Sei sulla pagina 1di 7

Modalit di iscrizione all'elenco pubblicisti dell'Albo

Premessa
Il Pubblicista, secondo l'articolo 1 (comma 4) della legge 3 febbraio 1963 n. 69, "colui che svolge attivit giornalistica non occasionale e retribuita, anche se esercita altre professioni o impieghi". L'articolo 35 della stessa legge indica le modalit di iscrizione nell'elenco dei pubblicisti e precisa che alla domanda devono essere allegati "i giornali e i periodici contenenti scritti a firma del richiedente e i certificati dei direttori delle pubblicazioni che comprovino l'attivit pubblicistica regolarmente retribuita da almeno due anni". L'articolo 34 del regolamento per l'esecuzione della legge professionale (Dpr n. 115/1965) precisa che "ai fini dell'iscrizione nell'elenco dei pubblicisti, la documentazione prevista dall'articolo 35 della legge deve contenere elementi circa l'effettivo svolgimento dell'attivit giornalistica nell'ultimo biennio". Il Consiglio dell'Ordine dei giornalisti delle Marche, fissando i criteri interpretativi per l'esame delle pratiche, ha stabilito che per "attivit giornalistica non occasionale" si intendono circa 70 articoli nel biennio e comunque non meno di 50. Nel caso di attivit con mensili, bimestrali, trimestrali, ecc. il Consiglio pu derogare dal numero sopra indicato se si tratta di una collaborazione particolarmente qualificata e di alto livello professionale. Per quanto riguarda la retribuzione il Consiglio dell'Ordine dei giornalisti delle Marche ritiene che la "non occasionalit" deve intendersi anche per i compensi che devono essere di almeno 750 Euro nel biennio. La retribuzione deve essere dimostrata con copia delle ricevute dei compensi percepiti nell'ultimo biennio. E' obbligatorio dimostrare che i compensi siano stati assoggettati a ritenuta d'acconto. Quando il biennio abbraccia periodi di tre anni fiscali, necessario allegare per i primi due la dichiarazione annuale dei compensi assoggettati a ritenuta d'acconto (dichiarazione che rilasciata dalle aziende come documentazione da inserire nella denuncia dei redditi). Nel caso l'attivit giornalistica non sia stata retribuita per colpevole inadempimento del Committente, il Consiglio dell'Ordine chiede la presentazione di una sentenza dell'autorit giudiziaria (che condanna l'inadempiente) oppure un verbale di conciliazione (che prende atto dell'omesso compenso) o una contestazione scritta alla societ inadempiente fatta con raccomandata ricevuta di ritorno (preludio di una azione civilistica di risarcimento). Gli articoli devono essere in maggioranza firmati. Per gli articoli o le corrispondenze siglate o non firmate indispensabile allegare alla domanda l'elenco sottoscritto dal direttore della pubblicazione, idoneo a dimostrare in modo certo la effettiva redazione degli articoli che devono essere identificati chiaramente sulle pagine dei quotidiani e dei periodici. In ogni caso gli articoli siglati o non firmati devono essere meno della met.

Il Consiglio dell'Ordine dei giornalisti delle Marche si richiama anche alla sentenza n. 11 del 1968 della Corte Costituzionale (giustamente attenta a evitare che il giudizio sulla qualit delle pubblicazioni prodotte sfoci in una forma larvata di censura ideologica) che non impedisce di analizzare gli effettivi requisiti giornalisti della produzione professionale posta a sostegno della domanda di iscrizione all'Albo.

