto ad uneccessiva reiterazione di rapporti a termine tra le stesse parti perseguito tramite lampliamento dellintervallo tra un contratto e laltro a 60 giorni nel caso di un contratto di durata inferiore a 6 mesi, e a 90 giorni nel caso di un contratto di durata superiore. Nel contempo, tenuto conto delle possibili esigenze organizzative delle imprese con riguardo al completamento delle attivit per le quali il contratto a termine stato stipulato, si prevede un prolungamento del periodo durante il quale il rapporto a termine pu proseguire oltre la scadenza per soddisfare esigenze organizzative, da 20 a 30 giorni per contratti di durata inferiore ai 6 mesi e da 30 a 50 giorni per quelli di durata superiore. Si stabilisce, inoltre, che ai fini della determinazione del periodo massimo di 36 mesi previsto per la stipulazione di contratti a termine con un medesimo dipendente vengano computati anche eventuali periodi di lavoro somministrato intercorsi tra il lavoratore e il datore/utilizzatore. Nel caso in cui il contratto a termine sia dichiarato illegittimo da un giudice, il regime continuer ad essere basato sul doppio binario della conversione del predetto contratto e del riconoscimento al lavoratore di un importo risarcitorio compreso tra 2,5 e 12 mensilit retributive.

fine dell'800 erano un modo per assorbire nel mondo del lavoro i braccianti agricoli che lavoravano al massimo 6 mesi all'anno. Di opere (non grandi) che necessitano di alta intensit di lavoro ne avremmo bisogno, basti pensare al risanamento idrogeologico oppure alla messa in sicurezza e alla coibentazione del patrimonio edilizio pubblico. Ma con quali risorse? Con una patrimoniale ad hoc che vada a colpire patrimoni finanziari oltre i 200.000 , con la cassa depositi e prestiti, con fondi europei. Tuttavia, per evitare sprechi di denaro, arbitrii e clientelismi vanno garantiti la trasparenza, il controllo e il coinvolgimento della cittadinanza. Stefano Zurpa

Paure improvvise
I cuccioli crescono molto rapidamente nel primo anno di vita, condensando in soli dodici mesi le importanti tappe evolutive dellinfanzia e delladolescenza. Durante questa delicata fase di sviluppo il cucciolo attraversa due momenti particolari: i cosiddetti periodi di "effetto della paura", entrambi della durata di circa tre settimane. Il primo si colloca allincirca tra le 8 e le 11 settimane di vita, mentre il secondo accade tra i 5 e i 12 mesi. In questi periodi il cucciolo sembra comportarsi improvvisamente in modo timido e insicuro nel fronteggiare nuove esperienze e ogni situazione negativa potrebbe lasciarlo segnato a livello psichico, creando la base per paure e fobie. In questi periodi sar fondamentale per un corretto sviluppo mentale del cane la nostra presenza attiva: dovremo evitargli esperienze traumatiche, sviluppando invece la sua fiducia attraverso uneducazione basata su associazioni positive. Il cucciolo, infatti, guarder a noi come ad una guida e sar compito nostro infondergli un senso di sicurezza mentre affronta le novit del mondo che lo circonda. Specialmente per quanto riguarda la socializzazione nei periodi di "effetto della paura", dovremo procedere gradatamente, mantenendo sempre unatmosfera serena e rilassata, aiutandoci anche con bocconcini e momenti di gioco, e soprattutto senza ricorrere a forzature o a metodi bruschi. Ricordiamoci: niente brutte esperienze! Elisa Giudici eli.giudici@yahoo.it

Il condominio non un soggetto giuridico dotato di propria personalit distinta da quella di coloro che ne fanno parte, bens un semplice ente di gestione, il quale opera in rappresentanza e nell'interesse dei singoli partecipanti, con la conseguenza che assume la qualifica di "consumatore" ai sensi e per gli effetti dell'art. 3 del Codice del Consumo. Da ci discendono importanti conseguenze, in particolare per quanto riguarda i contratti firmati dall'amministratore di condominio e la societ fornitrice dei servizi. Infatti, il contratto avente ad oggetto le prestazioni di servizi in favore del condominio non vincola l'amministratore, che agisce come mero mandatario e rappresentante dei singoli condomini e non quale organo del condominio, ma i singoli condomini, utenti del servizio dedotto in contratto Ne discende che, poich i condomini vanno senz'altro considerati consumatori in quanto agiscono per scopi estranei all'attivit imprenditoriale o professionale, anche al contratto concluso dall'amministratore con il professionista, in presenza degli altri elementi previsti dalla legge, debbono applicarsi le disposizioni del Codice del Consumo in tema di recesso, garanzia per vizi, clausole vessatoria, foro del consumatore, obblighi di informazione e via discorrendo. Un esempio pratico: ha natura vessatoria, ed per l'effetto nulla, una clausola di una polizza assicurativa che riconosce alla sola compagnia di assicurazione (professionista) e non anche al condominio (consumatore) la facolt di recesso dalla polizza stessa. Alessandro De Nittis e Luca Curatti

IL CONDOMINIO CONTRAENTE CONSUMATORE?

La Nidl Cgil si trova in via Mantova 25 Cremona tel 0372 448608 e-mail: nidilcremona@cgil.lombardia.it

Assoutenti delegazione di Cremona (tel. 328-1547751) viaTrecchi 25 e-mail: assoutenticremona@libero.it

La Vostra copia GRATUITA de


Spazio comune Acli La Cafetera Caffe Del Corso Bar Supermoka Bar Aurora Bar Cittanova Bar Garibaldi Osteria Garibaldi Caffe Dimeglio Dall'Ara Sara Ospedale Portineria Unione Consumatori Caffe Porta Romana Banca Del Monte INPS Comune Di Cremona Rio Bar Bar Fiume Dimeglio Banca Di Roma Parrucchiere Bertoletti Bar Stradivari Il Planetario Viaggi Banca Popolare Bar Oasi Distributore Esso Dimeglio Bar Da Walter Distributore Agip Caserma Col Di Lana Bar Stella Sapore Di Mare Da Pietro Panetteria Galbignani Italmark Teatro Monteverdi Bar Lancia Bar San Giorgio Fotoline Re Mida Pane, dolci e caff Sister Caffe Piazza Stradivari Cremona Via S. Antonio del Fuoco 9/A Cremona C.So V. Emanuele 14 Cremona C.So V. Emanuele 84 Cremona Corso Campi 39 Cremona C.so Garibaldi 228 Cremona Corso Garibaldi 114 Cremona Corso Garibaldi 219 Cremona Corso Garibaldi 38 Cremona Corso Garibaldi 85 Cremona Via S. Barbara 19 Cremona Ospedale Cremona Piazza San Michele 2 Cremona Piazza IV Novembre 17 Cremona Piazza Cadorna 1 Cremona Piazza Cadorna 17 Cremona Piazza Del Comune Cremona Piazza Della Pace 2 Cremona Piazza Fiume 6 Cremona Piazza Marconi 15/A Cremona Piazza Roma 20 Cremona Piazza Roma 29 Cremona Piazza Roma 7/B Cremona Piazza Stradivari 17 Cremona Viale Po 83 Cremona Via Bergamo 221 Cremona Via Bergamo 91 Cremona Via Boschetto 93 Cremona Via Brescia 128 Cremona Via Brescia 219 Cremona Via Brescia 189 Cremona Via Brescia 27 Cremona Via Cappuccini 8 Cremona Via Castelleone 29/A Cremona Via Castelleone Cremona Via Dante 102 Cremona Via Dante 149 Cremona Via Dante 185 Cremona Via Dante 2 Cremona Via Dante 31 Cremona Via Dante 87 Cremona Via Del Giordano 133 Cremona Via Del Giordano 65 Cremona Angolo Del Gusto Farmacia Leggeri Bar le torri Oggi Pizza Torrione Cafe Dico Caffeghisleri Esselunga Tango Bar Pasticceria Caffe Betti Crai Bonseri Fornaio Bar I 3 Gradini Dimeglio Bar - Figlie Di San Camillo Bibi Bar Farmacia Leggeri Farmacia Ziliotti Bar Pasticceria S. Remo Camera Del Lavoro Bet Fish Bottega Del Gusto Gelateria Matisse Panificio Usberti Agip Cafe Gio Bar Associazione Commercianti Montecarlo - Slot Machine Caffe Parking Bar Roma Bar Mincio Bar Il Cantuccio Edicola Caffe Boldori Panetteria Patty Fitness Time Panetteria Quarantani Bar Gallo Smeg Centro Sportivo Sanzeno Coffee Time Q.In Forneria Pan&Piu La citt del Sole Piazza Risorgimento 30 Cremona Via F. Filzi 40/E Cremona Via F. Filzi Cremona Via Ghinaglia 94 Cremona Via Ghinaglia 104 Cremona Via Ghinaglia 49 Cremona Via Ghisleri 46 Cremona Via Ghisleri 53/A Cremona Via Giuseppina 11/B Cremona Via Giuseppina 11/B Cremona Via Giuseppina 27 Cremona Via Grado 20 Cremona Via Grado 40 Cremona Via Lazzari Cremona Via Litta 50 Cremona Corso Matteotti 20 Cremona Piazza Della Liberta 4 Cremona Piazza Della Libert Cremona Via Mantova 25 Cremona Via Mantova 39 Cremona Via Mantova 133 Cremona Via Mantova 141/B Cremona Via Mantova 101 Cremona Via Mantova 141/B Cremona Via Mantova 81 Cremona Via Manzoni 2 Cremona Via Massarotti 15 Cremona Via Massarotti 19/A Cremona Via Mazzini 7 Cremona Via Mincio 2 Cremona Via Mincio 34 Cremona Via Nino Bixio 20 Cremona Via Nino Bixio 8 Cremona Via Buoso da Dovara 6 Cremona Via Eridano 15 Cremona Via Platina 34 Cremona Via Rosario 49 Cremona Via Ruffini 6 Cremona Via San Zeno 53 Cremona Via Solferino 9 Cremona Via XI Febbraio 64 Cremona Via XX Settembre 32/A Cremona Via XX Settembre 5/A Cremona

la trovate QUI
Bar Dragone Distributore Agip Non Solo Piada Uil sindacato Bar Zanzibar A.E.M. Cisl sindacato Fattorie del gusto Tabacchi Universita Cattolica Politecnico Di Milano Il Beccofino Cremona Po Bar Greco Linea Junior Seven Caff Latteria Plac Politiche Educative Farmacia Zamboni Noemi Panetteria Tosi Bar Smile Macalli Medic Center Pane E Amore Bar Tabacchi Edicola Ortenilla Edicola Compiani Panetteria Merlini Panetteria Merlini Farmacia Leggeri Tabaccheria Immobiliare B&G La Bottega del Gelato Osteria del Mento Palabosco Bar caffetteria Les Pailles Farmacia Bonfanti Bar Guru Ottica Ravanelli Distributore Tamoil Bar Ghinaglia Via Vittori 2 Cremona Viale Po 139 Cremona Viale Po 68 Cremona Viale Trento Trieste 27/B Cremona Viale Trento Trieste 36 Cremona Viale Trento Trieste 38 Cremona Viale Trento Trieste 54 Cremona Via Massarotti 46/D Cremona Piazza Migliavacca 6 Cremona Via Milano 24 Cremona Via Sesto 39 Cremona Via F.Soldi 2 Cremona Piano 2 Musetti Caffe Cremona Corso Campi 5 Cremona Via Mercatello 4 Cremona Via Bella Rocca Cremona Corso Vittorio Emanuele Cremona Via Vecchio Passeggio 1 Cremona Via Oglio 5 Cremona Via Aporti 43 Cremona Via Aselli 29 Cremona Via Cadore Cremona Corso Vittorio Emanuele 43 Cremona Via Giuseppina 21 Cremona Via Tonani 24 Cremona Battaglione Bonemerse Cremona Due Gadesco Via Cesare Battisti 47/B Gadesco Via San Savino 17 - San Savino Persichello Piazza Garibaldi Pescarolo Piazza Roma 8 Vescovato Via Cavallotti 25 Piadena Bosco Ex Parmigiano Bosco Ex Parmigiano Via Marconi 27 Pizzighettone Largo Vittoria Pizzighettone Via Matteotti 5 Soresina Piazza Garibaldi Soresina Via IV Novembre Soresina Via Garibaldi Sospiro

