Sei sulla pagina 1di 16

Provincia di Prato Servizio Lavoro .

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

. . . . . . . . . .

Prato, 16 ottobre 2012 Osservatorio sul mercato del lavoro I report del Servizio Lavoro

Mobilit, CIGS, CIG in deroga, iscrizioni ai Servizi per lImpiego

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Giancarlo Carboncini

I semestre 2012

Sommario
I report del Servizio Lavoro 1 semestre 2012............................... 5 La mobilit: gli inserimenti nelle liste ................................................... 5 La mobilit: le uscite....................................................................... 8 La Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria.................................... 11 La Cassa Integrazione Guadagni in deroga ........................................ 11 Iscrizioni ed iscritti ....................................................................... 12 Nota..................................................................................................... 14 IDOL........................................................................................ 14 I dati amministrativi ...................................................................... 14 Appendice .......................................................................................... 15 Inserimenti nelle liste di mobilit per tipo di mobilit, classe di et e genere . 15 Inserimenti nelle liste di mobilit per settore di provenienza e tipo di mobilit 15 Uscite dalle liste di mobilit per tipo di mobilit, classe di et e genere ....... 15 Uscite dalle liste di mobilit per motivo di uscita e genere....................... 16 Tempo di lavoro nel periodo della mobilit.......................................... 16

I report del Servizio Lavoro 1 semestre 2012

La mobilit: gli inserimenti nelle liste


Nel primo semestre 2012 sono stati inseriti nelle liste di mobilit, con atti della Provincia di Prato, 1.238 lavoratori, con il dettaglio riportato nella Tab. 1.
Tab. 1 Inserimenti nelle liste di mobilit nel primo semestre 2012 per tipo di mobilit, genere e classe di et

tipo di mobilit L. 223

classe di et fino a 40 anni fra 40 e 50 anni oltre 50 anni fino a 40 anni fra 40 e 50 anni oltre 50 anni

F
24 23 18 65 212 118 58 388 236 141 76 453

M Totale
51 77 60 188 277 190 130 597 328 267 190 785 75 100 78 253 489 308 188 985 564 408 266 1.238

Totale L.223

Totale L. 236 L. 223 + L. 236

fino a 40 anni fra 40 e 50 anni oltre 50 anni Totale L. 223 + L. 236


Fonte: Servizio Lavoro - Provincia di Prato

Nello stesso periodo del 2011 gli inserimenti erano stati 1.023: le caratteristiche sono descritte nelle Tabb. 2 e 3.
Tab. 2 Inserimenti nelle liste di mobilit nel primo semestre 2011 per sesso e tipo di mobilit

Femmine
L. 223 L. 236 Totale 82 346 428

Maschi
182 413 595

Totale
264 759 1.023

Fonte: Servizio Lavoro - Provincia di Prato

Tab. 3 Inserimenti nelle liste di mobilit nel primo semestre 2011 per classe di et e tipo di mobilit

fino a 40 anni
L. 223 L. 236 Totale 90 370 460

tra 40 e 50
91 230 321

oltre 50 anni
83 159 242

Totale
264 759 1.023

Fonte: Servizio Lavoro - Provincia di Prato

Dai dati emerge un aumento complessivo del 21,0%, ma con un andamento diversificato tra i tipi di mobilit: gli inserimenti da aziende con pi di 15 dipendenti diminuiscono del 4,2%, mentre quelli che originano da aziende sotto i 15 aumentano del 29,8%. Per quanto riguarda le differenze di genere, aumenta il peso degli uomini, che passano dal 58,2% del 2011 al 63,4% del 2012. Landamento degli inserimenti nelle liste negli ultimi anni rappresentato nel Graf. 1. La linea arancione rappresenta la media mobile a 1 anno e mostra anchessa la tendenza alla ripresa degli inserimenti.

