Sei sulla pagina 1di 36

Quindicinale Anno XXXIV

12.09.2012
Numero

601
periodico di attualit dei comuni di alano di piave, quero, vas, segusino

Fener Caput mundi? - pag. 1 Festa del cidet - pag. 2-3 Quero: 2 festa di fine estate - pag. 6 Bruno Zanolla, Consigliere di Veneto Sviluppo - pag. 8 Gita a Sabbioneta & Mantova per la Pro Loco di Fener - pag. 9 Ciao, avvocato! - pag. 10
http://digilander.libero.it/tornado
Tassa pagata/Taxe Perue/Ordinario Autorizzazione Tribunale BL n. 8 del 18/11/80

Chiuso in redazione il 03.09.2012


Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in A. P. - D.L. 353/2003 - (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art.1, comma 1, DCB BL

ALMOLIN tODOVErtO
RIstORANte-PIzzeRIA

Per rinnovare la tua casa S.N.C.

di Todoverto Paolo & C.

imbiancature interni - esterni termocappotti - spatolati


AlAno di PiAve via Caduti e dispersi in Russia Tel. 0439.779208 - Cell. 348.7346084

Statale Feltrina, 25 - Quero (BL) NOVIT: ABBIGLIAMENTO

Jger sport

BIMBO/A da 0 a 14 anni

SPECIALIt PESCE
Piazza dei Martiri, 13 - tel. 0439.779129
- ChiuSo il MARTed -

ALANO DI PIAVE

Abbigliamento: Running, caccia, trekking, completi sci e accessori MARchI: SAucONy - NIcO - AST - GREAT EScApES - KARpOS MARchI cAccIA: cBc - uNIVERS DAL MARTED AL SABATO 9.00-12.30/16.00-19.00 chIuSO IL LuNED

per ulteriori informazioni tel. 347 6631699

termoidraulica

gierre
di Gallina E. & Rizzotto P. snc 32031 alano di PiavE (bl) - Via Antonio Nani, 14 E-mail: termoidraulica.gierre@virgilio.it

Edoardo cell. 335.5958833

Paolo cell. 347.7091740

il tornado Sede: via J. Kennedy - 32031 FeneR (Belluno). direttore responsabile: Mauro Mazzocco. redattori: Sandro Curto, Silvio Forcellini. collaboratori: Alessandro Bagatella, Francesco dal Canton, ivan dal To, Gianni de Girardi, Antonio deon, Foto Comaron, Fotocolor Resegati, Silverio Frassetto, ermanno Geronazzo, Cristiano Mazzoni, Sergio Melchiori, Antonio Spada, Andrea Tolaini. abbonamenti: italia Abbonamento annuale (18 numeri) 20,00 estero Abbonamento annuale (18 numeri) 50,00. Labbonamento pu essere sottoscritto o rinnovato nei seguenti modi: 1- versando la quota sul c/c postale n. 10153328 intestato alla PRo loCo di FeneR; 2- pagando direttamente ad uno dei nostri seguenti recapiti: negoZio da milio - Alano; gelateria due valli - Fener - bar Jole - Fener; mauro maZZocco - Quero; alessandro bagatella - Quero; bar piave Carpen - locanda solagna - vas; antonio deon - vas; bar bollicine - Scalon; baZar di a. verri - Segusino.

cronaca

Fener caput mundi?


di Silvio Forcellini
Il titolo, lo ammetto, decisamente esagerato, per mai come in questi mesi estivi la frazione stata teatro di un numero cos elevato di interessanti iniziative. Ce nerano davvero per tutti i gusti, e questo grazie allimpegno e alla fantasia della Pro Loco di Fener, dellassociazione Libero Pensiero di Alano, del Tennis Club Tegorzo e del Moto Club La Marca Trevigiana, senza dimenticare le proposte di locali pubblici come la Gelateria Due Valli di Eva Paset e il Kangur Bar di Cinzia Canal che hanno anchessi contribuito a movimentare le serate feneresi. Tra la fine di giugno e i primi di luglio il Parco del Piave stato teatro della festa brasiliana e delle due prove degli Assoluti dItalia di enduro (di cui abbiamo gi parlato nei precedenti numeri). Poi, fino alla fine di luglio, stato il calcio a farla da padrone con il 22 torneo di Fener - trofeo Il Tornado - Memorial Mario Durighello, riproposto dopo cinque anni di assenza (e di cui ci occupiamo in altra parte del giornale). Ma la novit pi rilevante, frutto della collaborazione tra Pro Loco di Fener e Libero Pensiero che mi auguro possa continuare a lungo, stata la rassegna Summer on the Riverside che ha portato finalmente ad un utilizzo pi consono di uno spazio come il Parco del Piave che molti, altrove, ci invidiano. Qui si passati dal cinema (su tutte, la proiezione di This must be the place del regista Paolo Sorrentino con uno strepitoso Sean Penn) al teatro (con le Farine Fossili a proporre Il naso, liberamente tratto da un racconto di Gogol), dalle prove di tiro istintivo con larco tradizionale allarrampicata su parete di roccia artificiale (il tutto sotto locchio vigile di valenti istruttori), dalla serata in compagnia dellalpinista Francesco Gherlenda e delle sue avventure di montagna a svariati appuntamenti musicali culminati, dal 31 agosto al 2 settembre, con la seconda attesa edizione del Reset, purtroppo disturbata dalla pioggia. Il Parco del Piave, poi, stato utilizzato - su concessione della Pro Loco - da alcune scolaresche e da una comitiva di disabili. Non stata dimenticata neppure Piazza Dante, che stata il palcoscenico della Festa in Piazza proposta sempre dalla Pro Loco, con le pizze appena estratte dal forno a legna viaggiante di Mirco, il coinvolgente spettacolo di strada, a met tra il cabaret e il mangiafuoco, di Wanda Circus e la tradizionale estrazione della tombola, i cui 500 euro del primo premio sono stati vinti da Fortunella Bogana e subito devoluti interamente per scopi sociali: e bravo el fagotn biondo (che mi dicono essere anche il sindaco di Alano, ma le cui opere al momento mi sfuggono) Il campo da tennis dellHotel Tegorzo, infine, ha ospitato per il 40 anno consecutivo (che probabilmente un record per la provincia di Belluno) il torneo di singolare maschile con 32 partecipanti provenienti sia dal Bellunese che dal Trevigiano, torneo un tempo intitolato a Nino Sommariva e ora a Bepi Ceccotto e valido per il 7 trofeo Ruggeri. La vittoria andata al domenicano Edison Martinez, che in una finale non molto combattuta ha superato il plurivincitore del torneo Sandro Silvestrin per 6/4 6/2. In semifinale Martinez aveva battuto Enrico Arduini per 6/1 6/2, Silvestrin Cesare Franceschin per 6/4 6/1. Entrambi gli sconfitti sono per giovani molto promettenti. Si arrestata ai quarti, invece, la corsa dei vecchi marpioni Curzio Coden e Gianvittorio Faoro. Ma non stata solo lestate fenerese a riservare interessanti appuntamenti, stato lintero Basso Feltrino a offrire svariate occasioni di svago, tutte di notevole livello. Tra queste mi piace ricordare Voci Suoni Emozioni dal Massiccio del Grappa, rassegna artistica e culturale nei luoghi pi suggestivi delle nostre montagne sostenuta dalle Pro Loco di Alano, Fener e Seren del Grappa. Al suo interno, tra le altre cose, i concerti di Leo Miglioranza e Luigi Maieron; il concertospettacolo di Leo Miglioranza e Luca Turchetto sul tema della Grande Guerra e dei recuperanti; la mostra fotografica itinerante a cura del Fotogruppo; il filmato sulle bellezze del Grappa - con lillustrazione del territorio sotto diversi profili - a cura della professoressa Serena Turrin. Assolutamente degna di nota anche la rassegna Teatri di pace, festival del paesaggio nei luoghi della Grande Guerra che ha interessato i tre comuni del Basso Feltrino. Oltre ad alcuni appuntamenti gi citati in precedenza, la rassegna, cui hanno contribuito tutte le istituzioni e le associazioni locali, ha riservato agli spettatori FareFil del Coro di Stramare, C un mondo che si muove di Luca Bassanese & la Piccola Orchestra Popolare, Fragrancia de tango del Duo Dissonance, il Festival di teatro di figura e arti da strada, e poi spettacoli di marionette, balletti folkloristici internazionali, concerti jazz, spettacoli di narrazione con musica dal vivo Insomma, di tutto di pi Nelle foto: la palestra di roccia allestita al Parco del Piave; lo spettacolo di Wanda Circus in Piazza Dante; le premiazioni del torneo di tennis al Tegorzo.

cronaca

Complimenti a Fabio Pio Mondin


di Sandro Curto
Fabio Pio Mondin, figlio di Diego e Anna Maria De Faveri, nostri abbonati di Gordola (Canton Ticino),ma originari di Campo, dove tornano spesso, lo scorso 20 giugno ha superato brillantemente lesame di specializzazione in medicina interna allUniversit di Basilea. Continuer la carriera al Triemli Spital di Zurigo dove fra due anni sar nominato capoclinica; nel frattempo si specializzer in malattie infettive e tropicali. Congratulazioni per il risultato ottenuto dalla Redazione. Nella foto: Fabio Pio Mondin con mamma Anna Maria, zia Lucia e nonna Teresa Scopel di Alano, di 86 anni, scomparsa nei giorni scorsi, appena prima che il giornale andasse in stampa.

aTTualIT

cronaca

Congratulazioni al neo dottore Alessio Curto


Alessio Curto, nipote di Vittore Curto e Giuseppina Uttone, ha terminato il suo corso di studi discutendo la tesi di laurea Infezioni da enterobatteri produttori di beta-lattamasi a spretto esteso (ESBL) nel paziente sottoposto a trapianto di rene: prevalenza e fattori di rischio. La discussione si tenuta allUniversit degli Studi dellInsubria (Varese), nella facolt di medicina e chirurgia. Si associano, nel fargli i complimenti e vive felicitazioni, i genitori Donata e Armando, gli zii Renata, Silvano ed i cugini Silvia e Lorenzo.

Nella foto: Alessio Curto con i suoi famigliari.

aSTErISco

Besteme de na olta
Me pare no 'l bestemea, ma anca l l'avea bisogn de sfogarse, e 'l o fea cos: sacr... e po' tasi ------- porco...e no besteme ------- bestia! ...Salvando l'batesimo A voaltri i comenti ( A.S.)

5
Consiglio comunale di Alano
di Sandro Curto

cronaca

LAmministrazione premia tre ditte storiche


Breve seduta del consiglio comunale alanese, venerdi 27 luglio, incentrata soprattutto sul riconoscimento e ringraziamento dellamministrazione verso tre ditte che hanno dato lustro al nostro paese.

Il primo Ruggero Sbizzera, classe 1929, al volante da 65 anni, definito dal sindaco Serenella Bogana una vera istituzione ad Alano, che con la sua attivit di autoservizi, iniziata dal padre Ugo e ora continuata dal figlio Adriano, ha alle spalle una lunga collaborazione col Comune contraddistinta da puntualit e cura del servizio. Poi toccato a Silvano Gerlin e consorte in rappresentanza dellHotel Ristorante Tegorzo recentemente piazzato al secondo posto nel premio Ospitalit Italia, categoria tre stelle. Attivit, quella dei Gerlin, iniziata nel 1967 e portata avanti con grande professionalit. Infine il Panificio Collavo, anchesso di recente premiato dallU.A.P.I. (Unione Artigiani), che vanta quattro generazioni impegnate nellattivit da oltre un secolo; a ritirare il premio Antonio Collavo da poco nominato presidente dei panificatori della provincia di Belluno. Fra gli altri punti allordine del giorno la ratifica di una variazione al bilancio di previsione 2012 per lassegnazione di contributi per quasi 180.000 euro che permetteranno lesecuzione di diversi lavori, lapprovazione accordo di programma col comune di Cavaso del Tomba per la realizzazione di un progetto di valorizzazione siti ambientali, beni storici ed architettonici situati sul Monte Tomba e sul Massiccio del Grappa e lapprovazione accordo di programma col comune di Quero per la realizzazione di un itinerario intercomunale fra i due comuni in localit Ponte dei osei sul Tegorzo. Lopera definita dal sindaco Bogana epocale per i trascorsi che ha avuto un sogno che diventa realt e prevede una pista ciclo pedonale con ripristino da piazza a Campo al Tegorzo. Perplessit sono state espresse dalla minoranza con Luigi Spada sullimporto di 300.000 euro. Fra le comunicazioni finali Serenella Bogana ha ricordato il dono del nuovo gonfalone da parte del Gruppo Alpini Valderoa e il vice sindaco Spada ha espresso la sua soddisfazione personale per i primi dati relativi alla raccolta porta a porta da poco iniziata.

Il Mercatino

Vendo box a tunnel causa cambio auto, 7 anni di vita pagato 1600 euro largo 2 mt e 50 cm, lungo 4 mt e 30 cm,alto 2 mt e 15... facilmente smontabile, senza concessione edilizia. 900 euro vera occasione. tel 349.5706417

es 2 F ate! st 15-16 E
a
Sabato 15

fine di ta

organizzano

settembre 2012
con fotografo a disposizione
Fietta di Paderno del Grappa

Ore 19.00 Pizza in Piazza Corsa Staffetta

BREVE PROVA DI EQUITAZIONE

Domenica 16

Maneggi A.S.B. I Folletti

Ore 9.00 Mostra Mercato Musica dal Vivo Dimostrazione Protezione Civile e Pompieri Mostra Arte e Mestieri Micro birrici Gonabili Maxi Esposizione Vespe Ore 12.00 Pranzo Pro Loco Ore 14.30 Mostra Canina sibilit di fot os o Ore 20.00 Estrazione Premi p
n
Co
offerto da Fent Marmi

fotografo a disposizione

Fiera Mercato - S. Girolamo

Comune di Quero

Le Associazioni di Quero

corSa

Con il patrocinio del Comune di Quero


in collaborazione con le associazioni locali

IL GS ASTRA
Organizza la

SABATO 15 SETTEMBRE 2012


Categorie: Esordienti B/C (1 giro mini) -> mt. 450 Esordienti A (1 giro medio) -> mt. 550 Ragazzi/e (2 giri medi) -> mt. 1100 Cadette (1 giro grande + 1 giro medio) -> mt. 1550 Cadetti (2 giri grandi) -> mt. 2000 Assoluti (maschile-femminile-mista) -> staffetta 2 x (2 giri da 1000mt) Ritrovo per iscrizioni:ore 17:30 presso piazza Marconi a Quero Partenza: Esordienti B/C alle ore 18:30. A seguire tutte le altre categorie Iscrizione: Giovani Gratuita; Assoluti 10 a coppia Premi: Giovani i primi 5 classificati m/f delle varie categorie; Assoluti: le prime 5 staffette maschile, le prime 3 staffette femminili, le prime 3 staffette miste

Gara podistica non competitiva

Per maggiori informazioni: Luigi 348-6108201 o Matteo 340-3448256


La Societ organizzatrice declina ogni responsabilit prima, durante e dopo la manifestazione.

