Sei sulla pagina 1di 36

il

Anno XII n 11 SABATO 3 MARZO 2012

www.ilpiccologiornale.it

PICCOLO
Edizione del Sabato
Non riceve alcun finanziamento pubblico o privato

Giornale

Direzione e redazione: Via S. Bernardo, 37/A Tel. 0372 45.49.31 - 45.13.14 Fax 0372 59.78.60 Numeri Arretrati: http://www.immaginapubblicita.it E-mail: ilpiccolocremona@fastpiu.it redazione@ilpiccologiornale.it Pubblicit: Immagina srl - Via S. Bernardo, 37 - Cremona Tel. 0372 45.39.67 - 43.54.74 Fax 0372 59.78.60 Poste Italiane S.p.a. Sped. in A.P.-45%-art. 2 comma 20/B legge 662/96 - Cremona

Periodico 0,02 copia omaggio

BENZINA: COSTERA SEMPRE PIU. RASSEGNATEVI


Coraggio, il tempo stringe
LEDITORIALE

INCHIESTA Costo del carburante sempre pi alto. Secondo gli esperti si toccheranno presto i due euro al litro

Alle pagine 3-8

Secondo Toufic El Asmar, vice presidente Aspo: Bisogna cambiare lo stile di vita e ridurre i consumi, altrimenti collasseremo

Daniele Tamburini daniele.tamburini@fastpiu.it

uello spread che ha iniziato a tormentarci la scorsa estate, il cui incremento vertiginoso era sparato dai giornali in prima pagina, quasi in assonanza con lo spettro non pi del comunismo, ma del default, adesso sembra addomesticato. Da interventi pesanti sulle pensioni, dall'introduzione di nuove tasse o dall'incremento di quelle precedenti, dalle liberalizzazioni, da una rinnovata lotta all'evasione e all'elusione fiscale, dalla indubbia considerazione di cui Monti gode in Europa (non risulta che Merkel e Sarkozy ridano di lui). E' vero che, nel frattempo, le varie lobbies si sono fatte sentire: recentissima la - scandalosa - presa di posizione dell'ABI: o cambia la decisione del governo sulla riduzione delle commissioni bancarie, oppure finiremo per strozzare il credito per imprese e famiglie. Proprio quel che ci voleva, in tempi di crisi. Una chiara risposta allappello fatto nei giorni scorsi dal ministro per lo sviluppo Corrado Passera, che aveva chiesto alle banche di sostenere il sistema Italia. Lo scontro sullemendamento al decreto liberalizzazioni, che vorrebbe imporre alle banche leliminazione di tutte le commissioni previste quando viene concesso un credito. Gi bastano e avanzano gli esosi tassi di interesse. O no? Comunque sia, il governo ha fatto cassa. E forse non poteva far altro, vista la situazione in cui ci eravamo cacciati. Ma le imprese e i lavoratori, dipendenti o autonomi che siano, sono sempre pi in difficolt. I segnali si moltiplicano. Misure di sviluppo e creazione di lavoro sono urgenti, dai Super Mario, le attendiamo con impazienza. E' difficile pagare in maniera convinta le tasse, se ti dicono in eterno che l'obiettivo la lotta allo spread, al default, elementi impalpabili e remoti. Sarebbe diverso se si vedesse che i giovani iniziano a trovare lavori dignitosi, se rinascessero le aziende, se qualche cassintegrato venisse riassunto, se si tornasse, insomma, a respirare. Forza e coraggio, che il tempo stringe.

LIRPEF CRESCE DEL 100%

Lassessore Nolli: Gli aumenti sono stati necessari


a pagina 7

La sociologa Carmen Leccardi 8 marzo tra luci e ombre


a pagina 8

PM10 ANCORA ALLE STELLE

Domenica nuovo blocco, ma una misura inutile


a pagina 3

NOSTRA INTERVISTA

CALCIO - INTERVISTA

PRIMA DEL MATCH CON ROMA

INCIDENTE DI VIA MILANO

CASALASCO

Sambugaro vede la Cremo ai playoff


a pagina 30

In regalo il magazine della Vanoli Braga domenica al PalaRadi


aA pagina 9 pagina 31

Strade poco sicure Adesso servono misure urgenti


a pagina 9

Taxisti in rivolta contro la concorrenza dei finti volontari


a pagina 17

Progetto mUNIcity: 300mila euro per luniversit


Universit e municipalit si incontrano nel progetto "mUNIcity", che alcune settimane fa stato interamente finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Giovent e dall'Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI) - per un importo complessivo di 294.800 euro. Quasi 300mila euro per portare a compimento quanto definito in fase progettuale; in particolare, le azioni riguardano il tema della cittadinanza studentesca, il problema degli alloggi e degli spazi per lo studio, illustrate davanti ad una rappresentanza di tutti i soggetti coinvolti: il Comune di Cremona, il Comune di Crema, la Consulta Universitaria di Cremona, l'Universit degli Studi di Pavia sede di Cremona, l'Istituto Superiore di Studi Musicali Claudio Monteverdi, il Politecnico di Milano Polo territoriale di Cremona, l'Azienda Ospedaliera Istituti Ospitalieri di Cremona. Sono previsti inoltre interventi nel campo della cultura e dello sport, oltre che l'attivazione di servizi in rete per gli studenti e per gli studenti disabili e l'accoglienza degli studenti stranieri. "Un grande lavoro di squadra ha sot-

CREMONA

Sabato 3 Marzo 2012

tolineato l'assessore alle Politiche Educative Jane Alquati - che permetter agli studenti universitari ed al territorio di usufruire di preziose risorse; un concreto investimento nel futuro dei giovani". L'assessore Laura Zanibelli, in rappresentanza del Comune di Crema, ha parlato dei vantaggi di cui gli studenti universitari dei due poli (quello cremonese e quello cremasco) potranno godere, coniugando "sotto una comune progettualit le buone prassi che rispettivamente le due realt in questi anni hanno sviluppato.

onostante la circolazione a targhe alterne, non scende il livello delle pm10 che ieri, anzi, ha ricominciato a salire notevolmente. Dopo la boccata dossigeno dello scorso gioved 29, in cui il livello si era ritirato sotto i 50 microgrammi per metro cubo, toccando i 33 alla centralina di via Gerre Borghi (il riferimento sempre alle 24 ore precedenti), da gioved lillusione si subito infranta contro i 105 microgrammi per metrocubo di nuovo raggiunti dalla capannina di via Fatebenefratelli, mentre ieri sono stati raggiunti i 127. Per domenica 4 si prevede un altro blocco delle auto. La circolazione a targhe alterne verr mantenuta sino all' abbassamento delle polveri. Siamo ancora lontani dalla meta. Che fare? In un dossier redatto recentemente, e diffuso dalla Regione, Bo Richter Larsen, esperto della Commissione europea, ha svolto un'analisi scientificamente motivata riguardo l'origine dell'inquinamento dell'aria in Lombardia. Le particelle fini e lozono sono abbondanti nellaria che respiria-

g/m3

Pm10 ancora alle stelle. Nel dossier di Larsen le soluzioni?


Lesperto della Commissione europea: Si pu guadagnare poco da strategie locali e temporanee come i blocchi del traffico
di Michele Scolari

Bordi: Avanti con il protocollo


Proseguiamo con il protocollo, domenica ci sar il blocco del traffico poi si vedr. Intanto proseguir anche la circolazione a targhe alterne ha pronosticato ieri l'Assessore all'Ambiente Francesco Bordi, definendo il dossier di Larsen ricco di spunti per una pianificazione efficiente. Ieri il Sindaco Oreste Perri ha firmato l'ordinanza per il blocco del traffico domenica 4 marzo, dalle 8

CREMONA - Fatebenefratelli (particelle sospese PM10 - PM10 120 100 80 60 40 20 0 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 56 56 82 75 78 75 105

alle 20. Restano comunque esclusi dal divieto di circolazione i motoveicoli, i motocicli e i ciclomotori ad emissione nulla (motore esclusivamente elettrico); gli autoveicoli equipaggiati con motore elettrico; gli autoveicoli, con motore ad accensione comandata alimentati a carburanti gassosi, ossia metano o GPL; le autovetture equipaggiate con motore ibrido-elettrico e termico.

66

65 46

Febbraio
le. Larsen pone l'accento almeno su due aspetti strategici necessari nelle misure di mitigazione: la lunga durata e la diffusione su scala non locale. Solo poco puo essere guadagnato da misure di mitigazione locale e di breve termine come i blocchi del traffico ad-hoc durante picchi di inquinamento o restrizioni al traffico in zone confinate delle citta. In sostanza, ci che serve sono strategie coordinate di abbattimento su larga scala e a lungo termine. Dunque, conclude Larsen, Labbattimento delle emissioni dei trasporti attraverso il rinnovo del parco veicoli (Euro 5 per veicoli leggeri, Euro 6 per quelli pesanti) e essenziale, ma puo non essere sufficiente per ridurre linquinamento da particolato sotto i limiti per il PM10, tenendo presente che con le tecnologie di trattamento degli scarichi disponibili oggi, una riduzione delle emissioni di particolato e accompagnata da un aumento delle emissioni di NOx, che a sua volta implica un aumento vertiginoso delle concentrazioni di particelle secondarie in atmosfera.

mo e sono importanti per la qualita dellaria - spiega Larsen al principio del documento - ma quali sono le loro sorgenti?. Dallo studio risulterebbe che il trasporto su strada (traffico)sia la piu importante sorgente per il particolato primario nella regione Lombardia, e quindi lo scarico dei motori, lusura di freni e pneumatici e la polvere stradale risospesa. Le emissioni primarie da trasporto su strada contribuiscono - il dossier - durante linverno col 23-26%, in media per tutte le stazioni di misura, alla massa di PM10 (2007), e col 1722 % alla massa di PM2.5 (2009).

Inoltre, devono essere inclusi i contributi secondari del trasporto su strada che ammontano a un addizionale 20-25%. Laerosol secondario sarebbe la frazione maggiore del particolato in Lombardia e durante linverno contribuisce con il 33-47% alla massa del PM10, mentre il riscaldamento residenziale a legna e la terza sorgente per ordine di importanza durante linverno. L'inverno lombardo, come spiega Larsen, caratterizzato da prolungati periodi di bassa temperatura con venti molto deboli e inversione termica delle

masse daria. Queste condizioni intrappolano gli inquinanti dellaria a livello del suolo, dove noi respiriamo, e rendono linverno il periodo dellanno con di gran lunga le piu alte concentrazioni di particolato. Dunque, secondo Larsen, una via d'uscita la progettazione di strategie d'abbattimento che inevitabilmente intervengano sul trasporto su strada e sulle emissioni gassose dallindustria, dalla produzione di energia, e dalla combustione di gas natura-

Servono misure interurbane e a lungo termine

Carburanti: la corsa dei prezzi. Quali le cause?


a cosa dipendono questi aumenti, che rendono i prezzi del carburante nettamente pi alti che in altri paesi? Analizzare questi fenomeni un'impresa complessa: tantissime sono infatti le variabili da prendere in considerazione. Ne abbiamo parlato con Toufic El Asmar, vice presidente di Aspo Italia (Associazione per lo studio del picco del petrolio). Il prezzo del petrolio al barile, che la prima componente del costo del carburante, dipende da dinamiche diverse: dai costi di estrazione, alle condizioni geopolitiche delle aree il cui si estrae. Peraltro il petrolio un prodotto che non risponde al normale meccanismo della domanda e dell'offerta, ma che segue una dinamica tutta sua. Il prezzo del carburante dipende anche da altri fattori, che vanno dai costi della raffinazione a quelli di trasporto, alla localizzazione delle stazioni di distribuzione. Per quale motivo in Italia i prezzi sono cos alti rispetto agli altri paesi? Perch abbiamo un elemento in pi rispetto agli altri paesi: un carico di accise decisamente im-

4 il pieno? Ormai costa pi che mangiare. Si va verso i 2 euro al litro Fare


Sabato 3 Marzo 2012

Continua a risalire il prezzo dei carburanti, che in Italia si sta avvicinando ai 2 euro al litro. Un preoccupante record, un livello mai raggiunto prima. di Laura Bosio

Del resto, nel solo 2011 laliquota dellaccisa sulla benzina passata dai 564 euro per mille litri di aprile, ai 704,2 euro di dicembre. Una stangata che porter, nel 2012, circa 200

Ne abbiamo parlato con Toufic El Asmar, vice presidente di Aspo Italia In Italia c un imponente carico di accise

euro pro capite di spesa in pi per fare il pieno. A questo si aggiungono le ripercussioni degli aumenti anche sui prezzi dei prodotti e dei beni di largo consumo. dei prezzi dei beni essenziali (dalle utenze agli alimentari), dei trasporti e di tutti i beni di consumo. Se non si trovano soluzioni alternative le cose andranno sempre peggio. Cosa dobbiamo aspettarci dal futuro? Purtroppo non si pu pi parlare di problema transitorio, come alcuni vogliono sostenere. Ci sono molti elementi da tenere in considerazione, a partire dai cambiamenti climatici, che portano a picchi di freddo e quindi di utilizzo dei riscaldamenti, alle abitudini degli italiani, che da sempre vivono al di sopra delle proprie possibilit. Consumiamo troppo e troppo velocemente, senza programmare i consumi con un po' di logica. Con tutto questo le risorse naturali da cui noi attingiamo a piene mani vanno esaurendosi: petrolio, acqua, terra, elementi minerali, ecc. Andando avanti in questa direzione finiremo per collassare e i primi segnali gi si vedono. D'altro canto l'attuale crisi economica non da attribuire solo al capitalismo sfrenato, ma dal nostro modo di vivere, non sostenibile. Esiste una soluzione?

ponente. In Italia non abbiamo, infatti, solo la tassa governativa, ma anche quelle legate ai vari enti territoriali (regioni, province, comuni). A tutto questo si aggiungono gli accordi interni tra le lobby del petrolio per aumentare il profitto. In pi recentemente il nostro Paese ha imposto l'embargo del petrolio sull'Iran: questo comporta la necessit di procurarlo altrove, spesso a prezzi pi alti. Questo rialzo dei prezzi per quanto andr avanti ancora? Si arrester prima o poi? Difficile fare previsioni. Bisogna tener conto di diversi fattori,

a partire dalle modalit di estrazione: nel corso degli anni si estratto senza fare attenzione n programmazione, esaurendo tutto quello che si poteva estrarre a basso costo, ossia il petrolio presente agli strati pi superficiali. Questo comporter ulteriori incrementi dei costi di estrazione: il "picco del petrolio" l'abbiamo ormai superato da tempo, e ormai siamo nella fase di discesa e quello a basso costo sar sempre meno. E' per questo che si pu essere certi che arriveremo a superare i prezzo di 2 euro al litro, con ripercussioni multiple in tutti i settori: aumento

Occorre maggiore attenzione nelluso delle risorse

L'unica quella di cambiare completamente gli stili di vita. Bisogna ridurre i consumi, i week end fuori porta, l'utilizzo dell'auto. Si tratta di un cambio di mentalit necessario e graduale, ma che deve essere perseguito a ogni costo, per permettere alle future generazioni di acquisire la resilienza. Dovr cambiare tutto. Se pensiamo che oggi basta uno sciopero dei camionisti per svuotare gli scaffali dei supermercati, immaginiamo come potrebbe andare quando il prezzo della benzina diventer talmente alto da non permettere pi l'arrivo di cibarie e altri beni di primo consumo, molti dei quali peraltro arrivano dal'estero. Tuttavia questa situazione pu

anche essere letta in chiave positiva: con questi incrementi di prezzo la gente reimparer l'oculatezza nei consumi, utilizzer l'automobile solo quando strettamente necessario, torner a fare acquisti nei mercatini rionali, ecc. In sostanza si torner ad avere quelle abitudini che permettano di vivere in maniera dignitosa ma senza cadere nel consumismo esasperato. Il problema petrolio riporta l'attenzione sulla ricerca rispetto alle energie alternative. Ci sono possibilit concrete in questa direzione? In realt bisogna valutare quali sono le risorse a nostra disposizione. Molti paesi puntano sul biodisel, ma secondo me una scelta sbagliata, primo perch per produrre questo carburante si porta via terreno all'agricoltura, secondo perch la sua produzione compor-

ta costi alti e inquinamento. Secondo me la soluzione quindi quella di lavorare sui sistemi gi esistenti: eolico, fotovoltaico, geotermico, solare termodinamico. Per quanto riguarda il fotovoltaico, bisogna puntare sull'installazione presso grandi aziende, edifici pubblici e privati, mentre meglio evitare di utilizzare dei terreni agricoli produttivi. Naturalmente su questo tipo di energie necessario dare un'accelerata alla ricerca, per migliorarne l'efficienza. Si dovr arrivare a una vera rete di rinnovabili, che ora manca. Tuttavia dovremo sempre tenere in mente una cosa: non potremo pi avere una rete energetica che possa sostituire il petrolio. Dovremo quindi imparare a farci bastare il rinnovabile, e qui si torna al discorso che facevamo prima, sul cambio decisivo degli stili di vita.

li alti prezzi dei carburanti, ormai quasi insostenibili, non danneggiano solo gli automobilisti: anche i benzinai, infatti, si trovano in forte difficolt. Da un lato sono bersaglio delle accuse della gente, dallaltra devono fare i conti con le imposizioni dettate dalle compagnie petrolifere. Il nostro guadagno resta sempre di 4 centesimi lordi a litro spiega Graziano Bossi, responsabile della Figisc Ascom di Cremona, che lamenta una situazione ormai insostenibile. Tutti gli aumenti a cui stiamo assistendo in questo periodo dipendono dalle tasse imposte dal Governo, che sono pari al 67% del costo totale del carburante. Poi ci sono i profitti della compagnia, le spese... il nostro margine di guadagno minimo: siamo l'ultimo anello della catena. Anche i prezzi sono decisi delle compagnie, che spesso scelgono di differenziarli nello stesso territorio. Lo stesso vale per gli sconti: non sono decisi dagli esercenti, nella maggior parte dei casi. Spesso ci impongono di fare determinati sconti e noi ci rimettiamo parte del nostro guadagno spiega ancora Bossi. A volte invece siamo noi stessi a esservi

Anche i benzinai vittime dei rincari


costretti, se vogliamo restare sul mercato. Anche i prezzi pi bassi che spesso si vedono ai self-service sono decisi dalle compagnie, anche se, come sottolinea il responsabile Figisc, spesso in questo senso le compagnie - e anche qualche gestore poco onesto - praticano pubblicit ingannevole, mettendo sui cartelli i prezzi gi scontati, quando invece sui cartelloni dovrebbe essere segnato il prezzo pieno e a parte lo sconto valido per il self service. Del resto la crisi pesa notevolmente anche su questa categoria, come testimoniano i dati rilevati proprio dalla Figisc: per i gestori del cremonese diminuito un volume di vendita complessivo pari a 3,5 milioni di litri nel giro di un anno. Questo significa che un impianto medio-piccolo ha perso dal 20 al 40 per cento dell'erogato spiega Bossi. Addirittura capita spesso che molti lascino spento il selfservice, la sera, in quanto il guadagno di quelle ore non basta neppure a coprire i costi. Questo un altro chiaro segnale della crisi: la gente consuma meno, non fa pi il pieno, spesso rinuncia a viaggiare e lascia a casa l'auto. Questo calo dei volumi di vendita dipende dall'economia che non gira:

5 La protesta della Figisc: Il nostro margine di guadagno minimo, si vuol far scomparire questa figura professionale
qualcuno addirittura tira fuori la scusa di "aver dimenticato a casa il portafogli". I benzinai sono in difficolt, a causa di una politica, da parte delle compagnie, che punta al modello francese: portare tutte le pompe di benzina ad essere solo self-service. Nella nostra provincia ci sono 150 impianti, e questo significa che circa 300 famiglie resterebbero senza un reddito, se si togliesse la figura del benzinaio spiega Bossi. Senza contare che verrebbe meno anche una componente di sicurezza che la presenza umana garantisce. Le compagnie vogliono abbattere i costi, ma in questo modo abbattono le persone e rovinano delle vite. A tutto questo si aggiunge il fatto che il decremento delle vendite porta i gestori ad essere spesso esposti nei confronti delle banche: qualora quest'ultime dovessero "chiudere i rubinetti", molti gestori rischierebbero il fallimento. I benzinai denunciano anche un'altra questione che spesso sottaciuta: il loro continuo contatto con il benzene comporta rischi per la salute. Spesso veniamo sottoposti a controlli medici a causa della tossicit dei carburanti, che ci pone costantemente a rischio di contrarre tumori e leucemie.

Graziano Bossi, responsabile Figisc Ascom

l'artigiano non si muove pi perch non c' lavoro, la gente gira meno, non esce la sera e sta a casa nei fine settimana. Secondo Monti in questo modo l'economia dovrebbe ripartire. A mio avviso la si sta affossando ancora di pi. Chi prima faceva il pieno ora fa 20-30 euro. Chi prima ne metteva 30, ora ne fa 5 o 10. Chi paga con la carte di credito arriva a met del mese a non aver gi pi disponibilit,

Un prezzo che pone l'Italia fuori dal mercato europeo: cos la Cna definisce il costo attuale dei carburanti. Per questo la Cna Fita scrive al presidente Monti chiedendo: la sterilizzazione dell'Iva sulle accise, una decisa liberalizzazione della distribuzione del carburante e una Borsa europea del petrolio. Secondo Francesco Ferruggia, presidente di Cna Fita Cremona con circa 0,27

Cna: Un prezzo che pone lItalia fuori dal mercato europeo


centesimi in pi rispetto alla media europea a 27 che fissa il prezzo alla pompa ad 1,465 euro, siamo decisamente fuori mercato. Un autotrasportatore italiano oggi costretto a pagare 33 centesimi in pi di un suo collega francese, oltre 20 centesimi di quello tedesco, 35 centesimi di quello spagnolo, 33 centesimi di quello austriaco e ben 43 centesimi in pi di quello sloveno. Una competizione impari, anzi inesistente perch "inesistente" in Italia la liberalizzazione della distribuzione dei carburanti. La Cna Fita denuncia il superamento della soglia psicologica di 1,8 centesimi definendola come drammatica ed insostenibile per l' autotrasporto italiano: secondo l'associazione, se non si correr ai ripari in tempi brevi sar inevitabile la protesta della categoria. Quali soluzioni? La sterilizzazione dell'Iva sulle accise, come chiesto al governo, porrebbe fine al fenomeno delle "tasse sulle tasse" reso ancora pi gravoso dallo stesso incremento dell'aliquota Iva recentemente introdotta. Nel medio lungo periodo, invece, la Cna invita l'esecutivo ad un pi deciso e risoluto intervento nella liberalizzazione. Le aziende conclude Ferrug-

gia non riescono pi a sopportare il peso di un aumento dei costi interamente assorbito o scaricato sulle imprese di trasporto. Anche se ci danno continuamente la colpa dellaumento dei prezzi dei beni di consumo, questo non vero e possiamo dimostrarlo con dati alla mano. Non spaventiamoci se poi la protesta assume caratteri spontanei e difficilmente controllabili.

Sabato 3 Marzo 2012

Ci sono anche due cremonesi tra gli 11 arrestati dalla Guardia di Finanza di Sondrio per un girodifatturefalseperoltre400milionidieuro,che ha comportato un'evasione, in termini di imposte dovute, superiore agli 80 milioni di euro. L'operazione, denominata "CarWash", che ha impegnato oltre 200 finanzieri nel centro-nord Italia, ha consentito di colpire il cuore dell'organizzazione, giungndo al sequestropreventivoper"equivalente"di8immobiliresidenziali(tracuiunalussuosavillaconpiscina), un capannone industriale di oltre 2.000 mq per un valore complessivo di circa 3.300.000 euro; pi di 50 autovetture di lusso tra cui Porsche, Jaguar, BMW, Land Rover per un valore complessivo stimato di circa3.000.000dieuro,nonchconticorrenti,titoliepreziosiperunvaloreancorainviadidefinizioneedallostatoparia1.000.000euro.Intuttosono83lepersonedenunciate,11gliarrestati(8personesonofiniteincarceree3domiciliari).DuediquesteinprovinciadiCremona.Sitratta di F. C., un 42enne residente nel Cremasco ma originario di Milano e V. G., pizzighettonesedel'44eresidentenelLodigiano Il sodalizio era architettato su due distinti livelli: il primo composto da tre concessionari, operanti nelle province di Lodi, Treviso e Mantova, allapparenza regolari ma gestiti da altrettantiimprenditoriingradodifinanziarel'interomeccanismo di frode, nonch di immettere le autovetture sul mercato lecito. Il secondo, costituito da 16 societ tecnicamente qualificabili come "cartiere" o "filtri", il cui unico scopoeraquellodiinterporsinell'acquistodegliautoveicoli destinati ai concessionari del gruppo per poter frodare l'Iva dovuta allo Stato, oppure di inserirsi a loro volta tra i concessionari ed altre cartiere rendendo ancora pi intricatala"rete".Tuttopersmistare,incanalareecancellare il pi possibile le tracce in una complessaretedisociet.Lecartierehannosistematicamenteomessodiadempiereaqualsivogliaobbligo dichiarativo e di versamento. Gli autoveicolinonvenivanomovimentatifisicamenteincorrispondenza dei passaggi "fatturati", ma gli stessivenivanospostatidirettamentedalfornitoreiniziale, sia italiano sia estero, al concessionario finale. mi.sco.

Evasione fiscale, anche due cremonesi nella rete delle Fiamme Gialle di Sondrio

OperaziOne car wash

Attualmente Cremona non compare come aderente alliniziativa sul sito web del progetto UE
E del novembre 2010 lultima interrogazione del Pd in Consiglio sullo stato di avanzamento dei lavori. Da allora pi nulla
di Michele Scolari

Che fine ha fatto il Patto dei Sindaci?


Il Patto rappresenta unoccasione per armonizzare tutte le azioni in atto nei vari settori per contrastare il fenomeno dellinquinamento
le competenze energetiche allinterno dellAmministrazione comunale e la sensibilizzazione della cittadinanzasulprocessoincorso. Ancoraanovembre2011,undossier di Legambiente lamentava che, al momento, solo 4 citt in Italia avevano gi pronto il PAESmentreCremonarientravanell'elenco dei 24 ritardatari per cui la Commissione Europea aveva decisoperunasospensionetemporanea. Stando a quanto si apprende, pare che l'inventario delle emissionidigassulterritoriosiastatorecentemente ultimato. E nei giorni precedenti, l'Assessore Bordi ha comunicato che si anche conclusa la garad'appaltoindettaperlanominadell'ente partner del Comune, partner specializzato nei settori dell'efficienza energetica e dell'ediliziaabassoconsumoenergeticonellaredazionedelPianod'Azione. Ma, curiosamente, sul sitowebdelPattodeiSindaciperl'Italia, il Comune di Cremona non risulta attualmente tra gli iscritti al Patto,neppuretraquellicheancoradevonoredigereilPAES. llpattodeiSindaciunacosaseria, perch prevede verifiche e controlli.ancheunostrumentoconcreto perch la battaglia contro i cambiamenticlimaticivacombattutaevinta principalmente nelle aree urbane - ha dichiarato il presidente nazionale di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza -. La riqualificazione delle nostre citt in chiave energetica ma anche in tema di mobilit e trasporti , infatti, la principalesfidaperlosviluppodisettorieconomici importanti come ledilizia ed insieme per il miglioramento della vivibilitdeinostricentriurbani. ProprioilPattodeiSindaci,alqule gi molti comuni della Provincia hanno aderito (tra cui Castelverde, Vescovato, Pieva San Giacomo,Cicognolo,IsolaDovarese)rappresenta la possibilit di un proget-

Cremona

he fine ha fatto a CremonailPattodeiSindaci,l'iniziativa internazionale promossa dall'Unione Europea e rivolta ai sindaci iutta uropa aggiungere li biettiviisdt E r go f satidallUEperil2020,conl'obiettivodiridurrealmenodel20%leproprie emissioni di gas serra attraverso politiche e misure locali che aumentino del 20% il ricorso alle fonti di energia rinnovabile, che migliorino del 20% lefficienza energetica he ttuino rogrammi d oc ul iec a p a h s r sparmio energetico e sulluso razionaledellenergia? Risale alla fine del 2010 l'ultimainterrogazioneconlaqualeAlessia Manfredini del Pd chiedeva ragguagli sullo stato di avanzamento dei lavori sulla tabella di marciaprescrittadallanormativadelpatto (al quale il Comune di Cremona aveva aderito condelibera consiliare nel novembre del 2009). Nel luglio 2011, l'Assessore comunale all'ambiente Francesco Bordi rispondeva che in data 5 luglio venivacomunicatalesclusionedelComune di Cremona dal Patto dei Sindaci mailComuneavevachiestolariattivazione della partecipazione al Patto dei Sindaci impegnandosi a presentare linventario delle emissionieilPianodAzione. Il Patto prevede infatti per i comuni aderenti varie azioni, suddivise in 4 steps: all'adesione formale al Patto seguirebbero la predisposizionediuninventariobasedelleemissioni di CO2 (baseline), la redazione del Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile (PAES), la predisposizione di un sistema di monitoraggio degli obiettivi e delle azioni previste dal PAES, il rafforzamento del-

to di pi ampio respiro e di pi larga diffusione in grado di offrire una risposta concreta al problema dell'inquinamento dell'aria fa sapere la Manfredini. Un progetto che andrebbe ad agire non solamente sulle emissioni del parco auto ma in grado di intervenire anche su una gamma pi vasta di altri settori, come gli edifici pubblici, l'industria, la produzione di energiaelamobilitsostenibile,correlandoinunquadropiorganicoleazioni in atto separatamente in tali settori. Un'iniziativa tanto pi importante dunque dopo che nel dossier redattodaBo Richter Larsen,emersoche,sulnostroterritorio,solopocopuoessereguadagnatodamisuredimitigazionelocaleedibrevetermine come i blocchi del traffico adhoc durante picchi di inquinamentoorestrizionialtrafficoinzoneconfinate delle citt. Strategie coordinate di abbattimento su larga scalaealungoterminesonorichieste.

Cremona

Sabato 3 Marzo 2012

Nolli:Irpef, gli aumenti sono stati necessari


M
Ai tagli dei trasferimenti statali il Comune ha dovuto far fronte con lincremento delle imposte. Ora si punta a ottimizzare i servizi e a incentivare turismo e cultura
di Martina Pugno entre gli aumenti legati a tasse e imposte e limpennata dei prezzi, dai generi di prima necessit al carburante, si fanno sentire a livello nazionale, balza in questi giorni all'attenzione anche un dato poco incoraggiante relativo alla citt di Cremona: secondo lo Spi- CGIL, nel 2011, in citt, gli aumenti relativi alle aliquote Irpef hanno sforato il 100%; in aumento anche la Tarsu, tassa sui rifiuti al centro di polemiche legate alla qualit del servizio nel Comune di Cremona. La situazione locale assume particolare rilievo se si considera che il nostro Comune si pone tra i primi quattro per aumento percentuale, riflettendo dunque l'andamento nazionale caratterizzato dalla crescita di imposte e diminuzione di servizi legati al welfare. Un binomio che per, come afferma l'assessore al bilancio Roberto Nolli, non si verificato in citt: Gli aumenti sono stati necessari per fare fronte ai tagli effettuati a livello statale, tuttavia abbiamo mantenuto invariati i servizi, incrementando gli investimenti nei settori della cultura e del sociale. Mentre nelle casse del Comune sono arrivati, nel corso del 2008, sette milioni e mezzo di euro in meno, la manovra ha comportato un aumento dell'imposta Irpef che ha permesso di recuperare due milioni di euro; i restanti sono stati recuperati invece grazie all'ottimizzazione, riducendo ad esempio di tre milioni annui le spese per le consulenze esterne, nonch grazie alla lotta all'evasione fiscale. Mentre nel 2008 erano stati rispettati solo otto parametri di virtuosit, nel 2011 sono stati rispettati tutti e dieci. Tutto ci ci ha permesso di chiudere il bilancio, dopo anni di disavanzo, non solo in pareggio, ma addirittura in lieve avanzo che ha comportato la riduzione del debito pubblico cittadino del 10%, passando da 50 milioni a 45. A fronte degli ulteriori tagli previsti per il 2012, dunque, il principale terreno di battaglia sar l'ottimizzazione delle risorse e dei costi di gestione dell'apparato burocratico: Verr fatto uno sforzo assoluto per non imporre ulteriori aumenti n delle aliquote Irpef n della Tarsu quest'anno, e i servizi finora garantiti continueranno ad essere tali. Sono altre le strade che verranno quindi intraprese per fare fronte agli ulteriori tagli degli interventi statali: Continueremo a puntare sull'ottimizzazione e sull'aumento delle entrate, investendo nel sociale e nella cultura. Occorre promuovere il concetto che la cultura meriti di essere pagata: incentivare le visite al museo favorisce le entrate comunali, ma anche degli esercizi commerciali, che a loro volta potranno ampliare i propri plateatici e di conseguenza contribuire maggiormente agli introiti coCReMoNa Marsala Carrara Lamezia Terme Imola Roma Brindisi Bari Napoli

Lassessore al bilancio replica ai dati dello Spi- CGIL che denunciano un aumento dellaliquota del 100%

Irpef

TArSU
+100% +100% +100% +100% +100% +82,5% +36,4% +32% +15,6% del servizio di raccolta differenziata all'intero territorio comunale, l'assessore risponde: Il servizio va gestito in maniera progressiva, e anche in questo caso la parola chiave ottimizzazione. Preferiamo puntare innanzitutto su questo, prima di estendere il servizio. Se non fosse stata una priorit di questa Amministrazione, comunque, non avremmo introdotto il servizio che precedentemente era completamente assente. La qualit e la diffusione del servizio aumenter, ma il costo del servizio rester lo stesso. Il servizio di raccolta differenziata attivo su circa il 40% del territorio comunale, afferma l'assessore, attualmente sotto osservazione, al fine di svilupparlo al meglio e ridurne il pi possibile i costi. Perch pagare un servizio undici quando lo si pu pagare dieci? Allo stato attuale, ad esempio, il Comune copre Reggio Calabria L'Aquila Catania Lecce CReMoNa Palermo Torino Napoli Milano +64% +53% +35,4% +34% +15% +6% +3% +3% -4,3%

Lascia spazio a maggiori polemiche munali. In questo senso, incentivare il l'aumento della Tarsu, a fronte di un turismo va a vantaggio dell'intera citt. servizio non ancora efficiente in tutte le Resta il fatto, per, che l'aumento Irzone della citt. pef nel corso del 2011 rilevato a CremoNon possibile fare miracoli gratis, na si posiziona tra i pi consistenti a li il commento dell'assessore Nolli. Si vello nazionale: Presentati in questo tratta di un servizio che modo i dati sono fuorper essere migliorato rivianti, peraltro per steschiede tempo e denaro: so riconoscimento della un sistema di raccolta riSpi-CGIL, e non sono infiuti efficiente va organizdicativi dell'effettivo pezato e pagato. Voglio riso fiscale. E' vero, l'aucordare che fino al 2008 mento ha superato il la raccolta rifiuti differen100% a livello percenziata non era nemmeno tuale, ma resta il fatto stata introdotta. Noi siache le aliquote Irpef si mo riusciti ad ottenere gi mantengono comunque tantissimi miglioramenti al di sotto della media in poco tempo, ad un lombarda. A Cremona Roberto Nolli prezzo bassissimo. attualmente l'aliquota A chi accusa l'Amministrazione coallo 0.35, contro una media regionale munale di investire molto pi impegno e dello 0.58. Sondrio, ad esempio, allo risorse nel risanamento del bilancio, a 0.80. Chiedo ai cremonesi: a fronte di tutto vantaggio anche dell'immagine questi dati relativi all'aumento percendell'Amministrazione stessa, rispetto tuale, preferiscono pagare lo 0.35 a all'impegno mostrato nell'estensione Cremona, o lo 0.80 a Sondrio?.

I dati relativi allaumento del 100% sono fuorvianti

il 75% dei costi, ma con alcuni miglioramenti la stessa cifra potrebbe essere sufficiente per coprire l'85%. Ci sono per delle questioni da risolvere e valutare: la penetrazione nelle case ad esempio non semplice, perch il centro storico ampio e anche la circolazione con i mezzi di raccolta risulta difficoltosa. In alternativa, c' la possibilit della raccolta notturna, ma anche questa presenta delle difficolt: occorre abituare i cittadini a lasciare fuori dalle abitazioni i sacchi contenenti il materiale da ritirare nelle ore serali, con il rischio che ci si dimentichi o li si ponga all'esterno gi in mattinata, svalorizzando il centro storico. Ancora nubi, insomma, per quanto riguarda il futuro della raccolta differenziata a Cremona, ma almeno consola una certezza: per quest'anno non ci saranno ulteriori aumenti riguardanti il costo del servizio.

Quinzani: Accettabili gli aumenti, ma gli introiti dovevano essere investiti a favore dei cittadini
Un aumento giustificabile, quello dell'Irpef al centro delle polemiche sorte in questi giorni, ma i cui introiti devono essere meglio gestiti: questa l'opinione espressa da Ferdinando Quinzani (Cremona per la libert). Bisogna considerare che l'aliquota Irpef rimasta ferma a lungo negli anni passati, e che a fronte dei tagli compiuti dal Governo necessario in qualche modo far quadrare i conti. Esprime qualche perplessit, invece, nei confronti degli investimenti fatti con gli introiti addizionali legati

agli aumenti: Premetto che faccio riferimento solamente ai dati relativi all'anno scorso, poich il bilancio per il 2012 ancora non stato ufficialmente presentato e discusso. Ritengo l'aumento Irpef una manovra generalmente equa, in quanto in grado di influire sui singoli cittadini in modo percentuale, proporzionalmente al red-

Tarsu, aumentati i costi nel 2011, ma non la qualit del servizio


dito. Non sono per totalmente d'accordo con l'uso che si fatto con gli introiti in questo modo recuperati: in particolare in questo momento di difficolt, ritengo si sarebbe dovuto puntare maggiormente ad un miglioramento del welfare, fornendo validi sistemi di supporto alle famiglie, con contributi per gli asili, gli ospizi, le mense scolastiche... Il maggiore sacrificio richiesto ai cremonesi non copre, a mio avviso, questi fabbisogni. Ulteriori tagli potevano essere fatti alla macchina amministrativa: personalmente, ho proposto gi un anno e mezzo fa la riduzione del numero di consiglieri da dieci a otto. Per quanto riguarda la Tarsu, poco da aggiungere, i

Ferdinando Quinzani

dati riflettono la realt: Cremona indietro. Ad un aumento della tariffa dovrebbero corrispondere miglioramenti del servizio, ma cos non stato .

affermata industria alimentare seleziona venditrici/ori


per vendita diretta alle famiglie consumatrici gi fidelizzate e acquisizione nuova clientela. Si richiedono: cultura, presenza, dialettica e buona volont. Si offre unattivit continuativa e stimolante nella propria provincia di residenza con provvigioni mensili. Prima dellattivit previsto un corso di formazione teorico/pratico retribuito con stipendio, auto aziendale e rimborso spese.

RICERCA PERSONALE
(anche prima esperienza)

SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO,

PREAN s.r.l.

Il 5 marzo Roberto Maroni a Cremona


Luned 5 marzo alle ore 21, lonorevole Roberto Maroni terr un incontro pubblico a Cremona presso il Palazzo Cittanova. Sar loccasione per contrastare le scelte del Governo delle Banche, dei banchieri e dei poteri forti dichiarano i vertici cremonesi del movimento. Secondo Maroni, infatti, proprio sul federalismo il Governo Monti ci ha messo due dita negli occhi, e chi ha votato la manovra come il Pdl ha contribuito a mettere due dita negli occhi alla Lega. Quando uno lo fa una, due, tre volte e poi viene a dirmi facciamo gli accordi pertanti esempi che potrei fare dellinversione di rotta del Pdl rispetto agli impegni presi con noi, noi siamo coerenti sui nostri impegni gli altri no. Noi siamo leghisti, siamo barbari un po' sognanti, i barbari le hanno prese dai romani. Noi oggi vogliamo prenderci la rivincita. E noi siamo persone semplici: se stai con me facciamo laccordo, se no ognuno con la sua strada. Perch, i cittadini non capiscono, non capirebbero perch si portano via i nostri soldi, per colpa di Monti e di chi lha votato e poi facciamo lalleanza con questi qua.

Telefonare al 800327701 oppure inviare cv con foto job@vezza.it www.vezza.it

DA INSERIRE NEL PROPRIO ORGANICO per la zona di Cremona e provincia

Tel. 0372 436912 - 366 7450671 www.prean.com

ch conviene a loro sul territorio, io gli dico: non va bene, non si pu. Lo stesso Maroni dichiara che: questo uno solo dei

Sabato 3 Marzo 2012

Cremona La sociologa Carmen Leccardi: Il capitale umano femminile viene decisamente sottovalutato Il 50% dei Cda delle partecipate saranno in rosa
A Cremona il 50% dei consigli di amministrazione delle societ partecipate dovranno essere composti da donne. Un grande risultato, ottenuto nel corso dell'ultimo consiglio comunale, con un ordine del giorno - presentato dal gruppo consiliare del Pd - votato quasi all'unanimit (con la sola esclesione della Lega). Il documento richiamava la normativa nazionale che dal 2012 obbliga i consigli di amministrazione e gli organi di controllo delle societ quotate e delle controllate pubbliche ad adeguarsi alle nuove norme che impongono la rappresentanza di genere del 30% subito e del 50% entro il 2015. Si ricordava inoltre che in caso di inadempienza, scatteranno provvedimenti sanzionatori da parte della Autorit di vigilanza, anche di natura economica e pena la decadenza dello stesso consiglio di amministrazione. Il Pd evidenziava quindi la necessit di procedere a garantire una altrettanta equa rappresentanza di genere nei consigli di amministrazione delle societ partecipate di questo Comune nella quali la presenza femminile oggi pressoch inesistente. Tutto ci considerato che la presenza femminile nelle istituzioni locali non solo una questione di democrazia, ma rappresenta una strada necessaria per rinnovare la politica e la pubblica amministrazione. Alla luce di tutto questo, il documento impegna il sindaco e la Giunta ad avviare le procedure per arrivare ad una modifica statutaria che introduca la garanzia di una rappresentanza paritaria di genere nelle aziende partecipate; ad affidare alle rispettive commissioni consiliari, l'incarico di elaborare una proposta di modifica dell'art. 12 dello Statuto comunale introducendo una formula che obblighi al rispetto della normativa nazionale.