BRESCIA - Ironia, cinismo e show adrenalinici per le promesse del folk rock italiano

Un disco doro per i Nobraino live


I
di Martina Pugno Dal punto di vista musicale cerchiamo un bilanciamento classico mischiando le cose pi moderne, come ad esempio le parolacce se ci stanno e si coniugano in una forma classica. E come prendere De Andr o Paolo Conte e applicargli una dinamicit alla Jovanotti: queste le parole con cui il cantante dei Nobraino Lorenzo Kruger descrive le sonorit contenute in Disco d'oro, pubblicato a marzo per l'etichetta MArteLabel. Un capitolo che segna un'evoluzione: Quando sei ragazzino e scrivi molto bene ti gasi! spiega Lorenzo Kruger. Poi arriva lesperienza e uno cerca di migliorarsi seguendo i propri maestri, ponendo come obiettivo quello di realizzare canzoni che anche tra dieci o vent'anni risultino belle; cerchiamo di scrivere cose che possano interessare il pubblico perch oramai c una piena conoscenza di chi ti viene ad ascoltare ai concerti non esistono pi quelli che dicono: No io scrivo solo per me, sono fisse mentali poco credibili oramai. Claudio Mattone, incisa in origine dai Rokes e da Nada). Nel 2010 esce No USA! No UK!, prodotto sotto la direzione artistica di Giorgio Canali ed edito dall'etichetta discografica indipendente MArteLabel; il 19 febbraio dello stesso anno partecipano al dopo Festival di Sanremo, guadagnandosi la partecipazione per sei serate alla trasmissione televisiva Parla con me di Serena Dandini. Nello stesso anno vincono il sondaggio Nuova Musica Italiana, indetto dalla rivista mensile XL, guadagnandosi a pieno titolo il ruolo di band rivelazione dell'anno. Il 3 marzo 2011 i Nobraino inaugurano a Longiano il Fantomatico Tour dei Teatri, un tour in cui propongono, di teatro in teatro, nuovi pezzi in forma acustica. Ad accompagnarli, oltre al trombettista Barbatosta, ormai a tutti gli effetti membro della formazione, c' il violinista Laurence Cocchiara (Sig. Laurence) dei This Harmony. Disco d'oro costituisce il quinto capitolo discografico della band, pronta a conquistare ancora una volta il pubblico anche dal vivo con una lunga serie di appuntamenti in giro per l'Italia nel corso dei prossimi mesi.

Afterhour

Mercoled 16 Maggio 2012

13

Per segnalarci eventi o concerti scriveteci o inviateci un link allindirizzo appuntamenti@ilpiccologiornale.it

mprevedibili e fuori dagli schemi, i Nobraino calcheranno il palco del Vinile 45 di Brescia sabato sera per uno show energico e coinvolgente, che permetter al quartetto di presentare dal vivo i brani del pi recente album Disco d'oro, pubblicato in marzo. Nata in una saletta improvvisata all'interno di una palestra di Riccione nel 2001, la band si conquistata il proprio spazio all'interno del panorama rock italiano con il primo Best of, pubblicato nel 2006: dopo il primo mini album che ha segnato l'esordio, Pressappochismi, la formazione ha infatti atteso altri cinque anni per un primo Lp che raccoglie il materiale registrato nel corso del periodo di silenzio discografico. Un folk rock cinico e sarcastico caratterizza la produzione artistica della band, alla quale si aggiunto il trombettista David Jr, Barbatosta, ormai a tutti gli effetti quinto membro dei Nobraino. In seguito alla pubblicazione del Best of, si apre per la formazione un periodo di intensa attivit live, che li porta a calcare il palco con artisti del calibro di Roy Paci, Morgan e i Marta sui tubi. Dalle esibizioni dei Nobraino in giro per l'Italia prende vita il secondo album della band, Live al Vidia Club, disco che contiene 7 inediti e 2 cover (Morna di Vinicio Capossela e Ma che freddo fa di Franco Migliacci e

Facciamo incontrare De Andr e Jovanotti

Claudia Ferretti a Brescia

CARMEN TOWN

C un cuore dAmerica che batte a Brescia: quello di una cantautrice di nome Claudia Ferretti. Un cuore che pulsa attraverso canzoni scritte in perfetta solitudine, a casa, imbracciando una sei corde acustica sul divano e portate in scena insieme agli altri membri della band Claudia on the sofa. Il quintetto sar in concerto venerd sera al Carmen Town di Brescia per presentare i brani dell'album "Love Hunters", nei negozi dall'8 maggio. Un disco fatto di paesaggi di un nord-est italiano che offre con quieta disinvoltura americana protesa tra gli anni 70 e oggi, tra ballate accorate che vibrano come candele al tramonto e riflessioni acustiche, tra emozionanti sortilegi country e attimi di verve trascinante, capace di far immaginare un viaggio in automobile o in autobus ascoltando un qualsiasi stazione radio doltreoceano.

CREMONA

Riccardo Maffoni: Ecco il mio 1977

LENO (BS)

Its a Shame About Ray 20 anni dopo


Sono passati vent'anni dalla pubblicazione dell'album dei Lemonheads "It's a shame about Ray": per l'occasione il frontman Evan Dando ha deciso di riunire la band per un tour celebrativo che far tappa venerd sera al Bloom di Mezzago. Questa sar dunque la sola occasione per ascoltare dal vivo classici come "Confetti," "My Drug Buddy," "Alison's Starting to Happen" "Bit Part ", oltre ai brani migliori della carriera della band di Boston. Nonostante la band si sia formata nel 1986 all'insegna dell'harcore punk, solo con la svolta pop di inizio anni Novanta che i Lemonheads conquistano il successo internazionale. L'opera viene acclamata nell'ambiente underground come un capolavoro e si comincia a parlare del leader dei Lemonheads come di un idolo generazionale (seppur indipendente e relegato ad una scena minore della musica rock americana). Nel disco , tra l'altro, inclusa la cover di Mrs. Robinson di Simon & Garfunkel che diventer uno dei brani pi amati e conosciuti del gruppo. La stessa ispirazione, macchiata da elementi country dovuti alla scoperta di Gram Parsons, alla base di

Prosegue la settima rassegna di teatro civile Altreatro al circolo Arci di Cremona: venerd sera a partire dalle 21 la Nuova compagnia instabile presenter la pice Hamelin, di Juan Mayorga. E una parabola contemporanea della fiaba Il pifferaio di Hamelin, che lo stesso Mayorga richiama spesso nel testo. Hamelin linchiesta di un giudice istruttore intorno ad un caso di presunte molestie sessuali subite da un bambino.

Venerd teatrale allArci

Outback live al Magnolia

SEGRATE

Venerd sera all'ex ippodromo di Leno a partire dalle 20 il cantautore bresciano Riccardo Maffoni presenter dal vivo i brani del suo pi recente album, "1977". Il lavoro segna una svolta rock per Maffoni, genere che il cantautore rivela di sentire da sempre molto vicino: "La realizzazione e la pubblicazione di questo EP, 1977, stato un processo molto pi naturale di quanto si possa pensare. Sono nato con questo tipo di musica e lho sempre suonata nei miei live. Sono canzoni che suono da parecchio tempo nei miei concerti e il mio pubblico conosce ed apprezza molto questa mia indole rock, quindi il tutto stato molto spontaneo".

Come on Feel (1993); il secondo disco che definisce la personalit del gruppo e la sua influenza sulle future generazioni di musicisti. Tre anni dopo arriva Car Button Cloth (1996), ultimo respiro discografico prima di una pausa di una decina d'anni. E' solo nel 2006 che vede la luce il nuovo album della band, intitolato semplicemente The Lemonheads, co-prodotto da Dando e Ste-

venson e che la band stessa definisce "un album che suona come un vero disco dei Lemonheads, forse un p meglio. Pi veloce, pi duro, pi vicino al punk di gruppi come i Buzzcocks e molto meno introspettivo rispetto ad altri nostri album ". L'ultimo lavoro, uscito nel 2011, si intitola Varshons ed un album di cover che segna il sodalizio dei Lemonheads con l'etichetta Cooking Vinyl.

Non da tutti debuttare a livello nazionale dividendo il palco con artisti del calibro di Iggy Pop, The Hives e Foo Fighters: dopo essersi fatti conoscere in Italia dal palco del rock in IdRho 2011, gli Outback sono pronti a conquistare anche il pubblico milanese con uno show al circolo Magnolia di Segrate domenica sera a partire dalle 21.30. Sul palco la formazione sar seguita dai Kafka on the Shore, per una serata all'insegna dell'indie rock.

14

Mercoled 16 Maggio 2012

Ultrabook, la nuova sfida ai tablet


A
Pagine a cura di Martina Pugno nche quest'anno nel corso del Consumer Electronic Show 2012, rassegna losangelina tra le pi significative in campo tecnologico, a farla da padrone sono stati i settori legati alla telefonia e ai computer. Sono proprio quest'ultimi a dover temere il pi recente concorrente: a sbaragliare pc, notebook e tablet sono arrivati gli ultrabook e, in loro risposta, gli Sleekbook, per un panorama dalla scelta sempre pi vasta.. Gli ultrabook, sviluppati per primi da Intel, sono a tutti gli effetti dei personal computer portatili, sottili e leggeri come ci si aspetterebbe da un tablet, ma con la potenza di un notebook. Gli ultrabook dovrebbero dunque racchiudere, almeno idealmente, il meglio di entrambi i devices costituendo per entrambi dei validi e competitivi avversari. Si sono visti, al Ces, circa 30 modelli le cui caratteristiche comuni principali erano batteria di durata media pari a 5 ore e uno spessore di 2 cm. In campo tecnologico, per, le novit non restano tali a lungo, e tra le molte aziende che hanno lanciato la produzione c' gi chi ha pensato ad un valido concorrente: si tratta, in questo caso, dell'Hp, che in rispo-

Tecnologia

Il futuro dell'illuminazione pare essere nella tecnologia Led, che sta prendendo sempre pi piede e si candida ad essere la protagonista anche nell'ambito del largo consumo. Due notizie confermano questa previsione: la prima il lancio sul mercato Usa della nuova lampadina a diodi della Philips che ha fatto parlare di s per lincredibile durata accreditata: 20 anni. Ha sbaragliato la concorrenza (dopo una serie di test durati un anno e mezzo) ed stata selezionata dal Dipartimento dellEnergia statunitense per diventare lalternativa ufficiale alla lampadina tradizionale a 60 Watt. Il suo costo di 20 dollari. A distanza di pochi giorni da questa notizia, anche Panasonic ha annunciato la messa in commercio di una lampadina di nuova generazione: anche in questo caso si tratter di una lampadina a Led, che sar per trasparente e sar in grado di emanare la stessa luminosit di una lampadina a 40W. Un progetto nel quale la compagnia crede molto, tanto da parlare di obiettivi di vendita pari al miliardo di euro nel corso del 2013, per poi raddoppiare entro il 2016, coprendo il 10% del mercato globale. Sul mercato, si ritiene che i prezzi inizieranno a scendere gi nel corso dei prissimi due o tre anni, divenendo, se non del tutto competitive con le fluorescenti o le alogene, comunque dimezzati rispetto a quelli attuali. A favorire la diffusione dunque, piuttosto che il prezzo, ad oggi la durata della resa: unalogena pu durare 3/4000 ore, la fluorescente varia da 7000 a 9000 ore, mentre con i Led possibile moltiplicare almeno 5 volte questi parametri. Ci significa che un ricambio che con le altre tecnologie avviene circa ogni due anni, con i Led avviene ogni 10 anni. Altro importante pregio dei dispositivi a diodi luminosi la loro ampiezza dutilizzo. La tecnologia Led offre inoltre un ampio margine di sviluppo per le aziende, che si preparano a differenziare il prodotto aumentando l'offerta. La tecnologia Led infatti caratterizzata da grande versatilit, che insieme ai fattori di durata e costo la rende particolarmente competitiva in tutti i campi dell'illuminotecnica.