A tutti i partecipanti BUONO PIZZA + BIBITA per fare festa durante il Pizza Party

aSTErISco

Raccolto molto lusinghiero per gli alberi da frutto del nostro abbonato Dino Mondin, di Quero. La prova nelle istantanee qui riprodotte, nelle quali i rami sembrano spezzarsi sotto il peso delle mele.

I pom de Dino Mondin (Badero)

aTTualIT

Bruno Zanolla, consigliere di Veneto Sviluppo


Intervista a Bruno Zanolla, vice-sindaco di Quero, nuovo consigliere e componente del comitato esecutivo di Veneto Sviluppo
Il Consiglio regionale del Veneto, nel giugno scorso, ha proceduto alla nomina di sette componenti del nuovo Consiglio di amministrazione della finanziaria regionale Veneto Sviluppo spa. Sono stati eletti su indicazione della maggioranza: Marco Vanoni (15 voti), Paolo Agostinelli (24), Giorgio Grosso (22), Andrea Antonelli (33) e Bruno Zanolla (32). Eletti su indicazione della minoranza sono risultati Giovanni Cattelan (24) e Nerino Chiereghin (18). Vediamo di conoscere pi da vicino questa realt regionale, attraverso alcune note storiche e alcune risposte del nuovo consigliere. Storia Veneto Sviluppo SpA la societ finanziaria, partecipata al Veneto Sviluppo stata istituita nel 1975 dalla 51% dalla Regione del Veneto e per il restante 49% da undici Giunta della Regione del Veneto in attuazione della gruppi bancari nazionali e regionali, che contribuisce ad Legge Regionale n. 47/1975. Operativa dal 1979, la attuare le linee di programmazione economica dell'ente Societ consolida lattivit di rilascio di garanzie e regionale attraverso lattivazione e la gestione di specifici costituisce, nel 1985, il primo Fondo di Rotazione strumenti finanziari a favore delle piccole e medie imprese per lerogazione del credito agevolato. venete appartenenti a pressoch tutti i settori di attivit. Nel 1987, grazie anche allaumento di capitale L'attivit della Societ consiste nell'assicurare alle PMI sociale a 20 miliardi di lire, Veneto Sviluppo inizia a l'accessibilit agli strumenti finanziari messi a disposizione, sviluppare lattivit nel settore delle Partecipazioni, nel rafforzare l'operativit degli intermediari che in Veneto entrando a far parte di alcune delle societ di operano a favore della crescita del sistema produttivo e nel maggior rilievo a livello regionale attive nellambito realizzare progetti di supporto allo sviluppo regionale in settori delle infrastrutture e dei trasporti. strategici. Nel 1997 Veneto Sviluppo, sulla base della nuova Oggi, Veneto Sviluppo gestisce, per conto della Regione del legislazione bancaria, entra nel novero degli Veneto, oltre 700 milioni di euro di finanziamenti agevolati. intermediari finanziari sottoposti alla vigilanza di Veneto Sviluppo realizza, inoltre, interventi sul capitale di Banca dItalia. rischio delle imprese, agendo con il duplice ruolo di holding Con la Legge Regionale n. 31/2003, il Consiglio di partecipazioni e di finanziaria di investimento e avendo Regionale del Veneto apporta significative modifiche come obiettivi sia la promozione del tessuto economico alla legge di costituzione della Societ, consentendo veneto, costituito principalmente da PMI, sia la creazione di cos lammodernamento dello Statuto Sociale e il condizioni di competitivit complessiva del sistema territoriale consolidamento delle attivit poste in essere da e infrastrutturale regionale. Su questo fronte, Veneto Veneto Sviluppo. Nel 2004, lAssemblea Sviluppo interviene con operazioni condotte sia con risorse straordinaria dei Soci delibera un aumento di proprie sia attraverso lo strumento del Patrimonio Destinato: capitale sociale che arriva a 23.942.400,00 euro. ad oggi le partecipazioni gestite sono complessivamente 26, Lultimo aumento di capitale sociale, portato a per un valore complessivo di quasi 55 milioni di euro. termine nel luglio del 2008, dota la Societ di 112.407.840 euro. D. Prima di tutto complimenti per la nomina, che avviene con In questultimo decennio di attivit, la Societ ha un alto numero di voti fra i nuovi eletti. Una dimostrazione di conosciuto una significativa crescita dei Fondi fiducia che la carica di impegno. amministrati per conto della Regione del Veneto che R. Devo innanzitutto ringraziare Il capogruppo Dario Bond e il andata di pari passo con lincremento delle risorse Consiglio Regionale per la fiducia accordatami. Al bando che messe a disposizione delle PMI; ha altres registrato la Regione aveva pubblicato per la scelta dei componenti un ampliamento della gamma di strumenti di Regionali allinterno del Consiglio di Amministrazione di agevolazione a disposizione delle PMI venete e un Veneto Sviluppo avevano infatti partecipato numerosi importante aumento del valore delle partecipazioni candidati. Sicuramente la nomina comporta lassunzione di un societarie. grande senso di responsabilit ulteriormente accentuato dal fatto di essere lunico rappresentante Bellunese e per essere poi stato votato dal Consiglio di Amministrazione anche allinterno del Comitato Esecutivo assieme al Presidente, al Vice Presidente al Presidente uscente. D. In questa nuova veste, cosa pensa le sar pi utile: la sua formazione tecnica di ingegnere o lesperienza politica fin qui maturata? R. Penso entrambi. In tutta la mia attivit politico -amministrativa sempre stata fondamentale la mia formazione e lattivit professionale. Poi ovviamente servono anche molto impegno e soprattutto disponibilit. D. La finanza sta vivendo uno dei suoi momenti pi delicati e il mondo delleconomia reale talvolta sembra in contrasto con quello della finanza. Pensa che le iniziative di Veneto Sviluppo possano contribuire ad avvicinare questi due aspetti del mondo economico? R. Concordo molto con quanti ritengono che si fatta spesso troppa finanza anche a scapito delleconomia reale. Oggi tuttavia unemergenza vera per le imprese laccesso al credito. Risulta infatti fondamentale cercare di superare i rigidi meccanismi in essere, tanto pi per quegli imprenditori che hanno sempre dimostrato di essere seri e che magari per la congiuntura economica si trovano in difficolt con la liquidit. Penso che in questo ambito Veneto Sviluppo, con i partner Bancari, possa avere un ruolo importante. D. Come pensa di sviluppare il suo impegno allinterno di Veneto Sviluppo? Ci sar spazio anche per un ruolo attivo che comprenda nuove iniziative? Si sentito parlare di una possibile societ di gestione del risparmio e riorganizzazione dei finanziamenti-garanzie R. Il consiglio di amministrazione composto da 13 consiglieri: 7 di nomina Regionale e 6 di nomina dei partner bancari. Come in ogni nuovo ruolo mia abitudine prima di tutto cercare di capire e di conoscere. Il Consiglio e la Giunta Regionale hanno poi formulato degli indirizzi molto chiari sulle iniziative da intraprendere tra cui anche la questione della societ di gestione del risparmio. Nei prossimi mesi credo che il nuovo consiglio abbia davvero molto lavoro da sviluppare.

LA PRO LOCO DI FENER


in collaborazione con

DOMENICA 7 OTTOBRE 2012 SABBIONETA & MANTOVA


Ritrovo dei partecipanti e partenza con Pullman Gran Turismo nei seguenti orari e luoghi di raccolta: ad Alano di Piave alle ore 6.00, a Quero alle ore 6.15, a Fener alle ore 6.30. Arrivo a Sabbioneta e incontro con la guida per la visita alla citt.
Sabbioneta, assieme alla vicina Mantova nell'elenco dei patrimoni dell'umanit dell'Unesco, uno dei massimi esempi dello stile architettonico rinascimentale lombardo. Racchiude diversi monumenti degni di nota. Il Palazzo Ducale, la dimora del duca, il cui interno costituito da una serie di sale e di ambienti affrescati e decorati da diversi artisti; splendidi i soffitti lignei. Il Palazzo del Giardino (nella foto), che riprende la tipologia delle antiche ville, costruito nel 1584 come luogo di riposo da Vespasiano Gonzaga; gli interni sono decorati con stucchi e affreschi straordinari. La Galleria degli Antichi, che conservava le collezioni di Vespasiano, la terza per lunghezza in Italia, subito dopo la Galleria degli Uffizi e la Galleria del Vaticano. Sabbioneta ha anche il privilegio di ospitare il Teatro all'Antica, il primo esempio di teatro non ricavato da strutture gi preesistenti. Numerose le chiese, tra cui la chiesa di Santa Maria Assunta, la pi antica del paese, la chiesa del Carmine e la chiesa di San Rocco, al momento adibita a sede museale. Da non perdere neppure il Mausoleo di Vespasiano, da lui stesso progettato, con una statua funebre scolpita dall'allievo di Michelangelo, Leone Leoni.

organizza

una gita a

Ripresa del viaggio verso Mantova, pranzo a base di specialit tipiche in un ristorante del centro storico e proseguimento della visita guidata alla citt.
Mantova, non a caso tra i patrimoni dellumanit dellUnesco, vanta un ricchissimo patrimonio artistico, culturale e naturalistico. Una citt unica, dove la storia e larte antica dialogano costantemente con la modernit dei linguaggi creativi e delle creazioni culturali. Il Duomo, dedicato a San Pietro, venne ricostruito nel XVI secolo sul luogo dove sorgeva un tempio paleocristiano. I due edifici a portici che chiudono a est la piazza rappresentano i nuclei pi antichi del Palazzo Ducale, la reggia dei Gonzaga, complesso architettonico composto da pi corpi di fabbrica costruiti tra il XIII e il XVIII secolo e secondo in Europa (superato solo dal Vaticano) per estensione dei tetti. Al suo interno lappartamento degli Arazzi, con repliche degli arazzi fiamminghi eseguite da Raffaello; lappartamento ducale; lappartamento dei Nani, costituito da ambienti di dimensioni ridotte (XVIII secolo); lappartamento delle Metamorfosi; la galleria della Mostra, che si apre sul bel cortile della Cavallerizza. Dalla galleria dei Mesi, attraverso una serie di sale affrescate e ornate di stucchi nel XVI secolo da Giulio Romano, si passa alla maestosa sala del Manto da cui, attraverso uno scalone, si accede al castello di San Giorgio (nella foto), eretto alla fine del XIV secolo da Bartolino da Novara. Nel castello si trova la celeberrima camera degli Sposi affrescata da Andrea Mantegna. E poi il grandioso Palazzo Te, realizzato nel 1525 da Giulio Romano per volere di Federico Il Gonzaga, con la sala dei Giganti e quella di Amore e Psiche.

Nel tardo pomeriggio ritrovo per il viaggio di ritorno con arrivo in serata nei luoghi di partenza. Quota individuale di partecipazione: 80,00 per 25/30 paganti, 70,00 per 40 paganti, 65,00 per 50 paganti. La quota comprende: viaggio a/r in pullman gran turismo; pranzo in ristorante con bevande incluse; visita guidata a Sabbioneta e a Mantova; ingressi (dove previsti); tasse, parcheggi e pedaggi; assicurazione medico bagaglio. Per le iscrizioni rivolgersi, entro marted 25 settembre 2012, alla Gelateria Due Valli di Fener o al presidente della Pro Loco di Fener Lorenza Segato (cell.348-8710535), versando un acconto di 10,00.

