Sei sulla pagina 1di 17

INSERIRE QUI IL LOGO DEL COMUNE

COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE


Oggetto:
ELEZIONE DELL'UFFICIO DI PRESIDENZA DEL CONSIGLIO COMUNALE (ART. 16 COMMA 1 DELLO STATUTO).

Seduta del 17-07-09

Deliberazione N.

93

L'anno duemilanove il giorno diciassette del mese di luglio alle ore 10,15, previa convocazione e con losservanza delle formalit di legge, si riunito, nella consueta sala del Palazzo Municipale, il Consiglio Comunale, in sessione Ordinaria in seduta Pubblica sotto la presidenza di Dott. DI BIASE LICIO con lassistenza del Segretario Generale Dott. RUSSO LUCA FRANCESCO PAOLO, coadiuvato dal Prof. ADDARIO LUIGI - verbalizzante, Risultano presenti ed assenti il Sindaco e i Consiglieri come da elenco che segue: Avv. ALBORE MASCIA LUIGI ALESSANDRINI MARCO SOSPIRI LORENZO CHIAVAROLI FEDERICA FOSCHI ARMANDO BERGHELLA VINCENZO D'INCECCO VINCENZO RANIERI RENATO LERRI DOMENICO SALVATI ANDREA MARINUCCI LIVIO CAROLI ADELE PASTORE MASSIMO DI LUZIO AUGUSTO ARCIERI MASTROMATTEI DANIELA SABATINI ANTONIO BLASIOLI ANTONIO BALDUCCI ALBERTO D'ANGELO CAMILLO P P P P P P P P P P P P P P P P P P P FUSILLI GIANLUCA DEL VECCHIO ENZO DI PIETRANTONIO MORENO CORNELI FLORIO MASCI CARLO SANTILLI GIOVANNI VOLPE AMEDEO DI PINO SALVATORE BRUNO GIUSEPPE MAMBELLA MARCO DI MARCO MICHELE SULPIZIO ADELCHI DI NISIO FAUSTO Dott. DI BIASE LICIO DOGALI VINCENZO PIGNOLI MASSIMILIANO DI NOI VINCENZO DI IACOVO GIOVANNI DE CAMILLIS ROBERTO P P P A P P P P P P P P P P P P P P P

DIODATI GIULIANO MARCHEGIANI PAOLA Consiglieri presenti n. 39

P A

ACERBO MAURIZIO

Consiglieri assenti n. 2.

Sono inoltre presenti V.S.FIORILLI-RICOTTA-SELLER-DI SANTO PANZINO-ANTONELLI-CEROLINI FORLINIFILIPPELLO-DEL TRECCO-TEODORO-RENZETTI-CARDELLI-SECCIA. Il Presidente accerta che i Consiglieri presenti sono in numero sufficiente per deliberare. Sono presenti gli scrutatori Sigg.: D'INCECCO VINCENZO PASTORE MASSIMO SULPIZIO ADELCHI

IL CONSIGLIO COMUNALE Premesso che lart. 16 dello Statuto Comunale ai commi 1 2 3 4 e 5 recita: 1 Nella sua prima seduta, il Consiglio Comunale.., procede allelezione, nel proprio interno, dellUfficio di Presidenza composto da un Presidente e da due Vice Presidenti, di cui uno rappresentante della minoranza. 2 Allelezione del Presidente si procede con una prima votazione collegiale a scrutinio segreto a maggioranza dei 2/3 dei Consiglieri assegnati. In caso di esito infruttuoso, si proceder, sempre a scrutinio segreto, con votazione successiva a maggioranza assoluta dei Consiglieri presenti, da ripetersi ad oltranza ove si rendesse necessario. Prima dellinizio della votazione, il Presidente Consigliere Anziano dar comunicazione al Consiglio delle candidature pervenute secondo le modalit e nei termini sanciti dal regolamento. Ciascun Consigliere pu presentare le candidature. Con successive separate votazioni a scrutinio segreto, da tenersi ai sensi del comma 5 dellarticolo precedente, la maggioranza prima, e subito dopo la minoranza, procederanno, a maggioranza assoluta dei votanti, allelezione dei due Vice-Presidenti. Prima dellinizio di ciascuna votazione, il Presidente dar comunicazione al Consiglio delle candidature pervenute secondo le modalit e nei termini sanciti dal Regolamento. Ciascun Consigliere pu presentare le candidature. Con ulteriore votazione plenaria a scrutinio segreto ed a maggioranza assoluta dei votanti, il Consiglio designa quale dei due Vice Presidenti eletti ai sensi del comma 3 svolger stabilmente le funzioni vicarie del Presidente. Il Sindaco, pur partecipando alle votazioni per lelezione dellUfficio di Presidenza, non eleggibile ad alcuna carica dello stesso.

