Sei sulla pagina 1di 5

Muscoli dellarto inferiore

M. dellanca

M. della coscia

M. della gamba

M. del piede

Muscoli dellarto inferiore


NOME E CARATTERISTICHE MORFOLOGICO-STRUTTURALI

ORIGINE

INSERZIONE

AZIONE
Flette la coscia sul bacino, adducendola e ruotandola esternamente Tende la fascia iliaca Estende e ruota lateralmente il femore. Se prende punto fisso il femore, estende il bacino contribuendo al mantenimento della stazione eretta. Abduce il femore e lo ruota esternamente (f. posteriori) o internamente (f. anteriori) Abduce e ruota medialmente il femore. Se prende punto fisso il femore inclina omolateralmente il bacino.

M. DELLANCA

M. ILEOPSOAS

M. GRANDE PSOAS
Fusiforme

M. ILIACO
A ventaglio

M. PICCOLO PSOAS
Rudimentale, piccolo e fusiforme

M. GRANDE GLUTEO
Il pi superficiale e sviluppato dei m. glutei

INTERNI Facce laterali dei corpi della T12 e Esce dal bacino sotto il legamento dalle 1,2,3,4L (anche dai dischi inguinale per inserirsi nel piccolo intervertebrali) trocantere Labbro interno della cresta iliaca, spine iliache anteriori Facce laterali dei corpi della T12 e Eminenza ileopettinea L1. ESTERNI Parte posteriore del labbro esterno Ramo laterale della linea aspra del della cresta iliaca, linea glutea femore. posteriore e regione compresa tra queste due linee Faccia esterna dellosso dellanca, spina iliaca anteriore e superiore Faccia esterna dellosso dellanca Robusto tendine di inserzione che si porta sulla faccia esterna del grande trocantere Superficie anteriore del grande trocantere del femore

M. MEDIO GLUTEO
Piatto e triangolare, posto sotto il grande gluteo

M. PICCOLO GLUTEO
Triangolare sotto il medio gluteo (f. posteriori)

M. PIRIFORME M. GEMELLI SUPERIORE E INFERIORE


Hanno decorso pressoch orizzontale

M. OTTURATORI ESTERNO E INTERNO M. QUADRATO DEL FEMORE M. DEL COSCIA

Faccia anteriore dellosso sacro (i suoi fasci escono allesterno dal grande forame ischiatico) faccia esterna del margine inferiore della spina ischiatica faccia esterna della tuberosit ischiatica Contorno esterno e interno del forame otturatorio Faccia esterna tuberosit ischiatica

Estremit superiore del grande trocantere Tendine dellotturatorio interno (fossa trocanterica) Fossa trocanterica femorale Cresta intertrocanterica

Ruota lateralmente il femore Ruotano esternamente il femore e stabilizzano larticolazione coxofemorale. Ruota lateralmente il femore e contribuisce alla stabilizzazione dellarticolazione Ruota lateralmente il femore e stabilizza larticolazione Abduce la coscia. Come muscolo biarticolare estende la gamba sulla coscia Flette la gamba sulla coscia e la coscia sul bacino. Abduce e ruota allesterno il bacino. Estende la gamba e con il retto femorale partecipa alla flessione della coscia. A ginocchio flesso collabora alla flessione del bacino sulla coscia.

M. TENSORE DELLA FASCIA LATA


Fusiforme si trova nella regione superolaterale della coscia

M. SARTORIO
Nastriforme. Costituisce il margine laterale del triangolo femorale importante per il canale degli adduttori.

M. ANTERIORI Estremit anteriore del labbro Condilo laterale della tibia esterno della cresta iliaca, spina iliaca anteriore superiore Spina iliaca anteriore superiore Faccia mediale della tibia, tendine (attraversa in obliquo la parte in comune (zampa, doca) anteriore della coscia) La maggior parte delle fibre tendinee trova inserzione a livello della rotula. Un fascio superficiale le passa sopra (espansione del quadricipite) e si inserisce nel margine infraglenoideo della tibia. Lateralmente le fibre continuano nelle ali o retinacolo della rotula e inferiormente con il legamento patellare. M. MEDIALI Origina dalla faccia anteriore della Parte superiore della faccia mediale faccia ischiopubica (sinfisi) della tibia (z. doca) retto del femore: spina iliaca anteriore inferiore vasto mediale: labbro mediale della linea aspra vasto laterale: faccia laterale del grande trocantere vasto intermedio: facce anteriore e laterale del femore

M. QUADRICIPITE FEMORALE

M. GRACILE
Occupa il lato mediale della coscia

Adduce la coscia, flette e ruota medialmente la gamba

M. PETTINEO
parte superomediale della coscia

Tubercolo pubico, cresta pettinea Pube, tra il tubercolo e la sinfisi

Linea pettinea del femore Ramo mediale della linea aspra del femore Terzo superiore del labbro mediale della linea aspra del femore Labbro mediale della linea aspra

M. ADDUTTORE LUNGO M. ADDUTTORE BREVE M. GRANDE ADDUTTORE


Posizionato profondamente ai 2 precedenti

Adduce, flette e ruota allesterno la coscia. Adduce e ruota allesterno la coscia Adduce e ruota allesterno la coscia Adduce e ruota allinterno la coscia