Le iniziative

Un 8 marzo tra luci ed ombre


C
di Daniele Tamburini ome ogni anno, l'8 marzo le donne diventeranno protagoniste, per un giorno, dei mezzi di informazione. Mimose e dibattiti: ma il resto dell'anno? La parit dei diritti tra uomo e donna esiste, sancita dalla Costituzione e da tante leggi successive, ma, nella realt, le cose stanno proprio cos? O ci sono ancora disuguaglianze, magari non palesi, ma concrete? Il carico del lavoro familiare si fa ancora sentire in maniera rilevante? E la questione della rappresentanza politica femminile, cos scarsa, nel nostro Paese, e certamente non corrispondente al ruolo che le donne hanno nella societ? Non ultima questione, quella del lavoro, del lavoro che non c', del lavoro precario, che coinvolge molto le giovani donne. Ne parliamo con Carmen Leccardi, docente ordinario di sociologia dell'Universit Bicocca. do si parla di donne in posizioni dirigenziali: se vero che le giovani hanno una migliore istruzione, voti pi alti e ci mettono meno a concludere gli studi rispetto ai loro coetanei maschi, a conti fatti la loro presenza ai vertici risulta sempre scarsa.

Lunedi 5 marzo - ore 17.30 (Sala Eventi SpazioComune). Incontro: La condizione femminile nella storia. Dal 6 al 18 marzo - ore 18 (Palazzo Comunale, Sala Alabardieri). Inaugurazione mostra di pittura Trame cromatiche dellanima di Antonella Giapponesi Tarenghi. Martedi 6 marzo - ore 10 e ore 21 (Teatro Monteverdi). Spettacolo teatrale Gioco di specchi. Da Mercoledi 7 a domenica 11 marzo - or 16-19 (Sala S. Vitale). Mostra darte contemporanea al femminile: Donna emozioni a colori. Mercoledi 7 marzo (Museo Archeologico - Via San Lorenzo 4) - ore 17 Mostra: "I reperti fantasma. Un cesto e altri oggetti in legno di 2000 anni fa". Gioved 8 marzo (sala Maffei - Camera di Commercio) - dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 16. Convegno Conciliazione per integrare vita e lavoro. Giovedi 8 marzo - ore 17 (Teatro Monteverdi) Proiezione cinematografica Il primo respiro. Gioved 8 marzo - Entrata gratuita nei musei comunali per tutte le donne. Gioved 8 marzo (Ospedale di Cremona) Open day "La salute delle donne al centro dell'attenzione". Venerdi 9 marzo - ore 15.30 e 17 (Centro Culturale S. Maria della Piet). Visita guidata Mostra Leleganza del Segno Federica Galli Sabato 10 marzo - ore 16.30 (sala Puerari c/o Museo Civico Ala Ponzone). Conferenza: Consapevolezza dello stalking Intervento sugli aspetti giuridici e psicologici dello stalking. Domenica 11 marzo - ore 18 (Teatro Monteverdi). Spettacolo danza con Happy hour Emozioni Domenica 11 marzo (Canottieri Dopolavoro Ferroviario). La corsa rosa - Marcia podistica di Km. 5,5 e Km. 11 non competitiva delle Donne, aperta a tutti. Partenze libere dalle 8.30 alle 9.30 partenza ufficiale (con foto) ore 9.30 Iscrizione con pacco gara (euro 3).

Il nostro welfare insufficiente per accompagnare le donne nel lavoro di cura

Professoressa Leccardi, tra poco sar l'8 marzo e si parler di donne: le conquiste delle donne, le difficolt delle donne. Un quadro di luci e ombre. Vuole parlarcene? La situazione, in effetti, davvero ricca di luci e ombre. Da un lato abbiamo una realt normativa che dovrebbe consentire le donne di essere cittadine "a tutto campo". Dall'altra vi sono delle pratiche quotidiane e delle visioni culturali che continuano a dominare il mondo sociale, in base alle quali le cose non vanno propriamente come dovrebbero. Purtroppo esiste infatti un gap notevole tra quanto possibile fare sulla carta e quanto invece effettivamente realizzabile. Questa situazione rappresenta una difficolt soprattutto per le giovani generazioni, che rispetto alle loro madri non hanno vissuto in prima persona i risultati delle mobilitazioni degli anni 60-70, e si trovano invece a dover affrontare la realt di porte che dovrebbero essere spalancate ma che invece restano pervicacemente chiuse. Ora che le donne, grazie alla cultura e alle competenze acquisite, hanno aumentato le loro possibilit, non riescono cos a concretizzarle nel quotidiano. In questo modo il capitale umano femminile viene decisamente sottovalutato. Questo ben visibile quan-

A questo proposito in Italia balza all'occhio la scarsa rappresentanza politica delle donne. Perch partiti ed istituzioni "resistono" alla presenza femminile? Purtroppo nella politica le donne sono ancora il fanalino di coda, come del resto accade negli ambienti istituzionali. Ci sono vincoli legati a una tradizione di esclusione delle donne dal mondo politico che ancora non sono stati abbattuti. I partiti sono da sempre strutturati con logiche di potere maschile. Del resto anche le tempistiche negli ambienti politici sono costruite su misura dell'uomo, possibilmente scapolo e senza vincoli familiari. La stessa opinione pubblica ancora oggi manifesta un consenso limitato rispetto alla presenza femminile in politica. Chiara Saraceno (una delle sociologhe italiane di maggior spicco, nota per i suoi studi sulla questione femminile nel mercato del lavoro, ndr) non a caso nei suoi studi parla di monopolio maschile delle posizioni politiche, e sostiene la necessit di rompere questa quota monopolistica. Invece ancora oggi queste situazioni vengono date per scontate.

Continuiamo ad assistere al monopolio maschile delle posizioni politiche

Un altro dato, che emerge in diverse ricerche sociologiche, la diversa concezione di potere che hanno uomini e donne. Si tratta di una differenza che tende spesso a emergere anche in Parlamento, quando si vedono coalizioni femminili trasversali, di donne appartenenti alle pi diverse forze politiche. Purtroppo, per, spesso le donne non riescono a portare nella politica la propria visione delle cose, e finiscono con l'essere isolate. Si dice che la stagione del femminismo sia passata, e che le donne abbiano necessit, pi che di rivendicare diritti, di essere protagoniste reali del lavoro, dell'economi,a della politica. Lei che ne pensa? I movimenti femministi oggi hanno la possibilit di esprimere meglio le proprie posizioni grazie anche alle nuove tecnologie, che permettono una rapida diffusione delle informazioni. Oggi questi movimenti si dimostrano particolarmente consapevoli e capaci. Si tratta ora di riuscire a riversare questa forza sia nella costruzione di rapporti tra vecchie e nuove generazioni femministe, sia all'inter-

no delle istituzioni. Invece questa forza rischia spesso di perdersi ogni qualvolta si devono prendere delle decisioni. C' anche un altro aspetto da considerare: negli ultimi anni stato fatto un uso sbagliato del corpo della donna, e spesso il "velinismo" si introdotto anche nella politica, con risultati deleteri. Un utilizzo che stato ripreso con forza anche nei messaggi mediatici quotidiani: passa l'idea di una donna-oggetto. Una visione che va assolutamente estirpata. Un problema ancora attuale della dimensione femminile quello del lavoro "nascosto", quel lavoro di cura che le donne compiono quotidianamente ma che raramente viene riconosciuto e valorizzato. Ci nonostante il fatto che, sui presupposti della parit dei sessi, ormai donne e uomini lavorano e vanno in pensione alla stessa et. Qual la sua opinione? La prima discriminazione sta nel tempo che uomini e donne dedicano all'attivit di cura: secondo l'Istat per la donna circa tre volte superiore a quello del partner. Questo si lega alle difficolt del

mondo del lavoro: l'Italia non ha raggiunto l'obiettivo previsto dal trattato di Lisbona, che prevede un'occupazione femminile al 60%. In Italia, infatti, raggiungiamo appena il 50%. Intanto la donna si trova dover fare i conti con un carico di impegni decisamente eccessivo, tra famiglia, figli e anziani da accudire, senza che vi sia un welfare in grado di accompagnarla nel lavoro di cura. A questo si aggiunge il problema dell'et pensionabile: il lavoro di cura della donna non mai stato remunerato, ma almeno veniva riconosciuto con un pensionamento anticipato. L'equiparazione dell'et pensionabile porta alla necessit di trovare un'altra forma di remunerazione per la donna. Ora, una domanda sulle giovani donne, che spesso sono strette tra il desiderio di trovare lavoro e affermarsi nella societ, e quello della famiglia e della maternit. Quali prospettive per loro? C' la possibilit di conciliare ogni cosa? Sotto un certo profilo le biografie maschili e femminili sono omogenee. C' un livello in cui entrambi i generi si confrontano con le stesse contraddizioni. Per per le donne c' in pi la difficolt di conciliare i tempi biologici con quelli lavorativi. Il tema della maternit conta molto per le giovani donne, ma spesso viene sottaciuto, se non addirittura esasperato. Basti pensare che spesso durante il colloquio lavorativo si chiede alla donna se desideri avere dei figli, in quanto questo incide sulle prospettive di assunzione. Quindi chi progetta la maternit si scontra con il precariato e con impegni insostenibili. Purtroppo al momento l'unica soluzione che viene individuata per conciliare i tempi lavorativi e quelli familiari, quella di una negoziazione con il proprio partner. C' poi il problema delle dimissioni in bianco, che esprime a pieno il gap tra le normative e quanto viene effettivamente attuato. Il problema che c' sempre qualcuno che cerca di rimettere in discussione diritti gi acquisiti, cos che spesso ci si trova a combattere battaglie vecchie accanto a quelle nuove. Le giovani donne, tuttavia, hanno una grande forza: la capacit di costruire progetti a breve e medio termine, in cui sono padrone del proprio tempo. Dunque se si riuscir ad abbattere il muro della strumentalizzazione del corpo femminile, si apriranno nuove modalit di ricerca.

cremona
Adriano Bruneri, responsabile Fita: Per lo sviluppo del territorio bisogna costruire le infrastrutture
Anche la Cna interviene nel dibattito sul terzo ponte, a fronte dei numerosi problemi che in questi giorni interessano il ponte sul Po, chiuso al traffico pesante per problemi strutturali. I problemi legati al ponte sul Po ci trovano costretti ad intervenire nuovamente su una questione fondamentale che legata allo sviluppo del nostro territorio, sottolinea l'associazione rappresentante degli artigiani. Se consideriamo la situazione infrastrutture del nostro territorio, sarebbe troppo facile affermare che si vuole isolare Cremona per avvantaggiare altre localit ma non ci sentiamo di cavalcare questa tesi. Vogliamo per affermare che mentre noi stiamo attenti a salvaguardare il nostro territorio da un possibile sviluppo economico e da un possibile evento facilitatore di sviluppo industriale con conseguente sviluppo occupazionale, altri, gi serviti da infrastrutture costruiscono insediamenti logistici ed industriali sul piacentino. Cna spezza dunque una lancia a favore del terzo ponte, indicandolo come infrastruttura necessaria alle esigenze delle nostre imprese. Non capiamo perch a Cremona debba essere vietato dare un senso al Porto ed alle future aree di Tencara attacca Adriano Bruneri, responsabile della Cna Fita di Cremona. Non credo alla guerra tra territori, ma necessario riflettere sui dati e sui fatti. Anni fa come associazione avevamo detto, chiesto ed auspicato che il traffico pesante continuasse a transitare sul ponte di ferro ad alcune condizioni: il divieto di passaggio veicoli eccezionali; listituzione di

Sabato 3 Marzo 2012

La Cna favorevole al Terzo Ponte


Assurdo non dare un senso al Porto e alle aree di Tencara
dissuasori della velocit e sanzioni pesantissime a chi avesse fatto il furbo infrangendo i divieti. A parte il primo punto gli altri non sono stati rispettati, perch? E una domanda legittima a cui non c per ora risposta. In effetti la diminuzione della velocit di percorrenza avrebbe consentito ai veicoli di transitare normalmente perch esiste una stretta dipendenza sullelasticit del manufatto che diversa tra frequenza di transito e velocit di transito. Non insistiamo su questioni che meriterebbero ben pi di una riflessione continua Bruneri ma, ci che vogliamo esprimere che, proprio in virt dei volumi di traffico censiti ed

espressi, c la necessit di un terzo accesso (il terzo ponte, ndr). Qualche dato lo vogliamo dare anche noi: 1300 passaggi al giorno equivalgono a oltre 3 milioni di km in pi allanno con un aggravio a carico delle imprese di 2-2,5 milioni di euro in pi solo per consumi di carburante. Non ci paiono numeri da poco. A questo punto bisogna capire come procedere. E possibile immaginare quali sarebbero le conseguenze di un incidente sul ponte del Po autostradale?, si chiede la Cna. Secondo l'associazione decisamente pesanti. Siamo certi conclude Bruneri che la proposta di una tangenziale a doppio senso di marcia e a raso che, dalla localit Cristo (tra Monticelli e Castelvetro), risolverebbe alcuni problemi ma la domanda che poniamo

Le proposte del Cta Acli per viaggiare insieme. Dal 10 all11 marzo. Weekend dedicato alla visita di Firenze, Prato e della Villa Medicea di Poggio a Caiano. 18 marzo. Giornata dedicata a Lecco e ai luoghi manzoniani per ripercorrere le tappe che hanno portato alla creazione del romanzo storico de I Promessi Sposi. Dal 24 al 25 marzo Weekend dedicato alla visita del Principato di Monaco e della suggestiva sfilata dei carri di Sanremo in Fiore. Dal 27 al 31 marzo Tour della Costa Brava. Si visiteranno inoltre: Tossa de Mar, Barcellona, Girona e Figueras. 1 aprile. Una giornata allinsegna dello shopping allOutlet di Serravalle Scrivia dove sono presenti oltre 180 negozi delle migliori marche. Dal 05 all11 aprile. Tour della Polonia per Pasqua. Si visiteranno: Wadowice, Auschwitz, Cracovia, Breslavia e Czestochowa. Dal 5 all11 aprile. Soggiorno per Pasqua a Garda presso lHotel Bisesti 3***. Dal 06 al 09 aprile. Tour della Tuscia per Pasqua alla scoperta degli Etruschi. Si visiteranno: Bagnoregio, Caprarola, Tuscanica, Tarquinia e Viterbo. Dal 7 al 9 aprile. Una Pasqua alle Isole Tremiti, tra natura, arte e storia. Dall'8 all11 maggio. Pellegrinaggio a Lourdes. Dal 30 aprile al 01 maggio. Weekend dedicato alla visita di Venezia, citt unica al mondo, e delle Isole lagunari: Torcello, Burano e Murano. Dal 12 al 13 maggio. Weekend in Svizzera dedicato alla visita di Ginevra, Losanna e Montreaux. Dal 14 al 20 maggio Tour di Belgio e Olanda. Si visiteranno: Bruxelles, Gent, Brugge, Amsterdam e Marchen. Dal 29 maggio al 03 giugno. Tour dalla Germania sulle orme di Carlo Magno. Si visiteranno: Aquisgrana, Treviri, Colonia, Coblenza e Francoforte. Dal 30 giugno al 28 luglio. Soggiorni con turni quindicinali ad Andalo presso lHotel Stella Alpina 3***. Dal 01 al 29 luglio. Turni settimanali e quindicinali al Mare in Calabria a Cassano allo Ionio (Cosenza) presso il Villaggio Sibari Green 4**** DLe iscrizioni e tutte le informazioni relative agli eventi saranno fornite presso la sede di via SantAntonio del Fuoco, 9/A o contattando i numeri di telefono 0372.800423, 800429. Sito: www.ctacremona.it

Adriano Bruneri della Cna

: a cosa serve? Pur facendoci piacere lo sviluppo del piacentino, quella zona gi servita bene. Chiediamo almeno che le autorit locali si adoperino urgentemente per coinvolgere Anas a deliberare immediatamente e temporaneamente lutilizzo gratuito dellautostrada nel tratto da Cremona a Castelvetro fino alla costruzione del terzo ponte perch al danno non si aggiunga la beffa.

dopo lultimo incidente di via milano, in cui morta una donna, ordine del giorno del pd sul tema della sicurezza

trade poco sicure e incidenti frequenti: se ne discute in questi giorni a Cremona, soprattutto in merito alla pericolosit di via Milano e, pi in generale, alla scarsa sicurezza delle strade della nostra citt. Sotto accusa, in primo luogo, gli incroci con via Sesto e via Barosi. Tanto che i consiglieri comunali del Pd Elena Guerreschi e Daniele Bonali hanno predipsoto un ordine del giorno da discutere nel Consiglio. La situazione viabilistica di questarea presenta un alto tasso di criticit e rischio sia a causa dellinadeguatezza dellattuale segnaletica sia a causa dellelevata densit del traffico spiega Elena Guerreschi, che sottolinea la necessit di trovare al pi presto delle soluzioni condivise per mettere in sicurezza le strade, soprattutto a fronte del tragico incidente stradale che, nei giorni scorsi, ha

Guerreschi: Le possibili soluzioni vanno studiate con cura, ma intanto bisogna tamponare lemergenza
di Laura Bosio

Viabilit, servono misure urgenti


Maura Ruggeri Daniele Bonali Elena Guerreschi

provocato la morte di una giovane ciclista. I mezzi esposti ai rischi maggiori appaiono essere pedoni, biciclette e motocicli, sia in considerazione della mancata moderazione della velocit da parte delle vetture, sia a causa della persistente violazione del divieto di parcheggiare le auto a ridosso della pista ciclabile nel tratto posto fra via Sesto e via Barosi, oltre che della scarsissima visibilit per le auto in uscita da via Barosi e della difficolt di immissione nel traffico per i mezzi provenienti dalla via Sesto scrivono i consiglieri Pd nellordine del giorno. Guerreschi e Bonali sottolineano che i rischi sono ancor pi elevati e gravi se si considera che nelle immediate adiacenze ci sono, oltre a luoghi residenziali che vengono raggiunti prevalentemente attraverso il passaggio a quellincrocio, luoghi di aggregazione per ragazzi quali la scuola, loratorio e luniversit, ove gli utenti si spostano prevalentemente con mezzi deboli quali biciclette e motorini. Il Pd denuncia anche il fatto che le segnalazioni della Fiab, fatte gi da tempo allAmministrazione comunale su questi

temi, non hanno avuto alcun riscontro. Quali soluzioni? Si tratta di unarea delicata, con presenza di passaggio a livello, incroci con diverse strade, una pista ciclabile dice Guerreschi. Le possibili soluzioni vanno studiate con cura. Tuttavia si potrebbe intanto pensare a qualche misura urgente di messa in sicurezza, almeno temporanea. In particolare, si legge nellordine del giorno: si invita la giunta a porre in essere misure urgenti per la messa in sicurezza della zona interessata quali: regolare in sicurezza lincrocio fra via Barosi e Via Milano; impedire da subito e definitivamente la sosta nella zona adiacente la pista ciclabile fra via Milano e Via Barosi; valutare lapprontamento di un impianto semaforico provvisorio che regoli luscita dei mezzi dalla Via Sesto consentendone il passaggio solo quando non provengano mezzi dalla Via Ghinaglia e dalla Via Massarotti. A questo proposito, secondo Guerreschi, si potrebbe anche pensare di mettere un semaforo tempora-

Il problema coinvolge anche il centro storico

neo allincrocio con via Sesto, per ridurne la pericolosit. Ovviamente, per, non deve mancare un progetto di revisione complessiva dellassetto viabilistico della zona, a lungo termine. Un progetto che possa definitivamente mettere in sicurezza gli incroci, valutando possibilit come rotonde o diversa regolamentazione semaforica anche con leventuale ricorso a sensi unici che impediscano luscita delle auto dalla Via Barosi verso Via Milano, conclude lordine del giorno. Sul tema della viabilit, anche del centro storico, intervenuta pi volta anche Maura Ruggeri, capogruppo del Pd in Consiglio comunale, secondo cui il miglioramento delle condizioni del traffico veicolare potrebbe incidere anche sulla qualit dell'aria. E' necessario che i provvedimenti sulla mobilit e sul trasporto pubblico urbano siano coerenti con quell'obiettivo dice Ruggeri. E' coerente allora la scelta di aprire la ztl? coerente riempire il centro di strisce blu incentivando il girovagare degli autoveicoli alla ricerca del posto per parcheggiare? E' coerente aprire corso Campi al transito dei bus?. Le domande della capogruppo Pd ripropongono i principali problemi viabilistici del centro storico. Quali provvedimenti s'intendono intraprendere per favorire la sosta nei parcheggi corona e nei contenitori Massarotti e Marconi? Quali per allargare le aree pedonalizzate ed aumentare le piste ciclabili? Come si fa a sostenere che si sta facendo tutto il possibile?.

elezIonI delle rsu puBBlIco ImpIego


Il 5, 6 e 7 marzo si svolgeranno le elezioni della rappresentanza sindacale unitaria (Rsu) nel pubblico impiego. A questo proposito la Uil Fpl fa appello ai propri iscritti affinch si impegnino a votare. La sigla sindacale si impegna a proseguire la battaglia per una previdenza equa. In particolare promuove: la revisione del sistema di calcolo dei trattamenti di fine servizio; l'abolizione della trattenuta del 2,5% dei trattamenti di fine rapporto, l'estensione del riconoscimento dei lavori usuranti. La Uil si impegna anche a rivendicare una reale riduzione dei costi della politica e della spesa improduttiva. Infine si chiede una riorganizzazione degli ambiti territoriali delle amministrazioni locali e della sanit, la definizione di un nuovo modello di relazioni sindacali, un'alleanza con gli amministratori locali, lavoratori e cittadini.

nuovI corsI con servImpresa


Sono ancora aperte le iscrizioni per le prossime edizioni dei corsi abilitanti allesercizio dellattivit di vendita del settore alimentare e di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, promossi da Servimpresa. I corsi prenderanno il via, previo raggiungimento del numero minimo di iscrizioni, secondo un calendario ben definito. In particolare a Cremona partiranno luned 5 marzo nei giorni di luned, marted e mercoled dalle ore 14.30 alle ore 18.30 - mentre a Crema prenderanno il via luned 12 marzo nei giorni di luned, marted e gioved dalle ore 14.30 alle ore 18.30. Per scaricare le schede informative e di adesione e per ulteriori informazioni possibile consultare il sito internet www.servimpresa.cremona.it nell'apposita sezione attivit di formazione o contattare gli uffici di Servimpresa (Referente: Greta Zanetti - tel. 0372/490228).

don colmegna a Bozzolo


Il corso di alta formazione per limpegno sociale e politico promosso da Diocesi di Cremona e Universit Cattolica del Sacro Cuore sabato 3 marzo fa tappa a Bozzolo, nella terra di don Primo Mazzolari. E' loccasione per una giornata di studio sulla figura del profetico sacerdote cremonese, che ha contribuito ad aprire le strade della Chiesa al Concilio Vaticano II. La giornata prevede l'intervento di don Virginio Colmegna, direttore della Casa della Carit di Milano e autore della prefazione di Come pecore in mezzo ai lupi, un instant book edito da Chiarelettere che raccoglie alcuni scritti sociali del prete nato al Boschetto. Lincontro, che si svolger alle ore 10 presso loratorio di Bozzolo, aperto a tutti.

confronto sul welfare


LAzienda Sociale del Cremonese a.s.c. promuove un percorso di confronto con gli attori locali del welfare in vista della costruzione del nuovo Piano di Zona dellAmbito distrettuale di Cremona (2012-2014). Per i 47 Comuni dellAmbito di Cremona, i Sindaci hanno approvato un documento di indirizzo locale Lavorare insieme per un sistema di welfare territoriale Idee, spunti ed azioni per la programmazione sociale 2012 2014. Su queste tematiche, lAzienda Sociale del Cremonese promuove in ciclo di incontri: il primo vuole coinvolgere le realt del volontariato, dellassociazionismo e del privato sociale che operano sul territorio: marted 6 marzo (ore 16-18) appuntamento presso Fondazione Cascina Moreni (via Pennelli). Gli incontri sono pubblici e aperti a chiunque voglia portare il proprio contributo.

In Breve

10

Sabato 3 Marzo 2012

Rubriche

Responsabile Provinciale Patronato Epaca

di Damiano Talamazzini

DALLA PARTE DEI CITTADINI

Benefici pensionistici per le attivit faticose


maturazione dei requisiti, negli ultimi 10 anni di attivit lavorativa, per le pensioni con decorrenza entro il 2017, e ad almeno la met della vita lavorativa complessiva, per pensioni con decorrenza dal 2018. Per lindividuazione del periodo corrispondente agli ultimi 10 anni di svolgimento di attivit lavorativa, lInps proceder alla valutazione per anno solare. Nel computo dei 10 anni non si devono considerare i periodi di mancato svolgimento di attivit lavorativa, come i periodi di non occupazione, di mobilit, ecc. Per chi ha presentato domanda entro il 30 settembre 2011 ed ha maturato i requisiti per il pensionamento anticipato entro il 31 dicembre 2011, qualora abbia cessato lattivit lavorativa prima di tale data, i 10 anni da considerare sono quelli precedenti la data di cessazione del rapporto di lavoro. Per i lavoratori che al 31 dicembre 2011 siano ancora in attivit, i 10 anni da considerare sono quelli precedenti il 31-12-2011. Dal computo dei 7 anni di attivit usurante vanno esclusi i periodi totalmente coperti da contribuzione figurativa, perch occorre tenere conto dei periodi di svolgimento effettivo di tali lavori. Nel periodo di 7 anni solari, anche non continuativi, deve essere compreso lanno di maturazione dei requisiti.

Questa rubrica rappresenta un luogo d'incontro a disposizione dei nostri lettori, nato per rispondere a dubbi e quesiti in materia di diritti previdenziali e assistenziali. Le lettere rivolte al Patronato Epaca possono essere indirizzate alla nostra redazione, per posta o via e-mail, oppure direttamente al Patronato Epaca (epaca.cr@coldiretti.it). Egregio Responsabile Patronato Epaca, vi sono nuove disposizioni in materia di attivit usuranti? LInps ha fornito disposizioni riguardanti la trattazione delle domande di riconoscimento del beneficio pensionistico per gli addetti alle lavorazioni particolarmente faticose e pesanti, con particolare riguardo al riconoscimento di tale beneficio per chi perfeziona il requisito agevolato di accesso alla pensione di anzianit entro il 31 dicembre 2011. Riguardo i lavoratori impegnati nelle mansioni per le quali venivano richieste le condizioni della prevalenza e della continuit, la prevalenza si pu considerare comunque soddisfatta per alcune di tali mansioni, in quanto le condizioni dettate dal Decreto legislativo del 2011 gi prevedono un periodo di tempo minimo di svolgimento di attivit usuranti pari ad almeno 7 anni, compreso lanno di

Limmigrazione deve essere affrontata nella prospettiva dello scambio e non soltanto del mero aiuto. LItalia ha bisogno di immigrati, cos come i paesi da dove provengono hanno bisogno delle rimesse. Lo ha detto il presidente nazionale delle Acli, Andrea Olivero, in occasione della presentazione del libro Le migrazioni in Italia, tra passato e futuro, pubblicato dall'Oim, l'Organizzazione internazionale delle migrazioni. Bisogna superare la logica "emergenziale" e la mentalit della "paura". Utilizzare immigrati laureati per fare le badanti o gli operai una sciocchezza. Anche questo un segno di impreparazione da parte del nostro Paese. Se guardiamo ad altri Paesi come gli Stati Uniti, vediamo che una selezione intelligente dellimmigrazione ha portato ad un arricchimento gigantesco. Noi facciamo lesatto contrario. Cos facendo ci priviamo di risorse strategiche.Pensare al migrante solamente come a un lavoratore, senza valutare la sua famiglia o le sue aspirazioni, una sciocchezza: dietro ai dati, ci sono volti e ci sono progetti. Questi progetti, tra laltro, sono interessanti per noi perch aprono una prospettiva di nuova cittadinanza, di una cittadinanza rinnovata nella quale i migranti partecipano con un entusiasmo degli autoctoni ad un progetto di futuro.

Sullimmigrazione serve unottica di scambio

www.aclicremona.it

PRECARIARE STANCA

La favola della flexsecurity


Se la flessibilit consistesse nella libert dei lavoratori di scegliere il lavoro che preferiscono a seconda delle loro capacit e se le imprese si facessero concorrenza tra loro offrendo migliori condizioni lavorative per attrarre i pi capaci e se durante questi passaggi tra un lavoro e l'altro, oltre a godere dei vantaggi di un sistema efficiente di servizi, il disoccupato venisse indennizzato in modo soddisfacente sarebbe auspicabile introdurre la flessibilit nel nostro paese. Fino a dieci anni fa cos veniva concepita in Danimarca la flexcurity. Purtroppo questo modello non pi cos efficiente: al massimo si pu restare disoccupati per tre anni (contro i 5 di qualche anno fa) e, dopo il primo anno, scattano forti pressioni per accettare nuovi lavori o fare corsi di riqualificazione. Tuttavia, se il lavoratore rifiuta gli viene tolto il sussidio e finisce su quello sociale che equivale alla pensione minima, ovvero un livello molto basso. Un esempio: un professore universitario oppure un impiegato bancario che resta disoccupato, dopo il primo anno gli viene offerto un qualunque lavoro, per esempio come si usa in Danimarca portare il giornale la mattina nelle case, e se uno rifiuta perde il contributo di disoccupazione che ammonta al 90% dello stipendio medio di un lavoratore dell'industria. Questo sistema costa in Danimarca circa il 4.5% del pil, mentre in Italia si usa circa l'1% del pil per gli ammortizzatori sociali con la differenza che nel nostro paese il 30-35% del mercato del lavoro e delle attivit produttive sono sommerse. Stefano Zurpa

A cura di Nidl - Cgil

www.welfarecremona.it - Gian Carlo Storti - storti@welfareitalia.it


LInps con la circolare n. 20 dell8 febbraio 2012 ha fissato i nuovi importi massimi degli ammortizzatori sociali (CIG, mobilit, disoccupazione) per lanno 2012. Ecco i nuovi importi. Per retribuzioni inferiori o uguali a 2.014,77 euro: 931,28 euro (netto 876,89). (Per il 2011 limporto lordo era 906,80 per retribuzioni inferiori a 1961,80 euro). Per retribuzioni superiori a 2.014,77 euro: 1.119,32 euro (netto 1.053,95). (Per il 2011 limporto lordo era 1089,89 per retribuzioni superiori a 1961,80 euro). Cassa integrazione settore edile (intemperie stagionali). Gli importi precedenti vanno incrementati del 20% per retribuzioni inferiori o uguali a 2.014,77 euro: 1.117,54 euro (netto 1.052,28). (Per il 2011 limporto lordo era 1088,16 per retribuzioni inferiori a 1961,80 euro). Per retribuzioni superiori a 2.014,77 euro: 1.343,18 euro (netto 1.264,74) (Per il 2011 limporto lordo era 1307,87 per retribuzioni superiori a 1961,80 euro). NB: Per netto si intende al netto del contributo obbligatorio del 5,84%; agli importi vanno quindi ulteriormente applicate le normali trattenute fiscali. Va ricordato anche che gli importi vanno ridotti del 10% nel caso di prima proroga, del 30% nel caso di seconda proroga e del 40% nel caso di proroghe successive (Legge 183/2011, art. 33, comma 21).

NUOVI IMPORTI AMMORTIZZATORI SOCIALI ANNO 2012

VOGLIO UN CANE!
Condividere la propria vita con un cane pu essere una delle esperienze pi appaganti, o al contrario pu rivelarsi un vero disastro! La scelta di avere un cane non andrebbe mai presa alla leggera, un impegno a lungo termine. Dovremo analizzare attentamente la nostra personalit, lo stile di vita, il nostro livello energetico e scegliere il tipo di cane pi adatto a noi. La maggior parte dei problemi di convivenza nasce infatti da un errato abbinamento uomo-cane. Uno dei peggiori errori scegliere solo in base allaspetto fisico. Soprattutto, se decidiamo di adottare un cucciolo, dovremo impegnarci ad educarlo, socializzarlo e farlo crescere sano. Dovremo rimodellare in parte il nostro stile di vita, ritagliando tempo per attivit insieme al nostro quattro zampe. Passeggiate giornaliere sono solo una parte dellimpegno energetico per un cane mediamente attivo, a cui dovremo sommare attivit ludiche e momenti di educazione. EInoltre, avere un cane vuole anche dire occuparsi in prima persona del suo benessere (cura del pelo, igiene dentale, ispezione per eventuali parassiti, raccolta dei bisognini). Spesso il cane sinonimo di impronte fangose, pelo sparso per casa, bava, vomito Per ultimo, ma non meno importante, avere un cane anche un impegno economico. Se, dopo aver valutato tutti i pro e contro siamo ancora convinti di volere al nostro fianco un compagno peloso, ricordiamoci che ne saremo sempre noi gli unici responsabili. Elisa Giudici (Educatrice Cinofila)

A volte produttori e commercianti per vendere un bene o un servizio, si comportano in maniera scorretta, ingannando il consumatore. Il codice del consumo, per tutelare meglio il cittadino, punisce qualsiasi azione, omissione condotta, compresa la pubblicit e il marketing, posta in essere allo scopo di convincere il consumatore a fare un acquisto che altrimenti non avrebbe fatto. Il codice contempla due distinti tipi di pratiche commerciali scorrette. Da un lato, vi sono le pratiche ingannevoli, che possono consistere in azioni ingannevoli o omissioni ingannevoli. Azioni od omissioni sono considerate ingannevoli nella misura in cui inducono o sono idonee ad indurre il consumatore medio ad assumere decisioni che altrimenti non avrebbe preso. Dallaltro lato, vi sono le pratiche aggressive, intese come quelle che inducono o sono idonee ad indurre il consumatore medio ad assumere decisioni di natura commerciale che diversamente non avrebbe assunto, mediante molestie, coercizione o altre forme di indebito condizionamento. Come tutelarsi dalle pratiche commerciali scorrette? Il consumatore ingannato pu certamente chiedere al giudice di annullare il contratto e di risarcire i danni. Si tratta per di uno strumento che comporta costi elevati ed soggetto a tempi lunghi della giustizia: ci induce spesso a rinunciare a tale azione. Ma c' un altro modo semplice e veloce per sanzionare l'operatore scorretto, senza per poter richiedere un risarcimento dei danni: basta rivolgersi all'Agcom che ha il compito di punire i comportamenti scorretti; la denuncia importante perch l'Agcom pu anche far pubblicare sui quotidiani e siti internet a spese del responsabile della pratica scorretta, una dichiarazione di rettifica, in modo da informare i cittadini su quanto accaduto. Alessia Recupero

LA PRATICHE COMMERCIALI SCORRETTE

La Nidl Cgil si trova in via Mantova 25 Cremona tel 0372 448608 e-mail: nidilcremona@cgil.lombardia.it

Assoutenti delegazione di Cremona (tel. 328-1547751) viaTrecchi 25 e-mail: assoutenticremona@libero.it

La Vostra copia GRATUITA de


Spazio comune Acli La Cafetera Caffe Del Corso CR Forma Bar Supermoka Bar Aurora Bar Cittanova Bar Garibaldi Osteria Garibaldi Caffe Dimeglio Dall'Ara Sara Ospedale Portineria Unione Consumatori Caffe Porta Romana Banca Del Monte INPS Comune Di Cremona Macelleria Ruggeri Rio Bar Bar Fiume Dimeglio Banca Di Roma Parrucchiere Bertoletti Bar Stradivari Il Planetario Viaggi Banca Popolare Bar Oasi Distributore Esso Dimeglio Bar Da Walter Distributore Agip Caserma Col Di Lana Bar Stella Sapore Di Mare Da Pietro Snack Bar Agip Panetteria Galbignani Italmark Teatro Monteverdi Piazza Stradivari Cremona Via S. Antonio del Fuoco 9/A Cremona C.So V. Emanuele 14 Cremona C.So V. Emanuele 84 Cremona Via Cesari 7 Cremona Corso Campi 39 Cremona C.so Garibaldi 228 Cremona Corso Garibaldi 114 Cremona Corso Garibaldi 219 Cremona Corso Garibaldi 38 Cremona Corso Garibaldi 85 Cremona Via S. Barbara 19 Cremona Ospedale Cremona Piazza San Michele 2 Cremona Piazza IV Novembre 17 Cremona Piazza Cadorna 1 Cremona Piazza Cadorna 17 Cremona Piazza Del Comune Cremona Piazza Della Liberta 7 Cremona Piazza Della Pace 2 Cremona Piazza Fiume 6 Cremona Piazza Marconi 15/A Cremona Piazza Roma 20 Cremona Piazza Roma 29 Cremona Piazza Roma 7/B Cremona Piazza Stradivari 17 Cremona Viale Po 83 Cremona Via Bergamo 221 Cremona Via Bergamo 91 Cremona Via Boschetto 93 Cremona Via Brescia 128 Cremona Via Brescia 219 Cremona Via Brescia 189 Cremona Via Brescia 27 Cremona Via Cappuccini 8 Cremona Via Castelleone 29/A Cremona Via Castelleone 49 Cremona Via Castelleone Cremona Via Dante 102 Cremona Via Dante 149 Cremona Bar Lancia Bar San Giorgio Fotoline Re Mida Pane, dolci e caff Sister Caffe Angolo Del Gusto Farmacia Leggeri Bar le torri Oggi Pizza Torrione Cafe Dico Caffeghisleri Esselunga Tango Bar Pasticceria Caffe Betti Crai Bonseri Fornaio Bar I 3 Gradini Dimeglio Bar - Figlie Di San Camillo Bibi Bar Bar Pasticceria S. Remo Camera Del Lavoro Bet Fish Bottega Del Gusto Gelateria Matisse Panificio Usberti Agip Cafe Gio Bar Associazione Commercianti Montecarlo - Slot Machine Caffe Parking Bar Roma Bar Mincio Bar Il Cantuccio Edicola Caffe Boldori Bar Primavera Panetteria Quarantani Bar Gallo Via Dante 185 Cremona Via Dante 2 Cremona Via Dante 31 Cremona Via Dante 87 Cremona Via Del Giordano 133 Cremona Via Del Giordano 65 Cremona Piazza Risorgimento 30 Cremona Via F. Filzi 40/E Cremona Via F. Filzi Cremona Via Ghinaglia 94 Cremona Via Ghinaglia 104 Cremona Via Ghinaglia 49 Cremona Via Ghisleri 46 Cremona Via Ghisleri 53/A Cremona Via Giuseppina 11/B Cremona Via Giuseppina 11/B Cremona Via Giuseppina 27 Cremona Via Grado 20 Cremona Via Grado 40 Cremona Via Lazzari Cremona Via Litta 50 Cremona Piazza Libert Cremona Via Mantova 25 Cremona Via Mantova 39 Cremona Via Mantova 133 Cremona Via Mantova 141/B Cremona Via Mantova 101 Cremona Via Mantova 141/B Cremona Via Mantova 81 Cremona Via Manzoni 2 Cremona Via Massarotti 15 Cremona Via Massarotti 19/A Cremona Via Mazzini 7 Cremona Via Mincio 2 Cremona Via Mincio 34 Cremona Via Nino Bixio 20 Cremona Via Nino Bixio 8 Cremona Via Persico 2 Cremona Via Platina 34 Cremona Via Rosario 49 Cremona

Smeg Centro Sportivo Sanzeno Coffee Time Q.In Forneria Pan&Piu Bar Dragone Distributore Agip Non Solo Piada Uil sindacato Bar Zanzibar A.E.M. Cisl sindacato Fattorie del gusto Tabacchi Universita Cattolica Politecnico Di Milano Il Beccofino Cremona Po Bar Greco Linea Junior Seven Caff Latteria Plac Politiche Educative Farmacia Zamboni Noemi Panetteria Tosi Bar Smile Macalli Medic Center Pane E Amore Bar Tabacchi Edicola Ortenilla Edicola Compiani Panetteria Merlini Panetteria Merlini Farmacia Leggeri Immobiliare B&G La Bottega del Gelato Osteria del Mento Palabosco

la trovate QUI
Via Ruffini 6 Cremona Via San Zeno 53 Cremona Via Solferino 9 Cremona Via XI Febbraio 64 Cremona Via XX Settembre 32/A Cremona Via Vittori 2 Cremona Viale Po 139 Cremona Viale Po 68 Cremona Viale Trento Trieste 27/B Cremona Viale Trento Trieste 36 Cremona Viale Trento Trieste 38 Cremona Viale Trento Trieste 54 Cremona Via Massarotti 46/D Cremona Piazza Migliavacca 6 Cremona Via Milano 24 Cremona Via Sesto 39 Cremona Via F.Soldi 2 Cremona Piano 2 Musetti Caffe Cremona Corso Campi 5 Cremona Via Mercatello 4 Cremona Piazza S. Anna Cremona Corso Vittorio Emanuele Cremona Via Vecchio Passeggio 1 Cremona Via Oglio 5 Cremona Via Aporti 43 Cremona Via Aselli 29 Cremona Via Cadore Corso Vittorio Emanuele 43 Cremona Via Giuseppina 21 Cremona Via Tonani 24 Cremona Battaglione Bonemerse Cremona Due Gadesco Via Cesare Battisti 47/B Gadesco Via San Savino 17 -San Savino Persichello Piazza Roma 8 Vescovato Via Cavallotti 25 Piadena Bosco Ex Parmigiano Bosco Ex Parmigiano

Pdl, partita la corsa alle primarie. I candidati


R
enato Ancorotti gi pronto a dare battaglia, gi per vincere primarie del centrodestra. Il centrodestra se vuol vincere a Crema deve fare un grande recupero politico, e per questo la prima condizione lunit nel Pdl, il partito pi importante della coalizione. La mia partecipazione come candidato potrebbe sancire questa ritrovata unit dopo le polemiche degli ultimi anni nelle quali anchio - credo a ragion veduta - ho avuto parte. Ancorotti, il candidato di Simone Beretta? Sono il candidato alle primarie del centrodestra e non sono il candidato di nessuno in particolare. Ho

CREMA

Sabato 3 Marzo 2012

11

Ancorotti: Chi fa il sindaco a tempo pieno, cerca un lavoro Agazzi:Governare la citt dal basso
di Tiziano Guerini
Renato Ancorotti

Io mi rivolgo alla gente, non agli apparati politici. Anche perch quanto delle candidature si deciso a tavolino lho saputo solo perch per fortuna ci sono i giornali che informano. Dice Maurizio Borghetti, assessore allo Sport e Commercio. Per candidatura a tavolino, Borghetti intende quella di Renato Ancorotti, mentre dellaltro concorrente Antonio Agazzi dice: Proveniamo da due storie politiche molto diverse, e siamo anche molto diversi come carattere: dalla mia parte c maggior decisionismo nelle scelte politiche ed amministrative. Quanto agli aspetti program-

Borghetti: Pi tasse? No, un taglio alle spese


matici, Maurizio Borghetti sottolinea solo una cosa, ma lo fa con assoluta decisione e convinzione (per le altre cose chi vincer le primarie dovr concordare con amici e alleati): fra risparmi alla spesa pubblica e aumento di tasse e tariffe non ho dubbi, bisogna tagliare le spese. Contenimento rigoroso delle spese perch di tasse ce ne sono gi tante per i cittadini. Rigore anche per le societ partecipate. Domanda: e per gli investimenti come potr fare il Comune? Unica possibilit, per opere di un certo livello, sar ricercare accordi con i privati o con altri enti pubblici. Faccio due esempi: un nuovo palazzetto dello sport in accordo con le societ sportive, cosa che la minoranza di centrosinistra ha sempre osteggiato, e la Cittadella dellanziano in accordo con la Fondazione Benefattori Cremaschi, anche questa osteggiata dalla sinistra C il tempo ancora per una scommessa. Se vincer le primarie e poi sar sindaco, continuer a svolgere il mio ruolo di medico in ospedale, perch il mio lavoro la mia libert. La scommessa. A proposito di accordi, Renato Ancorotti ha gi dichiarato che se sar eletto indicher una donna come vicesindaco. Accetto scommesse

sempre dimostrato di essere autonomo nelle mie decisioni: quando le cose non mi andavano bene, me ne sono andato. Non tutti lo possono dire. Quale giudizio sugli altri due concorrenti alle primarie: Antonio Agazzi e Maurizio Borghetti? La differenza fra me e gli

altri due candidati alle primarie sta nel fatto che io non sono un uomo di apparato e, nel mio caso, non si tratta di una autocandidatura. Lo dico senza polemica ma solo per sottolineare il fatto che sulla mia candidatura sono scattate, di conseguenza, delle importanti garanzie di sostegno e appoggio da parte di chi me lha proposta. Il programma. Breve, ma condiviso. Lavoro, occupazione e sviluppo: queste le linee guida per migliorare la situazione di Crema e del Cremasco. Limpegno di sindaco esige disponibilit di tempo. Chi parla di fare il sindaco a tempo pieno cerca un lavoro, non il modo di dare un servizio alla propria comunit. Penso a un sindaco non presenzialista, im-

pegnato pi a realizzare il programma che ad apparire. Le alleanze. Spero in un impegno unitario di tutto il centrodestra. Dobbiamo aspettarci una lista del sindaco? Euna possibilit che non scarto. Qual il giudizio sul candidato di centrosinistra Stefania Bonaldi? Si tratta di un buon candidato. Nutro qualche dubbio sul fatto che riesca a tener a bada i partiti di sinistra che lappoggiano. Penso, comunque, a una competizione leale e non polemica. Penso anche a una campagna elettorale non allamericana, ma molto sobria, anche per rispetto al periodo di crisi economica che esige senso della misura e responsabilit.