10

lETTErE al TornaDo

NUMERO SPECIALE DEDICATO AD UN AMICO CHE NON CE PIU

CIAO, AVVOCATO!
Paolo Licini leggeva volentieri questa rubrica, e ogni volta che ci incontravamo mi salutava con un divertito Ciao, Procopio!, per poi commentare brevemente i fatti del giorno. E per questo che ho deciso di ricordarlo proprio su questa pagina, senza alcuna ufficialit e senza quella solennit formale che solitamente si riserva alle persone autorevoli e rappresentative. Ho conosciuto Paolo che ero ancora ragazzino. Allora abitava a Vicenza dove insegnavano i suoi genitori, e veniva ad Alano, assieme al fratello Giuliano, soltanto destate. I due fratelli erano fra i pi attivi promotori di mille iniziative e di burle esilaranti, come quella giocata ai cittadini di Fener che, durante un carnevale, si videro recapitare in dono addirittura una nave, completa di ciminiera fumante, che fu trascinata fino alla piazza del paese rivierasco del Piave per sottolinearne la vocazione marinara. Paolo stato anche lideatore del toro, quellenorme bestione che per anni si esibito in piazza in memorabili corride. Ricordo che girammo inutilmente per mezzo Veneto alla ricerca di un testone da toro in cartapesta, per poi concludere che era meglio costruircelo in casa. Un ricordo pi personale risale allepoca della naja (1959) quando, mentre ero occupato a perder chili presso il Centro Addestramento Reclute di Como, appresi dallaltoparlante che il sindaco di Feltre mi attendeva presso la porta centrale. Fu una grossa emozione, vuoi perch era una visita inaspettata, vuoi perch non trovai soltanto Paolo ma anche il suo figlioletto Luciano. E fu anche una bella giornata perch potei sedermi per la prima volta, dopo due mesi, ad una vera tavola, con veri cibi mentre Luciano mi tempestava di domande sui cannoni e sulla guerra. Sempre in prima linea assieme al fratello Giuliano, Paolo era disponibile per qualsiasi goliardata, non ultimi certi infuocati scontri tra scapoli e ammogliati che hanno fatto epoca e dove, come mostra la foto qui a fianco, pur di far divertire la gente si indossano le ctole e i mutandoni. Del Paolo pubblico (lavvocato, il sindaco, il senatore) lascio ad altri parlarne, perch a me preme ricordare soprattutto lamico (che fu sempre ospitale e generoso) ma anche il grande animatore, il geniale organizzatore, l affabulatore inesauribile che mescolava la parlata alanese col birignao dei vicentini. Ricordo le serate e le notti trascorse a casa sua a fare il giornalino dei socialisti e a svuotare il frigorifero della Gianna, le battute feroci e graffianti nei confronti del potere dominante, le risate omeriche, le ore e ore trascorse in tipografia per la correzione delle bozze e per limpaginazione. Ricordo gli splendidi discorsi durante le campagne elettorali, fatti di parole comprensibili a tutti, efficaci e concrete, legate ai problemi della gente, non alla retorica. Quando, conclusa lattivit professionale, torn definitivamente ad Alano, si interess attivamente ai problemi della nostra comunit, preoccupandosi in particolare dellarredo urbano con esposti che non ottennero adeguata considerazione da parte delle autorit comunali. Paolo si era fatto, in questi ultimi anni, la fama di appassionato animalista. Lo vedevamo portar cibo, due volte al giorno, al gattle che era venuto formandosi nellex giardino di casa Costa, popolato da famelici felini e da un cagnetto piuttosto mordace che svolgeva le mansioni di padrone di casa. E ogni volta era dobbligo di sosta anche nel nostro prato dove lo aspettavano, urlanti, la Viki e Balto (alias Silvio). Paolo non mancava mai allappuntamento, con qualsiasi tempo. Recentemente, nelle giornate pi critiche, si faceva accompagnare dalla signora Danka, la sua assistente. Ha fatto appena in tempo a conoscere anche il terzo ospite del brolo, il cocker Whisky, un cucciolo che era arrivato proprio il giorno prima dellultimo, fatale ricovero. Che fosse un amico degli animali (anche se da giovane non disdegnava andare a caccia) lo ricorda bene anche Alfonso Secco che ci racconta come una volta Paolo, accortosi che qualcuno aveva gettato tre gattini appena nati in un pozzetto per sbarazzarsene, si dette subito da fare perch qualcuno li recuperasse, e si incavol moltissimo quando si rese

11

lETTErE al TornaDo

conto che lintervento, per quanto riuscito, era arrivato troppo tardi e che quindi non restava altro che seppellire le tre bestioline. Sar sempre grato a Paolo per il coraggio con cui seppe affrontare e risolvere una difficile faccenda in cui ero stato coinvolto assieme al segretario della sezione di Feltre del Psdi, alla indimenticabile Tina Merlin e al tipografo bellunese Sommavilla, denunciati per diffamazione a mezzo stampa perch responsabili di un manifesto in cui si criticava lallora sindaco di Feltre, il famoso generale dei carabinieri Ugo Luca che leg il suo nome a quello del bandito Salvatore Giuliano di Montelepre. Nonostante la mobilitazione di un illustre legale che era un autentico principe del foro romano, dopo quattro lunghe udienze prevalse la tesi di Licini e il tribunale assolse tutti gli imputati con formula piena. E ricordo il dolore di Paolo quando mor Orazio. Lintesa tra i due era stata per lunghissimi anni sincera e fraterna. Non li legava solo la stima reciproca e le comuni idee politiche, ma anche una sintonia profonda, solidale. Tant che Paolo volle essere il testimone di nozze di Orazio, e padrino del figlio primogenito. Poi insorsero gravi incomprensioni tra i due, in un momento delicato del partito socialista in cui le due anime del movimento, quella bellunese e quella feltrina, conobbero una grave contrapposizione. Per alcuni anni i due, grandissimi amici da una vita, si trovarono schierati lun contro laltro armati. Pi tardi arrivarono gli opportuni chiarimenti, anche se nel frattempo il partito, con la crisi degli anni 90, si era ormai dissolto. I due ripresero a frequentarsi. Ricordo una sera, dopo la riconciliazione, quando Orazio, parlando del suo amico ritrovato, cerc di sminuirne gli errori del passato dichiarando, con un sorriso: Paolo grandissimo anche quando sbaglia. Orazio era nel pieno della sua attivit come sindaco di Alano quando, eletto per la terza volta, si ammal. Paolo gli fu vicino durante tutta la degenza e fu tra i primi nel testimoniarci solidariet ed amicizia nel momento della sua scomparsa. Quando la Famiglia Feltrina attribu a Orazio il premio SS.Vittore e Corona alla memoria per le sue benemerenze come presidente della Comunit e presidente dellOspedale, fu proprio Paolo a dar lettura, durante la solenne cerimonia nel salone degli stemmi del municipio, della lunga ed affettuosa motivazione che ci commosse tutti. Questo quanto mi venuto in mente, in questi giorni di lutto. Di Paolo si potrebbe scrivere ancora moltissimo, ma i ricordi si confondono, spesso si accavallano. Meglio concludere qui, con un ultimo pensiero ai due compari che si sono ritrovati, dopo sedici anni, in qualche parte delluniverso per riprendere le loro animate discussioni. Piero Le foto: 1) Paolo qualche anno fa; 2) Corrado, Paolo, Giuliano e Orazio: i 4 dellApocalisse; 3) Alano come Pamplona: il toro; 4) e la nave va (a Fener); 5) cacciatori e amici degli animali in Domador; 6) Paolo e la gara de le pignate.

12

aTTualIT

COMUNE DI ALANO DI PIAVE


PROVINCIA DI BELLUNO 32031 ALANO DI PIAVE P.zza Martiri, 12 P.I. 00207050253 Prot. nr. 4706

Contributo regionale "Buono-Libri"


Anno scolastico-formativo 2012-2013 Il Comune di Alano di Piave avvisa che possibile richiedere un contributo diretto alla copertura totale o parziale delle spese che le famiglie sostengono per lacquisto di libri di testo secondo la L. n. 448/1998 (articolo27). DESTINATARI Famiglie che hanno studenti residenti nella Regione Veneto, che frequentano, nellanno 2012-2013: - Istituzioni Scolastiche: Secondarie di I grado, Secondarie di II grado [Statali, Paritarie e non Paritarie (incluse nellAlbo regionale delle Scuole non Paritarie)]; - Istituzioni Formative Accreditate dalla Regione del Veneto, che svolgono i percorsi triennali sperimentali di istruzione e formazione professionale, di cui all'accordo in sede di Conferenza Unificata del 19/06/2003 ed al D. Lgs. 17/10/2005, n. 226, che non ottengono dalla Regione il rimborso della spesa per i libri di testo forniti agli studenti; hanno lI.S.E.E. (relativo ai redditi dellanno 2011 dichiarati nellanno 2012) inferiore od uguale ad 10.632,94. COME SI FA LA DOMANDA? Si fa ESCLUSIVAMENTE VIA WEB (nessun uso di carta) nel seguente modo: Il richiedente, dal 10.9.2012 al 5.10.2012 (ore 12.00 - termine PERENTORIO) : entra nella pagina internet: http://www.regione.veneto.it/istruzione/buonolibriweb va nella parte. RISERVATO AL RICHIEDENTE; apre il file ISTRUZIONI e le legge attentamente; clicca sul link: DOMANDA DEL CONTRIBUTO; compila tutti i campi del modulo web di domanda seguendo le istruzioni riportate sopra ogni campo; invia la domanda al Comune cliccando sul pulsante "Invia al Comune"; riceve in automatico il codice identificativo della domanda; si reca al Comune di residenza munito di: documento di identit valido, codice identificativo della domanda, la restante documentazione indicata nelle istruzioni, se cittadino non comunitario titolo di soggiorno valido.

AVVISO AL PUBBLICO

Alano di Piave, 24/08/2012

Per ulteriori informazioni e chiarimenti rivolgersi allUfficio Servizi Sociali comunale, presso Municipio, mercoled dalle 08:00 alle 12:00 e venerd dalle ore 9,30 alle ore 13,00 - tel. 0439 779939 - e mail: servizisociali.alano@feltrino.bl.it

Parma Calcio, arriva il giovane Mazzocco


Il querese Davide Mazzocco, classe 1995, partito con la categoria primi calci e Pulcini nel 2002 al Soccer Giovanile Associato di Pederobba, che comprendeva anche i comuni del Basso Feltrino. Selezionato dal Treviso Calcio F.B.C. 1993 gi all'et di 8 anni in occasione del torneo Pulcini Citt di Treviso (vi concorrevano numerose squadre della marca), Davide si aggiudic il trofeo di miglior giocatore del torneo. Fu acquistato dal Treviso Calcio F.B.C. 1993, nella categoria Esordienti e Giovanissimi, e, dopo il fallimento del Treviso Calcio F.B.C. 1993, fu assorbito dal Cittadella Calcio nella categoria Giovanissimi, poi dal Montebelluna Calcio nella categoria Allievi, a nella quale esord con diverse presenze nella 1 squadra del Monte serie D, infine le sue doti lo fanno decollare in una Primavera importante di serie A, quella del Parma Calcio.

calcIo

Il Parma ha depositato nella giornata di ieri il contratto del giovane centrocampista Davide Mazzocco (17) che arriva dal Montebelluna ed andr a rinforzare la Primavera di Fausto Pizzi. Lo si apprende dal sito ufficiale della Lega Serie A. Il ragazzo, oltre ad aver collezionato l'anno scorso diverse presenze da titolare in serie D, aveva giocato con i gialloblu il Trofeo Dossena, con l'avventura del Parma finita in finale contro l'Albinoleffe. Le sue prestazioni hanno convinto Pizzi e Palmieri e quest'anno potr essere un punto di forza della formazione Primavera ducale.
testo tratto da Redazione Sportsbook24 del 27.07.2012
Nelle foto: Davide con la nuova maglia e in una figurina di quando militava con la societ del Montebelluna Calcio.

13

cronaca

La casa per ferie di Schievenin in gestione al comitato Rivivi la Valle


di Fulvio Mondin
Il comitato Rivivi la Valle di Schievenin, tramite il suo presidente Andrea Mondin, ringrazia le oltre 200 persone che hanno aderito al tentativo di mantenere viva la tradizione della sagra paesana del 15 agosto partecipando alla festa Ferragosto in valle. Dopo la messa celebrata dal parroco don Stefano Baccan nella grotta della Madonna di Lourdes, nellarea pic-nic il comitato Rivivi la Valle ha organizzato uno speciale pranzo con spiedo gigante. La buona riuscita dell'iniziativa - spiega Mondin - stata resa possibile anche grazie alla collaborazione avuta dalla Pro Loco di Quero che ci ha messo a disposizione indispensabili attrezzature, al gruppo alpini Monte Cornella che ci ha fornito i gazebi, al Comune di Quero che ha patrocinato liniziativa e ai molti volontari che hanno collaborato attivamente. Mondin anticipa anche che sono gi in programma per limmediato futuro nuove iniziative e che il comitato Rivivi la valle oramai a uno stato avanzato di trattative con il Comune di Quero per prendere in gestione, grazie alla disponibilit di alcuni membri, la casa per ferie di Schievenin. In questo modo sembra concludersi il nebuloso periodo che ha visto inaccessibile a quanti ne volessero disporre la struttura ricavata dalle ex scuole elementari la cui gestione era stata oggetto di polemiche nella passata estate. Quindi ora la valle di Schievenin, grazie al comitato guidato da Mondin, sembra volersi proporre con una nuova e positiva facciata ai molti turisti e visitatori che la vorranno percorrere.
(da Il Gazzettino di mercoled 22 agosto 2012)

Il premio Fedelt alla Montagna


di Fulvio Mondin
Virginia Carelle, Valentino Scopel (alla memoria) e Renzo Specia sono stati i protagonisti della tredicesima edizione della 4 passi in amicizia, una cerimonia itinerante (svoltasi questanno a malga Camparona in Comune di Alano) durante la quale vengono consegnati dei riconoscimenti a tre persone residenti nei comuni di Alano, Seren e Quero che hanno dedicato tutta o parte della loro vita alla montagna. Questa edizione della iniziativa organizzata dalla Comunit Montana Feltrina e dai su citati Comuni in collaborazione con le associazioni di volontariato rientrava anche nelle rassegne Voci, suoni e emozioni dal Massiccio del Grappa e Teatri di pace nei luoghi della Grande Guerra. La messa allaperto stata celebrata da don Tiziano Piovan, che nella sua riflessione ha preso spunto dall'ambiente circostante invitando i presenti a puntare sempre verso lalto. Per conto della Comunit Montana Feltrina, lassessore Alberto Coppe ha svolto la funzione di cerimoniere. Andiamo nella storia indietro con gli anni - ha spiegato Coppe - per ringraziare quanti hanno svolto la loro attivit in montagna. Il primo ad essere premiato alla memoria dallassessore Edmondo Taita e dalla consigliera Ester Scopel di Seren stato Valentino Scopel, che ha saputo portare avanti e far crescere nei decenni assieme alla moglie Riccarda unimportante azienda agricola prima rivolta allallevamento del bestiame e poi alla coltivazione e la vendita diretta allingrosso di fragole e mirtilli. Allo sconforto dei familiari conseguente alla scomparsa prematura di Valentino avvenuta pochi anni fa, la moglie e il figlio Thomas hanno saputo reagire con tenacia proseguendo con successo lattivit. Quero era invece rappresentato dal sindaco Sante Curto che ha consegnato il premio a Renzo Specia, residente a Schievenin, che fin da bambino destate lavorava in montagna coi malgari Abramo Specia e Bepi Brusamede e nella stagione invernale andava a pascolo con le capre. Alla fine degli anni '50 montic alcune malghe del Cesn. Nel 1960, Renzo cap che era meglio prendere la valigia ed emigrare. Lavor sempre in montagna in Francia e Svizzera e alle pendici del Monte Bianco. Infine torn in Italia e lavor sul Valles, sulla Marmolada, sul Fedaia, ad Arabba e sul San Pellegrino. La padrona di casa Serenella Bogana ha invece consegnato il riconoscimento alla sua concittadina quasi ottantaseienne Virginia Carelle, il cui motto giovanile era stato pitst che ndar a servir i siori, vae a laorar in montagna!. E cos ha fatto dallet di 5 anni aiutando il padre nellattivit di malgaro. Virginia ha raccontato alcuni aneddoti capitatigli nella sua vita in malga strappando parecchi applausi dai presenti.
(da Il Gazzettino di luned 27 agosto 2012)

14

cronaca

Sestriere, la prima volta di Sandro Santangelo


di Silvio Forcellini
Tra i protagonisti della 31a Cesana-Sestriere, valida per i campionati europeo e italiano di velocit in salita per auto storiche e disputatasi lo scorso 8 luglio, cera anche il fenerese Sandro Santangelo con la sua Lancia HF Fanalone del 1970. Questo il commento alla sua prestazione, apparso sul sito della scuderia Vimotorsport per la quale Sandro corre da questanno: Erano quasi 100 le automobili costruite tra il 1934 e il 1992 che domenica 8 luglio hanno disputano la Cesana-Sestriere, valida per i titoli europeo e italiano di velocit in salita per auto storiche. La corsa piemontese, organizzata dellAutomobile Club Torino in collaborazione con i comuni di Cesana Torinese e Sestriere, vedeva i piloti misurarsi su un percorso di 10,400 km sulla S.P. 23 con un dislivello di 685 metri. Per la Vimotorsport era iscritto alla prestigiosa manifestazione Sandro Santangelo al volante della Fulvia HF di Gruppo 4 in classe GTS 1600-B4. La prestazione del nostro portacolori, al suo esordio al Sestriere, stata degna di grande considerazione: si aggiudica infatti la sua classe sia nel campionato europeo FIA - la B4 - che nel CIM storiche - la GTS 1600 - grazie ad un eccellente 6'1799 che gli garantisce l11 posto assoluto nel 2 raggruppamento. Come se ci non bastasse, Sandro ha avuto anche lonore della prima inquadratura in un servizio televisivo che il TG1 delle 20 ha dedicato, la sera stessa, alla manifestazione.

