Sei sulla pagina 1di 25

Poste Italiane spa Sped. abb. postale DL 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art.

1, DCB Forl Redazione: via del Seminario, 85 47521 Cesena tel. 0547 300258 fax 0547 328812

Gioved 13 settembre 2012


anno XLV (nuova serie)

numero 32 euro 1,20

32
9 Sport
Pierpaolo Bisoli torna ad allenare il Cesena
con il Novara costata la La sconfitta Nicola panchina a Campedelli

Diocesi
Il 16 settembre lassemblea diocesana
di SAntagostino a Presso la chiesaCesena: invitati tutti gli operatori pastorali

Gemellaggio
Da Cesena una nuova chiesa per Vallalta
gruppo Cesenati Ildivescovo e unstato in Emilia, nelle zone terremotate

Diocesi
Nuove nomine di parroci e direttori di uffici
co il nuovo vicario DonPieralGiulio Diagenerale posto di mons. Virgilio Guidi

21

EDITORIALE Lanno che verr...


di Francesco Zanotti
rrivare alla ne del mese sempre pi arduo. E quando ce lhai fatta ecco che ne comincia subito un altro. Questo il testo della vignetta proposta marted scorso dal quotidiano Avvenire. Verrebbe da sorridere, ma si tratta di una constatazione amara che descrive in maniera eloquente ci che si vive in numerose famiglie italiane. La crescita nel nostro Paese continua a segnare il segno negativo. Si inanellano risultati poco lusinghieri in tutti i settori. Il piatto della bilancia statale piange in continuazione e per risanare le pubbliche nanze si ricorre a nuove tassazioni. Lamara medicina non ancora del tutto passata, anche se le rassicurazioni non mancano, ma riguardano tutte lanno che verr. Allavvio di un nuovo anno scolastico, babbi e mamme devono fare i conti anche con lacquisto dei libri, del materiale didattico e gli abbonamenti per i trasporti. Nel caso delle scuole superiori si tratta di un vero e proprio salasso. Se poi i gli sono pi di uno, le ansie e le preoccupazioni aumentano in maniera esponenziale. Per non parlare di ci che accade a chi si rivolge, per la crescita dei propri gli, alle scuole paritarie e decide di investire in educazione. Siamo in mezzo a un guado difcilissimo. Lautunno si prospetta molto arduo e stracolmo di insidie. La ripresa delle attivit produttive dopo la pausa estiva stenta non poco, come mi confermava qualche fa un artigiano alle prese con le difcolt di incasso che rischiano di mettere in ginocchio diverse aziende. Crisi economica, contrazione dei consumi, scarsit di lavoro: potrebbe essere una miscela esplosiva per chiunque, anche per il nostro territorio, da diverso tempo abituato a un benessere diffuso cui nessuno vorrebbe rinunciare. Da questo pantano, per, bisogner e si dovr uscire, con laiuto di tutti. Ripartire dai risparmi. Labbiamo scritto in altre occasioni. E questo un anello mancante nella catena della ripresa: il risparmio, ore allocchiello per decenni del Belpaese. E poi linvestimento sul futuro, sulle nuove generazioni, per le quali occorre preparare un avvenire non costituito solo da contratti a tempo e di poche centinaia di euro. La famiglia va riportata in cima ai pensieri di chi governa. Il quoziente familiare stato dimenticato, oscurato dai tagli indilazionabili. Entrambi vanno riproposti subito, n dalla prossima campagna elettorale che si presenta infarcita di slogan di vecchio stampo. La gente si aspetta segnali concreti di vicinanza e condivisione da parte di una classe politica troppo spesso lontana dai problemi quotidiani.

La situazione degli edifici scolastici e le richieste degli studenti

Una nuova avventura

Studenti alluscita di una scuola a Cesena

Si torna sui banchi. La prossima settimana la campanella annuncer lavvio di un nuovo anno scolastico. Per quanto riguarda le scuole superiori del territorio, solo nelle ultime settimane stato sciolto il nodo della sede del nuovo Liceo Linguistico, che sar ospitato nel plesso dello Scientifico, in zona stazione a Cesena. Lassessore provinciale Marino Montesi annuncia alcuni lavori di riqualificazione degli edifici scolastici, fra cui listituo Ferrari di Cesenatico, per il quale previsto un investimento di 2,6 milioni di euro. In occasione dellinizio dellanno scolastico il vescovo di Cesena-Sarsina, Douglas Regattieri, ha mandato un messaggio nel quale ricorda agli studenti che la Chiesa vicina come madre e maestra. Primo piano alle pagg. 4-5

Cesena 13 La storia di Vladimiro, ammalato di Sla Cesenatico 15 Comunit di Sala, una parrocchia in festa

Cesena 13 Happening, una tre giorni di eventi Sarsina La locale Bcc si prepara al centenario 17

Opinioni

Gioved 13 settembre 2012

Scuola e famiglia. Emergenza educativa anche per la polis


inizio dellanno scolastico richiama con urgenza a quella emergenza educativa da tempo sulle labbra di molti, ma che stenta a trovare quella conversione culturale che poi si traduce in atteggiamenti e relazioni che si esprimono in quello stupore che rivela la dimensione trascendente di tutta la realt, e ancor pi della persona, delluomo non considerato come una ameba evoluta. Capaci, quindi, di cogliere lessenziale che rimane invisibile agli occhi del volto. Lincontro con Ges Risorto, nella comunit dei suoi fratelli. Nella scuola le famiglie con i loro figli hanno il diritto di trovare risposte adeguate e ricche a questa esigenza. Non bastano persone e attrezzature che propongono saperi e strumenti di comunicazione se cos fosse, perch non frequentare la scuola rimanendo a casa, connessi con le agenzie che diffondono sempre pi velocemente ma anche a-criticamente conoscenze sempre pi complesse. E la solitudine si fa intensa, la noia aggredisce e tenta di riempirla con derive sempre pi devastanti. Leducazione opera del cuore, ricordava San Giovanni Bosco, la cui pedagogia ha animato e continua ad animare nei giovani di tutti i continenti la vita buona del Vangelo. E non che nella scuola dei Salesiani (come non pensare tra noi anche ai Giuseppini del Lugaresi!) manchino i laboratori pi aggiornati ed efficienti. Ma con la scuola (statale o paritaria, e questa sempre pi penalizzata!) laltro luogo privilegiato che si pone al servizio dei ragazzi e delle loro famiglie, sono la parrocchia o quelle aggregazioni ecclesiali che sono animate dalla passione delleducazione. Pensando alle significative esperienze vissute durante lestate, i centri estivi, i campi scuola, i campeggi scout, le visite ai luoghi delle missioni verrebbe da pensare alloratorio non stop come preoccupazione prioritaria della riorganizzazione della geografia pastorale che il vescovo Douglas proporr nellAssemblea diocesana degli operatori pastorali che si svolger a SantAgostino nel pomeriggio di domenica 16 settembre. Educazione alla fede e nella fede, e cos apertura (a mano mano che si cresce negli anni) alle responsabilit sociali e politiche che affrontano la crisi anche oltre le

dimensioni economiche e finanziarie. Quandanche i conti tornassero in ordine (ma fino a quando, poi?), oltre ai tecnici necessaria lopera dei politici. Non detto che questi non possano diventarlo a pieno titolo ma per averli, questi servitori del bene comune, non basta rottamare i vecchi marpioni della politica. Occorre fare proposte alle nuove generazioni, mostrando loro fiducia e disponibilit. Per esempio, sgombrando il campo con una necessaria ed efficace legge contro le corruzioni, una legge elettorale che mira alla governabilit del Paese e non a perpetuare i miseri teatrini del potere. Un nuovo partito che aggrega chi si riconosce nei valori proposti dalla Dottrina Sociale della Chiesa nel coerente orizzonte dellEuropa?

Dopo il Convegno ecclesiale di Palermo (1995) sembra pi realistico che la Chiesa preferisca non entrare nelle questioni degli schieramenti politici. Rimane tuttavia e pressante linvito non solo ai cattolici a impegnarsi politicamente per valori e contenuti sostenuti dalla Chiesa. Contenuti non confessionali, bens di interesse generale. Quanto alla leadership, si prendono e si esercitano, non le pu conferire nessuno, se non attraverso il dialogo democratico. Tantomeno la Chiesa. la grande lezione del Concilio Ecumenico Vaticano II di cui dobbiamo riappropriarci, facendo memoria consapevole dei suoi inizi cinquantanni or sono. Piero Altieri

GIOCHI PARALIMPICI. Un grande messaggio dalla prova degli atleti con disabilit

Pi di ogni medaglia, campioni nella vita e nello sport


anta gioia e commozione durante la cerimonia di chiusura delle Paralimpiadi di Londra 2012. Un successo planetario, oltre ogni pi rosea previsione. Gare mozzafiato, risultati straordinari, record mondiali che sono crollati in tutti gli sport. Gli atleti portatori di disabilit hanno raccolto vincenti il simbolico scettro delle Olimpiadi degli atleti normodotati. Ci ha pensato il solito Oscar Pistorius a fare da anello di congiunzione tra le due manifestazioni. Il suo trionfo a braccia aperte nella finale dei 400 metri piani per atleti mono e biamputati sotto il ginocchio (tecnicamente T44 e T43 nella classificazione ufficiale) la definitiva saldatura tra i due movimenti olimpico e paralimpico. Alla sua corsa nello stadio Olimpico di Londra si accoderanno in tanti. Certo resta il problema di come armonizzare le effettive

La Vignetta

differenze laddove ci sono sport che possono essere praticati solo con la carrozzina (come il basket o il rugby in carrozzina), e alcune malattie non concedono agli atleti con disabilit di competere con i normodotati. Ma i vari Pistorius sanciranno loggettiva inutilit della differenziazione tra gli atleti a causa della loro condizione: si dovr per forza giungere ad avere una unica manifestazione che veda uniti gli atleti di tutto il mondo a prescindere dalla loro situazione. Ecco, dovendo scegliere una parola che sintetizzi le Paralimpiadi 2012 abilit che raggiunge lapice. Perch questi 11 giorni londinesi di fine estate hanno avuto come protagonisti atleti che hanno fatto tesoro della loro situazione disabile per esaltare le abilit personali. Trovare dal male la forza positiva per esaltare ci che il proprio corpo e la propria mente permettono una manifestazione dellingegno e dello spirito umano. Tutti coloro che hanno corso, nuotato, tirato le bocce con la testa, giocato a calcio con il pallone sonoro e a pallavolo seduta non hanno praticato uno sport di ripiego per poveri esseri sfortunati e da compatire, non erano animali del circo addestrati, come malevolmente alcuni maestri di pensiero hanno tentato di insinuare: ma bens hanno dato il massimo nel loro sport per il quale sono necessarie precise abilit sportive fatte di tecnica e di forza, di acume tattico e di fiducia nel proprio allenatore o nella propria guida in determinati casi. Parlare di abilit semplifica di molto le cose per giungere a rendere il seme dellunit sportiva olimpica e paralimpica sempre pi produttivo: un campione tale se eccelle nel suo sport, se dimostra di essere un grande uomo che dalla sconfitta trae insegnamento per ripartire e ritornare alla vittoria. Non altro che un caso il fatto che gli atleti italiani abbiano conquistato 28 medaglie sia alle Olimpiadi che alle Paralimpiadi londinesi. Ma deve far riflettere. Per esempio cominciando a eliminare da parte degli organismi sportivi italiani la odiosa sperequazione dei premi ai vincitori, visto che quelli paralimpici prendono circa la met dei normali. Perch ci pu essere una sconfitta della vita, pu essere una malattia che condiziona. Ma cosa ha di diverso Cecilia Cammellini, la straordinaria campionessa di nuoto italiana che torna a casa dalle Paralimpiadi di Londra con 2 medaglie doro con record mondiale e due di bronzo, da Michael Phelps, lo straordinario nuotatore statunitense recordman olimpico per medaglie vinte? A parte che Cecilia cieca dalla nascita ed ogni tanto sbanda in corsia, niente altro. Si possono fare tanti nomi: Alex Zanardi, Oscar de Pellegrin, Martina Caironi, Annalisa Minetti, Federico Morlacchi, eroi dello sport, del loro sport, campioni a tutto tondo, perch un atleta pu essere il pi forte di tutti ma campione solo quando lo nella vita, nel rispetto per gli altri oltre che nella gloria della sua vittoria. Massimo Lavena

Gioved 13 settembre 2012

Primo Piano

Superiori LIris versari stato smembrato, il nuovo liceo linguistico viene ospitato a Cesena in piazza Aldo Moro. Anche a Cesenatico lavori alla struttura di via dei Mille

Sedi scuole, si gioca ai 4 cantoni


Michelangelo Bucci
uovo anno scolastico, nuovi istituti superiori, stesse sedi. O meglio, stesse sedi scolastiche tolte ad uno e riassegnate allaltro, a seconda delle esigenze di spazio dei diversi istituti. Un gioco delle tre carte senza trucco e senza inganno: "Oggi e in futuro spiega Marino Montesi, assessore provinciale ai Lavori pubblici - devesserci disponibilit da parte delle scuole a "fare fisarmonica", cedendo e riprendendo spazi. Una politica, questa, facilitata dalla vicinanza degli istituti tra loro in un polo scolastico abbastanza omogeneo". Ledificio scomparso Negli anni scorsi lAmministrazione comunale di Cesena e quella provinciale di Forl-Cesena (proprietaria delle sedi scolastiche superiori e responsabile delle manutenzioni) avevano prospettato la realizzazione di una nuova scuola nellarea dellex scalo merci ferroviario, accanto alla futura nuova autostazione e al parcheggio sotterraneo previsti dal progetto "Parco Europa". Se il comparto Europa per segna il passo (i lavori della nuova stazione bus sarebbero dovuti partire tre anni fa), della nuova sede scolastica si sono proprio perse le tracce: "Oggi come oggi, in assenza di risorse, non si pu prevedere la realizzazione di una scuola di quel genere - afferma Montesi nemmeno su tempi mediolunghi. Se pensiamo che da altre parti del Paese ci sono scuole costrette a fare addirittura i doppi turni, noi non ce la passiamo male. Di certo non ci troviamo in una posizione ottimale, e le diverse situazioni devono essere monitorate con attenzione, ma non possiamo lamentarci". Il nuovo edificio scolastico

Studenti alla stazione degli autobus di Cesena (Pippofoto)

quinte dei vecchi indirizzi linguistici, invece, continueranno a far capo al Classico e allo Scientifico. La nascita del Linguistico concede un po di respiro al Cubo, ledificio di piazzale Sanguinetti che ospita il classico Monti e listituto per Geometri (dipendente, a livello di dirigenza, dallistituto tecnico Agrario). Protagonista di una crescita impetuosa degli iscritti nel giro di pochi anni, il Monti era stato costretto da qualche tempo a ricorrere alle aule del Comandini in via Boscone. Ora questa necessit viene meno, e quelle stesse aule potranno essere sfruttate dal Comandini per accogliere parte delle studentesse dellex Versari. Lavori a Cesenatico Buone nuove, infine, per il liceo Scientifico Ferrari di Cesenatico, parte dellistituto di Istruzione superiore Leonardo da Vinci assieme allItc Agnelli e al nuovo liceo delle Scienze

Gli istituti professionali Versari e il Macrelli sono stati uniti e le aule sono in pi sedi
sarebbe stato destinato, nei progetti di qualche anno fa, allistituto professionale Iris Versari. Scuola che, a partire da questanno scolastico, non esiste pi, smembrata per rispondere ai dettami della riforma Gelmini. Il Versari smembrato Lindirizzo di studio "Moda e abbigliamento" del vecchio Versari, a seguito della riforma, stato assegnato allistituto professionale Comandini. In questo modo, al di l delle affinit curricolari, la pi

"maschile" delle scuole superiori cesenati godr di un riequilibrio di genere. Nessun problema per quanto riguarda gli spazi: la sede di via Boscone, costruita a cavallo degli anni 80 e 90, dispone di aule a sufficienza. Ci che resta del Versari, gli indirizzi in grafica pubblicitaria e in servizi socio-sanitari, stato unito allistituto professionale per i Servizi commerciali e turistici Cino Macrelli, formando il nuovo istituto professionale di Stato "Versari-Macrelli". Confermate le sedi in viale Spadolini (di fronte allo stadio comunale) e nel complesso "dei Servi" (piazzetta don Ravaglia), il Versari-Macrelli ha dovuto tamponare il deficit di aule con lutilizzo del prefabbricato del vecchio Versari, utilizzato in passato in via Emilia Ponente e da quattro anni inutilizzato in via Venezia Giulia, nel cortile

sul retro della scuola. Il VersariMacrelli continuer ad usare inoltre la nuova ala costruita pochi anni fa sul lato nord del palazzo di Ragioneria (piazzale Macrelli), proprio di fronte allItis. Nuovo Linguistico Da questanno scolastico Cesena potr contare su di una nuova scuola: il liceo Linguistico diretto da Dea Campana, attuale preside dello Scientifico. Listituto nasce dallo scorporo degli indirizzi linguistici del Classico Monti e dello Scientifico Righi. Per almeno un paio danni il Linguistico sar ospitato nei locali dello Scientifico in piazza Aldo Moro (ex sede dei Geometri), ma rischia di trovarsi subito stretto nella ventina di aule messe a disposizione. Solo per il primo anno, infatti, sono state formate sette sezioni. Le classi quarte e

Lassessore Montesi: "Senza risorse non si costruiscono nuovi edifici"


umane. La sede di via dei Mille sar sottoposta a lavori di riqualificazione: "Abbiamo in corso un progetto di ristrutturazione del Ferrari spiega lassessore provinciale Marino Montesi - dal costo di 2,6 milioni di euro. Una cifra importante, coperta per 1,6 milioni dallo Stato e per un milione da fondi provinciali. Il progetto esecutivo dei lavori dovrebbe essere pronto tra fine anno e linizio del prossimo, per poi passare subito alla gara di appalto".

Per la tua pubblicit sul CORRIERE CESENATE


e sul sito www.corrierecesenate.com
La tua pubblicit SPEDITA IN ALLEGATO al CORRIERE CESENATE raggiunge gli abbonati nelle zone di Cesena, Cesenatico, Gatteo, San Mauro Pascoli, Savignano sul Rubicone, Gambettola, Longiano, Roncofreddo, Sogliano al Rubicone, Montiano, Mercato Saraceno, Bagno di Romagna, Sarsina, Verghereto

contatta: 0547 300258; commerciale@corrierecesenate.com

Primo Piano
Pubblichiamo integralmente il messaggio che il vescovo di Cesena-Sarsina Douglas Regattieri invia al mondo della scuola in vista dellapertura dellanno scolastico Dopo una lunga, calda e intensa estate, si ritorna sui banchi di scuola. Rivolgo questo messaggio anzitutto a voi, ragazzi e giovani della nostra diocesi. Ho incontrato molti di voi nelle diverse esperienze estive e nei campi scuola: un meritato riposo, un bel modo per ritemprarsi, ricaricarsi e rigenerarsi: -alla scuola del creato che vi ha invitato ad alzare lo sguardo dalle creature al Creatore contemplando la bellezza dei monti e del mare; -alla scuola della Parola che non ha cessato di sollecitarvi in ogni circostanza e in ogni luogo a quellobbedienza della fede che coinvolge tutta la persona in unadesione libera e gioiosa al Dio della vita;

Gioved 13 settembre 2012

IL MESSAGGIO DEL VESCOVO DOUGLAS |


"La Chiesa vi accanto come madre e maestra"
-alla scuola dei fratelli e degli amici la cui compagnia diventata ormai per voi una via privilegiata per unesperienza di crescita, umana e cristiana, autentica; -alla scuola della Chiesa che come madre e maestra, vi segue, vi accompagna, vi sostiene nel burrascoso tempo della vostra crescita, offrendovi luoghi, persone ed esperienze volte a non permettere che vi perdiate o vi disperdiate nel variegato e confuso mercato delle offerte del mondo. Ora tempo di ritornare alla fatica quotidiana dello studio. Vivetela come premessa indispensabile per formare quelluomo interiore che cresce verso la sua pienezza che Cristo (Cfr Ef 4,13). La mia parola di incoraggiamento anche per tutto il mondo della scuola: dirigenti scolastici, docenti e non docenti, genitori e famiglie. Conosco le difficolt che si abbattono ancora oggi sul mondo della scuola, dovute alla ricaduta problematica che questa crisi economica fa ricadere sul mondo scolastico; esse rischiano di frenare o smorzare quellentusiasmo e quella voglia di spendersi per il bene di tutti. Ma come educatori non si deve perdere la fiducia, prima di tutto in se stessi, poi negli altri, nelle istituzioni e in un futuro migliore. I credenti sanno che il seme buttato (cfr Mt 13, 1-9) prima o poi crescer da quel terreno che spesso appare sassoso, pieno di rovi e refrattario ad ogni proposta (cfr Mt 13, 23). Noi che poniamo anzitutto la nostra fiducia in Dio da cui proviene ogni dono, non possiamo lasciarci prendere dallo sconforto; sarebbe una grave mancanza di fiducia nellopera della Grazia che agisce impercettibilmente ma realmente nei cuori. Alla scuola cattolica, agli insegnanti di religione cattolica giunga il mio particolare, affettuoso, riconoscente saluto e linvito a non allentare, nellesperienza scolastica, quella tensione spirituale che nasce dallincontro con Cristo, dalla fede nel Dio della vita e dalla docilit allo Spirito Santo che opera cose prodigiose nei cuori dei fedeli.

Scuola

I rappresentanti di istituto dei licei si fanno portavoce


tempo, al moderno Monti gli studenti hanno bisogno di poter usufruire del cortile interno al Cubo. "Noi abbiamo la fortuna di frequentare una scuola nuova, ma ledificio sin dallinizio non sembra essere stato progettato con le caratteristiche di un istituto scolastico. Non ricco di finestre (soprattutto nei bagni dove sono completamente assenti), non c unaula magna, ma soprattutto non c la possibilit di uscire dalledificio per prendere una boccata daria. Abbiamo fatto pi volte richiesta di poter usufruire del cortile interno al Monti, ma non essendo riservato alla scuola, bens di propriet della Provincia, noi non possiamo sfruttarlo come spazio se non attuando tutta una serie di procedure burocratiche che ne rendono brigoso e complicato lutilizzo". La merenda a scuola Se una volta era la mamma o la nonna a preparare il panino per lo spuntino dellintervallo scuola, oggi molti studenti acquista la merenda a scuola. Nei due licei, gli istituti pi popolosi del comprensorio cesenate, ci sono i distributori automatici. Se al Righi questi sono affiancati ad un bar interno con prezzi abbastanza competitivi, al Monti dove non esiste il bar, lo spuntino affidato alle macchinette. "I distributori del Classico - spiega Castellucci - hanno prezzi buon: ad esempio lacqua costa 30 centesimi. Ci sarebbe piaciuto avere un bar, per consumare anche prodotti pi freschi, ma non stato allestito e comunque non una nostra priorit. Abbiamo per preteso che non venissero distribuite bibite gassate, non necessarie a scuola".

