Sei sulla pagina 1di 34

La Baia dei Porci. Cause e conseguenze di uno sbarco fallito.

Indice

p. 2 - Introduzione. 4 - Capitolo 1. Cause. 16 - Capitolo 2. Lo sbraco. 24 - Capitolo3. Conseguenze. 33 - Bibliografia.

Introduzione
1

La Baia dei Porci. Cause e conseguenze di uno sbarco fallito.

Lo scoppio della bomba atomica segn la fine della II Guerra Mondiale (1945) e linizio di un periodo di tensioni che durer per circa quarantacinque anni: la Guerra Fredda. Durante questo lungo periodo, che per la storiografia termina con la caduta del Muro di Berlino (1989), il mondo si divise in due enormi blocchi dinfluenza: uno Occidentale (USA, Nato e altri paesi alleati) e laltro Orientale (Russia, gli alleati del patto di Varsavia e altri paesi). Russia e Stati Uniti si contendevano la supremazia non tanto con le armi (anche se ci furono diversi focolai), ma piuttosto su un piano ideologico, psicologico, politico, tecnologico e spaziale: Il confronto si spostava dallEuropa, invadeva il Mediterraneo, si estendeva a tutto il globo (non esclusa lAmerica Latina), coinvolgeva ogni aspetto della vita dei popoli e tendeva a integrare in un processo dinterdipendenza tutti i paesi di recente autonomia.1 Il mondo era minacciato da un equilibrio del terrore, a causa del quale si vissero diversi momenti di tensione, come la guerra di Corea, la prima e la seconda crisi di Berlino e la Crisi dei missili di Cuba, che portarono il mondo ad un passo da un terzo conflitto globale. In questa sede non analizzeremo la Guerra Fredda come conflitto generale, n tantomeno ci soffermeremo sullaspetto ideologico che spinse le due forze a contrapporsi. Ci occuperemo piuttosto di uno sbarco che a quellepoca apparve come unulteriore scontro di una lunga lotta (iniziata gi durante la supremazia spagnola), ma che, alcuni mesi dopo, si trasform in uno dei pi gravi momenti di crisi del confronto internazionale. Lapprodo a Playa Girn, chiamato anche Sbarco nella baia dei porci, fu un tentativo americano dinfiltrazione sullisola di Cuba per abbattere il comandante della rivoluzione cubana, Fidel Alejandro Castro Ruz (1926-ancora in vita), che era riuscito, grazie al sostegno del popolo e alla guerriglia, a liberare il paese dalla dittatura del capo dellesercito Fulgencio Batista y Zaldvar (19011973). Gli esuli cubani scappati dallisola e rifugiatisi in Florida dopo la vittoria castrista, furono arruolati dalla CIA al fine di portare a termine unoperazione che avrebbe dovuto destituire il nuovo leader cubano. Il 18 aprile 1961 loperazione ebbe inizio. Gli esuli appoggiati da alcuni navi e aerei, controllati dagli uomini della CIA, si avvicinarono alla costa
1

Ennio Di Nolfo , Storia delle relazioni internazionali 1918-1999, nuova edizione riveduta e ampliata, Roma, Bari: Laterza, 2000, p.999

La Baia dei Porci. Cause e conseguenze di uno sbarco fallito.

dellisola e tentarono di istaurare una prima zona ponte per permettere larrivo di un governo controrivoluzionario che sarebbe stato immediatamente riconosciuto dagli americani. Liniziativa sfum sul nascere. A causa di unindecisione del presidente John Fitzgerald Kennedy (19171963) gli americani ottennero come conseguenza un avvicinamento tra lisola caraibica e la Russia socialista di Nikita Sergeevi Chruv (18941971). Un anno dopo, alcuni ricognitori americani in volo sullisola individuarono diverse basi missilistiche. LAmerica aveva scoperto i missili con testate nucleari che i sovietici erano riusciti a istallare sullisola con lappoggio di Castro. La Crisi di Cuba (1962) tenne il mondo con il fiato sospeso per tredici giorni, in cui le sorti del mondo sembrarono essere segnate. Grazie ad un compromesso tra Mosca e Washington i missili furono rimossi e la situazione pass a una fase di distensione. Ora, lattenzione si spostava su un nuovo confine, ma i contrasti tra Cuba e gli Stati Uniti erano lungi da essere risolti.

Capitolo 1 Cause Per capire le cause che portarono allo Sbarco nella Baia dei Porci bisogna innanzitutto attraversare per un momento alcuni passaggi della storia cubana e del processo che port alla rivoluzione castrista. Solo se si comprende quanto profondamente il sistema e la vita cubana fossero
3

La Baia dei Porci. Cause e conseguenze di uno sbarco fallito.

sottomessi alleconomia e alla politica statunitense, si riuscir a percepire in modo profondo le divergenze che si crearono dopo la vittoria della rivoluzione. Bisogner poi, al fine di dare una prospettiva bivalente della situazione, valutare quale reale minaccia fosse Cuba nel pi amplio conflitto della Guerra Fredda. Per gli americani lavvicinamento dellisola allideologia socialista si presentava come un grave pericolo non soltanto per la sicurezza nazionale, ma, in quanto lesempio castrista avrebbe potuto intaccare altri popoli dellAmerica Latina che vivevano nella medesima situazione cubana. Il pericolo di trovarsi lavversario nel proprio cortile di casa, fece s che il presidente Kennedy diede il via a quelloperazione che prender il nome di Sbarco nella Baia dei Porci. Sin dalla supremazia spagnola dellisola, Cuba fu fulcro dinteresse per gli Stati Uniti, che la vedevano come un baluardo indispensabile per la difesa della Florida. Durante la II Guerra dIndipendenza cubana, guidata da Jos Mart2, gli americani approfittarono dellaffondamento della nave Maine, nel porto dellAvana, e della morte di 266 marinai, per dichiarare guerra alla Spagna. Alla fine della guerra Ispano-Americana (1898), durata pochi mesi, Cuba fu dichiarata indipendente, anche se, in realt, divenne una specie di protettorato americano. Nel 1899, in seguito al Trattato di Parigi 3, il governo di Cuba pass in mano agli Americani, i quali, due anni pi tardi, durante lelaborazione della prima Costituzione, obbligarono lisola, con la minaccia di essere governati a tempo indeterminato, ad inserire lemendamento Platt nel testo.
2

Jos Julin Mart Prez (1853 - 1895) fu una delle figure pi suggestive di Cuba. Fu un politico, pensatore, giornalista, filosofo e poeta, creatore del Partito Rivoluzionario Cubano e organizzatore della guerra del 1895 contro la dominazione spagnola. Affondava le radici del suo pensiero e delle sue azioni nella Rivoluzione Francese (1789). Mart impose come scopo ultimo della sua battaglia politica, la resistenza allespansione degli Stati Uniti nel centro-sud del continente. Per questo visto come lapostolo dellindipendenza cubana.
3

Il Trattato di Parigi fu firmato il 10 dicembre 1898 tra Stati Uniti e Spagna. Il 1 gennaio del 1899 il generale statunitense John Rutter Brooke ricevette solennemente le chiavi della citt dellAvana dallultimo capitano generale spagnolo, Adolfo Jimnez y Castellanos. Alle trattative i cubani parteciparono solo come osservatori. Gli effetti del trattato furono principalmente due: l'indipendenza di Cuba e la cessione, da parte della Spagna, delle Filippine, Guam e Porto Rico agli Stati Uniti d'America per la somma di 20 milioni di dollari.

La Baia dei Porci. Cause e conseguenze di uno sbarco fallito.

Questo emendamento, elaborato dal senato statunitense, prevedeva la cessione agli Stati Uniti di basi militari sullisola, il divieto di firmare trattati o contrarre prestiti senza previo consenso statunitense e il diritto di questi a poter intervenire con le proprie forze armate ogni qualvolta si rendesse necessario.

Durante i primi venti anni di Repubblica, Cuba sub una serie ininterrotta di umiliazioni. La borghesia si faceva sempre pi restia e pi complice dellombra capitalistica americana: I capitalisti americani proseguirono la conquista dellisola, il presidente della United Fruit pot comprare 75 ettari di terra nella zona orientale di Cuba a meno di mezzo dollaro per ettaro. Cos sorgevano i moderni feudi dellra industriale.4 Il passaggio dalleconomia artigianale della colonia alla grande industria zuccheriera avvenne grazie allaffluenza di capitali americani, i quali conquistarono lisola facendo trionfare il latifondo: le piccole industrie sparivano, la monocoltura estensiva e i grandi allevamenti di bestiame diventarono il paesaggio cubano. Con il Trattato di reciprocit del 1903, le economie dei due paesi si legarono ancora pi profondamente: lo zucchero cubano aveva tariffe privilegiate alla dogana statunitense e viceversa Cuba riconosceva ai prodotti americani il diritto di essere venduti sullisola con dazi agevolati. Attraverso questo metodo, data la monocoltura, tutto il meccanismo delleconomia cubana passava sotto il controllo statunitense. Proprio in questi anni di subordinazione politica e influenza capitalista, iniziarono a riscontrarsi i primi fermenti che avrebbero poi portato alla rivoluzione del 1956-62. Julio Antonio Mella (1903-1929), giovane studente delluniversit dellAvana, partecip alle lotte della giovent studentesca universitaria a favore del nazionalismo gi nel 1923 e, due anni pi tardi, contribu alla formazione del Partito Comunista. Mella, al primo congresso degli studenti, era riuscito, almeno in parte, a far approvare una serie di spunti in cui si profilava il disegno di unalleanza organica rivoluzionaria tra studenti e operai, peccato che i tempi non fossero ancora maturi.
4

Saverio Tutino, La rivoluzione cubana, per, Storia delle rivoluzioni del XX secolo, a cura di Roberto Bonchio, introduzione di Eric Hobsbawn, Roma: Editori Riuniti, 1966, p.1273

La Baia dei Porci. Cause e conseguenze di uno sbarco fallito.

