Sei sulla pagina 1di 7

RENDICONTO secondo anno di mandato

C' bisogno di trasparenza. Ecco perch dopo due anni e mezzo di mandato ho deciso di fare il punto su quanto ho votato e promosso, insieme al gruppo PD, all'interno del Consiglio regionale dell'Emilia -Romagna. Report per gli elettori e cittadini del Circondario Imolese (e non solo). I primi protagonisti dell'attuale impegno della Regione EmiliaRomagna sono i cittadini coinvolti dal terribile terremoto che ha colpito le nostre comunit. A loro disposizione si attivata anche la struttura organizzativa del PD dell'Emilia Romagna, d'intesa con il Partito nazionale e con le Unioni provinciali di Modena e Ferrara, che ha aperto il conto corrente su cui ' possibile fare versamenti. IT02 N031 2702 4100 0000 000 1 494, presso UNIPOL BANCA Intestato EMERGENZA TERREMOTO EMILIA-ROMAGNA Partito Democratico Emilia-Romagna Causale "Emergenza terremoto".

La Regione Emilia-Romagna ha stanziato oltre 47 milioni di Euro per la ricostruzione postterremoto, di cui 15 milioni ricavati dalla lotta all'evasione fiscale. La volont del presidente Vasco Errani, che trova l'appoggio del Partito Democatico regionale, quella di ri-costruire insieme alle utonomie locali tramite la co-decisione e co-responsabilizzazione dei i vari livelli di governo. Su www.regione.emilia-romagna.it/terremoto possibile conoscere qualsiasi informazione sullo stato delle zone colpite dal terremoto, sui bandi oggi aperti per la realizzazione di interventi ed opere volti alla ricostruzione di quelle aree, su come vengono uilizzate le risorse donate da cittadini, associazioni, Chiesa, enti locali, banche, testate giornalisiche, aziende..., su quali contributi siano attivi per le famiglie obbligate allo sgombero delle proprie abitazioni, sul bando "una casa per le giovani coppie", sui conributi per le abitazioni degli agricoltori, sulla sospensione dei tributi e del pagamento delle utenze, sul piano casa e su ogni inervento messo in campo dall Region ER. Dal 10 settembre, inoltre, i Comuni colpiti dal terremoto potranno assumere un totale di 211 dipendenti (soprattutto amministrativi e tecnici) a tempo determinato per far fronte all'emergenza.

SCUOLA, LAVORO E IMPRESA

Tra le novit pi signiicative va segnalata la nascita della rete politecnica dell'Emilia-Romagna, rete in cui emerge anche l'eccellenza imolese. Qui l'elenco dei poli provinciali: ITS per le tecnologie dell'informazione e della comunicazione (Fc) ITS per nuove tecnologie per il made in Italy, sistema agroalimentare (Pr) ITS per le nuove tecnologie per il made in Italy, Sistema meccanica-automazione industriale (Bo e Imola) ITS per le nuove tecnologie per il made in Italy Sistema meccanica-meccatronica (Re) ITS per le tecnologie innovative, i beni e le attivit culturali Sistema per l'abitare (Fe) ITS per le nuove tecnologie per il made in Italy Sistema meccanica e materiali (Mo) ITS per la mobilit sostenibile Logistica e mobilit delle persone e delle merci (Pc) ITS per l'efficienza energetica (Ra) ITS per le tecnologie innovative per i beni e le attivit' culturali e per il turismo (Rn) Per valorizzare e rispondere in modo tempestivo ed efficace alle richieste di competenze del sistema produttivo, la Regione ha approvato i percorsi degli Istituti tecnici superiori, quelli di Istruzione e formazione tecnica superiore e i percorsi di Formazione superiore. L'ITS Alberghetti di Imola partecipa all'ITS per le nuove tecnologie per il made in Italy, Sistema meccanica-automazione industriale assieme a Comune di Imola e SACMI. A disposizione del Piano ci sono risorse del Fondo Sociale Europeo pari a 18 milioni di Euro a cui si aggiungono ulteriori 600.000 di Euro dalla Regione ER per sostenere l'avvio degli ITS.

Leggi: *n. 5/2011 Disciplina del sistema regionale dell'istruzione e formazione professionale. *n. 16/2011 Proroga della durata di validit di graduatorie concorsuali (norma di cui sono stata relatrice). Risoluzioni: * per invitare la Giunta a chiedere un confronto fra le regioni ed il Governo sulle prospettive relative all'assegnazione di personale e all'immissione in ruolo del personale precario della scuola, sollecitare un piano di stabilizzazione di tali lavoratori, e sostenere progetti di qualificazione della scuola pubblica. * circa le azioni da porre in essere, da parte della Regione Emilia-Romagna, al fine di divenire leader, a livello nazionale, nel settore delle politiche pubbliche innovative sul tema CSR (Corporate Social Responsability) -RSI supportando politiche di sviluppo economico, sociale e nell'ambito dell'innovazione. * per impegnare la Giunta a proseguire le azioni intraprese al fine di sostenere prioritariamente gli investimenti e la qualificazione nel settore dell'istruzione, migliorandone l'impoverimento di strutture scolastiche nelle aree montane.