Visto il Regolamento vigente; Il Consigliere anziano d comunicazione della seguente candidatura pervenuta per la carica di Presidente del Consiglio: LICIO DI BIASE

Invita, quindi, gli scrutatori ad accomodarsi allUfficio di Presidenza ed il Segretario Generale a procedere alla chiamata dei Consiglieri per lelezione del Presidente con la precisazione che nel caso in cui nessun candidato abbia ottenuto la maggioranza di due terzi prevista da Regolamento, si proceder ad una seconda votazione sempre a scrutinio segreto, a maggioranza assoluta dei consiglieri presenti, da ripetersi ad oltranza ove necessario. Eseguita la prima votazione a scrutinio segreto ed effettuato lo spoglio si ottiene il seguente risultato proclamato dal Presidente: Consiglieri presenti n. 37 Votanti n. 37 Voti nulli n. 9 Schede bianche n. 11 Voti favorevoli n. 17 Il Presidente dichiara la prima votazione infruttuosa e si procede alla seconda. Eseguita la seconda votazione a scrutinio segreto ed effettuato lo spoglio si ottiene il seguente risultato proclamato dal Presidente: consiglieri presenti n. 36 votanti n. 36

voti nulli n. 1 schede bianche n. 2 voti favorevoli n. 33 Pertanto il Consigliere DI BIASE LICIO viene proclamato eletto Presidente del Consiglio Comunale avendo riportato la maggioranza dei voti ed assume la Presidenza ai sensi dellart. 40 comma 2 del D.Lgs. 267/2000. Successivamente ai sensi dellart.16 3 comma dello Statuto Comunale e dellart.1 comma 4 del Regolamento dellUfficio di Presidenza , relativi allelezione dei due Vice Presidenti, comunica che per la maggioranza pervenuta la seguente candidatura: PIGNOLI MASSIMILIANO Invita, quindi, il Segretario Generale a procedere alla chiamata dei Consiglieri di maggioranza. Eseguita la votazione a scrutinio segreto ed effettuato lo spoglio si ottiene il seguente risultato proclamato dal Presidente: Consiglieri presenti per la maggioranza n.25 Votanti n. 25 Schede bianche n. 1 Voti favorevoli n. 24 Pertanto il Consigliere PIGNOLI MASSIMILIANO viene proclamato Vice Presidente del Consiglio Comunale per la maggioranza. Quindi, il Presidente comunica che bisogna procedere allelezione del Vice Presidente in rappresentanza della minoranza per la quale pervenuta la seguente candidatura: DE CAMILLIS ROBERTO Invita il Segretario Generale a procedere alla chiamata dei Consiglieri di minoranza. Eseguita la votazione a scrutinio segreto ed effettuato lo spoglio si ottiene il seguente risultato: Consiglieri presenti per la minoranza n. 12 Presenti non votanti n. 1 (Sulpizio) Votanti n. 11 Voti nulli n. 1 Voti favorevoli n. 10 Pertanto il Consigliere DE CAMILLIS ROBERTO viene proclamato Vice Presidente del Consiglio comunale per la minoranza. Successivamente ai sensi del 4 comma dellart.16 dello Statuto Comunale si procede allelezione del Vice Presidente Vicario, fra i due vice presidenti eletti. Eseguita la votazione per schede segrete, previa chiamata da parte del Segretario Generale di tutti i Consiglieri presenti ed effettuato lo spoglio si ha il seguente risultato proclamato dal Presidente: Consiglieri presenti n. 34 Votanti n. 34 Voti nulli n. 2 Schede bianche n. 1 Hanno riportato i seguenti voti: Pignoli Massimiliano voti n. 24 De Camillis Roberto voti n. 7 Il Consigliere PIGNOLI MASSIMILIANO viene proclamato Vice Presidente Vicario. Indi IL CONSIGLIO COMUNALE

Visto lart.16 dello Statuto Comunale, che disciplina lelezione dellufficio di Presidenza del Consiglio Comunale; Dato atto che tale Ufficio composto da un Presidente e da due Vice Presidenti, di cui uno in rappresentanza della minoranza; Visto lart.1 del Regolamento dellUfficio di Presidenza del Consiglio Comunale; Visto il parere espresso ai sensi dellart.49 del D.Lgs. 267/2000, nonch le valutazioni espresse dal Segretario Generale ai sensi dellart.97 comma 2 del decreto legislativo 267/2000, come da scheda allegata; Richiamate le votazioni sopra riportate; Visto lart.42 del D.Lgs. 267/2000; DELIBERA Di eleggere lUfficio di Presidenza del Consiglio Comunale di Pescara nelle persone di: PRESIDENTE: consigliere DI BIASE LICIO VICE PRESIDENTE con funzioni vicarie consigliere PIGNOLI MASSIMILIANO VICE PRESIDENTE consigliere DE CAMILLIS ROBERTO Con votazione espressa con il sistema elettronico, con risultato accertato e proclamato dal Presidente con l assistenza degli scrutatori prima designati, come da scheda allegata: consiglieri presenti n. 32 presenti non votanti n. 3 (Marinucci-Lerri-Sospiri) votanti n. 29 voti favorevoli n. 29 IL CONSIGLIO COMUNALE Dichiara la presente immediatamente eseguibile.

Punto n. 5 allordine del giorno:

PRESIDENTE Pu riprendere il Presidente SOSPIRI, prego.

Elezione dellUfficio di Presidenza del Consiglio Comunale. (art. 16 comma 1 dello Statuto).

