Sei sulla pagina 1di 6

Circolo Didattico di Vinci – a.s. 2005/06 Sc. dell’Infanzia Arcobaleno (Spicchio) – sez.

4 anni

Insegnanti: Vera Borghini e Stefania Peruzzi


PERCORSO “IL BRUITAGE: PAESAGGI SONORI”

ITINERARIO N°4 FOCUS: MESSA IN SCENA DELL’EVENTO: NARRARE STORIE


TEMPI DI ATTUAZIONE: APRILE-MAGGIO
GIORNI DEDICATI ALL’UNITA’ DI APPRENDIMENTO: 2 GIORNI SETTIMANALI PER UN TOTALE DI 3 ORE SETTIMANALI
TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE A MEDIO TERMINE:
- PARTECIPARE ATTIVAMENTE A CONVERSAZION
- ESPRIMERE ED IMITARE CON IL MIO CORPO
- RICONOSCERE LE EMOZIONI CONTENUTE IN UN RACCONTO
- COLLOCARE NEGLI AMBIENTI APPOSITI PERSONAGGI ED OGGETTI

ATTIVITA’ EDUCATIVE E METODI SOLUZIONI MODALITA’ DI


DIDATTICHE ORGANIZZATIVE VERIFICA

Linguaggi, creatività, espressione FONTE: DIARIO DI BORDO - Didattica laboratoriale - Attività in piccolo-grande - Osservazione del bambino,
gruppo dei suoi linguaggi e dei suoi
- Parlare, descrivere e raccontare ° Dalla rappresentazione - Attivazione di forme di elaborati
avendo fiducia nelle proprie capacità corporea dell’evento, dalle ricerca: - Allestimento all’interno della
di espressione microstorie individuali alla prima Esplorativa sezione di uno spazio - Schede operative
bozza della storia collettiva Osservativa dedicato all’attività motoria e
- Esprimersi in modi diversificati, Riflessiva all’ascolto della musica che - Produzione di elaborati
scegliendo linguaggi adeguati al ° Dalla bozza alla storia vera e accompagna i movimenti dei
contesto propria, concordata da tutti - Azioni di costruzione bambini - Per le prove specifiche si
negoziata delle rimanda nel dettaglio al diario
I discorsi e le parole - Attribuzione di un titolo scelto conoscenze - Utilizzazione della sezione di bordo
e stabilito da tutti per le conversazioni collettive
- Sviluppare un repertorio linguistico - Operatività manuale- e per le attività espressive
adeguato alle esperienze e agli ° Suddivisione della storia in mentale individuali e collettive
apprendimenti compiuti nei vari campi fasi, sei, in successione
di esperienza temporale - Modalità di - Creazione di uno spazio
cooperazione teatro

1
Circolo Didattico di Vinci – a.s. 2005/06 Sc. dell’Infanzia Arcobaleno (Spicchio) – sez. 4 anni

Il corpo in movimento ° Riproduzione grafica,


mediante la costruzione di - Forme di osservazione
- Condividere stati emozionali con i pannelli da utilizzare per lo dei processi
compagni
spettacolo della festa finale
- Esercitare le potenzialità sensoriali,
conoscitive, relazionali, ritmiche ed
espressive del corpo

Il sé e l’altro

- Riflettere, confrontare, discutere


rendendosi conto che esistono punti
di vista diversi dal proprio

La conoscenza del mondo

- Collocare personaggi, oggetti e fatti


nel tempo e nello spazio e individuare
collegamenti

2
Circolo Didattico di Vinci – a.s. 2005/06 Sc. dell’Infanzia Arcobaleno (Spicchio) – sez. 4 anni

Cominciamo a costruire la storia: la prima bozza

Creiamo l’ambiente adatto a coinvolgere i bambini. I tre teli colorati sono stati nuovamente distesi per terra, sono diventati un’altra volta un
bellissimo mare…..i bambini si sono seduti sopra e abbiamo iniziato a raccontare…….

