Sei sulla pagina 1di 36

Quindicinale Anno XXXIV

01.08.2012
Numero

600
periodico di attualit dei comuni di alano di piave, Quero, vas, seGusino

Lafotodicopertina:la600-pag.1 ASaurisconiltornado-pag.3 GruppoAlpiniValderoa:unnuovogonfaloneperAlano-pag.4 Vas:50disacerdoziodidonLuigi-pag.8 LaMadonnadelPiaveaCaorera-pag.19 Imu:idatideiprimiversamenti-pag.24


http://digilander.libero.it/tornado
Tassa pagata/Taxe Perue/Ordinario Autorizzazione Tribunale BL n. 8 del 18/11/80

Chiuso in redazione il 23.07.2012


Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in A. P. - D.L. 353/2003 - (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art.1, comma 1, DCB BL

ALMOLIN tODOVErtO
RIstORANte-PIzzeRIA
di Todoverto Paolo & C.

Per rinnovare la tua casa S.N.C.

imbiancature interni - esterni termocappotti - spatolati


AlAno di PiAve via Caduti e dispersi in Russia Tel. 0439.779208 - Cell. 348.7346084

Statale Feltrina, 25 - Quero (BL) NOVIT: ABBIGLIAMENTO

Jger sport

BIMBO/A da 0 a 14 anni

SPECIALItPESCE
Piazza dei Martiri, 13 - tel. 0439.779129
- ChiuSo il MARTed -

ALANODIPIAVE

Abbigliamento: Running, caccia, trekking, completi sci e accessori MARchI: SAucONy - NIcO - AST - GREAT EScApES - KARpOS MARchI cAccIA: cBc - uNIVERS DAL MARTED AL SABATO 9.00-12.30/16.00-19.00 chIuSO IL LuNED

per ulteriori informazioni tel. 347 6631699

termoidraulica

gierre
di Gallina E. & Rizzotto P. snc 32031 alano di PiavE (bl) - Via Antonio Nani, 14 E-mail: termoidraulica.gierre@virgilio.it

Edoardo cell. 335.5958833

Paolo cell. 347.7091740

il tornado Sede: via J. Kennedy - 32031 FeneR (Belluno). direttore responsabile: Mauro Mazzocco. redattori: Sandro Curto, Silvio Forcellini. collaboratori: Alessandro Bagatella, Francesco dal Canton, ivan dal To, Gianni de Girardi, Antonio deon, Foto Comaron, Fotocolor Resegati, Silverio Frassetto, ermanno Geronazzo, Cristiano Mazzoni, Sergio Melchiori, Antonio Spada, Andrea Tolaini. abbonamenti: italia Abbonamento annuale (18 numeri) 20,00 estero Abbonamento annuale (18 numeri) 50,00. Labbonamento pu essere sottoscritto o rinnovato nei seguenti modi: 1- versando la quota sul c/c postale n. 10153328 intestato alla PRo loCo di FeneR; 2- pagando direttamente ad uno dei nostri seguenti recapiti: neGoZio da milio - Alano; Gelateria due valli - Fener - bar Jole - Fener; mauro maZZocco - Quero; alessandro baGatella - Quero; bar piave Carpen - locanda solaGna - vas; antonio deon - vas; bar bollicine - Scalon; baZar di a. verri - Segusino.

ASTERISCO

La foto di copertina: la 600a


(M.M.) Eccoci, dunque, a sottolineare un nuovo traguardo, quello del seicentesimo numero del nostro periodico e in questa occasione abbiamo voluto far suonare campane doppie, come si usa dire, per celebrare con un po di enfasi un passaggio che ha una valenza non soltanto quantitativa, ma anche simbolica, perch il numero cela il risultato di una costanza e di una applicazione durate trentaquattro anni, sia da parte dei collaboratori che dei lettori, senza i quali anche il miglior progetto resterebbe una semplice manifestazione di buoni intenti. Un valido motivo per rinnovare il nostro mai sufficiente grazie a quanti partecipano, a vario titolo, alla costruzione di questa bella avventura editoriale. Io ricordo di essermi avvicinato a questo foglio quando stava per giungere al numero 100. Da allora ne passata di acqua sotto i ponti, ma posso confermarvi che lo spirito con cui viene confezionato il giornale sempre lo stesso. Per difficile possa sembrare, in questi tempi di continui cambiamenti, in redazione (che poi abbastanza destrutturata trattandosi di unattivit volontaria, senza rigide gerarchie che imprimono indirizzi o particolari linee editoriali) si continua a lavorare in sintonia per realizzare il miglior strumento informativo possibile, consci dei limiti che nascono da unazione che resta nei confini del volontariato, cui ci si dedica nei ritagli di tempo lasciati liberi da impegni di famiglia, di lavoro. Anche lincontro con Silvio, titolare della tipografia DBS di Seren del Grappa, stato decisivo per la continuit delle nostre uscite. C stato un periodo di sbandamento quando siamo usciti dalla semplice, ma impegnativa ciclostilatura ed abbiamo cominciato a navigare nel mondo della stampa. La buona stella ci ha assistito e per il momento continua a farlo, offrendo ad ogni problema una possibile soluzioIL CONFORMISTA ne. Di fronte ai problemi, talvolta la domanda che Un uomo non pu permettersi di avere delle idee che potrebci si pone : ne vale la pena? Ma chi ce lo fa fare? bero compromettere il modo in cui si guadagna il pane. Se Non credo esista una risposta semplice e netta. Il vuole prosperare deve seguire la maggioranza. Altrimenti subigusto di dar vita ad una realt informativa va oltre r danni alla sua posizione sociale e ai guadagni negli affari ... il calcolo utilitaristico. A volte si fa anche per il piaConformarci nella nostra natura. una forza alla quale pochi cere che si ricava nel vedere un progetto prender riescono a resistere ... Solo ai morti permesso dire la verit. forma, concretizzarsi, proporlo a terzi per averne MARK TWAIN di ritorno impressioni, suggestioni, condividerlo per migliorarlo. Operiamo, da volontari, nel campo L'ironia dello scrittore americano ottocentesco Mark Twain, dellinformazione e vogliamo che questultima sia l'autore delle Avventure di Tom Sawyer, era tagliente e spesso libera, varia e la pi completa possibile. Questi amara e le righe che abbiamo proposto ne sono una prova folsono i principi alla base della nostra attivit e su gorante. Come lo quest'altro terribile aforisma: I giornalisti questi punti cerco di mantenere dritta la barra del onesti ci sono. Solo che costano di pi. Il suo pessimismo giornale, ma non con ordini, indirizzi, ma scam comunque una sferzata benefica contro la sonnolenza biando opinioni con quanti vogliono collaborare, dei luoghi comuni, contro la deriva dell'opinione dominanaccettando punti di vista anche diversi, cercando te, contro la banalit di un'esistenza comoda e superficiadi limare eventuali esagerazioni (finora poche, a le, contro l'adulazione servile per interesse personale. onor del vero) nelle proposte di pubblicazione. Ecco, infatti, nel passo sopra citato la denuncia di quel conMi sembra utile riflettere sempre sul nostro agire formismo a cui si piega il capo per non avere fastidi e sopratin questo delicato settore, quello dellinformazione tutto per ottenere vantaggi egoistici. Vorrei lasciare ancora la e credo che, in questa particolare occasione della parola a Twain: Non facciamo altro che sentire, e l'abbiamo copertina nr. 600, sia una lettura istruttiva quella confuso col pensare. E da questo nasce un risultato che conche propongo, qui a fianco, di un brano dal libro, sideriamo una benedizione: il suo nome Opinione Pubblica. gi recensito, di Mons. Gianfranco Ravasi. Il pesRisolve tutto. Alcuni credono che sia la voce di Dio. Lo scritsimismo dello scrittore Marck Twain mi sembra dia tore non conosceva ovviamente la televisione e internet e si respiro ad un monito che pu aiutarci da una parte accaniva contro la stampa, ma se fosse qui oggi aggiornereba farci riconoscere il nostro conformismo e lottare be certe sue staffilate contro gli attuali comunicatori di massa. per vincerlo e, dallaltra, ad agire per migliorare la C', al riguardo, un'altra sua frase implacabile, ma sacrosanta, reputazione della buona stampa. Noi cerchiamo di soprattutto nell'odierno circo mediatico: Esistono leggi per fare in modo che Il Tornado serva a informare, proteggere la libert di stampa, ma nessuna che faccia qualfar pensare, aiutare a farsi una propria opinione. cosa per proteggere le persone dalla stampa. E continuava: Dovessimo diventare dei semplici ripetitori, dateci Una bugia detta bene immortale. la sveglia! Magari ci siamo assopiti e abbiamo bida Le parole del mattino di Gianfranco Ravasi sogno di un aiuto da parte dei nostri abbonaEd. Mondadori 2011 . 19,00 ti/redattori. Che il giornale, alla fine, lo fate voi! Questo, in verit, lingrediente segreto che ci ha permesso di raggiungere quota 600. A tutti, ancora, grazie!

Nel secondo dopoguerra la FIAT era governata da Vittorio Valletta, cui era affidato il compito di motorizzare la nuova Italia repubblicana, come gi era stato tentato e parzialmente realizzato attraverso il modello "Topolino". Se negli anni trenta il progetto "Topolino" era stato scarsamente innovativo, negli anni cinquanta era sicuramente superato. Valletta incaric Dante Giacosa di realizzare la nuova vettura; un compito arduo dato che l'azienda aveva potenzialit veramente modeste, a causa dei bombardamenti che l'avevano pesantemente colpita. La piccola utilitaria Fiat venne presentata il 9 marzo 1955 a Ginevra, nel Palazzo delle Esposizioni. Dotata di 2 portiere (nelle prime versioni prodotte fino al maggio 1964 con portiere incernierate posteriormente) e con una abitabilit discreta per 4 persone, era equipaggiata con un motore di nuova progettazione, il "100", situato in posizione posteriore di 633 cm3, erogante una potenza di 21,5 CV a 4.600 giri al minuto, in grado di spingere l'automobile fino a 95 km/h. Il prezzo di listino era di 590.000 Lire. La "600", nata come vettura popolare, ma non del tutto superutilitaria, avr uno strabiliante successo di vendite e, dopo pochi mesi, il tempo di attesa per la consegna superer l'anno. da ricordare che, in occasione della presentazione della Fiat 600, la televisione, in epoca in cui la RAI non faceva pubblicit televisiva, trasmise un cortometraggio sulla macchina nuova nata, tipico esempio di pubblicit redazionale.
Tratto da Wikipedia

A proposito della 600

ATTuAlIT

Lettera al Tornado Lettera


Evviva! IlIlTornado compie 600 numeri, celebrando un successo che dura da ben 34 anni. Sempre puntuale (poste dura da ben 34 anni. Sempre puntuale (poste Evviva! Tornado compie 600 numeri, celebrando un permettendo), il ilTornado come la Settimana Enigmistica, che non ha mai mancato un appuntamento con i isuoi permettendo), Tornado come la Settimana Enigmistica, che non ha mai mancato un appuntamento con suoi affezionati lettori. affezionati lettori. Complimenti al Direttore, ai redattori, ai collaboratori, ed anche agli inserzionisti che consentono al periodico di essere Complimenti al Direttore, ai redattori, ai collaboratori, ed anche agli inserzionisti che consentono al periodico di essere sempre pi interessante eedi sfoggiare una veste grafica sempre pi attraente. Grazie al Tornado perch offre sempre sempre pi interessante di sfoggiare una veste grafica sempre pi attraente. Grazie al Tornado perch offre sempre ampio spazio aa chiunquevoglia esprimere unidea o difendere unopinione. ampio spazio chiunque voglia esprimere unidea o difendere unopinione. Un grazie speciale anche da parte del mio amico Piero, quello che da tempo infierisce con le sue storie patetiche ee Un grazie speciale anche da parte del mio amico Piero, quello che da tempo infierisce con le sue storie patetiche nostalgiche eeche ha tutta lintenzione di continuare finch non lo abbatterete. E anche a nome suo che desidero nostalgiche che ha tutta lintenzione di continuare finch non lo abbatterete. E anche a nome suo che desidero congratularmi con voi ed incitarvi a continuare cos per fare, se possibile, ancora meglio. congratularmi con voi ed incitarvi a continuare cos per fare, se possibile, ancora meglio. Grazie anche ai vostri lettori, perch dalla loro fedelt che il periodico trae la linfa indispensabile che ne fa voce Grazie anche ai vostri lettori, perch dalla loro fedelt che il periodico trae la linfa indispensabile che ne fa voce autorevole dei nostri quattro comuni nella prospettiva che possa realizzarsi lantico sogno di Setteville al di sopra di ogni autorevole dei nostri quattro comuni nella prospettiva che possa realizzarsi lantico sogno di Setteville al di sopra di ogni tentazione di campanile. tentazione di campanile. Il vostro affezionatissimo Il vostro affezionatissimo Procopio Coletti

Procopio Coletti

PRO LOCO FENER PRO LOCO FENER DOMENICA 5 AGOSTO 2012 DOMENICA 5 AGOSTO 2012
dalle ore 19.30 dalle ore 19.30

FESTA IN PIAZZA FESTA IN PIAZZA


Pizza in Piazza Pizza in Piazza pizza al trancio, con Mirco e il suo forno a legna viaggiante
pizza al trancio, con Mirco e il suo forno a legna viaggiante

in Piazza Dante in Piazza Dante

dalle ore 20.30 dalle ore 20.30

Spettacolo di Piazza Piazza Spettacolo di con Wanda Circus con Wanda Circus divertente intrattenimento per grandi e piccini con cabaret, mangiafuoco, crepes
divertente intrattenimento per grandi e piccini con cabaret, mangiafuoco, crepes
(in caso di maltempo, lestrazione 1.000 euro a domenica 12 agosto) montepremi: rinviata

dalle ore 21.30 dalle ore 21.30

Estrazione della Tombola Estrazione della Tombola montepremi: 1.000 euro

(in caso di maltempo, lestrazione rinviata a domenica 12 agosto)

CROnACA

A Sauris con il Tornado


di Silvio Forcellini
Sauris uno dei borghi pi affascinanti della Carnia, non solo per il suo paesaggio, essendo circondato da boschi, prati e pascoli verdissimi, ma anche per la sua ricchezza e unicit culturale, tant che solitamente viene definito unisola tra le montagne. Unisola dal punto di vista linguistico: a Sauris, infatti, si parla ancor oggi una lingua antica e particolarissima, di influenza tedesca. E unisola anche dal punto di vista culturale, a partire dalle feste tradizionali incentrate su mitici personaggi del passato fino allarchitettura del borgo, caratterizzata da case costruite in legno e in pietra con una tecnica unica rispetto agli altri paesi della montagna friulana. Ma Sauris famosa soprattutto per le sue produzioni agroalimentari di nicchia, a partire del rinomato prosciutto crudo I.G.P per proseguire con lo speck e la birra artigianale. Per tutti questi motivi, Sauris stata la meta della gita del nostro giornale che, in collaborazione con lagenzia di viaggi Omar e Adam Tour di Alano, ha portato oltre cinquanta persone alla Festa del Prosciutto I.G.P. di Sauris, tappa conclusiva di un trittico enogastronomico in terra friulana che, in passato, aveva toccato anche San Daniele e Udine per Friuli Doc. Laffiatato gruppo, partito nella mattinata di sabato 14 luglio, giunto a Sauris giusto in tempo per gustare, presso il ristorante Morgenleit, uno squisito pranzo con tipico men friulano: salumi di Sauris e formaggi gnocchi di pane fatti in casa con burro fuso e speck croccante - frico di patate, cervo in salm e polenta - strudel di mele, il tutto innaffiato da ottimi vini Poi, a piedi fino al rinomato prosciuttificio Wolf per uninteressante visita guidata dellimpianto. Tra le tante informazioni che ci sono state fornite, alcuni dei segreti che rendono il prosciutto di Sauris cos prelibato: laffumicatura effettuata esclusivamente con legno di faggio e il particolare microclima creato dal sottostante lago di Sauris, che favorisce lasciugatura Lago di Sauris che, con la sua seducente bellezza, si impone allo sguardo ammirato del visitatore: i suoi colori, lo assicuriamo, sono unici. Dopo la visita guidata e gli acquisti di rito presso la stessa Wolf, il rompete le righe alla volta degli stand della festa, nei quali si potevano s gustare le varie specialit enogastronomiche della zona, ma anche ammirare i prodotti dellartigianato locale: oggetti lavorati in legno, capi di abbigliamento e di biancheria confezionati con lino, canapa o lana Essendo Sauris molto piccolo (conta solo 400 abitanti), ogni gitante ha avuto modo di visitarlo in lungo e in largo, di fare gli acquisti desiderati con calma o di entrare nella splendida chiesetta che domina il paese. Verso sera, poi, il pullman della ditta Sbizzera di Alano ha ripreso la via di casa, raggiunta grazie anche alla maestria dellautista Mohamed (il tratto che da Sauris raggiunge il Passo della Mauria, infatti, a dir poco problematico, causa le esigue dimensioni della carreggiata che impongono continue manovre). Considerato che la pioggia ha risparmiato per tutto il giorno il paesino della Carnia, possiamo dire che anche questa gita ha avuto pieno successo, a detta degli stessi partecipanti. E per le prossime gite del Tornado, ci stiamo gi lavorando!