Come si ottiene l'iscrizione (Collaboratori di giornali e periodici)


Per ottenere l'iscrizione nell'elenco pubblicisti (articolo 35 della legge n. 69 del 1963) indispensabile aver svolto, nell'ultimo biennio, collaborazioni giornalistiche continuative e retribuite con quotidiani, periodici, testate giornalistiche di emittenti radiotelevisive o testate telematiche, con articoli firmati dal richiedente. Sono esclusi i libri. L'aspirante pubblicista deve presentare: 1) domanda in carta da bollo da 14,62 euro (vedi fac simile); 2) autocertificazione relativa alla data e al luogo di nascita, alla residenza, alliscrizione nelle liste elettorali ed alla cittadinanza. Se la documentazione spedita per posta lautocertificazione deve essere accompagnata dalla fotocopia di un documento di identit (carta di identit o patente rilasciata dalla prefettura). Si richiama lattenzione degli interessati sulle responsabilit civili e penali cui si incorre in caso di dichiarazioni false e mendaci e di uso di atti falsi (art. 26 D.P.R. 403/98 art. 476/489 del c.p.) In base alla normativa comunitaria (art. 16 Legge 21 dicembre 1999 n. 526) che prevede lequiparazione tra residenza anagrafica e domicilio professionale, linteressato pu chiedere il trasferimento ad altro Ordine; 3) certificato penale. 4) breve curriculum professionale; 5) dichiarazione del direttore responsabile della testata su carta intestata della societ editrice che attesti la collaborazione pubblicistica regolarmente retribuita. La collaborazione deve essere relativa agli ultimi 24 mesi a partire dalla data di presentazione della domanda (vedi fac simile); 6) giornali degli ultimi 24 mesi ordinati secondo la successione delle date: sufficiente presentare il foglio intero del giornale (nel quale risultino per la testata e la data) evidenziando l'articolo. La collaborazione deve essere continuativa. Nel caso in cui si tratti di un periodico va presentata lintera rivista. Gli articoli, pi della met firmati, devono essere almeno 70 per i quotidiani (una media di tre articoli per ciascun mese) e comunque non meno di cinquanta; 7) fotocopia delleventuale contratto di collaborazione stipulato con la testata (o le testate) cui si collabora; 8) elenco completo degli articoli presentati (firmati, siglati, e non firmati). Per gli articoli siglati e non firmati va fatto un apposito elenco sottoscritto dal direttore responsabile il quale ne confermi la redazione (vedi fac simili);

9) documenti rilasciati dall' azienda editoriale, comprovanti la retribuzione percepita dal richiedente in maniera continuativa, cio a) modello riepilogativo di fine anno dei compensi rilasciato dall'azienda (art. 3 D.P.R.. 29-09-73 n. 600) con allegata la quietanza (o fotocopia convalidata dell'azienda stessa) del versamento della ritenuta d'acconto all'esattoria comunale competente per territorio, fatta sulla retribuzione del richiedente. b) in mancanza del modello riepilogativo (che, comunque, le aziende sono tenute a rilasciare, ai sensi del citato D.P.R. n. 600 per consentire l'annuale dichiarazione dei redditi), possibile presentare tutte le ricevute (almeno 3 o 4 per ciascun anno) con allegata la quietanza (o fotocopia convalidata dall'azienda) del versamento della ritenuta d'acconto fatto all'esattoria competente sulla retribuzione del richiedente. La documentazione dei compensi percepiti negli ultimi 24 mesi deve essere in regola con le norme fiscali in materia. Non sono accettate ricevute di pagamento per eventuali prestazioni di carattere non giornalistico o cumulative di prestazioni giornalistiche e non giornalistiche. In base alle disposizioni del Consiglio Nazionale dellOrdine ritenuto sufficiente un compenso per ogni singolo servizio non inferiore al 25% di quello previsto dal tariffario dellOrdine, oppure una retribuzione complessiva nel biennio di 750,00 Euro. In ogni caso il Consiglio dellOrdine valuta la congruit della retribuzione dichiarata dallaspirante pubblicista alla luce della documentazione prodotta, della conoscenza delle singole situazioni e delle eventuali opportune verifiche. Inoltre, il Consiglio dellOrdine valuta lidoneit della testata (o delle testate) e delle collaborazioni presentate. Non sono ammesse le collaborazioni svolte per testate dirette da iscritti nellelenco speciale; 10) matrice del versamento della tassa di Concessione governativa (art. 31 Regolamento della Legge 3.2.1963 n. 69) di 168,00 Euro effettuato sul c/c postale n. 8003 intestato Ufficio Registro tasse Roma - Concessioni governative (causale: iscrizione albi professionali); 11) 215,00 euro (110,00 per diritti di segreteria + 105,00 per quota annuale d'iscrizione) (art. 11 lettera h legge 3.2.1963 n. 69). Il versamento di questo importo potr essere effettuato nei seguenti modi: a) assegno circolare non trasferibile intestato allOrdine dei Giornalisti delle Marche; b) c/c postale n. 14300602 intestato Ordine dei Giornalisti delle Marche (causale: tassa iscrizione elenco pubblicisti) allegando fotocopia del versamento. Si precisa che la quota annuale valida per lanno in corso indipendentemente dal mese in cui avviene liscrizione. Le quote degli anni successivi devono essere versate, per evitare il pagamento di mora, entro 31 gennaio di ciascun anno. 12) due foto tessera; 13) consegnare firmato il modulo della scheda informativa (legge sulla privacy).