Eravamo al mare….eravamo in un posto lontanissimo dall’italia…in Egitto, dove sono stata in ferie (Marta) e ci sono stata anch’io (Irene) e che erano
lì, parlavano una lingua diversa a noi (Marta). I bambini giocavano con il secchio, a racchette e facevano un castello con la sabbia bagnata (Niccolò).
C’era un bel paradiso, era un bellissimo posto (Marta). Io sono andata in una barca trasparente (Marta). E io in giorno sono andata in un sottomarino
(Irene). Era una barca con il fondo trasparente, dove si montava, c’era tanta gente (Marta). Era trasparente, perché c’era il vetro e si vedevano i pesci,
c’era anche Nemo (Irene) e il pesce pagliaccio (Marta). Un gruppo era tutto rosso e quegli altri pesci erano di tutti i colori (Marta). Intanto nel cielo si
sente soffiare forte, forte il vento….Arriva la tempesta…I tuoni…..Il mare si agita fortissimo (Camilla) La nave comincia a dondolare (Omar) e i
bambini dicono: - Aiuto, mamma che succede? – (Marta). Non lo so, figliolo, succede la tempesta, con il temporale (Marta). Ma un’onda grossa l’ha
affondata (Irene) e tutti i bambini sono andati a finire nell’acqua…..Aiuto…..Aiuto….Ci sono gli squali (Marta). Aiuto, aiuto…M arriva
l’elicottero….Si sente il rumore….L’elicottero va a prendere i bambini (Matilde)…..Poi arriva un’altra nave grossa, si sente la sirena e i bambini
possono montare anche lì, perché tutti sull’elicottero non c’entrano. (Camilla). La nave ci porterà a casa, ci porta in Egitto, perché è scoppiata una
bomba…L’hanno detto alla televisione (Marta)…La nave ci porterà in un altro posto (Lorenzo)… in Corsica (Marta),,In montagna(Penelope)

--Seconda momento: costruzione della seconda bozza della storia……rileggiamo, modifichiamo, ampliamo

-Terzo momento: costruzione della terza bozza della storia…. Si continua a rileggere, modificare, ampliare la storia

- Quarto momento: lettura da parte dell’insegnante della storia…i bambini esprimono i loro pareri, le loro impressioni

- Quinto momento: la nostra storia deve avere un nome, un titolo…

- Suddivisione della storia in fasi in successione temporale e realizzazione di grandi pannelli

Costruzione di sei pannelli, raffiguranti le varie fase della storia

3
Circolo Didattico di Vinci – a.s. 2005/06 Sc. dell’Infanzia Arcobaleno (Spicchio) – sez. 4 anni

1° Illustrazione del luogo 2° Noi bambini sulla spiaggia 3° La barca trasparente

4° La tempesta 5° L’elicottero che ci soccorre 6° La barca che ci riporta a casa

4
Circolo Didattico di Vinci – a.s. 2005/06 Sc. dell’Infanzia Arcobaleno (Spicchio) – sez. 4 anni

Lettura della storia,utilizzando anche i pannelli raffiguranti gli elementi della storia: il chi, il cosa, il quando, il perchè

Rappresentazione grafica dell’ambiente e dei personaggi esistenti

5
Circolo Didattico di Vinci – a.s. 2005/06 Sc. dell’Infanzia Arcobaleno (Spicchio) – sez. 4 anni

In vacanza a Paradisai………….

La nostra storia inizia così……….

Eravamo al mare….eravamo in un posto lontanissimo dall’italia…in Egitto. E’ un posto bellissimo, perché c’è la sabbia che brillava al sole. Il mare
era calmo, blu e celeste, c’aveva delle onde piccole. Era una bella giornata, i pesci stavano nell’acqua, c’erano anche delle conchiglie e dei coralli.
Eravamo a Paradisi, per finta, c’eravamo tutti noi , Benedetta, Penelope, Niccolò, Ayoub e anche Vera e Stefania. Si giocava sulla sabbia, ci si
abbronzava, si faceva il bagno, si faceva un castello con la sabbia bagnata. Era un posto bellissimo, un bel Paradiso. C’era anche una gabbiana che si
chiamava Fortunata e un’altra che si chiamava Kengah che volavano e prendevano il pesce per mangiare. Si era felici e non si voleva tornare. Si
andava tutti su una barca trasparente, sembrava un sottomarino, era una barca che fuori era di legno colorato di rosa, col pavimento trasparente come
il vetro che si poteva vedere sotto tutti i pesci nel mare. Vera e Stefania ci dicevano i nomi dei pesci rossi e altri di tutti i colori. Ma arriva il
temporale, i lampi, i tuoni, la sabbia si bagnava, la barca dondolava, perché il mare c’aveva le onde alte, ma il capitano che manda la nave ci dice:-
Attenti!- I bambini dicono:- Aiuto, mamma che succede!- La mamma dice:- Non lo so, figliolo!- Il capitano chiama un elicottero per salvare i
bambini, intanto nel mare stanno arrivando gli squali, sbattendo la pinna. Arriva l’elicottero, si sente il rumore, si ferma, butta giù la scala, ma tutti
non ci si entra….Allora il pilota chiama con il telefono un’altra nave, dove ci si può entrare tutti….Vieni a prendere questi bambini, perché sul mio
elicottero non c’entrano tutti! Arriva un’altra nave…..si sente il rumore della sirena….butta giù l’ancora per fermarsi…poi si monta sulla nave e si
vuole tornare a casa

In questo posto gli abitanti portano le collane e le corone di fiori,


perché ci sono tanti fiori colorati e profumati e perché tutti sono felici

Abbiamo costruito lo strumento che riproduce il rumore del mare,


ci servirà per ascoltare la sua melodia anche quando siamo lontani
dal mare