Maurizio Borghetti

con voi che sar Laura Zanibelli. Fra i sostenitori di Borghetti presenti alla conferenza stampa stato notato il consigliere comunale Elia Avaldi.

Il mio metodo di governo sar conseguente a una mia radicata convinzione: non si governa una citt dallalto, la si fa crescere dal basso, con il concorso di tutti, cittadini, famiglie, associazioni, aziende, scuole; il mio compito, il compito della politica, sar di offrire un sostegno al fiorire delle iniziative pensate dai o insieme ai cittadini. Con queste parole che vogliono esplicitamente indicare un segno di discontinuit con la politica della maggioranza di questi anni, Antonio Agazzi, attuale presidente del consiglio comunale, d la propria convinta adesione alla partecipazione delle primarie del centrodestra per la scelta del candidato sindaco delle elezioni amministrative del 6 e 7 maggio. Con quasi 300 firme di adesione alla propria candidatura Antonio Agazzi d avvio a quello che ritiene debba essere una stagione di grande rinnovamento. Far il sindaco a tempo pieno e sar il sindaco di tutti: chieder l aspettativa dal mio lavoro in universit (cosa che mi pesa molto) e tratter tutti in ugual modo come ritengo di aver fatto da presidente del consiglio comunale.

Antonio Agazzi

Trasparenza e oculatezza nel gestire il bilancio comunale, incentivazione per i privati che intendano operare per la citt, rispetto per la Diocesi, anima della nostra comunit civile: questi gli altri punti del programma di Agazzi. Quale giudizio d della amministrazione uscente di centrodestra? Sottolineo lesigenza di una rigenerazione rispetto al recente passato. Per il resto preferisco guardare al futuro piuttosto che allo specchietto retrovisore. Il suo maggior concorrete alle primarie Renato Ancorotti gi assessore alla Cultura poi dimissionario per contrasti con lapparato del Pdl. Qual il suo giudizio in proposito? Ancorotti gi stato da me battuto in occasione delle elezioni per la Provincia: eravamo tutti e due candidati per il collegio di Crema in liste diverse.

Che disastro dopo 5 anni! Persino il centrodestra a Crema boccia per ben tre volte il centrodestra! La prima bocciatura contro i suoi stessi "manager", eletti 5 anni fa in aziende pubbliche sane che ora riportano bilanci in rosso! La seconda bocciatura contro la loro stessa coalizione che 5 anni fa vedeva insieme pdl, lega e udc e che ora si presenta sgretolata: il pdl da una parte, la lega da un'altra, l'udc da un'altra ancora! La terza bocciatura contro il loro Sindaco: il pdl boccia Bruttomesso e convoca primarie, tutte interne al pdl, senza neppure ipotizzare una sua candidatura; la lega boccia Bruttomesso e candida Barbati, o forse Longhino; l'Udc boccia Bruttomesso ed in cerca del suo candidato! Bocciati, bocciati, bocciati! Che disastro di consuntivo dopo 5 anni! la conseguenza scontata di un lungo e litigioso malgoverno della citt pagato dai cittadini con servizi pi costosi, immobilismo, e tante occasioni perdute. Matteo Piloni (Coord. PD Cremasco)

Matteo Piloni: Disastro Cielle divisa tra chi simpegna e chi ha scelto di astenersi dopo 5 anni. Bocciati
C una domanda maliziosa che aleggia sulle tre candidature - Agazzi, Ancorotti, Borghetti - alle primarie del centrodestra: Come mai nessuna presenza di espressione Comunione e Liberazione?. Francesco Martelli, ex capogruppo Pdl, se la cava cos. Non ho la residenza a Crema e non ho partecipato a nessun momento di dibattito n tanto meno di scelta di possibili candidati alle primarie. Ho fatto la scelta di stare a guardare. Voglio prendermi, per la politica, un periodo sabbatico, come si usa dire. Per questo non entrer in nessuna lista. Laura Zanibelli non nasconde che sarebbe suo desiderio continuare a impegnarsi attivamente nella politica amministrativa. A titolo personale precisa. Ognuno in politica impegna solo se stesso, non gli eventuali gruppi di cui pu far parte, tanto pi se si tratta di movimenti non di stretto carattere politico. Il parere sulle primarie del centrodestra e sui tre candidati? Confesso che avrei preferito una maggiore presenza di candidati. E sono ansiosa di conoscere meglio il loro programma. E vero che conosco bene il presente di tutti e tre, ma importante anche sapere come immaginano il futuro. Non un mistero che qualcuno si sarebbe aspettato anche il nome di Laura Zanibelli fra i candidati alle primarie. Non mi metto in con-

correnza con coloro con cui sto collaborando: e lo sto facendo con tutti e tre. Con uno forse pi degli altri: si dice che Renato Ancorotti se sar sindaco sceglier come vicesindaco una donna Per il momento solo una battuta. Chiss quante ne dovremo ascoltare durante tutta la campagna elettorale! Tutti a Crema sanno che c una persona importante di Comunione e Liberazione molto ascoltata dentro e fuori il Movimento: Claudio Cogorno. Il centrodestra a Crema esce da un periodo di sfrangiamento. Spero che il confronto fra i tre candidati porti alla fine pi elementi di unione che di divisione: chiunque vincer dovr essere il riferimento di tutti.

Intervista a Stefania Bonaldi, candidata sindaco per il centrosinistra

GIORNALE DI CREMONA E supplemento: IL PICCOLO GIORNALE DEL CREMASCO direttore responsabile: Sergio Cuti ilpiccolocremona@fastpiu.it direttore editoriale: Daniele Tamburini Societ editrice: Promedia Societ Cooperativa Via del Sale, 19 - Cremona Amministrazione e diffusione Via S. Bernardo 37/A - 26100 Cremona Tel. 0372 43.54.74 Fax 0372 59.78.60 Direzione, redazione e prestampa Via S. Bernardo 37/A - 26100 Cremona Tel. 0372 45.49.31 - 45.13.14 Fax 0372 59.78.60

Redazione di Crema Piazza Premoli, 7 - 26100 Crema Tel. 0373 83.041 Fax 0373 83.041 Pubblicit Tel. 0372 43.54.74 Fax 0372 59.78.60 www.immaginapubblicita.it Stampa: SEL - Societ Editrice Lombarda 26100 Cremona Autorizz. del Tribunale di Cremona n 357 del 16/05/2000

Pubblicazione associata allUspi (Unione Stampa Periodica Italiana) Progetto Grafico: Gianluca Galli Numero chiuso in tipografia: Venerd 2 Marzo alle ore 20

Fedele allimpegno preso con i cittadini di affrontare ogni volta un tema importante per la citt, stavolta Stefania Bonaldi candidata sindaco per il centrosinistra, ritiene di esprimere pubblicamente a nome della coalizione la posizione in merito alle politiche per gli anziani del nostro territorio. Un sondaggio Ipsos commissionato dalla coalizione di centrosinistra, su un campione di 500 cittadini effettuato lo scorso 22 febbraio su un campione di 500 cittadini di Crema fa emerge questo risultato. Alla domanda su cosa preferiscano riguardo alle strutture per anziani esistenti in citt (istituti di via Kennedy e di via Zurla): il 53% risponde meglio che la struttura rimanga dov' e

Citt per la Terza et: gli anziani allinterno di Crema


che si facciano i lavori di sistemazione, il 39% risponde meglio costruire una nuova struttura, l'8% risponde non sa. Crediamo che il sondaggio dimostri come i cittadini si aspettino non lisolamento degli anziani ma un vero e proprio sistema integrato anziani. Non siamo contrari alla Cittadella dellanziano, ma preferiamo parlare di Citt per la terza et. Non vogliamo che la vecchiaia diventi un destino sociale allisolamento, ma ci impegniamo per tenere dentro la collettivit tutti gli anziani che vogliono e possono esserci. Quali sono in sintesi le proposte del centrosinistra per gli anziani? Chiederemo alla Fondazione Benefattori Cremaschi di intervenire con urgenza per la messa a norma degli edifici esistenti; attiveremo da subito un tavolo di lavoro comprensoriale con Comunit sociale, Ufficio di Piano e Fondazione per analizzare e comprendere, con laiuto degli esperti delle politiche per gli anziani, i bisogni del territorio e le possibili risposte. E ancora: ci impegneremo a limitare dolorose separazioni dellanziano dalla propria storia, dai propri luoghi e dai propri affetti; a tale fine potenzieremo lassistenza domiciliare, attivando centri diurni integrati e contesti abitativi protetti. Infine: chiederemo alla Fondazione Benefattori Cremaschi che eventuali ipotesi per la realizzazione di nuove strutture,

Stefania Bonaldi

tengano conto del criterio della sostenibilit sociale, ma anche urbanistica ed ambientale, favorendo il riutilizzo delle aree e degli immobili gi esistenti.

12

Sabato 3 Marzo 2012

Crema

Quanto ci costa il tribunale allanno? 350mila euro


Tutte le spese del 2011, una ad una. I rimborsi, in ritardo, dello Stato che dovrebbe pagare anche l'affitto. I commenti del sindaco Bruttomesso
nno 2011: spese telefoniche 22.000 euro, riscaldamento 62.000 euro, manutenzione ordinaria e straordinaria (nonostante la propriet sia del Ministero di Grazia e Giustizia) e pulizia locali 64.500 euro, altre spese generali (elettricit, sorveglianza, acqua) 199.000 euro. Fanno un totale di 350.000 euro circa. E la spesa che il comune di Crema ha dovuto affrontare lo scorso anno per il mantenimento del tribunale a Crema. A queste cifre andrebbe aggiunto limporto dellaffitto per tutto ledificio di via Libero Comune con un calcolo presunto da parte degli uffici comunali di 624.000 euro di cui il ministero di Grazia e Giustizia non ha mai tenuto conto anche se ledificio, di propriet del Comune, occupato esclusivamente dai vari uffici del Tribunale. A fronte delle spese annualmente sostenuto quanto riceve come rimborso il comune di Crema dal ministero? Il dato del 2011 evidentemente non ancora dato saperlo, perch il versamento av-

di Tiziano Guerini

Consiglio comunale: due questioni importanti approvate alla unanimit. La prima riguarda il bilancio di previsione 2012 dellAzienda farmaceutica municipalizzata (Afm) di Crema. che ha in previsione per il 2012 un risultato economico positivo di 193.859 euro. La seconda riguarda la convenzione Provincia-Comune per nuovi insediamenti di edilizia scolastica. Laura Zanibelli, assessore alla Scuola ha presentato un progetto di massima che prevede la costruzione della nuova sede del liceo classico Racchetti, di due palestre, di impianti sportivi e un centro di ristorazione in ampliamento dellarea posta fra via Libero Comune e via Piacenza dove attualmente gi sorgono i due edifici delle scuole superiori del liceo artistico Munari e dellistituto professionale Sraffa. Il nuovo edificio per il liceo classico consentir lampliamento degli spazi del liceo Scientifico in via Stazione, e la disponibilit dello stabile di largo Falcone e Borsellino per la nuova sede della scuola media Vailati attualmente e infelicemente alloggiata nei vecchi stabili di piazza Moro. Si calcola che i nuovi insediamenti scolastici porteranno ad oltre 5.000 gli studenti che graviteranno lungo via Libero Comune. I costi? Complessivamente 23 milioni. I tempi di realizzazione? Fine 2022. Priorit per il nuovo liceo classico - 8 milioni di euro che si spera possa essere pronto per lanno scolastico 2013/14. Per ora solo un annuncio, o poco pi. Voto favorevole unanime, con disponibilit delle forze politiche di minoranza a farsi carico del progetto complessivo per la prossima tornata amministrativa.

Consiglio comunale, nuovo Calano i fatturati, ma i piccoli non licenziano polo scolastico: 23 milioni
libera artigiani di Crema, Conferenza
Conferenza stampa, gioved mattina, nella sede della Libera associazione artigiani di Crema, con la partecipazione degli assessori provinciale Paola Orini e comunale Simone Beretta. In questa occasione stato fornito un sondaggio interessante prodotto dalla stessa associazione. Vediamo. L84% ha registrato una contrazione del proprio fatturato. E pessimistiche sono le previsioni: il 75% convinto che questo calo di fatturato si mantenuto sullo stesso trend anche negli ultimi mesi del 2011. E, quindi, sono risicate le speranze di uninversione di tendenza anche per il 2012. E ancora: il 68% sostiene che di avere avuto, e di avere tuttora, una maggiore difficolt di accesso al credito. Mentre, grazie ad Arfidi, il 51% ha ottenuto dalle banche finanziamenti e a tassi agevolati. Non finita: il 93% non ha ridotto il personale e, quindi, solo il 7% ha dichiarato di essere stato costretto a farlo, mentre l11% sta addirittura programmando nuove assunzioni nel 2012. Inoltre: molti si sforzano di guardare a nuovi mercati; infatti, il 20% sta cercando ulteriori sbocchi commerciali, il 5% punter sulla maggiore qualit dei prodotti e il 7% ha programmi di investimento. Infine: fra le richieste avanzate al governo, al primo posto gli artigiani chiedono una maggiore semplificazione burocratico-amministrativa che pesa eccessivamente sui costi delle imprese. Questi sono i risultati pi rilevanti del sondaggio, condotto a fine 2011 da Libera artigiani di Crema su 500 artigiani associati, rappresentativi della totali degli iscritti allassociazione. Un sondaggio che ha visto le risposte degli intervistati coperte da anonimato. In modo per incentivare il panel a esprimere, senza alcuna reticenza, la situazione della propria azienda. Dai dati, un fatto emerge senza alcun dubbio di smentita: la crisi c. E sta colpendo duro lartigianato il commento del presidente Giuseppe Capellini. Anche se qualche segnale di ripresa, nella risposte fornite, si comincia ad intravedere. E altri fatti sono certi, sostiene il segretario dellassociazione, Giuseppe Zuccheti: Gli artigiani avvertono che stanno vivendo la fase pi acuta della crisi. Ma che, nella stragrande maggioranza dei casi, non licenziano. Ma vediamo il sondaggio nel dettaglio. In generale, le risposte indicano che i piccoli imprenditori stanno vivendo una stagione di grande incertezza. A partire dai fatturati. Se, infatti, l84% degli intervistati ne ha denunciato la contrazione rispetto al 2010, di quanto stato, percentualmente, questo calo? QuaDa sinistra: Mario Bettini, Giuseppe Zucchetti, Giuseppe Capellini, Paola Orini, Simone Beretta

viene regolarmente con qualche anno di ritardo (le spese del 2006, ad esempio, vennero rimborsate nel 2009; quelle del 2009 nel 2011) con ulteriore aggravio per il bilancio del Comune che deve anticipare le spese in tempo reale. Si stabilito il record di ritardo nei pagamenti nel 1999 quando gli arretrati degli anni precedenti ammontarono a circa un miliardo di vecchie lire. Escludendo lim-

porto figurativo e del tutto ipotetico per laffitto (che, come detto, il ministero non riconosce), il rimborso si aggira tra il 60% e l 80% delle spese. Nel 2010, per esempio, a fronte di una spesa di 385.000 (sempre al netto dell affitto) il rimborso stato di 235.400 euro, pari al 61% della spesa effettivamente sostenuta. Il saldo passivo stato quindi di 150.000 euro. Anno dopo anno

il passivo diventato notevole: centinaia di euro che sono finiti sotto la voce spese ordinarie del Comune, senza che arrivasse mai il saldo. Il tema di attualit visto che il comune di Crema sta affrontando un anno difficile e il bilancio preventivo 2012 oggetto di tagli pesanti. Sarebbe estremamente utile che spese formalmente a carico dello Stato, non gravassero per una quota non indifferente sulle gi difficile situazione delle casse comunali. Che fare? Premesso afferma Bruno Bruttomesso, che il gioco vale la candela, vale a dire che il mantenimento del tribunale a Crema cosa importante e vale la spesa che affrontiamo, se trovassimo il modo per spendere di meno o per recuperare qualche euro in pi dal ministero sarebbe certamente una bella cosa. Ma come?. Limitare le spese allessenziale cercando il massimo risparmio potrebbe essere una prima risposta. E la prima cosa che viene in mente conferma il sindaco, ma anche la cosa pi difficile. Un conto cercare il risparmio a casa propria, un altro quando chi gestisce la situazione non coincide con chi poi deve

pagare. E solo di qualche mese fa la visita di una nostra delegazione a Roma per essere ricevuta dai funzionari del ministero di Grazia e Giustizia. Si trattava di avere delle rassicurazioni circa il mantenimento del tribunale a Crema, e la faccenda non poi cos tranquilla di fronte ad una nuova normativa nazionale che per il mantenimento dei tribunali fa riferimento alla dimensione provinciale. Avessimo chiesto anche un rimborso maggiore delle spese che sostiene il Comune avremmo avuto risposte anche meno rassicuranti. Dobbiamo rassegnarci a non poter far nulla? Rimangono a mio parere, due altre ipotesi: un coinvolgimento che non pu essere che politico di tutto il territorio cremasco per le spese per un servizio che indubbiamente non riguarda solo la citt di Crema; oppure ricercare delle sinergie con territori vicini: si parlato spesso di Cremona o di Cassano, ma credo che lipotesi pi concreta e realistica possa essere una unione con il tribunale di Treviglio. Potrebbe essere questa la soluzione? So che qualcuno ci sta lavorando.

LAssociazione Sergio e Mariolina Slossel nasce a Crema nel 2002 a ricordo dellingegner Sergio Slossel, stimato ricercatore e progettista. E' unassociazione di volontariato che persegue scopi di solidariet sociale e di promozione culturale. Gli associati mettono gratuitamente a disposizione tempo e competenze per promuovere iniziative, organizzare convegni, favorire attivit di ricerca in collaborazione con altre agenzie culturali, siano esse associazioni, enti pubblici o privati. Il

Associazione Slossel, nel proprio 10anniversario cerca volontari

lavoro svolto dai volontari stato proficuo, ultimamente per sono venuti a mancare alcuni apporti: l'associazione ha perci bisogno di nuove energie per proseguire con nuove idee e nuovi progetti. er prendere contatto con lassociazione Slossel, chiamare tel e fax 0373-83178, inviando un e.mail a associazione.slossel@libero.it o prendenre contatto con i soci: Antonio Guerini Rocco, 0373-31256; Adriana Cappalunga, 0373-30630; Lucia Scarpini, 0373-86622.

si tre su 10 (il 28%) hanno verificato un crollo del 50% e un altro 8% del 40%. Infine due su dieci hanno registrato un calo del 30%. Oltre la met degli intervistati dalla Libera artigiani di Crema ha avuto flessioni nel fatturato da far tremare i polsi. E, anche dopo la paura estiva, un artigiano su quattro ha dichiarato che la sua situazione non migliorata. Nonostante questo, gli artigiani difficilmente licenziano i loro dipendenti proprio in omaggio alla filosofia propria di questo mondo che considera lazienda una famiglia nella quale nessuno un numero e si lavora fianco a fianco per sviluppare limpresa: solo il 7%, infatti, stato costretto a ridurre il personale. E se l80% prevede di non effettuare nuove assunzioni, l11% invece s. Il sondaggio ha affrontato anche un altro punto cruciale per limpresa artigiana: laccesso al credito. Rispetto al 2010, il 68% ritiene pi sfavorevoli le condizioni poste dalla banca, rispetto a un 20% che non ha trovato alcun atteggiamento differente, dietro lo sportello, fra lo scorso anno e il 2010. Tra i maggiori ostacoli riscontrati, gli intervistati hanno evidenziato da parte delle banche la richiesta di maggiori garanzie reali (34%), la limitazione del credito (22%), le forti pressioni per il rientro del fido (22%), lallungamento dei tempi di erogazione dei fidi (14%) e i tassi pi onerosi (8%). Per fortuna ci sono i Confidi. Positivo, infatti, stato il riscontro da parte di chi ha presentato la richiesta di un finanziamento attraverso questi organismi di garanzia: il 41% si dichiarato soddisfatto per avere ricevuto un fido a tasso pi agevolato, il 23% perch ha visto ridursi i tempi di risposta, mentre quasi tutti gli altri intervistati (tranne un esiguo 5%) hanno rilevato benefici sul costo del finanziamento o sullammontare del credito concesso.

Le ricerche sono rivolte a candidati delluno e dellaltro sesso (L:903/77 e L. 125/91). Trattamento dati personali secondo D.Lgs. 196/2003 visionabile sul sito www.ddlspa.it. Aut. Min. Prot. N 1239 - SG del 22/12/2004

PerSoNALe iScriTTo ALLe LiSTe Di MobiLiTA per aziende cremasche operanti in diversi settori. oPerAie coN eSPerieNzA nellasseblaggio di prodotti biomedicali. Richiesta la dopsonibilita a turni diurni. Sede di lavoro: vicinanze Crema. oPerAio, per azienda operante nel settore cosmetico, con buona esperienza nella miscelazione polveri. Sede: vicinanze Crema.

TecNico Di LAborATorio, per azienda operante nel settore cosmetico, per miscelazione polveri. Richiesto titolo di studi ad indirizzo chimico e buona sperienza nella mansione di riferimento. Sede di lavoro: vicinanze Caravaggio FArMAciSTA Per PArAFArMAciA sita in un cenrto commerciale. Indispensabile liscrizione allalbo e richiesta la disponibilita a turni e orari flessibili. Sede di lavoro: vicinanze Bergamo.

MoNTATore MeccANico di macchinari ad alta automazione. Indispensabile autonomia nella mansione di riferimento. Sede di lavoro: vicinanze Crema oPerAie, per azienda operante nel settore cosmetico, con esperienza nellutilizzo della macchina lottizzatrice semiautomatica. Sede di lavoro: vicinanze Crema.

Area recruiting & Selezione Tel. +39 0373 649849 Fax +39 0373 649685 selezione-chieve@europeatwork.it

Iscr. Albo Cooperative a Mutualit Prevalente al n A171201 Sede di Chieve Via Marco Biagi, 2 26010 Chieve (CR)
cerca operaio per azienda settore alimentare con esperienza anche gestione personale e buon utilizzo muletto per importante azienda del cremasco. Richiesta ottima padronanza lingua italiana e patentino per il muletto. Tel. 0373-649849

Europe At Work s.c.a.r.l.

cerca operai/operaie generici/ che per aziende nel cremasco. Richiesta ottima padronanza lingua italiana. Tel. 0373-649849

Tel. 0373/200471 - 200228-204439 Fax 0373/203449 e-mail: crema@ddlspa.it www.ddlspa.it

FILIALE di CREMA Via Lago Gerundo, 18/3 26013 CREMA (CR)

Crema Lassessore Capetti: Legge rispettata. Lega: Favorire i cremaschi: perch non lha fatto prima?

Sabato 3 Marzo 2012

Case popolari, 46% agli immigrati


di Gionata Agisti a causa di questa crisi, deve fare sempre di pi i conti con una situazione di emergenza sociale, che ormai arrivata a coinvolgere anche il cosiddetto ceto medio. Sar difficile, insomma, riuscire a soddisfare pi del 10% delle richieste. L'anno scorso, gli alloggi assegnati sono stati all'incirca una quarantina, un numero considerato decisamente sopra la media dall'assessore ai Servizi alla famiglia e alla persona, Luciano Capetti. Questo la dice lunga sul numero di richieste che potranno essere soddisfatte. Eppure il patrimonio totale di appartamenti a disposizione non esiguo: si tratta di 870 alloggi, in cui sono compresi non solo quelli di propriet del Comune ma anche quelli dell'Aler, l'Azienda lombarda di edilizia residenziale. Ed proprio l'Aler che, a detta sempre dell'assessore Capetti, sta complicando non poco la vita al Comune. Una parte degli alloggi sarebbe anche a disposizione ma ha bisogno di essere ristrutturata e i lavori di manutenzione, a carico dell'azienda, procedono troppo a rilento. ormai pi di un mese che ho chiesto un incontro con la dirigenza dell'Aler ma non ho ricevuto ancora alcuna risposta in merito. Per quanto riguarda

13

li uffici comunali hanno reso nota la graduatoria definitiva del bando di assegnazione degli alloggi popolari. Il dato che emerge subito che a beneficiare del 46%delle case assegnate dal Comune entro il 2012 saranno residenti immigrati. Basti dire che, nelle prime 30 posizioni, se ne contano 14 e che, se si prende in considerazione un numero pi ampio, i primi 50 posti ad esempio, si pu rilevare come i residenti di origine straniera siano 23. Va detto che chi pi sicuro di ottenere una abitazione proprio chi collocato nei primi 30. Il problema, infatti, sempre il solito: le domande di alloggi ad affitto calmierato non fanno che aumentare, mentre, di contro, il numero degli stessi alloggi non aumenta. D'altra parte, sono state ben 540 le richieste presentate nei mesi scorsi, per la maggior parte un aggiornamento di domande gi presentate, dal momento che la loro validit triennale. Una quantit decisamente insostenibile per un ente locale che,

l'assegnazione degli alloggi a un gran numero di immigrati, l'assessore sempre stato chiaro: Ci sono delle normative regionali molto precise al riguardo, a cui non si pu trasgredire. Quando una persona in regola, dal punto di vista legale, e presenta tutte le condizioni per poter fare domanda di alloggio, il Comune non pu fare alcuna differenza. Non la pensa cos la Lega Nord. O meglio, consapevole delle norme esistenti, tant' vero che, finch rimasta nella giunta Bruttomesso, non ha potuto fare in modo diverso che accettare l'esistente, ma ora, anche in vista delle elezioni, tramite il segretario cittadino, Walter Longhino, si sente libera di esprimere chiaramente il proprio malumore: Sarebbe utile inserire qualche paletto, per favorire i cittadini cremaschi. Mi sembra che sia un discorso di buon senso e che, dopo tutto, sia anche una questione di diritto dare la precedenza a chi risiede a Crema da pi tempo. La Regione si espressa in un certo modo, ma l'impegno della Lega sempre stato e rimane quello di privilegiare i nostri e si batter per questo scopo.

SCUOLE & LAVORO

Le aziende della cosmesi saranno presenti a Bologna


COSMOPROF, 9-12 MARZO
Marted 28 febbraio, presso la Sala Verde della Camera di Commercio di Cremona, il Polo della Cosmesi ha presentato la sua partecipazione alla 45 edizione di Cosmoprof Worldwide, che si terr a Bologna dal 9 al 12 marzo e considerato ormai punto di riferimento internazionale per le aziende di tutto il mondo che operano nella vasta filiera della Cosmesi. Anche questanno il Polo della Cosmesi sar presente con un nutrito gruppo di aziende, sempre pi protagoniste con i suoi 432 metri quadrati di stand. Uno spazio pi che raddoppiato rispetto alledizione precedente, segno della grande mentalit imprenditoriale delle aziende del Polo, ma anche della loro costante crescita e della loro volont di aprirsi al mercato internazionale. Lo spazio targato Polo si propone come punto di riferimento della qualit italiana in campo cosmetico. Queste le aziende che, a Bologna, saranno protagoniste nello spazio del Polo: Omnicos Group, Cosmei, Idm Automation, Imei Division, Drop Nail, Pharma Cos, Itit Cosmetics, Enova Europe, Tecmes, A.P.S., Tecno Automazione, Grafin, Team Beauty, Cosmetec, Gandolfi, Hypnotic Cosmetics, San, Dra.W, Phytoremedial. Sempre del Polo, saranno presenti in fiera anche Ancorotti Cosmetics, Crystalmoda, Eurovetrocap, ICC, Inca, Landoll, Lemi By Brusaferri & C., Lumson, Nastri-tex, Orograf, Pevonia Italia, Regi, Silc, Solchim, Tecnosas, Trendcolor e Vetraco Group. In totale le aziende cremonesi sono 19. Alla conferenza stampa ha voluto essere presente il Presidente della Camera di Commercio di Cremona Gian Domenico Auricchio che ha citato alcuni numeri del settore cosmetico locale mettendo in risalto le 90 aziende e i 2.400 posti di lavoro. Anche Giuseppe Capellini, presidente di Reindustria, ha voluto sottolineare il supporto della Camera di Commercio di Cremona, un supporto anche economico che permetter a molte piccole aziende di essere presenti in fiera, dando loro lopportunit di intercettare nuove opportunit di crescita.

Pianalto della Melotta: Italia Nostra d ragione ad Alloni


Italia Nostra d sostanzialmente ragione al Pd e al suo consigliere regionale Agostino Alloni: sul Pianalto della Melotta non va fatta alcuna cava. Ma di fatto aggiunge lo stesso Alloni, la stessa cosa la dice Regione Lombardia. Se si legge, infatti, il testo del Piano territoriale regionale, allarticolo 22, dove parla dei geositi, c scritto chiaramente che sono da escludersi tutti gli interventi che possano alterarne o comprometterne lintegrit e la riconoscibilit causando sbancamenti o movimenti di terra che modificano in modo permanente lassetto geomorfologico. Mi pare chiaro. E che si stia parlando anche della Melotta, confermato, dal Piano territoriale di coordinamento provinciale: Nei suoi suoli e sedimenti si conserva la storia materiale e climatica della pianura lombarda, riferibile, quantomeno, agli ultimi 300-400mila anni. Questa sua origine tettonica oltre tutto la causa dellinserimento dei comuni ad esso limitrofi tra quelli dichiarati a medio rischio di sismicit (Zona sismica 2) presenti nella Provincia di Cremona. E qualcuno ha ancora dei dubbi? chiude Alloni.

Offanengo: storie comiche di donne


l 7 marzo alle ore 21, presso la Biblioteca di Offanengo si terr l'incontro Storie soprattutto comiche di donne tendenzialmente meravigliose lettura di brani tratti da Mark Twain, France Rame, Carla Signoris e Luciana Littizzetto. La serata organizzata dall Commissione Biblioteca di Offanengo e sar condotta da Margherita Giacobbi. Al termine della lettura le signore presenti potranno gustare tisane e biscotti.

In questi giorni, il ministero dell'Istruzione ha stanziato la consueta cifra destinata a finanziare i progetti di alternanza scuola-lavoro messi in campo dagli istituti scolastici. Nel caso di Crema, sono 4 le scuole che ne hanno beneficiato, che si sono spartite una torta di 56mila euro. Si tratta dello Sraffa, del Marazzi, del Racchetti e del Pacioli. Il contributo va ad aggiungersi a quanto si sta gi facendo a livello locale, per tentare di colmare il divario tra la preparazione offerta dalle scuole e le esigenze delle aziende, che ritengono che quella offerta dagli istituti scolastici sia una formazione troppo teorica e lontana dalle necessit delle imprese. Lamministrazione provinciale e le istituzioni delle categorie produttive si stanno muovendo in questa direzione. indirizzo di tutte le amministrazioni provinciali cercare di mettere in collegamento il mondo della scuola con quello del lavoro commenta l'assessore provinciale alla partita, Paola Orini. E anche noi stiamo favorendo esperienze di tirocinio e stage, in base a due considerazioni: il passaggio da un ambito all'altro, scuola e lavoro, risulta essere spesso faticoso e, poi, con la crisi attuale, sotto gli occhi di tutti il fatto che ci troviamo a dover affrontare una disoccupazione giovanile molto alta. Insieme all'Asl, all'Ufficio scolastico provinciale e alla Camera di commercio, abbiamo istituito un tavolo per semplificare l'iter burocratico necessario ad accogliere un giovane studente in azienda e a dare supporto a quella stessa azienda che voglia dare la sua disponibilit. Non pu non essere una priorit cercare di fare il possibile per migliorare questa situazione ed quanto stiamo facendo anche nell'ambito dei rapporti con la Regione e tramite i nostri centri per l'impiego, che sono in contatto costante con gli istituti scolastici e hanno l'obiettivo di accompagnare i giovani nella loro ricerca di un posto di lavoro. In quest'ottica, anche i finanziamenti del Ministero sono molto positivi e vanno nella direzione giusta. Come spiega la professoressa Roberta Mozzi, dirigente dell'Itis di Cremona e del Marazzi, il contributo destinato all'istituto cremasco servir a organizzare degli stage nelle aziende convenzionate, che hanno raggiunto ormai quota 300. Ogni istituto deve poi rendicontare sui soldi effettivamente spesi, perch pu darsi che non tutti i ragazzi vengano collocati, dopotutto non una cosa cos semplice, oppure si pu verificare il caso che qualcuno si ritiri. I soldi non impiegati vanno restituiti. I risultati si possono dire senz'altro positivi, soprattutto per i ragazzi, per i quali la ricaduta ottima, non solo in termini di apprendimento del modo corretto di approcciarsi al mondo del lavoro ma anche di effettivo impiego una volta terminati gli studi. Per l'80% di loro, quello dello stage durante gli studi il preludio a un effettivo rapporto di lavoro con l'azienda stessa. Gionata Agisti

Spartita una torta di 56.000 euro

14

Sabato 3 Marzo 2012

Crema

Faip, presidio davanti alla Provincia


D
E un altro presidio con volantinaggio anche a Vaiano: 114 dipendenti chiedono soluzioni per evitare il licenziamento
di Gionata Agisti in Provincia, con il presidente Massimiliano Salini e il sindaco di Vaiano, Domenico Calzi. I lavoratori, intanto, hanno manifestato allesterno del palazzo provinciale. Al centro dellincontro, le possibili soluzioni aggiuntive agli ammortizzatori sociali. Stiamo gi lavorando con i tecnici della Provincia, per riuscire in questo intento. I modi sono diversi: si pu procedere sfruttando la dote formativa ma si pu istituire anche una cabina di regia per individuare quelle aziende, anche non manifatturiere, di Vaiano o limitrofi, in grado di insediarsi nellarea che rimarr dismessa. In questo caso, si pu pensare a degli incentivi per le imprese interessate, se non a tutto il sito, almeno a una sua parte: agevolazione fiscali e burocratiche. Noi andiamo allincontro omenica scorsa, c stato un presidio, a Vaiano, da parte dei lavoratori della Faip, con tanto di volantinaggio, per manifestare il loro disappunto nei confronti dellannunciata chiusura dellazienda e sensibilizzare la cittadinanza e anche lamministrazione comunale, guidata dal sindaco Domenico Calzi. La Faip, che da tre anni a questa parte versava in condizioni critiche, facendo temere il peggio ai sindacati, ha annunciato la chiusura del suo stabilimento di Vaiano per il prossimo 31 dicembre, dopo aver promesso inutilmente un progetto per rilanciare la produzione. A rimanere appiedate sono 114 persone, tutte coperte da

Scs Gestioni si trova suo malgrado a denunciare lennesimo episodio di abbandono indiscriminato e illegale di rifiuti lungo le strade del nostro territorio. La scorsa settimana, infatti, a seguito della solerte segnalazione da parte di un cittadino (che lazienda ringrazia per la co-

Trovata una discarica in via Rossi Martini


LA DENUNCIA DI SCS: STOP AI RIFIUTI ABBANDONATI
struttiva collaborazione), sono stati rinvenuti numerosi scarti di materiale elettrico, scatoloni e rifiuti di ogni genere in fondo a via Rossi Martini, nel quartiere dei Sabbioni a Crema. I rifiuti giacevano abbandonati da un paio di giorni. Scs Gestioni, non appena allertata, immediatamente

intervenuta sul posto unitamente agli agenti della polizia locale che, confermando ancora una volta la volont di collaborare sinergicamente per arginare il deplorevole fenomeno dellabbandono rifiuti, hanno provveduto a rilevare la presenza di documenti che possono (lazien-

da ne certa) ricondurre al responsabile dellincivile azione. Si tratta di un episodio che SCS stigmatizza con determinazione. La stessa determinazione con cui invita tutta la cittadinanza a segnalare qualsiasi abbandono e a collaborare con lazienda e soprattutto le Forze dellOrdine per arginare questo fenomeno di incivilt e assoluta mancanza di rispetto sia per il nostro ambiente che per la maggior parte dei cittadini cremaschi.

cassa integrazione fino al 31 ottobre. Da maggio, nel novero entrano anche quella quarantina di dipendenti che finora aveva comunque continuato a lavorare e i 35 che avevano gi deciso di ac-

cettare i 18mila euro, messi a disposizione dal gruppo industriale come incentivo all'esodo. Gioved pomeriggio ci informa Omar Cattaneo, della FimCisl, abbiamo tenuto un incontro

con tutte le speranze del caso. La situazione difficile ma riteniamo che gli spazi per una trattativa ci siano. I sindacati sono concordi nel ritenere che non ci si possa permettere di perdere altri 114 lavoratori, in un territorio gi martoriato come il nostro. Tutte le istituzioni devono avvertire lurgenza del problema aggiunge Massimiliano Bosio, della Fiom-Cgil, e devono mettere sul tavolo tutti gli strumenti possibili a loro disposizione. Occorre uno sforzo maggiore e una sinergia con i rappresentanti del mondo del lavoro. Anche lAssociazione Industriali deve fare la sua parte, in quanto pu aiutarci a capire in quali settori puntare, per evitare il rischio che la dote formativa venga impiegata in maniera non proficua. In secondo luogo, una cas-

Massimiliano Salini, presidente della Provincia

sa di un anno non abbastanza. In questo modo continua Bosio, solo una decina dei dipendenti potrebbero avvalersene, in vista di un percorso di accompagnamento verso la pensione. Bisognerebbe riuscire a convincere la Regione a concedere una cassa in deroga ulteriore; in seguito, si potrebbe contare su una cassa straordinaria per chiusura. Ma la trattativa difficile, perch stando alla normativa loperazione non possibile. Sempre, poi, che il Governo non modifichi la legislazione in materia.