Presiede il Consigliere Anziano Lorenzo SOSPIRI PRESIDENTE Diamo conto delle candidature pervenute. pervenuta una sola candidatura che quella del Consigliere Licio DI BIASE. Consigliere ACERBO vuole intervenire sul punto? Prego Consigliere ACERBO ne ha facolt. ACERBO Come ho gi anticipato nel mio precedente, in uno dei miei precedenti interventi, ritengo molto grave che la coalizione di Centrodestra che ha vinto le ultime elezioni comunali non alla naturale scadenza del mandato, ma sullonda della, a mio parere, giustificatissima indignazione popolare per le inchieste che hanno coinvolto lAmministrazione Comunale di Pescara, e che ha fatto una legittima opposizione, durissima, legittima nel senso che era politicamente legittima, poi uno pu pensarla diversamente, ma sicuramente era legittimo condurre una campagna fortissima nei confronti di una maggioranza di Centrosinistra allinterno della quale cerano Amministratori raggiunti da avvisi di garanzia, e su questo ci sono stati Consigli Comunali epici, dichiarazioni di ogni genere eccetera, e che su questo abbia tra laltro tenuto, cosa che io ho apprezzato, non abbia tenuto il consueto atteggiamento berlusconiano, perch per il consueto atteggiamento berlusconiano voi avreste dovuto candidare a furor di popolo, come candidato del PDL Luciano DALFONSO, ma comunque la coerenza unopinione, essendo che per il Presidente del Consiglio i Magistrati sono, quando indagano quelli del PDL, dei mostri, di minorati mentali e dei comunisti, non so quali delle tre cose pi grave per il Presidente del Consiglio. Ora che dopo tutto quello che accaduto un esponente politico che tra laltro persona che io conosco da una vita, per cui non un fatto assolutamente personale nei suoi confronti, varrebbe nei confronti di chiunque altro si trovasse nella medesima situazione, e tengo a precisarlo, non una questione rivolta alla persona di cui presentata la candidatura, per questa persona sta nello stesso fascicolo di Guido DEZIO, di Luciano DALFONSO e degli altri Amministratori. Probabilmente tra due mesi, faccio il mio augurio, la Procura della Repubblica decider di archiviare quelle accuse, di ritenere il non luogo a procedere, benissimo, ma in questo momento per non cos, in qualsiasi paese europeo avanzato, non parliamo degli Stati Uniti dAmerica, chi sta in questa posizione fa un passo indietro. E credo che sarebbe per una coalizione come la vostra, che ci ha fatto tutta la campagna su questa cosa qui, un fatto di gravissima incoerenza e invece procedere alla votazione semplicemente per convenienze di coalizione e per trovare la quadra. Vuol dire che quello che avete detto in campagna elettorale purtroppo soltanto strumentale al prendere il consenso elettorale dei cittadini, come se voi voleste dire che gli avvisi di garanzia e le indagini sono gravi se riguardano unaltra coalizione, se uno cambia coalizione e sta con voi vanno bene, che un po come fanno quelli di Centrosinistra, che quando le inchieste riguardano BERLUSCONI sono giustizialisti, poi quando riguardano loro sono berlusconiani, e dicono, no i giudici si sbagliano. Io credo, proprio perch non sono mai stato giustizialista e sono un garantista, per io penso che il problema principale del fatto che lItalia lunico paese dellEuropa Occidentale dove siamo di fronte costantemente ad una corruzione sistemica, alla violazione sistematica delle regole, chiunque governi, deriva dal fatto che in Italia non ci sono quelle che i sociologi della corruzione chiamano barriere morali, cio i comportamenti che possono essere oggetto di malcostume eccetera non hanno una sanzione di qualche tipo. La prima sanzione che c che si fa un passo indietro, ovviamente per il periodo in cui il cittadino e il politico sono coinvolti dentro la macchina giudiziaria. Io vi voglio ricordare che la gran parte, quando voi qui invocavate il ritorno al voto, la maggior parte delle persone che sedeva in quella maggioranza aveva degli avvisi di garanzia, non aveva altro, tra laltra facevano parte della maggioranza anche alcuni che stanno legittimamente, perch fanno parte di una forza politica che si alleata, quindi una scelta politica, non che in questo ci sia niente di male, per non si capisce pi nulla. Lidea che diamo ai cittadini che certi temi li si sventola strumentalmente in campagna elettorale, ma che a queste cose non ci crede poi nessuno, e badate bene, questo non significa condannare chi ha un avviso di garanzia, ci mancherebbe, perch un avviso di garanzia pu venire a ognuno di noi, io ne ho ricevuto uno perch un miliardario pescarese diceva che lo

avevo diffamato per aver dichiarato che aveva avuto uno spropositato regalo di volumetria dalla vostra Amministrazione ai tempi di PACE, sempre con il voto dei DS e Margherita, state tranquilli, perch quando ci sono queste cose vi unite che una bellezza. E ho vinto la causa, nel senso che il Tribunale ha scritto che le parole di Maurizio ACERBO corrispondono al vero, lha scritto il Giudice. Tra laltro io non dico neanche per tutti i reati, ma qui gli avvisi di garanzia riguardano la stessa inchiesta che riguarda DALFONSO, DEZIO e tutti gli altri, e quindi io credo che state facendo un grave errore che danneggia la citt, perch la politica e gli accordi, i compromessi, sono giusti in democrazia, per ci devono essere dei limiti, ed esiste anche la coerenza. Voi avete condotto una campagna di un determinato tipo e dovreste essere coerenti rispetto a quella campagna. E allora, dopo quella campagna io credo che, come Consiglio Comunale di Pescara, dovremmo chiedere al Consigliere Licio DI BIASE che, come esperienza politica e competenza, credo che qui sia il veterano del Consiglio Comunale, abbia tutti i numeri per fare il Presidente del Consiglio Comunale, che lo faccia dopo che ha chiarito, speriamo positivamente ovviamente perch non auguriamo a nessuno di avere guai, per la sua posizione, rispetto allinchiesta in corso. Io credo che questo dovrebbe essere il metro sempre di comportamenti, e probabilmente tutti starebbero pi attenti ai loro atti, quando siedono in una sede istituzionale. Se invece lidea che diamo alla cittadinanza che la politica in Italia tanto un Circo Barnum, tanto finisce tutto a tarallucci e vino, non facciamo un servizio alla crescita della nostra democrazia e uno sviluppo civile anche della nostra citt. Per questo voter contro e invito tutti i Consiglieri Comunali, su queste cose non ci sono gli accordi, su queste cose ognuno responsabile di quello che fa, e se vota non dica lho votato perch me lo ha detto il mio partito, questa una scusa che sempre buona per non assumersi responsabilit, ogni cittadino secondo la costituzione, quando viene eletto responsabile del suo voto, io chiedo a tutti i Consiglieri Comunali di votare contro questa proposta, ovviamente auspicherei che fosse il collega Licio DI BIASE a toglierci dallimpaccio rispetto a questa situazione, perch qui davvero nessuno ce lha sul piano personale con lui, per credo che sia una questione di metodo fondamentale se vogliamo restituire alla cittadinanza abruzzese, che oramai per la maggioranza non ci va manco pi a votare, la fiducia che le Istituzioni democratiche funzionano bene.

