LINGUAGGIO ASTRALE

dal 1970 Pubblicazione Trimestrale del Centro Italiano di Discipline Astrologiche

ANNO XXXV n. 142 Primavera 2006

2

Argomento

SOMMARIO
Dante Valente: Vizi privati e pubbliche virtù ................................................................ Stefano Vanni: Scuole certificate e Docenti certificati ................................................. CASA PRIMA Liz Greene in Italia dal CIDA ....................................................................................... Liz Greene: Vittime e salvatori .................................................................................... Paolo Crimaldi: Venere tra amore, passione e conoscenza: viaggio nel pianeta amore Renzo Baldini: Il mito di Ercole e la precessione degli Equinozi .................................. CASA TERZA Nuovi iscritti ............................................................................................................... Lettere alla Redazione ................................................................................................ CASA QUARTA Lidia Fassio: L’imprinting prenatale nel tema di nascita .............................................. I RITRATTI Maria Grazia La Rosa: Amelia Earhart: il prezzo del coraggio ..................................... La Galleria degli Insoliti: Evariste Galois .................................................................. Marco Gambassi: Le stelle natali di Giorgio Brassens ................................................. CASA QUINTA Licia Piovanelli: Studio per un’insolita Rivoluzione Solare: viaggio a Madera .............. CASA SESTA * Fabrizio Corrias: Dignità e debilità planetarie essenziali .............................................. Alessandro Angeletti: La Rivoluzione Natale, uno strumento di lettura per le Rivoluzioni annuali ............................................................................................................ Alessandro Guzzi: I Ritorni solari e l’Oroscopo progresso ........................................... CASA OTTAVA * Meskalila Nunzia Coppola: Energie elementali in Astrologia esperienziale .................. CASA UNDICESIMA Meskalila Nunzia Coppola: Marte (Dalla Mailing List “Convivio Astrologico”) ............. CASA NONA Viaggio-studio del CIDA a Rodi ................................................................................... Claudio Cannistrà: Ariel Sharon e lo stato di Israele ................................................... Claudio Cannistrà: Segnalazioni bibliografiche ........................................................... Elenco dei Delegati e Corrispondenti CIDA ................................................................
(*) articoli che richiedono una conoscenza approfondita dei termini e delle tecniche astrologiche NOTA: Questo indice viene regolarmente riportato in anteprima sulle “ultimissime” del sito www.cida.net, insieme alla data di spedizione prevista o effettuata.

pag. 3 5 7 9 23 29 52 53 56 73 84 86 90 96 121 128 138 148 164 167 176 179

Casa Prima

3

Dante Valente

VIZI PRIVATI E PUBBLICHE VIRTÙ

L.A. 142-101

Mi pare fosse Cocteau ad affermare che “in Francia non è ammesso pensare liberamente, si deve essere liberi pensatori” che come sappiamo indica una precisa posizione politica. Anche nel nostro Paese “libero” esiste solo la libertà di dire ciò che la moda del momento richiede. Pochi spiriti eletti possono permettersi di dire obiettivamente “Il re è nudo” come hanno fatto Giorgio Gaber, Tiziano Terzani e pochi altri. Ma l’ambito più divertente di questa dinamica di parte si può ampiamente manifestare nello stadio di calcio: in caso di fallo, se è a favore s’invoca indignati il rigore o l’espulsione, se è commesso dalla propria squadra si tratta solo di “gioco maschio”. Possiamo chiamarla “la logica dello stadio” che rasenta il fanatismo ottuso. La differenza fra lo stadio e il resto sta solo nella forma, nell’eleganza dell’espressione, nella sostanza è identica. Vi sarà, però, capitato di discutere fra quattro mura protettrici e fra amici fidati argomenti particolarmente “nobili”, allora i giudizi sugli extracomunitari, sui lavavetri, sull’ordine pubblico, sulle evasioni alle tasse, sulla tolleranza cambiano volto! Mio padre mi raccontava quanto fossero ambite le barzellette su Mussolini al riparo da uditori sospettosi… Anche la Storia viene raccontata secondo l’ideologia del Regime di turno e, parimenti, dalla stragrande maggioranza degli storici: non a caso Tacito e Tucidide sono stati fra i più grandi per questa capacità di decantare le emozioni e la partigianeria, vedere i pro e i contro “sine ira et studio”. A questo punto, visto che il problema non è risolvibile e fa parte della natura umana, possiamo affrontarlo astrologicamente, nel senso d’individuare dove si cela questa dualità di comportamento fra pubblico e privato, che non riguarda solo la politica, ma anche la difesa dell’immagine, che nella società borghese era forse il primo comandamento assoluto (tutto è lecito purché nulla trapeli). Dovrebbe essere intuitivo che le case sopra l’orizzonte rappresentino il nostro comportamento sociale generico e, ancor più dettagliatamente, le singole case definiscono le modalità e l’ambito della loro espressione. Se la decima casa è evidentemente il comportamento con un pubblico numeroso, nella settima si può intravedere la strategia contro il singolo avversa-

sono tutto sommato più trasparenti di chi ha un bello stellium concentrato in una zona zodiacale! Con queste premesse l’Astrologia ci consiglia di non definire in blocco una persona. La casa nona è forse la peggiore. Interessante il caso dello Scorpione che per sua natura si comporta all’opposto: personaggi esternamente violenti prevaricatori o al limite dittatori. È il caso di persone apparentemente superficiali come immagine pubblica. in quanto costringe a esprimersi sempre in termini di nobili ideali.4 Casa Prima rio o con la corrente avversaria. come è il caso del modello mafioso. nell’ottava forse la miglior capacità di mentire o di camuffarsi o di tramare nascostamente. o perlomeno di distinguere il suo comportamento sulla base dei quattro angoli: comportamento in pubblico. nel privato rivelano una grande generosità. Più complesso è il caso opposto. di ideologie superiori. molti santoni pescini sanno fare privatamente molto bene i loro calcoli economici. tolleranza e umanità. perché la scorza è più spessa. Quello che una volta di più ci sorprende dell’Astrologia è che la differenza fra pubblico e privato s’incanala per assi (case o segni). . quanti nobili ideali enunciati pubblicamente diventano solo bassi pettegolezzi in privato. usano criteri cancerino-clientelari. di sovrano disprezzo della mediocrità: utilissima per far presa sugli altri… La dodicesima è forse la casa della verità: isolati anche dai condizionamenti altrui è più facile affrontare l’evidenza e soprattutto trarre delle conclusioni obiettive ed essere sinceri almeno con se stessi. Come applicazione pratica possiamo verificare – ognuno di noi ne avrà fatto esperienza – che le persone che pubblicamente dichiarano l’insofferenza per l’ingiustizia sono notoriamente parziali e intolleranti a livello privato. in cui le case sopra l’orizzonte si trovano in segni “privati”. nella coppia e come immagine. quello “recondito”: le sorprese non mancheranno. in privato. molti giudici severi capricorniani nel privato. ad esempio quando l’Ascendente è in Bilancia. alcuni acquariani. Ad esempio una decima casa con Sole in Gemelli. per dedicarsi al terzo mondo mettono i genitori nel ricovero. Va rilevato che con quest’ottica possiamo rivalutare le opposizioni: pur conservando il problema di fondo. inoltre di diffidare degli assi troppo sbilanciati da un lato: è probabile che vada indagato a fondo l’altro lato. come ha detto una lingua maligna. in particolare la parte privata riguarda i primi sei e viceversa. oggi che sembriamo circondati solo da “tubi gastro-sessuali” e non da individui. Forse l’undicesima è la casa “più sincera” visto che si parla con gli amici fidati o supposti tali. nelle quali scopriamo sorpresi un serio interesse culturale o esoterico a livello privato. l’operazione è più difficile. Certo.

ma nel caso che ciò non accadesse il CIDA non può rispondere dei corsi di astrologia.Casa Prima 5 Una precisazione di Stefano Vanni. Direttore della Scuola CIDA SCUOLE CERTIFICATE E DOCENTI CERTIFICATI L.136. 142-110 Devo tornare a parlare del problema dei docenti certificati CIDA perché continua a permanere un certo grado di confusione fra scuole certificate e docenti certificati.A. al termine del percorso. In questo caso infatti ci sono decisioni che sono assunte in modo autonomo dal docente come: il numero dei partecipanti. Su questa materia è necessario chiarire che quando il CIDA attribuisce ad un nostro socio la qualifica di docente certificato attesta che quella persona ha due tipi di competenze: quella astrologica (questa competenza è stata verificata attraverso il superamento dell’esame per l’Albo Professionale) e quella didattica (questa competenza è acquisita con lo svolgimento del ruolo di docente in corsi di astrologia per un numero di ore consistente). ecc. che il docente svolge. e che non hanno la dizione di corso certificato. il numero delle ore del corso. È evidente che il CIDA può rispondere solo di ciò che certifica. soprattutto in relazione alle responsabilità dirette o indirette che può avere il CIDA. ● comunicare alla commissione di certificazione le date e il luogo di effettuazione del corso. ● comunicare alla commissione di certificazione i nominativi dei partecipanti. nel suo rapporto con gli allievi. Questi sono presupposti indispensabili affinchè i partecipanti possano. il tipo di argomenti trattati. Resta evidente che. Su questi aspetti rimane completa la responsabilità del docente. le modalità di gestione del corso. siccome la qualifica di docente è stata istituita per potere fare dei corsi certificati. . Sarebbe auspicabile che un docente certificato organizzi solo dei corsi certificati. se il docente non ne realizza alcuno finiscono per non essere più plausibili le motivazioni della certificazione. 184 e modif. successive) vengono raggiunti attraverso: a) L’impegno del docente a: ● limitare il numero dei partecipanti a 25. ● rispettare il programma minimo previsto e il numero minimo delle ore complessive. Per realizzare il corso ci sono degli adempimenti da rispettare che consentono di dare ai partecipanti tutte le garanzie di qualità necessarie. acquisire la qualifica di socio CIDA certificato. I presupposti di qualità (vedi LA n. Diverso è il caso in cui un docente certificato intenda effettuare un corso certificato. pag.

abbiamo già tre allievi che hanno superato brillantemente tutti gli esami del primo anno. Dalla SCUOLA SUPERIORE CIDA Il 14 gennaio con l’ultima sessione di esami invernali per le varie materie. – Ombretta Saporetti di Ravenna. – Giovanna Zagonel di Bolzano. di cui vengono illustrati i contenuti minimi e la durata (numero di ore). Un corso è definito certificato solo se eseguito da un docente certificato. che ha visto l’inizio delle lezioni sabato 13 novembre 2004. da parte della commissione di certificazione la “Carta di Garanzia del partecipante” nella quale si informa il partecipante che: ● sta frequentando un Corso Certificato CIDA. conseguendo la qualifica di Socio Certificato CIDA. Il questionario dovrà essere inviato alla Commissione di certificazione nazionale. in particolare per la compilazione di un questionario di gradimento finale sul corso stesso. qualora lo ritenga opportuno. se la supera avrà l’attestato di socio CIDA certificato. nulla vieta di seguire il programma relativo con un utile profitto. ● sarà svolto un programma standardizzato. cui manca solo un ultimo esame. potrà svolgere una prova per la verifica dell’apprendimento acquisito. ● accettare che gli allievi siano liberi di avere un rapporto diretto con la commissione di certificazione. in particolare l’Astrologia medica ed il secondo corso di Astronomia. sulla sua percezione di utilità ecc. ● . sul rispetto del programma da parte del docente. Si tratta di: – Nicoletta Bertocco di Padova. ● il docente è un docente certificato. ● al termine del corso il partecipante. c) La possibilità della commissione di certificazione. se interessato. ● al termine del percorso sarà inviato un questionario di gradimento del corso dove l’allievo potrà esprimere valutazioni: sulla durata e adeguatezza del corso. 149. A tutti gli allievi di ogni corso certificato viene inviata.6 Casa Prima svolgere una prova di verifica finale di apprendimento in modo corretto. sia pure senza una certificazione CIDA. Come già anticipato sul Sestile n. si è formalmente concluso il primo anno della Scuola Nazionale CIDA. Altri allievi. È quindi necessario evitare di fare una equivalenza fra docenti certificati. di svolgere un sopralluogo durante lo svolgimento del corso. Solo in queste condizioni il CIDA è in grado di garantire anche la qualità del corso che viene erogato. completeranno il percorso nei prossimi mesi e ne daremo notizia su Sestile. b) La comunicazione diretta fra Commissione di certificazione e allievi. mentre tutti stanno già frequentando con profitto i corsi del secondo anno. e corsi certificati.

Per il versamento (da INTESTARE SEMPRE al Centro Italiano di Astrologia) si può utilizzare: – il c/c postale 43101971 (anche tramite una Banca aggiungendo l’ABI 07601 e CAB 01600. In entrambi i casi Vi raccomandiamo vivamente di informare dell’avvenuto versamento la Segreteria organizzativa via e-mail (vedi sotto) indicando il proprio recapito. effettuata da esperti di Astrologia! Fra l’altro Liz comprende anche la nostra lingua. la stessa sede in cui si è svolto l’ultimo Congresso FAES nel 2004). all’Hotel Michelangelo (di fronte alla Stazione Centrale.ssa Horus. Fulvio Mocco e altri! I posti saranno assegnati a partire dalla seconda fila secondo la data di iscrizione. La quota di partecipazione – riservata ai Soci – è di 100 Euro fino al 4 giugno e di 120 Euro dal 5 giugno I non Soci possono iscriversi al CIDA con altri 50 Euro (anziché 60) comprensivi dell’abbonamento alle Riviste “Linguaggio astrale” e *Sestile*). separate da un ampio intervallo. sabato 1° luglio. La fila sarà assegnata in seguito. La lettura inizierà alle 10. avendo soggiornato per anni in Toscana. e-mail e nn. Lidia Fassio. . i Soci in regola per il 2006 (al n. Sarà presente a Milano.A.30 e sarà articolata in due parti di circa due ore.Casa Prima 7 LIZ GREENE IN ITALIA DAL CIDA L. telefonici per facilitare ogni tempestivo contatto e ricevere una conferma di ricevuta. PRENOTAZIONI: per meglio organizzare la capacità della sala. Paolo Crimaldi. ma indicando il nome dell’iscritto se l’intestatario del conto bancario è diverso!) – assegno bancario non trasferibile. 142-114 Come già annunciato Liz Greene ha gentilmente accettato di presentarci una lettura magistrale dedicata a: “L’enigma di Nettuno”. Adriana Cavadini. Saranno presenti altri famosi cultori di Astrologia. 145) potranno inviare via e-mail una prenotazione e provvedere al versamento prima del 10 giugno. Grazia Bordoni. come la Dott. con traduzione simultanea in cuffia. Antonio Capitani.

Per ulteriori informazioni è a disposizione una Segreteria organizzativa: c/o Dante Valente tel.it via Monzambano 13 20159 MILANO P.S. Consultate regolarmente il sito www. Contattare Laura specificando Convegno CIDA.net! in particolare vi raccomandiamo la voce “conferenze” e la voce “ultimissime”. Troverete sollecitamente i dati natali di personaggi alla ribalta nonchè le notizie dell’ultima ora. e specialmente le modifiche dell’ultimo minuto di conferenze della vostra Delegazione (utili per evitare amare sorprese) E in ogni caso vi sentirete ancor più partecipi della vita Associativa.8 Casa Prima Per la sistemazione alberghiera rammentiamo che l’Hotel Michelangelo ci praticherà un prezzo di favore (120 Euro la singola e 130 la doppia). Per il garage dell’Hotel si richiedono 10 Euro per tutta la giornata.69005576 lastrale@fastwebnet.cida. 02. Per i calciofili: dal calendario dei Mondiali si può escludere in quella giornata ogni partita degli Azzurri. .

ad un certo punto della nostra vita. animale destinato al sacrificio. Preminente sembra essere il ruolo di Chirone e Nettuno. poesie e drammi nel corso dei secoli. conscio o inconscio. istituzionale. Le vittime. giustificate nel loro intentare cause e richiedere risarcimenti.Casa Prima 9 Liz Greene VITTIME E SALVATORI TRADUZIONE DI GIUSEPPE RODANTE L. la nostra comprensione dei transiti potrebbe aiutarci a riconoscere un significato più profondo o. finanziario – giunga a liberarci dal dolore. sottile e sfaccettata.A. Introduzione Tutti noi. È una figura complessa. La parola inglese victim deriva dal latino victima. certamente. nei tempi antichi. carnefice si sovrappongono o confondono. proveremo la sensazione di essere vittimizzati. faremo esperienza di questi sentimenti. 142-115 Spesso la parte di vittima. e in questi periodi. . In quanto astrologi. tutti proveremo il desiderio. che significa “consacrare”. o dipendono dal punto di vista soggettivo. Nel mito. l’animale consacrato e destinato al sacrificio – il capro espiatorio – è considerato sacro e racchiude in sé sia i peccati che le aspirazioni spirituali della collettività. È inoltre. non erano o non si credeva che fossero semplicemente persone trattate ingiustamente dalla vita e. che un salvatore – umano. salvatore. romanzi. La vittima è una delle grandi figure archetipiche dell’esperienza umana. ed è legata al verbo tedesco weihen. l’immagine centrale delle storie cristiane ed ha permeato la psiche collettiva della nostra cultura occidentale per almeno due millenni. attraverso la quale si dispiega un dramma con più di un personaggio ed una teleologia spesso difficile da scorgere tra le miserie della sofferenza umana. quindi. Comunque. la protagonista delle tragedie greche e shakespeariane e il tema portante di innumerevoli opere liriche. almeno. a comprendere quando un momento così difficile è destinato a finire. chimico.

Una tale esplorazione non fornirà risposte. e. furono reclutati senza il loro consenso per combattere un’inutile guerra nella giungla vietnamita. Nel secondo caso. la vicenda mitica della vittima – e le figure che la accompagnano: il capro espiatorio. potremmo essere vittime da bambini della nostra famiglia o del bulletto della scuola.000 morti. di un “vicino infernale”. personalmente colpevoli. oppure fornire un aiuto reale a chi si senta in una condizione del genere. La natura della vittimizzazione La vittimizzazione può essere individuale o collettiva. le sue dimensioni psicologiche e i suoi possibili significatori astrologici. ha devastato New Orleans. da adulti di un coniuge o di un amante. o all’Uragano Katrina che. negli anni ’60. potrebbe manifestarsi per mano di altri esseri umani. ognuno dei quali una vittima. in qualche maniera. il salvatore e il persecutore – è un modello che vale la pena esplorare nell’oroscopo individuale. Ed è sempre con quella consapevolezza che possiamo evitare di vittimizzare gli altri. Tuttavia. se non quelle che potrebbero permettere una maggiore accettazione di questa esperienza. o alle crudeli e incessanti carestie in Africa ed agli alluvioni in Bangla Desh. quest’anno. insieme con altri rappresentanti delle professioni d’aiuto o delle arti divinatorie. o ai sei milioni di morti dell’Olocausto. Vorrei esplorare questo mito.10 Casa Prima Poiché l’astrologia descrive sia la natura che il momento in cui si manifesteranno i grandi temi archetipici che sostengono la vita degli individui e della collettività. La vittimizzazione collettiva. Eppure. A livello individuale. Di fronte a disastri naturali di tale portata. solo chi possieda una discutibile visione della realtà potrebbe suggerire che tutte queste vittime fossero. di una compagnia o di un datore di lavoro che ci . Oppure pensiamo alla condizione dei neri nel Sud degli Stati Uniti prima e dopo la Guerra Civile. in tempi recenti. La maggior parte di noi opera in campo astrologico non per ricoprire il ruolo di salvatore. ma perché ama con passione questa disciplina. potremmo essere le vittime di forze naturali: pensiamo allo tsunami del Sudest asiatico che. nel dicembre del 2004. è soltanto con la consapevolezza del significato più profondo di tali modelli che riusciamo a tollerare i momenti in cui veniamo vittimizzati e a trasformare le nostre esperienze in qualcosa di creativo che possa arricchire e migliorare le nostre vite. che si tratti di un’esperienza sporadica o sia parte di un modello di vita che continua a ripetersi. piuttosto che una soluzione magica al problema individuale. consideriamo le vittime dell’attacco alle Torri Gemelle o delle bombe nella metropolitana londinese a luglio di quest’anno. gli stessi astrologi sono. o al grande terremoto che colpì Ismit in Turchia nell’agosto del 1999. inclini a percepire se stessi come vittime del meschino e ricalcitrante establishment scientifico. l’atteggiamento bigotto o l’astio: pensiamo a spiacevoli episodi nella storia dell’Occidente quali l’Inquisizione spagnola o i processi contro le streghe a Salem e. inoltre. fece più di 200. il singolo professionista può divenire vittima dei clienti e dei colleghi oltre che di un apparentemente malevolo establishment. o ancora ai giovani americani che. attraverso la stupidità. di un collega terribilmente invidioso o di un’istituzione. talvolta.

rendere sicuro o sano. Anche quando siamo abbastanza adulti da riconoscere che la vita implica disastri totalmente immeritati. come Hitler. risultano sgraditi alla divinità – e. la razza. o venire assaliti e rapinati. risulta ancora difficile accettare che un uomo del genere possa aver ottenuto il potere di vittimizzare. poiché non può esservi vittima senza persecutore e nessun sollievo per la sofferenza della vittima senza la reazione di un individuo o di un gruppo che cerchino di alleviare il dolore. la classe. Gli esseri umani vogliono credere. addirittura. la trascendenza e l’accoglimento del divino. con tutte le loro forze. diventando portavoce – e non nemico . composto da per. La parola persecute (perseguitare) viene ancora una volta dal latino persequi. la vittima partecipi della colpa. si potrebbe sentir dire che l’Uragano Katrina è stato causato dalla natura corrotta della vita a New Orleans – presumibilmente i festeggiamenti del Carnevale. ed entra nella lingua inglese per sostituire la parola anglosassone hoelend. non è infrequente ritenere che. ogni grande religione. o rimanere infettati della malattia di qualcun altro.di un intero gruppo umano in un dato momento storico. in qualche modo. La parola inglese saviour (salvatore) deriva dal latino salvare. seguire. all’opposto dello spettro religioso. le complesse implicazioni di un’ingiustificabile vittimizzazione vengono di solito proiettate su qualcosa che sta “là fuori” e mai “qua dentro”. sostiene di aver risolto il problema della vittimizzazione apparentemente arbitraria di individui o gruppi. durante i quali potrebbe manifestarsi un’implicita ma potente presupposizione secondo cui la donna – o perfino il bambino – abbia “attratto” o “provocato” la violenza subita.Casa Prima 11 prende di mira per il genere. guaritore. offrendo dottrine che attribuiscono la colpa a qualche peccato non riconosciuto della vittima stessa. Echi di ciò si possono rintracciare nella tonalità emotiva che pervade molti processi per stupro. insieme con altre meno grandi. La vittimizzazione che avvenga per mano della Natura o dell’uomo .suscita in noi non solo il desiderio di essere salvati. . Potremmo essere feriti dopo uno scontro con un automobilista ubriaco. ovvero presentano la vittimizzazione come necessario percorso verso la purificazione. certi media arabi potrebbero sostenere che l’uragano è stato la vendetta di Allah contro George Bush. come Sodoma e Gomorra. le preferenze sessuali o. esser chiamati a svolgere il ruolo del salvatore. a un certo punto della vita. alla fine. che la vita è. Il cast Tutti noi potremmo. se esista. in una qualche forma. e sequi. Anche quando si individui in un’inconfutabile fonte di colpa. debba essere incolpato. dentro una collettività che ciecamente mette in scena un antico mito. ma anche profonde perplessità sul perché e su chi. il colore di pelle. inoltre. attraverso o per mezzo di. per i nostri talenti o successi. In certi ambienti fondamentalisti dei media americani. le idee. tuttavia ci sarà sempre qualcuno per il quale la colpevolezza della vittima è un dato a priori. giusta e governata da forze benigne – in realtà. da qualche parte. Nel tentativo disperato di elaborare semplici spiegazioni morali – in bianco e nero – per la sofferenza umana. Quando vediamo qualcuno reso vittima da altri esseri umani.

Si potrebbe essere vittime di un sistema politico o dell’invidia di un individuo o di un gruppo. e se non esiste un ovvio carnefice. specifiche o epidemiche. liberando le generazioni future. a cercare un bersaglio per l’odio. come se non vi fossero altre opzioni o possibilità di rompere la catena. tanto malvagio quanto un persecutore esterno. anche se la vita si comporta bene. infuriato e carico di energia e vita inespresse. La catena archetipica formata da vittima. Le immagini mitiche della vittima sono molte e si presentano nei miti di ogni cultura … La vittima può essere il figlio di genitori vittime a loro volta e che esprimono la loro rabbia ed impotenza vittimizzando la prole con violenze fisiche o psichiche. attendono soltanto la “gioia” di essere sopraffatti e fanno esperienza della rabbia impotente e della disperazione del capro espiatorio. sotto forma di cliente. vi sono individui che sembrano ripetere costantemente il modello della vittima. ma credendosi addirittura salvatori. ci dà la caccia. o perfino vedere con grande chiarezza. Si potrebbe essere vittime di malattie. Si identificano inconsciamente con la figura mitica. possa diventare salvatore e rompere l’incantesimo. Eppure. una o parecchie volte nella vita. ne troveranno uno attraverso un meccanismo di creazione inconscia. carnefice. Allo stesso modo. oppure inconsapevoli eredi di un modello genetico riflesso da un handicap fisico. cosicché la vittima. quasi invariabilmente. vi sono individui che sembrano identificarsi col ruolo del soccorritore come vocazione o compito di vita. o ancora “ereditare” ciò che i greci definivano maledizione famigliare: l’abuso di una dote o di un talento nel corso delle generazioni fino al punto in cui il daimon creativo. esprimono la rabbia trasformandosi in persecutori. è un luogo comune psicologico che la persona che esercita violenza sugli altri ne è stata. per quanto in colpa. il terribile senso di impotenza o la mancanza di autostima che si portano dentro. capro espiatorio e salvatore è eternamente presente nei rapporti con i nostri simili. la vittima colpevole che non sopportano di riconoscere in se stessi. come perpetua condizione interiore. non riuscendo spesso a riconoscere che la vittima impotente che cercano di redimere – là fuori nel mondo o vicina a casa. e attaccando chiunque possa minacciare. Infine. partner. ma condizione interiore cronica quando l’esperien- . Queste persone continuano a sentirsi vittime. vittima durante l’infanzia. figlio o genitore – è identica a se stessi e che la loro salvezza – come anche il recupero di un senso di potenza – dipende dalla loro abilità di salvare un altro. nel mondo esterno. Vi sono coloro che. ci insegue di proposito. perciò. ma non in sé. tentando di rivendicare il potere o la forza magica che percepiscono negli altri. deve esplodere come sintomo o azione compulsiva. Il punto in comune di tutte queste situazioni è che la vittima. come il mitico Oreste. sebbene un appropriato transito planetario possa riflettersi in un incontro diretto con tale modello archetipico. ecco un elenco di alcune delle ripercussioni psicologiche dell’esperienza di vittimizzazione – reazioni abbastanza naturali quando questa esperienza invade le nostre vite. sentendosi vittime.12 Casa Prima Così il persecutore – che sia umano o divino o una forza della natura – ci segue. Continuano. tentando di creare. non merita il grado di sofferenze che le viene imposto.

ricopre entrambi i ruoli. La vittima non lo è sempre. Dioniso. L’impulso a soccorrere gli altri non è un hobby interessante che si sceglie come si farebbe con il ricamo o i cruciverba. e devono riconoscere e lottare con la loro condizione per mutarla in un reale talento di guaritori. chi muore a causa di un disastro naturale è semplicemente una vittima – a meno che non si ritenga che la Natura possieda uno scopo. la prospettiva del mondo antico. Negli antichi rituali ebraici. Allo stesso modo. un rigido codice morale e una capacità di ricordare le offese che duri millenni. diluvi e terremoti. forse. adesso. Orfeo. Quest’ultimo meccanismo genera due tipi caratteristici di coinvolgimento con la vittima “là fuori”. vittima di uno sfortunato incidente e della cieca stupidità di aggressivi centauri ed eroi umani. trovandosi semplicemente nel posto sbagliato al momento sbagliato. si ritrova nella medesima situazione. Hitler e Milosevic. Ma sono innanzitutto vittime. senso di colpa. Gesù. tristemente. neanche l’impulso a perseguitare gli altri è un piacevole passatempo. ed anche il soccorritore può trasformarsi in persecutore o. perseguitato da Dioniso e dalle sue menadi. perché erano arrabbiati con un individuo o una specifica comunità. possa ancora essere viva e vegeta più di quanto ci piaccia credere. analizzare la figura del capro espiatorio. vittima prima di Erode. Tutte queste figure di salvatori guariscono o illuminano o rivelano il percorso verso la trasformazione spirituale ed un aldilà di beatitudine. ancora una volta vittima e carnefice. fu egli stesso perseguitato e reso folle da Era. compassione (quest’ultima. È una spinta compulsiva. Nel mondo moderno. è anch’esso una spinta compulsiva generata dallo stesso dolore. spinto a creare altre vittime per trasferire altrove sentimenti intollerabili. che perseguita Orfeo. o diventa carnefice. al contrario. Non è. da qualche parte in profondità. pertanto. una coincidenza che le vittime del mito sono le stesse figure che appaiono nel ruolo di salvatori. infine. O la vittima diviene salvatore. il capro espiatorio – letteralmente una capra (la parola inglese scapegoat deriva . com’è chiaro se consideriamo le figure di Torquemada.Casa Prima 13 za opera come modello che si ripete: rabbia. perseguitato e fatto a pezzi dal fratello Set. invidia corrosiva. e ancora Attis. non adottiamo questa prospettiva consapevolmente benché. naturalmente. una necessità interiore che nasce dalla sofferenza. Questa era. poi dello stato romano. Il capro espiatorio è un tipo molto speciale di vittima e l’esperienza della vittimizzazione spesso suscita in noi la sensazione di essere stati scelti per quel ruolo. il persecutore vedersi come soccorritore. Gli dei mandavano epidemie. Il capro espiatorio Vorrei. il Grande Inquisitore. Osiride. mancanza di autostima. è meno prevedibile delle altre reazioni e. Chirone. spinto alla follia ed all’auto-castrazione dalla madre-amante. odio nei confronti di chi appare più ricco di talento o più amato. e molti innocenti inevitabilmente rimanevano coinvolti nel cataclisma della punizione. maggiormente una questione di sforzo e scelta consapevoli) e proiezione inconscia dello stato di vittima sugli altri. forse attraverso la compassione e forse per recuperare un senso di potenza.

i capri espiatori possono appartenere ad una stirpe regale – un tema ben descritto nel romanzo di Mary Renault. E questo è il nucleo sia della vicenda del Cristo che dell’antico rito ebraico. piuttosto che segno di imperfezione.per gli individui che presentano questo tema come modello di vita che continua a ripetersi – la storia della vittima. Parrebbe che . giungerà a quello stesso bivio: tornare come salvatore o persecutore. è vittima dell’invidia collettiva. condizione percepita in passato come marchio divino. I significatori astrologici I particolari modelli mitici. mentre si dispiega ed arriva al punto dell’inevitabile scelta. il capro espiatorio divenne un essere umano scelto dalla comunità – un “mangiatore di peccati”. ma perché toccato da Dio. talvolta. per un altro anno. o non ritornare mai più e rimanere per sempre un emarginato.o può possedere apparentemente poteri magici. Queste prime esperienze rivestono le nude ossa della storia archetipica con la carne di ricordi e reazioni. tuttavia rivestito di una magica aura di coraggio e visione prometeica. ma l’origine del rituale e del mito è connessa alla santità e non al disprezzo: il capro espiatorio è un pharmakon. Il capro espiatorio. o entrambi. sempre di più nei tempi moderni. i nostri genitori e fratelli e l’ambiente immediato. di una famiglia o del collettivo. in un giusto rapporto con la divinità. secondo le menti più concrete. Può essere folle – anche questo un marchio divino – oppure un fuorilegge. scelto non a causa della sua inferiorità. Certamente. ha condotto a questa tragica situazione. fortemente personali. fanno il loro ingresso nella nostra vita attraverso la nostra prima esperienza del mondo esterno: il processo della nostra nascita. Nel mito. o per una fortissima individualità . compresa l’atmosfera psichica e l’eredità del background famigliare. In seguito. poi per coloro. Punire e bandire questa figura triste permetteva al gruppo di sentirsi purificato e. di solito una persona handicappata mentalmente o fisicamente. specifici per ognuno di noi. Il capro espiatorio può essere straniero o solitario – qualcuno che emerge per la sua alterità o diversità. un agente di guarigione. abbiamo perduto il senso del background mitico legato al capro espiatorio che. Di conseguenza. The King Must Die – oppure essere mutilati o deformi. in lotta contro il sistema. abbia un esito dipendente dalla consapevolezza e dalla capacità di trovare compassione – prima per sé. tuttavia. sono invariabilmente modellate dal . si tratta spesso di una persona o di un gruppo. I miti continuano a penetrare nella nostra vita attraverso l’incontro con gli altri e le circostanze che affrontiamo nell’esistenza – incontri e circostanze che riflettono e incarnano le immagini interiori che. consacrato e benedetto. Ritorniamo qui alla storia del Cristo. insolitamente brutta o colpevole di qualche crimine insignificante. ricordando vagamente l’antico mito del magico pharmakon.14 Casa Prima da una contrazione di goat who escapes. vittima di tipo molto speciale. è semplicemente divenuto il portatore dell’ombra di un individuo. percepiti come “inferiori” dalla maggioranza. la cui incapacità di affrontare l’invidia e l’odio per se stessi. capra che fugge) – portava con sé i peccati della comunità e veniva abbandonata nel deserto per sopravvivere o morire.

alla fine. ritengo. inoltre. anche nel caso di temi natali identici. Gli aspetti planetari. ci forniscono sempre indizi riguardo alla natura dei modelli che dobbiamo incarnare. dialogare ed estendere i livelli di manifestazione di quei miti ai quali siamo legati. forse. ma anche se riusciamo a distinguere in un oroscopo cose come l’etica e la moralità. Si pongono qui domande molto profonde su che cosa è il fato e fino a che punto esso sia espresso nell’oroscopo e in che modo possiamo riuscire a lavorare. è sempre diverso e ricoprirà con strati di carne diversa le stesse ossa. simboleggino. distorcono o amplificano ciò che siamo da sempre destinati ad incontrare. nella propria vita. esso apparirà nel tema natale. come tema dominante. e una serie di accadimenti che colorano. gli stessi pezzettini di vetro colorato formano e riformano un’infinita serie di modelli. Ma questo è il destino o la rappresentazione di un complesso inconscio? O le due cose. sono di maggiore importanza le scelte consapevoli che operiamo comprendendo – o non riuscendo a comprendere – il significato del modello e riconoscendo – o non riuscendo a riconoscere – le nostre emozioni. creando una miscela chimica tra la predisposizione innata a vedere la vita secondo certe percezioni mitiche. L’ambiente. ed anche i segni zodiacali. Aldilà delle considerazioni più spirituali sull’eredità dell’anima. questa storia archetipica – la vittima e il salvatore – in tutta la sua sottigliezza. producono un’infinita varietà di espressioni che. Senza dubbio. poiché quelle scelte. ciò potrebbe mutare il modello o permettere che si esprima in modi più creativi. non sono create da eventi esterni. Vorrei analizzare due pianeti che. È una storia. i tratti della crudeltà. vi sono innumerevoli sfumature tra un estremo e l’altro. Si tratta di Chirone e Nettuno. piuttosto che un’espressione automatica? È importante poter porre all’astrologia domande che riguardino non solo il grado fino al quale il destino includa il carattere e le conseguenze della scelta. se non trasformare la vicenda della vittima in qualcosa che. Quando uno di questi pianeti è in . migliorano. ma deve essere narrata in qualche maniera. la vita stessa presenta un numero infinito di modi in cui un aspetto o una configurazione planetaria possono essere vissuti da differenti individui. I modi in cui la storia della vittima viene rappresentata variano secondo le circostanze dell’incontro tra l’individuo e il modello. anche Plutone e Saturno sono importanti. rende sacro quanto nasce dal dolore. la propensione all’odio rabbioso. il dono della compassione o la disponibilità ad operare le scelte necessarie per contenere. Come in un caleidoscopio. e un’altra ancora il salvatore che offre la propria condizione di vittima sull’altare del sacrificio ad un fine superiore.Casa Prima 15 mondo esterno. ma scatenate da ciò che incontriamo lungo il cammino. in fondo. in un certo stile. perché già dentro di noi. il mito cerca costantemente un canale di manifestazione. Quando un modello domina la vita di una persona. Se viene riconosciuto un significato. sono segretamente le stesse? Al di sotto dei problemi legati alle figure parentali ed alle reazioni compulsive inconsce. ma. come nei miti. ma desidero concentrarmi principalmente sui primi due. Ogni miscela è unica. la capacità di affrontare sentimenti distruttivi. possono determinare il perché una persona diventi la vittima perpetua o il capro espiatorio e un’altra il persecutore carico d’odio. Naturalmente. o consentire un dialogo.

chi un salvatore. La principessa Diana: Sole trigono a Chirone. Vale anche la pena chiedersi: perché le ferite di Chirone creano talvolta la vittima e. George W. attraverso nostra madre e nostro padre. se entrambi lo sono – il mito entra nella nostra vita direttamente attraverso le prime esperienze di relazione: in altre parole. la condizione di capro espiatorio. è una vittima. Quando Chirone è in aspetto con il Sole. il salvatore o il carnefice? O è. il guaritore saggio o l’individuo buono e innocente soggetto ad un destino doloroso. Potrebbe anche essere un’immagine del Papa. Questo è il punto in cui il mito e la psicologia si incontrano. questo tema si manifesta attraverso la prima percezione della figura paterna come incarnazione del proprio posto nel mondo. Bush: Luna congiunta a Chirone. ma non si tratta semplicemente di una ferita legata alla figura materna. Slobodan Milosevic: Luna congiunta a Chirone. Anche questa è una vicenda di vittimizzazione. nel senso della propria vocazione. chi un persecutore. forse. tra gli esempi citati. queste tematiche entrano nella nostra vita attraverso le prime esperienze di legame emotivo con nostra madre come simbolo di sicurezza e fiducia. la Francia e l’Italia – videro in lui un redentore ed egli percepì se stesso come redentore-vittima. in combinazione con la storia personale. Dane Rudhyar: Sole opposto a Chirone. Chirone e la vittima I temi mitici di Chirone sono: la ferita ingiusta. è la ferita della madre stessa. Ovviamente. una storia famigliare. Quando Chirone è in aspetto con la Luna. alleviato soltanto dal sacrificio finale della sua divinità. specialmente. la divisione tra questi ruoli a non esser chiara? A volte Hitler appariva nelle immagini come salvatore della patria. Adolf Hitler: Luna opposta a Chirone. l’alienazione. perciò. Potremmo trascorrere un’intera giornata su ognuno di questi temi e forse riuscire a distinguere un accumulo di configurazioni che. ma potrebbe non essere così semplice. ma si tratta di una ferita solare radicata. Gandhi: Sole opposto a Chirone. Chi ha sofferto durante il regno del terrore hitleriano non avrà alcun problema a riconoscere il persecutore – ed uno dei peggiori della storia. David Koresh: Sole opposto a Chirone. una condizione ereditata di capro espiatorio che potrebbe risultare nell’assunzione dei ruoli di salvatore o di carnefice. Questa è la storia di una vittima. Perché gli aspetti di Chirone al Sole o la Luna dovrebbero generare compassione in . a braccia aperte. Vorrei mostrarvi rapidamente alcuni esempi. Potremmo credere di sapere con certezza chi. la sua benedizione. un singolo aspetto tra un luminare e Chirone non ci rende vittima o salvatore. che risponde ai fedeli che chiedono. l’ostracismo sociale. Tuttavia una grande nazione – e non pochi in altri paesi.16 Casa Prima aspetto forte con il Sole o la Luna – e. la persecuzione. suggeriscono un’enfasi sul mito della vittima. compresi la Gran Bretagna. altre volte.

presentandosi come una sorta di saggio-maestro. allo stesso modo. Potrebbe. Molti la considerarono una vittima innocente: l’agnello condotto al sacrificio del suo matrimonio (secondo le sue stesse parole). mentre le stesse configurazioni in un altro danno origine ad una spaventosa crudeltà? Oppure dobbiamo cercare altrove la propensione per la compassione o la crudeltà? Dane Rudhyar non è. un atto di volontà che decide di affrontare il destino collegato al mito in maniera particolare? Né è tanto semplice il caso della Principessa Diana.Casa Prima 17 un tema. ci sono molti che la videro come un persecutore. ritenuto una vittima. all’età di tredici anni. condusse una vita piena ed eccitante e. offrendo in cambio qualcosa di creativo. sofferenza e sacrificio. poiché ci sentiamo sempre meglio se riusciamo a processare un criminale di guerra. compassione e desiderio di tornare all’origine – fanno ingresso nella nostra vita. di solito. la congiunzione Luna-Chirone-Nettuno nel suo tema natale riflette un profondo sentimento di vittimizzazione. La sua patria – come accadde nella Germania nazista – lo vide come salvatore. ritorno al Giardino dell’Eden. determinata ad usare ogni possibile tattica per distruggere la credibilità del marito e rovinare l’integrità della famiglia reale. poiché entrambi i genitori si tolsero la vita. anche. dal canto suo. invece. La condizione nettuniana di vittima o salvatore è diversa da quella di Chirone: non una ferita. ma egli fu uno dei massimi carnefici del XX secolo. Tuttavia. di una famiglia distrutta. la vittima di un’infanzia infelice. incarnati dai nostri genitori e dalla loro eredità psicologica e genetica. fu vittima di una malattia che gli causò la perdita di un rene. Scelse. nobile e trasfigurata dalle sue ferite. una altro enigma: mentre viene percepito come carnefice (se non semplicemente come un idiota). ci ritroviamo sempre in una “sala di specchi”. o alle spinte della collettività all’interno della quale si nasce o alla combinazione tra un potente Chirone e le altre configurazioni natali? O è tutto questo più una scelta profonda. di accogliere la vita e viverla il più pienamente possibile. tramite il Sole e la Luna. fu una salvatrice. George W. molti che hanno sofferto meno si lamentano molto di più. Considerando questa vicenda. Slobodan Milosevic potrebbe esser visto come una vittima: la sua è una cupa storia famigliare. . Avrebbe avuto un’ottima ragione per diventare una persona arcigna ed amareggiata. capace di portare conforto agli altri. Eppure egli. anche se la sua aureola appare un po’ appannata negli ultimi mesi. di un disturbo alimentare compulsivo e autodistruttivo e di un marito crudelmente infedele. Bush è. piuttosto che ricercare dentro di noi le vere radici del conflitto. Dobbiamo attribuire tutto ciò alla miscela chimica di temperamento innato ed ambiente. ci ha lasciato una serie di opere che continuano ad essere fonte d’ispirazione per molti astrologi. esser considerato un capro espiatorio. Per tanti altri. molti americani lo salutano ancora come un salvatore. Nettuno e la vittima Le tematiche nettuniane – fusione con il tutto. o all’eredità dell’anima. forse espresso dal suo passato alcolismo. una donna infantile e piena di risentimento.

ma niente meno che l’Armageddon e l’estinzione di tutti coloro. L’ugualmente enigmatico Jung. Esso utilizza l’energia animale di Chirone. capaci di articolare il dolore umano in maniera terapeutica. Nonostante ciò. che la lasciò sorda e cieca. Le vittime nettuniane. prima che la vittima possa diventare un efficace guaritore o uno “zelante” persecutore. ma è probabile che la risposta risieda nelle sue stesse scelte. in alternativa. il persecutore è l’involucro di carne nel quale sono imprigionate. è giusto che desideri la realizzazione. ma da persona piena di grande coraggio ed energia creativa e. tuttavia. Le congiunzioni tra i due pianeti possono segnare le generazioni. Come ella stessa disse: “La gente deve imparare che un cieco non è né un genio. Il collegamento tra Nettuno e Chirone sembra rafforzare il mito della vittima-salvatore. Nettuno. Sebbene ella fosse nata con una vista e un udito normali. a diciannove mesi si ammalò. non da vittima. una mano che può essere addestrata. la dura sopportazione di Saturno o gli istinti di sopravvivenza di Plutone per mobilitare la rabbia o. né un idiota. allo stesso tempo. ambizioni. Possiede una mente che può ricevere un’istruzione.G. o addirittura scatena. nella sua lotta per onorare. Nettuno e Chirone. L’enigmatica principessa Diana presenta un grande trigono che coinvolge il Sole. nella sua sesta casa e in quadrato a Marte (uno dei governatori del tema) e sestile alla Luna. eppure queste non sono le parole di una vittima. È arduo immaginare qualcuno più giustificato nel sentirsi vittima della vita. ma. La loro capacità di empatia potrebbe trasformarle nei più gentili tra i guaritori e nei più fantasiosi tra gli artisti. fu una salvatrice. ritenuti responsabili di perpetuare il regno del Maligno sulla terra. Keller nacque durante una congiunzione di Nettuno e Chirone in Toro. desiderio e sogno. risiede in un luogo di pathos. Per sottolineare questo misterioso legame tra Nettuno e Chirone e il mito della vittima-salvatore. Esempi: La principessa Diana: Sole trigono a Nettuno e Chirone. potremmo considerare il tema di Helen Keller. lo sono a causa dell’incarnazione stessa. né un fenomeno da baraccone. che attende. piuttosto che ribellarsi contro la vita. la donna visse una vita piena e produttiva. cosicché possa conquistare la luce grazie al lavoro”. delle quali. ed è dovere di tutti aiutarlo a dare il meglio di sé. per molti. poiché anche queste ultime possono essere vittime sacrificali nel corso della storia collettiva che si dispiega. Jung: Sole quadrato a Nettuno e Chirone. a Freud – ha sia Nettuno che Chirone in quadrato al Sole. Gandhi: Luna trigona a Nettuno e Sole opposto a Chirone. C. il loro senso di impotenza potrebbe generare una rabbia simile a un diluvio universale. David Koresh: Luna quadrata a Nettuno e Sole opposto a Chirone. porre la domanda critica su quale sia il suo significato.18 Casa Prima ma la pesantezza del mondo terreno e il peso della sofferenza e della solitudine umane premono sul sogno nettuniano di unità con l’origine di tutte le cose. Forse il tema natale potrebbe spiegare perché non si identificò in quel ruolo. . colleghi e discepoli e come persecutore a suoi rivali – e sicuramente. che apparve come salvatore ai suoi pazienti. probabilmente di meningite. non solo la vendetta contro un individuo o un gruppo.

siamo tutti soggetti al dolore di Chirone di fronte all’ineguaglianza e l’ingiustizia. Gandhi: Luna in un grande trigono con Nettuno e Saturno.Casa Prima 19 Saturno e Plutone Le tematiche plutoniane della minaccia. poiché questi pianeti appaiono nei nostri temi. e la spinta compulsiva a riconquistare la propria autorità potrebbe risultare in atteggiamenti di crudeltà ed odio vendicativo. potrebbe dar vita al salvatore astuto che niente porta in modi concreti e visibili. ed al riconoscimento saturnino della nostra solitudine. più Sole opposto a Chirone. dell’inferiorità e dell’isolamento possono alimentare un già esaltato senso di vittimizzazione. la sopravvivenza. allora Saturno potrebbe essere divorato dall’invidia oppure il senso d’inferiorità venir proiettato e attaccare costantemente coloro che “là fuori” appaiono come inferiori – perseguitare gli altri quasi sempre implica un sentimento di invidia. però. non più di qualsiasi altro pianeta. quindi. nella nostra vita tramite le relazioni famigliari. facilmente trasformabili in un meccanismo di auto-sabotaggio compulsivo o nella persecuzione altrui a causa di una gelosia inconscia. Per qualcuno. in quanto esseri umani. Se Plutone è potente nel tema. ma quando è forte nel tema. l’autorità personale e la realizzazione concreta di ideali e talenti sono ostacolate e minacciate. o una combinazione. allora il pianeta potrebbe operare un’inversione. i temi saturnini dell’invidia. . similmente. ma la capacità di sviluppare ed esercitare il potere creativamente è ostacolata o minacciata. Saturno in combinazione con Chirone o Nettuno potrebbe suggerire un modello nel quale la vittimizzazione va di pari passo con l’odio di sé e il senso di colpa. Neanche Saturno. Plutone non indica automaticamente la vittima. insieme con Chirone o Nettuno e in relazione ai luminari. se non la maggior parte di noi. quando il pianeta è in aspetto con il Sole o la Luna. Allo stesso modo. mentre l’autosufficienza. rappresenta la vittima. Plutone si lega all’immagine della vittima a causa della tematica del potere come garanzia di sopravvivenza. Tutti i temi che ho mostrato. hanno combinazioni di questi pianeti con il Sole la Luna o entrambi. potrebbe suggerire un modello nel quale la vittimizzazione è sentita come forma di umiliazione e perdita di potere. che lo possiedono in misura maggiore. l’essere. di questi pianeti. separazione dagli altri e mortalità. Ciò non significa che siamo tutti vittime – tranne nel senso che. Slobodan Milosevic: Sole quadrato Saturno insieme con Chirone-Plutone-Luna. insignificanti all’interno della catena della vita terrena. In se stesso. sono visti come una minaccia. al desiderio di Nettuno che sorge dalla visione di qualcosa di eterno che esisteva prima della nostra nascita e ci attende dopo la morte. La perdita di potere significa umiliazione ed estinzione e coloro. come Plutone. dell’annientamento e della scoperta del potere di rigenerazione si manifestano. Ovviamente molti. Per alcuni. percependo persecutori ovunque ed assumendo proprio quest’ultimo ruolo per assicurarsi il potere e. infine. ancora. hanno i luminari in aspetto con uno o l’altro. però. alla consapevolezza plutoniana della nostra impotenza di fronte alla Natura ed alle forze collettive.

20

Casa Prima

È proprio questo, mescolato con specifiche esperienze, che accenna alla ripetizione del modello, all’importanza del mito, al dominio dell’archetipo ed alla necessità di comprendere che le ferite e la vittimizzazione, specialmente durante l’infanzia, possono, se non miriamo a prenderne coscienza, trasformarsi in commiserazione ed odio per se stessi, in risentimento verso coloro che sembrano avere ciò che ci è stato negato, in desiderio, conscio o inconscio, di procurare un danno. Potrebbe, inoltre, mutarsi in un triste modello di auto-vittimizzazione: scelte operate non per fornire nutrimento alla nostra vita, ma per causare ulteriore dolore e perdita. La consapevolezza ed una certa compassione per noi stessi, mentre riconosciamo la vita segreta di queste figure mitiche dentro di noi, può anche aiutarci ad affrontare il comunissimo problema di chi si identifica nel salvatore, perché si sente segretamente una vittima e tenta di trarre potere dal ruolo archetipico. L’astrologo che lavora direttamente con i clienti incontrerà quelli che vivono un’esperienza di vittimizzazione. Non è difficile lavorare con i transiti del momento – specialmente quelli di Chirone, Nettuno, Plutone e Saturno – e chiarire il significato del periodo e la sua durata. Più difficile operare con coloro che sono bloccati in un modello di vittimizzazione o persecuzione, ed ancora peggio gestire chi assume, spesso involontariamente, il ruolo del salvatore e fa esperienza del sacrificio, dell’esaurimento e della rabbia accumulata che accompagnano una tale identificazione con una figura archetipica. Potremmo immaginare di non dover incontrare molti persecutori nel corso del nostro lavoro, benché sia risaputo che anche gli Hitler di questo mondo – grandi e piccoli – consultano gli astrologi. Il carnefice potrebbe nascondersi dietro il salvatore o la vittima e lo incontreremo inoltre – se non direttamente – nelle esperienze di persecuzione dei nostri clienti e, senza dubbio, potenzialmente in noi stessi. Notare potenti configurazioni planetarie, che coinvolgano Chirone, Nettuno e i luminari, non è in sé particolarmente utile, se non riusciamo a vedere aldilà delle manifestazioni concrete del mito che giace al di sotto. E in che modo traduciamo quel mito in parole che possono aiutare a liberare in parte la rabbia e a trasformare la percezione causale che invariabilmente attribuisce la colpa a sé o agli altri? Ritengo che questo sia uno degli ambiti più difficili in cui lavorare, nondimeno perché la vittima è stata sempre avvolta da un velo di sentimento religioso e le radici del mito riguardano il sacrificio, la trasformazione e il sobbarcarsi pesi altrui. Ogni amarezza, ferita e delusione personali “gonfieranno” la situazione, in senso positivo o negativo, rendendo ancora più ardua l’identificazione di un terreno neutrale su cui porsi. Non posso pretendere di avere una “soluzione” per questo, il più antico e potente tra i temi mitici, quando si presenta nella vita degli uomini. Vi sono, inoltre, momenti nella storia in cui questo modello archetipico sembra dominare i media, i giornali e la nostra percezione di ciò che accade nel mondo. Facilmente, potremo cadere in uno stato di prostrazione di fronte al mistero della sofferenza. Il significato dell’incontro individuale con la vittimizzazione può soltanto emergere dall’interiorità della vittima stessa: nessun libro di testo lo spiegherà all’astrologo. Potrebbe rappresentare un rito di passaggio per tagliare i ponti col passato, un percorso

Casa Prima

21

di scoperta che riveli la gentilezza degli amici e della comunità o un necessario infrangersi di pericolose illusioni sul mondo e su noi stessi. Potrebbe essere il mezzo attraverso il quale sperimentiamo l’isolamento, un prerequisito fondamentale per il lavoro creativo o per acquisire un senso durevole di valore personale. Potrebbe rimanere, per sempre, un mistero che richiede un atto di fede e di impegno nei confronti della vita, oppure una disponibilità a sperimentare la separazione dagli altri. I pianeti in transito o progressi – specialmente quando vediamo Chirone, Nettuno, Plutone e Saturno al lavoro – possono fornirci indizi, ma lo spostamento dal dolore e la rabbia verso la comprensione e la compassione è un processo, non un’affermazione intellettuale. Ciò che importa è riuscire a porre le domande giuste, piuttosto che reagire ciecamente. Forse un ragionevole punto di partenza potrebbe essere la comprensione del perché l’astrologo – che gli piaccia o no, che lo voglia o no – divenga il salvatore di molti, per quanto si affermi – probabilmente con sincerità – che è l’oroscopo, e non l’astrologo, il depositario di ogni intuizione e risposta disponibili. Di conseguenza, potremmo impegnarci a capire perché, individualmente, abbiamo scelto di assumere quel ruolo – e sforzarci di onorare non solo ideali ed aspirazioni personali, ma anche ferite e dolori, il bisogno di sentirci importanti e la differenza tra compassione sincera e bisogno di potenza. È necessario un cucchiaio molto lungo per ingoiare a sorsi il male e il mondo degli archetipi; e quel cucchiaio dovrebbe esser costituito da una dose di duro realismo su noi stessi e molto più che una certa capacità di auto-ironia, quando allarghiamo le braccia per esser messi in croce o tentiamo di staccare i chiodi dalle mani altrui. È sempre utile ricordare la profondamente ironica, tuttavia salutare, scena finale di Brian di Nazareth, il famoso film dei Monty Python, in cui decine di vittime crocifisse, per quanto si riesca a vedere, cantano: Rallegrati, Brian. Sai cosa si dice. Nella vita, qualcosa è brutto, E davvero può farti impazzire. Altre cose ti fanno imprecare e maledire. Quando mastichi la durezza della vita, Non brontolare, ma fischietta! E ciò aiuterà a far sì che le cose vadano per il meglio. Poiché la vita e proprio assurda, E la morte è l’ultima parola. Bisogna sempre affrontare la calata del sipario con un inchino! Dimentica il tuo peccato – sorridi al pubblico, Divertiti – è, comunque, l’ultima chance! Perciò… Guarda sempre il lato bello della vita…
Estratto dalla Conferenza tenuta al Congresso internazionale di York, settembre 2005. Vedi anche a pag. 176 la recensione dell’ultima traduzione in italiano su Urano (L’arte di rubare il fuoco).