Dagli orari alle merende Tutte le richieste degli studenti


Barbara Baronio
rari scolastici che favoriscano lapprendimento e condizioni che migliorino il benessere dello stare a scuola: sono alcune delle richieste avanzate dagli studenti del liceo Monti per questo nuovo anno scolastico. Lo storico liceo cesenate si prepara ancora una volta ad affrontare il problema dellorario di uscita da scuola. "Le classi che rientrano nella riforma Gelmini spiega il rappresentante degli studenti Sebastiano Castellucci hanno le unit orarie di lezione da 60 minuti. Le classi terminali le quarte e le quinte, che non rientrano nella riforma, e che quindi hanno un monte ore settimanale pi corposo, con lorario equiparato alle classi della riforma escono dopo le 14 quasi tutti i giorni della settimana. Noi vorremmo che per queste classi fosse organizzato lorario in base alle ore da 50 minuti, in modo da consentire il rientro a casa in un orario accettabile. Inoltre, vista lesperienza di due anni fa (quando il liceo aveva adeguato tutte le classi alle unit orarie da 60 minuti) possiamo affermare che la concentrazione mentale molto limitata durante le lezioni che si tengono dalle 13.05 alle 14,05. C anche un danno sul fronte sociale. Gli studenti uscendo tardi da scuola arrivano a casa anche alle 15.30. Dovendo fare i compiti, si riduce
Foto Pagliarani

notevolmente larco di tempo libero da destinare ad altre attivit extrascolastiche". Gli studenti del Monti non chiedono meno compiti. "Siamo consapevoli spiega Castellucci - che il lavoro domestico in vista della nostra preparazione ed necessario per affrontare lesame di Stato ed impensabile ridurne il carico, per si pu favorire lo studio pomeridiano consentendo agli alunni di quarta e di quinta di rientrare a casa in un orario tollerabile". Un problema quello dellorario delle classi terminali che non ci sar al liceo scientifico Righi. "Per le classi non incluse nella riforma - spiega il rappresentante Alessandro Menghini - dovrebbe confermarsi luscita 13.35 e quindi unit orarie ridotte. Resta per la spinosa questione dei

trasporti scolastici su cui noi rappresentanti siamo intervenuti gi lanno scorso andando anche dal sindaco Paolo Lucchi a parlare. In particolare ci sono poche corse per quei tratti che raggiungono la periferia e talvolta anche gli orari differenti di uscita delle scuole non permettono unadeguata organizzazione delle corse. Siamo consapevoli che la situazione economica e la riduzione delle risorse non permette a Start Romagna (ex AtrAvm)lorganizzazione di pi viaggi. Per anche questanno ci muoveremo per migliorare la situazione". Sul fronte strutturale se da una parte al Righi gli studenti richiedono con insistenza la sistemazione di alcune aule che appaiono deteriorate dal

WWW.CORRIERECESENATE.IT
Ogni giorno dal territorio Vai sul sito internet e informati con le ultime notizie nella sezione BREVI QUOTIDIANE

Gioved 13 settembre 2012

Vita della Diocesi

NOTIZIARIO DIOCESANO

Tre giorni biblica per operatori pastorali


Dal 17 al 19 settembre, alle 21 in seminario
La parabola del Seminatore sar al centro delle riflessioni della Tre giorni biblica che si terr dal 17 al 19 settembre alle 21, in seminario a Cesena. La tre giorni rivolta agli operatori pastorali, a inizio del nuovo anno pastorale. Luned 17 settembre il monaco camaldolese dom Franco Mosconi terr un commento esegetico. Marted 18 settembre, larcivescovo emerito di Lanciano-Ortona Carlo Ghidelli terr un commento spiritualepastorale. Mercoled 19 settembre, commento catechetico di don Antonio Scattolini, docente di arte e catechesi (Verona).

IL GIORNO DEL SIGNORE


Camminer alla presenza del Signore nella terra dei viventi La Parola
Domenica 16 settembre - Anno B XXIV Domenica del Tempo Ordinario Is 50,5-9a; Sal 114; Gc 2,14-18; Mc 8,27-35
Poi, nella seconda parte Ges comincia a insegnare ai discepoli. Il Figlio delluomo dovr soffrire molto, non destinato al successo, ma al fallimento. Non va a Gerusalemme per mettere in fuga i suoi nemici, ma a donare la sua vita. Rinnega te stesso vuol dire: smetti di pensare a te stesso. il capovolgimento della logica di questo mondo. Prendi la tua croce. Significa fare la scelta di divenire servi degli altri, come Ges. Vedi la Lettera ai Filippesi (2,7-8). Dio ha dimostrato di non appartenere a se stesso, ma di essere schiavo delluomo. La Croce il segno dellamore di Dio e del dono pi totale di s. Portarla dietro a Lui, vuol dire unirsi a Lui nel rendersi disponibili agli altri, fino al martirio. Seguimi, cio condivi la mia scelta, fai tuo il mio progetto. Sauro Rossi

di ogni giorno
luned 17 settembre san Roberto Bellarmino 1Cor 11,17-26.33; Sal 39; Lc 7,1-10 marted 18 santa Sofia 1Cor 12,12-14.2731a; Sal 99; Lc 7,11-17 mercoled 19 san Gennaro 1Cor 12,31-13,13; Sal 32; Lc 7,31-35 gioved 20 Santi Andrea Kim Taegon e Paolo Chong Hasang e compagni 1Cor 15,1-11; Sal 117; Lc 7,36-50 venerd 21 san Matteo ap. Ef 4,1-7.11-13; Sal 18; Mt 9,9-13 sabato 22 san Maurizio 1Cor 15,35-37.42-49; Sal 55; Lc 8,4-15

CHIESA INFORMA

Cresima per adulti, al via un corso


Primo incontro sabato 15 settembre alla Casa del Clero
Con settembre ricomincia il corso di preparazione al Sacramento della Cresima, rivolto a giovani e adulti. Il primo incontro (e iscrizione) sar sabato 15 settembre alle 16 presso la Casa del Clero, in via Isei 13, a Cesena (accanto alla libreria San Giovanni). I parroci sono invitati a far conoscere agli interessati le condizioni poste dal vescovo nel giugno scorso. Per informazioni: don Sauro Rossi, cell. 349 1589353.

Corso per fidanzati in preparazione al matrimonio


A Gambettola inizia marted 2 ottobre un corso per fidanzati, in preparazione al sacramento del matrimonio. Il corso si terr ogni marted alle 20,45, fino al 18 novembre. Per info: don Claudio Turci, tel. 0547 53183.

a seconda lettura ci invita a non dissociare la fede dalle opere. Lunit tra lascolto e la vita il filo rosso che percorre tutta la lettura. Il Vangelo risponde alla domanda posta da Ges: chi Lui? Siamo al centro del Vangelo di Marco. Tu sei il Cristo. Dopo la professione di fede di Pietro, Ges annuncia la sua passione, morte e risurrezione. Pietro lo rimprovera, perch non questo il Messia che aspetta. Ges riprende duramente Pietro: Lungi da me, Pietro, perch tu non pensi secondo Dio, ma secondo gli uomini. Ges impone il silenzio: non vuole che si diffonda la notizia della sua identit messianica.

A MESSA DOVE
Ruffio, Roversano 8.45 San Giuseppe (corso U. Comandini) 9.00 Santo Stefano, San Bartolo, San Paolo, San Domenico, Diegaro, Pievesestina, Ponte Pietra, chiesa Benedettine, Santa Maria Nuova, Bulgaria, San Vittore, San Carlo, Macerone, San Tomaso, Diolaguardia, Valleripa 9.15 San Martino in Fiume 9.30 Madonna delle Rose, Osservanza, SantEgidio, Villachiaviche, Santuario dellAddolorata, Bagnile, Casale 9.45 Rio Marano, Bulgarn 10.00 Cattedrale, Case Finali, San Rocco, Cappella del cimitero, Santa Maria della Speranza, Torre del Moro, San Pio X, Cappuccini, Istituto Lugaresi, SantAndrea in Bagnolo, Carpineta 10.30 Santuario del Suffragio, Casalbono, Borello 10.45 Ronta, Capannaguzzo 11.00 Basilica del Monte, San Pietro, Santo Stefano, San Paolo, San Bartolo, San Giovanni Bono, Villachiaviche, Addolorata, San Domenico, SantEgidio, Calabrina, Calisese, Gattolino, Madonna del Fuoco, San Giorgio, Martorano, San Demetrio, Bulgaria, San Mauro in Valle, Pievesestina, Pioppa, Ponte Pietra, Santa Maria Nuova, San Martino in Fiume, Borello, San Carlo, San Vittore, Tipano, Macerone, Ruffio 11.10 Torre del Moro 11.15 Diegaro, Madonna delle Rose, Sorrivoli 11.30 Cattedrale, Osservanza, San Pio X, Istit. Lugaresi 17.00 Cappella del Cimitero 17.30 Cappella osp. Bufalini 18.00 Cattedrale, San Rocco, 18.30 San Pietro, Cappuccini, San Domenico, 19.00 Osservanza, San Bartolo

Messe feriali a Cesena


7.00 Cattedrale, Cappuccine, Cappella dellospedale; 7.30 Basilica del Monte; 7.45 Chiesa Benedettine; 8.00 Cattedrale, San Pietro, San Bartolo, San Paolo, Santuario dellAddolorata; 8.30 Madonna delle Rose, San Domenico, San Rocco, Santo Stefano, Case Finali, SantEgidio, Cappella cimitero 9.00 Suffragio, Addolorata 9.30 Osservanza 10.00 Cattedrale 17.00 Cappella del cimitero Cappella dellospedale (no al sabato) 17.30 Istituto Lugaresi 18.00 Cattedrale, Madonna delle Rose, San Domenico, San Paolo, Osservanza 18.30 San Pietro, Santa Maria della Speranza, Cappuccini San Bartolo, SantEgidio 20.00 San Giovanni Bono (Ponte Abbadesse) 20.30 San Giuseppe Artigiano (Villachiaviche), San Pio X

Sabato e vigilie
15.30 Macerone (Casa Lieto Soggiorno) 16.00 Formignano 17.00 Cappella del cimitero 17.30 Santuario del Suffragio, Istituto Lugaresi, Santuario dellAddolorata 18.00 Cattedrale, Santo Stefano, San Vittore, Diegaro, Madonna delle Rose, San Paolo, Torre del Moro, Luzzena (1 sabato ), Bora (2 sabato) 18.30 San Pietro, San Domenico, San Bartolo, SantEgidio, San Rocco, Cappuccini, Case Finali, Santa Maria della Speranza 19.00 San Giorgio, Osservanza 20.00 Gattolino, Tipano, Bulgaria, Calisese 20.30 San Giovanni Bono, Ponte Pietra, Martorano, Ruffio, Villachiaviche, San Pio X, Santa Maria Nuova, Pievesestina, Pioppa, Bulgarn, San Cristoforo, Borello 20.45 San Mauro in Valle

Boschetto; 9 Cappuccini, Gatteo a Mare; 9.30 Cannucceto; 9,45 San Pietro; 10 San Giacomo, Valverde; 10,30 Cappuccini, San Giuseppe; 11 Bagnarola, Santa Maria Goretti, Gatteo a Mare; Sala, Villalta; 11.15 San Giacomo, Boschetto, Gatteo a Mare; 17.30 Cappuccini; 18 San Giacomo, Gatteo a Mare; 18,30 Zadina (Park Hotel); 20,45 Gatteo a Mare Longiano Sabato:18.00 Santuario SS. Crocifisso; 19.00 Crocetta 20.30 Budrio Festivi: ore 7,30 Santuario SS. Crocifisso; 8 Budrio; 8.45 LongianoParrocchia; 9,30 Budrio, Santuario SS. Crocifisso; 10 Badia, Balignano; 10 Montilgallo; 11 Budrio, Longiano-Parrocchia, San Lorenzo in Scanno; 11.15 Crocetta; 18 Santuario Santissimo Crocifisso Gatteo ore 20 (sabato); 9 / 11.15 / 18 SantAngelo: 20 (sabato); 8, 45 Casa di riposo, 9,30 - 11. Istituto don Ghinelli: 18,30 (sabato), 7,30. Gambettola chiesa SantEgidio abate: 8,30 / 10 / 11,15 / 18 Consolata: 19 (sabato); 7,30 / 9,30. Montiano ore 20.00 (sabato); 9 / 11. Montenovo: ore 20.30 (sabato, chiesina del castello), 10,30.

Mercato Saraceno 10.00; San Romano: 11.00; Taibo: 11,30; Montejottone: 8.30; Montecastello: 11; Montepetra: 8.30; Linaro: 18.00 (sabato), 11; Piavola: 18 (sabato, chiesa San Giuseppe), 9,30 (chiesa parrocchiale); Ciola: 8.30 Sarsina Casa di Riposo: ore 16 (sabato). Concattedrale: 7.30 / 9 / 11 / 18; Tavolicci: 16 (sabato); Ranchio: 20,30 (sabato), 8 / 11; 9.30; Sorbano: 9.30; Turrito: 17 (sabato), 10; San Martino: 9.30; Quarto: 10.30; Pieve di Rivoschio: 16 Romagnano: 11,15; Pagno: 16 (seconda domenica del mese, salvo variazioni); Corneto: 11; Pereto: 10

Civitella di Romagna Giaggiolo 16 (sabato), 9.30; Civorio 9.30 San Piero in Bagno chiesa parrocchiale ore 17 (sabato); 8.30 / 11 / 17. Chiesa San Francesco: 7 / 10 / 15,30 Bagno di Romagna ore 18.30 (sabato); 8 / 11.15 / 18.30; Selvapiana: 11,15; Acquapartita: 16 (sabato) Alfero ore 18 (sabato); 11.15 / 17.30; Riofreddo: 10 Verghereto ore 16 (sabato), 9.15; Balze: 16 (sabato), 11.30; eremo di SantAlberico: 16; Montecoronaro: 17 (sab.), 10.30; Ville: 9.30; Trappola 9.30; Capanne: 11.00

DIOCESI DI CESENA|SARSINA - SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1911

Messe festive

7.00 Cattedrale 7,30 Santuario dellAddolorata, Cappuccine, Cappella dellospedale Bufalini, Calabrina, San Mauro in Valle, Ponte Pietra, Macerone, San Giuseppe Artigiano 8.00 San Pietro, Santa Maria della Speranza, San Giorgio, San Pio X, Gattolino, San Giovanni Bono, SantEgidio, Basilica del Monte, Calisese, Torre del Moro, Capannaguzzo, Ronta, Borello 8.30 Cattedrale, San Rocco, Case Finali, Martorano, Cappella del cimitero, Madonna del Fuoco, Tipano, San Cristoforo,

Direttore editoriale Piero Altieri Direttore responsabile Francesco Zanotti Vicedirettore Ernesto Diaco
Membro della Federazione Italiana Settimanali Cattolici Associato allUnione Stampa Periodica Italiana

Comuni del comprensorio


Cesenatico Sabato: ore 16 Villamarina; 17,30 Cappuccini, Santa Maria Goretti; 18 San Giacomo, Gatteo a Mare; 18,45 San Giuseppe; 20,30 Sala, Villalta; 20,45 Gatteo a Mare Festivi: 7 Gatteo a Mare; 8 Santa Maria Goretti, San Giacomo, Gatteo a Mare; 8,30 Bagnarola, Sala,

Testata che fruisce di contributi di cui allart. 3 comma 3 della legge n. 250 del 7/8/1990 Giornale locale ROC (Registro degli operatori di comunicazione)

Redazione via del Seminario, 85, 47521 Cesena (Fc) tel. 0547 300258, fax 0547 328812, www.corrierecesenate.it Segreteria e Amministrazione corso Sozzi, 39, Palazzo Ghini, Cesena, tel. e fax 0547 27234. Orario: feriali ore 9-11,30. Conto corrente postale n. 14191472 E-mail: redazione@corrierecesenate.it Abbonamenti annuo ordinario euro 45; sostenitore 70 euro; di amicizia 100 euro; estero (via aerea) 80 euro. Settimanale dinformazione Autorizz. Trib. Forl n. 409, 20/2/68 Iscrizione al Registro nazionale della stampa n. 4.234 Editore e Propriet Diocesi di Cesena-Sarsina Stampa Galeati Industrie Grafiche spa www.galeati.it via Selice, 187/189 - 40026 Imola

Tiratura del numero 31 del 6 settembre 2012: 8.000 copie Questo numero del giornale stato chiuso in tipografia alle 18 di marted 11 settembre 2012

Vita della Diocesi

Gioved 13 settembre 2012

Per operatori pastorali diocesani La nona edizione domenica 16 settembre nella chiesa di SantAgostino

Una comunit chiamata in Assemblea


Allappuntamento sono invitati i membri del Consiglio pastorale diocesano e dei Consigli pastorali parrocchiali, i sacerdoti, i diaconi, le famiglie religiose, i rappresentanti delle aggregazioni laicali e gli operatori pastorali parrocchiali
ra sabato, il 18 settembre 2004. A Palazzo Ghini ebbe luogo la prima Assemblea diocesana degli Operatori pastorali incentrata sulla presentazione della Lettera pastorale del vescovo Antonio Lanfranchi Di te si dicono cose stupende, citt di Dio. La parrocchia vasto mondo. Allassemblea erano stati espressamente invitati i membri del Consiglio pastorale diocesano, i sacerdoti e i diaconi, le famiglie religiose, i rappresentanti delle aggregazioni laicali, gli operatori pastorali parrocchiali. Non si trattava in assoluto del primo convegno o della prima assemblea del genere: la novit consisteva nellintento di dare un avvio ufficiale al nuovo anno pastorale con lillustrazione e la consegna della Lettera del vescovo, insieme alla comunicazione dei principali appuntamenti diocesani. I laboratori sulla conversione missionaria della parrocchia (10 gruppi) offrivano inoltre la possibilit di un immediato approfondimento del tema da parte dei partecipanti. Se fin dagli anni del Sinodo (1995-1999) il programma diocesano del nuovo anno era stato oggetto di presentazione al Presbiterio allinizio di ogni estate, ora tutte le persone attivamente impegnate nellazione pastorale venivano convocate dal vescovo per unassunzione significativa di corresponsabilit, coerente prolungamento di quanto i membri delle comunit presenti negli organismi di partecipazione avevano gi fatto nella fase di elaborazione. Dal 2004 lAssemblea diocesana degli operatori pastorali stata un appuntamento fisso nel calendario della diocesi, il primo appuntamento dellanno pastorale, custodito ininterrottamente per otto anni, pur con sensibili variazioni di immagine, di luogo e di orario. Questa nona Assemblea si terr nella chiesa di SantAgostino domenica 16 settembre, dalle 15 alle 18,30. Il vescovo Douglas Regattieri presenter la sua Lettera pastorale per lanno 2012-2013, dal titolo Alla ricerca del tesoro. Per continuare il cammino di educazione alla fede dei fanciulli e dei ragazzi. Come gi espresso nel titolo, il vescovo riprende con alcuni approfondimenti il tema del biennio inserendolo, insieme a tutto il cammino ordinario della pastorale diocesana, dentro la prospettiva dellAnno della fede. Quello delleducazione alla fede, infatti, si inquadra nel tema Educare alla vita buona del Vangelo che continua ad essere per le diocesi italiane il programma pastorale di questo

secondo decennio del Duemila, mentre lAnno della fede, che papa Benedetto XVI ha indetto con la Lettera apostolica Porta Fidei, offre unoccasione straordinaria ai cristiani di tutto il mondo per la riscoperta della propria fede. Al termine della Lettera il vescovo richiama alcuni eventi della nostra Chiesa particolare, a cominciare dalla Visita pastorale che si aprir la prima domenica di novembre, come occasioni preziose di crescita nella comunione ecclesiale. Il testo della Lettera pastorale stato consegnato anche questanno ai presbiteri alla fine di giugno perch in occasione dei campi scuola e delle altre attivit estive, come negli incontri di programmazione del nuovo anno pastorale, fosse gi a disposizione nei suoi contenuti e nelle sue indicazioni. Col medesimo intendimento, in occasione della giornata sacerdotale del 14 giugno, era stato presentato il calendario degli appuntamenti diocesani. Lillustrazione e la consegna della Lettera del vescovo a tutti gli operatori pastorali costituiscono il momento ufficiale di inizio del nuovo anno pastorale. Allintervento del vescovo sulla Lettera segue la presentazione del calendario, riportato in un apposito fascicolo, con la comunicazione definitiva dei programmi e una guida alla lettura che aiuti a cogliere i vari appuntamenti dentro il percorso unitario della pastorale diocesana, sia per gli aspetti ordinari che per quelli straordinari della vita ecclesiale. Alcune testimonianze faranno da contrappunto ai temi affrontati, mentre una Celebrazione della Parola di Dio presieduta dal vescovo e la consegna del testo della Lettera ai presenti concluderanno i lavori dellassemblea. monsignor Walter Amaducci vicario episcopale per la pastorale

La devozione risale al 1260 circa. La festa liturgica si celebra il 15 settembre di ogni anno

Il decreto di erezione a santuario fu emanato dal vescovo Vincenzo Gili il 30 dicembre 1947

Il culto della Madonna Addolorata attraverso i secoli


abato 15 settembre la Chiesa celebra la solennit della Madonna Addolorata. A Cesena, dove in corso Garibaldi si trova il Santuario a lei dedicato (comunemente noto come chiesa dei Servi), saranno celebrate messe alle 7,30, 9,30 e 11; alle 17 coroncina dei sette dolori di Maria; alle 18 messa prefestiva celebrata dal vescovo diocesano monsignor Douglas Regattieri. Nel giorno precedente la festa - venerd 14 settembre, esaltazione della Croce - dalle 9,30 alle 11 e dalle 15 alle 18: adorazione eucaristica e preghiere per tutti i sacerdoti e per le vocazioni; alle 11 messa per tutti gli ammalati e disabili. In preparazione alla festa, dal 10 al 14 settembre, al mattino messe alle 8 e alle 9; alle 17,30 coroncina dei sette dolori di Maria e alle 18 messa con omelia di don Domenico Altieri, missionario del Preziosissimo Sangue. Pubblichiamo di seguito una nota storica dove lautore Claudio Riva racconta la storia del culto dellAddolorata, a Cesena.