Alanesi a Londra per il Vespa World Days


di Silvio Forcellini

Pi di tremila vespisti di ogni et, provenienti da 24 paesi diversi e appartenenti a 780 Vespa Club di tutto il mondo, hanno raggiunto Londra nello scorso mese di giugno per partecipare al Vespa World Days, il raduno mondiale di tutti i Vespa Club che prevedeva una quattro giorni interamente dedicata al mito della Vespa. Tra i partecipanti, anche gli alanesi Lucio Codemo e Miriam Collavo, marito e moglie, che vediamo davanti a Buckingham Palace assieme al gruppo italiano e in una foto di repertorio. Organizzato dal Vespa World Club, questo appuntamento il sesto di una serie iniziata nel 2007 a San Marino e proseguita a Cefal (2008), Zell am See in Austria (2009), Fatima in Portogallo (2010) e Gjovik in Norvegia (2011). E Lucio, da grande appassionato qual , non se ne perso uno. Inoltre, ha gi manifestato lintenzione di partecipare anche al prossimo, in programma ad Hasselt, in Belgio, nel giugno 2013: buon viaggio!

Nissan GT Academy 2012: tra i sei finalisti italiani anche lalanese Darian Rojnic
di Silvio Forcellini
Tra i sei vincitori della finale italiana della Nissan GT Academy, che ha visto in lizza i migliori giocatori di Gran Turismo 5 per PlayStation 3, c anche il 26enne Darian Rojnic, figlio della nostra abbonata Rita Sterpin, da molti anni residente nel Basso Feltrino, prima a Fener, ora ad Alano. Per Darian, di origine croata, non solo la soddisfazione della vittoria, ma an-

15

cronaca

che la possibilit di un passaggio dalle corse virtuali a quelle reali, com nei suoi sogni. Nel caso specifico, infatti, i sei voleranno a Silverstone per la finale mondiale, il vincitore della quale otterr la licenza internazionale e un biglietto per la 24 Ore di Dubai. Lo spiega bene il sito www.omniauto.it che lo scorso 13 luglio ha dedicato un esauriente articolo alla Nissan GT Academy 2012 e ai suoi possibili sviluppi futuri, articolo che proponiamo di seguito a beneficio dei lettori del Tornado: C qualcuno che sostiene che non c nulla pi serio del gioco. Per sapere se vero basta chiedere ai sei vincitori della finale italiana della Nissan GT Academy 2012, la quarta edizione del progetto di Nissan e Sony che regala ai migliori giocatori di Gran Turismo 5 per PlayStation 3 non un semplice premio, ma il coronamento del sogno per qualunque appassionato di motori: una carriera da pilota. Hanno dovuto sfidarsi nelle qualificazioni online e negli eventi live che dal 5 al 20 maggio si sono tenuti a Roma, Catania e Milano. E dopo aver superato le prove atletiche, di comunicazione e in pista nella finale nazionale di Vallelunga, li aspetta una settimana a Silverstone per il Race Camp, un duro programma di addestramento in cui rappresenteranno lItalia contro i rivali di Regno Unito, Irlanda, Francia, Spagna, Portogallo, Benelux, Austria, Svizzera, Polonia, Germania, USA e Russia. Solo uno verr ammesso al Programma di sviluppo giovani piloti grazie al quale otterr la licenza internazionale che gli aprir le porte della 24 Ore di Dubai e magari arrivare fino alla 24 Ore di Le Mans, come successo allormai noto Lucas Ordonez, il primo pilota uscito dalla filiera NissanSony. Ognuno di loro dovr per prima dimostrare non solo di avere il talento e il coraggio che si richiede ad un pilota, ma anche il fisico e le capacit comunicative dei veri professionisti. A Darian - prosegue larticolo - piacerebbe di sicuro fare il pilota, ma ha i piedi per terra e preferirebbe trovare prima un lavoro stabile. Intanto si impegna in unofficina meccanica e ci d dentro con la PlayStation. Gli amici dicono che bravissimo e sono stati loro a convincerlo a partecipare. Avevano ragione. Dal Tornado un grande in bocca al lupo a Darian per una possibile futura carriera sulle quattro ruote!

Notizie in breve
di Silvio Forcellini
INCIDENTE MORTALE TRA MARZIAI E CAORERA Non ce lha fatta Damiano Bet, il diciottenne centauro di Bibano di Godega di SantUrbano vittima - sabato 18 agosto poco dopo le 17 - di un incidente stradale sulla provinciale Madonna del Piave tra Marziai e Caorera, in comune di Vas. Il suo cuore ha cessato di battere nella notte tra sabato 18 e domenica 19 agosto, e a nulla valso il delicato intervento chirurgico durato ore cui stato sottoposto presso lospedale di Treviso. Troppo gravi le conseguenze dello schianto contro il guard-rail, e del conseguente volo nella scarpata, dopo che in una curva aveva perso il controllo della sua Kawasaki Ninja. LA FESTA DI SAN MICHELE A FENER CON FRANCOFABRICA SHOW Ad allietare questanno la tradizionale Festa di San Michele, patrono di Fener, in programma domenica 30 settembre presso la sala parrocchiale, ci sar il Francofabrica Show, duo comico con uno spettacolo di cabaret e musica dal vivo. Lappuntamento promosso da Parrocchia e Pro Loco di Fener comprender anche, alle ore 12.30, il consueto pranzo comunitario (gratuito per gli ultrasettantenni del paese) e la lotteria. Per le prenotazioni rivolgersi a Giuliana Siragna (tel. 0439-789497) e Lorenza Segato (cell. 348-8710535). IL 18 OTTOBRE TUTTI AD ABILMENTE, MOSTRA-ATELIER DELLA MANUALITA CREATIVA In occasione delledizione autunnale di Abilmente, mostra-atelier della manualit creativa che si svolger il prossimo 18 ottobre presso la Fiera di Vicenza, per gli appassionati del genere stato organizzato un pullman con partenza da Alano alle ore 8.15, da Colmirano alle ore 8.15, da Fener - Hotel Tegorzo alle ore 8.20 e da Fener - Distributore Esso alle ore 8.20. Per informazioni e prenotazioni rivolgersi a Eddy (tel. 0439-779718), Alba (tel. 0439-779495) o Renata tel. (0439-787282). Al momento delliscrizione va versata la somma di 20 euro.

aSTErISco

Il mercatino del Tornado


Ragazza italiana, con diploma di assistente sociale, si offre per assistenza agli anziani. Disponibile per qualsiasi orario. Contattare il 345-8577309 e chiedere di Ilenia. Vendesi sbarra elettrica con telecomando (da revisionare). Prezzo da concordare. Telefonare ore pasti allo 0439-789498.

16

cronaca

La morte di Ludovico Ico Rizzotto


di Sandro Curto e Silvio Forcellini
La forte fibra di Ludovico Rizzotto non riuscita ad avere la meglio sulla grave malattia che da tempo lo aveva colpito. Da tutti conosciuto come Ico, classe 1947, residente nella borgata di Cuniol, era un personaggio pieno di vita e di grande simpatia; la testimonianza della sua popolarit si avuta nel giorno dei suoi funerali ad Alano, luned 27 agosto, che hanno registrato una grande presenza di folla con moltissimi dipendenti o ex dipendenti dellIMA Ferroli dove Ico aveva a lungo lavorato prima della pensione e dove, evidentemente, aveva lasciato un buon ricordo. Dal 1985 al 1990 era stato anche consigliere comunale di maggioranza nelle file di Alleanza Democratica con sindaco Orazio Piccolotto. Alla famiglia le condoglianze della Redazione.

Lultimo saluto a Luca Tessarin


di Sandro Curto
Grande partecipazione e grande commozione, marted 7 agosto nella chiesa parrocchiale di Alano, per lultimo saluto allo sfortunato Luca Tessarin, classe 1964, originario di Mogliano ma per oltre un decennio residente ad Alano dopo il matrimonio con Manuela Simioni dal quale nata la figlia Gaia. La cerimonia funebre, celebrata dallamico di famiglia padre Luigi Bassetto, molto noto anche nella nostra zona per esser stato per qualche anno al Castello dei Somaschi di Quero, si conclusa con lo struggente canto Signore delle Cime eseguito dalla Schola Cantorum e mai cos appropriato allevento. Luca, di professione fotografo pubblicitario, grande appassionato di montagna, il 17 agosto 2010 era stato travolto da una valanga sul versante sud del Khan-Tengri, vetta di 7.236 metri in Kirghizistan e il suo corpo stato ritrovato solo nello scorso mese di luglio. Alla famiglia le condoglianze della Redazione.

Il giardiniere della Caldreta


di Sandro Curto
Il nostro abbonato di Alano Dino Menegon, noto per la sua simpatia, per la maestria nel suonare la fisarmonica, per aver cantato nel Coro de Lan e per aver guidato i pulmini della scuola materna e dellAuser, si ora conquistato sul campo anche lappellativo di giardiniere della Caldreta, dallantico nome di via Monte Grappa dove risiede. Ecco, nella foto del suo vicino di casa Giorgio Mazzier, le sue splendide ortensie.

Borsa di studio per Maria Carmen De Zorzi


di Silvio Forcellini
Lo scorso 21 luglio, durante lassemblea generale dellassociazione Bellunesi nel Mondo stata conferita una borsa di studio alla fenerese Maria Carmen De Zorzi, operatrice presso la Casa di Riposo di Alano, per la sua tesi Storia sociale dellemigrazione veneta. La borsa di studio intitolata ad Andrea Cero, figlio di emigranti zoldani morto in un incidente, ed annualmente messa disposizione dalla famiglia per quelle tesi di laurea sullemigrazione. La commissione che lha assegnata ha giudicato il lavoro di Maria Carmen De Zorzi un quadro esauriente delle grandi migrazioni che hanno interessato il Veneto, nella loro evoluzione e nei riflessi socio-culturali, condividendo sofferenze, attese e speranze di quanti ne furono e ne sono protagonisti. Maria Carmen De Zorzi (nella foto) stata premiata dal presidente dei Bellunesi nel Mondo, Gioacchino Bratti, alla presenza anche di vari rappresentanti della Provincia di Belluno e della Regione Veneto.

17

PUTTON GABRIELE
amidal grey bianca smacchia huggies assortiti igienica 4 rotoli noi/voi asciugoni 2 rotoli olio la masseria 1 lt. wudy pollo x3

Alimentari

Via D. alighieri, 26 - FEnEr (Bl) Tel. 0439 789388

grana padano quantit minima 500 gr. latte carso cotto coscia vismara latteria treviso caFF suerte succhi sKipper assortiti bibite guizza assortite 1,5 lt.