Tecnologia illuminotecnica, IL FUTURO NEL LED

sta agli Ultrabook ha elaborato lo Sleekbook, che si dinstingue a primo impatto per la maggiore accessibilit dei prezzi. Gli sleekbook, come gli ultrabook, si distinguono per il design ultrasottile, la leggerezza e una forte attitudine multimediale. La memoria integrata di 500 Gb per il modello da 14 pollici e di 320 Gb per quello da 15,6 pollici. I nuovi modelli Hp sleekbook saranno disponibili negli Stati Uniti pressoch subito mentre non stata al momento dichia-

rata una data di uscita per l'Europa, Italia compresa. Tutta da provare la reazione del consumatore finale di fronte a questo rimescolamento delle carte che alza l'asticella della competizione. Si prevede nei prossimi mesi una gara all'ultimo benchmark per dimostrare potenza e funzionalit delle due piattaforme in previsione di una corsa all'acquisto prevista per il back-to-school di settembre o, meglio, per l'abbuffata natalizia. In vista dei due periodi di maggio-

re vendita, infatti, facile prevedere l'uscita di ulteriori modelli dalle potenzialit maggiormente sviluppate e dal costo accessibile al grande pubblico. A fare la differenza saranno certamente le diverse prestazioni che i singoli modelli saranno in grado di offrire, ma anche il prezzo, che in particolare in mancanza di un buon supporto alla vendita o di competenze tecnica per la guida alla scelta, si rivela un fattore discriminante.

I virus che ricaricano il telefonino


E' l'ultimo ritrovato della tecnologia piezoelettrica, presentato dai ricercatori del Lawrence Berkeley National Laboratory (California) sulla rivista Nature Nanotechnology: a ricaricare di energia elettrica il cellulare, in un futuro non troppo lontano potrebbero essere i virus. Questa tecnologia prevede l'utilizzo di un mini generatore che produce la quantitdi corrente necessaria per far funzionare un piccolo display a cristalli liquidi. Il suo funzionamento semplice: basta picchiettare con un dito sopra un elettrodo grande come un francobollo e i virus, innocui per le persone, che lo ricoprono provvedono a convertire l'energia meccanica in energia elettrica. La piezolettericit prodotta dai batteri potrebbe portare alla realizzazione di dispositivi che producono corrente sfruttando vibrazioni che si generano con azioni quotidiane, per esempio chiudendo una porta o salendo le scale.

Tecnologia

Mercoled 16 Maggio 2012

uello informatico uno dei pochi settori che danno segno di non conoscere la crisi: mentre crollano le vendita di prodotti di vario genere, il mercato legato alla telefonia e ai computer resta stazionario, seppur con variazioni e picchi che caratterizzano i diversi periodi dell'anno. Unico prodotto a soffrire di forti riduzioni di vendita l'ormai "superato" personal computer, come rivela la recente statistica Gartner: in Europa, tra gennaio e marzo di quest'anno, le vendita sono scese del 3,1%. Ad aver registrato i dati peggiori ci sono lItalia, la Spagna, il Portogallo e la Grecia, precedute dalla Francia con una flessione del 3,9%. Il totale di apparecchi distribuiti sul mercato stato pari a 15,48 milioni di Pc contro i 15,98 dello stesso periodo del 2011. Colpa della crisi? In realt, la responsabilit pare sia maggiormente da attribuirsi all'immissione sul mercato di prodotti pi pratici nell'utilizzo e in grado di garantire pari funzionalit, come spiega Cristina Piersimoni del centro Pegaso in via Ghisleri 35, realt da

Addio pc, il computer si fa mobile


Calano le vendite dei personal computer, ma i nuovi prodotti informatici non sentono la crisi

15

vent'anni presente sul territorio: "In questi anni le vendite sono rimaste stazionarie, almeno per quanto riguarda il nostro centro. Come al solito, ci sono dei periodi un po' pi morti, come gennaio o i mesi estivi, e i perio-

di di maggiori vendite: alla fine delle scuole il periodo in cui i genitori fanno i regali ai figli per le promozioni; a settembre comprano i computer che invece iniziano una classe o un percorso di studi. Naturalmente si ven-

de poi molto anche da novembre fino a Natale. I pc, per, ormai vengono richiesti solamente dalle aziende: a farla da padrone sono i tablet e i notebook". Non ne risentono, invece, le vendite di macchine fotocopia-

trici e multifunzione: merito della qualit offerta dal centro Pegaso, partner Ricoh, dal 1980 leader del settore. A coprire la fetta di mercato lasciata libera dai personal computer ci pensano non solo i ta-

blet, ma anche gli smartphone, smartpad, ultrabook e sleelbook che sebbene presentino caratteristiche differenti, rispondono tutti ad esigenze che le postazioni fisse non sono in grado di soddisfare: non solo la praticit di utilizzo, ma anche quella di trasporto, per poter utilizzare lo strumento tencologico in qualsiasi momento della giornata e in qualsiasi luogo, con un accesso pi immediato. Accanto ai personal computer, troppo ingombranti e poco pratici, cala anche la vendita dei netbook: "Di solito si possono acquistare con 200 euro; con 270 - 280 euro si trovano per gi i tablet, che vengono preferiti". Protagonisti negli scorsi anni di un boom di vendite, il mercato dei netbook ha subito una forte contrazione a favore di devices in grado di fornire simili servizi e prestazioni, con una maggiore praticit di trasporto e utilizzo. "Si tratta di un mercato che anche in tempi di crisi guarda comunque all'ultima novit; a seconda del budget a disposizione i clienti richiedono solitamente i modelli pi recenti dei vari devices presenti sul mercato".

GooGle: costruiremo il computer pensante

E' un progetto davvero ambizioso quello presentato dall'ingegnere di Google Amit Singhal: quello di dare vita ad un computer che sia una vera e propria intelligenza artificiale in grado di pensare e di concepire la realt non solo come un insieme di stringhe e di numeri, ma anche di "cose", come spiegato nel corso di una videoconferenza tenuta da Londra e riportata dal quotidiano La Repubblica. "I miglioramenti dell'algoritmo, a Google hanno nomi simpatici per minimizzare la complicazione sottostante: Fritz, nel 2003, aggiornava costantemente l'indice e non pi a periodicit fissa, Panda e Penguin sono i pi recenti (2011) che hanno insegnato ad attribuire pi qualit a chi ha scritto per la prima volta una notizia rispetto a tutti i "mi piace" che ha innescato sui social network. Ma la svolta vera, secondo Singhal stata Universal search. Provare per credere: scrivi "tour Eiffel" e in cima

alla lista arrivano subito siti che parlano di citt e monumenti, scrivi Scarlett Johansson e sono siti di cinema, scrivi Obama e arrivano le news. Sembra niente perch ci siamo gi dimenticati che non sempre stato cos, ma anche perch, avendo la sorte di non essere computer, non apprezziamo appieno lo sforzo fatto dagli amici di silicio: adesso loro ci arrivano subito, e non per tentativi, perch hanno "capito" che qua fuori c' un mondo: Siamo partiti sperimentalmente con 12 milioni di "entit" identificate dal programma di conoscenza Freebase. Oggi siamo a 200milioni di "entit", cio "cose" che il programma di ricerca conosce con le loro interconnessioni e i loro caratteristici attributi. Ed un miracolo che facciamo in tutte le lingue, dall'inglese al giapponese all'arabo al cinese, un'apparente complicazione che in realt ci ha aiutato ad arrivare al nocciolo del problema separando le "parole" e le "cose". Suggerisce una prova

semplice, digitare "Monet": appare il campo "ricerche su Monet nell'arte", e la foto dei cinque o sei capolavori pi noti del pittore. Il sistema di ricerca sta imparando che Monet un pittore, e che quello che pi conta di un pittore sono le sue opere. Le implicazioni future sono al momento tanto vaghe quanto interessante: si potrebbe arrivare, ad esempio, a digitare domande ed ottenere da Google risposte esaurienti e mirate al pari di quelle che potrebbe dare un qualasiasi esperto in materia. Si arriverebbe, a questo punto, a parlare perfino di diritti d'autore: il nostro scopo resta reperire dati, connessioni, inferenze e quindi risposte ragionevolmente sicure e attestate, suscitate dalla curiosit di chi pone la domanda. Ma certamente il progresso in questa direzione ci avviciner a una qualit di conoscenza paragonabile a quella che viene definita d'autore. Anche se non credo sia una prospettiva dietro l'angolo.