Dopo essere stato arrestato, fu esiliato e per quattro anni visit Messico, Europa e Unione Sovietica. In Messico stava preparando una spedizione armata sullisola, ma prima che questa potesse avere inizio, fu assassinato dal dittatore Gerardo Machado y Morales (1871-1939), a quel tempo, leader di Cuba e marionetta degli Stati Uniti. Nel suo ultimo scritto Mella diede il giudizio pi esatto, equilibrato e chiaroveggente sulle prospettive che si delineavano per il suo paese: per Cuba necessaria una rivoluzione democratica, liberale e nazionalista [] se questo non si produrr nei prossimi due o tre anni Cuba cadr assolutamente sotto il giogo dellimperialismo, fino allepoca delle rivoluzioni proletarie nel continente5 Nel 1929, fu fondato il Directorio Estudiantil, organismo di lotta universitario, che sar fondamentale per la rivoluzione castrista. Sempre in questanno si ebbe unenorme crisi economica che colpi Stati Uniti e Cuba, e che gener grande fermento sullisola. Agli inizi del 1930 si ebbe un grande sciopero generale di 48 ore che pose fine alla superbia di Machado, che simpegnava con gli americani a non consentire che uno sciopero fosse durato pi di un quarto dora. Sei mesi dopo, occorse lo sciopero studentesco, che port il governo a una dura repressione. Furono censurati i giornali e furono nominati diversi governatori militari nelle varie province allo scopo di arrestare i giovani del Directorio, accusati di aver dato il via alla manifestazione. I giovani arrestati riuscirono ad ottenere unamnistia e tornarono a lottare, anche se ormai si era consumata la divisione. Malgrado questi sfortunati tentativi di ribellione, in questi anni si ebbe la costituzione del Sindacato nazionale degli operai dellindustria dello zucchero (1931), la quale inizi da subito una dura lotta contro la dittatura. Il movimento delle masse stava dunque crescendo sulle difficolt della crisi economica, spingendo la maggior parte della popolazione verso stati danimo rivoltosi. Nel luglio 1933 scoppio allAvana lo sciopero dei trasporti urbani che accese spontanei focolai violenti in tutta lisola. Machado, cercando respiro, offr ai sindacati di concedere tutto quello che i lavoratori chiedessero sul piano economico. I lavoratori, convocati in unassemblea
5

Saverio Tutino, La rivoluzione cubana, per, Storia delle rivoluzioni del XX secolo, a cura di Roberto Bonchio, introduzione di Eric Hobsbawn, Roma: Editori Riuniti, 1966, p.1281.

La Baia dei Porci. Cause e conseguenze di uno sbarco fallito.

organizzata dai sindacati per sentire lopinione della base sulle dichiarazioni di Machado, risposero: Que se vaya el animal (se ne vada lanimale). Il 12 Agosto, Machado fugg alle isole Bahamas. Nellinsieme il movimento aveva vinto, ma la situazione era ancora aperta. In Settembre, Ramon Grau San Martin, esponente della borghesia nazionale con idee democratiche e nazionaliste, sal al potere. Allo stesso tempo, il sergente Fulgecio Batista, approfittando delloccasione, pass da sergente a colonnello grazie ad un colpo militare. Dopo la salita al potere di Grau gli eventi si fecero ancora pi tumultuosi. Gli operai occuparono alcuni zuccherifici, formarono dei soviet e organizzarono milizie di operai armati di bastoni, sbarre di ferro e alcune pistole. I fermenti di questo periodo spinsero Grau San Martin a dimettersi lasciando il posto a Carlos Mendieta, il quale appariva come una misera pedina nelle mani di Batista e dellambasciatore americano Summer Welles. Gli Stati Uniti, avendo trovato in Batista luomo forte che avrebbe guidato un esercito di cubani fedeli ai suoi ordini, non avevano pi alcun interesse a operare direttamente con i marines e negoziarono con la borghesia cubana labrogazione del diritto dintervento militare previsto dallemendamento Platt con la speranza di allentare le tensioni. Oltre allabrogazione di parte dellemendamento, si presero nuovi accordi sul Trattato di reciprocit, stabilendo che la quantit di zucchero che i cubani potevano esportare negli USA non sar pi lasciata allimprenditore, ma sar fissata a priori come quota, favorendo lesportazione di prodotti americani nellisola, infine, si stabiliva che Cuba non potesse rivedere alcuna tariffa senza una previa trattativa con Washington. Lintero popolo cubano, dopo aver intravisto la luce, si sentiva ancora una volta profondamente frustrato dal trauma politico della sovranit. Nel 1936, anno successivo al VII Congresso della Terza Internazionale 6, a Cuba, in un numero di Bandera Roja (organo clandestino del Partito comunista cubano) apparve un articolo che esprimeva il nuovo atteggiamento assunto dai comunisti verso la rivoluzione: La rivoluzione
6

La Terza internazionale era unorganizzazione internazionale dei paesi comunisti. Lorganizzazione nasce a Mosca nel marzo 1919 con lo scopo di sostenere il governo sovietico, favorire la formazione di partiti comunisti in tutto il mondo e diffondere la rivoluzione a livello internazionale.

La Baia dei Porci. Cause e conseguenze di uno sbarco fallito.

cubana attraversa attualmente la fase nazionale e in questa fase non si pu disconoscere il ruolo rivoluzionario di alcuni strati della popolazione diversi dal proletariato e dai contadini. La piccola borghesia in particolare gli studenti , dato il carattere semicoloniale di Cuba, hanno un ruolo importante da svolgere. [] La stessa borghesia nazionale, entrando in contraddizione con limperialismo che la soffoca accumula energie rivoluzionarie che non si devono lasciar perdere. Affratellati, dunque, nel comune interesse di liberare il nostro paese, tutti gli strati della popolazione, dal proletariato alla borghesia nazionale, possono e debbono formare un ampio fronte popolare contro loppressore straniero. Il partito comunista riconosce che questo il cammino giusto [].7 Intanto, proprio in quegli anni i comunisti avevano lanciato una forte campagna per la convocazione di unAssemblea costituente, che era stata pi volte rimandata dopo la caduta di Machado. Le elezioni per la costituente si realizzarono su due blocchi contrapposti: da un lato la coalizione socialista popolare (della quale, per ironia della sorte, faceva parte Batista), e dallaltro quella dellopposizione. Il 9 febbraio 1940 fu riunita la costituente e i comunisti che contavano il maggior numero di partecipanti ebbero, per la prima volta nella storia del partito, la possibilit di parlare liberamente alla radio a tutto il paese. Alla fine fu elaborato il nuovo testo costituzionale, ma molti si chiedevano se esistessero delle forze in grado di imporre lapplicazione dei nuovi statuti. Intanto la II Guerra Mondiale ebbe inizio e il mondo si divideva in fascisti e anti-fascisti. A Cuba, nonostante Batista si facesse baluardo della sinistra durante le elezioni per la Costituente, per il popolo egli impersonificava lanti-nazione; dunque era lui che rappresentava il fascismo, anche se gli convenne, per esigenze soprattutto statunitensi, unirsi allanti-fascismo sul piano internazionale. Batista, era stato un umile sergente di origine popolana e aveva la pelle scura, ma questo non bastava ad assolverlo dalla colpa di essersi alleato con lambasciatore statunitense per liquidare il governo democratico e nazionale di San Martin, alla fine del 1933. Collaborando con Batista, i comunisti sembravano confondere una giusta strategia rivoluzionaria quella del fronte con una politica fine a s stessa: proporsi di conseguire legemonia come riflesso della vittoria
7

Saverio Tutino, La rivoluzione cubana, per, Storia delle rivoluzioni del XX secolo, a cura di Roberto Bonchio, introduzione di Eric Hobsbawn, Roma: Editori Riuniti, 1966, p.1303

La Baia dei Porci. Cause e conseguenze di uno sbarco fallito.

internazionale contro il fascismo era un segno di fiducia nella democrazia che sarebbe stato mal ripagato del fatto che Cuba non era ancora una nazione indipendente.8 Batista, supportato dalla sinistra cubana, divenne presidente nel 1940 e govern il paese per quasi tutta la guerra. Alla scadenza del suo mandato, lex presidente present come suo successore un certo Saladrigas, sua creatura, che perse clamorosamente. Grau San Martin sal di nuovo alla presidenza, ma con idee nuove rispetto al passato. Le sue prime dichiarazioni furono anticomuniste e il suo regime fu fatto con lapprovazione di Washington, dunque per combattere la rivoluzione. In mezzo alla divisione della societ civile e alle forti violenze degli anni della guerra, uscivano dalle file della borghesia rivoluzionaria nuovi individui. Tra questi, Eduardo Chibs, che pure non era cos giovane, data la sua presenza nel Directorio Estudiantil fin dai primi anni, fu tra i punti di riferimento di un altro giovane che avrebbe segnato la storia cubana e pi in generale quella dellAmerica Latina, Fidel Castro. Chibs non si pronunciava direttamente contro la dominazione imperialista, ma attaccava personaggi della vita pubblica che allimperialismo erano legati. Nel 1946 aveva fondato il Partido del Pueblo Cubano, un partito ortodosso nel quale Fidel militava fin dai primi anni delluniversit. Nel 1951, dopo una sfortunata campagna elettorale del suo partito, fu istituito il GRAS (gruppo repressivo di attivit sovversive), che proibiva al politico di parlare alla radio, ma che favoriva il personale dirigente del nuovo fantoccio americano Carlos Prio Socarras (eletto nel 1948), che si scaten contro i comunisti. Chibs, infine, si tolse la vita nel 1951, dopo un accorato appello alla radio: Cuba deve svegliarsi [] La felice congiunzione di fattori naturali tanto propizi a un grande destino, unita allalta qualit del nostro popolo, aspetta solo la gestione onesta e capace di una compagine governativa che sia allaltezza della sua missione storica. Questa compagine non pu essere il governo attuale, corrotto fino al midollo, anche se cerca di travestirsi con nuovi orientamenti per coprire i suoi furti, contrabbandi e le sue svergognate malefatte; n pu essere la falsa opposizione di Batista, che incoraggia il ritorno dei colonnelli,
8

Saverio Tutino, La rivoluzione cubana, per, Storia delle rivoluzioni del XX secolo, a cura di Roberto Bonchio, introduzione di Eric Hobsbawn, Roma: Editori Riuniti, 1966, p.1310

La Baia dei Porci. Cause e conseguenze di uno sbarco fallito.