PRESIDENTE Bene. Non ci sono altri iscritti a parlare, pertanto possiamo procedere con le operazioni di voto. Prego gli scrutatori, il Consigliere DI IACOVO si assentato, quindi va sostituito con il Consigliere SULPIZIO se ci fa questa cortesia, se gli scrutatori vengono al banco della Presidenza tornato, Consigliere DI IACOVO venga al banco della Presidenza. Segretario, proceda alla chiama per il voto. Prego scrutatori, procediamo allo spoglio. Cortesemente un po di silenzio.
Di Biase Schede nulle Schede bianche x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x

Proclamo lesito della votazione: Consiglieri votanti: Schede bianche Schede nulle Voti riportati dal Consigliere DI BIASE La votazione infruttosa.

37 9 11 17

Pertanto chiedo al segretario di procedere ad una nuova chiama. Specifico soprattutto per gli amici della stampa che nella prima votazione occorrono i due terzi, nella successiva votazione occorre la maggioranza. Devo sostituire lo scrutatore DI IACOVO che ha un impegno, se il Consigliere SULPIZIO in aula e mi aiuta. Prego Consigliere FUSILLI.

FUSILLI Signor Presidente, credo che la modalit di svolgimento della prima seduta dellassise comunale prevista dal Regolamento sfinisca un po tutti noi, nel senso che questa seduta continuativa non permette di dare, anche dal punto di vista dellattenzione, del decoro istituzionale, solo per la stanchezza, la giusta importanza, a tutte le fasi che nella prima seduta devono essere doverosamente espletate. Io credo che per, e non faccio commenti sullesito della votazione, lelezione del Presidente dellAssise civica sia un momento parimenti importante rispetto a quello dellapprovazione delle linee di mandato. evidente che il Partito Democratico considera in maniera differente, in questa consiliatura, latteggiamento da assumere nei confronti di chi ha la responsabilit del governo, un progetto ed unidea di citt, noi ne abbiamo uno alternativo, uno diverso, e quindi l, seppur lealmente, seppur laicamente, saremo distinti e distanti. Faccio riferimento per signor Presidente anche al suo intervento nella sua qualit di Consigliere Comunale, lei ha tenuto a ribadire come in questa nostra nuova avventura di rappresentanti dei cittadini di Pescara ci sar la centralit di questa Assise, la centralit dellassemblea comunale. Qui sono rappresentate veramente tutte le idee, in Giunta no, qui c chi la pensa in un modo e chi la pensa in un altro, legittimamente. Dalle sue parole questo deve essere il luogo del confronto democratico. Noi vogliamo dare fiducia a queste parole, ci vogliamo credere che chi deve presiedere questa assemblea deve realmente essere il Presidente di tutti, e vogliamo avere un atteggiamento parzialmente diverso rispetto a quello che laltra opposizione consiliare laltra volta ebbe nei confronti del candidato Presidente espressione, quella volta, della maggioranza consiliare. Certo, le considerazioni poste dal Consigliere ACERBO, e su questo prego un di pi di attenzione da parte del collega DI BIASE, chiedo un di pi di attenzione da parte del collega DI BIASE e anche del collega BRUNO, perch non ininfluente dal punto di vista della sensibilit istituzionale ascoltare quando gli altri colleghi intervengono. PRESIDENTE Consigliere FUSILLI mi attenda un attimo. Cortesemente Consiglieri occupate il vostro scranno ed ascoltate lintervento del Consigliere FUSILLI con il decoro che laula merita e con lattenzione che merita un vostro collega. Grazie. Consigliere FUSILLI completi il suo intervento. FUSILLI Concludo signor Presidente, certo stata posta una questione, autorevolmente, dal Capogruppo della Rifondazione Comunista Maurizio ACERBO. Attiene alla sensibilit del collega Consigliere DI BIASE prendere o meno in considerazione quella sollecitazione da parte del Consigliere ACERBO. Noi facciamo un ragionamento come Partito Democratico sulla istituzione, sullistituzione che presiede il Consiglio Comunale di tutti i pescaresi, non assumiamo responsabilit su chi candidato, quella attiene a chi lha espressa quella candidatura, per riteniamo che se questo deve essere il luogo del confronto, noi vogliamo dare un di pi di collaborazione, e quindi, a questa seconda votazione, fermo anche il principio del garantismo costituzionale a cui abbiamo fatto sempre riferimento e faremo sempre riferimento, e cio da una parte il principio di legalit, dallaltro quello della presunzione di innocenza, considerato che il Consigliere DI BIASE legittimamente eletto in questaula, ritengo che il Partito Democratico, a questa seconda votazione, nella speranza che questo gesto sia interpretato come volont di fare di questa assemblea il vero centro del confronto democratico di questa citt, voter per il Presidente candidato, lunico Presidente candidato.