Graf. 1 Inserimenti nelle liste di mobilit per trimestre e per anno


900 800 700 600 500 400 300 200 100 0 1 2 3 4 1 2 3 4 1 2 3 4 1 2 3 4 1 2 trim trim trim trim trim trim trim trim trim trim trim trim trim trim trim trim trim trim 2008
Fonte: Servizio Lavoro - Provincia di Prato

801 741 577 453 324 577 616 543 562 420 402 593 616 541 459 407 349 697

2009

2010

2011

2012

Il tessile ancora il settore di provenienza pi presente, con un apporto particolare dalle aziende con oltre 15 dipendenti, dove il settore rappresenta il 60,5% delle iscrizioni. Altri settori importanti per le aziende oltre 15 sono rappresentati da commercio (10,3%), trasporti (6,7%) e altre attivit manifatturiere (16,6%). Nelle aziende con meno di 15 dipendenti, prima del tessile (11,0%) sono presenti i settori commercio (15,0%), costruzioni (13,6%), terziario e servizi alle imprese (12,5%), servizi alla persona (11,2%).
Tab. 4 Inserimenti nelle liste di mobilit del primo semestre 2012 per settore di provenienza e tipo di mobilit

L. 223 Acqua, gas, energia, rifiuti Agricoltura Altre ind. manifatturiere Amministrazione pubblica Commercio Confezioni Costruzioni Industria metalmeccanica Industrie tessili Istruzione Sanit e ass. sociale Servizi alla persona Terziario e servizi Trasporti Turismo Totale
Fonte: Servizio Lavoro - Provincia di Prato

L. 236 4 8 88 13 148 71 134 38 108 10 24 110 123 46 60 985

totale 4 8 130 13 174 72 136 49 261 10 24 110 124 63 60 1.238

% 0,32% 0,65% 10,50% 1,05% 14,05% 5,82% 10,99% 3,96% 21,08% 0,81% 1,94% 8,89% 10,02% 5,09% 4,85% 100,00%

0 0 42 0 26 1 2 11 153 0 0 0 1 17 0 253

Dei 253 inserimenti nelle liste ai sensi della L. 223, avvenuti con atti della Provincia di Prato, 184 riguardano lavoratori domiciliati nella provincia di Prato; dei 69 esterni al Centro per limpiego di Prato, 36 sono domiciliati nella

provincia di Pistoia, 29 in quella di Firenze e 1 nella provincia di Livorno e 3 in quella di Siena. Nello stesso periodo entrano nelle liste della provincia di Prato 108 lavoratori in base ad atti di altre amministrazioni provinciali. Nella maggior parte dei casi sono inseriti con atti della Provincia di Firenze (92 occorrenze), 5 provengono da Milano, 2 da Pistoia, Pisa e Siena e 1 da Arezzo, Livorno, Grosseto, Isernia e Mantova. Tenendo conto dei movimenti sopra descritti, la situazione al 30 giugno 2012 degli iscritti nelle liste della Provincia di Prato riportata nella Tab. 5.
Tab. 5 Iscritti nelle liste di mobilit al 30 giugno 2012 per genere, classe di et e tipo di mobilit

F
L. 223 fino a 40 anni fra 40 e 50 anni oltre 50 anni fino a 40 anni fra 40 e 50 anni oltre 50 anni fino a 40 anni fra 40 e 50 anni oltre 50 anni 103 131 134 368 468 523 347 1.338 6 1 5 9 1.718

M
111 225 253 589 517 518 541 1576 9 3 6 16 2.183

Totale
214 356 387 957 985 1.041 888 2.914 15 4 11 25 3.901

L. 223 totale L. 236

L. 236 totale Sospese1

Sospese totale Totale complessivo


Fonte: Elaborazione su dati IDOL - Provincia di Prato

Gli iscritti nelle liste al 30 giugno 2011 erano 3.878, di cui 1.683 donne e 2.195 uomini; 954 provenivano da aziende con pi di 15 dipendenti, 2.802 da aziende sotto i 15 dipendenti, 122 avevano la situazione non ancora definita. I dati degli iscritti alla fine di ogni trimestre sono rappresentati nel Graf. 2. Landamento mostra una ripresa del dato degli iscritti, e questo vale sia per gli uomini (e in questo caso la tendenza pi accentuata) che per le donne.
Graf. 2
5.000
4. 11 2 4. 20 2 3. 99 1 3. 98 0