L'Assemblea legislativa regionale ha approvato il PIANO STRAORDINARIO PER L'OCCUPAZIONE DEI GIOVANI Delibera di GR n. 413/2012 L'idea alla base dell'intervento straordinario, finanziato con risorse comunitarie, nazionali e regionali pari a 46 milioni di euro, aumentare le competenze dei giovani per contrastare la disoccupazione e la precariet professionale, sostenere la creazione di nuove realt imprenditoriali, premiare le imprese che investono sui giovani e sulla loro formazione. Il Piano costituito da 4 fondi, ciascuno d e s t i n a t o a u n a l i n e a d ' i n t e r ve n t o : 1) fondo per l'assunzione e la stabilizzazione con incentivazione progressivamente crescente in relazione al numero di mesi in cui l'azienda non ha licenziato (20 milioni di euro) 2) fondo apprendistato (20 milioni di euro) 3) fondo giovani 30-34 anni (3 milioni di euro) 4) fondo fare impresa (3 milioni di euro) maggiori info su: www.formazionelavoro.regione.emiliaromagna.it - www.imprese.regione.emiliaromagna.it visita anche la pagina lavoro per te, sul sito della regione ER: l'occasione per incrociare domana e offerta... DI LAVORO!

WELFARE
Considero iniqua l'introduzione dei ticket sanitari cos come imposta l'estate scorsa da parte del Governo. Per questo mi sono impegnata con una risoluzione affinch la Giunta individui strumenti puntuali di va l u t a z i o n e d e l re d d i t o p e r l'applicazione dei ticket sanitari partendo dall'ISEE oltre a chiedere a l G ove r n o d i c a n c e l l a re l e disposizioni sui ticket, definendo un gettito alternativo attraverso un'accisa sui tabacchi. Maggiori informazioni sul sito del gruppo PD-ER.

* Legge n. 9/2011 - Riorganizzazione dei consorzi fitosanitari provinciali Risoluzioni: * per impegnare la Giunta a porre in essere azioni volte a sostenere ed ampliare le buone pratiche di Cure Palliative Pediatriche. * affinch il Governo individui quali proprie priorit le politiche sociali dotandole di risorse economiche e finanziarie adeguate a sostenere le fasce bisognose e affinch definisca rapidamente i livelli essenziali delle prestazioni sociali, con particolare attenzione alle problematiche della non-autosufficienza. * per impegnare la Giunta a porre in essere azioni atte a combattere l'endometriosi, patologia che colpisce le donne, ed in particolare per richiedere al Parlamento nazionale di riprendere la discussione delle proposte legislative assegnate.

* impegnare la Giunta a promuovere l'acquisto di defibrillatori e a sostenere, ai sensi della L.R. 18/2007, la formazione all'uso dei defibrillatori semiautomatici esterni (DAE) * Legge di riforma della legge 10/2000 in materia di servizi educativi per la primainfanzia. Per mantenere ed implementare la qualit; per perseguire la sostenibilit e anche per semplificare i percorsi per il suo funzionamento

LEGALITA' e TRASPARENZA
Leggi: * n. 7/2011 Partecipazione della regione Emilia-Romagna alla costituzione della fondazione Scuola di pace di Monte Sole n. 13/2011 Nuove norme sugli Istituti di Garanzia. Modifica della Legge regionale "Norme sul difensore civico regionale" n. 1/2012 Istituzione dell'Anagrafe pubblica degli eletti e dei nominati. Disposizioni sulla trasparenza e l'informazione. Il bando della Regione Emilia-Romagna per sostenere la rimozione dellamianto, la coibentazione e linstallazione di pannelli fotovoltaici nelle aziende dellEmiliaRomagna stato apprezzato da imprese e cittadini. Le domande in possesso dei requisiti sono state 214. Un successo che ha spinto la Regione a integrare i 9 milioni previsti con altri 4 milioni di risorse aggiuntive. Lintervento, infatti, permetter di liberare dallamianto coperture pari a quasi 209 mila metri quadrati di tetti e coperture e di installare oltre 23 mila KW di energia pulita, con un risparmio di emissioni climalteranti pari a oltre 6 mila TEP (tonnellate equivalenti di petrolio) su un totale di oltre 44 mila consumate prima di realizzare lintervento. Informazioni sui bandi attivi su: www.imprese.regione.emilia-romagna.it

AMBIENTE

INFRASTRUTTURE E TERRITORIO
Leggi * n. 20/2011 Modifiche e integrazioni alla Legge ER "Disciplina generale del trasporto pubblico regionale e locale" e alla legge ER "Riforma del sistema regionale e locale". * n. 6/2011 Disciplina della partecipazione della regione Emilia-Romagna ai fondi immobiliari chiusi per il sostegno all'edilizia residenziale sociale.