22

Casa Prima

HELENE KINAUER SALTARINI

L.A. 142-120

Fig. 1. Il grafico di Helene Kinauer Saltarini, nata a Vienna il 5 gennaio 1925, alle ore 4:20. (Dati gentilmente forniti da Grazia Bordoni). (Sul prossimo numero riporteremo degli scritti di questa amabile cultrice di Astrologia scomparsa il 27 gennaio u.s.).

troviamo che questo archetipo ci dà una donna che tende a proteggere. Chiaramente rappresentando Venere come Anima per l’uomo. Vergine. 1. Quando mi sono imbattuto nel libro di Nadia Neri sulle donne di Jung e di lì incuriosito ho approcciato il saggio di Toni Wolff “Forme strutturali della psiche femminile”. ad occuparsi amorevolmente. PASSIONE E CONOSCENZA: VIAGGIO NEL PIANETA AMORE VENERE E LE TIPOLOGIE DELL’INNAMORAMENTO L. Per cui qui di seguito tenterò una sintesi tra l’opera della Wolff e le interpretazioni della Venere astrologica nei quattro elementi e nei segni in essi contenuti. attraverso la sua posizione nei quattro elementi. di tutto ciò che nella persona affidata alla sue cure non è ancora sviluppato e necessita di protezione e accudimento. La Wolff delinea quattro tipologie psichiche riferite a modelli di donne. come ha ben evidenziato Jung. 142-180 Un’analisi sul modo di amare di Venere. cioè la sua controparte sessuale. Partendo dalla prima forma che è costituita dalla Madre e associata alla posizione di Venere nei segni di Terra (Toro. mi è sembrato di trovare una descrizione ben precisa delle tipologie elementali di Venere. Chiaramente tutto ciò ha anche una va- . o comunque sempre con grande senso di responsabilità. Il tutto è ben evidenziato dallo schema n. il suo modo di vivere ed amare a seconda dell’elemento in cui essa si trova. basati su due coppie di opposti: Madre – Etera sul piano personale che si contrappongono a loro volta al piano impersonale della coppia Medium – Amazzone.A. i significati calzano bene anche per lui e talvolta sembrano modellati più su una tipologia maschile che femminile.Casa Prima 23 Paolo Crimaldi VENERE TRA AMORE. Capricorno). nonché per traslazione nelle case cosignificanti.

anche se questi si è emancipato e non ha più bisogno del suo aiuto. Naturalmente non bisogna pensare a questa persona come una razionale.24 Casa Prima lenza negativa. naturalmente. Ha il potere di aiutare il suo compagno a raggiungere uno sviluppo della personalità completo. Tutto ciò dà loro un forte potere. angosciosa del proprio oggetto d’amore. anche se poi gli richiede la quasi totale abnegazione a lei. il più delle volte del tutto inconsapevole a livello di scelta. di infondergli autostima e spingerlo verso traguardi che senza di lei le sarebbero molto probabilmente preclusi. tra sentimenti di vera dedizione e abnegazione. In Toro sicuramente possiamo veder presente per antonomasia l’archetipo della Grande Madre. anche quando l’altra persona è andata via e ha preferito proseguire da sola. dell’avventura vissuta nella più totale passionalità. le mette una forma di angoscia che può condurla nel caos più totale. Infine la Venere nel segno del Capricorno porta la persona ad amare in modo prospettico – finalistico. sulla vita dell’altra persona e una forma di sicurezza che ben si allinea alle necessità dell’elemento Terra della loro Venere natale. un obiettivo da realizzare. senza però dimenticare anche il grande costo che richiede sia in termini personali che non. un po’ come una volta lo erano i figli per i genitori quando non c’erano pensioni e sostegni di welfare che permettevano di poter continuare a vivere anche se non si poteva più lavorare ed avere quindi una fonte di reddito. ossia la sua dedizione verso il partner e all’interno del rapporto è sempre diretta verso uno scopo. sulle proprie gambe senza dover più dipendere da lei. La forma opposta a quella della Madre è l’Etera. cercando di agevolare la loro vita. Questa forma di “femminile” la si ritrova chiaramente anche nel modo di amare. si tratta di un modo di amare e dedicarsi sicuramente materno. Ossia queste persone tendono ad essere materne nei confronti dei loro partner. a volte anche grandi. fredda e cinica. detta anche compagna. pur di far star bene la persona che hanno scelto di amare. rende unico il proprio partner e lo fa sentire al centro della propria attenzione. di colei che quando ama protegge e avvolge. pratici. ad altri di rabbia e frustrazione. tanto per usare un termine mutuato dal lessico junghiano. Le sfumature. perché ha dei forti sentimenti che necessitano solo della sicurezza che la storia può avere un futuro per potersi poi manifestare. colei che ha la funzione di rendere il proprio partner forte. legata eccessivamente alla cura ossessiva. Mentre. perché per quelle c’è sempre l’opportunità del tradimento. cercando di organizzare accuratamente la vita di coppia e trovando sempre l’occasione per non avere tempi morti. assumendosi responsabilità. ma sempre però fine a se stessa. Comunque in genere sceglie il partner sempre meticolosamente e raramente si lascia andare alle folli passioni. poiché l’imprevisto. ma molto più attento all’esterno. ma è una “assicurazione” sul futuro. se Venere si trova nel segno della Vergine. possono essere anche abbastanza definite a seconda del segno in cui cade Venere. ai bisogni concreti. Il suo prendersi cura dell’altro non è un semplice e disinteressato atto d’amore. In tal caso può capitare che queste persone sviluppino una particolare attitudine a mantenere il ruolo di madre. a fargli fare contatto con la sua Ombra e . o anche il semplice silenzio.

La Venere nel segno dei Gemelli è quella che dà una particolare facilità nel rendere la relazione una vera e propria sfida culturale. La persona che ha la Venere in Gemelli è attratta da chi ha una forte determinazione e chiarezza nell’andare avanti e quindi le si rende possibile stimolare e apportare tutta la sua ricca vita intellettiva. portando nella relazione l’elemento intellettivo. Per cui il proprio compagno diventa non solo amante. che escono dai canoni . La Wolff ritiene che l’Etera è il genere di donna che può portare l’uomo alla separazione dalla propria moglie (e/o dalla madre) perché lo comprende profondamente. a dare il massimo. Infatti la Venere in questo elemento diventa compagna per eccellenza. di una condivisione comune di un progetto che inizialmente può apparire anche utopico. un modo di arricchimento e stimolo reciproco a realizzare cose che senza l’aiuto dell’altro non sarebbero mai potute arrivare alla meta. tanto da ridargli nuova vita e spingendolo a sperimentare tutte quelle strade che si era precluso per un senso di responsabilità nei riguardi del proprio entourage familiare. Per certi versi è così seduttiva da diventare una vera e propria Circe. infondendogli quella carica vitale che aveva perduto. In genere queste persone sono attratte da partner un po’ strani. irrealizzabile. ha la capacità di vedere le loro potenzialità.” (pag. socio. o almeno così gli fa credere. anche se ciò può presentare degli inconvenienti e dei pericoli oggettivi per la relazione. nell’appoggiarlo a realizzarsi e del resto è ormai noto che dietro uomini che hanno raggiunto il successo c’è sempre la figura di una grande donna Etera. tanto da risultare un vero e proprio motore propulsivo alla realizzazione del suo partner. del rischiare in prima persona. scrive la Bolen: “Talvolta la donna ha il dono di attirare a sé molti uomini che la considerano la ‘donna speciale’. la Venere nel segno dell’Acquario porta ad amare e a costruire relazioni basate sul senso di una forte amicizia. poiché in loro c’è quel forte potere seduttivo e quella capacità di far sentire il proprio partner al centro della loro vita. di credere nei loro sogni e di ispirarli a realizzarli. sicuramente di quella parte legata alla sfera sociale e professionale. ma anche amico. ma che solo grazie alla forte determinazione e ostinazione (non dimentichiamoci che si tratta anche di un segno fisso) può con il tempo diventare realtà. ma di riflesso anche di se stessa.Casa Prima 25 con la parte soggettiva della sua Anima. ma anche e soprattutto su quello sociale. Mentre coloro che hanno la Venere in Bilancia possono essere l’incarnazione assoluta dell’archetipo dell’Etera. una compagna silenziosa e appartata in pubblico. senza però il peso delle responsabilità. Proprio in relazione all’Etera. 219) Questa tipologia è ascrivibile alla posizione di Venere nei segni d’aria. Infine. collega. tanto da subdolamente “obbligarlo” a non deludere e quindi ad attivarsi ad essere sempre al meglio. oltre che per se stessa. la capacità di creare qualcosa d’importante non solo sul piano personale. ma di grande potere e influenza in privato e soprattutto una indefessa sostenitrice delle idee e dei progetti del proprio uomo. Ma il lato positivo di questa donna sta proprio nel rendere grande il suo uomo. spingendolo cosi all’ambizione e alla realizzazione se non proprio di se stesso.

pur sapendo. La Venere nel segno dell’Ariete tende a dare una natura fortemente passionale e impulsiva e una particolare impulsività. siano esse di natura strettamente sentimentale ed erotica che amichevoli. mista a forte impetuosità. legata al piano impersonale. In genere è la passione a fare da padrone nella vita di queste persone e difficilmente si accontentano di rapporti basati su compromessi o che richiedono da subito l’assunzione di responsabilità. Una volta raggiunta la meta. Mentre chi ha Venere nel segno del Leone. sia essa pratica o emotiva. proprio a quello maschile. Sono individui molto indipendenti e non amano i rapporti simbiotici o comunque particolarmente legati da cose in comune. la quale in genere dà sempre una forte autonomia psichica e affettiva e una forte capacità di tuffarsi con estrema passione e una grande dose d’impulsività e precipitosità. è quella dell’Amazzone. colei che a differenza dell’Etera non vive alla luce del suo compagno. oppure finalizzata all’assunzione di potere e privilegi che possono arrivare dallo status del partner. essere presenti. ma tutto parte dal loro sistema di valori e quindi anche il proprio modo di amare nasce esclusivamente da quelle modalità che esse ritengono necessarie al proprio benessere emotivo e di riflesso del proprio partner. di fondo ha una forte generosità. spesso. nelle relazioni interpersonali. quando si viene a creare una necessità. che talvolta spinge a vivere più le avventure che non i rapporti veri e propri. generosi e disponibili nel momento del bisogno. La terza figura. parte di successo e di visibilità che ha lui e sicuramente non si metterà mai al suo servizio o comunque in secondo piano affinché possa realizzare un suo progetto. strutturati e finalizzati ad una stabilità. che naturalmente è molto più evidente se si tratta di una donna e in genere hanno un universo mentale ed affettivo simile. specie se implicano dei sacrifici o delle semplici rinunce.26 Casa Prima classici e ancor più provano una profonda affascinazione dalle loro idee che per quanto assurde possono essere. In genere è molto forte in loro la parte maschile. però. proprio grazie al partner. non necessariamente egoistica. se non sovrapponibile. Questa forma strutturale è legata alla posizione di Venere nei segni di Fuoco. Per alcune persone può essere la continua ricerca di qualcosa che dietro varie spiegazioni filosofiche non serve altro che a celare il proprio bisogno di libertà e autonomia al fine di rag- . anche perché si ha la sensazione che nel rapporto si è la parte che dà molto di più e quindi può concedersi dei privilegi di tanto in tanto… Infine la Venere natale nel Sagittario comporta una profonda curiosità per tutto ciò che è diverso da sé e quindi anche a livello relazionale c’è costantemente il bisogno di sedurre chi apporta questo elemento di estraneità nella propria vita. ma vuole la stessa. Qui troviamo la donna profondamente indipendente. Queste persone hanno una affettività autoreferente. se non maggiore. in alcuni casi può esserci anche un ingenuo egoismo che può portare a rapporti tumultuosi e talvolta interrotti anche bruscamente e di cui non se ne comprende la ragione. da parte del proprio compagno. possono essere realizzare e diventare motivo di successo per entrambi. in genere ci si adagia sugli allori e ben difficilmente si tengono in grande considerazione i bisogni del partner. ma spesso interessata. magari semplicemente per fare colpo nella fase iniziale del corteggiamento.

Casa Prima

27

giungere più agevolmente i propri scopi, ma allo stesso tempo c’è il forte bisogno di sentirsi continuamente stimolati intellettivamente al fine di poter fare da insegnante nei confronti del partner e mantenere un potere su di esso. Se la Venere in Leone dà la necessita di avere partner sudditi, quella in Sagittario vuole i propri partner dei veri e propri discepoli. Infine abbiamo la quarta forma di tipologia psichica che è costituita dalla donna Medium, che la Wolff subito avverte di non confondere con la donna dotata di poteri paranormali, poiché ella è la manifestazione inferiore del tipo, in quanto completamente assorbita dal suo inconscio. Questa donna è molto percettiva e sensibile e si pone sempre al centro della vita, pur mantenendo un atteggiamento neutrale, ma soprattutto è sempre immersa nell’atmosfera psicologica della sua epoca e del posto nel quale vive e quindi in profondo contatto con l’inconscio collettivo. Però ciò rappresenta un limite per il proprio Io, poiché l’inconscio collettivo travolge e indebolisce l’Io, rendendola insicura circa le proprie idee e intuizioni., ma tutto ciò non le dà un ancoraggio alla realtà e in alcune occasioni può metterla dinanzi al caos più totale. Come scrive la Wolff: “Essa può essere fonte d’ispirazione per le altre persone e particolarmente per l’uomo, poiché la donna medianica sente i fondamenti archetipici del suo spirito, li attiva ed in certe condizioni li rappresenta, spesso ella dà corpo al lato impersonale dell’Anima impersonale di lui e lo trascina in un vortice nel quale ella stessa è travolta.” (in Neri, pagg. 56/57) Poiché questa donna ha la forte capacità di “sentire” ciò che nell’altra persona è ancora inconscio, ciò può costituire un forte fattore di sofferenza e distruttività anche verso se stessa, poiché si ritrova a convivere con situazioni che molte volte sono evidenti solo alla sua mente medianica, sensitiva e fortemente percettiva. Sempre la Wolff crede che nell’aspetto positivo della tipologia Medium, questa donna possa essere al servizio: “… di un nuovo spirito del tempo che germoglia, come le prime martiri cristiane o le mistiche del Medioevo. Ai nostri giorni ella può diventare grafologa, astrologa, chirologia; nei tempi antichi aveva una funzione sociale come veggente, sibilla, sciamano.” (in Neri, pag. 57) Chiaramente questo tipo di donna non può che essere collegata alla posizione di Venere nei segni d’acqua, principio primo dell’intuizione e della medianità anche e soprattutto a livello affettivo. In genere le persone che hanno questa posizione di Venere nel proprio tema natale sono particolarmente sensibili ed empatiche nei confronti del partner, tanto da sentirne i più impercettibili cambiamenti d’umore e facendosene carico e soprattutto lasciandosi fortemente condizionare emotivamente tanto da drammatizzare eccessivamente e rischiando di mettere in serio pericolo la stabilità del rapporto, se non la relazione stessa, a causa di cambiamenti non ancora pronti ad essere resi coscienti e metabolizzati da parte del partner. In particolare, quando Venere si trova nel segno del Cancro è molto probabile che la persona acquisisca una particolare sensibilità durante il corso della vita nel cogliere al volo, anzi il più

28

Casa Prima

delle volte in netto anticipo, le esigenze, i bisogni del proprio partner e di realizzarli ancor prima che si manifestino coscientemente, diventando una specie di fata buona a cui però è difficile riconoscere il merito di quanto fatto poiché il tutto è avvenuto sempre per via inconscia, mai chiara e definita, o comunque richiesta manifestamente dall’altra persona, tanto da finire con l’apparire poi, qualsiasi cosa si faccia all’interno della relazione, come scontata e dovuta e alimentando così, se perpetrata, un senso di frustrazione e rabbia che in alcuni casi genera risentimenti profondi che minano pericolosamente la stabilità della relazione. Quando invece Venere si trova nel segno dello Scorpione c’è la reale possibilità che la persona tenda a vivere in modo totalmente simbiotico con il partner, sviluppando una vera e propria forma di telepatia, tanto da perdere il confine tra il proprio e l’altro Sé e rischiare così il totale annullamento nell’altro. Il pathos dato dal sentirsi un solo corpo e una sola anima naturalmente comporta un vissuto emotivo profondo, ma anche estremamente pericoloso in quanto non riconosce il bisogno, tanto da parte propria quanto dall’altra parte, di spazi in cui poter stare da soli, di sentirsi liberi e ancora capaci di desiderare il partner. Infatti il vero problema può essere costituito dal passare del tempo che comporta in questo avvinghiante abbraccio fusionale la perdita del desiderio dell’altra persona, la perdita di quel particolare mistero che appariva così insondabile e che aveva fortemente attratto il partner verso chi ha la Venere in questa posizione natale. Infine la Venere nel segno dei Pesci comporta un tipo diverso di attaccamento, molto più subdolo e per certi versi vicino a quello che gli psicologi chiamano del “doppio legame”. Ossia queste persone tendono a creare un legame doppio, ambiguo con il partner, basato su due linguaggi e comportamenti differenti, a volte anche diametralmente opposti. È possibile passare da momenti di profonda dedizione e sottomissione ad altri di totale lontananza e imprendibilità, da lasciare esterrefatto anche il più poliedrico dei compagni di viaggio. Del resto la forte nota romantica, capace di intenerire e sciogliere anche il più duro dei partner è uno strumento pericoloso nelle mani di queste persone, le quali hanno sempre bisogno di ritrovarsi coinvolte in struggenti relazioni, ma quando sono ormai paghe di tale pathos, sono anche pronte ad aprire una porta che le porti via lontano, magari in altre avvincenti e forti emozioni. Il detto “in amore vince chi fugge” è particolarmente vero per questi individui, i quali per poter stare stabilmente in una relazione devono non avere mai la consapevolezza che l’altra persona è totalmente in loro pugno. In altre parole un po’ di sano sadismo, freddezza, indifferenza è ciò che serve loro per stare stabilmente in una relazione e per consolidarla. BIBLIOGRAFIA ■ J. BOLEN, Le dee dentro la donna, Ed. Astrolabio. ■ N. NERI, Oltre l’ombra, Ed. Borla

Casa Prima

29

Renzo Baldini

IL MITO DI ERCOLE E LA PRECESSIONE DEGLI EQUINOZI
L.A. 142-185

È possibile collocare nel tempo le Fatiche di Ercole? Una ricognizione sulla ‘precessione degli equinozi’ ci dice che la cosa non è impossibile, in special modo se ci rifacciamo alle gesta di un altro grande eroe dell’antichità, Gilgamesh. Le imprese sostenute da questi due eroi e cantate nei millenni sembrano far riferimento ad un fatto astronomico, cioè al cambio di era da quella del Toro a quella dell’Ariete, che stimiamo essere avvenuto nel 2326 a.C. Ma se così è, allora nulla vieta di andare avanti e, studiando il mito di Ercole, arrivare a collocare nel tempo e nello spazio anche la sua nascita, ovvero provare a stilare il Tema Natale del nostro eroe! Innocuo ‘divertissement’ che, con la scusa del gioco, ci permette di parlare di Costellazioni, Segni e Zodiaci, il tutto per conoscere più da vicino il cielo, i suoi misteri, la sua bellezza. La nascita di Ercole Ercole (Herakles, Eracle in greco) è il più celebre degli eroi greci, figlio di Zeus e di Alcmena, donna mortale nipote di Perseo. Si racconta che Zeus, invaghitosi della bella Alcmena, approfittando dell’assenza del marito di lei, Anfitrione, prese le sue sembianze e giacque con lei per una notte che egli fece durare quanto tre: “Ermete, per ordine di Zeus, aveva indotto Elio a spegnere i fuochi solari e a trascorrere il dì seguente a casa… la procreazione di un grande eroe quale Zeus aveva in mente non era infatti cosa che si potesse sbrigare in fretta…Ermete poi ordinò alla Luna di rallentare il suo corso, e al Sonno di intorpidire le menti degli uomini affinché non si accorgessero di quanto stava accadendo. Alcmena… godette innocentemente delle gioie coniugali col suo supposto marito per trentasei ore”.1 Da questa unione nacque, nella città di Tebe, Ercole. Alcmena, temendo però la gelosia di Era (moglie di Zeus), abbandonò il neonato in un campo fuori le mura della città. Zeus voleva che il bimbo diventasse immortale, ma per far questo avrebbe dovuto essere allattato da una dea. Su istigazione di Zeus, Atena condusse Era a passeggiare in quel campo: “Guarda che bel bimbo, Era!” disse Atena simulando sorpresa. “Sua madre de-

poeti e scrittori. e molti eroi o divinità solari (es. ovvero le giornate. tu hai del latte. come si suol dire. la loro successione variando secondo gli autori. Eroe solare Ercole è un eroe solare.C. ognuno esponendole attraverso la propria arte. ed Ercole si vi si attaccò con tanta forza che la dea gemendo per il dolore lo allontanò da sé. secondo altri ‘il glorioso dono di Era’. Gesù) ‘nacquero’ al solstizio invernale. l’ordine cronologico delle 9 Cinto di Ippolita dodici Fatiche così co10 Cattura dei buoi di Gerione me si trova illustrato sulla mètope nel tem11 Raccolta dei pomi aurei delle Esperidi pio di Zeus a Olimpia 12 Discesa nell’Ade (circa 460 a. Ercole è conosciuto per le sue ‘Dodici Fatiche’. Il nome Ercole significa ‘gloria di Era’. danne a questa povera creatura!”. Mitra. quando il Sole. l’unica cosa certa (tutti gli autori qui concordano) è che iniziano con l’uccisione del leone di Nemea. un getto di latte volò verso il cielo e divenne la Via Lattea. ovvero il Capricorno. molto 4 Cattura del cinghiale di Erimanto probabilmente per le5 Ripulimento delle stalle di Augia garle alla nuova scan6 Uccelli di Stinfalo sione temporale solare di dodici mesi che sop7 Cattura del toro di Creta piantò quella lunare di 8 Cattura delle cavalle di Diomede dieci.30 Casa Prima ve aver perduto il senno per abbandonarlo così! Suvvia. annunciando la vittoria sulle tenebre (è in quei giorni infatti che la quantità di luce riprende ad aumentare.): . raggiunta la sua più bassa declinazione. ottobre (ottavo mese). Sconsideratamente Era prese il bimbo e si denudò il petto. Ma ormai Ercole era immortale e Atena sorridendo lo restituì ad Alcmena raccomandandole di averne cura e di farlo crescere bene. imprese che hanno nei secoli solleticato la fantasia di pittori. Zeus. riprende a salire. Ciò sembra ricollegarsi ad un antico calendario di dieci mesi i cui resti ancora oggi esistono nei nomi di settembre (settimo mese). “Quale mostro è mai questo bambino!” gridò Era. Non esiste un ordine cronologico fisso delle Fatiche di Ercole. Sta di fatto comunque che 2 Distruzione dell’idra di Lerna nel mito le Fatiche si 3 Cattura della cerva di Cerinea sono imposte con il numero di dodici. e il fatto che lo sia viene ribadito anche da certe leggende che dicono che egli nacque quando il Sole stava per entrare nella decima Costellazione. Di seguito. espressioni che appaiono però in contraddizione con l’odio con cui la dea Era lo perseguitò nella vita. Apollo. cominciano a riallungarsi). novembre N° FATICA (nono mese) e dicem1 Uccisione del leone di Nemea bre (decimo mese). Alcuni poi dicono che le Fatiche furono dieci e che divennero dodici solo perché due furono ritenute non valide quindi ripetute.

così se la prima fatica è Leone e la seconda Cancro. ecc. mandato da Era per disturbare Ercole nella sua lotta contro l’idra. molti hanno pensato che. con quello dei Segni (sicuramente quello che è l’ordine cronologico delle Fatiche a tutt’oggi accettato altro non è che un insieme di aggiustamenti via via eseguiti nel corso dei secoli e tesi a ritrovare una loro perduta originalità). anteponendo anche la dodicesima all’undicesima. per ricompensare l’animale dei suoi servigi. Tale sistema. come ad esempio lo storico greco Diodoro Siculo (90-20 a. Anche in epoca moderna vi sono state rivisitazioni delle dodici Fatiche in chiave astrologica. oppure pensiamo al poeta greco Euripide (485-406 a. a varie interpretazioni di natura astrologica. lo immortalò tra i Segni dello Zodiaco). cozza però con la difficoltà di far combaciare il significato delle Fatiche. la più conosciuta delle quali è quella della teosofa e pensatrice inglese Alice Anna Bailey (1880-1949). fondatrice nel 1923 a New York della Scuola Arkana e che abbina le Fatiche ai Segni secondo un ragionamento esoterico. allora basta continuare tranquillamente la sequenza dei Segni a ritroso.C. pur suggestivo e ‘razionale’. la settima Acquario. e allora Era. Il fatto poi che siano dodici ha dato adito. la quinta Ariete. la seconda pare legarsi al Cancro (in questa Fatica un granchio. così come esse si sviluppano secondo questo ordine cronologico.C.2 Ecco l’abbinamento fra Segni zodiacali e Fatiche così come concepito da A. la sesta Pesci.) che nella sua tragedia Eracle ne aggiunge di nuove in sostituzione di altre. la quarta Toro. A. se questa è la partenza dell’abbinamento Fatiche/Segni. nei secoli. Se la prima Fatica è stata da molti legata al Segno del Leone. Bailey: SEGNO Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci FATICA CORRISPONDENTE Cattura delle cavalle di Diomede Cattura del toro di Creta Raccolta dei pomi aurei delle Esperidi Cattura della cerva di Cerinea Uccisione del leone di Nemea Cinto di Ippolita Cattura del cinghiale di Erimanto Distruzione dell’idra di Lerna Uccelli di Stinfalo Discesa nell’Ade Ripulimento delle stalle di Augia Cattura dei buoi di Gerione . viene dall’eroe ucciso.) che inverte l’ordine della terza e della quarta (l’una al posto dell’altra) e della quinta e della sesta (l’una al posto dell’altra).Casa Prima 31 E però vi sono stati autori che hanno variato tale ordine cronologico. la terza sarà Gemelli.

in quell’anno. rivivesse il tipo di scenario o di esperienze simbolicamente espresse in quella Fatica. Vediamo quindi di inquadrare meglio questo ‘scenario’. con particolare riferimento all’uso delle Rivoluzioni Solari ovvero dell’Ascendente di Rivoluzione: l’analisi delle varie vicende annuali e la loro comparazione con il Segno ascendente di quell’anno ha infatti permesso di abbinare a quest’ultimo la Fatica che maggiormente rifletteva il carattere delle suddette vicende. un po’ come se la persona. i pianeti. l’apoteosi del Sole si ha in estate: traducendo questo in termini ‘siderali’ si potrebbe allora pensare ad una collocazione simbolicotemporale dell’inizio delle Fatiche nel momento in cui il solstizio estivo cadeva . a mezzogiorno. e diciamo questo basando le nostre argomentazioni su quella che è ed è stata la nostra pratica astrologica quotidiana. anche le imprese sostenute da Ercole abbiano come scenario il Cielo più che la Terra. La precessione degli equinozi Si racconta che Ercole iniziò il suo lungo cammino. attraverso le dodici Fatiche. eventi e storie che hanno le stelle. potendo vedere in esse rappresentati.32 Casa Prima Da parte nostra pensiamo che tale abbinamento debba però essere un po’ modificato. arrivato al massimo della sua magnificenza diurna. cioè con il Sole in alto nel cielo. simbolicamente. l’eclittica o l’equatore celeste come protagonisti (valga al proposito il fatto che addirittura alla sua nascita ‘crea’ la Via Lattea). Ed ecco come si presenta il nostro abbinamento Segni/Fatiche: SEGNO Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci FATICA CORRISPONDENTE Uccelli di Stinfalo Cattura del toro di Creta Cattura della cerva di Cerinea Distruzione dell’idra di Lerna Uccisione del leone di Nemea Cinto di Ippolita Raccolta dei pomi aurei delle Esperidi Discesa nell’Ade Cattura del cinghiale di Erimanto Cattura delle cavalle di Diomede Ripulimento delle stalle di Augia Cattura dei buoi di Gerione Siamo convinti che. così come per tutti gli eroi solari. ebbene. traslando questa suprema posizione solare in ambito stagionale.

76036 anni (chiamato ‘Grande Anno Cosmico’)..C. Questo ‘spostamento’ del Sole equinoziale ha a che fare con la precessione degli equinozi. dei punti equinoziali di primavera (0° Ariete) e di autunno (0° Bilancia) stimato in 00°00’50”. con il Sole equinoziale in Toro). cioè schiacciata un po’ ai poli ovvero con un rigonfiamento equatoriale). movimento calcolato in 00°00’50”. lo 0° Ariete.2564 all’anno (spostamento medio). ammontava a 45 secondi di grado all’anno (oggi sappiamo essere poco più di 50 secondi). cioè precede. mentre al tempo di Timocari era stata misurata in 8° circa. di uguale quantità.C dall’astronomo greco Ipparco di Nicèa. cos’è questa precessione degli equinozi? Il fenomeno della precessione degli equinozi venne scoperto nel 134 a. Concluse giustamente che il punto d’Ariete (l’incrocio tra eclittica ed equatore celeste) si spostava. non è un punto fisso di riferimento (ecco perché lo spostamento solo in longitudine)..4 Tale fenomeno genera anche uno spostamento sempre retrogrado. In pratica questo fenomeno è dovuto al fatto che la Terra (non essendo una sfera perfetta ma uno sferoide. all’inizio delle sue Fatiche. le longitudini di tutte le stelle. nel suo ruotare su se stessa ha un comportamento simile ad una trottola: ciò dipende dall’attrazione combinata del Sole e della Luna sul rigonfiamento equatoriale terrestre. la misurazione da lui effettuata riguardo la distanza di questa stella dall’equinozio di autunno dava 6°.3 Ma perché i punti equinoziali si spostano. l’alfa della Costellazione della Vergine. più plausibile) nel momento in cui questo (il solstizio estivo) passò dal Leone al Cancro (e lo vediamo simbolicamente espresso. dove assistiamo alla retrogradazione dei punti di incrocio fra eclittica ed equatore celeste (punto equinoziale primaverile. e perché all’indietro? Insomma. Nella sua opera “Sullo spostamento dei solstizi e degli equinozi” darà anche la misura di questo spostamento: egli prese come stella di riferimento una fra le più luminose del cielo. quando il Sole equinoziale primaverile passò dal Toro all’Ariete e quello solstiziale estivo dal Leone al Cancro. inventore tra l’altro dell’astrolabio: volendo redigere un catalogo stellare mise a confronto le posizioni di alcune stelle da lui calcolate con quelle fatte 160 anni prima dagli astronomi Aristillo e Timocari. lungo l’eclittica. Ipparco concluse che lo spostamento dei punti equinoziali.Casa Prima 33 nella Costellazione del Leone (ciò che porterebbe a collocare l’inizio delle sue gesta circa nel 4475 a. e punto equinoziale autunnale.2564 in un anno (ecco perché si chiama precessione. e trovò che mentre le latitudini erano rimaste costanti erano invece aumentate.C. oppure (altra ipotesi. avendo fatto 2° in 160 anni. o 0° Bilancia). così che percorre un Segno dello Zodiaco in 2148.98003 anni (chiamato ‘Grande Mese Cosmico’) e l’intero giro dello Zodiaco in 25787. Le spiegazioni. questa particolarità fa deviare l’asse di rotazione terrestre che così assume un lento movimento conico retrogrado intorno all’asse dell’eclittica stimato in circa 25787 anni. . o 0° Ariete. supponendo un movimento uniforme. vista l’uccisione del Leone nella prima e l’assunzione in cielo del Cancro nella seconda). e ciò accadeva circa nel 2326 a. oppure il punto di riferimento. potevano essere due: o le stelle si erano effettivamente spostate tutte nello stesso modo (ma perché non in latitudine?). questo. Spica. disse a se stesso.

ciò che avviene tutti gli anni intorno al 21 di marzo. in realtà è al confine fra Pesci e Acquario (Costellazioni). anticipa). pur dicendo che il Sole. così è per le longitudini celesti di tutte le stelle. disegnare e utilizzare le Costellazioni. Acquario. ma sull’ignoranza (voluta?) degli astronomi in fatto di astrologia. che aumentano di 50”. quello dei Segni siderali (utilizzato dagli astrologi ‘sideralisti’) infine quello dei Se- . Pesci. dicendo. da un bel po’ di secoli. Intanto diciamo che esistono almeno tre modi di vedere. origine delle longitudini e delle ascensioni rette) fa sì che le longitudini celesti e le ascensioni rette aumentino continuamente. entra in Ariete (il Segno). inizio dello zodiaco. mica è nata 2000 anni fa! E giù risate sull’ignoranza degli astrologi. Direi piuttosto pianti. Toro. così da non più dire ad una persona nata il 30 marzo che è dell’Ariete ma dei Pesci: che diamine. Questo ha dato la stura agli astronomi per criticare (ma è un eufemismo!) l’astrologia. in special modo quelle che gravitano nei pressi dell’eclittica. ma non per questo lo chiamano ‘Tropico del Sagittario’. ma non per questo viene chiamato ‘Tropico dei Gemelli’. Lo spostamento del punto d’Ariete (lo 0° Ariete o punto gamma. determinando un lento spostamento retrogrado dell’eclittica rispetto all’equatore celeste. facendo un po’ di chiarezza sulla questione ‘Segni/Costellazioni’. Dei Segni e delle Costellazioni Occorre quindi a questo punto mettere le cose al loro giusto posto. ovvero quando la durata del giorno eguaglia quella della notte. La precessione. della non collimazione fra Segni zodiacali e Costellazioni. inizio del decimo Segno (o decima ‘stazione solare’). fa sì che il punto 0° Ariete (cioè l’equinozio di primavera) oggi non si trovi più nella costellazione dell’Ariete ma in quella dei Pesci (e prossimo ad entrare in Acquario o già entrato secondo alcuni studiosi). D’altronde la primavera non inizia quando il Sole si trova a 0° della Costellazione dell’Ariete ma quando la sua declinazione è pari a zero. il 21 marzo. muovendosi così in senso retrogrado: …Gemelli. che gli astronomi chiamano col nome di Tropico del Capricorno e Tropico del Cancro. così che quel punto sarà sempre il grado 270 dell’eclittica. pur sapendo che il Sole quando arriva alla sua massima declinazione non è in Cancro ma nella Costellazione dei Gemelli. in pratica è come se avessimo tre ‘zodiaci’: quello delle Costellazioni (usato dagli astronomi).2564 ogni anno. mentre le latitudini celesti rimangono costanti. sì perché l’astrologia che noi trattiamo non prende in considerazione lo ‘zodiaco delle Costellazioni’ ma si basa sullo ‘zodiaco tropico’. che se gli astrologi vogliono avere almeno un minimo di serietà dovrebbero considerare questo spostamento. Ariete. designando l’inizio del quarto Segno (o quarta ‘stazione solare’). oppure pensiamo ai tropici. così che quel punto ha nome ‘punto d’Ariete’ e avrà sempre quel nome. nel senso che oggi. designando così il grado 0 dell’eclittica. e che quando il Sole arriva alla sua minima declinazione non è in Capricorno ma nella Costellazione del Sagittario. i più buoni. ecc. Ciò è causa.34 Casa Prima viene prima. così che quel punto sarà sempre il grado 90 dell’eclittica.

l’Uccello del Paradiso. che sappiamo essere. riunitasi a Leida nel 1928. dando al sole e alla luna un palco su cui muoversi e all’uomo dei buoni punti di riferimento per orizzontarsi (sia sulla terra sia in mare) e per scandire i vari tempi agricoli. Per mettere ordine in tutto questo marasma. così abbiamo le Costellazioni del Microscopio. a. In pratica. qui è quella che occupa il minor spazio. sull’Eclittica. la Costellazione dello Scorpione.C. ma anche nomi legati alle nuove scoperte in campo tecnologico. l’Unione Astronomica Internazionale (UAI). ed anche sull’Eclittica occupano spazi diversi. Capricorno (28°). ecc. con quelle piccole luci incastonate nella volta celeste. la Fenice. Gemelli (28°). così l’essere umano si prese la briga di unire fra loro alcune stelle così da formare delle figure (si hanno testimonianze di questo che risalgono al Paleolitico. Cancro (21°). circa 50000 anni fa).Casa Prima 35 gni tropici (quello comunemente usato dalla maggior parte degli astrologi). tanto . d. Bilancia (24°).). Questo ‘zodiaco’ è quello delle Costellazioni e segue la precessione degli equinozi: infatti questo lo si evince dalla data di ingresso del Sole in Scorpione sopra menzionata: per l’astrologo il Sole. Come vediamo. Noi oggi abbiamo delle Costellazioni che gli antichi non avevano e viceversa. Vergine (43°). quest’ultime. siamo passati alle 48 di Tolomeo (II sec. alle 45 catalogate da Ipparco (II sec. La nascita delle Costellazioni si perde veramente nella notte dei tempi: il cielo notturno. trovandosi infatti la maggior parte di essa a Sud dell’eclittica: il Sole attraversa questa piccola porzione di Scorpione dal 23 al 30 novembre circa. si trova invece a circa 1° del Segno del Sagittario. a) Lo zodiaco delle Costellazioni. come il Tucano. ha sempre affascinato l’essere umano. di 26°). ma anche davano all’essere umano un senso di ordine celeste che proprio perché contrastava con le difficoltà terrene dava appigli spirituali per poterle. un cane o altro animale. vediamole: Ariete (occupa uno spazio. alle 60 di Johann Bayer (nel 1603).). il 23 novembre. così nacquero Costellazioni i cui nomi richiamano terre esotiche. del Compasso. sostenere. Dalle 20-25 Costellazioni del Paleolitico Superiore (18000 a.C. Dal latino constellatio. Sagittario (34°).). definì in maniera ufficiale sia il confine di ciascuna Costellazione sia il loro numero. e per questo vengono chiamate Costellazioni zodiacali. Toro (35°). del Telescopio. ‘raggruppamento di stelle’. molto ampia. nella sua totalità. un po’ come quando da bambini ci divertivamo a ‘vedere’ nella forma di alcune nuvole un viso. Alcune di queste Costellazioni (in numero di 13) si trovano a toccare l’Eclittica. della Bussola. Vediamoli uno per uno. Pesci (37°). Leone (35°). Ofiuco (18°). dopo di che entra nella Costellazione dell’Ofiuco. così le Costellazioni fornivano una ‘scenografia’ che permetteva di meglio controllare e apprezzare lo scorrere del tempo. Acquario (24°). fissato in 88.C. a differenza però del gioco con le nuvole. fino ad includere nuove Costellazioni nate dalla fervida fantasia degli astronomi sulla spinta della scoperta di nuove terre in special modo nell’emisfero australe. Scorpione (7°). il Camaleonte. qui la molla che spinse a cimentarsi in questi disegni astrali non era il divertimento ma alcune esigenze sia pratiche sia religiose. ognuna ha un’ampiezza diversa dall’altra.

ovvero tiene conto dell’effettiva posizione del Sole (e di qualsiasi altro corpo celeste) sullo sfondo delle Costellazioni e di quello che vediamo in cielo. quel giorno e a quell’ora il Sole si trovava già a 27°33’ del Segno dell’Acquario. Secondo queste posizioni. ciò che ci dice che la maggior parte del Segno dell’Acquario si trova all’interno della Costellazione del Capricorno.5 siccome poi lo 0° Ariete altro non è che il 30° Pesci. la coincidenza fra quello che è stato deliberato essere l’inizio della Costellazione dell’Ariete e lo 0° del Segno dell’Ariete (il punto gamma. secondo tale computo in quell’anno il punto gamma sarebbe entrato nella Costellazione dei Pesci. Ecco come apparirebbe la suddivisione dei vari periodi annuali se tenessimo conto di questo ‘zodiaco’: COSTELLAZIONI Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Ofiuco Sagittario Capricorno Acquario Pesci PERIODO Dal 18 aprile al 15 maggio Dal 16 maggio al 21 giugno Dal 22 giugno al 20 luglio Dal 21 luglio al 11 agosto Dal 12 agosto al 16 settembre Dal 17 settembre al 30 ottobre Dal 31 ottobre al 22 novembre Dal 23 novembre al 30 novembre Dal 1 dicembre al 17 dicembre Dal 18 dicembre al 20 gennaio Dal 21 gennaio al 16 febbraio Dal 17 febbraio al 12 marzo Dal 13 marzo al 17 aprile E però questo è uno zodiaco ‘reale’ (per quanto possa essere ‘reale’ un qualcosa – l’ampiezza e i confini delle Costellazioni – costruito a tavolino). in più avendo soggetti (i nati dal 1 al 17 novembre) che apparterrebbero all’Ofiuco. Se usassimo questo tipo di zodiaco il Sole attraverserebbe i vari Segni (pardon! Costellazioni) con periodi diversi. abbiamo visto. dove è tuttora e dove dovrebbe restare fino al 2650 (la Costellazione dei Pesci.36 Casa Prima per fare un altro esempio. per noi astrologi. quando invece. così che essendo lo spostamento annuo del ‘cielo’ di . stazionando ad esempio in Scorpione per soli sette giorni e in Vergine per quarantatré. e secondo l’ampiezza data alle Costellazioni. allora. per gli astronomi il Sole è entrato (nel 2005) nella Costellazione dell’Acquario il 16 febbraio alle 04h 25m. ha un’ampiezza di 37°. inizio dello Zodiaco) dovrebbe essere avvenuta circa nell’anno 0 della nostra era.

Ciò si riferisce ad un altro tipo di zodiaco. il punto gamma. a differenza del su menzionato zodiaco. alcuni (ma è il sistema che usavano gli antichi) hanno preferito. come abbiamo detto. un punto di partenza. anche se vi è stato un momento storico in cui Segni e Costellazioni coincidevano. b) Lo zodiaco siderale. anzi. quindi il cerchio zodiacale che ricalca il ciclo stagionale: “Il più antico testo astronomico babilonese conosciuto. sul quale si basa la teoria delle Ere astrologiche. il ‘Mul Apin’. ne è stato il motivo. lo 0° Ariete. lo sapremmo se avessimo a disposizione un punto di riferimento. stella. sarebbe entrato nella Costellazione dei Gemelli nel 6374 a. In pratica l’intera cintura zodiacale è stata divisa in dodici settori uguali (i Segni). quello ‘siderale’..2564 il punto gamma stazionerebbe in questa Costellazione per appunto 2650 anni). in quella dell’Ariete nel 1862 a. Per spiegare in cosa consista questo zodiaco dobbiamo rispondere a due domande: perché qui (e nello zodiaco tropico) è stata data un’ampiezza regolare alle Costellazioni? E perché dodici invece di tredici. il cercare. per comodità di calcolo e di visualizzazione. nulla hanno quindi a che vedere con le Costellazioni. lo 0° Ariete si trovava effettivamente all’interno della Costellazione dell’Ariete (perché Segni e Costellazioni non potranno mai coincidere l’uno con l’altra essendo diverso il modo di computare le loro ampiezze). calcolata a tavolino nel 1928). o meglio.C. diceva Marziano Capella nel V secolo della nostra era).C. o meglio. tutti ampi 30°. in numero di dodici e ampi ognuno trenta gradi.6 I Segni zodiacali. in questo tipo di ‘costellazioni’ avverrà in tempi diversi. sul ciclo delle stagioni e sui mesi. così da formare 12 divisioni del percorso apparente del Sole: così facendo è ovvio che l’ingresso del punto gamma. in quella del Toro nel 4369 a.C. Ciò appartiene anche al cosiddetto ‘zodiaco tropico’ (spiegheremo dopo cosa è). ma qui la differenza è che questi Segni seguono di pari passo la precessione degli equinozi così come fanno le Costellazioni. così che. Per differenziarle dalle Costellazioni reali e disuguali queste sono state chiamate ‘Segni’. considerava un anno teorico di dodici mesi di trenta giorni ciascuno. visto che le Costellazioni zodiacali sono tredici? Tutto si gioca sulla relazione Terra/Sole. così che per ricreare un’armonia fra le cose celesti e quelle terrene si è arrivati a contemplare dodici stazioni solari. tale difficoltà non ha impedito.. Il segno zodiacale non è quindi altro che il mese dell’anno solare”. e ad ognuno è stato assegnato il nome della Costellazione corrispondente. o soggiorni solari (hospitium. Da sidus. l’ampiezza delle Costellazioni è arbitraria. in quella dei Pesci nell’anno 0. e la volta celeste era divisa in quattro parti che rispecchiavano le quattro corrispondenti stagioni terrestri. qui alle Costellazioni viene data la stessa ampiezza. o 0° Ariete. mentre entrerà in quella dell’Acquario nel 2650. quest’ultimi in numero di dodici divisi in quattro stagioni. È composto dalle dodici (e non tredici) Costellazioni zodiacali. Purtroppo non sappiamo esattamente quando si è presentata questa coincidenza.Casa Prima 37 50”. Ovviamente. dividere l’intera eclittica in tante ‘costellazioni’ uniformi ognuna ampia 30°. ripetiamo. dietro le .. cioè 30°. e però. Se dovessimo tenere conto dell’ampiezza di ognuna delle Costellazioni zodiacali (ampiezza. arbitrario per arbitrario.

. ad esempio. Qui di seguito uno schema riassuntivo delle varie ipotesi sulla data di coincidenza Segni/Costellazioni in ordine cronologico crescente: .C. nel 177 a. Da parte nostra nutriamo una certa simpatia per la Costellazione dell’Orsa Maggiore.. cercando indietro nel tempo un momento particolare. precisamente Phecda. l’alfa della Costellazione del Draco. il cui nome significa proprio ‘coscia’. oppure quando la stella Aldebaran. erano due stelle molto importanti perché tramite esse era possibile individuare la Stella Polare dell’epoca. le stelle invece dell’Orsa Maggiore (le cinque stelle principali più altre dodici minori) fanno parte di un ‘ammasso aperto’ e sono tra loro legate fisicamente: infatti si muovono tutte verso un’unica direzione. ad esempio quando una stella si trovava in una posizione strategicamente interessante. e veniva appunto rappresentata da una coscia di animale (di toro ma a volte anche di ariete). la delta dell’Orsa Maggiore. e più precisamente per il Gran Carro. il cui nome significa ‘la radice della coda’. si trovava a 0° Bilancia. ‘La centrale’ e i Babilonesi Temennu. solitamente. l’alfa della Costellazione del Toro. l’alfa della Costellazione della Vergine. Nell’antichità. Due stelle dell’Orsa. l’alfa della Costellazione del Leone. e Megrez. nello zodiaco sul soffitto del tempio di Denderah in Egitto. facente parte dell’ammasso delle Pleiadi (stella che in tempi antichi era considerata addirittura il sole della nostra galassia e che in India aveva nome Amba. vari studiosi si sono cimentati in questa impresa. le Costellazioni sono formate da stelle che nulla hanno in comune tra loro se non il fatto di essere vicine l’un con l’altra solo prospetticamente (ciò che agevola il disegno di figure ben definite all’occhio umano). L’Orsa Maggiore era chiamata dagli egizi la Coscia. come se fossero uno stormo d’uccelli che migrano (sembra che di questo ‘sciame’ faccia parte anche Sirio). oppure quando la stella Regulus (il ‘regolo’!). la gamma dell’Orsa Maggiore.C. si trovava a 0° Toro. circa nel 148 a. che dà appunto il nome egizio alla Costellazione. si trovava a 15° Toro. e che attualmente (2005) colloca il suo ‘piede’ sull’eclittica a 0°27’ del Segno della Vergine. lo collocava a 0° Leone: possiamo pensare che. quindi l’asse nord-sud. il tempo di questa coincidenza quindi il punto di partenza.38 Casa Prima argomentazioni le più varie. di 30° in 30°. Ebbene. o ancora quando la stella Spica. ad esempio a 0° di un Segno. circa nel 293 della nostra epoca (o a 29° Vergine secondo altri.C. la eta della Costellazione del Toro. ed è così che alcuni studiosi pensano di aver trovato il momento di questa coincidenza Segni/Costellazioni ad esempio nel momento in cui la stella Alcyone. così come si può vedere. da considerare che. Sirio e l’Orsa Maggiore erano tenute in grande considerazione. circa nel 138 a. vista l’importanza che questa stella aveva (ad esempio gli egizi la usavano per l’allineamento delle piramidi). ovvero l’inizio di quel Segno ‘siderale’ ove la stella si trovava (e di conseguenza. la stella Phecda. Thuban. e allora avremo il 221). e soprattutto nella cultura egizia. mentre gli Arabi la chiamavano Al wasat. determinando così un punto di riferimento molto importante. ‘La pietra angolare’). ‘La madre’. possa essere presa come punto di riferimento siderale quindi come indicatrice della data della coincidenza fra Segni e Costellazioni. tutti gli altri Segni). e allora avremo il 224. si trovava a 0° Leone.

