Sei sulla pagina 1di 2

ASSOCIAZIONE CIVICA PORTA NUOVA – VASTO

www.portanuovavasto.altervista.org

COMUNICATO STAMPA 11 Aprile ’07

Primi risultati.

Negli scorsi giorni ha avuto luogo in Comune un incontro tra l’Assessore all’Ambiente e all’Ecolo-
gia Lina Marchesani –coadiuvata dai tecnici comunali Ignazio Rullo e Franco Salvatorelli- ed alcu-
ni esponenti della nostra associazione.
Abbiamo esposto le richieste contenute nei nostri comunicati del 14.12.’06, 19.12.’06, 3.1.’07,
20.1.’07. Riferiamo qui di seguito delle risposte.

1. Come già apparso sulla stampa, sarà avviata il prossimo Ottobre in una parte della città 1 la
sperimentazione della raccolta differenziata domiciliare dei rifiuti solidi urbani; nel frat-
tempo il Comune avvierà una consistente campagna informativa nei confronti dei circa 6000
cittadini coinvolti.
E’ un passo che sollecitiamo dal lontano 21 Agosto del 2003. Abbiamo espresso, e confer-
miamo qui, tutta la nostra soddisfazione per questa decisione, oltre al nostro apprezzamento
particolare per l’assessore Marchesani. Osserviamo che, per ottenere dai cittadini il fattivo
consenso necessario alla riuscita dell’iniziativa, sarà opportuno –da una parte- che essa
appaia come un impegno strategico di tutta l’amministrazione; e, dall’altra, che si accompa-
gni ad una revisione della gestione dell’intero servizio in direzione di una maggiore traspa-
renza (tra l’altro richiesta dalla legge) e razionalizzazione. In questo vanno le nostre richie-
ste, che sono state tutte accolte. Di conseguenza:
a) il sistema di raccolta differenziata domiciliare sarà esteso in futuro –se la sperimenta-
zione andrà a buon fine- all’intera città;
b) sarà abolita entro Ottobre, perché scarsamente efficace e in contrasto con la sperimen-
tazione avviata, la raccolta stradale dell’umido in atto da un decennio nel quartiere di
S. Michele e dintorni;
c) il Comune si doterà di un Regolamento del servizio di raccolta e smaltimento dei ri-
fiuti urbani (e lo farà rispettare);
d) il Comune chiederà alla Pulchra Ambiente (la società mista che gestisce il servizio di
raccolta) di dotarsi di una Carta dei Servizi, come disposto dalla legge2;
e) presigli opportuni accordi, il Comune provvederà all’installazione di contenitori per la
raccolta differenziata della carta all’interno del perimetro delle scuole cittadine;
f) i dati sulla quantità e sulla purezza del differenziato raccolto saranno periodicamente
rilevati e resi pubblici.

2. Qualità dell’aria. Il Comune, per tramite dell’Assessore, si impegna ad informarsi presso


l’ARTA dello stato di attuazione del Piano regionale triennale di tutela e risanamento am-
bientale approvato lo scorso 24 Ottobre dal Consiglio Regionale, in particolare per quanto
attiene alla nostra città. (Ricordiamo che il Piano prevede “di incrementare la rete di moni-
toraggio esistente nei Comuni considerati a rischio di inquinamento atmosferico3 attraver-
1
Oltre a tutto il centro storico, la parte della città compresa tra corso Garibaldi, via Valloncello, via Madonna dell’Asilo,
via dei Conti Ricci, il viadotto Histonium.
2
DPCM 27 gennaio 1994, Principi sull'erogazione dei servizi pubblici; D.Lgs. 30 Luglio 1999 n. 286, art. 11; LR 5
Agosto 2004 n. 23, art. 10, commi 2 e 3
3
In Abruzzo sono 32: Alba Adriatica, Atessa, Atri, Avezzano, Casalbordino, Celano, Chieti, Città S. Angelo, Fossacesia,
Francavilla al Mare, Giulianova, Lanciano, L’Aquila, Martinsicuro, Montesilvano, Ortona, Penne, Pescara, Pineto, Rivi-
so l’implementazione del sistema di monitoraggio fisso”). L’Assessore ha inoltre dichiarato
l’intenzione dell’attuale amministrazione di dotarsi comunque di un impianto fisso di rileva-
zione della qualità dell’aria, da collocare in piazza Verdi. (Ricordiamo che la nostra associa-
zione continua a richiederne uno anche nella zona di Punta Penna).

3. Rischio industriale. Il Comune di Vasto sta finalmente predisponendo (ne abbiamo visto le
bozze), dopo anni di ritardo, l’informativa alla popolazione sul rischio industriale e sulle
norme di comportamento da tenere in caso di incidente rilevante prevista dal D.Lgs. 17 Ago-
sto 1999 n° 334, come ripetutamente richiesto dalla nostra associazione. Riguarderà tutta la
zona di Punta Penna circostante lo stabilimento della Fox Petroli.

4. Igiene urbana: cani e piccioni. Cani: l’ordinanza sulle deiezioni canine è stata emanata
nello scorso Febbraio, ed è conforme alle richieste della nostra associazione. Non resta ora
che farla applicare. L’Assessore si è impegnata a sollecitare in tal senso per iscritto il Co-
mando dei Vigili Urbani. Piccioni: il 13 Marzo scorso il Comune ha fatto richiesta alla ASL
di un ennesimo aggiornamento dello studio epidemiologico sulla presenza dei colombi in
città. Nel PEG (Programma Economico di Gestione), ha dichiarato l’Assessore, è già stata
resa disponibile la somma prevista.

Fin qui quello che siamo riusciti per ora ad ottenere.


L’attuazione delle promesse ottenute andrà certamente seguita passo dopo passo; ma questa per
l’appunto è la nostra intenzione.

Ringraziamo nuovamente l’Assessore per la sua cortese –e fattiva- disponibilità e le diamo appunta-
mento per il primo incontro di verifica, previsto per il mese di Settembre.

sondoli, Roccaraso, Rocca San Giovanni, Roseto, San Salvo, San Vito, Silvi, Spoltore, Sulmona, Teramo, Torino di San-
gro, Tortoreto, Vasto.

Interessi correlati