UNA DEVOZIONE MARIANA NATA NEL 1260 Sebbene il decreto di erezione a santuario sia stato emanato solo il 30 dicembre 1947, il culto della Madonna Addolorata risale alla venuta in Cesena dei Servi di Maria intorno al 1260. Originariamente il santuario si trovava a ridosso della prima cinta muraria medioevale nei pressi della Porta Sapigna. Ora si trova nel centro cittadino a pochi passi dalla Cattedrale, a 44 metri sul livello del mare. Sottoposto dapprima alla giurisdizione parrocchiale di San Michele arcangelo, detta la Casa di Dio, passato dopo la soppressione di questa, decretata nel 1854, a quella della Cattedrale. Il culto della Madonna Addolorata prese incremento da unimmagine raffigurata in un affresco rimasto miracolosamente illeso allorch un gravissimo terremoto danneggi terribilmente la chiesa nel 1483. Staccato e riportato su tela nel 1955, ora conservato entro cornice nel lato destro dellabside. Secondo unaltra tradizione detta

immagine della Madonna Addolorata avrebbe pianto; secondo unaltra ancora la stessa sarebbe improvvisamente apparsa dipinta nel 1632 sul muro, fino alla sera precedente bianco. Tra gli ex voto va segnalato un dipinto (rappresentante Cristo Crocifisso con la Madonna, Maria Maddalena e lapostolo San Giovanni e sullo sfondo una veduta della citt di Cesena, affollata di soldati) per scampato pericolo grazie allintercessione dellAddolorata, datato 21 maggio 1513. Il dipinto ora conservato nel lato sinistro dellabside. Tra le indulgenze si ricorda quella plenaria concessa da papa Clemente XI il 28 gennaio 1704 a tutti i fedeli in visita alla chiesa la domenica di Passione. In un anno imprecisato del XVIII secolo fu data vita ad una compagnia laicale della Buona Morte per i meriti della Santissima Passione di Ges Cristo e per intercessione della sua benedetta Madre sotto la Croce Addolorata.

Il 2 giugno 1782 la nuova chiesa, costruita dal 1756 al 1765, su disegno dellarchitetto Pietro Carlo Borboni, fu personalmente consacrata da papa Pio VI, di ritorno dal suo viaggio a Vienna. Cacciati i Servi di Maria dai rivoluzionari francesi nel 1797, la chiesa fu prima officiata dai sacerdoti diocesani e dal 1832 dai Missionari del Preziosissimo Sangue di San Gaspare del Bufalo fino al 1866, quando per le nuove soppressioni subentr ancora il clero diocesano fino al ritorno, nel 1880, dei Missionari, nelle cui cronache la stessa risulta da sempre santuario e come tale officiata. Nella seconda met dellOttocento loggetto di culto fu sostituito da un complesso, costituito da un telaio con volti, mani e piedi in stucco e da abiti, raffigurante la Vergine con il cuore trafitto da sette spade mentre osserva dolente il Cristo morto, deposto ai suoi piedi. Del complesso autore Raffaellangelo Ballanti, detto Graziani, di Faenza. Nel 1962 sono stati eliminati gli abiti e si rifatta interamente lopera in stucco, inglobando i volti, le mani e i piedi precedenti. Nei primi mesi del 1889 fu fondata la compagnia dellAddolorata, aggregata poi alla compagnia primaria di Roma (30 luglio 1889). Il decreto di erezione a santuario fu emanato dal vescovo Vincenzo Gili il 30 dicembre 1947 sia per accrescere la devozione alla Madonna in vista dellAnno Mariano sia per ringraziare la sacra immagine a cui il popolo cesenate era sempre ricorso nelle calamit pubbliche. La festa liturgica si celebra il 15 settembre, mese nel quale si tengono pure pii esercizi di preghiera. Si lucrano i benefici spirituali dati dalle varie indulgenze concesse dai papi a favore del culto dellAddolorata. Per gli iscritti alla compagnia ogni venerd si celebra una messa con riflessione religiosa.

Gioved 13 settembre 2012

Speciale Post Terremoto in Emilia

Una nuova casa per la comunit


Nella parrocchia di Vallalta di Concordia sulla Secchia (Mo) la Diocesi di Cesena-Sarsina realizzer una chiesa provvisoria. uno dei frutti del gemellaggio con il paese di origine del vescovo Douglas
iamo qui tra voi per farvi sentire la nostra vicinanza, nonostante la chiesa inagibile, le case lesionate e i cuori affranti. Cos il vescovo Douglas si rivolto ai suoi compaesani di Vallalta di Concordia sulla Secchia, in provincia di Modena, ma in diocesi di Carpi. Con una piccola delegazione formata da un dozzina di persone, monsignor Regattieri domenica scorsa ha fatto visita a don Marino e agli amici del suo paese. Loccasione stata fornita dalla festa della parrocchia e dalla partecipazione 2 alla tradizionale processione con la statua della Madonna. C stata molta affluenza, con i bambini della prima Comunione in testa e il Forse entro Natale popolo a seguire, con il vescovo Douglas i lavori verranno ultimati. quasi a chiudere il lungo corteo che scandiva le decine del rosario. Con La sala potr ospitare alcuni dei suoi, presente anche don 150 persone Daniele, parroco a Val Alta, in provincia di Bergamo. Qui, vicino alla provincia di Mantova, non sono stati gravissimi i danni del sisma del maggio scorso. Si notano alcuni fabbricati dellOttocento che hanno ceduto alla violenza delle scosse. Il campanile ha resistito, ma la croce rimasta appesa quasi per miracolo e le crepe evidentissime fanno intendere i danni che si possono trovare allinterno del tempio, dove installata una targa a ricordo del battesimo del vescovo Douglas (foto 2). Per questo la Diocesi di Cesena-Sarsina, su spinta e volere del suo pastore, ha deciso di realizzare una chiesa provvisoria (foto 3). Il progetto pronto e i lavori partiranno nel giro di poche settimane. Forse a Natale lintero immobile potr essere disponibile. Sar capace di contenere oltre 150 persone e verr costruito di fianco allattuale chiesa, vicino al campo sportivo (foto 1). Il costo preventivato si aggira fra i 150 e i 200mila euro, per la met gi 4 raccolti. Un impegno che vuole essere un gesto

concreto di solidariet verso una terra tormentata. Una vicinanza come condivisione della medesima esperienza, quella che sa mettere tutto in comune, anche le risorse materiali. Al termine del pomeriggio, il vescovo Douglas ha consegnato due piccoli doni. Uno da parte del presidente della

Provincia, accompagnato da un contributo dato al vescovo per la nuova costruzione, e laltro personale. Monsignor Regattieri ha ridonato alla sua parrocchia dorigine (foto 3) il calice e la patena che gli era stata regalata il 16 settembre 1973, il giorno della sua ordinazione sacerdotale.

NELLE FOTO 5 E 6, UNA CASA ANDATA DISTRUTTA IN SEGUITO AL TERREMOTO, A VALLALTA. E IL VESCOVO DOUGLAS INSIEME A PARENTI E AMICI

Guidata da monsignor Regattieri, una piccola delegazione cesenate andola ha fatto visita ai luoghi colpiti dal terremoto della primavera scorsa Mir

Tra le macerie, una citt fantasma


Mirandola, provincia di Modena, diocesi di Carpi, le scuole inizieranno con puntualit. Luned prossimo tutti torneranno sui banchi. Almeno questo nelle intenzioni, perch nei fatti c chi andr subito in gita, chi sar alloggiato nei prefabbricati e chi dovr fare i conti con i lavori in corso. Il centro storico della cittadina tutto transennato. Non si gira se non per vedere lo scempio compiuto dal terremoto del 20 e del 29 maggio scorsi. La chiesa di San Francesco devastata: rimasta in piedi solo la facciata, completamente puntellata (foto 6). Il duomo (foto 7) senza tetto e le sue macerie occupano le vie laterali e la piazza antistante. Porte, finestre, loggiati hanno subito interventi da parte dei vigili del fuoco giunti qui da mezza Italia. Il loro passaggio si nota in ogni via. Non si contano le strade chiuse al passaggio e quelle nelle

quali ci sono ancora i mobili sullasfalto che impediscono laccesso. La citt un deserto che mette unangoscia appena attenuata dalla consapevolezza che le scosse danno tregua da un po di tempo e la vita si appresta a una parvenza di normalit. I negozi sono tutti chiusi, i bancomat pure e solo il bar del teatro anima un minimo il centro cittadino nel quale sono sovrabbondanti solo ponteggi e divieti di accesso. Fuori citt, soprattutto nella zona fra Mirandola e Cavezzo, sono numerosi i capannoni industriali andati distrutti in tutto o in parte. Fienili, attrezzaie e le abitazioni con pi di centanni non hanno resistito al sisma. Sono ancora molto numerose le canadesi allestite nei giardini di casa, mentre in alcune tendopoli scorre ancora la vita, in attesa di proteggersi meglio prima dellarrivo dellinverno. Ancora una volta, comunque, sono le per-

sone a fare la differenza. Uomini e donne che domandano un gesto di solidariet, che ringraziano per la condivisione e per la visita. A Mirandola, tantissimi si fermano per strada a salutare don Douglas che qui ha lasciato un ricordo indelebile. Risorgeremo, dice una donna salutando il don ora vescovo in Romagna. Un augurio che anche una certezza.

Vita della Diocesi


Sono diversi i sacerdoti e le comunit parrocchiali protagoniste di passaggi di testimone. Il nuovo vicario generale della diocesi don Pier Giulio Diaco

Gioved 13 settembre 2012

VISTA SULLA CATTEDRALE DI CESENA. SOTTO, DON PIER GIULIO DIACO, ATTUALE PARROCO A SAN BARTOLO DI CESENA, NOMINATO DAL VESCOVO DOUGLAS NUOVO VICARIO GENERALE

Parrocchie e uffici Tempo di nomine


on Pier Giulio Diaco, classe 1969, il nuovo vicario generale della Diocesi. Lha nominato il vescovo Douglas che, sempre nei giorni scorsi, ha provveduto a nominare alcuni parroci e ad assegnare diversi altri incarichi. Don Diaco lascia la parrocchia di San Bartolo, a Cesena, ma mantiene la direzione dellUfficio liturgico diocesano, resta vice assistente degli adulti di Azione cattolica e assistente dei familiari del clero. Al suo posto arriver don Agostino Galassi che lascia la parrocchia di Bulgarn, ma continua il servizio come collaboratore dei cappellani dellospedale "Bufalini". Monsignor Virgilio Guidi, ex vicario generale, diventa il nuovo parroco allOsservanza, a Cesena. Conserva lUfficio di pastorale familiare e il servizio presso il tribunale ecclesiastico Flaminio di Bologna. A Bulgarn, al posto di don Agostino Galassi, arriva come amministratore parrocchiale don Theodule Koutchoro, meglio noto come don Theo, che continua a risiedere a Gambettola dove rimane come vice parroco. Il sacerdote di origini colombiane, don Marco Prada, proveniente da Piavola e San Romano (Mercato Saraceno), il nuovo parroco di Pievesestina, San Cristoforo e

SantAndrea in Bagnolo. Collaborer con lui don Lorenzo Arakkathara. Movimenti anche nel territorio di Cesenatico. Don Sauro Bagnoli, gi a Santa Maria Goretti, stato nominato parroco di Cannucceto, al posto di don Giovanni Barduzzi che mantiene Villalta e diventa parroco anche di Bagnarola. Lascia la parrocchia di Gatteo, per rinuncia per raggiunti limiti di et, don Giuseppe Calandrini che risieder a Sarsina. A lui stato affidato lincarico di confessore e collaboratore nella Concattedrale. Al suo posto, a Gatteo, stato nominato parroco don Marco Muratori che resta alla guida della comunit di SantAngelo. Gatteo e SantAngelo formeranno ununit parrocchiale. Un religioso francescano minore, padre Edmund, della provincia del Congo, risieder stabilmente nellunit parrocchiale in aiuto a don Marco, almeno per un triennio, dovendo conseguire il dottorato in teologia in una facolt pontificia di Roma. Padre Adolf e due confratelli del Preziosissimo Sangue, sacerdoti tanzaniani, diventano amministratori parrocchiali a Selvapiana-Acquapartita e Valgianna. Don Filippo Rossi e don Alberto Freo rinunciano alla parrocchia. I tre padri del Preziosissimo Sangue alloggeranno presso lattuale Convento dei Frati minori di San Piero e saranno a servizio anche dellunit pastorale e della zona pastorale Sarsina-Alta Valle del Savio. A Capannaguzzo (Cesena), don Tarcisio Casadei ha rinunciato, per limiti di et, alla parrocchia e risieder in una struttura protetta. Al suo posto, come amministratore, arriver padre Pierluigi Cagliani, missionario della Consolata. Cambiamenti anche nella valle del Borello. Don Emilio Solis stato nominato amministratore di Piavola, San Romano e Pieve di Rivoschio. Mantiene lattuale incarico a

Borello, in attesa dellarrivo di un confratello dalla sua diocesi boliviana di origine. Per don Emilio, don Tarcisio DallAra (parroco di Gualdo-Montecodruzzo e Bacciolino) e il nuovo sacerdote si pu pensare a un inizio di comunit presbiterale. Don Domenico Altieri, missionario del Preziosissimo Sangue, diventa amministratore parrocchiale a Montiano, dove don Giorgio Brandolini ha rinunciato per motivi di et e si ritira a Calisese, dove risieder presso il fratello. A Villachiaviche (Cesena), in aiuto a don Marino Budelacci, stato nominato vicario parrocchiale don Daniele Bosi. Don Edeen Kadavandra, prete indiano, sar un collaboratore dellunit mercatese. Continueranno a prestare il loro servizio a Cesenatico (San Giacomo) e a Santa Maria Goretti, a Natale, a Pasqua e durante lestate i due presbiteri venezuelani della diocesi di Carupano e studenti a Roma, don Robert Acosta Rivera e don Itamar Simancas Hernandez. Monsignor Sauro Rossi stato nominato rettore della chiesa del Suffragio, a Cesena, al posto di monsignor Bruno Benini che ha lasciato per motivi di salute. Entro pochi mesi arriveranno in aiuto al Suffragio due religiose che custodiranno la chiesa per tenerla aperta tutto il giorno con ladorazione eucaristica perpetua. Don Sauro conserva gli incarichi di vicario episcopale per la formazione del clero, dei diaconi e dei ministeri e di assistente generale dellAzione cattolica. Infine, il vescovo ha provveduto a nominare due nuovi direttori di uffici diocesani. William Casanova guider la pastorale del lavoro e dei problemi sociali e don Firmin Adamon quella vocazionale. Subentrano, rispettivamente, a monsignor Silvano Ridolfi e a don Gian Piero Casadei.

10

Gioved 13 settembre 2012

Vita della Chiesa

Voci da Sarajevo sul viaggio apostolico nel Paese dei Cedri


SARAJEVO, 9 SETTEMBRE: INCONTRO MONDIALE DELLA PACE PROMOSSO DALLA COMUNIT DI SANTEGIDIO (FOTO AFP/SIR)

Catholica
di Stefano Salvi

LIBERATA SU CAUZIONE IN PAKISTAN RIMSHA MASIH


La speranza e la fede in Cristo sono forti ed Lui che ci ha portato la salvezza attraverso il lavoro di Paul Batthi, consigliere speciale del primo ministro pakistano per lArmonia nazionale, e di quanti si sono battuti per la liberazione di mia figlia: queste parole sono state pronunciate il 7 settembre da Misrek Masih allannuncio della liberazione su cauzione di sua figlia Rimsha, 11 anni, affetta da sindrome di Down, accusata di blasfemia e in carcere dal 17 agosto. Per motivi precauzionali 600 famiglie cristiane del sobborgo della capitale dove vivevano hanno dovuto abbandonare le proprie abitazioni. Il fanatismo dei fondamentalisti islamici non guarda in faccia nessuno: infatti il 16 luglio AsiaNews ha pubblicato la condanna dei cristiani pakistani per luccisione di un disabile mentale musulmano bruciato vivo come punizione per avere profanato il Corano.

in Libano Il Papa

Abbiamo bisogno di lui N


ei prossimi giorni mi recher in viaggio apostolico in Libano per firmare lesortazione apostolica post-sinodale, frutto dellAssemblea speciale per il Medio Oriente del Sinodo dei vescovi, celebrata nellottobre 2010. Ho la felice occasione dincontrare il popolo libanese e le sue autorit, oltre ai cristiani di questo caro Paese e a quelli dei Paesi limitrofi. Benedetto XVI ha ricordato cos, domenica 9 settembre, dopo lAngelus, la sua visita nel Paese dei cedri che prender il via venerd 14 (fino al 16 settembre). Anche se sembra difficile trovare soluzioni ai vari problemi che toccano la regione non ci si pu rassegnare alla violenza e allesasperazione delle tensioni per il Santo Padre limpegno per il dialogo e la riconciliazione deve essere una priorit per tutte le parti coinvolte, e deve essere sostenuto dalla comunit internazionale, oggi sempre pi cosciente dellimportanza per il mondo intero di una pace stabile e duratura in tutta la regione. Il viaggio del Papa in Libano stato tra gli argomenti allincontro mondiale della pace promosso dalla Comunit di SantEgidio dal titolo Living Together is the Future. Religioni e Culture in Dialogo, che si chiuso a Sarajevo marted 11 settembre. Contro il fondamentalismo. Secondo monsignor Cyrille Salim Bustros, arcivescovo greco-melkita di Beirut e Byblos, si tratta di una visita storica a causa della primavera araba e di ci che accaduto nei Paesi arabi e soprattutto di ci che sta accadendo in Siria. Libano e Siria, in quanto confinanti, hanno interessi comuni. Speriamo che questo viaggio dia una visione chiara della necessit di arrivare a una pace durevole in tutti i Paesi arabi in conflitto e in Siria. Parlando con Daniele Rocchi, inviato dellagenzia Sir Europa a Sarajevo, a margine di un dibattito sul mondo arabo, larcivescovo esprime lauspicio che i siriani possano giungere a un accordo pacifico. In Libano abbiamo sperimentato la guerra per 30 anni e nessuno ha vinto, abbiamo avuto 150mila morti e decine di migliaia di feriti, emigrati e rifugiati. Lemblema di questo viaggio la pace, basata sulla fiducia, sulla comprensione e sulla tolleranza. Al tempo stesso, aggiunge, alle Chiese mediorientali verr chiesto maggiore comunione e testimonianza credibile e comune, unite alla solidariet con i non cristiani, islamici in testa. Per larcivescovo, necessario dialogare con i musulmani in vista di una visione comune del valore e della dignit delluomo. Siamo tutti credenti in Dio al di l delle differenze religiose. Vanno ricacciati indietro estremismi e fondamentalismi che approfittano delle crisi e delle guerre per insinuare divisioni. In Siria, purtroppo, ci sono attualmente molti combattenti di Al Qaeda.

morale di cui sentiamo un grande bisogno in Medio Oriente dove i particolarismi si stanno sempre pi imponendo. Vie di dialogo. Le Chiese del Medio Oriente attendono dal Papa, innanzitutto, un appello ai belligeranti a deporre le armi. In Siria non importa chi abbia ragione o torto ci che conta che ogni giorno muoiono 200 persone, siamo ormai arrivati a 30 mila morti. I problemi si risolvono con il dialogo e il negoziato: monsignor Maroun Lahham, arcivescovo cattolico, vicario di Giordania, per il patriarcato latino di Gerusalemme, confida molto sugli effetti positivi che questo viaggio papale avr per la situazione della regione. La primavera araba - spiega a Sir Europa al termine del suo intervento allincontro della SantEgidio - nata per chiedere giustizia, dignit, diritti e libert e ha di fatto posto fine a dittature ultradecennali. Purtroppo, alla spontaneit iniziale subentrata una serie di pressioni politiche, internazionali, economiche, che ha allungato i tempi delle rivolte come in Libia, in Siria. Le grandi nazioni devono lasciare che i piccoli Paesi arabi risolvano al loro interno la crisi poich ne hanno le capacit. Da Sarajevo arriva anche lautorevole voce dellimam Hani Fash, membro del Consiglio degli sciiti per i teologi del Libano: Tutti i libanesi attendono la visita di Benedetto XVI. Abbiamo bisogno di visite come questa, della quale possa essere partecipe tutto il popolo, in tutte le sue componenti religiose. Personalmente - ha continuato Fash - mi sento partecipe della visita del Papa, e tutto il Libano attende il Papa, perch questa la stoffa del libanese, che anche se di religioni diverse, vuole difendere lidentit di un Paese multiculturale e multireligioso.

IN IRAN RILASCIATO PASTORE PROTESTANTE


stato rilasciato in Iran il pastore protestante Youcef Nadarkhani, 35 anni, membro della Chiesa dIran, condannato a morte per apostasia. Nella revisione del processo stato prosciolto da tale accusa, ma condannato a tre anni di prigione perch ritenuto colpevole di evangelizzare i musulmani. stato liberato perch ha gi espiato la pena, in quanto stato arrestato il 13 ottobre 2009 nella citt di Rasht mentre cercava di registrare legalmente la propria chiesa.

VIOLENZE CONTRO I CRISTIANI IN ISRAELE


I vescovi e i patriarchi cattolici di Terra Santa il 4 settembre hanno diffuso un messaggio in cui denunciano la presenza di forze dellodio nella societ israeliana, capaci di atti di vandalismo, come lassalto al monastero trappista di Latroun, al termine del quale stata bruciata la porta principale ed il muro frontale stato riempito di graffiti e di scritte anche blasfeme contro Ges.

Un grande incoraggiamento. una visita importante - dichiara il custode di Terra Santa, padre Pierbattista Pizzaballa, presente a Sarajevo come relatore - che non cambier certo le attuali e difficili dinamiche del Medio Oriente, ma che avr un grosso impatto mediatico sul mondo islamico mediorientale. Si tratta di un aspetto positivo che non dobbiamo trascurare. Una visita significativa che avviene, peraltro, nel cuore delle ferite aperte del Medio Oriente, la Siria vicina al Libano, con tutti i problemi delle convivenze. Per il custode, cresce lattesa per le parole che dir Benedetto XVI la cui presenza di per s gi altamente significativa. Il Papa voler alto lanciando a tutti un profondo richiamo

RUBATI IN NEPAL I SOLDI PER SCUOLA CATTOLICA


Durante la notte del 6 settembre sei ladri a volto coperto hanno saccheggiato il convento delle suore di St. Joseph di Cluny, che si trova a Godivari, a 15 chilometri dalla capitale nepalese. stato rubato un milione di rupie, che equivale a circa 8mila euro: questi soldi facevano parte delle offerte dei fedeli destinate alla scuola per i poveri diretta dalle religiose.

Attualit
Naufragio a Lampedusa: Umiliati dallennesima tragedia i fronte a queste tragedie, ci si umiliati. Dmorti interpellano le coscienzesentechiedono: Queste e ci che cosa facciamo? Che cosa facciamo per queste persone prima che
muoiano o per evitare che muoiano. Risponde cos il cardinale Antonio Maria Vegli, presidente del Ponticio Consiglio della pastorale per i migranti e gli itineranti, commentando lennesimo naufragio che si consumato la scorsa settimana a Lampione, vicino a Lampedusa. A margine dellIncontro mondiale delle religioni per la pace (Sarajevo, 7-11 settembre), il cardinale ha detto che pur non essendo ancora chiare le dinamiche di questa ultima tragedia nel mare, triste sapere che avvengano questi fatti nel terzo millennio, che ci sia gente che muore per trovare un lavoro, per mantenere una famiglia, o che per garantire per s e i suoi gli una vita sicura, costretta a lasciare tutto. Quando c gente che muore nel mare, per fuggire da situazioni brutte, per cercare una vita migliore, quando c gente che lascia la patria per trovare lavoro, quando c gente che obbligata a scappare dal proprio Paese perch c la guerra, ci sono disastri naturali, non possiamo chiudere un occhio e dire che non cimporta.