Casa Prima

39

Nome

Inizio Era dei Pesci e coincidenza Segni/Costellazioni 177 a.C. 152 a.C. 138 a.C. 3 a.C. 7 d.C. 221 290 394

Posizione Punto Gamma calcolata al 01/01/2000 00°22’36” Acquario 00°01’40” Acquario 29°49’57” Pesci 27°56’51” Pesci 27°48’49” Pesci 24°50’05” Pesci 23°51’40” Pesci 22°24’54” Pesci

Quindi inizio Era dell’Acquario 1973 1998 2012 2147 2156 2370 2439 2543

R. Baldini S. Ghivarello M. Duval Nostradamus De Luce Fagan/Bradley H.C. Lahiri B.V. Raman

Ovviamente tutto questo è simbolico, sia perché abbiamo dato un valore fisso allo spostamento nei secoli del moto precessionale, qui calcolato in 2148,98003 anni per Segno, ma soprattutto perché nessuno sa dove collocare la ‘tacca di riferimento’ in cielo. Rifacendosi alla cultura astrologica indiana lo spostamento degli equinozi viene chiamato ayanamsa, che per i ‘sideralisti’, ovvero i seguaci di questo zodiaco, è calcolato per l’anno 2000 in 23°51’40” (prendono quindi il sistema di H.C. Lahiri, adottato dall’astrologia ‘sideralista’ indiana). In questo tipo di zodiaco i Segni, in quanto appunto ‘siderali’, si spostano con le stelle, così, con tale sistema, una nascita avvenuta ad esempio il 25 marzo del 2000 alle ore 12 non ha il Sole a 5° 05’ Ariete (secondo lo zodiaco tropico) ma, spostandosi i Segni all’indietro assieme alle Costellazioni, a 11° 13’ Pesci. Questa particolarità del movimento di precessione equinoziale ha dato poi il via alle cosiddette Ere astrologiche, cioè a quei grandi periodi di tempo (tutti di 2148,98003 anni) in cui, stazionando l’equinozio primaverile in un certo Segno, a quest’ultimo viene data la giurisdizione su tutto quel periodo; così quando l’equinozio di primavera entrò in Toro, prese il via l’Era del Toro, ed essa andò avanti per circa 2149 anni fino a che, per lo spostamento retrogrado del punto equinoziale, questi non entrò in Ariete, facendo partire l’Era dell’Ariete (anch’essa della durata, circa, di 2149 anni), che a sua volta lasciò il posto all’Era dei Pesci, fino ad arrivare ad oggi in cui l’equinozio primaverile, pur chiamandosi per comodità 0° Ariete, cade in Acquario (o ancora in Pesci per alcuni studiosi). Ovviamente anche l’altro punto equinoziale e gli altri due solstiziali seguono questi cambiamenti, così, ad esempio, quando l’equinozio di primavera era in Toro, il solstizio estivo si presentava in Leone, quello invernale in Acquario, mentre l’equinozio autunnale vedeva il Sole in Scorpione. E però abbiamo detto che non è facile capire quale ‘tacca’ nel cielo debba essere presa come punto di riferimento per far partire esattamente gli inizi di

40

Casa Prima

queste Ere, ogni studioso esponendo la sua idea giustificandola con validi argomenti; tuttavia, posto che l’inizio dell’Era dell’Acquario, secondo la nostra ipotesi, debba porsi all’anno 1973, questa dovrebbe essere la sequenza dell’inizio delle varie Ere: Ere astrologiche Era della Vergine Era del Leone Era del Cancro Era dei Gemelli Era del Toro Era dell’Ariete Era dei Pesci Era dell’Acquario inizio 13071 a.C. 10922 a.C. 8773 a.C. 6624 a.C. 4475 a.C. 2326 a.C. 177 a.C. 1973 d.C. Distruzione di Atlantide (9528 a.C.) Fondazione di Gerico, prima città con cinta muraria (8350 a.C.) Diffusione dell’aratro e invenzione della ruota (Mesopotamia) Civiltà Egizia Fondazione misteri eleusini (1216 a.C.) Caduta di Troia (1184 a.C.) Nascita di Cristo (11-12 a.C.) alcuni eventi associati al periodo

b) Lo zodiaco tropico. Dal greco tropê, mutamento, rivolgimento, intendendo il movimento apparente del Sole che giunto alla sua massima distanza dall’equatore (23°26’) inverte il suo moto e torna ad avvicinarvisi. È il normale zodiaco utilizzato dagli astrologi, composto da dodici Segni ognuno ampio trenta gradi. Non segue la precessione degli equinozi ma è fisso, ed ha il suo inizio all’equinozio di primavera, quando il Sole ha declinazione 0°, zona altrimenti detta punto d’Ariete. Da lì hanno inizio dodici suddivisioni, i soggiorni mensili del Sole, ovvero i Segni comunemente intesi. È uno zodiaco fisso in quanto stagionale, per questo non può seguire la precessione degli equinozi, ché la primavera non ha inizio quando il Sole arriva a 0° della Costellazione dell’Ariete ma quando il Sole raggiunge la declinazione di 0° e passa da sud a nord dell’equatore, e questo avviene immancabilmente il 20 o il 21 di marzo di ogni anno. È quindi uno zodiaco solare, legato al rapporto Terra/Sole, non stellare. Le Ere astrologiche Se ritorniamo per un attimo alla tabella relativa alle varie ipotesi riguardanti la collimazione Segni/Costellazioni vediamo in essa grosse disparità, ciò dovuto al fatto che non è facile dire quale ‘tacca’ del cielo possa fare da punto di riferimento, quale situazione astrale prendere come punto di partenza. Noi qui abbiamo optato per la gamma dell’Orsa Maggiore, la stella Phecda, quando es-

Casa Prima

41

sa, astrologicamente parlando, si proiettava sull’eclittica al centoventesimo grado, cosa che avvenne intorno al 177 a.C., momento in cui poniamo l’inizio dell’Era dei Pesci; ed ecco che un semplice calcolo ci fa vedere che l’inizio della tanto attesa Era dell’Acquario è avvenuto nel 1973; qualcuno (già grandicello all’epoca) si meraviglierà che un’Era tanto agognata e mitizzata sia già iniziata…e manco se ne era accorto! E sicuramente andrà subito a rovistare nella memoria per capire cosa può essere capitato in quell’anno che facesse capire che si era tutti testimoni di un così grande evento, pensando che un avvenimento del genere (il cambio da un’Era all’altra) debba per forza essere accompagnato da qualcosa di eclatante; purtroppo la cosa non sta in questi termini, e i motivi sono tanti, non ultimo il fatto che i tempi celesti vibrano su lunghezze diverse da quelli terrestri, così che un evento in cielo può manifestarsi in terra anche dopo anni. Ma quanti? Difficile dirlo, pensando poi ogni Era diversa dall’altra; tuttavia crediamo che un inizio debba esserci, e secondo nostre ipotesi pensiamo di porlo dai 150 ai 180 anni dopo l’inizio “ufficiale” (con media 165,30615 anni). Abbiamo visto che un’Era ha una durata temporale di 2148,98003 anni, periodo di tempo tutto sotto la giurisdizione di un Segno; ora è chiaro che in un lasso di tempo così ampio accadono nella storia umana avvenimenti i più disparati, cambiano le epoche, gli usi, i costumi, la tecnica, ecc.; ciò fa capire che sì, tutto il periodo è, poniamo, sotto il Segno dei Pesci, ma non è escluso che possa essere suddiviso in sottoperiodi ognuno con un carattere diverso dall’altro. Ebbene, se noi dividiamo tutto il periodo (ovvero il Segno che dà il nome all’Era) in tredici parti, e ognuna la poniamo sotto un Segno, avremo il ‘carattere’ di questi sottoperiodi; in pratica ricreiamo, all’interno del Segno, un mini zodiaco, partendo con il Segno che dà il nome a tutta l’Era e finendo con il Segno precedente quello della successiva Era, ma andando in senso orario, cioè contro l’ordine dei Segni, in virtù della precessione degli equinozi; ma vediamo la tabella sotto che rappresenta, schematizzato, il Segno dei Pesci (quindi l’Era dei Pesci): abbiamo diviso in tredici e non i dodici per far sì che l’ultimo mini-segno sia quello precedente la nuova Era (in questo caso l’Era dell’Acquario); se noi prendiamo il periodo di durata di un’Era, ovvero 2148,98003, e lo dividiamo per 13, avremo come risultato 165,30615 anni, durata di ogni sottoperiodo il quale si troverà sotto un Segno, come vediamo nella tabella; quindi il primo sottoperiodo dell’Era dei Pesci sarà ovviamente Pesci, il secondo (andando indietro) sarà Acquario, poi Capricorno, poi Sagittario, e via di questo passo fino a che l’ultimo sottoperiodo sarà nuovamente Pesci per far sì che l’inizio della nuova Era si ponga sotto l’Acquario. Ma visualizziamo meglio questi sottoperiodi dell’Era dei Pesci, Era il cui inizio abbiamo posto nel 177 a.C.; da questa data e per circa 165 anni siamo all’interno del sottoperiodo Pesci, quello che dà inizio all’Era; è un periodo di preparazione e serve come momento di transizione da un’Era all’altra, quindi ancora intriso della precedente Era Ariete ma sempre più Pesci mano a mano che gli anni passano. Siamo tutti d’accordo nel dire che l’evento caratterizzante l’Era dei Pesci è stato la nascita di Cristo: se osserviamo la tabella sotto-

C. Congresso di Vienna (1815) Guerre di indipendenza. Primi fermenti che portarono poi alla Riforma di Martin Lutero (1517) Fondazione di colonie inglesi in America Rivoluzione americana e francese Napoleone. Egira (622) Conversione dei Longobardi al cattolicesimo (650) Incoronazione imperiale di Carlo Magno (800) Benedetto di Aniane impone ai monasteri occidentali la regola benedettina (816) Scisma d’Oriente: rottura tra la Chiesa occidentale e quella orientale (1054) Inizio del movimento valdese (1170) Trasferimento del papato ad Avignone (1309) Dante termina la Divina Commedia (1313) Scoperta dell’America (1492). che rompe le regole (e comunque simbolo di aqua vitae). 320 485 SOTTOPERIODI Inizio Era Pesci Acquario Capricorno Sagittario Scorpione EVENTI CARATTERIZZANTI IL PERIODO Fine delle guerre puniche (146 a. Guerre mondiali Conquista della Luna (1969) Movimento hippy. Segno che si dice rivoluzionario.). conquista l’Italia (493) Nascita di Maometto (570 ca.C.42 Casa Prima stante vediamo che essa si pone proprio all’inizio del sottoperiodo Acquario. dominato da Urano che tra le altre cose rappresenta la cometa che penetrando nella sterile terra dà ad essa la vita. 155 d.7 Non meravigli il fatto che la nascita di Cristo si trovi così indietro rispetto alla tradizione: pensiamo giusto quanto ipotizzato da Sergio Ghivarello riguardo il prendere come punto di riferimento di essa il passaggio della cometa di Halley al suo perielio avvenuta nell’ottobre del 12 a.) Concilio di Nicea (325) Teodorico.C.C. Nuove religioni 651 Bilancia 816 982 1147 1312 1478 Vergine Leone Cancro Gemelli Toro 1643 1808 1973 Ariete Pesci Inizio Era Acquario * Arrotondati per eccesso . re degli Ostrogoti.C.C.8 ANNI* 177 a. 12 a.) Egemonia di Roma Nascita di Cristo (11-12 circa a.

e Gilgamesh lo era. della ricerca dell’erba dell’immortalità.C. la più grande città della Mesopotamia meridionale.9 Esiste quindi un forte parallelismo fra Gilgamesh ed Ercole (che riteniamo coevi): le imprese da loro portate avanti vogliono simboleggiare un cambiamento d’epoca. uno lavorando sui solstizi. che dalla croce dei Segni fissi si passò a quella dei Segni cardinali. sopraffà un toro afferrandolo per le corna. Sembrano azioni diverse ma tutti e due non fanno altro che spostare la lancetta dell’orologio cosmico all’unisono. è ricompensato con due sacri oggetti dell’Oltretomba (…)”. Come Eracle.. Vi si raccontano le gesta che questo re. formato da dodici canti. Questo poema è conosciuto come ”Epopea di Gilgamesh”. insieme al fidato amico Enkidu.C. cioè il cielo. con le informazioni che il mito ci dà. e tra questi possiamo certamente annoverare Gilgamesh. non è certo il solo. come dice il Graves: “…la fonte comune [dei miti di Ercole e di Gilgamesh] è probabilmente sumerica. della morte del fido Enkidu. di un affronto ad una dea e dell’uccisione del ‘Toro del Cielo’. di circa trecento righe l’uno. dopo aver fatta la conoscenza dello ‘scenario’ legato alla precessione degli equinozi. in Attica (dove scorrazzava Ercole) l’anno iniziava in estate. potremmo dire il più antico poema pervenutoci). di un viaggio in una foresta di cedri. Gilgamesh uccide un mostruoso leone e ne indossa la pelle (…). quasi tutti gli eroi lo sono. scopre un’erba misteriosa che rende invulnerabili (…). alcuni dicevano . un mutamento siderale: Ercole inizia le sue imprese uccidendo un leone. inizi di anno diversi).). incisi su dodici tavolette scoperte nella seconda metà del XIX secolo a Ninive nella biblioteca del re Assurbanipal III (668-627 a. porta avanti: vi si racconta di un diluvio. l’altro sugli equinozi (culture diverse. mentre in Mesopotamia (patria di Gilgamesh) in primavera: ecco il diverso compito affidato ai due eroi: Ercole ‘sposta’ il solstizio estivo dal Leone al Cancro (uccidendo il Leone). di inquadrare meglio il personaggio e la sua storia. arrivare a costruire il ‘cielo di nascita’ di Ercole? Abbiamo visto che Ercole era il frutto di una lunga notte d’amore fra Zeus e Alcmena. ovvero: è possibile. Qui trattiamo di questo re perché le sue gesta sono in parallelo con quelle di Ercole. se le trasportiamo nel loro vero scenario. insomma di tutta una serie di azioni ed eventi tipici di un eroe. segue il Sole nel suo viaggio (…) e visita il giardino delle Esperidi dove. vissuto nel III millennio a. quinto re di Uruk.) e vogliono indicare. dopo aver ucciso un drago che avvolge l’albero sacro con le sue spire. Gilgamesh ‘sposta’ l’equinozio primaverile dal Toro all’Ariete (uccidendo il Toro Celeste). mentre Gilgamesh inizia le sue uccidendo un toro: le due azioni avvengono nello stesso tempo (2326 a. Dalla Terra al Cielo: la nascita di Ercole Ma ritorniamo al nostro Eroe e cerchiamo.C.Casa Prima 43 Ercole e Gilgamesh Abbiamo prima accennato al fatto che Ercole è un eroe solare. Ma che c’entra un re mesopotamico con Ercole? Intanto diciamo che Gilgamesh è il protagonista di un poema molto antico (anzi.

che si situa sopra le Costellazioni dell’Ariete e del Toro. a sua volta figlio di Perseo). magari molto più vicina a noi di quanto si pensi. suo figlio (Elettrione) si situerà. ogni cultura. tra le stelle. che è un’abbreviazione del suo nome arabo ra’s al-ghul. i figli). e magari come innocuo divertissement. dall’arabo aljanb. La Costellazione di Perseo. ci rimandano continuamente dalla Terra al Cielo e viceversa. cioè Ercole. ma non siamo di questo avviso. e a buon diritto può essere presa come rappresentante dell’intero asterismo. è possibile con i dati che questo mito ci dà collocare nel tempo e nello spazio le vicende qui descritte? Nulla vieta di provarci. Ma se così è. significa il ‘fianco’. come si vede. a volte. figlio della triplice luna. Vicende interessanti e che. altri che la Luna era sorta tre volte. ma soprattutto Algol. tramite questa stella.11 Quindi Alcmena rappresentata dal Sagittario che viene fecondata da Giove-Zeus affinché nasca un eroe solare. ciò che rende ‘storicamente’ non proponibile un simile calcolo. ‘la testa del demonio’. Sappiamo che Alcmena era.44 Casa Prima che questa notte fu lunga quanto tre notti. presenta alcune stelle ‘famose’. contributi e abbellimenti vari che ogni popolo. stravaganti. Ercole e Ificle (quest’ultimo. Alcmena) si situerà simbolicamente in Sagittario (quinto asterismo ancora dal Leone). se Perseo lo si abbina all’Ariete. nipote dell’eroe Perseo (era figlia di Elettrione. in epoche diverse. analogico alla quinta Casa astrologica. ‘abita’ l’Ariete. la storia della nascita di Ercole ne avrebbe risentito? Viene da pensare che questa circostanza innaturale abbia un suo ben preciso significato. in Leone (quinto asterismo da questo. sapendo che. vogliamo provarci. l’alfa Persei. si dice. In alto. la verità ama nascondersi tra le pieghe del tempo e dello spazio. simbolicamente parlando. Alziamo gli occhi al cielo. . irreali. E allora perché nel racconto viene fatta notare questa particolarità? Ha un senso nel contesto della storia? E se questo accenno ad una lunga notte non fosse stato fatto. ora. così che alcuni chiamavano Ercole Triselenos. da parte di padre. ma quale? Perché Zeus deve accoppiarsi per trentasei ore per poter fecondare Alcmena? Vediamo se possiamo rispondere a queste domande. tuttavia. Non è quindi esagerato dire che la Costellazione di Perseo. ha dato alle gesta dell’eroe del momento. È la stella più famosa di questa Costellazione. si¯ gnifica ‘demonio’. pur essendo consapevoli non tanto della difficoltà quanto del fatto che le storie raccontate nei miti sono il più delle volte un assemblaggio di vicende diverse. quasi sopra la nostra testa. perché non provare a tradurre queste vicende mitiche in termini astronomici e poi astrologici? Ovvero. la beta Persei. rappresenta la testa della gorgone Medusa recisa da Perseo. il cui nome. concepito con il marito la sera stessa dell’incontro con Zeus). il cui nome. a dimostrazione che molti miti trovano la loro scenografia in cielo. vicina alla ‘W’ di Cassiopea. come Algenib.10 Si potrebbe passare sopra a questa esagerazione narrativa se pensassimo ai miti come a semplici racconti fantastici. Interessante notare che Alcmena generò due gemelli (asse Gemelli/Sagittario?). immaginari. Siamo in una tarda serata autunnale. vediamo la costellazione di Perseo (parzialmente circumpolare). mentre il figlio di quest’ultimo (in questo caso la figlia. Si trova in una delle zone più luminose della Via Lattea.

molto interessante vista la cospicua presenza di nebulose e ammassi globulari e galattici come mai se ne vedono in altre regioni celesti.C. e alcuni dicono che egli nacque nella decima Costellazione. per il concepimento e il 9 dicembre sempre del 2347 a. secondo l’ipotesi qui sostenuta. mentre il concepimento (nove mesi indietro) con il Sole nella Costellazione dell’Ariete. E però abbiamo collocato le sue Fatiche intorno al 2326 a. un vero e proprio gigante galattico. specie se pensiamo che la luce impiega ben 60 anni per attraversarne da parte a parte il bulbo centrale (e consideriamo che la luce percorre quasi 300. astronomicamente parlando. una che la Luna possa essere stata avanti al Sole di due giorni effettivi. un luogo importante. anche. se Giove andò da lei.C.000 chilometri e avrete un’idea delle dimensioni della sola parte centrale di questo ‘gigante’). Fra questi spicca senz’altro. ora. Alcmena ‘abita’ in Sagittario. rispondervi? Abbiamo visto che il concepimento di Ercole avviene in Sagittario (come luogo celeste. Abbiamo detto di Alcmena che abita in Sagittario. Si può pensare poi che all’epoca di queste sue imprese Ercole avesse una ventina d’anni. nella zona centro-occidentale della costellazione. specie se pensiamo che nella Costellazione del Sagittario troviamo niente meno che il centro della Galassia (oggi situato a 26° 50’ del Segno del Sagittario). Per far sì che concepimento e nascita si accordino su questi parametri astronomici troviamo l’11 marzo 2347 a. E’. Ma abbiamo un altro dato dal mito. un luogo.13 un luogo. e cioè che Ercole nacque il secondo giorno della Luna:12 che vuol dire? Possiamo avere due possibilità. il Sagittario. l’altra che invece i ‘due giorni’ possano significare ‘due Costellazioni’. così che viene di volta in volta ‘toccato’ dal Sole e da tutti i pianeti. anche se per ora non ci dice molto visto che Giove ogni dodici anni circa si trova a passare per quelle zone. non come periodo dell’anno): certamente un luogo adatto per concepire un Eroe la cui prima. Questo è già un dato. il magnifico ammasso globulare M22 (chiamato Facies in astrologia). Abbiamo detto che Ercole è un eroe solare. per la nascita. astronomicamente parlando questo vuol dire che Giove (il pianeta) si trovava in Sagittario (la Costellazione) quando Ercole venne concepito. A questo punto ritorniamo alla domanda che ci eravamo prima posti.000 chilometri in un secondo: fate un po’ il conto di quanti secondi ci sono in 60 anni.C. e cioè perché Zeus-Giove ha bisogno di trentasei ore per potersi accoppiare con Alcmena. ora. quindi di circa 26°-28°..14 una meraviglia del cielo. primissima azione. il Sagittario.Casa Prima 45 Abbiamo prima accennato al fatto che. di meglio non poteva essere trovato per concepire un Eroe che. come disse Zeus suo padre: “…regnerà su tutti quelli che ci stanno intorno e che sarà del mio sangue”. il Capricorno: la nascita a questo punto dovrebbe essere con il Sole nella Costellazione del Capricorno e con la Luna o avanti al Sole di circa 27° oppure nella Costellazione dei Pesci. È possibile. che i Babilonesi chiamavano ‘il re gigante della guerra’. ma il Sagittario è una costellazione molto ampia: è possibile individuare un luogo più preciso per collocare ‘la casa di Alcmena’? Il mito ci dice che Al- . moltiplicateli per 300. M22 giace praticamente sull’eclittica. quando il Sole solstiziale passava dal Leone al Cancro. fu quella di ‘creare’ la Via Lattea.

di sedurla con carezze e parole affettuose e di giacere con lei non pochi minuti come era suo solito fare ma standoci per ben tre notti o trentasei ore. Lo strano comportamento poi di Zeus-Giove.46 Casa Prima cmena fu scelta da Zeus-Giove non tanto e non solo per la sua bellezza. quanto per la sua dignità. che fu a suo tempo la prima donna mortale amata da Zeus. e che solo con lei avrebbe potuto “generare un figlio tanto forte da impedire lo sterminio degli uomini e degli dèi”. che la sua casa era particolare. e la tenne così in gran conto che invece di assalirla e violentarla bruscamente e sbrigativamente (come solitamente faceva).11 marzo 2347 a. Tutti questi comportamenti. si prese la briga di assumere le sembianze del marito. certo non usuali in Zeus. sembrano volerci dire che Alcmena era particolare.15 Alcmena era la sedicesima discendente di Niobe. e cosa abbiamo di particolare nella costellazione del Sagittario? Il centro galattico. certamente una degna ‘casa’ per Alcmena. . questo suo ‘fermarsi’ per lungo tempo con Alcmena. così che possiamo prendere questo come luogo della notte d’amore fra Zeus e Alcmena. tradotto in termini planetari farebbe pensare ad un ‘anello di sosta’ del pianeta: se osserviamo i parametri astronomici e planetari dell’11 marzo 2347 a. Ed ecco come si presentava la porzione di cielo (fig. Alcmena fu invece l’ultima donna mortale con la quale egli giacque. 1) con Giove in Sagittario vicino al centro galattico al ‘concepimento’ di Ercole: Figura 1 . E dove stazionava Giove? Proprio sul centro galattico. incorruttibilità e saggezza. specie se ella venne scelta per la sua ‘incorruttibilità’. notiamo che Giove aveva appena intrapreso il suo moto retrogrado (iniziato il 5 marzo).C.C.

11 marzo 2347 a. una lunga notte. vediamo Sole e Luna congiunti. Il mito ci dice che “…Quando Eracle venne alla luce… Zeus illuminò di luce divina la stanza del parto”. ovvero con la Luna nella Costellazione dei Pesci (optando per la traduzione ‘due giorni’ uguale ‘due Segni o Costellazioni’). allora dovremmo essere in presenza di una Luna Nuova.C. arriviamo ad un periodo in cui abbiamo il Sole appena entrato nella Costellazione del Capricorno (così come vuole il mito) e sempre Giove in quella del Sagittario. dopo nove mesi dal concepimento. Ecco come si presentava il cielo alla ‘nascita’ di Ercole (fig. Figura 2 . 3). in cui Giove era in Sagittario e il Sole in Ariete. che abbiamo datata al 9 dicembre 2347 a. come abbiamo visto.Casa Prima 47 Il concepimento avvenne di notte. 2).C. . e se così è. ed infatti quella notte la Luna era in congiunzione al Sole arietino. traducendo il mito. Zeus chiese al Sole di starsene a casa il giorno dopo e alla Luna di rallentare il suo corso: si potrebbe pensare che anche la Luna sparì dal cielo. si può pensare che Giove (pianeta) si trovasse non molto discosto dal Sole (Ercole). Ma veniamo alla ‘nascita’. Se osserviamo sempre la mappa relativa al concepimento ma questa volta volgendo lo sguardo alla zona del cielo natale occupata dal Sole quindi dal Segno dell’Ariete (fig. altra indicazione astronomica è che Ercole nacque il ‘secondo giorno’ della Luna.16 Se Zeus-Giove stava illuminando la stanza del parto.

quindi di conoscere l’oroscopo di Ercole. Questo è il cielo natale di Ercole. vediamo che nel momento in cui il Sole sta entrando nel Segno del Sagittario sta sorgendo il Segno del Leone. troviamo poi la Luna in Pesci. Ecco qui sotto il Tema dell’Eroe: Il mito ci dice che Ercole nacque nel momento in cui il Sole stava per entrare nella Costellazione del Capricorno. Ora. . distante due Costellazioni dal Sole.48 Casa Prima Figura 3 – 9 dicembre 2347 a. Ovviamente non pretendiamo che tutto ciò sia vero. siamo all’inizio del Segno del Sagittario. infatti troviamo il Sole a 00°00’08” Sagittario. Giove è in Sagittario. e sembra proprio stare a guardare illuminando la ‘stanza del parto’. ma piace pensare che lo sia. Chi vuole può divertirsi a ‘fare l’oroscopo’ a Ercole: da parte nostra ci fermiamo qua. a questo punto nulla ci vieta di costruire il cielo astrologico. Il Sole è all’inizio della costellazione del Capricorno. anche perché poi le posizioni qui trovate non è che sfigurino in un tipo come Ercole. il cielo astronomico. chiudendo il nostro divertissement che se non altro ci ha permesso di inquadrare meglio il peso e la natura di Ercole.C. esattamente congiunto a Marte (e congiunzione migliore non poteva esserci per raffigurarci il possente Ercole). se noi volgiamo lo sguardo ad oriente. Quindi il nostro Eroe appare essere un Sagittario con Ascendente in Leone e con il Sole addirittura congiunto a Marte! Veramente indici più calzanti non potevano esserci per rappresentare carattere e gesta di Ercole. vista la precessione degli equinozi. astrologicamente parlando.

410-411. Milano. 4 Da considerare però che questo movimento conico non è poi né esattamente conico né produce una circonferenza regolare ma piuttosto frastagliata. pertanto non tiene conto della nutazione. quindi spostamento assai fluttuante. Il valore di spostamento annuo degli equinozi. come già si è invertito in passato. dovremmo quindi far avanzare di 28° il punto gamma per poter avere la coincidenza fra l’inizio della Costellazione dell’Ariete e il suddetto 2 1 .25.21) in 18. cioè 50”.22 ogni millennio.2564. 3 Da considerare che il moto di precessione dell’equinozio non è uniforme nel tempo ma ha delle variazioni dovute ad un insieme di fattori che fanno sì che questo cresca di circa 0”. presentazione di Giuseppe Filipponio. Roma. 5 Il Sole entra nella Costellazione dell’Ariete quando per noi astrologi si trovava oggi (2005) a circa 28° del Segno dell’Ariete. fra mille anni sarà di 50”.Casa Prima 49 NOTE ROBERT GRAVES. ed. Longanesi. ora stimato in 50”. pagg. ciò che significa che lo spostamento annuo del punto di Ariete. è un valore medio. Andamento quindi in ascesa ma che si pensa poi si invertirà. e questo perché all’effetto della precessione vanno aggiunti altri movimenti come ad esempio il movimento di nutazione. I miti greci. 1988.47. ALICE ANNA BAILEY.6 anni. Le Fatiche di Ercole. un particolare movimento oscillatorio che coinvolge in special modo i punti di incontro dell’orbita lunare con l’eclittica (i nodi lunari) e che si somma alla precessione apportando un’oscillazione di circa 9 secondi di grado (9”.

Per il rinnovo si veda la penultima pagina di copertina “Come iscriversi ecc. Milano. 350. La stella di Natale. 411. pag. cit. percorrerà i 28° in circa 2005 anni. L’astrologia. 1983.. op. in astrologia. GRAVES. 16 ROBERT GRAVES. op. All’arrivo della Rivista sul foglio che contiene il vostro indirizzo è riportata la Vs.cit. RENZO BALDINI. 9 R. p. pag. cioè in Sagittario. ed. formati da più di un milione di vecchie stelle ammassate l’un con l’altra a forma di globo. Gli Dei e gli Eroi della Grecia. Pagnini e Martinelli. 464 (132. che contengono qualche migliaio di stelle. 349.. Teti. GHIVARELLO. Milano.2564.” . 2003 8 S. Mondatori. 6 G. in Linguaggio Astrale n. 15 ROBERT GRAVES..115.1). 13 KÁROLY KERÉNYI. 12 KÁROLY KERÉNYI. con lo stesso criterio il figlio di quest’ultimo si porrà anch’esso cinque Case dopo. pag. da cui il nome di ammassi globulari. 7 Cfr. situazione associativa. 51. suo figlio si situerà ovviamente cinque Case dopo. ed. pag. cit. e gli ammassi chiusi. op. op.50 Casa Prima punto gamma: siccome in un anno quest’ultimo recede di 00°00’50”. Firenze. cit. pag. oppure vi viene segnalato: Abbonamento scaduto. così se partiamo dall’Ariete dove abbiamo posto il padre. op. La freccia del Sagittario. 1989. 11 Questo si lega al concetto delle ‘Case Derivate’: sappiamo che i figli. 10 KÁROLY KERÉNYI. 14 Gli ammassi sono raggruppamenti di stelle: esistono gli ammassi aperti.. cioè in Leone. pag.. 1980. 351. cit. si leggono nella Quinta Casa. 412. ed. storia e metodi. BEZZA. Scadenza 142 significa che il vostro abbonamento scade con questo numero.

51 CASA TERZA Un cordiale benvenuto per i nuovi iscritti alla nostra Associazione Lettere alla Redazione .

142-300 Irene Brigada Rossella Bompieri Elena Montini Donata Maestri Marcellina Salviato Paola Aime Marina Mazzantini Angelica Renzi Marinella Petrini Paola Benagli Ornella Maggi Rita Zerbini Lamioni Francesca Maggi Ornella Antonio Polito (Venezuela) Beatrice Dell’agnol Luisa Martucci Maurizia Cozzi Giovanni Zaniol Sebastiano Gambino Andrea Irali Nadia Lodi Silvana Fortini Alessandro Pierini Giuliana Lucilla Barbara Salnik Caterina Parisi Carla Coponi Antonio Ferrari Margherita De Santi Manuela Morini Mario Patti M.52 Casa Terza UN CORDIALE BENVENUTO PER I NUOVI ISCRITTI ALLA NOSTRA ASSOCIAZIONE L. .A.Franca D’Onofrio Antonella Mencio …con l’augurio di un proficuo cammino di conoscenza e di amicizia.

che affermava candidamente di non leggere la maggioranza degli articoli perché difficili e. b) di voglia di apprendere per acquisire una maggiore consapevolezza. noiosi.A. Scontato? Dogmatico? Il fatto è che credo opportuno da parte vostra ribadire come sia importante avere una rivista in grado di rappresentare a livello nazionale un suo indirizzo di pensiero qualificato e qualificante. guadagneranno un sacco di soldi o faranno progressi in carriera conservando sempre un’ottima salute. Angela . E non ho mai risposto perché mi pareva di ledere gli altrui diritti di opinione. In quanto alle tecniche di base.Casa Terza 53 LETTERE ALLA REDAZIONE Riceviamo da Angela Castello di Verona L. In realtà. Con articoli facili e con articoli impegnativi. coinvolgendo mente e cuore. Un saluto affettuoso. c) di sana curiosità per ciò ch’è ancora sconosciuto o misterioso. Questo mi dà l’occasione di aggiungere che essere soci Cida dovrebbe comportare un bagaglio a) di determinazione per non arrendersi di fronte alle difficoltà. ho ricevuto oggi l’ultimo numero di L. simpatica devo ammettere. è chiaro che bisogna provvedere o autonomamente con libri specializzati o rivolgendosi a scuole professionalmente valide. allora è meglio. penso sia giusto cercare di coinvolgere il maggior numero di persone solo se queste persone sono realmente interessate all’astrologia con tutto ciò che essa comporta – per esempio. a riviste più abbordabili e commerciali. tra le note personalizzate rivolte ai soci. rivolgersi. 142-370 Caro Direttore. Se però la focalizzazione è tutta sugli oroscopi personali nella ricerca affannosa della fiaba a lieto fine di facile lettura dove tutti troveranno il principe azzurro. Del resto. come tu dici. e sono stata piacevolmente colpita nel leggere. E devo dire che sono pienamente d’accordo. ovviamente indispensabili. anche per alcune di esse si è notata una evoluzione qualitativa. perciò stesso. crescita personale nel contesto di una visione globalizzata o addirittura cosmica – ma anche momenti di divertimento (come saggiamente tu già fai con le tue pagine di astrologia leggera). Anch’io delle volte mi sono trovata ad ascoltare gente.ma l’astrologia offre qualcosa di più che sarebbe il caso di cogliere. Articoli facili e difficili. È anche vero che le illusioni aiutano a vivere. senza offesa. 154.A. quella di pag.

. Aiuterete l’Associazione a mantenere la stessa quota! Basta versare 40 o 60 euro al c/c/p 11905411. specie nelle grandi città. È una realtà che tutti possiamo verificare. specie da coloro che non osano porle. Come si può spiegare a livello storico-astrologico? Invocare i famosi pianeti X e Y? L’abbonamento scade sempre il 31 dicembre. mentre i ragazzini sembrano le educande di una volta. approfittiamo di questa occasione per stimolare i lettori con qualche quesito: 1) Nelle sinastrie si valutano raramente gli amori non ricambiati: addirittura capita che l’amore da A verso B diventi insofferenza da B ad A. Nei paesi anglosassoni questa abitudine al contatto con l’Editore è più diffusa. 2) UNISEX O CONTROSEX? Nel film “Caterina va in città”. potrebbe aiutare la persona interessata a cambiare atteggiamento. Comunicateci le vostre ipotesi o per lo meno inviateci alcuni esempi lampanti (dati natali).54 Casa Terza Prendiamo lo spunto per aggiungere che le domande più semplici -– o apparentemente semplici – sono quelle apprezzate dalla frangia più ampia di lettori. viene descritto in modo lampante la “inversione dei ruoli”. rinnovatelo entro il 31 gennaio. insieme alla grande e benemerita arte della concisione. ossia le ragazzine sempre più volgari e aggressive. che è una forma di cortesia per il lettore. Anzi. Capire il senso astrologico di questa ostilità e segnalare eventuali possibili alternative.

come si finisce sempre per concludere! Ma riteniamo che quanto più ci si addentra nella casa più profonda. Maria Grazia La Rosa Amelia Earhart: il prezzo del coraggio Dante Valente La Galleria degli Insoliti: Evariste Galois Marco Gambassi Le stelle natali di Georges Brassens . E in verità anche tutte le altre Case. come sintesi della vita – più si coglie l’essenza di un individuo. quindi i quattro angoli del cielo. le biografie toccano fondamentalmente l’infanzia. la gloria. quell’Imum coeli – noto come fine. i partner e l’immagine. quell’ impulso iniziale che finisce per condizionare tutto il resto della vita.55 CASA QUARTA Lidia Fassio L’imprinting prenatale nel Tema di Nascita I RITRATTI Il lettore si chiederà: perché proprio questa casa per i Ritratti? È vero.

esattamene come. Ovviamente. Per usare un linguaggio caro a Jung potremmo dire che in questa primissima fase si instaurano gli archetipi fondamentali. ed è proprio per questo che mi piacerebbe che le mie osservazioni-intuizioni diventassero in qualche modo oggetto di studio da parte di altri astrologi al fine da poterne verificare l’attendibilità ed anche di poter fare ulteriori ap- . le immagini che si legheranno alla costruzione della psiche.A. Ed ha notato che c’era una perfetta linea di continuità. successivamente. Sintesi della Conferenza tenuta alla Delegazione di Varese il 6 novembre 2005 Carissimi amici. almeno fino a quando non interverranno consapevolezza e capacità di sbloccare le energie che si sono cristallizzate in automatismi comportamentali e psichici. Quello che io vorrei dimostrare oggi non ha e non vuole avere la presunzione di essere una verità o di essere un qualcosa sperimentato da tanto tempo. La Piontelli attraverso anni ed anni di studi ecografici ha potuto notare parecchi comportamenti che l’embrione e il feto tendevano a manifestare. vorrei iniziare questa conferenza riferendo una frase della dottoressa Alessandra Piontelli. ovvero. La frase è: “c’è una chiara continuità di comportamento tra il periodo pre-natale e quello post-natale. confrontandoli in seguito con quelli del neonato e del bambino. una psicoanalista che si interessa di psicologia prenatale. 142-410 Il percorso formativo fetale segue un iter che corrisponde astrologicamente ad un percorso simbolico dalla casa ottava verso l’Ascendente.56 Casa Quarta Argomento Lidia Fassio L’IMPRINTING PRENATALE NEL TEMA DI NASCITA L. vi sarà continuità e analogia tra le modalità di superamento delle dinamiche infantili e i comportamenti adulti. il comportamento dei bambini rimane per molti versi simile a quello uterino”. a questo proposito dobbiamo sottolineare che c’è una grandissima influenza degli stati d’animo della madre e tutto il vissuto materno che andrà ovviamente a ripercuotersi nel bene e nel male sulla tonalità del vissuto infantile e questo. oggi parleremo della fase prenatale e. segnerà in maniera potente il vissuto della fase adulta.

A quel punto. nuovamente ne subii uno al 7° mese avanzato.Casa Quarta Argomento 57 profondimenti. A questo devo aggiungere che all’inizio dell’8° mese di gravidanza iniziarono le doglie ed io entrai nel panico poiché . allorché ero diventata molto più esperta in astrologia. dei loro vissuti. decisero di praticarmi un taglio cesareo d’urgenza. della maturità e della senescenza – forse questo quarto mondo ci aiuterà a prendere ancora maggiormente consapevolezza di noi stessi. Ovviamente. mi fecero una dose più massiccia di narcotico e mi addormentai. . Anche la psicologia prenatale ormai è riuscita a chiarire con sufficiente credibilità che le nostre prime esperienze sono radicate così in profondità da influenzare poi in modo altrettanto profondo la nostra vita. Qualcuno ha ipotizzato che la vita prenatale sia un quarto mondo psicologico di cui dobbiamo tener conto come già lo facciamo dell’infanzia. come se il mio cervello si rifiutasse di perdere consapevolezza e di cadere nell’oblio. L’inizio delle mie osservazioni risale a molti anni addietro allorché durante la mia gravidanza ebbi una lunga serie di contrattempi che mi costrinsero a letto a partire dal 3° mese di gestazione. a testimonianza della mia eccitazione di allora e dell’intervento chirurgico resosi necessario alla sua nascita. come purtroppo era già accaduto in circostanze analoghe e quindi ero in uno stato di eccitazione e di panico che impedivano l’assorbimento dell’anestesia. io vidi chiaramente la testa del ginecologo che stava ascoltando il battito cardiaco del mio bambino che faceva un gesto totalmente sconfortato. Seguii personalmente molte donne incinta trovando poi riscontro dei loro stati d’animo. Al 4° mese dovetti subire un intervento e. tutto andò per il meglio. durante la visita che mi fecero al pronto soccorso in una domenica – antivigilia di Natale –. Solo riuscendo ad analizzare in che modo esse si manifestano e tendono a radicarsi e a perdurare nei nostri comportamenti potremo comprenderne il significato. dei loro traumi e delle loro aspettative nei temi dei loro figli. In seguito. ha Urano e Marte quadrati all’ascendente. Avevo paura di perdere questo bambino. Allora io non mi interessavo ancora in modo approfondito di astrologia: stavo facendo la mia prima tesi di laurea ed ero affaccendata in questi compiti: finire gli studi e fare la mamma. nel discutere i temi natali. Ogni volta che vedevo quell’opposizione Marte e Urano nel suo tema non potevo non pensare all’intervento che avevo subito intorno al 3° mese e così cominciai a cercare eventuali conferme a questa mia teoria che poi cercai di sviluppare andando alla ricerca. Ho un figlio meraviglioso che ora ha ben 28 anni e che. anche le osservazioni da me fatte e che vi riferirò in questa conferenza sono soprattutto di ordine psicologico. faticarono moltissimo a farmi entrare in anestesia. Alla fine. ma il mio stato d’animo era decisamente negativo e quindi. io ho un taglio psicologico e quindi. guardando il tema di mio figlio vidi tutte queste segnature e cominciai a ragionare su alcune cose. di resoconti rispetto alla loro gestazione. Alcuni anni più tardi.

il senso di alienazione. Questa abitudine di “comunicare” consentirà alla madre di rimanere in stretto contatto con il figlio anche durante il parto che – notoriamente – è il momento più difficile e traumatico in assoluto. costituiscono una frattura netta e troppo drastica con il mondo precedente da rappresentare una sfida per la futura personalità. La psicologia prenatale potrebbe almeno in parte dare un contributo a rinsaldare quella frattura riportandoci ad uno stato di continuità dalla fase del concepimento in poi. Partendo dal presupposto che il ritmo e la tonalità del battito cardiaco materno rappresentano uno stimolo naturale per lo sviluppo neuropsicologico egli ha elaborato un complesso sistema di apprendimento ritmico-tonale basato nella prima fase sulle variazioni del ritmo cardiaco materno e sulla sintonizzazione di quello del bambino e. Far intervenire costantemente il padre in questa interazione. Sono stati fatti esperimenti molto interessanti sulle fasi prenatali con madri che cercavano di mettersi in comunicazione con i loro bambini e ci riuscivano perfettamente creando un’interazione a cui il bambino partecipava pienamente giungendo anche a sollecitarla lui stesso “bussando” letteralmente sulla pancia della mamma. parlargli degli altri membri della famiglia. di vuoto e di dolore che vivono molte persone. Del resto sarebbe singolare prendere in esame questo periodo da un punto di vista biologico trascurandone l’impatto psicologico. . fargli conoscere le voci degli altri componenti della famiglia oltre che quelle dei due genitori che lui riconosce già a partire dal 5° mese. Lo psicologo americano Logan ritiene che se il bambino non riceve sufficienti stimoli dalla madre. Anche il ginecologo Renè van de Carr ha improntato un programma di relazione con il feto che comprende: – al 5° mese rispondere ai movimenti fetali e giocare con piccoli tocchi e strofinamenti a cui il bambino risponde. Spesso. prepararlo alla nascita e alle persone che incontrerà dopo la nascita. Sembrerebbe che proprio lo stress vissuto in fase pre-natale sia responsabile di futuri comportamenti antisociali e antidemocratici. – al 7° mese parlare costantemente al bambino articolando bene le parole sempre accompagnandole con i movimenti – fino alla fine della gravidanza fare ascoltare musica.58 Casa Quarta Argomento È dunque possibile che includendo nella nostra esistenza anche la vita prenatale possiamo acquistare una visione molto più unitaria e organica del mondo fino a renderci esseri umani più completi il che potrebbe aiutarci ad armonizzare con il nostro essere in modo più profondo. successivamente attraverso registrazioni del battito materno che viene poi fatto ascoltare al bambino nei momenti di difficoltà o di angoscia. fargli vedere la luce. non sembra avere tracce nella loro vita post natale eppure si manifesta con una tale intensità e negatività da doverci indurre a qualche riflessione: infatti. anche il gravissimo trauma che ancora oggi tutti i bambini subiscono alla nascita. ci possono essere problemi per il suo futuro sviluppo.

La comunicazione emotiva con il feto favorisce lo sviluppo affettivo e la capacità relazionale con e del bambino. In ogni caso. Premetto che non è che tutto sia chiarissimo: alcuni pianeti mi sono molto più chiari di altri. o. il potere o quant’altro. è la “generazione” e. La casa ottava. qui abbiamo il viaggio che il seme fa per giungere alle ovaie. in molti miti questa viene vista come un “viaggio”. con significati molto più evidenti: altri mi sfuggono ancora un po’. ho notato spesso che Plutone e/o Marte in 8a casa. io leggo letteralmente i simboli semplicemente poi li applico alla fase pre-natale. lo scopo era sicuramente un matrimonio. CASA OTTAVA – Fase di concepimento La casa ottava rappresenta il concepimento. A livello simbolico. spesso. anche in che modo siamo stati generati. . il canto e la musica assumono un’importanza particolare perché il feto li percepisce in maniera intensa e differenziata. i pianeti e le lesioni che formano aspetti con questo punto preciso del tema natale. ovvero quella fusione dalla quale è nato il principio della nostra vita. ci diranno che tipo di “parto” e di imprinting ha vissuto il bambino. Oggi vorrei parlare con voi di questo cercando di discutere delle fasi della gestazione che si leggeranno nel tema natale a partire dalla casa 8a come “fecondazione”. siccome io sono di scuola Morpurghiana.Casa Quarta Argomento 59 Nel contatto prenatale infatti la voce.000 uova (rappresentate miticamente dal tesoro delle caverne. successivamente dalla 9a alla 12a come “intera gravidanza” e – Ascendente – ovviamente come “nascita”. due pianeti maschili che possono essere simbolicamente visti come la potenzialità creativa che si mette in azione: troveremo i due stessi pianeti in casa 1a. lontano dall’idea di un bambino inteso come il desiderio e la voglia di dare vita e sostegno ad un nuovo essere. Ovviamente. l’ottava casa è opposta alla 2a in cui troviamo due pianeti femminili “X e Venere” che sono complementari a “Plutone e Marte”. danno lettura di un bambino concepito in circostanze strane: ho visto molti Marte in ottava casa in temi di persone il cui concepimento era avvenuto attraverso una violazione della loro volontà personale: ho visto Plutone in ottava in temi di bambini la cui madre aveva manipolato la situazione per poter rimanere incinta e quindi. le spinte. dove rappresenteranno l’inizio della vita fisica: qui abbiamo l’inizio di tutto. in ogni caso. oggi mi soffermerò solo sul significato delle case e delle lesioni: per affrontare i singoli pianeti in tutti i loro aspetti ci vorrebbe una intera giornata. le intenzioni. contiene Plutone e Marte. cosignificante dello Scorpione. se sono lesi. dove riposano circa 600. le motivazioni che hanno spinto i nostri genitori a prendere in considerazione l’idea di avere un figlio. In questa casa possiamo quindi leggere come e perché e. meglio ancora. devo però confutare una delle sue teorie che consisterebbe nel vedere la nascita in casa 5a. tutti i viaggi di discesa agli inferi hanno a che fare con questa immagine primordiale). La nascita è invece l’ascendente e.

all’origine della vita e quindi. Sul piano biologico in questa fase (Scorpione casa 8a) lo spermatozoo combatte la sua battaglia per poter giungere alla fine del viaggio che avrà come mèta la riproduzione o la morte. in modo non naturale. La cosa che però mi avrebbe ancor più sorpresa fu quando una mia cara amica che lavora in un laboratorio per la “fecondazione in vitro”. Ovviamente. invita a riflettere sul momento in cui una nuova vita inizia ad avere consapevolezza. direi anticonvenzionale” avvenuto in totale “freddezza ed asetticità”. diverso e anomalo. in modo tecnico e non personale e senza un contatto diretto tra i due diretti interessati (genitori). ricercato e atteso come dono. ma in laboratorio. magari questi bambini sono nati per taglio cesareo e quindi in certe fasce orarie: la risposta è NO: su 16 ben 12 sono nati con parto normale e. senza partecipazione attraverso unione. ripeto tutti. significa che questo ha comunque registrato una serie di “intenzioni-percezioni” nel momento stesso in cui si è messo in moto un “pensiero di concepimento”. a volte. l’inconscio ha comunque fornito una serie di sensazioni al futuro bambino. L’osservazione che spesso mi viene fatta è: se sono tutti dello stesso periodo è abbastanza normale e poi. che. quindi. Altre volte è un figlio che è venuto di sorpresa. occorre pensare al fatto che. Ovvio. Pianeti lesi. in tutte le ore del giorno e della notte. avevano o Urano o Saturno o Acquario Capricorno in 8a casa – quasi a simboleggiare questo concepimento “strano. tuttavia. mi segnalò alcuni casi di bambini “nati in provetta”: tutti. questa interpretazione e questa lettura lascia anche intendere qualcosa di molto profondo rispetto alla vita. anche quando vi è totale inconsapevolezza. Uno solo penetrerà la corona dell’uovo – unione – fusione con la membrana dell’uovo che formerà una cavità che metterà in comunicazione le due cellule (maschile e femminile). è molto diversa da ciò che appare in superficie. del tutto inaspettato. Inutile dirvi che i due pianeti non potevano meglio rappresentare il tipo di concepimento e le modalità in cui questo era avvenuto: asetticamente. difficoltà che la madre stava vivendo in quel momento o a certe problematiche come il senso di responsabilità o il bisogno di fare un figlio perché è così che si fa dopo un certo numero di anni di matrimonio. . però possono essere un buon punto di partenza. Del resto. se noi possiamo leggere questa cosa nel tema natale del bambino. non si può intendere o trattare di un tipo di coscienza come noi la intendiamo. è interessante notare che.60 Casa Quarta Argomento L’ottava casa possiamo vederla come l’intenzionalità che sta alla base. il cui concepimento è avvenuto veramente come un atto di amore. Pianeti molto beneficati in casa 8a soprattutto pianeti affettivi spesso sono riferiti a bambini molto desiderati. noi leggiamo in Plutone l’intenzione del Sé e in Marte l’intento dell’Io e i due pianeti dovrebbero entrare in comunicazione. Con questo non voglio dire che sedici nascite siano una statistica sufficiente. a volte vogliono semplicemente riferirsi a paure. ma in modo totalmente distaccato.

Se la divisione cromosomica non è andata bene a volte in questi giorni tutto si interrompe. Un mistero da svelare è il perché queste cellule. Si calcola che circa la metà delle gravidanze si interrompa a questo punto ed è impossibile accorgersene e l’uovo fecondato scompare senza lasciare traccia. La madre accetta addi- . La morula scende nell’utero con il suo bagaglio di informazioni – fino a questa fase le cellule sono ancora tutte identiche – ma qui avviene la grande trasformazione cioè diventano diverse le une dalle altre. Se la divisione cromosomica non è andata bene sarà in questa fase e in questo asse astrologico che si potranno leggere eventuali malattie genetiche. In questo periodo le cellule sono già 16. Questo periodo è davvero precario per il nuovo essere . Ora le cellule si annidano nel rivestimento interno dell’utero. ovvero le cellule si specializzano. Questa fase si chiama “migrazione neuronale”. però è anche il migliore per trasferirsi dentro l’utero. Qui c’è veramente il potenziale del bambino in nuce che dovrà affrontare un altro viaggio di circa tre o quattro giorni per andare verso l’utero in cerca di un annidamento. diverse da quelle della madre. un tentativo del corpo o meglio del Sé di ritornare alla fase embrionale. anche se tutto ciò avviene all’incirca alcuni giorni dopo il rapporto sessuale. daranno vita alla struttura della placenta destinata a nutrire alloggiare e proteggere il bambino fino alla nascita.Casa Quarta Argomento 61 Il risultato sulla vita adulta sarà comunque una fase difficile nella “simbiosi-separazione” che condurrà ad una seria difficoltà nei rapporti di intimità. costantemente ricercati ma terrorizzanti poiché vissuti come un qualcosa di inglobante o di rifiutante in cui non sembra poter emergere il proprio reale senso di identità e non sembra esserci la possibilità di scegliere pienamente un vissuto affettivo e sessuale gratificate e appagante sotto il profilo dell’intimità. FASE DI CASA 9° – Il grande viaggio vero la mèta Dopo la fase del concepimento. Da questo momento le cellule si organizzano in due gruppi uno esterno ed uno interno con due diversi destini: quelle interne daranno origine all’embrione e prepareranno tutte le cellule di cui avrà bisogno non solo in questa fase. Sono le prime due cellule del bimbo che verrà. Le cellule cancerogene perdono la loro specializzazione. non vengano espulse “rigettate” come succede in caso di trapianto. quelle esterne avranno una vita più breve e e termineranno alla fine della gravidanza. Questo può essere considerato veramente il 1° giorno della gravidanza. perdono la loro indeterminatezza. ma in tutta la sua vita futura. unica in cui le cellule sono indifferenziate. Come se simbolicamente vi fosse il desiderio di una “nuova nascita”. i due pronuclei si adageranno fianco a fianco dentro l’ovulo per circa un giorno e si combineranno nella definitiva unione (23 cromosomi materni e 23 paterni) e nel momento in cui questo accade le sostanze dell’uovo si dividono in due nuove cellule identiche alla prima. Sarà molto interessante ciò che riferisce la medicina psicosomatica che vede nel cancro malattia.

Queste 6 settimane infatti sono le più cruciali di tutta la gravidanza: sono quelle che vengono definite “fase embrionale” in cui avvengono i processi più importanti in assoluto e quindi è anche il periodo nel quale possono intervenire i più grossi problemi a livello fisico e psichico.i vasi sanguigni . quelle che sono nate dalla difficoltà della divisione cromosomica e dei geni. a sua volta. Alcune sindromi come quella di “Down” che deriva dalla “non disgiunzione” cromosonica che crea trisomia (ovvero tre cromosomi del n. Intanto.pioggia dorata . il secondo diventerà apparato digerente .nervi e pelle. Questa sindrome produce effetti molto negativi sulla formazione dei neurotrasmettitori – sull’apparato cognitivo – e sui processi immunitari che causano un precoce invecchiamento. anche la madre aveva emesso quando era soltanto un essere di poche cellule. il bambino ha bisogno di un supporto e quindi gruppi di cellule “fabbricatrici” realizzano. lo stesso problema avviene anche per “traslocazione”di materiale del cromosoma 21 che si unisce ad un altro cromosoma. l’utero accetta amichevolmente l’invasione dell’estraneo. Come non pensare però – per noi che facciamo astrologia – a Giove e Nettuno e ai loro potenziali di mimetizzarsi di confondere e di trasformarsi per farsi accettare. Da questo momento l’embrione comincia ad organizzare le sue cellule in un corpo che ha già in abbozzo tutte le sue componenti e che sono già pronte ad entrare in funzione.Sagittario stranieri . in pratica. . ecc.uccellino ferito. 21 anziché solo due). del polmone. delle braccia. Pensate a Zeus che quando doveva conquistare ogni volta si trasformava in qualcosa di diverso per non essere respinto (cigno .accettazione della differenza aspettativa che tutto si compirà). Se ci saranno imperfezioni nella struttura fisica le problematiche possono risalire a questa epoca: è qui che si impiantano le basi per la formazione di tutti gli organi. Nell’80% dei casi è dovuto alla madre. Comunque. Le cellule dividendosi e moltiplicandosi continuano a specializzarsi e diventano cellule del cervello. letteralmente danno vita alla placenta e cordone ombelicale. oppure a deficienze di curiosità o di esplorazione. ecc.bisogno di conoscenza del diverso . In questa casa si ravviseranno le malattie così dette “genetiche”.) oppure Nettuno che cambiava ogni volta aspetto per poter salire in superficie. Questo al momento è ancora misterioso anche se si suppone che il nuovo essere sopprima o mimetizzi i propri marker genetici ed emetta una sorta di password universale identica per tutti gli individui che.i muscoli e lo scheletro. Si organizzano in 3 fogli: il primo formerà cervello .62 Casa Quarta Argomento rittura un altro ovulo. (pensate a tutti i riferimenti simbolici con la casa 9a .spina dorsale . Anche farmaci presi dalla madre in questa fase possono dare effetti tragici che possono poi portare a disturbi nei sensi.pancreas e fegato e il terzo diventerà il cuore . o meglio ad un problema che risale alla vita fetale della madre.

Altre problematiche rispetto a questa fase possono dare problemi successivi che riguardano l’asse motorio o del linguaggio. La ferita che un tentativo di aborto infliggerà all’embrione e alla sua futura psiche andrà a riflettersi sul senso di fiducia nella vita. quando vi sono lesioni a metà della migrazione neuronale il topo si presenterà iperattivo . Infatti.“madre-vita” comincia per il bambino ad essere il suo sostegno… . in questi due mesi il bambino pone tutte le basi per il suo futuro e se non ha la fiducia di poter poi sviluppare il suo progetto. oltre che alle potenzialità cognitive sia logico-consequenziali che analogico simboliche). non starà fermo e avrà difficoltà a leggere e scrivere poiché mancherà di concentrazione. L’assunzione di farmaci può dare errori di migrazione: sembrerebbe dagli ultimi studi che una migrazione disturbata sia in grado di dare ansia cronica nel bambino e poi nell’adulto. Però. ma anche a livello psicologico: se infatti vi è un tentativo di aborto il futuro bambino può sentire minacciato il suo progetto e mantenere un imprinting di “difficoltà di crescere” in senso cognitivo e potrà rimanere a lungo impantanato in una fase psicologica – anche da adulto – in cui non c’è la capacità di decidere che cosa fare delle propria vita. come se non riuscisse a trovare la sua “vocazione”. egli può rimanere costantemente indeciso sul da farsi. è anche considerato il peggior nemico dell’apprendimento: un bambino che non riesce ad essere sereno e tranquillo. prima di questa operazione o dopo. che sarà poi il suo senso di fiducia nel mondo e nelle sue possibilità. Noi che facciamo astrologia possiamo vedere come l’asse 3a-9a leso produca persone con ansia pressoché continua: anche lesioni tra Gemelli-Sagittario. Mancheranno obiettivi e aspirazioni. comunicare tra loro per dare il via alle possibilità motorie e linguistiche. a cominciare qui dai due lobi del cervello che. già in questa fase l’equazione “madre-mondo” . Problemi in questa fase a seconda del segno e dei pianeti coinvolti potrebbero anche interessare questo processo che potrà mettere a repentaglio sia l’aspetto di comunicazione che quello di relazione ed elaborazione delle esperienze. Esattamente come il suo progetto non decollò in maniera positiva allora. anche perché trattandosi della fase di organogenesi e in cui si forma il primitivo abbozzo del sistema nervoso (il tubo neurale da cui prederanno il via il cervello e il sistema nervoso. L’ansia. Probabilmente la capacità di interpretare in modo perfetto le istruzioni genetiche e cromosomiche renderà il soggetto in grado di interpretare i messaggi della cultura nella quale andrà ad immettersi (da qui potrebbero anche derivare le capacità di adattamento all’ambiente rappresentate da questo asse). Del resto. i rischi in questa fase non sorgono solo da problemi genetici congeniti. sembrano invece dare apatia. il soggetto avrà una serie di problemi nell’elaborare i dati a sua disposizione per poterli meglio interpretare e favorire la sua crescita e direzione.Casa Quarta Argomento 63 Sono interessanti gli esperimenti fatti sui topi: infatti. Un’eventuale malformazione agli organi è da ritenersi legata a questi primi 70 giorni. ovviamente dovranno nella corrispondente fase infantile post-natale.

Anche alcune malformazioni all’orecchio possono avere il punto di origine nella 5a settimana di gestazione e possono poi portare problemi proprio sull’apprendimento e. Il bambino però può aver anche solo percepito una difficoltà di annidamento. per terminare. le molecole del gusto attivano . finita questa fase si libera del suo nome e si chiamerà feto nelle fasi successive (in latino significa giovane essere o frutto). Il gusto è pienamente in funzione alla 13a settimana.colonizzazione e specializzazione”. FASE DI CASA 10a – Struttura e organizzazione In questa fase la prima cosa importante sarà l’evidenziazione degli organi genitali (su questo asse troviamo infatti i due pianeti sessuali che si contrappongono Marte e Venere). anzi ci sono molte più papille gustative di quante non ne avrà successivamente.64 Casa Quarta Argomento Esattamente come la trasmissione del messaggio cromosomico può creare delle grandi difficoltà in seguito potrebbero esserci difficoltà nella trasmissione dei messaggi chimici del cervello. renderà l’intero edificio di struttura e di progetto della personalità più precaria. in questa fase avvengono “differenziazione .migrazione . Sostanzialmente. Questo rende possibile individuare dall’ecografia se si tratta di un maschio o di una femmina. Vengono poste le basi per tutte le parti del corpo. A questo punto della gestazione è interessante notare come anatomicamente entri in funzione il sistema gustativo: ovvero gusto e olfatto che rendono il feto sensibile a ciò che la madre mangia. Un inizio di gestazione precario. Oppure può dare anche un problema inverso: un’impossibilità di allontanarsi dall’ambiente poiché si è terrorizzati dal nuovo. in seguito sulla socializzazione. Potrebbero iniziare da qui gli imprinting che porteranno il soggetto a tendere più facilmente alla depressione piuttosto che alla fiducia e all’ottimismo. tuttavia. È molto interessante sapere che. Sarà predisposto a sentire l’ambiente come “ostile” o come insicuro con una instabilità a soffermarsi e a restare in una situazione. soprattutto se nei primi mesi ci sono state difficoltà di crescita (Giove). ma ci possono anche essere difficoltà sul piano cognitivo. di radicamento all’utero. c’è sempre la sensazione di trovare un territorio migliore che porta a non trovare quasi mai pace. come se perdurasse il timore di una possibilità di espulsione. a questo punto dello sviluppo sensoriale. L’embrione. il soggetto può avere in seguito problemi in questo senso. dalle fasi nuove della vita. non appena sarà nato questi due sensi gli saranno importantissimi per la sopravvivenza e per il riconoscimento affettivo (li troveremo infatti stipati nell’asse 2a/8a dove ci saranno questi due pianeti interessati) Il feto comunque impara a riconoscere i gusti assorbendo il liquido amniotico e qui si formerà il suo gusto o il suo disgusto dal quale dipenderanno in futuro anche le sue capacità di scelta che andranno ad influenzare la sua eventuale riuscita o fallimento nella realizzazione. Su questo asse ci possono essere difficoltà di crescita sul piano fisico. dall’avventura. In particolare le lesioni sull’asse 3a/9a danno questa incapacità di fermarsi. Qui ci sono le opposizioni tra Giove-X-Nettuno in 9a con Mercurio-PlutoneY in 3a.

