Sei sulla pagina 1di 8

Cagliari - Gioved 19 Luglio 2012 - Anno I - N20- Edizione GRATUITA

News
Periodico Gratuito di Informazione sulle attivit di AvventuraVela

AVNEWS

Estate Mode ON
Avanti tutta....

Sviluppo Ecosostenibile

AV: Ecologia e Rispetto!


Rispettare la Natura, il prossimo e noi stessi!

Anticipazione...

Sesso a bordo...
Su Avnews n21

Sotto coperta, sotto le stelle... In questo numero: alcune idee per movimentare Avventuravela: Ecologia e rila permanenza a bordo. spetto! Rispettare la natura, il prossimo e noi stessi comportandoci in 19 Luglio 1982 modo corretto! Il butta per terLa prima Azzurra ra non pi di moda! Nellarti30 fa il varo colo segnaliamo anche liniziativa di Francesco Abate e Giorgia Atzeni con la loro vignetta: Pocos, locos y caddozzones (pagina 2). Limmancabile vignetta di Bruno Olivieri. Per loccasione il carissifonte Rete mo Bruno ha modificato e ridi- No Butts On The Beach mensionato la sua famosissima Lestate iniziata, ufficialmente, -Plastica: 100/1.000 anni Esattamente 30 anni fa, a Pesavignetta: Rossella is Free! da un mese e purtroppo i com- -Scheda telefonica: 1.000 anni ro, il varo della prima Azzurra. 19 luglio 1982: 30 anni dal varo portamenti incivili si spostano -Torsolo di mela: 15 giorni/3 mesi Quella che ha entusiasmato e di Azzurra! dalle citt alle spiagge. -Bottiglia di vetro: 400 anni tenuto con il fiato sospeso miAnticipazioni: nel prossimo nu- Il butta in terra diventato or- E una questione di rispetto verlioni di Italiani, quella del nostro mero... Sesso a bordo, alcune mai un gesto comune a cui nes- so noi stessi, verso il prossimo e caro Cino Ricci. idee per movimentare la per- suno, fino a poco tempo fa, face- verso la Natura che ci circonda. Caro anche perch con Cino abmanenza a bordo. va pi caso. In tutte le crociere e attivit di biamo portato a termine la noE ancora: due risate con Barzel- Basta girare per la rete per sco- Avventuravela cerchiamo semstra prima intervista! lettando. prire quanto tempo occorre af- pre di ricordarlo e ricordarcelo! Rileggila su Avnews n12! Per la rubrica Prodotti Nautici finch un mozzicone di sigaretta Utilizziamo detersivo biologico, AVSTAFF parliamo della Cima... tanti si degradi: BEN 2 ANNI! piatti e bicchieri da lavare abbantipi per tanti utilizzi. Per non parlare poi di: donando definitivamente i piatti Storia: Per gli Eventi AV Estate 2012: -Fazzoletto di carta: 3/6 mesi di plastica usa e getta. Evitiamo LE LEGGENDE DELLA Crociera Costa Est Partenza -Carta e Giornali: 4/12 mesi cos anche di creare cumuli e cusabato 21 luglio per una breve -Pacchetti sigarette vuoti: 1 anno muli di immondezza a bordo (il VELA esplorazione dellarcipelado de -Gomma da masticare: 5 anni che non guasta considerati... la Maddalena e di tutta la costa, -Lattina: 20/100 anni (a pagina 7) Continua a pagina 2 da Olbia a Cagliari. A pagina 6, con la rubrica Dallo- LANGOLO DELLE CURIOSITA VELICHE bl, dei carissimi Francesca e Egidio, la terza parte del viaggio DIZIONARIO alla scoperta dei CROSTACEI! Aragosta, Astice, Granchi, Scam- Tender: Tender, un mezzo navale di dimenpi... chi sono? da dove arrivano? sioni variabili dedicato ad una funzione di A pagina 4, lultima parte del appoggio ad una nave pi grande; quindi, diario di bordo della prima espe- pu trattarsi di un semplice gommone o scialuppa per barche da regata o da turirienza di Alessandro su una bar- smo, o essere un mezzo cabinato e dotaca a vela! to di una stiva se appoggia navi di grande A pagina 7, come promesso, un stazza. carinissimo racconto: Le Leggende della Vela. Avnews, TUTTO DA LEGGERE! Buona Lettura! AVSTAFF per info: redazione.avnews@gmail.com oppure seguici su: www.avventuravela.it - www.facebook.com/AvventuraVelaNews

pagina 2

Cagliari - Gioved 19 Luglio 2012 - Anno I - N20- Edizione GRATUITA

News
Periodico Gratuito di Informazione sulle attivit di AvventuraVela

Continua da pagina 1 gli spazi ridotti). A bordo facciamo la raccolta differenziata e tutti i mozziconi vengono diligentemente buttati nella spazzatura. Basta veramente poco per far diventare tutto ci un modo comune di comportarsi.