Rubbiano, una nomade ruba e usa il Bancomat


I carabinieri di Montodine appena concluse le indagini e raccolti sufficienti indizi, hanno deferito in stato di libert alla procura della Repubblica di Crema R.M., una nomade 27enne ritenuta responsabile dindebito utilizzo di una carta bancomat. Il 16 febbraio scorsa, risulta infati che la donna abbia effettuato due transazioni telematiche, una non andata a buon fine, laltra con un prelievo di cinquecento euro, in danno di una collaboratrice scolastica 43enne di Rubbiano titolare del conto. La cremasca, per pagare al bar nella piazza del Paese, aveva appoggiato il portafogli sul bancone e non avendolo pi ritrovato aveva sporto denunciava ai carabinieri che, presi I contatti con il gestore dei servizi bancari, localizzavano in tempo utile gli sportelli dove era stata utilizzata la carta di pagamento. Acquisite le immagini dal circuito di sorveglian-

za degli istituti di credito sono state esibite alla parte lesa che ha riconosciuto la donna presente quel giorno nel bar, con il suo compagno. La somma non stata ancora risarcita. B. Bettinelli

Precedenze: con il coltello mima taglio alla gola


I carabinieri di Romanengo hanno deferito in stato di libert alla procura della Repubblica di Crema, F.Z. 37enne residente a Soncino, operaio, ritenuto responsabile di minaccia aggravata. Alle ore 16,30 del 23 febbraio, a Offanengo, alla guida della propria auto, nel corso di un diverbio per questioni di viabilit, minacciava brandendo un coltello la controparte che gli aveva attraversato la

strada senza dargli la precedenza. Luomo rimanendo seduto alla guida, fermata lauto, rivolgendosi allaltro automobilista mimava il taglio della gola impugnando un coltello. Berenice Bettinelli

Il L.C. Crema Gerundo, nella Villa Toscanini, ha festeggiato il 21 febbraio la sua Charter Night, il 24 compleanno del Club. Al tavolo della presidenza vi erano tre fondatrici, Franca Lucchi Boschiroli, Melania Pracchi Ciaramella e Piera Merico Buzzella, mentre le altre fondatrici, Lidia Ceserani Ermentini, Anna Riva Vicario e Maria Rosa De Briganti Zappelli, impossibilitate a prendere parte alla serata, sono state ricordate unitamente alle prime. La presidente Pupilla Bergo ha ricordato limportante iniziativa di queste socie che nel dicembre 1987 fondarono il L.C. Crema Gerundo, a sua volta derivato dalla trasformazione di un precedente Lioness Club. Grazie alla loro intraprendenza e alla energia delle loro attivit il club ha iniziato a percorrere la strada della solidariet in forma associativa, attuando nel corso di questi anni molti service che hanno contribuito in modi diversi sia ad aiutare il nostro territorio sia a risollevare situazioni di difficolt umana (dal restauro di alcuni affreschi della chiesa di S. Giovanni e S. Bernardino in Crema, una tela di Guido Reni in Duomo fino alla promozione di varie attivit di informazione e prevenzione nelle scuole, nonch di aiuto a diversi centri di soccorso per i pi deboli, anziani e ragazze madri; contributi per lacquisto di apparecchiature ospedaliere, eccetera). T. Barbati

Festeggiati i primi 24 anni del Lion club Crema Gerundo

Tanti bambini in festa a Farinate

CAPRALBA

Circa 60 bambini dai 3 ai 10 anni hanno partecipato domenica 26 febbraio alla Festa organizzata, dall'Amministrazione comunale di Capralba, presso il Centro comunale di Farinate. I bambini sono stati coinvolti i giochi e danze. Presente anche il Teatro Caverna con truccabimbi e palloncini. La giornata si conclusa con la merenda per tutti offerta dai genitori. Berenice Bettinelli

Il degrado nel quartiere San Carlo: nessuno interviene


LA SEGNALAZIONE
La teoria della finestra rotta indica come il modo migliore per creare luoghi e situazioni, vivibili e, in generale, promozionali per le persone che li abitano, consiste nel mantenere quel luogo bello e curato. Al contrario lasciare una finestra rotta porter, probabilmente, a creare le condizioni perch venga rotta anche la finestra vicina. La scorsa estate si descritto San Carlo come un quartiere in mano ai teppisti. Solo visioni miopi e grossolane, come quella di Ardig, hanno indicato nei ragazzi accusati (i presunti teppisti) la causa di una situazione non ideale e in ipotetiche telecamere di controllo la soluzione. Dopo il polverone di quelle settimane, dopo che i ragazzi hanno organizzato un aperitivo di riconciliazione e una pulizia del quartiere, lintervento dellamministrazione stato nullo. Zero, ecco quanto linteresse che questa Giunta nutre verso gli abitanti di un quartiere che ha la colpa di non essere centrale e verso dei ragazzi che probabilmente hanno pi bisogno di essere inclusi che

Un lampione rotto

esclusi ed accusati. Le finestre rotte di San Carlo sono molte: lampioni, bidoni spaccati e, da un paio di settimane, cartelli abbattuti. Nessun intervento. Sarebbe stato sufficiente, con poche decine di euro, aggiustare la prima finestra per evitare di dover aggiustare le successive. La cura verso i propri cittadini deve essere il principale interesse per lamministrazione di una citt e questo atteggiamento passa anche attraverso la manutenzione dei luoghi di vita: evidentemente Bruttomesso&C hanno altro a cui pensare! Resta chiaro che le finestre rotte sono visibili a tutti gli abitanti di San Carlo e testimoniano il disinteresse di questa amministrazione. I cittadini trascurati hanno, adesso, loccasione per osservare quanto tempo verr impiegato per provvedere alla sistemazione e misurare quindi quanta la fiducia che vale la pena accordare a queste persone: il cambiamento del 6 e 7 maggio si vedr anche in questo! Emanuele Coti Zelati

Un carello stradale divelto

Crema

Sabato 3 Marzo 2012

on ci sono i soldi per il nuovo ponte della Paullese a Spino dAdda. Di questo si parlato la settimana scorsa nella riunione convocata dal sindaco di Spino d'Adda, Paolo Riccaboni, in qualit di presidente dei Comuni dell'asta della Paullese, a cui hanno partecipato i sindaci del Cremasco e del Lodigiano e l'amministrazione provinciale, nelle persone del presidente Massimiliano Salini e del suo assessore ai Lavori pubblici, Giuseppe Fontanella, per fare il punto della situazione sulle risorse economiche che ancora mancano per completare il raddoppio della ex statale, per quanto riguarda il suo tratto cremonese. All'incontro, erano presenti anche l'assessore regionale del PdL, Gianni Rossoni, il consigliere regionale del Pd, Agostino Alloni e, sempre per il Pd, la senatrice Cinzia Fontana. Un tavolo all'insegna della trasversali-

Paullese, mancano i soldi per il ponte


di Gionata Agisti problema, infatti, che la prima soluzione avanzata da Milano prevedeva l'utilizzo degli eventuali ribassi d'asta sulle infrastrutture di raccordo alla Paullese e un contributo della Tem, ma su questo versante sembrano sorte delle difficolt. Un'alternativa ci spiega Riccaboni, potrebbe essere quella di rivedere il progetto e, di conseguenza, i costi dell'opera, che attualmente si aggirano attorno ai 20 milioni di euro, cercando anche di coinvolgere il governo centrale, che finora non ha messo un euro. Ci sono anche dei finanziamenti europei a disposizione ma, per accedervi, occorre l'accordo fra le due Province. Intanto, da Milano, c' chi considera con allarme lo stallo in cui sono incorsi i lavori dalla rotonda di Zelo fino al ponte sull'Adda. In merito ai fondi per il completamento del secondo lotto interviene Massimo Gatti, consigliere provinciale di Un'altra Provincia Prc-Pdci, lassessore provinciale ai Trasporti, Giovanni De Nicola, ci deve spiegare co-

Incredibile, ma vero. Ma sembra che le risorse scarseggino anche per il tratto milanese. E allarme

15

t come tiene a rimarcare il sindaco Riccaboni, dal momento che la Paullese richiede unit d'intenti, in un interesse squisitamente generale. Dopo una prima parte, dedicata alla sintesi dei passi fin qui svolti, di cui il risultato fondamentale risale al 15 novembre scorso, con lo sblocco dei finanziamenti necessari a completare il secondo lotto, da Dovera a Spino, la discussione si concentrata sul nodo ancora irrisolto del ponte e del secondo

stralcio del secondo lotto di Milano. Le due opere sono collegate, dal momento che ad avere l'onere di procurare i soldi per il rifacimento del ponte proprio la Provincia milanese. Di questo aspetto cruciale se ne riparler in modo pi approfondito in un'altra riunione, a marzo o aprile. Nel frattempo, si cercato di individuare le strade possibili, per aiutare i cugini dell'altra parte del fiume a recuperare questi soldi. Il

me far la societ Tem a garantire la quota a suo carico, di 21 milioni di euro, dal momento che oggi la societ non sa nemmeno dove trovare il 95% dei fondi, che le occorrono per realizzare la stessa Tangenziale Est esterna. Per colmare un ritardo ingiustificabile la fine dei lavori del primo lotto era prevista per l'ottobre scorso -, Stato, Regione e Provincia devono garantire risorse economiche e non tagli continui. Aspetteremo lassessore al varco del prossimo settembre, visto che lui stesso ha indicato questa data come quella della conclusione dei lavori del primo lotto. Il territorio ha bisogno di una Paullese sicura e di una metropolitana che si materializzi. Comunque, a partire da luned, verr chiuso anche l'ultimo tratto della Paullese che ancora mancava all'appello: quel chilometro che, da Vaiano Cremasco, porta fino all'incrocio della Madonna delle Assi, a Monte. Lo stesso giorno, sar aperta la strada di servizio. La situazione durer almeno fino all'estate.

Levento: le Voci di donna


Gioved 8 marzo, alle 21, presso la sala conferenze dell'ex Filanda di Soncino appuntamento con l'evento Voci di Donna, dedicato alla lettura di poesie e testi delle autrici soncinesi Anna Martinenghi, Elide Zuccotti e Roberta Tosetti e di altre importanti scrittrici del 900, tra cui Alda Merini, Antonia Pozzi, Pasqua Teora, Valentina Acava Mmaka e Wisawa Szymborska, premio Nobel nel 1996 per la letteratura e recentemente scomparsa. Una serata di poesie e letteratura a tematica femminile che intende celebrare la ricorrenza dell'8 marzo in maniera piacevole e profonda insieme, raccontando le varie sfaccettature le aspirazioni, le emozioni, i tormenti e la straordinaria felicit - dell'essere donna. Il reading, che si avvale delle voci narranti della attrici Nevia Marten e Marcella Pezzarossa, sar impreziosito e intervallato dall'accompagnamento musicale del gruppo vocale Scoticarda Quartet. L'iniziativa fa parte di una serie di eventi ideati dal Comitato Donne dell'associazione politico-culturale ApertaMenteLab in occasione dell'8 marzo con lo scopo, tra impegno e intrattenimento, di invogliare alla riflessione, sensibilizzando la cittadinanza sulle tematiche femminili, nella convinzione che l' altra met del cielo abbia ancora molto da dare alla comunit in cui viviamo.

Soncino, 8 marzo

karate

Domenica 26 Febbraio si svolta a Pantigliate (Mi) una gara organizzata dall'associazione Kookan, nella quale anche l'A.s.d. Taiji Kase Karate Pianengo ormai entrata a far parte. Due intense ore di stage, suddivise in karate e kobudo, tenute dal maestro Silvio Campari, pi volte campione mondiale, hanno preceduto la competizione. Gli atleti della Taiji Kase hanno ottenuto ottimi risultati grazie all'impegno e alla dedizione che gli istruttori Gabriele Stellato e Marco Buratti, con l'aiuto di Paolo Dossena hanno saputo estrarre da loro. Nella gara individuale si sono classificate Clara Della Noce, cintura verde, al quarto posto e Greta Ganini, cintura nera, anch'essa al quarto posto. La gara a squadre ha lasciato tutti, istruttori, atleti e genitori a bocca aperta: la Taiji Kase ha

Il podio tutto della Taiji Kase Karate Pianengo

presentato quattro squadre e tutte e quattro sono salite sul podio. La squadra composta da Giona Lucchetti, Lorenzo Patrini e Andrea Assandri, cinture marroni, si aggiudicata il titolo di campioni salendo sul gradino pi alto del podio; Gaia Stellato, Greta Ganini e Giorgia Bassini, cinture nere, si sono aggiudicate il secondo posto; Laura Martinazzi, cintura nera, con Samuele Lucchetti e Luca Zireddu, cinture marroni, hanno raggiunto il terzo posto e la squadra di Carlotta Ganini, Stella De Santis e Giorgia Giavaldi, cinture marroni, ha conquistato il quarto posto. Un risultato davvero ottimo e una soddisfazione eccellente per la Taiji Kase Karate Pianengo. La Taiji Kase pero' non e' solo karate: domenica 4 marzo, nella palestra comunale di Pianengo, dalle ore 10 alle 11.30 inizie-

r un corso di Difesa personale rivolto soprattutto alle donne, di qualsiasi et. Il maestro Gabriele Stellato sosterr il corso per quanto riguarda la parte tecnica e pratica, e non mancheranno gli interventi di un medico e di una psicologa. Il corso aperto a tutti, non complicato, ma soprattutto, molto efficace.

16

Sabato 3 Marzo 2012

Il parroco di Santo Stefano don Alberto Franzini caccia le malelingue e annuncia la chiusura del Duomo fino a maggio

CASALMAGGIORE

uattro sopralluoghi, altri due mesi (almeno) di chiusura, diverse ditte contattate. Parliamo della situazione del Duomo di Casalmaggiore, scosso (letterale!) dal terremoto del 25 gennaio scorso. Soprattutto abbiamo a che fare con numeri reali, che cozzano contro le malelingue serpeggianti, alle quali il parroco di Santo Stefano, don Alberto Franzini risponde con ironia: Qualcuno ha detto che il parroco furbo e fa chiudere il Duomo per guadagnare un po di soldi, arrivando a mettere le mani sui fondi destinati alla sistemazione della struttura. Beh, considerando tutte le chiese che sono state colpite e danneggiate in zona, allora lesercito dei furbi numeroso. A dirla tutta, magari fossi davvero cos astuto. Cattiverie e parte, laggiornamento impone di parlare di dettagli tecnici, di tempistiche, di cifre. Cifre cospicue che forse,

Faccio il furbo? Allora siamo in tanti


Nelle foto alcune immagini dei calcinacci caduti all'interno del Duomo di Casalmaggiore ed evidenti crepe nella struttura

di Giovanni Gardani

Necessario elevare un ponteggio. Verr rimosso lintonaco e saranno posizionati sensori in grado di informare su tutti i movimenti
tra laltro, non riusciremo ad ottenere, sottolinea don Alberto, a met tra preoccupazione e conferma che non c stato, neppure lontanamente, nessun giochino. Chiusa la parentesi destruens, passiamo agli aspetti seri. Che lo stesso parroco snocciola. Dopo la chiusura precauzionale di fine gennaio, abbiamo effettuato un primo sopralluogo con i tecnici locali, il geometra Stefano Busi e lingegner Aldo

Gerevini. Dopo di che anche monsignor Achille Bonazzi, responsabile diocesano dei Beni Culturali, ha potuto verificare di persona. La ditta Pontex di Mantova, che dovr posare il ponteggio, ha fatto poi tappa cos come, luned scorso, lingegner Fasser, della Sovrintendenza ai Beni Culturali di Brescia. In tutto quattro summit sotto la copertura dellaltare e della navata destra. Ossia in corrispondenza dei punti sensibili colpiti. Risultato? Abbiamo preso atto che occorrer elevare un ponteggio. Una volta che questo verr alzato, le maestranze e gli ingegneri sopra citati, da vicino, potranno rendersi meglio conto dei danni. A quel punto si dovr scrostare qualche metro di intonaco, rinforzando alcune giunture, e poi ovviamente rimuovere il ponteggio. Se tutto va bene, ci vorranno due mesi tondi. Due mesi di chiusura del Duomo, con le messe celebrate in San Francesco. Quel se tutto va bene, tuttavia, po-

trebbe aprire spiragli meno ottimistici? Pare siano stati scongiurati danni strutturali. Ma dato che la prudenza non mai troppa, al momento del rifacimento dellintonaco, verranno posati sensori miniaturizzati che, con onde radio, trasmetteranno ad un computer ogni movimento, di qualsiasi entit, rilevato nel corso dei

due mesi di lavoro dalla struttura. Speriamo non portino brutte notizie. Preventivo di spesa? 220mila euro. Sappiamo che non potranno arrivare dal Ministero e non dalla parte civile. La speranza che con i fondi dell8 per mille la sponda cosiddetta ecclesiale riesca a coprire buona parte della spesa.

Qui trovate la vostra copia GRATUITA de


Bar Giulia Bar Barracuda Portici del Municipio Bar Italia Farmacia Comunale Bar Tavola Calda Rist. Pizz. Piccolo Paradiso Bar La Nuova Luna Portici del Comune Bar Pizzeria Il Vesuvio Caff Roma Bar Sport Bar Time Out Fermata KM Bottega del Gelato angolo Conad Casalmaggiore via Martelli 2 Casalmaggiore piazza Garibaldi Casalmaggiore piazza Garibaldi Casalmaggiore piazza Garibaldi Casalmaggiore Centro Commerciale Padano Casalmaggiore via Molossi 47 Vicobellignano via Roma 7 Torricella del Pizzo piazza Italia Scandolara Ravara via Buschini 16 Castelponzone via Giuseppina 97 Solarolo Rainerio via Grasselli Barni San Giovanni in Croce via della libert 46/b Martignana di Po piazza Comaschi Gussola via Cavallotti Piadena

Casalmaggiore Liniziativa degli Aironi Viadana, partita dalle scuole, approda al campo
SCANDOLARA RAVARA - Il rugby allarga i suoi confini nel casalasco, una pratica sempre pi diffusa tra i giovani grazie ai successi mietuti dagli Aironi di Viadana, da anni una delle principali realt della palla ovale a livello nazionale. E proprio la societ viadanese promuove il mini-rugby in una ventina di realt del territorio tra Oglio, Po e Chiese. L'ultima in ordine cronologico Scandolara Ravara, dove mercoled iniziata, presso il campo sportivo dell'oratorio, l'attivit rivolta ai ragazzi delle classi 3, 4 e 5 elementare. Al primo appuntamento oltre trenta piccoli atleti si sono presentati al campo, coordinati dal responsabile del Viadana settore mini-rugby Roberto De Biase. D'ora in poi l'appuntamento fisso ogni mercoled dalle ore 15 alle ore 16. L'iniziativa poggia le sue basi sull'attivit scolastica attuata presso le locali scuole elemen-

Sabato 3 Marzo 2012

17

Scandolara Ravara si d al rugby

Riccardo Melegari e il sindaco Gianmario Magni. A destra i baby rugbisti in azione sul campo parrocchiale di Scandolara Ravara

tari, e ne la logica continuazione al di fuori degli orari scolastici. Cos De Biase presenta la novit: Il Rugby Viadana ha iniziato il progetto scolastico dieci anni fa per diffondere la

cultura del rugby. Dopo una decina di lezioni presso le elementari inizia l'attivit sul campo grazie alla presenza di diversi istruttori della societ. Ad aver introdotto il rugby nella scuola l'insegnante di

inglese Barbara Bertoletti. Alla "prima" di mercoled erano presenti il sindaco Gianmario Magni e l'assessore alla cultura e pubblica istruzione Velleda Rivaroli, oltre a don Adriano Veluti, che gentilmente concede l'utilizzo del campo parrocchiale. Cos l'assessore Rivaroli: L'iniziativa coinvolge il territorio dell'Istituto Comprensivo Dedalo 2000 (una dozzina di comuni del basso casalasco, ndr), e chi prosegue sar tesserato nel Rugby Viadana. Con loro c'era anche Riccardo Melegari, fratello del presidente degli Aironi Silvano. Tutte le nostre giovanili - ha affermato Melegari - nascono dal progetto scuola. Non abbiamo velleit di scovare i grandi atleti del futuro, ma vogliamo forgiare buoni dirigenti e cittadini. Non crediamo nella selezione di ragazzi di 8 anni, questa va fatta pi avanti e in modo graduale. Faccio un

esempio: Marco Savi, di Sabbioneta, il nostro ex capitano, ha fatto con noi tutta la trafila. A 16 anni gli avrei consigliato di smettere, ma questo uno sport complesso, che esige rigore mentale, e ci sono evoluzioni sorprendenti. Alla fine Marco arrivato sino alla nazionale, ed solo un esempio. Chiude l'insegnante Barbara Bertoletti: Del rugby mi entusiasma il fatto che ci sia spazio per ragazzi con ogni caratteristica fisica. Questo progetto partito nell'ambito dell'insegnamento della lingua inglese

ed stato poi portato all'esterno della scuola. Uno sport decisamente anglosassone, ma che sta sfondando anche nel nostro paese, sperando che riesca ad inculcare, partendo ovviamente dai pi piccoli, i valori che promuove da quasi due secoli: uno spiccato contenuto agonistico che per si accompagna con un senso di condivisione nello spirito di amicizia che davvero non si riscontra in altre discipline sportive ben pi praticate in Italia. Vanni Raineri

unziona pi o meno cos. Il signor Rossi (nome di fantasia) chiama il signor Bianchi (nome inventato) perch desidera essere trasportato in un punto x. A quel punto le due parti si accordano su data e ora dellincontro e arriva la disponibilit da parte dellente (rappresentato dal signor Bianchi) che eroga il servizio. Dietro pagamento, spesso e volentieri. Tutto normale, se non fosse che, dopo la chiusura del servizio di trasporto urbano a Casalmaggiore (aprile 2011), su questo business qualcuno ha iniziato a marciare. Ponendo sul piede di guerra chi lautonoleggiatore lo fa per professione, pagando profumatamente per essere in regola, tra licenze ncc, autisti professionisti, tasse e assicurazioni con massimali alti. In partenza tutto funzionava nel modo corretto: il comune stilava una lista di persone deboli che non potevano permettersi di pagare un taxi o qualsiasi altra forma di trasporto, per recarsi, ad esempio, allospedale Oglio-Po: vengono selezionati a Casalmaggiore 29 cittadini con i requisiti per accedere al servizio di volontariato. Se non che, poco dopo e mediante prova provata di qualche telefonatatrabocchetto anonima, si scopre che a usufruire di questo servizio pu es-

Se il volontariato diventa abusivismo F


Di Giovanni Gardani
Il gruppo degli autotrasportatori regolari di Casalmaggiore, Piadena, Gussola, Viadana, Brescello e Bozzolo che si sono riuniti per protestare contro la presenza di abusivi

Autonoleggiatori casalaschi sul piede di guerra: taxisti improvvisati coperti da enti

Gian Antonio Stella: lanticasta sar a Solarolo Rainerio


SOLAROLO RAINERIO - Una personalit di spicco in arrivo a Solarolo. Il 21 marzo sar ospite presso il Ristorante La Clochette di una conviviale dei Rotary Club Casalmaggiore Viadana Sabbioneta e Casalmaggiore Oglio Po il noto giornalista Gian Antonio Stella. Inviato speciale ed editorialista del Corriere della Sera, da anni Stella, affiancato da Sergio Rizzo, sforna bestseller uno dietro l'altro. Il primo grande successo fu "La casta", del 2007, mentre l'ultima fatica della coppia riprende il tema con la recente uscita de "Licenziare i Padreterni, lItalia tradita dalla Casta". Che sar il tema della serata. La denuncia di sprechi ed ingiustizie sociali nel nostro paese si trasformata in genere letterario, ed indubbio che Stella, che pure non ne stato il precursore, ha raggiunto le pi alte vette di notoriet. Recentemente proprio a Solarolo stato ospite l'altro giornalista Mario Giordano, per presentare "Sanguisughe. Le pensioni d'oro che ci prosciugano le tasche". La serata avr luogo mercoled 21 marzo alle ore 20.

INCONTRI

Vertice e protesta Monitoreremo la situazione

sere chiunque Della serie: io signor Rossi chiamo, anche se non faccio parte della famosa fascia debole, e ottengo il passaggio. Come da incipit. Dal volontariato allabusivismo, in questo senso, il passo rischia di essere troppo breve. Anche perch nota non a margine sono state raccolte testimonianze di fatture emesse dallente di volontariato, che, per restare a qualche esempio, incassa 33 euro per il trasporto da Casalmaggiore allospedale Oglio-Po, oppure, in zona viadanese, si limita a chiedere 15 euro. Comunque sia se salta fuori un profitto, viene meno tutto lassunto iniziale.

Abbiamo parlato di zona viadanese: proprio cos perch linghippo non riguarda soltanto Casalmaggiore, ma anche Piadena, Gussola, Viadana, Brescello e Bozzolo. Questi i comuni rappresentati nellultima riunione dagli autonoleggiatori Cesare Mori e Riccardo Bandini (Casalmaggiore), Maurizio Biacca (Gussola), Mauro Busi (Piadena), Edoardo Torelli (Brescello), Mario Montanaro e Fausto Tenca (Viadana) e Daniele Rivaroli (Bozzolo). Nessuno vuole mettere in cattiva luce le associazioni di volontariato spiegano ma vogliamo che le opere meritorie si limitino a chi davvero ha bisogno. Il trasporto di persona a mezzo autovettura il nostro lavoro e non ce lo siamo inventato al ritorno da un viaggio ai Tropici: il noleggio da ri-

messa esiste da quando esistono le auto. Chi fa volontariato proseguono gli autonoleggiatori deve identificare il richiedente servizio e capire se rientra nei requisiti stabiliti dal comune. Per reagire abbiamo pensato di monitorare continuamente la situazione riguardo laccettazione della richiesta dei transfer, automezzi e autisti. Inoltre sensibilizzeremo lopinione pubblica sul problema, ponendo sotto la lente il distinguo tra il nostro servizio e quello alternativo. Infine, arriveremo a prendere provvedimenti pi pesanti se la situazione non migliorer. Alle viste anche la possibilit da parte dei suddetti autonoleggiatori di unirsi in una sorta di associazione corporativa.

18

Sabato 3 Marzo 2012

Per dire la vostra, scrivete a:

lettere@ilpiccologiornale.it cremasco@cuticomunicazione.it

Lettere & Opinioni


clusione alla direttiva europea 2010/63, che, incurante della strada tracciata oltreatlantico, ha rilanciato la sperimentazione animale, estendendone addirittura le modalit di applicazione e ha mancato unoccasione unica per lEuropa di un aggiornamento sia etico che scientifico. Equivita ritiene che sia giunta lora per lEuropa di una presa di coscienza su questo tema e dellinizio di un nuovo ruolo da protagonista in un importante cambiamento culturale, indispensabile alla tutela dei diritti di tutti i viventi, indispensabile allavanzamento della ricerca. Le 900 scimmie potranno essere il detonatore per unazione (pacifica ma rivoluzionaria) di tutti i cittadini europei contro la crudele, fuorviante, delirante pratica chiamata vivisezione. Comitato scientifico equivita ***

" punto di vista

Rivediamo le disposizioni relative ai genitori in difficolt


Gentile direttore, di pochi giorni fa la triste notizia di una giovane madre di tre figli che si suicidata ed ha contemporaneamente ucciso la figlia lanciandosi dal terzo piano di una comunit protetta di Torino. Ora, se ne pu fare unanalisi semplicistica e superficiale e sommando i due pi due che gli operatori, pi coinvolti che interessati, normalmente forniscono in casi analoghi, pu sembrare che la signora non fosse stata sufficientemente curata o non avesse ricevuto sufficiente supporto psicologico o psichiatrico o che, Dio glielo perdoni, chiedendo disperatamente di potersene andare dalla casa famiglia o almeno di lasciare vivere la figlia con il padre, non si sia adeguatamente sottoposta alle raccomandazioni imposte. E questa una visione che apparentemente regge. Invito invece ad andare un poco oltre e a prendere in considerazione situazioni che assomigliano a quelle della madre in questione e ad analizzarle profondamente. Sulla base di cosa stabilita la reclusione di madre e figli in casi simili? Aiuto? Solidariet? E ancora: se in molti casi i figli sono allontanati dai genitori, perch i genitori non sono in grado di mantenerli, perch non aiutare questi genitori a crescere i propri figli e questi figli ad essere cresciuti dai propri genitori con un sussidio, che in termini di costi sicuramente inferiore al mantenimento di personale e strutture sociosanitarie, costringerli invece a vivere separati? Dov il bene dei bambini, che dovrebbe essere tenuto in considerazione come prima cosa dalle figure che invece dovrebbe assistere? Ma soprattutto, dov il lucro, a quanto ammonta il guadagno sulla speculazione del disagio di alcune famiglie? Non conosco il caso specifico e tutti gli aspetti clinici, eppure anchio potrei impazzire se i miei figli mi fossero portati via. Forse andrebbero rivisti i criteri con i quali vengono prese simili devastanti decisioni e verificare se ci siano in coloro che le stabiliscono motivazioni diverse da quelle caritatevoli e misericordiose. La mia comprensione va a quella famiglia distrutta, il mio disprezzo a quelle persone che lhanno attivamente causata. Invito i cittadini ad informarsi perch, attraverso le tasse che paghiamo stiamo mantenendo un business che negli effetti scardina il pilastro su cui si fonda la societ, la famiglia appunto e a rendersi conto che il problema ormai sta coinvolgendo gli interessi personali di pochi e i danni irreparabili di molti. Nessuno purtroppo pu dirsi al sicuro, sufficiente una segnalazione, uninterpretazione, un errore e la macchina si muove, con una solerzia encomiabile che troppo spesso non tiene conto degli aspetti umani. Del resto, c un mercato legato a questo. E, preciso, non mi sto riferendo a situazioni di effettiva violenza, maltrattamenti o disperazione che possono giustificare un allontanamento dalla famiglia, perch la vita di un bambino in pericolo. Sto parlando di persone che incontrano difficolt. E chi non ne incontra. M.M. Brescia ***

termoregolazione, come interpretare la legge regionale


Buongiorno, vivo in condominio con riscaldamento centralizzato e vorrei sapere cosa stabilisce la Legge Raimondi-Formigoni sulla termoregolazione. angela *** Cara Angela, la Regione Lombardia per contenere i livelli dinquinamento ha introdotto come provvedimento anti-smog lobbligo di termoregolazione e contabilizzazione autonoma del calore nei condomini di tutto il territorio lombardo. In particolare, lobbligo scatta dal 1 di agosto 2012 per gli impianti superiori a 350 kw (supercondomini che hanno pi di 20 appartamenti), installati prima del 1997. Dallanno successivo toccher agli impianti con

A cura della dott.ssa Emilia Codignola*


potenza superiore a 116,4 kw (condomini fino a 20 unit) e installati prima del 1998; infine, dal 1 asgosto 2014 per le singole unit abitative e piccoli condomini. Negli edifici citati, lobbligo di termoregolarsi previsto in caso di ristrutturazione o installazione dellimpianto termico o qualora venga sostituita la caldaia. Per lapprovazione della contabilizzazione del calore in assemblea di condominio si fa riferimento allart. 26 comma 5 della legge 9 gennaio 1991 n. 10, che recita testualmente: Per le innovazioni relative alladozione di sistemi di termoregolazione e di contabilizzazione del calore e per il conseguente riparto degli oneri di riscaldamento in base al consumo effettivamente registrato, l'assemblea di condominio decide a maggioranza, in deroga agli artt. 1120 e 1136 del codice civile. Tale locuzione stata interpretata da alcuni nel senso che sia sufficiente la maggioranza semplice delle quote millesimali, da altri la maggioranza semplice dei presenti senza alcun riferimento alle quote millesimali e quindi per teste (Trib. Roma 1112-2000), da altri, infine, nel senso che sia necessario in seconda convocazione un terzo dei partecipanti al condominio e un terzo del valore delledificio. La nor-

ma non brilla certo per chiarezza ed inoltre costitiusce un ulteriore aggravio per le tasche dei contribuenti che protestano contro tale imposizione. Intanto Assoedilizia e Federlombarda edilizia hanno deciso di impugnare la delibera regionale e chiedono una proroga dei termini. Dunque la partita resta aperta. *avvocato stabilito e mediatore civile emiliacodignola@libero.it

" RepliCa

per acerbi le nuove strade servono a prescindere


Egregio direttore, su il Piccolo del 3 marzo 2012 (a pagina 7) apparsa una divertente intervista del direttore di Centropadane Spa Francesco Acerbi. Unintera pagina per una non-notizia. Un signore che viene pagato per dirigere una societ che ha come ragione sociale quella di costruire autostrade (e strade?), afferma che le infrastrutture che fa costruire sono utilissime a prescindere! Naturalmente dallalto della sua cattedra, il direttore lancia anatemi, strali ed insinuazioni a quanti osano mettere in dubbio il verbo. Poco importa se tra questi ci sono fior di professori di 13 universit, studiosi del traffico, parlamentari, europarlamentari. Nulla smuove le sue certezze. Veniamo ora al dettaglio delle sue affermazioni. Prima perla: tutti coloro che protestano lo fanno a tutela di interessi privati, ergo isi erge a difensore degli interessi pubblici che, evidentemente secondo il direttore, devono per forza coincidere con quelli di Centropadane Spa. Seconda perla: siccome il terzo ponte figlio di uningegneria tutta cremonese, stato progettato da autoctoni che per definizione o scienza geneticamente infusa sanno esattamente quello di cui il territorio ha bisogno. Malgrado lo sciovinismo localistico del direttore, ci permettiamo di far rilevare che la devastazione del territorio lombardo e la sua progressiva ed irrefrenabile cementificazione non stata realizzata da marziani, ma da localissime imprese costruttrici. Terza perla: non si pu discutere il progetto perch gli oppositori sono contrari a prescindere. Luci ha gi raccontato il modo in cui si intende discutere il progetto con la popolazione [...] Quarta perla: naturalmente anche il parere di medici, esperti ambientali, docenti universitari sul devastante impatto ambientale del progetto sul territorio, fauna e flora liquidato come interesse privato. Il progetto rispetta il fiume e migliora il territorio. La grande quercia si faccia pure insaccare tra terrapieni ed autostrada: non ne risentir. Il giornalista, sperando in un cambio di spartito, chiede anche ragione dellautostrada Cremona-Mantova, della Strada Sud, della mobilit sostenibile, delle ferrovie da terzo mondo. Niente da fare: qualsiasi costruzione di autostrada o strada sul nostro territorio lo fa andare in brodo di giuggiole. Si improvvisa esperto durbanistica, di traffico e mobilit, decosistemi. A tal proposito arriva la quinta perla: Arrivare ad avere un cerchio stradale che gira intorno alla citt il meglio che si possa auspicare dal punto di vista della sicurezza, senza contare che questi sistemi di tangenziali, che peraltro hanno tutte le citt di un certo livello, attirano investimenti privati. Qui ci arrendiamo. Sul nostro sito trovate anche la risposta al presidente del Cna (che nella stessa pagina si lancia nellapologia del progetto) e dovremmo ripetere le stesse argomentazioni. Il nostro direttore, come vedete non ne ha bisogno, spazia gi in tutti i campi dello scibile umano e non ammette critiche. E cos, punto e basta. La soluzione dei problemi per il direttore chiara: autostrade, strade, autostrade. Bisogna solo capire se si tratta dei suoi privatissimi problemi centropadani o di quelli del nostro territorio. luci Cremona

sponsabilit oggettiva) non prevista dai nostri 4 codici, non crede che dovrebbe essere discussa in parlamento dai politici non corrotti e inserita nel nostro ordinamento giuridico? Vorrei che ci fosse qualcuno, chiunque esso sia, che mi convincesse del contrario. Sono interrogativi, questi, che dovrebbero far riflettere i signori magistrati inquirenti e non solo. Carla Groppi Cremona ***

compensi, cos sulla semplificazione delle societ, come pure sulla gestione del ciclo idrico. Non sicuramente un buon viatico alla condivisione di obiettivi e priorit che lUdc ha chiesto nella verifica di maggioranza. angelo zanibelli Udc di Cremona ***

" nelle paRteCipate

" ludC

Rappresentanza paritaria tra uomini e donne: un successo


Egregio direttore, nel consiglio comunale di Cremona di luned 27 febbraio stato approvata allunanimit (solo la Lega contraria) lapplicazione, anche nelle partecipate del Comune, della rappresentanza paritaria tra donne e uomini nei consigli di amministrazione. Una proposta che non vede pi la rappresentanza di genere femminile solo come il solito auspicio (ove possibile), ma come un obbligo da rispettare, sempre. Con questo atto si dato un timido segno di guarigione rompendo cos il monopolio di una politica machilista, caparbiamente chiusa alla societ femminile. Un dato tra i tanti: su un centinaio di amministratori delle tante societ e aziende di Ldh, ci sono solo 2 donne. Ma davvero tra i 100 componenti, rappresentanti delle diverse aziende e societ di Lgh, in questi anni, ma anche in quelli passati, non stato possibile segnalare e nominare una donna? Con questo provvedimento non si vuole ribaltare il dato, si vuole semplicemente equilibrarlo, pareggiarlo e riconoscere che uno spreco non utilizzare il 50% di risorse umane, ricche di sapere, di professionalit e di competenze. Il fatto che d ancora pi valore al provvedimento il sostegno dato a questo percorso dalle donne e dagli uomini del Pdl in Consiglio comunale. Applaudiamo cos allabbattimento di pregiudizi e di ostilit nei confronti della paritaria rappresentanza di genere nelle istituzioni, riconoscendo nel contempo il protagonismo delle donne, la loro richiesta di rispetto, di visibilit positiva contro la volgarit, lo svilimento dellimmagine femminile, contro i soli corpi da premiare. Grande risultato che merita spazio e visibilit anche sulla stampa. Caterina Ruggeri Consigliere comunale del Pd ***

carta bianca. Sscusate, ma ieri non esisteva la Guardia di Finanza o nessuno aveva detto loro niente? I nostri politici e governanti cremonesi ci fanno sapere (ah, grazie del buon cuore!) che intervenire in Parlamento e farsi sentire veramente impresa dura. E proprio a noi lo venite a dire, che neppure ci ascoltate? Termino subito: ho come la bruttissima impressione che i nostri politicanti, politologi e quantaltro, stiano scoprendo lacqua calda, avete visto mai? ivan loris davo spinadesco ***

attestato di cittadinanza persa una buona occasione


Egregio direttore, la bocciatura dellodg che proponeva di conferire simbolicamente un attestato di cittadinanza ai figli di immigrati regolari nati e residenti nel nostro Paese lascia lamaro in bocca. Si persa loccasione di un gesto di civilt, sicuramente non esaustivo, cui devono seguire reali politiche per la famiglia, per la casa, per l inserimento scolastico e sociale, destinata ad una popolazione che sta costruendo il proprio futuro nel nostro Paese. Ad uno di questi bambini potrebbe capitare nei prossimi anni quello che capitato a Barack Obama! Un gesto di civilt, nel solco di una tradizione centenaria che ha visto nascere a Cremona lOpera Bonomelli per lassistenza ai migranti, che le forze politiche della maggioranza hanno preferito accantonare, nascondendosi dietro ad un voto di astensione. Un iniziativa che si va ad aggiungere e rafforza ladesione data dal Comune alliniziativa Anci per i figli di immigrati che compiono i 18 anni. Chiaro e scontato il voto della Lega, che da sempre ha cavalcato il disagio dellimmigrazione, mettendo sullo stesso piano immigrazione e illegalit, favorendo la diffusione di una cultura ostile a queste popolazioni, non rendendosi conto che il fenomeno dellimmigrazione non un fatto emergenziale o temporaneo, ma un fatto strutturale che porter la nostra societ ad essere sempre pi un insieme di culture, tradizioni, religioni, in cui quel che conta il rispetto e leducazione ai doveri, che sono indispensabili per rivendicare i diritti. Incomprensibile invece il voto di astensione del Pdl, soprattutto di quella componente che in ogni istante riconduce il suo impegno politico ai valori della pratica cattolica, incomprensibile lastensione del gruppo misto ed in particolare di coloro che si riconoscono nel Fli, il cui leader tra i pi convinti sostenitori dei diritti civili e di cittadinanza per gli immigrati. Poich non voglio pensare che anche il Pdl sia condizionato da una visione qualunquista anche se diffusa e preferisca non apparire come quello che sposa la causa degli immigrati, devo concludere che ancora una volta vi la volont di affossare ogni iniziativa dellUdc, in particolare su temi che hanno rilevanza etica e che vogliono dare il segno di un modo diverso per fare politica. Cos stato sulla trasparenza per le societ partecipate, cos stato sullabolizione del cumulo di cariche e di

