Sei sulla pagina 1di 48

ISTITUTO COMPRENSIVO PUDDU SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Don Bosco A.S.

2009-2010

(SERIE NUMERICHE:scopri la regola che le regola)


CLASSI IB e IC Insegnante Marta Del Rosso

QUANDO LA PROF. D I NUMERI (SERIE NUMERICHE:scopri la regola che le regola)


Descrizione dellesperienza PRESENTAZIONE La matematica non sempre noiosa e ripetitiva. Pu essere interessante e creativa, basta lasciare lidi sicuri (oggi studiamo le tabelline) e navigare in acque meno conosciute (oggi proviamo a scoprire i segreti dei numeri di Fibonacci). La corrente che nasce dalla forza della scoperta ci pu portare lontano, ben oltre la matematica di sempre e gli studenti assopiti potrebbero scoprirsi stupiti! MEDODOLOGIA DIDATTICA La metodologia didattica scelta quella sulloperativit e limpegno attivo degli studenti.

laboratoriale,

basata

OBIETTIVI: - Consolidare le abilit di calcolo. - Individuare, descrivere e rappresentare relazioni - Scoprire regolarit e schemi ricorrenti - Interpretare dati - Produrre ipotesi, analizzarle e comprendere la necessit di verificarle - Esprimere in modo corretto in forma orale e scritta i ragionamenti e le argomentazioni - Sostenere una discussione tra pari, rispettando altri punti di vista e sostenendo le proprie convinzioni con esempi e contro esempi - Confrontare procedimenti diversi - Produrre generalizzazioni che permettano di indagare problemi analoghi

FASE 1: La prof. d i numeri Per motivare gli studenti allo studio di una disciplina da sempre ritenuta arida e faticosa linsegnante propone di giocare con i numeri alla scoperta di relazioni, leggi e propriet che potrebbero stupire anche gli studenti pi annoiati. Linsegnante si presenta in classe con pergamene in cui sono riportate alcune serie numeriche scelte. Ogni lezione srotola una nuova pergamena. Mentre compare la serie numerica scelta, chiede agli studenti di trovare le relazioni che legano i numeri di ogni sequenza. NUMERI TRIANGOLARI

10

15

21

28

NUMERI QUADRATI

16

25

36

49

NUMERI DI FIBONACCI

13

FASE2: Trovare le relazioni nascoste I ragazzi, divisi in gruppi, iniziano a formulare le loro ipotesi ed a confrontare le idee con i compagni con lobbiettivo di scovare quali siano le relazioni tra i numeri delle sequenze. o Perch questi numeri sono stati raggruppati insieme? o Perch hanno nomi che ricordano figure geometriche? o Quali propriet hanno? o Quali curiosit sono legate a questi numeri? o Quali segreti nascondono?

Commenti degli alunni:le prime ipotesi


NUMERI TRIANGOLARI - Sharon: sono quasi tutti numeri divisibili per 3 - Giulietta.: quasi tuttinon una regola - Giulia: sono numeri primi - Martina: fino al numero 28 sono tutti divisibili per 3 o per 5 NUMERI QUADRATI - Mattia: forse i numeri quadrarti si chiamano cos perch si aggiunge sempre 4 o sono tutti divisibili per quattroinsomma il 4 ci deve entrare in qualche modo - Kevin: intanto notiamo che sono tutti numeri naturali

Commenti degli alunni: sulla strada giusta

NUMERI TRIANGOLARI - Carolina ed Asia: 3 meno 1 fa 2; 6 meno3 fa 3; 10 meno 6 fa 4. La differenza tra i numeri consecutivi aumenta sempre - Matilde, Virginia, Elina: 1 pi 2 fa 3; 3 pi 3 fa 6; 6 pi 4 fa 10 e cosi via - Sara e Veronica: tra luno e il 3 c un numero: il 2. Tra il 3 e il 6 ci sono 2 numeri: 4 e 5. Tra il 6 e il 10 ci sono 3 numeri: 7,8 e9 ecc -Veronica:come ci si sente bene quando si scopre qualcosa! - Andrea, Gabriele, Adenisa e Klaudia: sommando 2 numeri triangolari successivi ottengo un numero che divisibile per la differenza tra i numeri triangolari di partenza - Matteo: un giorno durante una partita di calcio il mister ci ha schierati con il modulo 4-3-2-1 detto ad albero di natale. Ho notato che eravamo 10 (portiere escluso) e che eravamo disposti a triangolo. Da l mi venuta lilluminazione del perch 1, 3, 6, 10, si chiamassero numeri triangolari. Le unit di questi numeri possono essere disposte a triangolo! NUMERI QUADRATI - Giulia, Sara, Veronica: noi ci siamo accorte che se aggiungo 3 al primo numero quadrato ( che 1) ottengo il secondo numero quadrato (4). Se poi aggiungo al risultato 5 ottengo il terzo numero quadrato. Se poi aggiungo al risultato 7 ottengo il quarto numero quadratoinsomma aggiungendo numeri dispari trovo sempre numeri quadrati. - Andrea, Gabriele, Adenisa e Klaudia: Faccio la sottrazione tra due numeri quadrati ed ottengo un risultato (16-9= 7). Questo risultato, aumentato di 2 unit, mi d la quantit che devo aggiungere al pi grande dei numeri quadrati iniziali per continuare la sequenza (7+2 = 9 quindi 16+9= 25 che il successivo numero quadrato - Andrea, Gabriele, Adenisa e Klaudia: Il quinto ed il sesto numero triangolare sommati ci danno il sesto numero quadrato: 15+21=36 che 62 .Il sesto e il settimo numero triangolare, sommati, ci danno il settimo numero quadrato: 21+28=48 che 72. Funziona sempre! - Sara: per scoprire perch si chiamano numeri quadrati proviamo a pensare alla geometria - Simone: si chiamano numeri quadrati perch le loro unit possono essere disposte in modo da formare un quadrato - Giuseppe: io so scrivere la sequenza numerica se disegno i quadrati! - Martina, Sara, Mirko e jonatan: sommando due numeri triangolari successivi troviamo un numero quadrato - Martina, Sara, Mirko e jonatan: ogni numero quadrato si forma sommando numeri dispari: 1+3=4; 1+3+5=9; 1+3+5+7=16 ecc; - Matteo e Fabio: i numeri quadrati sono uno pari ed uno dispari alternati - Matteo e Fabio: la cifra corrispondente alle unit si ripete con regolarit NUMERI DI FIBONACCI - in coro: prof. ma questa sequenza troppo facile basta sommare i due numeri precedenti per ottenere quello considerato - Matilde: ma come possibile che questi numeri siano in tutte queste cose della natura! Ci deve essere qualcosa sotto