La Natura ce ne sar grata. Oramai anche per strada, chi di noi fuma, tiene la cicca in mano fino al primo cestino utile. Per strada come in spiaggia, non ci sono scusanti! Esistono anche degli utilissimi raccoglitori che spesso, addirittura, vengono regalati dalle amministrazioni comunali o dagli Enti quali lArea Marina Protetta di Capo Carbonara (Villasimius). Diamo lesempio! Il dicorso vale anche per chi non fuma! Lattine, fazzoletti, bottiglie, oggetti di ogni tipo... Pocos, locos y caddozzones

invece lo slogan che, Francesco verso la Natura che ci circonda. Abate e Giorgia Atzeni, hanno Diamoci da fare! scelto per la loro vignetta. Una ECO campagna web di sensibilizAVSTAFF zazione. La vignetta continua con la frase: Non facciamoci ricordare nei secoli cos, tieni pulito il Poetto e tutte le spiagge della Sardegna... non possiamo che essere daccordo e pertanto noi di Avventuravela partecipiamo condividendola nel nostro giornalino e invitando tutti i nostri carissimi amici a condividerla e a essere i primi a dare lesempio! E una questione di rispetto verso noi stessi, verso il prossimo e

Leggi AVNEWS
Sostienici

AVVENTURAVELA E....

Edizione AVNEWS N20

SEGUICI E CONDIVIDI

RINGRAZIAMENTI

Hanno collaborato alla realizzazione di questa edizione di AVNEWS: -Isacco Curreli -Francesca & Egidio -Gianluca Costa -Pierluca Fadda -Alessandro Milia Vignetta Bruno Olivieri www.brunoolivieri.com

Segui le edizioni online di AVNEWS collegandoti al sito www.avventuravela.it. Siamo presenti anche su Facebook alla pagina www.facebook. com/AvventuraVelaNews. Vieni a trovarci e sostienici cliccando in alto sul pulsante MI PIACE.
AVSTAFF

daccordo con la campagna di Marevivo!

AVSTAFF

per info: redazione.avnews@gmail.com oppure seguici su: www.avventuravela.it - www.facebook.com/AvventuraVelaNews

Cagliari - Gioved 19 Luglio 2012 - Anno I - N20- Edizione GRATUITA

pagina 3

News
Periodico Gratuito di Informazione sulle attivit di AvventuraVela

Una risata? Il modo migliore per iniziare una giornata!


Perch le vie del mare sono tutte scassate? Dopo anni di naufragio in uniPerch sono ... rotte! sola deserta viene salvato e intervistato: Beh, si annoiato a Il mare salato perch pieno stare tanti anni da solo?. di acciughe. Normalmente no! Ma la Domenica non sapevo cosa fare!. Sognavo di entrare in Marina, ma Lei non voleva. La barca non var quel giorno: aveva il mal di plancia! Reclutamento in marina. Lei sa nuotare?. Il Dio del mare Nettuno? Ma Perch sono finite le navi?. non pottibile, qualcuno dovr pur ettere! Il marinaio spieg le vele al vento, ma il vento non cap.

SBARZELLETTIAMO!

Buon Umore...

Prodotti Nautici Cima, sagola, gmena, gherlini...


Cima il termine marinaresco per indicare genericamente una corda in fibra vegetale o sintetica presente a bordo di unimbarcazione, prescindendo dalla sua funzione e di sezione contenuta entro 20 mm. Una corda di sezione minore, come uno spago, viene detta sagola e utilizzata a bordo per scopi diversi come issare bandiere. Corde di diametro superiore alla cima sono le gmene, utilizzate per lancoraggio, e i gherlini, di sezione pi contenuta, utilizzati per rimorchio e tonneggio. Nelle imbarcazioni a vela si utilizzano, perlopi con funzione di drizza, anche cime pre-stirate; cio corde di materiale tessile alle quali in sede di fabbricazione viene applicata una forte tensione allo scopo di impedire o ridurre allungamenti in esercizio. W.

