Sei sulla pagina 1di 24

Mercoled 3 Ottobre 2012 - n. 211 - 0.

50

Le notizie di

www.tarantooggi.it
ISSN 2039-8131

QUOTIDIANO DINFORMAZIONE DI TARANTO E PROVINCIA

Registrazione Tribunale di Taranto n. 1913 - Societ Editrice: MEDIAPRESS Soc. coop. a r.l. - Via Dante Alighieri, 231 - 74021 Taranto - Direttore responsabile: Marcello Di Noi - Stampa: Martano Editrice S.r.l. Via delle Magnolie Modugno (BA) - www.tarantooggi.it

Ambiente
LARPA pubblica la relazione sulla qualit dellaria del 2011 inchiodando lIlva su PM 10 e IPA. Tempa Rossa, la Total perfora
a pag. 8 e 9

Citt
Prestigioso riconoscimento per il Museo dallUnesco: laltorilievo di Augusto monumento di cultura di pace
a pag. 12

Ambiente
A LInfedele in onda il nostro Grande Fratello

Infanticidio, arrestata
Il corpicino nellarmadio. Donna piantonata in ospedale
7 imputati
Morte Dione udienza fissata
Il giudice delludienza preliminare Giuseppe Tommasino ha fissato per il prossimo 16 novembre ludienza preliminare a carico dei sette giovani accusati di concorso in omicidio colposo per la morte di Lucio Dione...
a pag. 4

CASO INQUIETANTE - 25enne partorisce in casa e nasconde la bimba

La redazione di La7 non avr raccolto laudience delle migliori occasioni ma di sicuro ha seminato ottimo giornalismo e verit. La trasmissione de LInfedele in diretta andata in onda luned rimarr nel cuore di molti tarantini. Sapevano di star vivendo delle giornate storiche ma raccontarselo non la stessa cosa. Non serviva loro certo la televisione per scoprire chi fossero, con tutti i loro pregi e difetti. Eppure quella trasmissione ha consegnato alla citt una fotografia impolverata negli album dei ricordi. La tv, per una volta, ha agito da lievito sociale facendo emergere, fermentare e svelare tutte le contraddizioni di questo lembo di terra. Lerner, nellintervista rilasciata a TarantoOggi sabato scorso, era convinto del fatto che dal capoluogo ionico potesse essere raccontata meglio che in qualunque altro posto la tragedia economica del Paese. Farei Taranto, Italia, afferm rivangando la sua trasmissione di successo che negli anni di manipulite rivoluzion il modo di raccontare e raccontarsi in tv. Aveva evidentemente le idee chiare di cosa potesse emergere mettendo insieme gli ingredienti spesso eterogenei di questa citt.
Gianluca Coviello g.coviello@tarantooggi.it

Ambiente
a pag. 3

Aia, pressing della Provincia


La nuova Aia dovr seguire tre principi fondamentali: rigore, equilibrio, trasparenza.
a pag. 7
PIZZICA

IN AZIONE LA GDF - Colto in flagranza di reato

Ortopedico dietro le sbarre


Accompagnamento, nei guai in 650
Sanit truffata nel mirino delle Fiamme gialle. O meglio: i comportamenti illeciti. Ha fatto scalpore la notizia dellarresto di un medico ortopedico, in servizio allAsl tarantina, e la denuncia di 650 persone che pur essendo state ricoverate in strutture sanitarie, hanno omesso linvio della prevista comunicazione ovvero hanno comunicato dati inesatti, percependo indebitamente lindennit di accompagnamento anche per quei periodi in cui risultavano ricoverati presso strutture sanitarie a totale carico dello Stato.
a pag. 3

laTaranta
La disoccupazione in Italia ha raggiunto livelli preoccupanti, pensate che anche i politici cominciano ad essere terrorizzati dall'idea di perdere il lavoro. Dovrebbero cercarsene uno vero.

Segue a pag. 5

Le notizie di
www.tarantooggi.it

Mercoled 3 Ottobre 2012

Mercoled 3 Ottobre 2012

CRONACA
www.tarantooggi.it

Le notizie di

UN CASO INQUIETANTE: DONNA PARTORISCE BIMBA E SE NE SBARAZZA

Infanticidio a Massafra
Un caso davvero inquietante e che induce a riflettere. Luned sera, poco dopo le 22, gli agenti della Squadra Volante sono intervenuti presso il reparto di ginecologia del SS. Annunziata, dove i sanitari riferivano di una donna di 25 anni, N.M. di Massafra, madre di altri bue bambini, appena ricoverata perch presentava inequivocabili sintomi di un aborto avvenuto qualche ora prima al di fuori di quel nosocomio; in ospedale era presente anche il compagno della donna. I poliziotti sulla base di quanto riferito dai sanitari, effettuavano subito gli accertamenti, nel corso dei quali emergeva che intorno alle 20 il medico del servizio 118 di Massafra aveva constatato presso la loro abitazione che la donna era a letto e presentava chiari segni di una emorragia in atto. A quel punto, gli investigatori effettuavano una ispezione presso labitazione dei coniugi, anche con lausilio della Polizia Scientifica, rilevando evidenti tracce ematiche sparse per la casa ed in particolar modo nella stanza da letto e nel bagno. Nella stessa abitazione gli agenti rinvenivano una busta di cellophane, occultata sotto il letto matrimoniale, contenente indumenti della donna intrisi di sangue ed un fagotto contenente materiale biologico (presumibilmente placenta); sul tavolo della cucina, invece, veniva rinvenuta una forbice, anchessa intrisa di sangue. A seguito di quanto rinvenuto sul posto interveniva personale del servizio sanitario 118 che dagini, in collaborazione con i carabinieri della Compagnia di Massafra. A quel punto gli agenti hanno rinvenuto, nel corso di una pi approfondita ispezione della camera da letto dove gi erano state rinvenute tracce ematiche ed altro materiale biologico riconducibile al parto, chiusa nellarmadio, una busta di cellophane accuratamente nascosta fra coperte ed altri indumenti, contenente un corpicino esanime gi interamente formato. Sulla piccola spoglia, di sesso femminile e dal peso di circa kg. 2,5, saranno svolti gli accertamenti medico legali necessari per definire i contorni della vicenda. In conseguenza la venticinquenne stata tratta in arresto per i reati di infanticidio e di occultamento di cadavere ed ora piantonata presso lospedale. Sono al vaglio le posizioni di altre persone che potrebbero essere coinvolte.

In manette ortopedico
della percezione delSanit truffata lindennit di acnel mirino delle compagnamento, Fiamme gialle. O disciplinata dalla meglio: i comportalegge 18/1980, in menti illeciti. Ha fatcaso di ricoveri presto scalpore la notiso strutture sanitazia dellarresto di un rie di riabilitazione medico ortopedico, e/o lungodegenza a in servizio allAsl totale carico dello tarantina, e la destato o altro ente nuncia di 650 perpubblico, per periosone che pur essendo state ricoverate in strutture sanitarie, di superiori a trenta giorni. Le Fiamme hanno omesso linvio della prevista comu- gialle hanno preliminarmente acquisito nicazione ovvero hanno comunicato dati presso la Asl ionica gli elenchi dei soggetinesatti, percependo indebitamente lin- ti ricoverati presso strutture sanitarie dennit di accompagnamento anche per della provincia, incrociandoli con gli elenquei periodi in cui risultavano ricoverati chi dei percettori di indennit di accompresso strutture sanitarie a totale carico pagnamento, acquisiti contestualmente presso la sede provinciale dellInps. Al dello Stato. Nel primo caso, lortopedico Giulio termine di questa prima fase delle indaFranco finito in manette colto in fla- gini, per ogni singolo soggetto stata vegranza di reato. Dagli accertamenti svol- rificata losservanza dellobbligo di comuti dai militari emerso che il professioni- nicazione allo stesso ente previdenziale sta riceveva i pazienti presso lambulato- entro il 31 marzo di ogni anno, con riferirio della struttura pubblica per il tratta- mento ai periodi di ricovero dellanno premento di infiltrazioni di farmaci partico- cedente. Lattivit investigativa, che ha riguardato circa larmente costosi coperti Doppio colpo 30mila posizioni, ha da brevetto sulla moledelle Fiamme gialle consentito di indivicola, pertanto non sostialla sanit truffata duare 650 persone, tuibili con altri tipi generici. Proprio questa peculiarit ha spin- come gi detto. I finanzieri hanno immeto il professionista ad appropriarsi illeci- diatamente effettuato le dovute segnalatamente dei farmaci, sostituendoli, nel zioni allente erogatore per lattivazione trattamento delle infiltrazioni, con altri delle procedure di recupero delle somme farmaci la cui natura e specie sar accer- indebitamente percepite dai singoli richietata da appositi esami. Nei confronti del- denti, per un ammontare complessivo di lo specialista sono scattate le manette per oltre un milione di euro. I responsabili sono stati denunziati allautorit giudiil reato di peculato. Nel secondo caso, invece, le Fiamme ziaria competente per i reati di cui agli gialle, nellambito dellattivit a tutela del articoli 483 (falsit ideologica commessa bilancio nazionale, hanno eseguito nel pe- da privato in atto pubblico) e 640/bis (trufriodo luglio-settembre 2012 una serie di fa aggravata per il conseguimento di erocontrolli volti a verificare la regolarit gazioni pubbliche) del codice penale.
Le notizie di www.tarantooggi.it Iscritto al Tribunale di Taranto n 1913 Iscritto al Registro Operatori Comunicazione n. 20970 ISSN 2039-8131 Editore MEDIAPRESS Soc. Cooperativa a r.l. Via Dante Alighieri, 231 74121 - Taranto www.mediapressarl.it info@mediapressarl.it Direttore Responsabile Marcello DI NOI direzione@tarantooggi.it Redazione e Amministrazione: via Dante Alighieri, 231 74121 - Taranto Tel. 099.7364984 (4 linee in pbx) Fax: 099.373229

provvedeva alle incombenze del caso. Gli indumenti e la forbice venivano posti sotto sequestro, mentre il materiale biologico veniva consegnato al reparto di ginecologia del SS.Annunziata. Naturalmente, tutto lasciava pensare a un aborto, operazione purtroppo effettuata probabilmente tra le mura casalinghe. Per, gli agenti non trovavano in un primo momento il feto. Sono proseguite, per poi, nel pomeriggio le in-

VIA CON ROLEX E PISTOLA


Furto Luned sera, ignoti si sono introdotti in unabitain una casa zione di San Vito, forzandi San Vito do la finestra al piano terra e hanno asportato diversi monili in oro, orologi di marca Rolex, nonch una pistola calibro 38 e 50 cartucce del medesimo calibro. Lintera refurtiva era custodita in una cassaforte che i malviventi hanno distrutto. Sul posto i carabinieri, che indagano sul caso. Invece, i carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Taranto hanno sottoposto a controllo, in materia giuslavoristica, diverse ditte operanti nella provincia di Taranto. In particolare, a due esercizi commerciali di Grottaglie sono state contestate diverse sanzioni amministrative per aver occupato alle proprie dipendenze lavoratori in nero. Inoltre, ad una ditta individuale esercente attivit di autolavaggio di Mottola sono state contestate sanzioni amministrative pari a 1.800 euro per violazioni in materia previdenziale.
Amministrazione: 099.7340538 amministrazione@tarantooggi.it Redazione:099.7364984 redazione@tarantooggi.it Pubblicit: 099.7360382 pubblicita@tarantooggi.it Stampa: Stabilimento Martano Editrice srl via delle Magnolie - Z. I. Modugno (BA) COPIA ARRETRATA 1,00
Questo quotidiano viene stampato su carta riciclata per salvaguardare lambiente

PUBBLICITA:Per la Pubblicit: Mediapress scarl via Dante ,231-74121 TARANTO tel.099.7360382/fax099.373229 pubblicita@tarantooggi.it PREZZI PER LE INSERZIONI: Tariffe a modulo (mm 44x22) Commerciale euro 30,00 Redazionale euro 40,00 Offerta di lavoro euro 35,00 Finanziaria euro 50,00 Legale, Aste ,Gare e Appalti euro 60,00 Sentenze (scontato 1/5 di legge) euro 28,00 Manchette di prima pagina (mm 36x36) a coppia euro 300,00 Piede di prima pagina (mm 241x50) euro 400,00 Maggiorazioni : colore 35% -posizione di rigore 50%- supplemento prima pagina 75%.

ABBONAMENTI: Abbonamento per lItalia: cartaceo - Formula Standard: durata 12 mesi prezzo euro 130,00 Formula breve: durata 6 mesi - prezzo euro 75,00 Abbonamenti per lestero: stesso trattamento pi spese postali per il cartaceo. Abbonamento on-line in PDF Formula Standard: durata 12 mesi prezzo euro 55,00 Formula breve: durata 6 mesi prezzo euro 35,00. Formula Sostenitori: durata 12 mesi prezzo euro 300,00 . Per sottoscrivere labbonamento sufficiente inoltrare la richiesta via fax al n 099.373229 oppure per posta a: TarantoOggi - via Dante,231- 74121 TARANTO o per posta elettronica : info@tarantooggi.it. Il giornale sar in distribuzione 6 numeri alla settimana (dal luned al sabato)

Le notizie di

GIUDIZIARIA
www.tarantooggi.it

Mercoled 3 Ottobre 2012

DONNA PICCHIATA E STUPRATA: CINQUE ANNI E QUATTRO MESI A DUE GIOVANI RUMENI

Violenza, scattano le condanne


Processo immediato celebrato col rito abbreviato per Alexandru Nicusor Popa e Nicosur Anghel, entrambi rumeni ma residenti a Grottaglie, rispettivamente di 22 e 30 anni. Il giudice Valeria Ingenito ha condannato entrambi a cinque anni e quattro mesi di reclusione per violenza sessuale, minacce e lesioni personali. Il pubblico ministero Ferreri Caputi, aveva chiesto la condanna a sei anni di reclusione per entrambi gli imputati, difesi dallavvocato Lorenzo Cancui, al punto da aver accettato di farsi accompagnare a casa da loro, lasciando le amiche al locale. Secondo quanto raccontato dalla vittima, i due uomini si sono diretti in campagna, dapprima le hanno chiesto di consumare un rapporto sessuale in tre, ed al rifiuto della donna, lhanno picchiata, bloccata dalle gambe e le braccia, tappandole anche la bocca per impedirle di urlare, e lhanno violentata per due ore. Dopo lepisodio, riaccompagnando la povera donna a casa, i due rumeni lhanno minacciata di morte se avesse raccontato laccaduto. La vittima, tuttavia, non si fatta intimorire e ha deciso di denunciare tutto ai carabinieri. La donna fu anche ricoverata in ospedale per la cura di lividi, ferite e bruciature di sigaretta riportate al viso, al collo ed alle gambe.
Vittorio Ricapito

Sar sentito Misseri


Su richiesta di uno dei legali di Sabrina Misseri, avvocato Nicola Marseglia, sar invertito lordine dei testimoni in base alla gravit dei reati di cui sono accusati. Alla prossima udienza, fissata per il 23 ottobre, del processo chiamato a far luce sullomicidio di Sarah Scazzi, la studentessa di sedici anni strangolata ad Avetrana il 26 agosto del 2010, sar quindi ascoltato in qualit di imputato lo zio della vittima, Michele Misseri, il contadino che ha pi volte cambiato versione sul delitto, ora addossandosi ogni responsabilit dellomicidio, ora chiamando in causa la figlia Sabrina di 23 anni. Misseri sar sen- do di avere gi detto in passato tutto queltito, se vorr parlare, solo in qualit di lo che cera da dire ed aggiungendo ai imputato, ma non escluso che in futuro microfoni televisivi che in fondo a un possa tornare in aula come testimone pozzo non si butta nessuno. Ludienza s conclusa con la deposichiamato in causa dalle parti. Il 30 ottozione dellavvocato bre, invece, sar la volta di Cosima Serrano, Processo Scazzi: Vito Russo, ex legale moglie di Misseri e zia di zio Michele di Sabrina Misseri, acSarah e di sua figlia torner in aula il 23 cusato di favoreggiamento personale e inSabrina Misseri. Entrambe le donne sono accusate di omici- tralcio alla giustizia. Il legale, difeso dal dio volontario, sequestro di persona e con- penalista Gianluca Pierotti, ha ribadito corso nella soppressione del cadavere e di non aver mai distrutto i verbali di insono detenute in carcere, Sabrina dallot- dagini difensive riguardanti Ivano Rustobre del 2010 e la madre dal maggio del so, il ragazzo conteso tra Sarah e sua cugina Sabrina. La procura sostiene che 2011. Scena muta ieri da parte di Carmine la rivalit nata fra le due cugine intorno Misseri e Cosimo Cosma, rispettivamen- al giovane uno dei moventi alla base te fratello e nipote di Michele Misseri, del delitto. Lavvocato Russo s dichiaanchessi accusati di aver aiutato il con- rato meravigliato che lo stesso Ivano lo tadino nel nascondere il corpo della nipo- abbia accusato di aver tentato di intimite in fondo ad un pozzo di contrada Mo- dirlo al fine di ottenere dichiarazioni fasca. La Corte di Assise ha deciso di acqui- vorevoli alla sua assistita. Secondo lacsire i verbali delle deposizioni rese prima cusa, infatti, lavvocato Russo avrebbe come testimoni e poi degli interrogatori spaventato Ivano Russo confidandogli resi da indagati dei due. Dopo ludienza che era intercettato dagli investigatori e Cosimo Cosma, schivo e silente in aula, che rischiava di essere arrestato per inha ritrovato la parola comparendo in di- durlo a dichiarare che Ivano piaceva anretta televisiva a Rete4, in compagnia del che ad unaltra amica della comitiva, Masuo avvocato Raffaele Missere. Cosma ha riangela Spagnoletti. V.R. giustificato il suo silenzio in aula spiegan-

tore. Vittima dellepisodio di violenza, una donna di quarantanni, che si costituita parte civile con lavvocato Giuseppe Risola. La terribile disavventura per la donna risale al primo luglio scorso. La donna era uscita con amiche per bere qualcosa in un pub di Grottaglie. L aveva conosciuto i due rumeni, apparentemente inno-

MORTE DIONE, A NOVEMBRE LUDIENZA


Il giudice delImputati in sette ludienza preliper concorso minare Giusepin omicidio colposo e pe Tommasino omissione di soccorso ha fissato per il prossimo 16 novembre ludienza preliminare a carico dei sette giovani accusati di concorso in omicidio colposo per la morte di Lucio Dione, 38 anni, investito da unAudi A3 mentre a bordo della sua bicicletta attraversava il Ponte Girevole, la notte del Gioved Santo del 2011. A chiedere il rinvio a giudizio per i sette occupanti dellauto, quattro uomini e tre donne, il procuratore aggiunto Pietro Argentino. Imputati sono Emanuele Milfa, 34 anni, che era al volante, Andrea Graniglia, 39 anni, Francesca Mirelli, 26 anni, Tecla Caforio, 29 anni, Valentina Concetta Barba, 31 anni, Enrico Golino, 34 anni e Luca Patrono, 38 anni. Per tutti, laccusa di concorso in omicidio ed omissione di soccorso. Per Milfa, anche quella di guida in stato debbrezza, accusa per la quale anni addietro gli era gi stata revocata la patente. La procura contesta inoltre al guidatore di aver superato il limite di velocit consentito sul Ponte Girevole, dieci chilometri orari, percorrendolo a circa quarantacinque chilometri orari. Agli altri occupanti dellauto contestato il concorso nellomicidio per essere saliti a bordo di unauto in sette limitando cos la visibilit e la capacit dinamica del mezzo. Dione, imprenditore noto in citt per il suo impegno ambientalista, mor dopo 48 ore circa di agonia, dopo che miracolosamente i sanitari del 118 erano riusciti a rianimarlo subito dopo lincidente. Nel collegio difensivo impegnato alludienza preliminare dal 16 novembre, gli avvocati Maurizio Besio, Pasquale Lisco, Maria Letizia Serra, Emilia Velletri e Giorgio Pignatelli. I familiari di Dione si costituiranno parte civile alludienza di novembre rappresentati dagli avvocati Rocco e Diego Maggi.