Iscritti nelle liste di mobilit per trimestre e per genere

3. 89 2

3. 86 4

3. 87 8

3. 78 4

3. 61 4

3. 76 8

4.000 3.500 3.000

2. 38 7

3. 61 3

3. 80 3

3. 90 1

4.500

4. 10 4

2. 33 2

2. 31 8

2. 25 2

2. 26 1

2. 22 1

donne
2. 19 5 2. 08 1 2. 10 4 2. 18 3 2.0 01

2. 13 6

2. 18 4

2. 05 0

2.500 2.000

uomini totale

1.7 30

1. 78 6

1. 78 0

1.7 28

1.6 83

1.6 80

1. 64 8

1. 67 1

1.6 87

1.000 500 0

31-mar 30-giu 30-set 31-dic 31-mar 30-giu 30-set 31-dic 31-mar 30-giu 30-set 31-dic 31-mar 30-giu 2009 2010 2011 2012

Fonte: Elaborazione su dati IDOL - Provincia di Prato 1

Le iscrizioni indicate come sospese riguardano situazioni per le quali, al momento dellestrazione dei dati, la procedura non ancora conclusa con la determinazione dirigenziale: ci dipende principalmente da ritardi nella trasmissione dei documenti necessari per la definizione.

1. 56 4

1.6 12

1.6 99

1. 71 8

1.500

1. 81 5

La mobilit: le uscite
Nel primo semestre 2012 sono usciti dalle liste di mobilit 1.006 lavoratori. Nel primo semestre 2011 erano stati 1.116.
Tab. 6 Uscite dalle liste di mobilit nel primo semestre 2012 per genere e classe di et

L. 223

Classe di et fino a 40 anni fra 40 e 50 anni oltre 50 anni fino a 40 anni fra 40 e 50 anni oltre 50 anni

L. 223 Totale L. 236

L. 236 Totale Totale


Fonte: Elaborazione su dati IDOL - Provincia di Prato

F 32 33 22 87 143 92 91 326 413

M 46 57 59 162 187 119 125 431 593

Totale 78 90 81 249 330 211 216 757 1.006

La maggior parte delle uscite avviene per decorrenza dei termini di iscrizione, come evidenziato nella Tab. 7, ma significativo anche il numero delle uscite per avviamento (o trasformazione di un rapporto precedente) a tempo indeterminato.
Tab. 7 Uscite dalle liste di mobilit nel primo semestre 2012 per motivo di uscita

motivo
decorr. termini avviam. t. indet. trasf. t. indet. pensione trasf. domicilio inizio att. auton. Totale

F
267 42 98 2 3 1 413

M
274 84 224 2 8 1 593

Totale

541 53,78% 126 12,52% 322 32,01% 4 0,40% 11 1,09% 2 0,20% 1.006 100,00%

Fonte: Elaborazione su dati IDOL Provincia di Prato

Le assunzioni a tempo indeterminato dalle liste di mobilit sono state 126, e sono distribuite come in Tab. 8. Erano state 151 nel 1 sem. del 2011.
Tab. 8 Assunzioni a tempo indeterminato dalle liste di mobilit nel primo semestre 2012 per tipo di mobilit, genere e settore

Settore

L. 223 M

Tot.

L. 236 M

Tot.

Tot. Gen.