" appello

e arrivato il momento di dire basta alla vivisezione


Egregio direttore, in seguito alla notizia delle 900 scimmie che stanno giungendo in Italia dalla Cina, destinate alla sperimentazione, riteniamo che sia giunto il momento di dire: ora basta. Basta di far passare per valido un metodo di ricerca che non mai stato sottoposto al processo di verifica imposto ad ogni altro metodo (e che mai potrebbe superarlo). Basta imporre allEuropa un metodo di ricerca biomedica ritenuto antiscientifico e dunque fuorviante, da un numero di scienziati sempre pi esteso e nei centri della scienza pi accreditati (vedi articoli pubblicati su Science, British Medical Journal, Scientific American, Nature, ecc.), in quanto le risposte ottenute su di un animale non sono trasferibili alla specie umana. Basta lasciare indisturbate le lobby che rendono lEuropa impermeabile al cambiamento epocale nella ricerca biomedica. Il cambiamento epocale, che porta allabbandono dei test su animali, stato lanciato e illustrato negli Stati Uniti gi nel 2007 dal Nrc (Consiglio nazionale delle ricerche) con il documento Toxicity testing in the XXI century: a vision and a strategy. Basta impedire in Europa ci che negli Stati Uniti avviene gi da 5 anni nei centri statali per la ricerca tossicologica (Epa, Fda, Usda, Niehs): la sostituzione dei dati derivati dal modello animale (inaffidabili per noi), con dati specifici per la specie umana, basati sullo studio di cellule e tessuti. Basta fare in modo che gli interessi privati prevarichino su quelli della collettivit e che lUnione Europea si ritrovi, per la ricerca biomedica e tossicologica, nelle retrovie del progresso scientifico. Basta mettere a repentaglio la salute dei cittadini, ostacolando laccesso a metodi di ricerca ben pi esaurienti, affidabili, veloci ed economici, ottenuti con le straordinarie nuove tecnologie, gi di uso comune in molti paesi e sole in grado di tutelarci dalle insidie di un ambiente sempre pi inquinato. Basta, infine, di restare sordi allappello della grande maggioranza dei cittadini europei (86% della popolazione nel 2006, secondo un sondaggio della Commissione) che, avvalendosi dellart. 13 del Trattato della UE, invocano la fine della vivisezione e il rispetto degli animali quali esseri senzienti. Basta in con-

tragedia dellamianto, forse ci sono altri responsabili


Egregio direttore, si parlato tanto, in questi giorni, della sentenza emessa dai giudici del tribunale di Torino nei confronti dei responsabili della tragedia dellamianto, sentenza che io condivido pienamente. A mio avviso, per, ci potrebbero essere altri responsabili. Doverano i controllori ed i tecnici delle varie istituzioni italiane nonch i politici che avrebbero dovuto effettuare i controlli nellarco di tempo della vita dellazienda? La responsabilit di tutti questi individui non rientra, per caso, nella cosidetta responsabilit oggettiva, cos come vengono sanzionate le societ di calcio quando un loro calciatore o qualsiasi dipendente commette qualche illecito sportivo? Poich questa norma (re-

" sentenza di toRino

i nostri politici hanno scoperto lacqua calda


Egregio direttore, mi deve scusare ma credo proprio di aver vissuto in un altro mondo per oltre un decennio e lo spiego. Proprio in questi giorni, con il governo Monti scopro che i nostri salari sono i pi bassi di Europa. Ma scusate, con quali governanti e sindacati abbiamo parlato sino ad ieri? C una forte evasione e Monti ha dato disposizione alla Guardia di Finanza di procedere a tappeto dando

" pRovoCazione

Arriva la primavera, il giardino prende vita


Pagine a cura di Martina Pugno
Sabato 3 Marzo 2012

Casa e Primavera

19

I lavori e gli interventi da fare nel mese di marzo

PROTEGGERE LA CASA IN ESTATE


Scegliere le tende da sole pi indicate

a primavera finalmente in arrivo e con essa il desiderio di sfruttare appieno il proprio giardino o angolo verde per trascorrervi del tempo in assoluto relax. E' quindi il momento di pensare a come prendersi cura degli spazi a disposizione: dare vita ad un'area verde elegante e ben strutturata significa creare un elemento estremamente decorativo che sar in grado perfino di accrescere il valore estetico della casa. Ogni intervento, per, che riguarda il giardino e la cura del verde ha dei tempi naturali nel quale essere svolto o applicato: ecco dunque alcuni consigli riguardanti le operazioni che possibile compiere nel mese di marzo. Innanzitutto, quando le temperature lo permettono, possibile togliere le coperture e i teli posti a protezione delle piante nel corso dell'inverno, avendo cura anche di ripulirle dalle foglie secche e dai rami rovinati. Allo stesso modo si

possono ripulire anche le znoe intorno agli arbusti e agli alberi, avendo cura di eliminare ogni traccia di pianta infestante. Dopo aver sparso piccole quantit di concime organico,

una leggera zappatura permetter di interrare il nutrimento e di farlo giungere pi velocemente alle radici delle piante. Ad eccezione degli arbusti a fioritura primaverile, marzo il mese migliore per eseguire la potatura delle piante da frutto, arbusti come le rose, le siepi, in modo tale da favorire la crescita di nuovi rami sani e vigorosi. Per le altre piante invece meglio attendere l'appassimento dei fiori. Marzo il termine ultimo per porre a dimora alcuni bulbi a fioritura primaverile, mentre, quando le temperature saranno sufficientemente elevate, potranno essere posti a dimora anche i bulbi a fioritura estiva o autunnale. In questo periodo possono essere posti a dimora anche arbusti, alberi da frutto e roseti, sia a radice nuda, sia quelli gi in vaso. Se si desidera apportare

un tocco di novit allo spazio verde o adattarlo a nuove esigenze di spazio e praticit, le prime settimane di marzo costituiscono il periodo ideale per effettuare lo spostamento di alcune piante. Meglio evitare, per, di aspettare dopo il 15-20 di marzo: avanzando con la primavera sradicare e spostare le piante causerebbe loro uno stress troppo elevato, poich in questa fase della crescita e maturazione le piante hanno gi bisogno di nutrimento e acqua costante. Per piante soggette a questo tipo di problematica, il momento di spargere le prime sostanze fungigne, per garantire alle piante la crescita e la fioritura sana. Il giardino inizier in questo modo a prendere forma e svilupparsi rigoglioso e con piante in ottima salute, che valorizzeranno l'intero spazio.

Proteggere l'abitazione dai raggi solari diretti diventa un'esigenza nel corso dei mesi pi caldi: importante poter scegliere il modello pi adatto alle proprie esigenze . Innanzitutto, il primo criterio di scelta di una tenda da sole la sua funzionalit. Le tende da sole, oltre a riparare dai raggi pi caldi, possono anche essere un elemento decorativo della facciata di un edificio. Un aspetto oggi da non sottovalutare quello del risparmio energetico. Una tenda da sole infatti pu limitare i consumi elettrici, in quanto la protezione di finestre da parte di tende da sole fa penetrare meno calore allinterno delle case: in questo modo si useranno meno sia condizionatori che ventilatori, per un risparmio diretto ed immediato. Le tende da sole pi comuni sono disponibili in tipologie diverse a seconda dei sistemi di chiusura e apertura e della struttura che le sostiene. Ogni tipologia si adatta maggiormente a un tipo diverso di ambiente esterno che deve essere protetto, che sia esso un balcone, un terrazzo o una finestra. La tenda a bracci la pi utilizzata per i balconi, perch consente di aprire a sbalzo il telo tramite due bracci estensibili. Tale tipologia di tenda offre esclusivamente una protezione superiore. Questa tipologia di tenda si fissa a muro oppure a soffitto. La tenda a caduta scende in verticale a filo facciata e offre una protezione frontale e laterale. Questa tipologia pu essere suddivisa in due tratti: uno superiore che cade in verticale e uno inferiore che pu sporgere oltre il balcone per far entrare pi luce e pi aria nel balcone stesso. La tenda con guide laterali adatta e indicata per coprire zone di grandi dimensioni, come terrazzi, lastrici solari o giardini. Tale tenda offre una schermatura superiore. La tenda ad attico prevede guide laterali e struttura da agganciare al muro, quindi a una parete perimetrale, e da poggiare a terra o sul parapetto.

20
Progettare un giardino zen

Sabato 3 Marzo 2012

Casa e Primavera

Spazi verdi dal sapore orientale


Cresce il fascino dei giardini giapponesi, sempre pi diffusi anche in Italia

La progettazione di un giardino zen richiede particolare attenzione ai principi alla base di questa filosofia: l'estetica infatti soltanto uno degli elementi che condiziona la nascita e la realizzazione di un giardino ispirato alla cultura orientale. Quattro sono i fondamentali principi alla base del giardino zen. Al contrario della tradizione europea, l'asimmetria un concetto fondamentale, poich tutto ci che simmetrico artificiale e frutto della creazione dell'uomo; le linee devono quindi essere sinuose e morbide, la disposizione degli elementi sempre asimmetrica. Ne deriva un secondo importante principio, quello della disparit: gli oggetti e i singoli elementi saranno dunque presenti in numeri dispari, dando vita a figure che si legano alla forma del triangolo. Forse meno immediato, ma parimenti significativo, il principio del contrasto: gli elementi devono essere posti in contrasto tra loro, dunque le rocce si troveranno in prossimit dell'acqua, la presenza di alberi d'alto fusto sar accompagnata da arbusti, i canneti troveranno collocazione nei pressi dei sentieri. La natura, dunque, al centro di tutto: nonostante la creazione artificiale, il giardino zen cercher di far notare il meno possibile l'intervento umano, in uno spazio comunque studiato ed elaborato nei minimi dettagli. L'obiettivo estetico di un giardino zen, infatti, quello di ripro-

durre in un piccolo spazio i grandi orizzonti naturali, evocando nell'uomo le stesse sensazioni. Lo spazio dev sembrare ampio ed illimitato, illudendo lo sguardo di poter correre verso lorizzonte per fare questo si possono sfruttare molti elementi. Le rocce richiameranno le montagne, gruppetti di alberi di media altezza i boschi, mentre i sentieri contribuiranno a creare la giusta prospettiva e indirizzare lo sguardo. L'acqua un elemento immancabile, fonte di vita in natura. Che si tratti di un ruscello gorgogliante o di un piccolo stagno, l'importante non cadere nella tentazione di inserire delle fontane o delle piscine dalla forma rigida, che possano balzare all'occhio come elementi artificiali e rompere l'equilibrio e l'armonia dell'intero giardino.Lo spazio pu essere arricchito anche dalla presenza di un piccolo ponte e dalle classiche lanterne in pietra. La grande diffusione dei giardini zen in Europa si lega al fascino esercitato dall'esotico, ma anche da esigenze pi pratiche: gli spazi a disposizione per dare vita ad un giardino sono sempre pi spesso limitati e non permettono la creazione di spazi artificiali di particolare suggestione. Il giardino zen invece perfetto per creare anche in aree ristrette un giardino rilassante, in grado di ingannare lo sguardo e dare vita all'illusione di ampi e sconfinati ambienti di ineguagliabile fascino.

rogettare il proprio giardino non significa dare vita per forza a spazi dall'aspetto solenne e retr, oppure minimal ed essenziali: in alternativa alla tradizione, molte idee e suggerimenti arrivano oggi dall'Oriente, pi precisamente da Cina e Giappone. In particolare, il giardino giapponese ha una storia di oltre mille anni e una complessa filosofia alla base. Inizialmente, gli antichi giapponesi impararono le tecniche e i motivi di composizioni dagli artigiani cinesi e coreani, ma in seguito, intorno al X secolo, cominciarono ad inventare le tipologie propriamente giapponesi che sopravvivono ancora oggi ed esercitano in Occidente un fascino sempre maggiore. I principali stili ereditati dalla tradizioni del giardino giapponese sono il giardino di Shinden-zukuri, il giardino di Jodo, il giardino Karesansui e il giardino del T. Il giardino di Shinden-zukuri uno stile di giardino sviluppato intorno al X secolo per la residenza aristocratica. caratterizzato da un lago giacente a sud del padiglione con isolotti e ponticelli, dove i nobili ospitavano riti e banchetti stagionali. Il giardino di Jodo, nato parallelamente al giardino di Shinden-zukuri,risponde al

desiderio di riprodurre il paradiso buddhista dopo la morte, che si credeva situato ad Ovest. Il giardino karesansui quello che ad oggi offre le maggiori fonti di ispirazione per i giardini moderni: il paesaggio ideale di montagne, fiumi e mare ricreato nel giardino utilizzando, rocce e sabbia. Ven-

ne adottato dai monasteri zen per favorire la meditazione. Il giardino del t lo stile di giardino creato intorno al XV secolo ed affinato nel tempo dai maestri del T, per sublimare in estetica, ispirandosi al paesaggio di montagna, l'ambiente che viene percorso prima di entrare nel padiglione del t, in cui si tiene la cerimonia. I diversi tipi di giardino riflettono le diverse classi sociali ed epoche che ne hanno ispirato la nascita, anche se oggi non di rado i singoli elementi vengono mischiati per dare vita a spazi originali dal sapore orientale. Al centro delle composizioni vi sempre la natura: immancabili elementi quali montagne, rocce, acqua, alberi e erbe, per ricreare un ideale percorso che coinvolga anche spirito e mente. La disposizione dei singoli elementi riveste particolare attenzione, per dare vita a spazi di grande equilibrio, ricchi di rigore geometrico ma allo stesso tempo dall'aspetto estremamente naturale, senza per che nulla sia davvero lasciato al caso. Il risultato finale un giardino di grande fascino, in grado di valorizzare l'intera abitazione e di offrire pace e serenit a chi lo vive nel quotidiano.

Casa e Primavera

Sabato 3 Marzo 2012

a facciata della casa come un biglietto da visita: il primo elemento di presentazione dell'intera abitazione che salta all'occhio di chi si avvicina all'ambiente per la prima volta. Sebbene in apparenza secondaria per i proprietari, dunque, la facciata riveste tanta importanza quanto i dettagli interni che contribuiscono a creare la personalit e l'atmosfera dell'intero ambiente. Se la scelta del colore delle pareti interne totalmente libera e legata solo al gusto personale, lo stesso non si pu dire delle pareti esterne: occorre informarsi circa le limitazioni legate, ad esempio, alle case in centro storico, ma anche tenere conto della struttura architettonica dell'edificio e delle caratteristiche delle abitazioni circostanti, per non creare troppo spiacevoli contrasti. Sebbene gradevoli, ad esempio, i colori pi accesi e brillanti non si adattano a tutte le aree urbane. Un'idea che non comporta un impatto troppo invasivo quella di utilizzare diverse tonalit di terracotta di diversa saturazione, combinate in ordine vario e con magari diverse forme e dimensioni dei singoli spazi. In alternativa, si pu optare per la combinazione di diverse sfumature della stessa tinta oppure colori simili tra loro. Per una casa di maggiore impatto invece non sono rari gli interventi che lasciano spazio all'arte, con decorazioni e progetti di varia complessit, per attirare l'attenzione a colpo sicuro ed affascinare anche i passanti. Particolarmente influente, per la scelta del colore, la tipologia di ambiente naturale o urbano nel quale la casa immersa: alcune scelte potrebbero rivelarsi perfette per abitazioni di campagne, ma essere

Pareti esterne, la scelta del colore


L

Tra gli elementi da considerare, larchitettura e lambiente circostante

21

stridenti all'interno di un contesto cittadino. In linea generale, comunque, bene tenere conto anche dello stile e dell'epoca che caratterizzano non solo la casa, ma l'intero quartiere, in particolare

in caso di aree unitarie e omogenee. Il colore della facciata esterna si deve poi adattare in modo armonico anche con porte e finestre, per un aspetto pi elegante.

Con infissi e serramenti di colori scuri e cupi, ad esempio, pu risaltare una tinta accesa, mentre infissi pi brillanti potranno valorizzare una facciata esterna di colore pi sobrio. Sul mercato sono ad oggi disponibili infinite variet cromatiche e moltissime varianti di vernici, in grado di proteggere l'abitazione da qualsiasi tipo di clima e mantenersi in ottimo stato anche con il passare del tempo. La pittura delle pareti esterne della casa una operazione delicata e di non semplice realizzazione; il risultato, poi, sar sempre visibile agli occhi di tutti. Per queste ragioni bene affidarsi ad esperti e professionisti del settore, che potranno garantire la massima qualit dei servizi e guidare i clienti attraverso la migliore scelta possibile del tipo di vernice e del colore pi indicato.

Il comfort approda nelle vie di Cremona: il bus di Divani&Divani by Natuzzi percorre le strade della citt per illustrare le offerte e le novit della prestigiosa catena che ha fatto dell'eleganza e della comodit il segreto del proprio successo. Divani&Divani by Natuzzi propone saloni imbottiti, zone living e soluzioni d'arredo complete per rendere unica e accogliente ogni zona relax. Entrare in un negozio Divani&Divani come accomodarsi nel salotto di casa, selezionando tra una vastissima gamma di stili e modelli, per individuare quello pi in linea con le proprie esigenze di praticit e design. Grazie a Divani&Divani possibile dare vita a una casa arredata sperimentando linguaggi nuovi e confrontando tradizione e innovazione. L'abitazione diventa cos il luogo delezione di una famiglia allargata, aperta alla condivisione del tempo libero con gli amici, per riscoprire il piacere di passare il proprio tempo in un ambiente confortevole.

Un bus carico di eleganza e comfort

E per sentirsi a proprio agio anche in compagnia, niente di meglio che arredi di tipo essenziale e funzionale capaci di evocare valori sicuri, sia per le forme sobrie rigorose, sia per i materiali che per i colori impiegati che devono suggerire solidit. Nel punto vendita di Cremona, in via Mantova 54/c, sono disponibili tutte le novit della collezione 2012, come i nuovi modelli dotati di meccanismo reclinabile progettati per associare all'alta tecnologia un relax completamente naturale. Innovazione, dunque, la parola d'ordine, sotto tutti gli aspetti; anche quello estetico, che render il divano un prezioso gioiello all'interno del salotto grazie alla progettazione di designer altamente qualificati. Per il massimo della praticit anche nella scelta, i consulenti d'arredo del punto vendita possono consigliare ed effettuare rilievi direttamente a casa, su appuntamento telefonando al numero 0372 454311.

22

Sabato 3 Marzo 2012

Casa e Primavera

Comporre il proprio spazio


Non sono necessari spazi sconfinati per trasformare il proprio giardino in un piacevole luogo di ritrovo e relax, da sfruttare in compagnia della famiglia o degli amici: con un po' di attenzione possibile dare vita a spazi raccolti eppure estremamente confortevoli e funzionali. Per dare vita a un salotto per esterni occorre innanzitutto considerare lo spazio a disposizione e quante persone si desidera poter accogliere: in base a queste informazioni ci si potr orientare su salotti precombinati, da acquistare in blocco, oppure all'acquisto dei singoli elementi da inserire. Divani e poltrone da giardino sono certamente elementi importanti per accogliere i propri ospiti, ma se lo spazio ristretto possibile optare per sdraio o chaise longue, oppure moderne sedie da giardino che conferiscano all'intero spazio un tocco di design. Un tavolo ampio fondamentale per coloro che desiderano sfruttare il salotto da giardino per pasti in compagnia, magari cucinati su un barbecue, mentre per piccoli salotti pu essere sufficiente un tavolino elegante e dalle dimensioni contenute, che possa offrire un valido appoggio per riviste, bevande e quant'altro si desideri tenere a portata di mano. Per salotti da giardino completamente esposti agli agenti atmosferici occorre valutare attentamente la scelta dei materiali e provvedere, nei momenti di inutilizzo, a riporre in luoghi riparati i cuscini che con la pioggia potrebbero danneggiarsi. Per quanto riguarda i salotti da giardino disposti sotto pergolati, gazebo o ampi ombrelloni, invece, ci si pu sbizzarrire con cuscini colorati che creino un'atmosfera allegra e conferiscano un tocco di freschezza all'intero spazio verde, garantendo allo stesso tempo il massimo comfort.

salotti da giardino

Gazebo e pergolati per il massimo relax C


on larrivo della bella stagione inizia anche a farsi sentire il desiderio di poter vivere appieno il proprio giardino, dando vita nello spazio a disposizione a una gradevole area relax nella quale trascorrere il proprio tempo libero. Per sfruttare il giardino al meglio, importante poter avere a disposizione uno spazio coperto, nel quale allestire il proprio salotto per esterni: in questo modo non solo i mobili e cuscini saranno protetti da eventuali piogge, ma sar possibile usufruirne anche durante le ore pi calde del giorno o in caso di temporali estivi, per sfruttare al massimo la propria piccola oasi domestica. Gli elementi pi diffusi per garantire il massimo del comfort allinterno del giardino sono i pergolati e i gazebo. Si tratta di due tipologie di struttura che, seppure un po diverse, garantiscono entrambe la possibilit di sfruttare uno spazio riparato ma allo stesso tempo aperto ed esposto alla luce e alla brezza primaverile, con un inserimento armonico anche dal punto di vista estetico. Proprio per garantire laspetto unitario e unatmosfera piacevole nel giardino, i gazebo e i pergolati sono solitamente realizzati in legno, anche se non mancano strutture in altri materiali che si possono adattare a qualsiasi tipo di arredamento e stile gi presente. I pergolati in legno possono essere acquistati secondo due diverse tipologie principali: vi sono i modelli autoportanti, che possono trovare collocazione in qualsiasi parte del giardino e si reggono autonomamente, oppure i modelli addossati alla parete esterna delledificio, che consentono di creare una sorta di prolungamento dello spazio vivibile della casa occupando il minor spazio possibile. Anche il ferro gode di ampia diffusione, grazie alla sua elevatissima resistenza e alla possibilit di essere forgiato a formare dettagli e preziosi decori. Solitamente i pergolati addossati vengono accompagnati da una copertura in tegole, per un aspetto pi rustico e massima protezione dagli agenti atmosferici, tuttavia le soluzioni sono molteplici, dallassenza di copertura superiore fino alla copertura, molto suggestiva e decorativa, realizzata con piante rampicanti. Come i pergolati autopor-

La copertura ideale per un salotto allaria aperta e immerso nel verde


tanti, anche i gazebo possono essere collocati in qualsiasi angolo del giardino; si tratta, solitamente, di strutture pi raccolte rispetto ai pergolati e presentano la possibilit di essere chiusi con tende di vario materiale e venire sfruttati quindi per un periodo di tempo maggiore nel corso dellanno. Per posizionare una struttura allinterno del giardino, occorre valutare attentamente alcuni aspetti. Innanzitutto bisogna pensare alluso che si ha in mente di fare del gazebo: se questo ha lo scopo di accogliere gli ospiti durante il pranzo e i pasti allaperto, allora bene posizionarlo vicino al barbecue o quantomeno alla cucina. Se si ha in previsione di utilizzarlo prevalentemente in inverno sar invece consigliabile puntare alla migliore esposizione solare possibile. Il gazebo potrebbe diventare uno snodo fondamentale del giardino, un punto focale e di riferimento per la vista e per la funzionalit degli spazi: gazebo e pergolati possono rivelarsi infatti elementi estremamente decorativi e in grado di valorizzare lo spazio anche dal punto di vista estetico, oltre che dal punto di vista della pura funzionalit.

Cultura Spettacoli &


A Soresina protagonista Mario Zucca
Domenica 4 marzo alle 21, al Teatro Sociale di Soresina va in scena Linsostenibile leggerezza del cuore, adattamento del romanzo di Milan Kundera Linsostenibile leggerezza dellessere, rivisitato dalla regista Marina Thovez, in scena con Mario Zucca. Un medico chirurgo donnaiolo incontra una cameriera autodidatta con un grande amore per i libri e il suo Paese: la Boemia. Ma un grande nemico adombra il loro matrimonio: lUnione Sovietica che nel 68 invade Praga...

Il film di Almodovar sul palco a teatro


arted 6 marzo alle 20.30, la stagione di prosa del Teatro Ponchielli propone uno spettacolo del cartellone DiversaMente. Fondazione Teatro Due e Teatro Stabile del Veneto portano in scena Tutto su mia madre, di Samuel Adamson e con la regia di Leo Muscato. Lo spettacolo tratto dallomonimo film capolavoro, scritto e diretto da Pedro Almodvar nel 1999 ed una dedica a tutte le attrici che hanno interpretato delle attrici, a tutte le donne che recitano e a tutte le persone che vogliono essere madre. Tre uomini per rappresentare un universo tutto al femminile in cui, anche gli uomini, sono donne, almeno a met. Donne che ruotano intorno a due transessuali: Agrado e Lola. Sette esistenze segnate dal continuo intrecciarsi di due spinte: Eros e Thanatos, che caratterizzano le scelte individuali e lincontro con laltro. Agli estremi della narrazione due Esteben, entrambi figli di quel primo Esteban, che poi divenne Lola: uno muore allinizio, laltro alla fine si salva. Il regista Muscato ha espresso la sua opinione sullopera originale di Almodvar dicendo: Si parla di maternit, paternit, omosessualit, uomini che diventano donne, padri che diventano madri. Si parla fortemente di teatro, cinema e scrittura; di malattia, di droga, aids, di trapianti, donazione di organi, damore e di morte. Un dolore di fondo, filtrato da una visione ironica dellesistenza stessa. Lincrocio di questi temi

In scena marted sera Tutto sua mia madre per la rassegna DiversaMente
di Federica Ermete

Un momento dello spettacolo

sarebbe potuto diventare un guazzabuglio senza pari. Nelle mani di Almodvar, invece, ogni cosa si concatena perfettamente, nella vita di tutti quei personaggi che Manuela, la protagonista, incontra nel suo viaggio. Quello che emerge un modello di famiglia anticonvenzionale, in cui lunica cosa che conta e lamore che si in grado di dare a unanima innocente. E il trionfo dei grandi sentimenti, basterebbe poco per scivolare

nel melodrammatico, ma a fare da paracadute ci sono il gioco, la leggerezza, lironia e il ritmo serratissimo. Lelemento dominante nelladattamento di Adamson la metateatralit, grande omaggio al teatro e allarte degli attori. Sulla scena, oltre ad Alberto Onofrietti, Alberto Fasoli, Alvia Reale e Paola Di Meglio, anche Elisabetta Pozzi nei panni di un'intensa Manuela ed Eva Robins nei panni di Agrado.

Sabato 3 marzo alle ore 21, al Teatro Bellini di Casalbuttano, va in scena Mi si rotta la Playstation, con testi di Pino Campagna (nella foto) e Marco Del Conte. Lo show prende spunto dal libro I figli non crescono pi del psichiatra Paolo Crepet, diventando per, immediatamente, uninterpretazione comica della realt che mette a confronto linfanzia di ventanni fa, fatta di ingenuit e di innocenza quando per divertirsi bastava un pallone e la merenda era composta da pane e pomodoro con quella attuale, pi artefatta e costruita attorno a realt virtuali. Pino Campagna cerca di immedesimarsi nel duro ruolo dei figli e dei genitori di oggi e li confronta con quelli delle generazioni precedenti. Per fare ci, egli trae spunto dalla sua infanzia vissuta tra i cortili di Foggia. Un intreccio di generazioni diverse che si incontra e si confronta, il tutto rivisitato in chiave comica, arricchito dallimpareggiabile stile ed ironia di Campagna.

Al Bellini uno show su genitori e figli

INIZIATIVA

Domenica 4 marzo liniziativa nazionale del Touring Club dal tema Penisola del tesoro, varca le porte di Soncino per mostrare le bellezze del borgo ai soci del Tci. E un evento molto importante e significativo per la cittadina della provincia di Cremona, dato leffetto promozionale che ne potr deri-

Alla scoperta delle bellezze di Soncino con il Touring Club


vare. La visita guidata parte dal centro storico, prosegue per la pieve di S. Maria Assunta e si snoda verso il Museo della Stampa - Casa degli Stampatori Ebrei Soncino, per proseguire con la visita del Monte di Piet , il Portico Rosso e il convento di San Giacomo con annessa Torre Ettagonale.

Litinerario continua con la visita ai portici e agli edifici che conservano ancora la preziosa decorazione tipica Lombarda in cotto. Tappa finale alla possente Rocca Sforzesca, gioiello dellarchitettura militare medievale, nonch simbolo della citt e alladiacente ex Filanda.

Luned 5 marzo alle 20.30, la stagione concertistica del Teatro Ponchielli propone una serata dal carattere spagnoleggiante. Protagonista di questo concerto iberico la Filarmonica Toscanini: creata nel 2002, lorchestra costituisce il punto deccellenza dellattivit produttiva dellomonima Fondazione. Il complesso generalmente si affida a grandi direttori, quali Charles Dutoit, Lorin Maazel, Zubin Mehta, Yuri Temirkanov In questoccasione lensemble diretto dal maestro John Axelrod, direttore principale dellOrchestra Verdi, dotato di uno stile direttoriale carismatico, e con allattivo collaborazioni con 130 orchestre, comprese il Gewandhaus di Lipsia, la Filarmonica di Dresda, lOrchestre de Paris, Santa Cecilia, la Royal Philharmonic di Londra Laffascinante programma un omaggio alla Spagna. La prima parte della serata vede infatti lorchestra impegnata nel Don Quixote - Don Chisciotte, Variazioni fantastiche su un tema di carattere

Serata di musica spagnoleggiante

Luned sera al Ponchielli protagonista la Filarmonica Toscanini

cavalleresco op. 35 composte da Richard Strass nel 1897. Il Don Quijote de la Mancha di Cervantes un libro pieno di musica; le parole pi belle le pronuncia Sancio Panza: Seora dice rivolto alla Duchessa donde hay msica no puede haber cosa mala. Il mondo di Don Chisciotte risuona di molteplici strumenti, e la musica ha ripagato tanta attenzione con numerose versioni del celebre personaggio; tra queste, il poema sinfonico di Strauss costituisce il capolavoro massimo. Nella seconda parte, la serata volge verso connotazioni pi folcloriche. Si inizia con la sognante rievocazione paesistica della Rhapsodie espagnole per orchestra di Maurice Ravel; si passa attraverso lebbrezza dei colori e dei ritmi popolari del Capriccio spagnolo di Nikolaj A. Rimskij-Korsakov; per poi concludere con uno dei pezzi pi sconcertanti che la storia della musica conosca: quel Bolero per orchestra di Ravel, del 1928, che culmina in sonorit deliranti.

CINEMA - Programmazione settimanale


CREMONA Spaziocinema Cremonapo (0372 803674) www.spaziocinema.info Safe House The woman in black Posti in piedi in paradiso Com' bello far l'amore 3D In time Knockout Paradiso amaro Qualcosa di straordinario Quasi amici Viaggio nell'isola misteriosa 3D Filo (0372 411252) Cesare deve morire CASALMAGGIORE Zenith (0375.40544) www.cinemateatrozenith.com Albert nobbs PIEVE FISSIRAGA Cinelandia (0371 237012) www.cinelandia.it In time John Carter 3D Quasi amici Posti in piedi in paradiso Viaggio nell'isola misteriosa 3D Safe House The woman in black CREMA Porta Nova (0373 218411) www.multisalaportanova.it Posti in piedi in paradiso Quasi amici Viaggio nell'isola misteriosa The artist Safe house John Carter 3D The woman in black
Cineforum War Horse Albert Nobbs Over 60 Posti in piedi in paradiso

24

Sabato 3 Marzo 2012

Cultura CREMA Spettacoli

&

Il professor Tullio Gregory, in un recente articolo, lamenta giustamente il fatto che la riforma del Cnr (Consiglio nazionale delle ricerche) abbia ulteriormente marginalizzato il settore delle scienze umane: dalla filosofia alleconomia, alla sociologia alla storia dellarte, alla linguistica. Si tratta di un non nuovo declassamento delle scienze umane rispetto alle scienze dure: la fisica, la chimica, lingegneria, la geologia, e via dicendo. Un pregiudizio? Certamente, e, come tutti i pregiudizi, tanto self-evident, quanto difficile da sfatare. Si tratta dellidea che le scienze uma-

Apollineo e Dionisiaco
ne siano poco adatte a confrontarsi con la contemporaneit. Vanno in questa direzione anche gli appelli che, tutti gli anni, si susseguono perch ragazzi e ragazze si iscrivano a facolt scientifiche invece che rivolgersi ad una scelta umanistica. Posto che alcune discipline, come leconomia, sono difficilmente posizionabili nelluno o nellaltro versante, mi domando quale miopia sia sottesa a questo pregiudizio. Non c di meglio, credo, di un laureato in filosofia per occuparsi, in una azienda, della cosiddetta risorsa umana, termine brutto per dire le persone che ci lavorano. Labitudine alla flessibilit mentale e la capacit di relativizzare saranno di grande aiuto per la mediazione, il giudizio, la scelta. Non c niente di pi potente ed efficace del mito per narrare e comprendere le grandi questioni di oggi. Gli archetipi culturali della Grecia antica (e ci sanguina il cuore, a vedere cos in difficolt, oggi, quel Paese) sono la chiave per capire tanti drammi e tipi umani, da chi uccide per amore, a chi accecato da invidia e cupidigia, a chi si illude di potenza e precipita poi nellerrore e nel disonore. Affrontiamo meglio la crisi di oggi, se pensiamo ai grandi dilemmi, ai grandi sacrifici del mito: il fegato di Prometeo divorato da unaquila, perch ha donato il fuoco agli uomini; lodio implacabile di una donna offesa nel matrimonio e nellamor materno, e Clitemnestra fa trucidare il tronfio marito Agamennone la

sfida al dio punita come tracotanza, e Apollo, impassibile, fa scorticare vivo Marsia. Oggi ci sentiamo tutti un poferiti da rapaci che volteggiano senza tregua, mentre noi umani non sappiamo come ripararci; traditi, e certo non possiamo reagire con la violenza di Clitemnestra; scorticati nella speranza, nellattesa, nella fiducia. Leggiamo queste pagine: saremo meno smarriti. Agopoli* *Agopoli (pseudonimo) si occupa di economia e finanza, ma coltiva una grande passione: la filosofia.

Sabato 3 marzo alle ore 17 in sala Alessandrini (via Matilde di Canossa a Crema) viene presentato alla cittadinanza lultima pubblicazione curata dal Centro Ricerca Galmozzi di Crema: Un gioiello di tornio, il mondo di Canavese. Il volume, con la presentazione di Romano Dasti, stato scritto da tre autori: Anna Maria Zambelli, Walter Bianchessi e Antonio Vailati: gli ultimi due per molti anni dipendenti della fabbrica Canavese. Vita di fabbrica, viaggi di lavoro allestero, impegni sportivi, fiere a cui partecipare veramente tutto un mondo che per decenni ha caratterizzato la vita lavorativa a Crema. Lincontro inizier con la proiezione della prima parte del film che accompagna la pubblicazione con a seguire la lettura di alcune composizioni dialettali lette da Federica Longhi Pezzotti. La serata si concluder con la visione della seconda parte del filmato

Presentazione del libro Un gioiello di tornio

er la stagione di prosa, venerd 9 marzo alle ore 21 al teatro San Domenico di Crema, Francesco Paolantoni e Giovanni Esposito presentano Compagnia Tot sul testo originale di Yasmina Reza, per la regia di Giancarlo Sepe. In memoria di Tot, il pi grande attore comico italiano, coi suoi vezzi, le sue mimiche, le poesie, le canzonette, i lazzi E morto nel lontano 1967, ma il suo ricordo ancora fortissimo e i pi di centro film che ha girato si incaricano di presentarlo ancora a chi lo ha amato in vita e alle nuove generazioni. Impar subito a guardare le miserie del mondo, della povert e le pativa facendole rivivere attraverso la sua decantazione dattore: fatta di sguardi affamati, occhi concupiscenti, racconti accen-

Appuntamento marted 9 marzo con Francesco Paolantoni


tati dalle mani e virgolettati dal movimento della fronte. Nel 1922 lascia Napoli dopo un insuccesso e raggiunge Roma, dove debutta con successo. Nel 26 calca i palcoscenici della rivista e dal 1933 al 1940, gira lItalia con la sua compagnia. Ecco lattore necessario, quello senza il quale non avremmo capito la miseria, la ribellione, lumanit e il riscatto della povera gente. Morto Tot, ci siamo inventati dei surrogati: c tutto un popolo che lo cerca ancora, ostinatamente, ma non lo trova e lo reinventa dando ad ogni mariuolo o ad ogni sofferente un po della sua vitalit. Lo spettacolo di Giancarlo Sepe lo vuole far rivivere per quanto possibile, nel suo atto damore che divertire la gente. Tiziano Guerini

Il mito di Tot rivive al San Domenico

Un momento dello spettacolo

Gioved 8 marzo, in occasione della festa della donna al teatro San Domenico alle ore 21, Marco Colombo (affermato chitarrista milanese, collaboratore nella band di Gianna Nannini) e Linda Paganelli (savonese, tastierista e compositrice, voce dal timbro caldo e spontanea dinamica espressiva) presentano Slam. Marco e Linda propongono un repertorio che ha origini nel blues, nello swing, cha cha cha, rock: una rivisitazione in chia-

Serata a tutta musica a teatro per la Festa della donna


ve innovativa della musica popolare americana. Un vero e proprio show ricco di emozioni. A seguire le Giannissime in un Tributo a Gianna Nannini. Interpreti: Annalisa Carelli voce, Daniela Passeri chitarra, Veronica Bellettato basso e cori, Gloria Remonti chitarra, e Michela Rota drums e cori. La passione per le canzoni di Gianna Nannini trasformata nella formazione di un gruppo di quattro valenti musiciste. Una rivisitazione delle canzoni del-

la Nannini, se possibile con un sound decisamente pi aggressivo MOSTRA Lassociazione Ex alunni del liceo classico Racchetti di Crema ha allestito una mostra fotografica nella sala dellex biblioteca al primo piano del Museo di Crema. La mostra si intitola Storia per immagini del Liceo Ginnasio del 1893 al oggi e viene inaugurata sabato 3 marzo alle ore 16 e Rimaane aperta fino a domenica 11 marzo.

DOMENICA AL GALILEI DI ROMANENGO

A Romanengo al teatro Galilei domenica 4 marzo a seguito di variazione di programma per la rassegna E domenica a teatro viene rappresentato lo spettacolo Che regalo hai? Feste e fiabe dal mondo della Compagnia Fiorditeatro. Accanto alle voci registrate di Daniele, Alice e Chiara, sulla scena Nicola Pazzocco con oggetti e musiche tradizionali di varie parti del mondo. Ai bambini (ma in realt anche ai grandi) piacciono le feste, i regali e le storie... Elementi che non mancano mai nella cultura di ogni Paese del mondo. In questo spettacolo cinque fanciulli di altrettante nazioni decidono di narrarsi a vicenda una ricorrenza gioiosa del proprio popolo, legandola poi alla loro fiaba preferita.

In scena Che regalo hai?

MOSTRA

Sabato 3 marzo alle ore 17 si inaugura presso gli spazi conventuali del San Domenico la mostra di Cinzia Munari dal titolo The solo show. Lartista nata a Lodi e fa la grafica pubblicitaria specializzata in marketing aziendale e sportivo. Ad ogni osservatore viene lasciato il compito di cercare, scoprire e ricordare, tramite le sue sensazioni e le sue capacit di lettura, che cosa viene comunicato, perch quelle ombre che si intravedono sono anche superfici, masse in movimento, strutturate dagli altri colori che lartista utilizza, come il rosso e il bianco mescolati al nero, creando toni di grigio che contribuiscono ad ammorbidire le sensazioni. La mostra rimarr aperta fino al 18 marzo.

The solo show di Cinzia Munari Sacre scene a Bagnolo

RASSEGNA

Sette spettacoli tra marzo e maggio in diverse sedi per la II edizione della rassegna Sacre scene, festival teatrale della spiritualit, diretto da Fausto Lazzari, questanno intitolata a S.E. Mons. Marco C. Un progetto nato per valorizzare le forti potenzialit teatrali presenti sul territorio cremasco. Dopo che venerd 2 marzo al teatro San Domenico di Crema la rassegna partita con la prima rappresentazione con lensemble Azioni Musicali di Loppiano (Fi) in Giulia, la cattedrale di pietre scartate dedicata alla figura di Giulia Colbert (fondatrice delle Suore del Buon Pastore) e ai santi sociali dellottocento, sabato 3 marzo la rassegna prosegue con il secondo appuntamento al teatro oratorio don Bosco di Bagnolo Cremasco. Alle ore 21 In cammino con testimonianza di artisti, attori e operatori culturali per il teatro, per la musica, per la cultura.

Appuntamenti

Sabato 3 Marzo 2012

Arte & Cultura


Gianni Rodari

25

Al posto dellantico autore di favole (che si rivolgeva agli animali attribuendo ad essi i vizi e le qualit degli uomini) oggi il naturalista, intento a scoprire la vita degli animali nella realt dei loro istinti, dei loro costumi. Il mondo degli animali sa comunicare meraviglie incredibili, al pari dei migliori testi di fantascienza: la ferocia mostruosa di alcuni insetti, lorganizzazione sociale di altri, il modo in cui lintelligenza di alcuni animali risponde alle sollecitazioni umane, gli enigmi che si celano nellinfinitamente piccolo: tutto fatto per stupire, per attirare lattenzione del ricercatore e del lettore. Non

necessario cercare a tutti i costi la novit, la meraviglia negli abissi, nei luoghi pi remoti, nel futuro della scienza e della tecnologia. Ogni palmo di terra unAfrica, scriveva tre secoli fa Daniello Bartoli, per dire che lo straordinario, linverosimile, linatteso li troviamo alla porta di casa, negli aspetti e nelle cose che crediamo pi note, pi conosciute. In questa brevissima composizione di Gianni Rodari, la cicala e la formica, metafore che il poeta usa per rovesciare la morale del passato, che avverte angusta e limitata, danno il senso di una scelta di vita.