CIMA

A.S.D. AVVENTURAVELA

EVENTI ESTATE 2012


*** ULTIMI POSTI ***
Sabato 28 luglio sera: rientro al keling! Una settimana in barca a vela porto di Cagliari. indispensabile essere muniti di alla scoperta della costa Orientascarpe con suola antisdrucciolo le della Sardegna! BARCA: SENZA REGOLE - Bava- (anche da ginnastica) da usare esclusivamente in barca. (da sabato 21 luglio a sabato 28 luglio Tavolara, San Teodoro, Budoni, ria 50 Cruiser La Caletta, Cala Gonone, SanTrasportare tutto in una sacca 2012) ta Maria Navarrese, Cocorocci, ALLESTIMENTO E DOTAZIONI morbida di dimensioni contenuQuirra, Capo Ferrato, Cala Pira, Acqua calda, Salpa ancora elet- te. Porto Giunco, Punta Molentis, trico, Caricabatterie 220 volt, LA QUOTA COMPRENDE: Serpentara, Porto Sa Ruxi, So- Pilota automatico, Log, Ecoscan- Tender e fuoribordo lanas, Geremeas sono solo al- daglio, Strumento del vento, Vhf, Assicurazione personale (AICS) cuni dei luoghi che si incontrano Radio - CD, Gps, Plotter cartogra- Pulizia finale lungo la nostra rotta fico, Frigorifero 12 volt, Forno, Lunico stress? limbarazzo della Randa steccata, Genoa rollabile, LA QUOTA NON COMPRENDE: scelta su quale rada visitare! Winches selftailing, Portolano, Carburante Carte Nautiche, Lenzuola e co- Cambusa PROGRAMMA perte, Tender, Tavolo in pozzet- Spese portuali to, Bimini top, Passerella in le- Sacco a pelo o copertina legPartenza da Olbia sabato 21 lu- gno, Capottina paraspruzzi, Elica gera glio e rientro a Cagliari sabato 28 di prua, Spy/Gennaker, Doccia luglio. esterna, Freezer. Per maggiori informazioni, sulla partecipazione alle attivit di ITINERARIO COSA PORTARE Avventuravela: Un sacco a pelo o copertina, www.avventuravela.it Sabato 21 luglio: (previa dispo- cambi completi di abbigliamennibilit dei partecipanti) imbarco to sportivo, un maglione di lana scrivere allindirizzo: e sistemazione a bordo; o di pile, un giubbotto, un ber- info@avventuravela.it Da Domenica 22 luglio a vener- retto, un paio di occhiali da sole, d 27 luglio: veleggeremo verso una cerata (anche leggera o un contattarci tramite Facebook: Sud percorrendo tutta la costa K-way), costume, protezione so- www.facebook.com/avventura. Est della Sardegna. Avremo la lare, per chi lo possiede consi- vela possibilit di visitare vere e pro- gliato portarsi anche un mutino www.facebook.com/Avventuprie per godersi pi a lungo lo snor- raVelaNews per info: redazione.avnews@gmail.com oppure seguici su: www.avventuravela.it - www.facebook.com/AvventuraVelaNews

Crociera Costa Est da Olbia a Cagliari

pagina 4

Cagliari - Gioved 19 Luglio 2012 - Anno I - N20- Edizione GRATUITA

News
Periodico Gratuito di Informazione sulle attivit di AvventuraVela VECCHI DIARI DI BORDO... VIAGGI TRA PENSIERI, EMOZIONI E SENSAZIONI... SCAMPOLI DI VITA VISSUTA IN MARE.

