Sei sulla pagina 1di 40

Photoshop

Maschera di livello

Canali

RGB attraverso il salvataggio


CMYK è possibile trasformare
una selezione in canale
scala colore
2 tonalità
Tracciati

tracciato di lavoro
tracciato di ritaglio
Selezioni

lazo poligonale
lazo magnetico Per convertire il testo in
rettangolo una selezione va
rasterizzato
maschera veloce

Livelli

effetti di livello

livelli di regolazione

Testo

Filtri
Livelli di regolazione in Photoshop

1) Creare una selezione


sull'immagine con lo strumento
selezione rettangolare.

2) Dalla barra del menù, alla voce


livello selezionare nuovo- livello
di regolazione.

Apparirà una paletta di regolazione


dove potrai intervenire sul livello di
luminosità e sui vari canali colore
dell'immagine.

In questo modo le modifiche apportate


all'immagine non riguarderanno realmente
l'immagine ma un livello seperato superiore.
Definisci Pennello

Aprire un file nuovo con dimensioni e risoluzione


a piacere. Con lo strumento pennello disegnare una
serie di punti ravvicinati fra di loro. Con una forma
rettangolare selezionare il disegno appena
realizzato.

Cliccare sulla paletta alla voce pennelli su definisci


pennello. La nuova forma di pennello così creata
viene caricata nella paletta pennelli ed è pronta
per essere utilizzata.

Ripetere l’esercitazione con altri


disegni ed anche prendendo porzioni
di immagini da foto.
Importare l'immagine proposta
sul livello Primo piano in
Freehand e bloccarlo

eseguire sul livello sfondo il suo


profilo con riempimento di grigio
al 100%

Esportare in formato Tiff a 32


bit/canale nell'applicazione
Photoshop.

Aprire l’applicazione Photoshop .


Comparirà nella paletta canali di Photoshop
un canale di maschera (quello realizzato
in Freehand) con cui poter eseguire le
varie modifiche all'immagine.
Prepariamo un’immagine GIF per il web

Innanzitutto aprire con Photoshop


l’immagine allegata e convertirla in
scala colore dal menù in alto alla voce
Immagine-metodo.

Web 216 colori, ottimo per


pagine web

Apparirà questa paletta di


dialogo
per ottenere una
rappresentazione dei colori più
accurata quando si utilizzano
fino a 256 colori.

Realizzare una selezione a piacere con lo strumento


selezione (che potrà comprendere solo l’immagine
del puttino in primo piano o una semplice selezione
circolare.

Salvare la selezione come canale alfa che


apparirà nella paletta canali.

Clicchiamo su selezione inversa e coloriamo


uniformemente il fondo (colore a piacere),
in questo modo semplifichiamo il processo
di eliminazione del colore durante
l’esportazione in gif.
A questo punto è possibile esportare
l’immagine in formato Gif89a alla voce
Esporta.

Indica il colore che apparirà


trasparente nella pagina web.

Comparirà una paletta di dialogo attraverso cui


andremo a selezionare con il contagocce il colore
da rendere trasparente nella pagina web; quindi
confermare.

Per una verifica della buona riuscita dell’esercitazione si consiglia di aprire l’applicazione
Word, inserire l’immagine gif preparata con Photoshop ed esportare in Html. L’apertura in un
Browser come Internet Explorer o Netscap confermerà il tutto.
Mappa di bump
con il canale alfa di Photoshop

Realizzare un selezione
circolare.

Salvare la selezione, in questo


modo andiamo a creare nella
paletta canali un canale alfa.

Possiamo osservare il canale


alfa nella paletta.

Andiamo nel canale alfa


e con un semplice copia-
incolla andiamo a creare
una tessitura di tanti
“buchi” bianchi nel nero
del fondo.
Andiamo nel menù filtri
all’opzione Controllo
Sfocatura impostiamo un
valore alla sfocatura.

Restando nel menù filtri andiamo


all’opzione RENDERING - effetti
di luce impostiamo una serie di
luci e attiviamo alla voce canali
il nostro canale alfa.

Il risultato dovrebbe
risultare un pò simile a
quello qui illustrato .

Salviamo sulla scrivania


in formato jpeg .

