Sei sulla pagina 1di 3

Matteo Nobile

20120818

Mercati Weekly 20120818 Central Bankers Tralasciando le commodities, e i mercati emergenti, sarebbe una settimana estremamente congruente. I mercati azionari hanno completato una nuova settimana positiva, i tassi di interesse core sono aumentati, sia negli USA che in Europa (Germania), i fattori di rischio sono calati, sul credito, sia in ambito corporate che in ambito finanziario, la volatilit calata ulteriormente. L'effetto sulle valute un po' meno evidente, ma l'EUR si rafforzato sia sul dollaro che sullo JPY, ulteriore segnale di calo dello stress dei mercati. Nel mondo delle materie prime la cosa non ha funzionato allo stesso modo, visto che tanto le materie prime industriali che quelle preziose hanno ceduto terreno, nonostante l'indebolimento del dollaro. A superare la settimana in positivo, quelle legate all'energia trainate dal rialzo del greggio. Non cos esaltanti invece, i mercati emergenti che chiudono la settimana in controtendenza.
Equity World Europe USA Emerging Govi USA 2y USA 10y EU 2y EU 10y Risks iTraxx 5y CrossOver 5y Financial 5y VIX Currency EURUSD USDCHF USDJPY GBPUSD EURCHF ultimo 1290.230 94.290 1352.490 971.050 ultimo 0.286 1.811 -0.041 1.496 ultimo 144.523 583.000 242.000 13.450 ultimo 1.233 0.974 79.560 1.570 1.201 settimana 0.93% 1.04% 0.90% -0.84% settimana 0.026 0.153 0.033 0.111 settimana -4.327 -6.295 -4.902 -1.290 settimana 0.37% -0.34% 1.64% 0.04% 0.02% mese 4.78% 5.64% 4.11% 3.65% mese 0.048 0.303 0.006 0.264 mese -17.981 -65.275 -26.633 -2.820 mese 0.33% -0.33% 0.63% 0.27% -0.02%

ultimo settimana mese Tanta grazia e congruenza si deve soprattutto ad Angela Comm Merkel che dal Canada ha ribadito il suo supporto alla Commodity 287.869 -0.06% -2.10% linea di Draghi, spazzando via in un solo comunicato Precious 243.962 -0.21% 2.14% tutte le speculazioni secondo le quali la Germania Industrial 141.643 -0.38% -2.14% avrebbe bloccato qualunque nuovo piano di salvataggio. Energy 90.894 0.93% -0.16% In realt, Merkel ha ribadito che d'accordo sull'impegno Agri 92.162 -0.75% -0.59% di salvataggio dell'EUR, non di regalare soldi alla Spagna, o di concedere un allentamento alle politiche di austerit greche. Ma tant', cos l'hanno letta i mercati. Poco importa poi se la Finlandia ha cercato di mettersi di traverso annunciando addirittura che starebbe pensando ad un doppio EUR (con tutte le problematiche tecniche secondo le quali, ad esempio, la Volkswagen sarebbe obbligata a operare con l'EUR del nord, non certo con quello del sud).

A fare da sponda alle speranze di un intervento massiccio della BCE, sono arrivati anche i comunicati da parte del primo ministro cinese che, in funzione di un rallentamento della crescita e di un calo dell'inflazione ufficiale, ha parlato di possibilit di nuovi stimoli monetari. Anche in questo caso, la notizia contraria, secondo la quale il governo stia spingendo le banche a chiedere ai promotori immobiliari di rimborsare rapidamente i loro debiti, forzando la vendita dei progetti immobiliari passata pi o meno inosservata. Dalla FED non si hanno invece comunicati. Piuttosto sono state riportate le analisi di Hatzius di Goldman Sachs (e altri) che hanno indicato come le condizioni dell'economia americana non sono tali da richiedere un nuovo quantitative easing e quindi che la FED non interverr dopo Jackson Hole di fine agosto. Staremo a vedere. Sul fronte degli utili, proseguono i comunicati europei (quasi 300 societ). Nonostante le stime siano state abbassate di circa il 10% da inizio anno, gli utili stanno uscendo in linea con le attese (almeno in media). Sul fronte dei dati macro, la Francia ha schivato la pubblicazione di un PIL negativo (0%) e allo stesso modo, la Germania ha pubblicato una crescita trimestrale di 0.3%, 0.1% sopra le attese. Il dato aggregato dell'Eurozona uscito comunque leggermente negativo. Relativamente buoni, almeno rispetto alle attese, quasi tutti i dati USA.