Che fantastica Avventura... a Vela


La prima esperienza di Alessandro, in occasione del Girotonno, in barca a Vela. Capitolo 3 Iniziamo tutti a coprirci perch anche le temperature si fanno pi fredde, ma sia io che Manuela iniziamo a prendere un colorito sempre pi pallido, sinizia a parlare meno freddo e dondolio iniziano i loro effetti! Si sta sul ponte, perch in coperta non possibile scendere la barca ondeggia fortemente, e in coperta il dondolio difficilmente sopportabile. Io, bench coperto (scarpe da barca, pantaloni lunghi, maglietta, pile, felpa e cerata), continuo a sentire freddo e non riesco ad acclimatarmi Manuela, invece avvolta nel sacco a pelo e silenziosa da un p! Il silenzio lo rompo io, allimprovviso, quando mi lancio nella performance di vomitino sar uno show incontenibile che si protrarr ad intervalli sino alle prime ore del mattino, solo disteso e a occhi chiusi riuscir a trovare ristoro. Manuela, per, non ci sta infatti, immediatamente dopo la mia prima performance anche lei improvvisa il personaggio, il suo vomitino per pi contenuto, pi da signorina, due volte e non di pi peccato, il nostro pubblico gradiva un interminabile show, ma credo di averlo soddisfatto con performance di ogni tipo accompagnati da scatti fulminei sul ponte! La navigazione procede spedita e nel frattempo scopriamo che anche sullHarlequin Valentina vorrebbe esprimersi in sinuose performance artistiche ma il personaggio non le si conf, al punto che disperata stramazza sul letto e si sveglier solo lindomani mattina. Arriviamo a Tuerredda, e si va in rada accompagnati dalla centrifuga della lavatrice creata dalle onde del mare si va a riposare. La notte trascorre serena, solo uno scherzo! Tempo qualche minuto e riinizia tutto da capo, questa volta determinato ad abbattere ogni limite posizione in piedi raggiunta, ormai il cervello mi ha letteralmente mandato a quel paese obbiettivo: direzione bagno per doccia ristoratrice, caspita se fossi ubriaco ondeggerei meno, oltre al fatto che sarei pi felice! Riesco a farmi la doccia con disinvoltura, tra me e me mi compiaccio di come ormai assecondo il movimento, ho anche escogianche perch io personalmente, tato un modo per lavarmi la faccollasso quasi subito! cia in economia: tengo le mani ferme e lascio che il viso ondeggi Mattina presto, sono il primo ad prima su e poi gi mi brevetto! alzarmi vabb, alzarmi un parolone, sembro appena sbarcaSembra tutto regolare, entro in to dalla Luna: prima mi sveglio, cabina ma sento che qualcosa faccio la checklist generale ed non funziona per non strafare tutto apposto, la nausea sembra mi vesto tra la posizione seduta passata si continua a ballare, e coricata andata, nel fratma decido di sedermi, il passagtempo anche Gianluca si alzagio da coricato a seduto si sento! te, e sommessamente il cervello mi sussurra se davvero sia una Esco dalla cabina pronto per afbuona idea fare quello che sto frontare la giornata, ma qualcofacendo! sa va storto e dopo poco mi ritrovo a guardare il cessetto da Dopo un po di training autogevicino non un bel vedere, ma no da seduto, decido di alzarmi e si dimostra un amico comprenmi metto in piedi, ma dura poco sivo e pronto a raccogliere ogni perch effettivamente non mio dono! sono ancora pronto e cos mi riContinua a pagina 5 seggo, per poi ridistendermi era

per info: redazione.avnews@gmail.com oppure seguici su: www.avventuravela.it - www.facebook.com/AvventuraVelaNews