PRESIDENTE Ha richiesto, un attimo solo Onorevole ACERBO, ha richiesto di parlare il Consigliere DE CAMILLIS per dichiarazione di voto? Prego. DE CAMILLIS Io solo per annunciare anche il mio personale voto al candidato Licio DI BIASE, che ritengo abbia le qualit e abbia la statura per guidare oggettivamente questa assemblea al di sopra degli schieramenti che, ad oggi, in questo momento, vedo un po in difficolt nella sua maggioranza. Comunque il mio voto favorevole a lui. PRESIDENTE Mi faceva notare il Consigliere DI LUZIO, Consigliere DE CAMILLIS, che il voto su questa votazione non palese ma segreto, per diciamo che la sua non stata una dichiarazione di voto ma ha palesato la volont politica del gruppo. Onorevole ACERBO lei gi intervenuto sullargomento. Ritiene che sia intervenuta una modificazione del suo pensiero? Del loro? Per il bene che le voglio. ACERBO Io prendo atto, molti cittadini di Centrosinistra in buonafede mi hanno chiesto come mai non ci siamo alleati alla Provincia e al Comune di Pescara con il Partito Democratico, credo che le ultime dichiarazioni rappresentino lennesima dimostrazione del fatto che ci sono due opposizioni in questo momento e non c pi il Centrosinistra unitario. evidente che quanto dichiarato dagli esponenti del PD, poi non ho capito se in quanto partito, perch mi sembra un po anarchico in questa prima seduta del Consiglio Comunale il comportamento del PD perch ognuno, dadaista, per davvero singolare che il primo momento di difficolt, tra laltro su una cosa seria della maggioranza che non vota compatta per il candidato designato, segno che una questione sentita, per cui delle persone hanno deciso, al posto di essere occasione per il Partito Democratico di dire vedete, siete divisi eccetera, come accaduto nei dieci anni della Giunta PACE, quando i vostri predecessori e capi hanno votato quasi tutti gli accordi di programma a favore dei palazzinari pescaresi, puntuali come un orologio, venite a dirci, da parte vostra coerente considerato il numero di indagati che avete, che la questione non importante. Io mi complimento con voi, e davvero penso che se questo il comportanto del Centrosinistra pescarese, gli amici che stanno dallaltra parte potranno governare, mi dispiace per me che sono di sinistra, ma per duecento anni, alla Provincia, al Comune e alla Regione, perch effettivamente, se questa una opposizione, c da preoccuparsi. In terzo luogo e chiudo, io temo un fenomeno, no, non temo, lo conosco, il fenomeno per cui Presidente, Presidente le voglio ricordare che questa una Regione in cui in questo momento, ai malati dializzati che pagano 200 grammi di pane quattro euro, perch non mangiano il pane che mangiamo noi, la Regione non in grado di pagargli il rimborso per il debito sanitario, e accade perch questa la Regione in cui ANGELINI e DEL COLLE, indagati per truffa nel 2003, la maggioranza allora di Centrodestra, perch sempre trasversale la cosa, decise in Consiglio Regionale di non costituirsi parte civile nei confronti di chi aveva truffato la Regione. E questa la Regione, il Comune, in cui in questo momento ci sono alla Procura della Repubblica dei procedimenti in atto per il fatto che abbiamo bevuto acqua contaminata da sostanze cancerogene, e da quel che mi risulta questo ente non si costituito ancora parte civile, presenter un ordine del giorno in tal senso. E allora, come dire, tanto non successo niente, allora prima di Centrodestra e Centrosinistra nella politica e nella vita ci sono altri confini ed altri schieramenti. Io non so chi siano, ma ringrazio i Consiglieri o le Consigliere di Centrodestra che per propria coscienza hanno ritenuto di pensarla come me e non hanno votato per questo Presidente. Esprimo la mia totale distanza per la posizione assunta dal Partito Democratico che mi conferma, nellopinione, che meritavate di perdere le elezioni alla Provincia e al Comune di Pescara.

PRESIDENTE Grazie Onorevole ACERBO. Consigliere DI NISIO lei ha chiesto di intervenire? Su quale argomento? Prego, cinque minuti. DI NISIO Un minuto. PRESIDENTE Un minuto, patto tra galantuomini. DI NISIO No, ma sono noto per la mia non prolissit. Io sono uscito, non ho partecipato alla votazione, sono uscito per un semplice motivo, e glielho anche confidato al Consigliere Licio DI BIASE, perch se fossi stato presente avrei avuto difficolt a non votarlo. E lo dico pubblicamente, ho grande stima e rispetto per la persona Licio DI BIASE, politicamente per cerano dei problemi, questo lavoro sporco lo ha fatto il collega ACERBO, ma certo che non mi sarei mai pensato di trovarmi spiazzato dalle dichiarazioni del Partito Democratico su questa vicenda. Il fatto che la maggioranza non sia stata coesa nel votare il Presidente del Consiglio non fa s che in questa aula si stia a giocare con i soldatini. Qui si sta facendo la politica e si deve rispettare il voto dei cittadini. Io ho sostenuto la candidatura di Marco ALESSANDRINI e ho sostenuto il suo programma, per a questo punto devo capire che forse le distanze, da qualcuno, le devo prendere. Grazie. PRESIDENTE Segretario proceda alla chiama, alla nuova chiama. Grazie. Consiglieri, cortesemente prendete posto, procediamo allo spoglio, liberate lo spazio della Presidenza.
Di Biase

x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x

Schede nulle

Schede bianche

Dichiaro lesito della votazione: Consiglieri votanti: Schede bianche Schede nulle Voti riportati dal Consigliere DI BIASE