dellolio di ricino, delle bustarelle e delle leggi fraudolente; n il gruppo di sfacciati che segue lex-presidente Grau [].9 Preoccupati per le nuove elezioni che vedevano il partito ortodosso e quello comunista alleati, negli Stati Uniti si prepar un nuovo complotto. Il 10 marzo 1952, lex sergente Batista, ormai pronto ad autopromuoversi generale, entr a Columbia (sede dello stato maggiore) assumendo tutto il potere senza aver incontrato una minima resistenza. Avvenuto il colpo di stato, apparve chiaro che ogni soluzione rivoluzionaria per via elettorale era bloccata. Occorreva trovare delle misure alternative per sbloccare la situazione. Proprio in questo momento appare la figura di Fidel Castro. Neo-laureato, militante nel partito ortodosso dellormai scomparso maestro Chibs, Fidel riusc a convogliare tutte le strategie e le idee dei pi grandi e imponenti personaggi della storia cubana in ununica rivoluzione. Il 26 luglio (data che diverr poi il nome del movimento che abbatter il regime), Castro assieme ad un centinaio di persone tent un assalto alla caserma Moncada di Santiago de Cuba, che, a causa di uninadeguata preparazione militare, della diserzione di molte persone e di molta sfortuna, fallir nel sangue. Nascostosi sulle montagne, Fidel fu catturato dopo sette giorni e portato alla prigione civile, dove si precipitarono alcuni avvocati per impedire che fosse ucciso in combattimento. Quando si apr il processo per i superstiti dellattacco al Moncada, Castro pronunci un discorso di cinque ore che sarebbe diventato, in poco tempo, il manifesto programmatico del Movimento 26 luglio. Durante il lungo discorso furono illustrate quali sarebbero state le basi della rivoluzione e quali leggi sarebbero state promulgate in caso di vittoria del Movimento. Tutti nellaula erano affascinati dai discorsi di quel ragazzo che preannunciava la riforma agraria e la nazionalizzazione di molte industrie e compagnie. Batista, in quelloccasione ebbe paura, aveva capito che la giovent cubana iniziava a essere orgogliosa di avere tra le sue file gente carica di coraggio e piena dintelligenza.

Saverio Tutino, La rivoluzione cubana, per, Storia delle rivoluzioni del XX secolo, a cura di Roberto Bonchio, introduzione di Eric Hobsbawn, Roma: Editori Riuniti, 1966, p.1320

10

La Baia dei Porci. Cause e conseguenze di uno sbarco fallito.

Dopo essere stato incarcerato nel 1952 e condannato a quindici anni, Castro riusc ad ottenere la libert, assieme ai suoi compagni, due anni pi tardi, grazie ad unamnistia concessa da Batista ai detenuti politici. Laccoglienza per la sua liberazione allAvana fu grande, ma la ripresa di contatti tra il rivoluzionario e il popolo allarm il capo dellesercito. Le dichiarazioni del leader appena uscito di prigione parlavano di indire elezioni generali e fare riforme politiche, sociali ed economiche. Dopo alcune minacce di Batista, Fidel decise di andarsene da Cuba e si rifugi in Messico, dove con laiuto di suo fratello Raul, di alcuni amici e dellargentino Ernesto Guevara de la Serna (detto Che), organizzarono la guerriglia rivoluzionaria che avrebbe abbattuto la dittatura e messo in ginocchio il gigante capitalista. Da questa breve ricostruzione storica, assieme ad una sovrapposizione dei fatti che occorsero alla vittoria del movimento castrista, possiamo arrivare a sfiorare le cause profonde e non subitamente visibili, almeno a quel tempo, che portarono allo sbarco di Playa Girn. Le principali motivazioni per le quali loperazione ebbe inizio sono diverse. Lo schiaffo inferto da Castro con la vittoria della guerriglia ha inciso molto sui futuri avvenimenti, ma, nonostante questo, ci che fece irritare gli americani furono principalmente la riforma agraria, la nazionalizzazione delleconomia dellisola e la minaccia comunista che si affacciava nei pur censurati discorsi di Castro. Bisogner inoltre sottolineare che colui che diede il via alloperazione era il pi giovane presidente americano della storia e, per di pi, appena nominato, il ricco e affascinante democratico John F. Kennedy. A Cuba, dopo la vittoria della guerriglia (gennaio 1959), iniziava la rivoluzione. Dopo aver consolidato il potere, i ribelli rivoluzionari iniziarono a organizzare il futuro della nazione da poco liberata: Al momento di disegnare un programma, le sottolineature sono ben chiare: Limperialismo sar il nemico e il latifondo alla base di tutti i mali economici. 10 Dunque, gi da queste prime dichiarazioni appare evidente come la prima

10

Paco Ignacio Taibo II, Senza perdere la tenerezza. Vita e morte di Ernesto Che Guevara, (titolo originale: Ernesto Guevara tamben conocido como el Che. Nueva edicin corregida y actualizada), traduzione di Gloria Cecchini, Gina Maneri e Sandro Ossola, Milano: Il Saggiatore, 2004, p.326

11

La Baia dei Porci. Cause e conseguenze di uno sbarco fallito.

preoccupazione fu di scacciare il latifondo creato per favorire leconomia statunitense. Il 17 maggio 1959 Fidel convoc il governo e diversi comandanti ribelli per stipulare un progetto di riforma agraria. Il progetto elaborato confiscava le aziende agricole di pi di quattrocento ettari (il dieci percento delle tenute del paese) e lespropriazione sarebbe stata indennizzata con buoni ammortizzabili in ventinove anni al 4,5 percento di interesse annuo, valutando la terra secondo le dichiarazioni fiscali. La terra nazionalizzata sarebbe stata divisa in appezzamenti o affidata a cooperative agricole amministrate dallo stato. Nella distribuzione sarebbero stati privilegiati i fittavoli, i mezzadri e i braccianti. La terra che fosse rimasta incolta sarebbe tornata allo stato. Gli appezzamenti non potevano essere divisi e potevano essere venduti solo allo stato. In futuro solo i cubani avrebbero potuto comprare terre.11 Gi con gli espropri, la rivoluzione entrava, ancora pi direttamente di prima, in conflitto con gli interessi finanziari nordamericani. Questi oltre a possedere grandi zuccherifici (come quello della United Fruit), avevano sullisola molte aziende e accordi finanziari con banche e imprese. Con la rivoluzione agraria Cuba si apprestava ad allontanarsi dalla teoria del buon vicinato che predomin fino a questi anni. La nazionalizzazione di molte industrie e aziende dellisola si present come un ulteriore sfida, accanto a quella della riforma agraria, per il colosso imperialista. Il 3 marzo furono nazionalizzate le prime industrie: la Compaa de telfonos, quella degli autobus urbani e si confiscarono i beni frutto delle malversazioni dei funzionari batistiani. Con la nascita poi dellIstituto Nazionale per la Riforma Agraria (INRA), sotto la direzione di Guevara, si nazionalizzarono moltissime altre industrie. Furono nazionalizzate anche le compagnie petrolifere americane Shell, Standard Oil e Texaco, cos come la compagnia elettrica (anchessa americana) e quasi tutti gli zuccherifici di propriet statunitense. Infine, anche la banca pass in mano allo stato e oper un profondo lavoro di legalizzazione e riorganizzazione.

11

Paco Ignacio Taibo II, Senza perdere la tenerezza. Vita e morte di Ernesto Che Guevara, (titolo originale: Ernesto Guevara tamben conocido como el Che. Nueva edicin corregida y actualizada), traduzione di Gloria Cecchini, Gina Maneri e Sandro Ossola, Milano: Il Saggiatore, 2004, p.336

12

La Baia dei Porci. Cause e conseguenze di uno sbarco fallito.

Dallaltro lato del mare, le misure verso lisola caraibica non si facevano di certo aspettare. Dapprima, una dichiarazione nella quale, riferendosi agli espropri della riforma agraria, gli Stati Uniti esigevano indennizzi efficienti e rapidi. Poi, le banche statunitensi organizzarono un blocco dei crediti per limportazione: Le fonti di credito europee e nordamericane si stanno chiudendo e Cuba non avr altra scelta che ricorrere alla Russia. 12 A luglio dello stesso anno, gli Stati Uniti decisero di sospendere la quota zuccheriera cubana, laccordo che stabiliva lacquisto di una parte importante della produzione nazionale, a un prezzo fisso superiore a quello di mercato. Il 13 ottobre il governo di Washington imporr lembargo su tutte le merci destinate a Cuba, un blocco economico che finir per provocare un rapporto di amicizia e collaborazione tra i due peggior nemici americani: la Russia socialista e la Cuba castrista. Infine, nel gennaio del 1961 gli Stati Uniti ruppero le relazioni diplomatiche con lisola, seguiti da quasi tutti i paesi latinoamericani. Questo fu lultimo gesto prima dellinizio delloperazione. Anche la CIA nel frattempo si stava mobilitando nonostante usasse altre vie. Lorganizzazione inizi, infatti, gi da prima della vittoria della rivoluzione, a preparare un piano di contrattacco per abbattere il leader cubano in caso di vittoria. Grazie allaiuto degli esuli arrivati a Miami e allappoggio degli uomini di Batista in Guatemala e Portorico, organizzarono basi daddestramento e diversi sabotaggi. Furono attribuiti a complotti della CIA il ritrovamento di un aereo carico di armi proveniente da Portorico e lesplosione della nave La Coubre, un cargo francese che trasportava armi belghe, in cui morirono settantacinque persone. Nelle basi, gli uomini si stavano preparando ad attaccare lisola, gli unici ritardi furono le indecisioni presidenziali. Come abbiamo gi evidenziato, non furono solo la riforma agraria e le nazionalizzazioni a provocare la reazione statunitense, a queste va aggiunto il pericolo di uninfiltrazione sovietica a Cuba .

12

Paco Ignacio Taibo II, Senza perdere la tenerezza. Vita e morte di Ernesto Che Guevara, (titolo originale: Ernesto Guevara tamben conocido como el Che. Nueva edicin corregida y actualizada), traduzione di Gloria Cecchini, Gina Maneri e Sandro Ossola, Milano: Il Saggiatore, 2004, p.360

13

La Baia dei Porci. Cause e conseguenze di uno sbarco fallito.