Foto di Silvio Forcellini

CROnACA

Gruppo Alpini Valderoa: un nuovo gonfalone per Alano


Ha avuto luogo domenica 15 luglio la consueta commemorazione in alta val Calcino che cade sempre la terza domenica di luglio.
Il tempo stavolta ha fatto ci che ha voluto ma non riuscito ad impedire che la cerimonia facesse il suo corso. Impossibile celebrare la Santa Messa presso il cippo, pertanto tutti i presenti si sono portati sotto il tendone a malga Camparonetta e qui, protetti dalla pioggia, si potuto ricordare le vittime della guerra. Prima della Santa Messa gli alpini alanesi hanno pensato di dare il loro piccolo contributo allente Comune, ente che anche nel passato ha sempre avuto un ottimo rapporto con gli alpini ,cominciando con il sindaco Piccolotto, che ha collaborato con gli alpini per la gestione della ex malga Camparonetta; a lui succeduto Codemo (1996-2006) che con una brillante operazione ha fatto si che venisse costruita una casa delle associazioni con manodopera alpina e quindi una parte della costruzione stessa viene adibita a sede del

gruppo. A Codemo succede Dal Canton (2006-2011) che si impegna al completamento della casa delle associazioni, mentre il gonfalone comunale, sempre presente alle nostre manifestazioni, mostra i segni del tempo. Ed per questo che, nellambito del consiglio direttivo del gruppo Valderoa, nasce lidea di fare dono allente Comune di un gonfalone nuovo di zecca e lonore di riceverlo dalle nostre mani spettato allattuale primo cittadino Serenella Bogana, alla presenza degli ex Codemo e Dal Canton. Dopo la consegna, la cerimonia continuata con la benedizione del nuovo gonfalone e la celebrazione della Santa Messa, al termine della quale il capogruppo Valentino ha salutato e ringraziato tutti i presenti. Il capogruppo di Tradate, Angelo Galmarini, sempre presente, ha poi rivolto un particolare pensiero ad un amico triestino con grossi problemi di salute; infine il sindaco di Tradate Laura Cavalotti ha incitato gli alpini a proseguire per il sentiero che stanno percorrendo, mentre la chiusura spettata al sindaco Bogana, che, naturalmente, ha ringraziato il gruppo per liniziativa, che verr menzionata anche nel prossimo consiglio comunale. Al termine rancio al coperto e .diciamoci la verit ..nonostante il tempo si avuta una buona affluenza. Grazie a tutti voi presenti! Il consiglio direttivo del Valderoa

In azione al raduno triveneto di Feltre


Ad una settimana di distanza il gruppo Valderoa stato stavolta impegnato a supportare la sezione di Feltre nella organizzazione della adunata del triveneto. Nostro compito era quello di installare e gestire il chiosco-bar sito presso le cucine, allinterno della caserma Zanettelli. Sabato sera una inaspettata, ma graditissima visita del nostro presidente nazionale Corrado Perona al nostro bar ed allora ..le macchine fotografiche si sono accese per immortalare lavvenimento a cui si affiancano alpine ed alpini alanesi.
Foto: sopra, il gruppo vicino al pennone di malga Camparonetta e la stretta di mano fra sindaco di Alano e capogruppo (scatti di Fulvio Mondin) e, qui a fianco, con il presidente nazionale Corrado Perona

AlPInI

Sono pi di venti anni che il gruppo Valderoa mantiene contatti e scambi con un buon gruppo di riservisti bavaresi. Stavolta tocca a loro essere ospitati da noi ed arrivano ad Alano la sera del 7 giugno. Il tempo della sistemazione per la

Alano: Gruppo Alpini Valderoa e i Bavaresi

compagnano gli amici bavaresi Valentino, Sergio, Piero, Francesco, Claudio, Mario ed ancora Claudio. Discesa da Domador e visita al museo di Campo, quindi una sosta in gelateria a Fener con qualche bicchiere per far festa, poi il tempo si fa avverso ed allora si rientra presso la sede perch gli amici riservisti preparano la cena con tipici piatti della loro terra. Non parliamo poi della birra una favola!!. Ebbene: eravamo oltre 60! E tutti sono sazi complimenti agli ospiti cuochi! Durante la cena scambi di omaggi tra riservisti, alpini e sindaco di Alano. Sabato mattina a Schievenin vengono illustrate agli ospiti le gesta del giovane Tenente Rommel passato proprio di qui nel cruento 1917 e soprannominato pi tardi la volpe del deserto (seconda guerra mondiale). Segue visita ed onori ai caduti allossario germanico di Quero con la presenza ed interventi dei sindaci di Quero ed Alano. Pranzo presso la sede degli alpini e quindi alle tre pomeridiane siamo a Feltre per una visita alla citt, piazza Maggiore, ed in particolare ai resti romani sotto il piazzale del duomo, per poi salire al santuario dei SS. Vittore e Corona ad Anz, sempre e puntualmente assistiti dallinterprete Claudio De Lorenzo ottimo conoscitore della lingua tedesca e che si prodigato per due giorni senza interruzione. Alla sera si cena ancora in sede degli alpini, poi gli ospiti in relax assistono su maxischermo alla partita iniziale degli europei di calcio lasciandoli soddisfatti per lesito dellincontro della loro nazionale. Domenica mattina la partenza con limperativo di ritrovarsi ancora; naturalmente stavolta in Bavaria. Cogliamo loccasione di queste pagine per ringraziare tutti coloro che hanno contribuito a far si che questi tre giorni riuscissero bene. Il direttivo del Valderoa

notte presso la casa vacanze di Schievenin e poi giusto accoglierli facendo gustar loro una buona pizza e quindi la serata si chiude perch domani sar una giornata lunga e impegnativa. Lindomani quindi sveglia di buonora per salire sino a cima Grappa, per la visita al monumento e non possono mancare dei momenti di raccoglimento per ricordare coloro che lass riposano indipendentemente dalla divisa che indossavano. C foschia ma si riesce a vedere, almeno in parte, la pianura veneta. Il sereno ci avrebbe consentito di mostrare agli amici bavaresi la nostra citt lagunare E non solo! E ora di pranzo, si scende e in Domador troviamo un semplice, ma ottimo pranzo preparato da Laura. Ac-

lETTERE Al TORnADO

Comune di Alano: disposizioni in merito al verde privato (piantagioni, siepi, sfalcio prati)
Il sindaco avverte che: 1) in conformit a quanto stabilito dal Codice della Strada, quando nei fondi o comunque nelle propriet private, situati in prossimit di strade aperte al pubblico transito veicolare o pedonale, sono presenti alberi o vegetazione i cui rami o foglie si protendono sulla sede stradale, i proprietari hanno lobbligo di provvedere alla costante regolarizzazione di fronde e rami in modo che sia sempre evitata ogni situazione di pericolo della circolazione, tanto dei veicoli quanto dei pedoni e che possa impedire allilluminazione pubblica di prodursi correttamente; Sanzioni: in caso di inadempienza, gli interessati saranno soggetti alla sanzione amministrativa prevista dallart. 29 del codice della strada da 159,00 a 639,00 anche senza la necessit di ulteriori avvisi oltre al presente. Il sindaco avverte che: 2) in conformit a quanto previsto dallOrdinanza Sindacale n.1363 R.O. Prot. 3863/10.1.6 del 30 Settembre 2011, tutti i proprietari, mezzadri, conducenti e detentori di fondi rustici e di fabbricati fiancheggianti le strade (statali, provinciali, comunali, vicinali e private), viali e spazi pubblici od aperti al pubblico, sono tenuti ad effettuare il taglio di siepi vive, dei rami degli alberi e altra vegetazione che si protraggono oltre il ciglio delle strade, muri a secco ecc., o che possono ostacolare, restringere o ridurre il campo visivo necessario a salvaguardia della visibilit e dellincolumit della circolazione con particolare riguardi in corrispondenza di incroci, biforcazioni e curve stradali. Inoltre gli stessi devono rimuovere tempestivamente le ramaglie o quantaltro sia caduto sulla sede stradale; mantenere larea circostante le abitazioni o altri edifici in stato decoroso e provvedere allo sfalcio in maniera periodica tale da evitare il degrado ambientale e leventuale insorgere di problemi di carattere igienico sanitario. Sanzioni: si avverte che, in caso di inadempienza, gli interessati saranno soggetti alla sanzione amministrativa prevista dallart. 7 comma 1 del D.lgs. n. 267/2000 inserito dalla legge n.3 del 16.01.2003 per le violazioni delle disposizioni dei regolamenti comunali da 25,00 a 500,00 anche senza la necessit di ulteriori avvisi oltre al presente. Alano di Piave, 16 Luglio 2012 IL SINDACO Dott.ssa BOGANA Amalia Serenella

Festival 2012: il grazie di NoiAltri a SanVetor


Malgrado il tempo che ha causato alcuni disguidi riuscito tutto molto bene, il comitato "NoiAltri a SanVetor", che ha contribuito all'evento con lo stand gastronomico, ringrazia i numerosi partecipanti. Grazie a tutti e speriamo che la prossima volta il tempo sia pi clemente

lETTERE Al TORnADO

Gentile redazione, colpito da una notizia letta sul numero di luglio, vi invio queste mie poche righe, qualora vogliate pubblicarle.

Trasferito a Monselice don Tiziano Piovan


Chi mi conosce sa bene che non facile io commenti questioni legate alla religiosit locale o pure in senso generale. Leggo l'articolo a firma Silvio Forcellini e leggo bene la reazione composta del sacerdote della parrocchia in cui risiedo. Egli chiede ai suoi fedeli di non reagire in maniera inappropriata al suo trasferimento, ricordando di accogliere nel miglior modo chi verr qui al suo posto. Mi sento, in cuor mio, di lasciare ad un contesto mediatico, un pensiero in merito, da persona molto distaccata dal senso pi religioso della Chiesa e dei fatti ad essa legati e di cui essa si occupa. Negli anni, dopo la normale formazione giovanile cattolica, ho preso strade mie, senza scordare di credere in un senso piuttosto personalizzato. Ho conosciuto diversi discepoli di colui che chiamano Il Signore e che io ancora non so menzionar per nome, poich ho idea che pi d'uno non abbia senso ve ne siano e forse uno per tutti, al mondo, potrebbe bastare eliminando molti fanatismi esasperati ed esasperanti. Ci lo premetto per chiarire quanto io sia un tipetto di difficile gestione in quest'ambito e come, nel tempo, io abbia vissuto con distacco, a volte fastidio, le modalit di credo di pi d'uno e d'una, tali peraltro da esser rispettati e che non giudico, limitandomi ad osservazioni interiori tutte mie. Caro don Tiziano, lei o forse meglio tu, sei stato capace di avvicinarmi a questo ambiente con la semplicit di chi conosce la dottrina che predica, riuscendo a farlo senza rigori di saccenza, talvolta con uno sguardo gentile o una parola amichevole, alla pari. Ecco, questo volevo dire, perch mi dispiace sinceramente apprendere questa notizia, perch questo signor Tiziano Piovan , anche parroco, ma prima di tutto persona umile e saggia, mancher a molti... Ai giovani che forse pi facilmente avrebbero preso strade fumose ed hanno trovato riparo dai fumi dell'ambiente, dentro alle mura accoglienti della casa del signore, del signor Tiziano. Mancher alle genti, abituate a vederlo passeggiare silente e sempre col viso gaudente. Mancher a me. Cosaltro vorrei dire? Nulla di pi, mantenendo la compostezza che lo stesso parroco ha chiesto, mantenendo cheta quella mia esuberanza talvolta espressa in relazioni a fatti accaduti sul territorio. Questo fatto appunto mi avrebbe indotto, senza tale invito, alla reazione vivace, che non ci sar. Mi limito ad augurarmi che la partenza di don Tiziano sia legata a fatti di logica religiosa, dei quali non ho pretesa di competenza, ma che mi inducono ad una tristezza personale da vivere per ci che , che sono certo tanti altri condivideranno. Me lo auguro, riflettendo su quelle parole pronunciate e trascritte sul Tornado, dal sacerdote che invitano a non accreditare le chiacchiere che gi circolano. Io non conosco i fatti reali e non mi curer di indagare, giacch gli uomini hanno in seno quella personale indagine, chiamata coscienza, che se qualcuno avesse indebitamente tradito, accelerando o inducendo le logiche religiose, far il suo corso e sar di per s sufficiente giudice arbitro interiore. Sono certo che i pi condivideranno invece questultimo pensiero. Ti vogliamo bene Buona vita don Tiziano, in bocca al lupo. Con rinnovata, grande stima, Alexander Geronazzo

Da IL TORNADO n 599

Vas: corso di lingua italiana per stranieri

CROnACA

Nel mese di giugno, si concluso il corso per l'apprendimento e l'approfondimento della lingua italiana, rivolto agli immigrati stranieri, residenti a Vas e svoltosi nell'aula degli impianti sportivi. Il corso, finanziato dalla Regione Veneto e coordinato dal CTP (centro territoriale permanente) dell'Istituto Comprensivo di Quero, ha coinvolto una quindicina di stranieri, in gran parte cinesi. Alcuni di loro sono residenti in Italia da pi di 18 anni, ma non avevano mai frequentato una scuola in Italia. La competenza, la costanza e la simpatia della loro insegnante, Carla Meneghin di Fener, alla quale va un plauso particolare, ha fatto si che tutti portassero a termine il loro compito con grande impegno, ed una decina di loro, i pi preparati, hanno potuto sostenere l'esame CILS (esame di certificazione della lingua italiana - livello A2) che permette loro di ottenere direttamente la Carta di Soggiorno. Speriamo che il finanziamento regionale possa permetterci di riproporre questa utile esperienza, utile a rafforzare le capacit linguistiche degli stranieri e favorire cos momenti di aggregazione, confronto e comunicazione a tutti i livelli con la popolazione locale.

CROnACA

50 di Sacerdozio di Don Luigi Dalla Longa


Domenica 8 luglio, i parrocchiani di Vas si sono riuniti per festeggiare il 50 di sacerdozio, di Don Luigi Dalla Longa, loro parroco da 36 anni.
Nelle settimane precedenti, tutti si sono impegnati per i preparativi, chi per abbellire la chiesa, chi per raccogliere offerte, chi per preparare i ragazzi del catechismo, chi per preparare il rinfresco, i manifesti, gli addobbi i gazebo Alle ore 11,30, allietata dal coro di San Vito, suo paese natale, iniziata la S. Messa concelebrata con altri 3 sacerdoti. Don Luigi, commosso, durante l'omelia ha ricordato i suoi anni giovanili, la chiamata al sacerdozio e la sua opera, prima a Tencarola (Pd) poi ad Asiago e infine a Vas. Ha ringraziato i suoi genitori per l'amore e la fede che ha ricevuto insieme ai fratelli, fra i quali Don Giovanni missionario in Africa e Suor Andreina missionaria in Messico, ed i suoi insegnanti che lo hanno accompagnato lungo il difficile percorso del sacerdozio. Durante la preghiera dei fedeli, diversi parrocchiani si sono avvicendati nel chiedere grazie per Don Luigi e per le comunit di Vas, Scalon e Caorera. Poi, i ragazzi del catechismo hanno letto i loro brevi ma sentiti e intensi componimenti, ringraziando Don Luigi per la sua bont, disponibilit al dialogo, insegnamenti di vita ed affetto che ha loro sempre dimostrato. Anche il sindaco Andrea, un po' emozionato, dopo aver letto la dedica, gli ha consegnato una pergamena a ricordo di tutti i parrocchiani. Infine, Romeo gli ha consegnato le offerte raccolte che Don Luigi devolver ai bisognosi. E' seguito un rinfresco nel cortile della canonica, e tutti hanno potuto esprimere a Don Luigi ed ai suoi familiari presenti, la gioia e il loro riconoscimento per la sua opera fin qui sostenuta ma non ancora conclusa. Nelle foto, dallalto: con i fratelli Caterina, Suor Andreina e Giacomo; con i sacerdoti, chierichetti e collaboratori; qui sotto, i bambini ringraziano, da Sx: Alex di Alano di Piave, Anderson di Scalon, Aurora di Scalon, Martino, di Scalon, Andrea di Vas, Nick di Scalon.