16

Mercoled 16 Maggio 2012

Tecnologia

Medici con tablet per migliorare i servizi

L
Il mondo della medicina si lega sempre pi a quello dell'informatica, per poter accelerare i tempi di diagnosi e rendere immediati gli interventi. E' quanto emerge da 'iPad Reps: Evaluating the Success of Early Initiatives & Identifying Strategic Opportunities in 2012', indagine condotta su 1.755 'camici bianchi' d'Oltreoceano da Manhattan Research, che esamina appunto le esperienze dei medici con gli informatori muniti di tablet durante le loro visite. I campi di applicazione della telemedicina sono numerosissimi e in continua evoluzione; praticamente ogni branca della medicina pu avvalersi di questo strumento per migliorare lesercizio delle attivit cliniche, assistenziali e didattiche. Fin dal lancio dell'iPad, nel 2010, le aziende farmaceutiche hanno dedicato una considerevole quantit di tempo e di investimenti a renderlo un funzionale strumento di promozione. I risultati relativi al 2011 evidenziano che i medici che hanno interagito con gli Isf anche toccando lo schermo degli iPad erano significativamente pi proni a definire 'soddisfacente' l'incontro e ad ammettere che questa esperienza ha poi influenzato le loro decisioni cliniche. Viceversa, solo un quarto del 30% dei medici che hanno visto un Isf con iPad ha toccato il device durante la visita. "Il settore farmaceutico altamente ottimista per quanto riguarda l'iPad e l'impatto che esso potr avere sulla promozione faccia a faccia fra Isf e medici. Ma c' ancora molta strada da fare per ottimizzare l'uso di successo dei tablet", evidenzia l'autore del report Monique Levy. Anche in Italia la telemedicina pare costituire la direzione futura: il Decreto Semplificazioni approvato dal Governo Monti accelera sul fronte della sanit digitale in ottica di riduzione dei costi e miglioramento dell'efficienza del servizio. Le innovazioni tecnologiche possono infatti sostituire in buona parte i servizi di cura oggi prestati in ospedale, con sensibili riduzioni dei costi, migliorando al contempo la qualit offerta e di conseguenza la soddisfazione dei pazienti.

a telemedicina sempre pi una realt alla portata di tutti, che si sta diffondendo nei pi diversi ambiti sanitari per migliorare i servizi offerti ai pazienti e ridurre allo stesso tempo i costi del servizio. Tra i servizi che possibile richiedere direttamente in farmacia, ad esempio, l'elettrocardiogramma, in grado di salvare molte vite proprio grazie alla tempestivit degli interventi. Molte sono le farmacie che offrono la possibilit di effettuare, in pochi minuti e senza prenotazione, l'esame cardiaco da inviare ad un centro sanitario convenzionato, che provveder ad analizzare in tempo reale le informazioni ricevute e fornire tempestivamente una diagnosi via e-mail entro mezz'ora circa. I vantaggi sono evidenti: non soltanto per coloro che desiderano sottoporsi a un normale controllo di routine, ma in particolare per coloro che accusano disturbi improvvisi: sar cos possibile individuare in brevissimo tempo uno stato di fibrillazione e far arrivare un'ambulanza informando gi il servizio di pronto soccorso dello stato di salute del paziente. La diagnosi rilasciata dal centro convenzionato e inviato via mail ha inoltre il vantaggio di avere valore medico, e di permettere dunque l'immediata accettazione del paziente nel pronto soccorso o nell'ospedale di riferimento. La telemedicina accorre in aiuto del paziente anche in caso di interventi che prevedono una lunga degenza, permettendo di ridurre i giorni di permanenza in ospedale, a totale vantaggio del paziente e dell'istituto stesso, che risparmier sui costi. Il trapianto di fegato, operazione complessa e caratterizzata da un decorso impegnativo, ha tro-

Telemedicina per fegato e cuore


Grazie alle innovazioni tecnologiche, si riducono i tempi di ricovero ospedaliero

vato nella tecnologia un alleato formidabile per migliorare la qualit della vita dei pazienti che devono ricorrere a questa operazione e tagliare al tempo stesso i costi complessivi. Grazie all'adozione di tecnologie innovative infatti possibile ridurre la degenza in ospedale a un paio di settimane dopo l'operazione, e proseguire poi i controlli a casa, con esami quotidiani (e pi volte al giorno) e la visita del medico in videoconferenza almeno tre volte

alla settimana. Il paziente porta a casa un tablet connesso alla rete e a piccoli dispositivi medici che consentono di controllare la glicemia (basta inserire il dito in un apparecchietto che fa tutto da solo, puntura e prelievo della goccia di sangue), l'ossigenazione nel sangue, la pressione arteriosa, il battito cardiaco, la temperatura e il peso. Videocamera e altoparlanti sono poi usati per le visite a domicilio in videoconferenza. L'hardware non quin-

di particolarmente costoso, semmai sono i processi a essere sofisticati. L'ospedale noleggia le attrezzature e il supporto da service provider locali, che garantiscono installazione e assistenza. I dati arrivano al datacenter del provider(e i medici possono accedere ai dati selezionati con la logica del triage di un pronto soccorso, attraverso i colori su di un'interfaccia touch che segnala subito eventuali anomalie.

20 Maggio 2012

Le operazioni preliminari, partenza e arrivo si svolgeranno presso il negozio Superbicimarket di Oreste Scotti, in via Mercato 10 - Crema: Ritrovo e iscrizione ore 8.00 Partenza ore 9.15 ISCRIZIONE: EURO 4,00 Arrivo previsto ore 11.30 La quota comprende (un paio di calze da corsa) lassistenza sanitaria e un consistente rinfresco. Al termine della manifestazione, nella zona dellarrivo, si svolgeranno le premiazioni: il 2 Memorial Gianfranco Silvani andr alla societ pi numerosa altri premi alle successive 20 societ pi numerose a seguire, prevista unestrazione a premi tra i partecipanti (circa 30 premi) Per informazioni contattare il sig. Palmiro (339.3261778) gradita la pre-iscrizione, anche via fax (0373.83274), entro venerd 18 maggio 2012. N.B. La societ sportiva declina ogni responsabilit per danni a persone e cose derivanti da incidenti che potrebbero vericarsi prima, durante e dopo la manifestazione. Vige il codice della strada.

NEL CONTESTO DELLA MEDESIMA MANIFESTAZIONE SI SVOLGER PER CICLI DI TUTTI I TIPI ANTECEDENTI LANNO 1980 che questanno include anche la passeggiata ecologica aperta a tutti, bambini e genitori, con qualsiasi bicicletta

IL 2 RADUNO DI BICI DEPOCA

La partenza ssata per le ore 9.30 e il percorso si snoder lungo le vie del centro storico di Crema, sosta in piazzale Rimembranze Blitz Bar,si prosegue per il Santuario di S. Maria della Crocee ritorno. ISCRIZIONE: gratuita e garantisce a tutti i partecipanti la consegna di un ricordo dellevento. Per informazioni contattare il sig. Alfredo Bettinelli (335.8382744) o Guido (3921687315). gradito un cenno di conferma per la partecipazione.

18

Mercoled 16 Maggio 2012

lo

Il Verona ha perso una grande occasione, pareggiando con il gi retrocesso AlbinoLeffe. Il Pescara ora favorito per la promozione. 40 GIORNATA Albino-Leffe-Verona 1-1, BariBrescia 2-2, Crotone-Nocerina 3-1, EmpoliVicenza 1-1, Juve Stabia-Sampdoria 1-2, LivornoSassuolo 0-0, Modena-Grosseto 2-1, PadovaGubbio 3-0, Pescara-Torino 2-0, Reggina-Cit-

Il Pescara di Zeman vede la serie A


SERIE B

SPORT

tadella 3-3, Varese-Ascoli 4-0. CLASSIFICA Pescara* 77; Torino* 76; Sassuolo* 74; Verona 74; Varese 68; Sampdoria 67; Padova 63; Brescia 57; Reggina 55; Juve Stabia (-4) 54; Modena 51; Crotone (-2) 49; Cittadella, Grosseto 48; Bari (-6) 47; Ascoli (-7), Empoli 43; Livorno* 39; Vicenza 38: Nocerina 37; Gubbio 32; AlbinoLeffe 26. *Una gara in meno.

(S.A.) Comera prevedibile, la Casalese non ha rovinato la festa della Libertaspes. Giovani biancocelesti allesordio e una squadra, quella piacentina, in odore di Eccellenza sono i fattori che hanno prodotto il pesante 5-1 finale. Un divario esagerato, fra due formazioni che hanno a lungo battagliato in vetta al girone, fino al crollo primaverile maggiorino. Ma la Casalese ha comunque

Casalese, il terzo posto al sicuro


PROMOZIONE
qualcosa da festeggiare: il terzo posto artimetico. Chi lavrebbe detto dieci mesi fa? CLASSIFICA (33 giornata) Libertaspes 70; Sampolese 63; Casalese 57; Brescello, Meletolese, Langhiranese 52; Lentigione 50; Castellana 47; Povigliese, Montecchio, Castel-novese 41; Medesanese, Falk 39; Arcetana 37; Biancazzurra, Fiore 33; Valtarese 32; Fontana Audax 29.

La formazione grigiorossa pu finalmente concentrarsi solo sulla sfida di domenica allo Zini contro il Trapani

PRIMA DIVISIONE Il Tnas ha respinto listanza avanzata dal Barletta, che si deve arrendere
di Matteo Volpi

Cremo: i playoff ora sono ufficiali


Pizzighettone ko ai playoff
Si chiusa domenica la stagione del Pizzighettone, battuto nella semifinale dei playoff di serie D. Gara spettacolare ed emozionante quella contro lOginatese, con il Pizzighettone capace di recuperare per ben due volte la squadra di casa (gol di Valenti e Marchesetti) e poi di sprecare in un paio di occasioni la possibilit di passare il turno. La sfida si quindi decisa ai supplementari, non senza polemiche. Per i rivieraschi, il direttore di gara avrebbe prima negato un netto rigore a favore del Pizzighettone e nel finale ne ha poi assegnati due allOlginatese, apparsi molto dubbi. E finita 4-2 per i lecchesi, ma la stagione dei rivieraschi stata comunque positiva.

SERIE D

arletta ora fatti definitivamente da parte che riproviamo a pescare le carte della B. Nella giornata di ieri, come previsto, il Tribunale Nazionale di Arbitrato per lo Sport (meglio conosciuto come Tnas), in relazione alle controversie tra il Barletta Calcio Srl, Roberto Tat e Paride Walter Tat e la Federazione Italiana Giuoco Calcio, ha confermato il punto di penalizzazione, mediante le parole dellavvocato Aurelio Vessichelli, nella sua qualit di Arbitro unico. In sostanza, la classifica rimane tale e quale a quella venutasi a scrivere dopo i risultati dellultima di campionato, con i grigiorossi regolarmente nella griglia playoff. Ora lattenzione pu concentrarsi esclusivamente sulla gara di domenica prossima allo Zini contro il Trapani.La formazione siciliana, dopo tante domeniche di vetta solitaria in cime al girone, si fatta arruffare dalle mani il biglietto diretto per la serie B dallo Spezia ed ora deve giocarsi tutto agli spareggi. Una situazione difficile, specie sotto il profilo emotivo, da sfruttare nel migliore dei modi arrivando con testa fredda e cuore caldo al primo atto dellappuntamento pi importante della stagione. Nellottica della doppia partita e in considerazione del posizionamento in classifica, per la Cremonese sarebbe fondamentale vincere la gara dan-

PLAYOFF (20 e 27 maggio h 16) Cremonese-Trapani Lanciano-Siracusa (h 15) Finali il 3 e 10 giugno PLAYOUT (20 e 27 maggio h 16) Piacenza-Prato Latina-Triestina
data tra le mura amiche, per poi avere pi risultati possibili al ritorno, nellauspicio di riuscire a segnare anche pi di un gol di scarto. Per questo motivo, servir un fiume grigiorosso pronto a sostenere una squadra che questanno prima ci ha un po illuso, poi ci ha un po deluso, ma in fin dei conti l per scrivere una pagina importante. Mister Brevi dovr rinunciare sicuramente a Possanzini, ma riavr a disposizione Claudio Coralli che ha ripreso ad allenarsi a pieno ritmo gi dalla scorsa settimana. Per il resto, molto importanti saranno gli equilibri di difesa e centrocampo, reparti che hanno pienamente recuperato i propri uomini cardine. La gara dandata sar
I tifosi grigiorossi e a lato il tecnico Brevi (foto L. Dassi)

diretta dal signor Aureliano di Bologna, che in questa stagione ha gi diretto i grigiorossi in occasione delle vittorie. BERRETTI E finita al Piola di Vercelli il sogno della squadra di Montorfano di raggiungere i quarti di finale del campionato Berretti. Inutile l1-1 con la Pro Vercelli. Di Merigo la rete grigiorossa.