Il bambino beve liquido amniotico e l’apparato digestivo lo “lavora”. fa capriole. Utilizzando un tragitto nervoso che si va formando in questa fase (trigemino – corda del timpano – nervo glossofaringeo e nervo pneumogastrico) gli impulsi elettrici si succederanno dapprima in una parte arcaica del cervello. dondola e va avanti e indietro. Intorno al 4° mese i suoi movimenti sembrano dei battiti di ali di farfalla e la madre a volte percepisce questi soffi. L’orecchio esterno comincia ad essere formato anche se non è ancora maturo e pare che il feto sia già sensibile a certi rumori. anche se l’apparato riproduttivo del bambino era già in funzione da tempo ed è stata proprio la secrezione di ormoni maschili o femminili ad aver determinato l’uscita degli organi sessuali esterni. Si uniscono anche gusto-tatto-olfatto in questa fase. solo dopo la nascita. e. perché lui verrà sbattuto da una parte all’altra dell’utero. anche se nulla impedisce oggi di pensare che il feto sia comunque sensibile anche agli odori. È ben diverso se una madre si muove armoniosamente oppure se cammina come un generale. galleggia. egli sente comunque gli odori. come se la mamma riuscisse a passare anche informazioni olfattive. tuttavia galleggia come un astronauta nel vuoto dell’utero. Lui è quasi privo di forza di gravità pur non essendo totalmente in assenza di peso. essi raggiungeranno ogni volta la zona della neocorteccia che darà un suo giudizio positivo o negativo. intorno al 6° mese. Cresce tantis- . responsabile dell’emotività e senza dubbio delle componenti affettive e del comportamento alimentare. È interessante sapere che in realtà quello che noi consideriamo il gusto è invece un retroodore. L’olfatto invece è simboleggiato da Marte. visto che spesso esprime con mimiche facciali apprezzamenti o avversioni. ha – come abbiamo detto – papille gustative che funzionano già insieme alle ghiandole salivari e lo stomaco inizia a produrre piccole quantità di succhi gastrici.Casa Quarta Argomento 65 delle cellule sensoriali che daranno impulsi elettrici che si propagheranno lungo la corda del timpano fino a raggiungere l’orecchio medio (il che significa che abbiamo una sinestesia tra gusto e udito = noi a volte parliamo di voce mielata. Impara a nutrirsi. La sensibilità del gusto varia a seconda degli individui. Il feto in questa fase inizia a muoversi. Cambiano le proporzioni. Il fatto che il neonato riconosca all’istante un tampone impregnato del latte materno fra altri 100 tamponi lascerebbe intendere che nonostante le sue narici restino chiuse nella fase di gestazione. In questa fase si pongono le basi per questo secondo senso che si attiverà potentemente alla nascita. le ovaie contengono già degli ovuli e per il momento della nascita conterranno tutte le uova in dotazione per l’intera vita “sia pure immature”. così come ci può capitare di salivare all’ascolto di un suono). si poggia sulla schiena che può inarcare completamente poiché la struttura scheletrica è in abbozzo ed è elastica. Si definiscono bene gli organi sessuali. Qui il feto comincia a diventare sensibilissimo ad ogni movimento materno. oppure acida. però anche e soprattutto dai primi apprendimenti gustativi realizzati nella vita fetale. I testicoli non sono ancora scesi e scenderanno solo più avanti.

Se vi sono problemi in questa fase il bambino può non sentirsi sufficientemente nutrito ed avere problemi in seguito che rientrano nelle difficoltà di autonomia: come se il bambino non avendo potuto contare su un sufficiente accoglimento e serenità tale da permettergli di poter aumentare la sua struttura e il suo senso di stabilità e di forza per affrontare il mondo. ma anche di protezione. però passa molto tempo a testa in giù.Urano opposti al Cancro e a Luna-Venere A questa età non ci sono variazioni profonde tra un bambino e l’altro. È la fase Capricorno . Il bambino dipende appieno dal cordone ombelicale che gli consente di vivere sott’acqua all’interno del suo sacco sigillato. Se ci sono problemi in questa fase – asse 4a-10a – il feto può aver percepito situazioni all’interno della famiglia intorno al 3° 4° mese e oltre ed avrà problemi nella struttura psicologica. Nella fase successiva invece le differenze si faranno profonde. Il cordone ombelicale trasporta una circolazione di oltre 28 litri di sangue al giorno: questa circolazione è autonoma e gestita completamente dal cuore del bambino e riguarda il suo sangue. non quello materno. Aumenta anche la temperatura del corpo per tutta la gestazione. Ho un bambino figlio di una mia amica che ha un Marte in 10a molto leso: la madre ha subito un furto in casa al 4° mese di gestazione e il bambino è rimasto fortemente traumatizzato. Negli ultimi mesi provvederà anche al trasferimento di elementi essenziali a rendere il feto immune dalle infezioni. Dipenderà dal tipo di problemi che vivrà e dai pianeti coinvolti. viene paragonata ad una spugna che assorbe gli elementi cattivi che potrebbero intaccare il feto. chiamata amnio che è costituito da cellule che hanno dato origine alla morula. La placenta fa la funzione che in seguito farà la madre. Può stare seduto sulla schiena in posizione yoga. mantenendo così sempre il feto al “caldo”. avrà grossi problemi a sentirsi pienamente rassicurato. ovvero quella di filtro: produce infatti il progesterone. Successivamente. Ho visto appunto Marte Urano rappresentare traumi materni.Marte . l’albero della vita. Nella successiva fase della vita post-natale in cui ricorderà queste sensazioni. È una membrana forte e trasparente. Nella successiva fase svilupperà appieno le sua emotività e questo arriverà proprio dalla sensazione di aver avuto sufficiente protezione e nutrimento. ha manifestato sempre difficoltà nella sua .Saturno . Stabilirà in ultimo il momento della nascita. Al 4° mese la quantità di liquido amniotico cresce sensibilmente Un’altra cosa fondamentale di questa fase è l’estesa ossificazione: ora le ossa sono visibili ai raggi x ed inizia lo sviluppo del coordinamento neuromuscolare. un ormone che favorisce la gestazione stimolando il corpo materno a offrire ospitalità e darà anche il via alla formazione del latte attraverso le ghiandole mammarie.66 Casa Quarta Argomento simo e la placenta contiene una struttura morbida fatta di vasi sanguigni collegati al bambino che si diramano come un albero. potrebbe avere delle problematiche rispetto alla autonomia sia rimanendo troppo a lungo legato a forme protettive oppure potrebbe avere velleità di autonomia non supportate da reale struttura interna. La placenta offre una funzione di nutrimento.

come se da questo fatto violento e traumatico. Il pigmento della cute non è ancora distribuito: a questa fase i bambini bianchi o neri sono uguali. non appena si sente in grado di fare movimenti con la schiena li farà subito in modo coordinato. In genere. A questo punto il feto possiede tutti i neuroni che gli serviranno durante la vita: miliardi. ovvero inizia a “sentire” ciò che accade all’esterno – entra in comunicazione con l’esterno per mezzo delle orecchie – sente suoni e rumori in modo molto chiaro e questi fanno battere il suo cuore più velocemente o lentamente. richiedendo costantemente la protezione materna e facendo mille difficoltà ad affrancarsi da lei. Indubbiamente. Questa opposizione pone anche una difficoltà nella capacità di autosostenersi ed autoproteggersi. se si tratta di una opposizione. comunicazione. il bambino tenderà a vivere la famiglia come “poco nutrente” e se’ stesso come non in grado di reggersi in piedi psicologicamente. come se questa iniziale “precarietà” avesse inficiato le possibilità di autonomia a livello psicologico. una minaccia di aborto. ma una difficoltà ad andare al di la’ di spinte improvvise e colpi di testa. La sua attività cerebrale diventa molto più sofisticata e specializzata. È rimasto un bambino direi “spaventato” dal mondo. preciso e ordinato. La cosa più importante è che “diventa un membro attivo della famiglia”. FASE DI CASA 11a – Interazione. se l’utero non è riuscito a sostenere. accaduto alla madre. cominciano per tutta la fine del 5°. In questa fase potrebbero anche esserci scarsi apporti di calcio e questo può lasciare un imprinting di carenza nella struttura fisica e nella trasmissione dei messaggi nervosi attraverso il liquido spinale. Una cosa interessante di questa fase è che. Il sistema nervoso diventa più maturo e le azioni e le reazioni si fanno più evidenti. Si rafforza lo scheletro con il continuo apporto di calcio. inserimento nell’ambiente Questa fase si riferisce al 5° 6° mese di gestazione all’incirca. Una cosa importantissima: il suo battito cardiaco inizia a diventare variabile.Casa Quarta Argomento 67 affermazione autonoma. lui avesse imprintato l’idea di un mondo “difficile – da cui difendersi – e di cui non fidarsi”. . il 6° fino a metà del 7° mese a crescere peli. Un trauma a questa fase di gravidanza. capelli ciglia e sopracciglia. Mancherà fortemente la struttura di base e questa dovrà farsela successivamente. Entrambe le cose potranno creare problemi sulle potenzialità di questo asse: difficoltà ad essere veramente autonomi e a stare in piedi sulla propria schiena metaforicamente. in fase adulta quel Marte in decima rappresenterà sostanzialmente una forte velleità di autonomia. il bisogno di avere qualcuno che sostenga permane a lungo nella vita. oppure una complicazione renderanno difficile la realizzazione del progetto poiché è come se al soggetto mancasse la capacità di prendere letteralmente in mano la sua vita. per avere una situazione precisa bisogna calcolarlo sul vostro personale tema natale. Il suo volto in questa fase acquista una fisionomia che è simile a quella della famiglia.

musiche molto rilassanti lo inducono al sonno.68 Casa Quarta Argomento inizia anche a prendere informazioni dall’esterno. Il feto potrebbe poi subire dei ritardi nella maturazione dei suoi organi sessuali. urla. potrebbe avere paura di aprirsi e di entrare in comunicazione: potrebbe iniziare a sentirsi “diverso” poco in linea con ciò che afferra essere il “fuori”. proteine e polisaccaridi che riducendo la tensione superficiale dell’acqua permettono ai polmoni di espandersi. Eventuali problemi in questa fase potrebbero provenire da difficoltà di ordine fisico o psicologico – un ambiente che lui percepisce come eccessivamente negativo – potrebbe creare difficoltà di stabilità e di radicamento nell’ambiente e sviluppare conseguentemente difficoltà sia a livello di equilibrio. quasi alla contemplazione. distingue quello che è “familiare” da ciò che non lo è. Il feto è quindi in grado di assumere la posizione che preferisce e di restarvi anche per parecchio tempo. Essendoci in questa fase lo sviluppo pressoché totale dell’udito e dell’orecchio il bambino acquisisce una capacità di equilibrio sua. Gli scienziati sostengono che questa è una vera e propria fase di apprendimento che perdurerà fino alla nascita e dovrebbe servire per “riconoscere i propri simili” in modo da essere avvantaggiati alla nascita. È stato stabilito che percepisce già molti vocaboli e gli giunge chiaramente il ritmo e la melodia del discorso. Se qualcosa non funziona in questa fase le problematiche potranno essere a livello di comunicazione: se il bambino “sente” dall’interno una difficoltà ad inserirsi nel suo ambiente. questo fa si che la madre percepisca i movimenti con maggiore in- . con ovvie ripercussioni sul suo senso di identità futuro e sulla sua sessualità e riproduzione. Nell’ultima parte di questa fase inizia la discesa dei testicoli. Nonostante questo il feto non è ancora in grado di sopravvivere all’esterno perché la respirazione è ancora troppo precaria. In pratica è libero di fare cio che vuole. potrebbe sentirsi “straniero estraneo” in casa sua. sia a livello di socializzazione. Comincia a produrre il grasso bianco che si deposita sotto la cute e toglie anche l’effetto raggrinzito che aveva prima. Le onde sonore aumentano la sua attività motoria. inseriti già nella cultura e nell’ambiente natale e orientati a scegliere amicizie in quell’ambiente. si forma l’utero e la cavità della vagina nelle bambine. Tuttavia alla fine del 6° mese la maturazione polmonare garantirà questa possibilità. litigi e problemi il bambino potrebbe non riuscire a sviluppare quel senso di “appartenenza che invece gli sarà necessario” per sentirsi appieno integrato nel suo ambiente. Se la famiglia è sempre in fermento e vi sono sbalzi di voci. Si differenziano nei polmoni le cellule alveolari che producono una miscela di fosfolipidi. Il bambino in questa fase gode di grande libertà di movimento poiché il liquido amniotico si riduce di volume proprio per consentirgli di crescere al massimo. La lunghezza del feto passa da 30 a 50 centimetri e il suo peso aumenta di 5 volte. Le opposizioni tra la 5a e l’11a potrebbero infatti essere anche dovute a problematiche di tipo pre-natale in cui forse la difficoltà di maturazione di questa fase potrebbe creare successivi problemi di identificazione sessuale. Se ci sono cose improvvise muta il suo ritmo respiratorio.

chi ha lesioni sull’asse 6a 12a tende ad avere una salute più fragile. In questa fase il bambino “gioca” e può partecipare a giochi anche dall’esterno addirittura imparando a sollecitarli quando la mamma smette. Anche rispetto alla nascita il bambino dirà la sua: manderà infatti in circolo sostanze chimiche atte a far scatenare le doglie. Infatti. Entra in fasi REM e sogna. una difficoltà ad inserirsi. un carattere di chiusura e di difficoltà ad entrare in comunicazione. anche le sue attività quotidiane cominciano a seguire ritmi riconoscibili e regolari. Il bambino orami è vitale però più rimane all’interno dell’utero. Tutto ciò che accadrà in questi ultimi due mesi e mezzo sarà registrato a caratteri cubitali in quanto il bambino possiede un sistema di percezione estesissimo e molto efficiente. I neonati preferiscono il latte materno rispetto ad altri. Quando è sveglio apre le palpebre ed è attivo. soprattutto se hanno avvertito particolari gusti nell’utero. Il bambino sviluppa una piena capacità di distinguere la veglia dal sonno. scopre il proprio corpo e prende confidenza anche con l’ambiente nel quale si trova. a volte vi sono vere e proprie problematiche di salute nell’infanzia e probabilmente. si sta “impegnando”. Quando il nascituro è in posizione per il parto si ritrova esattamente nello stesso punto in cui 9 mesi prima è entrato lo sperma per fecondare l’ovulo. lo vuole conoscere. un senso di diversità che lo accompagnerà per tutta la vita. nel momento in cui i suoi ormoni avvertono di essere arrivati a maturità Se tutto funziona sceglie lui il momento della sua nascita. può essere vigile e attento e partecipe oppure può essere rilassato. oppure sensazioni di paura e di morte che possono poi agire come condizionamenti a livello inconscio senza che il soggetto ne abbia una precisa consapevolezza. più il sistema nervoso matura e si raffina. calci. FASE DI CASA 12a – fine 7° mese – 8° e 9° meseIl bambino ormai cresce di peso e di lunghezza. La 12a darà anche problemi per quanto concerne l’adattamento sociale: . In questa fase hanno più papille gustative di quante ne avranno in tutta la loro vita futura. In ogni caso ciò che avvertirà sarà un senso di estraneità. immobile e tranquillo. il cordone e il liquido amniotico. Esistono prove che i sapori aromatici giungono al bambino attraverso l’utero. Impara a cogliere le caratteristiche della lingua del luogo dove nascerà. Si esplora. perché non è riuscito ad acquisire un sufficiente numero di anticorpi. A questo punto acquista anche la posizione definitiva a testa in giù: è pronto per nascere. rotazioni.Casa Quarta Argomento 69 tensità. Si sviluppa totalmente il tatto. I suoi occhi si muovono molto velocemente in questa fase. Pianeti molto lesi in casa 12a ci riportano a traumi importanti accaduti prima della nascita con conseguente difficoltà a venire al mondo. Il più bel dono che riceverà il bambino in quest’ultima fase è l’insieme di sostanze che gli servono per combattere le malattie: gli anticorpi che la placenta acquisisce dal flusso sanguigno materno Infatti. Esegue veri e propri esercizi: capriole.

decisioni da prendere. niente di gratificante. preferisce fare in modo che siano altri che si occupino della sua nascita.Ascendente Proviamo ad immaginare per un attimo cosa può provare il bambino appena nato: la grande sorpresa della luce fortissima. trepidazione. l’aria entra dal naso e invade i suoi polmoni. le paure che possono aver colpito il bambino in questa fase potranno creare problemi di chiusura al mondo. tutto è nuovo. Nel suo organismo avvengono cambiamenti importanti: i polmoni entrano in funzione autonomamente – la circolazione del sangue viene deviata escludendo il cordone ombelicale – il suo cuore può battere molto più in fretta e lui è quindi molto eccitato. Alcune lesioni possono creare più di altre difficoltà. Non voler lasciare il grembo materno può essere simbolo di paura ad affrontare in maniera diretta la vita. freddo. lo fa vivere con un senso di esclusione. L’intero sistema deve essere messo a punto. Lesioni di Giove all’ascendente o sull’ascendente possono darci l’imprinting di un bambino troppo grosso che non voleva nascere e che non voleva lasciare l’utero: questo potrebbe ripresentarsi in tutte le fasi di crisi della sua vita: difficoltà ad entrare in una nuova fase. ma soprattutto impaurito. tutto sconfortevole.70 Casa Quarta Argomento soprattutto in caso di opposizione con la 6a il bambino e poi la persona adulta rimarrà costantemente in balia tra l’inserirsi nell’ambiente esterno ed essere rassicurato e la sua sensazione di estraneità che. . mancanza di fiducia e di coraggio. difficoltà di inserimento sociale. LA NASCITA . I sensi sono potenti ma ancora tutti uniti: si divideranno nelle prime fasi della vita. che cosa ha registrato di quel momento e come saranno per lui gli inizi e. specializzandosi. lo spazio aperto. Se ci sono lesioni vi possono essere problemi anche a livello fisico con conseguenti problemi somatici. difficoltà motori o di linguaggio proprio perché è la fase in cui vi è il massimo dello sviluppo del sistema nervoso prima della nascita. L’ascendente a livello astrologico ci dirà come è venuto al mondo quel preciso bambino. però. In pratica il sistema nervoso qui dovrebbe preparare all’adattamento esterno e ambientale. c’è la forza di gravità e l’improvvisa goffaggine del corpo. Generalmente piange. Esattamente in base all’imprinting della nascita (archetipo dell’inizio) si comporterà di conseguenza ed interpreterà il mondo in base alle sensazioni che avrà avvertito in quel preciso momento. Indubbiamente. compreso quello visivo che è poco coordinato e non mette a fuoco. da quel momento. attesa di protezione. se ha freddo non può ancora dimostrarlo perché il suo corpo non è ancora strutturato per rabbrividire e tantomeno per comunicare. qualsiasi inizio: fasi nuove. Alcune segnature sia sull’ascendente che sui pianeti immediatamente congiunti all’ascendente ci possono dare indicazioni del momento del parto e di come è stato interpretato e vissuto e di come sarà quindi la visione del mondo di questa persona. partenze.

ritardato e con grande sofferenza sia da parte della madre che del bambino. ho alcuni casi in cui Urano all’ascendente ha dato un problema o un’anomalia alla nascita. non saranno neanche in grado di scegliere in quale momento reagire alle situazioni della vita e staranno ad aspettare che qualcuno in qualche modo li salvi. si comporteranno nello stesso identico modo: come se. Generalmente però si tratta di bambini nati con taglio cesareo o con un intervento esterno. Ho il caso di una bambina nata con 6 dita per ogni mano ed un altro di un bimbo molto bello con un occhio azzurro ed uno nero. nel tentativo di evitare ulteriori sofferenze diventano molto chiusi alle novità e diffidenti a qualsiasi inizio. Con Urano leso può trattarsi di un parto strano. Inoltre. Tenderanno ad evitare le difficoltà e possono avere un atteggiamento di fuga dalle responsabilità proprio perché mancano di quella forza e iniziativa che servono per affrontare i problemi.Casa Quarta Argomento 71 Lesioni di Marte e/o di Urano all’ascendente o sull’ascendente possono dare bambini prematuri. Questo tipo di problema può dare difficoltà a lasciarsi andare – paura dell’acqua . con la madre in condizione di “non compartecipazione” perché in stato di anestesia. Il soggetto in questione ha dovuto richiamare a sé tutte le sue forze per sopravvivere al fatto. È e può diventare pericoloso se non si interviene in tempo e potrebbe anche esserci un principio di strangolamento. tipo cordone ombelicale intorno al collo – senso di soffocamento per una prolungata sosta nel condotto dell’utero senza riuscire ad uscire. In ogni caso una particolarità. In molti casi vi è un parto asciutto in quanto le acque si erano rotte prematuramente. Resterà sempre un inconscio senso di impotenza e di difficoltà che ten- .situazione in cui vi è un costante bisogno di protezione. I bambini nati con taglio cesareo sono molto meno pronti nella vita ad affrontare gli ostacoli e a superarli. Esattamente come in un momento cruciale della loro vita sono stati “salvati” e aiutati a nascere. nati prima che fosse giunto il momento e quindi in maniera un po’ precaria e frettolosa. Lesioni di Saturno all’ascendente oppure Saturno congiunto possono darci l’idea di un parto molto difficile. Nettuno leso all’ascendente può dare difficoltà di altro ordine. Queste persone affronteranno la vita con grave fatica: la sensazione che tutto sia difficile e faticoso farà parte del loro imprinting iniziale. La porosità all’invasione esterna resta a lungo anche sull’identità. Un altro sintomo di Nettuno può essere un principio di avvelenamento a causa di un liquido amniotico già compromesso o deteriorato: in questo caso i bimbi hanno una insolita paura della vita e si sentono in balia di essa tanto da non sviluppare una propria vera “maschera” ma assumendone una di volta in volta. Plutone leso all’ascendente o sull’ascendente l’ho riscontrato in temi in cui vi era stato un reale rischio di morte per il bambino o per la madre. non essendo stati in grado di scegliere il momento del parto. Spesso però si tratta di un intervento tecnico del ginecologo per liberare il canale che diventa stretto e il bambino non riesce a scendere. Con Saturno può trattarsi anche di un parto podalico in cui ci saranno enormi sofferenze.

eridanoschool. bambini desiderati: il Sole sull’ascendente l’ho visto in bambini la cui nascita era stata davvero portentosa. Ovviamente. Indubbiamente i bambini che nascono prima portano con sé questo modello e tenderanno ad essere impulsivi e impazienti nelle cose. Mercurio e/o Marte all’ascendente possono invece indicare un bambino incredibilmente curioso che finisce per nascere prima perché accelera i tempi. www.it . incapace di aspettare e bisognoso di fare tutto subito. come se volesse scappare da una situazione che gli sta stretta ed è ansioso di affrontare il mondo. questi soggetti avranno difficoltà a fare delle scelte opportune al momento giusto. Vi prego contattarmi dandomi le vostre particolarità individuate nei temi che manifestano particolari problematiche nelle fasi pre-natali e alla nascita. Tipico anche dell’ascendente Scorpione. Ho però casi di Plutone all’ascendente in cui la madre è morta di parto. P. Allo stesso modo dovranno essere valutati gli ascendenti: anche se non vi sono pianeti nelle vicinanze e non vi è. Pianeti molto beneficati sull’ascendente tendono a dare nascite molto felici.S. l’utero è un quattro stesse e non vorrebbero iniziare questo cammino. attesa da tutti. dunque. Marte e/o Luna lesi all’ascendente li ho visti anche in temi di bambini nati idrocefali: quasi sempre occorrono però valori Ariete. per altri versi. un fatto preciso avvenuto e segnalato alla nascita. con una sorta di claque che ha glorificato l’evento trionfale. In entrambi i casi. senza pensare. A volte c’è veramente qualcosa di oscuro e di torbido alla nascita e questo darà un senso di paura che sfocerà in un atteggiamento teso a diffidare e controllare qualunque cosa e. a non lasciar intravedere nulla di sé. Avranno quindi bisogno di imparare a valutare maggiormente le cose. molto dipenderà da quanto nasce prima. celando e mistificando la propria personalità. Un altro caso in cui il fratello gemello è morto durante il parto e al sopravvissuto è rimasta costantemente una sensazione di morte e di vuoto perdurata per almeno trent’anni della sua vita. l’ascendente attraverso il segno ci darà comunque le colorazioni avvertite. a volte non vorrebbero neppure nascere e devono essere sollecitati: forse stanno troppo bene. È l’opposto dei bambini con un bel Nettuno che tendono a nascere in ritardo. Nascere molto tempo prima significa dover affrontare l’incubatrice con un grosso senso di deprivazione a causa della separazione prematura e precoce con la madre e le sue cure.72 Casa Quarta Argomento derà a lasciar emergere le proprie capacità solo nei momenti in cui tutto sembra perduto. ci parlerà della lente che quel bambino ha indossato nel momento in cui è nato e di come vedrà il mondo e la vita.it mail: fassiolidia@eridanoschool. Alcuni giorni prima possono indicare un temperamento vivace. incapaci di sostenere le tensioni che via via si presentano.

Ma lei era avanti. Amy. “Il coraggio è il prezzo che la vita esige per garantirci la pace interiore. né l’altezza della montagna da dove si prova l’amaro piacere di ascoltare il rumore delle ali. Amelia Mary Earhart era nata il 24 luglio 1897 alle ore 23.30 ad Atchison. Alfred Otis. per la sua somiglianza con Charles Lindbergh.A. Era diventata una delle più famose aviatrici di tutti i tempi. non sa liberarsi dalle piccole cose. l’anima che non sa questo. Suo padre. Edwin Earhart. Suo nonno. in quel periodo rimase a Kansas City dove faceva pratica legale in uno studio di av- . aveva bruciato tutte le tappe dell’emancipazione femminile.Casa Quarta Argomento 73 Maria Grazia La Rosa AMELIA EARHART: IL PREZZO DEL CORAGGIO L. George Putnam). soprannominata “Lady Lindy”. L’America era appena uscita dalla Grande Depressione e le “suffragette” azzardavano acconciature maschili e fumavano le prime sigarette in pubblico. era uno dei cittadini più in vista di Atchison e sua madre. altro spericolato pilota dell’epoca. in quanto precedentemente aveva avuto un aborto e non voleva correre altri rischi. Come può la vita garantirci il dono di vivere. se non assecondiamo l’imperativo dell’anima? Ogni volta che facciamo una scelta. di ricompensarci delle deprimenti abiezioni e dei grandi odi. non conosce la livida solitudine della paura. Kansas (USA). preferì ritornare nella tranquilla casa dei genitori per partorire Amelia. la paghiamo con il coraggio di guardare un brutto giorno e di considerarlo bello” (da una lettera di Amelia Earhart al marito. 142-412 La storia ed il ritratto astrologico di una donna coraggiosa che è considerata ancora oggi un’eroina americana ed una dei più celebri aviatori del mondo.

Alcuni mesi dopo. dopo aver visto per la strada 4 reduci feriti della prima guerra mondiale e le condizioni in cui versavano. Amy e le figlie si trasferirono a Chicago da amici e la sicurezza sociale e finanziaria della famiglia subì un duro colpo. che nacque due anni e mezzo più tardi. il Kinner Airster. In seguito. forse per l’incipiente dipendenza dall’alcol. sentii che dovevo volare” (Amelia Earhart). per motivi familiari. egli fallì gli obiettivi che si era prefissato e finì per accettare un lavoro da dipendente presso la ferrovia della linea Rock Island. in quel periodo. un biplano a due posti. usato. il tennis ed il basket. comprò il suo primo aereo. restò momentaneamente lontana dal mondo del volo. le cose cominciarono a peggiorare per colpa del padre. Nel 1905 i genitori di Amelia si trasferirono a Des Moins nello Iowa e lasciarono le figlie dai nonni. frequentarono scuole private e furono circondate da ogni comfort. La madre fece di tutto per far studiare le figlie ed Amelia voleva frequentare il College. Cominciò. Muriel. quindi. suo padre la condusse ad un “raduno aereo” a Long Beach. con il quale stabilì il suo primo record femminile salendo ad un’altitudine di 14. Amelia si riavvicinò al mondo del volo iscrivendosi all’Associazione Aeronautica Nazionale ed investì i pochi soldi messi da . volò per dieci minuti sopra Los Angeles e fu in quella occasione che Amelia decise d’imparare a volare. “Nello stesso momento in cui lasciammo la terra. che per il suo colore giallo luminoso chiamò “canarino”. insieme alla madre.74 Casa Quarta Argomento vocato. ma. in effetti. al prezzo di un dollaro. ma in ogni caso amavano leggere libri e soprattutto esercitare lo sport. ormai dedito all’alcol. dovette vendere il suo “canarino” per acquistare un’automobile che le sarebbe servita per trasferirsi. dove. nella nuova casa di Boston e. cominciando a frequentare corsi per infermiera. Successivamente. Dopo un iniziale miglioramento delle condizioni di vita. dopo aver trovato lavoro come assistente sociale ai bambini. alla Denison House di Boston. Entrambe non riuscirono a frequentare la scuola con continuità. salì a bordo di un biplano e. per la prima volta. in seguito al suo licenziamento dal lavoro. Solo nel 1908 raggiunsero i genitori. a frequentare lezioni di volo e a fare lavoretti extra non solo per pagarsi le lezioni. ebbe dei dubbi e decise di rendersi utile. Nel 1914. grazie anche all’aiuto della madre. erano tornati insieme in California. prestò servizio come volontaria in un ospedale militare in Canada fino all’Armistizio del novembre 1918. Ebbe anche una sorella. Il padre non era particolarmente amato dal nonno perché era considerato un inetto. ma anche per coronare quello che ormai era diventato il suo sogno: acquistare un aereo! L’anno dopo. Nel 1926. Amelia e sua sorella vivevano una vita agiata a casa dei nonni. nel frattempo. Nel 1920 decise di raggiungere i genitori che.000 piedi.

però. Inevitabilmente. Diventò.Casa Quarta Argomento 75 parte. Amelia incontrò George Putnam a New York. Impresa che ancora non aveva eseguito nessuna donna. A questo punto tutta l’attenzione della stampa fu rivolta verso di lei. un editore di New York. specialmente per le donne. tale da riempire le colonne dei giornali. tutti volevano intervistarla e fotografarla e ricevette persino le personali congratulazioni del Presidente Coolidge. Dietro le quinte George Putnam teneva il nome di Amelia sempre in primo piano. Ma le condizioni atmosferiche avverse li costrinsero ad anticipare l’atterraggio. Il giornale “The Globe” di Boston. Amelia accettò l’offerta. Ricevette. per i mass media un vero e proprio fenomeno. Amelia era richiestissima ed appariva molto spesso su giornali e pubblicazioni. Nel 1928 la sua vita ebbe una svolta. così. Durante quel periodo trasse il massimo vantaggio dalle circostanze. cercavano un modo per migliorare la propria immagine e nominarono Amelia. Fu in quell’occasione che Railey. Il 3 giugno 1928 il Fokker decollò per Halifax. rimasto colpito dalla sua forte somiglianza con Charles Lindbergh. anche a causa dell’esiguo carburante rimasto e così atterrarono nel Galles del Sud e non in Irlanda. Nel settembre del 1928 Amelia intraprese il suo primo volo da sola. una telefonata dal Capitano Hilton Railey che le chiese: “Vorrebbe essere la prima donna ad attraversare in volo l’Atlantico?” Railey era stato incaricato da George Putnam. Le industrie aeree. quaranta minuti” sull’impresa compiuta nella trasvolata dell’Atlantico. promuovendo voli. di trovare una donna per la trasvolata. a New York tenne qualche conferenza organizzata da Putnam per il lancio del suo libro “Venti ore. attraversando gli Stati Uniti dalla costa dell’Oceano Atlantico a quella dell’Oceano Pacifico. Assistente del “General Traffic Mana- . la soprannominò “Lady Lindy”. deciso di affidarle il ruolo di comandante del volo a bordo del trimotore Fokker chiamato “amicizia” e le furono affiancati due piloti più esperti per la conduzione vera e propria del velivolo. con un calendario pieno di appuntamenti. le dedicò una prima pagina e scrisse che Amelia era “uno dei migliori piloti donna degli Stati Uniti d’America”. in un’azienda che avrebbe costruito un piccolo aeroporto e commercializzato i Kinners Airster nell’area di Boston. Una settimana dopo. Egli rimase molto impressionato dalla sua personalità e decise subito che sarebbe stata lei a fare il volo transoceanico. Venne. Da Londra agli Stati Uniti. In seguito. pubblicando articoli sulle sue imprese nei giornali di tutto il Paese. tra i due nacque una relazione e furono circondati da molti pettegolezzi anche perché Putnam era sposato. anche se in questo volo avrebbe ricoperto solamente il ruolo di passeggero perché non aveva ancora esperienza di aerei plurimotori e non era addestrata neppure al volo strumentale. com’era stato pianificato. in quel tempo. Nuova Scozia. infatti.

scriveva articoli su “Cosmopolitan” ed altre riviste e nel 1931 sposò George Putnam. Amelia si rimise a studiare per realizzare un altro tentativo del giro del mondo. quando Amelia aveva quasi 40 anni. per cominciare la traversata di ben 29. da Los Angeles a Cleveland e nello stesso anno George Putnam divorziò dalla moglie.76 Casa Quarta Argomento ger” nella compagnia aerea. Amelia si trovò a fronteggiare una caduta d’ala del velivolo e perse il controllo dell’aereo che sbattè violentemente sulla pista e. Insieme decisero che Amelia avrebbe attraversato l’Atlantico da sola. senza fermate. Con questo volo aveva battuto numerosi record: “la prima donna ad attraversare da sola l’Atlantico… la sola persona ad averlo fatto due volte… la più lunga distanza. Dieci piloti avevano già perso le loro vite tentando questa traversata. mai percorsa da una donna ed il record per la traversata fatta in minor tempo”. prima che qualche altra donna si cimentasse nell’impresa ed oscurasse il nome di Amelia. a parte Charles Lindbergh. conosciuta in seguito come TWA. dove migliaia di persone l’attendevano in festa. L’impresa le avrebbe dato due ulteriori primati: sarebbe stata l’unica donna a farlo e l’unica ad aver percorso la più lunga distanza possibile. s’infittirono. intanto. il Presidente Hoover consegnò ad Amelia la medaglia d’oro della “National Geographic Society”. Decollò nel 1935 da Wheeler Field nelle Hawai per atterrare ad Oakland in California. Il Presidente Roosevelt le inviò le sue congratulazioni per l’ennesima impresa e dichiarò che ormai l’aeronautica non poteva essere una disciplina riservata ai soli uomini. Gli impegni. Il 20 maggio 1932 Amelia iniziò la sua traversata atlantica a bordo di un Lockheed Vega. appositamente modificato. La prima tratta del viaggio sarebbe stata da Oakland alle Isole Hawai. invece. a causa dei danni riportati. Amelia iniziò ad elaborare un progetto per la realizzazione di un volo intorno al mondo. in un campo vicino Londonderry. il velivolo fu mandato in California per le riparazioni. con l’incarico di attrarre le donne come passeggere. George raggiunse Amelia a Londra ed insieme trascorsero diverse settimane in giro per l’Europa. Ma Amelia non avrebbe seguito la sua stessa rotta. aveva attraversato l’Atlantico da solo.000 miglia che la . sarebbe partita. ricevette anche le chiavi di molte città americane e fu proclamata “donna dell’anno”. Al ritorno. Ma durante il decollo. nell’Irlanda del Nord. Nel 1929 organizzò un’esibizione aerea per sole donne. dall’isola di Terranova con destinazione verso le Isole Britanniche.. dalle Isole Hawai alla California e poi a Washington. Il 1° giugno 1937. Successivamente. Lei continuò a superare record femminili. partì da Miami. insieme al navigatore. Dagli inizi del 1932 nessun altro. Nell’autunno del 1934 Amelia decise che la sua prossima impresa sarebbe stata una traversata sul Pacifico. Venne chiamata da tutte le parti a tenere conferenze in giro per l’America. Atterrò piuttosto fuori rotta.

con una temperatura talmente fredda da rallentare la corrosione dei metalli. non hanno dato alcun esito. quando falliscono. nell’ottobre perse le speranze di ritrovarla viva.000 per arrivare alla conclusione del viaggio. dove era dislocata la guardia costiera Itasca con la quale erano in contatto radio. Il Presidente Roosevelt autorizzò le ricerche con l’impiego di nove navi e 66 aerei per un costo stimato all’incirca di 4 milioni di dollari. Tutto ciò che era superfluo nell’aereo fu rimosso per far posto a più carburante in modo da consentire approssimativamente 274 miglia extra. a Bandoeng per 10 giorni per l’arrivo dei monsoni e per le riparazioni agli strumenti di bordo. A questo punto avevano percorso 22. Bangkok. La notizia fece presto il giro del mondo. verso l’Africa e quindi in India. Il carburante sta finendo…”. abituato alle vecchie metodologie di navigazione aerea. Ascendente in Toro e Luna in Gemelli. ebbe qualche difficoltà e Amelia. però. A nulla valsero gli sforzi della Guardia Costiera per farsi notare. Avevano lasciato la Nuova Guinea a mezzanotte del 2 luglio ed il tempo. Amelia non si sentiva bene. l’Oceano tocca i 518 metri di profondità.Casa Quarta Argomento 77 porterà a San Juan. era nuvoloso. Si fermarono. ma. In una lettera a suo marito. seguendo la costa nord-orientale del Sud America. recentemente. Le ricerche furono interrotte il 18 luglio e proseguite anche dal marito che. Dovremmo essere sopra di voi. di circa due miglia e mezzo. Il 27 giugno arrivarono in Australia ed il 29 in Nuova Guinea. se lo faccio è perché voglio farlo. Portorico e poi. nel corso degli ultimi 70 anni circa. in quanto nella zona attorno alle isole Howland (tra l’Australia e le Hawai). Probabilmente l’aereo si era perso ed era precipitato nel mare. Attraversarono Calcutta e proseguirono per Rangoon. un gruppo di esploratori americani ha annunciato di voler riprendere le ricerche del relitto.30 ebbe l’ultimo contatto radio: “Khakk chiama Itasca. Tutte le spedizioni di ricerca dei resti. soffriva di dissenteria che durava già da alcuni giorni. la sua sorte è entrata nel mistero. il loro fallimento deve essere una sfida per le altre”. alle 19. Il navigatore. Tema Natale Sole in Leone. Ormai erano in prossimità dell’isola di Howland a Sud Est di Honolulu. contrariamente alle previsioni.000 miglia e ne mancavano solo 7. nella convinzione che dovrebbe essersi conservato intatto. Singapore e Java. Le donne devono provare a fare ciò che fanno gli uomini e. scrisse: “ Sappi che sono consapevole dei rischi che corro. L’Elemento predominante è l’Aria e d’altra parte non poteva essere diversamente per una donna che . poi. Da quando Amelia precipitò con il suo aereo. ma non riusciamo a vedervi. ad una distanza calcolabile tra le 35 e 100 miglia dall’isola di Howland. In ogni caso Amelia sarà ricordata per il suo coraggio e per certe rivendicazioni a favore delle donne.

Sa. La concentrazione dei pianeti ad Est del Tema natale. prefiggendosi obiettivi elevati. Ed è il Fuoco che le dà l’entusiasmo nell’investire tutta se stessa nelle sue imprese. capaci di eseguire imprese uguali a quelle degli uomini. per la presenza del Sole. la valorizzazione delle donne. energia ben orientata. Sole e Mercurio.78 Casa Quarta Argomento ha fatto del volare la sua ragione di vita. indica anche una grande fiducia in se stessa. Il modello planetario è a forma di ventaglio imperfetto con manico basso che è raffigurato dalla congiunzione Saturno/Urano. Il Medio Cielo in Capricorno rappresenta l’unico segno Cardinale che l’ha spinta a provare se stessa con una frenetica attività e con un intenso coinvolgimento verso sfide esterne: la prima donna trasvolatrice dell’Oceano. anche se sono presenti solo due pianeti. Il secondo Elemento è il Fuoco. . Il Pianeta guida è la Luna. quest’Elemento ha un’importanza particolare (Volguine). C’è una forte concentrazione sull’Io. La parola chiave del modello Ventaglio è “pragmatismo” ed in questo caso c’è in Amelia un forte desiderio di sperimentare. ma. il manico basso predispone al comando e dà una personalità carismatica. Nel modello ventaglio. cioè. determinazione. quello che vuole ed userà la congiunzione Saturno/Urano come fonte d’energia per realizzare ciò che desidera: sconfiggere il vecchio e volgersi verso il nuovo. il ruolo femminile da valorizzare.

in IV casa spiega anche la sua popolarità in Patria ed il trigono con la congiunzione Saturno/Urano. Amelia ha saputo valorizzarlo molto bene. Plutone. Venere e Nettuno. con la tendenza a vedere se stessi come un prodotto da reclamizzare. La concentrazione dei pianeti in Gemelli le conferisce molta comunicativa. Nel suo Tema è nel segno della Vergine. L’Ascendente in Toro. è collocato in II casa. capacità di relazionare ed anche la facilità nello scrivere e nel contatto con i mass-media. da imporre agli occhi degli altri e come l’unico “bene materiale” su cui si può fare affidamento ed in questo caso. Il Sole in Leone. Amelia. in cui Venere è dominante. È questo il caso di Amelia. Il Nodo Nord in X Casa indica un talento specifico. I suoi viaggi venivano finanziati. che lo fronteggia ed agisce come una calamita. la celebrità le dava anche sicurezza dal punto di vista economico e soprattutto il matrimonio con un editore ricco ed importante. dominante dello Stellium in Casa).Casa Quarta Argomento 79 Colpisce lo stellium in Gemelli in II Casa. mettendosi in evidenza. in quanto. spesso il segno opposto. cosignificante del Leone. fa pensare anche a sprezzo del pericolo. composto da Luna. Amelia è anche sostenuta da una forte autodisciplina e da una grande ambizione. quindi ogni azione è anche ben calcolata con una precisa preparazione nei dettagli e la V Casa. con la sua ansia di esplorare altri mondi e la sua smania di viaggiare ha realizzato lo spirito d’avventura del Sagittario. Il coraggio di Amelia si esprime nella congiunzione Marte/Giove in Vergine in V Casa. Possiede. è stata celebrata dalla stampa di tutto il mondo. infatti. sfida senza paura i pericoli. Infatti. Ha una grande fiducia nelle sue capacità. infatti. ha collaborato ad una rivista. La congiunzione Marte/Giove è un aspetto molto dinamico perché conferisce un’ottima combinazione di resistenza fisica e di risorse mentali. L’Asse dei Nodi si sviluppa tra la IV e la X Casa. La II Casa si riferisce anche alla propria immagine. ha scritto libri. Venere. Inoltre spesso lo stellium si riversa nel segno opposto. agisce da risucchio su quello pieno. anche se non proprio perfetto ed in segni non compatibili. una speciale missione da adempiere nel mondo e l’evoluzione è intrecciata con l’aspetto pubblico della vita e con la realizzazio- . fa pensare che la sicurezza economica è stata anche molto importante per lei. che spaventerebbe altre persone meno coraggiose e per ottenere ciò che vuole. Capisce la lezione del passato e fa di tutto per combattere un futuro d’ignoranza. C’è un gran desiderio di stabilità ed una tendenza ad amare persone ricche che garantiscano sicurezza economica (Venere. l’energia e l’entusiasmo che la spingono ad assumersi un compito difficile. dimostra ugualmente la sua capacità di dar forma alle idee e di renderle costruttive. al punto di correre grandi rischi senza dubitare della buona riuscita e sa anche attirare l’attenzione degli altri. il cui governatore. dove risiede anche lo stellium. vuoto.

sia il padre che. sia il marito che l’ha sempre incoraggiata e sostenuta sono stati determinanti per le sue scelte. Inoltre. C’è in lei il desiderio di riuscire a fare qualcosa che sia ricordato per molto tempo ed anche di essere una persona di spicco nell’ambito familiare. Questa posizione ci riporta anche alla sua nascita. probabilmente le ha inculcato il piacere del volo. Il Sole è congiunto al Nodo Sud. che rappresenta l’etere. di conseguenza.80 Casa Quarta Argomento ne personale. La Luna Nera è in I Casa in Toro ed è opposta a Saturno e ad Urano. anche se emerge il bisogno di stare al centro dell’attenzione. insieme al protagonismo del segno del Leone nel quale è collocato il Nodo Sud. Urano. il cielo. ci riporta al rimpianto di non avere avuto condizioni familiari floride dal punto di vista finanziario e quindi Amelia si è impegnata a ricercare compensazioni attraverso le sue imprese per ottenere successo e celebrità e. legata alla scelta difficile dei suoi genitori che hanno dovuto stare lontani nel periodo in cui la madre si trasferì dai nonni. ha esercitato una forte attrattiva per lei che amava volare. Il pianeta governatore dell’Acquario. In questo caso le figure maschili sono molto importanti. la sua collocazione nel segno dell’Acquario ha dato ad Amelia la spinta a svolgere una funzione sociale. . Il denaro è inteso come potere e la sua posizione in I Casa nel segno del Toro. Infatti. anche sicurezza economica.

Rivoluzione solare del 25 luglio 1936. si trova nella IV Casa natale. fine della vita in modo misterioso. Marte e Plutone tra Cancro e Leone. Nettuno e Plutone. composto dal Sole. Il MC di rivoluzione. Urano rappresenta la potenza di vita e Saturno mette in forma questa potenza. Mercurio. Queste posizioni potrebbero essere significative per indicare la sua morte in mare. Plutone si congiungeva al Sole in IV Casa. vediamo che l’Ascendente di rivoluzione è nella VI Casa natale. Venere.Casa Quarta Argomento 81 Transiti del 2 luglio 1937. alle ore 21. la fine della vita. con l’opposizione tutto ciò è destabilizzato. erano quadrati a Nettuno di transito. ore 15. Inoltre la Luna. inoltre.00 circa Il giorno in cui scomparve in mare. in pratica tutto lo stellium di nascita. Urano di transito si dirigeva verso l’opposizione ad Urano e Saturno di nascita. in cui risiede uno stellium. È come se la sua immagine venisse meno ed anche la quadratura a Marte e Plutone ci riporta all’incidente misterioso. . La Luna è congiunta alla Luna Nera in I Casa ed entrambe sono quadrate a Marte e Plutone. la Rivoluzione solare inerente l’anno della sua morte. Venere.34 per New York Se osserviamo.

Si potrebbe ipotizzare che il clima vissuto dai suoi genitori fosse. opposto a Nettuno in XII Casa di transito. Ai fini del percorso evolutivo dell’anima il Novilunio prenatale consiste nella prova d’ingresso nella vita. sia per il precedente aborto. si destabilizza. sia per il periodo della gravidanza. Luna Nuova prenatale L’analisi del Tema di Luna Nuova Prenatale spesso ci conferma la vera storia individuale degli esseri umani ed il loro cammino. sia i transiti. È avvenuto. in qualche misura. pericolo in mare. dove risiede Urano è in I Casa natale e può indicare un incidente improvviso ed una trasformazione della vita. . L’VIII Casa di rivoluzione. Il segno del Cancro ci riporta alla famiglia e alla figura materna. durante il quale essi vissero separati. in Cancro e cioè nel segno precedente quello della nascita. alle ore 2.55. intriso di preoccupazioni. sia la Rivoluzione solare sembrano confermarci le circostanze della sua morte. Nel caso di Amelia notiamo che il novilunio si è verificato il 30 giugno 1897. forse.82 Casa Quarta Argomento Saturno di rivoluzione si trova sulla XII natale. quindi. In conclusione. La vita cambia direzione.

dove Venere in Toro. si oppone ad Urano e Saturno in Scorpione e tutti e quattro sono quadrati a Marte in Leone che costituisce il pianeta focale esattamente al punto di mezzo dell’opposizione. in www. Inoltre il quadrato a T che si sviluppa in segni fissi conferisce volontà. congiunta alla Luna Nera. per la sua forza ed il suo coraggio era una predestinata. Marte. in “Corriere della Sera” del 20 Dicembre 2004 ■ MANTEGAZZA FRANCESCA. “Dopo mezzanotte la Luna tramontò ed io ero sola con le stelle. forza e determinazione. Amelia Earhart. trad.net ■ JANSKY ROBERT C. Cronache. quindi.psicolinea.net ■ BRUZZESI LANFRANCO.ultraleggeri.it ■ DI LECCE ALESSANDRO. ci conferma il suo bisogno di volare e di essere all’avanguardia. possiamo senz’altro affermare che Amelia Earhart. già prima della nascita rappresentava forti tensioni ed una grossa fonte d’energia individuale ed il segno opposto al Leone. l’Acquario. oltre che per il coraggio dimostrato anche per le sue rivendicazioni a favore delle donne. soprattutto quando si tratta di esaudire le proprie aspettative. Una donna ed il suo sogno… il volo. è l’attrazione verso la bellezza del volare”. dopo aver esaminato alcuni aspetti astrologici del suo tema natale e della Luna Nuova prenatale. in www. . Modelli planetari. accentuando l’espressione del pianeta focale. Vorrei concludere questo excursus sulla vita e le imprese di Amelia Earhart con una sua citazione in occasione del volo sull’Oceano Atlantico. che lo sappiano o no. Anche il modello planetario a ventaglio con Urano congiunto a Saturno per manico ci conferma il modello del Tema natale. nonché uno dei più capaci e celebrati aviatori del mondo ed un esempio di coraggio e spirito d’avventura tutto al femminile. In conclusione. Ancora oggi è considerata un’eroina americana.. in particolare. NOTIZIE BIBLIOGRAFICHE ■ AMELIA EARHART. Questa configurazione consente un alto grado di motivazione e d’abilità nel raggiungere uno scopo. Biography. in www. il quadrato a T.ellensplace. Diventerà un mito e sarà ricordata. Spesso ho detto che il richiamo del volo è come quello della bellezza ed io non ho bisogno di un’altra trasvolata per convincermi che l’essenza del volo delle farfalle.Casa Quarta Argomento 83 È da notare. a cura del gruppo “Lo Zodiaco”Padova. Primo Piano.

mentre i suoi scritti per una serie di circostanze restavano persi in Segreterie o cadevano in mano di Insegnanti che morivano improvvisamente! . ma importanti per uno Scorpione viscerale. Evariste Galois (1811-1831) morto a soli 20 anni in un duello in seguito a futili motivi. prima di morire per infezione: “non piangere. scrisse numerose lettere e lasciò appunti riguardanti le sue nuove teorie.A. Spirito inquieto. Il materiale da lui compilato (in totale meno di 60 pagine!) fu ricopiato e spedito dal fratello ai famosi matematici Gauss. Jacobi e altri. al quale sussurrò. 142-540 Proseguiamo questa rubrica ( inaugurata la volta precedente con il musicista F. ci vuole tutto il mio coraggio per morire a vent’anni!”. era spesso punito all’università per la ribellione e imprigionato per aver partecipato a sommosse antigovernative. Ma. fra cui la soluzione di equazioni algebriche per radicali e la teoria dei gruppi.84 Casa Quarta Argomento LA GALLERIA DEGLI INSOLITI: EVARISTE GALOIS L. che ne apprezzarono subito la genialità. Il contenuto di quei fogli passa oggi sotto il nome di Teoria di Galois: in meno di 21 anni di vita mise a disposizione dei posteri idee divenute fondamentali per l’algebra moderna. Proponiamo stavolta un grande matematico francese. inesperto com’era di pistola contro un avversario allenato (pare per difendere l’onore di una prostituta di cui si era innamorato). oppure che presentino delle singolarità umane o astrologiche del tutto inconsuete e pertanto meritevoli di studi particolari.Tosti) dedicata a personaggi che per il percorso delle loro esperienze presentino delle proprietà peculiari che li rendono pressoché unici. La notte precedente il duello.P. solo dopo vent’anni i tempi furono maturi perché anche in patria se ne capisse la portata. una specie di testamento scientifico Secondo le cronache del tempo il giovane fu trovato agonizzante e ferito all’intestino da un contadino di passaggio e trasportato all’ospedale ove accorse il fratello.

Valente) .Casa Quarta 85 Non a caso il pianeta dominante sembra Urano. angolare e stimolatissimo dai due pianeti signori dello Scorpione. non è un tema così disastrato da spiegare la sua continua malasorte. o piuttosto lo fece con un enorme ritardo. fra l’altro legati al MC. Dova sta l’insolito? A parte una Luna che quadra la congiunzione Sole-Venere. Il potente Trigono fra la Fortuna major e la minor (Giove-Venere) e Sole stesso trigono a Giove pare non l’abbia aiutato affatto. Anche Saturno. da’ un giusto apporto armonico all’Ascendente. notoriamente fondamentale per i matematici “normali”. ma non sufficiente a incutergli la disciplina. la famosa “gloria postuma”… A meno che qualche lettore ci faccia notare altri fattori “neutralizzanti” la fortuna! (D.

86 Casa Quarta Marco Gambassi LE STELLE NATALI DI GEORGES BRASSENS Il mito di Orfeo rivisitato L. 142-565 Georges Brassens era un poeta e cantautore.A. per quello . Le sue canzoni nascevano da una vena d’ispirazione sociale e libertaria. Fabrizio De André disse di lui: «Brassens non è stato solo un maestro dal punto di vista didattico.

un altro simbolo femminile.Casa Quarta 87 che può essere la tecnica per fare una canzone. come per cercare una voce. vedova di guerra. L’8 giugno. La madre Elvira era di origine napoletana e amava la musica. La Luna strettamente congiunta a Plutone è Euridice che sprofonda nel regno dei morti. tra Marte e Saturno. è in stato d’assedio. un linguaggio. la poesia o il canto. Ma Venere nel trono della Bilancia si muove verso Giove. l’arpa bizantina (18° Capricorno). sposò Louis Brassens. in una forma d’arte. Saremo lieti di recensirlo in queste pagine. e Sulafat (21° Capricorno). è stato anche un maestro di pensiero e di vita… Mi ha insegnato che in fin dei conti la ragionevolezza e la convivenza sociale autentica si trovano di più in quella parte umiliata ed emarginata della nostra società che non tra i potenti». edito da Feltrinelli. che commosse Persefone e forse lo stesso Ade – Plutone: tra le altre stelle Vega (15° Capricorno). una redenzione. E al Medio Cielo culminano le stelle della Lira di Orfeo. uscirà un nuovo testo di Antonio Capitani riguardante la relazione fra Zodiaco e psicosomatica “Il tuo segno la tua salute”. Anche Venere evoca un personaggio femminile stretto nell’abbraccio del fatale Saturno. e Sheliak. . Cerere. e dal matrimonio nacque Georges Nel cielo del cantautore Georges Brassens si rinnova il mito del musico Orfeo.

.PADOVA Mercoledì 12 aprile 2006 Walter Crivellaro: “George Orwell. il legame tra l’arte e l’osservazione del cielo. il padre del Grande Fratello” Mercoledì 26 aprile 2006 Ivana Dissegna: “Introduzione alla spagiria” Mercoledì 10 maggio 2006 Cristiana Bindi: “I cicli astrologici dei grandi artisti.88 Casa Quarta Argomento CENTRO STUDI ASTROLOGICI ED EVOLUTIVI LO ZODIACO . L’influenza degli astri sui pensieri e le azioni dell’uomo” Mercoledì 24 maggio 2006 Carla Pretto: “Le simbologie dei transiti” Mercoledì 7 giugno 2006 Rino Maneo: “Le case astrologiche. cosa nascondono e cosa manifestano” Mercoledì 21 giugno 2006 Mauro Sanavia: “L’ombra dell’astrologo” Mercoledì 5 luglio 2006 Daria Müller: “Repetita iuvant: dalla precessione degli equinozi al libero arbitrio” Sta per uscire un nuovo testo di Fulvio Mocco ENERGIE INTELLIGENTI. Pianeti e Nodi Lunari nei Segni Zodiacali .Edizioni Chiara Capone del quale faremo ampia recensione sul prossimo numero.