CROnACA

Il concerto dei Nomadi a Quero di Sandro Curto Il concerto dei Nomadi a Quero
di Sandro Curto

Gioved 12 luglio oltre mille persone hanno assistito, presso gli impianti sportivi di Quero, al concerto dei Nomadi, la band pi longeva del panorama musicale italiano. Ottima lorganizzazione della locale Pro Loco che ha potuto godere del paGioved 12 Comune di Quero e dei hanno assistito, che, salvo pochi sportivi pioggia verso fine serata, ha consentito il trocinio del luglio oltre mille persone favori del tempo presso gli impiantiminuti di di Quero, al concerto dei Nomadi, la band pi longeva del panorama musicale italiano. Ottima lorganizzazione della locale Pro Loco che ha di una famosa canzoregolare svolgimento della manifestazione. Il concerto era una tappa del tour Ricordarti (dal nome potuto godere del patrocinio del Comune di Quero e dei favori del tempo che, salvo pochi minuti del gruppo, prematuramente scomparso 20 ne) dedicato allindimenticabile figura di Augusto Daolio, fondatore e leader di pioggia verso fine serata, ha consentito il regolareIlsvolgimento della manifestazione. Il concerto era unaNomadi), rivoltoRicordartioccasione allAISED (Associazioanni fa. tour ha anche un fine benefico (come sempre con i tappa del tour in questa (dal nome di una famosa canzone) dedicato allindimenticabile figura di Augusto Daolio, fondatore e leader del gruppo, prematuramente scomparso 20 ne Italiana Sindrome Ehlers-Danlos). Questa sindrome una patologia genetica cronica degenerativa che provoca deficit anni e Il tour ha Sul palco Beppe Carletti (unico rimasto del Nomadi), rivolto in questa occasione Daniele (Associaziofisici fa.funzionali. anche un fine benefico (come sempre con i gruppo iniziale del 1963) alla tastiera,allAISEDCampani alla ne Italiana Sindrome Ehlers-Danlos). Questa sindrome una patologia genetica cronica degenerativa chevoce e il nuovo batteria, Cico Falzone alla chitarra, Massimo Vecchi basso e voce, Sergio Reggioli violino, percussioni e provoca deficit fisici e funzionali. Sul palco Beppe Carletti (unico rimasto per circa treiniziale del 1963) vecchie e nuove un pubblico attencantante, da Padova, Cristiano Turato hanno intrattenuto del gruppo ore con canzoni alla tastiera, Daniele Campani alla batteria, Cico Falzone di Paolo Feltrin del concerto e di Tessa voce, Sergio Reggioli violino, percussioni eParide, consorte to ed entusiasta. Foto alla chitarra, Massimo Vecchi basso e Gubert al ristorante Al Molin con il patron voce e il nuovo cantante,staff a festeggiare I Nomadi,hanno deccezione. e tutto lo da Padova, Cristiano Turato ospiti intrattenuto per circa tre ore con canzoni vecchie e nuove un pubblico attento ed entusiasta. Foto di Paolo Feltrin del concerto e di Tessa Gubert al ristorante Al Molin con il patron Paride, consorte e tutto lo staff a festeggiare I Nomadi, ospiti deccezione. Amici del Tomatico e del Grappa

Proseguono le escursioni del gruppo Amici del Tomatico e del Grappa. Il 28 agosto, con partenza da Quero-Vas alle di Alessandro Bagatella ore 7, Vas-Monte Vallina-Milies, impegnativa. Con pranzo su prenotazione. Il 9 settembre invece, con partenza da QueProseguono le escursioni Cime di Lavaredo, impegnativa. Con Grappa. Il 28 agosto, con partenza da Quero-Vas alle ro-Vas ale ore 6.30, le Tredel gruppo Amici del Tomatico e del pranzo al sacco. Per informazioni e iscrizioni rivolgersi al ore 7, Vas-Monte Vallina-Milies, impegnativa. Con 0439-788052 (ore pasti). coordinatore del gruppo, Alessandro Bagatella, allo pranzo su prenotazione. Il 9 settembre invece, con partenza da Quero-Vas ale ore 6.30, le Tre Cime di Lavaredo, impegnativa. Con pranzo al sacco. Per informazioni e iscrizioni rivolgersi al coordinatore del gruppo, Alessandro Bagatella, allo 0439-788052 (ore pasti).

Amici del Tomatico e del Grappa Le prossime escursioni di Alessandro escursioni Le prossime Bagatella

Dal nostro abbonato di Segusino Bruno Coppe di Sandro Curto riceviamo e pubblichiamo questa foto scattata alla Dal nostro abbonato di Segusino Bruno calcio fine degli anni 70 in occasione di un torneo diCoppe riceviamo e pubblichiamo La squadra scattata alla fra le fabbriche di Segusino. questa foto quella della fine degli anni 70 in sinistra, troviamo larbitro Berta Solar. In piedi, da occasione di un torneo di calcio fra Torino, Danilo Stramare, squadra quella della di le fabbriche di Segusino. La Eugenio Menegazzo, Solar. In piedi, Celestino Stramare larbitro Berta Lucio Biscaro, da sinistra, troviamo e Umberto di Torino, accosciati, sempre Eugenio Menegazzo, Tessaro; Danilo Stramare, da sinistra, Giorgio Lucio Biscaro, Capovilla, Gianfranco eMontagner, Umberto Spader, Renzo Celestino Stramare Tessaro; accosciati, sempre da Danilo Longo, Marcello Coppe esinistra, Giorgio Bruno Coppe Spader, Renzo Capovilla, Gianfranco Montagner, Talianello. Danilo Longo, Marcello Coppe e Bruno Coppe Talianello.

La squadra Solar Laal torneo delle squadra Solar al torneo delle fabbriche di Segusino di Sandro Segusino fabbriche di Curto

COmE ERAvAmO

10

CROnACA

A Mossini e Oldrati le prove feneresi degli Assoluti dItalia di enduro


di Silvio Forcellini
Fabio Mossini, su KTM 350 4T, e Thomas Oldrati, su KTM 250 4T, sono i vincitori della sesta e settima prova degli Assoluti dItalia di enduro, il massimo campionato nazionale andato in scena a Fener il 7-8 luglio scorsi unitamente alla Coppa Italia (nella quale ha corso anche il nostro compaesano Diego Siragna). Come lanno scorso, la gara fenerese magistralmente organizzata dal Moto Club La Marca Trevigiana in collaborazione con la Pro Loco di Fener - ha radunato il meglio dellenduro nazionale, oltre ad alcuni campioni stranieri reduci dalla prova mondiale di Castiglion Fiorentino in programma la settimana precedente (tra questi, il finlandese Eero Remes, vincitore a Fener nel 2011). Il percorso della gara, modificato nelle ultime settimane, prevedeva quattro giri al sabato (per un totale di 200 chilometri) e tre la domenica (per un totale di 150 chilometri). Durante ogni giro erano previsti cross test presso il Parco del Piave di Fener, cross test a Cavaso in localit Pareton ed enduro test ancora in territorio alanese tra i Faveri e le Sorgenti. Un impegno non da poco per i circa 200 concorrenti, messi a dura prova anche dal clima torrido e dalla gran polvere sollevata durante la corsa, in particolare nella prova speciale al parco. SABATO 7 LUGLIO 1 MOSSINI FABIO KTM 350 4T Al termine dei quattro giri di sabato, la classifica assoluta 2 ALBERGONI SIMONE HM Honda 250 4T - che pubblichiamo qui a fianco e che comprende le pre3 SALVINI ALEX Husqvarna 310 4T stazioni di tutti i piloti impegnati nelle varie classi - vede al primo posto Fabio Mossini (KTM 350 4T), che precede 4 OLDRATI THOMAS KTM 250 4T di 22 secondi Simone Albergoni (HM Honda 250 4T) e di 5 REMES EERO KTM 125 2T 37 secondi Alex Salvini (Husqvarna 310 4T). Nelle singo6 MONNI MANUEL KTM 300 2T le classi, invece, vittorie di Simone Albergoni (HM Hon7 MICHELUZ MAURIZIO HM Honda 500 4T da 250 4T) in E1, di Fabio Mossini (KTM 350 4T) in E2, di Manuel Monni (KTM 300 2T) in E3, di Giacomo Re8 REDONDI GIACOMO KTM 125 2T dondi (KTM 125 2T) in E1 2T e del finlandese Eero Re9 BELOTTI ANDREA KTM 300 2T mes (KTM 125 2T) tra gli Stranieri. Tra le squadre 10 MORONI RUDY KTM 250 simpone il G.S. Fiamme Oro Milano grazie a Simone

Albergoni, Thomas Oldrati, Maurizio Micheluz e Oscar Balletti. DOMENICA 8 LUGLIO 1 OLDRATI THOMAS KTM 250 4T Al termine dei tre giri di domenica, la classifica assoluta 2 SALVINI ALEX Husqvarna 310 4T che pubblichiamo qui a fianco - vede al primo posto 3 MONNI MANUEL KTM 300 2T Thomas Oldrati (KTM 250 4T), che precede di 22 secondi Alex Salvini (Husqvarna 310 4T) e di 28 secondi 4 MICHELUZ MAURIZIO HM Honda 500 4T Manuel Monni (KTM 300 2T) e che si aggiudica anche il 5 GRITTI MIRKO KTM 300 2T memorial dedicato a Paolo Bresolin, socio del Moto 6 LEOK AIGAR TM 300 2T Club La Marca Trevigiana scomparso poco pi di un 7 REMES EERO KTM 125 2T mese fa durante una gara di regolarit. Nelle singole 8 MORONI RUDY KTM 250 2T classi, invece, vittorie di Thomas Oldrati (KTM 250 4T) in E1, di Alex Salvini (Husqvarna 310 4T) in E2, di Ma9 REDONDI GIACOMO KTM 125 2T nuel Monni (KTM 300 2T) in E3, di Giacomo Redondi 10 DAMBROSIO EDOARDO KTM 500 4T (KTM 125 2T) in E1 2T e dellestone Aigar Leok (TM 300 2T) tra gli Stranieri. Tra le squadre, primeggia ancora il G.S. Fiamme Oro Milano. Da notare che a tutti i premiati stata consegnata una semplice pergamena: i soldi risparmiati per lacquisto di coppe e trofei sono stati meritoriamente devoluti dal Moto Club La Marca Trevigiana a favore dei terremotati dellEmilia-Romagna. Grazie ai risultati conseguiti in questo week-end, Simone Albergoni e Giacomo Redondi festeggiano anticipatamente la conquista del titolo italiano. Per Albergoni si tratta addirittura del nono tricolore consecutivo. Gli Assoluti dItalia di enduro avranno il loro epilogo il 7 ottobre in Piemonte, a Cortemilia.
Tornando alla gara fenerese, grande soddisfazione per il Moto Club La Marca Trevigiana i cui sforzi organizzativi - che si sono protratti per diversi mesi - sono stati premiati dai consensi ricevuti sia dai piloti che dai numerosi appassionati presenti. Meritano un bravo, quindi, linfaticabile direttore di gara Massimo Scanferla e tutti i suoi valenti collaboratori, molti dei quali locali. Tra questi il fenerese Mauro Tessaro che, da mesi, abbiamo sempre visto perlustrare, al fianco di Massimo, ogni metro del percorso perch tutto, alla prova dei fatti, fosse a posto. E grande soddisfazione anche per lo staff della Pro Loco di Fener che, fin dalla giornata del mercoled, ha aperto la baita per accogliere nella maniera migliore piloti, meccanici, accompagnatori e appassionati giunti al Parco del Piave per loccasione. Molte le nuove leve che si sono rese disponibili nel dare una mano, circostanza che lascia ben sperare per il futuro dellassociazione: nella foto a fianco, in rappresentanza di tutte le persone che si sono alternate per cinque giorni allinterno della baita, le quattro bariste che hanno riscosso pi ammirazione

11

CROnACA

Le foto degli Assoluti dItalia di enduro a Fener


di Silvio Forcellini Le foto degli Assoluti dItalia di enduro a Fener
di Silvio Forcellini

12

AuSER

11/12 ottobre: gita ai laghi di Plitvice. 28 ottobre: festa di compleanno per i nati a settembre ed ottobre. RICORDIAMO CHE CON LISCRIZIONE ALLAUSER AVETE LA COPERTURA ASSICURATIVA IN CASO DI INGESSATURE O FRATTURE
Fino ad ottobre sar possibile rinnovare il tesseramento per lanno 2012, presso la sede nei giorni ed orari di apertura

OTTOBRE 2012

18 novembre: festa di compleanno con pranzo di baccal. 9 dicembre: pranzo di Natale con festa di compleanno ed auguri per le festivit a soci e volontari.
NOTA BENE Per le prenotazioni dei viaggi per il trasporto solidale invitiamo i soci a telefonare con largo anticipo per gestire al meglio il servizio (le chiamate ricevute il giorno precedente le visite non potranno essere prese in considerazione). In occasione di pranzi in sede o presso ristoranti, per ragioni organizzative obbligatoria la prenotazione.

NOVEMBRE 2012

DICEMBRE 2012

Programma

da Luglio a Dicembre
CIRCOLO AL CAMINETTO ALANO QUERO E VAS TELEFONO 0439 787861 Orario luned mercoled e venerd dalle 15:00 alle 17:00 11 agosto: pranzo a San Lorenzo con festa di compleanno per i nati a luglio ed agosto. Prima settimana: in piazza con lorchidea per lUnicef .

Per informazioni su gite, pranzi, conferenze e manifestazioni varie, contattare la sede AUSER, nei giorni di luned, mercoled e venerd, il pomeriggio dalle 15:00 alle 17:00 al numero 0439 787861.
Le date delle manifestazioni potrebbero variare per motivi organizzativi. Tutti i mercoled presso la sede di Quero, incontro per i soci che amano il gioco della tombola o delle carte. Continua ad Alano di Piave lapertura per gli incontri del mercoled presso la biblioteca comunale.

AGOSTO 2012

OTTOBRE 2012

13

AuSER

IL CIRCOLO AUSER AL CAMINETTO DI ALANO QUERO VAS E LA SCHOLA CANTORUM DI ALANO DI PIAVE
danno appuntamento a soci, amici e simpatizzanti

SABATO

11 AGOSTO 2012

per una nuova edizione del

IN LOCALITA SANTA MARIA


ore 12,00 - apertura della festa

pranzo allaperto
il pomeriggio sar allietato da giochi a premio, svaghi e passatempi, tra cui lemozionante ricca lotteria e la gara della stima. Naturalmente non mancher un edizione speciale della

festa dei compleanni


in onore dei soci nati in luglio e agosto
che ci faranno assaggiare le loro squisite torte! il tutto al modico prezzo di 17,00 euro

IL PULMINO AUSER FAR SERVIZIO GRATUITO DI NAVETTA SU PRENOTAZIONE DALLE ORE 11,30 COLLEGANDO I CENTRI DI QUERO, VAS, FENER, CAMPO, COLMIRANO E ALANO CON LA SEDE DELLA FESTA IN LOCALITA SANTA MARIA.

prenotazioni entro mercoled 8 agosto c/o sede Auser Quero 0439.787861

14

AuSER

il circolo auser "al caminetto" alano-quero-vas


32030 QUERO BL VIA ROMA 29 - TEL. E FAX 0439.787861

in Slovenia e in Croazia

vi propone due giorni di sogno

LAGHI dellumanit dellUnesco DI PLITVICE patrimonio

nellincanto naturale dei

CASTELLO DI PREDJAMA

e del

11 e 12 OTTOBRE 2012
PARTENZA PULLMAN GRAN TURISMO DA QUERO ORE 5,30, CON SOSTE A CAMPO COLMIRANO-ALANOFENER. SOSTA A PREDJAMA (SLOVENIA) PER VISITA CASTELLO. PRANZO IN RISTORANTE CON GRIGLIATA DI CARNE ECC. PARTENZA PER LA CROAZIA E ARRIVO A PLITVICE/KORENICA, SISTEMAZIONE IN HOTEL, CENA E PERNOTTAMENTO. SECONDA GIORNATA: COLAZIONE E PARTENZA PER IL GRANDE PARCO NATURALE DEI LAGHI DI PLITVICE CON VISITA GUIDATA. AGEVOLE PASSEGGIATA ATTORNO AI SUGGESTIVI LAGHETTI PER POI ATTRAVERSARE IN BATTELLO IL LAGO PIU AMPIO DEL PARCO. PRANZO ALLINTERNO DEL PARCO, QUINDI UNALTRA PASSEGGIATINA PER DIGERIRE, E POI TUTTI SUL TRENINO! ALLE 16,00 CIRCA, PARTENZA PER IL RIENTRO CON ARRIVO A CASA VERSO LE 23,00. LA QUOTA DI PARTECIPAZIONE E DI 200,00 EURO, E COMPRENDE PULLMAN, SPESE AUTISTA PEDAGGI E PARCHEGGI, SISTEMAZIONE IN HOTEL *** IN CAMERE DOPPIE CON SERVIZI INTERNI, PENSIONE COMPLETA CON BEVANDE AI PASTI, INGRESSO E VISITA AL CASTELLO, INGRESSO E TRENINO AL PARCO DI PLITVIZE, ASSICURAZIONE RCT, GADGET, IVA. PER INFORMAZIONI 0439.78786. PRENOTAZIONI ENTRO E NON OLTRE FINE SETTEMBRE. VIENI CON NOI, PERCHE CON LAUSER SI STA BENE INSIEME!