1,70 E 5,99 E 5,99 E 0,99 E 0,99 E 2,99 E 0,99 al kg E 9,90 E 0,69 al kg E 9,90 al kg E 6,90 E 1,50 E 1,50 E 0,39
E

18

lETTErE al TornaDo

Comune di Alano: disposizioni per la manutenzione di siepi, alberature, piante di alto fusto
IL SINDACO, considerato che la presenza di siepi, alberature, piante ad alto fusto ed altri tipi di vegetazione lungo le strade comunali, pu costituire pericolo ed intralcio per la circolazione; ritenuto necessario che tutti i proprietari frontisti stradali mantengano regolari siepi, alberature e piante ad alto fusto al fine di assicurare la visibilit stradale e la sicurezza della circolazione; visti gli artt. 16 -18 -29 del D.lgs 30.04.1992 n. 285 e successive modifiche ed integrazioni, che prevede la possibilit per lEnte proprietario di adottare provvedimenti per garantire la sicurezza e la fluidit della circolazione; visto l'art. 26 del D.P.R. 16.12.1992, n. 495 e successive modifiche ed integrazioni; visto l'art. 38 comma 2 della legge 08.06.1990, n. 142; ORDINA Dal 01.08.2012 al 31.07.2013 tutti i dei terreni confinanti con strade comunali, situati fuori dal centro abitato, provvedano, sentito il parere di questo Comune ovvero dellUfficio Tecnico comunale, a mantenere le siepi e le alberature, comprese le piante ad alto fusto, ed ogni altro tipo di vegetazione - sino al limite minimo di metri 3 (metri tre) dal ciglio strada - permanentemente regolati in modo tale da non creare restringimenti della strada, garantire la visibilit e la sicurezza della circolazione ed assicurare la piena visibilit e leggibilit della segnaletica dalla distanza e dallangolazione necessaria. I proprietari di tutti i terreni confinanti con la sede stradale sono inoltre tenuti a rimuovere, nel pi breve tempo possibile, alberi piantati in terreni laterali o ramaglie di qualsiasi specie e dimensioni - sino al limite minimo di metri 3 (metri tre) dal ciglio strada - che per effetto di intemperie o per qualsiasi altra causa, cadano o gravino sulla sede stradale o sulle sue pertinenze. AVVERTE In caso di inottemperanza alla presente ordinanza , e fatte salve le sanzioni amministrative di cui allart. 29 cc.1 , 2 e 3 C.D.S., si provveder dufficio e senza alcun ulteriore avviso, a mezzo di personale dipendente alla necessaria manutenzione, con rimozione del materiale, addebitando la conseguente spesa ai proprietari frontisti interessati. Contro la presente ordinanza ammesso ricorso al T.A.R entro 60 gg ovvero al Capo dello Stato entro 120 gg dalla pubblicazione allAlbo Pretorio. Alano di Piave, 27 Luglio 2012 IL SINDACO Dott.ssa BOGANA Amalia Serenella

Casa di Riposo di Alano, partiti lospedale di comunit e la comunit alloggio


di Alessandra Pilotto, direttrice della Casa di Riposo S.Antonio Abate di Alano
CASA NANI ha avviato il servizio di comunit alloggio per gli anziani autosufficienti. Da agosto partita lattivit a pieno regime con un servizio che stato pensato e creato sulla base dei bisogni degli anziani che mantengono lautonomia ma che hanno bisogno di un contesto protetto e assistito pur in un ambiente dallimpronta domestica, che rimanda pi a un clima di famiglia che di struttura assistenziale. Liniziativa stata accolta favorevolmente dalla comunit di Alano e ha ricevuto numerosi consensi anche fuori paese. La stessa Fondazione Cariverona ha creduto fortemente nel progetto e ha deciso di contribuire a finanziarlo, intervenendo massicciamente con un apporto di 160.000,00. Si tratta di un risultato sorprendente specie in questo periodo molto particolare dal punto di vista politico-economico, che rinnova la fiducia posta nel centro servizi di Alano da parte di Cariverona, che gi un anno fa si fece sostenitrice della struttura con un contributo pari a 85.000,00 finalizzato al rinnovo degli arredi della casa di riposo. Casa Nani, immobile lasciato in eredit alla Parrocchia dai fratelli Antonio, Catterina, Mirella e Rinaldo Nani perch venisse messo a disposizione degli anziani della casa di riposo, stata ristrutturata in tutte le sue parti e dotata dei pi sofisticati sistemi di sicurezza per la vita degli anziani e di comfort abitativi, ben oltre gli standard richiesti dalla legislazione per questa tipologia di servizio. Contestualmente la casa di riposo ha proposto ESTATE SICURA, una iniziativa pensata per il periodo di ferie, per garantire alle famiglie che assistono in casa un anziano non autosufficiente la possibilit di usufruire di un sollievo temporaneo. Con il mese di settembre, infine, partito ufficialmente il servizio di OSPEDALE DI COMUNITA, sperimentazione regionale che rappresenta una nuova concezione di risposta ai bisogni sanitario-assistenziali della popolazione, non pi strettamente legata alla centralit dellospedale ma come potenziamento delle strutture intermedie tra ospedale e domiciliarit. Dal lavoro condiviso tra le amministrazioni comunali del Basso Feltrino, che ben conoscono i bisogni dei propri cittadini, CdA della parrocchia e direzione della Casa di Riposo nato un progetto tecnicamente interessante che, sorretto e accompagnato da un business plan sostenibile, ha ottenuto lapprovazione della Regione che lha scelto come progetto pilota e che ora, grazie al lavoro svolto in sinergia con lUlss 2 di Feltre, ha visto la luce con il 1 settembre.

19

cronaca

La 13a escursione in notturna in ricordo di Igor Corso e degli amici della montagna
di Alessandro Bagatella
Lo scorso 28 luglio, con destinazione Malga Paoda in territorio querese, si svolta la 13a escursione in notturna in ricordo di Igor Corso e degli amici della montagna che non ci sono pi, tradizionale appuntamento portato avanti dagli instancabili organizzatori con laiuto di validi volontari. Questanno sono stati ricordati anche i giovani della Parrocchia tragicamente scomparsi. Con due partenze guidate per i non esperti e per i pi allenati da Cilladon, la numerosa compagnia si portata a Malga Paoda, dove il parroco di Quero don Stefano ha celebrato la Messa, durante la quale ha ricordato i motivi di questo indimenticabile incontro. Questanno il programma era stato concordato con lUnione delle Biblioteche, cosa che ha impreziosito lappuntamento con la partecipazione del coro Stramare di Segusino, il quale oltre ad accompagnare la Messa si esibito nel suo bel repertorio che, partendo dalla conca di Malga paoda, ha echeggiato dal Tomatico al Cesen. La famiglia Miuzzi ci ha, come di consueto, ospitato e, assieme a Federico Corso e la sua troupe, ci hanno rifocillato e ristorato fino allimbrunire, quando iniziata la discesa a valle. Non sono mancate parole di elogio da parte del consigliere comunale querese Alberto Coppe e del presidente del gruppo Amici del Tomatico e del Grappa Alessandro Bagatella, improntate al ringraziamento fraterno ai numerosi collaboratori che ogni anno si rendono disponibili per la riuscita della manifestazione e a chi da anni la porta avanti con tenacia, come il sottoscritto e Federico e Bruna Corso. Un grazie, infine, alla famiglia Miuzzi, a don Stefano, al Coro Stramare, allUnione delle Biblioteche, alle autorit presenti, ai numerosi partecipanti, con un arrivederci al prossimo anno, sperando di esserci ancora, in tanti (Foto di Settimo Rizzotto).

6 raduno motociclistico al Carpen


di Alessandro Bagatella
Domenica 15 luglio, per il sesto anno consecutivo, si svolto al Carpen organizzato dal Moto Club di Scorz con laiuto di alcuni volontari locali il tradizionale raduno motociclistico. I promotori di questa simpatica iniziativa sono Silvano Bonso e Olindo Manente, membri del Moto Club veneziano, che con lausilio degli Amici di Carpen hanno portato in loco circa 90 motociclisti (che avrebbero dovuto addirittura essere di pi, ma a causa del maltempo ci sono state diverse defezioni). Un plauso agli organizzatori, Silvano e Olindo, e a quanti si sono adoperati per la riuscita della festa, svolta in allegria e amicizia.

A Santa Maria la benedizione delle pere


di Alessandro Bagatella
Anche questanno non mancata, nella frazione di Santa Maria, la tradizionale benedizione delle pere in occasione della festa in onore della patrona S.Maria Maddalena. Presenti non solo gli abitanti del paese, ma anche numerosi devoti giunti dai paesi limitrofi. Il rito religioso, accompagnato dalla corale locale, stato officiato dal parroco di Quero don Stefano Baccan. Al termine un rinfresco per i convenuti con un arrivederci al prossimo anno.

Cilladon ricorda i suoi abitanti


di Alessandro Bagatella
Lo scorso 21 luglio, nella piccola borgata di Cilladon, si ripetuto lannuale appuntamento in ricordo di tutti coloro che son vissuti lass, in questo paesino lontano dal centro ma cos suggestivo, che ha visto limpegno dei suoi abitanti, nonostante le fatiche, nel mantenere il territorio e nel seminare dove era possibile. Il parroco di Quero don Stefano Baccan ha celebrato la Messa presso il sacello che ricorda la famiglia Luban e tutti gli abitanti del paese andati avanti. A rallegrare lavvenimento persone di Quero e di Schievenin che ogni anno non mancano al tradizionale appuntamento. La Maria e i suoi familiari, come consuetudine, hanno offerto ai presenti un ricco rinfresco conclusosi con canti di montagna da parte di Piero e amici.

20

lETTErE al TornaDo

Egregio Direttore de Il Tornado vorrei rispondere alla lettera apparsa sul Tornado nr. 600 del 01/08/2012 relativa alIl Tornado ENI Egregio Direttore de distributore di via Feltre a Quero.lettera apparsa chi ha scrittonr. 600 deldovrebbe informarsi al distributore ENI vorrei rispondere alla Prima di tutto sul Tornado la lettera 01/08/2012 relativa meglio e verificare come Feltre ale cose. Forse non stato ha scrittobene il messaggio promozionale che ENI andava di via stanno Quero. Prima di tutto chi recepito la lettera dovrebbe informarsi meglio e verificare facendo da qualche tempo che diceva esattamente cos: messaggio promozionale che ENI andava come stanno le cose. Forse non stato recepito bene il dalle ore 13 del sabato che diceva esattamente cos: facendo da qualche tempo alle ore 07 del lunedi presso i distributori aderenti all'iniziativa ci sar uno sconto sui carburanti FINO AD ESAURIMENTO iSCORTE. dalle ore 13 del sabato alle ore 07 del lunedi presso distributori aderenti all'iniziativa ci Poich, purtroppo,sui carburanti FINO AD ESAURIMENTO SCORTE. attesa del riempimento delle sar uno sconto non sono in collegamento diretto con la raffineria, in cisterne purtroppo,forzasono in collegamento diretto con la raffineria, in attesa del riempimento delle Poich, devo, per non di cose, apporre il cartello CHIUSO. La logica dice che forza discorte non sia possibile attivare neanche il self. Sarebbe come pretendere cisterne devo, per senza cose, apporre il cartello CHIUSO. di spillare vino da unalogica vuota. Cari cittadini indignati, per caso viattivare neanche il self. Sarebbe come pretendere La botte dice che senza scorte non sia possibile siete mai chiesti come mai in qualsiasi distributore spillare vinoapplicato lo sconto sui carburanti si formino per caso vidi auto? Probabilmente mai in qualsiasi distributodi dove viene da una botte vuota. Cari cittadini indignati, delle code siete mai chiesti come gli automobilisti pi accorti hanno viene applicato lo o poi le sui carburanti si forminoattendono conauto? Probabilmente gli automobilisti pi accorre dove capito che prima sconto scorte si esauriscono e delle code di pazienza il loro turno per rifornirsi. Grazie per l'ospitalit ti hanno capito che prima o poi le scorte si esauriscono e attendono con pazienza il loro turno per rifornirsi. Il gestore Corr Cristian Grazie per l'ospitalit Il gestore Corr Cristian

Adesione s, ma fino ad esaurimento scorte! Adesione s, ma fino ad esaurimento scorte!

(M.M.) Approfitto dellultimo episodio epistolare per informare tutti i nostri lettori delle regole che abbiamo concordato per darApprofitto dellultimo episodio epistolare per informare tutti i nostri lettori allinsindacabile giudizio del direttore, (M.M.) corso alla pubblicazione di lettere al periodico. Oltre ad essere soggette delle regole che abbiamo concordato le lettere per sperare di poter trovare posto in pagina non dovranno contenere giudici offensivi, insulti, volgarit o alluper dar corso alla pubblicazione di lettere al periodico. Oltre ad essere soggette allinsindacabile giudizio del direttore, sioni malevole. Insomma, lo scrivere al periodico dovr servire a suscitare un dibattito che dovr essere improntato a le lettere per sperare di poter trovare posto in pagina non dovranno contenere giudici offensivi, insulti, volgarit o allucivile malevole. o segnalare problemi su periodico dovr servire a suscitare un dibattito che dovr essere sar apprezsioni confronto Insomma, lo scrivere al questioni che magari sono passate inosservate. Le lettere, di cui improntato a zata la concisione, dovrannoproblemi su questioni che magari un recapito. Stessa regola per lettere, di proporre apprezcivile confronto o segnalare anche essere firmate e indicare sono passate inosservate. Le chi vuole cui sar articoli. Devonoconcisione, dovranno anche cognome e nonecon pseudonimi di varia fantasia, a meno che lo pseudonimo non zata la essere firmati con nome e essere firmate indicare un recapito. Stessa regola per chi vuole proporre articoli. sia conosciuto efirmati con nome e cognome e Questa precisazione la facciamo perch meno che lo che la partecipaDevono essere riconducibile a persona nota. non con pseudonimi di varia fantasia, a desideriamo pseudonimo non zione sia completa e non oscurata da sigle e firme di comodo. Ognuno deve avere il coraggio delleche la partecipasia conosciuto e riconducibile a persona nota. Questa precisazione la facciamo perch desideriamo proprie opinioni. Resta,sia completa e non oscurata da sigle e materialecomodo. Ognuno deve avere il coraggio delle proprie della sua zione infine, da sottolineare che consegnare firme di al giornale non implica automaticamente essere certi opinioni. pubblicazione. Resta al direttore lultima parola, che, discrezionalmente, potr automaticamente essere certi proposto, Resta, infine, da sottolineare che consegnare materiale al giornale non implica valutare la validit di quanto della sua tenendo conto anche dello spaziolultima parola, che, discrezionalmente, potr valutare la validit di quanto proposto, pubblicazione. Resta al direttore a disposizione. tenendo conto anche dello spazio a disposizione.

Lettere al Tornado: devono essere firmate Lettere al Tornado: devono essere firmate

paTTInaggIo

21

cronaca

Per TripAdvisor lOsteria da Chichbio di Fener tra i dieci migliori locali del Veneto
di Silvio Forcellini

Get the truth. Then go, leggi la verit e parti. E questo il motto promozionale di TripAdvisor, leader mondiale tra i siti Web di recensioni fai da te su alberghi e ristoranti di ogni angolo del mondo. In parole povere, su www.tripadvisor.com (o sul sito italiano www.tripadvisor.it) troviamo i pareri espressi direttamente dai clienti in base alle loro esperienze personali. 75 milioni di recensioni, 56 milioni di visitatori al mese: bastano queste poche ma esaurienti cifre per fare di TripAdvisor una potenza nel settore (al netto dalle accuse di falsi e di business trasversali). Proprio per questo fa particolarmente piacere il certificato di eccellenza che TripAdvisor, in base al gradimento espresso dai clienti, ha recentemente assegnato alla fenerese Osteria da Chichbio gestita dal veneziano Alberto Cristante. Alla data del 25 agosto, infatti, Chichbio figura nella top ten dei locali del Veneto (per la precisione, al nono posto su oltre cinquemila ristoranti recensiti), mentre in provincia di Belluno al secondo posto, preceduto solo dal Laste di Sappada. Nella foto, lo staff dellOsteria da Chichbio (da sinistra: Giampaolo, Alberto, Shoror e Tony) posa, in un misto di orgoglio e di incredulit, con il riconoscimento di TripAdvisor.

