Sei sulla pagina 1di 12

Consulta dei Giovani di Cant

una nuova prospettiva per una vera partecipazione alla costruzione delle politiche giovanili in citt - il contributo dei Giovani Democratici di Cant /1 -

www.gdcantu.it facebook.com/gdcantu

i giovani canturini
stando allultimo rapporto Istat disponibile a Cant il 15% della popolazione composto da giovani dai 16 ai 29 anni, circa 6000 ragazzi
7% 8%

Donne dai 16 ai 29 anni Maschi dai 16 ai 29 anni Resto della popolazione


85%

http://demo.istat.it al 1 gennaio 2011

lo statuto comunale
prevede allart. 71: I cittadini e le associazioni possono rivolgersi agli organi dellamministrazione comunale per chiedere
ragioni su specici aspetti dell'attivit amministrativa ovvero per sollecitarne l'intervento su questioni di interesse generale o per esporre esigenze di natura collettiva.
lo stesso articolo prosegue disponendo che I cittadini e le associazioni possono formulare proposte per l'adozione di atti amministrativi di competenza dellente. altre norme, anche di tipo europeo, spronano gli enti locali a favorire la presenza e la partecipazione dei giovani nella denizione delle politiche giovanili

la proposta in campagna elettorale


il candidato della coalizione di centro sinistra da noi sostenuto, Antonio Pagani, diceva nel suo programma di voler Creare un Piano Giovani per coordinare le iniziative esistenti e sviluppare nuove azioni che, tenendo conto delle varie fasce di et e quindi delle varie necessit, favoriscano la partecipazione, la pratica delle attivit sportive, le iniziative artistiche e culturali promosse da giovani. Determinanti per il successo di tale iniziativa saranno gli apporti che potranno dare associazioni, gruppi e singoli ai quali si proporr di strutturarsi in Consulta stabile con specica autonomia propositiva verso il Consiglio Comunale.

le linee programmatiche
il programma elettorale del candidato poi eletto Claudio Bizzozero indicava tra gli obiettivi quello di Costituire una consulta dei giovani, un organo pubblico che funzioni basandosi sullassemblea degli aderenti. Sar questo ente a decidere, delineare e organizzare poi le varie iniziative per i giovani canturini.

una Consulta che conta


una Consulta che riesce ad essere

rappresentativa organizzata trasparente istituzionale


come Giovani Democratici pensiamo che in questo modo si possa davvero incidere sulle politiche giovanili cittadine

nalit
immaginiamo la Consulta come

un organo consultivo del Consiglio Comunale che presenta giudizi e proposte sulle deliberazioni inerenti alle tematiche giovanili che si propone come punto di riferimento di informazione per i gruppi ed i singoli interessati ai problemi della condizione giovanile nei suoi vari aspetti: scuola, universit, trasporti, mondo del lavoro, tempo libero, ecc. che raccoglie informazioni nei predetti campi, o direttamente, con ricerche autonome, o a mezzo delle strutture amministrative comunali che promuove dibattiti ed incontri che si rapporta con i gruppi giovanili informali presenti sul territorio

istutuzionalit
avere una Consulta che ha un ruolo riconosciuto istituzionalmente lunico modo per mettersi al riparo dai cambi di amministrazione; la Consulta deve essere istituzionale perch questo garantisce la sua importanza in presenza di amministrazioni di qualsiasi colore politico

rappresentanza e organizzazione
la rappresentanza pu essere garantita solo da una Consulta che ha una sua struttura e meccanismi di democrazia interna; per questo, anche sullesempio delle numerose Consulte gi attive in moltissimi comuni italiani, la Consulta funziona su base assembleare ampia, con un Direttivo e gruppi di lavoro.

come realizzarla
predisporre una bozza di Statuto della
Consulta

predisporre una bozza di Regolamento


della Consulta

promuovere lapprovazione di questi


documenti e lufcializzazione della Consulta con una delibera del Consiglio Comunale

le buone pratiche
questo lavoro va compiuto con la pi ampia partecipazione delle forze di rappresentanza politica giovanile, con i rappresentanti delle associazioni interessate, e ovviamente con il maggior numero di giovani cittadini, attingendo anche alle buone pratiche di altri comuni che gi in questo senso si sono mossi

LAVORIAMO INSIEME

cerchiamo di coinvolgere ancora pi giovani rispetto a quanti hanno no ad ora aderito e partecipato agli incontri coinvolgiamo i gruppi di rappresentanza politica giovanile, di qualsiasi colore, le associazioni portatrici di interesse, e il maggior numero di giovani che vogliono impegnarsi per questo progetto, ognuno con le proprie speciche competenze, apportando quanto di positivo la propria esperienza gli conferisce predisponiamo insieme, in modo partecipato e trasparente, anche con eventi pubbici e portando le nostre proposte in giro per la citt, le regole tecniche necessarie afnch la Consulta diventi nalmente una realt concreta e determinante anche a Cant