Sei sulla pagina 1di 11

Fibre e FRP

Composito = materiale multifase (Principio di Azione Combinata)


fase continua (MATRICE) a dispersione (a) Geometria fase diffusa con particelle (b) con fibre (c) fase diffusa (FIBRE)

a dispersione piccole particelle disperse bloccano le dislocazioni limitata deformazione plastica, maggior resistenza allo snervamento, a trazione, maggior durezza [10 nm < d < 100 nm ; V > 15% ]; con particelle particelle rinforzanti (filler) non producono indurimento mediante interferenza del moto delle dislocazioni ma limitano il movimento della matrice in prossimit della singola particella [d > 1 m ; 20% < V < 40% ]; con fibre alta resistenza e/o rigidit rispetto al peso; resistenze e moduli alti; basse densit matrice e fibre [d varia da qualche frazione di micron a qualche decimo di millimetro; V varia da pochi percento a valori dellordine del 70% ];

Carrozzino Pietro Maria

Fibre e FRP

Sfruttamento massimo delle fibre I matrice elastica fibre elastiche;

II matrice plastica fibre elastiche; (diminuisce Ematrice) III matrice plastica fibre plastiche; (condizione rara: fibre sono o materiali incruditi [dislocazioni bloccate] o con assenza di dislocazioni [whiskers] no deformazioni plastiche! IV rottura materiale; si pu rompere prima la fibra o fratturarsi la matrice; la rottura pu essere catastrofica o meno in base al tipo di legame fibra-matrice (parametro che il progettista pu governare!)

grado di sfruttamento massimo delle fibre corte

l lc

anisotropia permette di sfruttare completamente il materiale!


Carrozzino Pietro Maria

Fibre e FRP

organiche (spettro risposta + ampio!) matrici minerali metalliche fibre di origine

organica (Kevlar,) minerale (carbonio, vetro,) metallica (acciaio, boro,)

FIBRE: 1. carbonio alta resistenza a torsione; alto E; elevata rigidit; elevata resistenza trazione/compressione; bassa densit; eccezionale tenuta al calore in atmosfera non ossidante; coefficiente di dilatazione nullo;discreta conduttivit elettrica; insensibilit a umidit e agenti corrosivi (tranne acidi ossidanti e metalli); (carbonio da PAN , carbonio da pece) 2. vetro buone caratteristiche meccaniche (resistenza a trazione e strappo); modulo di elasticit non elevato; buona resistenza a elevate temperature (tranne E R); buon rapporto prestazione/costo; compatibilit con diverse matrici; (E , D , C , R , S)

3. aramidiche elevata resistenza a trazione; bassa densit; rigidit non elevata come carbonio (elevato allungamento a rottura); resistenza a taglio e compressione debole (migliora tenacit); buona resistenza a fatica e allo shock; non particolare resistenza al calore; buon isolante termo-elettrico; buona resistenza ad agenti chimici (tranne acidi e basi forti); elevato assorbimento acqua; sensibilit ai raggi UV. (Kevlar 29 , Kevlar 49)

Fibre di carbonio, di vetro, aramidiche Parametro Tenacit (GPa) Modulo E (GPa) Allungamento alla rottura (%) Densit (g/cm3) Carbonio da PAN 1,8 - 7,0 230 - 540 0,4 - 2,4 1,75 - 1,95 Carbonio da pece 1,4 - 3,0 140 - 820 0,2 - 1,3 2,0 - 2,2 Vetro E 3,5 73,5 4,8 2,57 Vetro Ar 3,5 175 2,72 2,68 Vetro S 4,6 86,8 5,4 2,46 Aramidiche 2,6 - 3,4 55 - 127 2 - 4,6 1,39 - 1,44

Carrozzino Pietro Maria

Fibre e FRP

Fibre di carbonio = transizione tra inorganiche e organiche (derivanti da modificazioni di fibre o peci organiche) da pece da PAN

da PAN PAN caratterizzata da composizione chimica adeguata, particolare orientamento molecolare, determinata morfologia; ciclizzazione PAN ossidato (nero ignifugo) ha propriet meccaniche modeste 220 260C controllo ritrazione della fibra (allineamento segmenti molecolari lungo asse fibra alto E); carbonizzazione 400-1000C rimozione atomi da struttura e sviluppo struttura granitica; fibra contiene 90% C + 5% azoto; da pece residuo distillazione catrame o petrolio (idrocarburo aromatico); processo pi breve del precedente! trattamento termico 400-450C mesofase (cristalli liquidi), molecole orientate lungo asse fibra; estrusione 380C - fase isotropa resa in fusibili per termofissaggio (300C); carbonizzazione 1000C garantisce elevato E;

Caratteristica Tenacit (GPa) Modulo Elastico (GPa) Allungamento a rottura (%) Densit (g/cm )
3

Fibre da PAN 1,8-7,0 230-540 0,4-2,4 1,75-1,95

Fibre da Pece 1,4-3,0 140-820 0,2-1,3 2,0-2,2

Fibre di vetro di diversi tipi che si differenziano per le loro prestazioni: - E utilizzato nella realizzazione di stratificati in quanto assicura buone propriet fisicochimiche a un prezzo contenuto; - D permeabile alle onde elettromagnetiche; - C elevata resistenza chimica, particolare resistenza agli acidi; - R ed S elevate prestazioni meccaniche, resistenti a fatica e alle alte temperature.