A Caorera sfida all'ultimo taglio!


di Mirko Dal Canton
Nella giornata di domenica 12 agosto, allinterno della tradizionale Festa della Madonna del Piave promossa dalla Pro Loco di Caorera, stata organizzata una gara di abilit di taglio con la motosega, gara che prevedeva alcune prove: 1. il taglio di un tronco con la manra nel minor tempo possibile; 2. il taglio con la motosega di una sezione di tronco - di 3 centimetri di spessore al massimo senza far cadere il bicchiere pieno dacqua posto sopra di esso; 3. labbattimento di un fusto con punto di caduta indicato da un palloncino (prova che stata superata, con grande maestria, solamente da Andrea Piccolotto, uno degli organizzatori e pertanto fuori classifica); 4. il cambio della catena nel minor tempo possibile. Questa la classifica finale: 1 Mauro Gallina detto il canchero del bosco; 2 Antonio Simioni Toni Cobe; 3 Luca Dorz. Un ringraziamento meritano gli organizzatori Maurizio Gallina e Andrea Piccolotto e la Pro Loco di Caorera.

22
22 torneo di Fener trofeo Il Tornado Memorial Mario Durighello

calcIo

Vittoria a sorpresa de I Dissidenti


di Silvio Forcellini
Il calcio, si sa, bello perch imprevedibile. Chi infatti avrebbe mai potuto pronosticare se non un Matteo Codemo Brucia stranamente ispirato la vittoria de I Dissidenti (nella foto a fianco), opposti in finale al superfavorito Vip Club Maroc (nella foto sotto) dopo che per diversi motivi si erano persi per strada i due maggiori pretendenti al trofeo Il Tornado, cio I Grippy e il Ricci Bar Alano? Fatto sta che la squadra alanese composta in buona parte dagliauto-emarginati della Piave Tegorzo e guidata dal mister Mauro Dal Canton, al termine di una finale combattutissima e contrassegnata anche da unespulsione per parte (Paolo Scopel e Abdelilah Bachar) ha avuto la meglio per 9-7 ai rigori, dopo che i tempi regolamentari erano terminati sul 3-3 e i supplementari sul 4-4 (reti di Karim Chakir, Paolo Scopel, Noureddine Boussouni, Luigi Rizzotto, Abderrazzak Boussouni, Diego Codemo, ancora Noureddine Boussouni ed Enrico Sacco). Fatale lerrore dal dischetto di Mohamed Zorgan, a fronte dei cinque centri de I Dissidenti. E pensare che la marcia della selezione dei marocchini residenti nella nostra zona sembrava inarrestabile: unica squadra a vincere il proprio girone eliminatorio a punteggio pieno (e, in pi, con il maggior numero di reti segnate, 22, e il minor numero di reti subite, 8), nella fase finale il Vip Club Maroc si sbarazzava dapprima del Bigolino per 7-3, poi del Ristorante Pizzeria Al Molin Alano per 5-1. Pi accidentato, invece, il cammino de I Dissidenti che, dopo un girone di qualificazione non trascendentale (1 vittoria, 1 pareggio e 1 sconfitta), battevano nei quarti il Bar Sport Rasai per 6-3 e nelle semifinali I Grippy per 2-1. Ma, come detto in apertura, il calcio riserva sempre sorprese e quindi onore al merito ai Dissidenti vincitori del 22 torneo di Fener trofeo Il Tornado Memorial Mario Durighello. Questi i componenti della squadra vittoriosa (in rigoroso ordine alfabetico): Nicola Casamatta, Diego Codemo, Giulio De Faveri, Cristian Giotto, Luigi Rizzotto, Paolo Rizzotto, Enrico Sacco, Andrea Scopel, Paolo Scopel e Daniele Tessaro. Completa il podio del torneo fenerese il Ristorante Pizzeria Al Molin Alano (nella foto sotto), terzo classificato, che nei quarti aveva regolato il Bar Pezzin Lentiai per 3-2 dopo i tempi supplementari e nella finalina I Grippy a tavolino in quanto questi ultimi si erano presentati in numero non congruo. Detto dei protagonisti, merita un cenno la partita pi bella del torneo, che ha anche suscitato una scia di polemiche poi fortunatamente rientrate: quella che ha opposto nei quarti di finale I Grippy e il Ricci Bar Alano, tra laltro messi di fronte per uno sbaglio nella compilazione del tabellone (mea culpa!). La vittoria del Ricci Bar, per 10-9 ai rigori, veniva vanificata dalla squalifica della squadra alanese rea di aver impiegato come non tesserato il talentuoso sedicenne brasiliano Gustavo Del Piero, nellorbita dellUdinese Calcio, contravvenendo cos al regolamento del torneo che prevede limpiego in campo di soli tre tesserati. Per il Ricci Bar Alano resta la soddisfazione della partita vinta sul campo e, soprattutto, quella di aver portato a Fener un giocatore (autore qui di ben 6 reti in 2 partite) del quale, se non si perder per strada, sentiremo ancora parlare. Dunque, bilancio pi che positivo per il 22 torneo di Fener trofeo Il Tornado Memorial Mario Durighello, riproposto dalla locale Pro Loco dopo ben cinque anni di assenza e disputato dal 10 al 28 luglio. Dodici le squadre, suddivise in tre gironi, che si sono date battaglia sul campo parrocchiale rimesso a nuovo per loccasione (ma molte di pi erano quelle che avevano manifestato lintenzione di prendervi parte, a testimonianza del gradimento che il torneo riscuote anche al di fuori del Basso Feltrino: in questa edizione, ad esempio, erano presenti formazioni provenienti da Bigolino, Lentiai, Rasai). Accedevano poi ai quarti le tre prime, le tre seconde e le due migliori terze classificate. Passando alle premiazioni, il trofeo offerto dal nostro giornale andato dunque a I Dissidenti, mentre coppe offerte dalla Carrozzeria D2 di Castelcucco hanno premiato tutte le altre partecipanti. I due riconoscimenti in ricordo di Diana Drusian, valente collaboratrice della Pro Loco di Fener prematuramente scomparsa, sono andati a Moreno Spada (I Baruaha),

23

calcIo

premiato quale miglior portiere, e al capocannoniere Khalid Rahli (Vip Club Maroc) che, con 11 reti, ha preceduto Andrea Coppe (Ristorante Pizzeria Al Molin Alano) fermo a quota 9 in quanto un incidente stradale gli ha purtroppo impedito di giocare la fase finale. Un riconoscimento andato anche ai 5 arbitri del C.S.I. (Fabio Caenaro, Waldis Ceccato, Loris De Bastiani, Eugenio Maccagnan e Alessandro Zen) che hanno diretto le 26 partite in programma. Lambita Coppa Frasca, infine, andata a I Strachy, ultimi sul campo ma primial banco, con oltre 600 birre trangugiate. Alla cerimonia di premiazione, officiata dalla sempre presente presidentessa della Pro Loco di Fener Lorenza Segato (ancora non propriamente a suo agio in ambito calcistico, ma si far), hanno presenziato: Serenella Bogana, sindaco di Alano; Marilena Cassandro, vedova del mai dimenticato presidentissimo Mario Durighello; i familiari di Diana Drusian. E sempre in tema di premiazioni, da sottolineare il bel gesto di Matteo Codemo Brucia (Ricci Bar Alano) che ha voluto premiare personalmente Andrea Vercesi (I Grippy), ponendo cos fine ai contrasti intercorsi nei giorni precedenti. E con questa immagine da libro Cuore, non ci resta che dare lappuntamento al 2013 per la ventitreesima edizione.

Nelle foto di Silvio Forcellini alcuni protagonisti del torneo e della festa che seguita alla finale: 1) Moreno Spada (I Baruaha), proclamato miglior portiere del torneo; 2) I Strachy, vincitori della Coppa Frasca; 3) Eros & Matteo (Ricci Bar Alano); 4) SuperStorghyBomber (Bar Sport Rasai); 5) El Puma (Ristorante Pizzeria Al Molin Alano) & Silvano; 6) Dario & Paul; 7) Ester & Bortol (Ristorante Pizzeria Al Molin Alano); 8) Daniele & Nicola (I Dissidenti); 9) Silvio & Valerio, gli organizzatori, che danno appuntamento alla prossima edizione

La Pro Loco di Fener ringrazia


di Silvio Forcellini
Estremamente soddisfatta per il buon esito del 22 torneo di calcio, la Pro Loco di Fener ringrazia tutti coloro che hanno contribuito al pieno successo della manifestazione: la Parrocchia di Fener (nelle persone di don Tiziano Piovan e dei coniugi Siragna, Giuseppe e Giuliana); il Tornado; la Carrozzeria D2 di Castelcucco (nella persona di Dino Da Rios); la ditta F.lli Giotto di Fener (nella persona di Graziella Storgato); la ditta Fornarolo Rino & Figli di Resana; la ditta Zago Armando & Figli di Fener (nella persona di Luigi Zago); la Falegnameria Santangelo di Fener (nella persona di Gianluca Santangelo); Amerigo Schievenin; Luigi Rech; lAmministrazione Comunale di Alano.

24

aTTualIT

COMUNE DI QUERO
Prot. nr. 4529 Reg. Pubbl. 378/12

32030 QUERO (BL) Piazza Guglielmo Marconi n. 1 Cod. Fisc. P.I. 00142890250

Provincia di Belluno
AVVISO AL PUBBLICO

Quero, 19 luglio 2012

BANDO DI CONCORSO PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER LASSEGNAZIONE DI DUE ALLOGGI NELLA CASA COMUNALE EX E.C.A.
Il Comune di Quero, in esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 36 in data 11.06.2012 intende procedere alla formazione di una graduatoria per lassegnazione in affittanza di nr. 2 mini-alloggi ubicati nella casa comunale ex E.C.A. sita nel Comune di Quero in Via Nazionale nr. 16/A: piano secondo alloggi nr. 6 e nr. 8. 1. DESTINATARI Possono fare richiesta di assegnazione alloggi le persone singole maggiorenni autosufficienti o i nuclei familiari composti da massimo due persone autosufficienti. 2. REQUISITI INDISPENSABILI PER L'ASSEGNAZIONE I richiedenti, per essere ammessi allassegnazione, devono possedere i seguenti requisiti: a. Essere cittadini italiani; b. Essere residenti nel territorio del Comune di Quero da almeno due anni; con riferimento come termine iniziale la data di pubblicazione del presente bando; c. Non essere titolari di diritto di propriet, usufrutto, uso e abitazione di alloggio agibile nellambito territoriale del Comune di Quero oppure essere titolari di diritto di propriet, usufrutto, uso e abitazione di alloggio in precarie condizioni igienico-sanitarie e/o sito in zone territorialmente disagiate per la fruizione dei servizi in relazione allet del richiedente (per esempio frazioni o borgate montane); d. Non essere titolari di diritto di cui al precedente punto c) su uno o pi alloggi, ubicati in qualsiasi localit italiana o estera, al di fuori dellambito territoriale comunale, che consentano un reddito almeno pari allammontare del canone di locazione fissato attualmente in Euro 1.200,00.= annue; e. Assenza di precedenti assegnazioni in propriet di alloggio realizzato con contributi pubblici; f. Non aver effettuato cessioni di abitazioni in propriet nei due anni precedenti alla richiesta di assegnazione. 3. DOMANDE DI ASSEGNAZIONE Le domande, da compilare su appositi moduli da ritirare presso lUfficio Biblioteca/Servizi Sociali, devono pervenire a pena di esclusione al protocollo generale dell'Ente entro il termine perentorio delle: ORE 12,00 DEL GIORNO SABATO 29 SETTEMBRE 2012 IL RESPONSABILE DELLUFFICIO Romina MAZZOCCO

PER INFORMAZIONI: UFFICIO SERVIZI SOCIALI presso Biblioteca Via Nazionale nr. 16 Mercoled dalle 9,30 alle 12,30 e sabato dalle 8,30 alle 10,30 Tel. 0439 787097 - fax 0439 787584 e mail biblioteca.quero@feltino.bl.it

La notizia ufficiale e gi compare laggiornamento sul sito della citt balneare. Un bel avanzamento di carriera per il Dr. Francesco Pucci, ora alle prese con una realt pi complessa. Resta da determinare la sorte delle segreterie dei Comuni finora seguiti, e fra questi Quero e lUnione Setteville. Ci sar una convenzione con Jesolo? Se n parlato nel corso del consiglio comunale di Quero dell8 agosto scorso. Nei prossimi mesi se ne sapr di pi

Il segretario comunale di Quero e dellUnione va a Jesolo

lETTErE al TornaDo

In risposta alla lettera di Ceccotto


In merito alla lettera di Angelo Ceccotto pubblicata sul n.600 de il TORNADO riguardante le mie affermazioni, desidero essere quanto mai pi collegiale possibile lasciando ai lettori interpretazione e giudizio dei nostri rispettivi scritti. Grazie Giannino Collavo

25

cronaca

Messa di Ferragosto a Schievenin


segnalazione di Settimo Rizzotto
Sono stato alla messa di ferragosto alla Madonna di Lourdes, in Schievenin, una funzione molto sentita e partecipata anche da persone dei paesi limitrofi; soddisfatto anche il parroco don Stefano Baccan e sicuramente il bel tempo ha premiato chi ha lavorato: sia il coro, sia chi ha pulito e preparato tutto per la buona riuscita della funzione religiosa.