Per quanto si sappia, gi tra le montagne della Sierra Maestra13 molti guerriglieri iniziarono ad abbracciare idee socialiste. Perfino Fidel, che nei suoi discorsi cercava di far apparire sempre tutto neutrale, sapeva che lunica forza con cui avrebbero potuto allearsi contro gli americani, una volta vinta la rivoluzione, era la Russia. Fu proprio cos: la risposta americana spinse Castro verso quella direzione. Infatti, se consideriamo le misure prese da Washington per contrastare il governo rivoluzionario, appare subito evidente che Cuba si trov di fronte a un bivio nel pi generale gioco di forze della Guerra Fredda: tornare nuovamente sotto la supremazia capitalista o scegliere il socialismo come proprio alleato. Com evidente Cuba prese la seconda strada, quella che porter lAmerica a reagire. Paco Ignacio Taibo II, autore di una biografia su Ernesto Guevara, riporta: Negli ultimi giorni del 59 a Cojimar cerano state frequenti riunioni private, cui partecipavano regolarmente Fidel, il Che, Ral, Emilio Aragons e i dirigenti comunisti [] Senza dubbio in quelle riunioni si esaminava, fra le altre cose, la possibilit di un appoggio sovietico nel caso in cui la pressione economica degli Stati Uniti fosse aumentata. Cos, approfittando della visita in Messico del Ministro degli Esteri russo Andri Gromyko, la dirigenza della rivoluzione si present con un invito per un incontro politico sullisola di Cuba. Nel febbraio 1960 Anastas Mikojan14, una delle massime figure della burocrazia sovietica, giunse allAvana. La sua prima dichiarazione fu: Siamo pronti ad appoggiare Cuba.15 Firmarono subito un primo, piccolo accordo sullo zucchero. Da questo momento in poi, i contatti con la Russia si moltiplicarono a vista docchio. Al momento dellembargo, Cuba riusc ad ottenere dalla Russia e da tutti i paesi a essa alleati diversi contratti: con Chruv firmarono un accordo per ricevere cento milioni di pesos per la costruzione di un impianto siderurgico oltre a macchinari, pezzi di ricambio, petrolio e piccoli impianti industriali, inoltre i socialisti simpegnavano ad acquistare
13

Catena montuosa nel sud-est di Cuba, sulla quale si svolse la guerriglia guidata da Fidel Castro contro il regime dittatoriale di Fulgencio Batista.
14

Politico Russo, fu il primo leader sovietico a visitare ufficialmente l'isola dopo la rivoluzione, assicurandosi importanti accordi commerciali con il governo, compresa l'esportazione di petrolio sovietico in cambio dello zucchero cubano.
15

Paco Ignacio Taibo II, Senza perdere la tenerezza. Vita e morte di Ernesto Che Guevara, (titolo originale: Ernesto Guevara tamben conocido como el Che. Nueva edicin corregida y actualizada), traduzione di Gloria Cecchini, Gina Maneri e Sandro Ossola, Milano: Il Saggiatore, 2004, p.360-361

14

La Baia dei Porci. Cause e conseguenze di uno sbarco fallito.

gran parte dello zucchero prodotto a Cuba; in Cina ricevettero un prestito di sessanta milioni di dollari per quindici anni, oltre a piazzare un milione di tonnellate di zucchero; anche Praga, la Mongolia e il Vietnam appoggiarono la causa cubana con qualche pi modesto credito. A questo punto della storia i rapporti tra le parti iniziarono a essere sempre pi tesi. Il 22 gennaio 1961, a causa dellavvicendamento presidenziale negli Stati Uniti, dove a Eisenhower succede il democratico John F. Kennedy, lesercito ribelle entra in allarme rosso. Quel giorno il comandante Guevara dir in un discorso ai miliziani: Be, io come quasi tutti credo che verranno e credo anche che io ritengo, come tutti quanti, che non riusciranno pi ad andarsene. In definitiva quale sar il risultato? Consolider la rivoluzione.16 Queste furono dunque le ragioni che portarono gli Stati Uniti allazione.

16

Paco Ignacio Taibo II, Senza perdere la tenerezza. Vita e morte di Ernesto Che Guevara, (titolo originale: Ernesto Guevara tamben conocido como el Che. Nueva edicin corregida y actualizada), traduzione di Gloria Cecchini, Gina Maneri e Sandro Ossola, Milano: Il Saggiatore, 2004, p.374

15

La Baia dei Porci. Cause e conseguenze di uno sbarco fallito.

Capitolo 2 Lo sbarco In questo secondo capitolo, cercheremo di fornire una visione di quello che concerne la preparazione allo sbarco degli esuli anticastristi a Miami e in Guatemala. Allo stesso tempo cercheremo di capire come il governo castrista abbia organizzato la difesa e quali furono i fattori che resero possibile la vittoria. Inoltre, tenteremo di fornire una descrizione dello sbarco che si avvicini il pi possibile alla realt, in maniera da focalizzare tutti gli errori commessi dalla forza sconfitta e i pregi della vincitrice. Infine, al fine di avere una visione il pi generale possibile dello scontro, cercheremo di capire come la vicina America Latina, la lontana Russia e pi in generale le forze mondiali, abbiano percepito il tentativo di sbarco e come reagirono al fallimento. Cuba, aveva appena guadagnato la libert e non voleva perderla. La popolazione si presentava maggiormente unita da ideali comuni e fedele al nuovo leader. Gli esuli arrivati in Florida erano, contrariamente, divisi in diversi gruppi, allinterno dei quali ognuno privilegiava la propria idea politica e di futuro. Tutti avevano per lo stesso desiderio: abbattere Castro. La grande potenza americana, dal canto suo, non sembrava affatto interessarsi alla semplice eliminazione di Castro, se non nel pi ampio interesse di abbattere il comunismo. Se il rivoluzionario avesse scelto fin dallinizio della sua campagna di non abbracciare il comunismo, probabilmente la risposta americana non sarebbe stata cos dura. A Cuba, allinizio del 1961 si lottava ancora contro le restrizioni dellembargo: bene dirlo onestamente, ci sono state ristrettezze e nei prossimi mesi ce ne saranno altre. [Guevara] spiega che dalla sera alla mattina il settantacinque percento del commercio estero cubano svanito a causa dellembargo; che per trovare la piccola somma necessaria alla
16

La Baia dei Porci. Cause e conseguenze di uno sbarco fallito.

raffinazione del petrolio che in precedenza proveniva dagli Stati Uniti, adesso si era cercato di ottenerla in Francia senza successo, comerano falliti gli accordi con Belgio e Canada, perch le compagnie petrolifere statunitensi avevano fatto pressione sulle loro sussidiarie o su altre imprese produttrici che avevano accordi con gli Stati Uniti.17 Nonostante gli impedimenti e i sabotaggi, che erano sempre pi frequenti, sullisola la rivoluzione manteneva un ritmo elevato. Si lavorava ancora alle nazionalizzazioni, alla riforma agraria e alla ricerca di nuovi accordi commerciali. Tuttavia, i capi della rivoluzione avvertivano gi lavvicinarsi del pericolo e organizzarono delle contromisure: operai, contadini, studenti, lavoratori dei campi e delle citt furono inquadrati nella milizia nazionale. Cuba preparava a difendersi. Intanto, negli Stati Uniti i preparativi erano quasi giunti al termine. Tutti erano in attesa della prima, importante decisione di John F. Kennedy sul fronte internazionale. La CIA aveva gi tutto pronto. A Blessington, cittadina alle porte di Miami, lagenzia aveva creato un campo di addestramento per esuli cubani anticastristi. Dal 1959 affluirono sulle coste della Florida migliaia dimmigrati cubani. Quasi tutti erano piccoli criminali che, sotto la copertura della indesiderabilit politica, furono allontanati dal paese: Vede, i miei compagni di viaggio sono per la maggior parte criminali. Fidel voleva sbarazzarsene, e li ha inviati in America nella speranza che inizino a praticare sulle vostre coste. Quello che non ha capito che il comunismo un crimine pi grave dello spaccio di stupefacenti, della rapina o dellomicidio, e che perfino i criminali sono in grado di possedere il desiderio patriottico di reclamare la propria terra.18 Il centro di Blessington inizi a sorgere con il giungere della prima nave. Gli esuli, messo piede sul suolo americano, erano aiutati a trovare una sistemazione per poi essere reclutati dagli uomini al servizio della CIA. Questi, erano preparati attraverso un addestramento di tipo militare,
17

Paco Ignacio Taibo II, Senza perdere la tenerezza. Vita e morte di Ernesto Che Guevara, (titolo originale: Ernesto Guevara tamben conocido como el Che. Nueva edicin corregida y actualizada), traduzione di Gloria Cecchini, Gina Maneri e Sandro Ossola, Milano: Il Saggiatore, 2004, p.388
18

James Ellroy, American tabloid, traduzione di Stefano Bortolussi, Milano: Mondadori, ottobre 2010, p.193

17

La Baia dei Porci. Cause e conseguenze di uno sbarco fallito.

ricevevano Green cards e posti di lavoro. Gli uomini che si muovevano dietro ai miliziani erano specialisti reclutati dallagenzia: agenti dellFBI, ricattatori, ex poliziotti ed alcuni Cubani. Eisenhower, aveva approvato il piano e aveva concesso fondi per loperazione. Il presidente americano organizz perfino un viaggio in Argentina, Brasile, Cile e Uruguay, dove fu accolto con grande entusiasmo. La palese evidenza di comunisti a Cuba preoccupava le forze oligarchiche di questi paesi dove il sentimento del popolo era decisamente antiamericano: Negli anni sessanta limpulso a raggiungere le forme pi moderne di libert era diventato il primo diritto dei popoli. Conculcarlo equivaleva a tradire tutta la storia recente dellumanit, dalla rivoluzione dottobre alla guerra vinta contro il nazifascismo.19 Negli Stati Uniti sorsero sei campi come quello di Blessington. Sulla Sierra Madre20 guatemalteca, mercenari e ex-militari batistiani crearono piccole unit di combattimento. Un colonnello filippino, che aveva partecipato alla resistenza contro i giapponesi, preparava i cubani alla guerriglia. Il progetto, prima dellarrivo della CIA, era di paracadutarsi sullisola e costituire piccoli gruppi di sabotaggio che, fondendosi assieme a gruppi gi esistenti, avrebbero cercato di sviluppare la guerra civile fino a portarla allinsurrezione. Con larrivo dellagenzia organizzarono uno dei campi pi grandi: seicento cubani, una pista daerei con sedici bombardieri e una nave da trasporto. Questo gruppo, assieme a quelli dei vari campi daddestramento statunitensi, avrebbe dovuto sbarcare sullisola e, grazie allappoggio di uninsurrezione interna, abbattere la resistenza e riprendere lisola. Anche sullisola di Cuba la CIA cercava alleati. Avvicinandosi agli anticastristi addentratesi sulle montagne dellEscambray21 per sfuggire
19

Saverio Tutino, La rivoluzione cubana, per, Storia delle rivoluzioni del XX secolo, a cura di Roberto Bonchio, introduzione di Eric Hobsbawn, Roma: Editori Riuniti, 1966, p.1469
20

Catena montuosa situata nel sud del Guatemala.