Carrozzino Pietro Maria

Fibre e FRP

Comportamento meccanico dipende fortemente dalle tensioni di aderenza che si sviluppano allinterfaccia lamina-cls; tali tensioni possono essere la causa di premature crisi del sistema di rinforzo, in quanto oltre al superamento delle resistenze ultime dei singoli materiali costituenti lelemento in c.a. rinforzato, la rottura pu avvenire per superamento della resistenza del legame di interfaccia (peeling off ). Analisi legame dinterfaccia debonding rottura fragile (zona ancoraggio)

Modalit di crisi

Delaminazione rottura collegamento dovuta a crisi legame di aderenza lamina-cls; Rottura allinterno delladesivo resistenza a trazione di questultimo pi bassa di quella del cls; Rottura interlaminare nellFRP crisi legame di aderenza tra fibre e matrice; Rottura per crisi di uno dei tre materiali (acciaio, cls , FRP).

Carrozzino Pietro Maria

Fibre e FRP

Il problema del taglio nelle travi in c.a. esternamente rinforzate con materiali FRP

Tension Plate Configurazioni di rinforzo Web Plate External Stirrups

Messa in opera lamine FRP:

trattamento preventivo stabilizzazione superficie mediante sabbiatura, spazzolatura o


martellinatura: garantisce alto grado di presa;

pulizia zone omogeneizzate potenti getti dacqua e successiva asciugatura; primer penetra nei piccoli fori ancora presenti nella superficie del cls per migliorare
base dincollaggio;

pasta epossidica funzione di collante; messa in opera lamina ; rullaggio assicura che lamina sia impregnata di saturante; saturante migliora interazione lamina-cls; rimozione resina in eccesso.

Ripristino parti mancanti

Trattamento superficiale Primer Resina epossidica Lamina FRP Resina di saturazione

Carrozzino Pietro Maria

Fibre e FRP

Modalit di rottura della trave

Schiacciamento del cls compresso

Scollamento lamina FRP

Snervamento acciaio interno e rottura lamina

Rottura a taglio

Rottura del copriferro

Scollamento dovuto alla fessurazione

Possibili modi di rottura di una trave in C.A. rinforzata con lamina di FRP allintradosso

Carrozzino Pietro Maria

Fibre e FRP

Contributo a taglio dellFRP legato a diversi fattori quali: resistenza a trazione e compressione del cls; rigidezza della lamina ( FRP E FRP ); qualit della resina epossidica; modalit di rinforzo; Angolo di orientazione delle fibre. Formulazioni: Triantafillou SLU, analogia con staffe interne; rigidezza assiale del composito inversamente proporzionale a deformazione effettiva dello stesso; % rinforzo a taglio in FRP

FRP = (2 t FRP / b ) (wFRP / s FRP )

quantit ottime di materiale strisce di FRP;


anisotropia materiale fibre orientate il pi possibile ortogonalmente a diagonali di rottura; rottura lamina per elevate concentrazioni di tensione, non per raggiungimento tensione ultima; Khalifa sperimentazioni con travi a T [*] , calcolo del coefficiente R di riduzione della tensione ultima che rende nota la modalit di rottura; - rottura lamina R funzione di rigidezza assiale del composito;

- distacco lamina R funzione di lunghezza dincollaggio effettiva; Matthys proposte analoghe a Triantafillou ma con modifica sostanziale: allungamento fibre funzione anche del rapporto (a/d); Spadea e Colotti modello meccanico Strut-and-Tie calcola non solo la capacit di resistenza a taglio ma anche la modalit di rottura; tiene conto di aderenza lamina-cls; configurazione di rinforzo variabile tra appoggi e mezzeria cos come armatura trave;

modello COV (%)

Triantafillou Khalifa Matthys Spadea e Colotti 20,3 25,4 25,4 16,5

Carrozzino Pietro Maria

Fibre e FRP

[*] I campioni utilizzati da Khalifa sono:

BT1 trave di riferimento; BT2 trave rinforzata con lamina di CFRP, configurazione ad U (Web Plate + Tension Plate) senza ancoraggio nella parte terminale, fibre orientate perpendicolarmente allasse longitudinale della trave;

BT3 trave rinforzata con una sola lamina a flessione (Tension Plate) e con lamina doppia a taglio (Web Plate), la seconda lamina disposta con le fibre parallele allasse longitudinale della trave;

BT4 trave rinforzata sempre con configurazione ad U ma questa volta con strisce di CFRP, le fibre sono orientate come nella BT2; BT5 trave rinforzata solo a taglio (Web Plate) con strisce di materiale composito come nella BT4; BT6 trave rinforzata come nella BT2 ma con ancoraggio nella parte terminale.