36 2 1 33

Dichiaro eletto Presidente del Consiglio Comunale il Consigliere Licio DI BIASE che invito a prendere il suo posto , un attimo dopo aver dichiarato la votazione immediatamente esecutiva. Consiglieri, dovete sedervi, perch il Consiglio va avanti, non abbiamo terminato, e dobbiamo votare limmediata esecutivit. Prego Consiglieri prendete posto. Dichiaro aperta la votazione. Consiglieri presenti: 36

Voti favorevoli: 33 Voti contrari: 1 Voti astenuti: 0 Il Consiglio approva. Prego Presidente DI BIASE.

Presiede il Presidente Licio DI BIASE PRESIDENTE Prima di passare al prossimo punto allordine del giorno inevitabile che faccia un breve ringraziamento. Dico breve ringraziamento perch penso che dobbiamo darci anche delle regole in questa consiliatura, e penso che lessere brevi, lessere concisi, sia un fatto molto importante nei lavori consiliari. Questo sicuramente non priver il confronto del necessario metodo di lavoro, questa la sede del confronto, la sala consiliare il luogo deputato al confronto, per, come voglio essere breve io in questo saluto, cos spero che questa consiliatura si potr caratterizzare per interventi brevi nei nostri lavori. Ringrazio innanzitutto il Sindaco, ringrazio tutti i Consiglieri che mi hanno votato, i Consiglieri di maggioranza e i Consiglieri di minoranza, ringrazio i Consiglieri che non mi hanno votato perch sono comunque amici con cui lavoreremo insieme. Io voglio cogliere questa occasione per fare un augurio particolare ai tanti nuovi Consiglieri che sono presenti, per la prima volta, questa sera nellaula consiliare, e come ha detto il Consigliere Maurizio ACERBO io sono Consigliere quasi da un quarto di secolo, penso che essere Consiglieri da un quarto di secolo, anzi, essere amministratore di questo Comune da un quarto di secolo, a gennaio 2010 compir il mio venticinquesimo anno di presenza in questa Assise, mi porta sicuramente ad essere anche emozionato per ricoprire questo importante ruolo istituzionale. Sono diventato Consigliere Comunale nel gennaio del 1985, alla scomparsa del Sindaco Alberto CASALINI, ero il primo dei non eletti della Democrazia Cristiana, e sei mesi prima della fine della legislatura divenni Consigliere Comunale. Poi mi sono fermato per un anno, poi ci fu lannullamento delle elezioni di Collevecchio, rientrai nel 94 facendo lAssessore. Mi sono fermato lanno scorso, rientro adesso facendo il Presidente del Consiglio, e di questo sono veramente grato a tutti voi per avermi dato questa responsabilit che per me anche una crescita, una crescita politico-istituzionale, ma soprattutto la possibilit di mettere al servizio di questo Consiglio, al servizio di tutta lAmministrazione e della citt lesperienza maturata in quasi un quarto di secolo di amministratore comunale. Io, chi mi conosce lo sa, anche alcuni Consiglieri della minoranza, con cui magari ci siamo confrontati nel passato molte volte, anche i Consiglieri della minoranza sanno che io sono una persona estremamente equilibrata e moderata, e lequilibrio e la moderazione saranno le caratteristiche di questo mio mandato di Presidente, lequilibrio nella gestione dellaula, la moderazione nelle scelte dei momenti importanti, perch ci saranno momenti molto importanti allinterno di questo consesso. Sar il Presidente di garanzia istituzionale, di questo consiglio che ritengo centrale e luogo della democrazia. Ritengo la sala consiliare, laula consiliare centrale nella vita politico istituzionale di questa nostra citt, cos come ritiene questaula centrale il Consigliere Maurizio ACERBO, centrale e luogo del dibattito e della democrazia. Per voglio anche sottolineare un altro aspetto a cui tengo molto: senza abusare dei nostri poteri, come Consiglio Comunale, vorrei che questa aula consiliare, che questo Consiglio Comunale si caratterizzasse come luogo della percezione identitaria e memoriale della citt. Che cosa voglio dire con questo termine? Voglio dire che qui bisogna far emergere lidentit della nostra citt, ripeto, senza abusare del nostro ruolo di Consiglieri occupando spazi che spettano allesecutivo, per io ritengo che questo debba tornare ad essere il luogo in cui i cittadini pescaresi possano ritrovare il senso della loro appartenenza. Voglio chiudere questo mio breve intervento, perch come ho detto lintervento sarebbe stato breve con una frase che, in una delle mie tante ricerche sulla storia della nostra citt, una frase

che ho trovato che non ha nulla a che fare con la storia della nostra citt, che per voi sapete a me preme molto, tengo molto alla riscoperta e alla valorizzazione delle radici della nostra citt, una frase di Tolstoj che ci caratterizzer in questo lavoro: Se vuoi essere universale parla del tuo villaggio. Ecco, noi parleremo della nostra citt perch vogliamo appartenere a questo mondo globalizzato ma lo vogliamo fare con la nostra identit precisa. Grazie. Adesso dobbiamo procedere alla votazione dei due Vice Presidenti, uno della maggioranza e uno della minoranza, con due votazioni separate, prima voteranno i Consiglieri della maggioranza e poi i Consiglieri della minoranza. Per quanto riguarda le candidature, per la maggioranza pervenuta la candidatura di Massimiliano PIGNOLI, e per la minoranza di Roberto DE CAMILLIS. Dobbiamo richiamare gli scrutatori, PASTORE, DINCECCO, e SULPIZIO. Chi ha chiesto la parola? Il Consigliere DI MARCO.