Gioved 13 settembre 2012

11

SuperAbile
di Arianna Maroni

BIMBI CON SORDIT, CORSO PER INSEGNANTI SCUOLA DELLINFANZIA


Una scuola dellinfanzia inclusiva e sperimentale, con unattenzione particolare ai bambini con sordit, capace di accompagnare tutti lungo il percorso formativo. Questo lobiettivo della Fondazione Gualandi a favore dei sordi, ente deccellenza del territorio, che per questo promuove un corso di formazione per insegnanti di scuola dellinfanzia. Lobiettivo del progetto la formazione di un gruppo di insegnanti, da cui eventualmente attingere per posti a tempo indeterminato, determinato e per sostituzioni. Liniziativa nasce in seguito allesperienza di gestione del nido Il cavallino a dondolo e la condivisione con il Comune di Bologna della necessit di completare con una scuola dellinfanzia paritaria sperimentale - convenzionata con il Comune - un progetto sullaccoglienza dei bambini da uno a sei anni per la loro crescita cognitiva, comunicativa e relazionale. La nuova scuola dellinfanzia potr essere attivata nellanno scolastico 2013/2014 e sar organizzata su tre sezioni aperte e su laboratori negli spazi interni ed esterni della struttura. Il corso, rivolto al massimo a 25 persone, della durata di 80 ore circa - oltre a periodi di tirocinio e studio - si svolger da fine settembre a marzo 2013 e si concluder con un colloquio individuale. Al termine verr rilasciato un attestato a chi avr partecipato almeno all80 per cento del corso e sar compilata una graduatoria che terr presenti i titoli di studio, i servizi prestati, il curriculum, gli hobby. Si valuteranno le capacit organizzative e relazionali, la predisposizione a lavorare in gruppo, nonch le capacit di orientarsi nei diversi contesti. Tra le conoscenze, sar valutata la dimestichezza con le principali teorie psicologiche e pedagogiche relative allinfanzia, della Costituzione, della Convenzione internazionale sui diritti dellinfanzia, degli indirizzi della Comunit europea sui cittadini di minore et, dei diritti dei bambini con bisogni speciali e delle normative che interessano la scuola dellinfanzia. Il corso sar inoltre loccasione per attivare e dimostrare le capacit di osservazione, di documentazione e le conoscenze informatiche.

ne Quarta edizio

Dal 28 al 30 settembre tanti appuntamenti di spiritualit, incontri e arte. In anteprima il nuovo spettacoloChiara e Francesco il musical. LAmore quello vero

Femminile plurale, a Rimini il Festival francescano


i terr in Romagna la quarta edizione del Festival Francescano in programma dal 28 al 30 settembre e che vede coinvolti anche laici e religiosi francescani della diocesi di Cesena-Sarsina. In tre giorni, per le strade e le piazze del centro storico di Rimini, i francescani di tutta Italia ci invitano alla scoperta del mondo francescano e a unattenzione particolare alluniverso femminile. Femminile plurale il titolo scelto per ledizione 2012 del festival, in onore di Santa Chiara dAssisi e dellottavo centenario della sua consacrazione a Dio. La spiritualit di Chiara e le molteplici espressioni a cui nel tempo il suo esempio ha dato vita, ci accompagneranno lungo le giornate del festival per riflettere sul ruolo che oggi la donna ricopre nella societ, nelleconomia, nella cultura, nelle professioni, nella religione, nella Chiesa. In programma un centinaio di appuntamenti tra momenti di preghiera e spiritualit, conferenze e incontri, spettacoli e arte. Tra gli ospiti saranno presenti il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Elsa Fornero, la candidata al premio Nobel per la Pace Rita El Khayat, la teologa Marinella Perroni

NELLA FOTO DI ARCHIVIO, UNO STAND DELLEDIZIONE 2011 DEL FESTIVAL FRANCESCANO. SOTTO, IL LOGO DELLA MANIFESTAZIONE

presidente del Coordinamento Teologhe Italiane. Si parler delle donne che stanno svolgendo un ruolo determinante nel processo internazionale di emancipazione e di pace, della posizione delle donne nella societ italiana e nelle professioni. Tra le proposte una lectio magistralis su Chiara dAssisi con esperti di fama internazionale e gli interventi di vescovi, storici ed esperti di religiosit femminile sul tema delle donne nel Vangelo e nella Chiesa. Presente anche suor Eugenia Sonetti, missionaria della Consolata, per ventiquattro anni in Kenya che ora coordina settanta diverse Congregazioni,

nominata dal presidente Ciampi commendatore della Repubblica. In occasione del Festival Francescano, in programma per la serata di sabato 29 settembre, verr lanciato in anteprima il nuovo spettacolo Chiara e Francesco il musical. LAmore quello vero realizzato dagli stessi autori di Forza venite gente, per la regia di Oreste Castagna, con Marina Murani e Massimiliano Varrese. I biglietti sono in prevendita su www.ticketone. Durante il festival verr inoltre inaugurata la mostra dedicata a Santa Chiara, con opere darte sacra da Gentile

da Fabriano a Guercino, Cagnacci e Crespi. Lesposizione rester aperta fino al 25 novembre presso il museo della citt. Nelle giornate del festival sar possibile visitare le reliquie di Santa Chiara trasferite per loccasione presso il Monastero delle Clarisse di Rimini. Nella serata di venerd 28 settembre in programma lo spettacolo della ballerina Simona Atzori, autrice di Cosa ti manca per essere felice?. Tutto il programma su www.festivalfrancescano.it, facebook Festival Francescano. Elisa Romagnoli

il Periscopio

di Zeta
allora, che si deve fare? Perch per alcuni vale e per altri no? Perch in alcune facolt considerate durissime non occorre il test di ingresso? Francamente fatico non poco nel comprendere la necessit dei test. Se poi mi avventuro nel merito delle domande, mi complico ancora di pi la vita. S, perch vorrei sapere da chi predispone i quesiti cosa centrano con la professione medica il tempo che impiega un ciclista che va a 9 chilometri allora per percorrerne uno e se stato un anno bisestile il 1976 o il 1982? E come si fa a capire se uno sar un bravo medico se sa che nel 1976 ci sono state le Olimpiadi di Montreal, e quindi era bisestile, mentre nel 1982 si sono svolti i mondiali di calcio in Spagna e lanno non era bisestile? S, perch da tempo immemorabile le Olimpiadi si svolgono in anni bisestili e i Mondiali di calcio no. E lunico aggancio diffusamente conosciuto poteva essere questo per risolvere il quesito n. 30 con il quale si domandava al candidato di capire perch fra l8 febbraio e l8 marzo si slittava di un giorno, da marted a

I test di ammissione alle facolt universitarie costituiscono un meccanismo da rivedere

Un capestro sui giovani Uningiustizia per tanti


il tormentone dellestate. Lo per migliaia di studenti e le loro famiglie. Lo anche per gli amici, i parenti e i conoscenti. I test di ingresso alluniversit inquietano tantissimi giovanotti che, appena archiviato lesame di maturit, sono costretti a rituffarsi nei rompicapo proposti per lammissione a diverse facolt. Il pi noto e il pi richiesto quello per entrare a medicina, affrontato la scorsa settimana da ottantamila aspiranti. verissimo, ci sono stati anni in cui non si sapeva pi dove mettere i neo dottori. Tutti si lamentavano. Ricordo le file chilometriche davanti allo sportello di Medicina, a Bologna, per poter accedere ai servizi o per registrare liscrizione sul libretto. Ore di attesa per pochi secondi di udienza. Ricordo anche, e sarebbe bene che anche altri non dimenticassero le battaglie di generazioni di studenti per il libero accesso alle universit. Una lotta di giustizia che consent a tantissimi di poter esplorare le proprie aspirazioni. Certo, non si possono sfornare uninfinit di dottori se non c poi la possibilit di farli lavorare. Ma,

mercoled, quando di solito cadono nella stessa giornata, a meno che non si tratti di anni bisestili. No. Credo proprio che non sia giusto deprimere i nostri giovani con quiz del genere. Mi sembra troppo avvilente. Mi piacerebbe che si preparassero i futuri medici sullanatomia, sulla patologia e sullapproccio al paziente, piuttosto che sugli indovinelli spaccatesta buoni pi per i format televisivi che per luniversit. Sono convinto che su questo versante sia giunto il momento di cambiare rotta, come richiesto da pi parti e, soprattutto, dal buon senso. (760)

12

Gioved 13 settembre 2012

Cesena
Feste in parrocchia
PONTE ABBADESSE Sar la gara podistica del gGiro dei Gessi in programma venerd 14 settembre dalle 19 alle 21 ad aprire il ne settimana di festa a San Giovanni Bono a Ponte Abbadesse. Alle 21.30 la serata continuer con la musica del gruppo "I Band" che si esibir sul sagrato della chiesa. Sabato 15 alle 21 nel teatro parrocchiale si rider con la commedia dialettale della compagnia la Broza. Domenica 16 settembre il pomeriggio sar dedicato a giochi e nutella party per bambini e ragazzi. Alle 21 in teatro si terr il concerto dellaccademia Musicaesena e della corale "Antonio Vivaldi" di Gambettola. Tutte le sere del week end dalle 18.30 sar attivo lo stand gastronomico e la pesca di benecenza. rapidi (a partire da luned 17, ndr)". Riguardo viale Abruzzi, alcuni cittadini hanno lamentato una situazione di "traffico insostenibile" e di "aria irrespirabile", e hanno invocato un senso unico. "Avvieremo un percorso di scelte concordate insieme al quartiere - ha garantito Lucchi -. Ancora una volta saranno prese delle misure in via sperimentale, perch sul traffico non esistono scelte univoche". "Viviamo in una realt pi inquinata di quanto vorremmo - ha aggiunto il sindaco - la Secante aiuta, ma molti automobilisti hanno smesso di percorrerla. A mio avviso, si stanno rivelando utili i bus scambiatori ". Matteo Venturi TORRE DEL MORO Prosegue no a domenica 16 settembre la festa dedicata a Maria, madre della fede alla parrocchia di Torre del Moro. Le celebrazioni, iniziate gi dal 10 settembre, proseguiranno gioved 13 settembre

Via Fiorenzuola, si torna allantico

Due anni per capire quel che tutti dicevano


ia Fiorenzuola torna a doppio senso di marcia. Lo ha annunciato il sindaco di Cesena Paolo Lucchi, incontrando gli abitanti del quartiere Fiorenzuola venerd scorso presso il circolo Acli di Santo Stefano. Un successo per il comitato spontaneo che da due anni si sta battendo per il ripristino del doppio senso. "Contro il senso unico avevamo raccolto 1.500 firme in una settimana, ma fino a oggi non eravamo stati ascoltati", ha detto Gerardo Puccio, portavoce del comitato e titolare di un negozio di abbigliamento che si affaccia sulla via. "Chiudendo un senso di marcia - ha aggiunto - la visibilit dei nostri negozi diminuita del 50 per cento". Il provvedimento, efficace dallestate 2010, doveva servire a ridurre il traffico in zona Porta Santi, che ad altissima densit automobilistica. "Dal monitoraggio effettuato - ha comunicato larchitetto Gastone Baronio, responsabile del servizio mobilit, - alla luce anche delle opere realizzate in zone limitrofe (come la rotonda di via del Mare), possiamo concludere che i

Dal 17 settembre la via dellospedale torna a doppio senso di cicolazione. Bocciata la sperimentazione durata troppo a lungo
vantaggi maggiori portati dallintroduzione della corsia preferenziale in via Fiorenzuola riguardano via Carducci, via Don Baronio e via Padre Vicinio da Sarsina, mentre le criticit maggiori riguardano via Costa, viale Marconi e via Emilia". "Il senso unico di via Fiorenzuola - ha ricordato il sindaco Lucchi - era una misura sperimentale e rientrava fra i provvedimenti volti a sgravare il traffico a Porta Santi. I dati in concreto ci dicono che i vantaggi creati in viale Carducci stanno diminuendo e che lintervento ha prodotto un notevole aumento del traffico in viale Marconi e sulla via Emilia. A questo punto necessario riaprire via Fiorenzuola a doppio senso in tempi

San Vittore |Un mago fra gli anziani

AVilla Almerici dal 19 al 21

La ricerca alimentare protagonista a Cesena


Dopo 15 anni lorganizzazione del convegno sulle scienze e tecnologie alimentari ritorna nelle mani dellUniversit di Bologna e sar tenuto a Cesena, presso il Campus di Scienze degli Alimenti a Villa Almerici, dal 19 al 21 settembre. "Linnovazione alimentare - spiega il Marco Dalla Rosa, docente e organizzatore dellevento rappresenta una sda continua per ricercatori, industrie, legislatori e responsabili dellarea vendita e della distribuzione alimentare. Daltra parte i consumatori si orientano verso alimenti di buona qualit e piacevolezza, ma che diano la possibilit di fornire essi stessi beneci per la salute secondo i pi avanzati sviluppi della ricerca in campo nutrizionale. In tale ambito, le ricerche che vengono svolte nei programmi di studio dei corsi di dottorato si collocano ai livelli pi elevati della ricerca accademica relativamente alla caratterizzazione qualitative e funzionale di ingredienti e alimenti, sia tradizionali sia di innovazione, a tecnologie avanzate".

Il Mago Cotechino ha allietato la festa degli anziani. Il 9 settembre la parrocchia di San Vittore ha organizzato un momento di svago e diventimento per tutti gli anziani e gli ammalati della comunit. Ad animare il pomeriggio stato chiamato il Mago Cotechino il quale, con la sua allegria e spontaneit, ha riscosso applausi a scena aperta.

alle 20 con la messa seguita da un momento di meditazione mariana e di consacrazione personale alla vergine Maria. Venerd 14 settembre alle 16 messa con sacramento dei malati e festa. Alle 19 apertura degli stand per cena insieme e alle 20.30 seguir la rassegna di band giovanili "TiDiMoRock, III" e alle 21 le premiazioni del torneo III memorial Bona Mattei. Sabato 15 settembre alle 15.40 in programma il ritrovo dei bambini del catechismo. Alle 16 inizier il catechismo con giochi e alle 19 riapriranno gli stand per la cena delle famiglie. Alle 21 si terr lo spettacolo serale con il "Maestro Mirco". Domenica 16 settembre le messe saranno alle 8, 10 e 11, dalle 18 saranno organizzati giochi vari dintrattenimento, alle 19 con la riapertura degli stand prender il via la serata che alle 20.30 prevede lintrattenimento del Mago cotechino. Per info: 0547 333168. Barbara Baronio

Cesena

Gioved 13 settembre 2012

13

Nella sofferenza il coraggio di non arrendersi


Vladimiro Andreoli, 61 anni, da 7 anni ammalato di Sclerosi laterale amiotrofica (Sla). Ricoverato a Mercato Saraceno, dice che tanti sono meno fortunati di lui
impatto non dei pi semplici. Quando uno arriva nel reparto dei grandi disabili allospedale di comunit-lungodegenza di Mercato Saraceno si trova davanti una situazione a cui non per nulla abituato. Le infermiere vanno e vengono in continuazione, con una dedizione totale che si coglie subito negli occhi e nel loro approccio allammalato. Accompagnato dal diacono Gino Della Vittoria che mi ha introdotto in un mondo per me nuovo, sono stato alcuni giorni fa a trovare il meno grave fra i 12 ospiti della delicata sezione del nosocomio mercatese. "Nella mia vita Vladimiro Andreoli, Miro per gli amici, ho imparato tutto da solo. un cesenate che ha origini nelle paludi pontine. La mamma e una sorella vivono a Facevo il muratore Calabrina. Classe 1951, Miro per oltre quarantanni stato un operaio-tecnico da ragazzino e guardavo prima della Timo, poi della Sip e della gli altri che installavano Telecom. E molto noto in citt per la sua gli impianti. Cos mi sono capacit di adattarsi a uninfinit di piccoli lavori. "Avevo il primo "escavatorino" della ingegnato" zona, con i cingoli che si stringevano, e in tanti venivano da me per domandare lavori di ogni genere", dice con una certa soddisfazione. Da sette anni ammalato di Sla e da uno ricoverato nel reparto di Mercato, vero fiore allocchiello dellex ospedale. Ci si comprende Andreoli parla a fatica, ma si fa capire. Al nostro arrivo, la mattina poco dopo le 9, gli ci vuole un po per ingranare, ma dopo unora di conversazione non vorrebbe pi smettere. "Limportante la partenza - dice con ironia mentre ce ne stiamo andando per rispettare altri impegni della giornata -. Adesso ho preso il via e vado". La nostra preoccupazione di stancarlo cade nel vuoto. Miro accudito con tanto affetto e lo si coglie benissimo in quel che dice. "Quanti lavorano qui - tiene a precisare Andreoli - sono tutti molto bravi. Vanno

Vladimiro Andreoli ricoverato a Mercato Saraceno

molto daccordo tra loro. E tutta gente del posto che opera con soddisfazione. Capita anche che mi chiedano consigli su alcuni lavoretti da eseguire. Nella mia vita ho imparato tutto da solo. Facevo il muratore da ragazzino e guardavo gli altri che installavano gli impianti. Cos mi sono ingegnato. Basta chiedere e guardare. Certo, non ho mai avuto tanto tempo per andare al bar". Miro racconta con tanta passione del suo lavoro, di quando stava bene e dava una mano agli amici per ogni necessit. "Nella mia vita ho cercato di compiere solo azioni buone". E stato volontario per 40 anni nella Croce Rossa e ha partecipato, come autista, a una missione nella ex Jugoslavia, assieme al suo amico Daniele Siroli, il corrispondete di Radio Maria da Cesena. Alle pareti alcune foto documentano un impegno incessante, sempre per condividere qualcosa con i meno fortunati. Pensiero che lo accompagna anche in questi periodi. Infatti dice di voler destinare ai senzatetto un suo capannone da completare, "per quelli meno fortunati di me", chiosa con una frase che lascia senza parole. "Penso a quelli che hanno

perso il lavoro, a chi ha avuto lo sfratto aggiunge Miro -. Io, invece, di lavoro ne ho sempre avuto il doppio". Amicizie famose E riuscito a parlare col professor Vittorino Andreoli, cui lo lega il cognome e una buona somiglianza, capelli a parte. "Ha detto che se passa da Cesena mi viene a trovare - aggiunge Miro con non poco piacere e grande ammirazione per il famoso psichiatra -. Il professore mi piace moltissimo perch sa parlare senza leggere". Il tempo, a chi giunge da fuori, sembra non dover scorrere mai per chi inchiodato a un letto o costretto su una carrozzina. "Torno spesso ai miei ricordi - aggiunge Miro - quelli belli e quelli brutti. Lo faccio per tenere allenata la mente, altrimenti poi ci vuole lo Svitol". E lora di andare. E il momento dei saluti. Un commiato che strappa il cuore. "Miro la nostra pupilla", commenta Verena, uninfermiera dolcissima che con due parole fa capire tutto il valore della persona, sempre e comunque e in qualunque condizione. Francesco Zanotti

Happening Tutto pronto

Happening di Cl: tutto pronto per levento che va dal 14 al 16 settembre. Si terr fra il colonnato del teatro Bonci, il teatro Verdi e i Giardini pubblici con tre giorni di festa, incontro e riessione e tanti temi di fondo. C un popolo in festa: il movimento di Comunione e Liberazione, da 50 anni a Cesena, che porta la sua esperienza di amicizia nella fede. C un popolo in cammino, c luomo e il suo desiderio di bellezza. Ci sono umanit ferite che, nellincontro con Dio e in una

compagnia, trovano il riscatto. Si apre allinsegna della bellezza (venerd 14, ore 18, portico teatro Bonci) con Domenico Mongiello della Fraternit San Carlo a spiegare la mostra "Nessuno genera se non generato. Alla scoperta del padre in Omero, Dante, Tolkien". Poi la musica classica (venerd 14, ore 21.15, Teatro Verdi) con Franz Schubert (Trio Opera 100), Giulio Giurato al pianoforte. E, ancora, il teatro (domenica 16, ore 21.15, Giardini pubblici) con lo spettacolo di Vittorio Possenti su brani da "Il tifone"

di Conrad. "Le Opere nella crisi: il tempo della persona" il convegno (sabato 15, ore 10.30, Teatro Verdi) che vedr insieme rappresentanti delle imprese del terzo settore del territorio di Forl e Cesena e Monica Poletto, presidente nazionale Cdo Opere Sociali. Sar presente anche il vescovo di Cesena-Sarsina Douglas Regattieri. Un aiuto a chi cerca lavoro, nellesperienza quotidiana del Centro di Solidariet di Forl-Cesena, che offre un momento formativo (sabato 15, ore 17.30, Giardini pubblici) su come si

affronta un colloquio di lavoro. Spazio ai piccoli ai Giardini pubblici con la festa (domenica 16, ore 15.30) e la musica, insieme al coro dei bambini della Fondazione Sacro Cuore. Il sabato sera dedicato ai giovani e alle loro capacit con il "Top Talent Academy" (Giardini pubblici, ore 21.30). "Linesauribile ricerca della verit" (domenica 16, ore 18, Giardini pubblici) il tema per lintervista a Maurice Bignami, ex leader di Prima Linea. Dalla militanza al carcere, verso lincontro che gli ha cambiato la vita.

I VIAGGI DI GRUPPO FIRMATI ROBINTUR Splendidi tours esclusivi con accompagnatore dallItalia
TOUR DELLA THAILANDIA: BANGKOK E IL NORD Luci, suoni e profumi. Volo da Bologna 10 giorni, dal 25 novembre al 4 dicembre 2012 Programma in agenzia quota per persona da 1.730 euro

VACANZE, TOURS E SOGGIORNI DA SETTEMBRE A DICEMBRE 2012


ISOLE MALDIVE: 9 giorni, 7 notti, volo da Milano Resort tutto incluso. Partenze da ottobre a dicembre MAR ROSSO: Sharm, Marsa Alam. Volo da Bologna, 8 giorni, 7 notti. Villaggio tutto incluso. Partenze da settembre a dicembre TOUR DEL PORTOGALLO AUTENTICO 8 giorni, da Bologna. Partenze di settembre e ottobre, mezza pensione TOUR DEL MAROCCO, CITT IMPERIALI 8 giorni, volo da Bologna, mezza pensione da 1.400 euro

PER IL 2013 ABBIAMO PROGRAMMATO 11 TOUR FIRMATI DI GRUPPO


Ecco i nostri viaggi con accompagnatore dallItalia Tour: LA BASSA CALIFORNIA... E LE BALENE - BIRMANIA - CUBA, OPPURE CINA LA SPAGNA DEL NORD, OPPURE IL TOUR DEL MAROCCO - TOUR DEL MAGNIFICO PER - TOUR DELLUZBEKISTAN - TOUR DELLISLANDA - TOUR DELLA TURCHIA TOUR SUD AFRICA - TOUR DELLAUSTRALIA

da 495 euro

da 865 euro da 615 euro

Programmi disponibili da ottobre 2012

- CESENA - via S. Quasimodo, 256 Tel. 0547 610990 - veneri@robintur.it - www.robintur.it/viaggi-veneri


VI INVITIAMO A VISITARE IL NOSTRO SITO INTERNET WWW.ROBINTUR.IT PER LE NOSTRE OFFERTE DI VIAGGI, SOGGIORNI, TOURS E CROCIERE ESTATE-AUTUNNO 2012

VIAGGI VENERI

14

Gioved 13 settembre 2012

Cesena
Macerone
Si avvicina il momento in cui lex scuola di Macerone si trasformer in una casa delle associazioni. Nei giorni scorsi, la Giunta comunale ha assegnato ufficialmente limmobile al Settore Servizi Sociali, primo passo del progetto per rendere questi spazi disponibili al mondo dellassociazionismo e del noprot cesenate, e ha denito le linee guida per assegnare gli spazi. Di seguito le linee guida individuate dallAmministrazione per procedere allassegnazione degli spazi, che sar effettuata ricorrendo a unistruttoria pubblica per la progettazione comune. Nella selezione delle associazioni si terr conto, in prima battuta, della loro presenza attiva nel Quartiere a Mare e in particolare nella frazione di Macerone. Inoltre si terr conto del loro ambito di intervento, privilegiando: le associazioni che collaborano sistematicamente con il sistema pubblico dei servizi sociali, sociosanitari e sanitari; le associazioni impegnate anche con progetti innovativi - nei servizi alle persone disabili e nella promozione della salute attraverso lattivit sica; le associazioni che operano nel sostegno alle famiglie e ai bambini in condizioni di difficolt economiche, attraverso la valorizzazione del recupero di abiti e altri oggetti. Naturalmente, laffidamento dei locali vincolato alla realizzazione delle attivit previste nel progetto. Intanto, per, lAmministrazione ha gi stanziato una somma di 50.000 euro per effettuare i necessari lavori di sistemazione, in modo da adeguare lex scuola alle necessit dei nuovi utenti.