Mercoled 3 Ottobre 2012

AMBIENTE
www.tarantooggi.it

Le notizie di

LINFEDELE PORTA IN TV TUTTI I VOLTI DI TARANTO E LOBIETTIVO COMUNE DI CAMBIARE

Il nostro Grande Fratello


(Continua dalla Prima pagina) Credo di aver fatto la mia miglior trasmissione degli ultimi anni, ha scritto ieri sul suo blog il conduttore. Ma cosa ha fatto di quelle tre ore di diretta un momento cult per Taranto, la sua gente ed i suoi problemi? Il richiamo dellevento ha radunato in piazza Ges Divin Lavoratore circa quattrocento persone. Ai piedi del palco duecento sedie con posti assegnati precedentemente. Fogli segnaposto definivano quelle destinate ai componenti delle diverse associazioni. Le transenne separavano gli spettatori accreditati dal resto dei cittadini che non hanno rinunciato neanche a un secondo della trasmissione. Uomini e donne di qualsiasi et, anziani che hanno sfidato le proprie forze pur di restare in piedi con gli occhi puntati al palco. Ogni tanto qualcuno urlava la propria rabbia di cittadino ferito negli affetti da malattie che altri, sempre meno a dir la verit, ancora considerano frutto del fato avverso. Sul palco tra gli ospiti il sindaco Ippazio Stefno. Sapeva di andare incontro ad una piazza esasperata che non gli avrebbe perdonato le frasi ambigue di questi anni ed il tentativo di giustificare in loco le azioni politiche di chi, tra Bari e Roma, fingeva di avere in mano la soluzione. Fischi e cori non lhanno risparmiato e lui se li presi tutti, col coraggio politico che nessuno pu negargli. I grandi protagonisti, per, sono stati i lavoratori. Sotto il palco cerano alcuni operai protagonisti dei blocchi stradali cos come quelli che si riconoscono nella Fiom e i Liberi e Pensanti. Cerano anche gli ambientalisti, con le loro frammentazioni e associazioni diverse ma tutti con lobiettivo di denunciare agli occhi del Paese lingiustizia di questa terra senza lattesa dello spazio concesso dal conduttore allinviato di turno nel profondo sud. E stata proprio questa daltronde la chiave che ha fatto della trasmissione di Lerner qualcosa di diverso. Portare lo studio tra la gente e non la gente in studio, o peggio farla parlare con un collegamento esterno, ha permesso lo svilupparsi di una assemblea pubblidella famiglia Riva e che i sindacati, se vogliono rincorrerli, dovrebbero fare mille passi al giorno per recuperare i chilometri non percorsi fino ad oggi. Ci sta provando la Fiom, saranno costretti a tentare anche Fim Cisl e Uilm (per quanto non detto che ci siano ancora lavoratori ad aspettarli). Non mancato un siparietto che da alcuni osservatori del giorno dopo stato usato a prova di un razzismo in chiave ionica: i fischi e le proteste quando a prendere la parola stato un capo reparto dallevidente accento lombardo. Vive a Massafra con la propria famiglia ma evidentemente non bastava. Ma anche qui, per chi ha voglia di andare oltre, c una chiave che apre un mondo. LItalsider stato lo strumento per una colonizzazione interna nel Paese; lidea che bastasse una fabbrica enorme per migliorare la qualit della vita di una popolazione anche laddove fosse inevitabile la distruzione del contesto sociale ed economico precedente. La conquista si conclusa col regalo alla famiglia Riva. Da allora sempre pi spesso lIlva ha iniziato ad affidare servizi esterni ad aziende del nord sostituendo aziende tarantine. Battaglie di campanilismo? Non si direbbe a vedere che fine hanno fatto, ad esempio, le aziende di ancoraggio che lavoravano per lallora Italisider. E quando anche lufficio acquisti dellaziende viene portato al nord difficile chiedere di contenere la rabbia e farla defluire solo verso chi ha la reale colpa di tutto questo. Perch ogni uomo va considerato per ci che e dice e non certo per la provenienza ma innegabile che quello che alcuni storici definiscono colonialismo interno abbia in Taranto lesempio pi lampante. Dunque, nel sincero incontro tra Lerner e la citt, non poteva non emergere anche questo, con le parole semplici dei cittadini che possono anche creare fraintendimenti. Sta poi allintelligenza di chi guarda e ascolta comprendere lanima agitata di questa terra, con tutte le sue contraddizioni e spunti di umana sofferenza.
Gianluca Coviello g.coviello@tarantooggi.it

ca dalla quale lazienda e i tre sindacati, rappresentati dai segretari confederali provinciali, sono usciti con le ossa rotte (qualche punticino in pi a favore della Fiom, se non altro per non aver condiviso lultimo sciopero). La dimostrazione di come i blocchi stradali degli scorsi giorni siano stati sostenuti dai vertici Ilva, ha assestato un colpo pesantissimo alla credibilit di Fim Cisl e Uilm, protagoniste di quello sciopero. Ci hanno detto di portare qui acqua e panini, affermano alle attente telecamere di La7 i lavoratori mentre distribuiscono l e

neava i propri contorni. Persone arrabbiate, lavoratori esasperati e famiglie non pi disposte a rimanere nellombra. I cittadini del quartiere Tamburi protagonisti, a

vivande made in Ilva. Verit questa che emerge anche dal confronto in piazza fra le frange del fronte operaio tarantino. Parole che stridono fortemente con lintervista rilasciata a Lerner del presidente dellIlva Bruno Ferrante che, per lennesima volta, aveva qualche istante prima rimarcato lestraneit dellazienda. Questo aspetto ha segnato la svolta durante levoluzione della trasmissione. Difendere lindifendibile a quel punto diventava grottesco e limbarazzo nei sindacalisti era tangibile. Ma stato quando parlava la gente nel pubblico ed oltre le transenne che la fotografia di Taranto deli-

casa loro, di un racconto che hanno contribuito a scrivere. Non sono mancati i momenti di tensione o le affermazioni che forse non evidenziano il meglio della tarantinit ma laver messo in piazza anche i propri difetti non pu essere considerato un segno di debolezza. Non si pu chiedere ad un popolo di partecipare senza accettarne anche le espressioni meno ricamate di una sua parte. Sar la sua dignit tanto ad arrivare alle orecchie ed agli occhi di chi vuole sentire e vedere. Slogan e momenti di acceso confronto non posso non esserci in una citt che spaccata da anni ma che proprio nel momento di maggiore difficolt sta riscoprendo i sentimenti che la tengono unita. Perch, in fondo, non sbagliato affermare che sempre pi lavoratori si stanno sottraendo alla morsa ricattatrice

Le notizie di

AMBIENTE
www.tarantooggi.it

Mercoled 3 Ottobre 2012

CLINI SI DIFENDE E ATTACCA LA TRASMISSIONE DI LERNER

Informazioni infedeli
Voleva intervenire in diretta telefonicamente durante LInfedele ma le difficolt di collegamento con Washington, dove si trovava, lhanno reso impossibile. Lo fa oggi per il Ministro dellAmbiente Corrado Clini al quale non sono andate gi alcune informazioni rese durante la trasmissione di Lerner. O meglio, lo fa il suo Ministero attraverso una nota ufficiale: Corrado Clini Gad Lerner - scrive il Ministero - ha ripetutamen- avuto un ruolo nella preparaziote fornito informazioni false. Ri- ne dellAIA dellagosto 2011. portiamo di seguito tutte le punFalso. tualizzazioni di Corrado Clini: Corrado Clini, come facilmen1. La nuova Autorizzazione te riscontrabile dagli atti, non ha Integrata Ambientale (AIA), che mai avuto alcun ruolo formale o aggiorna quella rilasciata nel- informale nellAia precedente. lagosto 2011 dal Ministro Presti3. La nuova AIA avrebbe la giacomo e dal Presidente Vendola funzione di coprire Ilva e persarebbe la risposta del Ministro metterle di continuare ad inquiClini alla decisione del GIP di se- nare. questrare gli impianti. Falso. Falso. La nuova AIA impone a Ilva Il ministro Clini ha disposto la di adottare a partire dal 2012 gli riapertura dellaia il 15 marzo obiettivi di qualit ambientale e 2012, ben prima che il gip assu- le tecnologie da impiegare per mimesse la sua decisione. nimizzare i rischi per lambiente e la salute, fissati dalla Ue e che 2. Come direttore generale del entreranno in vigore nel 2016. Ministero Corrado Clini avrebbe Sono le pi severe e restrittive prescrizioni applicate ad un impianto siderurgico in Europa. Laia precedente faceva riferimento agli standard europei fissati nel 2001. 4. Con la nuova AIA verranno meno i risarcimenti per le morti e le malattie causate dallinquinamento. Falso. Il riconoscimento e lindennizzo dei danni provocati alla salute e allambiente sono oggetto dei procedimenti avviati dalla magistratura contro Ilva. Mentre, secondo la legge, lAia finalizzata a regolamentare lesercizio degli impianti industriali dalla data di emanazione dellautorizzazione. Il Ministero dellambiente inoltre ha deciso di costituirsi parte civile nel procedimento penale avviato contro lIlva per disastro ambientale. Le informazioni sopra riportate sono pubbliche e facilmente accessibili. Invece - prosegue il Ministero - nel corso della trasmissione lInfedele sono state fornite, diffuse, e poste al centro di un contesto denigratorio per Clini, informazioni sbagliate, con levidente intenzione orientare lopinione della gente di Taranto, che era presente ieri sera in piazza, contro il Governo e il Ministro dellAmbiente che da mesi invece impegnato a trovare una soluzione che garantisca ai tarantini il diritto alla salute e il diritto al lavoro.

Una trasmissione coraggiosa ed equilibrata


La trasmissione di Gad Lerner da Taranto stata coraggiosa ed equilibrata. E ormai evidente che per il ministro dellAmbiente Clini, quando si parla di Ilva chi non sposa la linea del governo diventa un automaticamente falsario. Lo dichiara il Presidente dei Verdi Angelo Bonelli che aggiunge: Ieri noi Verdi non abbiamo partecipato alla trasmissione ma conoscendo la storia rispetto alle contestazioni di Clini allInfedele ci fa piacere fare qualche precisazione. E vero che il ministero dellAmbiente ha disposto la riapertura dellAIA (Autorizzazione Integrata Ambientale) in seguito allindagine della Procura della Repubblica di Taranto che ha portato al deposito della perizia chimica prima e di quella epidemiologica poi e dopo che i Carabinieri del Noe (Nucleo operativo ecologico) gi nel luglio del 2011 avevano chiesto il sequestro degli impianti. 2) E difficile credere che come direttore generale del ministero dellAmbiente, a prescindere dal suo ruolo formale o informale, Clini non sapesse proprio nulla rispetto allAia precedente. Ma per far luce su questo punto baster chiedere allex ministro dellAmbiente Prestigiacomo. 3) Non la prima volta che Clini sostiene che lautorizzazione per dare continuit alla produzione dellIlva spetta al governo. Come ha spiegato in modo ineccepibile ieri il il segretario dellAnm (Associazione nazionale magistrati) Carbone il tema come si ferma linquinamento subito e non tra 3-4 anni. Bonelli prosegue: E davvero curioso che il ministro dellAmbiente e il Presidente dellIlva Ferrante usino lo stesso argomento per minimizzare lemergenza sanitaria a Taranto: si muore pi a Lecce - conclude Bonelli. Solo per aver reso pubblici i dati del Progetto Sentieri sulla mortalit a Taranto sono stato querelato e definito dal ministro Clini un manipolatore di dati: accusa falsa per la quale ho provveduto a querelare il ministro.

Angelo Bonelli

Mercoled 3 Ottobre 2012

AMBIENTE
www.tarantooggi.it

Le notizie di

LE RICHIESTE PRESENTATE DALLENTE DI VIA ANFITEATRO

Aia, il pressing della Provincia


La nuova Aia dovr seguire tre principi fondamentali: rigore, equilibrio, trasparenza. Sono queste le indicazioni assolutamente imprescindibili scelte dalla Provincia di Taranto in merito al rilascio della nuova Autorizzazione Integrata Ambientale allIlva. La Provincia di Taranto, in continuit con quanto gi richiesto nel 2007, e come anticipato proprio su TarantoOggi qualche tempo fa dallassessore Mancarelli, ha ribadito limportanza di considerare allinterno dellAutorizzazione Integrata Ambientale anche tre questioni che vengono definite di straordinaria importanza: garanzie fideiussorie, gestione delle discariche, gestione delle acque meteoriche e di lavamento Sullo sfondo, due le opzioni a disposizione: attendere di completare la disamina di tutti gli argomenti consentendo allIlva di mandare avanti gli impianti sulla scorta della vecchia autorizzazione Aia, da pi parti criticata, oppure ed questo lorientamento adottato dalla Provincia - approvare subito la nuova autorizzazione ma con limiti che ieri mattina il presidente della Provincia di Taranto Gianni Florido e lassessore provinciale allAmbiente, Giampiero merito, dare lo stop immediato allutilizzo del pet coke nelle fasi di lavorazione: Sarebbe un passo decisamente in avanti per evitare lo spolverio sulla citt, uno dei problemi pi spinosi, ricorda tali. Questo significa hanno fatto sapere Florido e Mancarelli che i sottoprodotti dovranno essere smaltiti nelle discariche allocate fuori dal sito industriale, scelta questa che comporter prevedibilmente un aggravio di costi per la societ della famiglia Riva. Ci imporr, di fatto, limmediata discussione dellAIA riferita alle discariche con lobiettivo di applicare, anche su questo versante, le migliori tecnologie disponibili. Capitolo fideiussioni: la Provincia ha gi inviato allazienda la diffida ad adempiere, comunicando nel contempo al ministero dellAmbiente il parere negativo espresso. Anche su questo fronte, presumibile immaginare che i tempi per una definizione della vicenda saranno brevissimi. Operazione trasparenza: la Provincia di Taranto si impegna a realizzare una pagina web dove saranno pubblicate tutte le notizie concernenti non solo il procedimento per il rilascio dellAutorizzazione integrata ambientale ma anche tutti i provvedimenti adottati dallEnte di via Anfiteatro in ordine alla questione ambientale. Dunque, paletti che, se inseriti come dicono in Provincia, nella nuova Aia, diventerebbero per lIlva regole da rispettare per contribuire cos concretamente alla riduzione dellinquinamento sul territorio. Le linee guida illustrate ieri risalgono al 2007.Sono state poi riproposte nel 2011 e nuovamente ora, sperando che stavolta non siano dimenticate, si lascia andare Florido a mo di battuta. Certo aggiunge Florido credo che questa volta il ministro Clini sia molto determinato e crediamo fermamente che le prescrizioni della magistratura saranno il nocciolo della nuova Aia. Cosa accadr dopo? Gli eventi si susseguono, non possiamo oggi anticipare un giudizio. In conferenza s parlato di ulteriori fideiussioni. Lintervento stato di Biagio De Marzo, di Altamarea: Noi chiederemo di inserire fideiussioni per tutto lesercizio degli impianti, il che prevederebbe parecchi milioni di euro per lazienda (solo per quella richieste dalla Provincia si parla di quasi 250 milioni di euro ndr), aspettiamo solo di essere convocati in sede di conferenza decisoria.