15

lETTERE Al TORnADO

Il gonfalone di Alano
Trovandomi per cause di forza maggiore allospedale, lunico svago la lettura dei quotidiani, anche per vedere cosa succede sul nostro territorio. Luned 16 luglio leggo larticolo di F.M. che riporta lannuale appuntamento del gruppo A.N.A di Alano al Cippo di Camparonta avvenuto il giorno prima. Devo esprimere il mio dispiacere per la pioggia che ha messo a disagio gli organizzatori e quanti vi hanno partecipato. Come trovo doveroso riconoscere il nobile gesto da parte degli amici Alpini: laver donato il nuovo gonfalone al Comune, guarda caso un gonfalone che porta i colori indelebili della Fanteria, Rosso-Blu, oltre ad evidenziare i nobili simboli che mantengono viva la testimonianza di un leggendario passato. Ma lintento del mio scritto si sofferma su un passaggio che riporta laffermazione del portavoce del gruppo Giannino Collavo: il Comune con noi e condivide i nostri ideali. Un'affermazione autoritaria e di padronanza su unistituzione che dovrebbe essere, senza distinzione, di tutti i cittadini alanesi. Dimostrarsi di parte, da parte delle istituzioni, molto grave, andando a privilegiare taluni a scapito di altri. Nel mio modesto valutare, in tal caso gli ideali primari si dimostrano di appartenenza e non invece dellessere, mancando di collegialit. Certo, questi comportamenti li abbiamo gi vissuti sulla nostra pelle, rammaricandoci del comportamento delle passate amministrazioni che hanno assecondato il volere di questa associazione ignorando chi, nel suo operare, ha dato onore e valore al Comune di Alano. Polemica no, costatazione dei fatti. Anche perch gli ideali dei Fanti, per quanto possibile, sono quelli della collaborazione senza distinzione di sorta, oltre al dovere primario di umana riconoscenza a tutti i Caduti per il loro Sacrificio, oggi anche verso quelli che nel passato ci erano avversari, come pure il rispetto del tricolore che il simbolo di unit nazionale. Gi che ci sono, per la cronaca faccio notare alcuni passaggi del nostro operato ricordando che sul gonfalone pende una Medaglia dArgento al Merito Civile, concessa grazie allimpegno dei Fanti per riabilitare il Sacrificio dei Caduti Civili e Militari del nostro Paese nel periodo delle due guerre mondiali. Non solo, nello scorgere che quella Medaglia non veniva appesa, ma messa in cassaforte per non essere rubata, prontamente i Fanti ne comprarono una copia perch non venisse sminuito il valore acquisito dal Comune per quel doloroso passato. Come pure va riconosciuta ai Fanti la loro sensibilit aperta alla collaborazione con le Associazioni dArma doltralpe, acquisendo ammirazione e stima presso lO.S.K. Austriaca della Croce Nera, la quale ha concesso la Medaglia dOnore al medesimo gonfalone quale riconoscenza per i danni causati al nostro paese per Angelo Ceccotto i fatti della Grande Guerra.

INTER CLUB Massimo Moratti di Fener


www.interclubfener.it
sede: Hotel Ristorante Tegorzo sezioni collegate: Bar Alpino Sovramonte; Bar al Sasso Mel; Mickys Bar Santa Giustina; Disco Pub Quattro Ruote Arten; Bar Piave Carpen e Bar alla Posta Feltre.

Eccoci come di consueto ad iniziare una nuova stagione calcistica con molte novit che riguardano lInter Club Fener. Per quanto riguarda la comunicazione in rete, stato rinnovato il sito internet del club con pi pagine e notizie dove potete anche trovare una mailing-list. Iscrivetevi per rimanere sempre aggiornati. Per quanto riguarda i social networt ci potete trovare su Facebook e Twitter. Non tutto, eccovi di seguito il dettaglio degli appuntamenti:

Tesseramento presso le sedi collegate dove il consiglio direttivo del club sar presente per sottoscrivere la nuova tessera.
Dal 1 Luglio si pu sottoscrivere la pre-tessera presso la sede Hotel Tegorzo di Fener.
Venerd 27 Luglio ore 18.30 Bar al Sasso di Mel e ore 21.00 presso il Michys Bar di Santa Giustina. Sabato 28 Luglio ore 10.30 Bar Piave al Carpen. Venerd 10 Agosto ore 18.00 inaugurazione sezione di Feltre Caff alla Posta (via Luigi Basso)e ore 21 Disco Pub 4 Ruote di Arten. Venerd 7 Settembre ore 21 Bar Alpino Sovramonte. Domenica 26 agosto: (salvo posticipo/anticipo) presso la sede visione della prima di campionato e tesseramento: Novembre: (con data da destinarsi) cena sociale del primo anniversario del gemellaggio con gli amici dellIC Cornuda presso lHotel Ristorante Tegorzo di Fener e consegna delle tessere e gadget. Altre iniziative sono in fase di definizione, vi sar data notizia sul sito internet e via mail. Tesseramento: quote invariate, 20 (gadget telo da Bagno con logo Inter) per i senior ed 10 (gadget zaino con logo Inter) per gli junior. La prima fase del tesseramento inizier il 1 Luglio e terminer il 30 settembre con consegna dei gadget e tessera durante la cena sociale di novembre. La seconda fase del tesseramento inizier il 1 ottobre e terminer il 31 dicembre con consegna del materiale per gennaio/febbraio. Invito tutti coloro che intendono rinnovare la quota associativa, a farlo entro la prima fase onde evitare spiacevoli malintesi.

16

CROnACA

I 101 anni di Dosolina Curto Alessandro Bagatella I 101 anni di Dosolina Curto I 101 annididi Dosolina Curto di Alessandro Bagatella
di Alessandro Bagatella

Lo scorso 14 luglio grande festa alla Casa di Riposo di Quero, dove stata festeggiata - oltre che dagli ospiti e dal personale, anche dalle figlie Bruna, Carla e Mirella e dai nipoti - Dosolina Curto, che ha raggiunto la veneranda et di 101 anLo scorso 14 luglio parroco don Stefano, di Riposo di Quero, dove stata festeggiata - oltre che dagli le ha dal personi. Erano presenti ilgrande festa alla Casa che le ha fatto laugurio diritrovarsi anche il prossimo anno eospiti eofferto un Lo scorso 14dalle figlie Bruna, alla Casa di Riposonipoti Dosolina Curto, che ha raggiuntoche dagli ospitietdal 101 di Quero, dove stata festeggiata - oltre la e di personale, anche luglio grande festa mazzo di fiori; il sindaco Sante Carla eche le ha portato gli -auguri dellAmministrazione Comunale;veneranda della Casa anCurto, Mirella e dai i volontari di nale, anche dalle figlie Bruna,don Stefano, che le ha fatto laugurio di ritrovarsi anche il prossimo anno e le ha offerto un Carla e Mirella e dai nipoti - Dosolina Curto, che ha raggiunto la veneranda et di 101 anni. Erano presenti il parroco Riposo; il coro Tre di Feltre, nato allinterno del circolo anziani Centa, che ha rallegrato la festa cantando molte canzoni ni. Erano fiori; il sindaco Sante Stefano, che le ha fatto laugurio di ritrovarsi anche il Comunale;anno e le ha offerto un mazzo di presenti il parroco donconosceva Dosolina perch, durante lesibizione, si prossimo i lei a cantarle. Non di di un tempo. Proprio quella cheCurto, che le ha portato gli auguri dellAmministrazionemessa anchevolontari della Casa mazzo di fiori; il sindaco Santenato allinternoha portato gli auguriCenta, che ha rallegrato la festai cantando della Casa di Riposo; coro Tre di Feltre, Curto, che le del circolo anziani dellAmministrazione Comunale; volontari questi nostri mancatail la bellissima torta e i numerosi pasticcini offerti ai convenuti. E davvero commovente festeggiare molte canzoni Riposo; il coro Tre di Feltre, nato allinterno del circolo anziani Centa, che ha rallegrato la festa cantando molte canzoni di un tempo. Proprio mente lucida e presente, come perch, durante lesibizione, si auguri, Dosolina, e forza e coraganziani ancora con la quella che conosceva Dosolina ad esempio Dosolina Curto. Tanti messa anche lei a cantarle. Non di un tempo. Proprio quella che conosceva Dosolina perch, durante lesibizione, si messa anche lei a cantarle. Non mancata la bellissima torta e i numerosi gio: il prossimo anno festeggiamo i 102! pasticcini offerti ai convenuti. E davvero commovente festeggiare questi nostri mancata la bellissima torta e i numerosi pasticcini offerti ai convenuti. E davvero commovente festeggiare questi nostri anziani ancora con la mente lucida e presente, come ad esempio Dosolina Curto. Tanti auguri, Dosolina, e forza e coraganziani ancora con la mente lucida e presente, come ad esempio Dosolina Curto. Tanti auguri, Dosolina, e forza e coraggio: il prossimo anno festeggiamo i 102! gio: il prossimo anno festeggiamo i 102!

di Alessandro Mazzocco nuora, nipoti e pronipoti - LuigiaBagatella ha festeggiato il suo novantesimo compleanno. attorniata da figli, genero, Lo scorso 14 giugno, invece - Non mancata la torta in Lo scorso 14 giugno, invece - attorniata da figli, genero, suo onore. La gioia del traguardoMazzocco stata condinuora, nipoti e pronipoti - Luigia raggiunto ha festeggiato nuora, nipoti e pronipoti - Luigia Mazzocco ha festeggiato visa, come detto, con tutti i suoi Non mancata la torta a familiari, che augurano in il suo novantesimo compleanno. Non mancata la torta in il suo novantesimo compleanno. Luigia di raggiungere il traguardo dei 100 anni. stata condisuo onore. La gioia del traguardo raggiunto Dalla redasuo onore. La gioia del traguardo raggiunto stata condizione come detto, con tutti i suoi familiari, che augurano a visa, del Tornado auguri vivissimi. visa, come detto, con tutti i suoi familiari, che augurano a Luigia di raggiungere il traguardo dei 100 anni. Dalla redaLuigia di raggiungere il traguardo dei 100 anni. Dalla redazione del Tornado auguri vivissimi. zione del Tornado auguri vivissimi.

e i 90 anni e Mazzocco di Luigia 90 anni e ii 90 anni di Alessandro Bagatella di Luigia Mazzocco Luigia Mazzocco di 14 giugno, invece - attorniata da figli, genero, Lo scorso
di Alessandro Bagatella

di Alessandro Bagatella 52. Dalla vita terrena al sonno di Alessandro Bagatella sembrava quasi che Diego, della morte in punta di piedi, residente a 7 luglio si non volesse disturbare nessuno. Conosciuto Andreazza, la sua Quero-Vas, improvvisamente interrotta la vita di Diego da tutti per di anni Lo scorso Lo scorso 7 luglio si improvvisamente interrotta la vita di Diego Andreazza, di anni disponibilit nellaiutare gli altri,della mortePaolo Berrapiedi, sembrava quasi che per la aveva da in punta di la sua seconda famiglia, Diego, 52. Dalla vita terrena al sonno della morte in punta di piedi, sembrava quasi che Diego, 52. Dalla vita terrena al sonno quale si rendeva utile alloccorrenza. Da qualchenessuno. Conosciuto da tutti per cui,sua residente a Quero-Vas, non volesse disturbare tempo accudiva anche la madre la a residente a Quero-Vas, non volesse disturbare nessuno. Conosciuto da tutti per la sua causa della malattia, dovevaaltri, aveva da Paolo Berra la suasua vita Diego ha avuto, disponibilit nellaiutare gli essere sempre vicino. Durante la seconda famiglia, per la disponibilit nellaiutare gli altri, aveva da Paolo Berra la sua seconda famiglia, per la come tutti, gioie eutile alloccorrenza. Da qualche tempo accudiva anche laalla suacui, a quale si rendeva dolori, condivisi con i propri familiari. Ad accompagnarlo madre ultiquale si rendeva utile alloccorrenza. Da qualche tempo accudiva anche la madre cui, a ma dimora terrena, oltre al labaro dellAido divicino. Durante laanche numerosi ha avuto, causa della malattia, doveva essere sempre Valdobbiadene, sua vita Diego gagliarcausa della malattia, doveva essere sempre vicino. Durante la sua vita Diego ha avuto, detti dei donatori e dolori, condivisiera socio confamiliari. Ad accompagnarlo alla alla vocome tutti, gioie di sangue, di cui con propri tanto di medaglia doro. Grazie sua ulticome tutti, gioie e dolori, condivisi con i ipropri familiari. Ad accompagnarlo alla sua ultilont di Diego e dei suoi familiari, sono state donate le sue cornee, cosnumerosi di Diema dimora terrena, oltre al labaro dellAido di Valdobbiadene, anche gli occhi gagliarma dimora terrena, oltre al labaro dellAido di Valdobbiadene, anche numerosi gagliargo vivranno in due persone che cui era socio con tanto dila luce. Dadoro. Grazie alla vodetti dei donatori di sangue, di da tempo non vedevano medaglia parte della redaziodetti dei donatori di sangue, di cui era socio con tanto di medaglia doro. Grazie alla vone, le di Diego e dei suoi familiari, sono stateEmma, al fratello Vincenzo, gliDorana eDielont pi sentite condoglianze alla mamma donate le sue cornee, cos a occhi di al lont di Diego e dei suoi familiari, sono state donate le sue cornee, cos gli occhi di Diefiglio Alessandro, ai persone ai parenti tutti. non vedevano la luce. Da parte della redaziogo vivranno in due nipoti e che da tempo go vivranno in due persone che da tempo non vedevano la luce. Da parte della redazione, le pi sentite condoglianze alla mamma Emma, al fratello Vincenzo, Dorana al ne, le pi sentite condoglianze alla mamma Emma, al fratello Vincenzo, aaDorana eeal figlio Alessandro, ai nipoti e ai parenti tutti. figlio Alessandro, ai nipoti e ai parenti tutti.

La morte di Diego Andreazza Alessandro Bagatella Laluglio si improvvisamente interrotta laAndreazza di anni morte di Diego vita di Diego Andreazza, morte didi Diego Andreazza Lo scorso 7

17

PUTTON GABRIELE
mller mix assortito wrstel NOi/VOi x4 VieNNettA AlGiDA mAGNUm assortiti lAtte reGGiANO 1 lt. pAssAtA mUtti tONNO riO mAre (3+1)

Alimentari

via D. Alighieri, 26 - FEnER (Bl) Tel. 0439 789388

E E E E E E E E E E E E E

mArmellAtA sANtA rOsA assortita lAVAzzA OrO 2x250 gr. kitekAt assortiti GAtti DAsh pOlVere 27 misurini DOcciA ViDAl assortiti 250 ml OliO Di OliVA NOi/VOi 1 lt.

0,59 0,49 2,80 3,39 0,59 0,95 2,79 1,39 6,88 0,70 5,99 0,99 2,99

Gabriele e Arianna augurano


alla gentile clientela una

buonA estAte

18

ATTuAlIT

c/o sede municipale di Quero Piazza Guglielmo Marconi n. 1 32030 - QUERO (BL) - Cod. Fisc. P.I.. 01090370253

UNIONE DEI COMUNI DEL BASSO FELTRINO SETTE VILLE

BANDO/AVVISO PUBBLICO
CONTRIBUTO PER LA PREVENZIONE E MITIGAZIONE DEL RISCHIO SISMICO SU EDIFICI PRIVATI
Omissis Considerato che i Comuni di QUERO e di VAS possono beneficiare dei contributi previsti dall'O.P.C.M. N 4007/2012 in quanto inclusi nell'elenco dei Comuni con accelerazione massima al suolo ag>0,175g (allegato A alla predetta Deliberazione della G.R.V.); Considerato che tra gli interventi ammessi al contributo rientrano anche le azioni strutturali di rafforzamento locale o di miglioramento sismico da attuare sugli edifici privati; che i soggetti interessati possono presentare entro VENERDI 31 AGOSTO 2012 alle ore 12,00 la richiesta di ammissione al contributo per effettuare interventi strutturali di rafforzamento locale o di miglioramento sismico di edifici privati. Le richieste dovranno essere indirizzate al Comune di appartenenza territoriale e dovranno pervenire entro il termine suddetto, a pena di esclusione, con una delle seguenti modalit: Deposito direttamente allufficio protocollo sito presso il Comune di Quero in Piazza Marconi nr. 1 (sia per le domande del Comune di Quero che per quelle del Comune di Vas); Tramite il servizio postale, mediante raccomandata A/R in questo caso faranno fede data e ora del timbro postale; Per via telematica mediante Posta Elettronica Certificata (PEC) ai seguenti indirizzi (linvio deve avvenire da casella di posta certificata la data e lora di spedizione della domanda comprovata dallattestazione dellinvio dellistanza): Comune di QUERO: quero.bl@cert.ip-veneto.net Comune di VAS: segreteria.comune.vas.bl@pecveneto.it Ai sensi della Deliberazione di G.R.V. n 655/2012 le richieste saranno ammesse a contributo fino all'esaurimento delle risorse disponibili. Modalita di presentazione delle domande. La modulistica da utilizzare per la presentazione delle istanze esclusivamente quella prevista all' Allegato E D.G.R. N 655/2012, acquisibile presso lufficio urbanistica del Comune territorialmente competente o in alternativa scaricata dal sito della Regione Veneto. L'istanza deve essere corredata da una planimetria in scala adeguata dell'edificio oggetto di intervento. I criteri e modalit di ammissibilit al contributo sono riportati nell' Allegato G D.G.R. n 655/2012, scaricabile dal sito istituzionale della Regione Veneto e acquisibile presso lufficio urbanistica; le informazioni possono essere richieste allUfficio Urbanistica dei Comuni di Quero e di Vas durante l'orario di apertura al pubblico. Il presente bando/avviso viene pubblicato all'Albo Pretorio on-line dei Comuni di Quero e di Vas nonch dellUnione dei Comuni del Basso Feltrino Sette Ville fino alla scadenza fissata per la presentazione delle richieste. Entit del contributo. Il contributo per il singolo edificio stabilito nella seguente misura massima, e deve essere destinato unicamente agli interventi sulle parti strutturali: interventi di rafforzamento locale: 100 uro per ogni metro quadrato di superficie lorda coperta complessiva di edificio soggetta ad interventi, con il limite massimo di 20.000 uro per ogni unit abitativa e 10.000 uro per altre unit immobiliari; miglioramento sismico: 150 uro per ogni metro quadrato di superficie lorda coperta complessiva di edificio soggetta ad interventi, con il limite di 30.000 uro massimo per ogni unit abitativa e 15.000 uro per altre unit immobiliari. Nel caso di miglioramento sismico il progettista deve dimostrare che, a seguito dell'intervento, si raggiunge una soglia minima del rapporto capacit/domanda pari al 60%, e comunque un aumento della stessa non inferiore al 20% di quella del livello corrispondente all'adeguamento sismico. Adempimenti dei beneficiari. I soggetti collocati utilmente nella graduatoria approvata dovranno presentare al Comune di appartenenza un progetto di intervento coerente con la richiesta presentata, sottoscritto da un Professionista abilitato, entro le seguenti scadenze: 90 giorni dalla data di pubblicazione nel B.U.R. del provvedimento di approvazione della gradutoria per gli interventi di rafforzamento locale; 180 giorni dalla medesima data di pubblicazione per gli interventi di miglioramento sismico.

