Sei sulla pagina 1di 2

Gli operandi dell'algebra booleana binaria possono assumere solo I segnali due valori.

Le operazioni di base sono not, and, or. un segnale l'insieme di valori che una grandezza assume nel Calcolatore general purpose: macchina di Von Neumann anni 40. tempo e che costituiscono il supporto per la trasmissione dell'info. un calcolatore general purpose un sistema costituito da tre s(t) = x sin (2 f t + ) sottinsiemi interconnessi: in cui x< ampiezza; f < frequenza; fase di un segnale. Segnale elaborazione<cpu entral processing unit. sinusoidale. memorizzazione Un algoritmo non utilizzabile da un esecutore automatico perch interfaccia linguaggio ambiguo. Componenti del linguaggio di programmazione Nella macchina di von neumann il programma non pi partesintassi< insieme delle regole Potenza segnale della componente hardware del sistema ma integralmente semantica< specifica significato. S(t) intensit della grandezza associata al tempo P(t) potenza del software< programma memorizzato e non cablato. Parti fondamentali di un programma: segnale al tempo t il valore Algoritmica< dato un problema applicativi mira a individuare unidentificazione linguaggio c, parentesi graffe P(t) = s 2 (t) insieme di istruzioni<algoritmo. dichiarazione< tipo e nome Individuazione e attuazione sn due soluzioni distinte. parte esecutiva detta corpo del programma. L'elaborazione automatica dell'info< soluzione, scrittura dell'algoritmo, a carico di esseri umani: i calcolatori rimangonoNel linguaggio dei programmi 3 categorie di istruzioni: capacit del canale in genere efficienti esecutori di versione opportunatamente in assenza di un rumore un canale con una larghezza di band pari a codificate di algoritmi. ingresso/uscita B Hz pu trasportare al pi 2B simboli al secondo. Il sistema di interfaccia rende possibile: aritmetico-logiche< manipolazione dati. K(C) = 2 B log 2 (n) input< tastiere, mouse, microfoni. Controllo shannon dimostr che Output< monitor, stampanti. K(C) = B log 2 (1 + s/n) Reti di telecomunicazioni< infrastrutture tecnologiche<ogni variabile caratterizzata non solo dal suo nome e dal valore trasmettono e ricevono info da altri calcolatori. che assume ma anche dal suo tipo. Tecnologie di info IT e telecomunicazioni ICT< diffusione delleAlcuni tipi sono di uso comune che il ling. di programmazione gi reti di calcolatori<WWW. prevede la loro definizione: predefiniti. trasmissione dei canali Strumenti software per la gestione di dati in forma tabellare<tutti i sistemi di comunicazione includono tre componenti sistemi per la gestione di basi dei dati DBMS< basi di dati sono leprincipali< sorgente, sistema di trasmissione, destinatario. collezioni di cartelle che gestiscono. L'info trasmessa pu essere portata da un segnale codificato in Codifica< l'operazione con cui l'info viene scritta su un supportoModello diffuso di org di database nel tempo< modelloforma analogica o digitale. fisico, decodifica l'operazione con cui l'info viene letta da unrelazionale. Il trasmettitore trasforma l'info generata dalla sorgente in un supporto fisico. Ogni DBMS< ling di interrogazione< ling comune< SQL. segnale adatto alla trasmissione sul supporto fisico che costituisce Distinzione tra info e supporti fisici una distinzione tra entit In termini astratti un modello dei dati costituito da: il canale di trasmissione. logiche e fisiche. entit attributi relazioni eliminare errori riscontrati< debugging. Segnali con info su banda base ma spesso necessario< innalzare Il codice adottato basato su posizione delle cifre< notazione la banda di frequenza < banda larga. posizionale. Si sceglie un'onda sinusoidale ad alta frequenza detta portante< la caratteristica della portante su cui s effettua la modulazione < Programmazione a oggetti< successo alla propria efficienza< ilampiezza, frequenza, fase o una loro combinazione. programmatore crea software per sistemi complessi. Per la trasmissione su rete telefonica dei segnali digitali< modem< I calcolatori per la memorizzazione di dati e istruzioni dei demodulatore, modulatore< segnali digitali vengono convertiti in dispositivi bistabili< alfabeto< binario. analogici. I dispositivi bistabil sn chiamati bit< binary digit (bit anche unit Il metodo pi usato per codificare segnali analogici in digitale< elementare dell'info). Ipertesti modulazione a impulsi codificati< PCM. directory< indici file< dati memorizzati org ad albero rende pi semplici le operazioni di ricerca. Codifica dati non numerici< ASCII 7 BIT< EBCDIC 8bit<Ipertesto< un documento la cui struttura di consultazione non Trasmissione di segnali digitali su canali digitali lineare. UNICODE 16 BIT. Log 2 [M/T]bps Ogni parte del documento (nodo) pu contenere degli anchorstandard DSL, prima diffusione ISDN. Ad ogni istruzione un codice univoco< opcode. point(link o hyperlink)che rimandano ad altre parti (target) del documento. Dispositivi fisici bistabili< supporto fisico di elezione per la codifica delle info. Digitale binaria< digitale non binaria< analogica. HARDWARE HTML Un calcolatore composto da un numero elevato di componenti Contiene del testo che deve essere visualizzato come tale < ma il suo funzionamento pu essere descritto considerandolo un istruzioni (markup o tag) per la formattazione e impaginazione del sistema strutturato in forma gerarchica. testo e per l'inclusione di immagini e altri oggetti multimediali. Funzioni d un calcolatore: Ogni HTML identificato con un nome delimitato da parentesi angolari. elaborazione