89 CASA QUINTA CASA PRIMA Licia Piovanelli Studio per un’insolita Brian Claark Rivoluzione Solare: Il ciclo di Chirone viaggio a Madera .

anche se opposta a Plutone (di transito in Sagittario) nella 7a solare. Questa triplice congiunzione inoltre. che vi abitava già da diversi anni. già colonizzata dai portoghesi nel XV° secolo (che nella lingua del luogo significa “legno” per l’abbondanza di legname sull’isola) e meta di uno degli “inquieti itinerari” di viaggio dell’imperatrice Sissi.90 Casa Quinta Argomento Licia Piovanelli STUDIO PER UN’INSOLITA RIVOLUZIONE SOLARE: VIAGGIO A MADERA L. mi accinsi a scegliere una località che rivestisse i miei interessi naturalistici e culturali. formava un vistoso ed armonioso trigono con Nettuno (di transito in Acquario) dalla 9a casa solare e con Giove (anch’esso di transito in Bilancia) dalla 5a. con scalo intermedio a Lisbona. per esigenze di salute. Mi trovai perfettamente a mio agio in quel paese straniero come una turista incuriosita e per niente intimorita (1). Amai subito la splendida flora dell’isola. Splendida e sorprendente questa mia Rivoluzione Solare. era dotato di . fu uno dei più belli che io ricordi. Quello che prometteva avvenne. da bananeti e dal “suo” oceano blu carico. Scelsi Madera. L’albergo (a quattro stelle) situato nella capitale Funchal (dal nome di un fungo selvatico che cresce spontaneamente ai bordi delle vie). Il mio tragitto per scoprire le sue meraviglie. Un autentico “piccolo giardino paradisiaco” in mezzo all’Atlantico. Solo il viaggio stesso. Come si vedrà dal grafico della Rivoluzione Solare in questione. in una delle isole più belle a “memoria atlantidea” e dal clima praticamente sempre mite (quindi non solo le Canarie!). avvenuta il 12 giugno 2004.A. prevedeva quattro aerei in tutto. Venere) appena sopra l’Ascendente Solare proprio nel “mio segno d’Aria“ (in Gemelli). Mercurio. Sia il viaggio di andata che di ritorno. Proprio per poter verificare la validità dello spostamento geografico riguardo a Rivoluzioni Solari molto negative (vedi anche le foto a colori). Avevo scelto questa località proprio per la sua collocazione geografica e insieme …. fu supportato da una guida italiana del luogo. astrologica!. Ebbi comunque l’idea di scrivere l’articolo dopo poco più di un anno. caratterizzata da verdissimi terrazzamenti a coltivazione intensiva. avvenne una triplice congiunzione di transito (Sole. 142-550 Come una rivoluzione solare con aspetti negativi può trasformarsi in una piacevole esperienza di viaggio e in un sorprendente risultato personale.

provenienti dal Sud-Est asiatico o Sud-America) e la magnifica serra delle orchidee provenienti da tutto il mondo. ammirai la bella chiesa in stile coloniale in cui è sepolto l’ultimo imperatore d’Asburgo Carlo I. vino famoso in tutto il mondo (quello liquoroso di Madera) e il succo di maracujà (da un frutto tropicale brasiliano). le alte navate e la facciata in stile neo-coloniale così semplice ed elegante al tempo stesso. col “Carrinho do cesto” usato dai nobili dell’isola per un rapido trasporto e manovrato da “slittatori” vestiti di bianco che facevano scivolare il carretto. . Quando giunsi nella località di Monte. dopo la sconfitta della Prima Guerra Mondiale. disseminate da centinaia di pale per il vento. così come le gigantesche dalie bianche o ancora. caratterizzata da abbondanza di pesce (merluzzo cucinato in ogni modo). ornamentali e rarità esotiche o mediterranee dalle stupefacenti varietà. Per completare l’itinerario. Camara dos Lobos. Seppi inoltre dell’esistenza delle “Ilhas Desertas”. dove ammirai il Sacro Cuore di Cristo. pavoni bianchi dalle piume a raggiera e altre specie da me poco conosciute dai sgargianti e superbi colori.Casa Quinta Argomento 91 buoni servizi e di un’ottima cucina internazionale. ognuna caratteristica per le sue bellezze naturali. mi emozionai soprattutto quando vidi (e ovviamente fotografai con la mia inseparabile Yashica) uno dei giardini botanici più belli d’Europa proprio nella capitale (2). presente ovunque e una grande abbondanza di palme del tipo Dracena. le grandi ortensie blu. Visitai il porto di Marina Funchal e paesini come Camacha. caratterizzati da piante medicinali. felci giganti e diverse specie di fiori particolarissimi. il giardino degli uccelli tropicali (pappagalli. fu la discesa rapida fino a Funchal. Oltre a visitare in splendide giornate di sole Capo Girao. gli stucchi dorati. il bellissimo mercato del pesce. anche se ci tenevo a conoscere quella locale. Tutto il Centro-Nord dell’isola è caratterizzato da boschi meravigliosi e alberi altissimi. lungo le vie. perché vivono e svernano specie protette come i leoni marini e le foche. della frutta e dei fiori della capitale. le rose nere dalla forma a lattuga e dalle dimensioni simili a un cavolfiore (!). Potrei continuare a descrivere altre meraviglie come. S. visitai il Museo di Arte Sacra di Funchal e la Cattedrale da Sé. caratteristico fiore bianco o rosso dalla corolla peduncolata. mandato in esilio su quest’isola. tirato da corde. dove acquistai semi e radici di piante rare e alcuni frutti esotici d’importazione brasiliana (ma coltivati sull’isola) e una simpatica ragazza dal tipico costume locale si lasciò da me fotografare. Machico.ta Cruz. Uno splendido e raro esemplare era l’orchidea nera brasiliana. i vivacissimi fiori rossi e gialli e lo straordinario contrasto nei gigli e nelle campanule giganti. uno dei promontori più alti d’Europa e le diverse località dell’isola. non visitabili. a cui si affiancano pianure sconfinate denominati “parchi eolici”. Curral das Freiras. A questo vi erano annessi. Un semplice divertimento che sperimentai. sopra Funchal. che circondavano coloratissime casette (da fiabeschi tetti di paglia a punta) nella località di Santana. come alle Canarie. il parco Santa Caterina (dove poco lontano si trova la statua dell’imperatrice Sissi). Portela. il famoso dipinto che riguardava i tre Re Magi. Mi attirò molto. inoltre. o ancora l’anturia.

tutti i danzatori inoltre. Difatti fu un anno molto dispendioso sotto tutti i punti di vista.92 Casa Quinta Argomento Nei giorni successivi. tutte disseminate da formazioni asimmetriche e vulcaniche nere. ebbi il c. anche se ricco di novità belle e inaspettate. Con questo. riuscii a risolvere situazioni caotiche riguardo il lavoro (passaggio definitivo di Nettuno dalla 6a alla 7a) e finalmente “liberare” (è il caso di dirlo) la mia creatività musicale: si noti il transito di Nettuno in Acquario. ma soprattutto nella creatività (danza. rosso e nero): camicia bianca. baie e insenature lontane. decorati con strisce da vivaci colori e mantello nero. con la nostra creatività e lo studio dei misteri dell’universo. suono. Colore. trigono al mio Sole radix e quello di Giove. dalle guglie ricoperte di verde nonostante l’altezza. musica. al giardino botanico Hruska (ora Fondazione Heller) di Gardone Riviera. avevano un cappello a punta che ricorda le montagne a punta dell’isola. “mal dell’isola” o nostalgia dell’isola. che non aveva niente da invidiare agli altri paradisi naturali. riconducibili alla più fantastica delle “matrici”. in mezzo alle rocce. che aveva appena formato un trigono alla mia Venere radix. Ma tutto questo . nell’hotel in cui ero alloggiata. vi fu una festa pirotecnica al porto: spettacolari fuochi d’artificio erano sincronizzati con diverse musiche originali: Di ritorno dal viaggio. purezza delle forme o delle linee e altre attività di pensiero. Fu insomma un’esperienza riuscitissima e stupefacente e naturalmente. molti brani composti nei primi anni ’90.d. riprendendo e completando. quella del palazzo di Nettuno o di antichi re atlantidei! Quasi ogni sera. poesia). Le montagne sembrano la copia di un altro Macchu Picchu. giunsi inoltre ai picchi più alti dell’isola: Pico Ruivo e anche Arereiro. Riguardo alla rivoluzione Solare del 2004. penso che dovremmo restituire almeno in parte. anche per la presenza di un gruppo peruviano che suonava zufoli! Un mare di nuvole circondavano picchi suggestivi e cime frastagliate. insieme a gigantesche piante grasse (3). anche se è dal 1987 che sperimento nuovi suoni e nuovi temi. procedei alla donazione di bulbi e sementi di una dozzina di piante esotiche con relativa lettera di accompagnamento. organizzavano simpatiche danze maderensi: le donne e gli uomini indossano vesti dai tre “colori di Atlantide” (bianco. Nella seconda parte dell’anno (da gennaio 2005 fino al mio ultimo compleanno). poteva sembrare con un po’ di fantasia. Mentre la prima sera che giunsi all’isola. gonna o corti pantaloni rossi. non vi fu mai un periodo più fecondo di questo! Unico “neo”: lo spostamento di Saturno e Marte dalla 12a (se fossi rimasta a Brescia) in 2a!. Completava il tutto una coreografica scalinata che. In pochi mesi composi oltre una mezza dozzina di composizioni musicali classico-sperimentali e a detta di un mio amico musicista…con un richiamo alla new-age romantica. per quanto possibile. coprendo vallate. raggiunsi per la prima volta una realizzazione professionale nel lavoro. Visitai anche un’interessante stazione balneare ricavata dalle stupende piscine naturali di Porto Muniz. inoltre. la bellezza della creazione.

sia per quel che riguarda la propria attività lavorativa che occasioni positive di cambiamento. “Dulcis in fundo”. la logica conseguenza di un anno veramente fantastico! Un vistoso Giove in 1a molto vicino all’Ascendente (ma situato nella mia 3a radix). Fui inoltre autrice di una conferenza a Torino il 7 maggio dello stesso anno riguardante uno dei miei ultimi “interessi astrologici”: lo studio dei transiti dei Nodi Lunari nella storia d’Italia. la sua opposizione a Nettuno dalla 5a. con l’aiuto del nostro stimato collega professor Pinneri. se non altro per la posizione delle Case e dell’Ascendente! . decisi di compiere un viaggio nelle aree archeologiche della Campania. Riuscii anche a “costruire” un mio simpatico sito astrologico in internet. indica finalmente un superamento di pericolosi “abbagli” o speranze idealistiche troppo avventate (com’è tipica di tutti i segni d’Aria purtroppo)! Una poderosa presenza di pianeti in 10a. ma come ulteriore conferma di un importante e fecondo periodo di iniziative personali. di tentare almeno (per quanto possibile anche finanziariamente) la chance del cambiamento di longitudine che permetta almeno una configurazione migliore. Quest’ultima sembra. soprattutto in campo creativo. per chiudere in bellezza il mio precedente compleanno. Raccomando vivamente coloro che devono affrontare una difficile Rivoluzione Solare. perché non avrei mai pensato di poter dare una forma definitiva o un “corpus” a questo dono così prezioso e divino! La mia simpatica collega di lavoro apprezzò molto le mie composizioni poetiche e mi spinse a contattare uno stimato psicoterapeuta (tramite una lettera al direttore del Giornale di Brescia). anche se l’ambiente circostante può essere di freno (Plutone in opposizione dalla 3a). trigono alla 5a: cultura e viaggi non solo come intimo godimento dell’anima. suggella inoltre l’importanza di quest’ultima Rivoluzione Solare. Inoltre Luna in 11a nel segno del Leone (praticamente in congiunzione all’Ascendente radix!).Casa Quinta Argomento 93 non mi bastava. denota la grande importanza dell’amicizia. Il suo giudizio fu positivo e scelse i brani più significativi con l’intento d’inserirli nella raccolta citata di prossima edizione (quella del 2006). perché riuscii anche a scrivere più di una ventina di poesie quasi di getto in un periodo brevissimo. dal Risorgimento alle vicende politiche dei giorni nostri. cultore e autore dei più svariati poemi che aveva raccolto nelle sue “pillole di felicità” e intitolato “Gocce di rugiada”. lascia presagire un “incremento ottimista” dell’esistenza e una certa “prolificità” della produzione astrologico-letteraria. proprio nei giorni della mia ultima Rivoluzione Solare (2005). altra meravigliosa regione del Sud Italia. a mio modo di vedere. Paragonai la poesia come a una “musica del cuore”! L’impressione che ebbi fu come se un “fiume di note e parole” erompesse dalla mia mente per trovare uno sfogo e rovesciarsi nelle acque di un vasto oceano… Questo mi diede molta felicità. fonte di stima e momenti veramente piacevoli. supportate da continuo impegno: un Mercurio svettante all’Mc insieme a Venere (significativo trigono tra questa e Urano) e Saturno (con un altro trigono tra questo e Marte dalla cuspide della 7a). Sole in 9a dai Gemelli.

bisogna ricordare che l’isola ha un vulcano spento. negozi e ristorantini ricoperti di bellissime varietà colorate di fiori di ogni genere. Tra loro c’è il detto “l’italiano è un portoghese ben vestito”! Scarsa considerazione invece per i francesi. tedeschi e inglesi. dovuto anche al fatto che. la si potrebbe definire una relativa “povertà dignitosa”: io stessa constatai che i prezzi erano molto contenuti sia nei servizi che nei generi alimentari. come il Brasile (da loro conquistato dal navigatore Cabral nel 1501). ma lo è di più presso i nord-europei. I portoghesi sono molto riservati. poiché essi stessi sono “isolati” ai bordi di una terra che confina con l’oceano. 3 Sono isolotti e massi di origine vulcanica o di tufo rosso. gentili. pagai pochissimo nei ristoranti le insalate di frutta o le caratteristiche “sopas”. fu invece scoperta nel 1419 dal navigatore Zarco. circondati da promontori a strapiombo con accanto spiagge dalla sabbia nera. I portoghesi hanno il più alto tasso di analfabetizzazione in Europa. 2 La stessa Funchal è particolare con le sue viuzze. anche perchè i portoghesi amano gli italiani e preferiscono la nostra lingua a quella spagnola (il portoghese è come l’italiano antico nei suoi vocaboli)!. che rappresentano la libertà. che condiscono con salsa o maionese. Madera che significa “legno” per l’abbondanza di alberi nell’isola (che favorisce un’alta e salutare ossigenazione). soprattutto gli isolani sono deliziosi. fino al 1974 (anno in cui fu deposto). o zuppe di legumi e pesce bollito con patate. non è molto pubblicizzata tra gli italiani.Euro 20 . il dittatore Salazar impedì il progresso e la cultura. discreti ed orgogliosi della loro storia e delle loro origini (gli antichi Lusitani). non attivo e pericoloso come alle Azzorre (disastroso terremoto avvenuto nel 1997) o alle Canarie. La stessa isola comunque. amano i grandi spazi. formelle di “azulejos” o mattonelle blu. Bassissima è la percentuale di delinquenza. Su *SESTILE* Tutte le novità per la professione di Astrologo e i “Casi clinici” da valutare. ornavano inoltre i quartieri e le vie. ad esempio. insomma è un’autentica località esclusiva. Bisogna inoltre notare che gli stipendi degli isolani sono i più bassi d’Europa perché rimanga tutto poco costoso e così incentivare il turismo. mi adeguai alla lingua e mentalità portoghesi.94 Casa Quinta Argomento NOTE 1 In poco tempo. protraendo una situazione parecchio arretrata e pressoché patriarcale. *Sestile* : 6 numeri per anno .

uno strumento di lettura Il ciclo di Chirone per le Rivoluzioni Annuali Alessandro Guzzi I Ritorni Solari e l’Oroscopo progresso .95 CASA SESTA Fabrizio Corrias Dignità e debilità planetarie essenziali CASA PRIMA Alessandro Angeletti Brian Claark La Rivoluzione Natale.

Riportando alla nostra disciplina questo ragionamento possiamo dire che un aspetto planetario opererà su un pianeta ora da amplificatore. oltre ad essere una suddivisione dell’anno. come non è decisamente usuale organizzare un pranzo alle 4. L’affermazione “perdere un treno” sottintende che non si sono colte delle opportunità. ma la quantità di energie necessarie per ottenere un risultato in un momento non consono è sicuramente maggiore che in un momento favorevole. dodecatemoria. Non che non si possano avere figli prima di 20 anni o dopo i 35. In realtà tutto si può realizzare in qualsiasi momento. Possiamo perciò affermare che per ognuno di noi ci sono momenti favorevoli e momenti sfavorevoli per concretizzare le proprie aspettative. che la stagione ottimale per avere dei figli è situata tra i 20 e i 35 anni. Una funzione fisiologica. 142-603 Sono svariati i fattori che intervengono nella valutazione: oltre a posizione terrestre e celeste. diurno o notturno. Trono. ora da blocco. con una agile tabella riassuntiva per il calcolo quantitativo della forza planetaria. rappresentano simbolicamente le “tappe” della crescita dell’essere umano. ecc.96 Argomento Casa Sesta Fabrizio Corrias DIGNITÀ E DEBILITÀ PLANETARIE ESSENZIALI Della forza o debolezza planetaria L. psicologica e interiore. ad esempio. Per questa ragione le stagioni. Facce. Allo stesso modo l’affinità tra un pianeta e la porzione di eclittica che esso occupa ci permetterà di valutare l’efficienza . la trigonocrazia. è tuttavia innegabile che prima del menarca e dopo la menopausa avere figli per vie naturali è impossibile. Oltre a constatare che l’essere umano è un “animale” decisamente abitudinario dobbiamo ammettere che anche la vita manifesta un suo ordine e dei ritmi ben precisi. confini. potremmo aggiungere che in realtà c’è un tempo per ogni cosa. Ogni pianeta rappresenta una funzione della nostra personalità. ma che al di fuori di questo intervallo vi sono delle generiche controindicazioni legate a immaturità o a fattori di rischio. È secondo questa logica che possiamo affermare. fasi.30 del mattino.A. Questo può essere in parte un luogo comune. Si dice che c’è un tempo per nascere e un tempo per morire. limiti. A poche persone verrebbe in mente di fare un bagno in mare a Gennaio. esalterà alcune sue caratteristiche a discapito di altre o ne permetterà l’espressione nel modo più naturale.

❏ Sentimento di dignità. bellezza maestosa. Altri autori aggiungono ad esse la Via Combusta. Consideriamo questa frase: . al Divenire. dignità. Altri autori aggiungono anche il Decano. Termine e Fase (orientalità rispetto al Sole per i pianeti superiori e occidentalità per gli inferiori). stima. Triplicità. Il pianeta che risulta dignificato o debilitato vede perciò accresciuta o diminuita la propria forza. merito. Le Dignità e Debilità Essenziali indicano che l’aiuto o l’ostacolo all’azione equilibrata del pianeta provengono dalla sua stessa essenza. credo. sono da considerarsi accidentali. la sua Essenza. impiego.Casa Sesta Argomento 97 della funzione rappresentata dal pianeta. Di qui. imponente. la relazione “simpatetica”(che si accorda perfettamente alla natura ed al carattere di una cosa) tra il pianeta e l’arco di eclittica considerato. meritare. Le Dignità Essenziali che la tradizione tramanda. quindi tutte le condizioni di un pianeta che non riguardano il suo rapporto con la natura del grado di eclittica da esso occupato. importanza. Secondarie: Freddo-Umido). Nel caso dell’aspetto parleremo di “fattore accidentale”. incarico pubblico. il suo stato celeste. particolare considerazione sociale. Le Dignità e le Debilità sono di due tipi: ESSENZIALI e ACCIDENTALI. esprime meglio o prevalentemente i propri pregi o i propri difetti. 1) Dignità e debilità essenziali Posizioni del pianeta in segni o tratti di eclittica specifici. Per Essenza intendiamo ciò che è immobile o non soggetto alla mutazione. Dignitas implica una forma di potere o di influenza ed una grande capacità a conservare il controllo delle circostanze” (Denis Labourè). nobile. Le Debilità Essenziali tolemaiche sono invece: Esilio e Caduta. Tale relazione si stabilisce in forza delle qualità di ogni pianeta (Primarie: Caldo-Secco. rango. che rafforzano o indeboliscono la sua natura. 2) Dignità e debilità accidentali Accidentale significa “non Essenziale”. secondo il buon vecchio dizionario Gaffiot. Accidentale significa “ciò che accade fortuitamente”. sono in ordine di importanza decrescente: Domicilio. Esaltazione. il Trono e la Mutua Ricezione. dignità nello Stato. si sono andate sviluppando le varie teorie circa le “Dignità e Debilità” planetarie. la parola Dignitas da cui è tratto convoglia i seguenti significati: ❏ Esser degno. ❏ Considerazione. “ciò che è”. Riguarda lo Stato Celeste del pianeta. onorabilità. prestigio. “Il termine Dignità comparve nel XIX secolo. secondo Tolomeo. In particolare segnala l’affinità. ❏ Per estensione. la sua posizione sull’eclittica. ciò che è duraturo nel tempo. nel caso della posizione di un pianeta sull’eclittica di “fattore essenziale”. È da queste osservazioni che.

Un pianeta è peregrino quando non presenta una qualsiasi delle Dignità o Debilità Essenziali. Secondo la filosofia Aristotelica “accidentale” designa una caratteristica di un pianeta che. ed analizzeremo il concetto di Amicizia ed Inimicizia planetaria. La mia convinzione è che nella sua Essenza Mercurio sia Neutrale. ne è esempio il cosiddetto Neutrale per eccellenza Mercurio che. ecc. in quanto il pianeta si troverebbe in un luogo a lui non familiare. dall’ottimismo). moto superiore alla velocità media. Vi è poi una forma di Neutralità Essenziale che è lo stato di Peregrinità. in pratica. pianeta in levata eliaca. molti aspetti dissonanti con pianeti non affini. moto inferiore alla velocità media. DS. Alcuni autori definiscono lo stato di Peregrinità come una forma di debolezza. Debilità Accidentali sono: Posizione dei pianeti in case incongiunte. ma per effetto delle variabili Accidentali non lo sia mai. Questo “esterno” può essere identificato in un’altra funzione planetaria in aspetto con la prima (es: Marte Trigono Giove ? La volontà è sorretta. ecc. ma che proviene da contingenze estranee al pianeta stesso. diventa benefico o malefico a seconda delle Dignità e Debilità Essenziali ed Accidentali che presenta in un tema. Considerando tutte le forme di Dignità e Debilità Essenziale vedremo che la condizione di Peregrinità non si verifica con facilità. divenendo ora Benefico ora Malefico. pianeta con aspetti armonici con pianeti affini. In questo caso la volontà realizza in quanto sostenuta da un elemento esterno. rappresentato e significato da Giove. non modifica di fatto la sua essenza. o meglio della fortuità. moto diretto. la forza o debolezza del pianeta è legata alla sua condizione in quel “particolare” Tema Natale (stato terrestre). Le Dignità e Debilità Accidentali indicano spesso qualcosa che aiuta o ostacola. favorita. La Dignità e Debilità Accidentale riguarda la valutazione della “efficienza” del pianeta. o col significato di “qualcuno che aiuta” il proprietario del Tema Natale (es: Marte Trigono Giove ? Nel realizzare ciò che vuole è aiutato da persone importanti. Combustione e Occultamento (eclissi). posizione nella Casa. Si consideri che la Fortuna era la divinità addetta alla giustizia retributiva. Il termine “accidentale” richiama il senso della casualità. lo zio. quindi indica ciò che è in continuo cambiamento. Per quanto mi riguarda il concetto di neutralità mi lascia sempre un po’ dubbioso. magari uno zio = Giove). presente o meno.98 Argomento Casa Sesta ● Accade =“Accadere” è un sinonimo di “Divenire”. Introdurremo. Prima di affrontare nel dettaglio le varie Dignità e Debilità Essenziali potremmo a mo’ di esempio affermare che un pianeta in debilità essenziale ma . Le Dignità/Debilità accidentali indicano aiuti o difficoltà che provengono dall’esterno. ben diversa dalla irrazionale distributrice di superenalotti cui siamo soliti dar credito ai nostri tempi. Esempio: Posizione del pianeta sui cardini (ASC. IC). moto retrogrado. ● Fortuitamente = Soggiacente al “fato” (legge governata dalla Provvidenza e dalla Necessità). MC. derivante dal suo Stato Terrestre o per la qualità e/o quantità degli aspetti che si formano con gli altri pianeti. più in là.

è quello più consono al suo temperamento ed al suo genere. È per questo considerato Convertibile. Ogni pianeta. I domicili saranno sempre uno in segno maschile. favorendo la quantità di vita e la salute sono: – Venere ➛ Moderatamente fredda e soprattutto umida.Casa Sesta Argomento 99 in dignità accidentale è un pianeta che ha difficoltà ad esprimere le sue caratteristiche ma che ha efficacia operativa. dove il pianeta manifesta le sue caratteristiche nel modo più libero (non ha dispositore se non se stesso) e perciò armonico. dove possiamo essere tranquillamente noi stessi senza dover render conto a nessuno (almeno così dovrebbe essere!). È interessante la spiegazione dei Domicili data da Tolomeo nel Tetrabiblos. estroverso ed uno in segno femminile. pianeta femminile. l’abitazione. introverso. nello specifico. vede il suo domicilio preferito in Toro. – Luna ➛ Fredda e umida. i vari tipi di Dignità e Debilità dobbiamo fare chiarezza (almeno provarci) circa un altro punto fondamentale legato alla valutazione della simpateticità tra pianeti e segni: le qualità dei pianeti o natura elementale. il secco prevale. ad eccezione dei Luminari. grazie ad un aiuto esterno. il luogo che ci appartiene e che conserva le cose a noi più care. dal Leone al Capricorno (nel verso antiorario) solare e dal Cancro all’Acquario (in senso orario) lunare. Vediamo ora le varie Dignità e Debilità Essenziali. È una casa ideale. Il domicilio primario. Le qualità di ogni pianeta intervengono in modo decisivo nello stabilire l’affinità con i segni e tra i pianeti stessi (amicizia planetaria). Assume la qualità dell’astro cui si unisce. segno femminile. talora moderata. Inoltre i domicili dei due Luminari suddividono lo zodiaco in due emisferi. con predominanza del calore. I Benefici. nuocendo alla quantità della vita ed alla salute (secondo Al-Biruni) sono: – Marte ➛ Caldo e soprattutto secco al più alto grado. ove il pianeta esprime il massimo delle sue qualità e della forza. Venere. detto perciò Domicilio Preferito (o Posto preferito o naturale). Domicilio = È la più importante delle Dignità Essenziali. mutevole. Domus per i latini indica la casa. In sostanza egli afferma che i domicili dei Luminari sono stati posti nei luoghi più alti dell’eclittica e più vicini allo zenith. Prima di analizzare. È il porto sicuro. Qualità dei pianeti I Malefici. Saturno. – Saturno ➛ Freddo e secco al più alto grado. ha due domicili. ove il Sole manifesta il periodo più caldo dell’anno. dobbiamo immaginarla come il luogo della spontaneità. – Giove ➛ Moderatamente caldo e umido. Benefica e malefica. Il Neutrale: – Mercurio ➛ Moderatamente freddo e secco. I Luminari: – Sole ➛ Caldo e secco. essendo il “freddo” e il “nemico . che secondo il sistema tolemaico aveva assegnata la sfera più lontana. Viene detto malefico se vicino e benefico se lontano.

Venere è il Benefico Minore. Il pianeta in domicilio diurno tende ad esprimersi prevalentemente in modo estroverso. rappresenta la sequenza astronomica a partire dal .100 Argomento Casa Sesta del calore”. e femminili. Il pianeta si esprimerà meglio nel domicilio affine al suo genere. Una specie di cuscinetto tra i luminari e gli astri Benefici e Malefici. per capire che un domicilio in segno maschile è diurno ed un domicilio in segno femminile è notturno. Tutte queste considerazioni mettono in evidenza come. È interessante notare che Benefici e Malefici siano stati eletti dei pianeti e non siano mai stati considerati tali i Luminari. Saturno è considerato il Malefico maggiore. oltre ad essere speculare. il pianeta più vicino al Sole.Sole. fino a giungere all’elemento amorale mercuriano. o comunque una variabilità che li rende difficilmente catalogabili. I segni contigui non hanno familiarità tra di loro. Lo schema dei domicili sullo zodiaco. aspetto dissonante. in questo caso si tratta della quadratura. aspetto armonico secondario. D’altronde la Verità. aspetto armonico principale. Basterà ricordare l’alternanza zodiacale dei segni maschili. Con il Toro e la Bilancia incontriamo i segni di domicilio di Venere. . anche in senso astronomico. notturni. ma per gli altri pianeti la definizione di domicilio diurno e notturno non è così automatica. Ecco alcuni aforismi legati a questa dignità: – Alcabitius: un pianeta con questa dignità manifesta “libertà e autorità”. dopo i segni gioviani troviamo i segni di domicilio di Marte (Ariete e Scorpione). mal si adatta ad un dualismo così smaccatamente manicheo. sono come degli estranei. Come per gli altri pianeti anche i domicili marziali intrattengono con il relativo domicilio del Luminare dell’emisfero un aspetto. rappresentata dal Sole. I segni contigui a quelli saturnini sono i segni di domicilio di Giove (Sagittario e Pesci). L’aspetto che si forma da questi segni al Luminare del loro emisfero è di trigono. L’aspetto di 30° o Semisestile è considerato un aspetto incongiunto. aveva avuto come domicili i segni opposti a quelli dei Luminari (Acquario e Capricorno). Mercurio è considerato infatti Neutro. sono segni contigui che la tradizione definisce “estranei o contraddicentesi”. Parlare di Sole e Luna significa parlare del giorno e della notte. La Luce è sinonimo di Bene. riguardante la definizione di diurno e notturno. nel domicilio notturno in modo più intimo ed introverso. perda forza la polarità Bene-Male. L’aspetto incongiunto non viene praticamente considerato un aspetto dalla tradizione. Ad un aspetto armonico (quello più forte) è stato associato il domicilio di Giove. Sia il Sole che la Luna hanno mantenuto un ruolo super partes rispetto a questa suddivisione. avvicinandosi ai Luminari. rispetto alla linea 0° Leone . Per quanto riguarda la Luna essa è sicuramente considerata l’alter ego del Sole. diurni.0° Acquario. E l’opposizione è l’aspetto dissonante principale. In questo caso l’aspetto che si forma è il sestile. Un ulteriore chiarimento va fatto per i doppi domicili. Gemelli e Vergine sono i segni di domicilio di Mercurio.o fino al . Marte è considerato il Malefico Minore. il Benefico Maggiore. Continuando la marcia di avvicinamento ai Luminari.

sradicato e sottomesso al Governatore del segno. in esilio si trova nella condizione di esule in terra straniera. Per l’elenco dei domicili da noi adottato vedasi lo schema a pagina 21. Per queste ragioni tale pianeta è definito Governatore o Maestro o Signore del Segno. Così come il Domicilio è il luogo ove il pianeta riceve maggior potenza così nell’Esilio il pianeta riceve maggior debilità. come un padrone di casa che in viaggio continua ad essere responsabile della propria casa e continua ad impartire ordini a mezzo posta. È necessario capire che queste considerazioni non si riferiscono alla “bontà” o “maleficità” del pianeta nel contesto globale del Tema Natale considerato. telefono o e-mail. – . Per l’elenco degli esili da noi adottato vedasi lo schema a pagina 21. seconda anche per efficacia e forza. Ecco alcuni aforismi a proposito dell’Esilio: – W. non conosce la lingua. qualche volta può essere un po’ capriccioso. per le esaltazioni non ho mai trovato una spiegazione globale che mi abbia convinto totalmente. il lato peggiore. arrogante”. È la Debilità Essenziale controparte del Domicilio. è debilitato nel luogo opposto. Mentre per la distribuzione dei domicili sullo zodiaco è abbastanza facile individuare una qualche logica geometrica. Esaltazione = È la seconda forma di Dignità Essenziale.Casa Sesta Argomento 101 Un autore arabo afferma: “è come un uomo in casa propria. ma alla possibilità che la funzione rappresentata dal pianeta si esprima secondo le sue caratteristiche standard. ma può trattarsi solo di un mio limite. esasperare alcune sue caratteristiche. libero delle proprie azioni. Esilio = Detto anche Detrimento. Così i pianeti trovano nei segni opposti a quelli di domicilio i loro segni di Esilio. e padrone di fronte ai visitatori”. A titolo di curiosità riporto lo schema che ho trovato sul libro di Dom Neroman (astrologo francese del ‘900) “Traitè d’Astrologie Rationnelle” (Fig. continua ad amministrare e governare le questioni relative ai propri domicili.Lilly: Un pianeta in esilio è simile ad una persona scacciata dalle sue proprietà. un personaggio importante i cui desideri vengono esauditi dal padrone di casa”. Tuttavia è pur sempre un ospite in casa d’altri (questo ad eccezione di Mercurio. la Vergine). è spaesato. 1). ovunque si trovi. un sovrano assoluto” oppure “una persona di condizione altera. non conosce la cultura del posto. Nelle posizioni di Debilità i pianeti tendono a manifestare i loro difetti. Un pianeta nel suo segno di esaltazione viene raffigurato come: – “un invitato di alto rango. Per il principio della Dualità ciò che in una parte dello Zodiaco è significato. Nel caso siano poi presenti pianeti o cuspidi di settori nel proprio domicilio il pianeta assume il ruolo di Dispositore. che ha Domicilio ed Esaltazione nello stesso segno. Per ultimo diremo che un pianeta. senza speranza di recuperarle. – Altri autori lo definiscono come “un re sul trono. Se nel domicilio il pianeta si trovava in casa propria.

Va detto poi che ci è stato tramandato. per ogni pianeta. nell’altro caso occorre una certa buona dose di contorsionismo mentale per far coabitare in uno stesso segno l’esaltazione e l’esilio. Altra versione delle esaltazioni è quella sposata da Lisa Morpurgo (Fig. 2). Tuttavia Mercurio. ci ha già mostrato una certa attitudine all’originalità. per quanto riguarda il Domicilio e l’Esaltazione. che ingloba le posizioni di Esaltazione tramandate dalla tradizione. un grado di massima esaltazione: Q = 19° A T = 27° L W = 19° G R = 3° B U = 28° J < = 3°C S = 15° F V = 15° D . l’unico neo è che con questo sistema Mercurio risulterebbe esaltato in Sagittario.102 Argomento Casa Sesta È uno schema sicuramente interessante. luogo del suo Esilio. Certo è però che nel caso di Domicilio ed Esaltazione siamo in presenza di due Dignità.

Questo significa che la Luna sarà situata nel suo grado di massima esaltazione se la sua posizione in longitudine sarà compresa tra i 2°00’00” e i 2°59’59”. determinando un’umiliazione del pianeta. C’è che dice che l’esaltazione massima si ha dall’inizio del segno fino ai gradi sopra elencati. È come una persona. ovvero il terzo grado del Toro. Chi dice che il grado di massima esaltazione ha un’orbita di tolleranza e chi non prende assolutamente in considerazione i gradi di massima esaltazione. Come riportato da Al-Biruni l’elenco di cui sopra è la versione accreditata dai Persiani e dai Greci. una volta importante. che ora è caduta in di- .Casa Sesta Argomento 103 Anche su questi dati i pareri dei vari autori non sono uniformi. Caduta = La Caduta è la Debilità Essenziale collegata all’Esaltazione. La Caduta determina l’effetto opposto dell’Esaltazione. Il grado indicato va inteso come l’intervallo tra due gradi. I pianeti sono in Caduta nei segni opposti a quelli ove sono Esaltati. Prendiamo come esempio il grado di massima esaltazione della Luna: il terzo grado del Toro.

Trigonocrazia significa infatti “potere. Ai pianeti della triplicità di Acqua si aggiungerebbe la Luna. elemento Fuoco Terra Aria Acqua nascita diurna q t w t nascita notturna v r s u Perché in una nascita notturna un pianeta sia dignificato per Triplicità dovrà essere situato nella triplicità elementale indicata sulla colonna “nascita notturna” (Tabella sopra). potenza del trigono o triangolo”. due o tre segni zodiacali. la Luna in un segno di Terra. Giove dovrà essere situato in un Segno di Fuoco. È come un individuo che venga umiliato e beffeggiato dal padrone di casa (il pianeta in Domicilio). Un altro sistema di Trigonocrazia lega ogni pianeta a uno. sottomesso al signore della sua residenza”.). Leone. in realtà questa distanza dovrebbe essere misurata in gradi di altezza negativa dall’orizzonte e non tramite la longitudine. Per l’elenco delle cadute da noi adottato vedasi lo schema a pagina 21. Terra. ma ai Trigoni (Ariete. . in genere segni dello stesso elemento del domicilio. Questa Dignità Essenziale compare nell’elenco fornitoci da Tolomeo nel Tetrabiblos. Tra queste vi è appunto la Triplicità o Trigonocrazia. Autore arabo:”un pianeta in caduta è come un uomo umiliato.104 Argomento Casa Sesta sgrazia. Mercurio in un segno d’Aria e Marte in un segno d’Acqua. privo di influenza. ma l’autore non la lega agli Elementi. esilio o caduta del pianeta stesso. uno per la nascita diurna e l’altro per quella notturna: Alcuni autori aggiungono ai due pianeti un terzo. è da considerarsi una nascita diurna. Ai pianeti della triplicità di Terra si aggiungerebbe Marte. Questi segni saranno considerati segni di trigonocrazia purchè non siano già segni di esaltazione. Sagittario. a causa dell’illuminazione crepuscolare. Aria. Ad ogni triplicità elementale (Fuoco. essendo questa una classificazione più tarda. ecc. Acqua) sono considerati in dignità due pianeti. Per amor di precisione va detto che una nascita con il Sole a 5° circa sotto l’orizzonte. Questa è una valutazione approssimativa. detto “partecipante”avente validità sia per le nascite diurne che per quelle notturne. che limita la visibilità delle stelle. Triplicità o Trigonocrazia = Nel tentativo di valutare la forza/debolezza e l’armonia/dissonanza di un pianeta la tradizione tramanda altre Dignità Essenziali. Ai pianeti della triplicità di Aria si aggiungerebbe Giove. Ai pianeti della triplicità di Fuoco si aggiungerebbe Saturno.

– Ibn Ezra: un uomo nella casa dei suoi vicini. Il Fuoco inizia con Giove. Termini Caldei o Mesopotamici La sequenza dei pianeti è: Giove. In quel caso potremmo dire che in quel termine la sua posizione non è poi così cattiva. che teneva conto di quante dignità presenta ogni pianeta (domicili. Due sistemi di attribuzione dei termini derivano dalla Mesopotamia e dall’Egitto.Casa Sesta Argomento 105 Il Sole La Luna Mercurio Venere Marte Giove Saturno è in Trigonocrazia in è in Trigonocrazia in è in Trigonocrazia in è in Trigonocrazia in è in Trigonocrazia in è in Trigonocrazia in è in Trigonocrazia in Sagittario Pesci. Tolomeo. nel quale compaiono attribuzioni dei termini anche ai Luminari. Mercurio. Leone e Sagittario Ariete e Leone Toro. Capricorno. Lilly: un uomo “modestamente dotato di beni e di fortuna in questo mondo”. Labourè: “È come qualcuno che affitta una villa all’estero. – D. Parere di molti autori è che l’ordine di assegnazione appare a volte macchinoso ed in alcuni casi di una discutibile logicità. ma l’effetto è limitato nel tempo o riguarda mutamenti brevi. Termine o Confine = Termine significa frontiera o limite. a sua volta. Questo elenco venne poi adottato dai suoi successori. Le Quadruplicità hanno la stessa sequenza. Per l’elenco delle triplicità da noi adottato vedasi lo schema a pagina 119. secondo le diverse tradizioni. A seguito delle ricerche su questo argomento ho trovato riferimento a cinque tipi di Termini. In tutti i segni zodiacali. la Terra con . ma che abbia un Termine in cui riceve dignità. Tuttavia risiede in un ambiente ristretto che gli dà sicurezza”. Lilly analizzava il governatore della I casa in quale Termine si trovasse per avere informazioni circa le caratteristiche fisiche del soggetto. Gli ultimi due sono uno indiano e un altro attribuito da Vettio Valente a Ermete Trismegisto. L’effetto di un pianeta nel proprio Termine viene così descritto dai vari autori: – W. avviene che uno dei 5 pianeti si trovi in debilità per esilio o caduta. Ecco di seguito gli elenchi dei Termini più usati. Vergine e Gemelli L’effetto di un pianeta dignificato per Triplicità viene così descritto dai vari autori: – W. – Secondo alcune Scuole di Astrologia (“Classica”) il Confine ha molta forza. esaltazioni e triplicità)in un segno. Marte. Saturno. tranne che in Acquario. non è a casa sua né riceve particolare rispetto. Bilancia ed Acquario. Venere. li sintetizzò in un altro elenco. pur trovandosi in una posizione confortevole. dominati dai cinque pianeti (Luminari esclusi. in quanto considerati Signori di tutti i tempi). Ogni segno zodiacale è suddiviso in 5 Termini di ampiezza diversa. Il paese non gli è del tutto famigliare.

l’Aria con Saturno di giorno e Mercurio di notte. Elemento FUOCO Dal grado 00°00’00” 08°00’00” 15°00’00” 21°00’00” 26°00’00” TERRA 00°00’00” 08°00’00” 15°00’00” 21°00’00” 26°00’00” ARIA 00°00’00” 08°00’00” 15°00’00” 21°00’00” 26°00’00” ACQUA 00°00’00” 08°00’00” 15°00’00” 21°00’00” 26°00’00” Al grado 07°59’59” 14°59’59” 20°59’59” 25°59’59” 29°59’59” 07°59’59” 14°59’59” 20°59’59” 25°59’59” 29°59’59” 07°59’59” 14°59’59” 20°59’59” 25°59’59” 29°59’59” 07°59’59” 14°59’59” 20°59’59” 25°59’59” 29°59’59” Pianeta v t w s u t w s u v w s u v t u v t w s Termini Egizi Insieme a quello tolemaico è quello che ha avuto più fortuna. C. 4° il quinto. Prende come riferimento i domicili ma poi inserisce parametri diversi di difficile comprensione.) si è col tempo imposto sugli altri metodi. I termini hanno un’estensione di 8° il primo. 5° il quarto. 6° il terzo. D. D. 7° il secondo.) e Firmico Materno (IV sec. Essendo stato sponsorizzato da astrologi come Vettio Valente (II sec.106 Argomento Casa Sesta Venere. La logica per l’assegnazione dei termini ai pianeti non è lineare. l’Acqua con Marte. Questo sistema non ha avuto molta fortuna. .C.

organizzazione. austerità Magnanimità. voluttà Operosità. matematica B 00°00’00” 08°00’00’’ 14°00’00’’ 22°00’00’’ 27°00’00’’ C 00°00’00” 06°00’00’’ 12°00’00’’ 17°00’00’’ 24°00’00’’ D 00°00’00” 07°00’00’’ 13°00’00’’ 19°00’00’’ 26°00’00’’ E 00°00’00” 06°00’00’’ 11°00’00’’ 18°00’00’’ 24°00’00’’ F 00°00’00” 07°00’00’’ 17°00’00’’ 21°00’00’’ 28°00’00’’ . intralci nelle unioni Metodo. sincerità. astuzia. amministrazione Amore. gelosia Spirito di giustizia. vulnerabilità Intuitività. lotte. tenerezza. ordine. pericoli. impulsività Ponderazione. economicità. benefici Creatività. orgoglio Sapienza. spirito critico Arte. astuzia. dispute familiari Voluttà. intellettualità. teatro. medicina. gradi sterili Insegnamento. politica. conservatorismo Intuizione. incidenti Sottigliezza. sensualità Perspicacia. lentezza Accessi ed eccessi. commercio. generosità. fortuna Prudenza. amore filiale. commercio. entusiasmo. frustrazioni. bontà. successo sociale Voluttà. arte. scienza Critica. sensualità. ostinazione. generosità Ambizione. simpatia. contrarietà. amore. incostanza Vita movimentata. ingegno Agitazione. bizzosità. ingegnosità. rischi. indipendenza Noie legali. arte. regalità Difficoltà. raffinatezza Polemica. invidia Equilibrio. polemica. comando.Casa Sesta Argomento 107 Segno A Dal grado 00°00’00” 06°00’00” 12°00’00’’ 20°00’00’’ 25°00’00’’ Al grado 05°59’59” 11°59’59’’ 19°59’59’’ 24°59’59’’ 29°59’59’’ 07°59’59’’ 13°59’59’’ 21°59’59’’ 26°59’59’’ 29°59’59’’ 05°59’59 » 11°59’59’’ 16°59’59’’ 23°59’59’’ 29°59’59’’ 06°59’59’’ 12°59’59’’ 18°59’59’’ 25°59’59’’ 29°59’59’’ 05°59’59’’ 10°59’59’’ 17°59’59’’ 23°59’59’’ 29°59’59’’ 06°59’59’’ 16°59’59’’ 20°59’59’’ 27°59’59’’ 29°59’59’’ Pianeta v t s u w t s v w u s v t u w u t s v w v t w s u s t v u w Significato Riuscita sociale. finanza. ingegnosità. strategia. scienze Scienza. ingegnosità Ansietà. sessualità Perspicacia. intellettualità. commercio. incostanza.

indipendenza. comando. spirito umanitario. ricerca. religione. fortuna. ambizione. gradi sterili Sensualità. efficacia Fortuna. viaggi. superbia. gradi punitivi Giustizia. perdite Arte. opportunismo Prosperità. vicissitudini Fatalità. indipendenza. sopportazione H 00°00’00” 07°00’00’’ 11°00’00’’ 19°00’00’’ 24°00’00’’ I 00°00’00” 12°00’00’’ 17°00’00’’ 21°00’00’’ 26°00’00’’ J 00°00’00” 07°00’00’’ 14°00’00’’ 22°00’00’’ 26°00’00’’ K 00°00’00” 07°00’00’’ 13°00’00’’ 20°00’00’’ 25°00’00’’ L 00°00’00” 12°00’00’’ 16°00’00’’ 19°00’00’’ 28°00’00’’ . noie legali. processi. accuse. successi alterni. scienza. puntigliosità Scienza. rigidità. volubilità Fascino. giustizia. filosofia Sensitività. filosofia. vanità. tracotanza. comando. fortuna tardiva. esilio Fatalità. noie legali Senso estetico e artistico. politica. ricchezza Fortuna.108 Argomento Casa Sesta Segno G Dal grado 00°00’00” 06°59’59’’ 14°00’00’’ 21°00’00’’ 28°00’00’’ Al grado 05°59’59’’ 13°59’59’’ 20°59’59’’ 27°59’59’’ 29°59’59’’ 06°59’59’’ 10°59’59’’ 18°59’59’’ 23°59’59’’ 29°59’59’’ 11°59’59’’ 16°59’59’’ 20°59’59’’ 25°59’59’’ 29°59’59’’ 06°59’59’’ 13°59’59’’ 21°59’59’’ 25°59’59’’ 29°59’59’’ 06°59’59’’ 12°59’59’’ 19°59’59’’ 24°59’59’’ 29°59’59’’ 11°59’59’’ 15°59’59’’ 18°59’59’’ 27°59’59’’ 29°59’59’’ Pianeta w s v t u u t s v w v t s w u s v t w u s t v u w t v s u w Significato Selettività. arrivismo Intuitività. gradi oscuri Senso economico. religione. tradimenti. magistratura. ricchezza Polemica. magnetismo. violenza. piaceri. seduzione. tradimenti. conflitti. spirito battagliero Inventiva. arte. religione Moralismo. maliziosità. ribellioni. ardore. erudizione Are. gradi militari Energia. forza. polemica. gradi sterili Dispute. unioni sfortunate o tardive Determinazione. solitudine Litigiosità. voluttà Giustizia. gradi nobili Scienza. eredità. gradi nocivi Erudizione. inganni. felicità. carità Suscettibilità. ascesa lenta. comando. invidia Intuizione. collere Sacrifici. occultismo Egoismo.

Ai benefici 7 gradi. di aver trovato questo sistema di suddivisione il Termini in un libro antico non ben identificato. che io sappia. Bezza e M. A tal riguardo è interessante l’articolo “L’ordinamento tolemaico dei confini” di G.cieloeterra. Segno A Dal grado 00°00’00“ 06°00’00” 14°00’00” 21°00’00” 26°00’00” Al grado 05°59’59“ 13°59’59” 20°59’59” 25°59’59” 29°59’59” 07°59’59” 14°59’59” 21°59’59” 25°59’59” 29°59’59” 06°59’59” 12°59’59” 19°59’59” 25°59’59” 29°59’59” Pianeta V T S U W T S V W U S V T U W Segno D Dal grado 00°00’00” 06°00’00” 13°00’00” 20°00’00” 27°00’00” Al grado 05°59’59” 12°59’59” 19°59’59” 26°59’59” 29°59’59” 05°59’59” 12°59’59” 18°59’59” 24°59’59” 29°59’59” 06°59’59” 12°59’59” 17°59’59” 23°59’59” 29°59’59” Pianeta U V S T W W S T V U S T V W U B 00°00’00” 08°00’00” 15°00’00” 22°00’00” 26°00’00” E 00°00’00” 06°00’00” 13°00’00” 19°00’00” 25°00’00” C 00°00’00“ 07°00’00” 13°00’00” 20°00’00” 26°00’00” F 00°00’00” 07°00’00” 13°00’00” 18°00’00” 24°00’00” . non si sono effettuate ricerche sistematiche per dire una parola definitiva in questo senso.Casa Sesta Argomento 109 Termini Tolemaici Tolomeo afferma. È certo che il maggior utilizzo di un metodo può evidenziarne i pregi e i difetti ma a tutt’oggi. Questo sistema fa riferimento alle esaltazioni. a Mercurio 6 gradi. nel Tetrabiblos.it): “Un anonimo commentatore greco identifica i principi formatori della sequenza dei confini in due elementi fondamentali: 1) Ordinamento : L’ordinamento dei confini viene attribuito prendendo in esame i diritti o dignità che i pianeti hanno in ciascun segno e nei due seguenti (trizodia). Fumagalli (www.” Anche questo sistema ha numerosi adepti e dire quale di questi sia il più attendibile è problema di non facile risoluzione. ai domicili ed ai trigoni. che viene poi aumentata o diminuita nei diversi segni. Trizodia richiama il concetto dei tre mesi componenti una stagione. ai malefici 5 gradi. 2) Ampiezza : A ciascun pianeta viene attribuita un’ampiezza media.

un pianeta inferiore (Mercurio e Venere) ha dignità per fase quando sorge dopo il Sole. in concomitanza di una nascita. Giove e Saturno) ha dignità per fase quando sorge prima del Sole. rappresenta infatti la suddivisione dei 360 gradi dell’eclittica in 36 partizioni di 10 gradi l’una. In questa troviamo 82 gradi dominati da Venere. si pronosticava una buona o cattiva esistenza. . I Decani erano legati a divinità ed erano considerati “fortunati” o “sfortunati”. Decano = Delle dignità essenziali considerate viene definita la più debole. I pianeti in questa posizione tendono a crescere in luminosità. Il termine “Decano” trova la sua origine nel termine deca = dieci. Un pianeta superiore (Marte. Nell’antico Egitto per decani si intendessero delle stelle o gruppi di esse che con il loro sorgere segnalavano l’ora. Per l’elenco dei confini da noi adottato vedasi lo schema a pagina 116. 79 da Giove. 66 da Marte e 57 da Saturno. Fase = È considerata da Tolomeo come una delle Dignità Essenziali.110 Argomento Casa Sesta Segno G Dal grado 00°00’00” 06°00’00” 11°00’00” 19°00’00” 24°00’00” Al grado 05°59’59” 10°59’59” 18°59’59” 23°59’59” 29°59’59” 05°59’59” 13°59’59” 20°59’59” 26°59’59” 29°59’59” 07°59’59” 13°59’59” 18°59’59” 24°59’59” 29°59’59” Pianeta W T V S U U V T S W V T S W U Segno J Dal grado 00°00’00” 06°00’00” 12°00’00” 19°00’00” 25°00’00” Al grado 05°59’59” 11°59’59” 18°59’59” 24°59’59” 29°59’59” 05°59’59” 11°59’59” 19°59’59” 24°59’59” 29°59’59” 07°59’59” 13°59’59” 19°59’59” 25°59’59” 29°59’59” Pianeta T S V U W W S T V U T V S U W H 00°00’00” 06°00’00” 14°00’00” 21°00’00” 27°00’00” K 00°00’00” 06°00’00” 12°00’00” 20°00’00” 25°00’00” I 00°00’00” 08°00’00” 14°00’00” 19°00’00” 25°00’00” L 00°00’00” 08°00’00” 14°00’00” 20°00’00” 26°00’00” Questa versione è quella relativa alle edizioni Boll-Boer e di Hubner. osservando il Decano che sorgeva. 76 da Mercurio.

Lilly: “Un pianeta con poca o nulla dignità. anche se quando troviamo tale definizione non sempre si intende il Decano). Fu Firmico Materno (III sec. governava la settimana egizia. L’altra versione dei Decani è quella che ci è giunta attraverso Marco Manilio (I sec. ma quella che raccoglie maggiori consensi è quella che accomuna la tradizione occidentale e quella indiana.).) nel suo Matheosis (Gli otto libri della Conoscenza o dell’Astrologia) a parlare in modo circostanziato dei decani (o Volti) ed a darne una sua versione (appresso riportata). Dei Decani vi sono più versioni. per l’appunto rappresentata da un’immagine (volto = aspetto). insieme alle stelle fisse ed alle costellazioni. I Decani Egizi non risiedevano. Nei testi classici venivano considerati indispensabili. prima del sorgere del Sole. Come ben sappiamo non è possibile misurare il tempo attraverso il sorgere dei gradi eclittici a causa dell’inclinazione dell’eclittica rispetto all’equatore celeste. Il tempo di ascensione dei gradi eclittici è variabile. Sull’importanza attribuita a questo tipo di Dignità essenziale i pareri sono tutt’altro che uniformi: – Firmico Materno: “Un pianeta che occupa il suo Decano è come se si trovasse nel proprio domicilio”. ma che occupi il suo Decano o faccia (alcune volte il Decano viene così chiamato.Casa Sesta Argomento 111 Il Decano che si osservava per ultimo. diventando delle suddivisioni dei segni zodiacali. L’inizio dell’utilizzo astrologico dei Decani è comunque databile intorno al primo secolo dopo Cristo. Il termine Volto era dovuto alla tradizione antica che assegnava ad ogni Decano una divinità. Nell’Astrologia Vedica la suddivisione di ogni segno in tre parti è denominata Drekkana. è come un uomo pronto a esser messo fuori. C. almeno in un primo momento. – W.C. che guarda caso era composta di dieci giorni. La divinità decanale aveva perciò a sua disposizione questi spiriti sottoposti per operare nel mondo. ma venivano anche associati a parti del corpo. per la predizione di eventi sociali. e che ha grande difficoltà a conservare il proprio credito e la propria reputazione.” I criteri di attribuzione dei domini sui decani sono vari. Agli inizi dell’Astrologia greca i Decani venivano ulteriormente divisi in tre parti (nove per ogni segno) ognuno dei quali era chiamato leitourgoi (ministro o strumento) o munifices ( ufficiale di servizio). – Ibn Ezra: “Un pianeta nel suo Decano è come un uomo rivestito con i suoi ornamenti e le sue belle vesti”. ma quelli principali sono due: . E mentre durante la fase diurna la misura del tempo veniva fatta con clessidre e quadranti. durante la notte erano i decani a scandire ore di 40 minuti. A. La relazione spazio-temporale 1°=4 minuti è valida solo se misurata sull’equatore celeste o sui circoli ad esso paralleli. È nel periodo greco che i decani vengono trasferiti sull’eclittica. sull’eclittica. Fu dopo Alessandro che i Decani divennero parte integrante dello zodiaco babilonese. dando così importanti informazioni circa la salute. D.