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO URBANISTICA

RENDE NOTO

Non possono accedere all'iniziativa.

1. gli edifici che siano oggetto di interventi strutturali gi eseguiti, o in corso di esecuzione alla data di pubblicazione dell'ordinanza del Presidente C.M. N 4007 del 29/02/2012, o che usufruiscano di contributi a carico di risorse pubbliche per la stessa finalit; 2. gli edifici ricadenti in area a rischio idrogeologico in zona R4 del P.A.I.; 3. gli edifici ridotti allo stato di rudere o abbandonati; 4. gli edifici che ricadono nella fattispecie di cui all'art. 51 del D.P.R. n 380/2001; 5. gli edifici interessati da demolizione e ricostruzione, secondo quanto stabilito dall'Allegato G della D.G.R. N 655 del 17/04/2012, con riferimento all'annualit 2011. QUERO, 18 luglio 2012. IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO (arch. DallAsen Oliviero)

19

Manifestazione realizzata con il contributo del Consorzio Bim Piave di Belluno


Comune di Vas Pro Loco Caorera Parrocchia di Caorera

La Pro Loco organizza a

Caorera di Vas

Festa della Madonna del Piave


Dedicata ai Bersaglieri dItalia
Ore 17.00 Inizio GARA CALCIO BALILLA (baruchello) Ore 20.00 Cena con PORCHETTA GIGANTE patate al forno e fagioli

Sabato 11 agosto 2012

Ore 12.30 Pranzo con AGNELLO AI FERRI Ore 15.00 GARA DI ABILIT CON MOTOSEGA Ore 19.00 CENA CON COSTATA (prenotazioni 347.0511868) Ore 21.00 Si balla con ROCK/BLUES BAD

Domenica 12 agosto 2012 Luned 13 agosto 2012

Ore 15.00 Inizio TORNEO CALCIO A 5 Ore 20.00 Cena con POLENTA E GOULASH e costata su richiesta Ore 21.00 Si balla con il DUO ACUSTICO SECONDA LUNA

Ore 15.00 TORNEO DI GREEN VOLLEY Ore 20.00 Cena con GRIGLIATA MISTA e costata su richiesta Ore 21.00 Si balla con NEW DANCE

Marted 14 agosto 2012

Ore 7.00 Santa messa Ore 9.30 Raduno autorit Civili e Militari Ore 10.00 Partenza del corteo con gonfaloni labari e bandiere dal museo del Piave seguiti dai bersaglieri al passo di corsa accompagnati dalla musica Santa messa solenne in onore alla Madonna regina della pace ed in suffragio ai caduti, celebrata da Don Claudio Centa Assistente spirituale sezione Bersaglieri Feltre. Benedizione del Labaro Associazione Nazionale Bersaglieri Sezione di Feltre Discorsi ufciali, processione con Immagine della Madonna no a Marziai. Alzabandiera e lancio della corona nel Piave in omaggio ai caduti. Durante la cerimonia interventi musicali a cura del CORO DI STRAMARE Ore 12.30 GRANDE PRANZO sotto il tendone con SPIEDO GIGANTE Ore 19.30 Ritorno della Sacra Immagine da Marziai Ore 20.30 CENA E SERATA CON MONICA E GLI ZINGARI
Tutte le sere pastin e formaggio alla piastra e contorni vari Durante le manifestazioni allaperto funzioner il chiosco di Carmen e Marcello con birra e panini farciti.

Mercoled 15 agosto 2012

VENDESI in Fener di Alano di Piave, via fratelli Agrizzi nr 11, abitazione con corte esclusiva composta al piano terra da ingresso, ripostiglio, soggiorno/cucina, disimpegno, bagno, vano scale pi accessori esterni (nr 2 ripostigli e legnaia), al piano primo da nr 2 camere da letto, corridoio e vano scale e al piano secondo da soffitta. Prezzo . 120000 trattabili.

Il Mercatino

Per informazioni o chiarimenti chiamare al numero 347-7091742.

SIGNORA ITALIANA con 19 anni di esperienza in settore occhialeria ed illuminazione in mansioni

amministrativo-commerciale e produttivo offresi per lavoro a tempo parziale e pieno. 340-5141695

20

lETTERE Al TORnADO

RUBRICA DI FOLKLORE LOCALE E PATRIOTTICO A DENOMINAZIONE DI ORIGINE INCONTROLLABILE TRENTANOVESIMA PUNTATA A CURA DI PROCOPIO COLETTI

Partiti i tedeschi, arrivano gli americani!

CON LA COCACOLA, LE CIUNGHE E PERFINO LE AM-LIRE!


Come promessovi qualche numero fa, stavolta parliamo delle AM-LIRE. Devo pregarvi di chiudere gli occhi per un momento e di far finta di essere tornati indietro di quasi 70 anni, verso il 1943. I marines americani sono sbarcati in Sicilia. I nostri liberatori si preparano alla loro marcia su Roma. Hanno trovato unItalia allo sbando, impoverita e dissestata, semidistrutta e spaventosamente disorganizzata. Una delle prime cose che ci insegnano a fare di masticare la ciunga che fa passar la fame e di bere la cocacola che riempie lo stomaco. Non contenti, si inventano di batter moneta, ossia di mettere in circolazione una serie di American lire, che noi battezziamo per brevit Am-Lire. Nel maggio del 1945, con la definitiva cacciata

dei tedeschi e la sconfitta del fascismo, queste am-lire si diffondono in tutta Italia, e diventano la moneta parallela alle vecchie lire italiane, che continuano a circolare anche se ormai scarseggiano e sono consunte. I tagli pi piccoli sono accettati con simpatia dalla popolazione, perch risolvono il problema della scarsit delle monete italiane. Tiepida accoglienza, invece, riservata ai tagli superiori alle 50 am-lire, ai quali viene preferita la vecchia cartamoneta del re, anche se talmente usurata da dover essere tenuta insieme con strisce di carta gommata. I valori sono da 1, 2, 5, 10, 50, 100, 200, 500 e 1000 am-lire. Fino alle 20 sono di forma quadrata, dalle 50 in su sono invece rettangolari, delle stesse dimensioni e degli stessi colori dei dollari statunitensi. Come si nota dalle fotografie, le scritte sono bilingui, parte in italiano e parte in inglese. In tutto gli americani emettono denaro per complessivi 130 miliardi di lire. Le am-lire vengono emesse fino al 1948, ma avranno corso legale fino al giugno 1950 quando verranno ritirate e sostituite dalla nuova cartamoneta intestata, finalmente, alla Repubblica Italiana. Uno dei tanti problemi allitaliana e che le am-lire, soprattutto quelle di medio taglio, vengono facilmente falsificate. A diffonderle sono gli stessi militari americani, che si riforniscono presso i falsari e che girano con veri e propri rotoli di carta-moneta. Con dieci am-lire si compra un aranciata con la pallina. Allo stesso prezzo si ha un pacchetto da 5 sigarette di popolari. Invece per un pacchetto di favolose americane ci vogliono almeno 50 am-lire, ma attenti alle imitazioni! Per noi, ragazzini viziati con le popolari, fumare una Lucky Strike o una Chesterfield dal profumo di incenso, e rigorosamente senza filtro, come rivivere le mille e una notte. Ricordo sempre quella volta che mi feci comprare, presso un contrabbandiere di Pederobba, un pacchetto di Lucky. Avevo deciso che una parte delle sigarette lavrei tenuta per me, mentre laltra lavrei destinata al mercato nero. Sono o non sono figlio di tabaccai? Va a finire che riesco a venderne solo un paio. Le altre le tengo ben nascoste nella cartella. Ma la maestra Dina ha buon fiuto e mi fa aprire la sachta, mi sequestra il corpo del reato e mi scrive una bella nota che dovr far firmare a casa con la promessa che non avrei fumato mai pi. Ah, se questa promessa lavessi mantenuta! Forse avrei evitato molti problemi ed alcune noiose esperienze ospedaliere! Per colpa di quelle maledette am-lire, naturalmente di provenienza furtiva, fin miseramente il mio trasgressivo sogno americano Piero La prossima volta vi parler di un altro caso tutto italiano, verificatosi una trentina di anni dopo il fenomeno delle am-lire. Non vi anticipo nulla, per non togliervi la sorpresa. Intanto ammirate un bel biglietto da 5 lire emesso dal Regno dItalia tra il 1931 ed il 1938. Vi effigiato sua maest Vittorio Emanuele III, detto il re soldato. E il re noto anche per la sua fuga in Egitto e per essere il bisnonno del cantante e ballerino Emanuele Filiberto principe di Venezia. Avanti, Savoia!

21

CROnACA

Un compleanno speciale per Elena


di Maria Rita Zuco
Giovanile, simpatica e sempre allegra. Ecco, in sintesi, il carattere di Elena Mazzocco, di Quero, che il 18 luglio scorso, attorniata da famigliari ed amici, ha

Dai famigliari tantissimi auguri e parecchi di questi giorni!

SI PRENOTANO LIBRI DI TESTO

di Spada Serena SI PRENOTANO & c. S.n.c.

Da Milio

Da Milio
Cartolibreria

Cartolibreria

festeggiato lambito traguardo degli 80 anni. Sempre in buona salute ed amante della compagnia e del ballo, questanno non ha disdegnato neppure lidea della crociera, dalla quale ritornata ritemprata. Insomma, proprio vero, in questo caso, il famoso detto: let anagrafica non conta. In foto: da Sx: Elena, i fratelli Giuseppe e Bruna

di Spada Serena & c. S.n.c.

LIBRI DI TESTO

Superiori Superiori
Per le scuole:

Per le scuole:

Elementari
Elementari

Medie Medie

Anno scolastico2012-2013 Anno scolastico 2012-2013


Alano di Piave Piazza L. Licini 5 - Tel./Fax0439.779.623 e-mail: damilio@libero.it Alano di Piave Piazza L. Licini 5 - Tel./Fax 0439.779.623 e-mail: damilio@libero.it

CartolibreriaDa Milio Cartolibreria Da Milio

22

lETTERE Al TORnADO

Fusione Quero-Vas: serve una commissione!


Assodato che i consigli comunali di Quero e Vas allunanimit (maggioranza e minoranza) si sono espressi per la fusione, ora siamo di fronte a due percorsi paralleli, che alla fine ci porteranno alla costituzione del nuovo Comune. Il primo prettamente amministrativo che seguir quanto previsto dalla legge, il secondo tutto da costruire. Il primo passo formale, di questo secondo percorso, gi stato fatto, con lorganizzazione di riunioni presso le varie frazioni e centri per comunicare ai cittadini e operatori economiciproduttivi lintenzione dei consigli comunali. Tutto questo stato giusto e doveroso, ma ora dobbiamo avere la modestia e la certezza che nessuno di noi possiede lesperienza daver vissuto e creato in un altro luogo un tal evento, pertanto la possibilit di commettere errori o sprecare questoccasione grande. Dobbiamo non dimenticarci che viviamo la pi grande crisi economica degli ultimi sessantanni e che il governo Monti si impegnato, attraverso i dettami del Fiscal Compact, alla riduzione lineare del debito corrispondente a uno sforzo economico pari a 36 miliardi annui, di tagli e risparmi, per i prossimi 20 anni, che significher che per i nostri comuni non ci saranno pi risorse disponibili. Per questi motivi ritengo sia giunto il momento di costituire una Commissione di Fusione, per portare a buon fine il nostro comune progetto. La Commissione di Fusione deve essere uno strumento democratico di partecipazione aperto a tutti i consiglieri comunali, sia di maggioranza sia di minoranza, dei comuni di Quero e Vas, a tutti gli operatori industriali, dellagricoltura, del commercio, dellartigianato che vogliono in prima persona, senza rimanere alla finestra, collaborare e attivarsi per prevenire i problemi e per trasformare la fusione in occasione di rinascita per tutta la comunit. In quanto organo e struttura di partecipazione democratica dei cittadini, avr la necessit del contributo di tutte le associazioni, pro loco e ovviamente di liberi cittadini che vogliono costruire il proprio futuro. La Commissione di Fusione, non essendo un organismo politico ma sociale, non prevede cariche o poltrone ma solamente la possibilit di fare sintesi in un ampio dibattito e se lovvia necessit di un coordinatore di commissione doverosa, il medesimo avr solamente lonere di tenere i contatti tra i partecipanti e non certo di ripercorrere strade gi viste di cattiva politica. Compito di questa commissione sar affrontare tutte i temi e cambiamenti della vita democratica e amministrativa, garantendo il bilancio pubblico condiviso tra i cittadini e gli amministratori, dove le priorit dintervento sulle opere dovranno essere determinate dai cittadini. In questa programmazione si dovr ideare sia la sostenibilit della gestione ordinaria e straordinaria del patrimonio pubblico, sia la garanzia che nessuna frazione sar dimenticata o sar di serie B. Lultima notizia, nel momento che Vi scrivo, che quasi sicuramente la Provincia di Belluno sar fusa con quella di Treviso, questo per ricordarci che, al di l del nostro legittimo pensare o del nostro rivendicare la terra in cui siamo nati, la storia va avanti e i debiti accumulati in questi ultimi 20 anni dovranno essere pagati; ovviamente star a noi rivendicare una giusta condivisione, per evitare che chi ha sempre pagato...debba ancora sempre pagare. Se poi, onestamente, valutiamo che tra la piazza di Alano di Piave e quella di Vas ci sono circa 9 km e tre comuni, ci ci conferma che in pochi km ci sono quattro municipi (due a Quero), quattro palestre, tre biblioteche, tre sale consigliari ecc., il tutto per 6.456 abitanti, pertanto lovvia domanda che Vi pongo la seguente: Avremo la capacit economica di sostenere una tale struttura amministrativa, partendo dal presupposto che le risorse economiche, da parte dello Stato, saranno sempre pi ridotte e il tempo per superare questa crisi sar superiore ai 20 - 30 anni?. Termino invitando le amministrazioni di Quero e Vas ad attivarsi per la costituzione di questa commissione, fondamentale per evitare di creare un Comune solo sulla carta, invece che un luogo democratico a difesa del nostro futuro.

Vittorio Alberti - consigliere comunale - Quero

C sempre bisogno di sangue e la donazione occasionale non basta, non serve a garantire una disponibilit controllata, costante, su cui poter contare. Oggi i donatori, vecchi e nuovi, sono chiamati a dar prova di aver fatto una scelta consapevole, impegnativa, assicurando il rispetto, dove possibile, di almeno due/tre donazioni allanno. Facciamolo, senza scuse!
MOSTRA IL TUO CORAGGIO: DIVENTA E CONTINUA AD ESSERE DONATORE DI SANGUE

23

lETTERE Al TORnADO

Riflessioni sulla fusione dei comuni


di Davide Proverbio
Dopo aver partecipato alle riunioni organizzate dalle Amministrazioni comunali di Quero e Vas, letto alcune opinioni sulla stampa locale ed averne discusso in merito con altre persone vorrei riassumere quanto ho capito ed appofittare di questo spazio per porre alcuni quesiti ai quali spero possano seguire delle risposte chiarificatrici e/o un dibattito costruttivo. Viene richiesto a noi cittadini di Quero e Vas di ampliare l'attuale Unione Setteville raggiungendo, nel contempo, una vera e propria fusione tra i due comuni in modo di rispondere alle nuove normative e poter godere dei nuovi, ma sempre pi ridotti, contributi statali e migliorare i servizi forniti alla cittadinanza. La nuova normativa prevederebbe che i comuni sotto i 1.000 abitanti debbano fondersi in entit pi grandi altrimenti perderanno tutte le attuali prerogative previste a livello comunale; quindi questo vuol dire che solo Vas DEVE cercare una fusione! I comuni fino a 5.000 unit, invece, che debbano unirsi per raggiungere questa "dimensione" e, quindi, per Quero basterebbe allargare l'attuale Unione Setteville ad Alano di Piave ed in ogni caso non viene prospettata dalla nuova legge una obbligatoriet a fondersi con altri comuni. In linea generale non mi pare infondata l'idea di potenziare l'attuale, e ottimamente funzionante, Unione Setteville rendendola una fusione tra i due comuni gi operanti ed allargandola al comune di Alano; nel particolare, per, non stata fornita alcuna precisazione sugli aspetti negativi, certamente presenti, che la fusione dei comuni di Quero e Vas pu generare. Gli amministratori di questi due comuni non penso possano cavarsela solo dicendo ... lo stato vuole questo, non arriverebbero pi soldi, sar difficile gestire i servizi ... ma dando risposte certe a tutte le istanze che vengono presentate, senza offendersi o stigmatizzare gli altri punti di vista. Detto questo non capisco perch bisognerebbe creare un nuovo comune cambiandone denominazione e logo; essendo solo Vas costretto a fare la fusione, si potrebbe lasciare inalterato il nome Quero (magari uniformandone il logo!) diventando Vas una "frazione", ovviamente e giustamente con un PESO numerico e rappresentativo ben pi elevato delle piccole frazioni attuali. Cheee, assolutamente no! ... esclameranno ora i cittadini vassesi sdegnati!!! MA quali alternative concrete e realizzabili avrebbe Vas? Andare con Lentiai o Feltre, i quali certamente non cambierebbero il loro nome (... o no?) oppure restare Vas e perdere peso politico ed economico ovvero rendersi un ... "comune privo di rappresentanza operativa e privo di capacit diretta di spesa" (Tornado n598, articolo a firma dei Sindaci di Quero e Vas). Questi miei interrogativi servono ad arrivare ad esporre il mio dubbio su quanti e quali oneri avremo noi cittadini ed aziende nel cambio di nome del comune; rifare tutti i documenti, tutte le pratiche bancarie ed amministrative, tutte le deleghe ed i servizi che abbiamo in essere. E chi pagherebbe per fare questo? E chi dovrebbe "spendere tempo" per fare questo? Potrebbe essere che questo Stato "sprecone e ladrone" abbia ordito questo piano anche sapendo di poter incassare notevoli quantit di denaro proprio dai ricavi di queste pratiche amministrative alle quali parecchi italiani sarebbero obbligati? Non ne sarei stupito!!! Personalmente, inoltre, ritengo sarebbe anche inutile andare ad un eventuale referendum "vuoi o non vuoi la fusione?" senza prima conoscere una bozza di statuto o di regole che gestiranno questa nuova comunit ampliata; definire bene prima le priorit, i metodi di gestione e le nuove regole dei servizi non "impaurire la gente" ma rendere il tutto pi TRASPARENTE . Mi sono trasferito nel 1982 da Milano a Quero, paese scelto dai miei genitori per peculiarit e positivit ben specifiche ed ho cercato in tutti i modi di restarci per creare la mia nuova famiglia e, sinceramente, spero di non trovarmi a breve a dover vivere a Quevas o Vasque o Queras !

