Sei sulla pagina 1di 9

Autorit per le garanzie nelle comunicazioni

Osservatorio trimestrale sulle Telecomunicazioni (*)


- Settembre 2011 -

(*) - I valori indicati nelle figure che seguono rappresentano elaborazioni e stime dellAutorit su dati forniti dalle imprese

-1-

Indice
1. Accessi diretti alla rete fissa (totale) 2. Accessi diretti alla rete fissa (solo nuovi entranti) 3. Accessi a larga banda retail 4. Linee mobili consistenze 5. Larga banda mobile 6. Operatori mobili virtuali 7. Telefonia mobile - portabilit del numero

-2-

1. Accessi diretti alla rete fissa (totale) (1)


24.000 21.617 5.847 21.555 5.941 21.477 21.398 21.264

2T10

Linee in 000

20.000 16.000 12.000 8.000 4.000 0

6.096

6.224

6.274

15.770

15.614

15.380

15.174

14.990

2T10

3T10

4T10

1T11
Accessi diretti OLO

2T11

Accessi fisici Telecom Italia

2T11

Negli ultimi dodici mesi gli accessi diretti alla rete fissa si sono ridotti circa 0,4 milioni (crescita degli operatori alternativi per circa 0,4 milioni e flessione di Telecom Italia attorno agli 0,8 milioni). Conseguentemente la quota di Telecom Italia scesa di 2,5 punti percentuali. Wind e Vodafone Italia sono le uniche imprese a crescere (oltre un punto percentuale). Vodafone si consolida quale secondo operatore alternativo di rete fissa (7,8% vs 7,4% di Fastweb). (1) Dati omogenei con quanto indicato nella tabella 2.15 della RA 2011, sono inclusi: accessi fisici Telecom Italia, full unbundling (voce e dati), Dsl Naked, Fibra
Fonte: elaborazioni Agcom su dati aziendali

-3-

2. Accessi diretti alla rete fissa (solo nuovi entranti)


5.847
7.000

2T10
Altri 2,3% Wind 37,2%

5.941
83

6.096
79

6.224
64

6.274
60

Tiscali 7,1%

Linee in 000

6.000 5.000 4.000 3.000 2.000 1.000 0

86

Vodafone 24,8%
4.880

4.459

4.545

4.703

4.826

1.029 274 2T10 Fibra

1.038 276 3T10 Naked dsl

1.036 279 4T10

1.048 285 1T11

1.047 287 2T11 Virtual

Fastweb 26,9%

BT Italia 1,6%

Unbundling (voce, voce+dati)

2T11
Tiscali 6,3% Vodafone 26,5% Altri 2,2%

Le linee xdsl rappresentano di gran lunga la forma di accesso diretto utilizzato dagli operatori alternativi. A giugno 2011 gli accessi unbundling (full e virtual) hanno superato i 4,9 milioni, con un incremento di 0,4 milioni rispetto a giugno 2010. La ripartizione degli accessi diretti per operatore colloca Wind al primo posto (38,4%). Seguono Vodafone (26,5%) e Fastweb (25,2%).

Wind 38,4%

Fastweb 25,2%

BT Italia 1,4%

Fonte: elaborazioni Agcom su dati aziendali

-4-

3. Accessi a larga banda retail


12.852 14.000 13.048 291 13.259 295 13.458 300 13.516 306
Fastweb 13,2% Tiscali 4,5% Vodafone Italia 10,4%

2T10
Altri 2,6%

Linee in 000

13.000 12.000 11.000

287

12.566 10.000 9.000 8.000 2T10

12.757

12.964

13.159

13.210
Wind 13,9%

Telecom Italia 55,6%

3T10
DSL

4T10
Altre tecnologie

1T11

2T11

Negli ultimi dodici mesi la crescita della larga banda stata superiore a 0,6 milioni di accessi, superando i 13,5 milioni a fine giugno. Aumenta la velocit di accesso in download. Negli ultimi dodici mesi gli accessi con velocit nominale pari o superiore a 2Mbit/s sono passati dal poco meno dell80% a quasi l84%. La quota di mercato di Telecom Italia (53,1%) scende in un anno di 2,5 punti percentuali, a vantaggio sostanzialmente di Vodafone e Wind, che congiuntamente guadagnano circa 4 punti percentuali. Gli altri operatori perdono circa l1,5%.
Tiscali 3,8% Fastweb 12,9%

2T11

Vodafone Italia 12,5%

Altri 2,0%

Wind 15,6%
Fonte: elaborazioni Agcom su dati aziendali forniti nellambito dellaggiornamento della reportistica europea sulla larga banda (Cocom)