GINNASTICA

(C.C.) Quarto posto per Vanessa Ferrari nel corpo libero agli Europei di Bruxelles. Vanessa ha sfiorato quel podio su cui era salita il giorno precedente per la prova a squadre, con lItalia battuta solo da Romania e Russia. Vanessa ha sporcato larrivo della prima diagonale, con un passetto in avanti sullo Tsukahara avvitato e nel finale sul doppio carpio, mancando qualche abbuono nel mezzo. Resta, comunque, lottima prestazione generale, impreziosita dal bronzo di squadra e la possibilit di una ulteriore crescita in vista dellOlimpiade londinese. CLASSIFICA INDIVIDUALE 1) Iordache (Romania) 15.233; 2) Ponor (Romania) 14.633; 3) Whelan (Inghilterra) 14.533; 4) Ferrari (Italia) 14.400.

Ferrari quarta dopo il bronzo

BOXE

Chimichella e Lasen sono in finale

PALLANUOTO

Prosegue il Trofeo Citt di Cremona con incontri molto interessanti


ancora in corsa in quello riservato ai 3 Serie. Contro pronostico, la vittoria del pugile dellAbc che riuscito a mettere spesso in difficolt il pi navigato avversario con una condotta di gara molto aggressiva e conducendo il match sempre a corta distanza. Sconfitto, invece, il giovanissimo Cosmin Tiba di fronte a Jonut Stojan (Rallyauto), Tiba ha subto un doloroso strappo muscolare al braccio sinistro durante il primo round, ha resistito sino al termine del secondo, ma poi intervenuto il medico ad ordinare lo stop quando ancora il match era in perfetto equilibrio. Negli altri due incontri di contorno, successo di Oscar Cappa (AB Viadana) nei welter su Mattia Cammarano (Boxe Magenta) e di Letizia Baldino (AB Viadana) su Marta Ripamonti (AP Cremasca) nei leggeri femminili. Il Trofeo Citt di Cremona riprender il 26 e 27 maggio con le semifinali, mentre le finali si disputeranno il 3 giugno.

Quinta serata del Trofeo Citt di Cremona di pugilato e gi sono emersi due finalisti tra i mediomassimi e i medi. Nella prima categoria, una di quelle migliori dal punto di vista qualitativo, si confermato il pavese Cimichella che, dopo aver superato il bergamasco Oberti in un quarto di finale che gi lo imponeva allattenzione, ha battuto ai punti in maniera inequivocabile il pur bravo milanese Marco Comi. Nei medi, invece, ha prevalso il veneto Cristiano Lasen sul marchigiano Ervis Rukaj, pi tecnico, ma meno incisivo dellatleta della Accademia Pugilistica Veronese. Interessanti combattimenti di contorno, in cui si registrata lottima prova di Gigi Giandebiaggi che allultimo momento ha sostituito il compagno di palestra Massimiliano Rota, infortunatosi in allenamento, contro il cremasco Kadim Seck. Questultimo stato eliminato al primo turno nel torneo riservato agli Elite di 1 e 2 Serie, mentre Giandebiaggi

(C.C.) Ancora una sconfitta per la Bissolati, stavolta a Varese. Sconfitta amara perch il pareggio stato sfiorato dopo un miracoloso recupero. In svantaggio 11-7 a quattro minuti dalla fine, i bissolatino sono riusciti a rimontare ben tre reti e sull11-10 a 18 alla conclusione, i biancazzurri si sono visti parare dal portiere avversario il tiro che avrebbe dato loro il punto del pareggio. Fortunatamente sabato alla Comunale arriva la Bocconi Sport, ultima in classifica con un solo punto che non dovrebbe avere scampo. CLASSIFICA (15 giornata) Torino 42; Piacenza 39; Farnese* 28; Osio 26; Varese 25; Monza 18; Bissolati, Milano 13; Treviglio 11; Bocconi Sport* 1. *Una gara in meno.

Bissolati, rimonta inutile a Varese

Sport
CASALMAGGIORE-CREMA 2-3
(22-25, 23-25, 25-23, 25-23, 8-15) PoM CASALMAGGIoRE: Petrucci 3, Zago 14, Nardini 14, olivotto 11, Tomasevic 20, Kucerova 6., Lugli 15, Masotti 1, Paris (L), Bertone, Giorgi, Trabucchi. All.: Milano. ICoS CREMA: Rondon 7, Togut 26, Paolini 19, Devetag 14, Secolo 15, Fanzini 5, Rossetto (L), Carrara, Baggi ne, Nicolini, Cagninelli, Portalupi, Freni. All.: Barbieri. ARBITRI: Valeriani e Chimento.

Mercoled 16 Maggio 2012

VOLLEY

Importanti risultati ottenuti nel secondo Meeting Nazionale, anche se si gareggiato solo il sabato causa maltempo

CANOTTAGGIO Ottimo bottino per la Baldesio, ma anche la Canottieri Flora si difesa molto bene
CICLISMO

Pioggia di medaglie sul lago di Candia


Da sinistra in senso orario: Ferrari e Mazzolini, Vitali, Cardonazzo (tutti della Baldesio) e Cloutier del Flora (foto S. Migliaro canottaggio.org)

Il primo atto della finale playoff andata allIcos Crema, che al tie break ha piegato una Pom Casalmaggiore mai doma. Un successo prezioso per le violarosa, anche se lesito della finale resta incerto. Stasera alle 20.30 al PalaBertoni in programma gara 2. Al termine del match di Viadana il coach cremasco Leo Barbieri ha affermato: Questi sono i playoff, oggi si vista una grande pallavolo, soprattutto dal punto di vista emotivo-

Icos Crema in vantaggio dopo gara 1


Stasera si replica al PalaBertoni. Lara Lugli (Pom): Vogliamo pareggiare i conti
caratteriale. Qualche sbavatura a livello tecnico in cinque set ci pu stare, le ragazze sono state brave a rimanere compatte, solide e serene nei momenti di difficolt nei due set persi. La partita di oggi unesperienza in pi, giocare queste gare non facile, ci aiutano a crescere. Non dobbiamo mollare. Francesca Devetag, autrice di una buona prestazione (18 punti di cui 7 a muro) soddisfatta: E stata una partita lunga, sicura-

mente potevamo vincere prima, ma con la giusta pazienza siamo riuscite a vincere comunque. Sono contenta anche del contributo che sono riuscita a dare a muro, abbiamo fatto un bel lavoro. Siamo pronte per gara 2. Loro sono state brave - ha detto il capitano della Pom, Lara Lugli - da parte nostra c un po di rammarico per i due set persi in cui potevamo fare di pi. In ogni caso, mercoled andremo a Crema per pareggiare i conti.

E stata una faticaccia, ma la lItalvolley maschile si qualificata per Londra. Dopo aver superato 3-1 in semifinale la Serbia campione dEuropa, gli azzurri hanno avuto bisogno di cinque set (25-22 26-24 19-25 22-25 15-12) per piegare una Germania mai doma, reduce dal successo sulla squadra di casa (la Bulgaria).

La Nazionale va a Londra

19

oltanto nella giornata di sabato 12 maggio si sono disputate le gare del secondo Meeting Nazionale di canottaggio per le categorie Allievi, Cadetti, Ragazzi e Master sul bacino remiero del Lago di Candia, in Piemonte. Le gare previste nella seconda giornata sono state sospese a causa del forte vento e quindi per impraticabilit del campo di regata. La giornata verr recuperata, probabilmente, gi nel prossimo week end, nel corso della manifestazione regionale, sempre a Candia Canavese. Comunque durante la giornata di sabato si sono potute registrate le ottime prove dei giovanissimi della Canottieri Baldesio e della Canottieri Flora, uniche rappresentative cremonesi presenti in terra piemontese. Non sono mancate, infatti, le prestazioni da podio per i nostri ragazzi, a cominciare da Marcello Caldonazzo della Baldesio che salito sul gradito pi alto del podio nella categoria Cadetti, conquistando la medaglia doro, vincendo la propria batteria. Ben altri quattro primi posti, sempre per la Baldesio, grazie a Corrado Vitali nel singolo Allievi C, per Miriam Vacchelli Allievi C, per Federica Cortese (Allievi B1) e nel doppio categoria Allievi C con Andrea Ferrari e Matteo Mazzolini. Mentre Francesco Coppola ha conquistato la medaglia di bronzo arrivando terzo nella propria batteria nella categoria Allievi B1. Una medaglia doro anche per la Canottieri Flora grazie a Clarice Cloutier, vincitrice nel doppio Allievi C femminile in coppia con Gemma

Bracciale del Cronoman: Frapporti re di Lombardia

Mascarino della canottieri Sebino. Nel carnet della Flora anche un bronzo grazie a Diana Grisariu nella categoria Allievi C. Marcello Caldonazzo ha fatto lamplein vincendo la gara delle selezioni regionali con il quattro della Lombardia. Questi gli altri piazzamenti. Baldesio: 6 posto per il doppio Cadetti di Paolo Taveggia e Pietro Bonetta, 5

Antonio Feraboli nel singolo Allievi C, 6 Andrea Ferrari nel singolo Allievi B1, 5 Jacopo Murabito nel singolo Allievi B1, 6 Leonardo Poli nel singolo B1, 6 Alessandro Pini nel singolo Cadetti. Flora: 6 Giuseppe Gabbani tra gli Allievi C, 5 Letizia Bertelli nel singolo Allievi B2, 4 Alice Rossi nel doppio Cadetti.