Il conto alla rovescia dellItalia: pronti per un nuovo Stato del Nord
di Guido Lio
Ormai siamo agli sgoccioli: la caduta libera del sistema Italia sembra inarrestabile e le soluzioni adottate dal governo Monti sembrano aver accelerato i tempi per raggiungere lo sfascio. Non tutti i mali vengono per nuocere;la crisi, unita alle incapacit dei governi italiani a dar risposte concrete ed efficaci, sta facendo quella rivoluzione, tanto voluta, che molto probabilmente porr fine a privilegi e a sistemi amministrativi inefficienti per un semplice motivo: mancano i soldi per garantire privilegi e mantenimenti e cos anche per pagare gli stipendi e le pensioni. La questione "Settentrionale" ormai patrimonio politico che riguarda tutti gli amministratori di buona volont, a prescindere dal colore politico, che non accettano pi di essere trattati da figliastri rispetto ai figli prediletti di molte amministrazioni del Sud. Anche se La Lega Nord sta ancora pagando e giustamente, i pasticci di via Bellerio e la recente politica romana all'insegna del compromesso, il messaggio che il nord produttivo stia chiudendo per una politica chiaramente assistenzialista nei confronti del sud sostenuto oramai da tutti gli amministratori pubblici del nord Italia. Monti, nell'azione della riduzione della spesa pubblica (che doveva essere la sola e non l'aumento delle tasse) sta agendo in modo "traversale" senza considerare chi ha ricevuto troppo e chi troppo poco, continuando, inoltre, ad elargire somme per tappare buchi inesauribili come con la Sicilia. Quindi, preso atto che ormai il sistema Italia attuale non pi sanabile, lasciamo che il binomio crisi/ governo Monti, a questo punto, continui il cammino per porre fine alle sofferenze di un malato allo stadio finale. Ci che importa accelerare la fine di tale sofferenza, non votando, in modo compatto, per nessuna classe politica che si presentasse per il Parlamento. Spero che la dirigenza della lega Nord non scelga ancora di scendere "in campo", a prescindere con chi, ma che stia fuori dalla storia di pinocchio perch sia la volpe che il gatto sono cattivi compagni di ventura.

24

ATTuAlIT

Dal sito del quotidiano Il Sole 24 ore abbiamo prelevato i valori delle somme versate dai cittadini di alcuni dei nostri Comuni per pagare la nuova tassa sugli immobili: lIMU. Si tratta della prima rata. La seconda si verser a dicembre. Comune/Provincia Quota Comune Quota Stato Totale Alano di Piave 165.835 132.990 298.825 Quero 155.453 122.195 277.648 Segusino 171.439 121.765 293.205 Vas 41.490 33.138 74.628 Seren del Grappa 135.359 101.712 237.071 Feltre 1.537.822 1.044.038 2.581.859 Belluno 3.098.411 2.192.164 5.290.576 Valdobbiadene 959.610 653.848 1.613.458 Pederobba 725.965 507.996 1.233.960 Provincia Belluno 24.469.296 19.984.698 44.453.994 Provincia Treviso 83.738.700 55.506.159 139.244.959 Italia 5.647.605.851 3.995.016.435 9.642.622.286

IMU: i dati dei primi versamenti

Aumenta il costo dei bollettini postali. Ma gli over 70 pagano di meno


Poste Italiane ha aumentato, senza preavviso, dal 2 luglio scorso, il costo dei bollettini di conti correnti. Laumento non di poco conto perch si passati da 1,10 a 1,30 euro, e cio il 18,2% in pi. Il precedente incremento era stato molto pi contenuto in quanto si era passati (ed era il 1 ottobre 2008) da 1 euro a 1,10. Questultimo incremento era stato giustificato con laumento dei costi industriali sostenuti dalle Poste. E poich gli italiani pagano circa 3 bollettini al bimestre, si calcol allora che le entrate per lAzienda sarebbero aumentate dagli 8 ai 10 milioni di euro circa. Questa volta, calcolando che lincremento il doppio, meno lo sconto per gli over 70 la cui tariffa si abbassa da 0,77 a 0,70 (naturalmente solo per le bollette a loro intestate) si pu prevedere per le Poste Italiane un incremento dai 14 ai 18 milioni. (Fonte: Avvenire)

25

26

COmE ERAvAmO

VERSI DALLA MINIERA


Molti concittadini della nostra conca hanno trascorso buona parte della loro vita a Boussu, altri, addirittura, vi sono nati. Boussu dl Mont una piccola citt di 20mila abitanti della Vallonia (Belgio), provincia dellHainaut. Sono tanti i cittadini di Boussu che portano un cognome italiano, anche se le miniere sono chiuse ormai da anni e gran parte dei nostri conterranei ha fatto ritorno a casa dopo Molti concittadini aver dato braccia della nostra conca hanno nel sudorebuona buio la parte migliore della loroaltri, addirittura, vi sonoRizzotto, che a e fatica e aver trascorso trascorso e nel parte della loro vita a Boussu, vita. La signora Elvira nati. Boussu dl Mont una piccola citt di 20mila abitanti della Vallonia (Belgio), provincia dellHainaut. Sono tanti i cittadini di Boussu che portano Molti concittadinie vi ha trascorso 14 hannoci ha inviato tre poesie scrittelorounvita a Boussu, altri, addirittura, vi sono nati. Boussu dl Molti concittadini della nostra conca hanno trascorso buona parte della loro minatore, probabilmente toscano, di cui noto solo il della sono nati. dl Boussu nata della nostra concaminiere trascorso buona parte anni e da vita a Boussu, altri, addirittura, vifatto ritorno Boussu dopo un cognome italiano, anche se le anni, sono chiuse ormai da gran parte dei nostri conterranei ha a casa Mont Angelo. Le citt didi 20milale vecchie carte dei suoi genitori.provincia dellHainaut. Sono tanti cittadini diBoussu che portano Mont una piccola citt 20mila abitanti della Vallonia (Belgio), I testi dellHainaut. Sono tanti piccola Boussu che portano nome,una braccia hafatica e averabitanti della Vallonia (Belgio), provinciasono in copia fotostatica, ilai scrittura di corretta e presenta a ritrovate tra trascorso nel sudore e nel buio la parte migliore della loro vita. Lacittadini Elvira Rizzotto, che aver dato e signora un cognome italiano, anche se lelene garantisce loriginalit eda anni e e gran Neppure la dataconterranei ha fatto ritorno a casa dopo un cognome imperfezione che miniere sono chiuse ormai da anni gran parte dei nostri conterranei ha fatto ritorno a casa dopo parte dei nostri delle poesie rilevabile, solo qualche italiano, anche se miniere sono chiuse ormai la spontaneit.un minatore, probabilmente toscano, di cuianche se si il Boussu nata e vi ha trascorso 14 anni, ci ha inviato tre poesie scritte da noto solo aver dato braccia e e fatica ile1948 ed il 1955. nel sudore e nel buio la parte migliore della pregato di La signora Elvira Rizzotto, che a aver dato braccia fatica e aver trascorso Chi avesse pi dettagliate notizie in merito loro vita. La signora buio la loro vita. pu ritenere compresa fra aver trascorso nel sudore e nel genitori. parte migliore dellafotostatica, fornircele.Elvira Rizzotto, che a nome, Angelo. Le ha ritrovate tra le vecchie carte dei suoi I testi sono in copia la scrittura corretta e presenta Boussu nata e vi ha trascorso 14 anni,getto, inviato tre poesie scritte da colore, di sentimento, di malinconia. E di cui di amor di il Boussu sa scrivere trascorso 14 anni, ha inviato tre poesie scritte da un minatore, probabilmente toscano, di cui noto solo minatore, Angelo nata e vi hapoesia. Compone dici ci ha riempiendo le sue parole di unNeppure laprobabilmente toscano, anchenoto solo il si solo qualche imperfezione che ne garantisce loriginalit e la spontaneit. data delle poesie rilevabile, anche se nome, Angelo. Le autentico che tra le vecchie carte dei suoi genitori. testi sono inin copia fotostatica, la ve li proponiamo e e presenta nome, di quello ha ritrovate tra le guasta carte dei suoi genitori. I Igrami sono i nostri. Questi versi scrittura corretta cos come patria, Angelo. Le ha ritrovate non vecchie mai, tantomeno indettagliate notizie incopia fotostatica, la scrittura corretta presenta tempi testi come merito pregato di fornircele. pu ritenere compresa fra il 1948 ed il 1955. Chi avesse pi solo qualche imperfezione cheintervento sulla loriginalit e eper spontaneit.agevole la la data delle poesie rilevabile, anche se si solo stati scritti, salvo qualche ne garantisce punteggiatura spontaneit. Neppure data delle poesie rilevabile, anche se si che ne garantisce sono qualche imperfezione Compone di getto, loriginalit lala rendere piNeppure la lettura. Angelo sa scrivere poesia. riempiendo le sue parole di colore, di sentimento, di malinconia. E anche di amor di pu ritenerecommuovervifra 1948 edSe1955. Chi avesse pi dettagliate notizie indi certi versi, sietedidi perfetta sintonia col sentire di pu ritenere compresa fate pure. il 1955. Chi avesse pi dettagliate notizie merito pregato compresa fra il fornircele. Se volete quello autentico il 1948 ed il vi sentite di condividere la disperazione in merito pregatoinfornircele.proponiamo cos come patria, di che non guasta mai, tantomeno in tempi grami come i nostri. Questi versi ve li Angelo sa scrivere poesia. qualche ingenuit oriempiendo lele sue comune, colore, questa reazionemalinconia. E Econsiderazione: di AngeloSe sorriderete per Compone didi getto,per qualche luogo parole di anche di sentimento, dimalinconia.inanche didi amor sa scrivere poesia. Compone getto, riempiendo sue parole di colore, di sentimento, di da tenere anche amor di Angelo. scritti, salvo qualche intervento sulla punteggiatura per rendere pi agevole la lettura. sono stati patria, didifronte autentico che non guasta mai, tantomeno inin tempi grami come nostri. Questi versi ve li li proponiamo cos come patria, quello autentico che ha guasta mai, tantomeno tempi grami come i i nostri. Questi versi ve proponiamo cos come siamo diquello ad un uomoche nonvissuto la miniera. (P.P.) col sentire di Se volete commuovervi fate pure. Se vi sentite di condividere la disperazione di certi versi, siete in perfetta sintonia sono stati scritti, salvo qualche intervento sulla punteggiatura per rendere pi agevole lala lettura. sono stati scritti, salvo qualche intervento sulla punteggiatura per rendere pi agevole lettura. Angelo. Se sorriderete per qualche ingenuit o per qualche luogo comune, anche questa reazione da tenere in considerazione: Se volete commuovervi fate pure. Se vi vi sentite di condividere la disperazione di certi versi, siete in perfetta sintonia col sentire di Se volete commuovervi fate pure. Se sentite di condividere la disperazione di certi versi, siete in perfetta sintonia col sentire di ANDARSENE siamo di fronte ad un uomo che ha vissuto miniera. (P.P.) PREGHIERA PER NOIper qualche ingenuitla BIMBINA luogo comune, anche questa reazione da tenere in considerazione: Angelo. Se sorriderete MINATORI ingenuit o per qualche luogo comune, anche questa reazione da tenere in considerazione: Angelo. Se sorriderete per qualche o per qualche siamo didi fronte ad un uomo che ha vissuto la SOGNO DEI GIOVANI MINATORI siamo fronte ad un uomo che ha vissuto la miniera. miniera. (P.P.) (P.P.) ANDARSENE BIMBINA

VERSI DALLA MINIERA VERSI DALLA MINIERA VERSI DALLA MINIERA

PREGHIERA PER NOI MINATORI Signore, fattore della miniera, concedi a noi muratori laMINATORI PREGHIERA PER NOI MINATORI cuore. PREGHIERA PER NOI pace del Signore, fattore della miniera, Dacci la fede, Signore, concedi a di per i giorninoi muratori la pace del cuore. Signore, fattoreansia pi greve, Signore, fattore della miniera, della miniera, Dacci la Signore, quando ilfede, muratori la pace del cuore. concedi a apensiero ricorre allaperto concedi noi muratori la pace del cuore. noi per i giorni di ansia pi e lanima nostra si serragreve, Dacci lala fede, Signore, in se stessa, Dacci fede, Signore, quando il pensierolontana, la a i giorni didi ansia ricorre allaperto per pensare la casa pi greve, mamma, per i giorni ansia pi greve, e fiamma del focolare, i in se stessa, la lanima nostra si serra allaperto quando il pensiero ricorre figli, quando il pensiero ricorre allaperto a pensare la casa lontana, la mamma, e la lanimalasciata si serra in se stessa, e sposanostra si ad attendere sola lanima nostra serra in se stessa, la fiamma del focolare, i figli, a E pensare la chiude la gola.la mamma, a un nodo ci casa lontana, mamma, pensare la casa lontana, la la sposa lasciata ad attendere sola laDacci la forza o Signore, figli, la fiamma del focolare,figli, fiamma del focolare, i i E un nodo ci chiude la gola. laadsposa lasciata ad attendere sola la ognilasciata ad attendere sola sposa Dacci latramonto; forza o Signore, E quando il ci ci chiudela gola. di nostalgia, E un nodo chiude la gola. un nodo momento saturo ad ogni tramonto; Dacci lala forza un tormento, Dacci forza o Signore, la lontananza o Signore, quando il momento saturo di nostalgia, ad ogni tramonto; ad sangue la frenesia nel ogni tramonto; tormento, la lontananza un quando il di momento saturo di nostalgia, quando il tutto, di tutto di tutto, momento saturo di nostalgia, nel sangue la frenesia laquel che nella un tormento, pu avere la lontananza un tormento,si lontananza miniera non di tutto, di tutto, di tutto nel sangue lala frenesia nel sangue frenesia brucia iraconda, quel che nella miniera non si pu avere diquando ogni brandello di carne di tutto, di tutto, di tutto tutto, di tutto, di tutto brucia iraconda, quel che nella miniera non si si pu avere quel che nella miniera non pu avere tende alla galleria, quando ogni brandello di carne brucia iraconda, brucia iraconda, quando il pensare tende alla galleria, quando ogni brandello didi carne quando ogni brandello carne quando il pensare a una persona a noi cara tende alla galleria, tende alla galleria, a una persona a lasciata pensare noi cara quando il con troppo dolore quando il pensare lasciata con troppo dolore per non singhiozzare; a a una persona a noi cara una persona a noi cara per non singhiozzare; dacci la forza, Signore. lasciata con troppo dolore lasciata con troppo dolore dacci la forza, Signore. Rndici sempre propizia la sorte; per non singhiozzare; per non singhiozzare; Rndici sempre ci chiama sorte; quando la Patria propizia la a lottare dacci lala forza, Signore. dacci forza, Signore. quando la Patria ci chiama insegnaci a sfidare la morte a lottare Rndici sempre propizia lala sorte; Rndici sempre propizia sorte; insegnaci a sfidare la morte e a non tremare. ci chiama a lottare quando lala Patria chiama a lottare quando Patria ci e a non coraggio, Signore, Dnaci tremare. lala morte insegnaciila a sfidareomorte insegnaci sfidare Dnaci Signore, di a non il coraggio, omale e e non tremare. gran a sopportare il tremare. di sopportare il gran male di ogni coraggio, o o Signore, Dnaci il carne straziata, Dnaci il coraggio, Signore, di ogni carne straziata, disinsopportare gran male di quando ci resta lamale sopportare il il gran vita. sin quando ci resta la vita. diDai requie allora infinita di ogni carne straziata, ogni carne straziata, Dai requie allora infinita sin quando ci ci resta la vita. sin moribondi, dei quando resta la vita. dei moribondi, Dai requie allora infinita Dai requie allora forti, allevia, rendendoliinfinita allevia, rendendoli forti, dei moribondi, dei feriti, dei moribondi, le sofferenze dei feriti, le sofferenze allevia,alle madri il santo allevia, rendendoli forti, rendendoli tergi alle madri il forti, tergi santo lee sconsolato pianto. le sofferenze dei feriti, sofferenze dei feriti, e sconsolato pianto. tergi alle madri il o Signore, tergi alle madri il santo Quando tu sai, santo Quando tu sai, o Signore, e che vicinapianto. e sconsolatoapianto. sconsolato scoccare vicina a scoccare Quando tutu sai, o Signore, Quando ultima Signore, sai, o la nostra ultima ora, ora, che vicinapregare, o Signore. che vicina a scoccare scoccare insgnaci aa pregare, o Signore. lala nostra ultima ora, nostra ultima ora, insgnaci a a pregare, o Signore. insgnaci pregare, o Signore.