Fino a sabato 3 marzo CREMONA MOSTRA SERGIO BOZUFFI - RETROSPETTIVA Una mostra organizzata (in sala Alabardieri) a due anni dalla sua scomparsa, rende il giusto merito ad una figura di spicco nel panorama cremonese dellultimo mezzo secolo e offre la giusta ribalta ad un artista a tutto tondo. *** Domenica 11 marzo CASTELLEONE MOSTRA-MERCATO DELLANTIQUARIATO, VINTAGE, ARTIGIANATO ARTISTICO Appuntamento dalle 9 alle 19 per le vie del centro storico. Per informazioni: 348-8555756. *** Domenica 11 marzo PANDINO MERCATO COSE DALTRI TEMPI Mercatino di piccolo antiquariato, oggettistica e libri, dalle 9 alle 19 presso il Castello Visconteo. Per informazioni: 345-0888866.

Da mercoled 7 a domenica 11 marzo CREMONA MOSTRA DONNA EMOZIONI A COLORI A cura di Aics (Associazione italiana cultura e sport, sede di Cremona). Dalle 16 alle 19 in Sala S. Vitale in piazza S. Angelo 1 (ingresso gratuito). *** Domenica 11 marzo RIVOLTA DADDA MOSTRA-MERCATO DELL'USATO E PICCOLO ANTIQUARIATO Piccolo antiquariato, mobili, oggettistica, dipinti. Appuntamento dalle 8.30 alle 19 in piazza Vittorio Emanuele II. Per informazioni: 0373-377050. *** Domenica 11 marzo CREMONA EVENTO SPORTIVO LA CORSA ROSA Marcia podistica di km 5,5 e km 11 non competitiva delle Donne, aperta a tutti. Per informazioni: 0372 431771 - 3927168762 - 349-0078781. *** Fino a domenica 1 aprile CREMONA MOSTRA

FEDERICA GALLI - LELEGANZA DEL SEGNO La mostra (nel Centro culturale S. Maria della Piet) propone lo stile straordinariamente raffinato e assai personale dellautrice originaria di Soresina e scomparsa nel 2009. Orario: da marted a domenica ore 10-12.30 e 15.30-19 (ingresso libero). Per informazioni: 0375-40039. *** Da marted 6 a domenica 18 marzo CREMONA MOSTRA TRAME CROMATICHE DELLANIMA Mostra di pittura di Antonella Giapponesi Tarenghi in Sala Alabardieri di Palazzo comunale (ingresso gratuito). Inaugurazione 6 marzo ore 18 alla presenza delle autorit, del critico Simone Fappanni. Orario: da marted a sabato ore 9-18, domenica ore 10-18, lunedi chiuso). *** Da gioved 15 a sabato 17 marzo CREMONA FIERA BIOENERGY ITALY 2012 - BIOMASSE RINNOVABILI Appuntamento presso CremonaFiere. Per informazioni: 0372-598011.

Musica & Spettacoli


Domenica 4 marzo SORESINA TEATRO LINSOSTENIBILE LEGGEREZZA DELLESSERE Alle ore 21 al Teatro Sociale (ingresso libero) va in scena ladattamento teatrale dellomonimo romanzo di Milan Kundera, con Marina Thovez e Mario Zucca. Scene di Nicola Rubertelli, regia Per informazioni: 0374-340454. *** Domenica 4 Marzo CREMA TEATRO UN CONSERTO VAGO

LA FAVOLA ANTICA Chiedo scusa alla favola antica, se non mi piace lavara formica. Io sto dalla parte della cicala Che il pi bel canto non vende, regala.

Gianni Rodari

Alle ore 21 al Teatro San Domenico, concerto con Diego Cantalupi (liuto e chitarrone), Claudio Nuzzo (liuto, chitarra e chitarrino), Diego Leveric (liuto e chitarra). Per informazioni: 0373-85418. *** Luned 5 marzo CREMONA CONCERTO ORCHESTRA FILARMONICA TOSCANINI Alle 20.30 al Teatro Ponchielli, sul palco protagonista la Filarmonica Toscanini,, che per questo concerto diretta da John Axelrod, direttore principale dellOrchestra Verdi, dotato di uno stile direttoriale carismatico e con allattivo collaborazioni con 130 orchestre. Per informazioni: 0372-022010. **** Marted 6 marzo CREMONA TEATRO

TUTTO SU MIA MADRE Alle ore 20.30 al Teatro Ponchielli, Fondazione Teatro Due e Teatro Stabile Del Veneto propongono lo spettacolo di Samuel Adamson, tratto dal film dallomonimo film di Pedro Almodvar, traduzione di Giovanni Lombardo Radice, con Elisabetta Pozzi, Alvia Reale, Eva Robins, Paola Di Meglio, Alberto Fasoli, Silvia Giulia Mendola, Giovanna Mangi, Alberto Onofrietti. Regia di Leo Muscato. Per informazioni: 0372-022010. *** Mercoled 7 marzo CASALMAGGIORE TEATRO ALMAS Alle ore 21 al Teatro Comunale di Casalmaggiore spettacolo con Paolo Fresu e Omar Sosa (fuori abbonamento). Per informazioni: 0375-284434.

LOroscopo della settimana


Per scrivere a Maria: promedia@fastpiu.it
Cara Maria, la leggo sempre volentieri, ma devo rivolgere una critica alla sua rubrica: raramente parla di avvenimenti felici, di persone contente, di gesti belli e generosi. Ricordo che, quando andavo a scuola, una professoressa ci fece fare un tema, su questa frase: Il male rumoroso, mentre il bene silenzioso. Sar per questo che ascoltiamo sempre meno la sua voce? In questa epoca cos chiassosa? Io vorrei leggere di figli che rendono orgogliosi i genitori, di mariti che amano le mogli, di fratelli che si aiutano, di amici sempre vicini. Davvero non le scrive mai nessuno per raccontare queste cose? Una ottantenne curiosa Cara signora, che bellissima lettera ha scritto. Mi dice che lha scritta a mano e data da copiare al computer ad un suo bisnipote. Mi sembra di vederla, mentre osserva il ragazzo che la legge e che le sorride (perch sar sicuramente successo cos). Leggerla stata una boccata di ossigeno. Ma no, il termine inadeguato: un sorriso. vero, spesso devo fronteggiare il peggio, in questa rubrica: dolori, affanni, amarezze, difficolt. Cerco di dare consigli misurati, di non esasperare i toni, ma, a volte, davvero difficile. Sono conscia della forza delle parole e della negativit che possono trasmettere; per questo, bellissima la frase centrale della sua lettera: figli che rendono orgogliosi i genitori, mariti che amano le mogli, fratelli che si aiutano, amici sempre vicini. Sono parole positive, e limpatto forte e salutare. Ci che dice mi aiuta anche in una pratica che ritengo essenziale: la pratica del buon esempio. Raccontare, quando si pu, i sorrisi, le buone emozioni, i piccoli eroismi quotidiani. insegnare, o meglio, tentare di insegnare, che non si deve vivere dominati dalla paura. Per cogliere il bello della vita che tanto il messaggio da dare : non avere paura. Grazie, davvero.

a cura di: MICHELA

Vi attendono una valanga di emozioni. Ottimismo, intraprendenza e coraggio vi contraddistinguono. Ritroverete la voglia di amare. Un incontro o una riappacificazione fa risorgere il vostro cuore. Giove brilla per i vostri occhi, sulla vostra fortuna non tramonta il sole. Colpi professionali, investimenti e transazioni vi ricoprono di onori e economicamente parlando siete in una botte dargento. Prosegue lagitazione portata da pianeti in Pesci che interessa il lavoro e lambiente nel quale muovete i vostri affari. Concentrate le energie soprattutto sulla vita familiare e quella personale. Giove vi sostiene finanziariamente con un contratto, un lavoro, transazioni o business lucrosi. Avete un po di incomprensioni con il vostro partner, ma questo potrebbe fare passi importanti per accontantarvi in tutto. La marcia di Venere in Ariete trionfante. I single faranno incontri fatali mentre chi di voi felicemente in coppia far progetti di convivenza e di matrimonio. Gli affari procedono molto bene. Gli sforzi per riportare tutto ad una normale rassicurante situazione sono efficaci ma fino a un certo punto. Dovrete essere particolarmente creativi. Dialogo con il partner bloccato. E siate prudenti anche nel lavoro e con le finanze. State ricostruendo le vostre certezze e instaurando nuove amicizie piuttosto che strade professionali e amorose. Dovete fare i conti con spese, malinconia e rapporti amorosi litigarelli. Ma ce la potrete fare... Tutto cambia in meglio, la fortuna gira dalla vostra parte. Prosperit, successo e persone positive sono sul vostro cammini e vi supporteranno per un lungo periodo. Ci sono in vista buoni contatti amorosi e lavorativi. Avete bisogno di rilassarvi, ma ci sono mille cose da fare, alcune persone da evitare, parenti e colleghi da dirigere. Il morale per resta alto. Venere, come una fata turchina porta soldi, chance, incontri e unioni importanti. Giove e Marte vi supportano cos da risolvere problemi legali e concludere una trattativa importante. Un incontro amoroso importante nellaria. Potete giocare un po con le gelosie cos da riavviare il desiderio del partner. Venere canta dolci melodie e il mese si conclude con il trionfo dellamore. Non potete lasciare in sospeso i problemi quindi dato che Mercurio dalla vostra parte e vi sostiene cercate di risolvere i vostri problemi lavorativi. La settimana sar allinsegna di impulsivit ed esaltazione. Lavorativamente parlando siete poco attivi, perch deconcentrati. Prende corpo un progetto creativo che potr risolvere pi di un problema, per ricordate la concentrazione.

26

Sabato 3 Marzo 2012

Sport
domenica 4
06.30 09.30 10.00 10.55 12.20 13.30 14.00 16.35 20.00 20.40 21.30 23.30 00.45 01.10 03.05 07.00 09.25 10.15 10.50 11.30 13.00 13.45 15.40 17.05 17.10 18.00 19.35 20.30 21.05 21.45 unomattina in famiglia.a tg1 lis /easy driver linea verde orizzonti.att santa messa/recita angelus linea verde. attualit tg1 telegiornale domenica in l'arena domenica in cosi' la vita tg1 / tg sport affari tuoi la certosa di parma. fict speciale tg1. attualit tg1 notte applausi/sette note una storia qualunque.film cartoon magic. variet victorius. telefilm ragazzi c' voyager.var a come avventura. att mezzogiorno in famiglia.v tg2 giorno/motori/meteo quelli che aspettano..var quelli che il calcio.. var tg2 l.i.s. stadio sprint. sport 90 minuto. sport lasko. telefilm tg 2 notizie ncis. telefilm hawaii five-0. telefilm 06.45 11.00 11.05 12.00 13.30 14.10 15.15 18.50 20.00 20.30 20.35 21.10 23.15 01.00 01.25 10.00 11.00 13.00 13.50 14.00 16.10 17.00 17.45 18.45 19.35 20.30 21.05 23.25 01.15 01.25 12.45 13.10 14.00 14.50 15.05 16.00 17.40 19.00 20.00 20.15 20.35 21.05 24.00 01.05 01.15 09.40 10.50 11.30 12.05 13.00 13.50 15.10 16.15 16.55 18.55 19.35 20.30 21.10 00.30

sabato 3
06.30 09.45 11.10 11.45 13.30 14.40 17.00 17.15 17.45 18.50 20.00 20.35 00.30 01.30 02.30 09.55 10.30 10.40 11.35 13.00 14.00 15.40 17.10 18.00 18.05 18.50 20.25 21.05 22.40 23.25 07.20 09.10 10.15 12.00 12.25 12.55 14.00 14.45 16.50 18.15 19.00 20.00 21.30 23.35 23.55 unomattina. att settegiorni.att uno mattina storie vere.a la prova del cuoco tg 1 telegiornale le amiche del sabato.att tg1 telegiornale a sua immagine passaggio a nord ovest.doc l'eredit. game tg1/rai tg sport ballando con le stelle 8 di che talento sei? cinematografo caramel. film sulla via di damasco.att aprirai. attualit quello che. attualit mezzogiorno in famiglia.att tg2 giorno/dribbling. att london live. musicale la libreria del mistero. f sereno variabile. attualit tg2 flash l.i.s. la moda che verr. attual l'isola dei famosi. reality estrazio del lotto/tg2 castle. telefilm sabato sprint. sport tg2 notizie / tg2 dossier.doc show boat. film paesereale. attualit kingdom. telefilm tg3 sport - meteo / tgr il settimanale. attualit ambiente italia. attualit tgr regione meteo -tg3 tg3 pixel/tv talk/tg3 l.i.s. strade bianche. sport 90 minuto serie b. sport tg3/regione/meteo 3 blob/che tempo fa. variet welcome. film tg3 - tg regione - meteo un giorno in pretura.doc

Lunedi 5
unomattina. attualit tg1 telegiornale occhio alla spesa la prova del cuoco tg 1 / tg1 focus/economia verdetto finale la vita in diretta.attualit l'eredit. game show tg1/soliti ignoti.game qui radio londra.att affari tuoi provaci ancora prof. fict porta a porta tg1 notte/focus sottovoce. attualit tg2 insieme. attualit i fatti vostri.variet tg2/costume societa' medicina 33. attualit italia sul due. attualit ghost whispeper. telefilm hawaii five-0. tel tg2 flash l.i.s./sport/notizie numb3rs. telefim l'isola dei famosi. reality tg2 notizie voyager. documenti l'ispettore coliandro. fic tg parlamento protestantesimo le storie - diario italiano la strada per la felicit tg regione - meteo -tg 3 tgr leonardo/ tg3 lis la casa nella prateria.t cose dell'altro geo. att geo & geo. attualit tg3/tg regione/meteo blob. attualit stanlio e ollio. corto un posto al sole. soap codice genesi. film tg3 linea notte fuori orario tarda estate. film carabinieri. fiction i racconti di melaverde tg4 / meteo un detective in corsia.tf la signora in giallo. tel forum. attualit flikken. telefilm sentieri. soap il commissario cordier.f tg4 - meteo 4 tempesta damore. soap walker texas ranger.tel submerged. film una 44 magnum per l'ispettore callagan.film 06.45 11.00 11.05 12.00 13.30 14.10 15.15 18.50 20.00 20.30 20.35 21.10 23.20 00.50 01.25 10.00 11.00 13.00 13.50 14.00 16.15 17.00 17.45 18.45 19.35 20.30 21.05 22.40 23.25 23.40

martedi 6
unomattina. attualit tg1 telegiornale occhio alla spesa la prova del cuoco tg 1 / tg1 focus/economia verdetto finale la vita in diretta.attualit l'eredit. game show tg1 qui radio londra.att affari tuoi provaci ancora prof.fic porta a porta tg1 notte/focus sottovoce. attualit tg2 insieme. attualit i fatti vostri.variet tg2/costume societa' medicina 33. attualit italia sul due. attualit ghost whispeper. telefilm hawaii five-0. telefilm tg2 flash l.i.s./sport/notizie numb3rs. telefilm l'isola dei famosi. reality estrazioni lotto / tg2 criminal minds. telefilm the good wife. telefilm tg2 notizie rai 150 anni

mercoLedi 7
06.45 11.00 11.05 12.00 13.30 14.10 15.15 18.50 20.00 20.30 20.35 21.10 23.50 01.15 01.55 10.00 11.00 13.00 13.50 14.00 16.15 17.00 17.45 18.45 19.35 20.30 20.35 22.45 23.25 12.00 12.45 13.10 14.00 14.50 15.05 16.00 17.40 19.00 20.00 20.15 20.35 21.05 23.15 24.00 09.40 10.50 11.30 12.00 13.00 13.50 15.10 17.05 18.55 19.35 20.30 21.10 00.30 02.55 unomattina. attualit tg1 telegiornale occhio alla spesa la prova del cuoco tg 1 / tg1 focus/economia verdetto finale la vita in diretta.attualit l'eredit. game show tg1 qui radio londra.att affari tuoi primaserata porta a porta amori e bugie. film tg1 notte/focus sottovoce. attualit tg2 insieme. attualit i fatti vostri.variet tg2/costume societa' medicina 33. attualit italia sul due. attualit ghost whispeper. telefilm hawaii five-0. telefilm tg2 flash l.i.s./sport/notizie numb3rs. telefilm l'isola dei famosi. reality tg2 notizie champions league: calcio barcellona - bayer leverkusen 90 minuto champions.sport tg2 notizie tg3-sport-meteo 3-fuori tg le storie - diario italiano la strada per la felicit tg regione - meteo -tg 3 tgr leonardo/ tg3 lis tirreno - adriatico.ciclismo cose dell'altro geo. att geo & geo. attualit tg3/tg regione/meteo blob. attualit stanlio e ollio. corto un posto al sole. soap chi l'ha visto? attualit glob spread. variet tg3 linea notte carabinieri. fiction i racconti di melaverde tg4 / meteo / vie d'italia un detective in corsia.tf la signora in giallo. tel forum. attualit flikken.tel/sentieri. soap dream hotel:mexico.film tg4 - meteo 4 tempesta damore. soap walker texas ranger.tel viaggio a.... attualit il miracolo di berna.film willy signori e vengo da lontano. film 06.45 11.00 11.05 12.00 13.30 14.10 15.15 18.50 20.00 20.30 20.35 21.10 23.25 01.00 01.40 23.20 00.15 10.00 11.00 13.00 13.50 14.00 16.10 17.00 17.45 18.45 19.35 20.30 21.05 00.10

giovedi 8
unomattina. attualit tg1 telegiornale occhio alla spesa la prova del cuoco tg 1 / tg1 focus/economia verdetto finale la vita in diretta.attualit l'eredit. game show tg1 qui radio londra.att affari tuoi il giovane montalbano.fic porta a porta tg1 notte/focus/che tempo fa sottovoce. attualit rai 150 anni past life. telefilm tg2 insieme. attualit i fatti vostri.variet tg2/costume e societa' medicina 33. attualit italia sul due. attualit ghost whispeper. telefilm hawaii five-0. telefilm tg2 flash l.i.s./sport/notizie numb3rs. telefilm l'isola dei famosi. reality estrazioni lotto / tg2 l'isola dei famosi 9.reality tg2 notizie/rai 150 anni 06.45 11.00 11.05 12.00 13.30 14.10 15.15 17.00 18.50 20.00 20.30 20.35 21.10 23.25 00.25 10.00 11.00 13.00 13.50 14.00 16.10 17.00 17.45 18.45 19.35 20.30 21.05 21.50 22.40 01.10 12.00 12.25 12.50 13.10 14.00 14.50 15.05 16.00 17.40 19.00 20.00 20.15 20.35 21.05 23.20 08.20 09.40 10.50 11.30 12.00 13.00 13.50 15.35 18.55 19.35 20.30 21.10 23.50 01.50

venerdi 9
unomattina. attualit tg1 telegiornale occhio alla spesa la prova del cuoco tg 1 / tg1 focus/economia verdetto finale la vita in diretta.attualit tg1 telegiornale l'eredit. game show tg1 qui radio londra.att affari tuoi non sparata sul pianista tv7. attualit l'appuntamento tg2 insieme. attualit i fatti vostri.variet tg2/costume e societa' tge eat parade. attualit italia sul due. attualit la signora del west. telef hawaii five-0. telefilm tg2 flash l.i.s./sport/notizie ghost whispeper. telefilm l'isola dei famosi 9. reality tg2 notizie ncis los angeles. telefilm blue bloods. telefilm dark blue. telefilm tg parlamento. attualit tg3-sport-meteo 3-fuori tg le storie - diario italiano geo & geo. attualit la strada per la felicit tg regione - meteo -tg 3 tgr leonardo/ tg3 lis tirreno - adriatico.ciclismo cose dell'altro geo. att geo & geo. attualit tg3/tg regione/meteo blob. attualit stanlio e ollio. corto un posto al sole. soap robinson. attualit e se domani short. att hunter. telefilm carabinieri. fiction i racconti di melaverde tg4 / meteo / vie d'italia un detective in corsia.tf la signora in giallo. tel forum. attualit cimarron. f tg4 - meteo 4 tempesta damore. soap walker texas ranger.tel quarto grado. attualit nonhosonno.film gardenia: il giustiziere della mala. film

08.25 tutti i mercoled.f 10.45 tgr estovest/mediterraneo 11.40 tgr regioneuropa. attualit 12.00 tg3 / meteo3 / telecamere 12.55 prima della prima. mus 13.25 il capitale di philippe daverio. attualit 14.00 tg regione/meteo/in 1/2 h 15.05 alle falde del kilimangiaro 17.55 per un pugno di libri. att 19.00 tg3 - tg regione - meteo 20.00 blob. attualit 21.30 presadiretta. attualit 23.35 tg 3/lilit. variet 00.50 tg3 / meteo 5 09.10 10.00 11.00 11.30 12.00 13.20 14.00 15.05 17.25 18.55 19.35 21.30 00.15 02.30 08.00 08.50 10.00 10.15 13.00 13.40 14.00 16.15 18.50 20.00 20.40 21.30 00.15 01.30 07.40 12.25 13.00 14.00 17.50 18.30 19.00 19.30 21.30 23.30 00.20 01.35 02.25 04.10 06.25 07.00 10.00 11.45 13.30 14.05 15.10 17.40 20.00 20.30 21.30 23.30 23.40 magnifica italia. doc santa messa pianeta mare. attualit tg 4 telegiornale melaverde. attualit pianeta mare. attualit donnavventura. attualit la valle dell'eden. film colombo: prova a prendermi. film tg4 telegiornale - meteo 4 tempesta d'amore. soap mystic river. film connie e carla. film la sceriffa. film tg5 mattina le frontiere dello spirito grande fratello. reality i sublimi segreti delle ya-ya sisters. film tg5 telegiornale - meteo 5 grande fratello. reality generazioni a confronto.f domenica cinque. variet the money drop. quiz/tg 5 tg 5 telegiornale - meteo 5 paperissima sprint grande fratello. reality mai dire grande fratello tg5 notte cartoni studio aperto - meteo guida al campionato.sport ritorno al mondo di oz.f la vita secondo jim. sitcom studio aperto tutto in famiglia. sitcom dardevil. film scontro tra titani.film i simpson. cartoni controcampo linea notte. sport poker1mania. variet un corpo da reato. film trauma. telefilm tg la 7 - meteo - oroscopo omnibus fifa e arena. film ti ci porto io. variet tg la7 mammamia che domenica. talk show la donna pi bella del mondo. film il medico della mutua. f tg la7 in onda. attualit fbi:protezione testimoni.f tg la7 larry flint. film

12.00 tg3-sport-meteo 3-fuori tg 12.45 le storie - diario italiano 13.10 la strada per la felicit 14.00 tg regione - meteo - tg3 14.50 tgr leonardo/ tg3 lis 15.05 la casa nella prateria.t 15.50 cose dell'altro geo. att 17.40 geo & geo. attualit 19.30 tg3 - regione - meteo -blob 20.15 stanlio e ollio. corto 20.35 un posto al sole. soap 21.05 ballar. attualit 23.15 90 minuto champions.sport 24.00 tg3 linea notte/regione 01.05 rai educational 09.40 10.50 11.30 12.00 13.00 13.50 15.10 16.15 16.40 18.55 19.35 20.30 21.10 23.25 02.30 carabinieri. fiction i racconti di melaverde tg4 / meteo / vie d'italia un detective in corsia.tf la signora in giallo. tel forum. attualit flikken.telefilm sentieri. soap i cowboys.film tg4 - meteo 4 tempesta damore. soap walker texas ranger.tel renegade. film l'avvocato del diavolo.f il tigre.film

12.00 tg3-sport-meteo 3-fuori tg 12.45 le storie - diario italiano 13.10 la strada per la felicit 14.00 tg regione - meteo - tg3 14.50 tgr leonardo/ tg3 lis 15.05 tirreno - adriatico.ciclismo 15.50 cose dell'altro geo. att 17.40 geo & geo. attualit 19.30 tg3 - regione - meteo -blob 20.15 stanlio e ollio. corto 20.35 un posto al sole. soap 21.05 medium. telefilm 21.50 law & order.telefilm 23.25 sirene. attualit 24.00 tg3 linea notte 09.40 10.50 11.30 12.00 13.00 13.50 15.10 16.15 18.55 19.35 20.30 20.50 23.50 01.50 carabinieri. fiction i racconti di melaverde tg4 / meteo / vie d'italia un detective in corsia.tf la signora in giallo. tel forum. attualit flikken.telefilm i tre giorni del condor.f tg4 - meteo 4 tempesta damore. soap walker texas ranger.tel europa league: az alkmaar - udinese. calcio haunting: presenze. film bullet. film

rete 4

09.45 carabinieri. telefilm 10.50 ricette di famiglia. att 11.30 tg 4/meteo/notizie/traffico 12.00 un detective in corsia.tel 13.00 la signora in giallo. tel 13.50 il tribunale di forum 15.05 perry mason. telefilm 17.00 detective monk. telefilm 18.00 pianeta mare. doc 18.55 tg 4 - meteo 4 19.35 tempesta d'amore. soap 21.15 la figlia del generale. f 23.30 atomic truck. film 02.45 emanuelle: perch violenza alle donne?.film 07.55 09.45 10.30 11.15 13.00 13.40 14.10 15.30 18.50 20.00 20.30 21.10 01.00 02.10 10.50 12.20 12.25 13.40 14.35 16.15 18.00 18.30 19.00 21.10 23.45 00.45 02.55 04.20 06.00 10.00 11.10 12.25 13.30 14.05 16.15 18.10 20.00 20.30 21.30 00.30 00.40 00.55 traffico/meteo/tg5 mattina superpartes. attualit finalmente soli. sitcom colpo di fulmine. film tg5 telegiornale/meteo 5 riassunto grande fratello amici. talent show verissimo: tutti i colori della cronaca. attualit the money drop. quiz tg 5 telegiornale - meteo 5 striscia la notizia. var italia's got talent. t show tg5 notte/meteo 5 doppio segreto. film scooby-doo. film cartoni studio aperto - meteo cartoni fallen: angeli caduti 2. f cinderella story. film la vita secondo jim. tel studio aperto - sport peter pan. film harry potter e l'ordine della fenice.film i simpson. cartoni studio sport xxl codice 46. film wing commander. film tg la7 / omnibus. attualit bookstore. attualit gran premio d'australia i men di benedetta tg la7 carovana di fuoco. film jag:avvocati in divisa.tel l'ispettore barnaby.tel tg la7 in onda. attualit the show must go off tg la7 m.o.d.a. attualit star trek vi: rotta verso l'ignoto. film

canaLe 5

08.00 tg5 mattina 08.50 mattino cinque. attualit 11.00 forum. attualit 13.00 tg5 telegiornale - meteo 5 13.40 beautiful. soap 14.10 centovetrine. soap 14.45 uomini e donne. reality 16.15 amici. talent show 16.20 pomeriggio cinque.attualit 18.00 tg5 / 5 minuti meteo 5 18.50 the money drop. quiz 20.00 tg 5 - meteo 5 20.30 striscia la notizia. var 21.20 panariello non esiste.var 00.15 terra! attualit 08.40 10.35 12.25 13.40 15.30 16.20 16.45 17.10 17.45 18.30 19.20 19.50 20.20 21.10 23.00 09.45 11.10 12.25 13.30 14.05 16.15 17.05 18.00 19.30 20.00 20.30 21.10 23.45 00.20 00.30 settimo cielo.telefilm everwood. telefilm studio aperto/meteo/sport cartoni camera caf. sitcom provaci ancora gary. tf la vita secondo jim. sit bau boys. attualit trasfotmat. game show studio aperto - sport tutto in famiglia.sitc i simpson. cartoni animati csi: miami. telefilm csi: scena del crimine.tel basic instinct 2. film coffee break. attualit l'aria che tira. attualit i men di benedetta tg la7 amante di guerra. film atlantide. documenti relic hunter. telefilm i men di benedetta g' day. variet tg la7 otto e mezzo. attualit l'infedele. film innovation. attualit tg la7 (ah) ipiroso. attualit

08.00 tg5 mattina 08.50 mattino cinque. attualit 11.00 forum. attualit 13.00 tg5 telegiornale - meteo 5 13.40 beautiful. soap 14.10 centovetrine. soap 14.45 uomini e donne. reality 16.15 amici. talent show 16.20 pomeriggio cinque.attualit 18.00 tg5 / 5 minuti meteo 5 18.50 the money drop. quiz 20.00 tg 5 - meteo 5 20.30 striscia la notizia. var 21.10 quel mostro di suocera.f 23.30 matrix. attualit 08.40 10.35 12.25 13.40 16.20 16.45 17.10 17.45 18.30 19.20 19.50 20.20 21.10 00.30 04.15 09.45 11.10 12.25 13.30 14.05 16.15 17.05 18.00 19.30 20.00 20.30 21.10 23.10 00.45 settimo cielo.telefilm everwood. telefilm studio aperto/meteo/sport cartoni/camera caf.sitc provaci ancora gary. tf la vita secondo jim. sit bau boys. attualit trasformat. game show studio aperto - sport tutto in famiglia.sitc i simpson. cartoni animati csi: miami. telefilm wild oltrenatura. doc wild 2: la caccia aperta.f mansfield park. film coffee break. attualit l'aria che tira. attualit i men di benedetta tg la7 miss agathe con lei non si scherza.telefilm atlantide. documenti relic hunter. telefilm i men di benedetta g' day. variet tg la7 otto e mezzo. attualit l'ispettore barnaby. tel crossing jordan. telefilm tg la7/(ah) ipiroso.attualit

08.00 tg5 mattina 08.50 mattino cinque. attualit 11.00 forum. attualit 13.00 tg5 telegiornale - meteo 5 13.40 beautiful. soap 14.10 centovetrine. soap 14.45 uomini e donne. reality 16.15 amici. talent show 16.20 pomeriggio cinque.attualit 18.00 tg5 / 5 minuti meteo 5 18.50 the money drop. quiz 20.00 tg 5 - meteo 5 20.30 striscia la notizia. var 21.10 souvenirs. film 23.40 matrix. attualit 08.40 10.35 12.25 13.40 15.30 16.20 16.45 17.10 17.45 18.30 19.20 19.50 20.20 21.10 00.15 09.45 11.10 12.25 13.30 14.05 16.15 17.05 18.00 19.30 20.00 20.30 21.10 23.15 23.25 02.40 settimo cielo.telefilm everwood. telefilm studio aperto/meteo/sport cartoni camera caf. sitcom provaci ancora gary. tf la vita secondo jim. sit bau boys. attualit trasformat. game show studio aperto - sport tutto in famiglia.sitc i simpson. cartoni animati csi: miami. telefilm chiambretti. variet lucignolo. film coffee break. attualit l'aria che tira. attualit i men di benedetta tg la7 il fischio al naso. film atlantide. documenti relic hunter. telefilm i men di benedetta g' day. variet tg la7 otto e mezzo. attualit gli intoccabili. film tg la7 /(ah) ipiroso.attualit 1 km da wall street. film g' day. variet

08.00 tg5 mattina 08.50 mattino cinque. attualit 11.00 forum. attualit 13.00 tg5 telegiornale - meteo 5 13.40 beautiful. soap 14.10 centovetrine. soap 14.45 uomini e donne. reality 16.15 amici. talent show 16.20 pomeriggio cinque.attualit 18.00 tg5 / 5 minuti meteo 5 18.50 the money drop. quiz 20.00 tg 5 - meteo 5 20.30 striscia la notizia. var 21.10 centovetrine. soap 23.30 matrix. attualit 08.40 10.35 12.25 13.40 15.30 16.20 16.45 17.10 17.45 18.30 19.20 19.50 20.20 21.10 00.30 09.45 11.10 12.25 13.30 14.05 16.15 17.05 18.00 19.30 20.00 20.30 21.10 24.00 00.10 01.10 settimo cielo.telefilm everwood. telefilm studio aperto/meteo/sport cartoni camera caf. sitcom provaci ancora gary. tf la vita secondo jim. sit bau boys. attualit trasformat. game show studio aperto - sport tutto in famiglia.sitc i simpson. cartoni animati csi: miami. telefilm le iene show. variet californication. tf coffee break. attualit l'aria che tira. attualit i men di benedetta tg la7 l'erba di grace. film atlantide. documenti relic hunter. telefilm i men di benedetta g' day. variet tg la7 otto e mezzo. attualit piazzapulita. attualit tg la7 (ah) ipiroso. attualit g' day. variet

08.50 mattino cinque. attualit 11.00 forum. attualit 13.00 tg5 telegiornale - meteo 5 13.40 beautiful. soap 14.10 centovetrine. soap 14.45 uomini e donne. reality 16.15 amici. talent show 16.20 pomeriggio cinque.attualit 18.00 tg5 / 5 minuti meteo 5 18.50 the money drop. quiz 20.00 tg 5 - meteo 5 20.30 striscia la notizia. var 21.10 zelig. variet 23.30 supercinema.variet 23.55 tg5 notte/meteo 5 08.40 10.35 12.25 13.40 15.30 16.20 16.45 17.10 17.45 18.30 19.20 19.50 20.20 21.10 23.40 09.45 11.10 12.25 13.30 14.05 16.15 17.05 18.00 19.30 20.00 20.30 21.10 24.00 00.30 settimo cielo.telefilm everwood. telefilm studio aperto/meteo/sport cartoni camera caf. sitcom provaci ancora gary. tf la vita secondo jim. sit bau boys. attualit trasformat. game show studio aperto - sport tutto in famiglia.sitc i simpson. cartoni animati csi: miami. telefilm spider-man. film le iene. variet coffee break. attualit l'aria che tira. attualit i men di benedetta tg la7 alla conquista dell'infinito. film atlantide. documenti relic hunter. telefilm i men di benedetta g' day. variet tg la7 otto e mezzo. attualit le invasioni barbariche.a sotto canestro. sport tg la7 /(ah) ipiroso. att

itaLia 1

La 7

Agricoltura

Sabato 3 Marzo 2012

lla vigilia dellinizio della campagna del pomodoro 2012, ancora non vi alcuna certezza circa il prezzo e le condizioni di cessione del prodotto allindustria di trasformazione. E una situazione insostenibile caratterizzata anche dellaumento dei costi di produzione, a partire dal gasolio che nel corso di un anno aumentato di oltre il trenta per cento, e anche della stretta creditizia operata dal sistema bancario. I produttori sono esasperati, perch da parte dellindustria di trasformazione sono stati ben pochi, o meglio assenti del tutto, i segnali per cercare lavvio di una sinergia della filiera del pomodoro che, giusto ricordarlo, rappresenta uno dei fiori allocchiello del made in Italy agroalimentare. Nelle ultime ore qualcosa sembrato muoversi; ma lincontro tenutosi luned a Parma tra le organizzazioni di prodotto del nord Italia con i rappresentanti dellindustria

Pomodoro, nessuna certezza sul prezzo A


A cura di Libera Agricoltori di trasformazione non ha portato ai risultati sperati. Anche il primo incontro, che si era tenuto a fine gennaio, non aveva sortito alcun effetto. La necessit ora di arrivare ad una conclusione tempestiva sui prezzi e sulle condizioni di pagamento; inclusa la qualit, che deve essere un elemento di distinzione e di valorizzazione, e non di discriminazione del prodotto come troppo spesso accaduto. Riguardo alla questione della qualit - inoltre - auspicabile che venga istituita una commissione di vigilanza e valutazione neutrale, da porre come garante nei confronti di ambo le parti. Infine necessario predisporre i trapianti e programmare la produzione. Insomma, una situazione che nei primi anelli della filiera del pomodoro ha gi oltrepassato ogni limite. I produttori hanno la necessit di conoscere per tempo le condizioni di cessione del prodotto, anche perch si devono organizzare in termini di pianificazione colturale (e in funzione di questa devono pianificare i fattori di produzione), e di pianificazione del lavoro aziendale. Fattori tanto pi importanti nel settore dellortofrutta e delle colture industriali, dove necessario coinvolgere per tempo i vivaisti e gli operai stagionali. Intanto sulla programmazione delle produzioni, vera chiave di volta per la remunerativit delle produzioni in capo al mondo agricolo, si registra una netta presa di posizione anche di Confagricoltura Emilia Romagna che raccoglie le forti preoccupazioni giunte dalle proprie aziende produttrici; e richiama tutta la filiera agricola e le organizzazioni di prodotto a definire programmi di coltivazione coerenti con le realt di mercato, e in grado di salvaguardare il reddito dei produttori. Con queste finalit, ha posto indicazioni precise ritenendo indispensabile procedere ad una riduzione del 25% delle superfici coltivate a pomodoro rispetto al 2011.

Ancora non sono chiare neppure le condizioni di cessione del prodotto allindustria

27

CONFAGRICOLTURA LOMBARDIA

Franco Bettoni eletto nuovo presidente


Il 6 marzo a CremonaFiere si terr la grande assemblea regionale dei dirigenti
supportato con convinzione la sua candidatura. Ed oltre alla mia posizione personale, favorevole al suo ritorno alla guida di Confagricoltura Lombardia stata anche quella del consiglio della Libera Associazione Agricoltori cremonesi. Tra gli obiettivi espressi il neopresidente ha sottolineato limportanza di un costante confronto con Regione e Governo, per contribuire alla costruzione di una politica agricola realmente attenta alle esigenze del comparto; che mantiene una straordinaria valenza economica e deve essere sempre pi tutelato e "promosso" anche attraverso unincisiva strategia di internazionalizzazione. Il consiglio di Federlombarda ha anche fissato la data della grande assemblea regionale dei dirigenti e consiglieri delle unioni provinciali e delle federazioni di prodotto; per analizzare lo "stato di salute" dellagricoltura regionale a fronte dei venti di crisi e dei temuti, pesanti contraccolpi della manovra economica varata dal governo Monti. Lappuntamento per la sera di marted 6 marzo alle 20.30 a CremonaFiere.

Franco Bettoni

Uniti per unagricoltura competitiva


La scorsa settimana a Persico Dosimo si tenuta lassemblea ordinaria dellAssociazione provinciale imprese di meccanizzazione agricola. Tra gli argomenti allordine del giorno il bilancio consuntivo 2011 e la necessit di una marcata correzione di rotta della Pac che, secondo quanto dichiarato dal presidente Clevio Demicheli, costruita quasi esclusivamente intorno agli agricoltori, mentre taglia fuori il comparto agromeccanico da molti degli interventi che invece dovrebbero riguardarlo. A tal proposito il comparto sta combattendo a livello europeo per ottenere canali di finanziamento a favore della categoria. Un traguardo che sembra finalmente pi vicino, grazie ad alcuni emendamenti presentati al Parlamento Europeo anche su input di Unima; emendamenti che finalmente consentano agli agromeccanici laccesso ai benefici dei psr. Apprezzamento stato dimostrato anche per il testo unico regionale dellagricoltura, che ha istituito lalbo delle imprese agromeccaniche. Ai lavori intervenuto il presidente di Unima (lUnione nazionale), Aproniano Tassinari che ha ribadito che il primo obiettivo del settore quello di avere un riconoscimento ufficiale grazie alla legge di qualificazione dellagromeccanico, in corso di presentazione e di discussione sia alla Camera che al Senato: un vero salto di qualit nella prospettiva di unagricoltura competitiva.

AGROMECCANICI

DEROGA SUI NITRATI

Secondo i dati forniti dalla Direzione generale agricoltura di Regione Lombardia sono 1033 aziende agricole lombarde, di cui 950 sono allevamenti che hanno presentato le domande di deroga entro il 15 febbraio, scadenza imposta dallUnione Europea. Con la deroga viene introdotta la possibilit di innalzare , nelle zone vulnerabili ai nitrati di origine zootecnica, la quantit di azoto spandibile sui campi da 170 a 250 kg/ha lanno. A diffe-

Oltre mille domande dalle aziende lombarde

renza di altre regioni pi fredde ad accogliere la deroga come un'opportunit, la risposta lombarda pu considerarsi un record assoluto. Quello dei nitrati un problema che, in Lombardia, e in particolare in pianura, dove si concentrano la maggior parte degli allevamenti, particolarmente sofferto. L'applicazione della deroga impone alle aziende agricole anche nuovi e impegnativi vincoli, necessari a garantire la massima tutela delle acque.

E Franco Bettoni il nuovo presidente di Confagricoltura Lombardia, eletto nel consiglio riunito luned pomeriggio a Milano. Leader di Upa Brescia, durante la sua carriera dirigenziale gi stato per quattro mandati non consecutivi alla guida di Federlombarda. A suo favore si sono espressi i rappresentanti di quasi tutte le associazioni provinciali; con la sola eccezione di Mantova. Ma quella di Franco Bettoni ha commentato ieri Antonio Piva, presidente della Libera Associazione Agricoltori cremonesi e vice presidente di Confagricoltura era lunica candidatura possibile alla guida di unorganizzazione importante come Confagricoltura Lombardia; per la sua autorevolezza e per i rapporti costruiti negli anni con i vari livelli istituzionali, regionali e nazionali. Questo a maggior ragione adesso, in un momento di grande difficolt per il settore. Il mondo agricolo ha bisogno di stimoli e di nuova progettualit. E Franco Bettoni ha tra le sue doti peculiari proprio la dinamicit e la capacit di interloquire. Proprio per questo, Cremona ha

TABELLA AGGIORNATA AL 23 FEBBRAIO 2012


PRODOTTO
FRUMENTO tenero buono mercantile GRANOTURCO ibrido naz.14% um. SEMI di SOIA Nazionale ORZO naz. Peso spec. 55-60 peso spec. 66-68 CRUSCA Alla rinfusa FIENO Maggengo Agostano PAGLIA press. (rotoballe) SUINI Lattonzoli locali SUINI Lattonzoli locali SUINI Lattonzoli locali SUINI Lattonzoli locali SUINI da macello SUINI da macello SUINI da macello

PRODOTTO MODENA
(fino) 222-225 204-205

UNITA DI MISURA
kg.