Specialisti del Bracciale del Cronoman in gara a ospitaletto (Brescia). Tre le categorie impegnate, con lassegnazione del titolo lombardo Juniores, gara che ha visto il trionfo del trentino Francesco Rosa (Us Montecorona), 15,400 km alla media di 47,183 km /h. Azzurro alla Parigi-Roubaix di categoria, Francesco Rosa si imposto sul bresciano Mattia Frapporti (GC Feralpi) per soli 5, che in virt del secondo posto ha indossato la maglia di campione lombardo. Buona la prestazione del piacentino Mattia Tagliaferro (Pol. Madignanese), selezionato dai tecnici per il tricolore a crono e su strada di Trento, giunto al settimo posto a 37 dal vincitore. Un tracciato con tanti dossi, per niente tecnico, ha detto Tagliaferro. Undicesimo il suo compagno Mattia Remondina. Nella gara riservata agli Allievi, ha trionfato il piemontese Filippo Ganna (Pedale ossolano), che ha centrato il settimo successo stagionale, precedendo Matteo Moschetti (Busto Garolfo) di 20, Davide ostorero (Rostese) di 24, Nicol Brescianini (Barblanco) di 38 e Giovanni Pedretti (CC Cremonese-Arvedi) di 38. Per quanto riguarda le donne Allieve, affermazione della bresciana Simona Signorini (Carrera Gauss), sulla milanese Sara Wackeremann (Pol. Molinello) per 2. Fortunato Chiodo

Rizzardi e Leonini ok nel Fervari


Le formazioni di fuori casa protagoniste delle tre manifestazioni
di Massimo Malfatto

Al Flora vincono Paglioli e Grazioli

I bocciofili stranieri hanno preso dassalto le corsie cremonesi in questo intenso week-end boccistico e sono stati devastanti: tre successi in altrettante manifestazioni, una vera e propria formalit ed i nostri giocatori ad osservare. Lultimo sussulto extra-comitariale in ordine di tempo stato il successo di Simone Leonini e Luciano Rizzardi nel 3 memorial Maurizio Fervari, gara regionale festiva organizzata dal Cral Aziende Sanitarie Cremonesi. Dopo aver fatto il botto nel girone eliminatorio sulle corsie della canottieri Baldesio, LeoniniRizzardi simponevano nei quarti

Rizzardi e Leonini premiati dal responsabile bocce del Casc Enzo Ferrari

su Signorini-Sabattoli (12-10) ed in semifinale si sbarazzavano di Roberto e Mattia Visconti con un perentorio 12-1. Approdavano in finale anche gli stradivariani G.Franco Fiameni e Franco Bo-

nali che simponevano prima sui soresinesi Guadrini-Bigoni (12-9) e successivamente su ZiglioliDesenzani per 12-4. Finale a senso unico sulle corsie del Palabosco con Fiameni-Bonali che non

hanno la forza e lintensit necessaria per rovesciare il pronostico contro Leonini-Rizzardi alla fine vittoriosi con il punteggio finale di 12-4. Ben 124 sono stati gli iscritti sotto la direzione di gara di Ennio Clementi, arbitri di finale Massimo Barbisotti e Maurizio Barozzi. Frattanto luned 14 iniziato il 17 trofeo Stradivari organizzato dalla omonima bocciofila. Finale prevista per sabato 19 con inizio alle ore 18 sulle corsie della societ di via Milano. Insolito ed originale sar il monte-premi: alle prime quattro formazioni classificate niente medaglie, ma un viaggio gratuito, con la possibilit del vincitore di scegliere tra ben cinque localit europee.

Paglioli e Grazioli primi classificati nel Memorial Zanotti

Il 20 Memorial Raineri a Fava e Beccalori


Piccioni premia Fava e Beccalori

LE quERCE

Questanno toccato alle Querce sostituire la Coop Castelvetro ed inaugurare il calendario estivo; tanto per cambiare arrivato un ennesimo successo straniero che fa seguito a quello della sera precedente e che conferma la prolungata crisi del nostro boccismo. Sul gradino pi alto del podio del 20 memorial Giuseppe Raineri ancora una coppia parmense, quella formata da G.Luca Fava e Massimiliano Beccalori, una vittoria nitida e meri-

tata. Dopo aver superato nei quarti i bissolatini Rota-Pedretti, i portacolori della Salsese simponevano in semifinale sui bocciofili dellAstra Stringhini-Piccioni (12-6) ed in finale avevano la meglio sui sorprendenti ed inattesi Vanni Bellardi e Roberto Soana per 12-5. Al quarto posto Gibe De Stefani e Pierantonio Comizzoli strapazzati in semifinale dai bravi beniamini di casa con un eloquente 12-3. Puntuale la direzione di gara di Ennio Clementi.

Con un successo parmense si conclusa la prima gara estiva organizzata dalla bocciofila canottieri Flora, un trofeo giunto ormai alla sua trenquattresima edizione. Con questa manifestazione la bocciofila di via Riglio ha voluto anche ricordare il loro socio Guido Zanotti, esemplare e ineceppibile modello di dirigente, prematuramente scomparso poco pi di un anno fa. Sul gradino pi alto del podio sono saliti Rodolfo Grazioli e Giuseppe Paglioli, una pratica da sbrigare pi difficile del previsto per gli emiliani, ma in definitiva una vittoria meritata. Dopo aver eliminato (agevolmente!) i piacentini Bandirali-Pincolini, i portacolori della bocciofila Audace infliggevano un cappotto a Vessichelli-Dova nei quarti di finale ed in semifinale superavano gli amici fidentini Contini-Peschiera (ma che fatica!) per 12-10. Nella parte bassa del tabellone, giocavano bene e con grande disinvoltura anche Danio Bastoni ed Eros Bonezzi (categoria C!) che simponevano su Vitaloni-Daguati (12-9), su Campanini-Saleri (12-10) e in semifinale avevano la meglio sui bissolatini Ghirardi-Molardi per 12-4. I portacolori delle Querce giocavano con grande determinazione anche il match di finale, molto equilibrato, ma venivano battuti allultima giocata da Grazioli-Paglioli: punteggio finale 12-9, ma tanti applausi e consensi per i quattro finalisti. Iscritte 132 formazioni, precisa la direzione di gara di Gabriele Ceriati coadiuvato dagli arbitri di finale Stefano De Stefani e Primo Massarini.

20

Mercoled 16 Maggio 2012

Sport

Una stagione andata oltre le aspettative


BASKET
In attesa di sapere il futuro della societ, coach Attilia Caja tira le somme dellottima stagione appena conclusa. Il bilancio sicuramente molto positivo, considerando da dove siamo partiti e dove siamo arrivati, ma soprattutto come ci siamo arrivati. Nessuno ci ha regalato nulla, abbiamo raggiunto la salvezza con pieno merito a cinque giornate dal termine del torneo, conquistandola con belle vittorie, ottenute anche contro squadre di grande prestigio come Bologna e Milano. Sono soddisfatto del lavoro svolto, perch siamo arrivati a giocare una bella pallacanestro, fatta di un efficace gioco di squadra, con un buon sistema difensivo e un

Coach Attilio Caja tira le somme del campionato esaltante della Vanoli Braga
attacco efficace. Siamo sicuramente andati oltre le nostre aspettative. Quali sono stati i momenti chiave della stagione della Vanoli Braga? Il primo e stato sicuramente la vittoria in trasferta contro Teramo, perch ha dato ai giocatori la giusta fiducia nel progetto tecnico che proprio in quei giorni stavo cominciando a proporre in palestra. Poi le vittorie casalinghe contro Montegranaro e Varese. Quindi il successo in rimonta contro Bologna: stata la prima al PalaRadi di Jason Rich, giocatore che ha sicuramente aggiunto quello che ci mancava in attacco. Infine le due vittorie consecutive contro Milano e a Caserta ci hanno dato lultima

Coach Caja

definitiva spinta verso la salvezza. Quale sar il futuro di questa squadra e della societ? Mi rifiuto di pensare che questa societ non possa avere un futuro a Cremona. C unintera citt dietro a questa squadra. Al PalaRadi si creato un grande ambiente, sempre positivo per i giocatori, anche nelle difficolt. C sempre una grande atmosfera di festa. Come pu esserci insensibilit da parte del mondo imprenditoriale nei confronti di tutto questo? Non voglio credere che non ci sia nessuno pronto a dare una mano per portare avanti una realt tanto bella e importante per tutta la provincia di Cremona.

E durato solo un anno il purgatorio della Tec-Mar Crema, prontamente risalita in serie A2 al termine di unra stagione vissuta sempre ai vertici della classifica. Grazie a una forma ancora invidiabile, le ragazze Sguaizer hanno chiuso la serie contro la Coconuda Stabia, battuta 49-32 (8-8, 20-14; 38-28), do-po il successo ottenuto in gara 1. BASKET TEAM CREMA: Conti, Capoferri 11, Genta 5, Caccialanza 7, Sforza, Cerri 4, Lodi, Rizzi 11, Picotti 7, Serano 4. All.: Sguaizer. Male, invece lAssi Manzi, che perdendo a Usmate 63-57 (14-20, 32-33; 40-45), ha visto sfumare difinitivamente la possibilit di accedere al campionato di sviluppo.

Tec-Mar Crema tornata in A2

utto come previsto, ma al termine di partite vere. S, perch a Catania lUdinese ha sventato un rigore sul punteggio di 1-0 e il portiere del Genoa ha compiuto una prodezza sullo 0-0 contro un Palermo non certo arrendevole. Alla fine le motivazioni hanno fatto la differenza e cos lUdinese approdata per la seconda volta ai preliminari di Champions, mentre il Genoa ha ottenuto la salvezza al termine di una stagione comunque deludente. Chi uscita dallultimo turno con le ossa rotta stata lInter, travolta nella ripresa a Roma dalla Lazio e relegata ai preliminari di Europa League. Insomma, il celebrato Stramaccioni ha raggiunto il traguardo minimo, ma il giovane allenatore ha pochissime responsabilit sul flop stagionale dei nerazzurri. Un ciclo si concluso e serviranno numerosi innesti di qualit per tornare a lottare per il vertice. In serie B finito il Lecce, al quale non bastato un girone di ritorno molto positivo. Alla fine la squa-

Obiettivo minimo per unInter deludente


38 Giornata Catania-Udinese Cesena-Roma Chievo-Lecce Fiorentina-Cagliari Genoa-Palermo Juventus-Atalanta Lazio-Inter Milan-Novara Parma-Bologna

SERIE A La squadra di Stramaccioni si dovuta accontentare dei preliminari di Europa League. Ora la Nazionale

SPORT WEEK

0-2 2-3 1-0 0-0 2-0 3-1 3-1 2-1 1-0

I Verdetti Juventus campione dItalia direttamente in Champions League con il Milan. Udinese ai preliminari di Champions League. Lazio, Napoli e Inter in Europa League. Lecce, Novara e Cesena retrocesse in setie B.

CLASSIFICA JUVENTUS 84 Milan 80 Udinese 64 Lazio 62 Napoli 61 Inter 58 Roma 56 Parma 56 Bologna 51 Chievo 49 Catania 48 Atalanta (-6) 46 Fiorentina 46 Siena 44 Cagliari 43 Palermo 43 Genoa 42 Lecce 36 Novara 32 Cesena 22

Colpo grosso dello spagnolo Joaquin Rodriguez, che vince la tappa in salita di Assisi e conquista la maglia rosa a spese di Hesjedal. Al via a Civitavecchia non cera Pozzato, a causa della frattura dello scafoide dopo la caduta di Frosinone. Dopo 11 km sono andati in fuga Bonnafond, Brandle, Ayala, Keizer e Failli, che raggiungono un vantaggio massimo di 5 minuti. Ma sono ripresi a 6 km dal traguardo, dove Rodriguez ha piazzato lo spunto vincente. CLASSIFICA GENERALE 1) Joaquin Rodriguez (Spa), 2) Ryder Hesjedal (Can) a 17, 3) Paolo Tiralongo (Ita) a 32, 4) Roman Kreuziger (Cec) a 52, 5) Benat Intxausti (Spa) st, 6) Ivan Basso (Ita) a 57, 7) Damiano Caruso (Ita) a 102, 8) Dario Cataldo (Ita) a 103.
Andrea Stramaccioni

Rodriguez vince la tappa e indossa la maglia rosa


CICLISMO

dra di Cosmi ha pagato la lunga rincorsa e ha fallito le sfide decisive, contro Parma e Fiorentina. Archiviato il massimo campionato, avvincente ma modesto tecnicamente e in attesa delle inevitabili sanzioni per il calcio commesse, lattenzione degli appassionati si sposta sulla Nazionale

di Prandelli, che ha iniziato nel peggiore dei modi il ritiro in vista degli Europei. Dopo Chiellini, sono finiti ko anche De Rossi e Giovinco. Tutti e tre dovrebbero recuperare, ma non si presenteranno in Polonia e Ucraina al meglio della condizione fisica. Il ct azzurro ha rinunciato a due pun-

te centrali come Pazzini e Osvaldo, puntando su attaccanti bravi nel palleggio come Cassano, Balotelli e Di Natale. Scelta rischiosa, soprattutto considerando che la condizione fisica dei primi due unincognita. Fabio Varesi fabiovaresi16@libero.it

Cinque Gp e altrettanti vincitori, a conferma dellequilibrio che regna nella Formula 1. Lultimo, in ordine di tempo, stato il venezuelano Pastor Maldonado su Williams, che a Barcellona ha preceduto un ottimo Alonso. In classifica Vettel e lo stesso Alonso hanno 61 punti e precedono Hamilton (53). SUPERBIKE A Donington successi di Marco Melandri e Jonathan Rea, ma Max Biaggi resta leader della classifica.