SOGNO DEI Giungemmo GIOVANI MINATORI BIMBINA in una citt, una sera, BIMBINA tutti assetati GIOVANI MINATORI SOGNO DEI diGIOVANI MINATORI SOGNO DEI riposo; Giungemmo terra, dindole solidain una citt, una sera, tutti assetati di strade, di indi riposo; una sera, Giungemmo case, di gente sera, Giungemmo in una citt, una una citt, Ildindole solida terra, viaggio era riposo; tutti assetati distato esigente, tutti assetati di riposo; di strade, di case, lontano. edindole solida da di gente noi venivamo terra, dindole solida terra, Il viaggio convoglio; esigente, Guardava era stato gente didi strade, ilcase, didi gente strade, didi case, e noi venivamo da lontano. ilviaggio era stato esigente, sole al tramonto esigente, Il Il viaggio era stato Guardava il convoglio; erendeva irreali ida lontano. biondissimi: e noi venivamosuoilontano. noi venivamo da capelli il sole al tramonto Guardava il convoglio; di grano. Guardava il di spighe una manciataconvoglio; rendeva irreali i suoi capelli biondissimi: ilCon le mie mani congiunte sole alal tramonto il sole tramonto una manciata di spighe di grano. rendeva irreali i suoi capelli biondissimi: rendeva irreali i vita, le avrei recinto lasuoi capelli biondissimi: Con le mie mani congiunte una manciata sottile. didi grano. una laveva di spighe tanto manciata di spighe grano. le avrei recinto la vita, Con lele mie mani congiunte Con mie mani eravamo Si volse che gi congiuntevicini; tanto laveva sottile. lele avrei recintoturchini color del mare avrei recinto lala vita, aveva gli che gi vita, Si volse occhi eravamo vicini; tanto lavevagli sottile. lontani. tanto laveva orizzonti come sono sottile. aveva gli occhi turchini color del mare SiSi volsecorpo, il volto, la vicini;di bimba. volse che gi eravamo vicini; eravamo voce Aveva ilche gi orizzonti lontani. come sono gli aveva fu gli occhi turchini color del mare aveva occhi turchini me. del color Cos gliBimbina, volto, la voce mare Aveva il corpo, il per di bimba. come sono gli non vorreilontani. come sono gli orizzontipi partire. orizzonti lontani. Bimbina, io Cos fu Bimbina, per me. Aveva il corpo, il volto, lala voce di bimba. Aveva il corpo, il volto, voce di bimba. E cos belloio non vorrei pi partire. Bimbina, restar a sognare Cos fufu Bimbina, per me. Cos Bimbina, per me. E cos a te assiemebello restar a sognare Bimbina, ioio non vorrei pi partire. Bimbina, non vorrei pi partire. assieme a te Sono assetato di riposo e damore, EE cos bello restar a sognare cos bello restar a sognare Sono di baci,assetato di riposo e damore, assieme di a te assieme te a tenerezza. di baci, dinel cuore, di una carezza, Ho lansia tenerezza. e e damore, Sono assetato didi riposo damore, Sono assetato riposo Ho lansia nel cuore, dibaci, didi tenerezza. di una carezza, didiuna parola dolce di donna; baci, tenerezza. di una parola dolce di donna; vorrei riuscire acuore, una carezza, Ho lansia nel cuore, didi una carezza, Ho lansia nel scordare vorrei riuscire a scordarecasa, ancheparola poco la donna; didi unaper undolce didi donna; una parola dolce mia anche per un finestreriuscire poco la mia casa, vorrei riuscirevasi e fiori, vorrei con a a scordare scordare finestreche vasi e strada con la porta per un sullafiori, casa, anche per un dpoco la mia casa, anche poco la mia la porta che d sulla strada Non pi la vasi e e fiori, finestre conminiera, con lascensore finestre con vasi fiori, Non pi la miniera, con lascensore (pozzo che di sulla strada lala porta che d sulla strada porta di tutti minatori), (pozzo di tutti i minatori), Non pi lala miniera, con lascensore Non pi miniera, con lascensore non andare pi in miniera non andare pi in miniera (pozzo la di tuttiminatori), (pozzo tutti i minatori), che di tomba idi noi viventi che la tomba di noi viventi non andare pi inin miniera morenti non andare pi miniera escono i icavalli quando son morenti escono cavalli quando son che la Bimbina, restare che la tomba di noi viventi Restare, tomba di noi viventi Restare, Bimbina, restare escono i cavalli quando son morenti escono i cavalli landare nella miniera, fermare landare,quando son morenti fermare landare, landare nella miniera, Restare, Bimbina, restare Restare, Bimbina, linevitabile andare, restare linevitabile andare, fermare landare,le taglie nella miniera, fermare su per landare nella miniera, giungere landare, landare giungere su per le taglie linevitabile andare, ogni cosa linevitabile andare, Lasciando ogni volta ogni cosa Lasciando ogni volta giungere su mai ledesiderato riposo per taglie egiungere su perille taglie riposo enon aver maiil desiderato non aver Lasciando ogni volta sapore cosa Lasciando ogni volta ogni Avendo sul labbro il ilogni cosa Avendo sul labbro sapore edellultima mai il lasciata e non aver mai desiderato riposo non aver il desiderato riposo dellultimaterra lasciata terra Avendo sul labbro il sapore Avendo sul labbro il sapore eeun altro ricordo nel cuore. un altro ricordo nel cuore. dellultima terra lasciata dellultima terra lasciata Sognare sognare sognare Sognare sognare sognare e e un altro ricordo nel cuore. un altro ricordo nel cuore. Sognar di restare nel tuo letto Sognar di sognare sognare Sognare restare nel tuo letto Sognare sognare sognare sempre abbracciato con te! sempre abbracciato con letto Sognar didi restare nel tuo letto Sognar restare nel tuo te! sempre abbracciato con te! sempre abbracciato con te!

Per le strade di una citt straniera laANDARSENE gente si volta ANDARSENE a guardare. Per le strade di Tieni alto il capo una citt straniera la gente si volta a guardare. col lele strade di una citt straniera Per comportamento pi fiero Per strade di una citt straniera capo o Tieni altovolta a a guardare. emigranteil volta guardare. lala gente si d Italia; gente si col comportamento pi fiero tuTieni alto il capo rappresenti la Tieni alto il capo Patria o emigranteed Italia; parla comportamento pi fiero col comportamento pi fiero col d Italia di Roma, tu rappresenti la Patria Senatus Populusque o o emigrante d Italia;Romanus emigrante d Italia; parla d Italia e di Roma, Da essa emana la prestigio tutu rappresenti il Patria rappresenti la Patria Senatus Populusque Romanus che sempre la e distirpe, parla dd Italia tuaRoma, parla Italia e di Roma, Da essa emana il prestigio Senatus Populusque Romanus Senatus Populusque Romanus con lasempre la tua stirpe, potenza dellarmi ?!... che Da essa emana il prestigio Da essa emana prestigio e lingegno dellailtua gente con la potenza dellarmi ?!... che esercitato sultua stirpe, che sempre tuamondo. stirpe, hai sempre laladella tua gente e lingegno con lala potenza dellarmi ?!... con la storia dellarmi ?!... potenza Narraesercitatodel tuo passato, hai sul mondo. e tuo presente. tua gente e lingegno della tua gente del lingegno della tuo passato, Narra la storia del hai in esercitato sul mondo.nome hai ogni terra gridi il suo Tu esercitato sul mondo. del tuo presente. Narra laneistoria del tuo passato, storia del tuo e Narraogniluoghi gridilontani,nome porti, la terra pi passato, Tu in il suo del tuo presente. del tuodi tutti i profumi dItalia: lolezzo presente. pi lontani, e porti, nei luoghi Tu inin ogni terra gridiubertosa, Tu ogni terra Sicilia il suo nome nome delle zgaretuttigridi il suodItalia: lolezzo di di i profumi e e porti, nei ogni contrada, porti, neidi luoghi pi lontani, luoghi pi lontani, delle rose delle zgare di Sicilia ubertosa, lolezzo didi tuttiprofumi dItalia: lolezzo tutti i i profumi dItalia: delle viole, dei ogni contrada, delle rose di rododendri montani, delle zgare didi Sicilia ubertosa, delle zgare Sicilia ubertosa, didelle viole,pini romani, allori e di dei rododendri montani, delle rose didi ogni contrada, delle rose ogni contrada, di didi allori e deipini romani, montani, gelsomini rododendri delle viole, e di rododendri montani, delle viole, dei gigli, di olivi sabini, di gelsomini e di dacacie e di tigligigli, di olivi sabini, didi allori e di pini romani, allori e di pini romani, dacaciealberi, Digelsomini e di gigli, di olivi sabini, tutti gli e di tigli didi gelsomini e di gigli, di olivi sabini, diDi tutti gliealberi, serra fiori di e didi e di dacacie prato tigli dacacie tigli di prato che fiori dialberi, e di serra DiDi riveston la tua meravigliosa tutti gli alberi, tutti gli tua e che riveston la e di meravigliosa benedetta daeDioserra didi fiori di prato di gagliarda terra. fiori di prato serra e Dio Nei benedetta da tua gagliarda terra. che paesi di nebbia, meravigliosa che riveston la meravigliosa riveston la tua Nei paesi di di porti un raggionebbia, buono e terra. e e benedetta da solegagliardacaldo benedetta da Dio gagliarda terra. Dio e portipaesiturchino sole buono e caldo un un raggio di Nei paesi didi nebbia, tuo cielo: Neipo di nebbia,del e un po di turchino del tuo cielo: sulle contrade didi soffocante caldo porti un raggio dafasole buono e caldo porti un raggio sole buono e sulle contrade dafa soffocante e efrescuradi turchino del tuo cielo: un po dei boschi dellAppennino, laun po di turchino del tuo cielo: la frescura dei boschi dellAppennino, sulle contrade dafa valli, sulle contrade dafa soffocante dellabete delle alte soffocante dellabete delle alte valli, lala frescura dei boschi dellAppennino, frescura castagni dAbruzzo, lombra deidei boschi dellAppennino, lombra dei castagni dAbruzzo, dellabete delle alte valli, dellabete delle altemarittimi, pini. dei folti, montanini e evalli, dei folti, montanini marittimi, pini. lombrale canzoni, le dAbruzzo, belle, dei castagni Elombrale canzoni, le dAbruzzo, belle, porti dei castagni musiche pi E porti musiche pi dei folti, montaninisussurrati sul mare, dei folti, montanini e marittimi, pini. marittimi, pini. i canti napoletani esussurrati sul mare, i canti napoletani E E porti le canzoni,dei musiche pi belle, porti le canzoni, musiche con lala luna, ecorilele friulani,pi belle, con luna, e i i cori dei friulani, iaccordi di chitarra sussurrati sul mare, canti napoletani che accompagnano i canti napoletani sussurrati sul mare, accordi di chitarra che accompagnano con lalaserenate cori dei friulani, dei friulani, lecon luna, e ecorispezzine, dolci luna, i i spezzine, le dolci serenate accordi didi chitarra melodie accordi chitarrale che accompagnano trilli didi mandolini,che accompagnano mandolini, le melodie trilli lele nostri serenate spezzine, dolci serenate msici divini. dei dolci sommi spezzine, dei nostri sommi msici divini. trilli didi mandolini, le melodie trilli mandolini, le melodie dei nostri sommi msici divini. dei nostri sommi msici divini.

27

CROnACA

Nozze doro a Schievenin


Fotosegnalazione di Settimo Rizzotto
Nozze d'oro per Specia Giordano e Maria, di Quero, che qui vediamo ritratti con lintera famiglia in questa speciale occasione, sabato 21 luglio, sul sagrato della stessa chiesa di Schievenin, che li ha visti giovani sposi. La messa stata accompagnata nella sua solennit dalla corale e dalla splendida

voce del tenore Domenico Tessaro, che ha riempito le navate della chiesa con le note della celebre Ave Maria. Nella seconda foto gli sposi posano con parenti ed amici allinterno della chiesa di Schievenin

Girolamo Favero, a nome del Comitato, ringrazia quanti hanno collaborato e partecipato ai festeggiamenti del 13 giugno, a Quero, in onore di SanAntonio. La semplice festa, tenutasi dopo la cerimonia religiosa nelloratorio querese deGirolamo Favero, a nome del Comitato, ringrazia quanti hanno persone, che si sono intrattenute per una del 13 giudicato a SantAntonio ha registrato una buona partecipazione dicollaborato e partecipato ai festeggiamentiserata in algno, a Quero, in Lappuntamento si ripete da diversi anni e sta diventando una tradizione da nelloratorio legra compagnia. onore di SanAntonio. La semplice festa, tenutasi dopo la cerimonia religiosa rispettare. querese dedicato a SantAntonio ha registrato una buona partecipazione di persone, che si sono intrattenute per una serata in allegra compagnia. Lappuntamento si ripete da diversi anni e sta diventando una tradizione da rispettare.

Il Comitato San Valentino ringrazia Il Comitato San Valentino ringrazia

(M.M.) Coltivare lorto fonte di (M.M.) grande Coltivare lorto fonte di soddisfazione e grande libera, a quanto soddisfazione e dicono gli studiosi, libera, a quanto da parecchio dicono stress. gli studiosi, da parecchio Talvolta anche stress. fonte di qualche Talvolta anche sorpresa, come fonte di qualche abbiamo gi sorpresa, come documentato in passato e come ci raccontano queste foto di Francesco Dal Canton. Un cetriolo doppio che alla prova abbiamo gi della bilancia fa fermare lago a quota 550 gr., coltivato con perizia dai suoi genitori nellorto di Quero. Lanno scorso, documentato in passatonormale aveva raggiunto il peso di 800 gr. Un orto Canton. Un cetriolo doppio che alla prova e come ci raccontano queste foto di Francesco Dal davvero molto speciale! racconta, un esemplare della bilancia fa fermare lago a quota 550 gr., coltivato con perizia dai suoi genitori nellorto di Quero. Lanno scorso, racconta, un esemplare normale aveva raggiunto il peso di 800 gr. Un orto davvero molto speciale!

Un orto molto speciale Un orto molto speciale

28

lETTERE Al TORnADO

Grande la partecipazione all'incontro pubblico di Curogna: la mobilitazione iniziata!


