Sei sulla pagina 1di 4

LETTERA ALLE FAMIGLIE

D E L L U N I T A P A S T O R A L E D I

CAPEZZANO P.re - MONTEGGIORI - S. LUCIA


Via Sarzanese 147 - Tel. 0584 914007 - 347 64 66 961 e-mail: parrocchia.capezzano@alice.it

Visitateci sul Sito Internet: chiesacapezzano.org

N 572

30 SETTEMBRE 2012
Marco 9,38-48

XXVI SETTIMANA DEL TEMPO ORDINARIO - LITURGIA DELLE ORE II SETTIMANA

NON SIAMO UNA SETTA


Poveri discepoli Dal Vangelo di domenica scorsa sono usciti proprio un po ammaccati! Ma se avete ascoltato con attenzione il brano di oggi, le cose non vanno poi molto meglio Maestro, abbiamo visto uno che scacciava demoni nel tuo nome e volevamo impedirglielo, perch non ci seguiva Qual il motivo che porta i dodici a prendersela con quel tipo che scaccia i demoni nel nome di Ges? E un peccatore pubblico? Si prende tutto il merito? Non fa le cose secondo gli insegnamenti del Maestro? No, niente di tutto questo, ma: perch non ci seguiva. La settimana scorsa eravamo davanti al protagonismo personale, ora a quello comunitario. Il cammino con Ges smaschera i discepoli non solo sul loro IO, ma pure sul NOI. Quanti fraintendimenti e povert quando il NOI viene sostituito alla Chiesa! Essa ha il suo centro in Cristo e rimanda a Lui, mentre il NOI porta ad una vuota e triste autocelebrazione. La comunit che pretende di essere seguita, si sostituisce al Risorto, non rimanda a Lui ma solo al proprio sterile protagonismo. Ecco allora che Ges propone la via della liberazione, il superamento dello scandalo cio dellinciampo - per essere suoi discepoli in pienezza. La prima liberazione dallessere inciampo per laltro, per i piccoli. La mia vita cristiana avvicina o allontana, appassiona o disgusta, incuriosisce o incupisce quelli che mi sono vicini? I miei famigliari, i miei amici, i miei compagni, che idea hanno del mio rapporto con Ges? La seconda liberazione dalla mano da tagliare che quella del nostro desiderio di possesso e di conquista, il piede da mozzare che quello che ci allontanano dai passi di Ges, locchio da cavare che quello che desidera e cerca lontano dalla logica del Vangelo.

LA POZZANGHERA
C'era una volta una piccola pozzanghera. Era felice di esistere e si divertiva maliziosamente quando schizzava qualcuno con l'aiuto di un'automobile. Aveva paura solo di una cosa: del sole. "E' la morte delle pozzanghere", pensava rabbrividendo. Un poeta che camminava con la testa sognante fin dentro alla pozzanghera con tutti e due i piedi, ma invece di arrabbiarsi fece amicizia con lei. "Buongiorno" disse, e la pozzanghera rispose: "Buongiorno!". "Come sei arrivata quaggi?" chiese il poeta. Invece di rispondere la pozzanghera raccolse tutte le sue forze e rispecchi la volta celeste. Parlarono a lungo del Grande Padre, la pioggia, e del fatto che la pozzanghera aveva tanta paura del sole. Il buon poeta volle farle passare quella paura. Le parl dell'incredibile vastit del mare, del guizzare dei pesci e della gioia delle onde. Le raccont anche che il mare era la patria e la madre di tutte le pozzanghere del mondo e che la vita della terra e del mare era dovuta al sole. Anche la vita delle pozzanghere. La sera abbracci il poeta e la pozzanghera ancora assorti nel loro muto dialogo. Alcuni giorni dopo, il poeta torn dalla sua umida amica. La trov che danzava nell'aria alla calda luce del sole. La pozzanghera spieg: "Grazie a te ho capito. Quando il sole mi ha avvolto con la sua tenerezza, non ho pi avuto paura. Mi sono lasciata prendere e ora parto sulle rotte delle oche selvatiche che mi indicano la via verso il mare. Arrivederci e non mi dimenticare". Un pezzo di carbone si sentiva sporco, brutto e inutile. Decise di diventare bianco e levigato. Prov diversi prodotti chimici e varie operazioni chirurgiche. Niente da fare. "C' soltanto il fuoco", gli dissero. Il pezzo di carbone si butt nel fuoco. Divenne una creatura luminosa, splendente, calda, irradiante, magnifica. "Ti stai consumando", gli dissero. "Ma dono luce e calore", rispose il pezzo di carbone, finalmente felice. Lasciati prendere dal sole e dal fuoco Di Dio. Splenderai come un astro del cielo sulle rotte dell'infinito.