Acqua, energia, rifiuti Altre ind. manifatt. Commercio Confezioni Costruzioni Industria metalmecc. Industrie tessili Istruzione Servizi alla persona Terziario e servizi Trasporti Turismo Totale

2 2

3 3

5 5

4 5 3 1 6 2 5 2 4 4 36

2 4 8 3 20 4 7 3 5 8 9 73

2 1 6 11

2 1 17

2 8 13 6 21 4 13 2 8 7 12 13 109

2 13 18 6 21 4 17 2 8 9 13 13 126

% 1,59% 10,32% 14,29% 4,76% 16,67% 3,17% 13,49% 1,59% 6,35% 7,14% 10,32% 10,32% 100,00%

Fonte: Elaborazione su dati IDOL - Provincia di Prato

Ci sono state 322 trasformazioni a tempo indeterminato di rapporti di lavoro iniziati, generalmente un anno prima, a tempo determinato. Il dettaglio nella Tab. 9. Nel 1 sem. 2011 le trasformazioni erano state 345.
Tab. 9 Trasformazioni a tempo indeterminato dalle liste di mobilit nel primo semestre 2012 per tipo di mobilit, genere e settore

settore

L. 223 M

Tot.

L. 236 F M

Tot.

Tot. gen.

Acqua, energia, rifiuti Agricoltura Altre ind. manifatt. Commercio Confezioni Costruzioni Industria metalmecc. Industrie tessili Sanit e ass. sociale Servizi alla persona Terziario e servizi Trasporti Turismo Totale

2 2 3 1 8

6 3 1 5 3 50 1 8 2 1 80

8 5 4 5 4 58 1 14 3 1 103

4 12 12 1 1 27 1 10 5 2 75

6 1 23

1 1 8 16 7 25 9 56 3 2 3 11 2 144

1 1 12 28 19 26 10 83 3 3 13 16 4 219

1 1 20 33 23 31 14 141 3 4 27 19 5 322

% 0,31% 0,31% 6,21% 10,25% 7,14% 9,63% 4,35% 43,79% 0,93% 1,24% 8,39% 5,90% 1,55% 100,00%

Fonte: Elaborazione su dati IDOL - Provincia di Prato

Durante il periodo della mobilit, dei 541 lavoratori che sono usciti per aver terminato il periodo massimo di iscrizione, 263 (126 donne, 137 uomini; nel complesso sono pari al 48,6%) non hanno trovato occupazione. Nei periodi precedenti tale valore era spesso superiore al 50%. I 278 lavoratori che hanno avuto almeno un periodo di lavoro durante il periodo della mobilit, hanno avuto un totale di 673 contratti.
Tab. 10 Tempo di lavoro nel periodo della mobilit (lavoratori usciti dalle liste per fine mobilit nel primo semestre 2012)

Tempo di lavoro

Totale

ha lavorato meno di 1 mese ha lavorato da 1 a 3 mesi ha lavorato da 3 a 6 mesi ha lavorato da 6 mesi a 1 anno ha lavorato oltre 1 anno Totale
Fonte: Elaborazione su dati IDOL - Provincia di Prato

16 6 18 29 72 141

7 17 21 35 57 137

23 23 39 64 129 278

8,27% 8,27% 14,03% 23,02% 46,40% 100,00%

In 56 casi (40 donne e 16 uomini) si sono instaurati rapporti di lavoro a tempo indeterminato part-time, con un numero di ore settimanali che ha consentito di rimanere nelle liste di mobilit fino al termine, e mantenere, successivamente, lo status di disoccupato con specifica precario nellelenco anagrafico del Centro per limpiego. La durata media dei rapporti di lavoro a tempo determinato stata di poco pi di 4 mesi (132 giorni).

I settori di avviamento dei contratti sono riportati nella tab. 11 e visualizzati nel Graf. 3.
Tab. 11 Avviamenti per settore durante la mobilit (lavoratori usciti dalle liste per fine mobilit nel primo semestre 2012)

settore
Acqua gas energia rifiuti Agricoltura Altre ind. manifatt. Amm. pubblica Commercio Confezioni Costruzioni Industria metalmecc. Industrie tessili Istruzione Sanit e ass. sociale Servizi alla persona Terziario e servizi Trasporti Turismo Totale
Fonte: Elaborazione su dati IDOL - Provincia di Prato