21

Le Montagne Escambray sono una catena montuosa che si estende nel centroovest dellisola di Cuba. Gi dai tempi della guerriglia furono usate dai rivoluzionari per nascondersi. Da queste montagne, che tagliano il paese part lassalto finale che avrebbe deposto il capo militare Fulgencio Batista.

18

La Baia dei Porci. Cause e conseguenze di uno sbarco fallito.

allesilio o alla fucilazione, tentarono di formare un fronte unitario interno che avrebbe dovuto supportare lo sbarco. Lagenzia appoggiava le loro attivit cospirative e di sabotaggio fornendo armi e denaro. Le difficolt nel creare lunione erano per molte. I vari gruppi, non erano guidati da un Leader, ma, sia sui monti come nei campi daddestramento, erano scarsamente omogenei. Lunica cosa che essi avevano in comune, era la volont di abbattere Castro. Anche la mafia giocava un ruolo importante. I malavitosi avevano molti interessi a Cuba, il maggiore erano i casin. Prima dellavvento di Fidel e delle nazionalizzazioni, la mafia possedeva diversi casin allAvana dai quali ricavava un sacco di soldi. Lascesa del rivoluzionario pes molte sulle tasche degli italiani e questi decisero di appoggiare la causa anticastrista. Alcuni Boss della mafia entrarono in contatto con la squadra speciale di Blessington, assicurandosi un felice ritorno alla loro attivit dopo la caduta del barbuto, in cambio di un sostegno finanziario alla causa. Cos, loperazione contro castro si allargava. Tutti negli Stati Uniti sembravano pronti a impugnare un fucile e partire alla volta dellisola, lunico ad avere degli scrupoli era il presidente, luomo che avrebbe dovuto dare il via alloperazione. L8 novembre 1960 si tennero le elezioni presidenziali negli Stati Uniti. John F. Kennedy e Richard Nixon si contendevano la poltrona di Eisenhower. Il futuro candidato avrebbe dovuto affrontare una dura decisione sul fronte cubano. Il democratico Kennedy vinse le elezioni e prest giuramento come 35 presidente degli Stati Uniti il 20 gennaio 1961 a Washington. Nel suo discorso inaugurale parl del bisogno di tutti gli americani dessere cittadini attivi, disse: Non chiedete cosa pu fare il vostro paese per voi, chiedete cosa potete fare voi per il vostro paese. In uno dei famosi discorsi sulla Nuova Frontiera, chiese alle nazioni del mondo di unirsi nella lotta contro ci che chiam i comuni nemici dell'umanit... la tirannia, la povert, le malattie e la guerra. Il 17 aprile 1961, contrariamente alle dichiarazioni del primo periodo, l'amministrazione Kennedy mise in atto una versione modificata del piano studiato sotto l'amministrazione Eisenhower per deporre Fidel Castro. Inizialmente era prevista l'occupazione del porto di Trinidad, una piccola
19

La Baia dei Porci. Cause e conseguenze di uno sbarco fallito.

citt sulla costa meridionale di Cuba, nota per il suo passato anticastrista, da parte dei circa quattrocento guerriglieri anticastristi gi presenti sulla montagne dellEscambray, in modo da avere un facile punto di sbarco e una via di fuga, verso le montagne, dove attuare la guerriglia. Invece, Kennedy decise di sbarcare nella zona paludosa e semi-desertica di Zapata, nella quale sinsinua la Baia dei Porci. I combattenti avrebbero dovuto creare una striscia di terra sulla quale far atterrare il governo provvisorio degli esuli cubani, che sarebbe stato riconosciuto dagli Stati Uniti e da altri paesi dellAmerica Latina. Questo nuovo governo avrebbe formalmente richiesto il sostegno militare americano, che avrebbe cos potuto dichiarare guerra a Cuba, adempiendo a tutti i vincoli internazionali, e intervenire ufficialmente con le forze armate. Il 15 aprile, sotto una forte pressione da parte della CIA, Kennedy diede il via ai bombardamenti. Il piano prevedeva un iniziale attacco aereo che avrebbe distrutto laviazione militare cubana per poi procedere indisturbati allo sbarco. Furono eseguiti dei piccoli bombardamenti negli aeroporti militari di Santiago de Cuba, San Antonio de los Baos e Ciudad Libertad a lAvana, ma, sfortunatamente, gli aerei erano gi stati preventivamente nascosti e lesercito rivoluzionario non sub gravi danni. Una seconda tornata di bombardamenti, prevista per il 16 aprile, fu annullata poich il presidente ritenne opportuno non far intervenire lesercito americano, che avrebbe provocato una risposta sovietica. Linefficace attacco aereo, diede allavversario il tempo necessario per organizzare la difesa e preparare una controffensiva per lormai prossima invasione. Furono arrestate dalla polizia e rinchiuse in cinema e teatri circa 200.000 persone, notoriamente dissidenti, che avrebbero potuto partecipare all'insurrezione prevista dal piano operativo statunitense. Saverio Tutino, racconta come Castro abbia preso la parola davanti ai corpi delle vittime dei bombardamenti: Tutti sentivano che quella era la vigilia della guerra prevista. Era negli animi un sentimento profondo della necessit di farsi giustizia. Era il momento di rendere evidente anche agli occhi dei pi timidi quello che storicamente significava opporsi con le armi al ritorno del vecchio sistema. La folla era severa, stretta in una via come una lunga schiera, non diffusa in una piazza: si sarebbe detto gi una lunga colonna militare a ranghi serrati. La voce di Fidel si levava in toni forti. Erano mesi che la gente sentiva avvicinarsi insieme con la guerra un altro passo avanti rivoluzionario. Vi era il presentimento anche di una definizione obbligatoria; il mondo era una cosa reale, tutti sapevano che era diviso e
20

La Baia dei Porci. Cause e conseguenze di uno sbarco fallito.

dove passava il confine fra luno e laltro. L-altro- aveva sempre fatto paura a molti. Ora pi si avvicinava, pi sembrava inevitabile fare il salto, pi la paura si faceva vicina e familiare e non era pi tale, era piuttosto stupore. Fidel parlava gi con i suoi toni forti quando disse: - Quello che gli imperialisti non ci perdoneranno mai di essere qui sotto il loro naso. Quello che non ci perdoneranno mai la dignit, linterezza, la fermezza ideologica e lo spirito rivoluzionario del popolo cubano. Quello che non possono perdonarci che stiamo qui, e che sotto il loro naso abbiamo fatto una rivoluzione socialista e che questa rivoluzione socialista noi la difendiamo con questi fucili! -22 La brutta figura non ferm tuttavia gli Stati Uniti, n gli ormai eccentrici esuli cubani che, pregustando la fine di Castro, erano pronti a partire. Il 17 aprile 1961, alluna di notte, un gruppo di uomini rana, partiti dalle coste del Nicaragua, dopo il saluto del dittatore, genocida Anastasio Somoza Debayle, arriv sulla spiaggia di Playa Girn, per segnalare alle navi la posizione dello sbarco. Arrivati a riva, gli uomini rana simbatterono subito contro un primo gruppo di miliziani che, attirati dalle luci lontane, si avvicinarono alla spiaggia dove stava iniziando lapprodo. Il corpo di spedizione anticastrista inizi dunque, in questa maniera, lo sbarco di carri armati e camion. Allen Dulles, capo della CIA, si trovava a Puerto Rico per imbarcarsi col gruppo della Operazione 40, ideata dalla CIA e tenuta segreta anche allo stesso Kennedy, che comprendeva un gruppo di tiratori scelti dellagenzia, inizialmente quaranta e poi ottanta, che avevano il compito di eliminare i quadri politici cubani. A capo del gruppo di fuoco c'era Joaquin Sanjenis Perdomo, ex capo della polizia a Cuba, al tempo del presidente Socarrs. Gli aerei da caccia cubana, salvatisi dai bombardamenti del 15 aprile perch nascosti lontano dagli aeroporti, si levarono in volo e affondarono la nave di comando Rio Escondido e la nave Houston, le quali trasportavano munizioni, ricetrasmittenti e rifornimenti, lasciando gli uomini completamente inermi sulla spiaggia. Laviazione danneggi inoltre alcuni mezzi da sbarco e altre tre barche. Il 18 aprile, secondo giorno dassalto, Chruv minacci un intervento delle forze armate russe e scrisse da Mosca una lettera, diretta a
22

Saverio Tutino, La rivoluzione cubana, per, Storia delle rivoluzioni del XX secolo, a cura di Roberto Bonchio, introduzione di Eric Hobsbawn, Roma: Editori Riuniti, 1966, p.1481

21

La Baia dei Porci. Cause e conseguenze di uno sbarco fallito.