Lavori presso Porta Montanara

Rocca: per le mura in arrivo altri fondi


roseguono i lavori per la messa in sicurezza delle mura della Rocca malatestiana. Un paio danni fa alcuni crolli destarono la preoccupazione degli esperti e dei cittadini, in quanto copiose piogge invernali e primaverili avevano dato il colpo di grazia allo sgretolamento di alcuni tratti di mura. Il Comune corso ai ripari stanziando un primo finanziamento, necessario per iniziare i primi interventi. Oggi, se si accede alla rocca att5raversando Porta montanara, quella posta a un centinaio di metri dal culmine della Diavolessa, si nota che i lavori sono a buon punto. Gli interventi di recupero in corso sulle mura malatestiane della Rocca Vecchia rappresentano la prosecuzione di quelli avviati lo scorso anno per far fronte ai danni provocati dal maltempo nellinverno 2010/2011, che erano stati finanziati con 150mila euro arrivati dallavanzo di bilancio.

Dopo i primi 150mila euro, dovrebbero arrivarne altri 100mila dalla Provincia
"Da un punto di vista tecnico - si apprende dal Comune - lintervento prevede lo smontaggio di parti murarie per estirpare le radici delle piante che vi hanno attecchito, il successivo rimontaggio con i mattoni riutilizzabili, la sostituzione dei mattoni deteriorati o che hanno perso coesione, la copertura dei punti erosi dalle precipitazioni e il riempimento delle crepe e delle lesioni profonde con iniezioni di malta a base di calce fluidificata a basso modulo elastico". I fondi stanziati a suo tempo sono ormai esauriti, ma sembra che sia in arrivo un finanziamento della Provincia dellimporto di circa 100mila euro che, aggiungendosi ad un ulteriore stanziamento di 50mila euro da parte del Comune, consentirebbe di completare lopera intervenendo sulla murata dello Sferisterio. Dellantica fortezza - documentata fin dal 1294, ma sicuramente esistente gi da tempo, e che fu testimone della strenua difesa della citt da parte di Cia degli Ordelaffi contro il cardinale Albornoz nel XIV secolo - oggi rimangono il tratto di ponente, compreso fra i resti della cosiddetta torre dellimperatore e Porta Montanara, lintero tracciato delle mura a est e alcuni torrioni. Cristiano Riciputi

PARTECIPAZIONE Il Consiglio dIstituto, i docenti, il personale, gli studenti e i genitori del liceo Scientifico Righi e del nuovo liceo Linguistico partecipano al lutto del dirigente scolastico Dea Campana per la morte di entrambi i genitori avvenuta luned 10 settembre

Un progetto di sensibilizzazione portato avanti dallAsl di Cesena tramite monitoraggio

PARTECIPAZIONE
Io continuer ad amarvi al di l della vita. Lamore lanima e lanima non muore

Bimbi al sicuro col seggiolino


Se la cintura si rivela un vero salvavita per un adulto, il corretto utilizzo del seggiolino in auto lunico sistema per proteggere la vita dei bambini. E da questo presupposto che sei anni fa il Dipartimento di Sanit Pubblica e la Pediatria di Comunit dellAusl di Cesena hanno dato il via ad Allacciali alla vita, un progetto di educazione alla salute rivolto a insegnanti e genitori di bambini che frequentano asili nido e scuole per linfanzia del Cesenate, per incrementare luso dei seggiolini di sicurezza nel trasporto in macchina. Un bambino allacciato al seggiolino spiega il dottor Luigi Salizzato, direttore del Dipartimento di Sanit Pubblica dellAusl di Cesena - ha il 90 per cento in meno di probabilit di subire lesioni gravi o mortali in un incidente automobilistico rispetto a un bambino non adeguatamente trasportato. Eppure sottolinea Salizzato - sono ancora troppi i genitori che fanno salire i bimbi in macchina senza collocarli in seggiolini idonei alla loro et, o addirittura tenendoli in braccio". Al Centro Traumi dellospedale Bufalini di Cesena, dal 2008 al 2011, sono stati assistiti 108 pazienti nella fascia di et 0-18 anni. Nelle 12 scuole materne coinvolte nellanno scolastico 2011-2012 continua Salizzato - sono stati osservati complessivamente 1668 bambini trasportati e si registrato un incremento medio di bambini trasportati correttamente pari al 17,5%.

La redazione del Corriere Cesenate si unisce al dolore dellamico e collaboratore Francesco Rasponi per la morte del carissimo babbo ROMANO

viale Carducci, 49 47521 Cesena tel. e fax 0547 22211 cell. 336 548370

ZONA SEMINARIO/OSPEDALE: in palazzina immersa nel verde e nella tranquillit appartamento al piano rialzato composto da ampio soggiorno con angolo cottura, 3 letto, 2 bagni, terrazzo, cantina e ampio garage. 260.000 / Rif. 1129 VIA ROVERSANO: su una corte di circa 340 mq casa indipendente composta al primo piano da cucina, retro, soggiorno, 3 camere, bagno e balcone; al piano terra 2 ripostigli e garage; al piano interrato cantina; nella corte esterna garage pi ripostiglio in lamiera. Informazioni in ufficio AFFITTI ZONA STADIO: appartamento di ampie dimensioni ristrutturato al quarto piano con ascensore composto da soggiorno, cucina abitabile, 2 letto matrimoniali, bagno con vasca e doccia, ripostiglio, balcone, cantina. ARREDATO. Libero da settembre. 640 mensili / Rif. 1195 ZONA CENTRALE: appartamento di recente costruzione composto da ampio soggiorno con angolo cottura, 2 camere da letto, 2 bagni, 2 balconi e garage. Impianti a norma e indipendenti. ARREDATO. 650 mensili / Rif. 1085 ZONA SEMINARIO: in palazzina molto riservata appartamento al primo piano composto da soggiorno, cucina abitabile, 2 camere da letto, bagno, 2 balconi di cui 1 verandato, garage, cantinetta e ampio giardino condominiale. ARREDATO. 670 mensili / Rif. 0329 VIGNE: n palazzo degli anni 90 allultimo piano con ascensore appartamento molto luminoso composto da soggiorno, cucina abitabile, 2 camere da letto, bagno, 2 balconi, garage e uso esclusivo di parte del tetto a terrazzo. OTTIMO STATO. PARZIALMENTE ARREDATO. 600 mensili / Rif. 1192

info@agenziamedri.com

maurizio@agenziamedri.com
SAN MAURO IN VALLE: in zona esclusiva con affaccio sul parco in complesso residenziale realizzato con materiali ad alto risparmio energetico possibilit di bilocali e quadrilocali a piano terra con tavernetta e giardino o allultimo piano con ampio sottotetto. OTTIME FINITURE. Nessuna spesa di mediazione in quanto mandatari a titolo oneroso

CASE FINALI: in zona verde e tranquilla appartamenti di nuova costruzione di varie tipologie con giardino o sottotetto, ottime finiture con riscaldamento a pavimento, aspirazione centralizzata, predisposizione aria condizionata e allarme. PRONTA CONSEGNA. BORCA DI CADORE: in palazzina signorile ultimi due appartamenti. Ottimo investimento. Informazioni in ufficio.

Cesenatico
Il 27 settembre sar celebrata una messa in suffragio dellindimenticato donTeofrasto Pasini

Gioved 13 settembre 2012

15

La comunit di Sala si prepara alla festa


La parrocchia di Sala di Cesenatico si prepara per la dieci giorni di celebrazioni in onore della Madonna del Rosario. Gli appuntamenti prenderanno il via gioved 27 settembre alle 20 con la messa nellanniversario della morte di don Teo e il mandato ai catechisti. Domenica 30 settembre, solennit della dedicazione della chiesa, le messe saranno alle 8.30 e alle 11. Al termine della messa si svolger (alle 11 circa) la Rievocazione storico medievale del gruppo "Aetas antiqua" nel piazzale della chiesa. In serata alle 20 si terr la processione con limmagine della Madonna del Rosario (partenza da via Campone 604 e arrivo in piazza Angelina Pirini). Marted 2 ottobre alle 20 messa e istituzione del ministero dellAccolitato e ricordo della morte della serva di Dio Angelina Pirini. Mercoled 3 ottobre ci sar la messa alle 20 con confessioni, gioved 4 ottobre dalle 15 alle 19,15 ci sar ladorazione eucaristica, alle 19,15 vespro e benedizione, a seguire rosario e messa. Venerd 5 ottobre durante la giornata comunione eucaristica nelle case, alle 20 messa in memoria dei defunti e alle 21 si potr partecipare alla cena della comunit parrocchiale. Sabato 6 ottobre alle 17 messa durante la quale il vescovo Douglas Regattieri amministrer il sacramento della Confermazione ai ragazzi, alle 21 animer la serata il gruppo di ballo "Rimini dance company" e alle 22 sar al volta del gruppo musicale "Strikeballs". Domenica 7 ottobre festa della Madonna del Rosario dopo le messe delle 8 e delle 11, animazione liturgica dei cori parrocchiali. Alle 15.30 rosario, canto litanie e celebrazione solenne del vespro. Alle 16,30 si terranno le corse dei go-kart e il gioco della pentolaccia per grandi e piccini, alle 20,30 inizier lesibizione dellorchestra Castellina Pasi e alle 23 lestrazione della lotteria. Oltre alle manifestazioni organizzate nel week end saranno attivi stand gastronomici, lotteria e pesca di beneficenza. Luned 8 ottobre prender il via lanno catechistico, sabato13 ottobre alle 15 incontro dei ragazzi delle elementari e delle medie. Domenica 14 ottobre si celebrer la messa alle 11 con lamministrazione del sacramento dellunzione degli infermi. Alle 12 si terr il pranzo con gli anziani (prenotazioni allo 0547/680515) e pomeriggio di musica con lorchestra "Sorrisi e musica". Barbara Baronio

Utili le segnalazioni dei cittadini

Contro linquinamento vigila la Capitaneria


ontrolli contro In agosto intervento prima di fronte linquinamento. Lattivit alla colonia Agip (schiuma bianca) istituzionale che impegna sul territorio i militari e poi nel Portocanale (gasolio) dellUfficio Circondariale Marittimo Tempestivo lintervento della Guardia - Guardia Costiera di Cesenatico, coordinato dalla comandante Rosa Costiera Rosamarina Sardella Marina Sardella, comprende anche la tutela dellambiente marino e delle coste in termini soprattutto di una telefonata pervenuta alla sala operativa della prevenzione e lotta agli inquinamenti. capitaneria di porto di Cesenatico ha segnalato la Ai primi di settembre sono stati resi noti i risultati delle presenza di schiuma di colore bianco sul bagnasciuga analisi che lArpa (Agenzia Regionale Prevenzione e in prossimit della spiaggia antistante la colonia Agip, Ambiente ) dellEmilia Romagna ha effettuato su due in localit Valverde. I militari giunti sul posto hanno campioni di acqua marina prelevate dal personale constatato la presenza di piccole chiazze di schiuma della Guardia Costiera e fatte pervenire allAgenzia lungo la riva per circa 50 metri e ne hanno prelevato un tramite la struttura Oceanografica Daphne presente a campione. Cesenatico. "La seconda segnalazione - aggiungono dalla "Le analisi - comunicano dalla Capitaneria di porto Capitaneria - pervenuta il 20 agosto tramite la riferiscono che nel primo caso le concentrazioni Capitaneria di porto di Rimini, che in piena notte ha rilevate di tensioattivi sono risultate tutte inferiori al allertato la sala operativa di Cesenatico. Un cittadino limite di rilevabilit strumentale e nel secondo le aveva sentito un forte odore di gasolio proveniente dal concentrazioni di idrocarburi totali rilevati hanno canale allaltezza del ristorante "La Lampara". I militari evidenziato valori bassi. Scongiurato quindi il danno giunti sul posto hanno individuato una patina oleosa ambientale". che, in quel momento, era nei pressi degli ormeggi Entrambi i campioni sono stati prelevati a seguito di antistanti piazza Ciceruacchio e che la corrente segnalazioni da parte di cittadini nello scorso mese di spingeva verso limboccatura del porto. Al fine di agosto. Il primo prelievo risale al 18 agosto, quando

arginare la dispersione in mare aperto del gasolio sono stati posizionati dei tratti di barriere (panne). Un altro tratto di panne stato posizionato a chiusura della darsena, allaltezza del cantiere navale Navimec. La funzione assorbente delle panne efficace in caso di presenza di sostanze oleose che si attestano sulla superficie dellacqua per una limitata estensione. Dalla superficie, infatti, stato prelevato il campione di acqua successivamente inviato allArpa per le analisi di rito. Mentre le panne galleggianti hanno svolto la loro funzione, i militari hanno effettuato una ronda lungo le banchine portuali per accertare leventuale fuoriuscita di gasolio dalle imbarcazioni stazionanti in porto. Tale controllo ha dato esito negativo. Le panne sono state rimosse dopo un paio dore e hanno evidenziato un leggero strato di sostanza oleosa trattenuta dal materiale assorbente.

Domenica scorsa col sostegno della Bcc di Sala

DIPLOMI - RECUPERO ANNI SCOLASTICI


DA ANNI NELLA TUA CITT

Cesenatico, una giornata dedicata a cani e padroni


"Festa del... bastardino e non": per valorizzare il miglior amico delluomo. Domenica 9 settembre, presso il parco di Levante di Cesenatico lAssociazione nazionale protezione animali natura ambiente (Anpana) sezione territoriale Provincia di Forl-Cesena, con il patrocinio del Comune di Cesenatico, ha organizzato con successo la prima edizione della "Festa del... bastardino e non". Si trattato di una giornata di informazione, sensibilizzazione e divertimento interamente dedicata agli amici a quattro zampe e ai loro padroni. Levento principale stata la "Slata del bastardino" aperta a tutti i cani che volevano partecipare, purch iscritti regolarmente allanagrafe canina e provvisti di libretto sanitario al seguito; nel corso della giornata vi sono state inoltre molte altre attivit utili e

CENTRO STUDI CARTESIO


Sono aperte le iscrizioni allanno scolastico 2012-2013
- VUOI RECUPERARE GLI ANNI SCOLASTICI PERDUTI? - TI SERVE UN DIPLOMA PER INSERIRTI NEL MONDO DEL LAVORO?
IL CENTRO STUDI CARTESIO TI OFFRE LA POSSIBILIT DI CONSEGUIRE UN DIPLOMA E DI RECUPERARE GLI ANNI SCOLASTICI, CON LAIUTO DI DOCENTI QUALIFICATI E CON GRANDE ESPERIENZA NEI SEGUENTI INDIRIZZI:

GEOMETRA - RAGIONERIA - LICEO SCIENTIFICO - DIRIGENTE DI COMUNIT LICEO CLASSICO - ITI - LICENZA MEDIA - LICEO SOCIO PSICO-PEDAGOGICO CONTATTACI PER INFORMAZIONI tel. 0547 24700 - viale Mazzoni 31/A 47521 Cesena (Fc) Cell. 347 9761004 e-mail: centro.cartesio@libero.it www.paginegialle.it

divertenti per tutti gli amanti degli animali. La Bcc di Sala, unico partner bancario della giornata, sostiene da tempo numerosi eventi, come questo, grazie ad una presenza attiva che si rinnova nel tempo. Giorgio Magnani

16

Gioved 13 settembre 2012

Valle del Rubicone


Gambettola
eucaristica lungo via Massa, via Fratta e via Aldo Moro. Il programma ricreativo prevede tre serate di svago. Venerd 14 si esibir il gruppo di ballerini "Crisa Dance". Sabato 15 sar la volta di una commedia dialettale dalla compagnia "De bosch" di Gambettola. Allieter la serata di domenica 16 David Pacini e la sua orchestra. Durante le tre serate saranno allestiti giochi per bambini, pesca di benecenza banco libri e stand gastronomico. (Matteo Venturi)

Budrio, parrocchia in festa


La parrocchia di Budrio di Longiano in festa dal 13 al 16 settembre. Gioved 13 alle 20,30 avr luogo la processione con limmagine della Madonna, a partire dalla chiesa di Budrio no alla piazza delle scuole elementari, dove sar celebrata una messa. Domenica 16 saranno celebrate quattro messe: alle 8, alle 9,30 (con lamministrazione della cresima da parte del vescovo Douglas Regattieri), alle 11 e alle 16. La messa delle 16 sar seguita dalla processione

Carlo Zavatta lascia


Una scelta pi volte rimandata, da pochi giorni diventata irrevocabile: il presidente del comitato della Mostrascambio, Carlo Zavatta, ha rassegnato le dimissioni dallincarico dopo 25 anni. Zavatta ha atteso il termine della 50^ edizione della Mostrascambio, svoltasi nel primo fine settimana del mese, per inviare la lettera sia al consiglio direttivo del comitato che al sindaco di Gambettola, Iader Garavina. "Le mie dimissioni dallincarico - ha scritto Zavatta - sono dovute a questioni personali che mi impediscono di continuare a svolgere le funzioni sin qui ricoperte allinterno del comitato della Mostrascambio". Una frase sintetica che non lascia intendere quali siano le reali "questioni personali" di Zavatta. Di certo, negli ultimi anni, Zavatta ha avuto problemi di salute che lo hanno costretto ad affrontare due delicati interventi chirurgici e due gravi lutti in famiglia: prima la morte del figlio quarantenne, Giuseppe, (causata da un incidente stradale), seguita dalla perdita della moglie Maria Spinelli. Nella lettera di dimissioni Zavatta ha ripercorso le tappe principali della Mostrascambio, iniziata nel 1988 su suggerimento di Gaetano Vitobello, che vide nella sua prima edizione, 40 espositori, per lo pi locali. Ora le cifre parlano da sole visto che gli attuali espositori sono oltre 700 provenienti da tutta Italia e anche dallEstero e che ogni edizione visitata da oltre 20mila persone. Ora il direttivo dovr convocare lassemblea dei soci per nominare il nuovo presidente, in continuit con la gestione precedente, con lobiettivo di raggiungere importanti traguardi che porteranno la Mostrascambio di Gambettola a primeggiare fra tutte le manifestazioni del settore che si svolgono in Italia. Piero Spinosi

Nel fine settimana si svolge il "Si Fest"

La fotografia mondiale di scena a Savignano


l SI Fest a Savignano sul Rubicone il primo Festival di Fotografia in Italia e il pi amato. Lappuntamento per la 21esima edizione nel borgo romagnolo dal 14 al 16 settembre. Il SI Fest approfondisce il tema della fotografia come strumento per riflettere sulla contemporaneit. Lo fa attraverso mostre, convegni, workshop, letture in piazza dei portfolio e di book fotografici, conferenze con gli autori, atelier, concorsi rivolti a giovani fotografi, eventi collaterali, spazio alleditoria, concorsi e premi. Tanti i protagonisti delle 16 mostre allestite, a partire da Ando Gilardi nellanno della sua morte, con la prima grande retrospettiva a lui dedicata dal titolo "Limmagine di unimmagine sempre immagine. Ando Gilardi" allestita presso lex Monte di Piet di Savignano, che metter a fuoco la figura di quel grande comunicatore, fotografo, scrittore, storico e critico. Il Si Fest fa posto alla sperimentazione con il tedesco Hans Christian Schink. Alla contemporaneit guardano sia il lavoro The sound of two songs del

Non manca una collaborazione con Cesena per un concorso di fotografi di scena
fotografo Magnum Mark Power - 50 immagini di grande formato tratte da un reportage di sei anni in Polonia presentate in Italia per la prima volta - e le passeggiate fotografiche di Gerry Johansson tra i pi importanti fotografi svedesi, al Si Fest con la mostra in anteprima assoluta, intitolata Deutschland. Anche il lavoro su Fukushima dei Mastodon, con la mostra Life after zero hour (curata da 3/3 e Stefano Ruffa) che indaga le conseguenze anche psicologiche dello tsunami e del disastro nucleare in Giappone. Da sempre il SI Fest ha voluto dare ampio spazio anche a premi e concorsi (per i dettagli www://sifest.net). Significative le collaborazioni con enti e fondazioni presenti nel territorio: a Cesena, una selezione delle immagini del fondo CliCiak raccolto dal Centro Cinema Citt di Cesena, nellambito delle prime 10 edizioni del concorso riservato ai fotografi di scena italiani, dar vita a La scena naturale. Set en plein air del cinema italiano, per curiosare tra le location delle pellicole pi note, documentate dai migliori fotografi (a cura di Antonio Maraldi). Tra le altre iniziative: No Panic Gallery a cura di Chico De Luigi, il Festival Off, alla sua terza esperienza, che arricchir il programma istituzionale lasciando spazio ai giovani autori, la Notte Bianca per la Fotografia (sabato 15 settembre).