Totale
18 13 84 8 108 39 44 20 158 13 17 36 50 31 34 673

%
2,67% 1,93% 12,48% 1,19% 16,05% 5,79% 6,54% 2,97% 23,48% 1,93% 2,53% 5,35% 7,43% 4,61% 5,05% 100,00%

Graf. 3

Avviamenti per settore durante la mobilit (lavoratori usciti dalle liste per fine mobilit nel primo semestre 2012)
Acqua gas energia rifiuti 18 Agricoltura Turismo 13 34

Trasporti 31 Terziario e servizi 50 Servizi alla persona 36 Sanit e ass. sociale 17 Istruzione 13

Altre ind. manifatt. 84 Amm. pubblica 8

Commercio 108 Industrie tessili 158 Confezioni 39

Costruzioni 44 Industria metalmecc. 20

Fonte: Elaborazione su dati IDOL - Provincia di Prato

10

La Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria


Le procedure di Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria nel primo semestre 2012 sono state avviate da 7 aziende (5 del settore tessile e 2 del settore costruzioni), ed hanno riguardato 239 lavoratori, su 240 dipendenti totali. Nel corrispondente periodo del 2011 le procedure furono avviate da 13 aziende, 10 del settore tessile, 1 del settore metalmeccanico, 1 del settore edilizia, 1 del settore plastica, e riguardarono 338 lavoratori, su 341 dipendenti totali.

La Cassa Integrazione Guadagni in deroga


La Regione Toscana, in base allaccordo Governo-Regioni del febbraio 2009, ha il compito di autorizzare tutte le richieste di Cassa Integrazione Straordinaria in deroga (quella per le aziende con meno di 15 dipendenti o per particolari figure professionali e settori produttivi). I dati vengono pubblicati periodicamente, a intervalli non sempre regolari, a cura della Regione medesima: lanalisi dei dati consente una lettura per provincia, per tipologia contrattuale, per fascia di et, per settore di attivit. Possiamo confrontare i movimenti del primo semestre 2012 con quelli del corrispondente periodo del 2011.
Tab. 12 CIG in deroga - primo semestre 2012

CIG in deroga domande lavoratori ore richieste

tot. Toscana 7.002 9.391 10.407.774

Prato 1.121 759 1.118.882

% PO/Tosc. 16,01% 8,08% 10,75%

media mens. PO 187 127 186.480

Fonte: Elaborazione su dati Regione Toscana

Rispetto al 2011 lincidenza di Prato risulta pi bassa su tutti gli indicatori (Tabb. 12 e 13), ma si nota una ripresa del numero delle domande e dei lavoratori coinvolti.
Tab. 13 CIG in deroga primo semestre 2011

CIG in deroga domande lavoratori ore richieste

tot. Toscana
5.029 6.409 12.332.292

Prato
970 667 1.539.031

% PO/Tosc. media mens. PO


19,29% 10,41% 12,48% 162 111 256.505

Fonte: Elaborazione su dati Regione Toscana

11

Iscrizioni ed iscritti
Nel primo semestre 2012 le iscrizioni ai sensi del D.Lgs. 181 presso i Servizi per lImpiego della Provincia di Prato da parte di soggetti in cerca di lavoro sono state 4.120, in aumento rispetto alle 3.649 del primo semestre dellanno 2011, con il dettaglio riportato nella Tab. 14. Le donne rappresentano il 49,0% delle nuove iscrizioni.
Tab. 14 Iscrizioni D.Lgs. 181/00 nel primo semestre 2012

