Sei sulla pagina 1di 8

dw

ffi ffi
ffi

ffiffi

ffiffiffiffiffiffiffiffi ffi ffiffiffi%ffi @ffi%


W
ffim
m.m.xm x"

ffi ffiffi

tuffiffiffiffi

ffiffiffiffi

mm mmwmm g.m

ffiffie.ffi.ffi ffi ffiffitrswwwrm&

L'otite media e l'allergia delle vie respi ratorie superiori


L'otite media un'infiammazione dell'orecchio medio, ossia della parte di orecchio situata di fronte al timpano. Si tratta di un'affezione frequente nei bambini. Non necessariamente dolorosa, ma a volte provoca una certa perdita di udito, di solito temporattea e reversibile, sintomo difficile da consta-

155

$ Guida alle

alleroie

tare nel caso di un bambino, ma che a volte viene accompagnato da febhe L'importanza dei fauori allergici nell'otite media un tema continuamm discusso. Alcuni studi sembrano indicare l'otite media tra le allergie delle rie respiratorie superiori. Perci molto importante controllare l'udito di tutti i bambini a rischio (allergi:l ar
figli di allergici), con un semplice test casalingo. Awicinate l'orologio a ciasflIn ottrchio di vostro figlio: se il bambino non sente il tic tac, portatelo dal medicoIl trattamento consister nell'introduzione di tubi di ventilazione. I1 trattamento locale con gocce applicate nell'orecchio esterno non sen e pff'

curare

i disturbi dell'orecchio medio: offrono

maggior sollievo al dolore

gdh

analgesici assunti per bocca.

L'asma e le crisi
Per quanto rigu;arda la frequenza dell'asma nella popolazione, tutti gli $ud[i indicano una tendenza al rialzo nella totalit dei paesi, in particolare nei bambini, anche a czusa dell'aumento dell'inquinamento ambientale. La malanin si manifesta generalmente fra i tre e i quattro anni. Come accade con tutte le malattie allergiche, la percenfuale dei maschi che ne soffre doppia rispero a quella delle femmine. Spesso facile confondere I'asma con la broncbioliruuna malattia infettiva caratteristica dei lattanti che provoca difficolt respiratorie-

Un terzo delle bronchioliti che compaiono durante il primo anno di t-ita si risolvono spontaneamente col tempo, mentre altri bambini sviluppano l'a-srrr"* successivamente. Allo stesso modo, in un lattante importante non confondere I'asma con la dispnea (difficolt respiratoria) temporanea provocata da u't", infezione: in ogni caso deve essere sempre consultato il pediatra. I1 trattamento dell'asma nel bambino prevede non solo l'utilizzo dei farmacima anche la collaborazione della famiglia per rmparare a gestire la malauia in modo diretto e attivo. importante ricordare di: . collaborare strettamente con il medico e seguire le indicazioni per prer enire e curare le crisi; . stabilire e monitorare la gravit dell'asma; . individuare i fattori scatenanti ed evitare l'esposizione ai rischi; . stabilire terapie farmacologiche indMduali a lungo termine nei lattanti, nei barnbini in et prescolare, nei bambini in et scolare e negli adolescenti con asra: . stabilire trattamenti individuali per ttattare le riacutizzazioni; . eseguire periodicamente controlli ambulatoriali. La causa scatenante della crisi d'asma , nella grande maggioranza dei casl la polvere domestica, ma possono essere responsabili anche i pollini (in particolare delle Graminacee), gli animali domestici e i funghi aerogeni. A volte risulta difficile formulare una diagnosi certa, soprattutto nei lattanti. rna

Le allerqie dei bambini

157

Un esercizio molto utile per i bambini asmatici pu essere quello di gonfiare dei palloncini o di soffiare in un fischietto.

-I

Un altro esercizio pu essere quello di giocare con una pallina da ping-pong, soffiando per spingerla verso l'awersario.

Figura 1: Esercizi per bambini allergici

comunque un dato di fatto che queste crisi in un bambino piccolo sono sempre importanti, perch possono comportare complicazioni: un accesso d'asma molto grave pu anche essere mortale. A lunga scadenza, se il malato viene ben curato, le crisi possono scomparire o presentarsi solo in situazioni estreme (esposizioni pericolose). Naturalmente ci sono alcuni bambini che conservano per tutta la vitala propensione al7'asma, o meglio possibile che il loro problema si trasformi in un altro tipo di alletgia.