Roncofreddo
Tolte le deleghe al vicesindaco
Il sindaco Franco Cedioli ha tolto le deleghe e gli assessorati al suo vice Simona Amadori. Latto stato formalizzato sabato mattina con un provvedimento sottoscritto dal primo cittadino e poi noticato alla stessa Amadori. "E un provvedimento del quale mi assumo tutte le responsabilit - ha sottolineato Cedioli - perch in questi ultimi mesi ho chiesto al vicesindaco alcuni chiarimenti necessari ai bisogni dellente tra cui una maggiore presenza a cui si affiancava una collegialit con gli altri amministratori che non era rispettata, ma soprattutto la mancanza di comunicazione. Pensavo che tutto si fosse risolto in un tranquillo chiarimento avuto alcune settimane fa, ma invece ci siamo visti, io e gli altri assessori, tirati per la giacca sugli organi dinformazione con lettere riconducibili alla sua persona e sono stato anche tacciato di essere incoerente."Cedioli si riferisce a delle fotocopie distribuite su tutto il territorio con le quali si attaccano alcuni amministratori. Non ho mai chiesto al vicesindaco Simona Amadori di lasciare il lavoro da insegnante come stato detto - continua il sindaco - . Penso che negli ultimi tempi per problematiche legate alla sfera privata abbia dovuto assumersi ulteriori impegni e cos lho invitata ad un altro incontro per approfondire largomento e per cercare di trovare una soluzione, ma non si presentata". Cristina Fiuzzi

Gambettola, attivit al circolo tennis

Presso limpianto sportivo comunale di via Curiel 10 a Gambettola, domenica 16 settembre dalle 18 alle 23, si terr linaugurazione della nuova gestione bar e attivit del Circolo Tennis Gambettola. Ci sar una festa offerta dalla nuova gestione per presentare tutte le attivit che si svolgeranno allinterno del centro sportivo e per riconoscere alla squadra di pallavolo mista (formatasi allinterno dellassociazione sportiva che gestisce limpianto), la giusta riconoscenza per la promozione alla categoria superiore nel campionato Csi per il 201213. Dalle 18 sar offerto un buffet, con animazione della scuola di ballo "Sabor Latino" no alle 21, cui seguir lesibizione "live" del gruppo locale "Time

In Reverse". Lattivit del centro comprende oltre ai "classici" corsi di tennis per ragazzi e adulti, lemergente "racchettone", il "nuovo per Gambettola" corso di pattinaggio artistico a rotelle e basket per ragazzi. Oltre alle attivit sportive, dal 17 settembre, ritorna la scuola di ballo latinoamericano "Sabor Latino" ed il nuovissimo "percorso benessere" (corso di rieducazione alimentare), che si svolger in 12 sedute a partire da mercoled 19 settembre. Il centro disponibile, come lo sempre stato, anche ad affitto ambienti per compleanni ed altri festeggiamenti. Per ulteriori informazioni: 0547/53592. Ps

Organizza la Pro Loco

Budrio | Acr a La Verna

Montiano: il programma della Sagra del cicciolo


Si svolger a Montiano dal 13 al 16 settembre, nellambito della rassegna "Montiano in vita", la 17esima edizione della "Sagra del cicciolo". A causa dei lavori in via Cesare Battisti, questanno le manifestazioni si terranno nel parco "Virginia Battistini", dove la Pro loco di Montiano sar presente con uno stand gastronomico. Si potranno degustare le tipiche specialit romagnole (tra cui cappelletti con ripieno di ciccioli, trippa e rane in umido) e sar possibile acquistare ciccioli fatti a mano con metodo rurale. Sono previste quattro serate di spettacoli. Si parte gioved 13 settembre con i ballerini di "Cesena danze". Venerd 14 sar la volta dei "Marg 80". Sabato 15 "Genio & Pierrots" proporranno una selezione di musiche folkloristiche romagnole. Domenica 16, "giornata agricola sullaia", avr luogo nel pomeriggio la rievocazione della pigiatura delluva, accompagnata dalle musiche di "Valter e Sabina". Alla sera si esibir il gruppo di ballo "Line out and jumping beans" di Calisese e ci sar la slata di moda di Ambra Fabbri. Mv

Il gruppo Acr della parrocchia di Budrio, durante lestate, ha vissuto un mini campo scuola al monte Fumaiolo, con 25 ragazzi e 7 educatori. Nella foto, il gruppo alluscita a La Verna.

Valle del Savio

Gioved 13 settembre 2012

17

La locale Bcc risale al 1913

San Romano
Don Bertozzi in un libro
Domenica 16 settembre, alle 16,30, presso il Palaband di San Romano (Mercato Saraceno) a anco della chiesa parrocchiale, ci sar la presentazione del libro che Edoardo Turci ha scritto, affidandolo alle cure editoriali de Il Ponte Vecchio, per ricostruire la biograa di don Giancarlo Bertozzi (1929 2011) che a San Romano stato per decenni pastore zelante e indimenticato. E un dono alle comunit della Valle del Borello che hanno goduto del ministero di questo santo prete, sempre col sorriso evangelico sulle labbra. "Nelle mani (e nel cuore) di tanti, questo libro sar strumento di grazia per rivivere la buona amicizia intrecciata con don Giancarlo nei lunghissimi anni da lui vissuti, giorni e notti, nelle corsie dellospedale Bufalini di Cesena. Ancora sussidio di riessione per gli amici del Centro volontari della sofferenza (Cvs) da lui accompagnati anche negli esercizi spirituali che si svolgono nel santuario di Re", come ha scritto il vescovo Douglas nella prefazione del volume. Pa

Sarsina, la Banca verso il centenario


100 anni. In vista di quellevento listituto di credito plautino ha voluto iniziare il centenario chiedendo la protezione del patrono della citt San Vicinio. Il vescovo monsignor Douglas Regattieri, nella messa pontificale del 28 agosto (festa del patrono), ha letto una preghiera con la quale si annunciava linizio dellanno di celebrazioni, per lo meno dal punto di vista religioso. Alcuni passi dello scritto recitavano cos: "nata nel cuore della comunit cristiana, possa continuare anche oggi a mantenere vivo questo legame e alti gli ideali di cooperazione e solidariet, specialmente verso i pi poveri, che lhanno contraddistinta in questo secolo di vita". La Cassa Rurale di Sarsina viene fondata il 27 gennaio del 1913 da 4 sacerdoti (don Candido Marinelli, don Ugo Gori, don Durante Tosi, don Colombo Bondanini) e alcuni laici (possidenti, agricoltori, barbieri, ortolani, falegnami, fabbri).

n secolo di banca sul territorio. Nel gennaio del prossimo anno la Banca di Credito Cooperativo di Sarsina compie

Allinizio del secolo scorso in Valle vi erano tante Casse Rurali Fra i fondatori di quella di Sarsina due sacerdoti
Sul territorio valligiano erano sorte (gi dal 1900) altre Casse. Il Credito Coooperativo si era sviluppato ad inizio secolo a Mercato Saraceno e nelle piccole localit di Montecastello, Bacciolino, Linaro, San Martino. A Sarsina in quel periodo funzionava bene la Cassa di Depositi e Prestiti che aveva ritardato dunque la costituzione di una Cassa Rurale. Riferisce il Corriere Cesenate di allora che "nelladunanza generale dei soci della Societ Cattolica di Mutuo Soccorso del 24 novembre 1912 si discusse la possibilit di trasformare la Cassa Depositi e Prestiti in una vera e propria Cassa Rurale legalmente riconosciuta". Dopo unintroduzione del vicario mons. Luigi Testi, il canonico Marinelli spieg "assai efficacemente lo scopo della Casse Rurali, i benefici vantaggi ed il loro funzionamento". La Cassa Rurale viene costituita il 27 gennaio 1913 nel teatro cattolico Silvio Pellico davanti al notaio Pietro Buda, residente in Sarsina. Il 14 settembre 1913, a norma di Statuto, viene convocata la prima assemblea generale dei soci della Cassa Rurale di Sarsina. Il canonico Marinelli, in quelloccasione, lesse "la relazione sullimpianto della Cassa". Poi si pass allelezione delle cariche: monsignor Luigi Testi e don Candido Marinelli vennero eletti per acclamazione rispettivamente presidente (rimarr in carica fino al 1938) e cassiere.

Alla chiesa del Suffragio sabato sera la messa solenne, domenica la processione con la statua dellAddolorata

A Sarsina la festa della Madonna Addolorata


Nel prossimo fine settimana, la citt di Sarsina vivr un altro momento di festa, dopo quello riservato al patrono San Vicinio, in onore della Madonna Addolorata venerata nella chiesa del Suffragio. La festivit sar preparata da un Triduo, gioved 13 settembre e venerd 14 alle 20,30, con Rosario, omelia e canto delle litanie con la melodia scritta dal sacerdote sarsinate don Ettore Barucci morto nel 1943. Sabato sera alle 20,30 la Messa Solenne, alla quale seguir la processione con la statua della Vergine Addolorata per via Cesio Sabino, via Vallauri, via Linea Gotica, via XVIII settembre, via Roma, terminando nella chiesa Cattedrale con il canto delle litanie. Domenica, dopo la messa delle 18, la statua verr riportata in processione attraverso via Cesio Sabino nella chiesa del Suffragio, dove si concluder col canto delle Litanie. La chiesa del Suffragio, in stile neogotico, stata eretta nel 1927 demolendo una chiesa cinquecentesca di dimensioni inferiori dedicata a San Gregorio, dalla quale proviene limportante quadro seicentesco del Cignani, ora conservato in Cattedrale. E Tempio Votivo della Redenzione e ricorda anche tutti i Caduti di Romagna, defunti durante la Prima Guerra Mondiale. Le tre campane del 1927 di ottima fattura, della pregiata ditta Brighenti di Bologna, sono fabbricate interamente con bronzo di cannoni della Prima Guerra. Lambone e lacquasantiera hanno come supporto due colonne romane, donate dal vicino Museo Archeologico. Nel 1988 tutta la struttura, ormai ridotta in pessimo stato, ha subito radicali lavori di restauro che lhanno riportata alloriginale splendore. Nel 1992 la famiglia Moretti ha donato lelegante pavimento a scacchi bianco e nero. Daniele Bosi

18

Gioved 13 settembre 2012

Solidariet

e Prima edizion

Domenica 23 settembre, da Mercato Saraceno a Cesenatico, manifestazione sportiva promossa da Amici di Casa Insieme. A conclusione,Pesce Party al parco Levante
necessario collegarsi al sito www.maratonaalzheimer.it e seguire le indicazioni nella sezione Iscrizioni. Il costo di iscrizione va dai 20 ai 35 euro per i percorsi di 30 e 42 chilometri; tra i 5 e i 10 euro per la 16 chilometri. Per tutti, compreso il Pesce party finale. Una corsa di solidariet che riguarda non FOTO DEI PROMOTORI solo chi fattivamente parteciper alla DELLA PRIMA EDIZIONE manifestazione di domenica 23 DELLA MARATONA ALZHEIMER settembre: anche chi si sente meno sportivo pu simbolicamente correre la maratona, facendo una donazione sulla piattaforma online www.retedeldono.it, dove attiva una pagina dedicata ad Amici di Casa Insieme. Le offerte, insieme al costo discrizione, andranno a finanziare i Laboratori Benessere promossi dallassociazione e rivolti agli ammalati. Dalla collina al mare: la corsa della solidariet e della speranza - ha dichiarato il presidente di Casa Insieme, Stefano Montalti -. La speranza di poter controllare la malattia A preludio della manifestazione, si terr a Cesenatico venerd 21 senza esserne settembre, Giornata mondiale Alzheimer. Alle 16, nella sala del sopraffatti, di assistere LORIGINALE Palazzo del Turismo, si terr il convegno Maratona Alzheimer. e accogliere gli MEDAGLIA Insieme, in cammino. Attivit sica e sport quale fonte di ammalati aiutandoli a A FORMA benessere e di prevenzione delle malattie della mente. liberare le loro DI PIADINA ROMAParteciperanno: Stefano Montalti (Casa Insieme), Monica Fantini potenzialit GNOLA CHE SAR (Legacoop Forl-Cesena), lectio magistralis di Francesca Racioppi espressive, di CONSEGNATA (Aenior policy and programme adviser, enrvironment and healt individuare nello sport AI PARTECIPANTI Governance and Policy), Giovanni Bissoni (Agenas), Nerio una fonte di ALLA MARATONA Alessandri (Technogym), Alfredo Calligaris (medico sportivo), prevenzione delle (PERCORSI DI 42 Pierluigi Macini (Sanit regione Er), Pasqua Presepi (Cai Cesena), malattie E 30 CHILOMETRI) Fabrizio Rassi (Area Vasta Romagna). Moderatore: Bruno Pizzul. neurodegenative. I partner che affiancano Amici di Levante di Cesenatico, dove un momento Casa Insieme in di festa con Pesce party, preparato punto di vista sanitario (coordina le varie quella che sar una grande dallassociazione Pescatori a casa postazione di primo soccorso il dottor manifestazione sportiva a scopo benefico vostra, ristorer corridori e camminatori. Vladimiro Giovannini), sia per i puntisono: Trail Romagna, Legacoop ForlAd oggi gli iscritti hanno superato le 400 ristoro e il controllo della viabilit. Cesena, Technogym e Unicredit; si unit, di cui oltre 300 per i percorsi di 42 Per liscrizione - obbligatoria per i due affiancano realt aziendali quali Alce e 30 chilometri. Duecento i volontari percorsi di 42 e 30 chilometri, mentre per Nero, Almaverde Bio, Conad, Conscoop, lungo le strade per garantire la buona la 16 chilometri con partenza dallo stadio Gruppo Hera, Pfizer e Start Romagna. riuscita della manifestazione, sia dal di Cesena liscrizione sul posto - Sabrina Lucchi

Di corsa allaMaratona Alzheimer Quando lo sport profuma di solidariet


ormai ai nastri di partenza la prima edizione della Maratona Alzheimer, manifestazione sportivo-solidale che traccia il suo percorso tra i paesaggi della Romagna, con partenza dalla collina e arrivo al mare. Una maratona che, pur nel circuito degli eventi sportivi di genere, si sviluppa prevalentemente in discesa e propone distanze adeguate a ogni livello di preparazione. Lunica maratona che, al motto di Insieme, per cancellare il silenzio, pensata per promuovere lattivit fisica come risposta efficace contro la malattia, come veicolo dintegrazione sociale per le persone affette da demenza. La manifestazione - promossa dallassociazione Amici di Casa Insieme, con sede in via Garibaldi a Mercato Saraceno - si terr domenica 23 settembre, in apertura della Settimana del Buon Vivere che prevede diverse iniziative nel territorio provinciale nella settimana tra il 24 e il 30 settembre. La maratona si snoder sulle strade che, partendo da Mercato Saraceno, attraverser i Comuni di Sogliano al Rubicone, Roncofreddo, Cesena e infine Cesenatico. Accanto alla maratona (42,195 km la lunghezza esatta), con partenza dal Conad di Mercato Saraceno alle 9,15, sono previste tre gare, a cui corrispondono diverse partenze: un percorso di 30 chilometri (a premi), con partenza da Borello in coda ai maratoneti partiti da Mercato, un percorso di 16 chilometri, da effettuarsi a piedi di buon passo, con partenza dalla rotonda dello Stadio, a Cesena. Infine, unultima passeggiata di due chilometri, con partenza e arrivo a Cesenatico, per ammalati, assistenti e familiari. Larrivo riunir tutti i partecipanti al parco

Insieme, in cammino Incontro a Cesenatico

Inps: ci che utile sapere in caso di malattia


LInps segnala che in caso di malattia sempre bene ricordare di: - comunicare al datore di lavoro lo stato di malattia e giusticarlo con valida certicazione medica; - richiedere al medico certicatore copia cartacea del certicato telematico; - vericare con la massima attenzione e precisione, la correttezza dei dati anagraci e dellindirizzo (residenza o reperibilit), perch la responsabilit per qualsiasi inesattezza ricade unicamente sul lavoratore; - fornire al medico certicatore elementi aggiuntivi, che questi dovr inserire nel campo specico delle reperibilit, quando lindirizzo, pur corretto, non sufficiente a consentire al medico di rintracciare la persona (esempio contrade molto estese, complessi con pi palazzine...), in questo caso necessario specicare anche altri dettagli (numero della scala, interno, eventuale ingresso diverso dal principale, ecc...); - assicurarvi che sul citofono/cassetta delle lettere/portone sia riportato il cognome indicato nel certicato. - Lindirizzo del luogo delle reperibilit, se diverso dalla residenza, deve essere noticato su ogni certicato, nel primo e anche negli altri eventuali certicati emessi dopo il primo. In caso di irreperibilit per omessa o incompleta o inesatta indicazione dellindirizzo sulla certicazione di malattia, il lavoratore sar ritenuto assente ingiusticato con conseguente perdita dellindennit secondo le disposizioni di Legge.

NOTIZIARIO PENSIONATI
infatti lanno ssato dalla Comunit Europea come quello dedicato allinvecchiamento attivo e della solidariet tra generazioni. Un tto calendario di eventi e manifestazioni, politiche, culturali e di animazione, si snoda dai palazzi dellUnione Europea e degli Stati membri no a sedi e piazze cittadine, in Europa e in Italia. Promossi da istituzioni e dallassociazionismo, con un obiettivo condiviso: diffondere la consapevolezza sul contributo degli anziani alla societ e alleconomia; sostenere, con azioni adeguate, linvecchiamento attivo, indipendente e in buona salute delle persone; favorire la loro partecipazione alla vita civica e linserimento nella comunit, anche attraverso il volontariato. La spinta non viene soltanto dal cambiamento demograco, con il crescente invecchiamento della popolazione. Viene anche dal bisogno di pi coesione sociale, tanto pi necessaria per contrastare la frantumazione del paese in una fase di crisi che non pi soltanto nanziaria, non pi economica, ma anche sociale ed esistenziale. Un ruolo importante affidato al rafforzamento della solidariet tra le generazioni. Occorre porre le basi per stringere un patto intergenerazionale fondato sulla cooperazione, sullintegrazione e sulla coesione, motivando ciascuna parte a fornire il proprio contributo in termini di capitale umano, di patrimonio culturale e di creativit per costruire una societ

a cura del Sindacato Pensionati FNP CISL (tel. 0547 644611 - 0547 22803) e per il Patronato INAS CISL (tel. 0547 612332) via R. Serra, 12 - Cesena

Rette dei non autosufficienti in strutture residenziali


Durante lestate il Consiglio di Stato si pronunciato sullannosa questione della compartecipazione al costo delle rette dei non autosufficienti ricoverati in strutture residenziali. Il Consiglio di Stato ha richiamato il decreto legislativo 109/1998 in base al quale per il calcolo della compartecipazione alla retta preso come riferimento il solo reddito Isee del non autosufficiente, e non quello dei suoi familiari. Il Consiglio ha respinto i vari tentativi regionali o comunali di non adempiere al disposto normativo. Il Consiglio ritiene che questo tipo di prestazioni, essendo parte dei livelli essenziali, debbano essere garantiti in modo uniforme su tutto il territorio nazionale e che non possano essere sottoposti a revisione n dalle Regioni n dai Comuni. Infine, il riconoscimento o meno dellindennit di accompagnamento, se riconosciuta linvalidit al 100 per cento, non pu essere considerato dai Comuni una discriminante per concedere o meno il contributo alla retta a un non autosufficiente ricoverato in struttura residenziale. pi giusta, pi aperta e moralmente e civilmente pi viva. un passo del messaggio del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, per la Giornata europea della solidariet tra generazioni, celebrata il 29 aprile scorso. Fare coesione sociale, promuovere una comunit solidale anche compito di Anteas, lassociazione di volontariato e promozione sociale di Fnp e Cisl, che ha scelto lAnno Europeo per presentarsi ai cittadini nelle piazze dItalia, a sedici anni dalla fondazione. Liniziativa Anteas ti incontra si colloca a pieno tutolo nellAnno Europeo, di cui Anteas tra gli enti promotori e di cui assorbe le tematiche sia dellinvecchiamento attivo, sia del rapporto tra le generazioni. Lo ha voluto esplicitare nellestensione dellacronimo, cambiato proprio questanno in Associazione nazionale di tutte le et attive per la solidariet. Non solo anziani, dunque, ma unassociazione aperta a tutte le et e a tutta la Cisl. A sostegno dei temi dellAnno europeo, il Governo, come annunciato dal ministro per la cooperazione e lintegrazione, Andrea Riccardi, ha stanziato attraverso il dipartimento Politiche per la famiglia, 70 milioni di euro. del servizio, malattie professionali. La pensione privilegiata pu essere richiesta: per i dipendenti statali, entro cinque anni dalla cessazione dellimpiego, allufficio presso il quale il dipendente ha prestato lultimo servizio; per i dipendenti iscritti alle ex Casse, entro cinque anni, direttamente alla sede Inpdap competente sul territorio. La prestazione vitalizia e cessa, quindi, con la morte del titolare. In caso di un sopravvenuto peggioramento delle infermit, linteressato pu presentare domanda di aggravamento, accompagnata dalla relativa documentazione sanitaria allInpdap. La pensione privilegiata di reversibilit spetta ai superstiti, quando la morte dellassicurato la conseguenza di infermit o lesioni dipendenti da fatti di servizio. La pensione viene liquidata dufficio alla vedova e agli orfani in caso di infortunio sul lavoro.

La pensione privilegiata
La pensione privilegiata un trattamento di natura economica che spetta al dipendente pubblico divenuto inabile per aver contratto patologie derivanti da causa di servizio. Destinatari della prestazione in esame sono tutti i dipendenti pubblici iscritti allInpdap. Il diritto alla pensione privilegiata spetta quando si verica una delle seguenti condizioni: malattie derivanti da contagio per causa di servizio; lesioni traumatiche o ferite riportate a causa

Il 2012 anno degli anziani


Anziani protagonisti del 2012. questo

Cultura&Spettacoli

Gioved 13 settembre 2012

19

A Sogliano al Rubicone la cerimonia di premiazione domenica 16 settembre.Tra i vincitori il cesenate Franco Casadei e il cesenaticense Cesare Iacono Isidoro

Premio di poesiaPadre Venanzio Reali, i vincitori


i terr nella mattina di domenica 16 settembre, a partire dalle 9,30 nel teatro Elisabetta Turroni a Sogliano al Rubicone, la cerimonia di consegna del Premio nazionale di poesia Agostino Venanzio Reali. Giunto all11esima edizione, compongono la giuria del Premio Bruno Bartoletti (presidente), Roberta Bertozzi, Narda Fattori, Sonia Gardini, Gianfranco Lauretano, Maria Lenti, Anna Maria Tamburini. Per la sezione Poesia Adulti (premi: 1000 euro, 500 euro e 250 euro, pergamena e prodotto artigianato): risultata vincitrice Maria Angela Bedini, di Senigallia (An), con la lirica Nelle verande di fango; 2 premio a Carmelo Consoli di Firenze, con la lirica Dalle torri fumarie; 3 premio al cesenate Franco Casadei con la lirica Quel treno. Premi speciali della giuria (pergamena e prodotto artigianato): a Sauro Albisani (Sesto Fiorentino), con la lirica Con quellirriducibile letizia; Marco Bellini (Verderio Superiore, Lecco), Ultimi gesti; Matteo Fantuzzi (Lugo, Ravenna), Non c pi nessuno; Isidoro Cesare Iacono (Cesenatico), Morton Feldman: Rothko Chapel; Domenico Luiso (Bitonto, Bari), Segreto il vento; Marisa Provenzano (Catanzato), Tessitura.