Fascia di et
fino a 25 25 - 30 31 - 39 oltre 39 Totale

F
352 363 498 806 2.019

M Totale
394 302 462 943 2.101

746 18,11% 665 16,14% 960 23,30% 1.749 42,45% 4.120 100,00%

Fonte: Elaborazione su dati IDOL - Provincia di Prato

La maggior parte delle iscrizioni proviene da lavoratori italiani, che con 1.706 occorrenze costituiscono 74,2% del totale. un dato in diminuzione rispetto al 76,5% del corrispondente periodo del 2011 e al 77,4% dellintero anno 2011. Tra i lavoratori comunitari il numero pi alto di occorrenze riguarda i lavoratori romeni (209, pari al 5,1% del totale); tra gli extracomunitari sono presenti albanesi (243 iscrizioni, 5,9% del totale delle iscrizioni), marocchini (106 iscrizioni, 2,6%), pakistani (82 iscrizioni, 2,0%), cinesi (55 iscrizioni, 1,3%) Al 30 giugno 2012 risultavano iscritti2 nelle classi disoccupati/inoccupati del Centro per lImpiego di Prato 30.477 lavoratori.
Tab. 15 Iscritti al 30 giugno 2012 per classe, specifica e genere

Classe
disoccupato

Specifica
in cerca di occupazione in cerca di occupazione (legge 68) precari sospesi 297 mobilit in deroga mobilit in cerca di occupazione in cerca di occupazione (legge 68)

F
11.826 607 1.936 166 12 1.718 16.265 1.642 173 1.815 18.080

M
7.651 589 932 141 17 2.183 11.513 796 88 884 12.397

Totale
19.477 1.196 2.868 307 29 3.901 27.778 2.438 261 2.699 30.477

disoccupato totale inoccupato inoccupato totale Totale

Fonte: Elaborazione su dati IDOL - Provincia di Prato

I lavoratori italiani (24.648 iscritti) sono l80,9% del totale. Tra i comunitari si segnalano i lavoratori romeni (sono 828, pari al 2,7% del totale); tra gli extracomunitari sono presenti albanesi (1.332 iscritti, 4,4%), marocchini (663, 2,2%), pakistani (506, 1,7%), nigeriani (271, 0,9%) e cinesi (246, 0,8%).
2

I dati includono tutti quei lavoratori che hanno fatto uniscrizione ai sensi del D.Lgs. 181 e hanno dichiarato di voler utilizzare i servizi del Centro per lImpiego. Rimangono nella classe disoccupati anche se svolgono attivit precarie o a tempo determinato, secondo i requisiti e le modalit normate dalla Regione Toscana. Nella classe disoccupati si ritrovano anche i lavoratori iscritti nelle liste di mobilit.

12

Tab. 16

Iscritti al 31 marzo 2012 per classe di et e genere

Fascia di et
fino a 25 25 - 30 31 - 39 oltre 39 Totale

M Totale

2.009 2.025 4.034 13,24% 2.348 1.591 3.939 12,92% 4.708 2.863 7.571 24,84% 9.015 5.918 14.933 49,00% 18.080 12.397 30.477 100,00%

Fonte: Elaborazione su dati IDOL - Provincia di Prato

Le donne hanno un peso del 59,3% sulla totalit degli iscritti.

13

Nota LOsservatorio del Mercato del Lavoro raccoglie ed elabora le informazioni provenienti dalle varie fonti sul mercato del lavoro e realizza indagini ricorrenti o ricerche mirate per approfondire le problematiche di tale mercato. I risultati di queste attivit costituiscono il supporto necessario alla programmazione degli interventi di politica attiva del lavoro, indirizzati principalmente a favorire lincontro tra domanda e offerta di lavoro.