L’effetto così realizzato può essere


importato in un qualsiasi programma di
grafica 3d dove può rappresentare una
mappa di bump (bernoccoli) cioè simula
le asperità e differenze di rilievo di una
superficie.
esempio di mappa di spostamento

Schema

Il bump o dislocamento mappa o spostamento mappa è un’immagine che è


usata per spostare i pixels in differenti direzioni (questo è piuttosto comune nei
programmi 3d)
Il filtro Muovi sposta una selezione usando un valore cromatico proveniente dalla
mappa di spostamento: 0 è il massimo spostamento negativo; 255 è il massimo
spostamento positivo; un valore di grigio di 128 non produce alcuno spostamento.
Se la mappa ha un solo canale, l'immagine si sposta lungo una diagonale definita
dai rapporti di scala verticale e orizzontale. Se la mappa ha più di un canale, il
primo canale controlla lo spostamento orizzontale mentre il secondo controlla
quello verticale.
Usando una mappa di spostamento a forma di parabola, potete creare un'immagine
che sembri stampata su un pezzo di stoffa tenuto sospeso per gli angoli.
Colore uniforme
Effetto spugna
Selezione intervallo
effetti di livello
Le maschere di livello servono per controllare e mascherare diverse aree all'interno
di un livello . Apportando modifiche alla maschera di livello si possono applicare
numerosi effetti speciali al livello senza influenzarne realmente i pixel di tale
livello.
Si può quindi applicare la maschera e rendere le modifiche permanenti oppure
rimuovere la maschera senza applicare le modifiche.

MASCHERA DI LIVELLO

FOTOCOMPOSIZIONE
Quando stampate un'immagine Photoshop o la inserite in
un'altra applicazione, potreste desiderare che appaia solo una
parte dell'immagine. Potreste ad esempio desiderare di
stampare o visualizzare un oggetto escludendone lo sfondo
rettangolare. Con un tracciato di ritaglio si può isolare l'oggetto
e rendere trasparente tutto ciò che lo circonda, per la stampa
o l'inserimento in un'altra applicazione. Potete così inserire
un'immagine in un altro file senza doverne nascondere lo
sfondo.

Immagine realizzata grazie ai


tracciati di ritaglio di Photoshop
ed importata in Freehand.

Immagine realizzata senza


alcun tracciato di ritaglio
L’esercitazione consiste nell’uso del comando Azione presente all’interno del programma
Photoshop che ci permette di registrare alcuni comportamenti spesso ripetitivi e noiosi.
La lezione consisterà nella conversione di alcuni file presenti all’interno della cartella (denominata
pesante appunto perchè tutti i file in essa contenuti sono ad una risoluzione di 150 dpi) ed
il salvataggio ad una risoluzione minore (72 dpi) all’interno della cartella leggera.

1) Innanzitutto aprire un file all’interno della cartella


“pesante”.

2) Aprire la paletta azioni alla voce mostra Azioni.


Cliccare su set ed immettere un nome.

crea nuovo set crea nuova azione

3) creare una nuova azione che chiameremo


conversione.
conversione
L’Ok da inizio al processo di registrazione
(si accenda un punto rosso )che catturerà
tutto quello che noi andremo ad eseguire
a video.
quadro visivo

immagine

quadro visivo

guid a
Il Pennello Storia

1) Apri una selezione in


modo da coprire tutta
l'immagine .

2) Ora incominciamo ad applicare


all'immagine un filtro a scelta. In questo
caso ho applicato il filtro retinatura.

3) Andiamo nella paletta storia e


clicchiamo a lato in crea nuova
istantanea.

4) A questo punto andiamo alla paletta


storia e clicchiamo a dimensione
dell’immagine (siamo andati dunque
un pò indietro nel nostro progetto),
l’immagine apparirà come quando
aperta;
5) prendiamo ora il pennello storia e
clicchiamo nel quadratino in
corrispondenza dell'istantanea.

6) Con uno stile di pennello a scelta (sfumato,


doppio, stretto, ecc.) non ci resta che disegnare
sull’immagine e questo sarà il probabile risultato.
Canale alfa
Rendering - effetti di luce

Canale alfa
Espandi
Arrotonda
Effetto sfuocatura
Rendering - effetti di luce

Effetto interlacciato
Canale alfa
Rendering - Nuvole
Filtro - Distorsione - coordinate polari
Rendering - effetti luce

effetto fuoco
Effetto goccia

Spazio profondo
Uso dell’opzione moltiplica al livello
applicato superiormente
all’immagine della tavola fumettistica

Con il metodo Normale i pixel in un


determinato livello coprono e
nascondono i pixel nella stessa
posizione dei livelli sottostanti (a patto
che la loro opacità sia del cento per
cento).
Altri metodi di fusione tra pixel, invece,
producono risultati completamente
diversi dai due pixel di partenza, risultati
che non sono semplicemente la loro
somma.
In effetti questi metodi si basano
sull'appliczaione di algoritmi del tipo
AND, OR e NOT ("se il pixel sottostante
è più chiaro di questo, fai così; se invece
è meno chiaro, fai cosà).

