Sei sulla pagina 1di 13

Anno scolastico 2010/2011

2° Circolo Didattico di Quarrata Scuola Primaria di Valenzatico

Ricerca-Azione Matematica P.I.A.

Anno scolastico 2010/2011 2° Circolo Didattico di Quarrata Scuola Primaria di Valenzatico Ricerca-Azione Matematica P.I.A. Insegnanti:

Insegnanti:

Fabbri Alessandra Magrini Lucilla

Destinatari:

Classe 4^

24 alunni

Durata dell’esperienza:

Novembre - Maggio

Obiettivi

  • - Sviluppare la capacità di ascoltare, comprendere ed interagire

  • - Sviluppare la capacità di chiedere e dare spiegazioni

  • - Acquisire la capacità di organizzarsi per lavorare nel gruppo

  • - Problematizzare situazioni vissute e ipotizzare possibili percorsi risolutivi

  • - Individuare strategie adeguate al contesto

  • - Scoprire la necessità di convenzioni comuni al gruppo

  • - Osservare fenomeni e descriverli utilizzando un linguaggio specifico

  • - Formulare ipotesi e previsioni

  • - Verificare ipotesi attraverso esperienze

  • - Cogliere relazioni all’interno di contenuti disciplinari

  • - Sperimentare la percezione sensoriale

  • - Analizzare le percezioni attraverso i cinque sensi

  • - Raccogliere dati e informazioni e saperli organizzare con rappresentazioni iconiche, secondo opportune modalità ( tabelle di frequenza, grafici a barre, aerogrammi…)

  • - Consolidare la capacità di raccolta dei dati e distinguere il carattere qualitativo da quello quantitativo

  • - Definire le percezioni attraverso i valori statistici: moda, mediana, media e percentuale

  • - Confrontare i dati relativi a ciascun senso per l’attribuzione di un valore numerico

  • - Valutare i propri sensi attraverso una scala valoriale

  • - Descrivere iconicamente e verbalmente un’esperienza

  • - Produrre testi descrittivi sulla base di esperienze sensoriali.

  • - Sviluppare la capacità percettiva attraverso giochi sensoriali

  • - Partecipare a giochi organizzati rispettando indicazioni e regole.

Descrizione dell’esperienza

1. “Mani in gioco”: laboratorio tattile per toccare, percepire e riconoscere.

L’esperienza è iniziata con la lettura da parte dell’insegnante di lingua italiana del racconto “Cinque l’ignorantello” tratto dal libro “Raccontare fino a dieci” di M. Neri. Agli alunni è stato chiesto che cosa era per loro il “cinque”; dal confronto è emerso che il “cinque” più evidente di

questo mondo è rappresentato dalla mano. La sagoma di una mano racchiude in sé un carattere , uno stato d’animo, un’identità ; è come lo stemma dell’uomo. Attraverso la manipolazione e giochi tattili, gli alunni sono pervenuti alla scoperta della mano come strumento di conoscenza e di lettura della realtà; hanno compreso che il tatto viene prima della comunicazione visiva e verbale. E’ un senso che contribuisce in modo determinante nel comunicare elementi e informazioni e che predispone

alla conoscenza: ”Toccare vuol dire provocare un incontro immediato e molto stretto, un atto di fiducia”.

Il lavoro è stato completato con la lettura e l’analisi di affermazioni e testi informativi sui sensi.

3
3

Leggere con le mani: lo “Scatolone tattile”.

Leggere con le mani: lo “Scatolone tattile”. E’ stato portato in classe lo “Scatolone tattile”, una

E’ stato portato in classe lo “Scatolone tattile”, una scatola contenente sette oggetti di diversa forma e natura per sperimentare la percezione tattile. Sono state analizzate le percezioni provate toccando gli oggetti, ogni alunno ha riportato le varie percezioni su una tabella di rilevazione precedentemente predisposta, ha raccontato l’esperienza tattile ed ha rappresentato graficamente lo scatolone con gli oggetti riconosciuti. Successivamente è stato verificato il contenuto dello scatolone, sono stati analizzati i dati della scheda di rilevazione ed è stata effettuata la “negoziazione” dei termini per definire gli oggetti nascosti. Ad ogni oggetto riconosciuto è stato attribuito un punteggio, i dati relativi agli oggetti sono raccolti in una tabella e riportati in un grafico a colonne.

5
5

2. Alla scoperta dei cinque sensi con i “Giochi di Kim“.

Simile a “Lo Scatolone Tattile” sono i giochi di Kim, che sviluppano i cinque sensi e riguardano pertanto:

vista;

olfatto;

udito;

gusto;

tatto.

I giocatori devono riconoscere un numero di oggetti, odori, suoni, sapori…, in un tempo prestabilito utilizzando solo il senso messo in gioco.

I giochi sono stati adattati alla classe riducendo il numero degli oggetti così come il tempo per riconoscere e scrivere sul foglio gli elementi individuati. Il modo per valutare il punteggio è rimasto invariato:

• • • un punto per ogni oggetto indicato correttamente; nessun punto se si omettano oggetti;
un punto per ogni oggetto indicato correttamente;
nessun punto se si omettano oggetti;
due punti in meno per chi scrive un oggetto che non esiste.
7

3. Laboratorio scientifico: Sensi in gioco.

Durante ogni gioco gli alunni individualmente hanno potuto individuare, riconoscere, selezionare e “leggere” le percezioni. Immediatamente dovevano raccontare le sensazioni percepite e le emozioni provate attraverso un testo e il disegno. Inoltre, ogni ragazzo era dotato di una scheda di rilevazione che l’insegnante ritirava appena il tempo prestabilito per il gioco era scaduto. Alla fine avveniva la verifica e l’attribuzione del punteggio individuale.

3. Laboratorio scientifico: Sensi in gioco. Durante ogni gioco gli alunni individualmente hanno potuto individuare, riconoscere,
3. Laboratorio scientifico: Sensi in gioco. Durante ogni gioco gli alunni individualmente hanno potuto individuare, riconoscere,

4. Laboratorio matematico: leggere e confrontare dati.

4. Laboratorio matematico: leggere e confrontare dati. I dati relativi al punteggio individuale, sono stati riportati

I dati relativi al punteggio individuale, sono stati riportati in una tabella di frequenza e visualizzati attraverso un grafico a colonne. Tale strumento è stato letto utilizzando i quantificatori generici. In seguito sono stati “scoperti” i quantificatori numerici che, ordinati e classificati, hanno permesso di conoscere gli indici statistici: moda, mediana, media e percentuale.

Per arrivare alla quantificazione degli indici è stato necessario ripercorrere ed approfondire i concetti numerici di valore posizionale delle cifre, la retta dei numeri positivi e negativi, i numeri decimali, le frazioni equivalenti e decimali.

10
10
11
11

5. Valutiamo i cinque sensi. Sono stati confrontati i dati relativi ai punteggi dei giochi sensoriali e calcolata la media di ogni gioco.

5. Valutiamo i cinque sensi. Sono stati confrontati i dati relativi ai punteggi dei giochi sensoriali

Dall’analisi della media dei punteggi risulta che…….

5. Valutiamo i cinque sensi. Sono stati confrontati i dati relativi ai punteggi dei giochi sensoriali

Tutto il percorso didattico è stato documentato e pubblicizzato attraverso la mostra di fine anno “Strada facendo …matematica”, presso il Polo Tecnologico del Comune di Quarrata.

Tutto il percorso didattico è stato documentato e pubblicizzato attraverso la mostra di fine anno “Strada