IDOL
Il Servizio Orientamento e Lavoro della Provincia gestisce le funzioni attribuite allAmministrazione Provinciale in materia di collocamento dal D.Lgs. 469/97 e dalla Legge Regionale N. 32/02, e loro successive modifiche e integrazioni. La legge 27 dicembre 2006, n. 296 prevede lobbligo di comunicazione ai Servizi per lImpiego entro il giorno antecedente a quello di instaurazione del rapporto di lavoro, con lestensione dellobbligo di comunicazione a tutti i datori i lavoro, privati e pubblici, per tutte le tipologie di rapporto di lavoro subordinato, nonch per alcune tipologie di lavoro autonomo, per il lavoro associato e per le altre esperienze lavorative; il Decreto Interministeriale del 30/10/2007, ha previsto che le comunicazioni possano essere inoltrare esclusivamente in via telematica per il tramite dei Sistemi Informativi del Lavoro Provinciali e Regionali. La Provincia ha pertanto a disposizione, quasi in tempo reale, un osservatorio privilegiato sui flussi e le dinamiche del mercato del lavoro provinciale, basati sul Sistema Informativo Provinciale del Lavoro IDOL, nel quale confluiscono le comunicazioni obbligatorie. La banca dati di IDOL costituisce un elemento fondamentale per lOsservatorio: i dati in essa contenuti, di estrema ricchezza di dettaglio, possono essere interrogati anche per indagini specifiche, per analizzare un fenomeno (per esempio, luso della mobilit o il ricorso a contratti atipici) nel corso degli anni, per approfondire problematiche legate al genere o allet.

I dati amministrativi
Un altro fondamentale elemento di conoscenza sulle dinamiche del mercato del lavoro provinciale pu essere fornito dallanalisi dellattivit amministrativa che il Servizio Orientamento e Lavoro svolge per la gestione della lista di mobilit. Il Servizio Orientamento e Lavoro della Provincia inserisce nelle liste di mobilit i lavoratori che sono stati licenziati dalle aziende per giustificato motivo oggettivo (cessazione dellattivit, riduzione di personale, ristrutturazione)3. Un ulteriore contributo conoscitivo rappresentato dai dati elaborati sulla base delle procedure di Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria ai sensi della legge 223/91, per le quali la Provincia svolge un fondamentale ruolo sia nella fase istruttoria, sia nella definizione degli interventi di politica attiva del lavoro.

Le procedure che portano allinserimento in lista di mobilit variano a seconda della tipologia di impresa che provvede al licenziamento: il licenziamento per giustificato motivo effettuato da ditte con pi di 15 dipendenti, prevede linserimento in lista di mobilit attraverso la procedura prevista dallart. 4 della Legge 223/91 e la possibile erogazione dellindennit di mobilit; il licenziamento da parte di ditte che occupano anche meno di 15 dipendenti, comporta linserimento individuale in lista di mobilit con la procedura prevista dalla Legge 236/93, su domanda e senza indennit di mobilit.

14

Appendice

Inserimenti nelle liste di mobilit per tipo di mobilit, classe di et e genere


primo trimestre 2012
tipo di mobilitclasse di et L. 223 fino a 40 anni fra 40 e 50 anni oltre 50 anni Totale L.223 fino a 40 anni fra 40 e 50 anni oltre 50 anni Totale L. 236 L. 223 + L. 236 fino a 40 anni fra 40 e 50 anni oltre 50 anni Totale L. 223 + L. 236 F
18 18 9 45 113 59 31 203 131 77 40 248

secondo trimestre 2012


M Totale
37 53 34 124 158 92 75 325 195 145 109 449 55 71 43 169 271 151 106 528 326 222 149 697

tipo di mobilitclasse di et L. 223 fino a 40 anni fra 40 e 50 anni oltre 50 anni Totale L.223 fino a 40 anni fra 40 e 50 anni oltre 50 anni Totale L. 236 L. 223 + L. 236 fino a 40 anni fra 40 e 50 anni oltre 50 anni Totale L. 223 + L. 236

F
6 5 9 20 99 59 27 185 105 64 36 205

M Totale
14 24 26 64 119 98 55 272 133 122 81 336 20 29 35 84 218 157 82 457 238 186 117 541

Fonte: Servizio Lavoro - Provincia di Prato

Inserimenti nelle liste di mobilit per settore di provenienza e tipo di mobilit


primo trimestre 2012
settore totale perc.

secondo trimestre 2012


settore totale perc.