Cagliari - Gioved 19 Luglio 2012 - Anno I - N20- Edizione GRATUITA

pagina 5

News
Periodico Gratuito di Informazione sulle attivit di AvventuraVela Continua da pagina 4 e mentre parliamo e ricordiamo i vecchi tempi, attendiamo la soManuela non si ancora sveglia- rella di Manuela che le porter la ta e tarder un po ad uscire dal- macchina necessaria a recuperala cabina anche se un tantino re i nostri amici a Villasimius. palliduccia in forma e sembra aver retto il colpo. Nel frattempo arriva Giorgia (la sorella di Manuela) con lamiLa mattina non tutta cos, dopo ca Enrica e per me un piacere unaltra perfomance da vomiti- aiutarle a salire sulla passerella, no il resto del tempo trascorre anche per loro come scalare sereno, si naviga verso il porto di lEverest e in quel momento mi Cagliari e con Gianluca si discute accorgo che riesco a trasmetsulla vela e sul paracadutismo. terle un pizzico di sicurezza rassicurandole che normale proChe avventura ragazzi, vomiti- vare un po di timore. Salgono in no compreso unesperienza barca, e da buon membro delleunica! La navigazione piacevo- quipaggio illustro la barca sia a le, piano piano il mare si placa e Giorgia e ad Enrica che da neofianche leffetto lavatrice diminu- te erano incuriosite di esplorare isce quasi totalmente, insieme questo nuovo mondo. a noi c lHarlequin che fa rotta per Villasimius. Immancabilmente, insieme alla strumentazione di bordo preCi avviciniamo al Porto di Caglia- sento le funzionalit del caro ri, con Gianluca issiamo a bordo amico cessetto... un personagil tender e nel frattempo ci forni- gio schivo ma che sa il fatto suo! sce le indicazioni sulle operazioni dellattracco. Aiutate le ragazze a scendere dalla passerella, mi accorgo che Siamo in porto e mentre il Ca- ormai io e la lei abbiamo ragpitano governa la barca eccomi giunto un certo feeling e anche pronto a raccogliere la cima per questo mi fa capire che dopo lormeggio poco dopo assisto la magica AvventuraVela di Gianluca nelle restanti opera- questi giorni rientro a Cagliazioni: fantastico, con lui a fian- ri migliore di come ero partito, co tutto scorre con una fluidit arricchito certamente di nuove e precisione svizzera e anche io esperienze e di nuove consapeche non ho mai fatto cose simili, volezze tutto questo ancora riesco a muovermi con disinvol- pi piacevole scoprirlo istintivatura CHE LUPO DI MARE beh, mente, nel compiere gesti natugli ululati di notte gli ho fatti, fac- rali che prima di allora non avrei cia al mare ma li ho fatti! mai pensato di compiere, come ad esempio la semplice scalata In porto ho pure il piacere din- della stessa passerella ! contrare David, un vecchio amico che opera nella societ degli or- Salutiamo Gianluca, mitico Skipmeggiatori piacevole sorpresa per di AvventuraVela, e dopo un grande abbraccio ci diamo un caloroso Arrivederci, per stare nuovamente insieme e condividere nuove emozionanti avventure! Siamo a terra, lavventura potrebbe sembrare conclusa invece non cos ci sono da recuperare i nostri amici e cos io, Salvatore e tutte le persone che ci hanno accompagnato in questa avventura. Nei visi di ognuno di noi c il ricordo di momenti unici trascorsi insieme a persone speciali, con le quali si sono condivisi momenti di semplicit carichi di trasporto, risate ma anche di riflessioni serie e di sogni di un mondo migliore. Grazie AvventuraVela per aver permesso che momenti simili potessero realizzarsi, e grazie a tutti noi per i piacevoli momenti vissuti insieme in armonia e cos, come il gabbiano Jonathan Livingston che una volta che impar a volare in modo perfetto non smise pi di assaporarne il piacere, anche noi una volta vissute simili emozioni non smetteremo pi di viverle nella macchina di Mauro parcheggiata giorni prima nel porto di Cagliari, e Manuela con la sua autovettura ci dirigiamo verso Villasimius. Ricongiungerci con lequipaggio dellHarlequin un bel momento, si scherza, si ride, si commentano le nostre performance vomitine e cos la serata vola via ci dirigiamo alle macchine e si fa rotta verso casa. Tutto sembra volto al termine, e invece come accade nei sogni pi belli nulla termina ma bens d il via ad un nuovo inizio, fatto di persone stupende come Cinzia, Manuela, Valentina, Danilo, Gianluca, Mauro, Pierluca, Ettore, Donatella, Patrizia, Isacco,
Associazione Sportiva Dilettantistica

per questo, to be continued Alessandro Milia

Crociere e avventure in barca a vela nella meravigiosa Isola della Sardegna e non solo...
per info: mail: info@avventuravela.it www.avventuravela.it www.facebook.com/avventura.vela www.facebook.com/AvventuraVelaNews