INTERROGAZIONE per le deroghe in materia di attivit venatoria con particolare riferimento ai pareri rilasciati da ISPRA. Risoluzioni: * per chiedere al Governo di presentare il Piano Energetico Nazionale in linea con le strategie europee e delineando anche politiche coerenti ed incentivanti per l'efficienza energetica e per le fonti energetiche rinnovabili. * per introdurre principi che consentano una tutela pubblica della risorsa idrica e della qualit del servizio per favorire la possibilit per gli enti locali di costruire societ a totale controllo pubblico degli impianti, precisando la qualifica di dotazioni di interesse pubblico per le reti.

* proseguire nell'opera di sostegno dell'agricoltura regionale, promuovendo le eccellenze e la multifunzionalit aziendale, contrastando il diffondersi di allarmi immotivati ed estendendo la lotta biologica alla vespa cinese del castagno. * per impegnare la Giunta nella definizione di indirizzi e di azioni di coordinamento per le attivit di trattamento e smaltimento dei rifiuti, con particolare riferimento ai rifiuti urbani promuovendo il superamento delle percentuali di raccolta differenziata imposta dalla legge. * circa le azioni da porre in essere, sia in ambito nazionale che europeo, a tutela delle aziende agricole operanti nel settore orto-frutticolo, con particolare riferimento alla produzione ed alla commercializzazione di pesche, nettarine e susine. * per impegnare la Giunta ad attivarsi presso il Governo affinch venga ripristinato il fondo relativo al progetto Valle del fiume Po e affinch vengano avviate politiche di programmazione strategica integrata che mirino alla sicurezza dei territori della Valle del Po, alla tutela delle risorse idriche, allo sviluppo del trasporto fluviale e alla valorizzazione del turismo. * per impegnare la Giunta a porre in essere azioni, presso il Ministero competente, al fine di ottenere una proroga di almeno 6 mesi dei termini, in scadenza in data 30 settembre 2011, relativi al riconoscimento della ruralit degli immobili ed l'attribuzione delle conseguenti categorie catastali. * per impegnare la Giunta a porre in essere azioni, utilizzando ogni mezzo programmatico ed economico disponibile, volte a sostenere il Trasporto Pubblico Locale, denunciando anche in ogni sede opportuna l'insostenibilit dei tagli attuati dal Governo. Programma Regionale per le Attivit Produttive 2012 - 2015 180 milioni di euro in tre anni su ricerca, innovazione, finanza, internazionalizzazione, sviluppo territoriale, e semplificazione. 1) ricerca industriale e trasferimento tecnologico, 45 milioni di euro; 2) innovazione, qualificazione e responsabilit sociale delle imprese, 36 milioni; 3) Finanza per la crescita e lo sviluppo delle imprese, 30 milioni; 4) Internazionalizzazione per il sistema produttivo, 42 milioni; 5) Sviluppo territoriale e attrattivit, 24 milioni; 6) Semplificazione, sviluppo digitale e partenariato, 1,5 milioni.

INTERROGAZIONE circa le azioni da porre in essere al fine di sollecitare il Governo a sbloccare i fondi FAS, che finanziano i progetti dei comuni di Mordano, Dozza, Castel San Pietro Terme e Imola.

CULTURA-DIRITTI

* Legge n.8/2011 Istituzione della Commissione regionale per la promozione di condizioni di piena parit tra donne e uomini. * Risoluzione per invitare la Giunta a contribuire alla consultazione pubblica in atto circa lo "schema di regolamento in materia di tutela del diritto d'autore sulle reti di comunicazione elettronica", approvato il 6 luglio 2011 dall'AgCom, nonch a monitorare l'evoluzione applicativa della materia e l'elaborazione dei provvedimenti definitivi sulla tutela del diritto d'autore.

