Sei sulla pagina 1di 3

SALLUSTIO

OPERE

1. De Catilina coniuratione, si riferisce alla congiura di Catilina (64-63 a.C.) 2. Bellum Iugurthinum, guerra contro Giugurta, ultimi anni del secondo e primi del primo secolo a.C. 3. Historiae, dalla morte di Silla (78 a.C.) fino agli anni di Cesare e il suo assassinio. Non si tratta di una MONOGRAFIA perch si parla di un caso di STORIOGRAFIA ANNALISTICA A CATENA: le Historiae iniziano dal punto in cui si erano interrotte le Historiae di Sisenna. 4. Altre opere di non certa attribuzione De Catilina coniuratione e Bellum Iugurthinum sono delle MONOGRAFIE, nel senso che raccontano due episodi specifici particolari della storia di Roma.
DE CATILINA CONIURATIONE

Lopera contiene una prefazione in cui S. spiega perch ha scelto quellepisodio, la sua importanza, aggiunge la sua idea sul rapporto tra politica attiva e attivit intellettuale ID FACIMUS IN PRIMIS EGO MEMORABILE EXISTUMO SCELERIS ATQUE PERICULI NOVITATE Io ritengo questo atto illecito degno di essere ricordato soprattutto per loriginalit del reato e del pericolo. Nel suo avviso la congiura di Catilina rappresenta qualcosa di nuovo: la guerra civile viene infatti fatta apertamente mentre un accordo segreto le persone sovvertono improvvisamente la carica (lo Stato). PULCHRUM EST BENEFACERE Sia la politica attiva che lattivit intellettuale sono attivit complementari, utili entrambi per lo Stato Catilina apparteneva ai POPULARES (interessi dei cavalieri, commercianti, pubblicani e, in parte, plebe). Negli anni 60 chiede di candidarsi come console ma la candidatura viene rifiutata perch era in corso un processo su di lui. Nel 64 si riesce a candidare, fa una serie di promesse alla plebe, sperando di ottenere la vittoria ma viene sconfitto da Cicerone! Certamente le elezioni erano state truccate: agli OPTIMATES appariva come un semplice arrivista privo di scrupoli. Nel 62 si ricandida, nota che le elezioni si facevano sempre per lanno a venire. Organizzer attentati contro i suoi nemici e soprattutto contro Cicerone ma non furono mai portati a termine! Nella Curia, Cicerone si rivolger esclusivamente a Catilina di fronte agli altri senatori con questa frase inziale QUOSQUE TANDEM ,CATILINA, ABUTERE PATIENTIA NOSTRA? ovvero Fino a quando Catilina abuserai della nostra pazienza? In questo modo Cicerone accusava apertamente Catilina di stare organizzando un colpo di stato, di essere il colpevole di alcuni attentati che Cicerone stesso aveva subito e quindi informa i senatori sul pericolo che sta affrontando Roma! Catilina scapper da Roma a Fiesole, dove staziavano truppe di soldati favorevoli al colpo di stato. Nel frattempo Cicerone ottiene poteri straordinari per catturare gli uomini di Catilina e Catilina stesso. Inizier quindi a catturare e condannare uomini, opponendosi alla procedura ordinaria (lunga) adottandone una pi rapida per cui si sceglier di condannare a morte senza alcun processo! Cesare si opporr a questa scelta. Seguiranno combattimenti a Pistoia in cui morir Catilina.
Morale

Agli occhi dei Romani leroe di questa storia Cicerone, ma nellopera di Sallustio egli appare solo come una figura marginale: evidentemente offre dei fatti dal suo punto di vista personale!

S. si sofferma sulla figura di Catilina, descrivendone le caratteristiche dettagliatamente (modello per le successive monografie): grandi qualit, il suo non-essere un uomo comune e scontato, le sue idee usate in malo modo con scopi personali per cui dice anche se avesse voluto avrebbe fatto grandi cose. - S. si sofferma anche su per quali eventi storici possa esser nata una figura come quella di Catilina Catilina figlio della fine del METUS HOSTILIS, paura del nemico: per molti secoli Roma aveva avuto fuori dai propri confini un nemico da combattere che di conseguenza rendeva tutto il popolo pi solidale tra loro. Dalla fine del 2^ secolo a.C. Roma non ha pi un nemico da annientare o da cui guardarsi in particolare e i Romani cominciano quindi a essere corrotti dai vizi. - S. approfondisce anche la ragione per cui si era verificata questa congiura: attorno a lui si afferma un grande consenso: sia da parte della parte pi nobile corrotta e avida sia da quella della gente povera spinta dalla disperazione a far qualsiasi cosa per migliorare la propria situazione sociale. - Lopera di Sallustio ha degli scopi politici: 1. Pur parlando di Catilina, S. si mostra distante dai suoi ideali: condanna apertamente il suo estremismo 2. S. ha interesse a difendere Giulio Cesare. Trasmette lidea per cui egli fosse totalmente estraneo ai fatti: semplicemente si schiera contro la condanna a morte non per amore di Catilina ma per difendere la legge e il suo rispetto 3. Nellopera di S., Cicerone non appare una figura fondamentale perch di fronte politico opposto a quello dellautore, viene visto come uomo vizioso 4. Luomo protagonista che emerge da questopera Catone. Egli infatti era per la condanna di Catilina e dei suoi uomini: vero: le procedure devono essere sempre seguite ma di fronte a crimini gravi esse possono essere trasgredite a causa di questa straordinariet!
BELLUM IUGURTHINUM

Tratta della guerra combattuta nel Nord Africa negli anni 111-105 a.C. Protagonista Giugurta, sovrano dei Numidi (area confinare con Tunisia, Marocco, Algeria del giorno doggi). Giugurta era figlio illegittimo di Nicipsia ma venne lo stesso accolto da lui come nipote della famiglia reale. Quando Nicipsia mor, i due eredi scelti da lui (cugini di G.) vengono uccisi e Giugurta diventa quindi re. Roma non intervenne perch non era stata (ancora) danneggiata. Giugurta infatti decise di assaltare alcune navi mercantili popolari romane che si trovavano sulle coste, fatto che fece muovere i populares (parte politica vicini ai mercanti) per punire questazione. Lesercito Romano quindi intervenne con esito negativo: si finir con il firmare una pace con G. a causa della corruzione dei condottieri. A Roma per si chiede di annullare questa pace: verr inviata unaltra spedizione guidata da Metello, tra i soldati emerge Mario. Nellultima fase della guerra Mario diventer console e sar a capo alla spedizione, vittoriosa anche grazie a Silla che con la sua astuzia corrompe un alleato di Giugurta per riuscire a catturarlo! (S. e M. come figure notevoli della storia) Perch descrivere questo episodio? Si tratta di una vittoria straordinaria, violenta e sofferta (sottoposta a mille variabili) e atroce, inoltre perch allora per la prima volta si and contro la superbia dellaristocrazia romana (convinta di poter disporre tutto, anche dellesercito, tramite i soldi)

STRUTTURA

1. Presenazione della figura di Giugurta e la sua vicenda personale, presa al potere, massacro alle navi, spedizione Romana, corruzione fino alla pace, senato propenso ad accettare, proteste populares 2. Generale Metello e ripresa della guerra

3. Figura di Mario, giovane ambizioso, si candida console e ritorna in africa, aiutato da Silla sconfigge Giugurta!
PUNTI SALIENTI