Sei sulla pagina 1di 2

ARES 118 ROMA E LAZIO

www.fpromalazio.it

8 Ottobre 2012 ARES 118 Comunicato stampa della FP CGIL ARES 118 : Da una vita negata ad una vita ripresa
Notizia ANSA 5 Ottobre 2012 : Dopo 45 minuti il cuore torna a battere Giovane salvato sul treno per Ciampino Il ragazzo ha avuto un malore mentre viaggiava in un regionale. "Era tecnicamente morto, ma dopo alcuni massaggi cardiaci resuscitato" Un giovane di 26 anni ha avuto un malore mentre viaggiava su un treno in direzione Ciampino. I passeggeri, quando si sono accorti delle sue condizioni, hanno subito chiamato il 118 e il regionale si fermato alla stazione di Ciampino. "Il giovane era tecnicamente morto e da diversi minuti il suo cuore non batteva pi - dicono da fonti sanitarie Poi gli operatori dell'Ares 118 hanno provato a rianimarlo prima sul treno, poi in strada con massaggi cardiaci". "Dopo 45 minuti di massaggi il giovane - aggiungono - Come viene spiegato in gergo medico, 'resuscitato' ed stato subito trasportato in ospedale, dove adesso ricoverato". "Il massaggio cardiaco prolungato come previsto dalle linee guida, ha permesso di recuperare il battito del cuore del giovane" ha detto il professor Antonio Rebuzzi, cardiologo all'universit Cattolica. "Con un arresto cardiaco reale e prolungato non possibile un recupero - ha precisato il cardiologo Probabilmente si trattato di un forte rallentamento del battito, una tachicardia ventricolare o un'aritmia che ha permesso che un minimo di sangue arrivasse al cervello per tenerlo in vita. Visto che il giovane stato ricoverato si dovr ora valutare la ripresa".

La nostra organizzazione Sindacale da anni rivendica che il personale che opera sul vasto territorio Laziale, in abito di emergenza sanitaria 118, debba avere come unico requisito di accesso alla professione oltre allabilitazione di Laurea ( per gli Infermieri ), la dovuta formazione ed il costantemente addestrato sulle tecniche di rianimazione, Quello che accaduto a Ciampino non frutto di improvvisazione , ma la conseguenza di quanto abbiamo sempre sostenuto :

Laggiornamento / addestramento permanente del personale che opera in ambito di un sistema di emergenza sanitaria 118 rappresenta una priorit assoluta . C sempre la necessit di rispondere, ai bisogni sanitari dei cittadini, con soluzioni appropriate ed efficienti, con investimenti dedicati. Solo la natura pubblica di unAzienda Sanitaria con personale dedicato, quale lARES 118, pu garantire queste imprescindibili prerogative.

Noi abbiamo sempre sostenuto e preteso che lARES 118 fornisca a TUTTI i cittadini Laziali regole di risposta allemergenza sanitaria 118 allo stesso livello di qualit / efficienza a prescindere dalla residenza e/o status sociale. Grazie allequipaggio dellambulanza di Ciampino che ha doverosamente fatto, come sempre, il proprio lavoro ed soprattutto grazie a TUTTI gli altri operatori dellARES 118 impegnati quotidianamente che si garantisce l eccellenza della qualit nella prestazione sanitaria demergenza 118 nella nostra Regione Lazio. Domenica 7 Ottobre alle ore 15 , come colleghi dellARES 118, eravamo in tantissimi a portare il nostro ultimo saluto ad Alvito (FR) al funerale del collega Brusca Giovanni deceduto a seguito di un gravissimo incidente stradale tra Cassino e Sora che ha visto coinvolta una nostra ambulanza ARES 118 , attivata per un soccorso grave , con gravissime conseguenze anche al resto dellequipaggio : Infermiera e barelliera e dellautista del secondo mezzo coinvolto nellincidente . Nella stessa giornata, quasi in coincidenza con lorario, il nostro equipaggio dellambulanza ARES 118 di Ciampino ha riportato in vita una ragazzo colpito da arresto e/o grave scompenso cardiaco. Questa per noi stata la migliore occasione di risposta per onorare il nostro collega : da una vita negata ad una vita ripresa !! Roma 8 Ottobre 2012 Il Coordinatore FP CGIL ARES 118 Roma e Lazio Sergio Bussone