F1: cinque vincitori in 5 Gp

A proposito di...
Formentera, la meta pi cool delle isole Baleari
queste spiagge abbiamo il Pirata e Tanga (di solito le spiagge prendono il nome del Chiringuito presente). A Formentera l'aperitivo al tramonto,rigorosamente sulla spiaggia, un rito immancabile. Se cercate una location informale, minimalista allo stato puro allora l'ideale il Piratibus, spiaggia di Mitjorn, in localit Es Arenals. Al contrario, locale pi esclusivo, fashion e gettonato il "10.7" di Patrizia Pepe arredato con eleganti divanetti. La via di mezzo si chiama"Big Sur". Una capanna in legno all'imbocco della splendida playa des Illetes. Pinte di sangria o mojito come se piovesse, da sorseggiare con i lunghi cannuccioni tutti seduti sulla sabbia rispecchiando lo stille hippy dell'isola.

Mercoled 16 Maggio 2012

21

di Ermanna Allevi, naturopata, diplomata Riza

Formentera, un angolo di paradiso caraibico nel mediterraneo, l'isola perfetta per il relax, un vero e proprio paradiso naturalistico con spiagge bianche ed acque cristalline. La spiaggia di SEspalmador, protetta in quanto parco naturale, non ha strutture turistiche attrezzate l'ideale per chi ama il mare selvaggio. Si pu raggiungere solo con collegamento marittimo, da La savina e dalla spiaggia di Ses Illetas. A Cala Savina invece la sab-

bia, fine e dorata, contrasta con la presenza di rocce e scogli. Cala Sahona, caletta molto tranquilla dal mare cristallino, si trova ad ovest dell'isola, a 10 km da Es Pujols. Le Illetas, ovvero le spiagge nella parte nord dell'iso-

la che si prolunga in una penisola di sabbia che diventa sempre pi stretta fino ad arrivare alla spiaggia pi a nord dove si pu ammirare il mare sia da una parte che dall'altra della spiaggia, sono le pi famose e gettonate. Tra

SALVIA

(salvia officinalis)
Il suo nome deriva dall'aggettivo latino salvus che significa: sano, salvo e dal verbo salvere che significa: salvare. Qualcuno sostiene che provenga dal tedesco: Sal-Bei, altri da greco: Szo (conservo, proteggo) e da Bios (vita), ci sta ad indicare che la salvia una pianta medicinale conosciuta ed apprezzata fin dall'antichit, il suo nome sempre legato alla parola salvare e vita, per questo era considerata la pianta che conserva e salva la vita. Pianta molto apprezzata anche in cucina sia per il gradevole aroma che dona ai cibi, che per digeribilit che garantisce agli stessi, appartiene alla famiglia delle Lamiaceae (Labiatae) ed una pianta diffusa in tutti i Paesi e ha diverse specie. La salvia stata studiata a lungo da Paracelso che ne individu le propriet protettive del cavo orale, anche per la forma delle sue foglie, mentre per il loro aspetto argenteo/ lunare le colleg al mondo femminile e ai disturbi tipici del ciclo mestruale e della menopausa. E' una pianta che ama molto il sole e il caldo, per questo considerata il rimedio ideale per regolare l'eccesso di sudorazione tipico delle donne in menopausa. I Greci e i Romani la consideravano capace di guarire ogni male e rimase inalterato il suo utilizzo anche nelle epoche successive. La Scuola Medica di Salerno, una delle pi famose del Medioevo, depositaria della conoscenza medica dell'antichit, aveva dato a questa pianta in nome di: Salvia salvatrix ( salvia che salva). I Romani la consideravano pianta sacra e per questo veniva raccolta senza l'uso di oggetti metallici, indossando una tunica bianca e a piedi scalzi e ben lavati. In un antico erbario si racconta che quando la Vergine Maria dovette fuggire con Ges, chiese aiuto a tutte le erbe per difendere il suo bambino da re Erode e solo la salvia ripar Ges col suo fogliame, per questo Maria, grata alla pianta, la fece diventare la preferita degli uomini e le dette il potere di guarire da ogni male. Una antica leggenda narra la storia di quattro ladri che nel 1630, durante un'epidemia di peste, saccheggiarono senza scrupoli le case degli ammalati senza contrarre mai la malattia, catturati, le autorit promisero loro l'immunit in cambio del segreto che aveva impedito ai quattro di non infettarsi. Per salvarsi la vita raccontarono che prima di ogni saccheggio si cospargevano il corpo con un aceto,da loro inventato, formato da salvia, rosmarino, timo e lavanda, quattro piante note anche per le loro propriet antisettiche e antibatteriche. Nacque cosi l'aceto dei quatti ladri che veniva usato anche come antibiotico naturale nei casi di infezione e epidemie. A questa pianta si riconoscono propriet antiinfiammatorie, balsamiche, digestive, espettoranti, calmanti, battericida, antisudorifera, regolarizza il flusso mestruale, ha un'azione ipoglicemizzante e aumenta la capacit mnemonica. La salvia contiene un chetone complesso che pu risultare tossico ad alte dosi, per questo viene usata come aroma e non come insalata. E' controindicata in caso di epilessia e malattie renali. In Liguria viene chiamata: Sarvia, Sauvia; in Piemonte: Marlip; in Lombardia: Erba savia, Erba mascadella; in Veneto: Salvia da osei; in Friuli: Salvie; in Emilia: Saelvia, Sevia; in Toscana: Salvia domestica, Erba sacra; in Sardegna: Savia bianca.

Abbinamento gastronomico: antipasti


l pranzo inizia con lantipasto che serve a stuzzicare lappetito senza per soddisfarlo. Gli antipasti in molti casi sono molto stuzzichevoli ed difficile resistere alla loro attrazione, ma dobbiamo stare attenti a non abusarne perch rischiamo di dover rinunciare a qualche portata successiva del pranzo. Gli antipasti devono essere proposti con criterio senza andare a disturbare lequilibrio, larmonia di un pranzo, dovrebbero essere monocordi es.: un piatto di salumi padani, o una proposta di frutti di mare, perch questo facilita

a cura di Damiano Domenico Palumbo

labbinamento del vino. Quando serviamo antipasti diversi gli uni dagli altri anche con sapori contrastanti diventa molto difficile individuare un vino che ben li accompagni. Gli antipasti freddi nel nostro. paese sono i pi diffusi, anche perch i pi pratici da presentare e perch ci danno la possibilit di preparare con comodo i primi piatti, mentre i commensali li gustano. Lantipasto di salumi il classico, il mio consiglio di non presentare pi di 3 salumi dalla coppa alla pancetta, alla bresaola, dove potete bene accompa-

Questo vino I.G.T. ed prodotto in Veneto. E ottenuto da un bland di 55% di Merlot e 45% di Cabernet Sauvignon. Ha una gradazione alcoolica di 13.5% ed prodotto dallAz. Maculan di Breganze (VI). Il vino stato servito ad una temperatura di 20 C e la bottiglia stata aperta 2 ore primaIl vino presenta un colore rosso rubino con riflessi granati, limpido con un profumo molto intenso, ampio e persistente. Ben si percepisce frutta rossa matura ciliegia, note speziate, liquirizia e tabacco. Questo vino affina in barriques per 12 mesi ed altrettanti in acciaio e poi viene assemblato. In bocca pieno, corposo, armonico, di carattere, molto equilibrato e con una lunghissima persistenza, ben accompagna i secondi piatti di carne rossa al forno o alla griglia, i formaggi stagionati. E pronto da bersi, ma pu rimanere in coricato in cantina per 4/5 anni. LAzienda Maculan una delle pi rappresentative del Veneto ed conosciuta ed aprezzata non solo per i vini rossi, ma per i suoi raffinati vini da dessert. .Buona degustazione

BRENTINO 2009:

gnarli con un buon bianco secco con una certa acidit. Se avete come antipasto un buon prosciutto di S. Daniele o di Parma abbinatelo con un buon bianco secco, morbido ed equilibrato. Il buon salame cremonese proposto come antipasto ben si accompagna con un rosso giovane o lambrusco, ma questo mi scombina la sequenza dei vini e preferisco servire il salame come piatto nel pranzo o come contorno di un piatto. Con gli antipasti di salumi posso abbinare sia i vini bianchi che i rosati, che i rossi; dobbiamo pensare che i salumi sono grassi ed i cibi grassi ben si accompagnano con bianchi secchi di una certa acidit o rossi con un certo tannino o leggermente mossi. Gli antipasti caldi che possono essere a base di sfoglia o pasta con ripieno formaggio o pesce o carne si possono accompagnare sia con bianco secco che con un rosso leggero. Con gli antipasti di verdure abbinate un bianco secco, pensiamo che tra il vino e le verdure non vi un grande feeling, anzi con alcune verdure come i carciofi ed i sottaceti il vino non lega. Gli antipasti di frutti di mare legano molto bene con i bianchi secchi, freschi, avendo molta cura di non abusare del limone come condimento, perch questo in contrasto con il vino. In estate come antipasto pu essere servita della frutta fresca con salumi o con il pesce come il prosciutto e melone, o i fichi con il prosciutto o lavocados con i gamberetti , il pompelmo con crostacei. Anche in questo caso il vino non lega con la frutta, cercate di fare labbinamento con il salame o il pesce e servite un bianco secco di grande personalit. Se come antipasto servite dei pat dobbiamo distinguere il pat di fegato doca da quelli di carne, cacciagione, pollame. Il pat doca ben si accompagna con

Damiano Domenico Palumbo e la sua famiglia si occupano di vino da generazioni. Relatore e docente in molti corsi dedicati al vino, formaggi, olio extravergine. Ha collaborato con diversi Istituti Alberghieri sia Regionale che Statali. E stato coordinatore responsabile di Associazioni gastronomiche. vini bianchi aromatici con buona personalit come il Traminer, il Gewuetztraminer. Il pat di carne si accompagna con il vino bianco, morbido e di carattere come il Pinot Grigio del Collio ed i pat di selvaggina o di pollame ben si esaltano con i Chiaretti od i Rosati o con dei rossi di medio corpo. Come antipasti possono essere servite le ostriche o il salmone affumicato o del caviale, ma state attenti perch se iniziate il Vs. pranzo con queste portate raffinate, tutto il pranzo deve essere una sequenza di piatti e vini raffinati. Diversi gourmets dicono che il caviale ed il salmone affumicato non si abbina il vino; altri esperti pi possibilisti dicono di provare, io Vi consiglio di provare ad abbinare alle ostriche un bianco secco fresco con una certa acidit, al salmone con una carne dolce e affumicata un buon bianco secco di giusto corpo come una Ribolla dei Colli Orientali. Al caviale i russi storicamente affiancano la vodka ghiacciata, noi potremmo abbinare un buon spumante metodo classico un franciacorta non dosato o extra Brut Milllesimato per cercare di attenuare laggressivit del raffinato caviale.