Per la sezione B Poesia Giovani (Premi 300 euro, 200 euro, 100 euro, pergamena e prodotto artigianato): 1 premio a Riccardo Briotti di Roma, con la lirica Haiku delle stagioni; 2 premio a Clery Ceste di San Colombano di Meldola, con la lirica Sono racchiusi in nuclei; 3 premio a Stefano Melandri di Castiglione di Ravenna con la lirica Nebbia. Per la sezione C Poesia Giovanissimi (premi: buoni libro alle scuole partecipanti e pergamena): buono libro di 300 euro alla biblioteca Virgilio Canzi di Sesto San Giovanni; buono libro di 150 euro allIstituto comprensivo Regina Elena di Roma; alla scuola primaria Favini di Coriano; alla scuola primaria Luigi Mariani di Roncofreddo; alla scuola primaria G. Pascoli di Sogliano al Rubicone; alla scuola secondaria di primo grado Ivo Oliveti di

Borghi; alla scuola media P. Calamandrei di Sogliano al Rubicone. Dopo il saluto delle autorit, terr una relazione Giancarlo Pontiggia, critico e poeta. Voce recitante: Gabriele Marchesini, attore e regista; interverranno maestri del Liceo musicale Arturo Toscanini dellEmilia Romagna, diretti dal maestro Anacleto Gambarara. A conclusione, pranzo. Per info e prenotazioni: bbartoletti@gmail.com, cell. 334 3794512. Nel pomeriggio, festa religiosa del Sacro Cuore: incontro con gli artigiani del fuoco, che lungo le vie del borso apriranno i loro laboratori con dimostrazioni dal vivo (manifestazione organizzata dallassociazione La terra e la sua terra, il Comune di Sogliano al Rubicone, lassociazione culturale Agostino Venanzio Reali e la Pro Loco Arcobaleno di Ponte Uso).

Una mostra dedicata al poeta nato 100 anni Le sedi cesenati dellesposizione fa a San Mauro Pascoli aprir il 21 settembre sono la galleria darte Palazzo Ghini e rester aperta fino al 18 novembre e la vicina chiesa di San Zenone

alla libreria cattolica SAN GIOVANNI


via Isei 15, Cesena (tel. 0547 29654)

Giovanni Pascoli Un mito del Novecento


prir a Cesena venerd 21 settembre alle 18,30, presso la chiesa di San Zenone in via Uberti 6, Giovanni Pascoli - Un mito del Novecento, ideata per il centenario della sua morte. Curata da Marisa Zattini e Gianfranco Lauretano, la mostra stata in precedenza ospitata nella Sala delle Colonne a Villa Torlonia di San Mauro Pascoli. A Cesena, sono due le sedi coinvolte: la galleria darte Palazzo Ghini, al piano terra del palazzo in corso Sozzi, in centro citt, e ladiacente chiesa di San Zenone. Scrive nel catalogo il direttore della galleria darte Palazzo Ghini, monsignor Ernesto Giorgi: Ospitare a Cesena, nella galleria darte Palazzo Ghini e nella suggestiva chiesa di San Zenone un progetto culturale-artistico di questo tipo, in una sorta di gemellaggio ideale con il vicino Comune di San Mauro Pascoli, significa voler offrire a tutti, in particolare ai ragazzi del territorio, lopportunit di riflettere sulla figura del nostro grande poeta Giovanni Pascoli e sulle sue tematiche, grazie a poeti e artisti della nostra contemporaneit. Sono i valori pi

NESSUNO GENERA SE NON GENERATO. ALLA SCOPERTA DEL PADRE IN OMERO, DANTE, TOKIEN
a cura della Fraternit San Carlo con testi di Jonah Lynch (Ed. Marietti 1820, 2011, collana I rombi, 6 euro) La Marietti 1820 nella collana I rombi ha pubblicato il libro, curato dalla Fraternit San Carlo con testi di Jonah Lynch, dal titolo Nessuno genera se non generato. Alla scoperta del padre in Omero, Dante, Tolkien. Massimo Camisasca, nella postfazione intitolata Il padre, sorgente di comunione. La paternit come generazione di vita, libert e amore, scrive a p. 72: Ges riviveva la sua figliolanza dal Padre nel rapporto con gli apostoli e in questo modo diventava padre per loro. In questa frase c tutto il senso del libro, che stato trasformato in una mostra itinerante. Anche nella grande letteratura rivive la nostalgia del padre. Ecco perch il libro ci presenta quattro immagini di paternit. Scrive nella presentazione David Lynch alle pp. 10-11: Due sono le immagini di Omero, padre fondatore di tutta la nostra civilt. Nella prima [tratta dallIliade] incontriamo [Achille] un uomo cos violento che quasi una bestia. Ma alla memoria [fatta rinascere in lui da Priamo, il padre del troiano Ettore, che rivoleva il cadavere del figlio, ucciso dalleroe greco] del suo padre lontano, improvvisamente diventa pi uomo. Il rapporto padre-figlio si svela come un luogo fondamentale per costruire lunit fra le persone e le nazioni. La seconda [tratta dallOdissea] ci presenta invece lincontro fra un padre [Ulisse] e un figlio [Telemaco] che hanno lungamente desiderato vedersi. la positivit di una ricerca, padre e figlio sanno di non potere vivere luno senza laltro. E il loro incontro li riempie di nuova forza per affrontare le difficolt della vita. La terza sezione della mostra presenta il bellissimo rapporto di paternit spirituale tra Dante e Virgilio, e aggiunge un nuovo elemento al ritratto: il padre colui che permette al figlio di essere pi grande di lui, senza dimenticarlo. E infine, un capolavoro del nostro tempo, Il Signore degli anelli [di Tolkien], riassume i temi fondamentali in una nuova forma, e tiene conto di un aspetto cruciale: anche un uomo imperfetto pu essere padre. Infatti a p. 53 leggiamo: Gandalf fallibile. Il padre non certo colui che non sbaglia mai: nessuno potrebbe essere cos padre. Piuttosto colui che fa di tutto per lanciare il proprio figlio [Frodo] nella vita, aiutandolo a superare i limiti che egli stesso non ha saputo valicare nella propria.

autentici delluomo Pascoli che vengono riattualizzati oggi, in questa nostra modernit che spesso specchio di inquietudine e di drammi pi che di serenit e felicit, e mettono subito in gioco sentimenti ed emozioni, suggerendo e riformulando il senso di un nuovo esistenzialismo moderno. Fondato sui valori, sulla coscienza, sulletica e su quellesercizio spirituale che appartiene alla sfera del senso religioso, nella ricerca di se stessi e in piena armonia col mondo che ci circonda. Ed proprio questo lo scopo dellevento: riscoprire e reincontrare il nostro Poeta rivisitandolo, oggi, attraverso lo sguardo visionario di quindici artisti, per lo pi romagnoli, e attraverso le parole di quindici poeti invitati. Gianfranco Lauretano e Marisa Zattini hanno chiesto a poeti e artisti di individuare una parola chiave, di pascoliana intimit dalla quale prendere spunto per la realizzazione di unopera per questa specifica mostra. I risultati sono stati diversificati e inaspettati. Un riconoscimento particolare, quindi, agli artisti Gesine Arps, Paola Babini, Claudio Ballestracci,

Francesco Bombardi, Onorio Bravi, Paola Campidelli, Vittorio DAugusta, Graziella Giunchedi, Daniele Masini, Stefano Mazzotti, Luca Piovaccari, Paolo Poni, Carlo Ravaioli, Erich Turroni, Mattia Vernocchi che hanno riattualizzato il ricordo-ritratto emotivo di Giovanni Pascoli, ai quali si aggiunge Marisa Zattini, in doppia qualit di curatrice e artista. I poeti invitati sono: Luciano Benini Sforza, Caterina Camporesi, Rosita Copioli, Narda Fattori, Gianni Fucci, Francesco Gabellini, Gianfranco Miro Gori, Mariangela Gualtieri, Ivo Guasti, Gian Ruggero Manzoni, Giovanni Nadiani, Luigi Riceputi, Davide Rondoni e Nevio Spadoni, con un omaggio speciale a Tonino Guerra. Gianfranco Lauretano risulta nel duplice ruolo di curatore e poeta. Tutti hanno composto una lirica per Giovanni Pascoli. Il progetto documentato in un librocatalogo, edito da Il Vicolo Editore, ricco di contributi a firma, oltre che dei curatori, di Gabriella Baldissera, Roberta Bertozzi, Luigi Riceputi e altri. La mostra rester aperta dal 21 settembre al 18 novembre.

Quadri di Giancarlo Turroni e Loris Pasini allex Pescheria


stata inaugurata sabato 8 settembre, a Cesena presso la galleria comunale Ex Pescheria, la mostra dei pittori Loris Pasini e Giancarlo Turroni. I due artisti, nel loro operare avvertono la necessit di ritornare allindagine interiore, di manifestare le loro inquietudini e le loro aspirazioni, di andare oltre limpressione visibile per esprimere il mondo complesso dellinvisibile, il mondo dello spirito esistenziale. in questo terreno che si evolve la personalit di Pasini e di Turroni. Dalle oltre cento opere esposte si deduce che la loro pittura si articola in composizioni dove il colore distribuito in tutta la sua conoscenza, sono pittori calda pienezza. pittura da loro sentita supportati da uno spirito In possesso di una certa come specchio del proprio indagatore e spontaneit di visione intimo mondo spirituale. sperimentatore. unitaria creano opere Se Turroni pi istintivo, Allinaugurazione, equilibrate nella quello che fa esplodere i presenti lassessore alla collocazione sia dei soggetti, colori con pi esasperata Cultura del Comune di sia delle luci e delle ombre. violenza, che riporta le sue Cesena Maria Elena Baredi e Pasini e Turroni, autodidatti, immagini, i suoi personaggi un folto gruppo di si sono formati con gioiosa vitalit, Pasini estimatori, sono intervenuti frequentando da ragazzi lo pi fantasioso, le sue tele il docente dellUniversit di studio dei pittori cesenati sono pi silenziose, i colori Modena e Reggio Emilia Sughi, Caldari e Cappelli, e sono distribuiti e accostasti Mauro Casadei Turroni anche attraverso le opere quasi con delicatezza. Ma Monti, che ha presentato le dei grandi del passato. La entrambi hanno sete di

opere dei due artisti, il concertista di chitarra Michelangelo Severi che ha suonato brani di musica classica, il giornalista Paolo Turroni e lattore Ilario Sirri che hanno letto scritti di Leonardo e Michelangelo. La mostra rimarr aperta fino al 23 settembre, tutti i giorni dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19. Enrico Guidi

20

Gioved 13 settembre 2012

Cesena & Comprensorio


Cesena
Famiglie accoglienti
Festa delle famiglie affidatarie sabato 15 settembre dalle 15,30 alle 18,30, al Parco Fabio nel quartiere Oltresavio. Giochi, burattini e merenda per bambini e famiglie. Sono previste testimonianze sullaccoglienza. In caso di maltempo la festa si svolger nei locali della parrocchia di San Rocco.

Cesena flash
Libro di poesie
Sar presentato venerd 21 settembre alle 17,15 nella sala lignea della Malatestiana il libro di poesie "Abbah: Ba" di Gino Della Vittoria (Il Ponte Vecchio, 2012).Interverranno il vescovo Douglas Regattieri, leditore Roberto Casalini e il sindaco Paolo Lucchi. Si tratta del terzo volume di Gino Della Vittoria, che fa seguito a "Capire i silenzi" e "Int un nt sid".

Cesena

Film e lirica

Cesena

Torneo di Maraffone
Organizzato da Banca di Cesena e Associazione Vivere il Tempo, si svolto un torneo di Maraffone con lo scopo di raccogliere fondi per le popolazioni dellEmilia colpite dal terremoto. Grande partecipazione e coinvolgimento alliniziativa. Alla ne risultata vincitrice la coppia formata da Gabriella Casadei e Marzio Montesi; al secondo posto Elisabetta Piraccini e Vanzio Antolini; al terzo posto Alberta Bisacchi e Venanzio Brandolini.

Riapre il cineteatro Victor di San Vittore. Sabato 15, domenica 16, marted 18 e gioved 20 settembre alle 21 sar in visione il lm brillante di Laura Morante "Ciliegine" (2012). Ingresso 3,50 euro. In diretta dallOpera di Parigi, mercoled 19 settembre alle 19,30 sar trasmessa lopera in 5 atti di Jacques Offenbach "I racconti di Hofmann". Ingresso 10 euro.

Banche e imprese
Un convegno sul tema "Banche e imprese: di cosa stiamo parlando. La gestione economiconanziaria delle Pmi" si terr marted 25 settembre dalle 21 nella sala "Eligio Cacciaguerra" della Banca di Cesena in viale Bovio. E organizzato dalla Compagnia delle opere (Cdo) di Forl-Cesena e dalla Scuola dimpresa. Parteciperanno Roberto Graziani direttore generale di "Graziani Packaging", Alessandro Berti dellUniversit di Urbino e Denis Merloni, assessore provinciale.

Gambettola
Cena benefica

Cesena

Amici del Monte, gita a Venezia


Per venerd 28 e sabato 29 settembre la Societ Amici del Monte in collaborazione con lAbbazia di Santa Maria del Monte, con lintento di iniziare a preparare le importanti celebrazioni del bicentenario dellincoronazione della Madonna del Monte dalle mani del Papa Pio VII, propone una gita culturale a Venezia. Accompagner il gruppo Padre Giuseppe Febbo, priore emerito del Monastero benedettino di San Giorgio in Venezia. Con la guida di Baykar Sivazliyan, si andr anche alla scoperta della Venezia armena. Per informazioni: Nives ed Umberto Gaggi presso lerboristeria, oppure al numero 0547610399.

Un tratto di corso Mazzini gioved 13 settembre dalle 20 diventer un "ristorante allaperto" con cena su 36 tavoli del ristorante "Of Course" di Gambettola, accompagnata dalla voce di Annalisa Bartolini. Allinterno dellarena Fellini spettacolo di burattini per i bambini della compagnia "Arrivano dal Mare". La serata proseguir con una slata di moda e musica con Dj. Liniziativa beneca a favore dei terremotati di San Felice sul Panaro promossa dal bar Giambellino e da alcuni commercianti di corso Mazzini. Prenotazioni allo 0547 53341.

Meeting sulle donne


Avr luogo presso il Municipio il meeting nellambito del progetto europeo Hera nelle giornate di marted 18 e mercoled 19. Lobiettivo quello di incrementare lattenzione sulle donne vittime di violenza domestica. Lassessore Lia Montalti presenter il progetto Hera e la polizia di Valencia illustrer i risultati delle esperienze formative.

A Cesena quattro venerd a cura di Musicsena

SantAgostino culla di musica classica


LAccademia Musicsena e lassociazione culturale Arcangelo Corelli, due realt recenti ma gi molto note a Cesena e Ravenna per le rispettive produzioni che raccolgono sempre molto successo di pubblico e critica, propongono quattro appuntamenti con la musica lirica e classica, 4 venerd musicali di alto livello, distribuiti da settembre a dicembre 2012. Nei giorni scorsi si tenuta la presentazione ufficiale della rassegna, intitolata Suoni e Colori in Concerto a SantAgostino che vedr la recentemente ristrutturata chiesa di Piazza Aguselli ospitare le performance dei giovani musicisti dellOrchestra Corelli e dei coristi di Musicsena, che di volta in volta accompagneranno due violinisti di talento al loro debutto: Federica Zanotti e Nicol Grassi e alcuni nomi internazionali della lirica: Gladys Rossi, Daniela Pini, Gian Luca Pasolini, Alberto Bianchi, Maurizio Scarfeo. Il tutto sotto la direzione dei due giovanissimi maestri concertatori e direttori artistici della Musicsena e della Corelli, Silvia Biasini e Jacopo Rivani, che apriranno la rassegna insieme, alternandosi alla direzione del primo concerto. Ad arricchire la rassegna, suggellando una collaborazione allargata con altre realt artistiche di prestigio sparse sul territorio, la partecipazione del coro Quadriclavio di Bologna diretto da Lorenzo Bizzarri e del coro Ludus Vocalis di Ravenna, diretto da Stefano Sintoni. Il primo appuntamento, "Gran Concerto Barocco", che si terr venerd 14 settembre alle 21, dedicato alla musica corale, vocale e strumentale dellepoca, e vedr protagonisti la giovane violinista Federica Zanotti di Ravenna, il soprano

Mostra
Rester aperta dal 15 settembre al 14 ottobre alla galleria comunale darte del Palazzo del Ridotto la mostra "Esercizi di R-Esistenza" di Luca Bellumore e Monia Marchionni. Orari di visita: dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 16,30 alle 19,30 mercoled, sabato e domenica; dalle 16,30 alle 19,30 marted e venerd. Linaugurazione si svolger sabato 15 alle 18,30.

Serata rotaryana
Conviviale del Rotary club Cesena venerd 14 settembre dalle 20,15 al ristorante Casali sul tema "Per stare e fare insieme: iniziative, services e programmi 1012-2013- interclub con il Rotaract".

romagnolo Gladys Rossi, lorchestra Corelli e il Coro Musicsena, sotto la direzione congiunta di Silvia Biasini e Jacopo Rivani.

Montiano
Concerto jazz

Gatteo

Prodotti naturali
In piazza Castello sabato 15 e domenica 16 settembre dalle 15 si svolger la IV edizione di "fra Cielo e Terra" con seminari, conferenze, discipline bio-naturali, esposizione e degustazione di prodotti naturali. La conferenza di apertura si terr alloratorio di San Rocco, venerd 14 alle 21.

Sogliano

I Santi nellarte

Mercato Saraceno
"Vicinius" a Montesorbo

I coniugi Gabriella e Michelangelo Severi presentano in collaborazione con la Pro loco un concerto per la raccolta di fondi che serviranno alla costruzione di una scuola in Camerun. Si terr al centro culturale San Francesco, luned 17 settembre alle 21. Si esibir Carlo Atti con la sua Band di ritorno dalla tourne negli Stati Uniti.

Avr luogo sabato 15 settembre alle 17,30 nella millenaria abbazia di Montetiffi il sesto incontro della rassegna "I nostri Santi nellarte" promossa dal Comune. E dedicato a san Leonardo, protettore dei prigionieri e delle puerpere. Si terr allinterno della festa "La terra del fuoco" che proseguir anche domenica 16, quando gli artigiani apriranno i loro laboratori con dimostrazioni dal vivo.

Alla pieve di Montesorbo, in comune di Mercato Saraceno, sabato 15 settembre alle 21 sar riproposto Vicinius, racconto musicale per coro, organo, archi e voci recitanti sulla vita del patrono Vicinio. E diretto dal maestro Fausto Rinaldi che ha curato testi e musiche.

Gambettola

Movimento e alimentazione
Comune, societ sportive e Wellness foundation Technogym danno appuntamento al Parco Fellini, sabato 15 settembre dalle 14,30 alle 18,30, per la 1^ edizione di "Gambettola si muove". Liniziativa nasce con lo scopo di educare a corretti stili di vita, partendo dallattivit sica e da una sana alimentazione. Baster presentarsi in abbigliamento sportivo per essere accolti da istruttori qualicati ed esperti nutrizionisti.

Longiano
Asta pubblica

Cesena
Centenario di Brc
Dal 13 al 16 settembre Banca Romagna Cooperativa celebra il centenario della Cassa rurale di Martorano, fondata dal parroco don Eugenio Medri e da un gruppo di artigiani, commercianti e agricoltori nel 1912. Tutti gli appuntamenti si svolgono nei locali della parrocchia. Gioved 13 alle 21 si terr un convegno con lo storico Claudio Riva. Venerd 14, dopo la cena sociale, si terr la premiazione del torneo di bocce. Sabato 15, alle 15 presso il centro sportivo di via Calcinaro si svolge la festa dello sport. In serata, dopo la cena sociale, spazio alla comicit con la commedia L mei terd che mai a cura della compagnia Quii ad San Zili. Domenica 16 settembre si parte alle 9 per la pedalata per i soci. Alle 11 in chiesa il parroco don Andrea Budelacci celebra la messa. Nel pomeriggio musica con Renzo e Luana.

Il Comune ha indetto unasta pubblica col metodo delle offerte segrete in aumento per lassegnazione per sei anni del locale bar a Crocetta con una supercie di 312 metri quadri. Il canone annuo di partenza ssato a 13mila euro. La gara avr luogo alle 10 del 27 settembre 2012 in municipio. Il contratto rinnovabile per altri sei anni. Le proposte dovranno pervenire entro le 13 del 24 settembre. Il bando si pu consultare sul sito: www. comune.longiano.fc.it.

Bagno di Romagna
Concorso darte

Bagno di Romagna
Fiaccolata e musical

Bagno di Romagna
Concerto dorgano

C tempo no al 21 settembre per partecipare al "Concorso nazionale di pittura, scultura e oreceria - Sacro Corporale" che il Comitato Artistico della Parrocchia di Santa Maria Assunta di Bagno di Romagna promuove nellambito delle celebrazioni per lAnno giubilare nella ricorrenza del 600 anniversario del Miracolo Eucaristico del "Sacro Corporale". Tutte le informazioni in parrocchia.

Al termine dellultima accolata notturna sul Sentiero degli Gnomi che partir alle 21 con ritorno a piazza Ricasoli, la compagnia di Gnomo Mentino presenter, sabato 15 settembre al Padiglione delle Fonti, il nuovo musical "Il sogno di un bambino". Lingresso a offerta libera e il ricavato sar donato ai terremotati dellEmilia.

Domenica 16 settembre, alle 20,30, nella basilica di Santa Maria Assunta, nellambito delle iniziative per i 600 anni del Miracolo del Sacro Corporale, proseguono gli incontri culturali con la conferenza " Maestro di SantIvo e i bagliori dorati. Il gotico internazionale a Firenze (1375 - 1440)" a cura di Angelo Tartuferi, vice direttore della Galleria degli Uffizi di Firenze. Liniziativa sar intermezzo del concerto dorgano di Luca Scandali, "Preludio e fuga", con musiche di Bach, Scarlatti, Mozart, Mendelssohn Bartholdy.