Mancarelli, attorniati da altri membri della giunta provinciale, hanno definito pi stringenti e vincolanti, nel corso di una conferenza stampa. Si tratta in particolare di acquisire le prescrizioni contenute nelle perizie effettuate a supporto dellazione della Magistratura e quindi, nel

Mancarelli. Altra prescrizione che la Provincia di Taranto ha chiesto alla Commissione di inserire nel documento AIA riguarda la gestione dei cosiddetti sottoprodotti dello stabilimento siderurgico. Questi materiali dovranno essere considerati rifiuti speciali e dunque gestiti come

Taranto Futura ricorre allAja


Genocidio e crimini contro la popolazione tarantina. La denuncia alla Corte Internazionale
Lo avevano annunciato a luglio. Il comitato cittadino Taranto Futura ha presentato una denuncia al procuratore del Tribunale penale internazionale dellAja per i reati di genocidio e crimini contro lumanit. Lapertura di uninchiesta permetterebbe di riesaminare tutti quei procedimenti, nei confronti dellIlva (ma nellatto vengono citate anche Eni e Cementir), che sono caduti in prescrizione. Un processo nei confronti della classe dirigente tarantina tutta, regionale e nazionale, che in concorso con i vertici delle industrie hanno prodotto inquinamento e omesso i dovuti controlli. Una denuncia, nello specifico, per la violazione degli articoli 5, 6 e 7 dello statuto della Corte penale internazionale commesso nei confronti della popolazione della citt jonica. Scrive lavvocato Russo nelle motivazioni dellesposto: Nella citt di Taranto ha sede lindustria Ilva (ex Italsider operante fin dagli anni 70), i cui dirigenti responsabili sono stati condannati (con lievissime pene) per il reato di inquinamento ambientale (nel 2007 sentenza poi prescritta, ndg). () Nei giudizi penali gi conclusi, la magistratura ha sempre rilevato, in seguito allinquinamento ambientale prodotto dalla citata industria siderurgica Ilva, latteggiamento doloso (anche omissivo) ovvero volontario dei responsabili, cos come identificati, tanto da offendere, attraverso la miscela di particelle solide e liquide sospese nellaria la mucosa degli occhi e le vie aeree delle persone cagionando loro starnuti, prurito, tosse secca e stizzosa, con gravi danni per lapparato respiratorio, reso pi facilmente attaccabile da virus, batteri e miceti, a fronte dei notevoli sversamenti di polveri provenienti dai parchi minerari, dalla loro diffusione ad opera del vento, da sistemi di abbattimento non perfetti ed alla mancanza di idonei protezioni (sentenza della Cassazione del 2005). Quindi, sulla scia di quanto gi accertato da precedenti indagini, che hanno riconosciuto un nesso causale tra linquinamento dellindustria siderurgica Ilva e le malattie prodotte in danno della popolazione, ma anche tra il grave inquinamento da apirolio (PBC) del Mar Piccolo dovuto prevalentemente allArsenale della Marina Militare, in qualche caso senza arrivare a sentenza definitiva, una parte di quelle conclusioni possono essere ancora riconosciute valide dalla Corte internazionale perch per lAja non ci sono reati che si prescrivono. Il punto non creare un distinguo fra il reato di gettito di cose pericolose e disastro ambientale in quanto per Taranto Futura, in materia di inquinamento lordinamento penale italiano prevede pene lievissime perch non proporzionate alla gravit dei comportamenti e delle omissioni dolose, soprattutto in caso di disastro ambientale, cos come da ipotesi di reato contestati o da contestare. Taranto Futura, in vista della prossima Aia, spinge sullacceleratore e chiede che non solo chi avrebbe dovuto essere controllato venga perseguito penalmente per linquinamento ambientale ma anche chi avrebbe dovuto: autorit pubbliche nazionali, locali e regionali, civili e militari che avevano lobbligo di controllare e non lo hanno fatto mettendo in grave pericolo tutta la citt.
Francesco Riondino

VALUTAZIONE DANNO SANITARIO REDATTO REGOLAMENTO


Lannuncio dellassessore regionale allambiente Lorenzo Nicastro
Con riferimento a tutti gli impianti soggetti ad AIA situati nelle aree di Brindisi e Taranto oltre che nei SIN del territorio regionale ed in relazione ad emissioni di Idrocarburi Policiclici Aromatici (IPA), a scarichi in mare o nei corpi idrici del bacino regionale reflui di processo e acque di raffreddamento e di trattamento rivenienti da attivit lavorative o, ancora, allimpiego per le loro attivit materiali e composti polverulenti abbiamo redatto il regolamento attuativo della legge sulla valutazione del danno sanitario relativo ad emissioni industriali inquinanti per le aree pugliesi gi dichiarate a elevato rischio ambientale (L. 21/ 2012). Questo quanto affermato dallAssessore alla Qualit dellAmbiente Lorenzo Nicastro a seguito dellapprovazione in Giunta del Regolamento sulla valutazione del danno sanitario. Al centro del sistema non pi, come fino ad ora era accaduto la fabbrica fordista, la produttivit prima delluomo,ma, finalmente, luomo e la qualit della sua esistenza. Sulla base di schede di dimissione ospedaliera, registro delle cause di morte, referti di Pronto Soccorso, certificati di assistenza al parto e registro tumori regionale si procede - prosegue Nicastro - alla definizione del profilo di salute delle popolazioni residenti nelle aree individuate nelle province di Brindisi e Taranto, attraverso la produzione di un quadro epidemiologico basato sulle stime pi aggiornate di mortalit, di ospedalizzazione, e di incidenza dei tumori disponibili. Il principio europeo del chi inquina paga fatto proprio dal governo regionale della Puglia - conclude Nicastro - e viene ampliato alle conseguenze sanitarie dellinquinamento. Chi inquina, sapendo di farlo, oltre alla bonifica deve anche fare i conti con gli effetti di quellinquinamento: effetti che non possono scaricarsi sul pubblico.

Le notizie di

AMBIENTE
www.tarantooggi.it

Mercoled 3 Ottobre 2012

PUBBLICATA RELAZIONE QUALIT ARIA 2011: DAL SIDERURGICO LIVELLI ELEVATI DI PM10 E BENZOAPIRENE

LARPA inchioda lIlva


E stata pubblicata ieri sul sito ufficiale www.arpa.puglia.it, la relazione annuale sulla qualit dellaria in Puglia che illustra i dati di inquinamento atmosferico registrati nel 2011 dalle reti di monitoraggio gestite da ARPA Puglia. Nella relazione sono prese in considerazione le stazioni di monitoraggio pi rappresentative dellesposizione media della popolazione agli inquinanti, tra quelle la cui collocazione confacente ai criteri di normativa. Sintesi dei risultati I dati di qualit dellaria del 2011 evidenziano un leggero peggioramento rispetto allanno precedente, soprattutto grazie ai dati che provengono dalle centraline di Taranto. Il limite di legge sulla media giornaliera per il PM10 stato superato infatti in Via Machiavelli e in via Archimede, stazioni di monitoraggio a ridosso dellarea industriale e pertanto esposte alle ricadute delle emissioni inquinanti qui generate; stesso discorso per quanto riguarda il monitoraggio di idrocarburi policiclici aromatici (IPA) e metalli pesanti: il dato pi critico quello del benzo(a)pirene, marker degli IPA, per il quale nella stazione di Taranto - via Machiavelli stato superato il valore obiettivo fissato dalla normativa, come gi accaduto nel 2010. Tale superamento - si legge nella relazione dellARPA - conferma lesistenza di una situazione di criticit legato alle emissioni dellarea industriale tarantina. La normativa di riferimento come sempre il Decreto Legislativo 155/2010 (recepimento della direttiva comunitaria 2008/50/CE) entrato in vigore il 13 agosto 2010. PM10 LARPA Puglia nella sua relazione ricorda come il famoso PM 10 altro non che linsieme di particelle con diametro aerodinamico inferiore a 10 m (10-6 m). Queste particelle, originate da sorgenti sia antropiche che naturali, hanno la caratteristica di rimanere aerodisperse: il loro tempo di sedimentazione infatti sufficientemente lungo da permettere di considerarle come componenti durevoli dellatmosfera stessa. Per via delle ridotte dimensioni, il PM10 pu penetrare nellapparato respiratorio, generando cos impatti sanitari la cui gravit dipende, oltre che dalla quantit, dalla tipologia delle particelle. Per il PM10, il D. Lgs 155/2010 fissa due valori limite: la media annua di 40 g/m3 e la media giornaliera di 50 g/m3 da non superare pi di 35 volte nel corso dellanno solare. Nel complesso, i dati di PM10 del 2011 mostrano un leggero peggioramento rispetto al 2010. Ricordando come non sia stato ancora conseguito il rispetto del limite di 35 superamenti giornalieri del valore di 50 g/m3, presso Via Machiavelli, anche dopo aver sottratto i superamenti dovuti alle avvezioni sahariane. Anche nel 2012, almeno per quanto concerne la stessa centralina, il limite di 35 giorni era stato gi superato a fine agosto. Idrocarburi policiclici aromatici Nella relazione non possono di certo mancare i famosi IPA (idrocarburi policiclici aromatici), classe di composti generati dalla combustione incompleta di sostanze organiche durante processi industriali e civili, concerne il Monitoraggio degli IPA totali, nel corso della campagna stato effettuato il monitoraggio in sei siti di campionamento (Cimitero, Machiavelli, Alto Adige, Paolo VI, ENI, Cementir). Dalle tabelle si evidenzia come le concentrazioni rilevate nel sito Cimitero siano maggiori rispetto a quelle osservate nel sito Machiavelli e, in misura anche maggiore, rispetto agli altri siti di monitoraggio, come possibile conseguenza della maggiore vicinanza alla sorgente emissiva. Nel mese di maggio 2011 per i siti Machiavelli e Cimitero, si nota una netta direzionalit di provenienza degli IPA dal settore di vento Nord-Ovest (corrispondente allo stabilimento siderurgico). Nel corso dellindagine, sono stati raccolti circa 2300 filtri per le successive analisi di laboratorio del benzo(a)pirene sul PM10. Le concentrazioni pi alte sono state registrate nei siti di Cimitero e Machiavelli. Il monitoraggio in continuo degli IPA in sei siti di campionamento ha mostrato concentrazioni maggiori nei due siti Cimitero e Machiavelli, pi vicini allo stabilimento siderurgico; le rose dellinquinamento hanno mostrato una netta direzionalit di provenienza degli IPA dal settore di vento Nord-Ovest (corrispondente allo stabilimento siderurgico). Le rilevazioni di benzo(a)pirene effettuate negli ambienti della cokeria dello stabilimento siderurgico, permettono invece di configurare la cokeria come rilevante sorgente di emissioni diffuse di IPA e benzo(a)pirene. Le concentrazioni misurate, evidenziano valori di BaP da uno a tre ordini di grandezza superiori rispetto ai livelli riscontrati negli ambienti di vita. Il monitoraggio giornaliero del benzo(a)pirene nelle sette postazioni indagate ha messo in evidenza, in concomitanza ad eventi corrispondenti ai picchi alti di BaP, direzioni di provenienza del vento dallarea dello stabilimento siderurgico. In definitiva, lindagine svolta permette di affermare che il contributo emissivo alla concentrazione di BaP rilevata nellaria Quartiere Tamburi di Taranto, derivante dallo stabilimento siderurgico, con presumibile riferimento allimpianto cokeria, appare preponderante e valutabile intorno al 90%. I monitoraggi vento-selettivi a Taranto ARPA Puglia ha inoltre effettuato nellarea tarantina, nel mese di maggio del 2011, diverse campagne di monitoraggio in aria ambiente di polveri, microinquinanti inorganici (metalli) e microinquinanti organici (PCDD, PCDF), IPA e PCB) mediante lutilizzo di tre campionatori vento selettivi Wind Select, in grado di catturare su diversi supporti di campionamento (PUF+filtro) i microinquinanti provenienti da due differenti settori di vento e in condizioni di calma di vento. In tale sito i rapporti sottovento/sopravento individuano chiaramente nellarea industriale dello stabilimento ILVA unevidente sorgente emissiva di IPA e BaP. Nel sito cimitero si osserva, pure, una netta direzionalit per gli IPA ed il BaP. Inoltre, si potuto appurare come le maggiori concentrazioni di polveri fini (<2.5 m ) provengano dal settore sopravento allo stabilimento ILVA, in cui si trovano i siti di stoccaggio delle materie prime della cementeria. Dal settore sottovento proviene per una maggior quantit di Fe e Mn, che sono ancora maggiori nella frazione di calma, mostrando una contaminazione diffusa di tali componenti metalliche. Indagine sugli IPA in cokeria Nel periodo 20-24 giugno 2011 ARPA Puglia, in collaborazione con il Servizio di Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro (SPESAL) della ASL di Taranto, ha svolto una campagna di monitoraggio nella cokeria dellimpianto siderurgico ILVA di Taranto, con lobiettivo di determinare le concentrazioni di IPA aerodispersi ed, in particolare, di benzo(a)pirene, nei cinque gruppi termici delle batterie di forni 3-4, 56, 7-8, 9-10 e 11-12 della cokeria ILVA. I campionamenti sono stati svolti durante lintero primo turno di lavoro (prima o poi si spera si decideranno a svolgerli anche nel turno notturno), mirati alla determinazione dei livelli di esposizione personali ad IPA dei lavoratori della ditta ILVA e della ditta di appalto Steel Service, che opera allinterno della cokeria. I risultati della campagna, hanno evidenziato concentrazioni di benzo(a)pirene superiori da uno (per i prelievi ambientali) a tre ordini di grandezza (per i prelievi personali) rispetto ai valori di benzo(a)pirene riscontrati, nel corso della presente campagna, negli ambienti di vita, individuando nellimpianto cokeria una rilevante sorgente emissiva di IPA. Parallelamente ai campionamenti sopra descritti, nei giorni 22, 23 e 24 giugno sono state effettuate misure di IPA totali in varie postazioni dellimpianto cokeria: analogamente a quanto riscontrato nellaltra campagna, le misure di IPA totali hanno mostrato valori pi alti nelle postazioni collocate sul piano di carica e pi contenuti sulle passerelle ai lati dei forni, con picchi connessi alla vicinanza a parti di impianti e alla contiguit con fasi produttive. Questi sono i dati, tutto il resto non conta. Precisazione per il ministro Clini, il Gruppo Riva e i sindacati: questi numeri nella realt della vita di tutti i giorni di ogni singolo lavoratorE e cittadino, si tramutano in episodi di malattia e morte. E non appartengono certamente al passato. Se qualcuno ci vuole spiegare il perch Taranto debba continuare a convivere con tutto ci invece di progettare e realizzare un futuro senza la grande industria, saremo lieti di ascoltarlo. Fino a prova contraria, avrete sempre torto. Senza ombra di dubbio alcuno.
Gianmario Leone g.leone@tarantooggi.it

e sono compresi tra i microinquinanti organici pi diffusi nellambiente. Le principali sorgenti degli IPA sono i processi industriali, il traffico autoveicolare e navale, i sistemi di riscaldamento domestico. Il marker di questa categoria di inquinanti il benzo(a)pirene, classificato come cancerogeno per luomo (classe 1) dallAgenzia per la Ricerca sul Cancro (IARC). Il famoso Decreto Lgs 155/ 2010 fissa per il benzo(a)pirene un valore obiettivo annuo di 1,0 ng/m3. Nel 2011 ARPA ha misurato le concentrazioni di benzo(a)pirene in tre siti nel Comune di Taranto: il valore obiettivo stato superato nella stazione di Via Machiavelli a Taranto, dove la media annua stata pari a 1,13 ng/m3: Questo dato mostra lesistenza di una criticit locale, legata alle attivit industriali presenti nel capoluogo tarantino. Monitoraggio diagnostico del bap a taranto nel 2011 Il 4 giugno del 2010, lARPA pubblic una prima analisi dei dati disponibili di una relazione tecnica preliminare che concludeva come il contributo emissivo allorigine del superamento del valore obiettivo di 1,0 ng/m3 per il benzo(a)pirene nel sito di monitoraggio di via Machiavelli era correlato, in modo preponderante, ai processi produttivi condotti nellarea a caldo dello stabilimento siderurgico e in modo maggioritario allimpianto di distillazione del carbon fossile per la produzione di coke metallurgico (cokeria). Allo scopo di fornire ulteriori elementi sullattribuzione degli IPA, ARPA Puglia ha progettato una approfondita attivit di monitoraggio del benzo(a)pirene in pi postazioni dislocate nellarea di Taranto. Come abbiamo pi volte denunciato da queste colonne, lintesa veniva raggiunta con la Raffineria di Taranto ENI Refining and Marketing e con la Cementir Italia s.r.l; ILVA S.p.A. al contrario, respingeva la possibilit di partecipare a tale attivit. Per quanto

