Sei sulla pagina 1di 2

DESCRIZIONE LAGRANGIANA .

Esprime una grandezza legata ad una particella nell istante attuale (congurazione attuale), confrontandola con la sua congurazione iniziale. Siano: istante iniziale; X= vettore posizione che identica la particella nell T = istante attuale; OM = x= vettore posizione nella congurazione attuale. Allora: (3.1) x = (X; T ) ) (X; 0) = X ( la mappa di moto, con riferimento alla congurazione iniziale = alla traiettoria?) NOTA: deve essere continua e dierenziabile a tratti, biiettiva j sia la sua biiezione reciproca ( 1 = ) . -J(X; t) = determinante jacobiano di nell istante t: (3.5) J(X; t) =
D(x1 ;x2 ;x3 ) D(X 1 ;X 2 ;X 3 )

= det

dx1 1 dX2 dx dX 1

dx1 2 dX2 dx dX 2 dxn dX 2

::: ::: :::

dx1 n dX2 dx dX n dxn dX n

:::
dxn dX 1

(3.7) 0 < J(X; t) < +1 Euna dilatazione volumetrica! (3.8) d t = J(X; t)d 0 . -Linea di emissione del punto P: ssato P in t0 si segnano tutte le particelle che passano per P e si vede la curva che formano tali particelle ad un istante T > t0 . La posizione della particella X che passata per P in t0 sar data da: xP = (X; t0 ) ) X = (xP ; t0 ) ) (3:9) x = (X; T ) = ( (xP ; t0 ); T ) con 0 < t0 < T . -Velocit e accelerazione di una particella: (3.10) U (X; t) =
@ (X;t) @t

) (3.11) a(X; t) =

@ 2 (X;t) @t2

. DESCRIZIONE EULERIANA . Prende in ogni istante la congurazione attuale come congurazione di confronto per descrivere l evoluzione innitesima tra t e t + dt. Denisce il movimento del sistema dalla velocit data di una particella, in una congurazione, in ogni istante: (4.1) U = U t (x; t) Conoscendo dunque la descrizione lagrangiana di un sistema banale passare a quella euleriana tramite la mappa di moto: (4.3) U t (x; t) = U (X; t) = U ( (x; t); t) Non altrettanto immediato vericare il viceversa; occorre risolvere il sistema: 1

(4.4)

@ (X;t) =U t ( @t

(X;t);t) (X;0)=X

prio x = (X; t) . -Linee di corrente: linee contenenti il campo di velocit U t (x; T ) (sono le linee che istante per istante hanno come tangente i vettori velocit U i (x; t) t (giusto?)) dx1 dx2 dx3 (4.6) U 1 (x;t) = U 2 (x;t) = U 3 (x;t) t t t . -Moto stazionario: quando nella descrizione euleriana U t (x; t) indipendente dal tempo; dipende quindi solo dalla posizione geometrica: (4.6) U t (x; t) U t (x). Riscrivendo il 4.5 con questa condizione si ottiene: 1 2 3 (4.8) Udx = Udx = Udx che ci serve per ottenere le traiettorie e che 1 (x) 2 (x) 3 (x) t t t uguale all espressione delle linee di corrente quando gli viene tolta la dipendenza dal tempo! ) nel moto stazionario traiettoria=linea di corrente (giusto?) (4.9) dx = U t (x)dt il moto invariabile alla traslzazione nel tempo. La soluzione sar: (4.10) x = '(x0 ; t t0 ) ovvero la posizione della particella che in t0 si trovava in x0 dipende solo da x0 e t t0 . Infatti: x0 = (X; t0 ) ) X = (x0 ; t0 ) ) x = (X; t) = ( (x0 ; t); t0 ) = '(x0 ; t t0 ) (giusto?) Analogamente la 3.9 possiamo scriverla come: x = ( (xP ; t0 ); T ) = '(x0 ; T 0 t ) ) la traiettoria di tutte le particelle passanti per P la stessa. =) nel moto stazionario traiettoria=linea di emissione=linea di corrente (giusto?!?)

) (4.5)

dx=U t (x;t)dt xjt=0 =X

La cui unica soluzione pro-