Accanto ad ogni decano viene fornita una breve descrizione del carattere del decano. Sole. il secondo dal pianeta in domicilio nel segno seguente dello stesso elemento ed il terzo dal pianeta in domicilio nel terzo segno dello stesso elemento. continuando con la sequenza prima descritta. Il Toro sarà anche il reggente del primo decano del Toro. è quello di Marte. Sole. L’Ariete oltre ad essere legato ai primi 30° dello zodiaco sarà anche il reggente del primo decano. segno 1° decano 2° decano 3° decano A B C D E F G H I J K L U T S R Q S T U V W W V Q S T U V W W V U T S R V W W V U T S R Q S T U Decani o Volti Sono i Decani più usati e ci giungono dalla tradizione greco-persiana. Giove. Decani occidentali-indù In ogni segno l’attribuzione del governo dei decani fa riferimento all’elemento di appartenenza. Mercurio e Luna. Marte. 2) Legata al temperamento e quindi ai segni zodiacali dello stesso elemento. Così il primo decano sarà governato dal pianeta in domicilio. Marte. Si parte perciò da Saturno. la durata della rivoluzione planetaria. Da 0° Ariete si parte col governo di Marte. e così via. dal più lento al più veloce: La sequenza sarà perciò: Saturno. segue Giove. L’inizio dei domini. il secondo sarà retto dal Leone ed il terzo dal Sagittario. seguito dalla Vergine e dal Capricorno. L’attribuzione del governo dei Decani segue. . essendo la prima decade dell’Ariete. Mercurio. Venere. Luna. in senso decrescente.112 Argomento Casa Sesta 1) Legata alla velocità del pianeta. Venere.

medicina Immaginazione. polemica. alcool Elevazione sociale e spirituale. maestria. psichismo. politica. politica Ambizione. pessimismo. donne nemiche. ispirazioni. poesia. poesia Indipendenza. pessimismo. sport Idealismo. teatro Incostanza. capricci. aiuti provvidenziali. filantropismo. sentimenti nobili. teatro Solitudine. creatività. simpatia. giustizia. pittura. arte. conquiste. ansietà. inganni Ansietà. abbondanza. insegnamento. voluttà Eloquenza. ostacoli ingigantiti Inventiva. coraggio. poesia. vicissitudini. sensibilità. insegnamento Gelosie. pedagogia Abusi nei piaceri. diffidenza. capacità realizzative. arte Ragione. lettere Originalità. fascino. imprudenze. insegnamento Logica. ambivalenza. fatalità. ostinazione. attitudini meccaniche Vanità. musica Delicatezza. scienza. sogni. coraggio. fantasia. politica. sacrifici. contraddizioni Eccessi passionali. pericoli. medicina . arte. medicina Eccessi. giustizia. pittura. musica. sartoria Dinamismo. politica Lavoro. antiquariato Forza. arte Instabilità. scienza. polemica.Casa Sesta Argomento 113 decano-segno 1° Decano A 2° Decano A 3° Decano A 1° Decano B 2° Decano B 3° Decano B 1° Decano C 2° Decano C 3° Decano C 1° Decano D 2° Decano D 3° Decano D 1° Decano E 2° Decano E 3° Decano E 1° Decano F 2° Decano F 3° Decano F 1° Decano G 2° Decano G 3° Decano G 1° Decano H 2° Decano H 3° Decano H 1° Decano I 2° Decano I 3° Decano I 1° Decano J 2° Decano J 3° Decano J 1° Decano K 2° Decano K 3° Decano K 1° Decano L 2° Decano L 3° Decano L pianeta U Q T S R W V U Q T S R W V U Q T S R W V U Q T S R W V U Q T S R W V U significato Ardore. contrasti. sensualità Fantasticherie. successi. problemi nelle unioni Equilibrio. medium. nemici. passionalità Arte. energie sessuali Forza. inquietudine. musica Intelligenza. errori. inganni. alimentazione Irrequietudine. giustizia. celebrità Ambizione. architettura. musica Imprudenze. autorità Eleganza. disturbi sessuali. letteratura Inquietudine. arte Insegnamento. misticismo. medicina. filantropismo Perspicacia. arte. dedizione.

nel suo Termine o nel suo Decano. In questo senso è interessante analizzare l’affinità tra i due pianeti e gli eventuali rapporti di “amicizia-inimicizia”. Per l’elenco dei decani da noi adottato vedasi lo schema a pagina 119. cosa che nell’astrologia indiana ha un’importanza notevole. come viene fatto anche nel calcolo della terza armonica (decano) dell’Astrologia Vedica. in Caduta. egli non è del tutto libero.114 Argomento Casa Sesta Decani di Manilio In questa versione si sostituisce al governo dei pianeti quello dei segni. in Esilio. . in Esaltazione. e . in effetti. Fa tutto con fatica. Indica perciò un pianeta che “si trova al di là della propria terra”. Ecco come descrive il pianeta peregrino un autore arabo: – “È come un uomo in viaggio in terra straniera. Peregrino = Si dice che un pianeta è peregrino quando non si trova in Domicilio. seguono i segni nell’ordine zodiacale. segno 1° decano 2° decano 3° decano A B C D E F G H I J K L A D G J A D G J A D G J B E H K B E H K B E H K C F I L C F I L C F I L Il decano è comunque considerato dagli autori classici la forma di dignità essenziale più debole. Il termine deriva dal latino pereger = al di là delle frontiere e ager = terra. Il primo Decano di Ariete è perciò governato dall’Ariete. a seconda del rapporto che s’instaura tra il pianeta peregrino ed il governatore del segno. in Triplicità. Lo zodiaco viene così suddiviso in tre zodiaci minori. Rappresenta uno straniero che si trova in una terra che non conosce. Esistono vari tipi di “peregrinità”. deve sottomettersi a certe usanze. con usi e costumi a lui sconosciuti. non si sente se stesso”.

anche solo a scopo culturale. si tratterebbe di un tratto di eclittica tra la Bilancia e lo Scorpione. i pareri divergono. . abbiamo la massima debilità dei Luminari e la massima forza dei Malefici. reputo di un qualche interesse: Via Combusta = Si tratta di una porzione dell’eclittica considerata nefasta. Riporto quelle che vengono maggiormente considerate o che.C.La durata del giorno supera la durata della notte. Nell’Equinozio autunnale. Abbiamo visto che 19° Ariete e 3° Toro sono i gradi di massima esaltazione del Sole e della Luna. è quindi da considerarsi in Trono. Mutua Ricezione = Si ha Mutua Ricezione quando due pianeti sono l’uno nel domicilio dell’altro o uno nel segno di esaltazione dell’altro e tra di loro vi è un aspetto (di longitudine. orario o per declinazione).21 (Domicilio.C. la durata della notte supera quella del giorno. il Luminare entra nell’emisfero Sud della sfera celeste (declinazione sud). secondo me. si trova in esaltazione. Il punto di inizio e quello finale della V. Va detto che l’Ariete e il Toro rappresentano i primi due segni dove il Sole passa dall’emisfero sud (declinazione sud) a quello nord della sfera celeste (declinazione nord). La Luce prevale sulle Tenebre. Ecco quelli che. hanno una logica più evidente: – Alcuni considerano V. Termini e Trigoni). Caduta. Ad esempio Saturno di giorno. È ovvio che una mutua ricezione è un elemento che rafforza i pianeti coinvolti. il tratto di eclittica compreso tra i 19° Bilancia e i 3° dello Scorpione.C. Le Tenebre prevalgono sulla Luce. Dignità e Debilità essenziali minori Sempre in relazione allo stato celeste dei pianeti esistono altre forme di Dignità e Debilità essenziali poco o per nulla considerate. Esaltazione. È come se si ristabilisse il rapporto del pianeta con il segno in cui è in dignità.Casa Sesta Argomento 115 Trono = Quando nella sua condizione celeste un pianeta si trova con almeno due forme di dignità essenziale diremo che quel pianeta si trova in “Trono”. Come esempio potremmo portare una Luna in Ariete in quadratura con un Marte in Cancro (per i domicili) ed una Venere in Capricorno in sestile con un Marte in Pesci (per l’esaltazione). Circa un’individuazione della zona da considerare combusta i pareri sono abbastanza concordi. Volendo però individuare i gradi specifici della V. considerando le Dignità e Debilità Essenziali tolemaiche a pag.C. rappresenterebbero perciò il grado di massima caduta dei Luminari. il tratto dell’eclittica compreso tra 23° Bilancia e 5° Scorpione. Esilio. in particolare per i Luminari. in triplicità e nel suo confine. Questa posizione indica ovviamente una situazione di particolare potere del pianeta. – Altri considerano V. Viene utilizzata in via prevalente nell’Astrologia Oraria. nei primi gradi della Bilancia. quando il Sole entra nella Bilancia e quindi nello Scorpione. In questa zona.

Saturno. partendo da 0° Ariete. una di queste è qui appresso riportata. Questo elenco è contenuto nel libro “L’Homme Rouge des Tuileries” di P. Nel testo viene spiegato che le indicazioni dei gradi vengono confermati o modificati dai sette Grandi Geni planetari con le loro posizioni nella natività. la provenienza egizia. In alcune versioni. Le prime citazioni dei monomeri sembrano risalire a scritti di Nigidio Figulo. citando i simboli dei gradi della Sphaerae Barbaricae Apotesma. Potremmo perciò dire. Un pianeta nella sua dodecatemoria riceve dignità e se si trova in quella di un altro pianeta l’effetto più o meno positivo dipenderà dall’affinità o amicizia con esso. le sue qualità. che il Sole irraggia ogni giorno l’intera Terra con una specifica qualità luminosa. Il termine Facies è stato utilizzato anche per indicare sia i Termini che i Decani. tramite aforisma. . anche se non in modo diretto. Questo testo ermetico indica nei Decani le Intelligenze di 2° gerarchia. Marte. Venere. Giove. Il fatto di fare riferimento alla Sphaerae Barbaricae. e meros. ad ogni grado è attribuito il governo di un pianeta. L’aspetto particolare di questa suddivisione sta nel fatto che se un pianeta si trovasse nella sua Faccia produrrebbe effetti positivi o negativi a seconda degli sguardi (aspetti) che riceve dagli altri pianeti. parte. In questo caso si attiverebbe il buono o cattivo genio della faccia. che questo tipo di dignità essenziale sia particolarmente utilizzato in astrologia medica. È invece egizio l’elenco più antico che ci è pervenuto: I Gradi Tebaici. Sole. Venere. o geni dei giorni. Saturno. Firmico Materno e Scaligero. Era quindi un chiaro riferimento ai segni zodiacali. Questa dignità essenziale è legata al singolo grado eclittico. Più recente (1925) è la versione dei Monomeri fatta da Marc Edmund Jones con l’aiuto della sensitiva chiaroveggente Elsie Wheeler. con una approssimazione accettabile. ricominciando quindi da Marte in modo ciclico. segue l’ordine dei pianeti in domicilio. L’origine dei gradi sembrerebbe egizia. Luna. ove Barbaricae sta per estraneo alla cultura greca e romana. unico.Christian (1852). divenendo anch’essi una dodecatemoria di 2°30’ ciascuno. Sembra.116 Argomento Casa Sesta Facce = Dividendo ogni segno zodiacale in sei parti uguali si ottengono le Facce. Mercurio. Con lo stesso ragionamento si suddivideva poi ogni segno in dodici parti. Monomoirie = Dal greco monos. Il dominio dei pianeti sulle facce. I criteri di assegnazione dei domini planetari seguono quelli delle facce: da 0° Ariete si inizia con Marte e si segue l’ordine dei pianeti in domicilio. Lo spostamento medio giornaliero del Sole è di circa 59’. Dodecatemoria = Per Dodecatemorion si intendeva la dodicesima parte dell’eclittica. Questa versione è conosciuta come Gradi o Simboli Sabiani. ma io non ho mai verificato il fatto. Questi autori. sembrano essere le prime fonti che ci informano dell’esistenza di simbolismi legati ai gradi. Ogni grado è rappresentato da un’immagine che esprime. le due facce della medaglia. I Monomeri sono anche conosciuti come Gradi Simbolici. o geni dei mesi e nei gradi le intelligenze di 3° gerarchia. Sarà perciò: Marte. Giove. Mercurio. confermerebbe.

gradi 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 AH U Q T S R W V U Q T S R W V U Q T S R W BG T S R W V U Q T S R W V U Q T S R W V U CF S R W V U Q T S R W V U Q T S R W V U Q D R W V U Q T S R W V U Q T S R W V U Q T E Q T S R W V U Q T S R W V U Q T S R W V IL V U Q T S R W V U Q T S R W V U Q T S R JK W V U Q T S R W V U Q T S R W V U Q T S . maschili. Infine è a Robert Fludd. che dobbiamo la suddivisione dei gradi in ulteriori categorie: Tenebrosi. occultista e astrologo. la quale pone in sequenza i pianeti dal più lento al più veloce. femminili. L’elenco che vi dò di seguito è costruito sulla sequenza dei pianeti grecopersiana (WVUQTSR). un luminare può perciò raccogliere il simbolismo di due gradi contigui. onorifici e vuoti. mentre la posizione dei pianeti nel grado è indiscutibile. I monomeri vengono utilizzati anche per la rettifica dell’orario di nascita tramite l’analisi del quartetto di gradi in cui cadono i cardini del Tema. luminosi. e contenuta nel manoscritto conosciuto come Volasfera. La sequenza ha inizio con il pianeta in domicilio.Casa Sesta Argomento 117 Altra serie di monomeri fu quella concepita da un chiaroveggente italiano del XIX secolo. la posizione dei Luminari va studiata con attenzione. (1574-1637). Antonio Borelli. Il diametro del Sole e della Luna varia intorno al valore di 30’ circa. Va ricordato che. infernali.

un po’ per simpatia personale ed un po’ per il seguito che hanno avuto nella storia. Esilio. Questo è precisamente quello che facevano gli astrologi in età classica e fino al Seicento. Prenderemo in considerazione le Dignità e Debilità Essenziali principali: Domicilio. mentre la posizione dei pianeti nel grado è indiscutibile. ho aggiunto le Dignità dei tre pianeti cosiddetti “moderni”.118 Argomento Casa Sesta gradi 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 AH V U Q T S R W V U Q BG Q T S R W V U Q T U CF T S R W V U Q T S T D S R W V U Q T S R W E U Q T S R W V U Q T IL W V U Q T S R W V U JK R W V U Q T S R W V Valutazione quantitativa delle Dignità e Debilità Essenziali Per poter valutare gli effetti di un pianeta mi sembra utile riassumere e quantificare il livello di Dignità o Debilità di un pianeta attraverso un indice matematico. Esaltazioni. Va comunque detto che alla valutazione delle Dignità Essenziali va aggiunta la valutazione delle Dignità e Debilità Accidentali che per ora taceremo. In un’epoca fatta di indici e percentuali. Trigonocrazia. di grafici e di tabelle non dovrebbe apparire astruso valutare quantitativamente il livello di Dignità o Debilità di un pianeta in un Tema. limitatamente per Domicili. Non affronterò. Termine e Decano. aggiungendo. Non resta che rifarci agli autori più accreditati per elaborare un metodo e porlo al vaglio dell’esperienza. Già ai nostri tempi Viterbi e Volguine hanno elaborato un computo per la valutazione dell’armonicità e della forza dei pianeti. Esili e Cadute. Circa la scelta tra la moltitudine di versioni di Dignità e Debilità Essenziali mi atterrò ad una scelta “classica”. con ciò intendendo la versione di Tolomeo. la posizione dei Luminari va studiata con attenzione. Va ricordato che. Lo schema qui riportato è quello adottato dalla scuola di Astrologia Classica dell’Associazione “Cielo e Terra” alla quale. in questa monografia. Esaltazione. Il diametro del Sole e del- . la querelle circa le varie versioni delle Dignità dei pianeti generazionali. i Decani. Caduta.

un luminare può perciò situarsi fisicamente a cavallo di due gradi contigui. Se questi due gradi appartengono a due termini diversi.Casa Sesta Argomento 119 la Luna varia intorno al valore di 30’ circa. Ecco la tabella riassuntiva: Segno Dom Esa Esi Cad Trigon D N Termini Egizi Decani A uz Q T W Q V V 1°-6° T 7°-12° S 13°-20° U 21°-25° W 26°-30° UQT B T R UZ X T R T 1°-8° S 9°-14° V 15°-22° W 23°-27° U 28°-30° SRW C S Z VY W S S 1°-6° V 7°-12° T 13°-17° U 18°-24° W 25°-30° VUQ D R V WX U T U U 1°-7° T 8°-13° S 14°-19° V 20°-26° W 27°-30° TSR E Q WX Y Q V V 1°-6° T 7°-11° W 12°-18° S 19°-24° U 25°-30° WVU F S S VY T T R S 1°-7° T 8°-17° V 18°-21° U 22°-28° W 29°-30° QTS G T W UZ Q W S W 1°-6° S 7°-14° V 15°-21° T 22°-28° U 29°-30° RWV H UZ X T R T U U 1°-7° T 8°-11° S 12°-19° V 20°-24° W 25°-30° UQ T I VY S Z Q V V 1°-12° T 13°-17° S 18°-21° W 22°-26° U 27°-30° SRW J WX U R V T R S 1°-7° V 8°-14° T 15°-22° W 23°-26° U 27°-30° V UQ K WX Y Q W S S 1°-7° T 8°-13° V 14°-20° U 21°-25° W 26°-30° TSR L VY t S S T U T 1°-12° V 13°-16° S 17°-19° U 20°-28° W 29°-30° WVU . o due decani o due segni diremo che vanno considerati ambedue i governatori come dispositori del luminare.

skyscript. CIDA ■ P. Il punteggio prevede valori positivi (dignità) e negativi (debilità). www. Arktos ■ D. Ottaviano .constelar. +3 Term. L’ordinamento Tolemaico dei confini. +1 Se. MARTINEZ. M. fino a Saturno. FUMAGALLI. Per ogni pianeta. analizzando la condizione celeste di un pianeta non riscontrassimo alcuna forma di Dignità o Debilità il pianeta dovrà essere considerato Peregrino. Dignities and debilities as collected from a variety of sources.120 Argomento Casa Sesta Valuteremo soltanto i pianeti “personali”. www. BEZZA. Neroman. la qual cosa. che possono accentuare.arhat. Un punteggio superiore allo 0 ci parlerà di un pianeta la cui funzione si esprime con libertà sempre maggiore in relazione al punteggio ottenuto. www.co. I 360 gradi dello Zodiaco. L’arte dell’Astrologia. Termini e Decani.renzobaldini. non sono stati elaborati sistemi di dignità essenziali che comprendano i tre pianeti extra-saturnini. essendo considerata una forma di Debilità. PIANETA +5 Esi.com ■ RAUL V. attenuare o stravolgere questo primo risultato e che ci informeranno della capacità operativa del pianeta. n. sommeremo i punteggi ottenuti ed otterremo un valore numerico che esprimerà il suo grado di Dignità o Debilità essenziale in quello specifico Tema Natale. +2 Deca. In secondo luogo direi che. Ovviamente questa valutazione va poi integrata dalla considerazione delle Dignità e Debilità accidentali. HAND. La scelta è motivata dal fatto che sono questi pianeti a strutturare la nostra personalità in modo individuale. Mimesis ■ G.A. Traité d’Astrologie rationnelle. HOULDING.it ■ D. -4 Trigon.com ■ ANDRÈ L’ECLAIR. Ed. Ed. 102 ■ CLAUDIO TOLOMEO. Sous le Ciel 1943 Articoli vari da www. Le dignità planetarie. Monomeros ou graus simbolicos. fino a Saturno. +4 Cad. www. L’homme rouge des Tuilleries. deve essere valutata con un -2. un punteggio inferiore allo 0 ci dirà che il pianeta è ostacolato nell’espressione della sua funzione. L. La mia proposta di assegnazione di punteggio per i pianeti che si trovassero in Dignità Essenziale è la seguente (non è una mia invenzione): Dom. Understanding planetary dignity and debility.cieloeterra. -5 Esal. Ed.it ■ AL-BIRUNI. almeno per quanto ne sappia e relativamente a Trigonocrazia. Tetrabiblos. CHRISTIAN. Ed. BIBLIOGRAFIA ■ DENIS LABOURÈ.uk ■ R.

con la rivoluzione del momento della nascita. quando lavorando alla tecnica della rivoluzione solare ho constatato che spesso. Fatta questa necessaria e sintetica premessa. da un singolo fotogramma.Casa Sesta Argomento 121 Alessandro Angeletti LA RIVOLUZIONE NATALE. UNO STRUMENTO DI LETTURA PER LE RIVOLUZIONI ANNUALI L. Con la Rivoluzione Solare ne leggiamo uno solo.S. uno prima o uno dopo quello del compleanno e. Si può anche stilare un terzo tema intermedio fra i due. 142-634 Nel giorno della Rivoluzione Solare si può stilare un tema per la stessa ora siderale di nascita. Quando il Sole ritorna dopo un anno sullo stesso grado di nascita di una persona si dice che si è compiuta una Rivoluzione Solare. che coincidevano nello stesso istante inizialmente. cercherò di darne una dimostrazione con un esempio. comunque. È interessante confrontare i risultati quando varia notevolmente il luogo del compleanno. Ne consegue che la Rivoluzione annuale non è data.) e la Rivoluzione del Tempo Siderale di Nascita (R.N. Pertanto ho studiato i vari grafici della rivoluzione annuale: la Rivoluzione Solare (R. ma da una serie di fotogrammi che formano un film. o Rivoluzione Natale. per utilizzare un termine fotografico. Un terzo grafico l’ho costruito sul punto medio fra i due precedenti chiamandolo Punto Medio di Rivoluzione Natale (P. Il ritorno del Sole sul grado può avvenire lo stesso giorno. Ho posto molta attenzione a questo particolare.).R. Già perché il Sole sul grado ed il tempo siderale di nascita. . leggiamo tutto il film del ritorno annuale. conosciuto da tutti.S. Questa è da tempi antichissimi uno strumento di interpretazione astrologica degli avvenimenti principali che si verificheranno tra i due compleanni successivi. pur rilevando i fatti. che delimitano questo arco di rivoluzione spazio-temporale.).N.A.M. sempre in un momento diverso da quello della nascita.T. ritorneranno separati nella rivoluzione annuale precedendo o seguendo ora l’uno ora l’altro. questa non forniva una sufficiente lettura ed un giusto peso agli avvenimenti che si sarebbero verificati successivamente.

1 Il ritorno solare il giorno 9 dicembre 2004 si compie a Shanghai alle ore 13. Questi i fatti da esaminare. Quindi la Rivoluzione Natale si conclude a Roma. è nato a Livorno il 9 dicembre 1920 alle ore 21.18 locali dello stesso giorno. intorno alle 20. La località non è precisata. giorno del suo 84° compleanno. ma si tratta probabilmente di Novosibirsk. Ciampi si trovava in visita di stato in Cina. Carlo Azeglio Ciampi. l’aereo supera il 55° parallelo.122 Argomento Casa Sesta Fig. intorno alle 14 locali. Il ritorno del tempo siderale di nascita avverrà a Roma alle ore 21.30 ora italiana”. . quindi per il Presidente si è appena compiuta la Rivoluzione solare prima di lasciare il suolo cinese. L’aereo presidenziale. importante snodo sulle rotte aeree con l’estremo oriente. come riportato dall’Agenzia Giornalistica Italia. In ogni caso per compiere questo scalo tecnico in Siberia. Durante la rotta aerea fra la Cina e l’Italia. Il 9 dicembre 2004.30 ora italiana.50 locali. circa nel punto medio tra le città di Shanghai e Roma. l’aereo compie uno scalo tecnico in Siberia. dopo uno scalo tecnico in Siberia. 1). 1 È noto che il nostro Presidente della Repubblica. Ciampi “ha lasciato Shanghai…poco dopo l’ora di pranzo. L’aereo presidenziale atterra a Ciampino intorno alle ore 20.30 (fig. Per la precisione. dovrebbe atterrare a Ciampino in serata.

una congiunzione di Venere e Marte con la Luna in un arco di 12° gradi. che analizzeremo gli avvenimenti. anche se è vero che solo nel periodo 2004-2005 il Presidente ha collezionato 10 visite di stato all’estero contro le 2 dell’anno precedente e 14 visite in città italiane contro le 12 del 2003-2004. che ci interessa maggiormente. Fig. L’ASC di rivoluzione solare è in 9° casa radix.Casa Sesta Argomento 123 La figura di Ciampi è soprattutto quella di un uomo delle istituzioni italiane ed è sotto questo aspetto. 2 . nell’anno di rivoluzione che si è concluso lo scorso dicembre. uno stellium di Sole. in 7° casa di rivoluzione.S. ma non solo.) (fig. Iniziamo osservando il grafico della Rivoluzione Solare (R. Mercurio e Plutone si trova in 8° casa di rivoluzione. La 9° casa rappresenta anche l’ordine giudiziario. Ciampi è il Presidente del Consiglio Superiore della Magistratura e come tale si è trovato. Saturno in 4° casa di rivoluzione. al centro dello scontro istituzionale tra il potere politico e quello appunto della Magistratura.2 Si tratta certamente anche di questo. 2). Sarebbe troppo scontato dire che l’ASC di Rivoluzione Solare di Ciampi è in relazione con i viaggi in luoghi lontani. la magistratura. Urano in 11° casa di rivoluzione.

di buona amministrazione. ha dovuto fronteggiare l’attacco del governo Berlusconi nei confronti della Magistratura (Marte in 7° di rivoluzione nel segno dello Scorpione insieme a Venere e Luna ha il significato di ostilità in arrivo. ma anche le tasse. il debito pubblico. formato dal Sole con Mercurio e Plutone. non firmando la legge e accusando l’esecutivo di aver travolto “palesemente” quel combinato di articoli che i Padri Costituenti scrissero per garantire autonomia e indipendenza dei giudici. pur fornendo diversi elementi d’interpretazione. La presenza di uno stellium in questa casa. di saperle amministrare. caratterizzato da veri e propri atti di forza nei confronti del Capo dello Stato. poco dopo il suo compleanno. Ciampi ha rimandato alle Camere la legge di riforma sull’ordinamento giudiziario. sull’onestà. sulla responsabilità. di buoni rapporti nei confronti dei “ subordinati” (sestile con Giove in 6°). è indice di nobiltà di intenti. Come si può facilmente vedere. in previsione della prossima conclusione del suo mandato presidenziale (che di fatto a novembre ha avuto inizio con l’apertura del semestre bianco). il Paese tutto. Questo mentre Saturno in 4° di rivoluzione sottolinea i problemi del Paese e Urano in 11° la crisi improvvisa dei rapporti con l’esecutivo. questa carta astrologica. lasciando il Capo dello Stato per alcuni giorni in attesa di quelle che sarebbero state le sue decisioni. Nel suo arduo e difficile compito di tutela delle istituzioni e nel rispetto della Costituzione. Per verificare se ci sono degli elementi che diano una conferma maggiore . Lo abbiamo visto quando nell’aprile del 2005. di tensione estrema verificatosi nel periodo che abbiamo preso in esame. che fra le altre cose stabilisce nuovi rapporti di forza tra Presidente della Repubblica e Premier a scapito delle prerogative del primo. questo valore si basa principalmente sulla fiducia. Basti pensare ai continui attacchi rivolti dal Governo a Ciampi. dà un valore alle cose che fa con gli altri. non mette nella giusta evidenza il tipo di rapporto critico. sulla moralità e sulla capacità di “maneggiare” le proprietà altrui. quando il Quirinale è costretto a sollevare alla Consulta il conflitto di attribuzione tra poteri dello Stato sulla concessione della grazia. Contrasto avuto questa volta con il Ministro della Giustizia Roberto Castelli che non aveva accettato di controfirmare la proposta di grazia per Bompressi. Per questo la casa 8° viene definita come la casa della Politica. L’8° è la casa dove ciascuno di noi si sperimenta in relazione agli altri. il Premier non rassegnava le dimissioni da Presidente di un governo già in buona parte dimissionario. Dato che i temi della casa 8° sono il patrimonio che viene ereditato.124 Argomento Casa Sesta Il 17 dicembre 2004. di moralità. durante la crisi del 2° governo Berlusconi. di autorità. nell’intento di smantellare le prerogative specifiche del Capo dello Stato. avversari che tramano contro). sotto buoni aspetti. E più avanti nel mese di giugno. E si potrebbe continuare fino ad arrivare nel mese di novembre 2005 alla pubblicazione da parte della maggioranza di governo della legge costituzionale di modifica della parte seconda della Costituzione. con un atto di estrema scorrettezza istituzionale nei confronti di Ciampi.

e uno straordinario raggruppamento di pianeti (Marte Venere e stellium di Sole. Come si può vedere questo grafico mette in evidenza un forte asse 11°/ 6°.) (fig. L’ ASC è in 11° casa radix. Mercurio e Plutone) in 6° casa di rivoluzione. allarghiamo lo sguardo alla Rivoluzione Natale e osserviamo il grafico costruito sul punto medio o Punto Medio di Rivoluzione Natale (P. Il termine ovviamente va adoperato con cautela. Fig.M. la legislazione. come casa della “morte” trovando la sua giustificazione nel fatto che si oppone alla 5° che è la casa della vita.R. sulla base degli innumerevoli riscontri effettuati. E certamente si è acuito il contrasto nel rapporto. Nettuno in 8° e Saturno in 1° di rivoluzione. già in precedenza non cordiale. 3 . tra Ciampi e il governo Berlusconi. 3). durante questo anno appena trascorso. L’11° rappresenta il Parlamento. usandolo a 360° gradi. dove la sesta. così pesantemente transitata nel corso di una rivoluzione. e va letto come la “fine delle cose”. giungendo ad una rottura definitiva anche personale oltre che istituzionale.Casa Sesta Argomento 125 al nostro interrogativo. quello cioè che si è venuto a creare con il sorvolo della Siberia nel viaggio di ritorno. i ministri e viene indicata.N. dà un senso negativo al periodo che seguirà individuando il motivo di questa crisi istituzionale nel rapporto che si stabilisce tra Ciampi ed i suoi “subordinati”.

mentre lo stellium di Sole in 5°. e le preoccupazioni nell’ambito lavorativo.N. indica una forte attenzione per i problemi del Paese da parte di Ciampi. di Urano in 7° e di Nettuno in 6°. Diamo uno sguardo anche al grafico della Rivoluzione del Tempo Siderale di Nascita (R. continuano ad essere evidenziati dai transiti. ci dà il senso del potenziale creativo attuato dal Presidente per far fronte alle sfide che la politica ha messo in campo.S. il clima in senso psicologico di tristezza e preoccupazione del Presidente Ciampi. sotto buoni aspetti di sestile con Giove in 3° (ottima comunicativa del Capo dello Stato con il Paese) e Nettuno in 6° (preoccupazioni nell’ambito di lavoro). 4). I problemi e le ostilità provenienti da avversari politici. Nettuno in 6°.126 Argomento Casa Sesta Fig. 4 mentre Saturno in 1° e Nettuno in 8° ci restituiscono lo stato d’animo.T. conferma il persistere di prove a 360° per il Presidente. Due stellium. Urano in 7° e Saturno in 12° completano il quadro. mentre Saturno in 12°. .) (fig. già presente in questa casa dall’anno precedente. uno di Sole (con Mercurio e Plutone) in 5° casa di rivoluzione. ed uno in 4° casa di Marte (con Luna e Venere). Lo stellium di Marte in 4°. già iniziati anni prima.

pesi. politici e rappresentanti delle istituzioni. sfumature. Sono rappresentati. 2 Sito della Presidenza della Repubblica. . A pagina 169 del numero 137 sono riportate le condizioni per diventarlo tramite Corsi di specializzazione CIDA oppure per titoli “qualificanti”. aspetti diversi dei fatti sintetizzati dalla rivoluzione annuale. che offrono un quadro nel loro insieme più completo ed esauriente rispetto alla sola lettura della Rivoluzione Solare. quindi. nella Rivoluzione Natale. Shanghai 9 dicembre 2004. In conclusione possiamo dire che. nel Punto Medio di Rivoluzione Natale si rileva in modo più evidente il contrasto tra le Istituzioni di Governo / Rapporti gerarchici. NOTE 1 Agenzia Giornalistica Italia (AGI).Casa Sesta Argomento 127 Basti pensare ai vari messaggi che in diverse occasioni il Presidente rivolge al Paese. a perseguire un confronto politico più equilibrato e costruttivo. e nei quali esorta tutti. momenti. mentre nella Rivoluzione Solare vengono evidenziati gli elementi Magistratura / Buona amministrazione di Ciampi / Ostilità del Governo. e nella Rivoluzione del Tempo Siderale di Nascita si sottolinea il binomio Potenziale creativo del Presidente / Forte attenzione per i problemi del Paese. o con due Membri CIDA che fungano da “garanti”. SOCI QUALIFICATI Gli iscritti all’Albo sono considerati “Soci qualificati” e l’elenco è trasmesso al CNEL in vista della imminente – si spera – approvazione della legge in merito.

142-380 Analisi delle correlazioni tra i Ritorni solari e l’oroscopo progresso considerato come il diagramma dello stato evolutivo dell’individuo Connessioni segrete tra due dimensioni simboliche strettamente collegate Nel mio recente volume sui Ritorni solari astrologici. per quanto ne sappiamo. ma che sia l’istante a determinare l’azione e dunque l’evento.A. non è da considerarsi un istante. un po’ come quando Steiner. tale carta comprenda in teoria tutto il corredo simbolico che diverrà il “destino” di un anno di vita. ma il sangue a far muovere il cuore. può rappresentare in effetti un livello ancora più profondo e pre-corporeo dell’esistenza individuale.1 ho molto insistito sulla questione di una concentricità gerarchica di tipologie diverse di temi oroscopici che partendo da un centro si sviluppano come gli anelli di un albero sempre più verso l’esterno.128 Casa Sesta Alessandro Guzzi I RITORNI SOLARI E L’OROSCOPO PROGRESSO L. mentre per approfondire i significati simbolici e per indagare i risvolti profondi su quel certo . del primo vagito o altro. fino al compleanno successivo. sovvertendo poeticamente e misticamente la logica materialistica. È più un processo di azioni e circostanze complesse che chi ha assistito ad un parto conosce bene. Ho chiamato questo livello interpretativo immediato “chiave annuale o del cerchio minore”. La teoria di fondo del mio libro sui Ritorni solari è che una carta di Ritorno solare è un’entità simbolica autosufficiente e che. Sono portato a credere che non siano le azioni a determinare l’istante. è il tema natale. sia esso quello del taglio del cordone ombelicale. Quale di tutte queste azioni sia da considerarsi quella fondamentale a determinare l’istante esatto è un mistero. La nascita. altresì. perché sono sicuro che tale azione o evento può differire da individuo ad individuo. appunto in base a ciò. Il centro. dice che non è il cuore a pulsare il sangue. anche se quello di concepimento calcolabile con la Trutina Hermetis.

nella Bilancia il primo Dwadashamsa va da 0° a 2°30’ ed appartiene alla Bilancia. di per sé contenga tutta la tematica di vita dell’anno a venire. la casa. con un doppio dominio di Venere. ma dovremmo studiare anche il simbolo del grado occupato. partendo dal primo Dwadashamsa che appartiene al segno stesso. La parte. oltre che necessariamente la fase del ciclo di lunazione in cui si trova. la parte stessa è anche (in un certo senso) indistinguibile dal tutto. ovvero quella porzione del segno occupata dall’astro nelle dodici sezioni che nella divisione indiana riproducono l’intero Zodiaco in ciascun segno. In ciascun segno la dominante base è sempre quella del pianeta che nel segno ha il suo domicilio. non sarà sufficiente considerare profondamente il segno. Qualunque particolare di quel volto parla una lingua speciale che è quella delle energie compositive di quell’individuo. nello stesso codice “figurale”. tanto che di essi parla diffusamente anche Tolomeo e soprattutto le Triplicità. Secondo questa suddivisione ciascun segno viene diviso in dodici sezioni di 2°30’ ciascuna. ma non irrilevante. il secondo va da 2°30’ a 5° ed appartiene allo Scorpione con i domini di Venere e di Marte-Plutone e così via. che di fatto è di per sé una parte e non il tutto della sua figura: ebbene il taglio degli occhi o le linee di un orecchio. proprio perché in astrologia non esiste un dettaglio che non sia omologo al contesto nel quale è inserito e con questo si potrebbe asserire che persino dalla posizione di Chirone o della Luna Nera si potrebbe risalire a moltissime condizioni generali del soggetto-uomo da studiare. consigliavo un’interpretazione fondata sulla correlazione del tema del Ritorno con il tema natale. per far questo.3 A parte questa suddivisione di origine indiana.2 È evidente che il tema del Ritorno solare nella sua apparente semplicità. Se. tenendo presente che nella loro apparente semplicità questa fondamentale partizione dei domini planetari può instradare verso meditazioni molto importanti sull’ordine della creazione. dovremmo indagare con attenzione tutta la simbologia che si pone dinnanzi ai nostri occhi. Tornando ai Ritorni solari. che sono poi ben decifrabili a livello astrologico. nella stessa coerenza tematica. osserveremo la Luna del Ritorno. . gli aspetti (compresi i paralleli di declinazione) e la possibile angolarità. peraltro diffusissima tra gli astrologi ed avevo chiamato questo livello interpretativo “chiave radicale o del cerchio maggiore”. mentre la dominante secondaria. il Decano del segno ed il Dwadashamsa. La parte dunque parla il linguaggio del tutto al quale allude e per il quale opera. per risalire a tutte le tendenze che si manifesteranno nell’anno a venire usando il solo tema di Ritorno preso di per sé. che appartengono alla Tradizione greca. ad esempio. è quella del pianeta che ha il suo domicilio nel segno del Dwadashamsa. Prendiamo il volto di un uomo. o il disegno della bocca sono tutti particolari progettati nella stessa chiave. occorrerà però un’indagine molto approfondita. anche la più “insignificante”. è inserita in modo essenziale nel congegno del tutto del quale fa parte e nel quale opera e.Casa Sesta 129 individuo che stiamo studiando. Ad esempio. potremmo considerare i Termini.

magistralmente trattata da Alan Leo 5 si fonda sull’identità simbolica tra giorno e anno: tanti giorni dopo la nascita equivalgono ad altrettanti anni dopo la nascita. nella sua struttura psico-organica di base.130 Casa Sesta Le Triplicità si ricollegano evidentemente agli elementi e per ciascun elemento esiste un governante diurno ed uno notturno: ELEMENTO Terra Acqua Fuoco Aria GOVERN. Non è detto che lo studioso debba tenere in considerazione tutti i parametri interpretativi che ho brevemente enunciato. nel guardare tutta la carta solare come sovrapposta a quella radicale. Non è assolutamente il caso di riproporre qui una teoria dell’interpretazione correlata solare-natale già ampiamente trattata nel mio libro. nel sovrapporsi al tema natale. o l’AS solare che si situi nella Quinta casa natale. Ad esempio una Luna solare che si sovrapponga al Giove natale. Luna Marte Giove Mercurio Considereremo anche la possibile assenza di aspetti.4 è mio intento invece quello di introdurre un importante allargamento della possibilità di porre in relazione il tema solare con un tema comunque più profondo: al tema progresso e più precisamente all’Oroscopo Progresso. situazioni ed eventi. si può fare una scelta che porti ad una comprensione unitaria. NOTT. in modo tale da considerare ogni sovrapposizione solare-radicale come significativa e potente. in quanto pone la funzione rappresentata dal pianeta che appunto non è legato a nessun altro. Considereremo altresì la presenza di molti aspetti che legano la funzione di un certo pianeta ad una fitta rete di rapporti con persone. giacché anche l’assenza significa molto. occorre andare fino in fondo. ma seguendo un principio ispirativo. Tutti i significati simbolici che esistono già nella carta solare sono con questo metodo riferiti al fondamento dell’individuo che stiamo studiando e molto direttamente osserveremo come una determinata configurazione solare. per non cadere vittima di una congerie di dati che potrebbero apparentemente essere contraddittori. senza correlazione con alcuna altra carta radicale. La naturale e diffusissima correlazione di una carta di Ritorno solare è con il tema radicale. Insomma per far parlare fino in fondo una carta di Ritorno solare presa di per sé. in quanto l’interpretazione del simbolo deve comprendere sia ciò che si presenta e sia ciò che non si presenta. DIURNO Venere Marte Sole Saturno GOVERN. . vada a coinvolgere l’individuo nel suo assetto di fondo. che è di per sé significativa. Cos’è l’Oroscopo Progresso? Il fondamento di questa importantissima teoria previsionale astrologica. paradossalmente e problematicamente in primo piano. Nel mio libro ho chiamato questo livello interpretativo “metodo della chiave radicale o del cerchio maggiore” che consiste. come è noto. far sì che parli ciò che c’è e ciò che manca.

Gli aspetti lunari sono poi di regola quelle forze che fomentano e sollecitano gli effetti di tutti gli aspetti planetari ancora solo “latenti” nell’Oroscopo Progresso (Alan Leo). rimanga nel luogo in cui è nato per alcuni mesi. in quanto. occorrerà calcolare una completa carta astrologica per il 12 Ottobre 1951 usando la stessa ora di nascita natale e le stesse coordinate geografiche di nascita. . in quanto si presume. Diciamo che in generale il luogo da considerare per l’orientamento della carta progressa è il luogo di nascita. dal momento che è possibile e probabile che talvolta posizioni del tema di Ritorno vadano a sovrapporsi a posizioni progresse. quello più rilevante sul piano degli effetti immediati è sicuramente la Luna. che nel suo moto di 12 gradi circa in un anno. Marte. non è un mistero per nessuno che i transiti siano assolutamente attivi anche sulle posizioni progresse e che. nella maggioranza dei casi. è in grado di determinare tendenze ed eventi. salvo il moto della Luna progressa che in un anno. Di tutti i fattori presenti nell’Oroscopo Progresso. nel 2004. la Luna. ed in parte Giove e Saturno dato il loro moto relativamente lento che non consente importanti spostamenti nell’arco dei giorni seguenti la nascita. progredito ed è tanto più importante e cogente.6 Questa breve digressione esplicativa serve a comprendere che l’Oroscopo Progresso è il diagramma dello stato evolutivo dell’individuo. mentre sono perfettamente segnalate da transiti su pianeti o Angoli progressi. che il bambino appena nato. ad esempio.Casa Sesta 131 Se dunque sono nato il 20 Agosto 1951 alle ore 16h18’ CET e voglio calcolare il mio oroscopo progresso per l’anno in corso. Una volta calcolata questa carta dobbiamo considerarla attiva per un anno di vita. A questo punto posso introdurre la dottrina per la quale le sovrapposizioni e gli aspetti che si formano tra il tema di Ritorno solare ed il tema natale non sono il solo possibile livello di correlazione. il Sole. dovrò andare avanti sulle Effemeridi di tanti giorni quanti sono gli anni che ho compiuto all’ultimo compleanno. come sensibili ed attive nell’elargizione di effetti. 2005. avanza di circa un grado al mese. La questione dell’orientamento geografico dell’Oroscopo Progresso è troppo complessa per essere trattata in questa sede. quando formi aspetti sia con i pianeti natali che con i pianeti progressi. da compleanno a compleanno. nell’assorbimento di energia. Per calcolare l’Oroscopo Progresso relativo al mio cinquantatreesimo compleanno. In effetti. nella trasformazione individuale. ovvero 53 anni. tutte le altre posizioni avanzano di un grado in un anno (salvo i pianeti lenti e semilenti). Arrivo così al 12 Ottobre 1951. quanto più l’individuo stesso è capace e predisposto alla trasformazione ed all’evoluzione. non potremo che convenire che tali posizioni non possono non essere anch’esse intercettate da alcune posizioni planetarie ed Angoli del tema del Ritorno. un Plutone o un Urano di transito che passino sull’AS progresso o sulla Luna progressa producano effetti perfino più vistosi di quanto farebbero sulle stesse posizioni natali e che spesso alcune situazioni anche rilevanti possano essere spiegate solo in parte o quasi per nulla con i transiti sul radix. Mercurio. Venere. Se noi consideriamo le posizioni progresse e segnatamente gli Angoli della carta. è il tema radix che è avanzato.

Il grafico riprodotto è formato da due cerchi concentrici: nel più interno abbiamo l’Oroscopo Progresso del 29 Novembre 1997. g) Il Sole solare (= natale) è trigone a 6 gradi alla Luna progressa. c) Venere solare è congiunta a meno di due gradi al Sole progresso. l’intera domificazione solare è quasi identica a quella progressa. i) Venere solare è controparallela a Urano e Plutone progressi. Il tema natale non è riprodotto giacché ci interessa in questa sede confrontare la carta solare solo con l’Oroscopo progresso. evento evidentemente importantissimo nella vita di un uomo e di una donna. Al margine esterno dell’intero grafico ci sono gli Angoli e le cuspidi delle case dell’Oroscopo progresso. d) Il midpoint 9 tra Marte e Nettuno solari a 21°09’. orientato per Roma. Stefano. luogo della residenza abituale di Stefano. è molto probabile che possano essere transitate con precisione all’istante del Ritorno solare. m) Saturno solare è controparallelo a Saturno progresso. con una profondità maggiore sul radix ed un dinamismo evolutivo in più da attribuire alle sovrapposizioni sul progresso. è congiunto al Sole Progresso. ma chi fosse interessato ad approfondire lo studio può calcolarlo con i dati forniti. oltre che a Venere solare. che vive stabilmente da molti anni a Parigi. f) Il MC solare è congiunto al MC progresso ed a Plutone progresso. Anche le case dell’Oroscopo Progresso sono importanti come campi di energia sui quali vanno a posizionarsi i pianeti e gli Angoli solari. Veniamo a questo punto ad un esempio reale. nel cerchio esterno abbiamo la carta di Ritorno Solare per il 1997 calcolata per Parigi. dinamismo a disposizione dell’individuo vivente e. come tali. e) Giove solare è congiunto al FC progresso. Vediamo come “reagiscono” all’evento i nostri parametri astrali. Si tratta di un uomo. . è congiunta all’AS.8 Confrontiamo dunque i due temi ed annotiamo solo le congiunzioni e aspetti più esatti: a) l’AS solare è congiunto quasi al grado con l’AS progresso. divenendo così il substrato energetico su cui le posizioni solari si vanno a sovrapporre. Si tratta comunque in entrambi i casi di sovrapposizioni di grande importanza. b) la Luna solare. Nel Gennaio del 1998 gli è nata una bimba. in prima casa solare e progressa. l) Marte solare è controparallelo a Urano e Plutone progressi.132 Casa Sesta Se questo è dominio indiscusso dell’astrologia 7 ciò significa che le posizioni progresse sono porte aperte. mentre Angoli e cuspidi della carta solare sono all’interno del grafico stesso. sorgenti di energia. È molto difficile. altresì. ambedue radicali. preso a caso nel mio “archivio” di casi concreti. definire quale sia la differenza di significato tra una sovrapposizione o aspetto tra un pianeta o Angolo solare ed un pianeta o Angolo natale ed una sovrapposizione o aspetto tra un pianeta o Angolo solare ed un pianeta o Angolo progresso. uno psichiatra nato a Roma il 29 Novembre 1951 alle 2:00 CET. h) Saturno solare è trigone (al grado) a Venere progressa.

è importante notare che la Luna progressa in Leone è in nona casa progressa. mentre in Leone c’è solo il Plutone generazionale. così come il Capricorno. Sposata ad uno psichiatra. soprattutto pensando che la bimba nasce in Capricorno con AS Leone! E per sottolineare l’importanza delle case progresse ed il loro dinamismo. cerchio esterno: Ritorno solare 1997.stefano Il secondo caso che voglio proporre è quello di Sara. . Stefano:29 Novembre 1951 Roma. alle 17h00’ CET. A fronte di questa importante nona progressa abbiamo un’importante terza solare. che trova senso proprio per la presenza del Sole in Capricorno nell’Oroscopo Progresso. (12E07 42N39) in provincia di Viterbo il 26 Marzo 1937. professoressa di matematica con la passione per la poesia. ed in effetti la bimba nasce in Francia ed è cittadina francese. nata a L. per Parigi.Casa Sesta 133 È molto interessante il numero è la qualità di queste sovrapposizioni. cerchio interno: Oroscopo Progresso 29 Nov 1997. Consideriamo soprattutto che lo Scorpione nel tema natale è vuoto. il 10 Ottobre 1984 perde il marito che muore dopo una lunga e dolorosa malattia. 02h00’ CET.

c) Marte solare. Anche questa volta avremo un grafico 10 con due cerchi concentrici: il più interno rappresenta l’Oroscopo progresso. b) Plutone solare. quello più esterno il Ritorno solare. d) Urano solare (quadrato a Venere solare) è congiunto al Nodo Nord progresso. cerchio interno: Oroscopo Progresso 26 Marzo 1984. . sempre in Prima progressa. è quinconce al grado a Saturno progresso. sulla Parte di Fortuna progressa. cerchio esterno: Ritorno solare 1984. signore dell’anno) è opposto ad Urano progresso (a meno di 2 gradi) che è congiunto al FC solare. a) Il MC solare in Prima casa progressa (congiunto a Saturno solare. 17h00’ CET. luogo di nascita. è trigone al Plutone progresso. e) Nettuno solare è quadrato (al grado) a Saturno progresso. 17h00’.134 Casa Sesta Sara:26 Marzo 1937 (12E07 42N39). Roma Confrontiamo anche nel suo caso il Ritorno solare per l’anno 1984 con l’Oroscopo progresso del 26 Marzo 1984.

è opposto (al grado) al Sole progresso nell’Ottava casa progressa. È dunque l’istantanea di un grande transito. una Luna solare congiunta al Marte natale ed una Luna solare congiunta al Marte progresso. Come ho già accennato. stimolandole e mettendole in azione. Un grande transito che non può non avere una forte relazione con l’oroscopo progresso. a titolo di indicazione tutta da approfondire. Non essendoci dunque affatto una barriera tra tema natale e progressioni. il Ritorno solare sul Sole natale indica forze ed energie che si vanno a sovrapporre anche alle posizioni progresse.Casa Sesta 135 f) La Luna solare. la cui qualità e precisione simbolica non possono sfuggire al lettore preparato. dove la scelta e la partecipazione dell’uomo sono più ridotte. ma a questo punto della ricerca possiamo fare solo congetture. Due parole per chiudere questa introduzione dedicata alle relazioni tra Ritorno solare ed Oroscopo progresso. è un fatto assodato di cui gli astrologi più preparati sono ben consapevoli 11 ed è noto che spesso solo i transiti sui pianeti progressi possano spiegare situazioni ed eventi che non avrebbero avuto una spiegazione chiara dallo studio dei transiti solo relativi al tema natale. h) Il midpoint tra Urano e Nettuno solari a 22°28’ Sagittario. Forse il secondo caso indica un coinvolgimento più schiettamente orientato in un processo evolutivo e dunque con maggiore dinamismo. Certamente possiamo pensare che ci debba essere una differenza simbolica e dunque di significato tra. tanto più se si tiene in considerazione la tecnica del compleanno progresso di cui parla Alan Leo 12 e che consiste nel calcolare la carta del Ritorno solare per il Ritorno del Sole sull’esatta posizione del Sole progresso e che. Ancora una volta osserviamo l’importanza delle case progresse che rappresentano determinanti campi di forza. angolare all’AS solare e sul FC progresso. è opposto alla Luna progressa. l) Il Sole è congiunto a Saturno progresso. ma anzi. inoltre. per quanto attiene agli “spostamenti intenzionali”. il cui fondamento è nelle forme di destino più cogenti e compulsive. i) Venere solare è quadrata all’asse dei Nodi progressi. rispetto al primo caso che si riferisce ad una funzione più “statica” o meglio “chiusa ancora in sé”. è congiunta a Giove progresso ed opposta a Plutone progresso g) Il midpoint tra Saturno e Marte solari a 21°39’ Scorpione. ad esempio. Anche nel caso di Sara possiamo osservare importanti correlazioni tra il tema solare e quello progresso. che l’intera carta di Ritorno solare è la foto istantanea del cielo al momento del Ritorno del Sole sulla sua posizione natale al secondo di arco. ovvero a quei viaggi fatti al compleanno per evitare cattive sovrap- . Sappiamo. il fatto che le posizioni progresse siano estremamente sensibili ai transiti. tanto più significative quanto più l’individuo è capace di intonarsi al processo evolutivo (Leo). essendo queste ultime l’esatta conseguenza dell’evoluzione del tema natale rispetto all’individuo che sta vivendo. Diciamo solo questo per ora. sarebbe più significativo di quello “classico” sul Sole natale. secondo il grande astrologo inglese.

136 Casa Sesta posizioni ed aspetti tra tema solare e radix. 2004. 289 e segg. cercando di influenzare così il destino. 3 Sull’argomento: F. 12 Op.. pag. il fatto di spostarsi per evitare un AS solare sull’Urano natale.Cap. 8 Il grafico in biwheel è generato da Solar Fire 4. 3. 4 ALESSANDRO GUZZI.19 per Windows.. Il Midpoint è carico dell’energia combinata dei due pianeti ed è fortemente attivo sul grado che viene coinvolto in congiunzione o in opposizione. cit. accadrà. Milano. 11 Alan Leo anzi afferma che un transito su di un pianeta progresso possa determinare il manifestarsi degli effetti di una direzione in atto. Torino. 185. 1975. che ad ogni compleanno occorrerebbe una schiera di astrologi più terrorizzati del cliente al lavoro 24 ore su 24! Non dimentichiamo dunque che esiste la Divina Provvidenza e che Dio ci ama e non usiamo l’astrologia in maniera impropria. Edizioni Federico Capone. Ma niente paura. 302. Traduzione e revisione di Alessandro Guzzi. 16 pag. 39 e segg. È chiaro che. NOTE 1 ALESSANDRO GUZZI. cit. op. anche sull’Oroscopo progresso. 1997. oltre che difficilissima da tracciare. 2 ALESSANDRO GUZZI. cit. potrebbe generare ad esempio una bella congiunzione dell’AS solare sul Marte progresso. alla luce di quanto dimostrato in questa mia ricerca. 9 Midpoint o punto di mediasomma è quel punto esattamente a metà dell’arco che separa due pianeti o un pianeta ed un Angolo. darebbe luogo ad una sorta di gincana così tortuosa e avviluppata. evitare tutte le configurazioni pericolose o ostili sul radix e. 10 Il grafico in biwheel è generato da Solar Fire 4. L’oroscopo progresso. I Ritorni Solari in Astrologia. ALAN LEO. Alessandro Guzzi .. la data (mese e giorno) del compleanno per l’anno che ci interessa. 5 Vedi: ALAN LEO. quando il soggetto ritornerà al luogo della sua residenza abituale. The Zodiac Within Each Sign. op. cit.13 In effetti. Cap. gli effetti dello spostamento intenzionale diverranno così labili da essere inavvertibili e ciò che doveva accadere. per calcolare effettivamente l’Oroscopo Progresso. pagg. con l’ora di nascita e le coordinate geografiche natali. impostare come data a cui progredire l’Oroscopo Natale. sul midpoint tra Marte e Urano progressi. 13 Copyright © 2005 Dr. 6 La maggioranza dei software astrologici calcolano le progressioni. 7 Alan Leo parla diffusamente di ciò nella sua opera citata. sul FC progresso o ancora sulla Luna progressa. pag. SAKOIAN e L. op. tutte cose che potrebbero causare (in teoria) più danni che vantaggi. Nuovi Orizzonti.. alla luce di quanto ho esposto. è importante però.19 per Windows. ACKER.

137 CASA OTTAVA CASA PRIMA Meskalila Nunzia Coppola Brian Claark Energie elementali in Astrologia Il ciclo di Chirone esperienziale .

