Sei sulla pagina 1di 1

3 FASI ZIMMERMAN: attraverso cui si manifesta e si sviluppa labilit auto-regolativa nei contesti di apprendimento.

A) elaborazione di un progetto dazione che prevede lintegrazione fra le diverse dimensioni del s e la percezione della situazione da affrontare. B)realizzazione del progetto dazione precedentemente elaborato,la quale necessita di particolari processi regolativi e volitivi. C) procedimenti di riflessione al termine dellazione,in modo da poter effettuare valutazioni e rilevare la componente emozionale implicata nellazione stessa. Quete fasi avvengono in forma ciclica. MODELLO MOLTIPLICATIVO DELLA MOTIVAZIONE: M=P x V m:motivazione P percezione di competenza, grado di fiducia che si ha nel fatto di ragg,lobiettivo V valore attribuito allobiettivo. Vale la legge di annullamento del prodotto:se uno dei due termini 0 il prodotto vale 0.Banduro (1997) la percezione delle proprie competenze influenza il comportamento di sogg. (azioni),i loro pensieri e la loro emozione. COMPETENZA TRASVERSALE COME COMP.ELEMENTO lapprendimento un nuovo insieme di competenze elementi gi acquisiti.lapprendimento di una nuova pratica consiste nel riutilizzare,in una sequenza originale,alcune micro competenze che possiediamo gi quindi lapprendimento la riorganizzazione di qualche cosa gi esistente. COMPETENZA da una parte viene considerata come una potenzialit che nn si pu osservare,in quanto personale e interiore,dallaltra invece come comportamenti osservabili e prestazioni. INTENZIONE RAZIONALE atteggiamento razionale:atteggiamento di colui che cerca di costruire ragionamenti,di articolare enunciati secondo le regole della logica,xpensare e giustificare le sue affermazioni e le sue azioni. Le condizioni dellinterazione razionale:adottare unintenzione razionale implica istaurare un certo tipo di rpporto con laltro. La condizione indispensabile xlemergere di un intenzione razionale un rapporto con laltro in cui la sola costrizione il discorso razionale. INTERAZIONE RAZIONALE A SCUOLA metodo:insieme di pratiche necessarie per raggiungere uno scopo;esse sono organizzate e definite in anticipo,quindi un vero metodo quello di identificare il problema appartenente ad una data categoria conosciuta o studiata quali passaggi effettuare successivamente per risolvere il problema. Un vero metodo, stabilisce un rapporto razione tra il materiale,le pratiche da compiere e lo scopo da perseguire. 4LIVELLI DI SVILUPPO DELLE ATTIVITA REGOLATIVE DEL S :1) Osservazione: si inducono le abilit tramite lesperienza vicaria che si ha osservando attentamente un modello gi competente(ci xmette di evidenziare e interiorizzare abilit strategiche e auto regolative) 2) Imitazione: passaggio a prestazioni di tipo imitativo di modalit o stili generali dazione legati ad abilit che possono essere guidate e sorrette socialmente(il modello adotta un ruolo docente e offre feedback e sostegno durante lesercizio pratico). 3) Auto-controllo: sviluppo di forme indipendenti di abilit esercitate in contesti e condizioni strutturate( uno strumento in qsto caso lautoosservazione).il modello non pi presente e il riferimento a standard di qualit interno (immagini o verbalizzazioni),anzik esterno. 4) Autoregolazione: adattamento autonomo delle prestazioni sulla base delle condizioni soggettive e ambientali varianti. Modificazione autonoma dlle strategie.la modificazione pu fare riferimento a sentimenti di auto-efficacia.