22

Mercoled 16 Maggio 2012

Gite Fuori Porta


SIRMIONE

A cura di Laura Bosio

Relax e benessere con lacqua termale


tura di 69C. In base alle caratteristiche chimico-fisiche, l'acqua delle Terme di Sirmione classificata come sulfurea salsobromoiodica poich contiene una rilevante quantit di zolfo, sotto forma di idrogeno solforato, sodio, bromo e iodio. Tutte le cure termali, comprese quelle effettuate presso i centri termali degli alberghi, sono convenzionate con il Servizio sanitario nazionale e gli ospiti possono contare su unassistenza medica e paramedica altamente specializzata. Terme di Sirmione dispone di due centri termali allavanguardia, le Terme Virgilio e le Terme Catullo, di un centro benessere termale moderno e funzionale, Aquaria, e di tre alberghi con reparti termali.

Oltre che per la bellezza del suo paesaggio, Sirmione conosciuta per essere sede di uno dei centri termali pi importanti dEuropa; un vero e proprio mondo di benessere, che unisce diverse attivit il cui filo conduttore un'acqua dalle propriet terapeutiche. Lacqua delle Terme di Sirmione di origine meteorica: nasce dal bacino di impluvio del Monte Baldo a una quota superiore agli 800 metri, penetra a 2500 metri sotto il livello del mare, dove si arricchisce di minerali e aumenta di temperatura e infine sgorga dalla sorgente Boiola. Sono necessari 20 anni perch si compia l'intero ciclo. E unacqua minerale, dotata di propriet terapeutiche, e sgorga ad una tempera-

Un promontorio che si inoltra verso il lago


L
Il centro storico conserva una struttura urbanistica di tipo medioevale
architettonici alle pareti esterne degli edifici, che gli hanno restituito il loro aspetto pi antico, con mattoni e pietre a vista. Il centro di Sirmione un vero e proprio paradiso dei pedoni, essendo zona pedonale. Per entrarvi in macchina occorre uno speciale permesso, concesso solo a residenti, fornitori e ospiti degli alberghi, e solo in certe fasce orarie. Oltre al centro storico, un tempo unico insediamento di qualche rilievo nell'area dell'attuale comune di Sirmione, ci sono le frazioni di Colombare (alla base della penisola, dove risiede il Municipio) e di Lugana (attorno alla strada per andare a Peschiera). a cittadina di Sirmione sorge su un caratteristico promontorio, una sottile lingua di terra che si stende verso il lago tra i golfi di Peschiera e Desenzano. L'accesso al centro abitato possibile anche da un ponte che si collega alla Rocca Scaligera e alla parte medievale. Tante sono le particolarit di questa cittadina lacustre, importante centro turistico e termale e patria del celebre poeta Catullo. Il centro storico conserva una struttura urbanistica medioevale, con strade strette e irregolari. Dagli anni '70 si sono succeduti (primo caso quello dell'albergo Grifone e dell'albergo Speranza) interventi Sirmione diventato un centro urbano rilevante in epoca romana (I sec. a.C.). A partire dal V sec. d.C. diviene area fortificata e di controllo dei commerci tra Verona e Brescia. Nel corso del tardo Medioevo, sotto il dominio di Verona, fu un'importante piazzaforte scaligera, soprattutto per la sua posizione strategica e la facile difendibilit. A questo periodo risale la costruzione del Castello Scaligero, edificato tra il 1277 e il 1278, nel punto pi stretto della penisola. La conquista scaligera di Sirmione avvenuta nel 1273 si era conclusa con la condanna al rogo dei suoi abitanti (all'incirca 200), una delle esecuzioni di massa pi atroci della Storia italiana. Si trattava difatti di una comunit aderente all'eresia catara. Nel 1405 la cittadina pass sotto il controllo della repubblica di Venezia.

DA VEDERE

Un po' di storia...

Il castello di Sirmione

NUMERI UTILI
Castello Scaligero: +39 30 916468 Grotte di Catullo: +39 30 916157 Terme di Sirmione: 800802125 - +39 30 9904923 Parcheggi: +39 30 916539 Guide turistiche (Associazione Guide Turistiche Autorizzate) call center unico: +39 30 3749438

Dallolio ai tipici vini del Garda


La gastronomia di Sirmione ricalca quella tipica del lago di Garda, a base di buon pesce: la tinca, ad esempio, un pesce che ripercorre le vecchie tradizioni dei pescatori, e che da sempre viene cucinata con il risotto. Tuttavia la gastronomia sirmionese ricalca anche i tipici sapori delle vicine colline, come ad esempio i tipici caponsi, simili agli gnocchi ma a base di formaggio grana. Filo conduttore dei sapori locali l'olio extravergine di oliva, quello celebre del Lago di Garda, noto per essere uno dei migliori d'Italia. Le stesse colline dellentroterra ospitano anche lunghi vitigni, dai quali si producono vini preziosi, patrimonio dellenogastronomia a confine tra il Veneto e la Lombardia. Tra i migliori che si possano scegliere, da ricordare il Lugana, il San Martino e il Garda dei colli mantovani.

LA CUCINA

GROTTE DI CATULLO I resti della villa romana, denominata "Grotte di Catullo" si trovano all'estremit della penisola e sono raggiungibili solo a piedi un km circa dal castello scaligero. Questo imponente sito archeologico, oltre a rappresentare la testimonianza pi importante tra i ritrovamenti del periodo romano in territorio sirmionese, considerato l'esempio pi grandioso di villa romana rinvenuto nel nord Italia. La grande villa risale agli inizi del I. sec. d.C. e si ritiene possa essere appartenuta ad un esponente della famiglia dei Valeri, divenuto console nel 31 d.C. Il piano nobile, adibito ad abitazione, il pi danneggiato. Si sviluppava intorno al grande giardino-peristilio, con le zone residenziali ubicate a nord e a sud; i lunghi corridoi terrazzati che correvano sui lati est ed ovest venivano probabilmente utilizzati per passeggiate-belvedere. CASTELLO Il castello di Sirmione (XIII secolo), dotato di torri e di mura merlate, fu base stratetegica per il controllo del lago. E' di epoca scaligera e la sua darsena - ancora in perfetto stato di conservazione - rappresenta un raro caso di fortificazione destinata ad uso portuale. Possente maniero completamente circondato dalle acque, posside un portico interno dove allestito un lapidario romano e medievale; una scala del secondo recinto, cui si accede da un ponte levatoio, sale ai camminamenti sulle mura: di qui si ammira la suggestiva darsena, antico rifugio della flotta scaligera.

Non c che limbarazzo della scelta tra i ristoranti di Sirmione, in cui poter assaporare piatti come: i caponsi, le tagliatelle alle trote e asparagi, il risotto con la tinca, il carpaccio di trota.

S. PIETRO IN MAVINO La Chiesa di San Pietro in Mavino, ben conservata, fu edificata, si racconta, da dei pescatori locali sulle rovina di un tempio pagano.

pochi passi dalla pianura cremonese, i colli piacentini si mostrano come gioielli da scoprire, ricchi di bellezze naturali ma anche di appuntamenti per gustare appieno il fascino suggestivo dei borghi di collina. Ricco di storia e fascino Castell'Arquato, da riscoprire in occasione della Notte dei musei nella sera di sabato 19 maggio. Iat Castell'Arquato e Fatinaincucina presentano "Se una notte di maggio un Viaggiatore", un racconto musicale di Enrica Carini e Elena Castagnola ispirato a "Il castello dei Destini incrociati" di Italo Calvino, nell'incantata cornice notturna della Rocca Viscontea. Al termine della visita si potranno degustare vini tipici abbinati a dolci artigianali di Fatina in Cucina presso l'Enoteca Comunale. Alle 20:45 e alle 22:00 sar possibile partecipare alla visita animata con degustazione. Sabato 19 tempo di rassegne anche in Alta Val Trebbia: all'interno della manifestazione di due giorni "Il richiamo del

Gli appuntamenti culturali e gastronomici nei borghi dei colli piacentini

Fine settimana allinsegna del gusto

Trebbia", Go Local organizza due momenti per scoprire e gustare i prodotti locali dell'Alta Val Trebbia. A partire dalla mattina ad Ottone sar possibile visitare la mostra mercatino di prodotti alimentari e di artigianato rigorosamente ideati e/o realizzati in alta valle, in concomitanza con la mostra del bestiame allevato in

loco. Sempre il 19 maggio a partire dalle 18 a Bobbio verranno allestiti stand gastronomici per conoscere i ristoranti e gli agriturismi che operano in alta valle e che utilizzano i prodotti locali per le loro portate e a seguire musica dal vivo. Domenica 13 sar invece occasione per visitare le

aziende locali: la rassegna Fattorieaperte prevede la possibilit di visitare aziende agricole, fattorie didattiche, viticoltori e allevatori che aderiscono alla tradizionale giornata di apertura delle fattorie, organizzata per invogliare grandi e bambini a riscoprire la campagna, la sua vita, i suoi prodotti e le sue tradizioni.

Ingredienti (4 Porzioni): Per la pasta: 400 gr di farina 200 gr di pangrattato 100 grammi di acqua 100 grammi di latte Per il sugo: 200 g di fagioli borlotti secchi 100 g di polpa di pomodoro 100 g di burro sedano carota cipolla 20 g di porcini secchi, Parmigiano grattuggiato

La ricetta - Pisarei e fas

Preparazione: Mettere a bagno i fagioli la sera prima, cuocerli e tenere l'acqua di cottura. Far rosolare burro, cipolla sedano e carota, aggiungere i funghi ammollati e tritati, la polpa di pomodoro, poi aggiungere i fagioli e un pochino della loro acqua di cottura, cuocere coperto per 40 minuti. Nel frattempo impastate la farina, il pangrattato, acqua e latte bollenti. L'impasto non deve risultare troppo duro. Formate con le mani delle striscie dello spessore di una matita e fare dei piccoli gnocchi. Cuocere i pisarei in acqua salata e poi condirli con il sugo e grana.

Tradizioni culinarie e piatti tipici della cucina piacentina

La conoscenza di una terra passa anche attraverso i suoi piatti tipici. La cucina piacentina mostra affinit con quelle lombarda, piemontese e ligure, anche se vi sono alcune ricette che possono essere indissolubilmente legate ai territori piacentini. I piatti tipici sono: pisarei e fas , gnocchetti con sugo di pomodoro e borlotti; i tortelli con la coda, fatti con ricotta, formaggio, erbe ed uova, la torta di bietole; gli anolini di magro in brodo; il capretto alla piacen-

tina; la coppa al forno e il gambon, coscia di maialetto disossata e poi bollita. Tra i secondi troviamo molti piatti a base di polenta accompagnati da sughi di carne. Si trovano inoltre molti salumi considerati di particolare qualit, tra i quali i pi famosi sono la coppa e la pancetta arrotolata. Prelibatezze che vengono accompagnate spesso dalla burtleina, una focaccia sottilissima e molto croccante. Fra i dolci si ricordano i castagnacci ed i tortelli fritti.