1 2 4 5 6 7 8 9 14 16 18 19 21 24 25 26 27 28 31 32

Premio Nr. Aquila + quadro 1866 Mini motocross + quadro 1192 Bicicletta bimba 1624 Bicicletta bimbo + casco 48 Radiatore 671 Lampadario 358 Composizione fiori 1560 Casco moto 738 Quadro incorniciato 124 Scarpe Diadora uomo 782 Zaino da montagna 567 Collana 913 Set asciugamani 698 Plafoniera 1865 Contenitore vino da 6 1985 Contenitore vino da 6 529 Buddha grande nero 867 Buddha grande bianco 412 Orologio da parete 1526 Tappeti per macchina 32

33 35 36 37 42 45 46 47 49 50 52 56 58 59 61 62 63 64 67 68 73

Premio Lampadario Seghetto + impermeabile Set bicchieri liquore + bottiglia Set bicchieri liquore + bottiglia Applique bambino Buddha piccolo nero Buddha piccolo bianco Set macedonia Vaso fiori Vaso fiori Vassoio Olio motosega + maglietta Porta biscotti porcellana Porta biscotti ceramica Faro automatico Porta biscotti Zuccheriera Radio Porta candele Lanterna piccola Completo bimba

Nr. 472 809 1934 1063 683 1161 362 154 172 490 1092 527 387 1047 1582 1118 1559 364 1580 1773 1978

Conclusa felicemente la festa di via To, a Quero, con buona affluenza di pubblico e gioia dei bambini, rimane lelenco dei premi non ritirati alla lotteria. I fortunati possessori potranno rivolgersi, per informazioni sul ritiro dei premi, a Giovanni Specia (Carta), dopo le 21, telefonando al nr. 338.5935143 (entro il 31 dicembre 2012).

I premi della festa di Via To

lETTErE al TornaDo

Luciano Mondin Cavaliere della Repubblica


Nel silenzio e senza enfasi, sotto forma di dovere opera il Fante. Questo comportamento meritevole di elogio, oltre ad acquisire degni riconoscimenti rilasciati dalle Istituzioni preposte. Per questo impegno va dato il giusto merito a quel Fante che si posto con disinteresse al servizio della collettivit. Stiamo parlando del nostro amico e socio Luciano Mondin (nella foto) cui in data 31 luglio 2012 stata notificata dalla Prefettura di Belluno la concessione del titolo onorifico di Cavaliere della Repubblica Italiana. Con la presente lettera ne diamo orgogliosamente pubblica notizia con i complimenti al Fante neo Cavaliere da parte del Presidente Cav. Claudio Carelle, del Comm. Angelo Ceccotto e dei Fanti della sezione di Alano e Quero. I Fanti di Alano e Quero

26

corSa

Il nostro lettore Remor Michele ci segnala la partecipazione di molti atleti del Basso Feltrino alla classica corsa in montagna svoltasi il 2 settembre e ci regala una foto di alcuni degli atleti presenti. Queste le sue prime impressioni: Il percorso era particolarmente scivoloso a causa della pioggia caduta durante la notte. Alla partenza le condizioni meteo non erano delle migliori, una leggera pioggerellina cadeva fino a pochi minuti dalla partenza, poi con il passare dei km le nuvole si sono diradate fino a raggiungere il traguardo con un bel sole. La lunghezza del percorso di 16,93 km con un dislivello positivo di 1296 m..

Alla TRANSPELMO molti atleti del Basso Feltrino

Qui di seguito la descrizione del percorso dal sito internet: LA TRANSPELMO una marcia non competitiva che si sviluppa attorno alla bellissima mole del Pelmo. Il percorso ad anello parte da Palafavera, e affronta una prima parte di salita nel bosco, per poi proseguire in quota con ampio sentiero, sui vasti pascoli e distese di mughi, fino al rifugio Venezia. Da qui inizia limpegnativa salita, che passando per una prima forcelletta porta ad un ripido ghiaione ed infine alla forcella di Val dArcia. La discesa si svolge per il I posti in classifica: lungo e costante ghiaione fino ad Clt Pet. Cognome e nome Team Tempi immettersi nel sentiero che porta al 6 318 NANI Eddy A.S.D SAN ROCCO 1h47:12.3 passo Staulanza, terzo ristoro. 59 207 FURLAN Cristian G.S. ALANO 2h16:13.6 Superata una breve salita inizia la fase 95 215 GALLINA Fabia A.S.D SAN ROCCO 2h25:26.8 finale della discesa, che passando per 122 303 MONDIN Adriano 2h30:24.0 il Pian dei Buoi porta nuovamente a 126 219 GELISIO Davide G.S. ALANO 2h31:50.4 Palafavera dov situato larrivo e il 140 367 REMOR Michele G.S. CON CALMA 2h34:15.7 ristoro finale. 204 408 SCHIEVENIN Serena G.S. ALANO 2h51:13.3 In foto da Sx.: Remor Michele, 231 470 VIZZARI Vincenzo GS ASTRA 2h59:36.9 Vincenzo Vizzari, Roberto Dal Canton, 259 117 DAL CANTON Roberto 3h08:29.4 Adriano Mondin Eventuali omissioni sono involontarie e/o dovute a mancata indicazione del gruppo

La foto di copertina
Studi Trent. Sci. Nat., Acta Geol., 81 (2004): 87-104 Museo Tridentino di Scienze Naturali, Trento 2006 ISSN 0392-0534 Le grandi frane pleistoceniche di Marziai e dei Collesei di Anz e loro effetti sull'evoluzione geomorfologica e paleoidrografica della Valle del Piave nel Canale di Quero (Prealpi Venete) Giovanni Battista PELLEGRINI1, Nicola SURIAN2, Diego ALBANESE1, Andrea DEGLI ALESSANDRINI1 & Rodolfo ZAMBRANO1 1 Dipartimento di Geologia, Paleontologia e Geofisica, Universit di Padova, Via Giotto 1,1-35122 Padova 2 Dipartimento di Geografia, Universit di Padova, Via del Santo 26, 135123 Padova RIASSUNTO - L'indagine della Valle del Piave, nel tratto tra Busche e Quero, ha permesso di riconoscere la presenza di due grandi frane di et quaternaria. Gli effetti geomorfologici sulla idrografia regionale di questi fenomeni gravitativi, che hanno determinato la formazione del Lago di Marziai, erano sfuggiti agli studiosi che in precedenza avevano posto la loro attenzione su quest'area. Le ricerche di campagna si sono basate su un rilevamento che ha portato alla realizzazione di una Carta Geomorfologica di dettaglio. Lo studio geofisico, affiancato da una serie di sondaggi meccanici, ha permesso di riconoscere l'andamento del fondo roccioso e della distribuzione dei depositi quaternari sepolti delle tre valli che aggirano il M. Miesna. L'indagine palinologica ha fornito i dati per una ricostruzione paleoambientale del fondovalle del Canale di Quero dal Pleistocene superiore all'Olocene e le indicazioni per collocare temporalmente le frane nella prima fase della deglaciazione alpina. Si riconosciuta, a monte dell'anfiteatro di Quero, la presenza di due laghi, il Lago di Quero, determinato da una soglia in roccia, e quello di Marziai, determinato dalla frana omonima e da quella dei Collesei di Anz. Il riempimento del Lago di Marziai, considerando le sue notevoli dimensioni (circa 20 km di lunghezza), stato molto rapido, essendosi realizzato neIlintervallo di tempo indeterminato compreso tra 17.000 e 15.000 anni B.P. Il livello di base costituito dall'accumulo della frana di Marziai ha condizionato l'evoluzione del corso del Piave nel Vallone Bellunese e nel Canale di Quero.

aSTErISco

(M.M.) Lo scatto di questa copertina opera di Gianni De Girardi ed stato realizzato puntando lobiettivo sullabitato di Marziai, ripreso dalla zona del vincheto di Cellarda. Era il 22 giugno di questanno, stando alle impostazioni della fotocamera, una Nikon Coolpix L22, verso le tredici e trenta. Iso 80 e lunghezza focale pari ad un 24 mm. Interessante le notizie procurateci dalla nostra lettrice Sonia Zanella, che ha ricordato di aver incontrato nei suoi studi alcuni contributi di scienze geologiche. Grazie ad una triangolazione con il geologo feltrino Lucio DAlberto, possiamo sottoporre alla vostra attenzione linteressante contributo di cui leggete qui a fianco un riassunto, nel quale si parla del lago di Marziai. Una lettura davvero interessante. Chi fosse interessato potr chiederne copia alla redazione che la trasmetter via mail, assieme, magari, ad altro studio di Alessandro Pontin e Lucio DAlberto, dedicato alle Anomalie termo-idro-chimiche e ideogrammi di sorgenti nei pressi del Monte Miesna (Feltre): prime ipotesi sul significato idrogeologico e geotermico. Il Monte Miesna quello che si vede di fronte a Marziai. Da una copertina piccoli spunti per conoscere di pi e meglio il nostro territorio.

27

lETTErE al TornaDo

3 Simon day 2012

Come da tradizione, il 24 Giugno, ci siamo ritrovati tutti assieme per festeggiare il 3 Simon Day. Per un buon inizio festa l'appuntamento era presso l'abitazione dell'Agnese con un fresco aperitivo offerto dalle nostre due organizzatrici di turno, Roberta e Amabile. Dopo un primo brindisi, ai Simoi, tutti in macchina per recarsi presso la trattoria da Marcello, nella splendida localit di Milies. Seduti a tavola con buon spirito e voglia di far festa, ci sono volute ben quattro ore di duro lavoro di bocca per far fronte a tutto quel ben di dio che il nostro chef Marcello ci ha preparato, dagli antipasti, all'ottimo spiedo, come solo lui sa fare, fino ad arrivare ai dolci e liquori di sua produzione, con la compagnia di buon prosecco e vino rosso. Alla fine, dopo esserci ben abbuffati, non poteva mancare la foto di gruppo, anche se qualcuno, o per una passeggiata digestiva per far posto a qualche altro intruglio del nostro cuoco, o per qualche gioco con i pi piccoli sperando, forse, di tornar bambino, non riuscito ad essere presente. Nel ritorno da Milies non poteva mancare una sosta a Stramare, per una piacevole bicchierata offerta dal nostro, ormai, membro acquisito, Rosino, abile intagliatore di legno, che con un ottimo bicchiere di vino ed una stella alpina intagliata al momento ci ha deliziati. Per concludere la festa, tutti a casa di Livio per una fresca fetta di anguria ed una sfida a calcio balilla, con i pi temerari fino a tarda serata. Noi tutti ringraziamo le organizzatrici, Roberta e Amabile, che cedono il testimone a Oriana e Franco per il 4 Simon day previsto nel 2014 in quel di Bassano. Siamo sicuri che riusciranno a stupirci. Arrivederci al prossimo Simon Day. Comitato Simon Day

28

lETTErE al TornaDo

Che sta accadendo ai nostri fagioli ?


Qual la causa di questa annata decisamente catastrofica ??
E' ormai appurato che i nostri fagioli stanno subendo un pesante attacco di VIROSI causata dal mosaico del fagiolo; siamo dinnanzi a una vera epidemia Sintomi della malattia Sulle piante, la malattia si manifesta in vari modi: foglie deformate, pi piccole del solito, con decolorazioni che ricordano le tessere di un mosaico; Foglie che ingialliscono e si piegano..bollosit. Nanismo Le piante ammalate possono rimanere vive ma essere improduttive, possono velocemente deperire fino a seccare Propagazione della malattia -Il virus si propaga da un anno allaltro attraverso la commercializzazione e lo scambio di semente malata, il pi delle volte raccolta inconsapevolmente dai coltivatori da piante ammalate che non hanno saputo riconoscere come tali. Infatti, spesso il seme non manifesta anomalie rispetto alle caratteristiche ritenute normali ed questo che inganna quei coltivatori che selezionano la semente da usare lanno che verr solo considerando le caratteristiche estetiche del seme sgranato e non anche lo stato di salute della pianta-madre. un ulteriore meccanismo di accelerazione della diffusione In questa annata gli afidi hanno sviluppato dense colonie sulle coltivazioni e hanno trasmesso la malattia a numerose piante che prima erano sane, incrementando in modo significativo la percentuale di piante di fagiolo infette. E cosa ben nota che lafide sia il pi potente vettore della virosi del Mosaico Comune del fagiolo e questanno ha impartito unaccelerazione alla diffusione della virosi che gi, nella trasmissione per seme, era esponenziale: E ADESSO CHE FARE??? E' indispensabile fare una attenta ed accurata selezione in campo della semente. Consigliamo di segnare sin da subito le piante che non presentano sintomi di virosi e che l'eventuale semente venga prelevata solo e unicamente da quelle piante che non hanno palesato la presenza del virus .chi ha accantonato della semente e' bene che ne abbia cura e la conservi scrupolosamente!! EVITARE ASSOLUTAMENTE DI PRENDERE SEMI DA PIANTE INFETTE SIAMO A DISPOSIZIONE PER INFORMAZIONI E PER FORNIRE MATERIALE TECNICO.. ABBIAMO GIA' ORGANIZZATO INCONTRI PUBBLICI IN CAMPO E SERATE INFORMATIVE E NE ORGANIZZEREMO ALTRE QUANTO PRIMA Associazione Dolomiti Bio info@dolomitibio.it

GRUPPO COLTIVARE CONDIVIDENDO


tel 333.6889954 (tiziano) www.coltivarcondividendo.blogspot.com

Ciao a tutti, Mi chiamo Alessandro Longo, sono nato il 10 aprile con immensa gioia di mamma Silvia Dal Pos e di pap Mirko.

Alessandro saluta tutti!!!

Saluto i nonni Maria e Claudio di Quero e nonna Margherita di Segusino, il nonno Gentile che mi protegge da lass, gli zii Barbara e Moris e i cuginetti Marco e Marta. Un saluto alla bisnonna Antonia di Alano, che mi tiene amorevolmente in braccio, e a tutti quelli che mi conoscono e che mi vogliono bene.