Allegato A
All'Ordine dei giornalisti - Consiglio Regionale delle Marche Via Leopardi n. 2 60122 ANCONA Il/la sottoscritto/a ___________ nato/a a ____________ il fiscale ____________ chiede ai sensi dell'art. 35 della Legge 3.2.1963 n. 69, l'iscrizione all'Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti. Ai sensi dellart. 3 della Legge 127/97 (Bassanini) dichiara sotto la sua responsabilit di essere cittadino italiano e di essere residente nel Comune di __________ (____) via __________ CAP ________. Il/la sottoscritto/a dichiara di essere consapevole delle responsabilit penali cui pu andare incontro in caso di dichiarazione mendace. Ai sensi dellart. 13 e dellart. 7 del D.Lgs. 196/2003, io sottoscritto/a esprimo il consenso previsto dalla citata normativa al trattamento dei dati che mi riguardano, per le finalit connesse alliscrizione allAlbo dellOrdine dei Giornalisti delle Marche nonch alla comunicazione ai terzi rientrati nellambito delle categorie di soggetti individuati dal medesimo come autorizzati al trattamento dei dati da me forniti. Con osservanza. Luogo e data ______________ Firma ______________ __________ codice

Recapiti telefonici:

abitazione ______/___________ ufficio ________/____________ cellulare ______/____________

Domicilio (se diverso dalla residenza) Comune di ___________ PROV. ________ via _________ n. _____ CAP _______
================================================================ In caso di cambiamento di residenza l'interessato tenuto a dare tempestiva comunicazione all'Ordine regionale dei giornalisti inviando l'autocertificazione o il nuovo certificato di residenza in carta semplice. ================================================================

Allegato B
Fac simile della dichiarazione del direttore su carta intestata della Societ editrice Il sottoscritto _______________ in qualit di direttore responsabile della testata giornalistica___________________ (indicare anche la periodicit) dichiaro che il Signor _________________nato a _________ il________ presta una collaborazione giornalistica dal _________ ad oggi ed stato regolarmente retribuito come risulta agli atti.

Luogo e data _________


Timbro e firma del Direttore responsabile

Allegato C
Elenco completo degli articoli presentati ____________________________________________________________________ numero data titolo pagina descrizione progressivo (*) _________________________________________________________________ 1 2 3 ecc.

(*)

F = Firmato S = Siglato NF = Non firmato

Allegato D
Elenco degli articoli siglati e non firmati

Il sottoscritto ___________ in qualit di direttore responsabile della testata giornalistica _____________ (indicare anche la periodicit), attesta che i seguenti articoli siglati e non firmati sono stati redatti dal Signor ____________ nato a ____________ il _________. In fede
Luogo e data _____ TESTATA __________

____________________________________________________________________ numero data titolo pagina descrizione progressivo (*) ____________________________________________________________________ 1 2 3 ecc.

(*)

S = Siglato NF = Non firmato

Timbro e firma del Direttore responsabile