Sei sulla pagina 1di 2

TUTTI I TESSUTI

TESSUTO: insieme di cellule dello stesso tipo e forma che svolgono la stessa funzione
Si distinguono in 1. T. EPITELIALE (rivestimento, secrezione) 2. MUSCOLARE (contrazione, movimento) 3. CONNETIVO (connessione di vari tessuti, trasporto sostanze, difesa e sostegno) 4. NERVOSO (conduzione, produzione di segnali elettrici) EPITELIALE: cellule di forma regolare intimamente associate; si collegano ad altri tessuti tramite membrana BASALE (ricca di polisaccaridi + fibre proteiche), costituisce superficie esterna del corpo. Tipi di tessuto epiteliale: 1. MONOSTRATIFICATO/SEMPLICE; vasi sanguigni, tubo digerente (tranne ESOFAGO) 2. PLURISTRATIFICATO; pi strati di cellule, producono sostanze 3. GHIANDOLARE; si divide in ghiandole: a. ESOCRINE; producono sostanze di scarto o enzimi; riversati allesterno o nel tubo digerente b. ENDOCRINE; riversano le sostanze nel sangue e producono ORMONI; la loro azione diretta a degli organi BERSAGLIO CONNETTIVO: formato da sostanza fondamentale (acqua + sali minerali) e proteine fibrose (collagene + elastina) e FIBROBLASTI (produttori sostanza) Si distinguono in: 1. T. CONNETTIVI propriamente detti a. T. C. LASSO; connette vari tessuti, sono presenti FIBROBLASTI + MICROFAGI + ADIPOTICI b. T. C. ADIPOSO; tessuto lasso i cui ADIPOTICI hanno accumulato troppo grasso; si divide in primario (presente nel neonato, non subisce variazioni) e secondario, eccessiva alimentazione c. T. C. DENSO; sostanza fondamentale ricca di proteine fibrose, forma TENDINI (collegano ossa con muscoli) 2. T. C. speciali a. T. C. CARTILAGINEO (proteine fibrose compattate formando LAMINE); le cellule sono chiamate CONDROCITI; un tessuto leggero e elastico, forma scheletro del naso, orecchie, dischi intervertebrali, costituisce lo scheletro del feto successivamente sostituito dall TESSUTO CONNETTIVO OSSEO; sostanza fondamentale completamente mineralizzata; il minerale pi presente il FOSFATO DI CALCIO (apatite); cellule chiamate OSTEOCITI che si dividono in OSTEOBLASTI (rigenerare t. o.) e OSTEOCLASTI (demolire). Si divide in TESSUTO COMPATTO e SPUGNOSO. COMPATTO: la sua unit lo OSTEONE, cilindro la cui s. fondamentale costituita da una lamina concentrica intorno a un canale (CANALE DI HAVERS) in cui passano vasi sanguigni e nervi, forma la parte esterna di tutte le ossa. SPUGNOSO: la sostanza fondamentale organizzata in TRABECOLE (piccole travi disorganizzate tra di loro), struttura simile a una spugna che garantisce LEGGEREZZA e resistenza. Al suo interno contenuto il MIDOLLO OSSEO ROSSO (con funzioni EMOPOIETICHE, produzione delle cellule del sangue), PARTE INTERNA delle ossa.

Le ossa si suddividono in a base a: DISPOSIZIONE, LUNGHEZZA e SPESSORE: Ossa LUNGHE: prevale la lunghezza sulle altre due dimensioni; caratterizzato da due estremit tondeggianti (EPIFISI), la parte centrale si chiama DIAFISI; le epifisi sono costituite da STRATO EST = COMPATTO; STRATO INT= SPUGNOSO; le diafisi EST = COMPATTO; INT= SPUNGOSO midollo osseo giallo riserva di grasso CORTE: carat. Da 3 dimensioni prevalentemente uguali (ossa del polso, piede, vertrebre, falangi) PIATTE: lunghezza predomina (scapole, sterno, ossa del cranio, ossa del bacino) SANGUE; lunico tessuto LIQUIDO del ns corpo. E costituito da plasma + ERITROCITI (globuli rossi; trasporto ossigeno e anidride) + LEUCOCITI (globuli bianchi; difesa) + frammenti cellulari (PIASTRINE; COUAGULAZIONE) PLASMA= acqua, sali minerali, sostanze di scarto o di metabolismo x nutrimento delle cellule TESSUTO MUSCOLARE; Caratterizzato da fibre proteiche contrattili (ACTINA, MIOSINA; la contrazione garantita dal citoplasma) Si distingue in o T. M. STRIATO; muscolatura scheletrica; contrazione VOLONTARIA; cellule POLONUCLEATE (tanti nuclei), definito STRIATO perch sono presenti striature dovute alla disposizione ordinate delle fibre o LISCIO; cellule UNINUCLEATE; fibre SPARSE; muscolatura INVOLONTARIA (tubo digerente, vasi sanguigni, utero, vescica) o CARDIACO; involontario, c. UNINUCLEATE, disposizione ORDINATA, cellule unite da sichi intercalari, in modo da facilitare il passaggio del segnale di contrazione TESSUTO NERVOSO; forma cervello, nervi, midollo spinale, funzione di generare e trasmettere impulsi elettrici. Formato da neuroni e cellule del GLIA (->cellule di SCHWANN) Neuroni: sono cellule altamente specifiche; hanno perso la capacit di dividersi; forma irregolare; corpo centrale con nucleo + ramificazioni dal corpo centrale chiamate DENTRITI (numerosi, corti, raccolgono il segnale degli assoni ai quali sono connessi, neuroni legati attraverso sinapsi) e ASSONI (uno per cellula, lungo e senza rami, compito di trasmettere impulsi) CELLULE DEL GLIA: funzione di proteggere e nutrire i neuroni; alcune chiamate CELLULE DI SCHWANN hanno la funzione di isolare gli ASSONI (in modo da permettere che il segnale passi senza problemi), formando la GUAINA MIELINICA)