Vedi Opacità Livello


In questo tutorial ricorreremo al comando di Freehand: scorrimento testo e all’uso in Photoshop dei
tracciati di ritaglio.
Le principali azioni saranno:
1) in Photoshop ritaglio dell’immagine ed esportazione (nel formato Photoshop eps)
con il tracciato di ritaglio e...
2) in Freehand la creazione di una forma vettoriale (bianca, dunque nascosta) attorno alla quale faremo
scorrere il testo e sulla quale poggerà la nostra immagine modificata.

1) Aprire l’immagine “David”


in Phostoshop

2) eliminare la parte destra dell’immagine (questa infatti si


appoggerà lungo il margine destro della pagina e il testo le
scorrerà attorno).

3) eseguire con gli strumenti di Photoshop una selezione


lungo il braccio destro (non troppo aderente) che vada
a contornare tutta la nostra immagine, come mostrato
accanto.

4) Creare con la selezione un tracciato di lavoro.

5) Salvare il tracciato e trasformarlo in un tracciato


di ritaglio.
6) A questo punto salvare una copia del file in
formato Photoshop Eps
7) aprire il file “ testo” di Freehand ed importare l’immagine
appena salvata.Creare attorno all’immagine con la linea
libera di Freehand un profilo simile a quello fatto in
Photoshop ed accertarsi che sia chiuso.

8) Colorare di bianco sia la linea


esterna che il riempimento interno.

9) Selezionare a questo punto il testo e la forma


vettoriale appena creata e cliccare sull’icona
scorrimento testo.

10) Apparirà una finestra in cui vanno digitati


i valori con cui il testo si disporra attorno
all’immagine.

11) non ci resta che trasportare la nostra forma


vettoriale sul testo che reagirà scorrendole attorno.
Trasportare l’immagine eps sulla nostra forma ed il
gioco è fatto. Accanto puoi vedere il risultato finale.
Spesso abbiamo necessità di visionare un folto
numero di foto o di catalogare una serie di immagini.
A questo scopo c’è l’opzione Provini a contatto che
crea una serie di miniature delle immagini presenti
in una cartella e le dispone su una singola pagina di
Photoshop.

Avviare l’applicazione, andare nella barra del menù


in alto e alla voce File cliccare su Automatizza e
dunque su Provini a contatto.

Apparirà una finestra di dialogo in cui dovremo impostare


alcuni parametri: come disporre le nostre foto all’interno
del foglio, che risoluzione dare alle foto, da quale cartella
prelevarle, le dimensioni del foglio e poi confermare.

Risultato finale.
Provate adesso a variare la risoluzione dell’immagine,
disposizione, scala dei colori ecc.
Il numero di pixel visualizzato per unità di lunghezza
in un’immagine viene chiamato risoluzione
dell’immagine, che viene solitamente misurata in pixel
per pollice.
Un’immagine ad alta risoluzione contiene più pixel,
che sono di conseguenza più piccoli, rispetto ad
un’immagine delle stesse dimensioni con una
risoluzione inferiore
Poichè le immagini a risoluzione elevata usano un
numero maggiore di pixel per unità di superficie possono
riprodurre particolari e transizioni di colore più dettagliati
durante la stampa rispetto alle immagini a risoluzioni
più bassa.

a) 72 dpi 283*283 pixel = 235 K


b) 150 dpi 589*589 pixel = 1017 K
c) 300 dpi 1178*1178 pixel = 3,98 M

10 cm

a b c 10 cm
Pattern applicato ad un carattere grafico
1) Installare all'interno della cartella Font
(che trovi all’interno della cartella Sistema del proprio computer) il font
(Abaddon) che trovi allegato alla cartellina.

2) Apri l'applicazione Photoshop, scegli un foglio nuovo (larghezza: cm


15, altezza: cm 10, risoluzione 150 dpi).

3) Vai allo strumento testo, scegli il


carattere Abaddon e digita la parola
EVANGELION (dimensione 80)

4) Vai nella barra del menù in alto alla


voce livello-testo rendering di livello

5) Ora vai alla cartellina tessiture ed apri con l'applicazione Photoshop una
tessitura a piacere.