CREMONA
2,50-2,85

MILANO
MONTICHIARI 1,15-1,27 MONTICHIARI 0,80-0,95 Vitelloni da macello 24/30 mesi 1,35-1,54 MONTICHIARI 1,00-1,10 MONTICHIARI 3,80-4,00

MANTOVA
da macello 1,220-1,320 0,98-1,08

MODENA
--

UNITA DI MISURA
Tonn.

CREMONA
201-203

MILANO
n.q.

MANTOVA
216-219

VACCHE Frisone 1 qualit peso vivo VACCHE Frisone 2 qualit peso vivo MANZE SCOTTONE 24 mesi VITELLI BALIOTTI p.vivo (50-60 kg ) frisona VITELLI BALIOTTI p.vivo (50-60 kg) pie blue belga BURRO pastorizzato PROVOLONE VALPADANA fino a 3 mesi PROVOLONE VALPADANA oltre 3 mesi GRANA scelto stag. 9 mesi GRANA scelto stag. 12-15 mesi

Kg.

2,20-2,45

Tonn.

189-190

201-202

196-198

kg.

2,30-2,85

1,20-1,37

Vitelloni femm. da macello pezz. nere (kg. 450-500) p.v. 1,241,39

Tonn.

n.q.

395-397

390-395

Sorgo nazionale 205-208

kg. kg.

1,00-1,10

(da 46 a 55 kg) 1,10-1,40 3,95-4,45

(45-55 kg) 1,00-1,40 (pregiate 70 kg) 3,51-4,55

Tonn.

n.q. n.q. 163165 135 150 di erba med. 135-150 105 115

n.q. 229231 146147 114-138 129-142 105-117

n.q. 213-220

(p.spec. 63-65) 232-235 149-150 Medica fienata 1 t. 120,0-130,0 Paglia di frumento press. ball. 75-80 4,090

2,50-3,70

Tonn. Tonn.

146-149 Mag. 1 t. 122-127 Erba med f. 1 t. 122-127 4,040

kg.

2,75-2,80

past. 2,70 centr. 3,25 5,05-5,20

2,30

Zangolato di creme X burrificaz. 2,10 --

kg.

(dolce) 4,95-5,15 (piccante) 5,10-5,50

n.q.

Tonn.

kg.

5,25-5,50

n.q.

15 kg

4,090

4,050

PARMIGIANO REGGIANO 12 mesi 9,75-10,10 PARMIGIANO REGGIANO fino a 24 m 11,75-12,05 PARMIG. REGG. 30 mesi e oltre 13,10-13,50

25 kg 30 kg 40 kg 156 kg 176 kg Oltre 176 kg

3,180 2,940 2,420 1,310 1,370 1,340

3,140 2,940 2,440 1,373 1,373 1,348

3,130 2,895 2,410 n.q. n.q. n.q.

3,180 2, 950 2,420 (da 144 a 156 kg) 1,321 (da 156 a 176 kg) 1,375 (da 176 a 180 kg) 1,359

kg.

7,70-7,95

7,80-8,00

7,75-8,00

kg.

8,40-8,60

8,75-9,15

8,75-9,00

N.B. Le quotazioni del bestiame bovino e del foraggio sul mercato di Cremona avvengono il primo e terzo mercoled del mese. Questo dato, conseguentemente, va letto ed interpretato con la dovuta attenzione rispetto agli altri dati pubblicati. Le quotazioni del mercato di Milano avvengono in due giorni separati: il marted per il comparto dei cereali e derivati, il luned per quello zootecnico che fa riferimento a Montichiari. Anche questo aspetto va tenuto in considerazione nel confronto dei dati suindicati. Il mercato di Mantova avviene in un solo giorno e cio il gioved. Modena il luned. Tutti gli aggiornamenti della tabella mercati, insieme ai collegamenti alle principali borse, sono sul sito: www.cremona.coldiretti.it.

28

Sabato 3 Marzo 2012

Salute
PRESIDIO OSPEDALIERO DI CREMONA
CENTRO DIABETOLOGICO Dove: piano 6, corpo H (lato destro), monoblocco ospedaliero. Orari: da luned a venerd dalle 08.00 alle 13.30 (prima visita per inquadramento diagnostico-terapeutico e visita di controllo per monitoraggio metabolico e screening delle complicanze croniche). Per le prime visite preferibile che la prenotazione avvenga di persona comunque possibile prenotare telefonicamente da luned a venerd, dalle 11.00 alle 13.30. Telefono: 0372 405715. CENTRO PRELIEVI - LABORATORIO ANALISI accesso diretto da parte dei cittadini, con la richiesta del Medico di famiglia o dello specialista. Dove: Centro Prelievi all'ingresso dell'ospedale. Orario: da luned a venerd dalle ore 07.30 alle 10.30. Telefono: 0372 405663 - 0372 405452 CENTRO EMOSTASI E TROMBOSI Monitoraggio delle terapie anticoagulanti. previsto accesso con prenotazione al numero 0372 405666 - 0372 405663. Dove: Presso la palazzina del Cup Orario: dalle 07.30 alle 12.00 da luned a venerd. CENTRO AZIENDALE DI ALLERGOLOGIA Dove: presso la Medicina del Lavoro, Padiglione 10 Accesso avviene mediante impegnativa del medico curante. Le prenotazioni vengono effettuate telefonando allo 0372 408178 da luned a venerd dalle 10.30 alle 13.00; oppure personalmente presso lAmbulatorio di Allergologia da luned a venerd dalle 09.00 alle 13.00. IMMUNOEMATOLOGIA E MEDICINA TRASFUSIONALE: Emotrasfusioni, salassi, autotrasfusioni, terapia marziale endovenosa, preparazione di nuovi emocomponenti ad utilizzo non trasfusionale: Gel Piastrinico, Concentrato Leucopiastrinico. Dove: Piano terra, corpo D, monoblocco ospedaliero. Tel: 0372 435887 - 0372 405461 dalle 10.00 alle 17.00 da luned a venerd GENETICA Dove: piano 2 lato destro del monoblocco ospedaliero. Prenotazioni telefoniche: 0372 405783 da luned a venerd dalle 13.00 alle 14.30. MEDICINA LEGALE Prenotazioni presso Direzione Medica di Presidio piano Rialzato monoblocco ospedaliero. Tel: 0372 405200. PSICOLOGIA Dove: settimo piano a sinistra. Prenotazioni da luned a venerd dalle ore 09.00 alle ore 10.00 presso il servizio di Psicologia, oppure anche telefonicamente agli stessi orari al numero 0372 405409. ONCOLOGIA MEDICA Dove: Piano 4 ala Destra Prenotazione in reparto da luned a venerd dalle ore 8.00 alle ore 17.00. Tel: 0372 405248. TERAPIA DEL DOLORE Dove: palazzina n. 9 La prenotazione pu essere effettuata telefonicamente al numero 0372 405330 dalle 11.00 alle 15.00, da luned a venerd. Negli altri orari possibile chiamare lo stesso numero lasciando un messaggio in segreteria telefonica con il nome e numero di telefono: al pi presto sarete richiamati.

GLI ORARI
CUP Centro Unificato di Prenotazione Dove: padiglione n. 12, a fianco del Centro Prelievi, prospiciente Largo Priori Orari di apertura al pubblico: luned - venerd dalle 7.30 alle18.00 orario continuato, il sabato dalle 8.00 alle 12.00; Prenotazioni telefoniche: possibile telefonare al numero verde 800.638.638, da luned a sabato dalle 08.00 alle 20.00.

La psoriasi, un tab da superare


E
di Laura Bosio una patologia che spaventa gli italiani, tanto che molti la chiamano "la nuova lebbra". Stiamo parlando della psoriasi, un disturbo che ancora oggi mette a disagio i malati, oltre 2 milioni e mezzo nel nostro paese. Per molti un tab, qualcosa di cui vergognarsi. Nella realt una patologia che si pu curare. Ne abbiamo parlato con il dottor Gioacchino Caresana, direttore dell'unit operativa di dermatologia dell'Ospedale di Cremona. La psoriasi una patologia molto frequente nelletnia caucasica, che quella attualmente pi diffusa in Italia, in Europa e nel mondo occidentale spiega il dermatologo. Si stima che dal 2 al 3% della popolazione ne soffra. Si tratta quindi di un dato epidemiologico molto consistente e significativo anche in termini di bisogni assistenziali e spesa farmaceutica. Quali sono le caratteristiche di questa patologia e quali sono le cause? Si tratta di una patologia cutanea, ma che in alcuni casi pu presentare un interessamento articolare associato. Sulla pelle si manifesta, nella sua variante pi comune, la psoriasi in placche, con delle chiazze arrossate e inspessite ricoperte da squame biancastre. Nella forma cosiddetta "guttata" compaiono sulla pelle piccole chiazze arrossate e desquamanti. In queste forme spesso levento scatenante pu essere uninfezione intercorrente delle alte vie respiratorie. Pi rare sono le forme di psoriasi invertita che interessano le pieghe cutanee come inguine, ascelle, solchi interglutei: le forme di psoriasi pustolosa, circoscritta e generalizzata, le forme di psoriasi cheratodermica palmo-plantare e le gravi forme di psoriasi eritrodermica. A queste forme cutanee pu inoltre associarsi un interessamento articolare noto come artopatia psoriasica, che in alcuni casi pu risultare gravemente invalidante per il paziente. Laffinamento progressivo delle metodiche di diagnostica per immagini permette di individuare sempre pi precocemente linteressamento articolare associato alle forme di psoriasi cutanea e ha evidenziato come linteressamento articolare risulti essere molto pi frequente (fino al 50% dei casi) di quanto lo si ritenesse in passato. Per quanto riguarda le cause della psoriasi risulta sempre pi evidente lorigine polifattoriale a cui concorrono fattori genetici, fattori immunologici, fattori metabolici e fattori ambientali. Quali sono i sintomi a cui fare attenzione? Le manifestazioni cutanee iniziali talvolta sono modeste; le sedi pi frequentemente colpite sono i gomiti, le ginocchia, il cuoio caIl dottor Gioacchino Caresana, direttore dell'unit operativa di dermatologia dell'Azienda ospedaliera di Cremona

Gioacchino Caresana, dermatologo: Le abitudini alimentari sbagliate possono favorirne linsorgenza

la psoriasi porta ad un drastico miglioramento della qualit della vita dei pazienti che ne sono affetti. Parliamo di cura: in che modo si pu affrontare questa patologia dermatologica? Fortunatamente rispetto al passato le possibilit terapeutiche sono decisamente migliorate e ampliate. Dopo i farmaci per via orale che sono stati sviluppati negli ultimi decenni del secolo scorso (metotressato, acitretina, ciclosporina) e le terapie a raggi ultravioletti (Uva pi psoraleni e Uvb a banda stretta), il nuovo millennio ha portato allavvento di una nuova classe di farmaci, i cosiddetti farmaci biologici. Non bisogna farsi fuorviare dal nome: non si tratta di rimedi semplici e naturali, ma sono il frutto di sofisticate e complesse ricerche di biologia molecolare, abbinate allimpiego di batteri geneticamente modificati per la produzione di molecole ad azione immunosoppressiva selettiva, che agiscono su specifiche fasi del processo patogenetico della psoriasi. Tali farmaci vanno riservati ai casi pi gravi e complessi, quan-

PRENOTAZIONI CHE NON SI EFFETTUANO AL CUP Attraverso il CUP si prenotano tutte le prestazioni ad eccezione delle seguenti, che devono essere prenotate direttamente presso le singole unit operative o servizi c ome indicato di seguito: ANATOMIA PATOLOGICA secreti e agoaspirati (non Tac e non Ecoguidati) Dove: Poliambulatori, piano Terra. Orario: gioved dalle 15 alle 16. Per prenotare contattare la segreteria dellAnatomia Patologica dal luned al venerd, dalle 10.30 alle 16.00. Telefono: 0372 405477, dalle 9.30 alle 16.00. Consegna campioni istologici e citologici La consegna dei campioni citologici urinari prevista, presso il padiglione 5, da luned a venerd, dalle 08.00 alle 09.30; per gli altri esami da luned a venerd dalle 08.00 alle 16.00 (accesso diretto). RADIOLOGIA Dove: piano 1, corpo H (ala destra). TC, risonanza magnetica, ecografie urgenti e richiesta di prestazioni con bollino verde Le prenotazioni vanno effettuate di persona o via fax. Orario: da luned a venerd dalle 08.00 alle 13.00, sabato dalle 08.00 alle 12.00. Tel: 0372 405760. Angiografia Le prenotazioni vanno effettuate di persona. Orario: da luned a venerd dalle 08.00 alle 15.30. Telefono: 0372 405367. SENOLOGIA: Screening mammografico preventivo biennale Asl Cremona (45-69 anni) Tutti i giorni dalle 8.30 alle 12.30, il mercoled dalle 14 alle 16. La prenotazione va effettuata al CUP dell'Asl 800 318 999. Prestazioni con carattere di urgenza, risonanze alla mammella, agoaspirati, ecografie Dove: piano 1, corpo M. Ora: da luned a venerd dalle 11.00 alle 13.00. Telefono: 0372 405614. Per ulteriori informazioni stata inoltre attivata una nuova linea telefonica dotata di risponditore automatico in funzione 24 ore su 24: 0372 405612. RADIOTERAPIA E MEDICINA NUCLEARE Dove: piano Cantina, (utilizzare la scala o ascensore a sinistra vicino l'Ufficio Informazioni nell'atrio di ingresso) corpo M, monoblocco ospedaliero. Orario:da luned a venerd dalle 07.30 alle 17.30. Telefono: 0372 405485. MEDICINA DEL LAVORO: Dove: Medicina del Lavoro, padiglione 10 Impegnativa del medico curante. Allergologia per sospetti professionali Tel. 0372 408178 da luned a venerd, dalle 10.30 alle 13.00; oppure, personalmente presso lAmbulatorio di Allergologia dalle 09.00 alle 13.00 da luned a venerd. Visite specialistiche di medicina del lavoro Tel: 0372 405777 da luned a venerd, d alle 08.00 alle 15.30; oppure, personalmente presso lAmbulatorio Specialistico di Medicina del Lavoro negli stessi orari.

pelluto. Il prurito pu essere presente, ma non un sintomo costante n patognomonico, cio peculiare della psoriasi. Attenzione va prestata allinsorgenza di dolori e rigonfiamenti articolari. Anche lalterazione delle lamine ungueali (unghie) pu essere un segno di psoriasi e indice predittivo di possibile interessamento articolare.

Recentemente la stampa nazionale ha definito la psoriasi "nuova lebbra" per indicare la paura che ne ha la gente. Per quale motivo questa fobia? Non sarebbe la prima volta che la psoriasi viene associata alla lebbra anche se queste patologie sono ben distinte sotto il profilo eziologico: la lebbra contagiosa, la psoriasi no. Fino al XIX secolo si faceva confusione tra queste due problematiche; confusione a cui contribuiva luso di termini ambigui come psora lepromatosa per definire quadri che attualmente vengono definiti semplicemente come psoriasici. Ci che purtroppo accomuna ancora oggi lebbra e psoriasi il disagio psicologico che grava su chi affetto da psoriasi: una malattia che pu portare a sentimenti di emarginazione ed inadeguatezza nella vita di relazione quotidiana con implicazioni nella sfera lavorativa, ricreativa, affettiva e sessuale. La risoluzione clinica del-

do non sono efficaci o sono controindicate le terapie convenzionali; mentre per i casi meno gravi, che fortunatamente sono la maggioranza, possono essere sufficienti le terapie locali topiche e la fototerapia con raggi ultravioletti. Esiste un modo per prevenire? Oltre alla prevenzione secondaria ,che consiste nella diagnosi precoce seguita da un tempestivo ed efficace intervento terapeutico, vi sono prove convincenti che abitudini alimentari scorrette ed i conseguenti squilibri metabolici associati ad aumento dellindice di massa corporea possano favorire linsorgenza della psoriasi in persone geneticamente predisposte. Anche il fumo di sigaretta pu svolgere un ruolo aggravante nella patologia. Quindi la prevenzione della psoriasi passa attraverso stili di vita equilibrati anche sotto il profilo voluttuario e alimentare.

Diplomata presso la scuola di Naturopatia dell'istituto RIZA

di Ermanna Allevi

Iscritta alla FINR (federazione italiana naturopati RIZA)


Gentile Naturopata buongiorno e complimenti per la sua rubrica che leggo sempre con grande interesse. Fra poco inizia la primavera e sento che la mia pelle ha bisogno di pulizia, cosa si pu fare per aiutare la pelle a ripulirsi? Le malattie della pelle hanno a che fare con l'emozione? A cosa serve la pelle credo mi sia chiaro, ma mi sfugge un aspetto che trovo sempre quando lei spiega qualcosa. Spero possa accontentarmi e di trovare la spiegazione nella sua risposta. Grazie, Agata La pelle riveste il nostro corpo e stabilisce il confine fra noi e il mondo esterno. Il suo compito quello di proteggere i rapporti col mondo esterno, attraverso l'utizzo dei tre strati con cui composta: epidermide, derma, ipoderma. Contribuisce anche a difendere il corpo da germi e radiazioni solari attraverso le ghiandole sudoripare e sebacee. Per questo motivo, il ruolo che svolge nalla nostra vita quotidiana di primaria importanza. Una pelle curata e sana ci far sentire anche pi sicuri nel nostro rapporto con gli altri. La pelle riflette le condizioni di salute del nostro organismo. Essa subisce non solo l'influenza dell'ambiente esterno, ma anche degli organi interni con cui in contatto attraverso la circolazione sanguigna. Motivo per cui, se la pelle presenta segni di intossicazione, depurandola si otterr un buon effetto anche sugli organi interni e depurando gli organi interni si avr, di conseguenza, un beneficio anche sulla pelle. La pelle rappresenta la sede dell'espressione delle emozioni, Sress, preoccupazioni, dolori, traumi e tutte le situazioni che possono alterare il nostro equilibrio emotivo possono trovare sfogo a livello cutaneo. Fra i vari rimedi che la natura offre per la pulizia della pelle troviamo la CALENDULA: i fiori contengono sostanze efficaci nel trattamento di diversi disturbi della pelle, la VIOLA DEL PENSIERO: i fiori proteggono, depurano e tonificano la cute, la BARDANA: le sue radici depurano la pelle migliorando acne, sebo in eccesso, eczemi e dermatosi.

Ermanna Allevi risponde alle vostre domande scrivendo a: info@naturopatia-cremona.com Oppure a: ilpiccolocremona@fastpiu.it Riceve a Cremona in via Pallavicino 6 tel. 0372-412372. Riceve a Crema telefonando al 388 9037275.

Cosa fare dopo lozonoterapia. Consigli pratici per stare meglio


Sempre a proposito dei piccoli segreti per non fare pi del male alla nostra colonna vertebrale, vediamo ancora quali strategie difensive possiamo attuare. E importantee lallenamento muscolare per combattere e prevenire il dolore. Camminare di buon passo o usare la bicicletta pu essere utile. Ma per la bici attenzione alla posizione del manubrio, che sia pi alto rispetto alla sella. Che ci allontani insomma il pi possibile dalla posizione dei ciclisti professionisti. E utile anche la cyclette. Usare scarpe con tacchi non troppo alti, comode e facili da portare. Un bustino pu dare sollievo,ma a lungo andare provoca indebolimento (ipotonia) dei muscoli addominali e paravertebrali. Ricordiamo che la colonna sostenuta non solo dai muscoli della schiena, ma anche dagli aaddominali. Infine pu esser utile anche una trazione della colonna vertebrale per allontanare i dischi troppo schiacciati tra loro e allevia il dolore. Quella indotta da macchinari per sempre meno controllabile di una trazione naturale: Quindi usiamo un asse di legno liscio e lucido che ci d un lieve scivolamento, appoggiamo lasse in terra sollevandolo di circa 30 40 cm. da una parte sola e sdraiamoci a testa in gi e piedi in su. Sar il nostro stesso peso a farci scivolare, distendendo e allontanando le vertebre senza esagerare. Lultimo suggerimento riguarda lidratazione. I dischi intervertebrali sono fatti di acqua e, quando sono sofferenti, un maggior apporto di acqua (un litro e mezzo al giorno almeno) non pu che aiutarli. Ci d fastidio bere acqua fuori pasto o ci dimentichiamo di farlo? Possiamo munirci delle bottigliette da mezzo litro dacqua non gasata. E piu facile ricordarsene avendole sempre con noi, non pesa e psicologicamente non troppa e tutta insieme. Se bere a digiuno ci appesantisce, possiamo scuoterla vigorasamente per ossigenarla rendendola pi leggera, come quella di montagna. Va aggiunto che il massimo sarebbe poter bere lacqua ozonizzata, prodotta da macchinari appositi, ottenendo cos anche leffetto di prevenire e curare le disbiosi intestinali e scongiurando la possibilit che lacqua che beviamo sia inquinata da germi e batteri. Riceve a Cremona in via Giuseppina 21 Tel. 0372 434988 331 5825327

Dottor Luigi Mitoli, medico-chirurgo ozonoterapia

Continua fino all'11 marzo la campagna dell'Associazione italiana sclerosi multipla (Aism) dal titolo Gardenia Aism. Scopo raccogliere fondi da impiegare per una ricerca scientifica in corso al Centro di riferimento per la sclerosi multipla del Piemonte, all'ospedale di Orbassano, dove un'equipe di ricercatori, guidati da Francesca Gilli (che ha vinto il premio Rita Levi Montalcini Aism nel 2011 come giovane ricercatrice) ha individuato i sette geni coinvolti nel processo di adattamento immunologico materno e nello 'spegnimento' della malattia durante la gravidanza. Per contribuire alla ricerca, fino all'11 marzo possibile inviare un sms al 45599, per donare un euro (da cellulare). Oppure si possono donare 2 euro chiamando il 45599 da rete fissa TeleTu o ancora da 2 a 5 euro per ogni chiamata fatta da rete fissa Telecom Italia, Infostrada e Fastweb. Inoltre, sabato 3 e domenica 4 febbraio in tremila piazze italiane si potr acquistare la gardenia Aism, allo scopo di sostenere la ricerca, portandosi a casa un simbolo a testimonianza del proprio impegno.

Continua la campagna Gardenia Aism

29
via aL pianO di pRevenziOne veteRinaRia
E' partito nei mesi scorsi il Piano regionale della prevenzione veterinaria: un documento importante perch ad esso affidato il compito di definire i principi di riferimento, lo scenario, gli obiettivi strategici, i temi prioritari di intervento, gli strumenti attuativi che dovranno caratterizzare la prevenzione veterinaria fino al 2014. Obiettivi che dovranno essere perseguiti attraverso una sinergia tra i diversi soggetti attivi nel sistema sanitario lombardo. Il piano nello specifico dettaglia le modalit attuative di quanto indicato a livello nazionale per potenziare lintegrazione dei processi di programmazione sanitaria; tra gli obiettivi prioritari rientrano le attivit volte a ridurre lincidenza di rischi biologici e chimici per luomo; la promozione della salute degli animali attraverso la prevenzione/riduzione dellincidenza delle malattie degli animali, cos da sostenere lallevamento e leconomia rurale; il miglioramento della crescita economica e della competitivit attraverso la libera circolazione delle merci; la promozione delle corrette pratiche di allevamento per il benessere degli animali; le attivit volte a minimizzare limpatto ambientale. Un capitolo fondamentale riguarda i controlli sul settore alimentare, dove intervengono diversi livelli di governo: europeo, nazionale, regionale e locale. Rifacendosi al Libro bianco sulla sicurezza alimentare, il Piano indica i principi generali attorno a cui costruire unefficace azione di sicurezza alimentare.

Lotta al randagismo e tutela per gli animali


di Giulia Sapelli

Obiettivo: realizzare interventi di sterilizzazione della popolazione canina e felina della Regione

romuovere il controllo demografico della popolazione animale e la prevenzione del randagismo; creare degli Uffici diritti animali presso le Province e i Comuni. Con questi obiettivi Regione Lombardia ha lanciato due bandi che stanziano complessivamente quasi due milioni di euro: 1,4 milioni per un primo progetto riguardante il controllo demografico e la prevenzione del randagismo, 500mila euro per un altro progetto dedicato allo sviluppo degli Uffici diritti animali. Questa doppia azione va nella direzione di mettere in atto quanto previsto dal Piano regionale triennale, varato a dicembre 2010, che prevede appunto la realizzazione di interventi di sterilizzazione della popolazione canina e felina, di prevenzione del randagismo e di incremento della presenza, a livello comunale e provinciale, di 'sportelli' dedicati agli animali. Scendendo nello specifico dei due bandi, va sottolineato come la dotazione stanziata complessivamente per il primo vada suddivisa in tre diverse aree: 900 mila euro saranno destinati a finanziare le azioni volte a promuovere la sterilizzazione di cani ospitati presso i canili sanitari o i rifugi, 400 mila per la sterilizzazione di gatti di colonia e 100 mila per la sterilizzazione di cani e gatti di propriet. Tre sono anche gli obiettivi prioritari indicati: incentivare la sterilizzazione dei cani senza proprietario, accolti presso i canili o i rifugi, per evitare

La Lombardia indce due bandi: uno per il controllo demografico, laltro per la creazione di Uffici - provinciali e comunali - per i diritti degli animali

festa deLLa dOnna in OspedaLe


Per la Festa della donna, l'8 marzo, l'ospedale di Cremona da appuntamento a tutte le donne cremonesi con un Open day che mette la salute al centro dell'attenzione. Sar quindi occasione per una giornata di visite e consulenze gratuite dalle 9 alle 17, senza prenotazione, presso i reparti di senologia, ginecologia e centro di emostasi e trombosi.

bOOm di infiammaziOni intestinaLi


Sempre pi diffuse, soprattutto tra i giovani, le malattie infiammatorie croniche intestinali, che colpiscono circa 200mila italiani, soprattutto giovani tra i 20 e i 35 anni: patologie gravemente invalidanti, come il morbo di Crohn e la rettocolite ulcerosa, che negli ultimi decenni hanno fatto registrare un'esplosione di casi (quasi 8mila all'anno). Se negli ultimi 10 anni i malati sono cresciuti di circa 20 volte, nella popolazione pediatrica l'incremento circa 20 volte superiore rispetto al trend segnalato negli adulti. Le cause sono tuttora incerte. Tra le teorie pi accreditate vi quella dell'igiene, secondo la quale il nostro sistema immunitario, non essendo pi costretto a cimentarsi con le infezioni cui stato esposto per millenni per via di pratiche igieniche eccessive, si rivolgerebbe verso tessuti o organi propri. Nei bambini i sintomi sistemici come il dimagrimento compaiono prima, facilitando la diagnosi. Per accelerare la diagnosi si sta cercando di codificare a livello internazionale le "bandiere rosse" delle Mici, cio i campanelli d'allarme in presenza dei quali bisogna sospettare una di queste patologie, e si sta cercando di arrivare a un Registro nazionale per creare una banca dati di tutte le informazioni sulla storia clinica e sulle terapie.

Stanziati per i 2 progetti rispettivamente 1,4 milioni e 500mila euro


cucciolate indesiderate; assicurare condizioni di benessere alle colonie feline; evitare che proprietari di cani e gatti in condizioni di povert possano abbandonare o cedere in maniera non corretta eventuali cucciolate. Va ricordato che a questo bando possono partecipare Asl, Comuni e Comunit montane, presentando progetti che dovranno essere realizzati entro il 1 dicembre 2013. Per quanto riguarda il secondo bando, la somma complessiva di 500 mila euro si suddivide in 100mila stanziati per la creazione di nuovi Uffici diritti animali (Uda) provinciali, e 400mila per finanziare Uda comunali nuovi o gi esistenti. Lattivit di questi uffici si articola normalmente in azioni sia di front office (sportello per i cittadini per fornire informazioni, accogliere domande, attivare procedure o spiegare opportunit) sia di back office (preparazione della modulistica, raccolta, gestione e organizzazione delle informazioni). Il bando si rivolge a Province, Comuni e Comunit montane; per poter accedere ai finanziamenti previsti dovranno impegnarsi a tenere aperti gli Uda per almeno cinque anni e a formare il personale che vi lavorer.

a cura della dottoressa Annalisa Subacchi


Nutrizionista, specialista in test intolleranze alimentari e diete personalizzate. Master in Nutrizione Fitness e Sport Pesidente ALIAC Onlus di Cremona.
Gentilissima dottoressa Subacchi, ci stiamo avvicinando al periodo primaverile. Esiste unalimentazione specifica per sopportare meglio la mia allergia alle graminacee? Carla. Gentile Carla, chi soffre di allergie deve tenere conto della cross-reattivit. Si tratta di una situazione in cui una proteina in grado di creare delle somiglianze tra sostanze diverse con la conseguenza che chi soffre di allergie ad una data sostanza pu trarre pericoli anche da un alimento che apparentemente non rappresenterebbe nessun danno. Per esempio: nel suo caso, lallergia alle graminacee, soprattutto nel periodo dellimpollinazione , maggio-giugno, bisognerebbe evitare certi alimenti come pomodoro, anguria, melone, pera, mela, pesca, kiwi, agrumi, che apparentemente sembrano innocui, ma a causa della cross reattivit pollini-alimenti potrebbero aumentare le sue problematiche respiratorie o cutanee gi provocate dallimpollinazione e dalla rinascita delle graminacee stesse. Dopo una dieta di esclusione, terminata limpollinazione, possiamo reintrodurre tranquillamente gli alimenti. Attenzione perch le allergie possono anche portare un aumento di peso in quanto il corpo non riesce a nutrirsi correttamente causando uno stato di malnutrizione che porta ad una diminuzione di massa magra o muscolatura ed ad un aumento di grasso addominale. Sempre bene correlare alle allergie anche un piano alimentare ben bilanciato che possa sopperire alla mancanza di nutrienti causata dalla perdita di determinate sostanze.

La dottoressa Subacchi risponde alle vostre domande scrivendo a: info@nutrizionistabiologo.it oppure a ilpiccolocremona@fastpiu.it Riceve a CRemona: presso Lambulatorio medicenter, via Giuseppina 21 (0372-434988) CRemona: ambulatorio med di Gadesco Pieve Delmona (0372-803801) CRema presso ambulatorio Santa Claudia (366-4759134)

lo
Pizzighettone cerca il tris col fanalino
SERIE D

SPORT
Pietro-Isola 47; Caronnese 45; Voghera 40; Castellana 38; Darfo Boario, Rudianese 35; Seriate 34; Gozzano, Colognese 32; Pro Piacenza, AlzanoCene* 31; Fidenza 28; Fiorenzuola, Carpenedolo 27; Seregno* 26; Gallaratese 19.

uesta settimana conosciamo Filippo Sambugaro. Nato a Padova nel 1984, il centrocampista, in grigiorosso da ormai due stagioni, ha trascorsi nel Rovigo, nel Pergocrema e nel Piacenza, con il quale ha pure esordito in serie B. Infortunatosi ad agosto, dopo essersi sottoposto ad un delicato intervento, sta cercando di recuperare per ritornare in campo al pi presto. E la tua seconda stagione a Cremona. Come ti trovi? Molto bene, perch sono in una societ importante della Lega Pro, che vuole vincere ed molto ambiziosa. Nella tua carriera hai vestito sia la maglia del Pergo, sia quella del Piacenza, rivali storiche della Cremonese. Come il rapporto con i tifosi visto i tuoi trascorsi? Mi hanno accettato da subito. Sono del parere che se uno fa bene in campo e dimostra quanto vale, i tifosi dimenticano il passato di un giocatore. Inoltre, credo di aver dimostrato di voler bene alla squadra. Quale delle tue esperienze passate stata la pi significativa? Di certo lesordio in serie B con il Piacenza. Partire dalla serie D e arrivare nella serie cadetta di certo un importante traguardo. La partita si giocava ad Empoli per la

IL PERSONAGGIO Assente per mesi a causa di un infortunio, il centrocampista vuole arrivare ai playoff A Portogruaro ritorna Pestrin
di Micheal Guerini
stai ora? Loperazione effettuata a fine agosto, purtroppo mi ha compromesso la stagione. Adesso non sono ancora al 100%, poich avverto ancora qualche fastidio che spero passi in fretta. In merito allultima gara, cosa puoi dirci della reazione dei tifosi che sventolavano fazzoletti bianchi in segno di protesta? I tifosi hanno fatto una protesta contro una penalizzazione chiaramente ingiusta. Speriamo che la protesta possa servire a qualcosa, spero anche che ci possa essere una riduzione della penalit. Come valuti la stagione della squadra fino a questo momento? Posso dire che stiamo facendo una buona stagione. Siamo partiti molte forte nelle prime gare e ci ci ha permesso di recuperare subito lo svantaggio iniziale. Abbiamo avuto poi un piccolo calo, ma ci siamo ripresi alla svelta. Anche nellultima partita con il Trapani, nonostante la sconfitta, abbiamo dimostrato di essere in grado di giocare bene. Come concluder, secondo te, il campionato la Cremonese? La prima posizione ormai difficile da raggiungere. Dobbiamo lottare fino alla fine per conquistare i playoff e sicuramente ce li giocheremo da protagonisti. Tifi per qualche squadra in particolare? Diciamo che sono tifoso del Milan, anche se non in maniera sfegatata. Di certo non mi dispero per giorni se i rossoneri perdono. (M.V.) Cornuti e mazzati per lennesima volta. Dopo il ko beffardo con il Trapani, anche la mano pesante del giudice sportivo (multa di 13.500 euro e inibizioni al presidente Arvedi ed a Turotti) lascia intendere che nessuno sta dalla nostra parte. Ma dov la novit? A Portogruaro la Cremonese attesa da una sfida molto difficile contro una compagine quadrata, per fronteggiare la quale servir mettere in campo tutta la rabbia accumulata in queste ultime settimane. Importante il rientro di Pestrin dopo la squalifica, non ci sar invece Rigione, tra i peggiori in campo contro il Trapani. Incerto il recupero di Coralli in attacco. PROBABILE FORMAZIONE (4-3-3) Alfonso; Semenzato, Cesar, Minelli, Favalli; Fietta, Pestrin, Dettori; Filippini, Possanzini, Le Noci. All.: Brevi.

Sambugaro: Saremo protagonisti

Reduce da due vittorie consecutive, il Pizzighetone (secondo in classifica) cerca conferme domenica sul campo della Gallaratese, fanalino di coda. CLASSIFICA (27 giornata) Castiglione 54; Pizzighettone 48; Mapello, Olginatese, Ponte San

Filippo Sambugaro (foto Ivano Frittoli)

LA SCHEDA

STAGIONE

SQUADRA

SERIE

PRESENZE

RETI

2003-2004 2004-2005 2005-2006 2006-2007 2007-2008 2008-2009 2009-2010 2010-2011 2011-2012

Rovigo Rovigo Pergocrema Pergocrema Pergocrema Pergocrema Piacenza Cremonese Cremonese

D D C2 C2 C2 1 Div. B 1 Div. 1 Div.

30 30 31 24 30 23 33 26 1

2 9 2 6 3 2 3 -

prima giornata della stagione. Sono entrato a partita iniziata e, nonostante abbia fatto poco, ho provato una forte emozione. Come mai hai deciso di militare nella Cremonese?

Per il semplice fatto che la societ mi ha richiesto e, vedendo le loro ambizioni di voler salire di categoria, ho deciso di accettare lofferta. Parlando del presente, come

CLASSIFICA Trapani 49 Siracusa (-5) 40 Spezia 38 Pergocrema (-2) 38 Cremonese (-6) 35 SudTirol 35 Portogruaro 35 Barletta 35 Carrarese (-1) 34 Lanciano* (-1) 33 Frosinone 30 Prato 28 Triestina 27 Andria 24 Latina 23 Bassano 22 Piacenza* (-6) 21 FeralpiSal 18

24 Giornata Andria-Carrarese 2-0 Bassano-Portogruaro 1-0 Cremonese-Trapani 2-4 Latina-Prato 0-1 Piacenza-FeralpiSal 2-2 Siracusa-Pergocrem 1-2 Spezia-Lanciano 1-0 SudTirol-Barletta 3-2 Triestina-Frosinone 1-2 Recupero Frosinone-Carrarese 1-0 Prossimo Turno (4-3 h 14.30) Barletta-Triestina Carrarese-Bassano FeralpiSal-Latina Frosinone-Andria Lanciano-SudTirol Pergocrema-Spezia Portogruaro-Cremonese Prato-Piacenza Trapani-Siracusa (h 20.30)

Il Pergo delle sorprese ora sogna


di Stefano Mauri
DATA 3/3 3/3 4/3 4/3 4/3 4/3 4/3 4/3 4/3 4/3 ORA 18.00 20.45 12.30 15.00 15.00 15.00 15.00 15.00 15.00 20.45 SQUADRA 1 PALERMO JUVENTUS PARMA UDINESE SIENA FIORENTINA LECCE ROMA BOLOGNA INTER

PRIMA DIVISIONE Dopo Siracusa va allassalto dello Spezia

SERIE A
MILAN CHIEVO NAPOLI ATALANTA CAGLIARI CESENA GENOA LAZIO NOVARA CATANIA

Vincente EUROPEI 2012


1 4,25 1,27 3,30 1,75 2,15 1,55 2,15 2,30 1,70 1,70 X 3,75 5,00 3,30 3,30 3,15 3,75 3,30 3,30 3,50 3,60 2 1,75 11 2,15 5,00 3,40 6,00 3,30 3,00 5,00 4,75

SQUADRA 2

SQUADRE SPAGNA GERMANIA OLANDA INGHILTERRA ITALIA FRANCIA PORTOGALLO RUSSIA CROAZIA UCRAINA DANIMARCA IRLANDA POLONIA REP. CECA SVEZIA GRECIA

QUOTE

3,50 3,75 8,00 10 12 16 18 25 40 50 75 60 60 75 80 80

DATA 3/3 3/3 3/3 3/3 3/3 3/3 3/3 3/3 3/3 5/3

ORA 15.00 15.00 15.00 15.00 15.00 15.00 15.00 15.00 15.00 20.45

SQUADRA 1 BARI EMPOLI GROSSETO

SERIE B
CROTONE LIVORNO TORINO

SQUADRA 2

1 1,95 2,55 3,50 1,75 2,35 1,55 2,00 1,70 2,15 3,25

X 2,95 2,85 2,90 3,20 2,85 3,50 3,75 3,25 2,90 2,85

2 4,50 3,00 2,25 5,25 3,35 7,00 3,25 5,50 3,75 2,40

JUVE STABIA MODENA PADOVA PESCARA REGGINA SAMPDORIA GUBBIO

NOCERINA CITTADELLA ALBINOLEFFE SASSUOLO ASCOLI VERONA BRESCIA

Il Pergo, grazie a Joelson (da brocco chiacchierato per via di un suo presunto coinvolgimento nel calcioscommesse, si trasformato in eroe gialloblu, ndr), con merito e giocando di contropiede (il football in fondo cosa assai semplice) ha espugnato il campo del Siracusa per due reti a uno. E domenica, alle ore 14.30, tra le mura amiche dello stadio Giuseppe Voltini (che si spera finalmente gremito) attende al varco il nobile decaduto e quotato Spezia. Nota a margine: dietro a questo Pergocrema, sorprendente e vincente alla faccia dei (tanti) problemi, oltre alla mano del presidente Sergio Briganti (al netto dei guai, se la truppa cremasca viaggia forte in Prima Divisione, essenzialmente il Il tecnico Brini merito suo) e allapporto dei calciatori, indubbiamente c il lavoro del silente (ma bravo) trainer Fabio Brini (voto 8), vale a dire colui il quale, sino a ieri, suo malgrado nonostante i buoni risultati sin qui ottenuti, si trovava in mezzo al fuoco (amico e forestiero) delle contestazioni. Briganti, massimo dirigente alle prese con varie difficolt, per continuare il suo percorso calcistico cremasco, oppure, per cedere serenamente il testimone ha certamente bisogno di aiuto. Nei giorni scorsi, lassessore allo Sport Maurizio Borghetti, per provare ad aiutare concretamente, o meglio finanziariamente, il sodalizio giallobl cremasco (altrimenti lestate, ahim, potrebbe nuova-

mente riservare sofferenze) ha convocato i poteri forti ed economici autoctoni. Inutile negare levidenza: sul rettangolo verde agonistico lintramontabile Pergolettese, ricostruita due volte in soli cinque mesi, viaggia veloce, purtroppo sul fronte societario (e dintorni) invece c parecchio da fare. Dunque, in blocco o in parte (cio acquistando una percentuale di quote), il club canarino in vendita: se qualcuno ha proposte serie da mettere in campo, questo il momento giusto per farle, a patto per che il management lazial-cremasco, senza inutili giri di parole metta chiaramente le carte in tavola per avviare una proficua discussione. E insomma unannata strana, questa per il Pergocrema: da un lato la squadra vola e sogna in classifica, dallaltro bisogna fare chiarezza sul futuro dirigenziale. E continua intanto a tenere banco la questione Voltini: per allestire la PergoArena da serie B (Briganti sogna di costruire uno stadio con annesso un centro commerciale ad hoc), lassessore Borghetti, al privato che si assumesse lonere di costruire un impianto da 8mila posti vorrebbe dare in cambio larea immobiliare di viale De Gasperi (quella del Voltini, per intenderci). E quindi una realt, quella calcistica giallobl, in movimento: verso quale direzione lo scopriremo presto. PROBABILE FORMAZIONE Cicioni, Celjak, Rizza, Angiulli, Cuomo, Fabbro, Tortolano, Bab, Pi, Cazzamalli, Joelson. All.: Brini.