Nel corso delle lezioni le varie supposizioni vengono indagate, discusse, talvolta consolidate, altre volte smantellate, fino a giungere ad individuare le relazioni pi convincenti e a formulare regole condivise.

SCOPRI LA REGOLA CHE LI REGOLA: Conclusioni degli alunni


NUM. TRIANGOLARI - Per ottenere i numeri triangolari si parte da 1 e si aggiunge 2; al risultato si aggiunge 3; al risultato si aggiunge 4; e cosi via - Le unit dei numeri triangolari (rappresentate come punti) possono essere disposte in modo da formare un triangolo - Ogni numero quadrato si ottiene dalla moltiplicazione di 2 numeri uguali - Le unit dei numeri quadrati (rappresentate come punti) possono essere disposte in modo da formare un quadrato - Ogni nuovo numero la somma dei 2 numeri che lo precedono

NUM. QUADRATI

NUM.DI FIBONACCI

Quasi tutte le analisi relative ai numeri quadrati e triangolari sono state formulate dai ragazzi in completa autonomia. Per quanto riguarda, invece i numeri di Fibonacci, gli studenti hanno individuato la regola che genera la sequenza ma stata linsegnante a svelare le complicate propriet matematiche che sono state verificate dagli alunni attraverso vari esempi. Sulla base delle osservazioni dei ragazzi e del contributo aggiuntivo dellinsegnate siamo giunti a precisare e riformulare una serie di conclusioni relative a tutte le possibili relazioni esistenti tra i numeri delle sequenze. Le nostre conclusioni sono state riassunte ed elaborate in schemi e disegni qui allegati.

ALLEGATO 1 NUMERI TRIANGOLARI

ALLEGATO 2 NUMERI QUADRATI

ALLEGATO 3 NUMERI DI FIBONACCI

FASE3: Collegamento con le scienze La sequenza di Fibonacci e la spirale di Fibonacci (che si realizza a partire dai suddetti numeri) appaiono molto frequentemente in natura: - Lo schema di accrescimento dei rami di molte piante segue la serie di Fibonacci - La disposizione delle foglie sui rami spesso legata a questa sequenza - Il numero dei petali di molti fiori un numero di Fibonacci - Tra le brattee delle pigne e le scaglie dellananas si possono individuare svariate spirali di Fibonacci. Il numero delle spirali esso stesso un numero di Fibonacci - La forma di diversi tipi di conchiglie una spirale di Fibonacci - I falchi si avvicinano alla preda secondo una spirale di Fibonacci - Gli insetti si avvicinano ad una sorgente di luce secondo una spirale di Fibonacci - I bracci delle galassie e dei cicloni tropicali sono approssimativamente spirali di Fibonacci Evidentemente lo schema di Fibonacci riproduce uno sviluppo armonico delle forme che legato alla necessit delle cose della natura di accrescersi o di muoversi in maniera ottimale e meno dispendiosa possibile. Tutte le nostre indagini sullargomento sono descritte e rappresentate nellallegato 4: I numeri di Fibonacci nella natura.

ALLEGATO 4 I NUMERI DI FIBONACCI NELLA NATURA

FASE4: Inventiamo una sequenza numerica Infine linsegnante propone agli studenti di entrambe le classi di inventare alcune sequenze numeriche lavorando in gruppi di 4-5 componenti. Per ogni sequenza stato ideato un titolo che avesse qualche nesso con i numeri scelti. Le sequenze create da una classe sono state spedite all altra lanciando la sfida di individuare le relazioni nascoste. I numeri della IB e quelli della IC sono stati raccolti e organizzati negli allegati 5 e 6.

ALLEGATO 5 I NUMERI DELLA IB

ALLEGATO 6 I NUMERI DELLA IC

FASE 5: Conclusioni Dopo tutte le discussioni, le riflessioni e le invenzioni sulle sequenze numeriche linsegnante chiede agli studenti di esprimere un commento conclusivo che riassuma la loro analisi sul percorso svolto. Alcuni commenti scelti per rappresentare le diverse considerazioni sono stati riportati qui di seguito.