Mercoled 3 Ottobre 2012

AMBIENTE
www.tarantooggi.it

Le notizie di

FIRMATO CONTRATTO PER I LAVORI DI PREPARAZIONE DEL SITO DELLA VALLE DEL SAURO

Tempa Rossa, la Total perfora


Al Festival organizzato alLo scorso 26 luglio, che sar ricordato come il giorno del giudizio universale per lIlva Spa, pubblicammo una notizia a cui nessuno dette pi di tanto peso. Il titolo dellarticolo era il seguente: Tempa Rossa, tempo scaduto. Motivo di tale assunto, quanto comunicato pochi giorni addietro da Total E&P Italia S.p.A. e Shell Italia E&P S.p.A., contitolari della concessione Gorgoglione (rispettivamente per il 75% e il 25%), che avendo ottenuto le necessarie autorizzazioni a livello regionale e nazionale, hanno preso la decisione finale dinvestimento per il progetto Tempa Rossa, di cui Total E&P Italia S.p.A. operatore. Il progetto definitivo, a cui abbiamo dedicato negli ultimi due anni pagine intere, inchieste e reportage, ha da tempo ottenuto tutte le carte in regola: lo scorso 23 marzo anche dal CIPE, che ha quantificato il finanziamento totale dellopera in un miliardo e trecento milioni di euro. Nel gennaio scorso, in un reportage che riassumeva definitivamente la storia e le carte del progetto, riportammo come per la banca daffari Goldman Sachs, Tempa Rossa sia tra i 128 progetti pi importanti al mondo in fase di attuazione, capaci di cambiare gli scenari mondiali dellenergia estrattiva. Breve premessa ma obbligata per commentare quanto stato comunicato ieri: la Total ha reso noto di aver firmato il contratto per laffidamento dei lavori di preparazione del sito Centro Olio Tempa Rossa, dallimporto a base dasta di circa 70 milioni di euro. Ad occuparsene sar il raggruppamento temporaneo di imprese Aleandri spa (mandataria) e impresa Bacchi srl (mandante): tempi previsti perla consegna dei lavori: met 2014. Con la sottoscrizione dellatto dunque, prenderanno il via le operazioni di sbancamento e predisposizione delle aree e delle annesse infrastrutture. Per poi dare il via alla realizzazione vera e propria del Centro Olio della valle del Sauro che avr una capacit di produzione giornae lampliamento del pontile della raffineria per ospitare dalle 45 alle 140 petroliere lanno). Dotati di buona memoria, non possiamo non ricordare ai nostri politici come il 19 settembre 2011, lallora ministro dellAmbiente Stefania Prestigiacomo firm il decreto di pronuncia di compatibilit ambientale Via/Aia congiunto per la Raffineria di Taranto per lAdeguamento stoccaggio del greggio proveniente dal giacimento Tempa Rossa. Il tutto dopo che giunsero gli ok del Comune e della Provincia di Taranto, oltre che della Regione Puglia del governatore Vendola. Ora, senza scendere per lennesima volta nei dettagli dellimpatto ambientale che questo progetto avr sul nostro territorio, la domanda che poniamo la seguente: a che gioco stanno giocando i nostri politici? La risposta molto semplice. E la si pu trovare nelle dichiarazioni del che lo scorso 27 agosto, durante la conferenza stampa convocata per illustrare le motivazioni che avevano portato la Procura di Taranto al sequestro preventivo dellarea a caldo dellIlva, disse testualmente: Linchiesta tuttaltro che chiusa. E nel tempo si allargher anche agli altri impianti presenti sul territorio: Eni e Cementir in particolar modo. Dunque, i nostri politici, ben sapendo di aver autorizzato nel passato progetti fortemente impattanti per lambiente e la salute dei cittadini (oltre che assolutamente non redditizi economicamente per il tanto decantato Pil locale) perch del tutto inadeguati a ricoprire i vari ruoli occupati e incapaci di reggere il confronto con i dirigenti e gli interessi della grande industria, provano disperatamente a correre ai ripari. Mettendo pezze a colori di dubbio gusto. Pensando ingenuamente di pulirsi la coscienza di fronte ad unintera comunit, ben sapendo di essere oramai fuori tempo massimo. Diceva il buon Fabrizio De Andr nella sua Nella mia ora di libert: Bisogna farne di strada per non riuscire pi a capire che non ci sono poteri buoni. Per quanto voi vi crediate assolti siete per sempre coinvolti.
G. Leone g.leone@tarantooggi.it

liera di 50.000 barili di petrolio, 230.000 m3 di gas naturale, 240 tonnellate di GPL e 80 tonnellate di zolfo. Lavvio della produzione previsto per linizio del 2016. Lassegnazione dei lavori, dopo alcune inchieste della magistratura lucana e lannullamento dei precedenti bandi di gara (sempre relativi alla preparazione del sito e alla realizzazione delle condotte e dello stesso Centro Olio), rappresenta il primo esempio di applicazione delle norme in materia di appalti dettate nel 2011 dalla Commissione Europea in merito allattivit estrattiva in Italia. Che permettono alla compagnie petrolifere di avvalersi di una procedura di gara di natura pri-

ISPRA, RAPPORTO 2012: SITO TARANTO CON CONTAMINAZIONI RILEVANTI


La situazione ambientale del Sito di interesse nazionale (Sin) di Taranto articolata e complessa con uno stato di contaminazione ambientale abbastanza diffuso nelle zone a ridosso degli impianti industriali e concentrazioni in alcuni casi rilevanti. Questo, in sintesi, quanto emerge dal rapporto sulla Qualit dellAmbiente urbano dellIstituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (ISPRA), nella parte dedicata ai siti da bonificare in Italia legati in particolare ai porti e alle aree marine e costiere. A Taranto - rileva lo studio - dove il Sin perimetra completamente le due aree portuali (Mar Grande e Mar Piccolo), la situazione ambientale pi articolata e complessa, a causa della contestuale presenza di importanti insediamenti industriali e militari e di impianti di mitilicoltura nelle zone pi interne del porto. Lo stato di contaminazione ambientale risulta abbastanza diffuso nelle zone a ridosso degli impianti industriali; linquinamento riflette le attivit presenti con concentrazioni rilevanti di idrocarburi policiclici aromatici e idrocarburi pesanti ma anche di metalli. Nel Mar Piccolo sono state riscontrate concentrazioni significative e diffuse di rame, mercurio, piombo, zinco.

DECRETO RISANAMENTO TARANTO AL SENATO


LAula del Senato ha iniziato a votare ieri gli emendamenti allarticolo 1 del Dl sul risanamento ambientale di Taranto. Relatori e Governo hanno invitato al ritiro altrimenti il parere sarebbe stato negativo: la motivazione quella di arrivare allapprovazione definitiva del provvedimento, senza quindi modificare il testo giunto dalla Camera. LAssemblea ha respinto i primi emendamenti, lesame proseguir oggi.

LINCUBO DEL MINISTRO PASSERA DOBBIAMO SALVARE LILVA A TUTTI I COSTI


Dobbiamo fare di tutto perch lIlva resti aperta. Cos il ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera, che parlando a un convegno dellassociazione UCIMU (macchine utensili) ha aggiunto che chiaro che deve essere ambientalmente sostenibile e che la soluzione non deve essere vista come alternativa tra ambiente e lavoro.

vata e perci meno burocratizzata, ma anche con la possibilit di poter far ricorso alle imprese locali che siano per in possesso dei requisiti previsti dalle disposizioni interne alle medesime compagnie: peccato per che nella maggior parte dei casi ci non sia possibile, per le limitate possibilit economiche delle imprese locali, a fronte di lavori mastodontici. Sempre lo scorso 26 luglio, Thierry Normand, amministratore delegato di Total E&P Italia S.p.A, dichiar che la Societ si impegnata e si impegna a perseguire una collaborazione concreta e duratura con la Regione Basilicata e le comunit locali, adottando i principi della trasparenza, del rispetto delle comunit e dello sviluppo sostenibile. Marco Brun, Country Manager per Shell in Italia e Amministratore Delegato di Shell Italia E&P S.p.A, invece aggiunse: Sono molto soddisfatto del tanto atteso avvio di Tempa Rossa. LItalia un paese importante per Shell, cos come lo la regione Basilicata. Il nostro Paese gode di considerevoli opportunit nelloil&gas che, se ben sviluppate, potrebbero giocare un ruolo strategico riducendo la dipendenza dalle importazioni e contribuendo allo sviluppo economico nazionale e locale. A fronte di tutto ci, siamo in evidente difficolt per trovare i termini e gli aggettivi pi idonei per commentare liniziativa del Consiglio Comunale di Taranto, che luned 1 ottobre 2012 vota un ordine del giorno in cui richiede di rivedere lAIA concessa per il progetto Tempa Rossa, che riguarda molto da vicino Taranto e per il quale lEni ha investito la bellezza di 300 milioni di euro (che serviranno per la costruzione di due enormi per stoccare i 180mila metri cubi di greggio che arriveranno dalla Basilicata

10

Le notizie di

ECONOMIA
www.tarantooggi.it

Mercoled 3 Ottobre 2012

Un nuovo piano per la citt


Aver sollecitato fin dallapprovazione del D.L. sviluppo lamministrazione comunale sul Piano Citt, aver partecipato attivamente a tutti i tavoli operativi di lavoro e aver attivato prontamente le imprese, dimostrano quanto e come il privato, malgrado il forte periodo di recessione, i tempi ristretti del bando e la scena locale fortemente in affanno sul piano dei futuri assetti industriali, abbia ancora voglia di credere e scommettere su questo territorio. Parola di Antonio Marinaro, presidente dellAssociazione Costruttori Edili di Confindustria Taranto, a quattro giorni dalla chiusura del Bando sulla rigenerazione urbana del Comune di Taranto e a due giorni dalla sua consegna (prevista per il 5 di ottobre) alla Cabina di regia del Ministero per le infrastrutture. Le 24 proposte giunte sotto forma di manifestazione dinteresse negli uffici del Comune di Taranto - dichiara ancora Marinaro - giungono a valle di un lavoro di assiduo e serrato confronto con le aziende del territorio e con lente. Un lavoro che speriamo possa trovare un pieno accoglimento nella complessiva proposta che lamministrazione comunale di Taranto sta preparan-

MARINARO (ANCE): I PRIVATI CI SONO E VOGLIONO ESSERE PROTAGONISTI

UGL SCOVER LAUTORE DELLANNUNCIO DI LAVORO


In merito alla vicenda Teleperformance
LUgl Telecomunicazioni intende andare sino in fondo per capire chi stia operando dietro lannuncio di lavoro, apparso sul sito http://lecce.bakeca.it, nel quale si legge che unazienda denominata Teleperformance Italia srl starebbe cercando personale da assumere a tempo indeterminato. Preso atto della situazione, Ugl Telecomunicazioni ha chiesto immediati chiarimenti alla In&Out a socio unico spa, che opera a Taranto con il nome commerciale di Teleperformance Italia. Il caso di quasi omonimia evidente. Il call center francese, in risposta, ha fatto sapere di non avere nulla a che vedere con lazienda che sta cercando lavoratori nel capoluogo salentino. In pi ha annunciato di volere adire le vie legali a tutela del marchio.Come UGL Telecomunicazioni, pertanto, riteniamo imprescindibile la necessit di comprovare lestraneit ai fatti con una denuncia alla Polizia Postale. Teleperformance Italia srl, tra laltro, unazienda che ha cessato di esistere nove anni fa. Lepisodio particolarmente grave perch, in un momento decisamente delicato per tutto il settore e per i lavoratori tarantini in particolare che sono in regime di cassa integrazione da 15 mesi, provoca una distorsione del mercato. Appropriarsi di un marchio altrui fuorvia chi cerca un posto di lavoro: ecco perch necessario fare subito luce sullincresciosa vicenda.

do per la valorizzazione delle aree bersaglio di Porta Napoli, Tamburi e Citt Vecchia. Una attivit che si basa sulla finanza privata di imprenditori che al progetto di risanamento della citt guardano come occasione di sviluppo ed impegno a favore del territorio. Tra le preoccupazioni ed i continui fatti negativi che sulle vicende economiche continuiamo a registrare, lattivit svolta per il Piano Citt realmente una buona notizia. La capacit di risposta delle imprese stata eccellente - dichiara ancora Marinaro - fornendo un segnale importante al territorio: i privati ci sono e vogliono essere protagonisti attivi del cambiamento. Un segno tangibile che lANCE ha tradotto con una particolare iniziativa, condi-

visa e sostenuta con limpegno di alcune imprese associate, tesa alla valorizzazione di un importante contenitore pubblico proprio nella Citt Vecchia, a testimoniare la volont di ripartire proprio dalla citt storica. E una occasione di riscatto per Taranto ma sono innegabili i risvolti economici di una operazione di tale portata - spiega ancora il presidente di ANCE Taranto Un lavoro di studio e programmazione che speriamo lamministrazione comunale voglia assumere come un patrimonio di esperienze e opportunit da sostenere con forza al tavolo ministeriale e da valorizzare, non disperdendolo, nel processo ben pi ampio che dovr condurre alla rigenerazione urbana complessiva della citt.

UNIAMO LE GENERAZIONI PER UNA SOCIET SOLIDALE


Convegno di Cisl e Anteas domani
Uniamo le Generazioni per una Societ Solidale il titolo del Convegno territoriale della Fnp Cisl e dellAnteas, che si terr domani, gioved 4 ottobre 2012, con inizio alle ore 9.00, presso la Cittadella delle Imprese, Sala Resta, viale Virgilio n. 152 a Taranto, introdotto dallillustrazione dello Studio sulle dinamiche intergenerazionali nella provincia di Taranto, curato dal Prof. Alberto Fornasari, Docente presso lUniversit degli Studi di Bari.

PERSONALE AREE MERCATALI MERITANO GIUSTIZIA. CHIESTO INCONTRO ALLA DIREZIONE DEL PERSONALE
Nuovo intervento della Fp Cisl nei confronti dellamministrazione
La Fp Cisl torna sulla Mancata retribuzione indennit di festivit infrasettimanale/mancato riposo, Giugno/Luglio/Agosto 2012, per il personale turnista dei vari Mercati (Nota prot. N 134681 del 28 Settembre 2012 della Direzione RR.UU), dopo aver verificato che il Dirigente RR.UU. scrive nella nota, in oggetto testualmente che Per quanto riguarda il personale delle Aree Mercatali, pur riconoscendo che leffettiva prestazione lavorativa deve essere corrisposta... e che la temporanea sospensione legata alle indicazioni che la Direzione di appartenenza dovr corrispondere in linea con la vigente normativa.... Per questo la Fp Cils, non pu esimersi dallosservare che pi volte, nei mesi scorsi, stata chiesta la convocazione di una riunione, congiunta tra i Dirigenti in indirizzo e la scrivente organizzazione sindaale, per risolvere la problematica in specie e mai riunita; che nella Delegazione Trattante del 6 luglio scorso abbiamo fatto una proposta per la risoluzione della tematica; che i dipendenti hanno sempre svolto i doveri derivanti dalla loro funzione; che i dipendenti, in particolar modo, quelli del Mercato Ortofrutticolo effettuano circa 40 Km. al giorno per recarsi sul posto di lavoro; che a tuttoggi ancora non vengono riconosciute le retribuzioni riferite alloggetto; che non si concepisce il ritardo nelladempimento degli atti consequenziali di pertinenza delle Direzioni; che tale atteggiamento criticabile su un piano sindacale generale; che non plausibile la coordinazione effettuata dal Dirigente del Personale sospendendo, a sine dia, le indennit dovute, a nostro parere, ai lavoratori. Tale indirizzo manifesta un atteggiamento ostile e allo stesso tempo evidenzia un rapporto molto formale e burocratico con la Direzione interessata in danno di questi lavoratori, che per giustizia dovrebbero essere aiutati e sostenuti per il grande rischio e disagio che soffrono, sempre nel rispetto delle leggi vigenti. Pertanto, in riferimento alla nota in oggetto, a firma del Dirigente RR.UU. Dr. Paolo Spano, la Fp Cisl reitera la richiesta di un incontro urgentissimo al fine di evitare un ulteriore contenzioso legale con implicazioni economiche, rimanendo in attesa di quanto sollecitato e di essere informati, stesso mezzo, delle eventuali motivazioni di rigetto o diniego.

