Sei sulla pagina 1di 9

UNITA DIDATTICA 1

LA CELLULA

ANATOMIA E FISIOLOGIA

-CARATTERISTICHE DEGLI ESSERI VIVENTI-

La BIOLOGIA (letteralmente scienza della vita ) si occupa degli ORGANISMI VIVENTI. Quindi ne studia: 1) Struttura 2) Sviluppo 3) Ciclo Riproduttivo 4) Evoluzione 5) Rapporti con altri organismi e con lambiente

CARATTERISTICHE PRINCIPALI DEGLI ESSERI VIVENTI

1) ORGANIZZAZIONE CELLULARE : ogni essere vivente e formato da cellule; ciascuna cellula si origina da unaltra cellula 2)SENSIBILITA : e la capacit di reagire ai diversi stimoli dellambiente 3)METABOLISMO : capacit di scambiare continuamente sostanze con lambiente che sta intorno per mez-zo di processi di : Digestione Assimilazione Escrezione Respirazione

4)MOVIMENTO : capacit di spostare lintero corpo o sue parti 5)RIPRODUZIONE : capacit di generare nuovi esseri viventi simili ai genitori 6)MORTE : la fase finale in cui cessano le diverse funzioni vitali. Eseguita dalla decomposizione della sostanza organica.

Quindi la CELLULA ,e di conseguenza gli ORGANISMI VIVENTI, e ORGANIZZATA e SENSIBILE ha un suo METABOLISMO ,per cui cresce e si sviluppa si pu MUOVERE si RIPRODUCE MUORE e si DECOMPONE

LA CELLULA : CARATTERISTICHE

La cellula e una piccolissima UNIT BIOLOGICA di cui sono formati gli organismi viventi,sia vegetali che animali, e, quindi, anche luomo. La CITOLOGIA e la scienza che studia la cellula.

Gli organismi,in quanto formati da cellule,possono essere : UNICELLULARI : formati da una sola cellula,per es. Batteri PLURICELLULARI : formati da molte o moltissime cellule organizzate in gruppi e specializzate per provvedere allo svolgimento delle funzioni vitali.

PROCARIOTI : hanno unorganizzazione cellulare molto semplice: non hanno un nucleo vero e proprio,e il DNA e libero nel citoplasma.Inoltre il citoplasma non possiede ORGANULI CITOPLASMATICI ,tranne i RIBOSOMI. Es. Batteri EUCARIOTI : hanno unorganizzazione cellulare molto complessa e specializzata.Hanno un nucleo ben definito.Es. piante,animali e quindi luomo. AUTOTROFI : usano materiale inorganico per costruirsi da soli il nutrimento di cui hanno bisogno.Es. i Vegetali ed alcuni Batteri. ETEROTROFI : usano,per vivere e produrre energia,sostanze organiche ( zuccheri,proteine )gia elaborate da altri organismi.Es. Animali,Uomo,gran parte dei Batteri.

DIMENSIONI DELLA CELLULA Sono estremamente piccole,invisibili ad occhio nudo.Si possono vedere solo con il microscopio che le ingrandisce da 400 a 1000 volte.Vengono misurate in MICRON,che corrisponde ad un millesimo di millimetro.La misura di una cellula varia da 7 micron (globuli rossi) a qualche decina di micron.Un poco piu grandi sono le cellule uovo ed alcune cellule nervose.

FORMA DELLE CELLULE Varia a seconda dello stato di aggregazione fra le cellule e della loro funzione PIATTE CUBICHE CILINDRICHE PRISMATICHE ALLUNGATE STELLATE

STRUTTURA DELLA CELLULA La cellula eformata da tre parti principali:

1) La MEMBRANA CELLULARE

delimita la cellula e la separa dallambiente esterno.Ha una permeabilita selettiva,cioe SELEZIONA il passaggio delle diverse sostanze. E formata da molecole di LIPIDI (sono soprattutto fosfolipidi) e di PROTEINE. I fosfolipidi formano un doppio strato,nel quale si trovano le proteine,sia sulla superficie che allinterno. FUNZIONI DELLA MEMBRANA CELLULARE: protegge e delimita la cellula le da una certa forma regola gli scambi fra linterno e lesterno della cellula,selezionando tutto quello che

puo entrare ed uscire dalla cellula. Infatti permette il passaggio soltanto di alcune sostanze come acqua,piccole molecole (glucosio,aminoacidi) ,ossigeno,anidride carbonica,ioni sodio,potassio,cloro,calcio,e ne esclude invece altre.Grazie a questi scambi la cellula pu vivere e svolgere le sue funzioni.

