Sei sulla pagina 1di 2

IL BREVETTO Data la definizione di invenzione, quale risultato o soluzione nuova ed originale per la risoluzione di un problema tecnico, il BREVETTO il titolo

o giuridico che conferisce al titolare il diritto esclusivo e temporaneo, di produrre, utilizzare e vendere linvenzione nello stato in cui il brevetto stato richiesto e successivamente concesso. La legge concede una posizione di monopolio per lo sfruttamento dellinvenzione, ma pretende che ci sia uneffettiva produzione e commercializzazione della soluzione tecnica brevettata, entro 3 anni dalla data del deposito. Il sistema fatto per garantire un adeguato compenso allinventore per gli investimenti fatti, ma daltra parte la messa a disposizione della collettivit del contenuto del brevetto, cos da favorire la crescita economica e sociale. Requisiti per la brevettazione: a) Novit: la soluzione proposta deve essere nuova, cio quando viene depositata la domanda di brevetto, essa non deve essere stata gi resa disponibile al pubblico (sia in forma scritta che orale) b) Lattivit inventiva: linvenzione, non deve essere un evidente stato evolutivo della tecnica c) La liceit: linvenzione deve essere lecita, ossia il suo sfruttamento non contrario allordine pubblico e al buon costume d) Lindustrialit: linvenzione deve soddisfare un bisogno delluomo e deve poter essere prodotta e) Sufficiente descrizione: questa una caratteristica che riguarda la domanda di brevetto e prevede che ci sia una esauriente descrizione in modo da consentire la riproduzione dellinvenzione, ad un esperto del settore, senza dover fare ulteriori ricerche; inoltre deve contenere unadeguata documentazione grafica e lattestazione del pagamento delle tasse di deposito.

A seconda del grado di tutela che si vuole dare al brevetto, esistono tre tipi di deposito:

BREVETTO ITALIANO Il brevetto nazionale si consegue presentando unapposita domanda con allegate la allUfficio Italiano Brevetti e Marchi o presso la Camera di Commercio. Il brevetto per invenzione ha una durata di 20 anni, con rinnovamento annuale e conseguente aumento della tassa di rinnovo. Dopo i 20 anni non pu essere rinnovato.

BREVETTO EUROPEO Il brevetto europeo un brevetto che si ottiene tramite il deposito di ununica domanda, presso lUfficio Europeo di Brevetti a Monaco di Baviera, conferendo al titolare gli stessi diritti che gli verrebbero conferiti con i vari brevetti nazionali degli Stati designati.

BREVETTO INTERNAZIONALE Il brevetto internazionale o PCT (Trattato di Cooperazione in materia di Brevetti) un brevetto che si ottiene tramite il deposito di ununica domanda, presso lOMPI (o WIPO) che ha sede a Ginevra, conferendo al titolare gli stessi diritti che gli verrebbero conferiti con i vari brevetti nazionali degli Stati che fanno parte del Trattato. Si pu per dire che non un vero proprio brevetto internazionale perch la concessione definitiva a discrezione dei singoli Stati. LA PROPRIETA INTELLETTUALE

Per propriet intellettuale si indica linsieme di norme che tutelano le opere dingegno umano. Esse sono classificabili in tre macro-categorie:
OPERE DELLINGEGNO CREATIVO come opere letterarie, artistiche, musicali, progetti di architettura e

di ingegneria (tra cui quelli dei Per. Ind.) che trovano tutela con le norme del diritto dautore D.Lgs. n. 633 del 1941 SEGNI DISTINTIVI come marchio, ditta e insegna che trovano tutela con la registrazione e son disciplinati dal Codice della Propriet Industriale D.Lgs. n. 30 del 2005 INVENZIONI E INNOVAZIONI DI DESIGN come per lappunto le invenzioni, i modelli di utilit (serramenti, ecc) che trovano tutela tramite il deposito di un brevetto e son disciplinati dal D.Lgs. n. 30 del 2005 Con lespressione tutela della propriet intellettuale ci si riferisce allinsieme di diritti di carattere: morale, ovvero il riconoscimento personale di unopera, di uninvenzione o di un marchio ed un diritto personalissimo, irrinunciabile e non trasferibile; patrimoniale, ovvero linsieme dei diritti legati allo sfruttamento economico dellinvenzione ed un diritto trasmissibile.