Matteo Nobile

20120818

Considerazioni Qualche numero

Name Denmark Government Bonds 10 Ye SWEDISH GOVERNMENT BOND 10 YR German Government Bonds 10 Yr Finland Government Bond Generi UK Govt Bonds 10 Year Note Gen Netherlands Governments 10 Yr Austria Govt Bonds 10 Year France Govt Oats Btan 10 Yr Oa BELGIUM GOVT BONDS 10 YR NOTE Slovakia Government Generic 10 Poland Government 10 Year Note Italy Govt Bonds 10 Year Gross Ireland Government Bonds 9 Yea SPANISH GOVERNMENT GENERIC BON GDMA Hungarian Govt Bond 10 Ye PORTUGUESE GOVERNMENT BONDS 10

10y Yield 1.233 1.524 1.496 1.630 1.672 1.863 1.973 2.134 2.591 3.079 4.942 5.786 6.062 6.443 7.390 9.762

WB GDP 332.67 538.13 3'570.56 266.07 2'431.59 836.26 418.48 2'773.03 511.53 95.99 514.50 2'194.75 217.28 1'490.81 140.03 237.52 16'569.19

WB Debt/GDP 2.01% 41% 3.25% 44% 21.55% 48% 1.61% 36% 14.68% 73% 5.05% 58% 2.53% 71% 16.74% 84% 3.09% 92% 0.58% 38% 3.11% 48% 13.25% 118% 1.31% 71% 9.00% 48% 0.85% 83% 1.43% 84%

135.73 237.85 1'699.58 95.79 1'782.35 486.70 295.03 2'315.48 469.59 36.67 247.47 2'598.58 153.18 712.61 116.50 199.52 11'582.64

1.17% 2.05% 14.67% 0.83% 15.39% 4.20% 2.55% 19.99% 4.05% 0.32% 2.14% 22.44% 1.32% 6.15% 1.01% 1.72% 69.90%

Visto il rumore e soprattutto l'assolutismo del quelli sono spacciati, non ce la faranno mai, sono andato a recuperare qualche dato dal sito della World Bank. I numeri non sono aggiornati al minuto e soprattutto i dati del debito/gdp risalgono in alcuni casi al 2010. In termini proporzionali dovrebbero comunque permettere di fare qualche ragionamento. Il primo numero che spicca che circa il 60% del debito europeo paga un tasso decennale inferiore al 2.2% che in termini assoluti veramente poco. Tra i cattivi, lo sappiamo, spicca l'Italia che rappresenta il 22% del debito europeo e ci paga sopra un 5.8% di tasso decennale. Che infastidisce di questo numero quel 118% di debito/PIL. Visto altrimenti, nonostante l'Italia contribuisca con il 13% al prodotto interno lordo europeo, il suo debito pesa per il 22%. La tanto vituperata Spagna fa segnare un indebitamento relativamente basso. Probabilmente salito con gli ultimi salvataggi del sistema bancario e nazionalizzazioni varie, ma non ancora ai livelli di guardia. Il Portogallo, con il suo tasso a 9.7%, pesa per 1.43% del prodoto interno lordo e per 1.72% del debito. Probabilmente nulla di ingestibile. Un dato interessante che, a conti fatti, il rapporto debito/PIL europeo sembra essere migliore che non quello degli USA. Ovviamente contano le dinamiche. Gli USA, nonostante tutto, stanno ancora mostrando dati di crescita, anche se tenue e il leading indicator di venerd segnala addirittura un leggero miglioramento. L'Europa sta invece lottando con dati di crescita tra il niente e il negativo. Dall'altra parte, gli stati europei, in particolare Italia e Spagna, si stanno muovendo per rimettere un po' a posto le cose (grazie a governi tecnici invece che politici), mentre negli USA gli accordi tra democratici e repubblicani non sembrano affatto cosa facile con le linee dei candidati alla casa bianca diametralmente opposte e il fiscal cliff che si avvicina sempre pi. Significa che ora di vendere tutti i dollari per acquistare debito italiano e spagnolo ? Probabilmente no, le incertezze sono ancora molte e gli esiti potrebbero essere catastrofici. Piuttosto potrebbe essere utile iniziare a guardare i dati con maggiore oggettivit e meno assolutismo.