6) Crea una selezione rettangolare da comprendere tutta o parte della tessitura,


vai a modifica nella barra dei menù e definisci pattern

Ritorna al tuo file, seleziona la scritta appena


digitata e alla voce
Modifica-riempi scegli usa pattern

Ed ora possiamo applicare qualche effetto di livello


come mostrato in figura.
Se non sai quale effetto scegliere puoi sempre riferirti
alla cartella stili nella quale sono presenti alcuni effetti
interessanti.
GIF (Graphics Interchange Format) utilizza un tipo di
compressione (LZW) per ridurre le dimensioni originali
dei file di circa la metà.
Il formato GIF è il più appropriato nella creazione di
pagine Web ed il più adatto per immagini con vaste aree
di colori uniformi, quali logotipi o immagini grafiche con
aree trasparenti oppure animazioni.

immagine GIF

Il formato JPEG (Joint Photographic Experts Group)


offre un buon rapporto di compressione, ma presenta
anche alcuni svantaggi. La compressione va infatti a
discapito di alcune informazioni che costituiscono
l’immagine. Questo formato dovrebbe essere utilizzato
prevalentemente per immagini tratte dal mondo reale
quali fotografie e immagini con sfumature leggere e
continue.

Immagine JPG bassa e


media
Quella serie di formiche che
vedete accanto non è altro che la
Selezione ricavata con lo
strumento bacchetta magica.

maschera veloce

Nella modalità
maschera veloce, la
mascheratura risulta
colorata di rosso, per
ricordarci i vecchi tempi
del rosso coprente e le
parti selezionate
risultano trasparenti
anzichè bianche

disegno
Strumento Lazo. Gli strumenti Strumento sezione. La
lazo e lazo poligonale permettono sezione è un'area rettangolare
di disegnare il bordo in una di un'immagine che si può
immagine selezionata con usare per creare collegamenti,
segmenti retti o a mano libera. rollover e animazioni nella
pagina Web. La suddivisione
di un'immagine in sezioni
Lo strumento consente di ottimizzarla in
Gomma magica modo selettivo per la
permette di visualizzazione sul Web.
salvare immagini
con fondini
trasparenti da Strumento scherma
applicare in (bacchetta nera) Brucia
pagine web (manina che gratta) e Spugna
servono a controllare i toni.
Strumento Sfoca
(goccia d’acqua)
serve a diminuire il
contrasto tra due
immagini. Sfoca,
ammorbidisce i toni
o le aree di
un’immagine Strumento righello
diminuendone il
dettaglio iniziale.

Strumento sfumino (mano con


indice alzato) simula il passaggio di
un dito fresco sul colore, quando noi
incolliamo un’immagine ad un’altra
lo strumento sfumino ci serve per
eliinare, sfumare i bordi dell’immagine
da noi incollata al fine di rendere più
realistico il collage effettuato.

Strumento contrasta
(Triangolino bianco)
indurisce i colori e non
li ammorbidisce
Lo strumento penna permette di ottenere tracciati
vettoriali.
Si può quindi scontornare un’immagine a seconda delle
nostre esigenze e salvare il risultato ottenuto come
selezione (nella pagina accanto è mostrato in sequenza
il lavoro di scontorno).
I Tracciati hanno vari impieghi, i più rilevanti sono:
a) generare selezioni fisse, permanenti;
b) creare aree da riempire;
...scontorno di un’immagine
Le operazioni importanti da ricodare sono:

Trasportare la selezione che dovrà essere campita nell’immagine


della texture marmo....

copiare e ......

riandare nel file della decorazione e dare il comando incolla....

a questa punto accomodare il nostro pezzo di marmo all’interno del


“merletto” e attraverso un effetto di livello (smusso e rilievo) rendere
il nostro disegno più realistico e verosimile.

Buon lavoro
Cornice attraverso la
funzione riempi il
tracciato con il colore di Cornice ottenuta con
primo piano (la gli effetti di livello
spiegazione in basso)

Cornice attraverso uso di


una selezione rettangolare Cornice con effetto
sfumata. “riccio”.