DI MARCO Grazie Presidente. Io, in merito alla candidatura della opposizione, chiedo quali criteri sono stati valutati per la scelta del candidato alla Vice Presidenza del Consiglio, di opposizione. Mi devo rivolgere al Presidente. PRESIDENTE Ogni Consigliere libero di proporre la propria candidatura Consigliere DI MARCO. DI MARCO Io chiedo la valutazione della scelta. PRESIDENTE C una candidatura, c una candidatura che stata presentata qui. DI MARCO Con quali criteri. PRESIDENTE Non ci sono criteri Consigliere DI MARCO, lei pu candidarsi. DI MARCO C un accordo? C una valutazione di merito? PRESIDENTE Consigliere DI MARCO, questo lo sa lei che fa parte di un raggruppamento DI MARCO No, lei deve chiedere al candidato, a chi si candida. PRESIDENTE Lufficio di Presidenza ha ricevuto la candidatura di DE CAMILLIS per la minoranza e di PIGNOLI per la maggioranza. DI MARCO Io non ho nulla contro lamico DE CAMILLIS, abbiamo condiviso dal 2000 delle scelte politiche dove io mi sono affacciato e lui, con la candidatura alla Regione, nel Centro Sinistra, quindi solo e semplicemente conoscere la motivazione. PRESIDENTE

ACERBO.

ACERBO No, volevo informare il collega DI MARCO che evidente che il Partito Democratico, e la lista Citt Ponte, non so come si chiama, si sono messi daccordo per candidare, per la loro opposizione, il collega DE CAMILLIS. Dato che non ce lhanno chiesto, personalmente io non lo voter, spero che non lo voti manco lItalia dei Valori visto che vi tengono talmente in considerazione che non vi hanno manco chiesto se lo dovevate votare o meno, ma in secondo luogo non lo voter perch non ho capito se il Partito Democratico fa parte della maggioranza o della minoranza. E quindi mi regoler di conseguenza, io non voter, pur stimandolo lamico PIGNOLI, cos come non voter lamico DE CAMILLIS. Mi pare che ci sia gi, che comincia a serpeggiare unidea ben precisa che quella che io avverso di pi nella politica, e quindi ovviamente non potr che votare contro, dopo averlo fatto rispetto a Licio DI BIASE e me ne dispiace, non potr che votare contro la proposta del PD e di Pescara Citt Ponte, si chiama cos, e ovviamente PIGNOLI non te la prendere, voter contro anche la tua proposta. Comunque andate benissimo, siete una larga maggioranza, qualcuno dovr pur fare opposizione, quindi mi attrezzer. PRESIDENTE BLASIOLI. BLASIOLI Solo per qualche intervento chiarificatore in merito alla richiesta di Michele DI MARCO, e anche apprezzando il suo invito alla brevit. Roberto DE CAMILLIS certamente non lo scopriamo oggi, anche lei Presidente ha condiviso molte battaglie con lui, molti anni in questo Consiglio Comunale. Il nostro atteggiamento oggi di votare Roberto DE CAMILLIS, da parte mia parlo personalmente, naturalmente, perch lo ritengo una persona capace, valida, con esperienza, con la giusta dose di schiettezza e con la giusta capacit di collaborare in un Ufficio di Presidenza per la buona riuscita di questo Consiglio Comunale. Grazie. PRESIDENTE La parola a FUSILLI. FUSILLI Grazie signor Presidente. Sempre sul tema dellelezione del Vice Presidente di opposizione, si presentata una candidatura qualificata, poi i componenti del Partito Democratico decideranno nella loro libera autonomia se scegliere o meno quel candidato, prendiamo atto che il collega ACERBO ha deciso di non votarlo, per io voglio lasciare agli atti questo intervento, perch giusta in politica la distinzione, la polemica, evidente che tra il Partito Democratico e il Partito della Rifondazione Comunista c una distanza, una evidente distanza. Per bisogna anche essere corretti, non bisogna interpretare. Noi abbiamo scelto in questa seduta di distinguere la giusta opposizione al Governo della citt rispetto alla centralit dellAssise civica, al quale abbiamo riconosciuto un di pi di sacralit pur rinvenendo, nelle sottolineature del collega ACERBO, un tema di seriet che atteneva alla persona del candidato e alle sue garanzie. E quindi mantenendo questo atteggiamento di considerare, lo diceva anche il collega SOSPIRI, lassise civica luogo reale del confronto democratico, accogliamo con favore a norma di Regolamento, la candidatura del Vice Presidente di Minoranza Roberto DE CAMILLIS che ha esperienza adeguata a svolgere questa importante funzione. PRESIDENTE Bene, se non ci sono altri interventi passiamo alle votazioni. Richiamo qui gli scrutatori, SULPIZIO, PASTORE, DINCECCO.