M. BICIPITE FEMORALE
Regione laterale e posteriore della coscia

M. SEMITENDINOSO
Superficiale e in posizione posteromediale della coscia.

Porzione mediale della faccia anteriore mediale del pube Faccia anteriore della branca ischiopubica e dalla tuberosit ischiatica M. POSTERIORI c. lungo: parte superiore Testa della fibula, condilo laterale della tuberosit ischiatica della tibia c. breve terzo medio del labbro laterale della linea aspra del femore Parte alta della tuberosit ischiatica Parte superiore della faccia mediale della tibia (z. doca) Alto della tuberosit ischiatica (femore e tibia)
Tendine di inserzione sul 1 cuneiforme alla base del 1 osso metatarsale. Tendine che si divide in 4 e successivamente in 3 linguette che si vanno a fissare sulla 2 (dorsalmente) e 3 (collateralmente) falange delle ultime 4 dita. Faccia dorsale della prima falange a alla base della seconda falange dellalluce. Superficie dorsale della base del 5 ossa metatarsale

Flette la gamba ed estende la coscia. Compie inoltre unazione di extrarotazione della gamba. Flette e ruota allinterno la gamba. Estende la coscia. Vedi precedente
Flette dorsalmente, adduce e ruota medialmente il piede. Estende le ultime 4 dita e contribuisce alla flessione dorsale, allabduzione e alla rotazione esterna del piede. Estende lalluce e partecipa ai movimenti di flessione dorsale e di adduzione del piede. Flette dorsalmente abduce e ruota esternamente il piede

M. SEMIMEMBRANOSO
Sito profondamente al precedente

M. ANTERIORI
M. TIBIALE ANTERIORE
Il pi mediale dei quattro muscoli anteriori

Condilo laterale, met superiore della faccia tibiale Condilo laterale della tibia, faccia mediale superiore della fibula

GAMBA

M. ESTENSORE LUNGO DELLE DITA Terzo medio della faccia mediale della fibula e dalla corrispondente membrana interossea. terzo inferiore della faccia mediale della fibula

M. ESTENSORE LUNGO DELLALLUCE M. PERONIERO ANTERIORE

M. LATERALI

M. PERONIERO LUNGO

Condilo laterale tibia e regione anterolaterale fibula 3 medio della faccia laterale della fibula. Il laterale origina dal epicondilo laterale del femore; il mediale dallepicondilo mediale; entrambi dal piano popliteo Margine laterale della fibula, margine mediale tibia Ramo laterale della linea aspra del femore e dalla capsula articolare del ginocchio Faccia esterna del condilo laterale del femore Terzo medio della faccia posteriore della tibia Due terzi inferiori della faccia posteriore e del margine laterale della fibula Labbro inferiore della linea obliqua e dalla faccia posteriore della tibia

M. PERONIERO BREVE
Posto profondamente al precedente

(passa dietro al malleolo laterale) Tuberosit del primo osso metatarsale, sul 1 cuneiforme e sulla base del secondo metatarsale. Parte dorsale della base del 5 osso metatarsale tendine calcaneale (dAchille), terzo medio della faccia posteriore del calcagno

Flette plantarrmente, abduce e ruota allesterno il piede. (accentua la curvatura plantare) Adduce e ruota allesterno il piede

M. POSTERIORI
str. superficiale

M. TRICIPITE DELLA SURA

M. GASTROCNEMIO Costituti dai gemelli della gamba M. SOLEO

Flette plantarrmente il piede e lo intraruota.

M. PLANTARE
Talora assente

Margine mediale del tendine dAchille Labbro superiore della linea obliqua e sulla faccia posteriore della tibia Base della 3 falange delle 4 dita passando dietro al malleolo mediale Passando sotto il malleolo mediale si inserisce alla base della falange distale dellalluce Tubercolo dello scafoide, superficie plantare dei 3 cuneiformi ed estremit prossimale del 2, 3, 4, osso metatarsale.

Azione simile ma meno potente al precedente Flette e ruota allinterno la gamba Flette le ultime 4 dita e concorre alla flessione plantare del piede Flette lalluce e concorre alla flessione delle altre dita e alla flessione plantare del piede Flette plantarmente il piede e partecipando ai movimenti di adduzione e di rotazione interna del piede

M. POPLITEO M. FLESSORE LUNGO DELLE DITA M. FLESSORE LUNGO DELLALLUCE M. TIBIALE POSTERIORE

PIEDE

str. profondo

DORSALE M. PLANTARI MEDIALI

M. ESTENSORE BREVE DELLE DITA (PEDIDIO) M. ABDUTTORE DELLALLUCE M. FLESSORE BREVE DELLALLUCE M. ADDUTTORE DELLALLUCE

M. PLANTARI PALMARI
M. ABDUTTORE DEL 5 DITO

M. FLESSORE BREVE DEL 5 DITO M. OPPONENTE DEL 5 DITO

M. PLANTARI INTERMEDI
M. FLESSORE BREVE DELLE DITA M. QUADRATO DELLA PIANTA M. LOMBRICALI M. INTEROSSEI