INFORMAZIONE

Risoluzione per problema< analisi/identificazione descrizione interpretazione memorizzazione attuazione. trasferimento I calcolatori sono esecutori di soluzioni. controllo Sorgente e destinatario sono due soggetti comunicanti attraverso Esecutore scompone il problema in sottoproblemi. un sistema di trasmissione, sistemi di comunicazione bidirezionali. I calcolatori sono impiegati per elaborare dati provenienti Ogni istruzione elementare< azione elementare. trasmettitore canale di dall'ambiente esterno e per fornire all'ambiente i risultati. Soluzione dal lato< descrittore< richiede attivit di scomposizioneSorgente (messaggio) progressiva del problema; ed esecutore< esecutore attivit ditrasmissione (segnale-rumore) Architettura di elaborazione coniuga: ricevitore destinazione (messaggio). attuazione delle azioni elementari associate alle istruzioni flessibilit nel calcolo elementari identificate. modularit della struttura Le azioni elementari interpretate in termini funzionali< dati di scalabilit dei componenti e loro standardizzazione ingresso< input e risultati output, prescindendo dalle modalit con abbattimento costi cui tale trasformazione viene effettuata< modello black box. La quantit di info legata al grado di imprevedibilit dei simboli semplicit di installazione Procedura effettiva per un esecutore: che vengono emessi: quanto pi era a priori imprevedibilie ildisponibilit di applicazioni. azioni sono in successione elementare per un esecutore simbolo emesso, tanto maggiore info da esso portata. fissato l'ordine di esecuzione delle azioni Il calcolatore interagisce con l'esterno mediante le sua periferiche specificato il modo in cui un'azione utilizza i risultati delle connesse mediante unit interne di ingresso e uscita. azioni che la precedono. CPU<operazioni di controllo ed elaborazione. Elementi linguistici che caratterizzano un esecutore: CPU realizzate con tecnologie microelettriche< microprocessori. sintattica, pragmatica, semantica. Memoria come celle adiacenti< ognuna con un identificatore Vv formule pag. 116-117 anche per entropia. Le soluzioni sono chiamate algoritmi, quando si vuole evidenziare univoco< memory address. che l'esecutore un calcolatore< algoritmo= programma< ling di Collegamento unit< struttura standard< bus, master slave. progrmmazione. Bus pregi e difetti< Algoritmo< descrizione della soluzione di un problema< soluzionecapacit di canale< H (X) H (X|Y) < la quantit di info media in estendibilit di ognuno< step. ingresso al canale a cui si sottrae la quantit di info media insemplicit Processo d sviluppo in fasi: ingresso al canale a cui si sottrae la quantit d info media persa standardizzazione analisi, identificazione dl problema; lungo il canale rappresenta la quantit media di info che si ottienelentezza formalizzazione limitata capacit all'uscita del canale data da una sorgente in entropia H(X). programmazione il valore che s ottiene massimizzando la differenza H (X) H (X|sovraccarico CPU traduzione. Y) al variare della sorgente associata al canale max x[H (X) H (X|Y)]rappresenta perci la quantit max di info misurata inBus: dati, indirizzi, di controllo.