Risoluzioni: * per impegnare la Giunta a chiedere al Governo la revisione delle disposizioni contenute in tema di accertamento della conoscenza della lingua italiana da parte di immigrati, specie al fine dell'ottenimento del permesso di soggiorno di lungo periodo. * per impegnare l'Assemblea Legislativa a deplorare l'atteggiamento delle autorit egiziane ed a sostenere ogni iniziativa del governo italiano e della Unione Europea affinch si ponga fine ad una persecuzione religiosa contraria ai diritti dell'uomo e per evitare che si degeneri ad un'azione di pulizia etnica. * per invitare la Giunta ad esprimere apprezzamento e sollecitare la diffusione dell'iniziativa, in corso presso Comuni emiliano-romagnoli, riguardante il conferimento della cittadinanza italiana onoraria ai bambini nati da genitori stranieri residenti nei relativi territori. * affinch l'Assemblea legislativa promuova e sostenga la campagna dal titolo "L'Italia sono anch'io" tesa a raccogliere firme per due proposte di iniziativa popolare relative alla riforma del diritto di

SEMPLIFICAZIONE

Leggi: * n. 17/2011 Norme in materia di tributi regionali. * n. 18/2011 Misure per l'attuazione degli obiettivi di semplificazione del sistema amministrativo regionale e locale. * n. 19/2011 Istituzione del registro unico dei controlli (RUC) sulle imprese agricole ed agroalimentari regionali e semplificazione degli interventi amministrativi in agricoltura
BUROCRAZIA ZERO! La legge 18/2011 - legge quadro sulla semplificazione, di cui sono stata relatrice, introduce procedimenti amministrativi semplificati, la misurazione dellefficacia dei provvedimenti (costi e benefici), il Tavolo permanente di confronto Regione/parti sociali ed un pi stretto monitoraggio di associazioni di categoria e cittadini utenti introducendo anche la sessione assembleare sulla semplificazione per non arrestare la sburocratizzazione. I principi cardine di questo provvedimento sono la sussidiariet verticale, la responsabilit, l'adeguatezza e la proporzionalit dell'azione amministrativa. All'art 5 viene poi sancito il rispetto dei tempi di legge nella conclusione dei procedimenti amministrativi e l'istituzione della banca dati dei procedimenti per garantire la tracciabili di ciascun procedimento per cittadini e imprese. Le semplificazione non solo necasaria per ridurre i costi ed elevare la competitivit, ma ha anche come obiettivo fondamentale la legalit, la lotta all'illecito e la corruzione. In attuazione dell'accordo tra Stato ed Autonomie locali la legge ha inoltre l'obiettivo della riduzione del 25% dei costi amministrativi ento il 2012.

CIRCONDARIO IMOLESE

Alcune tra le azioni pi importanti promosse dalle Regione ER per il nostro territorio
Fondo regionale per la non autosufficienza: 13.470.589 di trasferimenti per l'Ausl di Imola per l'anno 2011 Approvato il piano operativo 2012 del piano telematico Emilia-Romagna 2011-2013: stanziamento di fondi ai comuni per lo sviluppo delle iniziative di lotta al digital-divide tramite la diffusione della banda larga. Per quanto riguarda il Circondario Imolese ne hanno beneficiato la Vallata del Santerno ed il Comune di Imola (totale trasferimento regionale: 11.283.970 ) per l'anno 2011, oltre i trasferimenti ordinari, la Regione ha partecipato alle spese del Nuovo Circondario Imolese per 270.000 per l'esercizio delle funzioni amministrative in materia di agricoltura e di 200.000 per l'implementazione dell'attivit dell'Osservatorio Economico del Nuovo Circondario la Regione ER ha incluso le aree dei Comuni di Borgo Tossignano, Casalfiumanese, Fontanelice e Castel Del Rio colpite da siccit tra i territori a cui riconosciuto lo stato di avversit atmosferica, requisito per ottenere la relativa integrazione salariale per i lavoratori Asegnati 1.051.653,60 al Montecatone Rehabilitation Institute Spa per progetti di Unit spinali unipolari e Rete unit spinali e strutture celebrolesi _ Nell'ambito dell'accordo di programma per la realizzazione del Contratto di Quartiere "Ambito di riqulificazione urbana ex-Conor, Via Serraglio" a Imola sono stati assegnati 2.212.921

un'interrogazione per la CNH Il gruppo Pd ha presentato un documento per affrontare le difficolt di numerosi stabilimenti del Gruppo FIAT in Emilia-Romagna. Si chiede al Governo Monti che si costituiscano relazioni tra il Gruppo Fiat ed i sindacati affinch vi sia certezza di impegni per il rilancio dell'Italia e le nuove politiche industriali. A Imola il progetto c', perci vogliamo attenzione da parte del Governo sui temi dell'occupazione e della ripresa. Dvono essere stanziate risorse per la reindustrializzazione della CNH e per accompagnare i lavoratori verso una nuova occupazione.

Anna Pariani apariani@regione.emilia-romagna.it


Tutto il materiale sopra richiamato scaricabile dal sito della Regione Emilia-Romagna www.regione.emilia-romagna.it e dal mio sito Web www.annapariani.it dove tra l'altro possibile lasciare un messaggio che mi verr inoltrato immediatamente. In collaborazione con il Gruppo regionale del Partito Democratico. www.gruppopdemiliaromagna.it