Sei sulla pagina 1di 26

Milano, 19 giugno 2009

Contract Review e Matrice di Tracciabilit


Luca Beccastrini

U.O. SISTEMI QUALITA E AMBIENTE QUALITA Tecnologie e commesse estero

Il Processo Progettazione
LA PROGETTAZIONE DI IMPIANTI TECNOLOGICI FERROVIARI: METODI DI GESTIONE DEGLI ASPETTI CRITICI

RIESAME

Individuazione delle esigenze del cliente

DEL CONTRATTO

PIANIFICAZIONE

REALIZZAZIONE

VERIFICA

VALIDAZIONE

RIESAME

EMISSIONE

APPROV.

INSTALLAZ.

Contract Review e matrice di tracciabilit (L. Beccastrini)

Pianificazione ed organizzazione del progetto (G. Bertoni)

Criteri di rilascio della (V. Pezzotta) La verifica della (P.Cappella) La validazione del progetto (P.Cappella)

Design Review (G. Bertoni) Le non conformit nella progettaz. (V. Pezzotta)

Safety Case (P.Cappella) Configuration Management (L. Beccastrini) Qualificazione dei fornitori di servizi di ingegneria (V. Pezzotta)

Le implicazioni della progettaz. nelle attivit dinstallaz. e messa in servizio (M. Esquilini)

documentazione Progettazione

Miglioramento continuo

Termini e definizioni
Review (Riesame) Attivit effettuata per riscontrare lidoneit, ladeguatezza e lefficacia di qualcosa a conseguire gli obiettivi stabiliti
Esempi: riesame da parte della direzione, riesame di progettazione e sviluppo, riesame dei requisiti del Cliente e riesame delle non conformit.

Contract Review = Riesame del Contratto Attivit effettuata per riscontrare lidoneit, ladeguatezza e lefficacia di un documento contrattuale a conseguire gli obiettivi stabiliti
UNI EN ISO 9000:2005

Termini e definizioni
Rintracciabilit Capacit di risalire alla storia, allapplicazione o allubicazione di ci che si sta considerando
UNI EN ISO 9000:2005

Nellambito del Contract Review, la tracciabilit in sostanza la capacit di descrivere e seguire la vita di un requisito contrattuale dalla sua origine, attraverso il suo sviluppo, fino ad arrivare alla sua completa definizione ed a verificarne i successivi impieghi.

Termini e definizioni
Requisito Esigenza o aspettativa che pu essere espressa, generalmente implicita o cogente UNI EN ISO 9000:2005
Nota 1 Generalmente implicita significa che uso o prassi comune, per lorganizzazione, per i suoi Clienti e per le altre parti interessate, che lesigenza o laspettativa in esame sia implicita Per identificare un particolare tipo di requisito, possono essere utilizzati elementi qualificativi, quali, per esempio: requisito di prodotto, requisito di gestione per la qualit, requisito del Cliente. Un requisito specificato un requisito che precisato, per esempio, in un documento I requisiti possono provenire da differenti parti interessate Questa definizione diversa da quella fornita al punto 3.12.1 delle Direttive ISO/IEC, Parte 2:2004

Nota 2

Nota 3 Nota 4 Nota 5

Termini e definizioni
Matrice di tracciabilit Metodologia per la rappresentazione delle relazioni esistenti tra i vari requisiti di un documento, di un progetto, di un sistema o altro. Le informazioni di tracciabilit sono spesso rappresentate da matrici che mettono in relazione tra loro i requisiti. In una matrice di tracciabilit ogni requisito viene inserito in una riga/colonna e qualora esistano correlazioni, queste vengono registrate nella cella dintersezione riga/colonna.

Matrice di tracciabilit - esempio


Re q. id 1.1 1.2 1.3 2.1 2.2 2.3 3.1 3.2 1.1 1.2 U R
C

1.3 R U

2.1

2.2

2.3

3.1

3.2

R R
S U

U U S U R

R U
C

C: il requisito di riga correlato al requisito descritto in colonna R: relazione pi debole fra due requisiti S: il requisito di riga subordinato al requisito descritto in colonna
Nota: linsieme di requisiti pu essere gestito anche tramite data base e quindi la matrice di tracciabilit pu essere, da questo, derivata automaticamente.

Criteri di classificazione dei requisiti


TIPOLOGIE Per consentire un raggruppamento dei requisiti questi possono essere identificati per tipologie
Sicurezza Sicurezza

Cogente Cogente

Funzionale Funzionale

Alcuni criteri Alcuni criteri di di classificazione classificazione dei requisiti dei requisiti
Ambiente Ambiente

RAM RAM

Prestazionale Prestazionale

Livelli di attenzione dei requisiti

I caratteri utilizzati per compilare le colonne delle matrici di tracciabilit dei requisiti con i relativi significati, possono essere: I A B Indica un requisito Inderogabile Indica un requisito ad Alto livello di attenzione Indica un requisito a Basso livello di attenzione

Tale suddivisione permette di raggruppare in tre livelli linsieme dei requisiti cos da poter prevedere tipologie di tracciabilit, modificabilit e validazione diverse.