2)Il CITOPLASMA E una sostanza gelatinosa,posta sotto la Membrana Cellulare,e trasparente ed in continuo movimento. E formata da acqua,Sali e sostanze organiche. Nel citoplasma si svolge la maggior parte delle attivita metaboliche e di sintesi,grazie a strutture dette ORGANULI CITOPLASMATICI,ognuno dei quali svolge un compito ben preciso.

ORGANULI CITOPLASMATICI MITOCONDRI :

sono organuli allungati,con una doppia membrana che forma,allinterno dei mitocondri,una serie di CRESTE MITOCONDRIALI,dove si trovano gli enzimi che intervengono nei processi ossidativi per produrre energiaSono quindi la CENTRALE ENERGETICA della cellula.

RIBOSOMI : sono organuli tondeggianti formati da proteine ed Acido Ribonucleico (RNA).Possono essere liberi nel citoplasma o aderenti alla membrana del Reticolo Endoplasmatico (di cui parleremo piu avanti). Nei Ribosomi vengono sintetizzate,su ordine e controllo del Nucleo Cellulare,le proteine di cui la cellula ha bisogno.Si possono quindi definire Catene di montaggio della cellula.

RETICOLO ENDOPLASMATICO:

e formato da una serie di tubuli e cisterne comunicanti tra di loro.Nel Reticolo Endoplasmatico vengono sintetizzate delle macromolecole e ne viene permesso il trasporto da una parte allaltra del citoplasma

APPARATO DI GOLGI:

e un insieme di cisterne appiattite e parallele fra di loro;si trova vicino al Nucleo. LApparato di Golgi serve ad elaborare,concentrare e secernere diverse sostanze,che poi vengono portate attraverso il Citoplasma fino alla Membrana Cellulare,e attraverso di essa emesse e secrete fuori dalla cellula (funzione di IMBALLAGGIO)

LISOSOMI:

sono organelli tondeggianti e contengono degle enzimi che svolgono una funziome digestiva nei confronti di sostanze provenienti dallesterno della cellula,o di strutture della cellula non piu utilizzate,o di detriti cellulari (Lisosomi = Spazzini Cellulari ).

3)Il NUCLEO

E una grossa struttura tondeggiante,delimitata da una MEMBRANA NUCLEARE che ha dei pori che permettono lo scambio di sostanze con il citoplasma.Nel nucleo ci sono uno o pi nucleoli,corpuscoli pi piccoli , ricchi di RNA.

Soprattutto pero sono presenti i CROMOSOMI,corpuscoli formati da proteine e Acido DESOSSRIBONUCLEICO ,RESPONSABILI della trasmissione dei CARATTERI EREDITARI. Il Nucleo e il CERVELLO ,il DIRETTORE DELLA CELLULA, perche dirige e controlla ogni attivit biochimica della stessa,inviando istruzioni al citoplasma ed ai suoi organuli perche costruiscano le proteine necessarie per la cellula.Inoltre presiede alla fondamentale attivit della DIVISIONE DELLA CELLULA . CROMOSOMI: sono strutture a forma di doppio bastoncino,formate da proteine e DNA.Sono i PORTATORI dei CARATTERI EREDITARI (colore degli occhi,colore dei capelli,della pelle,forma del viso,del naso ,ecc.) La cellula delluomo contiene 46 cromosomi,organizzati in 23 coppie;ogni coppia e formata da due cromosomi,uno derivato dal padre ed uno derivato dalla madre. Delle 23 coppie infatti,22 sono dette AUTOSOMI, mentre la ventitreesima e quella che determina il sesso ed e chiamata coppia degli ETEROCROMOSOMI .Questa coppia ,la ventitreesima,e formata , nella donna da due cromosomi uguali detti XX, mentre nelluomo e formata da due cromosomi differenti,uno X e laltro Y. Quindi la determinazione del sesso viene decisa dal tipo di spermatozoo X o Y che feconda luovo ,che ha sempre un cromosoma del sesso X, cio sempre uguale.