Washington, intitolata: Sia posta fine all'aggressione statunitense contro la Repubblica di Cuba. I mercenari, nel frattempo, dopo aver conquistato alcuni piccoli villaggi della zona, iniziarono ad essere respinti sui propri passi. Il 19 aprile, il corpo di sbarco, avendo finito le munizioni e fisicamente allo stremo, ritirandosi verso la spiaggia fu stretto in una forbice: da un lato i pescecani, dallaltro i castristi. Furono mandati in loro soccorso otto bombardieri, ma ne furono abbattuti quattro e fu data la ritirata. Il contingente della CIA della Operazione 40, che stava procedendo su un battello in rotta verso l'Avana, fu richiamato quando si seppe che non poteva essere impiegato perch lo sbarco era fallito. Quando i dirigenti del campo di Miami, pronti a partire per prendere le redini del paese, si resero conto che la partenza era rimandata, capirono che loperazione era fallita. Nessuno sapeva cosa fare, cos si misero in contatto con Kennedy e chiesero l'intervento dell'aeronautica militare statunitense per rovesciare le sorti della battaglia. Il presidente disse che la lotta contro il comunismo si combatteva su molti fronti e che in questa lotta gli Stati Uniti non potevano perdere di vista l'intero quadro della situazione mondiale, poi diede disposizioni per il piano di salvataggio dei superstiti. L'operazione, nonostante i combattenti sbarcati avessero ricevuto un approfondito addestramento militare americano e un rilevante supporto logistico, fu un clamoroso insuccesso. I combattenti anticastristi ebbero circa 109 morti, mentre l'esercito cubano ebbe 157 morti, di cui molti civili. Ventisei combattenti riuscirono a ritirarsi e furono tratti in salvo su un sommergibile americano; essendo rimasti cinque giorni senza cibo e senza acqua si trovavano in condizioni pietose. Circa 1.500 mercenari controrivoluzionari si arresero, furono arrestati, imprigionati e processati. Furono trattati umanamente e poi rilasciati il 23 dicembre 1962, in cambio di circa 50 milioni di dollari in alimenti e farmaci. Ne furono trattenuti due che erano stati condannati in precedenza a Cuba per omicidio e condannati a trent'anni di prigione. I banditi dellEscambray, rastrellati nei mesi precedenti, rimasero immoti, incapaci di decidere unazione qualsiasi. Alcuni giorni dopo, i periodici americani pubblicavano: KENNEDY DIFENDE LO SBARCO ALLA BAIA DEI PORCI. Il biasimo del mondo

22

La Baia dei Porci. Cause e conseguenze di uno sbarco fallito.

mina il prestigio del presidente23, LA CIA SOTTO ACCUSA PER IL FIASCO ALLA BAIA DEI PORCI. I leader degli esuli cubani accusano Kennedy di codardia24, KENNEDY: - UN SECONDO ATTACCO AEREO AVREBBE POTUTO SCATENARE LA TERZA GUERRA MONDIALE -. La comunit degli esuli onora i suoi eroi caduti e fatti prigionieri25. Lattacco dunque non solo fall lasciando Cuba nelle mani di Castro, ma provoc anche una scintilla allinterno del conflitto globale. Cuba aveva resistito e dichiarava al mondo intero la sua posizione socialista: Il 1 maggio [Castro] dichiar che Cuba era una repubblica socialista e da allora la sua marcia verso la piena trasformazione del sistema cubano in senso marxista-lelinista, cio modellato sullesempio sovietico, divenne irreversibile.26 Cuba aveva resistito allattacco statunitense e ora lanciava nel mondo limmagine di rivoluzione reale, che aveva abbattuto la tirannia e fermato il contrattacco imperialista. Castro dichiar: Non mai successo nella storia che sia stato vinto un popolo rivoluzionario che abbia realmente conquistato il potere.27

Capitolo 3 - Conseguenze Cuba aveva vinto, lAmerica aveva fallito miseramente. AllAvana la gioia era immensa, a Washington si escogitava un piano per uscire dalla nube di fumo che aveva creato. La lotta per non era ancora conclusa. Gli Stati Uniti non si sarebbero dati per vinti e lisola caraibica sapeva che questa era una piccola vittoria, ma non quella finale.
23

James Ellroy, American tabloid, traduzione di Stefano Bortolussi, Milano: Mondadori, ottobre 2010, p.466
24

James Ellroy, American tabloid, traduzione di Stefano Bortolussi, Milano: Mondadori, ottobre 2010, p.466
25

James Ellroy, American tabloid, traduzione di Stefano Bortolussi, Milano: Mondadori, ottobre 2010, p.466
26

Ennio Di Nolfo , Storia delle relazioni internazionali 1918-1999, nuova edizione riveduta e ampliata, Roma, Bari: Laterza, 2000, p.1058
27

Saverio Tutino, La rivoluzione cubana, per, Storia delle rivoluzioni del XX secolo, a cura di Roberto Bonchio, introduzione di Eric Hobsbawn, Roma: Editori Riuniti, 1966, p.1488

23

La Baia dei Porci. Cause e conseguenze di uno sbarco fallito.

In questo terzo e ultimo capitolo, si cercher di valutare come fu vissuta la tentata aggressione soprattutto a livello internazionale. Si vedr quali furono le successive mosse dei due avversari, ma soprattutto vedremo quale fu il riscontro dello scontro in America Latina. Si parler della Russia, dellAlleanza per il Progresso e della Operazione mangusta. Infine, attenendosi a ci che abbiamo detto e stiamo per dire, si tenter, anche se non con facilit, di tirare delle conclusioni che mostrino gli effetti della rivoluzione cubana a livello internazionale. A Cuba, la fuga dellaggressore aveva portato unimmensa felicit popolare. Tuttavia, lisola era ancora affossata nellembargo navale e nella necessit di portare avanti la rivoluzione. La spinta dello scontro aveva aumentato per un breve periodo la produzione, anche se, le restrizioni, soprattutto sul cibo, attanagliavano la popolazione. Il problema sembrava provenire soprattutto dallaumento vertiginoso di contadini che, dalla vittoria della guerriglia, avevano accesso al consumo, ma, oltre a ci, si registrava la mancanza di materie prime, dattrezzature, dingegneri e tecnici e una scarsa disciplina nella pianificazione. Contrariamente, la campagna di alfabetizzazione procedeva a grandi ritmi e la sanit appariva pi che prestigiosa nel paese. Il 23 dicembre 1961, si tenne la manifestazione conclusiva della campagna di alfabetizzazione, dove i risultati apparvero eccezionali: settecentosettemila alfabetizzati; rimane da alfabetizzare solo il 3,9% della popolazione.28 Altro problema centrale del dopo scontro fu invece lavvento del settarismo, ovvero una manifestazione di sfiducia da parte del PSP (partito comunista) verso coloro che non erano marxisti autentici di vecchia data, e quindi un allontanamento di questi dalla vita politica e del partito. Il PSP cercava di impadronirsi delle ORI 29 sostituendo i quadri contadini del Movimento 26 luglio con burocrati marxisti svogliati, assenteisti e approfittatori. Questo portava alla creazione di un doppio potere: da un lato ministri e dirigenti rivoluzionari che nella carenza istituzionale non avevano ancora ben definito le loro funzioni, dallaltro lufficio delle ORI che di fatto governava il paese, decidendo in maniera insindacabile nomine e spostamenti di quadri, creando nuclei e sezioni del partito quasi esclusivamente sulla base di nepotismo o di legami
28

Paco Ignacio Taibo II, Senza perdere la tenerezza. Vita e morte di Ernesto Che Guevara, (titolo originale: Ernesto Guevara tamben conocido como el Che. Nueva edicin corregida y actualizada), traduzione di Gloria Cecchini, Gina Maneri e Sandro Ossola, Milano: Il Saggiatore, 2004, p.412
29

Organizzazioni Rivoluzionarie Integrate, furono formate dall'unione del Movimento 26 luglio di Fidel Castro con il Partito Socialista popolare di Blas Roca e il Direttivo Rivoluzionario 13 marzo di Faure Chomn, nel luglio 1961. Il 26 marzo 1962, l'ORI divenne il Partito Unito della Rivoluzione Socialista cubana (PURSC), che a sua volta si trasform nel Partito comunista cubano il 3 ottobre 1965, con Castro come primo segretario.

24

La Baia dei Porci. Cause e conseguenze di uno sbarco fallito.

preesistenti nellapparato del PSP.30 Il 26 marzo 1962, in un intervento televisivo, Castro annuncia lallontanamento di Anbal Escalante (segretario del PSP), accusato di settarismo, come spiega Guevara a giornalisti cileni: Ci fu il tentativo da parte di Escalante, che gi controllava le cariche rappresentative, di dominare anche gli apparati di repressione; questo fu un chiaro segnale di allarme. Credo che siamo riusciti a fermarlo in tempo, perch si evitarono rivolte. Non si pu lavorare in nome della giustizia commettendo ingiustizie () Il problema fondamentale era Anbal Escalante, ma era un vizio di struttura, non di persone () Allora ci rendemmo conte che cerano cinquecento Anbal, che costituivano una rete di conniventi () Le ORI sembravano agenzie di collocamento () I dirigenti delle ORI si prendevano per s le case migliori, le cose migliori, e regalavano la Cadillac alle amanti. Non capivamo chiaramente come, ma le ORI arrivavano a un ministero e lo saccheggiavano.31 Ora, bisognava costituire un partito solido e unito capace di portare a effetto la politica della rivoluzione. Nacque cos il Partito Unito della Rivoluzione Socialista (PURS), un partito di filosofia marxista, ristretto e selezionato, nel quale potevano iscriversi soltanto i lavoratori che lo meritavano e nel quale il PSP aveva pochissimi rappresentanti. Dunque, nonostante qualche successo, i problemi a Cuba erano molti. La rivoluzione era iniziata da due anni e aveva gi subito molti tradimenti, ritardi e scontri, ma, nel complesso, la nazione cresceva e simponeva sempre pi agli occhi del mondo. Negli Stati Uniti, intanto, tutti erano in effervescenza. Il presidente, dopo essersi scusato con il mondo intero per lattacco non americano, decise di costituire un gruppo di studio allo scopo di indagare i motivi del fallimento e affrontare i problemi del rapporto con lisola. Venne creato cos il JM/Wave (laboratori attrezzati per studi segreti nel complesso delluniversit di Miami). Tuttavia, questo istituto non sembrava affatto studiare i problemi di rapporto tra le due nazioni, ma sembrava pi un premio dato alla CIA per il suo fallimento. Da questo nuovo centro nacque lOperazione Mangusta. Operazione della CIA, iniziata nel 1961 e terminata nel 1975, che prevedeva luso della forza militare, di sabotaggi e assassinii contro i principali dirigenti cubani. Includeva addirittura luso di armi chimiche non letali, destinate a far ammalare gli operai con lo scopo di colpire la produzione del paese.
30

Saverio Tutino, Lottobre cubano: Lineamenti di una storia della rivoluzione castrista, terza edizione, Torino: Einaudi, 1971, p. 344
31

Paco Ignacio Taibo II, Senza perdere la tenerezza. Vita e morte di Ernesto Che Guevara, (titolo originale: Ernesto Guevara tamben conocido como el Che. Nueva edicin corregida y actualizada), traduzione di Gloria Cecchini, Gina Maneri e Sandro Ossola, Milano: Il Saggiatore, 2004, p.420

25

La Baia dei Porci. Cause e conseguenze di uno sbarco fallito.