Telecom Italia 53,1%

-5-

4. Linee mobili - consistenze


3 Italia 10,0% Wind 21,6%

2T10
Telecom Italia 34,3%

Linee in 000

Le linee attive crescono grazie soprattutto alle sim utilizzate, in particolare, per il traffico dati. Cresce di circa un punto percentuale la quota di mercato di Wind a scapito, in particolare, di Vodafone. L83,6% delle linee attive sono prepagate, in leggera flessione rispetto a giugno 2010 (84,7%). Il peso della clientela affari, arrivando a superare in giugno 11,2 milioni di sim, passa dall11,8 al 12,3% del totale. Il traffico telefonico (oltre 65 miliardi di minuti a giugno 2011) risulta in aumento dell8% rispetto al primo semestre 2010. Gli SMS inviati (poco meno di 44 miliardi da inizio anno) risultano in crescita del 6%.
Wind 22,6%

Vodafone 34,1%

2T11
3 Italia 10,0% Telecom Italia 34,3%

Vodafone 33,2%

Fonte: elaborazioni Agcom su dati aziendali

-6-

5. Larga banda mobile


Sim con traffico dati (*1000)
6.000 5.500

Connect card (*1000)

18.000 16.000 14.000 12.000 10.000 8.000 6.000 4.000 2.000 0

+12,0%

5.000 4.500 4.000 3.500 3.000 2.500 2.000 2T10 4.801

+20,8%
5.803

15.445

17.305

2T11

2T10

2T11

Traffico dati (terabyte da inizio anno)

100.000

Nel primo semestre 2011 le sim che hanno effettuato traffico broadband dati hanno superato i 17,3 milioni (+12% rispetto al corrispondente valore del 2010). Le connect card dedicate raggiungono a giugno 2011 una consistenza di 5,8 milioni (+20,8%).

80.000 60.000 40.000 20.000 0


2T10

+53,2%
85.189 55.600

2T11

Fonte: elaborazioni e stime Agcom su dati aziendali

-7-

6. Operatori mobili virtuali


4.000 3.500
Erg Petroli 4,6%

2T10
Altri 10,9% Poste Mobile 45,6%

Linee in 000

3.000 2.500 2.000 1.500 1.000 2T10 3T10 4T10 1T11 2T11 3.127 3.418 3.543 3.783 3.922
Daily Telecom 6,3% Carrefour 7,0% Coop Italia 12,7% Fastweb 13,0%

2T11
Prosegue la crescita degli abbonati MVNO (+0,8 milioni negli ultimi dodici mesi), la cui consistenza sfiora oramai i 4 milioni di sim, con una quota di mercato pari al 4,3%. Poste Italiane supera il 50% (+5 punti percentuali) grazie anche alla progressiva integrazione della telefonia mobile con i servizi postali. Fastweb con il 14% circa del mercato rafforza la propria posizione, distanziando Coop Italia. Traffico ed sms inviati nella prima met dellanno dellanno crescono rispettivamente del 25,7% e del 55,7%.
Coop Italia 10,8% Erg Petroli Daily Telecom 5,5% 5,4% Carrefour 6,3% Poste Mobile 50,6% Altri 7,6%

Fastweb 13,9%

Fonte: elaborazioni Agcom su dati aziendali

-8-

7. Telefonia mobile: portabilit del numero


35.000 30.000

2T11- Linee in uscita (nel trimestre)

Linee in 000

25.000 20.000 15.000 10.000 5.000 0 2T10 3T10 4T10 1T11 2T11
Vodafone 30,6% Telecom Italia 30,4%

25.973

27.229

28.760

30.912

32.821

Wind 20,9%

Mvno 6,5%

H3G 11,5%

A giugno 2011 il numero di linee mobili portate ha raggiunto i 32,8 milioni (dato cumulato). Gli operatori mobili virtuali registrano un saldo attivo in giugno di circa 900.000 linee (di cui poco meno di 100.000 relativamente al secondo trimestre 2011. Per Telecom Italia, su base trimestrale, il saldo donating-recipient pur restando negativo (-143.000) nel secondo trimestre dellanno, tende tuttavia a migliorare rispetto ai tre mesi precedenti (253.000). Corrispondentemente, peggiora il saldo di Vodafone (da +69.000 del primo trimestre 2011 a -31.000 del secondo) mentre flette leggermente anche quello di Wind (da 150 a 130.000 circa).

2T11-Linee in ingresso (nel trimestre)

Mvno 8,9% Wind 27,5%

H3G 9,0%

Telecom Italia 21,9%

Vodafone 32,8%

Fonte: elaborazioni e stime Agcom su dati aziendali

-9-