Aprire un file da
“incorniciare” . Con lo
tracciato strumento penna attivato
tracciare una linea da una
nodo del tracciato parte all’altra dell’immagine.
Selezionare dunque un colore
di primo piano, uno
strumento di disegno
forma del pennello che (pennello, aerografo o
segue il tracciato matita), una forma di
pennello adeguata e, attivato
un livello superiore, riempire
il tracciato con il colore di
primo piano.
Spostare poi il nodo del
tracciato lungo un altro lato
spaziatura dell’immagine e ripetere
l’operazione.
Riempi il tracciato con il colore di primo piano.
Immagine bitmap

tracciato

Particolare
Tracciato applicato a due immagini con differente
risoluzione grafica.

Un tracciato di lavoro è un tracciato temporaneo


che appare nella paletta Tracciati e definisce il
contorno di una forma. Si possono usare i tracciati
in diversi modi:
per convertire il tracciato in selezione oppure
come tracciato di ritaglio per un'intera immagine
(questo risulta utile quando si esportano immagini
in applicazioni di impaginazione o di grafica
vettoriale).

E’ sempre però importante capire qual’è la definizione


di un’immagine raster di partenza. perchè nonostante
il livello di tolleranza consentinto in Photoshop per la
creazione di tracciati non si può ottenere una
vettorializzazione “aderente” del tracciato con
un’immagine a bassa risoluzione.
Avverte dell’esistenza di colori
fuori gamma. Appare infatti un
triangolo con un punto
esclamativo. pellicole
Se si fa clic su questo triangolo
Photoshop cambia il colore,
sostituendolo con quello più
simile che non sia fuori gamma.

In questa finestra si possono selezionare i colori


agendo in vari modi: spostando il cursore sulla
barra verticale si ottiene un colore che viene
visualizzato nel campo adiacente

Pastelli: uno dei selettori di Mac OS

Le Preferenze Generali di Photoshop


consentono di scegliere il Selettore colore di
Photoshop (identico per Windows e per Mac)
oppure i selettori colori dei due diversi sistemi
operativi.

E’ possibile che nel consegnare un lavoro alla


tipografia, dobbiate indicare anche il tipo di tinte
piatte usate e i loro nomi. Sul pulsante
PERSONALE nella finestra del comando
Selettore Colore viene visualizzata una finestra
di dialogo che mette a disposizione una serie di
librerie di colori (Pantone, Focoltone, ecc.).

Intervallo colori
Intervallo Colori

Si può anche selezionare blocchi


di colore o Luci, Mezzitoni e
Ombre, ma in tutti questi casi non
è possibile settare valori di
tolleranza, che sono già predefiniti.

Il "radio button" Immagine vi fa


vedere il file così come è, a colori,
senza mostrare in anteprima le
parti selezionate. Ci sono tre contagocce:
con il primo a sinistra,
cliccando nella finestra
di anteprima, potete
selezionare la gamma
dei colori in base alla
tolleranza (da 0 a 200)
che risulta nel
quadratino sopra la
Con anteprima selezione è finestra, ed il cui valore
possibile vedere le modifiche in proporzione potete
della selezione direttamente vedere grazie al cursore
nel file, secondo le varie triangolare.
modalità.

Il grande vantaggio di questo metodo è la possibilità


di vedere in anteprima la gamma di colori che
viene selezionata, direttamente nella finestra che
mostra il file in toni di grigio.
Un problema che si
presenta
frequentemente è
quello di fare una Viene creato un
selezione precisa in canale alfa
presenza anche di duplicando il canale
“peli” come nel del blu. Su questo
caso di questo orso. canale viene
applicato il comando
regola luminosità
contrasto per
evidenziare
maggiormente le
zone chiare dalle
scure

In questo modo la
selezione potrà
essere il più possibile
aderente al profilo
dell’animale.

A questo punto non


ci resta che
eliminare il fondo ed
aggiungere quello
che più ci aggrada.
Come retinare un disegno.
1) Ecco si è inizialmente creato un file
in Photoshop di 5 x5 pixel a 72 dpi di
risoluzione,
2) si è convertito in pattern;
3) Si è aperta l’immagine da retinare (è
importante che il disegno sia sufficientemente
pulito dalle linee nette anche per un’immediata
selezione delle parti);
4) si sono selezionati i vari spicchi della
cupola ed ognuno si è posto su un livello
differente. Ad ogni livello si è dato un
effetto di Sovrapposizione pattern
(ovviamente con il pattern creato
precedentemente) ed anche un
opacità differente in modo
da rendere plastico il tutto. Ecco fatto!

Fig. 1

Fig. 2

vedi interlacciato

Fig. 3