Mercoled 3 Ottobre 2012


www.tarantooggi.it

Le notizie di

11

12

Le notizie di

CITT
www.tarantooggi.it

Mercoled 3 Ottobre 2012

LALTORILIEVO DELLA TESTA DI AUGUSTO MONUMENTO TESTIMONE DI UNA CULTURA DI PACE

Il riconoscimento dellUnesco
Augusto e la fine delle guerre civili, un risultato lontano dalle campagne militari e pi vicino alluso sapiente dellinfluenza romana, capace di sfruttare discordie e divisioni, e di ponderate azioni diplomatiche. Fra i reperti della civilt romana che propone la centralissima Sala 14 del Museo Mart di Taranto, spicca il ritratto di Augusto velato: il completamento di queste due premesse tanto semplice quanto importante. Laltorilievo della testa in marmo di Augusto stato dichiarato dallUnesco monumento testimone di una cultura di pace. Il riconoscimento arriva dopo la presa in considerazione - da parte dellUnesco della storia relativa allaltorilievo e al collegamento con la storia stessa di Taranto, in particolare i valori scrive la presidente della Federazione Italiana Club Unesco e membro del consiglio esecutivo mondiale, Maria Luisa Stringa che questultimo ha assunto nei secoli per la citt e per i visitatori del Museo, nelle cui sale occupa un posto centrale. Il perrio, diventando un luogo in cui le fratture sociali ed i problemi che vive la societ attuale un pochino si compongono. Lo sforzo della Soprintendenza riguardo al rinnovamento e il completamento dellallestimento del Museo azioni che speriamo terminino a breve mostra anche lesigenza di aprirci sempre di pi alla citt, offrendo spazi a chi ne richieda. Taranto in questo momento sente la discrasia fra i problemi sociali e civili, e mentre il Museo si fa carico di un riconoscimento cos importante, emerge contemporaneamente anche il valore culturale che esso rappresenta, lalternativa di sviluppo di un territorio che la cultura stessa potrebbe rappresentare. E del resto, la cultura ha valenza doppia, perch, come ha ricordato Carmen Galluzzo, soltanto lei pu portare la pace. La ricerca del simbolo che potesse creare il punto di riferimento come nelle citt in cui sono stati individuati i patrimoni candidati - mi ha fatto capire che il Museo di Taranto, con tutta la sua progettualit, non solo sede di gruppi statuali del passato ma anche luogo di incontri e dialoghi nazionali ed internazionali. E cos fu scelto subito laltorilievo della testa di Augusto. Nella prima met di novembre sar qui a Taranto Maria Luisa Stringa della Federazione Italiana Club Unesco per scoprire la targa e nelloccasione si potr parlare della figura dellImperatore; prima di questa data -che presto verr diffusa- si decider se applicare la targa allentrata del Mart o nei luoghi interni, e durante i futuri percorsi nelle stanze del Museo, il significativo reperto archeologico sar segnalato come simbolo testimone di una cultura di pace.
Giovanna Cinieri g.cinieri@tarantooggi.it

Il Soprintendente Luigi La Rocca e Carmen Galluzzo Motolese dellUnesco Taranto

QUANDO LA PACE DETERMINAZIONE


Non c nessun concetto di scontro se non ricordiamo di contemplare quello della pace. Ma questultima, al contrario della guerra, pu e deve essere circondata di simboli che la richiamino, che la riportino in luce, che siano gi memoria di lei. Intere vite passano dimenticando questo semplice calcolo: quanto pi perenne la battaglia, tanto pi sar infine una altrettanto lunga perdita. Qui, dentro di noi cittadini, ci sono guerre che non sono lotte, ma solo forme di chiusura ad altre, insospettabili vittorie, quelle che passano attraverso la consapevolezza di chi siamo oggi e chi eravamo ieri, le paure che abbiamo, le gioie che dovremmo ricercare, le azioni che malgrado la volont non possiamo compiere e le piccole cose che invece possiamo realizzare, avendone ancora pi cura, come fossero giganti. Taranto cos dovrebbe essere, in questi giorni incendiati: pi coraggiosa. Perch solo con il coraggio che si sceglie la pace, e la pace richiede una determinazione pi grande di qualsiasi altra volont. Il tumulto interiore che ci fa buttare in battaglie interminabili a botte di inamovibili convinzioni o di pseudo -certezze solo la scusa interiore che ci garantisce un alibi agli occhi del mondo. Si fa presto a predicare le giuste idee, anche attraverso la comprensione o la piet, e poi avanzare con i piedi di piombo verso la rivalsa. Lode alla rabbia che ci sveglia, alle grida che ci scolpiscono sulle pareti di una nazione intera insieme a tutti gli altri che hanno sempre parlato, lode alle vincite della giustizia sullingiustizia, ma pi di tutto lode allottenimento di tutto questo attraverso una maggiore grazia nel cuore: nulla resta invariato dinnanzi alla forza di chi riesce a vivere sulla strada che gli capitata, e non, pi facilmente, su quella che avrebbe voluto scegliere.
Gi. Ci.

corso iniziato nel 2000, anno in cui lUnesco ha avviato il progetto Monumenti e siti testimoni di una cultura di pace, e ad intraprenderlo stata Carmen Galluzzo Motolese, presidente Club Unesco di Taranto, con il sostegno della Soprintendenza Archeologica di Taranto e la direzione del Museo; fino ad arrivare a ieri mattina, giorno in cui con Luigi La Rocca, Soprintendente per i Beni Archeologici della Puglia, unitamente alla direttrice del Mart, Antonietta DellAglio, nella Sala degli incontri, hanno annunciato lottenimento dellimportante riconoscimento. Il Sopraintendente La Rocca ha ricordato quanto il Museo stesso sia adatto per celebrare il riconoscimento, essendo luogo di incontro e confronto, espressione delle radici storiche, manifestazione della cultura, e la testa di Augusto va ad aggiungersi ad altri testimoni di pace del nostro patrimonio archeologico (Otranto, Bisceglie, Martina Franca). Il Mart da sempre ha aggiunto - rappresenta uno spazio per l interscambio e linterazione culturale, ed il significato di questo proprio lazione che va a compiere sul territo-

Mercoled 3 Ottobre 2012

CITT
www.tarantooggi.it

Le notizie di

13

ANT E CHIESA DEL CARMINE INSIEME PER LA PREVENZIONE ONCOLOGICA

Tornano i ciclamini solidali


E iniziato il mese della prevenzione oncologica organizzata dallANT. A partire da questo mese di ottobre, infatti, ci sar la raccolta fondi Ciclamini della Solidariet in molte piazze italiane. A Taranto e provincia, in particolare, i volontari saranno presenti sui sagrati delle chiese saranno aiutati dai collaboratori parrocchiali del Carmine. Beneficeranno della raccolta fondi non solo i bisognosi locali, ma anche i venti Ospedali Domiciliari Oncologici (ODO_ANT) presenti in nove regioni italiane e i progetti di Prevenzione portati avanti della Fondazione. A oggi sono pi di 38.000 le visite di prevenzione gratuite offerte da Ant in 36 diverse province nellambito del solo progetto Melanoma, cui si affiancano i progetti Donna, Tiroide e Mammella e pi di 90.000 pazienti assistiti dallAnt gratuitamente in 35 anni di attivit; la Puglia conta il pi alto numero di assistiti. Il mese della prevenziore alle domande delle famiglie. Inoltre, sar effettuato il censimento parrocchiale per sondare la popolazione del Borgo e gli indici di povert. Verr, inizialmente, inviata un richiesta a casa per chi volesse accogliere limmagine mariana e, successivamente, verranno calendarizzate le date. Inoltre, il 6 ottobre ci sar la processione con il quadro della Madonna del ne oncologica uno dei tanti servizi che fanno parte di un progetto pi ampio, denominato Progetto Eubiosia, volto a migliorare la qualit della vita dei Sofferenti. Nel capoluogo ionico, in particolare, lANT va a braccetto con la chiesa del Carmine, due entit locali molto importanti che da questanno uniranno la vendita dei ciclamini ad unaltra iniziativa della parrocchia, la Peregrinatio Mariae. Dare unimpronta cristiana anche per i non credenti perch fa bene a tutti ha affermato la Presidente dellANT Taranto, che ha continuato -. Don Marco ci ha messo a disposizione dei parrocchiani che ci aiuteranno ad offrire la pianta di ciclamini al costo di 13 euro. Noi abbiamo il coraggio di uscire dalla nostra chiesa per andare da chi ha bisogno. Da Gennaio per tutto il 2013 partir limmagine della Madonna in casa delle famiglie che fanno parte della nostra parrocchia ha affermato Don Marco. Il giorno dellarrivo in casa, limmagine sar accompagnata da due catechisti che spiegheranno il credo, quale simbolo apostolico (in conformit con lanno della Fede indetto dal Santo Padre); il secondo giorno la casa sar visitata dal parroco (don Marco) per la benedizione della casa e per rispondeRosario alle h. 18.30 insieme alla messa. Il 7 ottobre ci sar la supplica alle ore 12.00 con la Madonna di Pompei. Si sposa, cos, con questo progetto, liniziativa di catechesi (da parte della chiesa) e quella caritatevole (da parte dellANT) in una societ definita dal parroco ormai sfilacciata e frammentata importante unirsi e conoscersi, per aiutarsi.
Emanuela Carucci emanuelacarucci@gmail.com

NOTTE PANNA INIZIATIVA DI SUCCESSO


Notte Panna: stato un successo, al di sopra delle nostre stesse aspettative. Non meno di 25 mila persone si sono riversate in viale Liguria e vie attigue a partire dalle 17.00 sino a notte fonda. [] Unesperienza positiva a tutto tondo, anche sotto laspetto commerciale sia per i negozi siaper i pubblici esercizi che hanno allestito spazi allaperto ed angoli di animazione musicale. Cos il commento a caldo del presidente della Delegazione Confcommercio Montegranaro Salinella, Giuseppe Spadafino, allindomani di una iniziativa che, giunta alla quarta edizione, ormai una manifestazione importante del territorio. Una festa che mette daccordo tutti: cittadini, commercianti, organizzatori e che ha un senso in termini economici e sociali. Un evento realizzato, in fondo, con poche risorse, appena 9 mila euro, e tanto impegno, ma soprattutto tanta partecipazione e volont di coinvolgere tutti e di non lasciare fuori nessuno. Lappuntamento ora alle prossime domeniche di apertura con altri piccoli momenti di animazione per strada.

14

Le notizie di

CITT
www.tarantooggi.it

Mercoled 3 Ottobre 2012

PER LE COPPIE IN DIFFICOLT UNA CHANCE PRIMA DELLA SEPARAZIONE

Programma Retrouvaille
Per le coppie in crisi o separate lesperienza cristiana di Retrouvaille si presenta come unautentica ancora di salvataggio, dato che il 70% delle coppie che accetta di parteciparvi decide di tornare a vivere insieme, ricostruendo il proprio matrimonio. Non risultato di scarsa importanza, in un panorama come quello italiano in cui il numero delle separazioni e quello dei divorzi in costante aumento. Leffetto negativo della rottura coniugale, come ben si sa, ricade in special modo sui figli, vittime di scelte non loro e spettatori impotenti alla distruzione degli affetti pi cari e che, in molti casi, diventano loro malgrado oggetto di scambio o ricatto. Come far s che la coppia venga messa in condizione di superare con esito positivo le difficolt che spesso incontra? Una risposta a queste domande il programma Retrouvaille. Un programma che, come dice il suo nome (in francese perch nato nel 1977 nel Canada francofono), vuole portare le coppie a ritrovarsi nel loro matrimonio. La proposta rivolta, come accennato, alle coppie che vivono un momento di grave crisi, mariti e mogli che hanno smesso di discutere insieme i problemi e si sentono soli, freddi e distanti e che forse pensano alla separazione o che sono gi separati, ma non ancora risposate. Il tutto parte da un week-end in diverse citt italiane cui seguono 12 incontri nei tre mesi successivi. Il programma di Retrouvaille non gestito da esperti e non intende elargire ricette o soluzioni prefabbricasposta che vuol dimostrare come la Chiesa, come famiglia di Dio, prende a cuore le coppie che hanno difficolt nel loro matrimonio. La sofferenza attraversata a suo tempo dalle coppie guida e superata, diventa speranza per altri. Questultimo aspetto stato sottolineato da Benedetto XVI: Nei momenti pi bui, la speranza i coniugi lhanno smarrita; allora c bisogno di altri che la custodiscono, di un noi, di una compagnia di veri amici che, nel massimo rispetto, ma anche con sincera volont di bene, siano pronti a condividere un po della propria speranza con chi lha perduta. Non in modo sentimentale o velleitario, ma organizzato e realistico. Il prossimo ciclo dincontri in Puglia di Retrouvaille si svolger a Ostuni nei giorni 12/13/14 ottobre mentre gli incontri successivi, per le coppie della provincia ionica, si svolgeranno a Taranto in seminario. Per maggiori informazioni sul programma: www. retrouvaille.it; info@retrouvaille.it; da cellulare: 3403389957 (Dario e Pina); numero verde (da fisso): 800123958.
Ang. Diof.

te. Le coppie animatrici, coadiuvate da un sacerdote, nel condividere le loro vite con i momenti di grave crisi ed il superamento di questi, danno speranza ai partecipanti. Lobiettivo prima di tutto recuperare nelle coppie un dialogo autentico che permetta loro di affrontare i problemi che li hanno portati alla situazione di crisi o di separazione e da qui operare unautentica riconciliazione. Le esperienze condivise desiderano solo testimoniare che possibile ricominciare una vita a due, che non sempre tutto perduto, che la speranza collabora con la nostra volont di fare nuovi passi verso il nostro coniuge che, come noi, deluso o ferito. Sentendosi accolti e non giudicati, coloro che vivono in difficolt riescono a poco a poco a riconquistare la fiducia e sperimentano che possibile uscirne e soprattutto non solo attraverso lavvocato che legalizza la separazione! Retrouvaille una ri-

IL 21 OTTOBRE PARTE IL TRENO DELLE CASTAGNE


Sullonda del successo dellanno scorso, lAssociazione Treni Storici Puglia-Onlus di Taranto organizza la seconda edizione del Treno delle Castagne, Taranto Potenza - Melfi per domenica 21 ottobre, con il treno depoca , anni 30/50 della Direzione Regionale Puglia di Trenitalia, in occasione della 53^ Sagra della Varola di Melfi (PZ) , una delle pi famose e conosciute del nostro meridione. Uniniziativa dallaspetto culturale e turistico di notevole valore, che permetter di trascorrere una domenica diversa dal solito, soprattutto lasciando lauto sotto il portone di casa.

Mercoled 3 Ottobre 2012

CITT
www.tarantooggi.it

Le notizie di

15

GLI STAGISTI DEL FERRARIS PRESENTERANNO OGGI IL LORO PROGETTO

Al lavoro con le rinnovabili


Questa mattina alle ore 10.15 nellAula Magna del Liceo G. Ferraris di Taranto gli studenti impegnati nello stage di lavoro presso La Termica s.r.l., azienda leader nel settore delle energie rinnovabili, illustreranno la loro proposta di intervento per migliorare la qualit delledificio che ospita la scuola rendendolo conforme alle pi recenti (e severe) norme in materia di ecocompatibilit in un incontro con i loro compagni frequentanti il liceo scientifico (tradizionale, giuridico-economico ed ecologico-ambientale), i genitori, le autorit, e la cittadinanza tutta, invitata a partecipare. Ledificio in questione stato costruito in un periodo in cui lambiente era poco tutelato; in particolare il risparmio energetico non era imposto dalla legislazione edilizia allora vigente. Considerato tutto ci, gli studenti, guidati dallarchitetto Valentina La Gioia e coordinati dalle due docenti tutor, hanno deciso di mettersi al lavoro per individuare le criticit presentate dalla struttura. I valori di trasmittanza calcolati dal gruppo di lavoro evidenziano un eccessivo scambio termico tra interno ed esterno. Risultato, gi conosciuto per esperienza, e ora valutato con precisione scientifica: il consumo energetico per il funzionamento di tutti gli impianti notevole; e intollerabile il dispendio di risorse per lente pubblico. Ma quali sono gli interventi individuati per porre rimedio a tanto spreco? Migliorare lisolamento con un rivestimento a cappotto, ottimizzare il sistema di riscaldamento, sostituire gli infissi, installare un impianto fotovoltaico coadiuvato da minipala eolica sul terrazzo superiore e, perch no, creare orti-giardino pensili sugli altri due terrazzi. propongono gli studenti. Con una siffatta ristrutturazione lo stabile passerebbe dalla classificazione energetica G a quella B, la spesa sostenuta sarebbe ammortizzata in poco pi di sette anni ed inoltre verrebbero immessi in atmosfera ben 30.000 kg di CO2 in meno ogni anno, realizzando cos un decremento delle emissioni del 30%. I parametri imposti dal Protocollo di Kyoto sarebbero cos di gran lunga superati.

La denuncia arriva dallassociazione ANPA: ancora due animali innocenti vittime della crudelt (e dellignoranza) umana. Questa volta successo a Ginosa Marina dove, a quanto pare, uccidere cani non una novit. A Marina di Ginosa si verificato quello che accade da sempre, ogni anno: la morte per avvelenamento di cani di quartiere. Questa volta toccato a due cani dolcissimi, affettuosi e intelligenti . Uno era Geremia, cucciolone di quasi un anno, incrocio lupo-husky. Lassociazione animalista locale, lA.n.p.a. di Ginosa, gli aveva trovato adozione e il 5 ottobre sarebbe partito per Livorno, dove lo attendeva con ansia la sua nuova famiglia. Jack era la Jack mascotte del paese, tutti lo conoscevano e i Carabinieri di Ginosa Marina avevano espresso lintenzione di

Vergogna a Ginosa Marina


La denuncia dellAnpa: uccisi due cani di quartiere
adottarlo. Geremia e Jack erano inseparabili racconta la responsabile dellassociazione di Ginosa. La notte del 30 settembre i Carabinieri hanno denunciato un uomo, sorpreso a colpire con pugni sulla testa il povero Jack, gi moribondo. Il mattino seguente, in via Pordenone, i Vigili hanno rinvenuto il corpo riverso sullasfalto del povero Geremia, con sangue che gli usciva dalla bocca. Lautopsia su di lui ha riscontrato la presenza di topicida. Ogni volta simili gesti restano impuniti. Tutti sanno, nessuno parla. A Ginosa Marina vi un rifiuto ad accettare la figura del cane di quartiere previsto dalla legge. Di contro vige il fenomeno dei cani di propriet lasciati liberi di vagare, senza microchip, n medaglietta di riconoscimento. Si aprono i cancelli e si lasciano andare liberi, senza nessuno che li segua, anche a distanza. Liberi di fare i bisogni dappertutto, liberi di causare danni in giro, liberi di tornare o di non tornare. Quando questi cani entrano in conflitto con i cani di quartiere, i loro incoscienti proprietari si recano in caserma a protestare contro i cani di quartiere, che invece avrebbero il diritto di vivere liberi, a differenza di quelli padronali che andrebbero custoditi responsabilmente. Questa la mentalit vigente a Marina di Ginosa, giusto che si sappia. Questestate,

Geremia

lassociazione A.n.p.a. ha ricevuto diverse telefonate di protesta da parte di turisti del nord, indignati per lindifferenza della gente locale nei confronti dei randagi. Grazie ad una di queste segnalazioni, lassociazione ha potuto soccorrere una cagna anziana, presso un distributore di benzina, schiacciata da unautomobile, mentre dormiva pacificamente.

