Sei sulla pagina 1di 4

Come la luna sui maccheroni

Saprete anche voi che c chi sostiene che lintera faccenda delluomo sulla luna sia tutta una messa in scena, e le fotografie e i filmati degli astronauti nientaltro che degli abili fotomontaggi. La questione mi interessava, visto che in passato ho lavorato per lente spaziale statunitense, quindi sono andato in cerca di prove e di notizie di prima mano, per vedere da che parte stava la verit. Ma la realt, come al solito, supera di gran lunga la fantasia. Scoprii, s, dei fatti che non quadravano, ma di portata ben pi vasta rispetto a qualche stupido fotomontaggio di foto lunari o ad un fantascientifico complotto governativo. Infatti, dopo anni di studi e di ricerche su documenti segreti sono giunto alla scioccante conclusione che la luna fatta di formaggio. Tutti voi penserete che io sia un pazzo o un mitomane. Farei lo stesso al vostro posto, se non fosse che la quantit di prove a sostegno della mia ipotesi strabiliante. Vi siete chiesti, ad esempio, com possibile che da quando luomo osserva il cielo nessuno abbia mai visto cadere un meteorite sulla luna formando un sia pur piccolo buchetto? Eppure la superficie lunare costellata da milioni di crateri di tutte le dimensioni. Sembra improbabile che tutto dun colpo le meteoriti abbiano deciso di schivare il nostro satellite come fosse un appestato. Eppure la spiegazione semplice, talmente semplice che la conosce qualunque bambino svizzero di prima elementare. Pensateci un attimo. Cos quella cosa rotonda e piena di buchi, e i cui buchi non sono provocati dalla caduta di meteoriti? Una forma di formaggio Emmenthal, sento rispondermi in coro. Ebbene, s, proprio cos. La luna non altro che unenorme sfera di ottimo emmenthal. Almeno cos sostengono gli scienziati svizzeri. La maggioranza degli scienziati francesi sostiene invece che si tratti di una forma di groviera; per anni ci fu una disputa accesa tra le due opposte fazioni. In realt la crosta lunare composta in percentuale quasi uguale dei due formaggi, come hanno rivelato le moderne immagini a raggi x e ultravioletti. Poi, a seconda dellirraggiamento solare, della stagionatura o dellopera dei batteri da questi due formaggi originari traggono origine tutte le altre variet. Dove lirradiazione solare maggiormente elevata si producono i formaggi molli, come lo stracchino; allombra dei crateri si producono formaggi a pasta soda,

come il taleggio, il latteria o il formaggio olandese. Ai poli, dove si raggiungono temperature bassissime, con il passare dei millenni si sono prodotte vaste riserve di grana padano e parmigiano reggiano. Le immagini dei satelliti artificiali hanno confermato lesistenza di una vivace attivit vulcanica, che si manifesta con immense colate di gorgonzola. E non pensiate che ci che vi dico costituisca una grossa novit; in effetti, sin dagli inizi dellOttocento gli astronomi sollevarono lipotesi che la luna potesse essere costituita interamente da buon formaggio. Le analisi spettroscopiche dellepoca confermarono la teoria; poi, per un motivo o per laltro, la cosa fin nel dimenticatoio. Attorno al 1950 tale storia fu rispolverata da alcune multinazionali del formaggio, le quali per risolvere la crisi del settore pensarono di finanziare il grandioso progetto che avrebbe portato luomo a sfruttare quellimmensa risorsa alimentare sospesa sopra le nostre teste. Guarda caso agli albori dellastronautica, prima delle missioni umane, vennero lanciate parecchie capsule con a bordo topi, cavie e criceti. Logico, direte: sono i classici animali da laboratorio. Certo, ma non sono stati scelti per questo motivo. Sono stati impiegati i roditori proprio perch, come tutti sanno, sono estremamente ghiotti di formaggio. Dopo un certo periodo inizi la progettazione e la costruzione dei primi missili adatti a portare luomo nello spazio. Per motivi di concorrenza e di mercato lo scopo reale delle missioni fu tenuto nascosto, cos ai finanziatori e allopinione pubblica furono addotte motivazioni di tipo scientifico, mentre in realt si trattava della pi grande mossa commerciale che la storia ricordi. Lidea era quella di svelare il tutto a missione riuscita, ma poi si mise di mezzo il destino. Innanzitutto per un disguido tecnico la data di allunaggio fu fissata per il 21 luglio, anzich per il previsto 4 di maggio. Questultima data era stata infatti stabilita per motivi simbolici, visto che gli italo-americani chiamavano questa data il formaggio. Tra laltro maggio si trovava anche nella stagione giusta, nella quale sullemisfero visibile della luna non fa n troppo caldo n troppo freddo. Invece lallunaggio del 21 luglio 1969 fu un disastro. Per un lieve errore di rotta il modulo di sbarco si trov ad atterrare su una palude di gorgonzola molliccio e maleodorante, anzich sul previsto altopiano di formaggio grana. I malcapitati astronauti si ritrovarono ad avanzare a fatica, affondando con gli scarponi in una putrida melma di gorgonzola. A causa della terribile estate lunare i miasmi ammorbanti del formaggio penetravano oltre gli strati multipli delle tute.

