Sei sulla pagina 1di 2

vitigno per vitigno

Unuva entrata nella leggenda


Il nero di Troia un vitigno autoctono pugliese dalle origini antichissime e oggi d vita in purezza a vini corposi e strutturati. Ecco tre ottimi esempi
a leggenda narra che Diomede, il grande eroe greco che combatt a fianco di Ulisse nellassedio di Troia, dopo la guerra dovette lasciare la patria, fuggendo in Italia. Fermatosi in vari porti dellAdriatico, si stabil definitivamente in Puglia, nella Daunia, dove spos una donna locale e dove impiant alcuni vigneti di unuva che aveva portato con s nel suo lungo viaggio. Una variet, caratterizzata da grappoli di media grandezza e abbastanza compatti con acini scuri di colore blu violetto, che venne chiamata uva di Troia o, anche, nero di Troia. Questo il mito. In realt, sebbene le origini del vitigno rimangano abbastanza oscure, la citt di Troia cui il nome del vitigno fa riferimento non certamente quella turca, quella della bella Elena, di Achille e dellinganno del cavallo.

Il perch della scelta


Questa rubrica dedicata ai vini prodotti da monovitigno, cio fatti con una sola tipologia di uva. Dunque prodotti in purezza, oppure realizzati con una netta predominanza di una sola uva e perci capaci di conservare quei caratteri ben definiti dati loro proprio dai grappoli che li hanno creati. Ecco tre vini, tra quelli degustati dai nostri esperti, che rappresentano molto bene il vitigno.

Molto pi probabilmente, si tratta di un piccolo comune della provincia di Foggia, fondato proprio da coloni greci in et antica. Secondo unaltra ipotesi, invece, luva sarebbe arrivata dalle vicinissime coste dellAlbania e il nome si riferirebbe alla citt albanese di Cruja, il cui nome, in Italia, sarebbe stato poi vernacolizzato in Troia. Resta il fatto che, oggi, luva di Troia uno dei vitigni pugliesi per eccellenza, diffuso soprattutto nellarea delle Murge, a nord della regione, in particolare a Barletta e dintorni e nelle campagne tra Cerignola e Lucera. Area che comprende, appunto, la cittadina di Troia. La sua diffusione ha recentemente subito frequenti battute darresto negli ultimi anni in favore del bombino nero, variet pi produttiva e affidabile, ma i produttori non hanno certo smesso di coltivarla. Anche perch dopo anni in cui il destino dei Nero di Troia stato, come per la maggior parte dei vini meridionali, quello di vini da rinforzo in uvaggi con rossi meno corposi, negli ultimi tempi la tendenza cambiata. Adesso luva di Troia viene vinificata anche in purezza e d origine a rossi strutturati e di buon tenore alcolico, caratterizzati da una acidit non molto pronunciata e da
Luva, o nero, di Troia caratterizzata da grappoli grandi e compatti, con acini di colore blu scuro.

tannini marcati. Peculiarit che incontriamo anche nei tre vini selezionati dai nostri esperti.

Intenso e persistente
Nella provincia di Foggia, in epoca romana, sorgeva lantica citt di Teanum Apulum, dalla quale hanno preso il nome le Cantine Teanum di San Paolo di Civitate. Lazienda, attiva da oltre 50 anni, ha una struttura allavanguardia come tecnologie e metodi di lavorazione e riesce pertanto a produrre vini di grande qualit, legati soprattutto alle tipologie pi tipiche della regione, e suddivisi in diverse linee: Favgne, Canticum, tre, Gran Tiati e Alta. Di questultima linea fa parte il Nero di Troia 2007 che i nostri degustatori hanno scelto. Prodotto nelle campagne di San Severo come vino Igt Puglia, questo rosso si presenta nel bicchiere di un bel rubino acceso e carico, dai gradevoli riflessi granata.} Al naso salgono profumi di buona intensit, con piacevoli sensazioni balsamiche piuttosto marcate e note quaPuglia Igt Nero di Troia Alta 2007 Teanum Via Salvemini 1 71010 San Paolo di Civitate (Fg) tel. 0882.551056 fax 0882.554014 www.teanum.com 7,20 euro

novembre 2009 Il mio vino

91

vitigno per vitigno


Il Nero di Troia della cantina Torrevento nasce nelle Murge, in vigneti situati a ridosso di Castel del Monte.

di more e prugne, piuttosto marcati, si affiancano a unintensa nota speziata di pepe nero e a sentori di viola e di cuoio. In bocca, il vino ha un ingresso morbido seguito da una leggera nota astringente dovuta ai tannini e tipica del vitigno. Il gusto persistente richiama sul finale le note fruttate e floreali gi avvertite al naso.

Profumi di spezie
si dolci sul finale. Ottimo il giudizio anche al palato, dove si avvertono gradevoli i tannini, seguiti sul finale da buone sensazioni balsamiche persistenti. Un vino importante e con un ottimo rapporto qualit-prezzo. Nel 1973 Domenico Mazzone fond a Ruvo di Puglia, in provincia di Bari, una piccola azienda viticola e per trentanni, in quellagro, la famiglia Mazzone si dedic esclusivamente alla coltivazione della vite. Fino a che, nel 2002, non riusc a realizzare il proprio desiderio di vinificare direttamente le proprie uve, provenienti da 9 ettari di vigneti nellarea delle Murge. Si tratta per la maggior parte di variet locali come luva di Troia che, con il contributo di una piccola percentuale di negroamaro, d origine al Murgia Igt Capo Casale 2008. Il vino, del quale sono state prodotte circa 2600 bottiglie, si presenta di un bel colore rosso rubino dai bei riflessi violacei. I profumi sono intensi e di buona finezza, caratterizzati da note marcate di spezie, in particolare di pepe nero e cannella, e da un buon finale fruttato che ricorda lamarena. In bocca si avvertono tannini marcati, con note che ricordano la frutta rossa matura e gradevoli sentori speziati. Ottimo il finale, ricco e fresco, di ottima persistenza.
Murgia Igt Nero di Troia Capo Casale 2008 Azienda Agricola Mazzone Zona Rurale 460/a 70037 Ruvo di Puglia (Ba) tel. 347.6402309 www.aziendamazzone.it 9 euro

Astringente e fruttato
Torrevento una localit della Murgia Nord dove, nel Seicento, venne costruito un monastero in pietra. Che nel 1920, persa la funzione di luogo di culto e andati via i monaci, venne acquistato dai fratelli Liantonio, i quali ne fecero la sede della loro casa vitivinicola. Oggi lazienda coltiva 200 ettari di vigneti di propriet e circa altrettanti in conduzione, dai quali nasce il Nero di Troia Torre del Falco, un Murgia Igt in purezza. I nostri esperti ci hanno consigliato lannata 2006, della quale sono state prodotte circa 120mila bottiglie, giudicandola davvero ottima. Attraverso il vetro del calice, il Torre del Falco si mostra di un bel colore rosso rubino acceso dai riflessi porpora. I profumi
Murgia Igt Nero di Troia Torre del Falco 2006 Torrevento S.P. 234 km 10,600 Loc. Castel del Monte 70033 Corato (Ba) tel. 080.8980929 fax 080.8980944 www.torrevento.it 8,46 euro

92 Il mio vino novembre 2009