16

Le notizie di

PROVINCIA
www.tarantooggi.it

Mercoled 3 Ottobre 2012

MARTINA F. - Intervento del presidente regionale dei Giovani Democratici, Gianfranco Palmisano

Pi spazio ai giovani
Ormai si parla sempre pi spesso di primarie in vista delle prossime elezioni politiche. I cittadini dovranno eleggere il governo che deve subentrare a quello tecnico guidato da Monti, e le grandi manovre allinterno delle coalizioni sono gi iniziati. C da determinare il leader, tanto nel centrodestra quanto nel centro-sinistra. Da ogni parte si dichiara di voler puntare sui giovani, e in questo senso i Giovani democratici di Puglia dichiarano di voler farsi tirare per la giacchetta da questo o da quel candidato alle prossime elezioni Primarie del centrosinistra. Il martinese Gianfranco Palmisano, presidente regionale GD, riporta quanto dichiarato dal segretario regionale Pierpaolo Treglia: Sui giovani e sul rinnovamento finora si parlato tanto ma si fatto ben poco, perch se da una parte Bersani mette in evidenza il rinnovamento silenzioso portato avanti in questi anni, noi nel mezzogiorno abbiamo visto ben poco. Soprattutto i GD di Puglia lamentano le difficolt nel ricambio allinterno delle istituzioni, affermando che ogni tornata elettorale per noi una sfida contro potentati locali e pacchetti di voti e che eleggere giovani al sud sempre pi difficile. Tuttavia, i rappresentanti di GD ricordano di aver ottenuto dei risultati importanti, quali ad esempio lelezione di Alessio Valente a sindaco di Gravina e tanti altri consiglieri comunali. Se il partito si impegnasse nella selezione dei candidati non solo alla Camera o alla Regione, come speriamo avvenga, ma anche nei Comuni, avremmo un partito rinnovato per davvero nelle sue fondamenta, dice Treglia. I GD sono molto critici, comunque, anche nei confronti di Matteo Renzi, il cosiddetto rottamamodalit di selezione dei prossimi candidati al Parlamento: I cittadini devono poter votare oltre al partito, anche il candidato che meglio li rappresenta, ma se le liste saranno ad appannaggio dei del partito, e non nelle segrete stanze. Inoltre fondamentale escludere chi ha avvisi di garanzia, conflitti di interesse, chi deve completare il mandato dato dagli elettori in altre istituzioni, e chi sta in parlamento da pi di 3 legislature. Senza deroghe. Solo cos potremo mandare in parlamento energie fresche per il paese. E se non cambia la legge elettorale, tenere le primarie per i parlamentari un dovere per il PD. Infine i GD di Puglia presentano il loro programma per i prossimi mesi con Giuseppe Giannotti, responsabile organizzazione dei GD pugliesi: Mentre altri saranno impegnati in primarie che sanno di congresso, noi cercheremo di dare il nostro contributo al paese, incontrando in tutta Italia associazioni, sindacati e movimenti, elaborando proposte da portare a chi guider il centrosinistra alle prossime elezioni. La base c gi ed la piattaforma Alta Partecipazione . I GD, infine, dichiarano che avranno uno sguardo particolare allEuropa, raccogliendo firme su una Proposta di legge di iniziativa popolare, Rise Up Europe, da presentare al Parlamento Europeo, insieme alle altre giovanili democratiche e socialiste dEuropa.
GM

Gianfranco Palmisano

tore del PD, in quanto per loro il rinnovamento vero quello che parte dalla base. Nel Comitato per Renzi, invece, non c nemmeno un giovane proveniente dalla giovanile del PD. In ogni caso la scelta su chi votare alle primarie viene lasciata agli iscritti: Ogni Giovane del PD decider autonomamente come giusto ovvio che sia, certo leggendo pi i programmi che la carta didentit. Non manca una presa di posizione anche sulla Legge Elettorale e sulle

soliti noti, allora anche la reintroduzione delle preferenze sar uno specchietto per le allodole. Chiediamo che i candidati vengano scelti consultando gli iscritti

MARTINA F. - Zino ospite del Tito Livio

LA SCUOLA COME SISTEMA RELAZIONALE


Il Liceo Tito Livio di Martina Franca, in collaborazione con la Scuola secondaria di 1 grado Amedeo dAosta e con la Societ Mancini Consulting di Martina Franca, ha organizzato un seminario sui desideri da alimentare nel processo formativo, che avr luogo venerd 5 ottobre p.v., con inizio alle ore Lorenzo Zino 15,30 nellAula Magna della sede centrale dello stesso Liceo, in occasione dellavvio del Piano Annuale di Attivit di formazione e aggiornamento del personale docente. La scuola come sistema relazionale: quali desideri alimentare nel processo formativo sar il tema trattato dal relatore Lorenzo Zino, psicanalista, che svolge attivit clinica e di studio dal 1980 a Firenze e Viareggio. Collabora con le cattedre di Psicologia Dinamica e Psicodinamica delle Relazioni Familiari nella Facolt di Psicologia dellUniversit degli Studi di Firenze. Conduce dal 1993 a Firenze Il Seminario, appuntamento settimanale di riferimento intorno allinsegnamento della psicanalisi. Analista didatta e formatore dal 1996. Conduce dal 1996 lesperienza di Teoria della Clinica intorno ai temi fondamentali della clinica analitica, della supervisione di casi clinici e della formazione dellanalista. Autore di saggi e articoli, cura da alcuni anni originali percorsi di approfondimento fra poesia, letteratura, teatro e psicanalisi, intorno alle questioni dellamore. in questo contesto di approfondimento della centralit dei sentimenti che sinserisce il seminario rivolto ai docenti delle due scuole promotrici delliniziativa, ai fini di una sempre maggiore conoscenza e comprensione del mondo di relazioni di cui sono protagonisti (consapevoli e inconsapevoli) con i loro studenti.

MARTINA F. - Lamministrazione incontra la citt

Un forum in piazza
In fase di campagna elettorale i candidati sindaco avevano tenuto numerosi incontri con le associazioni e i comitati cittadini per ascoltarne le istanze, promettendo che tali incontri si sarebbero ripetuti anche ad elezione avvenuta. Adesso, a quattro mesi dallinsediamento della Giunta guidata da Franco Ancona, lamministrazione dichiara di voler mantenere tale promessa e indice il primo forum cittadino I primi quattro mesi di Governo della citt: bilancio, partecipazione e dialogo che si svolger venerd 5 ottobre, alle ore 18.30, in Piazza Maria Immacolata. Lincontro si svolge per mantenere aperto un canale di comunicazione con la citt, sulla scorta degli Indirizzi di Governo approvati allunanimit nel Consiglio comunale del 2 luglio scorso, nei quali si legge: il confronto periodico con la citt sui tempi di attuazione del programma amministrativo: vogliamo un vero e proprio foro dei cittadini per consentire la loro partecipazione alla vita amministrativa. Interverranno: il sindaco Franco Ancona, gli assessori e i consiglieri comunali. In un periodo come questo in cui regna lanti politica ha dichiarato il sindaco Franco Ancona - e in presenza anche delle difficolt economiche che gli Enti Locali stanno attraversando a causa dei tagli da parte del Governo, lAmministrazione comunale di Martina ha lavorato per dare le prime risposte ai cittadini, per farli divenire protagonisti in un processo di cambiamento. Il dialogo con la citt diventa uno strumento fondamentale per la Pubblica Amministrazione: le scelte devono avere il confronto e il conforto dei cittadini.
GM

Mercoled 3 Ottobre 2012

PROVINCIA
www.tarantooggi.it

Le notizie di

17

MOTTOLA Dopo 18 anni chiude la sede del Pdl. Critiche agli sperperi del partito

Basta autotassarsi!
Il Pdl mottolese dice basta e chiude i battenti. Sembra davvero provocatorio, ma cos: gli ultimi scandali che hanno coinvolto il partito di Berlusconi a livello nazionale, ha indotto iscritti e simpatizzanti del paese a dire basta allautotassazione per mantenere la sede. In una lettera inviata ai vertici nazionali, regionali e provinciali, firmata da Giuseppe Carucci, Angelo Lattarulo e Nicola Sasso si sottolinea come la decisione, sofferta e controversa, stata assunta dallintero direttivo locale, in uno a tutti gli iscritti e simpatizzanti, atteso che non siamo pi in grado di sostenere economicamente i costi della gestione della sede. In tutti questi anni, spiegano nella lettera, la sede di Mottola ha funzionato solo ed esclusivamente grazie alla partecipazione economica degli iscritti e simpatizzanti, che si sono autotassati negli anni per reggere le sorti di una sezione che in oltre tre lustri di attivit ha dato un contributo notevole al partito in termini elettorali. Ci sembra opportuno ricordare che dopo anni di strapotere della simaggior azionista politico dellAmministrazione in carica. Non da meno stato il contributo ancente anche quando abbiamo perso per ben due volte la Provincia, la Regione e il Governo nazionale. Dunque, alla luce degli ultimi accadimenti registrati a livello nazionale (vedi caso Lazio) e lenorme mole di denaro che viene gestito dalle regioni e quindi dai suoi rappresentanti, non siamo pi disponibili ad autotassarci. E difficile giustificare alla gente la richiesta di contributo per la gestione della nostra sezione, allorquando lo sperpero di denaro pubblico rasenta la vergogna di appartenere ad un partito che a nostro parere resta depositario dei valori importanti. In questi anni non abbiamo ricevuto un solo euro di contributo da qualsiasi esponente del Popolo della Libert, fatta eccezione dal senatore Lino Nessa, che ha mostrato la sua vicinanza anche attraverso contributi economici, alla nostra citt. Infine, abbiamo il dovere di comunicarvi che la sezione di Mottola dal 1 novembre chiuder i battenti.

nistra, Mottola stata governata sino al maggio scorso, per ben dieci anni, dal centro-destra che vedeva nel Popolo della Libert il

che nelle altre competizioni elettorali, provinciali, regionali e politiche, nelle quali il centro-destra mottolese risultato sempre vin-

MOTTOLA Misura 312, lo comunica il Gal Luoghi del Mito

CRISPIANO - Servizi Sociali

Sostegno, scadenza prorogata


Con determinazione dellautorit di gestione del P.S.R. 2007-2013 n.189, sono stati prorogati i termini della prima scadenza bimestrale, per la presentazione, al Gal Luoghi del Mito, come agli altri Gruppi di Azione Locale, delle domande di aiuto relative alla Misura 312 - Sostegno allo sviluppo e alla creazione delle imprese. C tempo, quindi, sino alle ore 12 del prossimo 16 ottobre, per il rilascio della domanda di aiuto nel portale SIAN. Entro il quinto giorno successivo da tale rilascio, la copia cartacea della domanda di aiuto, corredata di tutta la documentazione richiesta, dovr essere inviata, tramite servizio postale a mezzo Raccomandata A.R. o corriere autorizzato, in plico chiuso, al GAL: Viale Turi 74017 Mottola (TA). La notizia della proroga dei termini di presentazione della domanda stata data dal personale del Gal nel corso di un incontro, tenutosi, a Mottola, presso The Factory Urban Lab. Al tavolo dei relatori, presente anche Luigi Pinto in qualit di sindaco della citt e vicepresidente dello stesso Gal. Loccasione servita per ricordare agli intervenuti che la Misura 312, attraverso le Azioni 1, 2, 3 e 4, mira a sostenere lo sviluppo, linnovazione organizzativa e tecnologica delle microimprese extra agricole; a formare microcir-

ECCO IL PROGRAMMA
Il 22 ottobre avranno inizio le attivit ricreative programmate dai Servizi Sociali del Comune, presentate a numerosi cittadini in un incontro al quale erano presenti anche lassessore alle P.O. e Politiche Sociali Chiara Lodeserto, lassistente sociale dott.sa Pina Marangi, il presidente della cooperativa che ha vinto lappalto per il potenziamento del centro sociale dai piani di zona Giuseppe Ancona, lassistente sociale dott.sa Antonietta Fiorino e le educatrici dott.sa Aida Giordano e dott.ssa Anna Arena. Sono stati mostrati i dati provenienti da un questionario somministrato dallassessorato nei mesi di luglio-agosto a circa 200 utenti. Le richieste e le esigenze della terza et saranno attuate con progetti che mirano a creare continuit con quello che stato fatto in questi anni, aggiungendo elementi di novit. Durante la presentazione sono stati confermati i corsi di computer, di inglese, di composizione floreale, di yoga, di ballo liscio, ballo di gruppo, ballo popolare, salsa e merengue e corso di cucina; inoltre saranno organizzati corsi di fotografia a cura dellassociazione Adhara; di taglio e cucito a cura dellassociazione il Sorriso e di Bio-danza. Proseguiranno presso il centro, la ginnastica e laerobica per gli over 60 e le serate danzanti domenicali, cos come il karaoke. Lassessore Lodesderto ringrazia la cooperativa Martina 2000 per il contributo nellorganizzazione della Festa dei nonni e per gli incontri che saranno tenuti durante il mese di Ottobre Mese del benessere e la prevenzione della persona. Sono state inoltre presentate le attivit promozionali per tutti gli utenti, che si terranno nei due anni di programmazione, come il training autogeno, la clown-terapia, la raccolta di poesie e proverbi in vernacolo ed il laboratorio del raccolto e le attivit che saranno realizzate a favore dei minori e delle persone con disabilit, grazie allausilio di alcune associazioni presenti sul territorio crispianese.

cuiti locali, tesi a diversificare le economie delle aree rurali; a far sviluppare forme imprenditoriali sostenibili e coerenti con le potenzialit del territorio del Gal; ad incrementare il livello di qualit della vita nelle aree rurali, in particolar modo per i soggetti deboli, anziani e disabili. Per lassegnazione del punteggio, importante sar anche la valutazione qualitativa di ogni singolo progetto presentato, in riferimento alla sostenibilit tecnico - economica e finanziaria dellinvestimento proposto, alla sussistenza degli sbocchi di mercato, allutilizzo di tecniche eco compatibili e allincremento occupazionale. Ulteriori informazioni potranno essere richieste al Gal Luoghi del Mito; e-mail: info@luoghidelmito.it; luoghidelmito@legalmail.it. Tel.: 099.8866021. Sito: www.luoghidelmito.it

18

Le notizie di

SPORT
www.tarantooggi.it

Mercoled 3 Ottobre 2012

IL TECNICO NON SI DIMETTE E VIENE ESONERATO. ADDIO ANCHE SARLI? MAIURI IN POLE MA...

Napoli via, sotto a chi tocca


Cronaca di una giornata convulsa con esito scontato. Tommaso Napoli non pi lallenatore del Taranto. Lo si sapeva, lo si era intuito. Ma lufficialit arrivata solo in serata. Dettagli da limare, non facili perch nessuna delle due parti ha voluto cedere. Il tecnico, indispettito, che si aspettava comunque una seconda ciance stato invogliato, invitato a rassegnare le dimissioni. Che non sono arrivate dando inizio ad una mediazione condotta sia dallavvocato Tambone che Napoli lo ha scelto indirizzato dal patron ombra, Ermanno Pieroni, e poi dal presidente Zelatore. Si cercava una rescissione consensuale con tanto di buonuscita ed invece, come recita il comunicato ufficiale della societ rossoblu, il Taranto comunica di aver sollevato dallincarico il tecnico Tommaso Napoli. La societ formula allallenatore i pi sentiti ringraziamenti per il lavoro profuso sino ad oggi ed augura allo stesso le migliori fortune professionali. Trattasi quindi di esonero che andr a gravare sulle casse, non ancora ben registrate della societ con ben due allenatori a libro paga. della preparazione in vista della trasferta di Battipaglia. Visti i tempi, la delicatezza delle decisioni da prendere, non da escludersi che sia lui, ex rossoblu, a sedersi in panchina domenica prossima allo stadio Pastena. Un nuovo allenatore, se si vuole puntare a qualcosa di buono, potrebbe chiedere delle garanzie, tecniche e non solo, che forse questa societ con questo assetto non sono in grado di dare, al momento. Quanto ai nomi caldi, non c molta fantasia, almeno stando alle voci e alle trattative gi avviate. Maiuri la prima scelta ma anche quella che potrebbe chiedere pi garanzie di cui sopra. Poi tutti allo stesso piano: Dellisanti, Pettinicchio. Decisivo potrebbe essere lintervento del direttore generale Domenico Pellegrini che ieri, alla ripresa, ha messo un po dordine nel fiume di giocatori presenti ogni giorno agli allenamenti: prima squadra con 22 calciatori che si sono allenati con DIgnazio. Il resto dei tesserati, quasi tutti under, stato aggregato alla juniores di Cazzar sul campo B senza ovviamente preclusione di un possibile ritorno, allabbisogna, in prima squadra e viceversa. Ma prima di tutto bisogna fare un nuovo allenatore, anche se forse alla base di tutto andrebbe rifatto il Taranto.
Luca Fusco l.fusco@tarantooggi.it

Napoli esonerato. Alle sue spalle (a sin) Gilberto DIgnazio che ha diretto ieri lallenamento

Napoli paga per tutti, paga anche per la piazza che voleva un segno tangibile contro le scelte pieroniane di inizio stagione. Paga per il suo 4-4-2 senza idee. Paga anche per colpe non sue, come la pochezza tecnica della squadra tutta. La sensazione, forte, che il tecnico (appena 6 gare in un mese compresa la coppa e una sola vittoria a Trani) non sar lunico epurato. La lista potrebbe allungarsi. Se Tambone resta ancora al suo posto, non lo stesso potrebbe essere per alcuni giocatori. Sarli su tutti.

Lattaccante ha abbandonato anzi tempo lallenamento di ieri. Con lui anche Ermanno Cordua. Qualcuno parla di un incontro con la societ per uneventuale rescissione. Lepurazione quindi potrebbe essere solo allinizio ma non facile per una societ neonata riuscire a far quadrare i contri ricostruendo quasi completamente il reparto degli over. Molto dipender da quelle che saranno le scelte future in fatto di allenatore. Ieri toccato a Gilberto DIgnazio scendere in campo per dirigere la ripresa

VICEDOMINI: PAGA SEMPRE LALLENATORE


Allenamento in secondo piano per ovvie ragioni. Ancora out Terrenzio. Da oggi Rosato a Pomezia per il raduno della rappresentativa nazionale di D. A parlare stato Carlo Vicedomini, argomento scontato lesonero di Napoli: Quando i risultati non arrivano bisogna correre ai ripari per evitare problemi maggiori ma credo che Napoli non abbia responsabilit in tutto questo. Forse non siamo stati bravi a leggere le sue indicazioni. Sulla sua scelta di ripartire ancora da Taranto: Ci vuole tempo, avrei voluto giocare in Lega Pro ma Taranto forte, Dar il massimo, spero di essere al 100% presto.