In Veneto i cogeneratori stanno spuntando come funghi. Molti di questi sono stupidi" cio recuperano solo l'elettricit e sono autorizzati a sprecare tutta l'energia termica. La Regione ne ha appena autorizzati due nel Comune di Pederobba. Arianova ha chiesto al Comune di non accettare misure compensative e di opporsi al TAR in entrambi i casi. Se il Comune non si opporr al TAR e se i cittadini di Pederobba e Cavaso sosterranno lazione sar Arianova a ricorrere al TAR. I tempi sono stretti: 60 giorni, che scadono il prossimo 3 settembre. Per informare la popolazione di quanto sta succedendo e sulle responsabilit dei soggetti in gioco, il 12 luglio scorso Arianova e i cittadini della frazione di Curogna hanno organizzato un incontro pubblico che ha visto la partecipazione di oltre 200 persone. Arianova ha informato i presenti e fornito dati e motivazioni della protesta, lanciando un appello affinch sia la cittadinanza stessa a mobilitarsi per protestare e per sostenere i costi dei ricorsi al TAR e per linformazione. Saranno necessari due ricorsi per una spesa complessiva di almeno 10.000 euro. La prima serata si conclusa con quasi 1000,00 euro di offerte, ma c' anche un conto corrente postale (vedi box). I numeri della serata sono un risultato straordinario che testimonia concretamente la chiara volont dei cittadini di opporsi alle due ciminiere. La sottoscrizione infatti non rappresenta solo una risposta al problema economico: essa piuttosto il segnale chiaro alle autorit preposte che la popolazione, con un'azione corale e democratica, intende opporsi e prendere in mano il proprio futuro, chiedendo che una volte per tutte finiscano i giochetti nelle segrete stanze a Venezia e Treviso sulla pelle di chi vive in pedemontana. La mobilitazione ora continua nelle prossime settimane con altri incontri in piazza a Pederobba e Cavaso. Gli impianti di Pederobba sono uno stupido in quanto utilizzano solo una minima parte del calore generato, laltro stupido e furbo perch abilmente si sostenuto che la legna arriver dal Piave e dai tralci delle viti: la prima insufficiente, i secondi pericolosi da bruciare perch, essendo pregni di veleni, generano diossina. Questi impianti fruiscono di esagerati incentivi statali e per questo possono sprecare lenergia termica senza rimetterci economicamente: per questo spetta a Regione e Provincia governare il fenomeno e stabilire che questo spreco di energia e questo inquinamento sono inammissibili! La Pianura Padana l'area pi inquinata d'Europa: se le autorit non fanno nulla per cambiare le cose la situazione non pu che degenerare. Nel 2011 in Provincia di Treviso i giorni con valori di PM10 fuori norma sono stati 102 su 365 a fronte di una soglia massima per la UE fissa a 35. Livelli elevati di PM10 e altri inquinanti nellaria causano problemi respiratori, cardio-vascolari, tumori. In questo contesto Provincia e Regione, invece di intervenire, eliminano le centraline di rilevamento e autorizzano tranquillamente nuovi grandi impianti di combustione come i due cogeneratori di Pederobba. Il primo della Laser Industries srl, sar ubicato in zona industriale e avr un camino di 14.8 metri. Il secondo della Gasrom Srl e sar ubicato a Curogna in via dei castelli, al confine con Cavaso. Limpianto della Laser brucer non meglio specificati olii vegetali e limpianto della Gasrom brucier legno e tralci di vite. Nel raggio di pochi chilometri avremo il pi grande co-inceneritore di pneumatici dItalia e due cogeneratori. Tutti che funzionano 24 ore al giorno.

Due ciminiere a Pederobba e Curogna!

Comunicato stampa Associazione ARIANOVA:

E' stato aperto un conto corrente postale sul quale ognuno pu, a titolo ufficiale o anonimo, dare il proprio sostegno. Somma e iniziali di nome cognome saranno riportati sul sito dell'associazione: - per versamento con bollettino: c/c postale - 001006289100 - per versamento/bonifico bancario IBAN: IT-54-W-07601-12000-001006289100 intestato a: ASSOCIAZIONE ARIANOVA, via del Cristo 19 - Pederobba causale: "contributo spese ricorsi TAR e informazione cittadinanza"

Chi condivide questo impegno pu democraticamente contribuire alla copertura dei costi.

ATTuAlIT

Via To in Festa: 31 agosto 1 e 2 settembre 2012


Torna a Quero la bella festa di via To, a cavallo dei mesi di agosto e settembre con buona cucina e fantastici giochi gonfiabili per i bambini. In questa edizione prevista linstallazione di un gonfiabile che ricorder una nave da crociera. Condimento generale delliniziativa saranno la semplicit, genuinit e familiarit per poter trascorrere una serata fra amici, assistiti dalla passione dei tanti volontari della contrada. (foto della scorsa edizione)

Linvito a partecipare rivolto a tutti!

29

lETTERE Al TORnADO

Non ci sono soldi!


di Angelo Ceccotto
Quante volte abbiamo sentito questo ritornello, Non ci sono soldi!, avvicinandoci agli amministratori di ogni livello. A volte detto per pura verit, altre volte per sviare e sbrogliarsi del problema dellinterlocutore. Ma i soldi mancano davvero? Infinite volte ho detto e stradetto che i soldi ci sono anche in abbondanza, basta dar corso a progetti mirati oltre che a darsi da fare per attingere le risorse alla giusta fonte. Nel quotidiano sentiamo Oggi si sono bruciati tot milioni di euro: tutte balle, risaputo che nessuno ha mai bruciato un centesimo, ma questi valori cambiano con una certa facilit da una tasca allaltra tra speculatori e capitalisti e boiardi. Non sono fantasie n affermazioni senza fondamento ma, se ci soffermiamo ad analizzare o ancor pi a seguire con assiduit ci che ci presentano i mercati finanziari, non tutto sfugge dandoci modo di capire come giostrano con abilit speculativa i soldi. A rovescio le cose cambiano e diventano insormontabili quando ci prestiamo a chiedere un normale finanziamento o contributo dove a dare amara soddisfazione ci si mette di traverso la burocrazia e i soliti marpioni di turno senza moralit, dove questi in tali circostanze, abusano del loro ruolo per creare insormontabili e vincolanti procedimenti che vanno ad inguaiare se non impedire lesecuzione delle iniziative e richieste di importanti progetti. Come pure sullo stesso piano vanno messi gli enti detti di salvaguardia ambientale e le sovraintendenze che a tal punto non hanno alcun senso desserci poich si avvalgono di soggetti che si basano solo di personali giudizi, spesso clientelari, che impediscono loro di dare un obiettivo giudizio di merito bloccando cos lo sviluppo e le nobili iniziative. Ci premesso, e per entrare nel tema dei soldi, prendo lo spunto dallarticolo apparso sul Gazzettino di gioved 28 giugno c.a. il quale mette ben in evidenza quanto sopra esposto evidenziando la mancanza di seriet dei nostri rappresentanti istituzionali, forti di chiacchiere e di false promesse tralasciando il fondamentale ruolo istituzionale che compete loro, tra cui la richiesta di importanti fondi europei per opere territoriali importati. Cosi stato riportato e presentato in consiglio regionale: Pioggia di fondi dallEuropa - Il Veneto non li usa e li perde - Lo scorso anno spesi solo 120 milioni su 500.000 - Questi erano Fondi strutturali di Sviluppo Regionali per aziende, scuole, enti locali e per la stessa Regione. Innanzi a tale esposizione c da chiedersi se noi veneti abbiamo una Regione e se c qualcuno che la governa? Penso che legittimamente qualcuno la rappresenti, dal momento che leggiamo e vediamo nei media un governatore che spazia in continuazione per fiere, mostre e cantine a soddisfare i suoi gusti e quelli dei i beniamini del prosecco. Se poi entriamo sul dettaglio, lo vediamo euforico nel difendere il suo operato e quello dei suoi collaboratori, riversando minaccioso su altri la sua inefficienza. Credo che quanto riportato dal quotidiano faccia riflettere le persone di buon senso, ma anche i pessimisti o i suoi beniamini, che considerano ineccepibile tale comportamento o, quantomeno, confacente al ruolo istituzionale che ricopre. Tale defezione dimostra cos oggi la Regione Veneto ed il suo apparato dirigenziale, ridotto ad un ente di caste, di poltrone dorate per i magna-magna, incapace di cogliere quel sostegno europeo per creare sviluppo sul territorio, trovandosi ormai inguaiata nel clientelismo, incapace di assolvere a un serio servizio istituzionale. No solo essa dimostra di non saper dare direttive a Province e Comuni per presentare progetti e richieste di fondi per lo sviluppo territoriale, in modo particolare al Bellunese dove il governatore ha assunto la diretta responsabilit di questa provincia abbandonandola poi al suo amaro destino di commissariamento. Credo sia ora di fare pulizia anche in Regione di tanta inefficienza e snobismo per non trovarci un giorno a pagare amaramente una gestione fondata su inconsistenti promesse, su chiacchiere e slogan, visto che al fine lamara sorte ricadr come sempre su di noi

Quattro generazioni al servizio della produzione di vini di alta qualit

Azienda Agricola Biasiotto s.ag.s. Via Piave, 16 - 32030 VAS (BL) Tel. 0439 788000 - Fax 0439 787734 email: info@vinibiasiotto.it
Biasiotto pag pp lug08.indd 2 23/07/2008 10.30.40

www.vinibiasiotto.it

30

lETTERE Al TORnADO

Il raduno nazionale dei Fanti


di Angelo Ceccotto

Mi scusino gli amici Fanti se pubblico in ritardo questo mio articolo ma esso ha la sua giustificazione avendo avuto dei problemi personali. Ci detto, non manco del mio spirito di Fante per darvi la sintesi del raduno nazionale. Con questi intenti metto in luce lessenza del raduno nazionale, che vale per qualsiasi cerimonia commemorativa dove si ravviva quel profondo sentimento damore e di riverenza verso i Caduti onorando il loro Sacrificio. Con tali ideali i Fanti dItalia e quelli pervenuti dallestero hanno questanno sfilato con fierezza ed orgoglio per le vie di Ravenna, consapevoli di rappresentare il sanguinoso martirio di tanti giovani, meno giovani e padri di famiglia. S, lappuntamento avvenuto a Ravenna, patria di Dante Alighieri, dove tumulata la leggendaria Anita Garibaldi e dove vive la memoria del grande statista Benigno Zaccagnini. Va messo in evidenza che il raduno nazionale per il Fante anche loccasione dincontro con i commilitoni per ravvivare i vecchi ricordi di naja, oltre a manifestare gioiosamente quella fraterna amicizia consolidata nel tempo. Il raduno nazionale A.N.F. si svolto in tre giorni per dare lustro allAssociazione, portando in loco unesposizione fotografica, rappresentanze in divisa storica e simulazioni di un teatro di guerra di uno storico passato. Domenica 27 maggio lapertura della grande sfilata alla presenza di numerose personalit civili e militari che hanno portato il loro saluto ai radunisti. Il Sindaco di Ravenna Fabrizio Matteucci si cosi espresso: Il mio fraterno sentimento rivolto alle forze armate per la partecipazione alle rischiose ma importanti missioni di pace, e a voi Fanti un grazie per aver scelto la nostra citt per il raduno ricordando il passato storico dei garibaldini. Nel mio sentire ribadisco che, finch ci saranno le associazione darma, il nostro paese vivo. Vivo di valori, di solidariet e di rispetto del tricolore, simbolo indiscusso di fratellanza e unit nazionale che sempre ci contraddistingue. Il Ministro della Difesa, Ammiraglio Giampaolo Di Paola, nel suo saluto ha affermato: Voi Fanti siete il simbolo primario del nostro paese, la fanteria una delle eccellenze nazionali e storicamente simbolo della tenacia degli italiani che ancor oggi costituisce un riferimento sicuro. Il Generale di Corpo dArmata Claudio Graziano nel suo messaggio ha sottolineato: Per il nostro paese il Fante oggi un soldato tecnologico proiettato nel futuro, equipaggiato di sofisticati armamenti che lo rendono elemento privilegiato del sistema Soldato Futuro. Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano - il suo messaggio stato letto dal Presidente Nazionale M.d.L. Antonio Berretta - cosi si espresso rivolgendosi ai Fanti dItalia: Giunga a voi il mio deferente omaggio ai Caduti dellArma e al glorioso labaro dellAssociazione, la Fanteria costituisce ancor oggi la componente fondamentale delle forze armate, essa si messa al passo con i tempi, oggi presidio di sicurezza per la nazione. Soddisfazione da parte nostra per le parole rivolteci da s illustri autorit istituzionali affermando con schiettezza lindissolubilit dellArma di Fanteria. Altrettanta soddisfazione per la partecipazione al raduno del gonfalone del nostro Comune di Alano di Piave decorato di Medaglia dArgento al Merito Civile accompagnato dallAssessore Angelo Zancaner e dal Presidente Sez.le Cav. Claudio Carelle. A fine sfilata lAssessore Zancaner manifestava grande soddisfazione per aver partecipato a questa manifestazione affermando tra laltro: Non mi sono mai sentito cos importante e applaudito in tutta la mia vita da tanta gente. Ecco il messaggio che passa, riconoscere il calore della gente che corona un avvenimento importate fondato sulla memoria dei Caduti e sul valore straordinario del tricolore che il collante dellunit nazionale.

31

lETTERE Al TORnADO

Un altro caduto italiano


di Angelo Ceccotto Ancora una volta vediamo quanto sia grande e penoso il sacrificio inerente le missioni di pace dei nostri militari che operano nei vari scacchieri di guerra nel mondo. Con lultimo attentato al nostro contingente in Afghanistan, lItalia ha perso un altro dei suoi cari figli, il giovane Carabiniere scelto Manuele Braj, per il quale spendiamo un profondo grazie per il breve e nobile servizio reso alla nazione e che stato pieno di meriti. Parlare di eroismo non ci compete, ma esprimiamo la grandezza del suo fedele servizio reso alla Patria. Giunga alla famiglia il nostro devoto cordoglio e la vicinanza alla benemerita Arma dei Carabinieri.

Eni ci vorrebbe far ripartire, ma il gestore querese ha dettono!


Da qualche settimana partita la campagna pubblicitaria dellEni dove, nei fine settimana, i carburanti vengono leggermente scontati nei distributori aderenti alliniziativa. Noi siamo fortunati perch proprio a Quero, sulla Feltrina, abbiamo un Eni che ha aderito a questa iniziativa. Per questi, dopo aver esposto la giusta cartellonistica coi prezzi abbassati e la scritta aperto in strada, sulle pompe ha esposto un foglio con la scritta chiuso, non dandoci cos neanche la possibilit del self-service. Perci noi, pubblicamente, chiediamo al nostro caro paesano gestore dellEni: Perch tutto questo? Aderisci s o no?. F.to un gruppo di cittadini indignati

32

ASTERISCO

Duo Dissonance interpreta Johann Sebastian Bach


Ha preso avvio sabato 7 luglio presso la Chiesa di San Giacomo a Castelfranco Veneto la rassegna Meditazioni Sonore con la quale il Duo Dissonance, composto dai fisarmonicisti Roberto Caberlotto e Gilberto Meneghin, presenter in dieci appuntamenti la propria interpretazione della musica di Johann Sebastian Bach. Caberlotto e Meneghin, diplomati in fisarmonica con il massimo dei voti e la lode presso il conservatorio Cherubini di Firenze, dal 2005 hanno costituito il Duo proponendo le proprie esecuzioni in Italia e allestero, spesso con composizioni originali per questo strumento, alle volte con composizioni inedite scritte appositamente per loro nellintento di creare un repertorio per questa formazione cameristica. Hanno collaborato ed eseguito in prima assoluta musiche di illustri compositori italiani tra i quali Ennio Morricone, Gianmartino Durighello, Lorenzo Fattambrini, collaborando con altre formazioni musicali, non ultime lOrchestra dArchi Italiana, lOrchestra da Camera Ensamble Zandonai di Trento, lOrchestra da camera DissonEnsamble e il coro Citt di Thiene. Il Duo si propone inoltre come promotore e divulgatore della cultura musicale, organizzando rassegne itineranti sul territorio bellunese e trevigiano, capaci di presentare agli appassionati esecutori di grande valore provenienti dalle diverse regioni dItalia, proponendo tanto i compositori pi conosciuti quanto quelli meno famosi. Parallelamente il Duo Dissonance st conducendo una rilettura della musica bachiana attraverso le peculiarit della fisarmonica classica: il suono tenuto ma espressivo attraverso luso della polifonia differenziata, concetto caro alla figura chiave della nuova ideologia della fisarmonica, Salvatore Di Gesualdo, al quale il ciclo dedicato. La rassegna far tappa in dieci chiese delle provincie di Belluno, Trento, Treviso e Venezia tra le quali il santuario dei Santi Vittore e Corona ad Anz di Feltre, oltre alle chiese di Asolo, Altino, San Pietro di Feletto, San Martino di Castrozza, Cornuda, la Chiesa dei Mendicoli di Venezia, Portobuffol, Follina, consentendo di ascoltare la musica di Bach nel luogo che pi la valorizza, nel costante dialogo con Dio per la quale stata creata. Il medesimo programma viene replicato in ciascun appuntamento, sempre Bach, perch pochi compositori come lui sono riusciti ad andare oltre il proprio tempo, diventare canone, contemporaneo sempre a chi lo ascolti dal settecento ad oggi, capace di suscitare emozioni che sempre si rinnovano. Bach innovatore tanto da essere sempre moderno, cesellatore fine di un continuo dialogo musicale con il Divino. Mai come in questo ciclo il Duo Dissonance riesce perci a dare il giusto ruolo al proprio strumento, liberandolo dalla tradizione folclorica che a volte ancora, fraintendendolo, gli si attribuisce, e mettendo in piena luce le potenzialit e la grande capacit di essere interprete del maggior compositore del passato.

Meditazioni Sonore 2012

Maggiori informazioni sempre aggiornate sul sito www. dissonance.it


Alessandro Giacomin

VIVAIO - PIANTE

di Mondin Duilio

Realizzazione e Manutenzione Giardini Prati - Irrigazione - Potature


32030 QUERO (BL) via Feltrina Cell. 338 1689292
E-mail:mondingiardini@gmail.com - mondingiardini.blogspot.com

due esse s.n.c. di Stramare nicola e oscar via S. Rocco, 39 - 31040 SeGuSino (Tv) Telefono e Telefax 0423.979344 via della vittoria - 32030 FeneR (Bl) Telefono 0439.789470

via Monte Grappa, 28 Feltre tel. 0439 842 603 www.bancapopolare.it

onoranZe Funebri

di Ferdinando Carraro
PITTORE RESTAURATORE
Via Roma - Quero (BL) - Cell. 339.2242637

impresa edile
Fabrizio Mondin

alano di piave Fener - Quero

costruzioni civili e industriali ristrutturazioni e manutenzioni di ogni tipo allacciamenti fognature tel. 349.3024131

www.unicredit.it

Stampa DBS - Rasai di Seren del Grappa (BL)

Potrebbero piacerti anche