Acqua, gas, energia, rifiuti Agricoltura Altre ind. manifatturiere Amministrazione pubblica Commercio Confezioni Costruzioni Industria metalmeccanica Industrie tessili Istruzione Sanit e ass. sociale Servizi alla persona Terziario e servizi Trasporti Turismo Totale complessivo

2 89

0,29% 12,77%

96 13,77% 26 3,73% 106 15,21% 39 5,60% 188 26,97% 2 0,29% 5 0,72% 27 3,87% 69 9,90% 22 3,16% 26 3,73% 697 100,00%

Acqua, gas, energia, rifiuti Agricoltura Altre ind. manifatturiere Amministrazione pubblica Commercio Confezioni Costruzioni Industria metalmeccanica Industrie tessili Istruzione Sanit e ass. sociale Servizi alla persona Terziario e servizi Trasporti Turismo Totale complessivo

2 0,37% 8 1,48% 41 7,58% 13 2,40% 78 14,42% 46 8,50% 30 5,55% 10 1,85% 73 13,49% 8 1,48% 19 3,51% 83 15,34% 55 10,17% 41 7,58% 34 6,28% 541 100,00%

Fonte: Servizio Lavoro - Provincia di Prato

Uscite dalle liste di mobilit per tipo di mobilit, classe di et e genere


primo trimestre 2012
Tipo mob. Classe di et L. 223 fino a 40 anni fra 40 e 50 anni oltre 50 anni L. 223 Totale L. 236 fino a 40 anni fra 40 e 50 anni oltre 50 anni L. 236 Totale L. 223 + L. 236 a 40 anni fino fra 40 e 50 anni oltre 50 anni Totale L. 223 + L. 236 F
16 12 8 36 79 52 48 179 95 64 56 215

secondo trimestre 2012


M Totale
27 37 25 89 105 71 72 248 132 108 97 337 43 49 33 125 184 123 120 427 227 172 153 552

Tipo mob. Classe di et L. 223 fino a 40 anni fra 40 e 50 anni oltre 50 anni L. 223 Totale L. 236 fino a 40 anni fra 40 e 50 anni oltre 50 anni L. 236 Totale L. 223 + L. 236 a 40 anni fino fra 40 e 50 anni oltre 50 anni Totale L. 223 + L. 236

F
16 21 14 51 64 40 43 147 80 61 57 198

M Totale
19 20 34 73 82 48 53 183 101 68 87 256 35 41 48 124 146 88 96 330 181 129 144 454

Fonte: Servizio Lavoro - Provincia di Prato

15

Uscite dalle liste di mobilit per motivo di uscita e genere


primo trimestre 2012
motivo
decorr. termini avviam. t. indet. trasf. t. indet. pensione trasf. domicilio inizio att. auton. Totale

secondo trimestre 2012


F
135 24 53 2 1 215

M Totale
145 46 141 2 2 1 337

% 50,72% 280 12,68% 70 35,14% 194 0,36% 2 0,72% 4 0,36% 2 552 100,00%

motivo
decorr. termini avviam. t. indet. trasf. t. indet. pensione trasf. domicilio inizio att. auton. Totale

F
132 18 45 2 1 198

M Totale
129 38 83 6 256 261 56 128 2 7 454

% 57,49% 12,33% 28,19% 0,44% 1,54% 0,00% 100,00%

Fonte: Servizio Lavoro - Provincia di Prato

Tempo di lavoro nel periodo della mobilit


(lavoratori usciti dalle liste per decorrenza dei termini) primo trimestre 2012
non ha lavorato fino a 1 mese tra 1 e 3 mesi da 3 a 6 mesi da 6 mesi ad 1 anno oltre 1 anno Totale F M Totale 57 65 122 9 4 13 4 12 16 5 12 17 17 18 35 43 34 77 135 145 280

secondo trimestre 2012


non ha lavorato fino a 1 mese tra 1 e 3 mesi da 3 a 6 mesi da 6 mesi ad 1 anno oltre 1 anno Totale F M Totale 69 72 141 7 3 10 2 5 7 13 9 22 12 17 29 29 23 52 132 129 261

Fonte: Servizio Lavoro - Provincia di Prato

16