Matteo Nobile

20120818

Fondi
ISIN BE0943877671 LU0128490280 LU0106258311 LU0189893018 LU0170994346 LU0340553949 ISIN LU0294221097 IE00B11XZB05 LU0585205940 FR0010320077 LU0404167735 LU0256048223 ISIN LU0202403266 FR0010148981 LU0269635834 LU0417495479 LU0232504117 Name PETERCAM B FUND-BONDS EUR-B PICTET-EUR BONDS-P SCHRODER INTL GL CORP BD-AAC SCHRODER INTL GLB HI YD-A$ PICTET-GLOBAL EMERG DEBT-HP PICTET-EMERG LOCAL CCY-HP Name FRANK TE IN GLB TOT RT-ACH- PIMCO-TOTAL RTN BD-E-HD-ACC BSI MULTIINV-GL DYN BD-A EXANE PLEIADE FUND 5-P BSI FLEX-GLOBAL RET EUR-I JB ABSO RET BND PLUS-B Name FAST-EUROPE FUND-A CARMIGNAC INVESTISS-AACC ROBECO EMERGING MKT EQY-D$ FIDELITY-GL REAL ASSET-A $A SCHRODER ALT SOL-CMDTY-A AC$ Date 16.08.2012 16.08.2012 17.08.2012 17.08.2012 16.08.2012 16.08.2012 Price 64.16 439.71 9.32 33.02 221.95 125.08 Price 19.02 18.82 140.79 126.82 118.82 132.06 Price 246.31 8719.94 130.26 14.04 134.37 1 week -0.03 -0.05 -0.64 -0.15 -0.62 -0.87 1 week -0.42 -0.63 -0.45 0.03 -0.21 0.02 1 week 0.7 0.34 -0.60 1.08 0.27 1 month 0.42 1.10 0.11 1.44 0.45 0.85 1 month 2.37 -0.37 -0.80 0.36 0.43 0.76 1 month 5.49 2.93 5.65 6.36 2.59 3 month 2.13 2.79 2.76 2.55 5.12 3.20 3 month 6.38 1.46 1.10 0.02 1.43 1.57 3 month 13.58 5.65 8.02 8.50 7.91 6 month 3.63 4.52 4.37 4.96 7.26 -0.10 6 month 2.64 3.29 0.22 -0.96 0.01 1.98 6 month 9.53 -2.19 -7.53 0.07 -1.58 YTD 6.17 8.43 6.03 9.08 10.01 7.93 YTD 10.84 5.85 1.72 -0.26 1.76 6.84 YTD 16.71 7.61 7.13 11.78 3.25 Vola90 4.93 3.77 2.85 3.98 5.81 13.37 Vola90 7.42 2.34 6.99 1.53 2.55 Vola90 15.21 11.42 19.24 19.07 13.13

17.08.2012 18.08.2012 16.08.2012 16.08.2012 16.08.2012 16.08.2012

17.08.2012 16.08.2012 16.08.2012 17.08.2012 17.08.2012

Nota: i fondi sono presentati solo a scopo indicativo e non rappresentano una proposta di investimento. una settimana difficile per i fondi obbligazionari, siano questi normali o total return. Obbligazionari Male, su tutta la linea. Il movimento di rialzo dei tassi guida in Germania e USA sembra aver sorpreso i fund manager che si ritrovano tutti in negativo. Allo stesso modo, il rafforzamento dell'EUR e l'indebolimento della situazione nei paesi emergenti va a pesare sulle obbligazioni in valuta locale. Total return Tassi e valute sorprendono anche i fund manager dei fondi total return. Se la cava solo JB e il long/short di exane (completamente avulso dai tassi di interesse). Azionari Piuttosto bene su tutta la linea, tranne che per il robeco sui mercati emergenti. Va detto che bene in termini assoluti perch gli indici continuano a essere trascinati da titoli sui quali nessun fund manager sano di mente metterebbe un centesimo. Asimmetrici Siamo di nuovo in rinnovo opzioni e il calcolo dei prezzi si fa complicato. L'indice sale per oltre il livello del cap di performance, danneggiando la performance. In generale su tutto il mese il BS non ha generato utile. I dividendi continuano il loro lento recupero, mentre le convertibili riescono a sfruttare l'esposizione ai mercati azionari per limitare i danni.