Iniziamo dalla maggioranza, che ha come candidato alla Vice Presidenza PIGNOLI. Procediamo allo spoglio.
Pignoli

x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x 24 01

Schede Bianche

Voti riportati dal Consigliere PIGNOLI Schede bianche

PIGNOLI eletto Vice Presidente. Procediamo allo spoglio della votazione del Vice Presidente della minoranza. Adesso passiamo alla votazione del Vice Presidente della minoranza, candidato Roberto DE CAMILLIS.
De Camillis

x x x x x x x x x x x

Schede Nulle

Il risultato dellelezione del Vice Presidente di Minoranza Voti riportati dal Consigliere DE CAMILLIS Schede nulle DE CAMILLIS eletto Vice Presidente. Adesso dobbiamo procedere, a norma dello Statuto, allelezione del Vice Presidente Vicario Permanente. Bisogna votare o per PIGNOLI o per DE CAMILLIS per decidere chi il Vice Presidente Vicario Permanente. Adesso bisogna rivotare, invito i Capigruppo allattenzione. Iniziamo la votazione per il Vice Presidente Vicario Permanente. Consiglieri in aula, per cortesia, iniziamo la votazione. Segretario, prego. Procediamo allo spoglio.
Pignoli

10 01

x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x

De Camillis

Schede Nulle

Schede Bianche

Diamo il risultato della votazione: PIGNOLI: DE CAMILLIS: Schede bianche: Schede nulle: 24 7 1 2

Vice Presidente Vicario Massimiliano PIGNOLI. Votiamo limmediata esecutivit dellUfficio di Presidenza, dellatto nel suo complesso. Consiglieri, prendete posto. La votazione aperta. La votazione chiusa. Comunico il risultato della votazione: Consiglieri presenti: 32 Voti favorevoli: 29 Voti contrari: 0 Voti astenuti: 0 Latto immediatamente esecutivo. Adesso abbiamo un ordine del giorno, un ordine del giorno presentato, primo firmatario Moreno DI PIETRANTONIO. Lordine del giorno recita: Iniziative contro lordinanza parcheggi sul marciapiede della riviera nord. Siccome so che il Consigliere DI PIETRANTONIO ha presentato anche una mozione, e siccome massimo entro una decina di giorni terremo un Consiglio, io prego, data limportanza dellargomento, prego il Consigliere Morendo DI PIETRANTONIO di ritirare lordine del giorno cos nel prossimo Consiglio discuteremo direttamente della mozione, avendo pi tempo a disposizione. La parola al Consigliere DI PIETRANTONIO.

DI PIETRANTONIO Grazie Presidente. Raccolgo linvito, anche perch oggi credo che insomma, la giornata stata abbastanza impegnativa e pesante, per tutti, e siccome il Presidente mi ha gi comunicato che il 27, luned 27 PRESIDENTE S, stiamo lavorando per questa data, comunque non possiamo andare oltre. DI PIETRANTONIO Probabilmente luned 27 avremo il Consiglio Comunale, di sera, possibilmente, lordine del giorno gi stato depositato sotto forma di mozione, e quindi sar la prima mozione, la discuteremo come primo punto allordine del giorno, quindi raccolgo linvito e rinviamo al 27. PRESIDENTE Bene, ringraziamo il Consigliere DI PIETRANTONIO. Consigliere ACERBO. ACERBO Solo una richiesta. Siccome allinizio del Consiglio Comunale avevo sottoscritto lordine del giorno, visto che non pi un ordine del giorno dellopposizione, vorrei pregare di ritirare la mia firma dallordine del giorno, nel prossimo Consiglio ne presenter uno dellopposizione, ovviamente con le firme dei pochi Consiglieri di opposizione di questo Consiglio Comunale. PRESIDENTE Ringraziamo anche il Consigliere ACERBO. Io vi auguro buona serata e ci vediamo al prossimo Consiglio. Buonasera a tutti.
INCLUDERE QUI IL CORPO DEL DOCUMENTO

Di quanto innanzi si redatto il presente verbale, che viene firmato dal Presidente, dal Segretario Generale e dal Verbalizzante. Il suesteso processo verbale di deliberazione verr sottoposto, previa lettura, allapprovazione del Consiglio Comunale, in successiva seduta. IL PRESIDENTE F.to Dott. DI BIASE LICIO IL VERBALIZZANTE IL SEGRETARIO GENERALE

F.to Prof. ADDARIO LUIGI

F.to Dott. RUSSO LUCA FRANCESCO PAOLO

Per copia conforme alloriginale. IL FUNZIONARIO RESPONSABILE Pescara, l _____________________________

A seguito di conforme attestazione delladdetto alle pubblicazioni, si certifica che copia della presente deliberazione stata pubblicata allAlbo Pretorio dal al..e che contro di essa non sono state prodotte opposizioni. IL FUNZIONARIO RESPONSABILE Pescara, l_____________ ___________________________

SI DICHIARA LA PRESENTE ESECUTIVA a seguito di pubblicazione allAlbo Pretorio per 10 giorni consecutivi dal 17-07-2009 senza opposizioni ai sensi e per gli effetti dellart. 134 3 comma D. Legislativo del 18 agosto 2000 N. 267. IL FUNZIONARIO RESPONSABILE Pescara, l_____________ COMUNE N. _______________ di prot. DI ___________________________ PESCARA Pescara, l ________________ AllUfficio ______________________ FASCICOLO UFFICIO ______________________ AllUfficio ______________________ per i provvedimenti di competenza. IL FUNZIONARIO RESPONSABILE _________________________

Atto di Consiglio Comunale n.

93 del 17-07-2009 - Pag. 16 - COMUNE DI PESCARA

Atto di Consiglio Comunale n.

93 del 17-07-2009 - Pag. 17 - COMUNE DI PESCARA