P. 1
9788839533944_02_p03_t4 (1)

9788839533944_02_p03_t4 (1)

|Views: 140|Likes:
Published by Julie Gentile

More info:

Published by: Julie Gentile on Jun 10, 2012
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

06/10/2012

pdf

text

original

ANALISI GUIDATA

GUIDO GUINIZZELLI

T4

Vedut’ ho la lucente stella diana
■ Metro: sonetto (schema ABAB, ABAB, CDC, DCD).
1. diana: Venere, la stella del mattino, detta anche Lucifero. 2. anzi ... albore: prima dell’alba. 3. c’ha: la quale ha. 4. sovr’: al di sopra di, più di. 5. dea: dia, provochi. 6. grana: carminio, rosso. 7. cristiana: donna (in senso generico). 8. biltate: beltà, bellezza (francese antico biauté). 9. valore: virtù, qualità morali. 10. fera: fiera, accanita. 11. de dir ... ardito: non avrei il coraggio di parlare. 12. Così ... disiri: Potesse lei conoscere i miei desideri. 13. servito: ricompensato (rovescia a suo favore, nel desiderio, il motivo del servizio d’amore, tipico della poesia provenzale e cortese). 14. de’ martiri: dei miei dolori.

4

Vedut’ ho la lucente stella diana1, ch’apare anzi che ’l giorno rend’ albore2, c’ha3 preso forma di figura umana; sovr’4 ogn’ altra me par che dea5 splendore: viso de neve colorato in grana6, occhi lucenti, gai e pien’ d’amore; non credo che nel mondo sia cristiana7 sì piena di biltate8 e di valore9. Ed io dal suo valor son assalito con sì fera10 battaglia di sospiri ch’avanti a lei de dir non seri’ ardito11. Così conoscess’ ella i miei disiri12! ché, senza dir, de lei seria servito13 per la pietà ch’avrebbe de’ martiri14.

8

11

14

guida all’analisi
In questo sonetto si fondono i due filoni fondamentali della poesia guinizzelliana, la lode della donna e l’analisi delle sofferenze d’amore. Si individuino le zone del testo dove si collocano rispettivamente il primo e il secondo motivo. Con procedimento abituale a Guinizzelli la donna è paragonata agli aspetti più nobili della natura: quali sono? Il poeta ha assistito come testimone ad un fatto miracoloso, la stella del giorno che ha assunto forme umane: in questa direzione, che effetto produce il verbo che apre la poesia («Vedut’ ho»)? Nella seconda quartina ricorrono gli elementi più convenzionali della poesia amorosa, che vengono a comporre una figura femminile altamente stilizzata: quali sono? In quali altri testi di Guinizzelli e degli altri poeti d’amore si possono riscontrare? Le prime due strofe, al di là delle convenzioni, sono attraversate e ravvivate dal motivo della luce: si individuino i termini che lo veicolano. In quale altro testo guinizzelliano lo si può riconoscere? Il termine «valore» che chiude il v. 8 è ripreso nel v. 9: come si chiama questo accorgimento? In quali altri testi lo si può ritrovare? Nelle terzine ricorrono numerosi altri tópoi dell’amor cortese: quali? In quali altri testi di Guinizzelli e di altri poeti si possono ritrovare? Dal punto di vista formale: si esaminino le parole in rima: tra di esse si notano legami di significato, per affinità od opposizione? Individuare le parole chiave e riflettere sulla loro collocazione all’interno del verso. A quale area semantica rimandano i termini usati per indicare gli effetti dell’amore sul poeta?

Guido Guinizzelli • T4

© Pearson Italia S.p.A. Baldi, Giusso, Razetti, Zaccaria

1

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->