PREGHIERA DEL CATECHISTA


Chiamato ad annunciare la tua Parola, aiutami, Signore, a vivere di Te, e a essere strumento della tua pace. Assistimi con la tua luce, perch i ragazzi che la comunit mi ha affidato trovino in me un testimone credibile del Vangelo. Toccami il cuore e rendimi trasparente la vita, perch le parole, quando veicolano la tua, non suonino false sulle mie labbra. Esercita su di me un fascino cos potente, che, prima ancora dei miei ragazzi, io abbia a pensare come Te, ad amare la gente come Te a giudicare la storia come Te. Concedimi il gaudio di lavorare in comunione, e inondami di tristezza ogni volta che, isolandomi dagli altri, pretendo di fare la mia corsa da solo. Ho paura, Signore, della mia povert. Regalami, perci, il conforto di veder crescere i miei ragazzi nella conoscenza e nel servizio di Te, Uomo libero e irresistibile amante della vita. Infondi in me una grande passione per la Verit, e impediscimi di parlare in tuo nome se prima non ti ho consultato con lo studio e non ho tribolato nella ricerca. Salvami dalla presunzione di sapere tutto, dall'arroganza di chi non ammette dubbi; dalla durezza di chi non tollera ritardi; dal rigore di chi non perdona debolezze; dall'ipocrisia di chi salva i principi e uccide le persone. Trasportami, dal Tabor della contemplazione, alla pianura dell'impegno quotidiano. E se l'azione inaridir la mia vita, riconducimi sulla montagna del silenzio. Dalle alture scoprir segreti della contemplativit, e il mio sguardo missionario arriver pi facilmente agli estremi confini della terra. Affidami a tua Madre. Dammi la gioia di custodire i miei ragazzi come Lei custod Giovanni. E quando, come Lei, anch'io sar provato dal martirio, fa' che ogni tanto possa trovare riposo reclinando il capo sulla sua spalla. Amen.

CALENDARIO DELLA SETTIMANA


DOMENICA 30 SETTEMBRE SANTE MESSE: A CAPEZZANO: ORE 7 - 9 - 11 A SANTA LUCIA: ORE 10 A MONTEGGIORI: ORE 18 GIOVEDI 4 ORE 21 - INCONTRO PER TUTTI GLI OPERATORI PARROCCHIALI SABATO 6 ORE 14,30 PULIZIA DELLA CHIESA ORE 15 INCONTRO PER I CRESIMANDI ORE 16,30 CONFESSIONI ORE 18 MESSA FESTIVA DOMENICA 7 SETTEMBRE SANTE MESSE: A CAPEZZANO: ORE 7 - 9 - 11 ORE 10 A SANTA LUCIA - ORE 18 A MONTEGGIORI N.B.- DURANTE LA MESSA DELLE 11 VERR CONFERITO IL MANDATO CATECHISTI

AI

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

OFFERTE PER I LAVORI DELLA CHIESA

200,00 Da B. G. in suffragio dei suoi defunti SONO TORNATI ALLA CASA DEL PADRE Lari Lea, Del Greco Moreno, DAlessandro Demetrio RITIRO SPIRITUALE P E R T U T T I

Nei giorni 4 5 - 6 7 Novembre, ci recheremo presso le Figlie di Nostra Signora, a Marina di Massa, per un tempo di riflessione e di preghiera. Vi invito ad essere presenti numerosi. Ci ritroveremo a Marina di Massa, domenica 4 Novembre, alle ore 18. Il rientro per il pomeriggio di mercoled 7 novembre. E bene comunicare, quanto prima, la propria adesione. - IL MANDATO AI CATECHISTI verr conferito la domenica 7 ottobre Durante la celebrazione della Messa delle 11 e saranno comunicati gli orari del catechismo per le varie classi, ma il primo incontro di catechismo, per tutti i gruppi, ci sar sabato 13 Ottobre, alle ore 16,30. Sono convocati anche i genitori, poi, alle ore 18, ci ritroveremo per la celebrazione della Santa Messa.