Spermatozoo X + Spermatozoo Y +

Ovulo X Ovulo X

= Zigote XX = FEMMINA = Zigote XY = MASCHIO

ACIDO

DESOSSIRIBONUCLEICO

(DNA )

Il DNA e la molecola dellereditarietE una delicata molecola ed ha una forma paragonabile ad una scaletta a chiocciola,con due catene parallele avvolte a spirale e collegate fra di loro ,ad intervalli regolari. La parte esterna-le CATENE- sono formate da: gruppi fosforici ( P ) e zucchero (DESOSSIRIBOSIO) La parte interna e formata da 4 BASI AZOTATE: ADENINA (A) TIMINA (T) CITOSINA (C) GUANINA (G)

Le basi sono legate fra loro e questi legami tengono unite le due catene esterne ( come i gradini di una scala a chiocciola ). Le basi sono legate sempre in questo modo: ADENINA sempre si lega con TIMINA CITOSINA sempre si lega con GUANINA quindi i gruppi fosforici e lo zucchero (le catene esterne ) servono da sostegno;le basi ( A T C G ) in sequenza, portano linformazione genetica e sono ,di conseguenza,la parte pi importante del DNA.

DUPLICAZIONE CELLULARE

Quando avviene la duplicazione cellulare,le due catene del DNA si allontanano fra di loro ed ognuna di esse fa da modello ,da STAMPO,per formare una catena nuova,complementare. Di conseguenza da una catena di DNA si formano due nuove molecole di DNA(FIGLIE) ,identiche alla molecola originaria ( MADRE). Il DNA presenta perci iscritte nella sua molecola,in un codice speciale,chiamato CODICE GENETICO,tutti i nostri dati al completo,cio tutte le specifiche caratteristiche morfologiche,fisiologiche e biochimiche del nostro organismo. Il DNA invia ai diversi componente cellulari dei MESSAGGI ( = GENI ) con lordine di cosa fare e non fare. Un gene e quindi un pezzettino di DNA in cui e scritto il messaggio per una proteina ,coinvolta in un processo metabolico ,che alla fine si manifester con un determinato carattere. RIASSUMENDO: il DNA e come un ingegnere che ,per eseguire un determinato lavoro,(= la sintesi di una particolare proteina )utilizza un APPALTATORE , l ACIDO RIBONUCLEICO ( RNA ),che esce dal nucleo della cellula,va nel citoplasma e qui il MESSAGGIO portato viene tradotto; questo permette la fabbricazione di quella particolare proteina necessaria in quel momento.

LA DIVISIONE DELLA CELLULA

Le cellule del nostro organismo si rinnovano continuamente e per fare questo si devono riprodurre in continuazione.

CELLULE LABILI : sono quelle che vivono di meno percio devono riprodurre continuamente nuove cellule che sostituiscono quelle che muoiono. ES.: globuli rossi,spermatozoi, cheratinociti

CELLULE STABILI : si moltiplicano molto solo durante laccrescimento, dopodich rallentano molto la loro capacit riproduttiva. Es.:cellule delle ghiandole salivari,del fegato,del pancreas.

CELLULE PERENNI : sono molto specializzate e perdono presto la loro capacit di dividersi. ES.:Cellule nervose.

La divisione delle cellule puo avvenire in due modi diversi per le cellule SOMATICHE e per le cellule GERMINALI. CELLULE SOMATICHE:si dividono per MITOSI. La cellula MADRE ( 46 cromosomi )da origine a due cellule FIGLIE,perfettamente uguali alla madre. il DNA si divide e raddoppia,dopo di che la cellula si divide,dando ad ognuna delle due cellule figlie lo stesso materiale genetico. Segue la divisione del Citoplasma e dei suoi Organuli. Un esempio: le cellule della pelle che si rinnovano molto rapidamente.

CELLULE GERMINALI: si dividono per MEIOSI. Qui si ha una speciale divisione,doppia,che porta a formare cellule FIGLIE ,con la met del numero dei cromosomi : 23 anzich 46.

FISIOLOGIA DELLA CELLULA La cellula e in continua attivit. Linsieme di tutte le attivit biochimiche e fisiche della cellula,indispensabili per la sua sopravvivenza e la sua riproduzione e detto METABOLISMO.Specifici enzimi controllano lo svolgimento di queste reazioni Il metabolismo comprende: una fase di sintesi detta ANABOLISMO una fase di demolizione detta CATABOLISMO finalizzata alla produzione di energia; questa energia ed i prodotti della demolizione sono riutilizzati per produrre nuove sostanze ( = ANABOLISMO )

anabolismo

catabolismo

AMINOACIDI

PROTEINE

AMINOACIDI

ENERGIA