Punto Snai Cremona: Via Dante Rufni, 28 www.snaicremona.it - info@snaicremona.it Punto Snai Codogno: Via Pandol, 13 www.snaicodogno.it - info@snaicodogno.it

(S.M.) Gli applausi al Crema 1908, i tre punti al SantAngelo (2-3). E questa la chiave di lettura del match andato in scena, domenica scorsa al Voltini? Mah! Opposti alla capolista ormai in serie D, i cremini hanno disputato una partita gagliarda, ma purtroppo la classifica piange. E domenica c la sfida salvezza con la Nuova Verolese.

Crema 1908, delicata sfida-salvezza a Verola


ECCELLENZA

CLASSIFICA (23 giornata) SantAngelo 47; Pro Desenzano 38; Travagliato 37; Sancolombano 35; Rigamonti Nuvolera 32; Palazzolo 31; Sarnico 30; Oltrepo, Dellese, Orsa Corte Franca 29; Villanterio, Chiari 27; Ciliverghe Mazzano, Vallecamonica 25; Castellucchio 22; Crema 1908, Nuova Verolese 21; Codogno 1908 11.

Sport

Sabato 3 Marzo 2012

Doppio colpo del Basket Team Crema. Oltre ad aver vinto nettamente il secondo derby stagionale contro lAssi Manzi Cremona (64-42), ha sfruttando il passo falso interno del Broni e lo ha raggiunto in vetta alla classifica. E domenica alle 18 in terra pavese va in scena il big-match che vale la vetta solitaria. Tornando al derby, la formazione cremasca ha dominato il match grazie a una buona prestazione corale e con Caccialanza (13 punti) e Conti (11) come migliori marcatrici.

Broni-Crema vale la vetta solitaria


SERIE B

Sottotono, invece lAssi Manzi: solo la Marcolini (16 punti) e la giovane Scarsi si sono salvate dal grigiore generale. Sabato sera le cremonesi hanno la possibilit di riscattarsi contro il modesto Vittuone, consapevoli che vietato sbagliare. CLASSIFICA (20 giornata) Crema, Broni 36; Valmadrera 34; Costamasnaga 28; Lussana Bergamo, Carugate 22; Usmate 18; Cremona 18; Albino 16; Cant, Villasanta, Vittuone 12; Pontevico 6; Lodi 4.

Sconfitta amara per lErogasmet Crema, vogliosa di riscattare il ko interno con il Lecco, ma inaspettatamente battuta dal fanalino di coda Bergamo. Un match terminato dopo due tempi supplementari, con il punteggio di 75-65 per gli orobici. Qualche decisione arbitrale discutibile e una prestazione non proprio allaltezza del valore della squadra, hanno condannato i cremaschi al secondo ko di fila. Ma non c tempo per recriminare, perch sabato sera in programma il match

Erogasmet, assalto agli invincibili


SERIE C

31

casalingo contro la capolista Monticelli Brusati, ancora imbattuta. Servir una grande prestazione per provare a vincere. Confortante successo, invece, per Piadena che ha travolto Bernareggio (80-62) e sabato sera prover a ripetersi a Varese. CLASSIFICA (23 giornata) Monticelli Brusati 46; Crema, Desio 34; Saronno, Urania Milano 32; Orzinuovi 30; Lecco 28; Piadena 26; Lissone 24; Pisogne 22; Gazzada Schianno 14; Bernareggio 12; Meda 10; Varese, Brescia, Bergamo 8.

Doppio impegno casalingo per i biancoblu: domenica contro lAcea e mercoled con la diretta concorrente Teramo

SERIE A I numerosi acciacchi preoccupano coach Caja proprio nel momento topico della stagione
di Giovanni Zagni
22 Giornata Biella-Cremona 73-62 Bologna-Teramo 86-71 Cant-Treviso 79-67 Caserta-Varese 87-91 Milano-Casale M. 83-60 Roma-Siena 77-76 Sassari-Avellino 87-73 Venezia-Pesaro 87-61 Riposa: Montegranaro
Rich a canestro contro Bologna (foto Castellani)

Vanoli Braga, con Roma serve limpresa


CLASSIFICA Siena 30 Milano 26 Bologna 26 Sassari 26 Venezia* 24 Cant* 24 Avellino 24 Pesaro* 22 22 Prossimo Turno (4-3 h 18.15) Varese 20 Teramo-Venezia (3-3 h 16.10) Biella Roma 20 Avellino-Cant Varese-Bologna Caserta 18 Pesaro-Caserta Treviso 16 Treviso-Casale Monferrato Montegranaro* 14 Cremona-Roma Teramo 14 Biella-Montegranaro Cremona 12 Siena-Milano (h 20.30) Casale M. 10 Riposa: Sassari

rchiviata non senza problemi la sconfitta di Biella, la Vanoli Braga va preparando i dieci giorni dieci - tra domenica scorsa e mercoled prossimo - probabilmente i pi pesanti dellintera annata agonistica. Purtroppo il match con lAngelico ci ha regalato una situazione infortuni davvero sconcertante, con Cinciarini, Rich, Lighty e DErcole acciaccati in maniera pi o meno seria, cui va aggiunta la perdurante difficolt di Tusek, che almeno ha ripreso a correre, anche se non al massimo della velocit. Insomma, quel maledetto viaggio in Piemonte, insieme alla sconfitta ed a una prestazione assolutamente insufficiente in fase offensiva (ma non sono mancate nemmeno le amnesie difensive, specie a rimbalzo) ci ha portato tante situazioni di cui la Vanoli Braga ed i suoi tifosi avrebbero volentieri fatto a meno. Ma adesso lultima cosa da fare piangersi addosso e disperare. Domenica alle 18.15 arriva al PalaRadi lAcea Roma e mercoled prossimo troveremo la Banca Tercas Teramo alle 20.30. Due partite che teoricamente si potrebbero vincere per continuare a sperare in tempi migliori. Sarebbe stata fatica improba

Al PalaRadi domenica ore 18.15 VANOLI BRAGA CREMONA: 4 Lighty, 5 Cinciarini, 7 Lottici, 8 Antonelli, 9 Tabu, 10 DErcole, 11 Perkovic, 12 Milic, 15 Rich, 17 Tusek, 18 Belloni. Coach: Caja. ACEA ROMA: 7 Marchetti, 8 Tonolli, 9 Mordente, 11 Crosariol, 13 Datome, 14 Dedovic, 15 Kakiouzis, 16 Gordic, 18 Maestranzi, 24 Tucker, 30 Varnado, 55 Slokar. Coach: Calvani. basse della graduatoria. Mordente, Datome Maestranzi, Dedovic, Gordic, Tucker, Slokar e lex Kakiouzis, sanno farsi valere in ogni circostanza, per cui aspettiamoci un confronto ricco di insidie per i biancoblu. Ci vorr un miracolo, o almeno un mezzo miracolo per cogliere un successo ristoratore ed indispensabile sar laiuto dellappassionato pubblico di casa nostra, gi protagonista al fianco della squadra nel match contro Bologna. Auspicando che fisioterapisti e personale sanitario aiutino il gruppo a trovare entro domenica pomeriggio la condizione accettabile per essere competitivo, confidiamo nella buona sorte e nella voglia di provarci, di tutti quelli che scenderanno in campo. RECUPERO Avellino-Teramo 75-63.

anche in condizioni normali far punti, specialmente con Roma, figuriamoci con questi chiari di luna, ma bisogna guardare avanti con fiducia e serenit nonostante tutto. Possono essere proprio contrattempi e difficolt imprevedibili a dare una carica anche superiore alle aspettative, ad un gruppo di perso-

ne che vogliono assolutamente mantenere la categoria, dai giocatori ai tecnici, alla societ, al presidente e perch no... agli appassionati. LAcea Roma avversario tosto, non per nulla domenica scorsa ha messo sotto Siena (77-76) ed oggi aspira ad un posto nei playoff che non lontanissimo in classifica, per cui

arriver sotto il Tor-razzo con le giuste motivazioni ed ambiziosi progetti. Dopo il cambio del coach, Calvani al posto di Lardo, i capitolini hanno ingranato le marce giuste e fidando su un organico di gran valore e notevole consistenza fisica, stanno scalando posizioni ed hanno abbandonato decisamente le zone

PALLANUOTO

Dopo lincredibile sconfitta casalinga contro Varese, maturata nellultimo tempo, con la Bissolati in vantaggio di tre reti, i cremonesi devono voltare pagina e incamerare i tre punti nel match di sabato alle 19.30 contro la Bocconi Sport, fanalino di cosa ancora a quota zero. Un successo proietterebbe la Bissolati in una tranquilla posizione di classifica, ma guai a pensare che sia un sfida facile. CLASSIFICA (6 giornata) Torino, Piacenza 18; Farnese, Osio 12; Varese 9; Monza 7; Milano 6; Bissolati 4; Treviglio 3; Bocconi Sport 0.

La Bissolati col fanalino

BOXE

Dernini e Bouaroui avanti tutta! I due pugili che lAbc ha portato al Torneo di Rovereto, hanno superato brillantemente i quarti di finale ed il 31 marzo saranno nuovamente sul ring della cittadina trentina per giocarsi un posto in finale. Quasi un record per Fulvio Dernini (nella foto): gli bastato il primo pugno, un gancio sinistro corto ed efficace per sventare lattacco del romagnolo Cardinale (Boxe Riccione) e costringilo alla resa con locchio destro gonfio come un melone. Ora lo aspetta, in semifinale, il numero 2 dItalia, Carmine Cirillo, 142 incontri allattivo, di cui oltre 40 in azzurro. Il migliore in assoluto tra i partecipanti al torneo, ma Dernini punta a fare la sorpresa e i mezzi per uscire vincente da questa sfida li

Dernini e Bouaroui volano in semifinale

Ottime prestazioni dei due pugili dellAbc nel Torneo di Rovereto, che torna il 31 marzo

VELA

pu trovare. Nella boxe fatta di tecnica e di colpi efficaci, Ahmid Bouraoui, per contro, non ha avuto vita facile contro il toscano

Adriano Salaris (Pugilistica Lucchese). Amid Bouraoui lunico Youth iscritto tra i pesi medi. Gli altri lo sovrastano tutti in et e quindi in esperienza. Al pugile di Lucca, il cremonese rendeva ben 12 anni e lesperienza servita a Salan-dris per tenerlo a bada per le prime due riprese. In quella decisiva, per, Bouraoui andato allarrembaggio ed ha scaricato tutta la sua rabbia con colpi efficaci al corpo che hanno costretto il rivale a rifugiarsi spesso in clinch e a lasciare il successo nelle sue mani. Anche per lui il 31 marzo il tono riserva un avversario molto difficile, il 32enne Alessandro Farre che avr, oltretutto, il vantaggio di combattere sul quadrato di casa e che ha passato il primo turno per assenza dellavversario.

Il 2012 ha assunto un significato del tutto particolare, poich la flotta Snipe di Cremona festeggia proprio questanno i suoi 25 anni di storia. Nata nel 1987 con liscrizione alla Scira (Snipe class international racing association) con tre barche, oggi ne pu contare circa una decina, ma con anche tanti altri velisti iscritti alla classe come non proprietari: senza dimenticare ovviamente Renato Bruni, capitano di flotta oggi come allora. Due decenni, quelli trascorsi, ricchi di soddisfazioni agonistiche e iniziative per lo sviluppo e la promozione della vela.

Snipe spegne 25 candeline

32

Sabato 3 Marzo 2012

Sport
turno sfida in trasferta a Monza con la Corona Ferrea. Pessima sconfitta, invece, per laltra squadra di B1 contro il Brescia, che con questa vittoria ha raggiunto in vetta il Ggs ed il Parma confermandosi interessante outsider. Sconfitta dura da digerire soprattutto per il punteggio (5-1). Sabato a partire dalle ore 20.30 presso la Palestra di Ripalta in programma il match contro il San Polo, formazione di bassa classifica Sar un pronto riscatto per Manukian, Oldoni e Gusmini?

Icos allassalto della Coppa Italia


Pom Casalmaggiore in campo a Pontecagnano nel recupero: in palio il quarto posto solitario in classifica
Caterina Fanzini (Icos Crema)

Una vittoria e un successo per il Ggs

TENNIS TAVOLO
Undicesima giornata di campionato in chiaroscuro per il Ggs Ripalta Cremasca. In serie B1, Rossini, Tarocco e Frigiolini si sono imposti a fatica per 5-3 sul TT Vigevano, allontanandosi cos dalle zone basse della classifica. Nel prossimo

BOCCE

SERIE A2 Violarosa impegnata sabato nella difficile semifinale contro la formazione di casa
contro Pontecagnano per 3-0 (Fanzini 16, Togut 15 e Secolo 12). Quindi lecito aspettarsi una grande prestazione anche in Coppa Italia. Niente riposo nemmeno per la Pom Casalmaggiore, che ha sicuramente superato il periodo di appannamento e con grande autorit si sbarazzata di Montichiari nellultimo turno (Zago 19, Kucerova 14). Sabato pomeriggio le ragazze di Milano giocano a Pontecagnano il recupero della 18 giornata, rinviata per maltempo. Unottima occasione per la Pom, che vincendo conquisterebbe il quarto posto solitario: un traguardo di grande prestigio per una neopromossa. Attenzione per alla voglia di riscatto del Pontecagnano, a caccia di punti per puntare alla salvezza.

ine settimana impegnativo per Crema e Casalmaggiore, malgrado il campionato sia fermo. Partiamo dallIcos Crema, impegnata nella final four di Coppa Italia, in scena nel week end a Giaveno. Sabato 3 marzo sono in programma le semifinali al PalaBancaReale di Giaveno: Loreto-Santa Croce (ore 15.30), Giaveno-Crema (18). Poi domenica si giocheranno le due finali: quella per il 3 posto alle ore 15.30 e quella che assegner la coppa alle 18. In campo ci sono le tre formazioni che stanno dominando la serie A2 e il match pi incerto quello tra la squadra di casa e lIcos, che dovr sfoderare una grande prestazione per conquistare la finale. Le violarosa stanno attraversando un ottimo momento di

Serie A2
21 Giornata Casalmaggiore-Montichiari 3-0 Crema-Pontecagnano 3-0 Forl-Sala Consilina 1-3 Giaveno-San Vito 3-0 Loreto-Frosinone 3-1 Matera-Santa Croce 1-3 San Severino-Fontanellato 1-3 Soverato-Busnago 3-2 Prossimo Turno (11-3 h 18) Busnago-Loreto Fontanellato-Soverato Frosinone-Forl Montichiari-Crema Pontecagnano-Mstera Sala Consilina-Casalmaggiore Santa Croce-Giaveno San Vito-San Severino CLASSIFICA Giaveno 53 Loreto 52 Crema 51 Santa Croce 44 Casalmaggiore* 42 Busnago (-4) 36 Soverato 32 Montichiari* 28 S. Consilina (-1) 26 Frosinone* 23 Fonta-nellato 22 San Severino 21 San Vito* 18 Pontecagn.* (-1) 14 Forl* (-3) 9 Matera 9

forma, trascinate da una super Togut, tornata finalmente sui suoi livelli e lo hanno dimostrato anche nellultimo match di campionato vinto facilmente

VOLLEY B2

La Reima Crema, giocando una delle peggiori partite stagionali, ha perso la prima partita fra le mura amiche del PalaBertoni contro lOpem Audax Parma, interrompendo una striscia positiva di dieci gare che durava dal 9 aprile 2011. Eppure i blues hanno vinto il primo set con estrema agilit, dopodich un calo di concentrazione ha permesso al Parma di vincere ai vantaggi, nonostante la buona partenza dei padroni di casa. Una decisione arbitrale molto contestata sul 24-22, ha innervosito Crema e ha permesso agli emiliani di pareggiare i conti nei set. A questo punto lincontro ha preso una piega diversa e cos punto su punto gli ospiti sono riusciti ad aggiudicarsi il terzo set. Purtroppo il colpo di coda che ha rimesso in piedi gare difficili come contro Verona e Costa Volpino, non arrivato. Parma ha cos chiuso la contesa e conquisto i tre punti, grazie ai quali si allontana dalle zone infuocate della classifica. Nonostante la

Reima ferita, a Verona ritrova Faccioli

Dopo linattesa sconfitta interna contro Parma i blues cercano limmediato riscatto

La Reima Crema esulta dopo un punto

battuta darresto la graduatoria vede i ragazzi di Verderio ancora al vertice, anche se i punti di vantaggio sul Sassuolo sono stati dimezzati. Gara molto brutta ha affermato il team manager Andrea Mombelli non stata la Reima che eravamo abituati a vedere. Riprenderemo a lavorare per tornare prontamente alla vittoria. Lobiettivo lasciarsi subito alle spalle questa sconfitta e prepararsi al meglio alla prossima gara di campionato che vede impegnata la Reima su campo del Pastificio Avesani Verona, settimo in classifica. Per loccasione torner Pietro Faccioli, dopo unassenza di ben quattro mesi. Con il suo rientro Verderio potr contare su una freccia in pi al proprio arco. CLASSIFICA (17 giornata) Reima Crema 41; Sassuolo 38; Viadana 35; Montecchio 34; Modena Est 32; Cisano 28; Verona 26; Parma 25; Bedizzole 24; Castelnuovo 22; Costa Volpino 21; Argentia 20; Vignola 9; Piacenza 2.

La gara nazionale femminile di domenica avr un interessante prologo la sera preGalantini cedente con la finale del 23 trofeo Acquarone dott. Prospero, gara regionale organizzata dal Cral Aziende Sanitarie Cremonesi. Nei gironi eliminatori, tra gli altri, in evidenza Galantini-Guglieri, Miglioli-Salvaderi, CassettaGilberti, Ellani-Caccialanza, Pozzali-Zorza, Benna-Rota, VitaloniDaguati, Sacchini-Dotti e Folzini-Bergamaschi. Le finali, sotto la direzione di Franco Bassetti, inizieranno alle ore 18 (con gli spareggi) e si giocheranno sulle corsie del bocciodromo Ferroviario e del Palabosco, dove si concluder la tradizionale manifestazione. *** MEMORIAL MARTINETTI Bocciofile canottieri Bissolati e Casiratese protagoniste del memorial Roberto Martinetti, gara (con due finali) organizzata dal comitato tecnico di Crema. Nella categoria A/B vittoria di Mattia e Roberto Visconti, che in semifinale si sbarazzavano di Galantini-Guglieri ed in finale superavano Alessandro Chiappa e Paolo Scarpelli. Al quarto posto gli ombrianesi Bettinelli e Pietrobelli. Nella categoria C/D meritato successo di G. Battista Frecchiani e Pietro Sonzogni, che in semifinale eliminavano Branchi-Paloschi ed in finale avevano la meglio su Mario Raimondi e Andrea Paladini. Quarto posto per Rozza e Antonio Pedrignani. Ha diretto la gara Franco Cantelli, coadiuvato dagli arbitri Attilio Bisotti e Antonio Polenghi. Alle premiazioni erano presenti la moglie ed i figli di Martinetti, ineccepibile dirigente ed zelante arbitro prematuramente scomparso lo scorso anno. Massimo Malfatto

Acquarone: sabato le finali

(F.C.) E va bene, se nessuno se la sente pi di passare per bacchettone, mi offro volontario. Qui tutti ormai, si nascondono dietro il comodo conformismo della modernit e dellapertura mentale, dei costumi evolutivi e della nuova morale, con tanti show senza precedenti. Lo scetticismo legittimo, la prudenza obbligata. La cronaca, per, lancia segnali stonati di una burrasca senza precedenti, con sei dei nove consiglieri in carica del governo lombardo della Federciclo che si sono dimessi, sfiduciando il presidente Luigi Resnati, navigato dirigente brianzolo di Sovico, costretto quindi ad indire nuove elezioni. Il voto previsto per il prossimo 17 marzo a Carugate. Tra i papapili aleggia il nome di Franco Bernardelli, presidente del comitato provinciale di Lodi, dirigente assai apprezzato. Staremo a vedere.

Fci lombarda alle elezioni

Confermata la corsa internazionale in programma il 25 aprile a Santa Maria della Croce


Malgrado tutto, sul ciclismo non piove! Sotto la spinta dei due Angeli, Bassi (presidente del comitato organizzatore) e Peia (presidente del Gruppo Ciclistico Arci Cremasco), che curano lorganizzazione della classica pi antica, sono state sciolto le riserve, confermando il 27 Gran Premio Liberazione internazionale, corsa riservata alle donne di Elite e Junior di Santa Maria della Croce di Crema, programmato il 25 aprile. Lultima edizione stata vinta da Giorgia Bronzini, 28 anni piacentina, con tre titoli mondiali in bacheca: quello della corsa a punti in pista (Pruszkow 2009) e due trionfi su strada di Geelong 2010 e Copenaghen 2011. La Bronzini ha fatto il suo debutto nel 2012 al Giro del Qatar, con la maglia della Diadora-Pasta Zara, pur essendo anche atleta del Corpo Forestale di Stato ed ha come

CICLISMO

RUGBY

E sicuro, il 27 Liberazione si correr


Larrivo nel 2011

obiettivi stagionali il poker al Liberazione, poi dovr difendere il titolo mondiale su pista nella corsa a punti in Australia e il 29 luglio correr la prova olimpica su strada, che sar il giorno pi importante della sua carriera. Nella caccia alla maglia a cinque cerchi, dovr misurarsi contro lolandese Vos , le tedesche Worreck e Arndt e laustraliana Gilmore. NEWS Marco Benfatto, 24enne padovano in forza al Team Idea

Milano, con una stilettata ha vinto sul traguardo del Memorial Lorenzo Mola a Botticino (Brescia), dopo il nono posto conquistato ventiquattore prima alla Coppa San Geo (vinta da Cavasin). Nello sprint finale a ranghi compatti, i compagni della compagine di Pier Gaffuri, hanno designato la via del successo, poi agli ultimi 250 metri ha messo il turbo e si imposto sul milanese Mirko Nosotti (Team Casati Milano Impian-

ti) e al bresciano Nicola Ruffoni (Team Colpack), centrando la sua 19 perla tra i dilettanti. Da sottolineare la quinta posizione del ligure Niccol Bonifazio, della Viris Maserati Vigevano, al suo esordio in campo dilettantistico. Marco Zamparelli (Maltinti), invece, si imposto nella volata ristretta della Firenze-Empoli. Trionfo in solitudine invece a San Michele di Piave (Treviso) per Andrea Magrin (Team Friuli ). Ad Andrea Viola (Farnese) allo sprint, infine, il Gp Industria a Civitanova Marche (Macerata). GUARDINI CONCEDE IL BIS Andrea Guardini, 22 anni della Farnese Selle Italia, ha vinto la seconda e terza tappa al Tour de Langkawi, in Malesia, i primi successo dellanno. Sonny Colbrelli giunto quarto. Leader della corsa a tappe Zabriskie. Fortunato Chiodo

Il mondo della promozione sportiva si mobilita e per iniziativa delle associazioni nazionali Uisp, Csi, Aics e Us Acli, convoca un incontro delle societ sportive per manifestare il disagio che sta vivendo lo sport di base, in conseguenza della crisi economica e finanziaria e dei tagli di risorse che a vari livelli sono stati operati dallo Stato centrale e dagli enti pubblici

locali. La manifestazione si svolge sabato 3 marzo a Roma presso lAcquario Romano, con lo slogan Diamo voce allo sport di base;. Vi prenderanno parte diverse centinaia di societ sportive provenienti da tutte le regioni dItalia per ribadire con forza le ragioni dello sport so-

Iniziativa per salvaguardare lo sport di base


ciale come risorsa insostituibile da sostenere, anzich da comprimere o addirittura azzerare. Lattivit sportiva - sostengono i promotori - contribuisce alla salute delle persone, serve a prevenire le patologie, svolge un azione educativa soprattutto fra i giovani, mette in relazione persone di lingua e cultura diverse, aiuta la socialit di adulti e anziani, stimola la partecipazione democratica, educa al rispetto delle regole e dei dirittti e dei doveri di cittadinanza. Per tutte queste ragioni le associazioni promotrici avanzano alcune proposte innovative, a costo zero

per la pubblica amministrazione, per aiutare le societ sportive a reggere il peso della crisi e continuare nella loro preziosa attivit sul territorio. In particolare pongono laccento sul riconoscimento del valore sociale dello sport nelle leggi di settore, a partire dai Piani sanitari, sia nazionali che regionali, come pure nella legge istitutiva delle Fondazioni bancarie.

Crema Rugby forte coi forti e debole coi deboli. Questa potrebbe essere la sintesi di questa stagione del XV neroverde. Malgrado la sconfitta di Botticino (4515), il Crema ha per finalmente ritrovato grinta e gioco dopo due prestazioni non allaltezza. Contro la squadra pi forte del campionato, che solo per le penalizzazioni non al primo posto della classifica, i ragazzi di mister Zaini - in formazione altamente rimaneggiata e con giocatori in ruoli non abituali - hanno sfoderato una prestazione che non fa che aumentare i rimpianti per una stagione che avrebbe potuto essere di gran lunga migliore. Ora sono in programma due partite che il Crema deve assolutamente vincere per dare ossigeno ad una posizione di classifica preoccupante: quella con il Gussago, domenica sul campo amico e quella col Seregno. Formazioni battibili e sulla carta inferiori al Crema, se parliamo per di quello visto contro il Botticino. E cio di un Crema sceso sul rettangolo verde senza timori reverenziali, deciso ad imporre il proprio gioco con tranquillit senza adeguarsi a quello degli avversari mettendo sul campo grinta e cuore. CLASSIFICA Cernusco 37; Marco Polo Cus Brescia 36; Botticino 33; Dalmine 24; Elephant Rugby, Gussago 21; Asola 14; Crema 11; Seregno 8.

Neroverdi col Gussago

Sport
JUDO

Sabato 3 Marzo 2012

A Segrate si disputato il campionato lombardo di Ju-no-kata, valido per lammissione alla finale del campionato italiano e solo le prime tre coppie classificate acquisivano il pass. Dopo loro a Firenze, nel trofeo interregionale Coroma e largento in Coppa Italia a Pordenone nel 2011, lobiettivo minimo per Monia Castelli e Sara Barboglio era la qualificazione e, per raggiungerlo, le due judoka del Kodokan si sono sottoposte a duri allenamenti guidate da Ilaria Sozzi. E grazie ad una esecuzione di alto profilo tecnico e di estrema concentrazione, Monia Castelli e Sara Barboglio hanno stracciato tutte le coppie avversarie, conquistando la medaglia doro, oltre ovviamente al pass per le finali di Pordenone.

Castelli e Barboglio vincono a Segrate

CICLISMO

Dopo tante polemiche stata finalmente ufficilizzata la data della corsa

Per una decina danni il Gran Premio Sportivi Sestesi, dedicato alla categoria dei Dilettanti Juniores, ha aperto la stagione agonistica cremonese. Si correva il luned di Pasqua ed era una festa per tutti gli appassionati delle due ruote che si davano appuntamento sul percorso. Sparita la corsa di Sesto dal calendario, il suo posto viene preso dalla rinata Coppa Dondeo che, dalla tradizionale data della prima domenica di settembre, viene anticipata al 9 aprile. Coppa Dondeo che, passata dalle mani del Club Ciclistico Cremonese 1891 a quelle del Triathlon Stradivari grazie allinteressamento, oltre che del presidente del Club, Massimo Grezzi, soprattutto del Comune, dopo le note polemiche vicende, vivr la sua grande giornata proprio nel giorno di Pasquetta. Data ideale per una corsa che si snoda sulle colline piacentine, che dar cos loccasione ai moltissimi appassionati

La Dondeo si corre il 9 aprile

DUATHLON

cremonesi per la classica gita fuori porta. Lorganizzazione che si avvale anche dellesperienza dellex presidente del CCC 1891 Fulvio Feraboli, gi allopera e sta valutando di apportare qualche variante al percorso, che sicuramente avr come punto di partenza ed arrivo il Bar Dondeo, davanti alla stazione. Quindi, dora in avanti, bando a tutte le polemiche. Ora entra in gioco solo lo sport e la competizione. La Coppa Dondeo un patrimonio che la citt non poteva perdere, che tutti i paesi che attraversa, soprattutto in collina, attendono di veder passare ogni anno, che stata salvata e che quindi va organizzata in modo esemplare, come sempre aveva fatto per 64 anni il Club Ciclistico Cremonese. Sicuramente il 9 aprile assisteremo ad una corsa di grande spessore tecnico e agonistico. Cesare Castellani

Un esordio con i fiocchi per il Triathlon Cremona Stradivari: la societ cremonese salita con Mateja Simic sul gradino pi alto del podio del duathlon di Sirone, prima prova del circuito nazionale. Vittoria netta quella dellatleta slovena, che si sta preparando per il debutto in Coppa del Mondo tra un mese a Mooloolaba, in Australia. Bene anche Martina Dogana, che malgrado un attacco influenzale, ha disputato una prova pi che positiva, traendo buone indicazioni da questo test in preparazione agli impegni sulle lunghe distanze. Dogana ha concluso al quarto posto a soli 15 dal podio Domenica ha fatto il suo esordio stagionale anche Csaba Rendes, con il 14 posto colto a Lima, in Per.

Vittoria della Simic Ok anche la Dogana

33

impegno della nazionale (deludente con sconfitta casalinga per mano degli Stati Uniti) ha stemperato le tensioni dopo Milan-Juve, anche perch gi tempo di tornare in campo. Un turno sulla carta favorevole ai bianconeri, che ospitano sabato sera il Chievo, mentre il Milan impegnato a Palermo, su un campo ostico e nelle ultime stagioni avaro di soddisfazioni per i rossoneri. Oltretutto Allegri ancora alle prese con infortuni e squalifiche, che gli impediscono di schierare la formazione titolare. Baster il ritorno di Ibra per difendere la vetta? Forse, anche se i rosanero in casa sono quasi infallibili e hanno voglia riscattare il pesante ko di Siena, favorito da un arbitraggio discutibile. Oltre al duello per il titolo, c anche linteressante corsa ai preliminari di Champions. In primo piano il derby di Roma, che probabilmente concede ai giallorossi lultima occasione per rilanciarsi. In caso di mancato successo, il terzo posto rischia di diventare irraggiungibile. A conti fatti, alla Lazio potrebbe bastare un pareggio, ma in una stracittadina difficile accontentarsi. Pi abbordabile limpegno

Il Milan vuole sfatare il tab Palermo


L
Ibra torna dopo la squalifica

SERIE A In Sicilia i rossoneri hanno spesso deluso. La Juve attende un passo falso dei rivali per conquistare la vetta

SPORT WEEK

25 Giornata Atalanta-Roma 4-1 Bologna-Udinese 1-3 Cagliari-Lecce 1-2 Catania-Novara 3-1 Chievo-Cesena 1-0 Genoa-Parma 2-2 Lazio-Fiorentina 1-0 Milan-Juventus 1-1 Napoli-Inter 1-0 Siena-Palermo 4-1 Prossimo Turno (4-3 h 15) Bologna-Novara Fiorentina-Cesena Inter-Catania (h 20.45) Juventus-Chievo (3-3 h 20.45) Lecce-Genoa Palermo-Milan (3-3 h 18) Parma-Napoli (h 12.30) Roma-Lazio Siena-Cagliari Udinese-Atalanta

CLASSIFICA Milan 51 Juventus* 50 Udinese 45 Lazio 45 Napoli 40 Roma 38 Inter 36 Palermo 34 Catania* 33 Chievo 33 Atalanta (-6) 31 Cagliari 31 Genoa 31 Parma* 29 Fiorentina* 28 Bologna* 28 Siena 26 Lecce 24 Novara 17 Cesena* 16

per una rinfrancata Udinese, che vuole imporre la legge del Friuli anche con lAtalanta, che per un cliente assai scomodo. Impegno non semplice neppure per il Napoli, in campo allora di pranzo a Parma: i ducali non solo ancora al sicuro e hanno voglia di allontanarsi al pi presto dalla zona retrocessione, ma ospitano una squadra che gode di ottima salu-

te, tornata in gioco per il terzo posto. Un match che si annuncia interessante e molto incerto. Poi c lInter, in pratica tagliata fuori dalla lotta per la zona Champions e costretta ad interrompere una crisi profondissima. Ma anche contro il Catania sar dura per i nerazzurri, che non segnano da una vita e soprattutto accusano sempre un netto calo fisico nella

ripresa. Baster lorgoglio di tanti campioni per finire la stagione in modo dignitoso? Vedremo. In coda, molto delicata la sfida di Firenze tra i viola in crisi e il Cesena, allultima chance per non essere condannato gi ai primi di marzo. Lo stesso discorso vale per il match tra Bologna e Novara. Fabio Varesi fabiovaresi16@libero.it

Due sconfitte indolore per la Montepaschi Siena. Prima in campionato a Roma, che non mette in discussione la leadership dei toscani, poi il ko il Eurolega contro il Real Madrid (90-102), che promuove comunque il team di Pianigiani ai quarti come prima in classifica e sentenzia leliminazione degli spagnoli. La final four di Eurolega forse lobiettivo primaria dei senesi, che nei quarti se la vedranno con lOlympiacos Pireo, con il vantaggio del fattore campo. Ecco le altre sfide: Cska MoscaGescrap Bilbao, PanathinaikosMaccabi Tel Aviv e BarcellonaUnics Kazan. Molto soddisfatto il Coach coach Pianigiani, malgrado il ko: Pianigiani Il primo posto del girone unimpresa. Giocarci il match punto a punto fino al terzo quarto stato decisivo per il nostro passaggio del turno e per questo sono molto contento. Risultato ottenuto contro avversari di grande qualit e con tanti infortuni che hanno penalizzato la squadra. Siena ancora una volta salva il basket italiano, visto che tutte le altre squadre sono state eliminate.

Basket: Siena ko col Real ma vola lo stesso ai quarti


ZOOM

Sabato pomeriggio fari puntati su Marassi, dove la Sampdoria si gioca con il Verona una delle ultime possibilit per restare in corsa per i playoff. Con otto punti di distacco dal Varese, i blucerchiati devono fare il pieno sia con i veneti, che marted nel recupero con lEmpoli. Ma battere il Verona non facile per nessuno, figurarsi per una Samp spesso deludente sul proprio campo. 29 GIORNATA (3-3 h 15) Bari-Crotone, Empoli-Livorno, Grosseto-Torino, Gubbio-Brescia (5-3 h 20.45), Juve Stabia-Nocerina, Modena-Cittadel-

La Samp contro il Verona non ha alternative alla vittoria


SERIE B
la, Padova-AlbinoLeffe, Pescara-Sassuolo, Reggina-Ascoli, Sampdoria-Verona, Varese-Vicenza (2-3 h 20.45). CLASSIFICA Torino 56; Sassuolo 55; Verona 54; Pescara* 52; Padova* 46; Varese 45; Reggina, Brescia 42; Bari (-2) 39; Sampdoria*, Cittadella, Grosseto 37; Juve Stabia* (-4) 36; Livorno 30; Vicenza 29; Crotone (-1) 28; Gubbio, Modena* 26; AlbinoLeffe 25; Empoli* 24; Ascoli (-7) 23; Nocerina 18. RECUPERI (6-3 h 18.30) Modena-Padova, Pescara-Juve Stabia, Sampdoria-Empoli.

Mandorlini (Verona)

Il 6 marzo alle 20.30 a Cremona (in diretta su Rai Sport 1) in programma Italia-Gran Bretagna, ultimo incontro del gruppo B della World League di pallanuoto maschile (gli azzurri hanno gi vinto il girone e sono qualificati alla superfinal in programma a Almaty, in Kazakistan, dal 12 al 17 giugno). LItalia arriver a Cremona il 4 marzo e sosterr il primo allenamento alle 19 nella piscina comunale. Tutti gli allenamenti sono aperti al pubblico e i biglietti per assistere alla partita di marted 6 marzo sono disponibili sul sito di Ticketone. I posti disponibili sono 900. Ecco i convocati dal ct Alessandro Campagna: Christian Presciutti (AN Brescia), Valentino Gallo, Amaurys Perez (CN Posillipo), Matteo Aicardi (Carisa Savona), Maurizio Felugo, Massimo Giacoppo, Niccol Figari, Pietro Figlioli, Deni Fiorentini, Alex Giorgetti, Niccol Gitto, Federico Lapenna, Giacomo Pastorino e Stefano Tempesti (Ferla Recco), Arnaldo Deserti (RN Bogliasco), Stefano Luongo (RN Camogli).

Il settebello iridato affronta la Gran Bretagna a Cremona

PALLANUOTO

34

Sabato 3 Marzo 2012

Le ricette di Nonna Felicita


Fusilli alle vongole
Fate aprire le vongole sul fuoco vivo. Fate cuocere la pasta in abbondante acqua salata Sciogliete le acciughe in poco olio. In una padella mettete olio abbondante e i 2 spicchi d'aglio e fate scaldare. Aggiungete i pelati, tagliati a fette, e le vongole. Scolate i fusilli e conditeli nella padella, unendo le acciughe. Per finire, spolverizzare con il prezzemolo tritato.

Primi di Mare

INGREDIENTI PER 6 PERSONE


200 g di vongole 400 g di pasta tipo fusilli Un bicchiere di olio d'oliva 200 g di pelati 8 filetti d'acciughe sott'olio 2 spicchi di aglio Un cucchiaio di prezzemolo tritato

Risotto ai moscardini e asparagi verdi

Gnocchi al profumo di alici

Rigatoni tonno e nocciole


INGREDIENTI PER 4 PERSONE
320 g di rigatoni 150 g di tonno sott'olio 40 g di nocciole Un limone (scorza grattugiata) Un cucchiaio di maggiorana Un cucchiaio di prezzemolo 5 cucchiai di olio extravergine d'oliva Sale e pepe bianco

INGREDIENTI PER 4 PERSONE


250 g di riso 400 g di moscardini 250 g di asparagi 1/2 cucchiaio di trito di prezzemolo, timo, maggiorana Sale, Pepe Brodo vegetale Un bicchiere di vino bianco secco 4 cucchiai di olio d'oliva Uno scalogno Una foglia di alloro

PREPARAZIONE
Mettete nel frullatore le nocciole, met del tonno, un cucchiaio di maggiorana e uno di prezzemolo, la buccia grattugiata del limone, 5 cucchiai di olio, sale e pepe. Frullate il tutto finch andrete a ottenere un composto cremoso. Lessate i rigatoni in abbondante acqua salata, scolateli e conditeli con la salsa e il tonno rimasto e spezzettato. Mescolate bene e servite.

PREPARAZIONE
Pulite i moscardini eviscerandoli e privandoli di becco e occhi. Lavateli e fateli lessare per 15 minuti mettendoli in acqua bollente non salata, aromatizzata con 1/2 bicchiere di vino e una foglia di alloro. Mondate gli asparagi raschiandoli e privandoli della parte pi legnosa dei gambi, quindi tagliateli a rondelle tranne le punte che dovranno rimanere intere. Tritate lo scalogno, fatelo appassire in 3 cucchiai d'olio, unite il riso, tostatelo a fuoco vivo, bagnatelo con 1/2 bicchiere di vino e, non appena quest'ultimo sar evaporato, aggiungete i moscardini, gli asparagi e un pizzico di sale. Proseguite la cottura mescolando spesso e versando poco per volta il brodo (circa 700 g). Dopo 15 minuti, quando il riso sar cotto al dente e ancora all'onda, spegnete e mantecatelo con un filo d'olio d'oliva crudo, una macinata di pepe, mezzo cucchiaio di trito aromatico. Lasciate riposare il risotto, coperto, per un paio di minuti, quindi trasferitelo nel piatto da portata e servitelo subito.

INGREDIENTI PER 6 PERSONE


1Kg di patate 350 g di farina 1 uovo 1 spicchio di aglio 60 g di burro Acciughe sotto sale Prezzemolo tritato Sale

Bigoli con le sarde


INGREDIENTI PER 6 PERSONE
400 g di pasta (bigoli) 6 sarde di lago Una manciata di prezzemolo Un bicchiere di olio extra-vergine Sale Uno spicchio di aglio

PREPARAZIONE
Lavate e lessate le patate, sbucciatele, passatele allo schiacciapatate, unite la farina, l'uovo e impastate. Fate dei salamini e tagliateli a tocchetti di 2 cm. Passateli sui rebbi di una forchetta con una leggera pressione e avrete cos un buco all'interno e delle righe all'esterno. Gli gnocchi devono essere lessati subito in abbondante acqua salata. Intanto in una piccola casseruola fate sciogliere il burro con l'aglio schiacciato a fuoco bassissimo. Stemperate le acciughe e unitele al burro. Condite gli gnocchi con questa salsa e servite cospargendo la superficie di prezzemolo tritato.

PREPARAZIONE
Pulite le sarde, lavatele, lasciatele asciugare su un canovaccio e poi tagliatele a pezzettini. Rosolatele nell'olio caldo e, prima di spegnere, unire un trito di aglio e prezzemolo. Lessate i bigoli in abbondante acqua salata; quindi scolateli e conditeli con il sugo di sarde.