AVVENTURAVELA

per info: redazione.avnews@gmail.com oppure seguici su: www.avventuravela.it - www.facebook.com/AvventuraVelaNews

pagina 6

Cagliari - Gioved 19 Luglio 2012 - Anno I - N20- Edizione GRATUITA

News
Periodico Gratuito di Informazione sulle attivit di AvventuraVela

Mare: AV vi accompagner nel suo pi intimo, sollevando un lembo della sua immensa coperta blu...
Un viaggio alla scoperta del tesoro sommerso, nascosto tra grotte, coralli, alghe...
I CROSTACEI Parte 3 Si difendono richiudendosi completamente dentro il loro guscio e contraendo muscoli molto robusti, sono in grado di resistere per lungo tempo allasciutto, al contatto dellaria e ai raggi del sole. Sono facilmente visibile sugli scogli a pelo dacqua, si attaccano sul dorso di grandi cetacei come le balene, sui gusci di altri crostacei, sul carapace delle tartarughe marine, sulle conchiglie dei mitili e alla carena delle imbarcazioni. Malacostraca: la classe pi numerosa ma anche la pi eterogenea che esibisce una grandissima variet di forme e di adattamenti; con circa 8500 specie, lordine DECAPODA (=10 zampe principali, di cui il primo paio solitamente modificato in chele), accomuna granchi, gamberetti, gamberi, paguri, astici e aragoste, i crostacei pi specializzati ed evoluti. Sono tutti prevalentemente marini, anche se alcune specie hanno invaso le acque dolci (gamberi di fiume); alcuni granchi sono anfibi o addirittura terrestri. Possono essere suddivisi in NATANTI (gamberi, gamberetti) e REPTANTI (granchi, astici e aragoste) a seconda del modo di spostarsi; ad esempio i gamberi sono abili nuotatori, hanno un corpo molto flessibile, con arti e appendici addominali spesso bifide, sottili e piumose, si muovono allindietro usando lultimo segmento addominale, il telson, come se fosse un remo (fig.8); mentre i reptanti appesantiti dallesoscheletro molto spesso, usano le zampe per gli spostamenti sul fondo (fig.9); talvolta, per mezzo di rapide flessioni delladdome, possono nuotare allindietro per brevi tratti muovendo il ventaglio caudale. I Granchi, armati di due potenti chele e protetti da uno spesso guscio, che gli permette sia di attaccare che di difendersi, possono muoversi in avanti anche se molto lentamente, quando per necessaria una certa velocit, preferiscono sgambettare di lato. Resistentissimi anche fuori dallacqua, respirano con le branchie allinterno delle quali riescono a trattenere un po dacqua, per questa ragione li possiamo trovare anche in luoghi asciutti. Gli Scampi Nephrops norvegicus (Fig.10) prediligono i fondali sabbiosi e melmosi. Le Aragoste animali intelligenti e dalla vita sociale complessa, tra cui Palinurus elephas, laragosta mediterranea (Fig.11) e Homarus gammarus, il comune Astice, caratterizzato da enormi m (Fig.12) vivono in collettivit allinterno di tane ricavate tra fessure e anfratti delle costiere rocciose dai 15 ai 100 metri di profondit da cui escono di notte in caccia di molluschi e di altri crostacei. Possono vivere anche 15 anni e possono arrivare ad un peso di 8 kg ed una lunghezza di 55 cm escluso le due grandi antenne. Le Cicale di mare (Fig.13), dette anche aragoste spagnole, Scyllarus arctus o Magnosa (una specie rara) e Scyllarides latus o magnosella, Lanimale ha corpo robusto, occhi piccoli e coda tozza e il colore del dorso varia dal bruno-violaceo al rosso ruggine. Francesca & Egidio

Dallobl...

Fig.8

Fig.9

Fig.10

Fig.11

Fig.12

RICHIEDI LA TESSERA DI STILE ALPINO A NOME DI AVVENTURAVELA PER UN ULTERIORE SCONTO

Abbigliamento Tecnico per ogni esigenza


Viale Marconi, 10 - Cagliari

per info: redazione.avnews@gmail.com oppure seguici su: www.avventuravela.it - www.facebook.com/AvventuraVelaNews