2 13

staffe 10 2 28 Dimensioni espresse in mm

Trave usata nella sperimentazione da Khalifa

Esempio di trave rinforzata Carrozzino Pietro Maria

Fibre e FRP

Risultati ottenuti: o BT1 la frattura dovuta a taglio inizia contemporaneamente al centro di entrambi gli shear span, la prima frattura quella critica; ad un incremento di carico tale frattura si propaga provocando rapidamente la rottura della trave; o BT2 in questo caso la rottura inizia a causa dello scollamento della lamina, con annesso uno strato di conglomerato, nella zona dove precedentemente (BT1) iniziava la frattura. La resistenza a taglio comunque migliorata senza sfruttare al massimo le potenzialit del CFRP, provvedendo a non far scollare la lamina si avrebbe un vantaggio ancora maggiore; o BT3 il comportamento di questo campione simile a quello precedente (BT2) da cui facilmente deducibile che luso di una lamina con le fibre disposte parallelamente allasse longitudinale della trave, incollata sullaltra lamina a fibre ortogonali, non d alcun vantaggio se la rottura avviene per scollamento; o BT4 la frattura in questo caso si propaga come in BT1, la rottura avviene per scollamento delle strisce lungo la diagonale di rottura con uno strato di conglomerato aderente alle strisce; ci avviene tra il centro della lesione e la parte superiore della stessa; la resistenza di questa trave molto simile a quella BT2, il che induce a pensare che ci siano quantit ottime di FRP da utilizzare oltre le quali la risposta della trave varia in maniera trascurabile; o BT5 la diagonale di rottura si propaga con un incremento di carico pressappoco come in BT1 e BT4, ma lo scollamento avviene tra il centro della lesione e la parte inferiore della stessa; o BT6 lancoraggio provoca un miglioramento significativo delle prestazioni delle lamine, ma non sono da sottovalutare i danni provocati localmente al composito nella parte da ancorare; in questo caso non avviene lo scollamento della lamina e la trave si rompe a flessione, garantendo maggiore rigidezza e duttilit rispetto al campione BT2.
Carrozzino Pietro Maria

10

Fibre e FRP Vendite mondiali di fibre di carbonio nei compositi

crescita crescita milioni Anno tonnellate annua annua $/kg $ % % 1992 1993 1994 1995 1996 1997 5890 6613 7894 8931 9365 11762 12 19 13 5 26 374,1 384,9 461,4 464,8 489,2 621,4 3 20 0,7 5 27 63,5 58,2 58,5 52,0 52,2 52,8

Tessili tecnici totali nel mondo

Anno 1985 1990 1995 2000 2005

migliaia milioni $/kg tonnellate $ 6062 7844 9321 11327 13688 33160 42528 49963 60271 72330 5,47 5,42 5,36 5,32 5,28

% in % in peso valore 100,0 129,4 153,8 186,9 225,8 100,0 128,3 150,7 181,8 218,1

Tipo di fibra Aspetto del tessuto Densit superficiale, [kgm-2 Densit, [kgm-3] Spessore equivalente di tessuto secco, [mm] Coefficiente dilatazione termica, [K-1] Resistivit elettrica, [Wm] Modulo elastico caratteristico a trazione, ASTM 3039 [MPa] Resistenza caratteristica a trazione, ASTM 3039, [MPa] Deformazione ultima, [%]

MBrace FIBRE MBrace FIBRE MBrace FIBRE MBrace FIBRE MBrace FIBRE C1-30 C5-30 C8-30 G-60AR ARAMIDE Carbonio Carbonio alta Carbonio alto Vetro alcali altissimo Aramidica resistenza modulo resistente modulo Unidirezionale 0.300 1820 0.165 -10-7 1.6*10-5 Conduttivo 230000 Unidirezionale 0.300 1820 0.165 -10-7 1.6*10-5 Conduttivo 390000 Unidirezionale 0.300 2100 0.143 -10-7 1.6*10-5 Conduttivo 640000 Unidirezionale 0.600 2600 0.230 5*10-6 Isolante Unidirezionale 0.300 1440 0.214 -3.5*10-6 Isolante

65000

105000

3430

3000

1900

1700

2800

1.5

0.8

0.3

2.8

2.7

Carrozzino Pietro Maria

11