Rischi connessi con i requisiti

Tecnici (es. difficili da implementare) Prestazionali (es. rallentano il sistema) Integritadella base di dati (es. di difficile validazione) Legali (cambiano le leggi) Volatilita(cambiano frequentemente) Tools non consolidati

10

La Gestione requisiti nelle ISO


P.to 7.2.1 P.to 7.2.2

ISO 9001:2008

ISO 9004:2000

P.to 7.2

11

Pianificazione delle attivit


Pianificazione della realizzazione del prodotto L'organizzazione deve pianificare e sviluppare i processi necessari per la realizzazione del prodotto. La pianificazione della realizzazione del prodotto deve essere coerente con i requisiti degli altri processi del sistema di gestione per la qualit
EN ISO 9001:2008 p.to 7.1

12

Processi relativi al Cliente

13

Processi relativi al Cliente


Riesame dei requisiti relativi al prodotto L'organizzazione deve riesaminare i requisiti relativi al prodotto.

UNI EN ISO 9001:2008 p.to 7.2.2

14

Progettazione e sviluppo
Pianificazione della progettazione e sviluppo L'organizzazione deve pianificare e tenere progettazione e sviluppo del prodotto. sotto controllo la

UNI EN ISO 9001:2008 p.to 7.3.1

15

Progettazione e sviluppo
Elementi in ingresso alla progettazione e sviluppo Gli elementi in ingresso relativi ai requisiti del prodotto devono essere determinati e devono essere mantenute le relative registrazioni

UNI EN ISO 9001:2008 p.to 7.3.2

16

Progettazione e sviluppo
Elementi in ingresso ed in uscita dalla progettazione e sviluppo Lorganizzazione dovrebbe identificare gli elementi in entrata che influenzano il processo di progettazione e sviluppo dei prodotti e facilitano una sua conduzione efficace ed efficiente, in modo da soddisfare le esigenze e le aspettative del cliente e delle altre parti interessate. Queste esigenze e aspettative esterne, unite a quelle interne allorganizzazione, dovrebbero essere adatte per essere tradotte in requisiti in entrata per i processi di progettazione e sviluppo. Esempi sono:
Elementi in Elementi in entrata esterni entrata esterni Elementi in Elementi in entrata interni entrata interni Elementi in entrata che precisano Elementi in entrata che precisano le caratteristiche essenziali per la le caratteristiche essenziali per la sicurezza, il corretto sicurezza, il corretto funzionamento e la manutenzione funzionamento e la manutenzione dei prodotti o dei processi dei prodotti o dei processi

UNI EN ISO 9004:2000 p.to 7.3.2

17

Input review

IDENTIFICAZIONE INTERFACCE

IDENTIFICAZIONE REQUISITI

ESAME REQUISITI

ASSEGNAZIONE PRIORITA

18

Contract review
Prima di sottoporre un'offerta al Cliente o accettare un contratto si effettua lattivit di Riesame del Contratto per assicurare che: i requisiti risultino adeguatamente definiti e documentati; si abbia la capacit di soddisfare i requisiti; gli eventuali scostamenti tra i requisiti riportati nel contratto e quelli riportati in offerta siano stati esaminati e gestiti. Si procede al riesame dei requisiti del cliente in due momenti diversi: prima della presentazione dell'Offerta (Fase 1); in fase di accettazione del Contratto (Fase 2).

19

Contract review
esame documentazione per la richiesta dofferta pervenuta dal cliente e valutazione delle esigenze; verifica della richiesta dofferta, predisposizione del preventivo dofferta, valutazione delle risorse e degli strumenti di lavoro necessari e pianificazione delle attivit; verifica soluzioni relative alle modalit di esecuzione delle prestazioni/attivit (metodologia); verifica dei dati e requisiti di base Verifica esistenza della capacit tecnico-organizzativa societaria Predisposizione offerta Approvazione da parte della Direzione.

20

Contract review
FINALITA

Risolvere eventuali scostamenti tra i requisiti riportati nel contratto e quelli riportati nellofferta presentata al Cliente

21

Contract review
Verifica coerenza e completezza delle richieste formulate dal Cliente, determinando anche gli impatti sui tempi e sui nuovi carichi di lavoro; le modifiche che comportano una variazione del budget di commessa (incremento ore e modifiche al programma delle attivit), sono quantificate per la determinazione di extraoneri da richiedere al Cliente; eventuale rettifica dei documenti comunicazione delle modifiche alle parti interessate (interne ed esterne)

22

Contract review
Riunione di lancio (kick off meeting) per illustrare gli obiettivi, le eventuali criticit, definire la composizione del Team di Commessa, pianificare le attivit, predisporre un piano di progettazione o di sorveglianza.

23

Contract review
Tipologico di check list dei dati e requisiti di base; Corrispondenza interna e/o esterna con il Cliente Verbali di Riesame Verbali di Riunione

24

Conclusioni
GLI STANDARD SUI SISTEMI DI GESTIONE PER LA QUALITA FORNISCONO UTILI STRUMENTI PER LA GESTIONE DEGLI ASPETTI CRITICI NELLA FASE DI AVVIO DELLA PROGETTAZIONE.

IDENTIFICARE, TRACCIARE E RIESAMINARE ATTENTAMENTE I REQUISITI CONTRATTUALI SONO ATTIVITA CHE FORNISCONO UNOTTIMA BASE PER LA BUONA RIUSCITA DI UN PROGETTO.

CHI BEN COMINCIAE A META DELLOPERA

25