Cagliari - Gioved 19 Luglio 2012 - Anno I - N20- Edizione GRATUITA

pagina 7

News
Periodico Gratuito di Informazione sulle attivit di AvventuraVela

Gi pubblicato su FlyZoneSailing Project

Le Leggende della Vela


Velisti dalto bordo, navigatori veri che con le loro imprese hanno segnato la storia della vela e della marineria. Chiari esempi di vita e figure entrate nella leggenda che dimostrano come la vela e il navigare non sia solo un nobile sport, quanto piuttosto una vera scuola di formazione per la vita, per i valori che si conoscono ed apprendono. La lista lunga ed importante e piace iniziare raccontando di Tino Straulino, una vero e proprio mostro sacro, una figura addirittura leggendaria della vela italiana. Una vita per la vela, nato per essere marinaio, disse una volta: Sulla mia isola sono venuto al mondo e cresciuto. L ho capito il mare e il mare mi ha accolto tra i suoi abitanti. L ho conosciuto il vento e lho fatto diventare mio amico. una lampadina: ma certo, con quel vento che spirava dritto in poppa in uscita dal Mar Piccolo, Agostino Straulino non poteva lasciarsi sfuggire loccasione di attraversare il canale navigabile a vele spiegate. E unancora data fondo di poppa poteva servire nel caso qualcosa non fosse andata come previsto. Me lo conferm subito dopo lui stesso, quando lo incontrai in Sala Consiglio, dove era apparecchiato per la prima colazione, alla quale mi invit a fargli compagnia. Durante la colazione il Comandante comunica a Basile che toccher proprio a lui lincarico di ufficiale di guardia nella prima parte della navigazione. Presi a ripassare mentalmente gli ordini che bisogna saper dare per governare un veliero stracarico di manovre correnti, cercando di ricordare ci che avevo appreso da allievo e da aspirante guardiamarina nel corso di tre campagne addestrative su quella nave, una decina danni prima. Con molto anticipo sullorario di apertura del ponte girevole, viene battuto il posto di manovra. Furono mollati i cavi dormeggio di poppa e si inizi a virare largano per salpare lancora, che tuttavia risult incattivata. Continua a pagina 8

vince la regata Over 60. Autore di imprese memorabili, lAmm. Agostino Straulino al comando della nave scuola A. Vespucci, e entrato nella leggenda per aver percorso alla vela il Canale Navigabile di Taranto dal Mar Piccolo al Mar Grande, per aver risalito il Tamigi fino a Londra e per essere andato allormeggio a Nato in Istria, il 10 Ottobre Portsmouth senza rimorchiatori. 1914 da una famiglia di antiche Muore nel 2004 a 90 anni. tradizioni marinare, comincia ad amare la vela a soli 5 anni e fa sue Proprio delluscita a tutte vele prime esperienze nel Golfo del dal porto di Taranto compiuta Quarnaro. Frequenta il nautico da Straulino sul Vespucci che e poi una fulgida carriera nella lui stesso liquider con poche marina militare dove arriva al parole: Condizioni favorevoli, grado di Ammiraglio. ottimo equipaggio, vogliamo In pi di 60 anni di regate, raccontarvi. partecipa con risultati eccellenti a campionati del mondo: 3 Lui per la verit lha sempre medaglie doro, due dargento, considerata una faccenda un bronzo; campionati europei: normale, una cosa che 10 vinti; Kiel Week:6 vinte; potevano fare tutti: vero campionati italiani: 11 vinti; cera il vento giusto. Straulino campionato del mondo 5,5 S.I., ci pensava da giorni, a tentare uno vinto; nel suo palmares unuscita a vela e la mattina anche una One-Ton Cup, altura, della partenza, quel vento era con Ydra; una Giraglia. suo ultimo arrivato: una tramontana secca, successo nel 2002 a Napoli, a 88 vento rarissimo da quelle parti, anni, al timone del Sagittario,

che ci consent di issare le vele e di uscire dal Mar Piccolo in modo abbastanza facile.Quella mattina a bordo c anche Giancarlo Basile, allepoca tenente di vascello. Era andato a rendere omaggio al Comandante e lui lo aveva invitato sul Vespucci per farsi unuscita. Basile oggi la racconta cos, quella straordinaria giornata. Alle otto in punto salivo sul barcarizzo del Vespucci, ormeggiato alla banchina torpediniere in Mar Piccolo. Cera gi un gran trambusto a bordo per i preparativi: in particolare il nostromo era indaffaratissimo con unancora di speranza rizzata da sempre al coronamento, che il Comandante aveva voluto pronta a essere data fondo, con un grosso cavo torticcio ben abbisciato sul cassero, ci che mi meravigli non poco. Soffiava una forte e gelida tramontana che credo sfiorasse i trenta nodi. Mentre pensavo a cosa mai il Comandante volesse fare con quellancora, di colpo mi si accese

per info: redazione.avnews@gmail.com oppure seguici su: www.avventuravela.it - www.facebook.com/AvventuraVelaNews