Loperazione port alla realizzazione di 5.780 azioni terroristiche e 716 sabotaggi ad infrastrutture economiche cubane, in poco pi di un anno. LOperazione Mangusta non era tuttavia lunico tentativo di perpetuare le pressioni verso Cuba: Riprendendo unaltra idea lanciata da Eisenhower un anno prima e approvata dal Congresso nel marzo 1961, per uno stanziamento di 500 milioni di dollari a favore di un Fondo interamericano per il progresso sociale, [Kennedy] ne svilupp la portata in un progetto pi vasto, al quale diede il nome augurale di Alianza para el progreso, cio Alleanza per il progresso.32 Il 5 agosto 1961 ebbe inizio a Punta del Este, in Uruguay, una conferenza di ministri economici delle repubbliche americane che dettava le basi dellalleanza. Il programma era destinato a tutti i paesi del continente americano con leccezione di Cuba: Era un tentativo di rilanciare, con un tangibile contenuto concreto, la politica di buon vicinato, per contenere la minaccia castrista.33 Tuttavia i cubani parteciparono a questo incontro e inviarono il dittatore rosso dietro Castro34 Che Guevara, il quale aveva discusso con il leader cubano i contenuti per lincontro: si prepararono ad attaccare lalleanza contrapponendovi i risultati dei primi due anni di rivoluzione. Larrivo a Punta del Este era gi un anteprima di ci che era il sentimento del popolo dellAmerica Latina. La folla applaud e acclam Guevara con la stessa forza e intensit con cui aveva denigrato la delegazione americana. Il primo intervento fatto dal Che apparve subito molto duro. Egli inizi il suo discorso spostando subito lattenzione dal piano economico a quello politico e, dopo una rivisitazione dei soprusi subiti dagli americani durante gli ultimi anni e non solo, inizia avvalorando i risultati della rivoluzione (riforma agraria, eguaglianza fra i sessi, abbattimento della discriminazione razziale, successo dellalfabetizzazione, ecc.), per concludere, attaccando le radici del progetto americano: non avete un po limpressione che vi stiano prendendo in giro? Si danno dollari per fare strade, si danno dollari per aprire sentieri, si danno dollari per costruire oleodotti () Perch non si danno dollari per attrezzature, dollari per macchinari, dollari perch i nostri paesi sottosviluppati possano trasformarsi una volta per tutte in paesi agricolo-industriali? veramente triste. [] Cuba la gallina dalle uova
32

Ennio Di Nolfo , Storia delle relazioni internazionali 1918-1999, nuova edizione riveduta e ampliata, Roma, Bari: Laterza, 2000, p. 1059
33

Ennio Di Nolfo , Storia delle relazioni internazionali 1918-1999, nuova edizione riveduta e ampliata, Roma, Bari: Laterza, 2000, p. 1059
34

Paco Ignacio Taibo II, Senza perdere la tenerezza. Vita e morte di Ernesto Che Guevara, (titolo originale: Ernesto Guevara tamben conocido como el Che. Nueva edicin corregida y actualizada), traduzione di Gloria Cecchini, Gina Maneri e Sandro Ossola, Milano: Il Saggiatore, 2004, p.369

26

La Baia dei Porci. Cause e conseguenze di uno sbarco fallito.

doro, finch c Cuba, ci finanziano. [] noi non ci opponiamo al fatto che ci lascino da parte nella distribuzione di crediti, ma ci opponiamo a che ci lascino da parte nellintervento nella vita culturale e spirituale dei nostri popoli latinoamericani () Quello che non accetteremo mai che si boicotti la nostra libert di commerciare e di avere relazioni con tutti i popoli del mondo.35 Il discorso del Che non conquister la piet di nessuno della platea. Il suo messaggio non era tuttavia indirizzato a loro, era diretto alla nuova sinistra latinoamericana. Guevara ebbe modo, inoltre, di parlare con Richard Goodwin, consulente del presidente americano, di una riappacificazione tra le due nazioni, ma non ricevette alcuna successiva risposta dal presidente Kennedy, al quale le proposte erano indirizzate. Direttosi a Buenos Aires, incontr Arturo Frondizi, presidente argentino, con il quale discussero delle future elezioni cubane e di una possibile entrata di Cuba nel Patto di Varsavia (cosa che Guevara neg subito). A Brasilia il Che invitato a incontrare Janio Quadros, presidente brasiliano, il quale dichiara pubblicamente di appoggiare Cuba sul diritto dellautodeterminazione dei popoli. Con il passare dei mesi, i tre paesi che appoggiarono Cuba durante i lavori (Brasile, Argentina e Bolivia) caddero vittime di colpi militari. Il 20 gennaio 1962 si tenne un nuovo incontro dei ministri dellOrganizzazione degli Stati Americani (OSA)36. In questa riunione, che si presentava come un secondo appuntamento dellAlleanza, largomento cubano era allordine del giorno. Questa volta, si present il presidente cubano Dortics alla riunione di Punta del Este, il quale propose una tesi basata su sei punti: 1) tutte le nazioni hanno il diritto di darsi il regime che ritengono pi opportuno; 2) Cuba non era legata con nessuno da patti militari; 3) Cuba si stava armando per difendersi e non per attentare alla sicurezza di nessuno; 4) nessuna potenza extracontinentale aveva sollecitato e ottenuto basi militari a Cuba; 5) la rivoluzione aveva portato a Cuba la vera democrazia; 6) la differenza di regimi non doveva ostacolare la coesistenza negli organismi regionali.37 Nonostante la fermezza del presidente cubano, la conferenza decise a maggioranza (con lastensione del Cile, dellArgentina, della Bolivia,
35

Paco Ignacio Taibo II, Senza perdere la tenerezza. Vita e morte di Ernesto Che Guevara, (titolo originale: Ernesto Guevara tamben conocido como el Che. Nueva edicin corregida y actualizada), traduzione di Gloria Cecchini, Gina Maneri e Sandro Ossola, Milano: Il Saggiatore, 2004, p.404
36

Organizzazione internazionale di carattere regionale che comprende i 35 stati indipendenti delle Americhe. L'organizzazione il principale forum politico per il dialogo multilaterale e per la soluzione di problemi politici. Lo scopo dell'organizzazione di mantenere la pace, rinforzare la democrazia e i diritti dell'uomo, e migliorare le condizioni sociali ed economiche dei paesi dell'America.
37

Saverio Tutino, Lottobre cubano: Lineamenti di una storia della rivoluzione castrista, terza edizione, Torino: Einaudi, 1971, p. 339

27

La Baia dei Porci. Cause e conseguenze di uno sbarco fallito.

dellEcuador e del Messico), lespulsione immediata di Cuba dallOrganizzazione: Ma il successo era solo apparente. Lastensione dei paesi pi popolati del mondo latino-americano mostrava un profondo dissenso rispetto al modo secondo cui Kennedy combatteva contro Castro. Sebbene la quasi unanimit dei paesi presenti alla conferenza condannasse il regime marxista-leninista di Castro come -incompatibile- con il sistema interamericano, la divisione fra gli Stati uniti e i maggiori paesi dellemisfero occidentale emerse con netta evidenza. Le promesse di grandi aiuti economici non bastavano a colmare anni di disattenzione o di azione nettamente orientata in senso subordinante.38 Lalleanza, non deve essere solamente considerata, tuttavia, come una copertura per allontanare Cuba dai rapporti interamericani, ma deve essere intesa, inoltre, come un primo serio tentativo per stabilire unintesa, meno inquinata dei precedenti storici, tra i paesi del continente americano. Nonostante i sotterranei buoni propositi degli Stati Uniti, lAlleanza per il Progresso figurava come unulteriore ritorsione verso Cuba. Lisola era dunque rimasta senza alcun sostegno occidentale, ma questo non significava che le loro speranze fossero perse. Il 4 febbraio 1962, in risposta agli eventi di Punta del Este, in un discorso pubblico, Castro promulga la II Dichiarazione dellAvana, un documento programmatico nel quale espone la posizione cubana in materia internazionale. Il leader cubano, dopo un avvio storico sulle rivoluzioni (a partire da quelle medievali) e sul significato di esse, si concentra sulla scelta socialista cubana, attaccando il modello capitalistico americano e tutti i governi oligarchici dellAmerica Latina che appoggiano tale capitalismo (riferendosi alla decisione di espellere Cuba dallOSA): At Punta del Este a great ideological battle unfolded between the Cuban Revolution and Yankee imperialism. Who did they represent there, for whom did each speak? Cuba represented the people; the United States represented the monopolies. Cuba spoke for America's exploited masses; the United States for the exploiting, oligarchical and imperialist interests; Cuba for sovereignty; the United States for intervention; Cuba for the nationalization of foreign enterprises; the United States for new investments of foreign capital. Cuba for culture; the United States for ignorance. Cuba for agrarian reform; the United States for great landed estates. Cuba for the industrialization of America; the United States for underdevelopment. Cuba for creative work; the United States for sabotage and counterrevolutionary terror practiced by its agents the destruction of sugarcane, fields and factories, the bombing by their pirate planes of the labor of a peaceful people. Cuba for the murdered teachers; the United States for the assassins. Cuba for bread; the United States for hunger. Cuba
38

Ennio Di Nolfo , Storia delle relazioni internazionali 1918-1999, nuova edizione riveduta e ampliata, Roma, Bari: Laterza, 2000, p. 1059

28

La Baia dei Porci. Cause e conseguenze di uno sbarco fallito.

for equality; the United States for privilege and discrimination. Cuba for the truth; the United States for lies. Cuba for liberation; the United States for oppression. Cuba for the bright future of humanity; the United States for the past without hope. Cuba for the heroes who fell at Giron to save the country from foreign domination; the United States for mercenaries and traitors who serve the foreigner against their country. Cuba for peace among peoples; the United States for aggression and war. Cuba for socialism; the United States for capitalism.39 Questa dichiarazione-manifesto illustra, inoltre, come si svolse la guerriglia cubana e come le condizioni sociali, politiche, geografiche e culturali dellAmerica Latina siano predisposte alla rivoluzione: What is it that is hidden behind the Yankee's hatred of the Cuban Revolution? What is it that rationally explains the conspiracy which unites, for the same aggressive purpose, the most powerful and richest imperialist power in the modern world and the oligarchies of an entire continent, which together are supposed to represent a population of 350 million human beings, against a small country of only seven million inhabitants, economically underdeveloped, without financial or military means to threaten the security or economy of any other country? What unites them and stirs them up in fear? What explains it is fear. Not fear of the Cuban Revolution but fear of the Latin American revolution. Not fear of the workers, peasants, intellectuals, students, and progressive sectors of the middle strata which, by revolutionary means, have taken power in Cuba; but fear that the workers, peasants, students, intellectuals, and progressive sectors of the middle strata will, by revolutionary means, take power in the oppressed and hungry countries exploited by the Yankee monopolies and reactionary oligarchies of America; fear that the plundered people of the continent will seize the arms from the oppressors and, like Cuba, declare themselves free people of America.40 Il messaggio di Castro apparve come una dura risposta alle decisioni prese dallOSA. Come, del resto, deve essere stato un duro colpo per gli Stati Uniti, che cercavano di abbattere il regime castrista ed evitare lesportazione della rivoluzione in America Latina. Nota dolente deve essere stata soprattutto la chiusura della dichiarazione, nella quale Castro esortava una diffusione planetaria del documento, soprattutto alle classi disagiate. Il governo sovietico, contrariamente al resto dei paesi dove la Dichiarazione fu promulgata, mand un significativo messaggio di simpatia: I popoli dellURSS saranno sempre con voi.41
39

http://www.walterlippmann.com/fc-02-04-1962.pdf http://www.walterlippmann.com/fc-02-04-1962.pdf

40

29

La Baia dei Porci. Cause e conseguenze di uno sbarco fallito.