29

lETTErE al TornaDo

A Malga Paoda: Memorial Igor Corso


di Oliva De Rui
Bella giornata, seppur con una leggera foschia che non ci ha permesso di vedere la laguna veneta, quella che abbiamo vissuto anche questanno a malga Paoda. Sabato 28-07-2012 per ricordare Igor Corso eravamo in tanti a voler condividere in amicizia questo appuntamento pomeridiano che ci fa gustare il ritorno in notturna. A rendere ancora pi solenne la ricorrenza arrivato fin lass il Coro di Stramare che con i suoi canti ha dapprima reso solenne la S. Messa a ricordo del giovane Igor e di tutti gli amici della montagna ormai andati avanti intonando: Signore delle cime, alla quale seguito il concerto di canti di montagna e del repertorio popolare. Impeccabile lorganizzazione che ha pensato a rifocillare gli amanti della montagna che non vogliono mancare a questo sentito appuntamento. Per coloro che lasciano lauto in localit Cilladon, il percorso reso meno faticoso nel raccontarsi in amicizia le vicende umane succedutesi nel tempo trascorso tra una camminata e laltra. E cos senza neanche accorgersi si arriva in prossimit di Malga Paoda dove lo sguardo spazia su panorami infiniti. A sinistra la Val Belluna con i suoi paesi adagiati lungo il Piave, a destra il Massiccio del Grappa con una moltitudine di monti, cime e valli che anche una guida esperta ha difficolt a riconoscerle tutte; sotto di noi la pianura veneta con i paesi disseminati su un territorio brulicante di vita. Se il pomeriggio si presenta caldo e soleggiato come questanno, quando si arriva a quota mille, laria si fa subito frizzante con una brezza che ti asciuga il sudore. Peccato che per giungere alla meta si debba essere in buona forma fisica perch la strada non transitabile con unauto normale e per di pi vietata a chi non munito di permesso. Quante occasioni perse di godere di spazi mozzafiato, di ritemprare lo spirito che quass si riempie di infinito e si ricarica di buoni pensieri. Allora chi non vuol mancare a questo appuntamento e non ha il fisico per raggiungere la meta a piedi, si organizza come pu, anche utilizzando mezzi di fortuna come la bella compagnia che, ridendo e scherzando, giunta a malga Paoda su un motocoltivatore, sicuramente un po ammaccate ma felici di aver vissuto una bella occasione di incontro che solo le nostre montagne ti possono far vivere

Notizie Agricole

Al momento di scrivere questo articolo, 25-08-2012, per quanto riguarda le notizie agricole, c da evidenziare il perdurare di un periodo di siccit con temperature molto alte che hanno arrecato gravi sofferenze ad alcune colture, in particolare per il mais e le viti. Non per il secco ma per ripetuti attacchi di afidi (pidocchi) su quasi tutta la parte bassa della provincia sparita la produzione del fagiolo. Fa veramente male vedere le frasche spoglie che mostrano la gravit del problema . A rischio anche la fiera di Lamon? Certamente per i coltivatori di fagioli-fagiolini e di tutti i tipi di legumi non bastato riseminare pi volte, alla fine ci si dovuti arrendere alla evidente impossibilit di ottenere un qualsiasi risultato agronomico. Se questo fosse accaduto negli anni cinquanta si parlerebbe di una vera e propria carestia perch togliere dalle mense le proteine vegetali significava impoverire le gi scarse possibilit di crescita di una generazione che non poteva permettersi il lusso di consumare le proteine contenute nelle carni. Certamente una annata da ricordare e da dimenticare.

30

cronaca

Auserflash Auserflash

SAN LORENZO, IO LO SO PERCHE TANTO CHURRASCO SAN LORENZO, IO LO SO PERCHE TANTO CHURRASCO cronaca breve di un picnic pieno di sole inin barba ai maghi della pioggia cronaca breve di un picnic pieno di sole barba ai maghi della pioggia

A CURA DEL CIRCOLO AUSER ONLUS "AL CAMINETTO" DI ALANO QUERO VAS - VIA ROMA 29 32030 QUERO 0439.787861 A CURA DEL CIRCOLO AUSER ONLUS "AL CAMINETTO" DI ALANO QUERO VAS - VIA ROMA 29 32030 QUERO 0439.787861

Tutto bene in quel di Santa Maria, valle di Tutto bene in quel di Santa Maria, valle di San Lorenzo. Unaltra serena edizione San Lorenzo. Unaltra serena edizione del nostro tradizionale picnic, con uno del nostro tradizionale picnic, con uno squarcio di sereno tutto per noi, dopo le noi, dopo le squarcio di sereno tutto apprensioni della vigilia. Tempo ottimo apprensioni della vigilia. Tempo ottimo quindi, ventilato e fresco lambiente, tutto quindi, ventilato e fresco lambiente, tutto allinsegna della compagnia, dellamicizia allinsegna della compagnia, dellamicizia della solidariet. Ottima eedella solidariet. Ottima la ristorazione, ristorazione, curata servita con simpatica cortesia curata ee servita con simpatica cortesia dai baldi cantori della Schola e da una dai baldi cantori della Schola e da una squadra di leggiadre fanciulle. Tutti squadra di leggiadre fanciulle. Tutti i i commensali si sono buttati sul churrasco, commensali si sono buttati sul churrasco, chi spinto dalla novit e chi perch gi chi spinto dalla novit e chi perch gi estimatore sia del piatto brasiliano sia estimatore sia del piatto brasiliano sia dellalanesissimo cuoco. Dopo gli auguri dellalanesissimo cuoco. Dopo gli auguri linfiorata per soci nati in luglio ee linfiorata per ii soci nati in luglio ee agostoee ai giochini di societ (Marcello ai giochini di societ (Marcello agosto aggiudicato il grana padano in palio sisiaggiudicato il grana padano in palio nella gara della stima), si passati alla nella gara della stima), si passati alla tradizionale lotteria per la solidariet. Va tradizionale lotteria per la solidariet. Va detto che i premi erano davvero molto detto che i premi erano davvero molto belli, anche se poi ad aggiudicarsene un bel po sono stati i soliti noti Stefano e Piero, sollevando sordi mugugni belli, anche se poi ad aggiudicarsene un bocca asciutta. Lei soliti vittime di tanta Piero, sollevandogiustificate: e maliziose insinuazioni tra i rimasti a bel po sono stati due noti Stefano e fortuna si sono sordi mugugni eAbbiamo comprato tanti tra i rimastiQuesta veloce cronaca chiude coi nomi tantasoci festeggiati pergiustificate: maliziose insinuazioni biglietti. a bocca asciutta. Le due vittime di dei fortuna si sono il loro Abbiamo comprato sorridono da una Questa fotopik e cronaca chiude coi nomi dei soci festeggiati per il loro compleanno, che vi tanti biglietti. allegra veloce che sono, da sinistra: AnnaMaria Dalla Favera, Maria compleanno, cheButtol, Italia Bagatella, allegra fotopik e che sono, Lot, sinistra: AnnaMaria Dalla Favera, Maria Ruggeri, Norma vi sorridono da una Manuela Ghedini, Fernanda da Ulderico Specia (unico maschietto!!!), Ruggeri, Norma Buttol, Italia Bagatella, Manuela Ghedini, Fernanda Lot, Ulderico Specia (unico maschietto!!!), Anna Monti e Assunta Bagatella. Anna Monti e Assunta Bagatella.

Il Comune di Quero premia Renzo Specia


Brevi cenni di vita. Renzo Specia nasce a Schievenin di Quero il 7 luglio 1943. Con la famiglia abitava in Val di Prada. Il pap Attilio, reduce dalla seconda guerra mondiale, nel 1955 si ammala gravemente e muore giovane, allet di 45 anni. La mamma Olinda Schievenin, casalinga, aiutata dallo zio Francesco Pierin, mand il figlio Renzo, che a quel tempo aveva solo 11 anni, a lavorare in montagna alle dipendenze dei malgari Abramo Specia di Schievenin dapprima, presso le malghe Valdumela, e successivamente con Beppi Brusamede di Alano di Piave, in malga Fontanasecca e Col di Spadarot. Nella stagione autunno-invernale aiutava invece lo zio Francesco Pierin e suo fratello Giovanni andando a pascolo con le capre sulle alture di malga Sassum, in Valle di Schievenin. In questo modo guadagnava quel minimo che poteva in qualche modo aiutare la mamma a mantenere la famiglia. Alla fine degli anni 50 montic le malghe del Cesn e del Monte Fossazza, alle dipendenze della famiglia del malgaro Carlo Curto di Bigolino. Lattivit era effettuata sia destate, in montagna, che dinverno, presso la stalla dei Curto a Bigolino di Valdobbiadene. Questa vita Renzo la condusse fino all8marzo del 1960, quando cap che era meglio prendere la valigia ed emigrare in Francia. Con lo zio Alberto Schievenin and a lavorare in alta Savoia in Francia. Sulle montagne francesi lavor come manovratore di macchine addette agli scavi in roccia. Successivamente emigr in Svizzera come conduttore di macchine scavatrici, lavorando alla costruzione di una diga sulle pendici del Monte Bianco a 2.400 metri di quota. Nel 1970 rientr in Italia e spos Schievenin Lina residente in localit al Borgo, in valle di Schievenin. Essendo un operaio specializzato nella conduzione di macchine operatrici per lo scavo in roccia, fu assunto da una ditta di Varese che si occupava della costruzione di piste da sci e funivie in montagna. Lavor sul Valles, sulla Marmolada, sul Fedaia, ad Arabba, sul San Pellegrino e sulla strada Cencenighe-Alleghe. Ora in pensione, vive a Schievenin in Valle di Prada con la moglie Lina. Foto di Fulvio Mondin: da sx Renzo Specia premiato con Virginia Carelle per Alano, Valentino Scopel (alla memoria) per Seren, assieme alle autorit locali.

Premio fedelt alla montagna 2012

31

aTTualIT

17 corso di formazione per volontari dellassistenza domiciliare al malato terminale

Comunichiamo il nuovo orario di apertura della Biblioteca di Quero che sar in vigore dal 3 settembre ( stata apportata qualche lieve modifica - le variazioni rispetto all'attuale sono in grassetto)

Quero: nuovo orario della biblioteca civica


marted dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 16,00 alle 19,00 gioved dalle 14,30 alle 18,30 sabato dalle 10,30 alle 12,30

TEnnIS

Fabio Scuglia vince a Bassano


Fabio Scuglia torna alla vittoria.
Al torneo dello sporting club di Bassano con 55 partecipanti, Fabio vince battendo in finale (con il pesante punteggio di 60 60) il giocatore Andrea Tellatin. Fabio ha raggiunto la vittoria del torneo perdendo soltanto 5 giochi in 5 partite.
Nella foto: Fabio Scuglia riceve il premio dai giudici federali Ciervo e Benetello.

32

cronaca

Il torneo di calcio di Vas


di Antonio Deon
Dopo aver vinto il Torneo di Natale nella palestra comunale, i Pimpi da Marziai (nella foto), sponsorizzati dal Bar Pezzin di Lentiai, si sono aggiudicati anche il torneo allaperto svoltosi sul campo parrocchiale di Vas nei giorni 30 giugno e 1 luglio. I giocatori di Marziai hanno fatto loro il torneo battendo in finale gli alanesi della Pizzeria al Molin. A contendersi i trofei in palio cerano undici squadre causa defezione allultimo momento della dodicesima. I due gironi in cui si svolta la prima fase del torneo hanno determinato per domenica pomeriggio le partite di semifinale e, a seguire, la finalina per il terzo e quarto posto e la finale. Nella finalina prevalsa l Elena Hair Style che si pertanto classificata terza sulla squadra de I Cadaveri, quarta. Premi sono stati assegnati: al capocannoniere (con 8 reti) Sergio Moraru (Pizzeria al Molin Alano), al miglior portiere Alan Pellin (Elena Hair Style) mentre ai ragazzi della compagine La Locomotiva andato il premio disciplina come squadra pi corretta del torneo. Il torneo stato organizzato dagli Alpini di Vas.

Ecco Nicolas!
di Alessandro Bagatella
A quasi un anno dalla nascita, presentiamo con piacere alla famiglia del Tornado Nicolas, nato il 27 settembre 2011 per la gioia del pap Angelo Buttol di Campo, della mamma Sandra e della sorellina Sara, che lo accudisce come una seconda mamma. A Nicolas un mondo di auguri di tanta felicit e fortuna da parte della redazione. E congratulazioni ai genitori, alla sorella e ai nonni Antonio, Gianna, Alfredo e Rosa.

aSTErISco

Il pi bel libro di storia del 2009. Corriere della Sera Un breviario terrificante da tenere sul comodino. Michele Serra Il romanzo grottesco e insieme tragico del nostro paese. Simonetta Fiori Un manuale di riferimento per i cittadini ancora pensanti. Goffredo Fofi Deaglio un grande narratore civile. Corrado Augias Come gli Annali di Tacito. Adriano Sofri Ma davvero tutto questo successo in Italia? E che cosa abbiamo fatto per meritarci tutto ci? Leggere Patria un po' come andare al cinema e rivedere trent'anni della nostra vita. Con i buoni e i cattivi, la musica, le bandiere, un po di kiss kiss, molto bang bang, e tutti noi come protagonisti sullo schermo. La nostra storia come non l'avete mai letta.

Consigli di lettura

Enrico Deaglio (Torino 1947), medico, lavora da trent'anni nel mondo dei giornali, della televisione e dell'editoria. Nel 1996 ha dato vita al settimanale Diario che ha diretto fino al 2008. Numerosi i suoi libri, tra cui La banalit del bene, Storia di Giorgio Perlasca (Feltrinelli, 1991). Con Beppe Cremagnani ha realizzato diversi film-inchiesta. tra cui: Quando c'era Silvio (2006), Uccidete la democrazia! (2006), Gli imbroglioni (2007), Fare un golpe e farla franca (2008). Nel 2010 ha pubblicato per il Saggiatore Il raccolto rosso 1982-2010. Andrea Gentile (Isernia 1985) vive a Milano. Ha lavorato con Enrico Deaglio al Raccolto rosso 1982-2010. Con questo libro ha affrontato trentadue anni di storia (politica, criminale, musicale e letteraria) senza battere ciglio.

VIVAIO - PIANTE

di Mondin Duilio

Realizzazione e Manutenzione Giardini Prati - Irrigazione - Potature


32030 QUERO (BL) via Feltrina Cell. 338 1689292
E-mail:mondingiardini@gmail.com - mondingiardini.blogspot.com

due esse s.n.c. di Stramare nicola e oscar via S. Rocco, 39 - 31040 SeGuSino (Tv) Telefono e Telefax 0423.979344 via della vittoria - 32030 FeneR (Bl) Telefono 0439.789470

via Monte Grappa, 28 Feltre tel. 0439 842 603 www.bancapopolare.it

onoranZe Funebri

di Ferdinando Carraro
PITTORE RESTAURATORE
Via Roma - Quero (BL) - Cell. 339.2242637

impresa edile
Fabrizio Mondin

alano di piave Fener - quero

costruzioni civili e industriali ristrutturazioni e manutenzioni di ogni tipo allacciamenti fognature tel. 349.3024131

www.unicredit.it

Stampa DBS - Rasai di Seren del Grappa (BL)