pagina 8

Cagliari - Gioved 19 Luglio 2012 - Anno I - N20- Edizione GRATUITA

News
Periodico Gratuito di Informazione sulle attivit di AvventuraVela Continua da pagina 7 vogliono dire Ho le macchine in avaria. E s, perch il transito a vela per il canale navigabile vietato anche a un dinghy, figuriamoci al Vespucci. Con la tramontana che soffiava forte non ci volle molto perch la nave si abbrivasse fino a otto nodi. Il Comandante aveva evidentemente previsto anche questa evenienza, ecco perch aveva cominciato le operazioni con tanto anticipo. Dovettero intervenire i palombari per mettere in chiaro lancora, ci volle unora buona. Con nostra meraviglia, appena il ponte fu aperto completamenMancava ancora pi di mezzora te, dal castello arriv a lampi di allapertura del ponte quando, luce il messaggio Accelerate la finalmente liberi, ci portammo vostra manovra! Pu darsi che a motore pi sopravento pos- fosse uno scherzo, ma Straulino sibile, a qualche decina di me- and su tutte le furie... Non pastri dalle colture dei mitili di cui sarono pi di cinque minuti ed il Mar Piccolo abbonda. Venne eravamo nel canale navigabile, battuto il posto di manovra alla con i pennoni pi bassi che sovela. In un attimo i gabbieri sali- vrastavano le due strade gremirono a riva su per le griselle del te di gente festante, tutte le vele trinchetto e mollarono i gerli di del trinchetto piene da scoppiatutte le vele, dal controvelaccino re, i baffi sotto i masconi: doveva al trevo. La nave era pronta a es- essere uno spettacolo fantastisere invelata allordine e si pre- co il Vespucci visto da terra. Al sentava perfettamente allineata balcone dellAmmiragliato, sulla col canale navigabile. sinistra verso la fine del transito attraverso il canale navigabile, Ma il ponte ancora chiuso. Con lammiraglio saluta entusiasta. le vele del trinchetto imbrogliate ci si avvicinava a quattro nodi, in Rispondemmo al saluto ed eradieci minuti saremmo stati l... E vamo gi in Mar Grande, mense fosse rimasto chiuso? Ce la- tre il ponte si richiudeva dietro vrebbe fatta lancora di speranza di noi. Continuammo cos, in fil preparata a poppa a fermare le di ruota sotto il solo trinchetto quattromila tonnellate del Ve- completamente invelato fino spucci? Ma ecco che il ponte co- alle ostruzioni del Mar Grande, minci ad aprirsi. In quel preciso superate le quali il Comandante momento il Comandante ordin mi affid la nave, come mi avedi mollare gli imbrogli e cazzare va preannunciato. Venni allorle scotte delle vele del trinchet- za, accostando a sinistra, in rotta to, che furono bordate tutte in- per costeggiare il Salento fino a sieme in non pi di quindici se- Santa Maria di Leuca, facendo condi, con i pennoni in croce. al contempo bracciare i pennoni e bordando prima le gabbie Contemporaneamente vennero e il trevo di maestra, poi anche alzate quattro bandiere del codi- il velaccio, ma tenni il controce internazionale dei segnali che velaccio e le vele della mezzana

serrate, ricordando la forte tendenza orziera del Vespucci a quellandatura. Avevo fatto alzare la trinchetta, il fiocco, il gran fiocco e il controfiocco e la nave governava con la barra al centro. La fiamma in testa dalbero di maestra indicava il vento esattamente al traverso, il Vespucci era ben inclinato, con gli obl pi bassi di sottovento chiusi perch andavano sottacqua. La velocit era salita a 9,5 nodi. Mi dispiacque quando venne a rilevarmi il tenente di vascello preposto ai marinai, sarei rimasto a

godermi lo spettacolo sul banco di quarto di sopravento per tutta la notte... Cenai col Comandante che si congratul con me per come avevo svolto il servizio di ufficiale di guardia, cosa che naturalmente mi fece molto piacere: Straulino non era tipo da congratularsi tanto facilmente.

Associazione Sportiva Dilettantistica

Crociere e avventure in barca a vela nella meravigiosa Isola della Sardegna e non solo...
per info: mail: info@avventuravela.it www.avventuravela.it www.facebook.com/avventura.vela www.facebook.com/AvventuraVelaNews

AVVENTURAVELA

per info: redazione.avnews@gmail.com oppure seguici su: www.avventuravela.it - www.facebook.com/AvventuraVelaNews