I Russi, infatti, non abbandonarono Cuba dopo il divorzio con lOSA. I rapporti fra le due nazioni erano ancora ben saldi e la loro fusione sembrava essere sempre maggiore, anche se, a tratti alterni, si vissero delle scaramucce. I cubani erano preoccupati del ritiro dei tecnici russi dalla Cina. Temevano che sarebbe successo anche a loro, a partire dal giorno in cui le loro opinioni si sarebbero scontrate. I russi, dal canto loro, temevano per le forti provocazioni che Castro spesso pronunciava, irritando il gigante capitalista. Insomma, I russi temevano che Castro li avrebbe portati a un terzo conflitto globale. Tuttavia, questa una mezza verit, poich furono proprio i Russi ad accendere la miccia che port le potenze sullorlo del conflitto. Il Presidium socialista, si riun nel aprile-maggio 1962 per elaborare una strategia che avrebbe messo cuba al riparo dalla minaccia statunitense e avrebbe pesato, allo stesso tempo, nel pi ampio piatto della Guerra Fredda. Fidel, il 30 maggio 1962, convoc una riunione molto ristretta, a cui erano presenti (oltre a lui), suo fratello Ral, il presidente Dortics e largentino Guevara. Castro li informa che il giorno precedente, il maresciallo sovietico Birjuzov aveva proposto, su iniziativa di Chruv, di rinforzare le difese cubane con testate nucleari, e che aveva rimandato la decisione a quellassemblea: non ci piacevano i missili, danneggiavano limmagine della rivoluzione in America Latina. I missili ci trasformavano in una base militare sovietica, e pensavamo che rafforzassero il blocco socialista.42 Fatto sta che i partecipanti a quella riunione accettarono lofferta russa. Quando Ral Castro, si reco a Mosca nel luglio 1962, seguito da Guevara in agosto, con la dichiarazione ufficiale di trattare questioni economiche, venne messa a punto la bozza di un trattato che regolamentava linvio a Cuba di un contingente di circa 45.000 soldati e listallazione segreta sullisola di circa 40 missili con testate nucleari. Il 15 settembre giunge a Mariel (citt portuale cubana) il Poltova, un cargo russo, con il primo missile, che sar trasportato in segreto alla base San Cristbal: le forze sovietiche, che in quel momento disponevano solo di 44 missili intercontinentali operativi, grazie allincremento (che di fatto dava una valenza intercontinentale a missili di portata intermedia) raddoppiavano la loro forza strategica nucleare, in un momento in cui questa doveva fronteggiare un arsenale di 176 ICBM43 americani rafforzato
41

Saverio Tutino, Lottobre cubano: Lineamenti di una storia della rivoluzione castrista, terza edizione, Torino: Einaudi, 1971, p. 340
42

Paco Ignacio Taibo II, Senza perdere la tenerezza. Vita e morte di Ernesto Che Guevara, (titolo originale: Ernesto Guevara tamben conocido como el Che. Nueva edicin corregida y actualizada), traduzione di Gloria Cecchini, Gina Maneri e Sandro Ossola, Milano: Il Saggiatore, 2004, p.426

30

La Baia dei Porci. Cause e conseguenze di uno sbarco fallito.

da 114 missili sottomarini e da circa altre 2700 armi nucleari (non tutte strategiche - e perci di diversa portata e potenza).44 Fu solo agli inizi di ottobre dello stesso anno che i servizi segreti americani riuscirono a mettere in allarme la presidenza, la quale autorizz voli di ricognizione di aerei U-245. Il 15 ottobre i rilievi erano chiari e univoci: I sovietici stavano istallando basi per missili balistici a media gittata con testate nucleari a Cuba. Il 16 ottobre il presidente Kennedy venne informato della situazione e, quello stesso giorno, il gruppo dei pi stretti collaboratori del presidente si riun in seduta speciale del ExComm (Executive Committee of National Security Council), la quale fu sciolta soltanto dopo la fine della Crisi di Cuba. A questo punto, dopo aver esplorato la storia cubana dallavvento della supremazia statunitense fino alla crisi dei missili, possiamo affermare che lo Sbarco nella Baia dei Porci, cos come, pi in generale, la rivoluzione cubana, hanno avuto un forte impatto internazionale. La vittoria della rivoluzione cubana ebbe un forte impatto ideologico nella vicina America Latina, come in molti altri paesi del mondo assoggettati da una qualunque supremazia, sia essa capitalistica che dittatoriale. Le idee diffuse dalla rivoluzione cubana cambiarono lideologia di molte persone, non solo contadine, ma anche borghesi. Cuba dimostr al mondo intero che abbattere la repressione era possibile, sia pure in modo violento. Soprattutto nella parte meridionale del continente americano ci si rese conto che esisteva una, purch minima, speranza di vittoria. Cuba ne era lesempio. A partire gi dalla rivoluzione anti-spagnola di Mart, gli ideali di libert, giustizia e uguaglianza, si trasmisero di generazione in generazione fino al giorno in cui, le condizioni sociali, economiche e politiche hanno permesso la vittoria. Castro fu s luomo della rivoluzione cubana, ma egli fu soprattutto il portavoce di ideali arcaici, arrivati a lui attraverso non solo a una predisposizione personale, ma anche attraverso una immersione nella storia del proprio paese. Castro non fu solo il fautore della rivoluzione, ma colui che la trasform in realt. Ora questa realt si andava trasmettendo in tutto il continente, in tutto il mondo, e il gigante capitalista non pot che sottostare allelevazione di un popolo che bramava la propria terra, che la desiderava; un popolo che tramandando i propri ideali per generazioni ha, alla fine, trovato luomo della provvidenza, il Davide della loro epoca.
43

Missile balistico intercontinentale (Intercontinental Ballistic Missile)

44

Ennio Di Nolfo , Storia delle relazioni internazionali 1918-1999, nuova edizione riveduta e ampliata, Roma, Bari: Laterza, 2000, p.1064
45

Aerei da ricognizione in grado di volare ad unaltezza tale da non poter essere rilevati dai radar.

31

La Baia dei Porci. Cause e conseguenze di uno sbarco fallito.

A tutto ci, il gigante Golia non pot che deporre le armi e lasciare che il popolo cubano conquistasse il premio per qui combatt tanto: Cuba. Lo sbarco, ebbe anchesso una sua importanza, sicuramente meno ideologica, ma pur sempre importante, soprattutto sul piano politico. Lavvicinamento di Cuba a ideali socialisti provoco un forte sussulto della bilancia. Le potenze che si fronteggiavano nella Guerra Fredda erano ormai usure di incidenti di questo tipo, ma solitamente i confini dei conflitti si trovavano sempre a grande distanza dagli Stati Uniti. In questo caso per, il nemico si sedette sul portone di casa dellAmerica, osservandola, certo non immobile, mentre cercava in tutti i modi di risolvere un rebus che tuttoggi si profila: come deporre Castro. Gli avvenimenti della Baia dei Porci destabilizzarono la potenza statunitense. Questi, fieri della loro potenza, carichi del loro orgoglio e superbi delle loro imprese, non avrebbero mai pensato che una cos piccola isola avrebbe potuto creare cos tanti problemi e umiliazioni. Gli Stati Uniti minarono il loro prestigio per tentare di scacciare un amico scomodo dalla loro festa. Gli americani rischiarono di perdere influenza sullEuropa, sul sud del continente e sul resto del mondo, soltanto perch Castro aveva vinto la rivoluzione e perch, quel barbudo, tentava di allontanare il capitalismo, in favore del socialismo. La paura di un comunismo occidentale li terrorizzava. Meglio rischiare due guerre nucleari in due anni che lasciare una piccola isola alla sua libert. Latteggiamento degli americani non port a nulla di buono: furono screditati dai loro alleati, favorirono i loro nemici e per non finire resero luomo che odiavano un mito universale. Insomma, lo Sbarco nella Baia dei Porci ha creato molti problemi agli Stati uniti, molti di pi di quanto essi si aspettassero.

32

La Baia dei Porci. Cause e conseguenze di uno sbarco fallito.

Bibliografia Lottobre cubano: Lineamenti di una storia della rivoluzione castrista, Saverio Tutino, terza edizione,Torino: Einaudi, 1971. Storia delle relazioni internazionali 1918-1999, Ennio Di Nolfo, nuova edizione riveduta e ampliata, Roma, Bari: Laterza, 2000. Senza perdere la tenerezza. Vita e morte di Ernesto Che Guevara (titolo originale: Ernesto Guevara tamben conocido como el Che. Nueva edicin corregida y actualizada), Paco Ignacio Taibo II, traduzione di Gloria Cecchini, Gina Maneri e Sandro Ossola, Milano: Il Saggiatore, 2004. La rivoluzione cubana, Saverio Tutino, per Storia delle rivoluzioni del XX secolo, a cura di Roberto Bonchio, introduzione di Eric Hobsbawn Roma: Editori Riuniti, 1966. American tabloid, James Ellroy, traduzione di Stefano Bortolussi, Milano: Mondadori, ottobre 2010. Sitografia http://www.walterlippmann.com/fc-02-04-1962.pdf (II dichiarazione dellAvana) www. wikipedia.com

Filmografia 13 Days
33

La Baia dei Porci. Cause e conseguenze di uno sbarco fallito.

Che. Largentino (parte 1) Che. Guerriglia (parte 2)

34