Ho avuto occasione di vedere le foto originali di quella prima missione: vi garantisco che non erano cosa adatta ai deboli di stomaco, con gli astronauti inzaccherati da capo ai piedi di formaggio sciolto andato a male. Potete cos facilmente immaginare che le foto che noi conosciamo di quella prima escursione sono state fatte sulla Terra in studi appositamente allestiti, ed stato ritenuto opportuno anche in seguito che la gente continuasse a credere nella vecchia Luna fatta di rocce e di sabbia. Adesso capirete perch quando si fanno le foto si dice cheese, che in inglese vuol dire formaggio. Di solito si pensa che sia semplicemente una parola buffa per far sorridere i soggetti da fotografare; in realt lusanza trae origine da quegli astronauti che dovevano fare le false foto della luna, in mezzo a rocce di polistirolo e sabbia per gatti; ed ovviamente ridevano a crepapancia per la comicit della situazione, ripetendo spesso la parola cheese. Tanti si chiedono, ad esempio, perch uno dei tre astronauti della prima missione non sceso sulla luna assieme agli altri. Chi avrebbe accettato il rischio di volare per trecentomila chilometri allandata ed altrettanti al ritorno per poi non mettere nemmeno piede sul nostro satellite, perdendo lunica occasione della sua vita? Molto semplice, lastronauta in questione soffriva di unintolleranza congenita al formaggio e ai latticini. Per motivi analoghi sono state impiegate pochissime donne astronauta, e per di pi in tempi recenti. Che donna, infatti, avrebbe sopportato di vivere per giorni e giorni nello spazio angusto di una capsula spaziale, in unatmosfera satura delle esalazioni formaggesche di altri due o tre puzzolentissimi astronauti? Che donna avrebbe sopportato quella terribile dieta a base di latte acido e formaggi liofilizzati, senza contare tutti gli assaggini di campioni lunari che lavrebbero attesa quando fosse giunta a destinazione? Ecco anche il perch della famosa quarantena a cui venivano sottoposti gli astronauti, durante la quale dovevano stare chiusi ermeticamente in una specie di incubatrice, osservando da un piccolo obl il mondo intero che festeggiava la riuscita della loro impresa. Che essere umano pensate infatti che potesse sopportare la vicinanza e il fetore di quegli eroi dagli organismi traboccanti di formaggio? Senza contare che con la differente forza gravitazionale tutte le puzze lunari qui sulla Terra vengono moltiplicate per sei. Cos giungiamo ai nostri giorni. La tecnologia ha fatto passi da gigante, finch attorno agli anni Ottanta sono stati prodotti gli Shuttle, le meravigliose astronavi che tutti quanti conosciamo. Le loro capienti stive ne fanno delle immense formaggere spaziali; infatti, secondo lintento originario dovrebbero trasportare grossi carichi di

formaggio grattugiato, che poi sulla Terra verrebbe trasformato in tonnellate di creme da spalmare, formaggini e sottilette. Pare che gi da diversi anni alcune industrie stiano smerciando partite di formaggio proveniente dallo spazio, a livello ancora sperimentale. Poi, quando lumanit sar pronta, il segreto sar svelato e la quotazione del formaggio lunare salir letteralmente alle stelle. Chiss, forse voi stessi, senza saperlo, vi siete mangiati un pezzetto di luna, grattugiata sui maccheroni di ieri. Per questo erano cos buoni Essendo portato per gli affari ho fondato una societ, la Flash Gorgonz, che dovrebbe produrre lomonimo formaggio. Tra laltro non spendo una lira in pubblicit, dato che usufruisco della pi grande insegna luminosa del mondo, che potete vedere anche voi nelle notti serene. Ho pure messo in vendita una parte delle azioni; se vi sbrigate, potrete anche voi avere una fetta dei formag pardon, degli incassi. Mi sembra gi di sentire nellaria lodore dei soldi. O che non sia solo puzza di formaggio? Professor Bizzarro (b)bizzarryght Professor Bizzarro bizzarro@bazardelbizzarro.net www.bazardelbizzarro.net

Interessi correlati