Mercoled 3 Ottobre 2012

SPORT
www.tarantooggi.it

Le notizie di

19

SECONDA IN CAMPIONATO, LA SQUADRA DI DI MEO GIOCA A LECCE AL VIA DEL MARE

Martina, derby serale di coppa


Settimana corta per i biancoazzurri che nel primo pomeriggio di marted hanno gi sostenuto la rifinitura in vista della gara di Coppa Italia LegaPro (primo turno eliminatorio) in programma allo stadio Via del Mare di Lecce contro i giallorossi di mister Lerda alle ore 20.30 di mercoled 3 ottobre. Mister Di Meo (in foto) ha convocato per la gara i seguenti 18 calciatori: Portieri: Perina, Muscato. Difensori: Gambuzza, Crimaldi, DAddato, Memolla, Daleno, Bagaglini, Crescente, Casalino. Centrocampisti: De Lucia, Fiorentino, Provenzano, Scarsella, Bruni, Attaccanti: Ancora, Lattanzio, Anaclerio. La gara verr diretta dal Sig. Vincenzo Ripa di Nocera Inferiore, assistito dai Sigg.ri Cinzia Carovigno di Potenza e Giuseppe Monetta di Salerno. La societ martinese ricorda che i tagliandi per il settore ospiti dello stadio leccese possono essere acquistati unicamente dai possessori di S-Card o Tessera del Tifoso presso i punti vendita Listicket abilitati (a Martina Franca in Via Mulino San Martino e Piazza Roma), dalle ore 10 di marted 2 ottobre sino alle ore 12 di mercoled 3 ottobre 2012. Si ricorda che i botteghini dello stadio Via del Mare resteranno chiusi e non sar possibile per gli ospiti acquistare i biglietti in loco.

Sport, promozione ed eventi culturali: si pu


Cus Jonico e Programma Sviluppo insieme per formare manager per la promozione sportiva
Completa sinergia da oltre tre anni a questa parte. Cus Jonico Basket Taranto e Programma Sviluppo proseguiranno anche nella prossima stagione sportiva la loro collaborazione. Ma ci sar un aspetto supplementare alla solita sponsorizzazione. Il centro di formazione professionale, con sede anche a Taranto, entrer nellentourage della societ del presidente Cosenza. Grazie ad un corso di management in organizzazione di eventi culturali ed artistici, da ieri, due stagisti vedranno da vicino il mondo dello sport e del basket in particolare nella sua sfera extra parquet. Per tre mesi, ed un totale di 300 ore, queste due persone, che hanno gi effettuato la parte teorica, potranno imparare praticamente come si organizza una manifestazione sportiva, la ricerca e la gestione delle risorse, il cosiddetto fundreasing, e tutto ci che riguarda il management di una societ sportiva. Sono stati proprio i cor-

GOLDBET TARANTO DI GREGORIO A CAGLIARI


Il Cras Basket Taranto ha ceduto in prestito alla societ di A2 femminile Basket San Salvatore Selargius (Cagliari) la giocatrice di sua propriet Roberta Di Gregorio. La guardia tarantina, che ha sinora operato nella preparazione al fianco delle campionesse dItalia, nata a Taranto il 12 giugno del 1990. Vanta diverse stagioni in A3 ed A2, dal 2012 al 2008, in questi club: De Florio Taranto, Calabria Maceri Rende, Gruppo Sistemi 2000 Porto San Giorgio, Minibasket Battipaglia, Primadonna Bari, Kocca Jeans Napoli e Juventude Cercola. La Di Gregorio un prodotto del vivaio rossobl, che nella stagione 2006-2007, ancora minorenne, ha trovato un piccolo spazio in serie A1 e nella Europe Cup. Alla cestista il Cras Basket Taranto augura una avventura proficua in attesa di ritrovarla ancora pi arricchita alla fine di questa stagione che sta per partire.

La squadra del Cus Jonico (foto Pullara)

sisti che hanno caldeggiato la candidatura del Cus Jonico per la loro pratica afferma la professoressa Paola Portulano, tutor del progetto. Che poi svela un altro particolare curioso: Quando scegliamo o ci segnalano le aziende per mandarci i nostri stagisti effettuiamo sempre un controllo preventivo di seriet e di competenze. A dire il vero lho fatto anche per il Cus che ovviamente risultata societ idonea, importante e di prestigio. Solo dopo racconta sorridendo la prof.ssa Portulano

ho scoperto che Programma Sviluppo era co-sponsor della squadra. Quindi sono stata doppiamente soddisfatta. Cos come la squadra tarantina di basket, lo evidenziano le parole del dirigente responsabile Roberto Conversano: Non posso che ringraziare il referente Silvio Busico che ha rinnovato la co-sponsorizzazione con noi e la profssa Portulano per aver creduto nelle attivit del Cus Jonico. Queste stagiste potrebbero trovare collocazione allinterno dei ranghi

del Cus. Il nostro obiettivo, anche grazie a questa fattiva collaborazione, quello di organizzare eventi di contorno che possano essere di richiamo sempre maggiore al fine di

riempire il PalaMazzola nelle nostre partite casalinghe che ricordo, con grande sforzo della societ saranno a ingresso gratuito nella stagione che sta per iniziare.

BOXE: 4 TARANTINI A LECCE


Sabato scorso a Lecce, al palasport di piazza Palio, quattro pugili tarantini sono stati protagonisti di una riunione regionale. Alessio Benefico (Quero Chiloiro), elite seconda serie, ha vinto di misura il derby al limite degli 81 kg, molto equilibrato, con Silvio Mastroberardino (Pugilistica Taranto), terza serie. Valerio Montanaro, elite seconda serie 69 kg, si imposto agevolmente su Alessio Coppini (Palestra Popolare Lecce). Infine Ernestino Mariano (Quero Chiloiro) ha perso per squalifica alla terza ripresa il match contro Francesco Palazzo (Palestra Popolare Lecce).

BOXE: POL. VIVERE SOLIDALE VEDE GLI ASSOLUTI


La Polisportiva Vivere Solidale con lo sport, del maestro Cupri, presente al campionato di boxe ragionale schoolboys, junion e yuoth e sempre vincente. Dei pugili della polisportiva e team Cupri sono passati direttamente alle fasi finali: Conte Mattia 48 kg schoolboys e Antonaci Federico per mancanza di avversari. Parteciperanno alle finali dal 24 al 28 ottobre a Rimini. Alle finali regionali di Andria ha partecipato il pugile Junior, 57 kg Carrucci Simone superando ai punti Robles Francesco, campione Italiano Schoolboys 2011. Il prossimo week end parteciperanno alla fase di semifinale Teribia Mattia, Morrone Cosimo, Carlucci Simone ,Tagliente Carmine e Mineo Giannandrea. In quei giorni sar presente anche la palestra Unicor del maestro Andrea Bello con i pugili Ronzino Alessandro 56 kg e Ronzino Paolo 64kg, categoria youth; della palestra Boxe Massafra Team Tocci, il pugile youth 60 kg Porzio Giovanni.

20

Le notizie di

SPORT
www.tarantooggi.it

Mercoled 3 Ottobre 2012

VOLLEY: ARRIVA IL PALLEGGIATORE SANDRO PASSARO CON ESPERIENZA DI B1

Pallavolo Martina, altro tassello


LASD Pallavolo Martina continua la sua campagna di rafforzamento in vista prossimo campionato di B1. Raggiunto laccordo con Sandro Passaro. Palleggiatore classe 1981 proviene dai Falchi Ugento dove nellultima stagione ha disputato il campionato nazionale di Serie B1. Nella sua carriera ha militato in Serie C e B2 con la maglia dellOria e dellOstuni per poi assommare presenze in B2 con Lauria, Lucera e Potenza, in B1 con Brindisi, Avellino e Ugento oltre che una stagione in A2 con la maglia del Volley Taviano. Passaro completa, con la sua esperienza, precisione e rapidit, il roster della Pallavolo Martina che si appresta, domenica 14 ottobre, a iniziare la sua prima avventura in terza serie nazionale in casa contro la Pallavolo Messina. Le sue caratteristiche e la sua tecnica, oltre che dare una mano alla batteria di attaccanti biancoazzurri, assicurano quantit e qualit sulla fase di muro. La PM gioved 4 ottobre affronter lAltamura presso il palazzetto della citt barese alle ore 18 mentre sabato 6 ottobre i biancoazzurri riceveranno, sempre in amichevole, la formazione del Potenza, squadre che affronteranno lo stesso girone C del campionato di B1 che il Martina si appresta a vivere sul campo. Sabato scorso al PalaWojtyla la Materdomini Castellana si imposta per 2-1 (19-25; 25-23; 19-25) nella breve amichevole casalinga, una tra le tante uscite utili a Mister Spinelli per affinare lunione del gruppo e gli schemi.

Ping-pong: piccoli talenti crescono


Torneo Nazionale giovanile di Carosino: buon bilancio per lAsd Tennis Tavolo Taranto
Si concluso con un bilancio positivo per la A.S.D. Circolo Tennis Tavolo Taranto il primo Torneo Nazionale Giovanile (individuale) che si disputato a Carosino (56 iscritti). La societ del presidente Giuseppe Grassi ha conquistato tre secondi posti (Vincenzo De Pace nel Singolo Maschile Giovanissimi, Alessandro Piaccione nel Singolo Maschile Allievi e Clelia Caputo nel Singolo Femminile Juniores) e due terzi posti (Andrea Sarli nel Singolo Maschile Allievi e Daniele Vergine nel Singolo Maschile Under 21). Grazie a questi risultati la A.S.D. Circolo Tennis Tavolo Taranto si garantita il primo posto nella Classifica Societ, davanti a Carrara e Molfetta. Un contributo fondamentale arrivato anche dagli atleti Dante Stefanelli (Juniores) e Andrea Abrusci (Under 21). Ecco le dichiarazioni dei dirigenti locali e nazionali presenti alla manifestazione. Giuseppe Grassi (presidente A.S.D. Circolo Tennis Tavolo Taranto): Il bilancio del torneo molto positivo: abbiamo conquistato tre secondi posti e due terzi posti. Certo, manca una vittoria ma la A.S.D. Circolo Tennis Tavolo Taranto arrivata al primo posto nella Classifica Societ e questo mi d la conferma della bont della strada intrapresa con lo sguardo rivolto al settore giovanile. Due nomi su

ANCHE MARTINA SODDISFATTA ORA OBIETTIVO CAMPIONATO


Archiviati i tornei giovanili nazionali, di scena lo scorso fine settimana a Carosino (Ta), con lo storico terzo posto conquistato da Raguso Donato (fermato in semifinale da Abruzzese al V set perso per 16 a 14) nella gara riservata agli Under 21 , inizia il conto alla rovescia per linizio dei campionati a squadre. Sabato e domenica prossima si ricomincer a far sul serio con le formazioni del TT Olimpia Martina, per la quinta stagione consecutiva sponsorizzate dallagenzia di viaggi Sb Travel, impegnate nei campionati di serie D2 e di serie C1. Ad aprire la triplice sfida con il Castellana (il computer ha sorteggiato per tutte le 3 squadre martinesi le compagini presiedute da Nino Bianco) sar la gara di serie C1, in programma sabato 6 ottobre alle ore 18.00 nella citt delle grotte. La C1, appurato il valore tecnico e lesperienza delle altre 7 concorrenti, non sar di certo una passeggiata per i pongisti martinesi. Si contano almento quattro/cinque sodalizi allestiti per tentare la promozione in serie B2, tra le quali lo stesso Castellana, il Casamassima, il Molfetta e il Taranto. Ma non sono da meno lo Spongano, Raguso, Caroli, Topo il Lecce e il Sogliano, sia per la presenza nelle rose di atleti di primissimo livello, sia per la lunga tradizione in questa categoria. Il Martina si presenta ai nastri di partenza con lobiettivo di disputare un torneo dignitoso, con la consapevolezza di dover lottare per la salvezza. Del resto il ripescaggio in serie C1, avvenuto soltanto in luglio, non ha consentito alla societ di attrezzarsi adeguatamente. Soltanto sabato, peraltro, si scoprir chi affiancher il riconfermato Convertini in prima squadra. In serie D2 questanno, ai nastri di partenza ci saranno ben 2 formazioni martinesi (anque questo un record), segno tangibile dellesplosione che ha registrato il ping pong in citt negli ultimi anni. Entrambe le squadre sono contraddistinte dalla presenza di giovani atleti che incroceranno, lungo il campionato, le strade di altre 2 formazioni di Castellana, 2 di Taranto, 1 di Casamassima e 1 di Rutigliano.

tutti: il giovanissimo Vincenzo De Pace che nella sua prima uscita ufficiale ha guadagnato un secondo posto e Andrea Sarli che dopo uno stop di un anno per problemi fisici ritornato conun terzo posto nella sua categoria. Giacomo Barbieri (presidente regionale Fitet - Federerazione Italiana Tennis Tavolo): stato un bel torneo, ben organizzato in una bella struttura. Complimenti al presidente Giuseppe Grassi della A.S.D. Circolo Tennis Tavolo Taranto. Mi aspettavo pi iscritti ma il Comitato Nazionale ha affiancato un torneo a Caserta e questo ci ha un po penalizzati. Il prossimo appuntamento importante a Taranto (3-4 novembre, torneo nazionale Over 2000). Sto seguendo la societ di Grassi e ho visto che lavora molto bene: c un bra-

vo allenatore (Branko Gavrilovic) e ho visto un ragazzino, Alessandro Piaccione, che sta crescendo davvero bene: ogni gara che fa gioca sempre meglio ma il vivaio, nel complesso, che promette bene. Leonardo Scardigno (vicepresidente nazionale Fitet - Federerazione Italiana Tennis Tavolo): La Federazione ha accordato al presidente Giuseppe Grassi lorganizzazione del primo torneo nazionale giovanile individuale. Non sar lunico perch la societ di Grassi ne organizzer altri due pi importanti a livello nazionale che avranno maggiore affluenza e un livello tecnico superiore. Il lavoro della A.S.D. Circolo Tennis Tavolo Taranto fa ben sperare: c un grosso numero di iscritti e gli atleti vengono seguiti da professionisti.

Mercoled 3 Ottobre 2012

SPETTACOLI
www.tarantooggi.it

Le notizie di

21

TUTTI GLI APPUNTAMENTI SETTIMANALI ORGANIZZATI NEL LABORATORIO DI PALAGIANO

I laboratori di The Factory


Prosegue la ricca settimana del Laboratorio Urbano The Factory in via Oronzo Massa a Palagiano: appuntamenti, questi, per dare voce ai giovani, renderli protagonisti, mettersi in gioco e sperimentarsi in maniera inedita. Dopo il laboratorio di ieri dedicato alla cucina, Tarad & mijr Laboratorio di tarallini, questoggi, mercoled 3 ottobre, alle ore 20.00, torna il consueto Open Call _Thefactoryurbanlab_ Palagiano, lappuntamento per la progettazione partecipata ad ingresso gratuito e aperto a tutti coloro che abbiano voglia di condividere, mettersi in gioco, proporre una iniziativa e metterla in atto. Domani, gioved 4 ottobre, dalle ore 17.00 alle 19.00, lappuntamento settimanale con Legno - Laboratorio di Autocostruzione, sempre a partecipazione gratuita: ai presenti si chiede solo di aver voglia di costruire panche, tavoli e sedie partendo dal legno di recupero e dagli scarti di falegnameria. Venerd 5 ottobre alle ore 19.00 lincontro promosso da Amnesty International Palagiano Seconde Generazioni_Italiani con il Permesso di Soggiorno:

4 OTTOBRE

LEPORANO - KATERINE LIVE PUB


Figli dellimmigrazione - Il problema del non riconoscimento automatico della cittadinanza italiana ai bambini nati in Italia da genitori stranieri o cresciuti in Italia dalla prima infanzia - le campagne di sensibilizzazione e le battaglie per il riconoscimento del problema (attualmente quasi assente) nella normativa sullimmigrazione in vigore. - Prospettive e potenzialit dei nuovi italiani. Sabato 6 ottobre alle ore 18.00 Mercatino del Bio, promosso da Desta Distretto di Economia Solidale del tarantino: degustazioni, proiezioni, incontri, laboratori. Maggiori info: urbanlab.thefactory @gmail.com.
Sono tra le prime coverband dei Litfiba sul territorio nazionale, e primi in FOTO Puglia: i Wooda Wooda suoneranno domani sera, a partire dalle ore 22.30, completamente rinnovati nella formazione e con un repertorio che spazia dagli anni 80 allultimo disco della band toscana che rappresentano. Ingreso libero. Info. 099.5332041.

4 OTTOBRE

AL VIA IL FESTIVAL INTERNAZIONALE DELLA FISARMONICA


Gioved 4 ottobre prende il via al Teatro Comunale di Massafra la decima edizione del Festival Internazionale della Fisarmonica Citt di Massafra Terra delle Gravine (ingresso libero). Evento che nel corso egli anni diventato un importante circuito dedicato al suono della fisarmonica. Si inizia alle ore 20.30 con il concerto dellOrchestra Popolare Agor citt di Massafra e, nellintervallo, con la consegna del Premio Alessandro Tannoia, istituito nel 2003, per ricordare la figura di Tannoia, amato musicista massafrese che stato uno degli ideatori del Festival della Fisarmonica. Il premio viene assegnato allunanimit dal Centro Stabile Agor a chi, attraverso la propria opera, ha dato lustro al Paese contribuendo alla sua crescita artistica, culturale, economica e sociale.