1s8

Guida alle alleroie

Un bambino allergico
L'alimentazione nei primi sei mesi di vita, come abbiamo gi detto, ha un peso enorme nella comparsa e nello sviluppo delle allergie, soprattutto nei bambini sensibilizzati, cio che abbiano gi sofferto di qualche reazione allergica. Non
devono comunque essere dimenticati i rischi che comporta l'ambiente circostante, soprattutto se vi abbondano gli allergeni (peli di animali, polvere, contaminanti di vario tipo, pollini ecc.). ldealmente, la stanza del bambino allergico dovrebbe essere utilizzata solo per dormire e studiare e non per consumare spuntini o pasti. ll bambino andr vestito e svestito in un altro locale.

Dovrebbe poter disporre di una camera tutta per s, dove cio non dormano altre persone; in caso contrario, sar necessario trattare con la stessa particolare cura anche gli altri letti presenti. 5e accertato che l'asma collegato agli acari, utilizzate fodere speciali per materasso "impermeabili" agli acari. La biancheria da letto (lenzuola e federe) deve essere lavata a 60'C. Le tende devono essere facilmente lavabili: pulitele ogni 15 giorni. Si raccomanda di utilizzare materassi di schiuma di lattice, che siano abbastanza duri per mantenere una buona postura ed essere allo stesso tempo comodi. Comprate biancheria di cotone; coperte e copriletto devono essere morbidi. Eliminate cuscini, piumoni e altri elementi di piuma o in fibra di lana. Usate solo cuscini di schiuma o lattice. Nella stanza non devono esserci mobili tappezzati n la moquette. Se volete stendere dei tappeti sul pavimento, meglio che siano di cotone, e devono essere lavati con regolarit. Non riempite la camera di oggetti che possono accumulare o generare polvere, come pelouche, libri, ceste di giochi ecc., e impedite l'accesso agli animali domestici. Conservate nell'armadio solo pochi indumenti, puliti, evitando di tenervi altri oggetti. La stanza deve essere pulita tutti i giorni e devono essere lavati settimanalmente la rete del letto e le pareti. Usate uno strofinaccio umido e non utilizzate l'aspirapolvere in presenza del bambino. Quando effettuate una pulizia straordinaria, svuotate gli armadi e togliete dalla stanza i mobili, i tappeti e le tende. Lavate pareti, soffitto, rivestimenti, pedane, pavimento, armadi, letti e materassi.
I

condizionatori d'aria possono essere utili, facendo bene attenzione al grado di umidit

dell'ambiente, poich gli acari necessitano di un clima temperato e di un'umidit


ambientale relativamente elevata, di solito superiore al 40o/o.l purificatori elettronici di aria sono pi efficaci per filtrare le minuscole particelle di polvere, ma non hanno alcun effetto su temperatura e umidit. Evitate l'uso di insetticidi e altri spray. Evitate l'uso di insetticidi e altri spray.

Fortunatamente, nella maggior parte dei casi, l'asma infantile migliora nel corso dell'adolescenza e talvolta si arriva alla remissione completa.

Le

allerqie aei

oamoinij 159

Cosa fare?
La crisi di asma pu essere un'esperienzatfatmatica, soprattutto se la prima volta che accade. Chiamate il medico e, se la crisi particolarmente grave,

-l

dirigetevi al Pronto Soccorso. Nell'attesa del medico, sforzatevi di restare il pi possibile calmi. Questo di particolare importanza, perch necessario tranquillizzare il bambino. Mettete il piccolo nella posizione pi comoda. Solo se il medico lo consiglia dategli da bere, ma a piccoli sorsi, perch questo provoca nausea. Comunque non sforzatelo. Non spaventatevi se la resptazione di vostro figlio accompagrata da un sibilo: dor,rrto al gonfiore o all'ostruzione delle vie respiratorie, che si restringono a casa della presenza di mtco. Le liacur.;izzazioni asmatiche lievi possono essefe gestite a casa se il bambino elafamiglia sono stati informati in dettaglio e hanno un pfogramma diffattamento individuale predisposto dal personale sanitario che prevede i livelli di intervento. Mantenete la calma e utilizzate i rimedi gi prescritti dal medico per ogni tipo di crisi, che dovete conservare sempre. Normalmente si tratta di spray broncodilatatori contenenti beta-agonisti a breve durata d'azione, che devono essere dosati secondo il peso del bambino. Gli attacchi moderati possono richiedere in qualche caso il ricorso a cure mediche e ospedaliere. Diventa indispensabile recarsi con urgenza al Pronto Soccorso in caso dialtacco severo.