L’Astrologia karmica.A. aiuta l’essere umano a comprendere il proprio progetto di vita. implica un modo di pensare olistico. secondo l’evoluzione cosmica. attraverso un percorso dedicato alla vita spirituale. rispetto alla somma delle componenti. questo percorso permette sessioni d’Astrologia esperienziale ed anche incontri di counselling. basati sulla consapevolezza degli Elementi e sulle esperienze che ne derivano o ne conseguono. L’Artha prapancha (la quintuplice differenziazione della materia). attraverso la . capace di focalizzare le sfaccettature multidimensionali. considerandoli forze interagenti tra gli esseri viventi. la configurazione o l’insieme possiede un valore di maggiore completezza e coerenza. È possibile. In ambiente occidentale o con persone non particolarmente interessate alla spiritualità. attraverso il contatto con il potenziale creativo di cui dispone. In altre parole. tra gli altri obiettivi. Come la corretta lettura degli Elementi in un Tema natale permette d’individuare sia i punti di forza sia di debolezza su cui l’individuo può lavorare per crescere ed evolversi. 142-810 Analisi degli Elementi in Astrologia esperienziale attraverso l’integrazione tra le radici d’Oriente ed i rami d’Occidente. la natura e l’universo. tra le tante funzioni. Le energie elementali Comprendere la struttura degli Elementi.138 Casa Ottava Argomento Meskalila Nunzia Coppola ENERGIE ELEMENTALI IN ASTROLOGIA ESPERIENZIALE TEORIA E PRATICA L. il tutto non è riducibile alla somma delle singole parti. Essi sono come un sogno in cui l’Infinito gioca ad apparire finito e mortale. L’Astrologia. è l’esempio pregnante del principio olistico inerente alla teoria della creazione: gli universi nascono e muoiono in continuazione. incoraggia la consapevolezza e la gestione equilibrata degli Elementi. così come tra gli Elementi e l’universo. attraversando varie dimensioni d’esistenza. Secondo il pensiero olistico. individuare le qualità deboli e i punti di forza su cui la persona può lavorare per crescere ed evolvere. una volta eliminata la parte rituale. le interconnessioni e le interdipendenze tra ogni singolo Elemento e i rimanenti quattro. attraverso una corretta lettura degli Elementi del TN.

che trascende i trentasei principi e nello stesso tempo. Per arrivare alle forme vere e proprie. mentre le fasi precedenti ad ogni successiva frammentazione non si perdono. All’origine vi è Samvid. via via meno sottili e sempre più corporei. il cui insieme è superiore alla somma dei frammenti. Fino a questo stadio. restano uniti. ¯ ¯ come si vedrà. In fase creativa. L’esplosione sonora ha prodotto la prima emanazione dei Tatva. da Maya in poi. Tatva significa verità. Ogni universo è una proiezione dell’Energia divina. è necessario approfondire l’evoluzione cosmica. ma restano insite nell’intero sviluppo evolutivo. Ed è proprio in questa unità. ¯ L’essere umano anche si è sostanziato attraverso i Tatva. ogni essere vivente tende a cercare il genere opposto e ad unirsi. la manifestazione è ancora nella fase di Conoscenza pura e priva di forme. Il Principio originale da alcuni è designato come Parabrahman o Paramashiva o Paramashakti o Mahavishnu. non è un Tattva e resta immutabile. nel mondo creato. ¯ ¯ La Creazione ha inizio. si manifestano come principi cosmici e nonostante non siano una sola essenza (come lo erano in Samvid). nella ricerca della perduta unità. la coppia inscindibile che costituisce la tappa iniziale del processo cosmologico. Dalla coppia Shiva-Shakti si manifesta il triangolo delle successive Energie creative: Iccha (Energia di Volontà). detta Samvid o Paramabindu.Casa Ottava Argomento 139 trasformazione. ogni frammento resta sempre una parte attiva dell’insieme da cui nasce. che meglio si esprime il pensiero olistico. A questo punto. sino al momento in cui l’Energia si è espressa come materia. Maya è una proiezione. In questo processo di manifestazione. La manifestazione delle parti avviene in parallelo con Sabda Prapancha. attraverso la coppia primordiale Nada e Bindu. infatti. Artha Prapancha e i 36 Tatva Artha prapancha è il processo d’evoluzione cosmica. naturalmente. Shiva e Shakti. suddividendosi in ulteriori parti. il suono esplosivo che rende possibile la formazione delle parti. una rappre¯ ¯ . complementari e inseparabili. Jñana (Energia di Conoscenza) e Kriya ¯ ¯ (Energia d’Azione). bisogna arrivare a Maya Tattva. In questo stadio. nel cammino inverso. secondo il Nome che ogni scuola attribuisce all’Unità primordiale. gli stessi principi che hanno permesso la creazione e l’evoluzione degli universi. ossia i principi evolutivi della differenziazione nel processo creativo. l’uno e il due. dall’Unità primordiale al mondo terreno. quando Samvid emette NANA. attraverso i 36 Tatva. privi di forma e in qualità di pura essenza. Samvid. a partire da Shiva-Shakti. attraverso sequenze che diventano quintuplici. li permea tutti. principio. la frammentazione e il movimento delle parti. Dal suono primordiale sono scaturiti i vari livelli d’esistenza. nella trattazione dei 36 principi cosmici. Questa è la ragione per cui a livello terreno. l’evoluzione dei suoni. Per il Tantra essi sono 36 ed hanno origine dall’Energia primordiale. permette il ritorno alla conoscenza pura. anche dopo la manifestazione delle parti. categoria. per meglio comprendere la natura degli Elementi. l’Energia di transizione che permette il passag¯ ¯ gio agli stadi terreni e viceversa.

A questo stadio della creazione. buddhi (intelletto) e ahamkara (ego). attraverso le ¯ ¯ qualità limitanti insite nei cinque principi successivi: i 5 tatva. ma anche la fase in cui dal mondo fenomenico si passa agli stadi della conoscenza pura per ritornare a Samvid. attraverso la proiezione di Shiva e Shakti nelle forme limitate di Prakriti e Purusha. Dopo Maya. di solito. secondo il processo dei 36 tatva. ¯ ¯ Lo stesso avviene nella successiva frammentazione che permette un’indistinta bozza dell’individualità futura. proprio come avviene con la successione dei tatva. attraverso il principio di differenziazione e di riassorbimento. ossia gli elementi sottili nella loro natura essenziale: suono. Da quest’ultimo stadio evolutivo della frammentazione. detti kanchuka (guaine. si manifestano gli Jñanendrya (organi di conoscenza) e i Karmendrya (organi d’azione). Acqua. Nel corso della differenziazione. I mantra sono uno strumento eccelso per meditare sul processo cosmico. Lo schema che segue rappresenta e sintetizza l’intera fase dell’evoluzione cosmica. al ¯ tempo (Kala). anche Shiva e Shakti sono immanenti nell’insieme degli universi creati. in ogni singolo tattva. A loro volta. Terra). prendono consistenza i Tanmatra. non si corrompe.140 Casa Ottava Argomento sentazione meno sottile del principio unitario da cui tutto deriva. di cui fanno par¯ ¯ te anche gli Elementi. la creazione avviene attraverso il potere primordiale del Suono unico che si manifesta nelle successive frammentazioni. Samvid. forma. È lo stadio in cui avviene il passaggio verso la creazione degli universi. nasce l’individuo (Jiva). come vedremo. i saggi riescono a trovarle l’Energia primaria in ogni frammento del creato e naturalmente. Fuoco. si manifesta l’antahkarana. né perde le parti che ha proiettato nella creazione. Parallelamente all’evoluzione dei tatva. infatti. corazze). questa è la ragione per cui. per ritornare all’Unità iniziale. odore. Dopo una pausa. Jñana e Kriya. tatto. al desiderio (Raga). si trasformano sino alla formazione dei suoni udibili e articolati. ossia l’organo interiore costituito dai tre tatva mahat (mente universale). e così via. sapore. si segue l’ordine del principio di riassorbimento. proprio perché rappresentano l’essenza sonora dell’Energia universale. non diminuisce. si ritorna allo stato unitario. attraverso il potere dei suoni. Si può anche partire da Samvid e seguire le fasi dell’evoluzione. Da questo punto. l’Energia primordiale. una nuova esplosione sonora riporta gli universi ad uno stadio indifferenziato. alla conoscenza (Vidya e all’azione (Niya¯ ¯ ti). Durante la meditazione. Maya rende possibile la vera e propria creazione delle parti. detti Mahabhuta. ossia i principi limitanti per rapporto allo spazio (Kala). Nello stesso tempo. partendo dall’inaudibile al sottile. all’infinito. essi si solidificano nei cinque tatva. avviene l’evoluzione quintuplice. per poi far ritorno alla differenziazione. ossia gli Elementi grossi (Etere. Alla fine d’ogni ciclo cosmico. Negli ultimi tre kanchuka vediamo una riproduzione limitata e imperfetta dei principi Iccha. Aria. attraverso suoni che. nonostante la frammentazione. . Molto importante è comprendere che. sono presenti in ogni singola parte del creato e vibrano. grazie all’illuminazione.

Casa Ottava Argomento 141 SAMVID -1-SHAKTI -2-SHIVA -I-ENERGIA-COSCIENZA -3-ICCHÅ Volontà -4-JÑANA Conoscenza -5-KRIYÅ Azione -H-SUDDHAVIDYA: CONOSCENZA PURA -6-MÅYÅ -G-ENERGIA DELLA CREAZIONE E DIFFERENZIAZIONE -7KALA Limite spaziale -8KÅLA Limite temporale -9RÅGA Limite volitivo -10VIDYÅ Limite conoscitivo -11NIYATI Limite causale -F-KANCHUKA: LIMITI COSMICI -12PRAKRITI Natura -13PURUSHA Individuo -14MAHAT Mente -15BUDDHI Intelligenza -16AHAMKÅRA Ego ANTAHKARANA: organo interiore -E-LIMITI INDIVIDUALI -17SUONO -18TATTO -19FORMA -20SAPORE -21ODORE -D-TANMÅTRA: ELEMENTI SOTTILI -22ETERE -23ARIA -24FUOCO -25ACQUA -26TERRA -C-MAHÅBHUTA: ELEMENTI GROSSI -27ORECCHIE -28PELLE -29OCCHI -30LINGUA -31NASO -B-JÑANENDRYA: ORGANI DI CONOSCENZA -32BOCCA -33MANI -34ANO -35GENITALI -36PIEDI -A-KARMENDRYA: ORGANI D’AZIONE I TATTVA SONO NUMERATI DAL PRIMO AL TRENTASEIESIMO NELL’ORDINE CREATIVO DI FRAMMENTAZIONE L’ORDINE DI RITORNO ALL’UNITÀ PRIMORDIALE PARTE DALLA LETTERA -A.E POI RIPERCORRE I TATTVA ALL’INVERSO. DAL TRENTASEIESIMO A SAMVID .

ha inizio la sottofase del Panchikarana. Mi sembra necessario. attraverso il Panchikarana. un processo alchemico che rende possibile la materializzazione degli elementi. ogni aspetto dell’evoluzione sottende ulteriori sottofasi. ossia l’insieme delle tre qualità interattive. attraverso i cinque sensi (a loro volta permeati dalle varie combinazioni dei tre guna). a loro volta. I tanmatra assumono una forma chiara e definita. 4. La metà intatta d’ogni elemento si unisce ad un ottavo d’ogni elemento rimanente ed il processo di Panchikarana è completo.essenza – Rajas – energia – Tamas . da Maya emergono le cin¯ ¯ que corazze limitanti (Kanchuka) che. Sul piano microcosmico. ossia il processo in cui le energie elementali si manifestano. Gli Elementi sottili (tanmatra) sono manifestabili. La differenziazione dei tre Guna gioca un ruolo importante nei vari aspetti della natura creata e nell’inclinazione innata d’ogni cosa e d’ogni essere vivente. rendono possibile l’emanazione di due principi fondamentali e interagenti: Prakriti. in realtà. Nel corso dell’evoluzione cosmica. il mondo. 2. a sua volta. e gli esseri viventi sono pervasi da questi Elementi. accennare alla sottofase del panchikarana. i cinque Elementi sottili danno origine agli Elementi grossi. come abbiamo già visto. attraverso le loro qualità intrinseche. I Tatva si manifestano attraverso Triguna. a questo punto. Ogni elemento contiene. in proporzioni diverse. partecipando al processo di manifestazione dell’evoluzione cosmica e attivando la loro influenza. La seconda metà d’ogni elemento si suddivide in altre quattro parti uguali (1/2:4 = 1/8). il 50% del suo stesso elemento sottile e un ottavo d’ogni altro. come possiamo vedere nella seguente tabella: . quindi. l’energia e Purusha. dipendenti dalle varie combinazioni di Triguna. L’universo.inerzia Nel corso d’ogni ciclo cosmico. La prima metà dell’elemento resta sempre intatta e inalterata. La differenziazione dei due principi produce Mahat che si frammenta. alla base della creazione del mondo materiale e fisico. Da questo momento. i corpi celesti. 3. le tre qualità si dissociano. La sostanza d’ogni elemento sottile si scinde in due parti. la coscienza.142 Casa Ottava Argomento Il processo di Panchikarana La descrizione precedente è una sintesi sommaria delle fasi evolutive d’Artha prapancha. manifestandosi sotto forma di Buddhi ed Ahamkara. dette Guna: – Sattva . Il processo del Panchikarana avviene in questo modo: 1. quando si differenziano e diventano percepibili.

elementi grossi PANCHABHUTA etere UDITO aria TATTO fuoco VISTA acqua GUSTO terra OLFATTO organi di conoscenza JÑANINDRIYA orecchie pelle occhi lingua naso organi d’azione KARMINDRIYA bocca mani ano genitali piedi polarità trascendenza-immanenza unione-separazione espansione-contrazione piacere-dolore consistenza-evanescenza . l’insieme degli Elementi e degli organi agisce sulle due polarità alla base della natura. A livello individuale.Casa Ottava Argomento 143 porzioni degli elementi sotttili 1/2 ETERE SUONO 1/2 ARIA CONTATTO 1/2 FUOCO FORMA 1/2 ACQUA SAPORE 1/2 TERRA ODORE 1/8 Aria 1/8 Etere 1/8 Etere 1/8 Etere 1/8 Etere 1/8 Fuoco 1/8 Fuoco 1/8 Aria 1/8 Aria 1/8 Aria 1/8 Acqua 1/8 Acqua 1/8 Acqua 1/8 Fuoco 1/8 Fuoco 1/8 Terra 1/8 Terra 1/8 Terra 1/8 Terra 1/8 Acqua elementi grossi ETERE UDITO ARIA TATTO FUOCO VISTA ACQUA GUSTO TERRA OLFATTO Gli elementi grossi sono associati ai sensi. agli organi di conoscenza (Jñanindriya) e agli organi d’azione (Karmindriya). nell’essere umano.

Le variazioni dinamiche (transiti. distintamente. ● TERRA: anulare ● ACQUA: mignolo ● FUOCO: pollice. mira a promuovere i quattro principali obbiettivi della vita: ● Dharma: Il principio morale. In Artha e Kama. attraverso la loro forza. Lo scopo principale della meditazione sugli Elementi. ● La falce di luna gemmata per l’etere. i Cinque Elementi sono fortemente percepibili. la situazione elementale che caratterizza un individuo alla nascita. attraverso l’integrazione delle parti. ritorni. La salvezza. attraverso il miscelamento degli elementi in ordine diverso. ecc. indicano le possibili strade da seguire in accordo con le necessità umane. La legge naturale che porta all’equilibrio individuale. non necessaria¯ mente. neutralità e debolezza.) indicano tutti i possibili cambiamenti in itinere. progressioni. ● Il triangolo rosso per il Fuoco. ● Il cerchio per l’Acqua. attraverso il movimento delle dita che rappresentano e contengono in maniera condensata. attraverso la liberazione e la consapevolezza. ● Kama: Il principio vitale. le qualità inerenti a ciascun senso corrispondente. Ogni persona può agire sugli elementi. l’essenza degli Elementi. quando un determinato senso implica l’interazione con gli altri. sociale e universale. ● Artha: Il principio economico. Un altro tipo d’esperienza attiva sugli Elementi è la visualizzazione dei simboli grafici corrispondenti con relativa meditazione visiva: ● Il quadrato per la Terra. Indica anche la realizzazione del nostro compito sulla terra. si oppone a Dharma e Moksha.144 Casa Ottava Argomento Elementi in Astrologia Karmica Il cielo natale indica. Ogni TN è vissuto in maniera sensoriale-elementale ed anche sinestesica. L’appagamento dei desideri che. Gli Elementi di un TN. attraverso la meditazione. . conoscendoli in modo attivo. oltremodo percepibili nella loro espressione sensoriale. direzioni. perché il mondo è distintamente formato dagli stessi in una varietà infinita di combinazioni. abbinabile anche al contatto con i pianeti e i mantra corrispondenti. in un gioco d’intrecci e connessioni contemporanee. attraverso il proprio Tema natale o le carte dinamiche. ● La falce di luna per l’Aria. la connessione sinestesica e la loro possibile armonia. ● Moksha: Il principio spirituale che mantiene il creato in armonia. basata su di un lavoro profondo e sistematico. Il benessere ricercato in ogni sua forma e anche attraverso gli oggetti terreni. Vi è poi la meditazione corporea (Niyasa). La meditazione sugli Elementi è una delle numerose attività d’Astrologia esperienziale.

In altre occasioni. Elementi in Astrologia Esperienziale Il metodo esperienziale che pratico è frutto di un lungo processo d’integrazione tra le radici d’oriente e i rami d’occidente. In una prima fase. Una volta stabilito questo tipo di silenzio. Il silenzio offre la possibilità di ascoltare il suono dell’Etere. resta attivo. m’immergo in esso. lo spazio separa e unisce un oggetto o un corpo dall’altro. ossia una gestualità simbolica. Nei casi in cui ciò non sia possibile. I sensi implicati in ogni singolo elemento costituiscono la parte pregnante della ricercazione. in eccesso. Questa esperienza può avvenire anche in incontri di gruppo. si cerca di temperarlo attraverso il suo complementare. secondo l’ordine elementale diretto o inverso. così da analizzarne la qualità. senza individuarlo come suono di una campana. si può partire. senza prefissare interventi prestabiliti e rigide strategie programmate in anticipo. direttamente.Casa Ottava Argomento 145 ● ● ARIA: indice. a differenza degli altri Elementi. di ritmo e di vibrazione. da approfondire in tutte le sue manifestazioni nel TN o nelle carte dinamiche. di una voce o quanto altro. rende possibile una mudra. si passa alle eventuali interpretazioni dei fattori astrologici natali o dinamici. In altre parole. sia internamente che esternamente. di una macchina. questo è possibile. se ascolto un suono o un rumore. Il passo successivo in entrambe le situazioni è cercare insieme con il nativo. L’importante è saper cogliere ciò che emerge. si prosegue alla conoscenza dell’elemento in sé e dentro di sé. ARIA/FUOCO). ETERE: medio. di solito. Il passaggio da un dito all’altro. gli Elementi che emergono per eccesso. non entra nel gioco polare degli equilibri-squilibri. . Il contatto delle singole dita con varie parti del corpo permette un’esperienza diretta con l’elemento evocato. da un pianeta e poi lasciare che affiori l’immagine. bisogna attivare una connessione con la sua parte sottile. Infine. Quando l’elemento è. attraverso l’Etere è necessario Antar Mauna. L’etere-spazio è presente anche sotto forma di suono. per difetto o per equilibrio dal Tn o nella carta dinamica. allorché si rende necessario agire su di un elemento carente del Tn o di una carta dinamica. la sensazione o il ricordo di un evento vitale. Ogni elemento è associato ad uno specifico mantra. si ricorre all’Etere che. invece di iniziare dal TN in sé. si parte dalla storia che la persona stessa riporta o che emerge nel “qui ed ora” dell’incontro. Una volta completata la fase d’emersione. è possibile procedere alla meditazione sui mantra. invece. astrologo e nativo si dedicano insieme alla raccolta dei fattori legati alla qualità degli Elementi. Per lavorare con gli Elementi. Attraverso questo tipo di consulenza. attraverso l’ascolto dei suoni che devono restare liberi dall’interpretazione. e perciò. attraverso gli accadimenti personali. Infatti. ossia un profondo silenzio interiore. Nel processo di formazione. In un incontro caratterizzato da pratiche di astrologia esperienziale. attuato attraverso la meditazione attiva sugli Elementi. (ACQUA/TERRA. di potente valore interiore.

dalle persone. 5. Fase di preparazione e attivazione. … io non credo all’Astrologia perché sono della Vergine…!!! . 7. Molto importante. attraverso l’assorbimento dell’uno nell’altro. dalla stagione e dalle emozioni del momento. Medita sulla trasformazione del tuo pianeta. è ricordare che tutti i componenti del gruppo sono ospiti di uno stesso spazio e che in quel momento. Essa dipende dalle circostanze. 3. mutabile e inattesa. immergiti nella sua essenza e poi abbandonalo. sarà lo sfondo per attivare l’esperienza vera e propria. Scegli un pianeta. come in un TN collettivo. Medita sull’Elemento che caratterizza questa Casa. Scegli l’elemento che più t’ispira. 1. 10. 8. ma anche la più riservata. per rapporto al suo elemento prescelto. Esperienza centrale. Le persone coinvolte nella pratica devono conoscere bene gli intrecci del proprio Tema natale. Ora puoi decidere se stabilizzare.146 Casa Ottava Argomento L’esperienza Questa è la descrizione sintetica di un incontro esperienziale di gruppo con una pratica chiamata: BHUTASHUDDHI. 9. Si trovano. ossia purificazione degli elementi interiori. Medita sul pianeta prescelto in tutta la sua essenza. dove individualità e condivisione si alternano. 12. temperare o intensificare questo elemento. nel corso dell’esperienza. secondo la casa che lo ospita. 2. Cerca la forza di questo elemento nell’insieme del tuo TN. precedenti all’esperienza. 4. ossia in un tema di gruppo. presumendo che lo abbiano già approfondito in incontri individuali. 6. attraversa il segno che lo ospita. Segue la meditazione su tutti gli Elementi e la loro trasformazione. 11. perciò non può essere descritta in questo contesto. In questa fase. secondo le evenienze in itinere. stanno anche condividendo la stessa aria. l’energia del gruppo con la decisione d’ogni singolo. La parte centrale di quest’esperienza è la più importante. Medita sul modo in cui il pianeta trasformato può agire.

147 CASA UNDICESIMA CASA PRIMA Meskalila Nunzia Coppola Brian Claark Marte (Dalla Mailing List Il ciclo di Chirone Convivio Astrologico) .

Il Dio era chiamato anche Ashar ed il suo nome era scritto con i cunei “An” il Dio e “Shar” l’infinito. chiamato anche la «Grande montagna». nonché sulle applicazioni in biologia.A. storici. benefico o benigno. Il nome Ashur può significare buono. i Greci con Ares e i Romani con Mars. favorendoli in tutti i modi. suggerì agli Antichi di associare alla guerra il pianeta che gli Assiri e i Babilonesi identificarono con Ashur e Nergal. astrologici e finanziari. il Signore dell’infinito era. seguiva gli eserciti combattenti. Nella teologia più antica è sposo della dea Sherua. Ashur e Nergal Ashur. forse. In caso di con- . Era raffigurato come un uomo barbuto. Questo colore. intento a tirare l’arco.148 Casa Undicesima Argomento Meskalila Nunzia Coppola MARTE Dalla Mailing List CONVIVIO ASTROLOGICO L. Il Dio lottava al fianco dei soldati. Asshar. con sfumature che vanno dal giallo al rosso. gli Indiani con Mangala. L’immagine di Ashur posta sopra un carro. Dio del Cielo. prima di essere identificato alla città di cui portava il nome e ancor prima di incarnare gli istinti guerrieri del suo popolo. letterari. li aiutava a centrare il bersaglio nel tiro all’arco e li motivava alla vittoria. 142-1100 Una panoramica sull’archetipo marziale. negli aspetti mitologici. Mitologia Marte emana una luce simile al colore delle braci accese. fu un Dio della natura. fisiologia e nei rimedi omeopatici. il «Re degli dei». degli Inferi e degli umani. poi sostituita da Mullissu. della Terra. soprattutto. il re guerriero.

La festa nazionale in onore della Divinità era celebrata all’inizio del nuovo anno e permetteva di stabilire le regole sociali e nazionali più importanti. A volte. Ares nacque per partenogenesi da Era. era l’archetipo del potere e dell’autorità. legati ai riti della Terra. I sacerdoti-astronomi babilonesi identificarono Marte in Nergal. fino alla nascita del bambino. fino ad assumere il duplice aspetto del combattente assetato di guerra e del giovane atleta. dio dell’oltretomba. della guerra. Erede di Nergal nell’alta Siria fu Reshef. si ritirò in Tracia. li strinse così forte in braccio da schiacciarli. che stava distruggendo il mondo e che aveva fatto l’accordo di poter essere sconfitto solo da un bambino. Fu così che divennero un solo corpo con sei teste.Casa Undicesima Argomento 149 quista. Mangala aveva occhi rossi. la sua figura si confonde con Namtar. Secondo Omero. da cui derivò Erra. Dalle scintille nacquero sei gemelli. Quando il culto di Ares giunse nel mondo greco. Tradizionalmente. dio della guerra nei miti arcaici. Si suppone che il nome greco Herakles derivi da Erragal. dio della guerra. Iniziatore dell’azione. il Dio della Guerra. In epoca assira. era noto come Erragal. ma non era considerato un compagno adatto agli umani. amante di Afrodite. ogni sovrano assiro era considerato vicario del Dio. bilioso collerico e snello di corporatura. così. ma bel- . una volta incinta. Skanda o Kartikeya nacque da sei scintille fuoriuscite dagli occhi di Shiva e cadute in un lago. fu allevato dalle sei Pleiadi e ancora fanciullo. oltre ad insegnargli le arti belliche. Mangala In astrologia Indiana Marte è chiamato Mangala ed è rappresentato da diverse divinità. prometteva di far riconoscere la gloria del Dio e aggiungeva il prefisso Ashur al suo nome. Aveva la potenza di sconfiggere il nemico. fino a Sparta e a Tebe. A vederli così teneri. ella lo affidò a Priapo che. In seguito. Il nemico che non riconosceva la sovranità del Dio. tra cui Skanda. dai popoli più antichi e benché membro della progenie olimpica. Parvati desiderosa d’essere madre. egli recava tracce dei miti pre-omerici. era completamente annientato. presso una foresta di cespugli dalle foglie simili a lance. Ares Ares fu venerato come spirito della battaglia. ne fece un grande danzatore. Al momento dell’incoronazione. sconfisse il demone Tarakasura. il signore della «terra di non-ritorno». attraverso la Tracia. riceveva l’ordine divino di estendere i confini del paese. Il bambino dalle sei teste fu chiamato Kartikeya. della peste e della morte. il suo carattere d’iniziatore del ciclo stagionale subì una trasformazione. della guerra e della pestilenza. oppure con Ninurta. Divenne. Ares molto affascinante. nella città vinta si provvedeva subito a edificare un suo altare. sorella d’Ishtar. era volubile. La Dea Flora donò la pianta della fecondità ad Era che. Sua consorte era Ereshkigal. gelosa della nascita d’Atena che Zeus aveva procreato dalla sua testa. creato per sconfiggere il demone Tarakasura. liberale.

stagione della guerra. a causa dei suoi istinti omicidi e combattivi. La lancia era il suo sacro attributo ed arma. Erano sacri ad Ares il cane. la Quinquatrus. A Roma era il protettore della città. colpendolo con una semplice pietra. e dopo la conquista di nuovi territori. Oltre ad assumere il ruolo di difensore dei giovani. La sconfitta più amara fu quella in seguito alla quale fu rinchiuso dai giganti gemelli Aloadi in un vaso di bronzo. La leggenda romana afferma che fosse figlio di Giove e di Giunone. dalla Dea della strage Eniò e dai figli avuti da Afrodite. Fobos (Paura) e Deimos (Terrore). Risvegliando più timore che simpatia. Marte signore della guerra e della primavera. egli fu odiato dagli immortali. il lupo. Diomede. i suoi attributi erano la lancia e la fiaccola. dove restò per tredici mesi. il cittadino romano era prima agricoltore. il cinghiale e l’avvoltoio. Secondo una leggenda. tranne che dalla gemella Eris (la Discordia). Il suo tempio (Templum Martis extra Portam Capenam) si trovava fuori delle mura per evitare che in città scoppiassero liti e sommosse. fino al giorno in cui fu salvato da Eribea. Ares non era invincibile. la rozzezza e la bellicosità. poi guerriero. riuscì a ferirlo con Afrodite. Un’altra festa. destinati ad abbandonare la città d’origine per cercar fortuna altrove. Anteros e Armonia. Invocato come “Mars pater” e venerato dagli eserciti. era accompagnata da un lupo o da un picchio. I Sabini avevano la consuetudine di dedicare a Marte un’intera classe di giovani.150 Casa Undicesima Argomento licoso e gradasso. era il Dio più importante dopo Giove. regolava anche l’agricoltura e la forza del germoglio primaverile che rompe la crosta terrestre per vedere la luce. Fu sconfitto da Eracle e da Atena che lo atterrò. si svolgeva il 13 giugno ed era dedicata . Secondo la tradizione. ma che non fosse molto apprezzato dal padre. Omero narra che. egli fu assolto perché riuscì a dimostrare che Allirozio. Accusato d’omicidio volontario e citato in tribunale per aver ucciso il figlio di Poseidone. la matrigna degli Aloadi. amava il tumulto dei combattimenti e disprezzava le leggi. di nuovo agricoltore. sotto le mura di Troia. Per quanto ardito e battagliero. Alirrozio. Ares permise l’istituzione del primo tribunale degli Dei. Condivideva con Quirino (il fondatore Romolo divinizzato) e Giove il ruolo di protettore della città di Roma. Gli animali a lui attribuiti erano il picchio. il cane e l’avvoltoio. Era un dio che poteva costituire un valido sostegno per un’evoluzione personale in senso spirituale. durante la quale i sacerdoti Salii (“saltatori”) celebravano la sua festa con danze ed inni guerreschi. Ella rivelò il segreto a Hermes che corse a liberarlo. Al Dio fu consacrato il terzo mese dell’anno. soprannominata Ver sacrum (la primavera sacra). aveva tentato di usare violenza a sua figlia Alcippe. Dalla Dea ebbe anche una prole più pacifica: Eros. Le sconfitte di Ares dimostrerebbero che la saggezza-Atena è in grado di vincere l’irruenza. Mars Per i Romani. Egli fu visto come il Punitore e il Vendicatore di tutto ciò che avesse violato i giuramenti. Spesso. questa migrazione.

ma dagli esegeti moderni questa etimologia non è accettata. Marte ha due satelliti di forma molto irregolare. intorno al pianeta madre. La distanza media dal Sole è di 227. Marte è il più vicino alla Terra. Phobos e Deimos. in punto di morte. tale distanza varia di un 10% circa. Il periodo di rivoluzione siderale è di 1. . tra circa 55 e 101 milioni di km: tale distanza è minima durante le opposizioni. superiore di soli 41” al periodo di rotazione siderale della Terra. di cui la prima definiva le orbite dei pianeti intorno al Sole. contando dal Sole ed è l’ultimo dei pianeti rocciosi. È uno dei cinque pianeti visibili ad occhio nudo ed appare come una brillante stella di color rosa-rossatro. all’opposizione. Marte è il quarto pianeta del Sistema Solare. a causa dell’eccentricità dell’orbita terrestre. con uno schiacciamento di 0. Mars fu chiamato Gradivus (colui che va alla battaglia). affidò il compito di svelare la forma dell’orbita di Marte. ma più lunghe a causa del maggior periodo siderale di Marte. perciò le stagioni sono simili a quelle terrestri. Trovandosi ad una distanza dal Sole maggiore di quella terrestre. In “Astronomia Nova” pubblicato nel 1609. Il suo diametro è di 6787 km all’equatore. può variare. dall’impatto di un asteroide. Marte ruota su se stesso con un periodo di 24h37’23”. Sembra che le due lune rappresentino i corpi maggiori di uno sciame di relitti prodotti e sollevati in passato. con un’orbita circolare e dopo vari tentativi e studi accuratissimi. L’anno marziano è quasi il doppio di quello terrestre.88 anni. Kepler ricavò le sue Tre Leggi. Nel 1726 Jonathan Swift pubblicò “I viaggi di Gulliver”. La distanza Terra-Marte. egli espose le osservazioni sulla forma dell’orbita di Marte. un libro di satira sul sistema di vita dell’Inghilterra in cui citava la presenza di due satelliti marziani. può essere osservato in qualsiasi posizione del cielo. però. l’astronomo ripudiò la teoria dell’orbita circolare a favore di un’orbita ellittica. La sua orbita si trova tra quella di Giove e della Terra. L’inclinazione dell’equatore marziano sul piano dell’orbita è di 23°59’.it/articoli/Pianeti/Garofalo/NomenclaturaMarteGarofalo.codas. Il giorno marziano è chiamato “Sol”. Da questi studi. può consultare il seguente riferimento: http://www. I dati delle osservazioni non coincidevano. l’ultima è avvenuta il 13 giugno 2001.8 milioni di chilometri ed essendo l’eccentricità dell’orbita abbastanza marcata. Chi è interessato alla nomenclatura classica di Marte. Le grandi opposizioni si verificano ogni 15-17 anni. Letteratura e curiosità Marte ha rivestito una grandissima importanza in seguito agli studi di Johannes Kepler cui Tycho Brahe. scoperti dagli astronomi dell’isola volante di Laputai.Casa Undicesima Argomento 151 alla lubrificazione delle armi. Il pianeta Marte ha ispirato molto l’immaginario dei letterati e sognatori. Ricerche.pdf Generalità astronomiche Fra i pianeti esterni. come ellissi.009.

Dopo l’accaduto uscì un libro di Hadley Cantril. asserendo di vedere nei canali artificiali. il segno di una civiltà morente. si sa che i canali di Marte erano un effetto ottico legato alla cattiva qualità delle lenti dei telescopi e alla capacità oculare umana di integrare una serie di particolari. dall’interno verso l’esterno. L’astronomo americano Percival Lowell iniziò uno studio accurato della superficie del pianeta. descrisse dei “canali” che aveva osservato. anche gli scrittori di romanzi si sono aggiornati e ora il Marte descritto nei romanzi di fantascienza include le scoperte fatte dalle sonde. nella seconda metà degli anni venti pubblicò “Under the Moons of Mars”. ossia tende ad andare dal centro alla periferia e nell’uomo. quasi a mostrare l’azione di una forza che sfugge ai vincoli del movimento circolare. di essere riconosciuti nella propria specificità individuale. Nella mitologia Marte è conosciuto soprattutto co- . verso obbiettivi e luoghi più lontani. Schiaparelli nell’articolo “La vita sul pianeta Marte” che scrisse nel 1895 ipotizzò addirittura il sistema politico adottato dagli abitanti del pianeta.152 Casa Undicesima Argomento Nel 1802 Karl Friedrich Gauss progettò di comunicare con gli abitanti di Marte. Marte è una forza auto-espressiva che agisce fin dall’inizio della vita: è la spinta che fa uscire il bambino dal ventre materno. parte in alto. Oggi. simbolo primaverile e inizio della vita. tracciando disegni geometrici nella tundra siberiana. è l’istinto che spinge il neonato verso il seno materno. Durante l’opposizione del 1877. Edgard Rice Burroughs. è lo stimolo che agisce sui polmoni perché per la prima volta permettano una respirazione autonoma. Il glifo potrebbe anche ricordare il becco di un pulcino. “The Invasion from Mars” che cercò di analizzare la dinamica del panico. Accaddero fenomeni di panico collettivo. Questa ipotesi fece nascere una serie incredibile di storie fantastiche. Glifo e simbologia Il glifo di Marte è un cerchio sormontato da una freccia che da destra. della “libido” che spinge l’uomo ad esprimersi e manifestarsi. al limite della percezione. mentre fora l’involucro dell’uovo che lo contiene: azione molto arietina. Le persone che si sintonizzarono tardi sul programma. è il desiderio di esprimersi. Tale energia rappresenta l’origine del desiderio. perseguendo la liberazione. Dopo le missioni Viking. La freccia potrebbe indicare la possibilità di dirottare una parte dell’energia ruotante. studiando al telescopio la superficie di Marte. l’astronomo Giovanni Schiaparelli. il primo di 10 romanzi ambientati sul Marte. Un’altra immagine è quella del germoglio primaverile che rompe l’unità del seme. Il 30 ottobre 1938 Orson Welles mandò in onda un adattamento de “La guerra dei mondi”. scorgendo particolari che in realtà non esistono. sostituendo ai nomi delle località inglesi quelli di regioni americane. pensarono si trattasse della cronaca in diretta dello sbarco di marziani nel New Jersey e che essi stavano dirigendosi verso New York. attraverso la tangente. l’autore di “Tarzan delle scimmie”. L’energia di Marte è di tipo centrifugo.

la gelosia. attivandole le potenzialità individuali. . se è nutriente. con gli altri anelli essa rappresenta. Marte è la forza centrifuga che fa emergere. Marte rappresenta il grado di volitività. per la costruzione dell’identità individuale. Liz Greene e Howard Sasportas descrivono Marte come il cavaliere che combatte a favore del Sole e dei pianeti interni alla sua orbita. Si tratta di un pianeta impulsivo ed impetuoso che. la volontà di agire per fini precisi e secondo strategie ben congegnate. fino ad arrivare alla volontà vera e propria. La sua funzione si compie. Dante assegna al cielo di Marte la nota mediana. essendo un anello della catena potenziale evolutiva. la chiave di volta dell’armonia cosmica. Aggressività. Molto attinente a Marte è la funzione che Perls attribuisce all’aggressività (Io. è energia auto-espressiva che. secondo la coscienza. dove una stella risplende di luce rossastra. l’eterno passaggio dall’universale all’individuale e viceversa. Le emozioni marziane sono la passione. come strumento summativo e produttore d’armonia cosmica. F. Indica tutto ciò che ha carattere di lotta. partendo dal livello dall’istinto di sopravvivenza. attraverso azioni finalizzate all’affermazione dell’Io nel mondo esterno. se è nocivo”. Marte astrologico Marte è un’energia planetaria del Tema natale e. fame. simbolicamente. Va ricordato che. si differenzia. attraverso l’attività auto-affermativa del “mordere” e “masticare” l’ambiente “per assimilarlo. racchiude nei suoi significati le informazioni necessarie all’espressione del sé in uno o più dei suoi ambiti funzionali. o per distruggerlo. Perls). In effetti. sfidato a diventare un maestro di strategia nella casa governata. Il Mangala hindu indica anche l’ardore e il fuoco dell’ascesi. come tale. con il trascorrere del tempo. infatti. aggressività ed energia del nativo. In epoca medievale. la paura e gli opposti di ognuna di esse. definita in termini musicali. ma anche come forza di combattere per eliminare gli ostacoli sul cammino della propria realizzazione. anche questo pianeta si associa ad altri corpi celesti. egli si trova trascinato in un cielo alto. 82-139). questo indica che nella sua simbologia sono implicite l’aggressività e la passione. Per espletare le sue funzioni. quale tendenza vitale dell’organismo all’autoaffermazione: i denti sono i primi strumenti per assimilare il cibo. ad un primo livello. intese non solo nella loro accezione materiale. Dante colloca Marte nel Quinto Cielo.Casa Undicesima Argomento 153 me dio della guerra e come amante di Venere. Le differenziazioni. Secondo la tradizione. il sommo poeta assiste all’apokalipsis della crux Christi. esprime la capacità dell’Io di soddisfare i propri bisogni. nel canto XIV (vv. associando le sue proprietà a quelle della musica. sono indicate dal segno in cui Marte si trova. impara ad agire. Secondo il sistema delle sfere delineato nel Convivio. Nel cielo di Marte. la capacità di conquista. La simbologia marziana sottende anche il desiderio che spinge l’individuo verso determinati obbiettivi. Marte. l’energia di Marte vissuta in senso positivo può condurre alla trascendenza. la simbologia marziana è implicita nell’ordine dei 12 segni e dalle 12 case.

154 Casa Undicesima Argomento ma anche attraverso conflitti. nel TN di una donna simbolizza l’animus che proietta sul partner. esaltazione. convive spesso con la sicurezza delle proprie risposte e con la certezza di poter affrontare gli eventi che la vita propone. il motociclista.Toro(esilio) . che se ignorate. collera. il pastore. ecc. possono accentuarsi. nascono emozioni così forti.Scorpione (domicilio)-Capricorno (esaltazione). il vigile del fuoco e simili. Tale probabilità è tanto maggiore. il domatore. la figura paterna può essere dominante e repressiva. sino a sopraffare altre funzioni del nativo. possono generare rifiuto. il poliziotto. Scorpione o Capricorno). Secondo la griglia tradizionale. così come nelle reazioni a situazioni che non rispondono alle proprie aspettative. le corrispondenze marziane si risolvono in azioni che l’uomo compie con la forza della propria volontà. se e fino a che punto il soggetto sia capace di adoperare il libero arbitrio a proprio vantaggio. il commerciante d’armi. piuttosto che condannare o ignorare le vibrazioni di questi sentimenti. si trova in esaltazione nel Capricorno. oppure sotto forma di competizione ad impronta maschile per la conquista di un partner o di un premio. in Ariete.Cancro (caduta). alla luce del Sole. In altri casi. Tamburi e percussioni sono rappresentati da Marte e nonostante molti musicisti abbiano un Nettuno ben piazzato nel loro oroscopo. l’operaio metallurgico. ma non tutti ne fanno un medesimo uso. cercando di scoprire il valore che assumono nella propria esistenza. il macellaio. batteristi e percussionisti. Il ciclo domiciliare è Ariete(domicilio) .Bilancia (esilio). quando l’energia marziana non è connessa alla consapevolezza e non si riesce a concretizzare la sua parte istintiva. Il Padre terribile può riapparire anche molti anni dopo la fanciullezza. Nella vita di alcune donne Ariete. in esilio nella Bilancia e nel Toro. il cacciatore. potrebbe essere utile analizzarli. sfide e battaglie. il cultore di arti marziali. Si tratta d’azioni in cui occorre riesaminare il valore di quello che si sta facendo. Non dimentichiamo che Marte era anche un provetto danzatore. Marte domiciliato in Ariete manifesta la sua forza vitale e primaria in pieno giorno. insito nell’azione marziana. per verificare se esistono le premesse di migliorare le proprie capacità. sopraffazione e individualismo nel soddisfare i propri interessi a detrimento degli altri. Dalla posizione di Marte nell’insieme del TN si può dedurre. ma anche nei settori in cui bisogna essere coraggiosi. attraverso le istituzioni o i superiori sul posto di lavoro. Solitamente. il dentista. possono emergere sentimenti e reazioni assai frustranti. In ogni caso. hanno un forte Marte. In un tema maschile. Le trasformazioni marziane in Domicilio. in caduta nel Cancro. lo sportivo. Ognuno possiede la facoltà del libero arbitrio. il corridore di macchine sportive. A volte. Marte è anche la figura dell’amante. Marte in Ariete è un intenso ed impellente impulso . Marte ha il suo domicilio in l’Ariete e Scorpione. Il senso di forza personale. l’imprenditore. il pugile. All’estremo. Marte e le sue interazioni simbolizzano il modo in cui l’uomo esprime la sua mascolinità. di solito. Le figure professional-simboliche correlate a Marte possono essere il guerriero. quanto più forte appare la posizione di Marte (per es.

seppur discontinua. pur conservando una buona forza d’affermazione. Ciò provoca un’aderenza ostinata al territorio. A volte. All’esilio. Marte cancerino sa mostrare la parte piacevole della sua natura. abbandonando l’impresa a metà. anche se non immediata. ma può richiedere anche attacco o difesa. quando si toccano certi punti sensibili o si oltrepassano determinate linee di confine. Marte è l’energia indispensabile alla realizzazione dell’Io individuale. secondo obbiettivi che non dipendono unicamente dal Sole. azione o adattamento. senza conoscere la causa e il fine del suo impulso. a prescindere che sia libero o soggetto a cattività. potrebbe aggredire. Marte non aiuti chi glielo chiede. Può capitare anche che il “territorio” non sia realmente minacciato. La sua imprudenza può diventare impudenza o sfrontatezza. Essendo in esilio. In ogni modo. dalla sua evoluzione e dalla complessità della situazione. Secondo Lisa Morpurgo. Marte potrebbe mollare. sentendosi pronto a cadere. Non è tortuoso. in Ariete. non serba rancore. ma anche alla manutenzione di quello in cui è costretto a risiedere. agendo in maniera dolce. ma diretto e qualche volta. e talvolta con un certo impeto. Marte in Toro non cerca la rissa e non attacca coscientemente per il gusto della sfida o per desiderio di conquista. L’azione marziana qui dipende dagli stati d’animo che si alternano e perciò. Se però i risultati tardano a realizzarsi. è difficile che. ma non è esente da sentimenti irruenti e non espressi. più che intense e sistematiche. Il quadro cambia se il nativo evolve e prende coscienza di tale attaccamento. nonostante le doti di concretezza che non gli mancano. può apparire attiva o passiva. anche se. La parte più instabile è mentale e rende le azioni dense. brutale. esagitata o stabile. In linea di massima. sembra che non abbia realizzato di essere in esilio e ancora si ostina a voler dominare e difendere il suo territorio. avendone la possibilità. essa non potrà restare sempre al livello elementare. con spreco di tempo e d’energia. non può rispondere alle provocazioni. L’energia è di tipo emotivo. Le modalità della difesa e il rapporto con l’oggetto del possesso dipendono dal grado di coscienza personale. L’assertività altalenante è condizionata dalla sfera circostante. La reazione scatta. per poi rialzarsi. È sincero amante della pace. Si tratta di un Marte passivo nei riguardi di molte provocazioni che per altri soggetti sarebbero da considerarsi dichiarazioni di guerra. ma può rivelarsi potente. ma che sia solo percepito come tale. ora sopraggiunge la caduta e la perdita temporanea delle proprie forze. deve accettare un periodico ritiro. nell’ira del momento. anche se si tratta di una persona che non sopporta. soprattutto se attaccato da perso- . anche da lontano. di solito. Marte arietino. ma dovrà ascendere ad un settore diverso da quello che l’ha generata e affinché ciò avvenga. la forza bruta del pianeta appare dissociata dalla ragione. Marte nel Cancro si trova in caduta. si manifesta in modo incostante. aggressività o resistenza. teso come ad organizzare la sua azione in specifici ambiti. ma decisa e onesta.Casa Undicesima Argomento 155 ad agire. ma diventa fortemente reattivo in determinate situazioni. con caparbietà e fissità che molti giudicano poco ragionevoli. ma anche dal proprio grado d’evoluzione. Questo Marte in molti casi può sembrare paziente. Marte esiliato in Toro protende alla riconquista del territorio perduto.

sopportando un dolore cieco o confondendosi nelle brume di idee non facilmente attivabili. Si sente molto preso dal ruolo di portatore di giustizia umana o sociale. Il problema è che la sua energia può oscillare tra alti e bassi. Se vuole. dopo essersi dedicato a progettare piani e strategie. In ogni modo. In ogni modo. travolgendo gli ostacoli. Allora. difficile da concretizzarsi in azioni. pronto ad affrontare gli ostacoli con la consapevolezza del rischio. riesce a decidersi. tra un ripensamento e l’altro. Ora è ben consapevole della sua condizione. Se. essendo lontano dalla realtà considerata. In alcune circostanze. può essere traumatica. Questa forma marziana non possiede le capacità di saper rispondere ad azioni subdole. Marte resta molto legato alle sue valenze espresse o inconfessate. Se si abbandona ad uno stato d’aggressività passiva o non ha voglia di mettersi in gioco. Marte scorpionico. può trovare ottimi alleati (interni ed esterni) per uscire dal suo esilio. A volte. Mentre il Marte arietino è un intrepido apri-pista che avanza. dopo la lunga pausa riflessiva. infatti. Nell’interazione con l’esperienza plutonica. Marte in Bilancia. la caduta e il secondo esilio. sa tramare come un ragno e intrappolare le sue prede. Al meglio delle sue espressioni. con una rapida azione manipolatoria. perciò nutre sentimenti dolorosi e laceranti che potrebbero tramutarsi in una rabbia interna. in questa fase energetica. né sa difendersi da attacchi meschini. lo scorpionico. Inizia. anche se obbligato ad una forzata pausa di riposo. allora si perde in lucidi piani mentali. però. prima di agire. tale lacerazione non sussiste e anche in occasione di vessazioni subite. è diventato un guerriero che sa puntare e colpire con fine precisione i suoi bersagli. altre volte può essere troppo rapida. nel pieno della sua caduta. dopo aver ben ponderato le sue posizioni. ad avere la consapevolezza che la vita non è così semplice come sembra e che è necessario difendere se stesso e le persone care. ma potrebbe sviluppare una forma d’attaccamento eccessivo alle sue scelte. anzi. può riflettere e ponderare. secondo le occasioni. Potrebbe perdersi. può trovare ottime mediazioni e specifici compromessi per concordare azioni giuste.156 Casa Undicesima Argomento ne poco oneste e ambigue. Marte entra in contatto profondo . misurare i pro e i contro. dopo il primo esilio. avendo già sperimentato tale condizione. senza grossi traumi di coscienza. irrealizzabili e mutevoli. questa fluttuazione permette al suo potenziale d’aggressività ed egocentrismo di ridimensionarsi. Al positivo. Marte confinato. Marte ha il tempo per soppesare tutte le possibili alternative alle questioni che lo interessano. In questa modalità espressiva. la caduta oltre ad essere dolorosa. Marte può prendere coscienza di una seconda forma d’attaccamento e dipendenza. questa riflessione può protrarsi a lungo. riesce a valutare in anticipo le situazioni che arrecano discordia. è fidato e fedele al mandato di Plutone. Alla dipendenza si oppone l’allontanamento o il ritiro. invece. Pur conservando qualcosa dell’esecutore rozzo. A volte. tende verso la devozione per certi ideali e ideologie o si realizza attraverso un progetto condiviso. Così esiliato. ritorna alle sue origini combattive. differente da quella venusiana-taurina già superata nella fase precedente. l’energia è orientata in altre direzioni. nonostante il desiderio di pace e la posizione di ritiro. Marte può accettare ogni evidenza.

volendo. Può sacrificare gli altri ai suoi bisogni o rendere sacri i suoi bisogni a favore degli altri. in particolare nella congiunzione. Ad esempio. quella più esaltante. per controllarla. è disposto a perdere qualcosa. a tratti esplosivo. Il pianeta “si fa sentire” qualche grado prima o dopo l’aspetto esatto. A rigor di logica. sconsideratamente. La casa transitata dal pianeta indica il settore nel quale la sua energia agirà e volendo. riesce ad affermarsi bene e a difendersi con discernimento. I transiti di Marte. Pur di raggiungere il suo scopo. Può gestire e misurare la forza da usare. Il Marte saturnino vive la sua esaltazione alla ricerca d’autonomia. Questo travaglio. rischia di perdere il contatto con i suoi confini. Marte conosce le cause e i fini delle sua azioni. Quando Marte transita. della nuova e potentissima forza interiore che ha conosciuto. indicherà grande attivismo nel lavoro e nel nostro ambito quotidiano. e il transito più frequente è quello della Luna che in 28 anni e mezzo fa il giro della carta di nascita. specialmente se c’è in gioco la sua sopravvivenza o quella dei principi in cui crede. ecc. attraverso la disciplina e l’esperienza. Breve cenno alle carte dinamiche marziane: transiti. nell’anno in cui la Luna al grado sopra Marte. ma anche attraverso l’adattamento creativo. maturità e sicurezza. non vanno considerati come decise negatività. realmente. dovremmo redigere un calendario dei transiti di Marte nel biennio della sua rivoluzione e leggerli unitamente ai transiti dei pianeti lenti. progessioni. può usufruire. Durante il periodo nel quale Marte insiste su certi gradi e in quella casa. come quelli dei pianeti apparentemente difficili. sono importanti gli aspetti che entrano in gioco. La maturità. sa gestire ed orientare i suoi impeti. Gli eventi indicati dalla simbologia del pianeta richiedono orbite assai strette. farla esplodere o equilibrarla in piena maturità. infatti. a tratti. avrà un’energia affettiva ed emotiva molto intensa. Nel caso di forti dissonanze che non . Marte saturnino ha superato l’abitudine di attaccare. di congelarsi o irrigidirsi. come meta per lo sviluppo sano dell’individuo. Per inciso. varcando con fredda ostinazione territori impervi. ma può correre il rischio di non integrarsi. La forza plutonica lo spinge a riconoscere i bisogni dell’Io. preso dai suoi imperativi categorici e rigorosi. in cui potrà usufruire della collaborazione di Saturno per acquisire la capacità di gestire la sua forza. soprattutto quelli meno evidenti e intrecciati con gli istinti più profondi. In alcuni casi. ma può perdere la creatività. se Marte sta transitando in Casa VI. è riconducibile all’adattamento. nella fase precedente. emana una forte carica energetica che tende alla realizzazione delle potenzialità marziane radicali Se il pianeta è transitato per progressione. in modo che si generi l’integrazione tra i bisogni individuali e quelli comunitari. il confine di contatto è il luogo in cui è possibile integrare la creatività con l’adattamento necessario al vivere sociale. In questa fase. possiamo anche dirigerla in modo costruttivo. lo prepara alla fase successiva. se sorgono problemi con il confine di contatto.Casa Undicesima Argomento 157 con le dinamiche del potere personale ed esterno. Marte è il pianeta che innesca le esperienze indicate dai pianeti lenti e dalle progressioni. In questa fase.

Gli altri aspetti della rivoluzione spiegano in quale ambito quest’azione avrà i suoi riflessi. Nei momenti in cui la persona è in preda alla paura. il sangue. gli organi maschili. Il sangue è associabile. simbolicamente. il sangue defluisce nelle gambe. Molto raramente. Marte è considerato nella sua classica simbologia e nella casa di rivoluzione che lo ospita.biologia marziana Come tutti gli altri animali. a Marte per la funzione di trasporto d’ossigeno. incisiva e improrogabile. Nei soggetti a pressione alta è interessante il rapporto tra il bisogno di esprimersi e il contenimento o il restringimento dei vasi che frenano e rallentano la pressione sanguigna. Questa energia planetaria esprime i bisogni d’eccitazione fisica. il tono muscolare. Anche chi non si considera sportivo. tra le mutazioni genetiche casuali e le piccole contingenze ambientali. dovuta all’emoglobina. rispetto agli attacchi esterni. potremmo dedicare alle pratiche sportive più che in altri periodi. indicando il fermento e la lotta dell’anno. Assecondare. salvo. può trarre soddisfazioni e vantaggi da un tale passaggio.158 Casa Undicesima Argomento si esauriscono in poco tempo. quando siano presenti aspetti molto dissonanti o congiunzioni “dure” con pianeti natali (del genere Marte/Saturno ad esempio). per capire da quando e per quanto tempo l’energia del pianeta ha mutato la sua vibrazione. stimolando l’organismo al tipo di risposta più adeguata. Secondo l’antica tradizione astrologica. Marte permette ad ogni emozione di agire sul sangue. per esempio. Marte governa il trigemino. è il caso di usare e consigliare prudenza. che contiene atomi di ferro e conferisce il classico colore rosso. il naso e i denti. può rappresentare un valido supporto a vivere il transito. La posizione di Marte per segno e casa all’interno del TN fornisce informazioni sul tipo d’energia fisica e sul modo di esprimere tale forza per difendersi. Molto utile è osservare il passaggio da un segno all’altro. molto importante è considerare l’eventualità che Marte divenga retrogrado. si possono fare delle considerazioni sugli effetti di una tale configurazione. ma anche i desideri. quasi a favorire la fuga. Marte potrebbe essere la causa primaria dello scatenamento delle dinamiche depressive. L’Asc di rivoluzione che si congiunge a Marte radicale indica un tipo d’azione diretta. Se si presenta il caso di un Asc progresso in avvicinamento a Marte radicale. atletica. andare incontro. Attraverso la contrazio- . Nei momenti di collera. Fisiologia . va letto in ottiche pessimistiche. anche l’uomo ha cercato di trovare un compromesso tra la conservazione delle proprie peculiarità e i grandi cambiamenti proposti dall’ambiente. Nel tema progresso. Un forte Marte nel tema può denotare una personalità competitiva. alla simbologia legata al pianeta. Alcune teorie definiscono la depressione come modalità d’aggressione-passiva in cui la rabbia è agita contro di sé. quasi a predisporre l’individuo alla difesa. proteina quaternaria. capace di assumere rischi. Nei transiti scorrevoli di Marte. gli impulsi e gli entusiasmi con le rispettive reazioni fisiche. il sangue irrora le mani. Con le rivoluzioni solari. dopo la nascita e per quanto tempo (giorni/anni).