Sport

Gioved 13 settembre 2012

21

Per il Mister si tratta di un ritorno dopo le due promozioni consecutive


La presentazione di Mister Bisoli, marted pomeriggio allo stadio (Pippofoto)

2xbene
Si svolger a Longiano sabato 15 e domenica 16 settembre la 12esima edizione della "Longiano in bicicletta". La manifestazione avr il suo clou nella "2xBene", la crono-coppia ciclistica beneca in programma domenica pomeriggio, con partenza da piazza Tre Martiri dalle 14,45. "Limpegno immenso e le iscrizioni procedono bene", ha fatto sapere lavvocato Roberto Landi, "regista" della due giorni di sport e benecenza. La "2xBene" ha il suo prologo sabato 15 con la consegna, alle 20,30 presso il teatro Petrella, del 10 premio alla carriera sportiva "Citt di Longiano". La serata sar condotta dal giornalista sportivo Giorgio Martino e sar premiato il

Un Campedelli se ne va Si riparte da Bisoli


opo tre giornate esonerato il mister Nicola Campedelli. Il pessimo avvio di campionato, fatto di tre sconfitte su tre con passivi sempre pi pesanti hanno portato la dirigenza a questa scelta drastica. Al suo posto Pier Paolo Bisoli, presentato marted pomeriggio.Lennesima batosta casalinga (1-4 col Novara) ha suonato un campanello dallarme che gi aveva fatto capolino nel corso delle

prime due uscite stagionali: 10 gol subiti e appena due segnati (sempre da Graffiedi) sono uno score da retrocessione anticipata. Ovviamente il tempo per recuperare c, ma bisogner fare in fretta. Gi da sabato pomeriggio alle 15, quando i bianconeri di Romagna saranno di scena in trasferta contro la Ternana. La formazione umbra appaiata in classifica proprio al Cesena, ovvero ferma al palo a quota zero dopo le

prime tre giornate. I rossobl sono di ritorno da Bari dove hanno incassato un perentorio 2-0 a favore dei "galletti" pugliesi. La neopromossa Ternana sta pagando lo scotto del noviziato. Partita ovviamente con lintento di salvarsi sta faticando oltremodo per trovare il bandolo della matassa. Un po come il Cesena visto finora del resto. Ecco perch quello che si vedr questo sabato sar gi un match da dentro o fuori, per capire chi, tra le due contendenti, potr iniziare a guardare il futuro con pi serenit. A Cesena in questo momento di serenit ce n ben poca. Il capitombolo al Manuzzi col Novara ha riacceso la contestazione del fedelissimo pubblico cesenate, capace anche questanno di staccare pi di 7700 tessere di abbonamento. Tifosi cha hanno largamente contestato la dirigenza nel corso della gara persa per 4-1 col Novara, dove una tripletta di Mehmeti aveva gi annichilito i sogni bianconeri nel corso del primo tempo. A metterci una piccola pezza ci aveva pensato il solito Graffiedi, con un gol a inizio ripresa. Poi per in 10 contro 11 per lespulsione di Iori, i bianconeri hanno incassato anche il definitivo 41 ad opera di Gonzalez. Contro la Ternana mancheranno Succi e Iori, entrambi squalificati dal giudice sportivo. Eric Malatesta

Una gara in memoria di Marco Pantani


Fine settimana targato "Panathlon club Cesena" quello che sta per aprirsi in Romagna. Sabato 15 andr in scena il "Memorial Marco Pantani" e domenica 16 sar la volta della "2xbene" di Longiano (confronta pezzo in pagina). Il "Memorial Pantani", competizione ciclistica internazionale riservata ad atleti professionisti, inserita nel calendario Uci (Unione ciclistica internazionale) ed dedicata alla memoria del campione di Borello (dove si trova il Cesenatico. La corsa si tiene monumento a Pantani), San dal 2004, anno della Carlo, Carpineta, Calisese, prematura morte di Pantani. Longiano, Savignano sul Questanno la partenza Rubicone e Cesenatico, dove i prevista per le 11 di sabato 15 ciclisti dovranno affrontare settembre dalla rotonda per 4 volte un circuito con "Panathlon" di Cesena. arrivo in piazza Marconi. Larrivo sar a Cesenatico Alla gara sono iscritte 24 verso le 15. Il percorso (184 squadre professionistiche chilometri) toccher ancora composte da 8 corridori una volta le strade care a ciascuna, in rappresentanza Marco Pantani: Cesena, la di 35 nazioni. Tra gli iscritti salita di Monte Vecchio a figurano atleti che si sono

Foto archivio Armuzzi

messi in particolare evidenza nelle ultime stagioni. Tra questi Damiano Cunego,

vincitore, nel 2004, del Giro dItalia. Mv

velocista Michele Dancelli, classe 1942, vincitore della Milano-Sanremo del 1970. Numerosi campioni del ciclismo di ieri e di oggi hanno garantito la loro presenza sia alla serata di sabato sia alla gara di domenica. Sono dati per certi Gianni Motta, Arnaldo Pambianco, Gigi Sgarbozza, Andrea No, Massimo Apollonio, Michele Bartoli ed Eddy Mazzoleni con la moglie Elisa Basso (sorella di Ivan). In forse Francesco Moser, campione del mondo su strada e su pista, oggi imprenditore vitivinicolo, impegnato nei prossimi giorni con la vendemmia. Dancelli non sar lunico premiato. Sar attribuito un riconoscimento alla longianese Giulia Gori (12 anni), talento della danza e del pianoforte, al montianese Simone Buda che, nella categoria esordienti (13 anni), ha vinto 18 corse ciclistiche su 22 disputate, e al cervese Andrea "Pelo" Di Giorgio, vincitore della "Nove colli challenge", una prova di resistenza lunga 4 giorni. Sar attribuito un riconoscimento anche a Lorenzo Genovese, il non vedente che ogni anno compie 15 ore di treno, partendo da Reggio Calabria, per partecipare alla "2xBene" di Longiano. La crono-coppia sar preceduta, domenica mattina, dalla "Tutti X bene", mediofondo beneca, valevole come prova del campionato Acsi, e dalla corsa podistica "Cammina X bene". Il ricavato dellintera manifestazione sar devoluto alla casa famiglia "Papa Giovanni XIII" di Santa Paola (Roncofreddo), alla Caritas di Longiano, alla comunit terapeutica "San Luigi" di Balignano e a favore della longianese Giovanna Bisulli, che, a Rimini, assiste bambini ammalati provenienti dalle zone pi povere del mondo. Matteo Venturi

Ponte Giorgi

Piatti tipici romagnoli, accompagnati da pizzichi di novit e voglia di scoprire sapori particolari. Pasta fatta in casa e dolci scrupolosamente secondo le ricette delle nostre nonne

Ristorante Albergo Bar


47020 Cella di Mercato Saraceno (Fc) Tel. 0547 96581-96563 - fax 0547 96636 pontegiorgi2004@libero.it Facebook: Pontegiorgi Risto

22

Gioved 13 settembre 2012

Sport Csi

Pagina a cura del Centro Sportivo Italiano Comitato di Cesena

Terminate le iscrizioni al torneo amatoriale di Calcio Dilettanti 2012-2013, il pi importante della Romagna considerato lalto numero di formazioni che vi partecipano

In breve
Campionato Calcio a 7 maschile
Luned 24 settembre scade il termine di iscrizione al campionato di calcio a 7 maschile, giunto alla sua 11esima edizione (nella stessa giornata alle 21 presso la sede del comitato cesenate si svolger la riunione delle societ aderenti). La competizione sar suddivisa in gironi e serie in base alle squadre iscritte. Possono partecipare societ sportive, gruppi spontanei, bar, circoli aziendali e ricreativi regolarmente affiliati al Csi di Cesena. Le gare si svolgeranno nelle giornate del luned, marted, mercoled e gioved con inizio compreso tra le 20,30 e le 22,15 (orari e giornate saranno indicati dalla commissione calcio a 7). I campi di gioco sono quelli del Cs Martorano, Cs Kick Off, Cs Parco 5 Pini, Cs Gatteo, Cs Ponte Abbadesse e altri centri, previa omologazione della Commissione di Calcio a 7 del Csi cesenate. Per i tesserati Figc, il tesseramento si chiude il 20 dicembre 2012. Potranno prendere parte al campionato atleti Figc di 3 categoria in numero illimitato, di 2 e 1 categoria in numero massimo di due atleti e atleti Figc di serie C e D di calcio a 5. Non sono poste limitazioni ad atleti che partecipano solo allattivit giovanile Figc.

Quarantadue squadre per un campionato


opo la scadenza delle iscrizioni al campionato provinciale di calcio riservato alla categoria Dilettanti, abbiamo il quadro completo della composizione delle serie e dei gironi relativi alla competizione amatoriale calcistica pi importante a livello romagnolo, considerato il numero elevato delle squadre partecipanti (ben 42) e la loro provenienza. Nella serie Eccellenza, da cui uscir a fine stagione la societ vincitrice del titolo di categoria (la Pol. Sala ha i favori del pronostico, avendo vinto le ultime due edizioni) troviamo 14 compagini: Asd Diegaro Cantina Cesena, Polisportiva 5 Cerchi Macerone, Polisportiva Cesuola, Polisportiva

Forza Vigne, Polisportiva San Mauro in Valle, Asd San Cristoforo 1985 (tutte di Cesena), Polisportiva Sala, Polisportiva Boschetto, Asics Cannucceto Metal 3 (in rappresentanza della zona di Cesenatico), Asd Montaletto-Villa Inferno, Asd Valle 86 Savignano, As Badia Us Mercatese e As Sampierana (le ultime due a difendere i colori della vallata del Savio). Anche la serie A composta da 14 formazioni con meccanismi di promozione alla serie superiore e retrocessione a quella inferiore al termine del campionato: Ideal Sport Bulgaria, Polisportiva Il Compito, Polisportiva Sidermec -F.lli Vitali, Ac Fiumicinese (le ultime tre fanno riferimento al territorio del Rubicone), Asd Gs Pioppa, Climagas Ponte Pietra, Asd Rubicone-Calisese,

Polisportiva Forza Vigne (tutte di Cesena), Us Capannaguzzo Polisportiva Don Bosco, Asd San Colombano Italtex Meldola, Refugium Corpol Rimini, Ss Acquapartita Calcio, Ss Body Art Bagno di Romagna, Asd Mastri Wollas San Piero in Bagno (in rappresentanza della Vallata del Savio). La serie cadetta invece, che prevede solo promozioni alla serie superiore, vede ladesione di 14 societ: Polisportiva Bulgarn, As Real Cesena 2004, As Cesena Over 35, La Pieve - CU 29 Lattoneria, As Polisportiva San Carlo (tutte di Cesena), Usd Budrio 1982, Asd Calcio Ponente, Asd Audax Forlivese, Pol. 2000 Calcio Cervia, Real Pinarella Bar Times, Edilcasanova Montecastello Bar Leonardi, Gs Cella Ponte Giorgi, Coosmonda Quarto e Fg Piadina & Sangiovese Montecastello (le ultime quattro fanno riferimento al territorio della Vallata del Savio).

Coppa Calcio Dilettanti Valentini


La Coppa di Calcio 2012/13 riservata alla categoria dilettanti e intitolata alla memoria di Gianfranco Valentini, ex arbitro, dirigente e presidente del comitato cesenate del Csi, avr inizio al termine del girone di andata del campionato di calcio rivolto sempre alla medesima categoria. Al momento risultano iscritte 25 societ: Pol. 2000 Calcio, As Badia, Cesena Over 35, Pol. Boschetto, Real Pinarella Bar Times, Ss Body Art, Us Mercatese 1931 Asd, Asics Cannucceto, Usd Budrio 1982, Pol. San Mauro in Valle, Ideal Sport Bulgaria, Refugium Corpol, Pol. Sidermec, As Diegaro, Asd Calcio Ponente, Asd Sancolombano Italtex, Pol. Bulgarn, Us Capannaguzzo, Asd San Cristoforo 1985, Asd Montaletto, Asd Gs Pioppa, Polisportiva Il Compito, Pol. 5 Cerchi, Asd Valle 86 e Gs Ponte Pietra. Ulteriori iscrizioni saranno accettate con riserva.

I tornei sono aperti a societ sportive, gruppi spontanei, bar, circoli aziendali e ricreativi, affiliati al Csi

Calcio a 5 femminile e maschile, tutto pronto


enerd 21 settembre scade il termine di iscrizione al 23esimo campionato di calcio a 5 femminile e nella stessa giornata alle 21 si terr presso la sede del comitato cesenate del Csi la riunione dei dirigenti delle societ che hanno aderito alla competizione, che sar suddivisa in gironi, tenendo presente la posizione geografica dei campi di gioco. Possono partecipare societ sportive, gruppi spontanei, bar, circoli aziendali e ricreativi regolarmente affiliati al Csi di Cesena. Le societ affiliate ad altri comitati Csi dovranno garantire gli arbitri del proprio comitato per le gare interne. Le gare si svolgeranno nelle giornate del luned, marted, mercoled e venerd (con inizio compreso dalle 21 alle 22,15), domenica (con inizio compreso tra le 18 e le 21,30). Orari e giornate saranno indicati dalla societ ospitante in accordo con la commissione calcio a 5. Il campo di gioco, previa omologazione del-

la Commissione calcio a 5, sar scelto dalla societ ospitante, che avr a suo carico il costo dello stesso. possibile tesserare un numero illimitato di atlete Figc, salvo atlete che partecipano al Campionato Figc Serie A Calcio a 11, ma consentito schierare in ogni elenco una sola giocatrice che ha preso parte nella stagione 2012/13 a gare di calcio a 5 e a 11 Figc; per le sole tesserate Figc il tesseramento si chiude il 20 dicembre 2012. Il tesseramento sempre aperto a tutte le altre giocatrici. Non sono posti limitazioni ad atlete che partecipano solo allattivit giovanile Figc (primavera inclusa). La stessa scadenza valida anche per il 21esimo campionato di calcio 5 maschile, che sar strutturato tenendo presente le indicazioni che le societ presenteranno in sede di riunione (girone unico o pi gironi, playoff/playout). Al campionato sar associata una Coppa a iscrizione gratuita.

Per la partecipazione alla competizione, valgono le medesime regole gi indicate per il campionato femminile. Le gare si svolgeranno nelle giornate del luned, marted, mercoled e venerd, con inizio compreso dalle 21 alle 22 (orari e giornate saranno indicati dalla societ ospitante in accordo con la commissione calcio a 5). Il campo di gioco verr scelto dalla societ ospitante che avr a suo carico il costo dello stesso. Per i tesserati Figc, il tesseramento si chiude il 20 dicembre 2012; rimangono comunque esclusi dalla partecipazione al campionato i giocatori tesserati Figc che abbiano preso parte (andati in elenco) a gare di Campionato o Coppa Figc calcio a 5 di Serie A e B nella stagione 2012/13 o preso parte (scesi in campo) a gare di Campionato calcio Figc, serie professionistiche nella stagione 2012/13. Il tesseramento aperto a tutti gli altri giocatori.

Pagina Aperta

Gioved 13 settembre 2012

23

Il direttore risponde
Su queste colonne il dialogo franco e aperto Sono tante e diverse le urgenze da affrontare

LOcchio indiscreto

aro direttore, credo che il buon Pisapia, come lo chiama Stefano Spinelli (cfr. pag. 23 del Corriere Cesenate del 30 agosto), sia stato eletto sindaco di Milano non perch gli elettori cattolici non avevano letto il suo programma dove affermava che lamministrazione comunale avrebbe dovuto promuovere e tutelare i diritti costituzionali attinenti alla dignit e alla libert della persona, contrastando ogni forma di discriminazione, in particolare quelle riferite agli orientamenti sessuali ma proprio perch molti cattolici avevano letto e condividevano quellimpegno. Come anchio avrei fatto se fossi stato cittadino di Milano. Ci si deve rendere conto che i cattolici su questo, come su altri temi eticamente sensibili, non la pensano tutti allo stesso modo, che vi sono sensibilit diverse che traggono origine, in particolare, da modalit diverse di approccio alla realt. Coloro che sostengono la necessit di un riconoscimento e di una disciplina giuridica delle unioni di persone omosessuali partono dalla considerazione della realt, caratterizzata dalla presenza di numerose coppie di persone omosessuali e dalla rivendicazione del riconoscimento della parit di diritti da parte loro. Perch non considerare lemergere di questa domanda di riconoscimento di dignit umana piena da parte delle persone omosessuali, come da parte degli eterosessuali che li conoscono e ne condividono la lotta, come un segno dei tempi di oggi, come lo furono, secondo lintuizione di Giovanni XXIII quasi cinquanta anni orsono, le lotte di liberazione dei popoli coloniali e la rivendicazione da parte delle donne della piena e pari dignit umana? Questo problema allora non si poneva, oggi si pone, perch concreto e pressante, un dato di realt ineludibile. Ed oggi che si deve dare una risposta soddisfacente in termini di diritto. Non necessario cercare una super-cupola dei diritti civili per spiegare la diffusione a livello europeo di una cultura del riconoscimento delle unioni omosessuali, basta avere una consapevolezza laica del pluralismo e della complessit sociale; guardarsi attorno e saper vedere la realt; interrogare la propria coscienza; magari, avere la fortuna, direi la grazia, come capita a molti, di conoscere ed essere in amicizia con coppie di persone omosessuali, o con persone omosessuali che hanno sofferto e soffrono emarginazione quando non persecuzione. Una volta colta la domanda di giustizia nascente dalla realt, doveroso e non difficile cercare risposte adeguate, sia nellinsegnamento della

Chiesa, per i credenti pensanti, sia nella Costituzione, per tutti i cittadini. Secondo la Gaudium et Spes (29, 2): Ogni genere di discriminazione nei diritti fondamentali della persona, sia in campo sociale che culturale, in ragione del sesso, della stirpe, del colore, della condizione sociale, della lingua o religione, deve essere superato ed eliminato, come contrario al disegno di Dio. Lart. 2 della Costituzione afferma:La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili delluomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalit.. Tra queste formazioni sociali in cui si svolge la personalit del cittadino omosessuale rientra a pieno titolo anche la coppia. Il discorso potrebbe proseguire a questo punto sulla famiglia e le famiglie, e sullart. 29 della Costituzione. Ma qui per ora mi fermo perch, a parte la lunghezza di questo doveroso intervento, credo che lo spazio per affrontare questi problemi non possano essere le forche caudine della rubrica: Il direttore risponde ma dovrebbe essere lapertura del Corriere alla pluralit delle voci e sensibilit esistenti nella nostra Chiesa e nella nostra Citt, con pari dignit, in un dialogo franco e aperto. Cordiali saluti. Vincenzo Andreucci Carissimo Andreucci, la tentazione di vivisezionare il suo scritto fortissima, perch, lo creda, le sue righe lo meriterebbero davvero. Resisto (per ora) e passo oltre. Lei, in unaltra occasione, spero avr la bont di spiegarmi cosa dovrei intendere per consapevolezza laica del pluralismo e della complessit sociale perch mi risulta alquanto oscuro, cos come mi poco chiaro chi siano i credenti pensanti che lei cita a proposito dellinsegnamento della Chiesa. Siccome non ho alcuna intenzione di umiliare nessuno, come lei fa invece intendere che io faccia ogni settimana con la gestione di questo spazio (le forche caudine della rubrica il direttore risponde), giro ai lettori la questione che lei pone. Non occorrono, e mi creda su questo, n doverosi interventi n richiedere che il Corriere si apra a una pluralit di voci e non c bisogno neppure di domandare un dialogo franco e aperto. Piuttosto mi pongo un altro quesito: davvero il riconoscimento delle coppie omosessuali un problema concreto e pressante, un dato di realt ineludibile? Pensavo ad altre urgenze, di questi tempi. Ma forse mi sbagliavo. Sullargomento da lei evidenziato le consiglio la lettura dei numeri dal 2357 al 2359 del Catechismo della Chiesa Cattolica. Cordialit. Francesco Zanotti zanotti@corrierecesenate.it

Con la fine dellestate sono attese le piogge, anche intense. Non tutti i corsi dacqua sono stati ripuliti e ci aumenta il rischio di esondazioni. La foto stata scattata sul Pisciatello, allaltezza della via Emilia a Case Castagnoli di Cesena. Si nota come lalveo del torrente sia in parte occluso da canne, piante e arbusti.

Da San Domenico pellegrini in Terra Santa


Caro direttore, in preparazione allanno della fede, dalla parrocchia di San Domenico di Cesena, dal 30 agosto al 6 settembre, abbiamo com-

FOTO DI GRUPPO DEI PARTECIPANTI AL PELLEGRINAGGIO IN TERRA SANTA PROMOSSO DALLA PARROCCHIA DI SAN DOMENICO DI CESENA

piuto un pellegrinaggio in Terra Santa, luogo che Dio ha scelto per incontrare luomo. Per poter varcare le frontiere del mistero, bisogna certamente avere alcune disposizioni interiori. Abbandonare le proprie sicurezze, le proprie comodit della casa per mettersi in cammino. Avere latteggiamento del bambino, cio della semplicit e dellabbandono per riuscire a stupirsi di fronte alla realt, alla grandezza della vita. Leggere il mistero della vita con il cuore. Il Signore ha nascosto queste cose ai sapienti e le ha rilevate ai pi piccoli. Ecco un po la linea che ci siamo dati prima di entrare nel cuore del nostro pellegrinaggio. In una trentina di persone, siamo partiti il 30 agosto, con lobiettivo di conoscere le radici della nostra fede cristiana, non solo attraverso la lettura della Sacra Scrittura, ma soprattutto facendo risuonare la Parola dentro ai luoghi dove i fatti narrati sono veramente avvenuti; e mettere in evidenza quello che Ges ha fatto e ha detto a noi in questi luoghi santi. Lesperienza del deserto mi ha molto sconvolto, luogo di solitudine, dove inizia la storia di un incontro inatteso tra Dio e luomo nel quale nasce un patto che dona la libert. Eravamo come il popolo ebraico dalluscita della terra della schiavit davanti al monte per celebrare la festa del nostro incontro con Dio, cio lEucaristia, la nostra Pasqua. Partendo da Nazareth, attraverso il monte Tabor, Cana di Galilea, Tiberiade, Cafarnao e Gerusalemme abbiamo avuto lopportunit di percorrere il cammino della nostra fede, che un incontro con la persona di Cristo. Il Vangelo ridiventa cammino, ricerca, stupore. Abbiamo ripercorso il cammino mattutino delle pie donne che si recarono al Sepolcro con mirra e aloe per ungere il Cristo morto, con la disponibilit allincontro e con il coraggio mancato ai discepoli. La cosa pi commovente stato proprio il nostro ingresso a Gerusalemme con il salmo 122, un lungo viaggio, ma pieno di preghiera, di lode, soprattutto di gratitudine per essere stati chiamati nella citt che il cuore del mondo: Gerusalemme! E con noi ognuno di voi. Quale gioia quando mi dissero, andremo alla casa del Signore! Ora i nostri piedi, oh Gerusalemme si fermano davanti a te!. stato emozionante leggere e pregare questo salmo, sapendo che qui, Ges ha vissuto, ha pianto, morto, ed Risorto! Sapere che questa terra ha accolto le lacrime e il sangue del Signore, come Maria sotto la croce, ci unisce profondamente a questo luogo come chiamato da Dio per vivere questa esperienza. Abbiamo terminato il nostro pellegrinaggio con la Santa Messa al Cenacolo. Per concludere vorrei ringraziare Luciano Veneri per lorganizzazione e tutti coloro che hanno partecipato al pellegrinaggio. Penso che il nostro pellegrinaggio inizi con la meditazione di tutto quello che abbiamo vissuto. don Firmin Adamon

Il nostro impegno per chi si impegna


Il leasing della

ARREDI SACRI DI SEMPRINI


Gabriele e Severino
sas

FEDERIMPRESE EMILIA-ROMAGNA

e degli Istituti Azionisti: Cassa di Risparmio di Cesena Banca di Romagna Banca CRV Cassa di Risparmio di Vignola Cassa di Risparmio di Cento Cassa di Risparmio di Rimini Cassa di Risparmio di Fabriano e Cupramontana Emil Banca Socit Gnrale

via Alberti, 3/a tel. e fax 0541 21424 Rimini

SETTIMANALE DI INFORMAZIONE DELLA DIOCESI DI CESENA-SARSINA

DIOCESI NUOVI PARROCI LE DECISIONI DEL VESCOVO


Scuola: le richieste degli studenti
C.I.P - Corso Sozzi 39 - Corriere Cesenate 2012 .