TARANTO - PALAZZO GALEOTA


Per la Rassegna Buena Vision...ALbania! curata da Luca Nitti con il supFOTO porto dei mediatori culturali di Simbiosi Moderne, sar proiettato alle ore 21 il documentario Di Roland Sejko Italia 2008. Sono solo sessanta le miglia che dividono le coste dellItalia dallAlbania. Eppure, per la maggior parte degli italiani di oggi lAlbania ha cominciato ad esistere solo dopo il 1991, quando le prime navi di immigrati albanesi approdarono sulle coste italiane. Un documentario per scoprire che coserano lAlbania e gli albanesi prima di quegli anni. Ingresso libero. Info. info@buvisc.it

A Pulsano Una vita tra i colori


Lassociazione artistico culturale Inachis Io Arte presenta la Mostra Personale di Lucia La Sorsa, Una Vita tra i Colori, partita il primo ottobre e che sar possibile visitare fino al 15, presso lo stono, Gabriella Ficocelli, del presidente dellassociazione Inachis Io Arte Vincenzo Massimillo, curatore della Mostra. Lucia La Sorsa, vive e lavora a Taranto. Autodidatta, preferisce la pittura ad olio su tela, perch meglio aderisce ai principi della grazia e della compostezza che caratterizzano il suo percorso artistico. Dal 2012 svolge anche il ruolo di direttore artistico della Inachis Io Arte. Le farfalle presenti in tanti dipinti di Lucia La Sorsa sono diventate nel tempo una firma dellartista da apporre su ogni tela. Selezionata per la Biennale di Palermo che sar inaugurata nel mese di Gennaio da Vittorio Sgarbi. Ha partecipato a mostre e premi nazionali e internazionali, in particolare la prestigiosa mostra dei 100 finalisti del Concorso Avanguardie Artistiche 2011 presso la Galleria Thuillier di Parigi, ottenendo sempre favorevoli consensi dal pubblico e dalla critica professionale. Negli ultimi anni ha ricevuto tra i vari riconoscimenti anche il Premio Speciale della Giuria al Premio Nazionale Effetto Arte e il Premio dellEditore al Premio Internazionale Tokyo.

6 OTTOBRE

PULSANO - VILLANOVA
Questo sabato il grande ritorno della Vintage Night in versione Restart 2012/2013. Si parte alle FOTO ore 22.30, con il concerto dei Planet Groove Tributo agli Earth Wind & Fire. Nascono nel 2009 dalla passione da parte dei componenti, per una band storica che ha segnato il movimento musicale degli anni 70-80 gli Earth Wind & Fire (nome a volte abbreviato nellacronimo EWF) gruppo musicale statunitense formatosi a Chicago nel 1969, che spazia attraverso diversi generi musicali, quali R&B, Funk, Soul e Disco. Presto la band si completer con linserimento di un percussionista, coriste ed una sezione fiati. I Planet si presentano con una nuova line up rispetto agli esordi e precisamente: Riccardo Ottomano, voice and keyboards, Francesco De Natale, voice and guitar, Bruno Tassone, saxophone, Diosvany Hernandez, trumpet, Vito Scavo, trombone, Beppe Sequestro, bass e Felice Di Turi, drums. A seguire dalle ore 00.30, Vintage Night, dj set con Attilio Capilli, Franz Lenti, Ciro Merode, Sabrina Morea, Lello Santoro e David Strauss. Ingresso 5 euro. Info. 338.4273389.
Per comunicazioni su eventi, rassegne o altro inviare a: Giovanna Cinieri g.cinieri@tarantooggi.it
La redazione di Le notizie di TarantoOggi non responsabile di eventuali variazioni delle programmazioni.

Le meline di zia Maria, olio su tela, di Lucia La Sorsa

rico Convento dei Frati Minori di Pulsano. Linaugurazione si terr questo sabato 6 ottobre alle ore 19.00. Il vernissage previsto per sabato 6 ottobre 2012 alle ore 19:00 alla presenza del sindaco di Pulsano, Giuseppe Ecclesia, dellassessore alla Cultura del Comune di Pulsa-

22

Le notizie di

SPETTACOLI
www.tarantooggi.it

Mercoled 3 Ottobre 2012

MERCOLED 3 OTTOBRE

06:00 Euronews 06:10 Unomattina Caff 06:30 TG 1. 06:40 CCISS Viaggiare informati 06:45 Unomattina 06:55 Che tempo fa 07:00 TG 1. 07:30 TG1 - L.I.S. 07:35 Rai Parlamento Telegiornale 07:58 Che tempo fa 08:00 TG1 08:30 Che tempo fa 09:00 TG 1. 09:30 TG 1 - Flash 09:35 Linea Verde Meteo Verde 10:00 Unomattina Verde 10:25 Unomattina Rosa 10:55 Che tempo fa 11:00 TG 1 11:05 Unomattina Storie Vere 12:00 La prova del cuoco 13:30 TELEGIORNALE 14:00 TG1 - Economia 14:10 Verdetto Finale 15:15 La vita in diretta 16:50 Rai Parlamento 17:00 TG 1 17:10 Che tempo fa 18:50 L'Eredit 20:00 TELEGIORNALE 20:30 Qui Radio Londra 20:35 Affari Tuoi 21:10 Sposami 23:00 Tg1 60 Secondi 23:05 Porta a Porta 00:40 TG 1 - NOTTE 01:10 Che tempo fa 01:15 Qui Radio Londra 01:20 Sottovoce 01:50 Rai Educational Magazzini Einstein

06:00 Top Secret 06:40 Cartoon Flakes 06:41 Pocoyo 06:45 Phineas and Ferb 07:15 Mia and Me 07:40 L'ape Maia 07:50 Kung Fu Panda 08:15 Il nostro amico Charly 09:00 Dance - La forza della passione 09:40 Sabrina vita da strega 09:55 Meteo 2 10:00 Tg2 Insieme 11:00 I Fatti Vostri 13:00 Tg2 - Giorno 13:00 Tg2 - Giorno 13:30 Tg2 - Costume e Societ 13:50 Medicina 33 14:00 Parliamone in famiglia 16:15 La signora del West 17:00 Dance - La forza della passione 17:45 Tg2 - Flash L.I.S. 17:46 Meteo 2 17:50 Rai Tg Sport 18:15 Tg2 18:45 Cold Case - Delitti irrisolti 19:35 Squadra Speciale Cobra 11 20:30 TG 2 - 20.30 21:00 Pechino Express 21:05 C'era una volta 22:40 Tg2 22:45 Pechino Express 23:45 La notte non aspetta 01:20 Rai Parlamento Telegiornale 01:35 Lost 02:10 Meteo 2 04:00 Videocomic - Passerella di comici in tv 04:10 Universit Telematica Internazionale UniNettuno 05:40 Videocomic

06:00 Rai News Morning News 06:10 News - Rassegna Stampa 06:30 Il caff di Corradino Mineo 07:00 TgR 07:30 TGR Buongiorno Regione 08:00 Agor 10:00 Spaziolibero 10:10 Rai 150 anni. La Storia siamo noi 11:00 Codice a barre 11:10 Tg3 Minuti 12:00 TG3 12:10 Meteo 3 12:25 Tg3 - Fuori TG 12:45 Le storie - Diario italiano 13:10 La strada per la felicita' 14:00 TG3 Regione 14:05 Tg Regione - Meteo 14:20 TG3 14:35 Meteo 3 14:50 TGR Piazza Affari 14:55 TG3 - L.I.S. 15:00 La casa nella prateria 15:45 Cose dell'altro Geo 17:40 Geo & Geo 18:10 Meteo 3 19:00 TG3 19:30 Tg Regione 19:31 Tg Regione - Meteo 20:00 Blob 20:10 Comiche all'Italiana: Repertorio di Franco Franchi e Ciccio Ingrassia 20:35 Un posto al sole 21:05 Chi l'ha visto? 23:15 Doc 3 00:00 Tg3 Linea notte 00:10 TG3 Regione 00:15 Meteo 3 01:00 Rai Educational Crash contatto impatto convivenza

CINEMA DANIELA LAMA: via S. DAcquisto, 19 - Tel. 099.7771856 - MADACASCAR 3 - ore: 18.00 ASPETTARSI QUANDO - COSA ASPETTARSI QU ANDO ASPETTA SI ASPETTA ore: 20.15 - 22.30 CINEMA ORFEO Via Pitagora, 78 Tel. 099.4533590 MAGIC MIKE
ore: 18.00 - 20.15 - 22.30

MANDURIA: cinema IDEAL P.zza Garibaldi, 6 Tel. 099.9712637 CHIUSURA ESTIVA CASTELLANETA: cinema VALENTINO Via S.G.Bosco, 5 Tel. 099.8435005 CHIUSURA ESTIVA GROTTAGLIE: cinema VITTORIA P.zza IV Novembre, 35, Tel. 099.5622931 GLACIALE LERA GLA CIALE 4
ora: 18.00 - 19.45 - 21.30

CINEMA ARISTON Via Abruzzo, 770 - Tel. 099.7388314 PROMETEUS (3D)


ore: 17.30 - 20.00 - 22.30

CINEMA SAVOIA Via Leonida, 25 Tel. 099.4795534 CANDIDA CANDID AT O A SORPRESA


ore: 18.30 - 20.30 - 22.30

MARTINA FRANCA: cinema VERDI P.zale XX Settembre, 5 Tel. 080.4805080 CHIUSURA ESTIVA MASSAFRA: cinema SPADARO P.zza dei Martiri, 10 Tel. 099.8801200 SALA 1) RIPOSO SALA 2) RIPOSO CINEMA TEATRO CRISPIANO Via degli Aranci, Piazzetta Casavola Tel. 099.4741081 - 338.4049391 BELLA ADDORMENTATA ADDORMENTA
ora: 21.00

CINEMA LUMIERE Via La Spezia Tel. 099.7362051 LEGGENDA CACCIA CCIAT LA LEGGEND A DEL CA CCIAT ORE DI VAMPIRI (3D)
ore: 18.30 - 20.40 - 22.45

CINEMA BELLARMINO C.so Italia ang. Via S.R.Bellarmino Tel. 099.7302794 - 333.1232629 S TAT O IL FIGLIO ST
ore: 18.30 - 20.30 - 22.30

TARANTOOGGI DECLINA QUALSIASI RESPONSABILITA PER CAMBIAMENTI DI PROGRAMMAZIONE E ORARI NON COMUNICATI IN TEMPO UTILE DAI CINEMA.

06:20 TELEVENDITA Media shopping 06:35 TELEVENDITA Media shopping 06:50 Magnum P.I. 07:45 Pacific Blue 08:40 Hunter 09:50 Carabinieri 10:50 Ricette di famiglia 11:25 Anteprima Tg4 11:30 Tg4 - Telegiornale 11:55 Meteo 12:00 Detective in corsia 12:55 La signora in giallo 13:55 Anteprima Tg4 14:00 Tg4 - Telegiornale 14:35 Meteo 14:45 Lo sportello di Forum 15:30 Hamburg distretto 21 16:37 Vento caldo 17:14 Tgcom 17:17 Meteo 18:50 Anteprima Tg4 18:55 Tg4 - Telegiornale 19:31 Meteo 19:35 Tempesta d'amore 20:30 Walker Texas Ranger 21:10 Lo chiamavano Trinit... 21:52 Tgcom 21:55 PREVISIONI DEL TEMPO-Meteo 23:40 I Bellissimi di Rete 4 23:45 Tre tigri contro tre tigri 00:31 Tgcom 00:34 Meteo 01:50 Tg4 - Night news 02:13 Modamania 02:47 Simon Bolivar 04:35 TELEVENDITA Media shopping 04:50 Zig Zag 05:55 TELEGIORNALE Tg4 - Night news

06:00 Prima pagina 07:55 Traffico 07:57 Meteo 5 07:58 Borse e monete 08:01 Tg5 - Mattina 08:40 La telefonata di Belpietro 08:50 Mattino cinque 10:00 Tg5 10:03 RUBRICA Mattino cinque 11:00 Forum 13:00 Tg5 13:39 Meteo 5 13:41 Beautiful 14:10 Centovetrine 14:45 Uomini e Donne 16:20 Pomeriggio cinque 17:30 Tg5 - 5 minuti 17:35 Pomeriggio cinque 18:45 Avanti un altro! 19:49 Tg5 - Anticipazione 19:50 Avanti un altro! 20:00 Tg5 20:30 Meteo 5 20:40 Striscia la notizia 21:20 R.I.S. Roma 3 Delitti imperfetti 22:10 R.I.S. Roma 3 Delitti imperfetti 23:40 I cerchi nell'acqua 01:31 Tg5 - Notte 02:00 PREVISIONI DEL TEMPO-Meteo 5 02:01 Striscia la notizia - La voce dell'insolvenza 02:53 Uomini e Donne 04:02 Media shopping 04:16 Telefilm 05:15 Tg5 - Notte (R) 05:44 PREVISIONI DEL TEMPO-Meteo 5 notte 05:45 TELEVENDITA Media shopping

06:40 Picchiarello 06:45 Picchiarello 06:55 Pokemon 07:25 Dragon Ball 07:55 Georgie 08:20 Heidi 08:45 E.R. - Medici in prima linea 09:40 E.R. - Medici in prima linea 10:35 Grey's anatomy 4 11:30 Grey's anatomy 4 12:25 Studio Aperto 12:58 Meteo 13:00 Sport Mediaset Anticipazioni 13:00 Sport Mediaset Anticipazioni 13:02 Sport Mediaset 13:40 Futurama 14:10 I Simpson 14:35 Dragon ball GT 15:00 Fringe 16:00 Smallville 16:50 Tutto in famiglia 17:20 Studio Aperto 17:28 Meteo 17:30 Champions League. FC Zenit St. Pietroburg - AC Milan 20:20 C.S.I. Scena del crimine 21:10 L'incredibile Hulk 22:07 Tgcom 22:10 Meteo 23:20 Champions League Speciale 01:00 Nip/tuck 01:55 Rescue me 02:40 Studio Aperto 02:55 Media Shopping 03:10 Barbara 04:40 Media Shopping 04:55 Il mondo di Patty

Ariete
Il Sole, Mercurio e Saturno in opposizione nel segno della Bilancia, vi porteranno tutta una serie di imprevisti sgradevoli durante la giornata di oggi. Non lasciatevi prendere dal gusto della polemica o peggio ancora del lamento. Rimboccatevi le maniche e tutto si risolver!

Toro
La Luna oggi entra nel vostro segno portando con s una bella sferzata di energia. Avete bisogno di divertimento e di spensieratezza in questo momento, per lasciarvi alle spalle un periodo un po' pesante. Oggi tutto vi verr facile e spontaneo finalmente.

Gemelli
L'alleanza tra Saturno in Bilancia e Venere in Leone capita proprio a fagiolo per voi, soprattutto se siete nati negli ultimi giorni del segno. Oggi saprete stare in perfetto equilibrio tra diplomazia e forza di volont, con il risultato di piacere praticamente a tutti!

Cancro
La presenza della Luna nel segno amico del Toro vi far sentire emotivamente al sicuro e per voi non c' niente di pi importante. State mettendo radici in una situazione sentimentale che vi appaga. Continuate su questa strada se vi rende davvero felici.

Leone
Gustatevi al massimo la presenza di Venere nel vostro segno perch molto presto si allontaner! Il vostro cuore pronto ad infiammarsi grazie a questi influssi positivi e anche la persona che vi interessa sulla stessa lunghezza d'onda.

Vergine
La Luna oggi entra nel segno amico del Toro e voi vi sentirete immediatamente pi sereni e sicuri di voi stessi e di ci che volete veramente. C' un argomento che vi sta parecchio a cuore e che riempir i vostri pensieri: condividetelo con chi amate.

Bilancia
Saturno sta per uscire dal vostro segno dopo tantissimi mesi. Sicuramente uscite da questo passaggio planetario rafforzati nel profondo ma non vi lamenterete di certo per il fatto che sia finito! Da adesso in poi vi sentirete infatti molto pi leggeri.

Scorpione
La quadratura di Venere in Leone e l'opposizione della Luna in Toro vi faranno sentire un po' a disagio nelle relazioni interpersonali. Probabilmente avete bisogno di starvene un po' per conto vostro senza spiegare a nessuno quello che realmente provate.

Sagittario
Venere nel segno amico del Leone vi aiuta ad andare d'amore e d'accordo praticamente con tutti, dagli amici, ai colleghi, ai conoscenti. I vostri slanci calorosi nei confronti degli altri saranno ripagati, magari non subito ma in maniera consistente.

Capricorno
Resistete ancora un po' e sarete liberi dalla dittatura di Saturno in Bilancia. Nonostante la vostra naturale affinit con questo pianeta, ultimamente siete un po' stanchi e avreste bisogno di vivere in maniera un po' pi spensierata.

Acquario
Alcune disfatte emotive sono difficili da accettare, soprattutto quando si molto orgogliosi, come voi in questo periodo. Oggi poi, con la Luna in Toro e Venere in Leone, avrete bisogno di tutta la vostra pazienza per non impazzire e aggredire verbalmente il partner.

Pesci
La giornata di oggi potrebbe essere eccellente a patto che teniate sotto controllo la vostra impulsivit. Ricordatevi che ci sono molte persone che osservano i vostri gesti. Non fatele quindi soffrire soltanto perch avete un momentaneo bisogno di sfogarvi.

Eventuali variazioni nei programmi sono da attribuirsi direttamente alle emittenti

Mercoled 3 Ottobre 2012


www.tarantooggi.it

Le notizie di

23