bit/simbolo che pu essere trasmessa lungo il canale ogni volta Bus su scheda madre< di materiale plastico su cui c sn< CPU, che si trasmette un simbolo. Algoritmi descritti con digrammi di flusso flow chart o a blocchi. Se con V(C) indica la velocit di trasmissione di simboli lungo unmemoria centrale, interfacce ingresso/uscita su alloggiamenti standard montati sulla scheda madre (connettori). Rombo per le decisioni, canale C espressa in simboli /S il valore: trapezio inizio al contrario fine K(C)= max x [H (X) H (X|Y)] x V(C) romboide trasf dati chiamato capacit di canale e misurato in bps rappresenta la max rettangolo singole azioni, sottoprogrammi< rettangolo con lineequantit di info utile che pu transitare lungo il canale C per unit su lati. Il linguaggio per cui la CPU si comporta da esecutore detta di tempo. linguaggio macchina< istruzioni che in grado di eseguire.

Nell'esecuzione di un programma una volta che sia le istruzioni del programma che i dati da elaborare sn in memoria, la CPU opera in modo ciclico: lettura (fetch) decodifica (decode) esecuzione (execute) all'interno di un processore unita di controllo e data patch. Data patch< comprende dispositivi di elaborazione dati ALU, unit di memorizzazione temporanea< registri. P 146 funzionamento processore< architettura semplice in cui non vengono effettuate operazioni aritmetico-logiche su dati che non siano stati caricati in precedenza nei registri< architettura load/store che esegue: istruzione aritmetico-logiche istruzioni di trasferimento dati istruzioni di salto

modalit di parallelizzazione dell'esecuzione dell'istruzione= pipelining.

Microprocessori< sigle per identificare le loro caratteristiche interne< frequenza di clock.

LA MEMORIA la memoria centrale< contiene programmi in esecuzione e relativi dati la memoria di massa< contiene grandi moli di dati che non vengono usate frequentemente. Parametri per la descrizione della memoria: volatilit< memorie non volatili mantengono info anche dopo spegnimento velocit di accesso< rapidit memoria per realizzare operazioni lettura/ scrittura velocit di trasf dati< quantit di dati trasferibili nell'unit di tempo capacit< numero di bit memorizzati costo dei bit< rapporto tra costo unit di memoria e sua capacit. Memorie elettroniche, magnetiche, ottiche. Memoria interna alla Cpu< registri. Memoria esterna alla CPU ma interna al calcolatore (memoria centrale) memoria esterna al calcolatore (memoria di massa) si definisce lettura di una cella l'operazione che rende disponibile all'uscita della memoria sul bus dati la parola presente nella cella selezionata dall'indirizzo trasmesso sul bus indirizzi senza modificare tale parola. Valutazione tipi di memoria: tempo di accesso ciclo di memoria velocit di trasferimento. Altra classificazione per il metodo di accesso alle celle< sequenziale casuale misto associativo. La memoria centrale (RAM) circuiti a semiconduttori ad accesso casuale< volatile. Memoria non volatile a semiconduttori che non pu essere cancellata< ROM < read only memory.

Dispositivi per la memoria di massa< tecnologie< ottiche e magnetiche.

Tastiere, video, stampanti..periferiche controllate tramite interfaccia. Ogni dispositivo di ingresso/uscita dotato di due registri< dati e controllo.

Ciclo di polling< esamina il contenuto del registro di controllo dell'interfaccia della stampante.