Le ripercussioni psicologiche dell'allergia


In questo paragrafo ci riferiamo principalmente all'asma, il tipo di manifestazione dell'allergia che si associa con pi freqtenza a problemi psicologici. In effetti, qualunque medico che si occupi della cura di un malato di asma conosce bene l'influenza dello stato psichico del paziente sui sintomi della malattia. In particolare, spesso nel bambino allergico si assiste al repentino aggravamento di un raffreddore, di una rinite o di una tosse spasmodica in ptesenza di un conflitto emotivo. Ma qual esattamente il ruolo degli stati emotivi? Costituiscono la causa dell'asma o ne sono piuttosto una conseguenza? La risposta importante, poich pu influenzare la cura del paziente e il comportamento di coloro che hanno a clrre fare con il bambino: indiscutibile, infatti, che un ambiente familiare sereno ed equilibrato possa aiutarc in modo evidente ad attentare i sintomi. Viceversa, una situazione di stress emotivo particolarmente intenso pu rendere il bambino maggiormente sensibile all'azione degli allergeni e aumentare il rischio di crisi di asma.

160

Guida alle allerqie

ll fattore psicologico e le crisi di asma


Gli studiosi, nel tentativo di rispondere a queste domande, hanno cerczrro di definire delle affinit. nel carattere delle persone sofferenti di asma. urtr sorta di personalit comune. Non stato per identificata una tipologie ben determinata che consenta di riconoscere chi sia predisposto a soffrire di asma. Quello che invece si pu affermare che lo stress, o una intensa emozione, possono diventare fattori scatenanti di una crisi di asma, perch modificano il ritmo respiratorio. Se in un momento critico, sotto il profilo psicologico, l'asmatico si trova in presenza di un allergene, il ritmo respi ratorio accelerato pu trasformarsi in dispnea (difficolt respiratoria) e dar luogo a una crisi di asma.
In base alle attuali conoscenze non sembra accettabile l'affermazione che una situazione emotiva intensa o conflittuale possa costituire di per se stessa la causa di una crisi di asma: sempre necessario che il paziente entri in co*tatto con l'allergene che provoca |a reazione. Quello che stress ed emozioni possono fare aumentare la frequenza delle crisi e la loro intensit. Tuttavia necessario capire che un conflitto non espresso, cio interiorizzato dal bambino asmatico, pu provocare uno stato di tensione che ridurr le sue resistenze immunitarie e lo render pi ricettivo una volta entrato in contatto con l'allergene. Un bambino che soffre di asma in genere anche ipersensibile, percepisce immediatamente l'ansia presente nell'ambiente circostante e, spesso, pensa di esserne la causa, colpevolizzandosi per i problemi che provoca. Per questi motivi deve essere ahJtato con serenit, senza drammatizzare, perch questo aumenterebbe la sua sensazione di colpevolezza.

Le conseguenze psicologiche delle crisi di asma


L'asma una malattia cronica, che durante i momenti di crisi sottopone quan-

ti ne soffrono a un forte coinvolgimento, anche emotivo. Non deve stupfue dunque che il bambino, in quei particolari momenti, abbia pa:ra di morire
e viva con questa paura, anche se non osa raccontaio agli altri. naturale anche che gli adulti siano tesi e preoccupati per la comparsa di altre crisi: tutto questo crea tensione e ansia in famiglia. Capita spesso che la mamm4 nel desiderio di aiutare il bambino ed evitare nuoye crisi, assuma fi atteggiamento eccessivamente protettivo nei suoi confronti. Alcuni studi realizzati su bimbi asmatici hanno rilevato che questo comportamento iperprotettiyo da parte della madre pu anche arcivare a essere patologico. Le conseguenze per il bambino possono riflettersi in una scarsa capacit di rendimento, una marcata angustia, I'assenza di fiducia in se stesso e un'aggressivit latente. Altri studiosi, basandosi sulle testimonianze di persone che hanno seguito una

Le allerqie dei

bambini

.'''

terpia, sono giunti alla conclusione che alcuni pazienti vivono costantemente con la pauta di perdere l'affetto e la protezione dei propri genitori. Per aiutare il bambino necessario ricreare un clima di serenit. Inutili divieti e raccomandazioni peggiorano la situazione e possono aumentare l'ansia del bambino. Sarebbe un errore, per esempio, proibire al bambino asmatico di fare attivit fisica. In conclusione, oltre alffattamento medico e farmacologico, importante non sottovalutare l'aspetto psicologico.