Il pianeta è associato anche ad infiammazioni. Ferrum Phosphoricum (Fosfato di Ferro) per gli stati febbrili o infiammatori. 6. nervosi. esplosioni ad ogni pulsazione cardiaca. . Astromeopatia Ecco alcuni rimedi omeopatici molto affini alle simbologie marziali. il diabete. malattie infettive croniche che portano la Velocità di eritrosedimentazione (ves) a valori sopra la norma. vampate di calore con guance brucianti. le malattie esantematiche nel periodo invasivo e per la tendenza alle epistassi. Glonoinum (Nitroglicerina) per soggetti sanguigni. per le stomatiti e per i flussi mestruali troppo abbondanti. un’insensibilità sensoriale ed emotiva. ernie e tutto ciò che dall’interno vorrebbe esplodere. la sclerosi multipla. tagli. 3. ecc. ulcere. Ferrum Metallicum (Ferro metallico). Con Marte esaltato in Capricorno trionfa l’immunità acquisita. nelle insolazioni. come il Lupus Eritematoso Sistemico. Si può affermare che Marte saturnino è paragonabile alla macchina bellica che elimina con efficacia le eventuali minacce sia esogene. Da qui le malattie auto immuni. suppurazioni dentarie. piccole lesioni. riniti vasomotorie e pollinosi. cefalea. 4. suina e placenta umana. Pyrogenium (bioterapico preparato a partire dall’autolisato settico di carne bovina. Se il Marte arietino è perfettamente riconducibile all’immunità innata. piccola pianta della famiglia delle Papaveracee) da usare per alcuni tipi di cefalee congestive. può non riconoscere più certi tessuti dell’organismo stesso che lo ospita. Marte capricorneo è paragonabile al sistema di difesa acquisito (detto anche specifico o adattativo) che. sistema di difesa più antico e primitivo. e finire per attaccarle e distruggerle. la capacità delle nostre difese di imparare dall’esperienza (Saturno) e di reagire con maggiore efficienza agli agenti patogeni che ci hanno attaccato in passato. assai più complessa ed evoluta. ipertesi che presentano fenomeni vasomotori: vampate di calore con afflusso di sangue alla testa. sinusiti e otiti croniche. che endogene. vi è un contenuto energetico che preme per trovare un canale d’espressione. contenente ogni sorta di germi patogeni) per le affezioni acute come ascessi. 5. 2. Nei processi infiammatori. nonostante la sua grande immuno-competenza. caratteristica del Marte in cattività. nell’aplopessia. Sanguinaria canadensis (la Sanguinaria del Canadà. polipi nasali emorragici. quello scorpionico è il punto di sutura tra questo e l’immunità acquisita. è utile in certi tipi d’ipertensione. A Marte si legano anche i meccanismi d’auto-frustrazione: lussazioni. acne. ossia alcune parti dell’Io biologico individuale (SoleAriete). Sul piano immunitario. 1. o adattativa. Kreosotum (il creosoto prodotto dalla distillazione del catrame di legna) per le gengive dolenti e gonfie che sanguinano facilmente. utile soprattutto nelle anemie ipocromiche. ferite infette.Casa Undicesima Argomento 159 ne muscolare cronica si crea una negazione delle sensazioni organismiche. fratture.

non è da considerare solo come pianeta positivo. Marte e i mercati finanziari Marte in ambito economico/finanziario è un pianeta molto importante. La sua rivoluzione intorno al Sole è di circa due anni. presenta un’irregolarità temporale. Veratrum Viride (l’Elleboro della famiglia delle Colchicacee) per i disturbi circolatori congestivi a livello cefalico. secondo il contesto a cui si associa la sua influenza. Il ciclo successivo. è di capitale importanza conoscere anche i cicli dei pianeti più lenti (da Giove in su) ed analizzare il tutto nella globalità. con la congestione cerebrale violenta. Utile anche nell’ipertensione. sugli indici azionari questo ciclo è abbastanza evidente. il successivo minimo sarà più alto (quindi trend di lungo al rialzo) o più basso (trend di lungo al ribasso). l’ultima fase del rialzo. ma che non era ancora stata “vista”. un po’ tutti i pianeti fanno sentire la loro influenza sulla vita politica. Può essere responsabile della “speculazione”. Questo pianeta però. A livello di cicli mensili. dovuta ai cicli superiori. partito nel settembre del 2001. seguito da un massimo nel marzo del 2001 e dalla chiusura del ciclo con un minimo nel settembre 2001. ossia i piccoli risparmiatori. non è infrequente osservare minimi o massimi in prossimità di un transito lunare su Marte. Naturalmente. nel determinare dei minimi o massimi biennali molto importanti. gli occhi iniettati. Rapporti positivi con altri pianeti possono determinare dei periodi euforici. in ambito borsistico e finanziario. Marte rappresenta l’energia di un titolo o di un indice nel contesto complessivo del mercato. per comprendere se rispetto ad un minimo di due anni precedenti. soprattutto in congiunzione e opposizione. in cui il malato è litigioso. dove l’ottimismo si trasforma in euforia e si assiste ad una rapidissima crescita delle quotazioni dei listini azionari. ma anche come “acceleratore ed amplificatore” di una situazione che ha già creato i presupposti in precedenza. con un minimo importante. economica e sociale. può determinare dei trend ben delineati al rialzo od al ribasso. ha conosciuto il suo massimo nell’aprile del 2002 e la sua chiusura. Nel passato recente. le pulsazioni delle arterie del collo violente. Giove. in ambito economico ed in certi momenti. e questo perché la sua influenza si ripercuote. sull’emotività e “sulla psicologia operativa” di tutti gli operatori e i trader. la testa calda. direttamente. Con rapporti Marte/Giove. Quindi. La sua combinazione con altri pianeti colora poi la sua influenza. ha il viso arrossato. Rapporti Marte/Mercurio possono dare delle giornate con intensissimi volumi di scambio. In realtà. che decidono di acquistare. appare attorno al 16 settembre 2004. il ciclo biennale di Marte sull’indice Mib30 ha formato un minimo molto importante ad ottobre 1999. sia al rialzo sia al ribasso. quindi. oppure giornate in cui le notizie danno una direzione ben precisa al mercato. quan- . Entrano sul mercato le cosiddette “mani deboli”. mentre rapporti negativi con altri pianeti lenti possono generare giornate di vero e proprio panico. si possono creare dei massimi o minimi annuali o biennali.160 Casa Undicesima Argomento 7.

in questo caso. le cosiddette mani forti (gli investitori professionali) iniziano ad acquistare a prezzi convenienti. In virtù di tali necessità. traumatici ed imprevisti nei mercati. Marte retrogrado Teoricamente. Con Marte/Plutone il mercato può sorprendere per la sua forza intrinseca. ma può trattarsi anche di eventi improvvisi. gradualmente. per elaborare nuove strategie comportamentali ed espressive. ma devono essere presenti aspetti planetari o contesti ciclici collaterali negativi. può trattarsi di periodi dove si consolida un trend precedente. a cui nel mese di dicembre 1999 si è aggiunto Marte. un pianeta retrogrado rappresenta una funzione la cui attività si dirige in direzione opposta al flusso naturale. l’individuo si scontra con la costante necessità di adattarsi a nuove condizioni. incoraggiati dall’enfasi dei mezzi di comunicazione che descrivono il boom borsistico in corso. Di contro. Di contro. o di tetto o top. Può anche essere il periodo di pericolose trame finanziarie condotte con troppa disinvoltura con il rischio di future vicende giudiziarie o di fallimenti. Con Marte/Saturno. Gli acquisti sono fatti. Marte è retrogrado per meno di un decimo del tempo che passa fra due successive congiunzioni con il Sole (circa ogni 25 mesi). Nel loro moto apparente-contrario a quello dei luminari. il listino tecnologico Nasdaq ha registrato performances incredibili. durante il movimento diretto. quando la maggioranza degli investitori è ancora convinta di essere in un mercato al ribasso. anche se il termine “contro”. La fase espansiva appare indebolita e si crea un movimento laterale. i periodi di retrogradazione potrebbero costituire momenti d’approfondimento del passato. in modo da non muovere il listino. può anche rappresentare. può anche trattarsi di fasi in cui gli operatori dominanti nel mercato comprendono che il mercato “toro” è finito e cominciano ad alleggerire le proprie posizioni rialziste. i pianeti retrogradi possono completare quello che non è stato possibile attuare in precedenza. l’atmosfera non sarà d’euforia come con Giove. Possono crearsi i presupposti e le sinergie tra aziende capaci di condurre a profonde trasformazioni per il futuro. Nel corso della vita. poiché tutti si accorgono che il mercato non ha più nulla da dare e vendono “al meglio” per salvarsi dal ribasso generale. una serie di movimenti laterali. deve fronteggiare i cambiamenti causati dell’ambiente circostante. nella consapevolezza che la fase ribassista è in esaurimento. deve affrontare il processo di crescita ed espansione interiore. non completamente prevista dagli analisti. non significa. così. deve farsi carico di problemi e questioni irrisolte. durante il quale il pianeta indica . detti anche base o bottom. animosità. chiamato di distribuzione. necessariamente.Casa Undicesima Argomento 161 do i prezzi sono vicini ai massimi. Il periodo di retrogradazione marziana assume un’importanza particolare. Si può anche trattare di fasi di “accumulazione”. Con Urano in Acquario. Gli aspetti Marte/Urano possono determinare periodi di particolare fermento nel comparto dei tecnologici. Si formano. momenti in cui si manifesta un brusco declino dei prezzi. a meno di aspetti collaterali.

perché la fase illuminante potrebbe permettere una decisa obiettività. Meskalila Nunzia Coppola. Mary Olmeda. Giovanni D’Amico. Gabriella Leopizzi. Chiarastella Ghersani. rivolgendosi a Venere: “Solo a te è dato infatti concedere agli uomini il dono della tranquilla pace. Michela Mutiara. e dal tuo labbro pende del nume supino lo spirto. che sul tuo grembo sovente la testa reclina. Per riesaminare il proprio comportamento e apportarvi le opportune modifiche. Isabella Orsini. possono indicare il tipo d’energia funzionale ai bisogni e agli obiettivi da conseguire per l’eventuale avanzamento personale. Alcune preoccupazioni della società e dell’uomo moderno sono il risultato di un uso sbagliato di questo potere. Nel periodo centrale del movimento retrogrado. Marte si trova in opposizione al Sole e non in congiunzione. L’abbonamento scade sempre il 31 dicembre. Sandra Zagatti. Cristina Negro. Rosamaria Lentini. Fabrizio Cecchetti. bramosamente fiso suggendo per gli occhi d’amore. Lidia Fassio. Stefano Capitani. Chameli. è necessario rivedere in modo obiettivo il rapporto con il proprio Sole. Evelina Paoletti. Maria Grazia La Rosa. Anna Maria Neri. Roberta Fianchini. le esperienze aventi come scopo il progresso personale. Concludo con il verso del “De Rerum Natura” in cui Lucrezio accenna a Marte. Rosanna Gosamo. Le congiunzioni ed eventuali aspetti che Marte forma in stazione retrograda. poiché della lotta cruenta son gli uffici spietati commessi al potente ne l’armi Marte. Margherita Fiorello. Clara Tozzi. il ben tornito collo poggiando.162 Casa Undicesima Argomento il potere di agire e di affermarsi nel mondo. Nella Bernardi.” Sunto di interventi di (in ordine alfabetico): Emanuela Badiali. Maria Teresa Mazzoni. rinnovatelo entro il 31 gennaio. Rita Romagnoli. possono dare i loro frutti. a te gli occhi solleva. Tina. vinto per te d’amore per piaga che mai non si chiude. fino all’opposizione al Sole è una fase preparatoria. Giovanni Pelosini. Nazarena Marchigiani. La prima metà del periodo retrogrado di Marte. Dopo la conclamazione dell’opposizione (retrograda). Il momento migliore è il periodo d’opposizione al Sole. Aiuterete l’Associazione a mantenere la stessa quota! . Rosanna Bianchini.

163 CASA NONA Viaggio-studio del CIDA a Rodi CASA PRIMA dal 18 al 25 settembre 2006 Claudio Cannistrà Brian Claark Astrologia mondiale: Il ciclo di Chirone Ariel Sharon e lo stato di Israele Claudio Cannistrà Segnalazioni bibliografiche .

trasforma le acque dell’isola in giardini di giada. Ma infiniti altri tesori sono da scoprire. È la luce che rende il vino dell’isola così ricco e che dona all’ibiscus (simbolo floreale di Rodi) il suo affascinante colore rosso. conosciuta anticamente come “Isola delle Rose” e “Isola delle farfalle” per la quantità di fiori e farfalle che inondavano le sue colline. vagando in ogni angolo. La luce dell’isola.A. Rodi è ricca di miti e di storia perciò c’è tanto da scoprire e siti da visitare per gli amanti di cose antiche e di simbolismo. dona indubbia bellezza alla dorica frugalità dell’Acropoli di Lindos. Con il Sole che ci accompagna. 142-922 Per la prossima vacanza-studio abbiamo scelto come meta il calore e il colore dell’isola di RODI. il Dio del Sole. Il sole inonda con i suoi raggi il bellissimo castello di Rodi. brillante. che sempre a Rodi si innamorò della figlia di Poseidone. la moschea di Solimano e la Chiesa di Evangelismòs. la nostra vacanza sarà portatrice di benessere per il fisico e di crescita per mente e spirito. Nella capitale non si può perdere il Palazzo del Gran Maestro. per cui una settimana . accompagna i battiti delle città nuova brulicante di vita. ornata da pitture neobizantine. la ninfa Rhoda. trasparente. Non fu per caso che per così tanti secoli il Dio Sole vi fosse venerato tanto da dar vita ad una delle sette meraviglie del mondo antico.164 Argomento Casa Nona VIAGGIO-STUDIO DEL CIDA A RODI dal 18 al 25 settembre 2006 L. il Colosso di Rodi. bianca. circonda ogni cosa. Fu a Rodi che Zeus onorò Elio.

. che parla italiano. Fermata bus di linea nei pressi dell’hotel per chi volesse muoversi agevolmente senza noleggiare l’auto. Coste che alternano pareti rocciose a spiagge meravigliose. Infatti avremo come ospite straniero. presidente Dante Valente in occasione del Congresso di York. gruppo). Studi astrologici Il viaggio del 2006 ci regalerà il contatto con la cultura anglosassone. Vi faremo sapere quali drappi colorati portare con voi per uno spettacolo coreografico finale. piene di fiori e farfalle. invitato dal ns. i resti archeologici un po’ ovunque (Lindos. Ricerca che non avrà mai fine perché ci regala quotidianamente sempre nuovi spunti di approfondimento. Con un’escursione giornaliera. con delle cittadine così belle da essere poste sotto la tutela dei beni culturali e con un monastero del 18° secolo. L’albergo che ci ospiterà è il “CLUB ESPERIDES BEACH” (4 stelle) situato sulla bella spiaggia di Faliraki. in sala privata e vari relatori si alterneranno per tenere sempre viva la fiamma della ricerca nei confronti della nostra affascinante disciplina. Anche oggi è stimata una delle più suggestive dell’Egeo. come di consueto. Mike Edwards. È uno dei santuari più importanti del Dodecaneso. ove sostano regolarmente i battelli turistici. consacrato a S. uno dei più noti esponenti del mondo astrologico inglese.) cattureranno la nostra attenzione e il nostro interesse. ecc. all’inter no le valli lussureggianti. il pomeriggio dalle 17 alle 20. Sarà accompagnato dalla moglie Mary. si può visitare l’isoletta di Simi (12 miglia a nord di Rodi.Casa Nona Argomento 165 potrebbe risultare un po’ stretta. esperta di alchimia che ci intratterrà su questo “magico” argomento.Michele di Panormiti. nella baia omonima a sud dell’isola. e anticamente ritenuta culla delle tre Grazie). dotato di tutti i comfort (ad aprile faremo comunque una capatina per avere la certezza che corrisponda alle esigenze del ns. La Socia Chiara Gelmetti esperta di danze antiche e simboliche coordinerà alcune danze rituali. Dista 3 km dall’omonima località e 13 km dalla città di Rodi. di verde e corsi d’acqua. Gli incontri si terranno. Kamiros.

tutto quanto non specificato nel pacchetto base.5226201 – zorart@libero. Inviare successivamente a Nadia Paggiaro.it .222843 . A – 4 stelle) per 7 notti Trattamento di pensione completa con formula “tutto incluso” Assicurazione bagaglio e assistenza alla persona Trasporto aereo in classe economica con volo speciale da Milano e Verona – di linea da Roma Trasferimenti aeroporto/hotel/aeroporto in pullman a Rodi Tasse iscrizione. Salvador CIN 0 – ABI 02008 – CAB 02004 – c/c 000004636353 intestato ad Arturo Zorzan e Nadia Righetto Paggiaro. vale a dire “più presto ti prenoti meno paghi”.00 (ancora non pervenuto) 45.00 tramite bonifico – c/o Credito Italiano – filiale di Venezia – Campo S.00 * (fino al 20 aprile) 210. La quota comprende ● ● ● ● ● ● ● ● Sistemazione in camera a due letti con servizi presso l’hotel CLUB ESPERIDES BEACH RESORT (cat. aeroportuali e percentuali di servizio agenzia Sala riunioni e strumentazione per incontri gruppo Assistenza di personale specializzato Alpitour durante il soggiorno e negli aeroporti La quota non comprende Le mance e gli extra in genere .5346047 – nadiarp@libero. tramite fax 041.041. Perciò la quota sopracitata è valida fino al 20 aprile.le assicurazioni facoltative eventuale adeguamento carburante .00 * Il Tour Operator quest’anno ha adottato la formula delle compagnie aeree. Per qualsiasi altra informazione potete contattarci – Tel. 042.le escursioni .5346047 – fotocopia del versamento indicando anche indirizzo e n° telefonico.166 Argomento Casa Nona Quota di partecipazione ● ● ● ● Per persona in camera doppia Supplemento camera singola per 7 notti Supplemento volo linea da Roma Assicurazione annullamento (facoltativa) € € € € 780.it – 041. Non ci è stato ancora quantificato ufficialmente l’aumento in data successiva ma potrebbe variare dai 35 ai 50 euro. Iscrizioni Per iscriversi al viaggio è necessario inviare l’acconto di euro 250. Come documento di viaggio è sufficiente la Carta d’Identità.

Ciò è avvenuto il 7 marzo 2001 con transiti più che eloquenti. dopo l’inizio della rimozione di alcuni degli insediamenti illegali israeliani a Gaza ed in Cisgiordania. Un premier controverso Il premier israeliano. a Tel Aviv. testardo. La sua carta mostra quali tratti principali un Sole in Pesci in casa dodicesima. 142-930 La complessa situazione mediorientale. Urano è anche in perfetta quadratura all’asse Medio Cielo/Fondo Cielo (vedi Fig.Casa Nona Argomento 167 Claudio Cannistrà ARIEL SHARON E LO STATO DI ISRAELE L. i successi militari e le scelte controverse effettuate.A. spesso noto con il soprannome di Arik. . è nato il 27 febbraio 1928. alle ore 7:36. l’Ascendente ed i pianeti all’inizio dell’Ariete. tanto sono chiare e lampanti. 1). il Sole in Pesci. un Ascendente in Ariete con un Giove sorgente e con un forte Urano nelle vicinanze. è andata complicandosi dopo l’improvvisa uscita di scena del premier israeliano Ariel Sharon.1 Le indicazioni relative alla salute. come la responsabilità nel massacro di Sabra e Chatila. elemento che può indicare un’assunzione di pesanti responsabilità. soprattutto per le configurazioni dei pianeti lenti. mentre Urano formava una quadratura secca con la stessa Luna. che ha finito per convogliare tutte le sue positive energie su numerosi pianeti radix di Sharon: la Venere in Acquario. Si tratta di elementi più che sufficienti ad indicare un carattere non facile. che si riscontrano nella carta dell’ex generale israeliano non meritano molti commenti. a volte anche dittatoriale. Nel mese di marzo. che sembrava presentare spiragli reali di pace. va notata l’azione di un potente trigono celeste fra Giove e Nettuno. che spiegano la militanza per anni di Ariel Sharon nell’esercito israeliano. formatosi dall’autunno del 2000 alla primavera del 2001 fra l’inizio dei Gemelli e l’inizio dell’Acquario. irruente e deciso. In particolare. non mancava una congiunzione di Saturno sulla Luna natale. Credo che l’analisi del tema di questo controverso personaggio e la sua comparazione con quello dello stato di Israele possa essere un buon punto di partenza per meglio comprendere l’andamento dell’attuale situazione politica mediorientale e per poter fare qualche previsione sul suo futuro. prima di diventare l’undicesimo primo ministro israeliano. colpito il 4 gennaio scorso da una grave emorragia cerebrale. il cui vero nome è Ariel Scheinermann.

alle ore 22:50 (Luna in Pesci. in cui attualmente Ariel Sharon è relegato e sul suo futuro andamento. non si è più ripreso. che richiama il tipo di patologia che l’ha colpito. che con precisione cronometrica si trovava in congiunzione al Sole natale a 7° 23’ in Pesci.168 Argomento Casa Nona FIG. possiamo ricavare valide indicazioni sullo stato di coma vegetativo. desta impressione l’analisi del transito di Urano. Urano a 7° 17’ in Pesci) per essere dimesso qualche giorno dopo ed essere colpito di nuovo il 4 gennaio 2006. permanendo nello stato di coma vegetativo. Da quest’ultimo aspetto e dalla presenza di Nettuno sulla cuspide della casa sesta. Basti pensare all’Ascendente in Ariete. in encadrement con Urano e Giove. . Ricordo che il leader israeliano è stato ricoverato una prima volta in ospedale il 18 dicembre 2005 per un leggero ictus (Luna fra la fine del Cancro e l’inizio del Leone. 2).Il tema natale di Ariel Sharon. ed alla congiunzione Sole/Mercurio in Pesci. fra la fine di dicembre 2005 e l’inizio di gennaio 2006. A tale proposito. Sottoposto a due lunghi interventi chirurgici. Urano a 7° 50’ in Pesci). 1 . in casa dodicesima. in stretta quadratura con la Luna. da una grave emorragia cerebrale (vedi Fig.

i destini di ciascun paese sono rappresentati dal re. seppure con elementi di grande intensità. a Tel Aviv. Egli rappresenta il paese stesso ed in qualche maniera si carica della responsabilità “astrologica”. 2 . sia esso un Presidente nel caso di una repubblica presidenziale o un Primo ministro o al limite un dittatore. in definitiva unisce il suo destino a quello del suo popolo. a parte le considerazioni di tipo medico-astrologico. dal principe o da chi lo governa. A questo proposito. Oggi. più in generale potremmo dire dalla persona. .Casa Nona Argomento 169 FIG. che non sono di mia competenza in questa sede. avvenuta il 4 gennaio 2006 alle ore 22:50. non bisogna dimenticare che secondo i dettami classici dell’astrologia mondiale. Per queste ragioni risulta di grande interesse lo studio della sinastria fra un capo di stato ed il tema di nascita del paese da lui governato. relazione che si evince comparando il suo tema con quello dello stato di Israele e che si mostra complessa e contraddittoria.I transiti al momento dell’emorragia cerebrale. ciò che desta maggiore interesse è la relazione tutta particolare. che in qualche maniera si trova al vertice politico del paese. Tuttavia. che questo grande capo di stato ha tenuto con il suo paese.

Lo stato di Israele Per nostra fortuna. guerre e tensioni marziane fin dal primo momento in cui il paese ha ottenuto l’indipendenza. momento nel quale Ben Gurion dopo aver letto la carta dell’indipendenza ed averla fatta firmare ai 24 membri del Comitato Nazionale. . nel caso dello stato di Israele (vedi Fig. dipendenti da due versioni leggermente differenti fornite da due testimoni oculari. alle ore 16:37. contrasti. L’incertezza sull’orario di questo evento è solo di cinque minuti. più adatte al segno dello Scorpione che non all’equilibrata e tremebonda Bilancia. abbastanza precise. ma sufficiente a spostare l’Ascendente dall’ultimo grado della Bilancia al primo dello Scorpione. 3 . I valori Scorpione sembrano avere sicuramente importanza.Il tema natale dello stato di Israele. non si può non affermare che nella giovane storia di Israele non vi siano state lotte. dichiara: “Lo stato di Israele è nato”. Come riportato da Nick Campion nel volume “The Book of world horoscopes” si tratta del 14 maggio 1948.170 Argomento Casa Nona FIG. Detto questo. in quanto l’Ascendente e la prima casa rappresentano il simbolismo globale di uno stato. 3) disponiamo di una data e di un’ora per la carta di nascita.

Casa Nona Argomento 171 Tuttavia. in Cancro. Questo tema fa cadere le culminazioni della temibile coppia Plutone/Saturno in Leone. questa casa in astrologia mondiale assume anche altri due significati. Per non parlare della linea del Nodo Lunare. Arabia Saudita ed Yemen. signore dell’Ascendente in Scorpione. soprattutto filosofiche (basti pensare al sionismo). in nona casa (la terra e la patria in un paese lontano). Fra questi spicca la Luna in Leone. è interessante dare uno sguardo anche al tema astrocartografico (vedi Fig. . elementi di integralismo e di ciclici contrasti nella compagine governativa. ma anche protezioni “altolocate”. proprio sul Medio Cielo. che nel fondo si sente superiore a tutti gli altri per le sue convinzioni. Questo simbolismo sembra essere rimarcato anche da Venere signora del Toro. in entrambe le ipotesi rimangono praticamente inalterati tre elementi centrali: a) L’importanza della casa decima. Viceversa. Si tratta dell’opposizione. che unisce in un sinistro filo destinico Teheran. interessa l’Iran e gli Emirati Arabi. che si evidenziano con maggioranze parlamentari sempre risicate. le capitali di Iran. uno più stretto con Marte ed uno più largo con Saturno). Tale asse rappresenta in astrologia mondiale l’immigrazione. che incrocia il Sole e Chirone. quadra perfettamente l’asse seconda/ottava. Segue la coppia di pianeti malefici Plutone e Saturno. che ospita ben quattro pianeti. un altro aspetto merita grande attenzione. che ha caratterizzato lo stato ebraico fin dalla sua nascita. b) La forza dei valori Toro (posizione del Sole. Riyadh e San’a. che potremmo definire generazionale fra Giove ed Urano. proprio a causa dei territori e delle risorse vitali. in questo caso legati alle tremende persecuzioni naziste e sovietiche. che subisce due quadrati. Senza entrare in troppi dettagli tecnici. c) Fra i tanti. a sottolineare ancora di più i continui problemi che Israele ha avuto fin dalla nascita per la sua sopravvivenza. ci indica come gran parte della popolazione abbia colonizzato i territori dello stato di Israele provenendo da paesi molto lontani (Giove in terza e Venere in nona). ma ci riporta anche al simbolismo biblico della “Terra Promessa”. posizionato sempre fra Scorpione e Toro. Tuttavia. ovvero i paesi confinanti. a cavallo fra terza e nona casa. se teniamo in conto che Marte. 4). tre fra i paesi arabi più integralisti e schierati contro la stessa sopravvivenza dello stato ebraico. sull’Iraq e sull’Arabia Saudita. frequenti cadute degli esecutivi e continue elezioni. non sempre amichevoli e sempre pronti ad improvvisi voltafaccia. Indica soprattutto gli ideali e le condizioni da cui un paese nasce. mostrate dalla temibile coppia Saturno/Plutone. ma la casa decima rappresenta anche la maniera in cui i paesi confinanti vedono la società israeliana. un po’ in tutto il mondo per un paese. fattore che potrebbe indicare il grande orgoglio nazionale. Tutto ciò appare più chiaro. praticamente da tutto il mondo e con tutti i mezzi. l’Urano potrebbe richiamare i “vicini” di casa. mentre quella di Marte. Non solo. Questo segno sta ad indicare la “fame” di terra.

dall’altra parte dell’oceano. più complesse risultano le questioni pratiche. La Luna di Sharon in Toro. e dall’altra il perfetto incastro dell’asse Medio Cielo/Fondo Cielo di Sharon (Capricorno/Cancro) con l’asse Ascendente/Discendente del paese (Scorpione/Toro). legate alla conduzione politica. – Per prima cosa spiccano stupefacenti sintonie fra gli Angoli dei due temi. sempre le energie lunari finiscono per passare molto vicino a Washington. È questa una configurazione di estrema importanza. a 6° 51’ in Ariete. – Se sono fuori discussione la dedizione e l’amore di Sharon per il suo paese. a 25° 34’. ed il Medio Cielo di Israele. Da una parte il perfetto trigono fra l’Ascendente di Sharon. evidenziati dai numerosi pianeti che formano aspetti con gli Angoli delle due carte.Tema Astrocartografico dello stato di Israele. relativo alla zona del Medio Oriente. capitale degli Stati Uniti. che per certi versi si mostra sorprendente nel bene come nel male. Da notare le linee del Nodo Lunare e di Plutone. Una sinastria affascinante e complessa E veniamo adesso alla sinastria fra lo stato di Israele ed il suo leader Ariel Sharon (vedi Fig. La linea della Luna copre invece la Giordania. che aiuta il leader a comprendere i bisogni del suo popolo e . va a congiungersi al Sole di Israele in maniera perfetta.172 Argomento Casa Nona FIG. che ha da sempre intrattenuto relazioni più moderate con gli israeliani. mentre. a 3° 55’ in Leone. il paese da sempre “grande alleato” di Israele. 4 . 5).

Casa Nona Argomento 173 FIG. Sharon fornisce ad Israele anche tutta la sua forza marziana di condottiero e di generale. Primi fra tutti le reciproche quadrature Luna/Marte. dal momento che il suo Marte. a 29° gradi in Capricorno. Non mancano aspetti di grande tensione fra questo leader ed il suo paese. ma anche giudicato in maniera controversa. 5 . che in qualche maniera diede ad Israele nuovi territori.Comparazione fra il tema di Ariel Sharon e quello dello stato di Israele. Kadima. finisce per supportare con un bel trigono il Sole dello stato ebraico. auspicio sicuramente non tranquillo per quanto riguarda le “relazioni” diplomatiche . che lo hanno reso un personaggio molto amato. anche nel momento in cui ha deciso di staccarsi dal suo partito il Likud per fondarne un altro. La Luna di Sharon in Toro è in quadratura con il Marte a fine Leone di Israele. può essere indicata da questo aspetto. Domificazione di Ariel Sharon. Lo stesso Marte a 29° gradi Capricorno quadra anche l’asse Ascendente/Discendente in maniera perfetta. La vittoria del generale nella guerra dei sei giorni. – – che serve a valutare il suo grande carisma ed il seguito avuto. che hanno determinato un favore popolare soggetto ad improvvisi mutamenti. mentre il Marte capricornino del generale finisce per opporsi alla Luna leonina dello stato ebraico.

sempre in Leone a 28° 19’. che lo hanno colpito in maniera inattesa. Una decisione che ha finito per determinare proteste da una parte della popolazione. e la scelta di fondarne uno nuovo. – e l’equilibrio del rapporto. che non ha compreso i reali obiettivi politici del suo premier (valori lunari lesi). 6 . che ha determinato un piccolo terremoto nella vita politica israeliana (Marte di Sharon è anche in prossimità della quarta casa di Israele. . non ha potuto concretizzarsi completamente con il meritato successo del suo ideatore per i tragici eventi. Domificazione dello stato di Israele. Questa scelta. quando era generale durante le varie campagne di guerra fino all’ultima sofferta decisione di sgombero dei territori occupati. a 4° gradi in Acquario). quasi perfetto. Altro aspetto inquietante è rappresentato dalla perfetta congiunzione fra Nettuno a 27° 33’ in Leone di Ariel Sharon con il Marte di Israele. L’ultimo esempio ci è stato dato dalla rottura di Sharon con il suo partito. il Likud. Come non pensare ad idee politiche e ad ideali non condivisi o comunque non accettati da tutta la popolazione? Tutti questi aspetti spiegano le scelte impulsive del leader.Comparazione fra il tema dello stato di Israele ed il grafico di Ariel Sharon. pur dimostrandosi azzeccata. E d’altra parte i due Marte (in Capricorno ed in Leone) formano un quinconce.174 Argomento Casa Nona FIG.

Per fortuna. essendo trascorsi cento giorni dall’inizio dello staFIG. Aveva da poco lasciato il Medio Cielo e la Luna radix del tema dello stato di Israele (vedi avanti) e si congiungeva a Saturno e a Plutone. Dal 10 gennaio i poteri di Ariel Sharon sono stati trasferiti al vice premier e ministro delle finanze. Non intendo dilungarmi ulteriormente e lascio al lettore stabilire tempi e modi dei prossimi eventi. imponendo rinunce necessarie a mantenere la sopravvivenza. se osserviamo la situazione planetaria attuale. che nel frattempo ha vinto le elezioni alla guida di Kadima. La destituzione effettiva dell’anziano premier per “incapacità permanente” ad espletare le proprie funzioni è esecutiva a partire dal 14 aprile. presenta uno stellium di Sole. quasi ad anticipare i tragici eventi. . Cinnabar Books. Mercurio. NOTE 1 Il 7 marzo la Luna di transito si trovava in Leone. 1995. Ehud Olmert. The Book of world horoscopes.Ariel Sharon. to di fisica impossibilità. riservandomi per il futuro un’analisi anche della situazione degli altri paesi arabi della regione. ed in trigono alla Venere in Acquario di Sharon. Giove e Nettuno nei primi gradi del segno della Bilancia e pertanto in buon aspetto con l’asse Medio Cielo/Fondo Cielo di Israele. 7 . BIBLIOGRAFIA ■ NICHOLAS CAMPION. Marte e la cuspide della casa ottava. Ehud Olmert. il nuovo partito voluto proprio da Sharon. che in questi mesi hanno interessato punti chiave del tema dello stato di Israele (Medio Cielo e Luna) e che fra breve colpiranno il Sole. che avrebbero riguardato il mandato di Sharon. nato il 30 settembre 1945. sempre in decima casa. elementi che possono far ben sperare che egli aiuti il suo paese e continui l’opera del suo predecessore. non possiamo non soffermarci con stupore sui potenti aspetti di Saturno.Casa Nona Argomento 175 Un futuro incerto Infine.

cubo. ma anche come punto di partenza per affrontare e comprendere la teoria degli aspetti planetari. 280. non solo da un punto di vista culturale per approfondire meglio le interconnessioni esistenti fra geocentrismo ed eliocentrismo. Il testo riporta anche le immediate risposte agli interventi del pubblico su aspetti particolari del tema. Conoscere queste opere è senza dubbio di grande aiuto per gli astrologi.L’arte di rubare il fuoco: Urano nell’Oroscopo . che vide la luce molto più tardi a Linz nel 1619. Johannes Kepler. pp.Ed. ai quali Keplero fa riferimento nel Mysterium (tetraedro. teoria musicale e cosmologia ed è di grande rilevanza per tutti coloro che desiderano approfondire temi legati alla storia della scienza. dodecaedro. Nel testo. in vista però di una trasformazione che rende l’uomo capace di dominare la natura col fuoco della coscienza. icosaedro) hanno una specia- .A. ottaedro. 2003. per lo più identificata con quella di Prometeo. Il volume. Firenze.176 Argomento Casa Nona Claudio Cannistrà SEGNALAZIONI BIBLIOGRAFICHE L. Astrolabio 2006.Cosmologia e armonia in Kepler e Mersenne: contrappunto a due voci sul tema dell’Harmonice Mundi . Questi temi sono evidenti sia nel “Mysterium Cosmographicum”. sia nell’”Harmonices mundi libri quinque”. pp. 244. oltre ad essere un convinto assertore delle teorie copernicane.Olschki. I cinque solidi regolari o “cosmici”. il ciclo di Saturno e il ciclo di Urano comparati. L’immagine mitica di Prometeo punito da Giove – per aver trasmesso agli uomini la conoscenza – ben rappresenta a tinte forti il prezzo che l’uomo deve pagare per la conoscenza uraniana. pubblicato nel 1596. quando il suo autore aveva solo 25 anni. Urano nelle case. col consueto acume e originalità l’autrice passa in rassegna: la mitologia uraniana. 142-970 LIZ GREENE . con applicazioni svariate su temi natali e in casi complessi. L’UNIVERSO PITAGORICO DI KEPLERO N ATACHA FABBRI . i transiti di Urano. era anche un profondo conoscitore del “Corpus Hermeticum” e più in generale della filosofia mistica pitagorica. affronta un tema complesso in cui convergono matematica. scritto in maniera veramente chiara da Natacha Fabbri.

L’opera è anche utile per meglio comprendere le differenze ed il dibattito. la proporzione e i rapporti dei moti celesti. ma di questa scoperta solo pochi contemporanei si accorsero. Egli fu l’infaticabile corrispondente degli intellettuali di tutta Europa ed il grande teorico del meccanicismo. Ciascuno di essi. come era stato fino ad allora. l’interesse per le armonie prevale sulle componenti astronomiche. di cui tratta il volume della Fabbri. Esistono. numero e peso”. Allo stesso modo il solido può essere circoscritto alla sfera. . pertanto. perché Dio ha accordato alla loro natura il numero. Il libro è l’espressione di un progetto universale. In ogni caso. tanto l’opera era impregnata di filosofia. L’altro personaggio. Ma Keplero desidera dimostrare che quei cinque corpi regolari hanno goduto di così grande fama dai tempi di Pitagora e Platone. In particolare per Keplero l’intero creato dal sistema solare alle relazioni umane è governato da leggi di Armonia. che intercorsero fra Keplero e l’inglese Robert Fludd. l’opera ci mostra come in entrambi questi autori emerga una salda fede in un Dio musico. il discorso acquista toni mistici e fideistici. 1 .Il modello utilizzato da Keplero per spiegare le distanze relative dei pianeti dal Sole nel sistema copernicano. può essere inscritto in una sfera in modo che tutti i vertici tocchino la superficie. La ricerca di una trama armonica dell’Universo portò Keplero alla formulazione proprio nell’Harmonice [sic] della sua terza legge. teologia e studi astrologici. solo cinque solidi perfetti e cinque intervalli tra i sei pianeti del sistema solare. egli affianca rapporti musicali o meglio armonici. modello FIG. che ha creato il mondo secondo il versetto biblico “hai disposto tutte le cose secondo misura.Argomento 177 le caratteristica: soltanto in essi le facce sono identiche e formate dal medesimo poligono regolare. Infatti. Certamente meno conosciuto al grande pubblico. Si parla di cinque poliedri stellati e viene associato ad ogni pianeta un tono od intervallo musicale. Nell’Harmonice [sic] mundi. A questi solidi viene anche dato il nome di solidi “pitagorici” o “platonici”. ovvero ai rapporti geometrici che Keplero aveva teorizzato nel Mysterium. Fludd nel suo “Utriusque cosmi” del 1617 aveva proposto un modello cosmologico molto differente da quello di Keplero. è Mersenne. ma di grande rilevanza per le sue teorie sul fenomeno della consonanza musicale e per la sua posizione nell’ambito della storia della scienza. con il quale l’autore intende mostrare come le leggi dell’Armonia si possano scorgere ovunque nel cosmo. essendo perfettamente simmetrico. ma l’impronta divina non si scorge esclusivamente nella perfezione del moto circolare uniforme. la quale toccherà il centro di ciascuna delle sue facce.

178

Argomento

che immaginava il sistema solare come un gigantesco monocordo, accordato da una mano divina, sul quale le distanze dei pianeti dal Sole erano in proporzione con la lunghezza delle corde necessarie a produrre determinate note. Il volume è uno dei pochi sul mercato che affronti un argomento tanto complesso quanto caro al mondo astrologico; nel raccomandarlo ai nostri soci, bisogna ricordare non ultimo il costo abbastanza contenuto (solo 21 Euro), tenendo conto anche delle caratteristiche di pregio della casa editrice, che ha pubblicato il volume, la Olschki di Firenze. SOLE E LUNA SI PRESENTANO Sicuramente più semplici ed adatti ad un pubblico molto più vasto sono i due piccoli volumi che seguono. Jean-Louis Heudier, Myriam Schleiss, Christine Ehm - Sole - Rizzoli libri illustrati, Milano, 2004, pp. 120.

Christian Nitscheim, Myriam Schleiss, Christine Ehm - Luna - Rizzoli libri illustrati, Milano, 2004, pp. 120. Di Sole e Luna conosciamo quasi tutto da un punto di vista astrologico, ma forse un po’ meno sui versanti astronomico, mitico e simbolico. Per queste ragioni questi due libri possono essere un buon approccio per chi si avvicina per la prima volta alla nostra disciplina e vuole conoscerne anche il versante storico-scientifico, ma senza impazzire con lo studio di testi di astronoma, sempre molto complicati. Con l’aiuto di moltissime illustrazioni a colori e corredati da centinaia di voci compilate da noti ricercatori, storici, scienziati e scrittori, i due volumi conducono il lettore attraverso due affascinanti viaggi alla scoperta del Sole e della Luna. Dalle teorie scientifiche del passato ai moderni, dalle prime osservazioni alle conoscenze attuali, i due astri vengono esaminati attraverso tutti i loro aspetti storici, letterari, mitologici e scientifici. Sarà possibile indagare a fondo la realtà e la magia di questi astri, che hanno fatto fiorire nei secoli leggende e credenze religiose, dispute filosofiche e nuove verità scientifiche. La struttura di entrambi i libri è identica; sono di facile lettura e la grande massa di informazioni proposte ha anche un prezzo molto contenuto, solo Euro 9.90. Si ringrazia la socia Cristiana Tretti per le segnalazioni. Usciranno tra breve due nuovi lavori di Antonio Capitani (v. pag. 87) e di Fulvio Mocco (v. pag. 88).

Casa Nona Argomento

179

ELENCO dei DELEGATI e CORRISPONDENTI del Centro Italiano di Discipline Astrologiche
L.A. 142-980

Sede centrale dell’Associazione: Via della Grada, 4 - 40122 BOLOGNA
Presidente: DANTE VALENTE - Via Monzambano, 13 - 20159 Milano - Tel. 02-69005576 e-mail: davalente@fastwebnet.it Segretario: CLAUDIO CANNISTRÀ - Via Vizzani, 74 - 40138 Bologna - Tel. 051-342445 e-mail: canniclau@libero.it

DELEGATI REGIONALI E LOCALI
ABRUZZO BIA GATREN - Via dei Cimatori, 14/A - 00186 Roma - Tel. 06-6877803 Via Silvino Croce, 11 - 66026 Ortona (Chieti) - Tel. 085-9065565 Collaboratore: GIANNI D’ANGELO - Viale Riviera, 193 - 65123 Pescara - Tel. 085-4710019 - Cell. 340-1452257 e-mail: giannid1@libero.it CAMPANIA CLARA NEGRI - Via Trinità degli Spagnoli, 33 - 80132 Napoli - Tel. 081-407550 e-mail: clara.negri@libero.it EMILIA ARMANDO BILLI - Via Berengario da Carpi, 7 - 40141 Bologna - Cell. 348-8057972 e-mail: a.billi@libero.it Collaboratore: ANNA COLACICCO - Via Cracovia, 9 - 40139 Bologna - Cell. 347-5600067 e-mail: anna_colacicco@virgilio.it FRIULI VENEZIA GIULIA LIDIA CALLEGARI - Via F. Bonazza, 61- 34149 Trieste - Tel. 040-941263 e-mail: lidiacallegari@yahoo.it Segreteria: LICIA RAINÒ - Via Junker, 6 - 34014 Grignano (Trieste) - Tel. 040-224647 Sede della Delegazione (gruppo ONLUS Tergeste): Via Mazzini, 30 - V piano - 34121 Trieste LAZIO VITTORIO RUATA - Via Antonio Silvani, 108 - 00139 Roma - Tel. 06-88640922 e-mail: ruatabilotta@tiscali.it

180

Argomento Casa Nona

Consiglieri di Delegazione: MARIA GRAZIA LA ROSA - Piazza A. Righi, 8 - 00146 Roma - Tel. 06-5572242 e-mail: giacki@inwind.it MARY OLMEDA - Via Foglia, 3 - 00199 Roma - Tel. 06-86200959 e-mail: m.olmeda@tin.it Collaboratore: ROSSELLA BILOTTA - Tel. 06-88640922 e-mail: ruatabilotta@tiscali.it LIGURIA TIZIANA BERTONE - Via Cornigliano, 12 int. 5 - 16152 Genova - Tel. 010-6502617 - Cell. 338-6258781 e-mail: renza.bertone@fastwebnet.it LOMBARDIA ADRIANA RAMPINO CAVADINI - Via Morgantini, 14 - 20148 Milano - Tel. 02-48712992 e-mail: adriana.cavadini@aliceposta.it Collaboratori di Delegazione: AVE ROMAN - Tel. 02-4235930 GIUSEPPE CARFÌ - Tel. 02-29533106 PIEMONTE ROCCO PINNERI - Via Tetto Nuovo, 10 - 10025 Pino Torinese (TO) - Tel. 011-8111292 e-mail: roccopinneri@tiscali.it ROMAGNA ATTILIO MATTIOLI - Via Papa Giovanni, 9 - 47034 Forlimpopoli (Forli) - Tel. 0543-741158 Collaboratore: RINO MANEO - Via dell’Aida, 5 - 48100 Ravenna - Tel. 0544-270652 e-mail: rimaneo@libero.it TOSCANA NICOLETTA ZIGNANI - Via Rosellini, 10 - 50127 Firenze - Tel. 055-353495 e-mail: zignanin@libero.it TRENTINO-ALTO ADIGE FRANCA RIGONI BERNARDI - Via Venezia, 25 - 38100 Trento - Tel. 0461-237068. e-mail: giosbernardi@inwind.it Collaboratore: ISABELLA LINDEGG PASQUALI - Via Ottaviano Rovereti, 4 - 38100 Trento - Tel. 0461-913591 VENETO ARTURO ZORZAN - Via S. Bona Nuova, 106 - 31100 Treviso - Tel. 0422-22843 - Cell. 347-4474877 a Venezia: Cannaregio, 6079 – Tel. 041-5226201 e-mail: zorart@libero.it Collaboratore: NADIA PAGGIARO - Via Adda, 5 - 30174 Mestre - Tel. 041-5346047 e-mail: nadiarp@libero.it CATANIA LILIANA COSENTINO - Viale Regina Margherita, 35 B - 95123 Catania - Tel. 095-312251 e-mail: lcosentino@libero.it

it Collaboratore: GEA VITALE VERONA CARLA PRETTO . Laporta.it NAPOLI . 75 . 3 .Via M. 031-761042 e-mail: mauisa49@libero. 0141-840868 e-mail: monliv@libero.Casa Nona Argomento 181 CIVITAVECCHIA FABRIZIO CORRIAS .37126 Verona . 0332-223770 e-mail: ginou@tele2.Via Manzoni 24 . 338-7439897 e-mail: julyferrari@inwind.it ASCOLI PICENO STEFANIA PARTINI CENCIARINI . 9 .00053 Civitavecchia (Roma) .it VARESE GENEVIÉVE JAMA GIAMMARINO .it ALESSANDRIA ALDO VISENTIN .15100 Alessandria .Piazza Metello.22060 Arosio (Como) .it RAGUSA PIPPO PALAZZOLO . 0922-595230 e-mail: sebastiano. 0931-465485 e-mail: romira@libero. Giorgio a Cremano (Napoli) .Tel.12058 Santo Stefano Belbo (Cuneo) . 0736-252576 ASTI LIVIO MONTANARO .Corso Gelone. 0766-542307 e-mail: corriasfabrizio@libero.Tel.Tel.it LECCE JULY FERRARI .Tel.it COMO e LECCO MARIA LUISA DELL’ORTO . 11 .Tel.Via G.Via Monti Volsini.Via Dante Alighieri.Tel.catalano7@tin.HINTERLAND MARIA VACCA . 116 .80046 S. 0131-236445 e-mail: visaldo@tin.Tel.92100 Agrigento .63100 Ascoli Piceno .Tel. Federici.Via Della Pira. Mameli. 4 . 3 .Via M. 0832-350457 .Tel.97100 Ragusa .Cell. 0932-642619 e-mail: pippopalazzolo@hotmail.Via Forlanini.Tel.21020 Luvinate (Varese) .it . e fax 045-8344149 e-mail: ptcarla@tin.73100 Lecce .Tel.it CORRISPONDENTI AGRIGENTO SEBASTIANO CATALANO .Tel. 116 . 5 A . 116 .Via Stazione 18/A .com SIRACUSA GIUSEPPE RODANTE .Via Testore.96100 Siracusa . 081-7711034 e-mail: mariavacca@libero.

Tel. 0544.18 . uff.Via N.it PIOMBINO LUCIO CANONICA .Tel.Tel.Cell.Tel.53100 Siena .292267 REGGIO EMILIA LAMBERTO GHERPELLI .84080 Capezzano (Salerno) .531487 Tel.42100 Reggio Emilia . 46B .Viale Lincoln-Parco Aversano pal/E .Tel.it BRESCIA FULVIA ROVERE .10 .it CHIETI ONOFRIO CEROLI . 030-2090283 CASERTA PAOLO CRIMALDI .27058 VOGHERA (Pavia) .Via Mendola.57028 Suvereto (Livorno) .88100 Caserta . 118 .39100 Bolzano . 3 .Via Bodina. 06-4740910 e-mail: crim. 0544. 0872-569454 Tel. 333-2777851 e-mail: cida. 0565-829089 e-mail: canlucio@tin.Via Chiantigiana.Tel. 59/B .Tel.Tel.Via Carlo Longa. 085-4710019 e-mail: giannid1@libero. 0383-49523 Fax 0383-363609 .182 Argomento Casa Nona BOLZANO GIANNA MASCIS . 193 .65123 Pescara .lunati@virgilio. 32 .Tel.paolo@virgilio.12100 Cuneo . 6 . 95 . 338-7344877 e-mail: mregno@tiscali.mascis@libero.Via delle Querce.25123 Brescia .66032 Castel Frentano (Chieti) . 0872-56862 CUNEO FIORELLA LUNATI . ab.it .Tel.Via Bisi.it SALERNO MASSIMO CIAGLIA .siena@virgilio. 0522-513635 e-mail: lgherpe@tin.it RAVENNA OMBRETTA SAPORETTI .Via A De Gasperi. 0471-920015 e-mail: gianna. 338-6913555 e-mail: demiantao@yahoo.Tel.it PESCARA GIANNI D’ANGELO . 105 .Tel. 0171-65825 e-mail: fiorella. Zen.it SIENA SUSANNA BENELLI .48023 Marina di Ravenna (Ravenna) .Viale Riviera.it VOGHERA MARINA REGNO .Località Germandine.Via Luzzatti.

Grecia e-mail: tomgemin@otenet.Arenales.it CORRISPONDENTI ESTERI ARGENTINA PIO GOWLAND .P. 049-8935396 .10161 Buenos Aires .com REPUBBLICA CEKA RADMILA VALTROVA . . 0044-1817322717 .Tel.it Segreteria: FIORENZA RAMPIN .orione23@hotmail.15122 Marussi .Tel. 4 .Astrol 262 B Kingsbury Road .Argentina .D. 0385-16159907 e-mail: Slaven Slobodnjak@public.Casa Nona Argomento 183 GRUPPI AFFILIATI PADOVA Gruppo Zodiaco presieduto da Lonardo Stefano .Tel. 049-614038 .Eastwood NSW2122 .F.Tel.E28012 Madrid .Holland . Kountsevskaia St.e-mail: f_rampini@fastwebnet. Kunc 1.Tel.Tel. Box 22040 .Stetten .e-mail: stenigi@libero. 0049-762112453 e-mail: lianella@yahoo.Croatia . e Fax 007-091-4177332 e-mail: ptolomei@levante.O.82.Kromstevenwerf.org SPAGNA JOSÈ LUIS SAN MIGUEL DE PABLOS .nl . 10 – Lorrach . 32 .Plaza de Matuta.Atene .American Federation of Astrologers .S.Russia Tel.NW9 OBT Londra Tel.Espana Tel. 0031-715214017 e-mail: giozattini@casema. Terry Road .12800 Praha 2 .AZ 85285-2040 U.de GRAN BRETAGNA e IRLANDA ROSEMARIE ADAMS .2. 00353-12601955 GRECIA THOMAS GAZIS . 54-18128768 AUSTRALIA ELIDA MARCHISONE .6535 South Rural Road ad TEMPE .121351 Moscow . 0061-02-8583265 BELGIO CHRISTIANE NASTRI .41 .A.Ceska Republika RUSSIA PTOLOMEI SVAROGICH . 2 . Avenue Victor Rousseau .2317 DH Leiden .ap. 0034-91-4281897 STATI UNITI JAMES H.6.Australia .Trojicka 2 .HR 10000 Zagreb . 1478 2”B” . Selva. 352. Diaku 11/A .Via G.Ath.B-1190 Bruxelles CROAZIA SLAVEN SLOBODNJAK .hr GERMANIA LIANELLA LIVALDI LAUN .4°D .London .Dublino Tel.gr OLANDA GIOVANNI ZATTINI .srce.79540 Schlossgasse.35135 Padova Tel.Kingsburg . HOLDEN .

Sono gradite anche notizie.). specie per materie non astrologiche (psicanalisi. I tagli consistenti saranno comunicati all’Autore. I manoscritti non saranno restituiti. la precessione degli equinozi o il domicilio dei pianeti ecc. Sono ammessi lavori non strettamente astrologici in cui sia evidente l’analogia o la connessione con la simbologia astrologica. così come segnalazione di articoli di quotidiani. b) il testo. in formato compatibile con WORD6 per Windows 98. – sentenze arbitrarie. esoterismo.. L’invio di materiale esclusivamente cartaceo comporta grossi ritardi nella pubblicazione e il rischio d’errori di battitura.) volte esclusivamente a migliorare la qualità e la comprensione del testo. 3-5 righe) che chiarisca al lettore il contenuto e lo inviti a leggere in extenso. La conferma sia della ricezione sia dell’eventuale accettazione sarà trasmessa sollecitamente con lo stesso canale. – traduzioni o trascrizioni di lavori senza indicare la fonte. Non si ammettono: – lavori inutilmente prolissi. “Materiale per Linguaggio Astrale”. Per le illustrazioni (grafici. carattere Arial 12. notizie su avvenimenti. salvo che l’Autore accetti che se ne faccia un’opportuna riduzione.A.via Monzambano. in bianco e nero. In alternativa usare un dischetto. note e figure comprese. – linguaggio scurrile o troppo gergale. 13 . Andrebbe corredato da un riassunto assai sintetico (es.1. notizie particolari del mondo astrologico. Sui contenuti Il titolo deve corrispondere effettivamente al contenuto e non deve essere vago o generico.it accuratamente controllato per i refusi. Oppure frasi scultoree o aforismi specie se utili didatticamente. . 2) Inviare separatamente: a) un file per ogni illustrazione. personali e negative prima di esporre le prove (tipo “l’Autore sbaglia quando dice” ecc. curiosità. Valente . inglese o spagnolo dello stesso articolo.in formato JPEG o TIF. ma con maggiori rischi. ecc. – conclusioni “scientificamente” inaccettabili (ad es. osservazioni. – lavori con introduzioni superflue che “spieghino” concetti ampiamente noti al lettore medio (ad es. o ripetitivi. amenità. omeopatia ecc. fig.. Al caso la Redazione può ritoccare o rifare le figure ai fini estetici. mentre sono benvenute le discussioni sulle idee. 2 ecc. con l’indicazione: [qui figura 1.20159 MILANO) con l’indicazione. 142-990 AVVERTENZE PER L’INVIO DI ARTICOLI Modalità di invio Il lavoro va trasmesso preferenzialmente via e-mail all’indirizzo lastrale@fastwebnet.184 Argomento Casa Nona L.). Di regola non si dovrebbero superare le 25 pagine dattiloscritte. La Redazione può anche accettare un’ulteriore versione in francese. interlinea 1. sintattiche.]. Se le figure non sono trasmissibili con lo stesso metodo si provveda all’invio del materiale cartaceo alla Redazione (D.. – uso di termini ermetici o sigle ultraspecialistiche senza spiegarne il significato. tabelle e figure) esistono due possibilità: 1) Inserire direttamente le stesse nel corpo del testo (spezzare in più tronconi se fosse lungo). resoconti d’incontri interessanti per il CIDA ecc. La Redazione si riserva di apportare le modifiche (grammaticali. Per lavori di particolare pregio il Comitato editoriale può prescindere dalle regole suesposte. definire “statistica” un’indagine su tre casi e ritenendo significativi i risultati). Inviare il materiale come allegato. ecc. polemiche sull’operato altrui. – ingiurie personali. anzichè esporre la frase incriminata e dimostrarne l’infondatezza). con le stesse modalità. da denominare col vostro cognome + fig.

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful