Sei sulla pagina 1di 59

Ci siamo messi nei panni di chi organizza un Gruppo di acquisto solidale

FARE LA SPESA INSIEME

La pubblica amministrazione in Italia non brilla per i servizi online. E in pochi li usano

SPORTELLI DIGITALI? SCARSI

www.altroconsumo.it
Anno XXXVIII - Altroconsumo: via Valassina 22, 20159 Milano - Poste Italiane s.p.a.Spedizione in a.p.- D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n 46) art. 1, comma 1, DCB - MI In caso di mancato recapito, restituire al Cmp di Milano Roserio per la restituzione al Mittente previo pagamento resi

259 Maggio 2012


Altroconsumo - mensile - 9,50 Altroconsumo + supplemento Soldi&Diritti - 20 Altroconsumo + supplemento Test Salute - 22 Altroconsumo + supplemento Soldi&Diritti e Test Salute - 32

PRESI AL VOLO
GSM E COMPAGNIE

BIGLIETTI AEREI

Ti aiutiamo a scegliere telefonino e tariffa


CONDIZIONATORI

DOPPIO RISPARMIO

Perch un monoblocco non un acquisto consigliabile

STIAMO FRESCHI

Sommario
36
Marchi verdi: alcuni ci dicono qualcosa, altri mentono

Maggio 2012

44

Proteggi tuo figlio con un casco da bici promosso dal test

Gruppi di acquisto solidale: i fornitori sono affidabili?

16
Risparmi 450

TEST INCHIESTE
10 BIGLIETTI AEREI
Sono davvero utili i siti che promettono di scovare i voli pi economici?

28 TEST SMARTPHONE
A seconda di come lo usate, identificate il modello di cellulare che fa per voi.

40 TESTCONDIZIONATORI
I monoblocco non sono efficienti: il test lo ha confermato.

16 SPESA SOLIDALE
Alla prova i fornitori dei Gruppi di acquisto solidale, per capire se le promesse sono mantenute.

31 SPORTELLI ONLINE
La pubblica amministrazione non fa abbastanza per modernizzare i sistemi.

44 CASCHI PER BICI


Alla prova i modelli per bambini: non tutti hanno superato il test.

24 AL TELEFONINO
Trova le tariffe migliori per parlare, mandare sms e navigare sul web.

36 PROMESSE VERDI
Quali sono i marchi ambientali di cui ci si pu fidare davvero? E quali quelli ingannevoli?

48 IMPATTO AMBIENTALE
Per valutare limpatto di un prodotto sullambiente, bisogna tenere conto di tutto il ciclo di vita.

Contatti
Tutti i numeri sono a pag. 51 www.altroconsumo.it/contattaci

AL TELEFONO

ATTRAVERSO IL SITO

I nostri obiettivi sono linformazione, la difesa e la rappresentanza dei consumatori. Non abbiamo pubblicit. Per i test acquistiamo tutti i prodotti e ci affidiamo solo a laboratori competenti e indipendenti da qualsiasi interesse.

INDIPENDENTI Ci finanziamo con le quote associative e labbonamento alle nostre riviste, che non contengono pubblicit, n informazioni pagate da produttori o da gruppi di interesse politico e finanziario. Lindipendenza totale, a garanzia della obiettivit dei giudizi e dei consigli.

2 Altroconsumo 258 Maggio 2012

www.altroconsumo.it

Energia rinnovabile diffusa


A fronte delle preoccupazoni sulla diminuzione del potere dacquisto delle famiglie, il dato clamoroso su cui riflettere linsostenibile aumento del costo dellenergia elettrica, cresciuto del 10 per cento in tre mesi (vedi a pag. 6). Che si aggiunge allincremento - implacabile negli ultimi anni - di tutti i costi legati ai servizi pubblici, dai trasporti, allacqua, ai rifiuti, per non parlare della benzina. Con laria che tira e il progressivo crollo del reddito familiare, addossare ai cittadini aumenti cos elevati per spese irrinunciabili dovrebbe presupporre promesse e visioni strategiche per un futuro pi roseo. Che lascino intravedere ritorni concreti per tutti, visto che in tutti questi costi la componente tasse incide per una percentuale importante. Il dibattito seguito alla comunicazione degli aumenti della bolletta della luce si concentrato in particolare sui contributi che ciascuno di noi d allo sviluppo della produzione di energia da fonti rinnovabili. Il principio sacrosanto: promuovere la produzione di energia pi pulita e pi economica, ridurre la dipendenza da altri Paesi che ci vendono a caro prezzo petrolio e gas e sviluppare lindustria verde, settore importantissimo anche per la creazione di nuovi posti di lavoro e per consentire uno sviluppo sostenibile. Dunque, al punto in cui siamo, non si pu certo tornare indietro n fermare un settore che deve crescere. Ma quando saranno alleggerite le nostre bollette? Cio, quando questi costi avranno dei ritorni economici per le tasche di tutti? La prima cosa da fare rivedere la distribuzione degli incentivi. Non vanno pi elargiti generosamente ai grossi impianti, finanziando i business della produzione di energia alternativa, che non solo hanno spesso devastato paesaggi, vigneti e uliveti, ma sono assolutamente insufficienti a far fronte ai fabbisogni di energia del Paese. Gli incentivi vanno destinati in misura maggiore alle famiglie e alle piccole realt. Lideale sarebbe che ognuno producesse almeno una parte dellenergia che consuma e che si creasse una rete diffusa di produzioni pulite. Questa la strada: gi molti piccoli comuni hanno quasi raggiunto unautosufficienza energetica sfruttando le risorse disponibili nel loro territorio (energia eolica, geotermica, idroelettrica, da biomasse) e molte migliaia di famiglie gi risparmiano sulla bolletta grazie agli investimenti incentivati negli anni scorsi.

Rinnovato il nostro calcolatore online sulle tariffe elettriche

54
VIVA VOCE

Mesi di addebiti sbagliati in bolletta da parte di Telecom

DALLA TUA PARTE


4 NOTIZIE, INFO, CONSIGLI

51 CONDIVIDI UNESPERIENZA

7 DAL MONDO

Frena la tua bolletta - Quelle care Incatenati alla tv - Se la chiave deluova spray - Vogliamo trasparenle Poste fa flop - Un foglietto al za - Caraffe filtranti - Medicinali posto del verbale - Lo strabismo di omeopatici - E se si rompono? Telecom Contro le truffe - Apple: lazione continua -Smartphone, lassisten- 52 IL DUBBIO za delude -Acque limpide e sicure Cosa pensare del marchio CE taroccato? Farmacie: consigli ingannevoli - 53 FILO DIRETTO Shampoo - Cereali a colazione Gli allergeni, questi sconosciuti

9 A PRIMA VISTA
Arriva Windows 8

54 SCELTE SICURE
Tutti i vantaggi per i nostri soci

EFFICACI Il nostro metodo di lavoro si basa su criteri di rigore scientifico, efficienza e competenza. A test e inchieste lavorano tecnici qualificati e specialisti di settore che mettono la loro professionalit al servizio dellinformazione, della consulenza, della risoluzione concreta dei problemi.

DALLA TUA PARTE La nostra missione esclusivamente orientata a soddisfare le necessit dei consumatori e a tutelare i loro diritti. Per questo offriamo servizi di consulenza individuale ai nostri soci e portiamo la voce e le istanze dei consumatori presso gli interlocutori istituzionali e sociali.

Rosanna Massarenti Direttore

www.altroconsumo.it

Maggio 2012 258 Altroconsumo 3

Dalla tua parte

R NOTIZIE R INFORMAZIONI R CONSIGLI R PREZZI R SICUREZZA R AMBIENTE R

Frena la tua bolletta


Rincari clamorosi in vista per la bolletta della luce (ma non solo): in questo mese coster circa il 10% in pi rispetto a gennaio. Difendersi si pu con il nostro calcolatore online.
COSTO UTENZE

al primo aprile sono scattati gli aumenti di prezzo della corrente. Senza precedenti: pi 5,8% da subito e, con ogni probabilit, un ulteriore 4% in questo mese (maggio). In totale, circa 10% in pi rispetto al trimestre scorso. Le cause addotte sono sempre le stesse: laumento del prezzo del petrolio e del gas, che rende pi costoso produrre lelettricit. A questo si aggiunge il pagamento degli incentivi per le fonti rinnovabili, che grava sulla bolletta. Ma cosa succede in concreto nelle nostre tasche? Se consideriamo il solo aumento in vigore da aprile, una famiglia media di quattro persone, attenta a consumare solo nelle ore in cui la corrente costa meno, pu prevedere una stima di spesa annua per la corrente elettrica di 642 euro (con una maggiorazione di 5,5% rispetto allinizio dellanno). Se consideriamo anche il previsto aumento per sostenere gli incentivi allenergia pulita, stimiamo una spesa annua di 674 euro, cio ben l11% in pi. Anche chi vive da solo subir

OSSERVATORIO PREZZI

Lamministrazione pubblica fa volare i prezzi


I prezzi volano e le amministrazioni pubbliche ci mettono del loro. Abbiamo analizzato landamento dei prezzi da gennaio 2005 a febbraio 2012 (pi di 7 anni) di alcuni servizi pubblici o comunque di beni soggetti a tassazione: tabacchi, acqua potabile, raccolta rifiuti. In questo intervallo di tempo linflazione cresciuta del 17%. Ma guardate il grafico a fianco: tutte le voci sono cresciute molto di pi. A parte le sigarette, ormai tassate oltre il 75% del prezzo (ma potrebbe anche essere una scelta a favore della salute collettiva), limitiamoci allacqua e alla raccolta rifiuti: il grafico mostra landamento dei prezzi, fatto 100 il livello di gennaio 2005. Nel corso degli ultimi 7 anni i servizi di acqua potabile e raccolta rifiuti hanno avuto una tasso di crescita sistematicamente doppio rispetto a quello dellinflazione. Si tratta di scelte della pubblica amministrazione, che usa per fare cassa tariffe e beni di uso comune, necessari alle famiglie .

Livello dei prezzi


140 135 130 125 120 115 110 105 100 Gen 2005 Gen 2006 Gen 2007 Gen 2008 Gen 2009 Gen 2010 Gen 2011 Raccolta rifiuti Tabacchi Servizi di acqua potabile Indice generale dei prezzi Istat

4 Altroconsumo 259 Maggio 2012

www.altroconsumo.it

R SALUTE R DAL MONDO R PRODOTTI R ALIMENTAZIONE R INIZIATIVE R TECNOLOGIA R CAMPAGNE R RISPARMIO R TARIFFE

Quelle care uova spray


Lultima rivoluzione luovo in bomboletta. Ma costa il doppio e contiene additivi.
NOVIT PERDIBILE

rincari: se allinizio del 2012 si prevedeva una bolletta annua di circa 185 euro, ora si calcola che i single pagheranno circa 195 euro, considerando il solo aumento di aprile. Con il quid in pi previsto da questo mese, il caro bolletta si attester a 205 euro annui. Cosa si pu fare? Oltre a non sprecare energia, utile anche per lambiente (utilizzare gli elettrodomestici nelle fasce orarie meno care, non lasciare gli apparecchi in stand by...), bisogna essere attivi: scegliere la tariffa pi conveniente diventa facile con laiuto del nostro calcolatore online.

Trovare la tariffa pi adatta a te, quella che ti consente di risparmiare, non facile: ma lo diventa se ti affidi al nostro calcolatore online. Inserendo alcuni dati tratti dalla tua bolletta, potrai scoprire quale la compagnia che ti conviene di pi. Vai su: Luce, trova la tariffa meno cara.
www.altroconsumo.it /

ulla confezione Eggy definito fresco come un uovo, facile come una mousse. Si tratta di uova, bianchi e rossi mescolati, pastorizzati e messi in bomboletta, con aggiunta di un conservante e anidride carbonica (propellente). Da conservare fino a 6 mesi fuori dal frigo e utilizzare per frittate, torte, uova strapazzate... una piccola prova in cucina ha mostrato che, se usate da sole, non danno un risultato identico a quello delle uova fresche, soprattutto perch bianco e rosso sono perfettamente omogeneizzati. Scordatevi le venature bianche, che secondo molti intenditori impreziosiscono una buona frittata. Un po azzardato definirlo fresco, anche: contiene E202, sorbato di potassio, un additivo per il quale facile superare la dose giornaliera accettabile, soprattutto per i bambini, e che pu dare allergie. Dal punto di vista ambientale, la bomboletta di alluminio e plastica meno riciclabile del cartoncino delle uova. E il prezzo? Ben 3,69 euro, circa il doppio delle uova fresche equivalenti (sei).

casa-energia

Vogliamo trasparenza
Consiglio Rai, Agcom, Privacy: i nuovi membri devono essere selezionati in base a competenze reali.
NOMINE

IN SALUTE

ono prossime le nomine del consiglio di amministrazione della Rai, dei membri dellAgcom e del Garante alla privacy. Noi di Altroconsumo sappiamo bene come sia importante che in questi incarichi, rilevantissimi per la libert dellinformazione, vadano persone competenti e con unico mandato di salvaguardare linteresse generale e
www.altroconsumo.it

lo sviluppo democratico, anche nel mondo digitale. Per questo supportiamo la campagna www.vogliamotrasparenza.it per la trasparenza delle nomine, promossa dalla Open Media Coalition, un gruppo aperto di associazioni, cittadini e imprese, apartitico e indipendente, di cui facciamo parte.

Le proteine contenute in 100 grammi di piselli: una scelta sana per la dieta.

6g

Maggio 2012 259 Altroconsumo 5

Dalla tua parte


INFO IN PILLOLE

R NOTIZIE R INFORMAZIONI R CONSIGLI R PREZZI R SICUREZZA R AMBIENTE R

Caraffe filtranti
Come minimo inutili, se non dannose. Ora un nuovo regolamento del ministero della Salute impone regole pi severe.
OLTRE LA MODA

IMPIANTI FILTRANTI FISSI Nel decreto nuovi requisiti di sicurezza (cambiano i materiali) anche per gli impianti fissi per lavelli di abitazioni private e dei ristoranti.

ACQUA DEL RUBINETTO Bere lacqua del rubinetto da molti punti di vista la scelta migliore: sicura, costa meno di un euro allanno e non obbliga a portare pesi a casa.

PROGETTO PER LACQUA POTABILE Le case dellacqua, presenti in alcuni comuni italiani, promuovono luso dellacqua pubblica. Erogano acqua fresca, liscia o gassata.

ossono eliminare le caratteristiche di potabilit dellacqua e sono vendute, senza alcun controllo, sulla base di vecchie disposizioni che non tutelano la salute. Bench mai ufficializzato dal Ministero, cos stato riportato con molto risalto dai media il contenuto di una relazione tecnica che avrebbe accompagnato il nuovo decreto sui filtri domestici per lacqua, che impone regole pi severe per il loro commercio e uso. Qualsiasi sia lorigine di questa notizia (forse circolato un documento interno),

Bere lacqua dal rubinetto di casa meglio

per noi non una novit: il nostro test (AC 253, novembre 2011) aveva gi dimostrato come, per alcuni aspetti, questi apparecchi peggiorano la qualit dellacqua, con rischi di proliferazione dei batteri (soprattutto verso la fine della vita della cartuccia interna) ed eccessivo addolcimento. Pi lacqua viene addolcita e pi somiglia alla minerale: questo forse uno dei motivi del successo delle caraffe. Non si pu esagerare per. Il rischio? Si spendono soldi per avere unacqua migliore e si rischia di ottenere leffetto contrario.

Medicinali omeopatici
RISPARMIARE

100 litri
Lo spreco dacqua di uno sciacquone che perde, in un giorno solo.

LItalia si adegua alla normativa europea che prevede di equiparare i farmaci omeopatici agli altri.
NOVIT

mportante svolta nel mondo dei farmaci omeopatici in Italia. I medicinali in questione, per essere venduti, dovranno essere autorizzati dallAifa (Agenzia Italiana del Farmaco), come i farmaci tradizionali. Si modifica la situazione attuale del nostro Paese, in cui questi prodotti, pur classificati come medicinali, non possono vantare propriet

terapeutiche approvate, n essere pubblicizzati. LItalia si adegua cos alla normativa europea del 2006: i 30 mila rimedi omeopatici presenti attualmente godono soltanto di una vecchia autorizzazione provvisoria alla vendita, che ora sar rivista. Il tutto entro il 2015, data entro la quale tutti i medicinali omeopatici in commercio dovranno essere regolarizzati dallAifa.
www.altroconsumo.it

4 Altroconsumo 259 Maggio 2012 6

R SALUTE R DAL MONDO R PRODOTTI R ALIMENTAZIONE R INIZIATIVE R TECNOLOGIA R CAMPAGNE R RISPARMIO R TARIFFE

E se si rompono?
Le lampadine a risparmio energetico contengono mercurio. In caso di rottura accidentale bisogna aerare la stanza.
COSA FARE

DAL MONDO

e lampade fluorescenti compatte, quelle che comunemente chiamiamo a risparmio energetico, contengono una seppur minima quantit di mercurio, un elemento molto tossico per noi e per lambiente. Se si rompe una di queste lampadine, bisogner procedere con cautela, perch il mercurio presente al suo interno si sar liberato nellaria della stanza sotto forma di vapore nocivo. LAgenzia per la protezione dellambiente (Epa) ha elencato la procedura corretta da seguire per smaltire la lampadina rotta senza rischi per la salute n danni per lambiente.

Aerare la stanza per almeno 5-10 minuti e spegnere leventuale condizionamento. Far uscire subito dalla stanza bambini e animali domestici. Non usare laspirapolvere, che potrebbe disperdere il mercurio nellaria. Raccogliere i frammenti, aiutandosi con elementi rigidi come fogli di cartone. Riporre il materiale allinterno di contenitori ermetici (vasi di vetro o sacchetti di plastica). Portare nelle piazzole ecologiche del Comune i materiali sigillati, affinch vengano adeguatamente smaltiti. Bench siano Raee, i negozi non ritirano lampadine in frammenti.

FRANCIA Una farmacia su due non fornisce informazioni trasparenti e corrette sul medicinale da banco consigliato. Lo rivela Que Choisir , rivista francese, con uninchiesta svolta in 648 farmacie. Non solo: solo una farmacia su due espone un listino prezzi chiaro e facilmente leggibile. Inoltre i prezzi tra farmacie cambiano molto: una scatola si aspirina pu costare da 1,30 euro a 4,95 euro.

Farmacie: consigli ingannevoli

- 80%
di energia consumata rispetto alle lampadine tradizionali

GERMANIA Test, rivista dellassociazione dei consumatori Stiftung Warentest, ha messo alla prova 16 shampo specifici per capelli colorati. I risultati sono mediocri: sia i prodotti costosi sia quelli economici non hanno alcun effetto curativo particolare sui capelli sfibrati dalla colorazione.

Shampo per capelli tinti: inutili

GRAN BRETAGNA Which? ha trovato nella maggior parte dei cereali per la colazione un alto contenuto di zuccheri. I cereali per bambini sono i peggiori: su 14 prodotti, ben 12 ne contengono un livello molto alto.

Cereali a colazione: troppo zucchero

Contro le truffe in rete


Acquisti su internet? Scarica la nuova guida.
ONLINE

CODICE VERDE

ale tutte le volte che si compera fuori da un punto vendita tradizionale: buoni affari possibili, ma anche trappole. La nostra guida spiega a che cosa fare attenzione negli acquisti a distanza e quali sono i tuoi diritti. Per scaricarla subito gratuitamente in pdf, ai nostri soci basta essere registrati sul sito (puoi farlo anche subito: gratuito e veloce).
www.altroconsumo.it

il livello (g/m) di ozono critico per le categorie a rischio (bambini, malati, anziani...): controllate sul giornale.

180

Maggio 2012 259 Altroconsumo 5 7

Dalla tua parte

R NOTIZIE R INFORMAZIONI R CONSIGLI R PREZZI R SICUREZZA R AMBIENTE R

Apple: lazione continua


Insufficiente la pagina che lazienda ha pubblicato sul suo sito. E noi insistiamo con lAntitrust.
GARANZIA

ontinua la nostra battaglia per convincere il colosso dellinformatica Apple a rispettare la legge che in Europa la obbliga a concedere a tutti i clienti due anni di garanzia gratuita. Dopo la nostra prima denuncia allAntitrust, centrata sul fatto che Apple proponeva ai clienti di sottoscrivere una garanzia a pagamento per avere assistenza oltre un anno, come se lobbligo di garanzia biennale non esistesse, lazienda ha pubblicato sul suo sito una pagina in cui si spiega un po meglio. un primo passo, ma per noi insoddisfacente, si tratta solo di una modifica delle informazioni sul sito, le pratiche commerciali scorrette nei negozi rimangono. Intanto Apple Sales International, una delle tre societ della Mela in europa, ha ottenuto dal Tar Lazio la

sospensione della decisione dellAntitrust del dicembre scorso riguardo lingannevolezza delle indicazioni sule confezioni dei prodotti. Contro questa decisione abbiamo presentato reclamo durgenza al Consiglio di Stato. Il Tar Lazio ha invece accolto le richieste dellAntitrust e di Altroconsumo, rigettando quelle di Apple, e confermando la multa di 900mila euro per pratiche commerciali scorrette riguardo alla garanzia legale. Abbiamo presentato anche un nuovo ricorso allAntitrust perch Apple sia di nuovo multata per non avere rispettato il provvedimento dellAuthority e aver ripetuto la pratica commerciale scorretta.

www.altroconsumo.it /applegaranzia

RISPARMIARE SUL CARBURANTE: CONVIENE LASCIARE LA BENZINA?


Abbiamo calcolato il costo annuo della benzina e di tre carburanti alternativi, ipotizzando che si percorrano 12.000 chilometri allanno. Il risparmio maggiore dato dal metano. Ma bisogna tenere conto anche dei costi di installazione.
Risparmio. Ricorrere a un carburante pi economico della benzina, in particolare al metano, consente un risparmio notevole, che aumenta in proporzione al consumo dellauto e ai chilometri percorsi. Costi di installazione. Linstallazione di un impianto a Gpl costa intorno ai 1.800 euro, a metano 2.000, che comprendono serbatoio speciale (80 euro), indicatore di livello (40), collaudo (80) e, solo per il metano, variatore di fase (100). Costi di manutenzione. Generalmente con Gpl e metano si alzano un po. Dopo quanto si recupera? Due esempi: - per recuperare la spesa del passaggio a Gpl di unauto piccola ci vorranno pi di 4 anni, tenendo conto del costo aggiuntivo annuo di manutenzione di 150 euro; - per il metano, con una vettura grande, il recupero avverr entro i 3 anni, incluso il costo aggiuntivo annuo di 250 euro. Attenzione: i distributori di Gpl e metano non sono dappertutto a portata di mano. Informatevi sulla situazione nella vostra zona, prima di decidere.

Costo annuo della benzina

RISPARMIO ANNUO rispetto alla benzina

Diesel

GPL

Metano

PICCOLA

1.314

283

609

889

COMPATTA

1.541

330

711

1.037

GRANDE

1.761

378

813

1.186

www.altroconsumo.it/auto-e-moto
4 Altroconsumo 259 Maggio 2012 8 www.altroconsumo.it

R SALUTE R DAL MONDO R PRODOTTI R ALIMENTAZIONE R INIZIATIVE R TECNOLOGIA R CAMPAGNE R RISPARMIO R TARIFFE

Smartphone, lassistenza delude


Abbiamo portato il telefonino in 34 centri di assistenza in sei citt. Delusione in un terzo dei casi: lunghe le attese, alti i costi. In due casi non stato riparato.
INCHIESTA

ul numero di Hi_Test di maggio (la nostra rivista specializzata in tecnologia) abbiamo pubblicato uninchiesta sui centri di riparazione dei cellulari. Abbiamo leggermente manomesso la batteria di due smartphone e li abbiamo portati a riparare in 34 centri di assistenza a Milano, Torino, Roma, Napoli, Bari e Palermo. Deludenti i risultati. Innanzitutto, lattesa. Rimanere senza un apparecchio che si usa per telefonare, navigare, ascoltare musica e mandare sms non il massimo: eppure abbiamo dovuto aspettare fino a 31 giorni, bench

non ci fosse nessuna reale riparazione da fare, ma bastasse sostituire la batteria. E infatti nei centri migliori lo smartphone stato restituito funzionante in pochi minuti o in giornata. Alti anche i costi: abbiamo speso fino a 80 euro, un terzo del valore del cellulare. E, come giustificazione, abbiamo ricevuto le spiegazioni pi fantasiose, incluso un controllo e saldatura della scheda madre (ma quando mai oggi si salda dentro un telefonino?) I due casi peggiori a Torino e Milano: lo smartphone ci stato restituito non funzionante (e a Milano ci hanno chiesto 24 euro).

Acque limpide e sicure


Nuove limitazioni alla navigazione per le zone marine vulnerabili, dopo il naufragio della Concordia.
DECRETO

A PRIMA VISTA

Arriva Windows 8

opo il naufragio della nave da crociera Concordia, a pochi metri dalla costa dellisola del Giglio, il governo ha emanato un decreto che impone nuovi e pi rigorosi limiti alla navigazione delle navi di grossa taglia nelle zone pi vulnerabili dei nostri mari. In particolare, la nuova legge vieta la navigazione di navi merci e passeggeri molto grandi, superiori a 500 tonnellate, in una fascia di due miglia al largo del perimetro delle aree marine e costiere protette e al loro interno.
www.altroconsumo.it

Il decreto prevede anche particolari disposizioni per larea marina protetta Santuario dei Cetacei (un tratto del mar Mediterraneo che va dalla Toscana alla Liguria), allinterno della quale le navi che trasportano merci pericolose dovranno essere dotate di particolari sistemi per trattenere il carico. Infine, la nuova normativa vieta il transito di navi mercantili e adibite al trasporto passeggeri di grandi dimensioni nella laguna di Venezia, nel Canale di San Marco e in quello della Giudecca.

Abbiamo testato la versione di prova del nuovo sistema operativo di Microsoft, che sar distribuito a settembre. Sorprender lutente la nuova interfaccia, denominata Metro UI, concepita sulla falsariga delle versioni di Windows che gi ora girano sugli smartphone, con grosse icone colorate e scorrevoli da usare per accedere a software e documenti. Sembra pi adatta per strumenti touchscreen che per un tradizionale pc con mouse e tastiera: per questo ultimo uso ci sembrata confusa, addirittura rischia di diventare caotica per chi ha molti documenti salvati. Microsoft lascia disponibile anche una versione tradizionale, ma sparisce il tasto start con il suo menu. Altre info sul nostro sito: www.altroconsumo.it/hi-tech.

Maggio 2012 259 Altroconsumo 5 9

Volare
LA NOSTRA INCHIESTA
Qual il portale internet in cui si pu trovare il biglietto aereo pi conveniente? Per scoprirlo abbiamo confrontato nel mese di febbraio i prezzi proposti dai siti delle compagnie aeree con quelli di 7 agenzie online e 3 aggregatori (motori di ricerca specifici, come Skyscanner). In ogni sito abbiamo effettuato 75 prove.

Inchiesta

low cost

uanto tempo prima della partenza bisogna acquistare il biglietto aereo, per assicurarsi la tariffa pi bassa? La domanda ce la siamo posta tutti, innumerevoli volte, senza capire nulla del continuo saliscendi dei prezzi. Colpa dei complicati algoritmi che regolano landamento delle offerte sui siti delle compagnie aeree e su quelli delle agenzie di viaggio online. E poi c sempre il sospetto che i loro software, essendo in grado di tracciare le nostre opzioni, ci mettano sempre sotto gli occhi lofferta che pi conviene a loro. Le compagnie chiaramente non si sbottonano e si limitano a dire che le variabili, interne ed esterne, sono tante: tipo di vettore e destinazione, orario del volo, flusso di prenotazioni, strategie commerciali, concorrenza su quella specifica tratta.

Formula matematica con le ali

Insomma, sembra che lunica cosa che possiamo fare sia armarci di pazienza e metterci a confrontare le tariffe per un po di giorni. Ma c chi non si fatto scoraggiare e ha deciso di vederci chiaro. cos che, dopo mesi di monitoraggio dei siti di compagnie aree low cost e di bandiera, due economisti delluniversit

tempo di anticipo con cui si effettua la prenotazione incide non poco sul prezzo, per tutte le tratte abbiamo considerato quattro opzioni: di dover partire dopo sei mesi, dopo tre mesi, dopo una settimana e dopo tre giorni. Per ogni ricerca ci siamo dati una certa flessibilit sulla data: massimo un giorno per le partenze entro la settimana, CON QUANTO TEMPO DI ANTICIPO massimo due giorni per le partenze dopo Quindici le tratte considerate: 5 nazionali, tre e sei mesi. Questo per consentire ai 5 europee e 5 intercontinentali. Poich il siti di proporci lofferta pi conveniente.

10 Altroconsumo 259 Maggio 2012

www.altroconsumo.it

Risparmiare sui biglietti aerei una lotteria. E i siti che promettono di trovare lofferta migliore spesso fanno flop.
Carlos III di Madrid sono arrivati a quella che i media hanno battezzato, con un po di esagerazione, la formula del volo low cost, anche se sarebbe pi semplice chiamarla la regola delle otto settimane. In soldoni, le offerte pi convenienti pi facile trovarle circa 56 giorni prima della partenza. Anche noi con questa inchiesta abbiamo appurato che non il caso di prenotare il volo troppo in anticipo, quando non ancora entrato in funzione lalgoritmo e i prezzi sono quelli standard, n ridursi agli ultimi giorni, quando i pochi posti rimasti sono venduti a peso doro.

Un salasso se paghi con la carta


Quasi tutti i siti impongono un balzello a chi paga online i biglietti aerei utilizzando la carta di credito. Una richiesta illecita, che abbiamo segnalato allAntitrust. vietato dalla legge, eppure richiedere commissioni salate per chi paga il biglietto aereo online con la carta di credito ancora prassi comune in quasi tutti i siti da noi visitati. Le somme imposte sono tuttaltro che irrisorie, nel caso dellagenzia online Volo 24 addirittura di 34 euro. Un comportamento illlecito e una pratica commerciale scorretta, che avevamo gi denunciato alla Banca dItalia e allAntitrust. Ryanair rinuncia - si fa per dire - a queste commissioni solo se il cliente paga con Raynair Cash Passport, la carta di credito che la compagnia irlandese si fatta in casa. Conveniente? Per niente, visto che pu essere ricaricata (con un minimo di 175 euro) soltanto online con la propria carta (unaltra), pagando 3 euro. E se la si utilizza per acquistare o prelevare in una moneta diversa dalleuro, occorre versare una commissione aggiuntiva del 5,75%.

Atterro sulla piazza virtuale

Non resta che provare, tenendo sempre a mente che le offerte non considerano le spese extra, spesso abilmente nascoste, che fanno lievitare di molto il prezzo finale. Le pubblicit delle compagnie aeree low cost, poi, sono il pi delle volte specchietti per le allodole. In promozione solo il volo di andata, con partenza immancabilmente nel pieno della settimana lavorativa. Se si decide di partire nel weekend e si aggiungono come minimo sia un volo di ritorno, visto che non si sta emigrando, sia un bagaglio (non di pi, per carit), il risparmio finisce per

assottigliarsi. Sempre che ci siano ancora biglietti superscontati disponibili: chiss perch arriviamo sempre quando sono belle finiti, ammesso che siano mai esistiti. E se ci rivolgessimo a quei siti, diversi da quelli delle compagnie aeree, che promettono di scovare soluzioni che altrimenti ci sogneremmo? Pensiamo a portali web specializzati, come Volagratis, Go Volo, Volo 24, o ad agenzie online tipo Expedia, Lastminute, eDreams e Travelprice. Oppure ai famosi

In viaggio sereni
Prima di partire per le vacanze, consigliamo di sottoscrivere unassicurazione che comprenda assistenza sanitaria e spese mediche, garanzia sul bagaglio e responsabilit civile. Grazie a noi hai uno sconto del 20% sulla polizza Viaggi Nostop Vacanza di Europ Assistance, risultata la migliore del nostro test. Per informazioni chiama il numero verde 800.443.322 o vai su www.prontopolizza.it. Ricordati di dire che sei socio Altroconsumo e di dare il seguente codice sconto: AC2012.
www.altroconsumo.it/vantaggi

aggregatori, cio motori di ricerca che non vendono biglietti aerei, ma raccolgono e mettono in ordine offerte di altri siti, ai quali poi rimandano per lacquisto vero e proprio: per esempio Skyscanner, Jetcost e Easyviaggio. Li abbiamo messi alla prova su ogni tipo di tratta (nazionale, europea e intercontinentale), sfidandoli a trovare prezzi pi convenienti rispetto a quelli offerti dalle compagnie pi economiche, rimanendo purtroppo molto delusi. Questo, nonostante avessimo dato loro un aiutino, concedendo cio una certa flessibilit sulle date di andata e ritorno (vedi riquadro Metodo dellinchiesta). Per garantire la contemporaneit dei risultati, siamo stati attenti a effettuare tutte le ricerche per ciascuna tratta in un tempo massimo di due ore.

Testa o croce con Skyscanner

Le performance, come si vede dal primo grafico in alto a pagina 12, sono state scarse. Se la cavano meglio i motori di ricerca specifici, rispetto alle agenzie online: le peggiori sono Volagratis, Volo 24 ed eDreams, dove in media solo una volta su cinque si riesce a trovare un volo pi economico rispetto alla compagnia pi competitiva. Svetta Skyscanner, lunico in cui le probabilit di beccare il volo al prezzo minimo di mercato superano il
Maggio 2012 259 Altroconsumo 11

www.altroconsumo.it

Inchiesta
ALLA RICERCA DEL VOLO LOW COST
Sono davvero scarse le probalit di trovare un prezzo pi basso in un canale alternativo al sito della compagnia.
Quante volte trovano il volo al prezzo minimo di mercato Indice dei prezzi su base 100

In quanti casi sono convenienti


In media solo nel 30% dei casi si pu trovare il biglietto allo stesso prezzo o a un prezzo inferiore di quello della compagnia. Se cerco un volo in un motore di ricerca o nel sito di unagenzia online, quante possibilit ho di trovare unofferta uguale o pi conveniente rispetto al prezzo della compagnia meno cara? In media neanche una volta su tre. Si distingue il motore di ricerca Skyscanner, lunico che offre oltre il 50% di possibilit. Ma in media come sono le tariffe proposte da questi siti? Pi care. Per esempio Skyscanner ha la tendenza a praticare prezzi pi alti del 6% (indice 106) rispetto alle compagnie aeree pi economiche (indice 100). Per questo, prima dellacquisto, sempre meglio controllare nel sito ufficiale della compagnia aerea.

Skyscanner (M) Easyviaggio (M) Govolo (M) Travelprice (A) Jetcost (A) Lastminute (A) Expedia (A) Edreams (A) Volagratis (A) Volo24 (A)
(M) Motore di ricerca

53% 34% 33% 32% 31% 31% 30% 22% 21% 20%
(A) Agenzia online

106 107 125 114 110 116 117 117 119 115

Le differenze tra offerta mostrata e prezzo effettivo sono grandi sui voli domestici e internazionali, meno su quelli intercontinentali. Trasferta di lavoro in giornata, una persona con bagaglio a mano. Volo prenotato 3 giorni prima, data flessibile di un giorno. Settimana di vacanza prenotata con tre mesi di anticipo. Due persone, due bagagli a mano e uno imbarcato. Date flessibili di tre giorni. Vacanza di un mese prenotata sei mesi prima (tre giorni di flessibilit). Due persone, due bagagli a mano e uno imbarcato. MILANO-ROMA con Volo24

120
ROMA-PRAGA con Volagratis

173 229

Differenza tra offerta iniziale e costo effettivo

Costo effettivo

Offerta iniziale

Il prezzo iniziale un miraggio

44% 79% 6%

128
ROMA-RIO DE JANEIRO con Volo24

2.011 2.136

TASSE E SPESE Non sono quasi mai incluse nel prezzo pubblicizzato. E variano in maniera imprevedibile. BAGAGLIO Valigia a peso doro nei voli low cost: fino a 50 euro se pesa 20 chili. Addirittura 84,70 euro se si va in Sardegna destate con Ryanair.

IMBARCO PRIORITARIO Sui voli low cost non ci sono posti assegnati. E salire prima degli altri sullaereo ha un costo che pu arrivare fino a 25 euro (Easyjet). IMBARCO SPECIALE Per portarsi dietro uno strumento musicale o lattrezzatura sportiva ben 100 euro con Ryanair (121 in Sardegna), 30 euro con Easyjet.

12 Altroconsumo 259 Maggio 2012

www.altroconsumo.it

Differenza rispetto alla compagnia pi economica

36 55 195

Convenienza e trasparenza: come sono le offerte online


Ecco come sono andate le 75 ricerche di voli eseguite in ciascuno dei siti selezionati. Le offerte trasparenti e davvero convenienti sono poche: eccole in percentuale.
Skyscanner Jetcost Travelprice Easyviaggio GoVolo Lastminute Expedia Volagratis eDreams Volo24 INGANNEVOLE La tariffa mostrata allinizio pi conveniente rispetto a quella della compagnia aerea pi economica. Alla fine per il prezzo si rivela pi alto. MEDIOCRE La prima tariffa mostrata pi alta rispetto a quella della compagnia aerea pi economica. E lo resta fino alla fine. ILLUSORIA Lofferta iniziale pi bassa di quella della compagnia aerea, dando cos lillusione di un prezzo pi conveniente. In realt, si scopre che il prezzo finale uguale o di poco pi alto (massimo 5%). ONESTA, MA NON COS CONVENIENTE Lofferta mostrata uguale o di poco pi alta (massimo 5%) rispetto al prezzo della compagnia pi conveniente. Ed vicina al prezzo finale. DAVVERO CONVENIENTE Il sito riuscito a trovare davvero il prezzo migliore o uno dei migliori.

24% 20% 15% 22% 18% 15% 11% 15% 17% 12%

Milano-Parigi: stesso volo, prezzi diversi


Abbiamo prenotato con sei settimane di anticipo il volo Easyjet di andata Milano-Parigi del 2 maggio (ore 17:25) con ritorno l8 maggio (ore 6:50), per due persone. Si noti che alcune offerte che inizialmente sembrano meno care di altre, come quella di eDreams (107 euro) contro quella di Skyscanner (121 euro), non sono per niente affidabili: alla fine la situazione si ribalta. Sulle varie componenti del biglietto, ognuno fa un po quello che vuole. Imbarcare il bagaglio costa sempre pi che con la compagnia. Per non parlare delle commissioni (illegali) fatte pagare a chi usa la carta.
PREZZO FINALE (euro)
150 150 172 183 184 184 198 207 219 221

CARTA DI CREDITO Pagare il biglietto con la carta di credito fa scattare commissioni esose (fino a 34 euro), bench siano vietate dalla legge.

PORTALE SITO EASYJET SKYSCANNER EDREAMS VOLO24 EXPEDIA

COMPONENTI REALI DEL PREZZO (euro) OFFERTA INIZIALE Commiss. (euro) Prezzo del Tasse e Bagaglio carta biglietto spese di credito
128 121 107 127 137 137 115 122 151 153 111 111 107 127 108 108 115 122 132 153 11 11 11 17 29 29 32 36 49 30 22 22 33 22 30 30 34 28 38 38 6 6 21 17 17 17 17 21 0 0

Smarrito

E TANTI ALTRI SERVIZI Dalla polizza assicurativa al noleggio dellauto, dallalbergo alla vendita di valigie: sono tanti i servizi in pi che fanno lievitare il conto.

EASYVIAGGIO JETCOST VOLAGRATIS LASTMINUTE TRAVELPRICE GOVOLO

Volo non trovato

www.altroconsumo.it

Maggio 2012 259 Altroconsumo 13

Inchiesta
50%. Ma che il rischio di incappare in un bidone sia alto ce lo dicono gli indici di prezzo. Se diamo 100 alle migliori tariffe praticate direttamente dalla compagnie sul proprio sito, si scopre che in media nessuno dei motori di ricerca e delle agenzie online in grado di stare sotto questo valore. Go Volo per questo verso il sito peggiore, con un indice di 125: significa che in media le tariffe che trova sono pi alte del 25% rispetto a quelle della compagnia pi conveniente.

Sul bagaglio ci marciano

E il conto prende il volo

Mai fidarsi del prezzo che compare in prima battuta. La differenza tra offerta iniziale e prezzo effettivo, quello che pagheremo alla fine pu essere notevole. Il Roma-Praga prenotato con Vologratis, partiva da 128 euro, ma alla fine del percorso di prenotazione cresciuto del 79%, arrivando a 229 euro. per questo che abbiamo valutato tutte e dieci i siti anche sotto il profilo della trasparenza. Tanti i casi di offerte ingannevoli: tariffe che inizialmente risultavano pi basse rispetto a quelle delle compagnie, ma che alla fine si sono rivelate ben pi alte (vedi il grafico in alto a pagina 13): le peggiori le abbiamo riscontrate, ancora una volta, in eDreams, Volagratis e Volo 24.

Ma cos che fa lievitare enormemente il costo di un volo low cost? Sono tante le voci (tasse e spese, bagagli, imbarchi prioritari e speciali, polizze assicurative e commissioni varie), come mostriamo in dettaglio alle pagine 12 e 13. Quelle che pi mettono in crisi i passeggeri sono per costi e regole sui bagagli. Se le compagnie di bandiera sono di norma pi larghe di manica e non fanno pagare un extra sul biglietto, quelle low cost hanno disposizioni molto stringenti sia sulle dimensioni sia sul peso. Per esempio, il bagaglio a mano deve pesare non pi di 10 chili e quello da imbarcare non pi di 20. Elementi che si riflettono sul prezzo finale, in certi casi molto pesantemente. Easyjet propone costi compresi tra 20 e 30 euro per un bagaglio di massimo 20 chili. Ryanair fa peggio: 30 euro per un bagaglio di 15 chili e 50 euro per uno che pesi al massimo 20 chili. Ma attenti, perch per andare in Sardegna ad agosto questi prezzi salgono rispettivamente a 60,50 euro e 84,70 euro. C di pi: le agenzie online fanno pagare per limbarco dei bagagli prezzi superiori rispetto a quelli richiesti dalla compagnia aerea (vedi lesempio del volo MilanoParigi a pagina 13).

Scopri Skyscanner

Skyscanner il sito che nella nostra inchiesta riuscito pi di tutti gli altri a trovare combinazioni di tratte favorevoli e offerte convenienti. Su questo numero di Hi_Test, la rivista di tecnologia di Altroconsumo, un articolo ti spiega i trucchi per usarlo al meglio. Nel nostro magazine trovi anche inchieste, news e test su prodotti tecnologici. Se vuoi abbonarti chiama il numero 02 6961520.
www.altroconsumo.it / pubblicazioni/hitest

I TRUCCHI PER SPENDERE MENO


Prenotare un volo online spesso un terno al lotto. Offerte che sono specchietti per le allodole. Prezzi che cambiano velocemente. Costi extra che spuntano come funghi. Ecco come sgonfiare il costo del biglietto.

1 2 3
14 Altroconsumo 259 Maggio 2012

Mai troppo presto, quando i prezzi sono standard. Mai troppo tardi, quando i posti stanno per finire e le tariffe schizzano. Il biglietto aereo va acquistato due o tre mesi prima della partenza. Non durante il weekend, meglio cercare di marted o mercoled. E sempre di pomeriggio. pi probabile beccare laffare: lo dicono alcuni ricercatori che hanno studiato gli algoritmi dei siti. Si pu cominciare consultando i motori di ricerca tipo Skyscanner, per avere unidea dei prezzi, dei voli e delle compagnie che operano sulla tratta. E poi controllare sui siti ufficiali delle compagnie.

4 5 6

Voli di linea o low cost? I primi hanno tariffe pi stabili, gli altri, pur subendo pi oscillazioni di prezzo, risultano mediamente pi economici del 35%, con punte del 75%. Occhio ai bagagli. Le regole sul peso e le dimensioni delle valigie sono molto rigide sui voli low cost. Una volta in aeroporto, chi non ha rispettato i parametri, deve pagare extra molto salati. Bisogna fare molta attenzione a cosa si clicca. Si rischia di acquistare servizi non voluti: imbarco prioritario, posti speciali, assicurazione, noleggio dellauto, albergo e altro.
www.altroconsumo.it

Scelte sicure

Il risparmio di energia nelle tue mani


Per far fronte agli aumenti, evita gli sprechi, il modo pi intelligente per alleggerire la bolletta della luce. Ma anche la scelta delloperatore conta.
I nostri TEST ti consentono di scegliere gli elettrodomestici che consumano meno. I nostri consigli ti aiutano a usarli al meglio. Sul sito, nella sezione "elettricit e gas" clicca su CALCOLO SPRECHI: puoi vericare le tue abitudini di consumo e scoprire come risparmiare. In base ai tuoi bisogni, puoi scegliere l'operatore e la taria pi conveniente su LUCE, TROVA LA TARIFFA MENO CARA. Se tra le pi convenienti compare Edison Luce Sconto Sicuro, puoi beneciare di uno sconto del 15% sul costo della componente energia.

Alleggerisci subito la tua bolletta


vai su altroconsumo.it/elettricita-gas
I suggerimenti e i giudizi di Altroconsumo sono come sempre indipendenti. Tutti i prodotti e i servizi che proponiamo sono stati sottoposti alle nostre analisi e ai nostri test comparativi.

Inchiesta

per fare meglio la spesa


Gioie e dolori dei Gas, i gruppi di acquisto solidale. Limpegno etico si scontra con gli ostacoli del mercato.
LA NOSTRA INCHIESTA
Attraverso un gruppo di acquisto solidale si comprano alimenti di qualit? Inoltre, i fornitori producono e vendono nel rispetto dei principi etici e ambientali (ma anche di legge) a cui si ispirano i Gas? A ROMA E A MILANO Nei panni di nuovi gasisti, abbiamo contattato pi di 30 aziende, che forniscono numerosi Gas di Milano e Roma. Da loro abbiamo acquistato frutta, verdura, carne e formaggio, quasi sempre dichiarati di origine biologica. I nostri esperti hanno valutato la qualit della merce, in laboratorio stata verificata leventuale presenza di pesticidi, di residui di farmaci e ligiene.

In gruppo

www.altroconsumo.it

apori di una volta, voglia di comprare prodotti pi buoni, ma anche pi sani e genuini, spesso biologici. In questi anni cresciuto fortemente il desiderio di acquistare direttamente dal produttore, di andare in cascina a conoscere chi ci vende il cibo, di uscire, per quanto possibile, dai confini del supermercato. Cos si sono diffuse a macchia dolio nuove esperienze di spesa: una di quelle che ha avuto maggiore presa la realt dei gruppi di acquisto solidale, i cosiddetti Gas. In estrema sintesi, gruppi di persone che si accordano per fare acquisti insieme, seguendo alcune regole. Con questo lavoro abbiamo voluto capire se il risultato quello sperato. Il nostro obiettivo non mettere sotto esame lintento etico, peraltro ammirevole e condivisibile, dei gruppi di acquisto solidale; quello che ci interessa davvero

la condotta dei loro fornitori. I prodotti venduti ai Gas sono veramente migliori di quelli che si comprano al supermercato o al mercato? E ancora: i loro fornitori producono e vendono nel rispetto dei principi e dei valori che sono alla base dei gruppi di acquisto?

Una filosofia condivisa

I Gas sono gruppi di persone, famiglie o single, che condividono lacquisto di alimenti e di altri prodotti, con tutti i vantaggi e le difficolt che ci comporta: bisogna mettersi daccordo sugli acquisti, per poi in cambio risparmiare. Queste piccole comunit condividono una filosofia basata su determinati principi etici, dal rispetto dellambiente al sostegno verso le realt pi deboli del mercato. Il termine solidale sta a indicare proprio la volont di sostenere le aziende pi piccole, soffocate dalle politiche di prezzo della

Vuoi saperne di pi sul mondo dei Gas? Guarda il video con le interviste a esperti e le esperienze di gasisti navigati.
www.altroconsumo.it /alimentazione

INTERVISTA

CONSIGLI PER GESTIRE LA CASSETTA


Soprattutto chi alle prime armi con il gruppo di acquisto deve organizzare la spesa. Ecco alcuni consigli da seguire a casa. CON PARSIMONIA Valutate bene la quantit di spesa che vi serve. Non esagerate: il rischio di sprecare gli acquisti fatti. CONSERVARE BENE A casa, prima di mettere i prodotti in frigorifero, aprite i sacchettini se sono di plastica, in modo che allinterno non si formi eccessiva umidit. SEPARARE PER IGIENE Va bene ridurre al minimo gli imballaggi, ma certi alimenti, per esempio quelli sporchi di terra, come le patate, andrebbero separati in sacchetti di carta. FORMAGGI, CHE FARE Quelli freschi vanno consumati in fretta, quelli stagionati durano di pi e vanno avvolti con la pellicola (deve aderire bene). CONTROLLARE LA CARNE Prima di congelare, verificate le dimensioni delle porzioni: spesso sono abbondanti, conviene ridurle, per evitare sprechi.
Maggio 2012 259 Altroconsumo 17

Sono molto soddisfatto


Paolo Schianchi, milanese, fa parte di un Gas da 3 anni.

economici, ma prodotti migliori, pi buoni, senza spendere di pi. Diciamo che a parit di qualit si risparmia.

Come vanno le cose? Molto bene, tanto che Che cosa ti ha spinto a iniziare facciamo proseliti. Ormai sono questa esperienza? davvero pochi i prodotti che In primo luogo il desiderio di compro ancora al super. E poi il avere prodotti pi genuini e Gas stato anche unottima gustosi, acquistati senza occasione per conoscere intermediari. In secondo luogo, nuove persone. Il nostro un mi piace lidea di sostenere i Gas di quartiere, formato da piccoli produttori, strozzati circa 20 famiglie. Una volta al dalla concorrenza dei mese ci troviamo a casa di uno supermercati. o dellaltro per proporre ovviamente con assaggio - i Sei riuscito a risparmiare? nuovi prodotti da acquistare Lobiettivo del nostro Gas non per il Gas, ed anche tanto comprare prodotti unoccasione per frequentarsi.
www.altroconsumo.it

Inchiesta
Non sempre bio certificato
Nella maggior parte dei casi, la merce che ci stata venduta dai principali fornitori di Gas di Roma e Milano di produzione biologica. A volte, per, la certificazione bio non compariva in etichetta, perch non tutte le fasi della filiera, ma solo alcune (per esempio lalimentazione dei bovini) seguivano i parametri previsti dalla legge per ottenere la relativa certificazione.
Ottimo Buono Accettabile Mediocre Pessimo n.a. Non acquistata

LA CARNE
La carne viene consegnata in pacchi prestabiliti, solo a volte possibile scegliere i singoli pezzi. Il concetto generale che sia sempre garantita la vendita di tutte le parti dellanimale, non solo di quelle pregiate (filetto, scamone), in genere le pi richieste. I FARMACI NON CI SONO Nella produzione biologica il ricorso ai farmaci non del tutto proibito, ma regolamentato con estremo rigore, solo quando non ci sono alternative (prodotti fitoterapici o altro). Nessuno dei nostri campioni contiene tracce di farmaci. TAGLI NON SEMPRE ALLALTEZZA Abbiamo valutato taglio e frollatura. Per i quattro fornitori di Milano giudizi buoni o almeno sufficienti. A Roma, invece, in tre casi il giudizio insufficiente: il problema pi frequente che le fettine sono troppo sottili e tagliate in modo non omogeneo. A volte hanno anche dimensioni esagerate.

MILANO
AZIENDA AGRICOLA CASCINE ORSINE CASCINA GAGGIOLI CONSORZIO CASCINA NIBAI COOPERATIVA AGRICOLA CANEDO B C C B

ROMA
AZ. AG. BIOLOGICA BAGNOLESE AZ. AG. MORANI D D C D

Un macellaio esperto ha valutato il taglio della carne

BIOL FATTORIA Lucciano

Cassetta mista di verdura

Cassetta mista di frutta

Pesticidi (uva)

VERDURE E FRUTTA
Abbiamo cercato residui di pesticidi nelluva, frutto a rischio per questo aspetto. In tre casi abbiamo trovato pesticidi non ammessi nella frutta bio (giudizio pessimo). Da notare che in questi tre casi la frutta ci era stata venduta come bio, ma detto solo a voce, senza marchio (sul sito di Fattoria solidale si precisa, anzi, che non tutta la frutta bio). Giudizio sufficiente ai trattamenti ammessi nel bio.
QUALIT DI FRUTTA E VERDURA

Verdura al dettaglio
C B B C C B C C n.a.

MILANO
AZIENDA AGRICOLA CORBARI BOTTEGAS CASCINA BARGERO OSTERIAVECCHIA C C A E A C n.a. E E D n.a. n.a. C C n.a. n.a. C n.a. n.a. n.a. n.a. C C n.a. n.a. n.a. n.a. B C C C C C D* C n.a.

ROMA
AGRICOLTURA NUOVA

Non di rado la frutta era in stato di maturazione troppo avanzata

CAPODARCO FABIO DI SILVIO FATTORIA SOLIDALE DEL CIRCEO SAVINO**

MERCE POCO SODDISFACENTE Abbiamo ordinato cassette miste di frutta e verdura e merce al dettaglio. Un esperto ha valutato la freschezza e la maturazione dei prodotti. Nel complesso la qualit della merce poco pi che soddisfacente. TROPPI SCARTI E MATURAZIONE ECCESSIVA Ci che molte volte ha penalizzato la verdura dellinchiesta leccessivo quantitativo di scarto. A volte colpa della scarsa pulizia di verdure e insalate, ma pu dipendere anche dal cattivo stato di conservazione.

* Soltanto mele **Qui abbiamo comprato solo uva

18 Altroconsumo 259 Maggio 2012

www.altroconsumo.it

Frutta al dettaglio

Giudizio

VALUTAZIONE DEL TAGLIO

FORMAGGIO
Abbiamo analizzato due formaggi freschi, crescenza e primo sale, perch rispetto a quelli stagionati possono avere maggiori problemi igienici.

Indicatori di conservazione Indicatori di igiene Batteri potenzialmente pericolosi

QUALIT DEI FORMAGGI

Aflatossine

ORGANIZZARE LA SPESA In genere chi fa acquisti voluminosi di carne sceglie di congelarla; per questo importante sapere come arriver la carne: sottovuoto o semplicemente incartata? Quanti pezzi sono interi e quanti gi affettati? In che porzioni? Quante sono le fette? Preferite il confezionamento sottovuoto: pi igienico. Fatevi dire dal fornitore di fiducia qual il momento migliore per consumarla; se troppo fresca, non ancora sufficientemente frollata, pu risultare dura: in tal caso meglio aspettare qualche giorno.

Scarsa igiene in uno dei formaggi acquistati

grande distribuzione, non sempre attenta alle conseguenze ambientali legate al proprio operato. Chi aderisce a un Gas spinto dal desiderio di fare scelte di consumo che incoraggino uneconomia alternativa, alla ricerca di prodotti pi sani, rispettosi della natura e dei lavoratori. La condivisione degli acquisti, quindi, dettata prevalentemente da valori etici, prima ancora che dalla convenienza economica. I principi fondamentali che regolano un Gas sono: - scegliere piccoli produttori; spesso si tratta di aziende a conduzione familiare; - qualit del prodotto: gli alimenti devono essere di stagione, non soggetti a maturazione forzata; - preferire il biologico, sia nella produzione agricola sia negli allevamenti; - scegliere i prodotti a km zero, perch comprare in loco serve a ridurre il trasporto della merce e quindi a inquinare meno; - per i prodotti non coltivati in Italia, privilegiare i prodotti del commercio equo e solidale, per sostenere i Paesi pi poveri.

Tutti insieme per la cassetta

MILANO
AZIENDA AGRICOLA F.LLI PONZIN BIOCASEIFICIO TOMASONI CASCINA ISOLA MARIA CIAOLATTE A A A A A A A A E A A C A A A C A A A A A A A A A B B B A A D C

Le regole di un Gas non sono rigide e non sono sempre uguali, ogni gruppo si autoregola secondo modalit condivise. Una volta formato il gruppo, stabilite le

ROMA
ORGANIZZARE LA SPESA Ciascun prodotto andrebbe confezionato separatamente: chiedete al fornitore di utilizzare sacchetti di carta, che permettono una migliore traspirazione di frutta e verdura. Nel listino degli ordini le caratteristiche dei prodotti devono essere dettagliate (per esempio le melanzane tonde in cucina hanno un uso diverso di quelle allungate e strette). Soprattutto nel caso di frutta e verdura, chiedete al fornitore di specificare sempre la provenienza della merce, per accertare che sia effettivamente a km zero e bio: fate rispettare i diritti del vostro Gas.
AGRICOTURA NUOVA BIOL CASALE NIBBI FATTORIA SOLIDALE DEL CIRCEO

VOCI DA FACEBOOK
Esperienze con i Gas dalla nostra pagina facebook.com/altroconsumo UNA SPESA CRITICA Ho fondato un Gas con amici, perch vogliamo fare una spesa critica, vogliamo pagare il giusto prezzo a chi lavora la terra e non agli intermediari. Matteo Boroni IMPEGNO VOLONTARIO Sono parte attiva in un Gas, utile e aggregativo. Lunico neo fare i conti con un approccio giustamente volontaristico. Nessun socio criticabile se vive diversamente limpegno. Mirca Amendola FATICOSO SENZAUTO Ne ho fatto parte, ma ora non pi: non ho lauto, e trascinarmi chili di cibarie su e gi per tram e autobus era diventato impossibile. Valeria Andreoli

CONSERVAZIONE E IGIENE Alcuni formaggi erano etichettati bio, altri erano venduti come bio, ma non certificati. In un formaggio venduto a Milano abbiamo trovato quantit elevate di un batterio che indica scarsa igiene del prodotto. Molto probabilmente stato utilizzato latte crudo, alimento sconsigliabile ai bambini proprio per il grado di igiene inferiore. In un formaggio di Roma, invece, abbiamo trovato un valore elevato di aflatossine, sostanze potenzialmente cancerogene, derivanti dai mangimi. ORGANIZZARE LA SPESA I formaggi freschi devono essere consegnati osservando rigorosamente la catena del freddo. Per legge, la temperatura deve essere di 4 C. Meglio richiedere che i prodotti freschi, come il formaggio, siano conservati sottovuoto: durano di pi e sono meno soggetti a contaminazioni. Inoltre, ricordate che deve essere indicata la scadenza.

www.altroconsumo.it

Maggio 2012 259 Altroconsumo 19

Inchiesta
Il bio? Col Gas costa meno
Se preferite la frutta e verdura biologica, partecipando a un gruppo di acquisto potete risparmiare oltre il 20% di spesa. Abbiamo acquistato un misto di frutta e verdura pari a 5 kg. Ci costata di pi che acquistando gli stessi prodotti convenzionali in negozio, ma meno rispetto ai prezzi degli stessi prodotti in un negozio bio: per la stessa cassetta abbiamo speso 7 euro invece degli 11,10 euro del negozio biologico. Per la carne non c quasi differenza di prezzo tra un fornitore di Gas e una macelleria al mercato.

AMBIENTE E CIBO
Anche con le migliori intenzioni, come nel caso dei Gas, la produzione e il commercio di cibo ha un impatto sullambiente.

5K G
KM ZERO, SE IL GAS NON USA TROPPE AUTOMOBILI Controllate la provenienza dei prodotti e privilegiate quelli che hanno viaggiato meno, ma ricordate che i km percorsi non sono un indicatore sufficiente a stabilire limpatto ambientale delle merci. Ci sono in gioco molti fattori: uno studio recente rivela che circa la met dei food miles sono attribuibili al compratore. AGRICOLTURA BIOLOGICA Le coltivazioni biologiche riducono il ricorso a pesticidi e fertilizzanti, ma hanno una resa minore e quindi richiedono uno sfruttamento maggiore del territorio.

NEGOZIO BIO

11,10
G 5K

7
GAS

5,20
NON BIO

70
GAS

NON BIO

69

IMBALLAGGI DA RIDURRE ALLINDISPENSABILE Rispetto al supermercato, la spesa di un Gas permette di ridurre il numero di imballaggi e quindi di plastica da smaltire.

regole interne per acquisti e distribuzione tra i partecipanti e individuati i referenti che organizzano lattivit per le diverse categorie di prodotti, si devono trovare i fornitori e i produttori. Questa la parte pi delicata, da cui dipende in buona sostanza il raggiungimento degli obiettivi. Ed proprio in questa fase della catena che ci siamo inseriti: volevamo verificare se la fiducia dei gasisti ben riposta. Cos ci siamo messi nei panni di persone che hanno creato un nuovo Gas e abbiamo ordinato i nostri prodotti.

I problemi ci sono

I Gas acquistano articoli di varia natura, ma qui abbiamo considerato solo la parte alimentare, in particolare carne, frutta, verdura e formaggi. Il panorama non sempre roseo: nelle schede alle pagine 18 e 19 trovate i dettagli. Un fornitore di ortofrutta, Corbari, in marzo e aprile ci ha venduto mele e pere provenienti dallArgentina. La commessa ci ha avvertito, vero, ma la filiera corta, uno dei principi base dei gruppi di acquisto, in questo caso viene meno.
20 Altroconsumo 259 Maggio 2012

Da Bottegas, rivenditore attento allambiente e ai prodotti locali, abbiamo comprato delluva, poi abbiamo scoperto che arrivava da una cooperativa sociale in provincia di Bergamo, che a sua volta si riforniva da una cooperativa di Padova e da una di Marsala. E il km zero? Dalle analisi di laboratorio emerso che delluva venduta come biologica conteneva residui di pesticidi non ammessi. La scadenza consigliata per il formaggio fresco di 15 giorni, ma ci suggeriscono di consumarlo prima. Dove finisce la garanzia di mangiare alimenti sicuri? Maiali e conigli sono allevati con metodo biologico, ma le stalle non sono a norma per il bio, ci ha detto un fornitore. Spesso si fanno gli ordini online direttamente dai produttori, ma non sempre facile capire se si tratta di frutta o verdura davvero di loro produzione.

Restano molti gli aspetti positivi

Trovare qualche problema non significa che lintero sistema di acquisti sia sbagliato. Ci sono tanti aspetti positivi, a cominciare dalle buone intenzioni dei

gasisti che rivolgono la loro attenzione ai piccoli produttori (altrimenti sopraffatti dalla grande distribuzione) e allambiente. Il gruppo ha anche una valenza educativa importante: si impara a mangiare frutta e verdura di stagione e varia; si portati a mangiare tagli di carne inusuale, proveniente da diverse parti dellanimale (dai pi pregiati ai meno pregiati, dai pi economici ai pi cari). E questi sono solo alcuni degli aspetti positivi emersi nellinchiesta. Noi, per, vogliamo lanciare un messaggio importante ai gasisti: necessario mantenere alta la guardia nei confronti dei fornitori. Un Gas deve pretendere, oltre alla qualit, anche la trasparenza delle informazioni. Questo purtroppo non sempre garantito, almeno nello spaccato della realt milanese e romana che abbiamo esaminato noi. Se avete dubbi, ricordatevi che siete liberi di cambiare fornitore. Anzi, diversificare sempre una buona strategia, perch permette di assaggiare nuovi cibi, di sperimentare una gamma pi ampia di prodotti e di confrontarne la qualit per scegliere sempre al meglio.
www.altroconsumo.it

Riduci le tue spese sorridendo!

OFFERTA
per i Soci di Altroconsumo

 IVERE MEGLIO V SPENDENDO MENO


Una guida piena di suggerimenti per realizzare risparmi ogni giorno!
Le opportunit su Internet, gli acquisti sbagliati, lenergia, le vacanze, il quotidiano Approfitta dei consigli derivati dallesperienza dei nostri migliori esperti per un risultato che ti stupir piacevolmente !
> Per distinguere meglio lessenziale dal superfluo > Per risparmiare senza rinunciare al benessere e alla qualit della vita > Per conoscere i gesti semplici che fanno tutta la differenza

In maggio, ricevi questa guida GRATUITAMENTE, appuntamento alla pagina 35 !

BEST-SELLER!!!

ED GI UN

NUOVA

O G N I M E S E , A LT R O CO N S U M O T I R E G A L A U N A G U I DA P R AT I C A !

Il primo passo per risparmiare regalarsi questa guida.


Vivere meglio spendendo meno una delle 3 Guide Pratiche in regalo questo mese. Scopri le altre e scegli quella che preferisci. Lapprezzerai tutti i giorni. un regalo di Altroconsumo.

Vai a pagina 34 e 35 e chiedila subito.

Inchiesta

digitali: siamo indietro


Quasi sette cittadini su dieci ritengono inefficiente la nostra Pubblica amministrazione. Poco usato lonline.
n piano ambizioso, quello promosso dallex ministro della funzione pubblica Renato Brunetta per semplificare i rapporti con la pubblica amministrazione. La riforma, che ha come obiettivi il taglio dei costi della burocrazia e la semplificazione della vita quotidiana delle famiglie, ora in mano al nuovo ministro Patroni Griffi. Nel momento in cui scriviamo, il piano antiburocrazia stato approvato, con alcuni emendamenti, alla Camera. Il cuore del testo resta la semplificazione delle procedure burocratiche e laddio ai certificati cartacei: dal 2014 tutte le procedure per i cittadini e le imprese dovranno avvenire esclusivamente attraverso i canali telematici e la posta

Sportelli
U

LA NOSTRA INCHIESTA
Quanto sei soddisfatto della pubblica amministrazione? Utilizzi i servizi offerti attraverso internet? PI DI 3.000 RISPOSTE Lo abbiamo chiesto attraverso questionari cartacei a un campione di cittadini dai 18 ai 70 anni. A questo stato affiancato un campione di soci di Altroconsumo, che hanno collaborato allinchiesta rispondendo alle domande online. Lindagine stata condotta tra settembre e ottobre 2011. In tutto abbiamo ricevuto 3.057 risposte.

22 Altroconsumo 259 Maggio 2012

www.altroconsumo.it

INTERVISTA: ECCO LE NOVIT DEL DECRETO SEMPLIFICA ITALIA


ossia quella di raccontare la propria storia, segnalare un problema e formulare proposte per semplificare le procedure. Nel corso delliter di conversione del Decreto, in Commissione, il provvedimento stato arricchito con alcune delle proposte pervenute dai cittadini. Mi fa alcuni esempi delle misure che semplificheranno il rapporto con la pubblica amministrazione? I cambi di residenza avverrano dora in poi in tempo reale, in modo da evitare i gravi disagi e gli inconvenienti determinati dalla lunghezza degli attuali tempi di attesa. Secondo i dati Istat i cambi di residenza tra Comuni diversi sono circa 1.400.000 allanno. Le procedure anagrafiche e di stato civile saranno pi veloci. Oltre 7 milioni di comunicazioni verranno effettuate esclusivamente in via telematica. I cittadini avranno tempi pi rapidi, per esempio, nella trascrizione degli atti di stato civile (nascita, matrimonio e morte). Inoltre, con la stessa modalit sono previste le comunicazioni tra Comuni e Questure relative ai cartellini delle carte didentit e alle iscrizioni, cancellazioni e variazioni anagrafiche degli stranieri. Le comunicazioni telematiche consentiranno un risparmio per le amministrazioni quantificabile in almeno 10 milioni di euro allanno, tenendo conto solo delle spese di spedizione. vero che i documenti scadranno il giorno del compleanno? S, la norma intende evitare gli inconvenienti che derivano spesso dal non ricordarsi della scadenza. Inoltre, il rinnovo della patente di guida degli ultraottantenni sar pi veloce: la visita verr effettuata da un solo medico e non pi da una commissione medica. Meno burocrazia anche per le persone con disabilit: verranno eliminate inutili duplicazioni di documenti e di adempimenti nelle certificazioni sanitarie. Il verbale di accertamento di invalidit potr sostituire le attestazioni medico legali, ad esempio, per il rilascio del contrassegno per parcheggio e di accesso al centro storico, lIva agevolata per lacquisto dellauto, lesenzione dal bollo auto e dallimposta di trascrizione al Pra. E per i pagamenti, si eviteranno le file agli sportelli... Multe, abbonamento alla refezione scolastica, tassa sui rifiuti e ticket si potranno pagare direttamente da casa: le amministrazioni saranno tenute a pubblicare sui siti istituzionali e sulle richieste di pagamento (bollettini, ecc...) i codici bancari e le causali di versamento necessari per effettuare il pagamento elettronico, tramite bonifico. La disposizione sar operativa dopo 3 mesi dallentrata in vigore della legge. Il bollo dellauto si potr pagare online anche con carta di credito o prepagata. Infine, semplificazioni per le imprese. Sono previsti oneri minori per le imprese che desiderano partecipare alle gare dappalto: le amministrazioni controlleranno la presenza dei requisiti grazie a una banca dati telematica, senza richiedere loro la documentazione. E per chi andr ancora agli sportelli? Sono previsti anche investimenti destinati a migliorare lorganizzazione degli uffici, sia per rendere pi facile la fila agli sportelli sia per migliorare la qualit del lavoro di chi dentro questi uffici. Pi diritti, trasparenza e certezza per i cittadini. E pi tempo e pi risorse da dedicare alla propria attivit, per le imprese.

Filippo Patroni Griffi


Ministro della Funzione Pubblica Dalla nostra indagine emerge che il 65% dei cittadini non soddisfatto della pubblica amministrazione. Me ne rendo conto. La pubblica amministrazione ha imposto spesso regole e procedure inutilmente complicate sia per i cittadini che per le imprese, con perdite di tempo e di denaro. Ma ora bisogna cambiare. Lidea di fondo del governo quella di fare in modo che la pubblica amministrazione non sia pi la palla al piede dellItalia, ma che ne diventi un volano della competitivit: uno Stato pi leggero pu contribuire a far ripartire la crescita. Come pensate di intervenire? Con il Decreto Legge Semplifica Italia abbiamo voluto modernizzare i rapporti tra la pubblica amministrazione, i cittadini, le imprese e le associazioni. Per farlo, abbiamo chiesto anche consigli e suggerimenti direttamente ai cittadini. In che modo? Con liniziativa di consultazione online Burocrazia. Diamoci un taglio! - Le tue idee per semplificare, che ha inaugurato un nuovo modo di fare semplificazione

elettronica certificata. Anche le iscrizioni alle universit saranno vincolate allonline, cos come i pagamenti delle multe (solo via web) e quelli allInps. Il provvedimento semplifica Italia fissa anche lagenda digitale, per realizzare le infrastrutture tecnologiche per servizi digitali in settori chiave quali la mobilit, il risparmio energetico, il sistema educativo, la sicurezza, la sanit, i servizi sociali e la cultura. Ma siamo davvero cos avanti? E siamo pronti alla rivoluzione informatica?
www.altroconsumo.it

A sentire i nostri intervistati non sembrerebbe. Il quadro delineato da pi di tremila cittadini che abbiamo coinvinvolto nella nostra inchiesta (maschi e femmine, dai 18 ai 70 anni) ancora piuttosto arretrato. E linsoddisfazione nei confronti della pubblica amministrazione parecchio diffusa, sebbene negli ultimi anni siano stati introdotti alcuni strumenti, come la carta regionale dei servizi e la carta didentit elettronica, con lobiettivo di

rendere pi semplici e veloci le procedure pi utilizzate e comuni, proponendole attraverso il mezzo informatico.

Strumenti poco utilizzati

Siamo partiti proprio dal possesso di uno strumento elettronico, per capire meglio i motivi di tale insoddisfazione. Alla domanda possiede una carta didentit elettronica e/o una carta regionale dei servizi? la stragrande maggioranza degli intervistati ha risposto di no (77%). Questo
Maggio 2012 259 Altroconsumo 23

Inchiesta
LA BUROCRAZIA EFFICIENTE?

65%
No

Casi limiti di attese oltre sei mesi

22%
Non so

13%
S

La prima domanda del questionario era La pubblica amministrazione in Italia, a livello statale, efficiente?. Gli intervistati dovevano dire se erano o meno daccordo con questa affermazione. Quasi sette intervistati su dieci si sono dichiarati in disaccordo, mentre solo poco pi di uno su dieci ha detto di essere daccordo. In mezzo, un 22% di indecisi.

significa che solo poco pi di due persone su dieci in Italia hanno o sanno di avere questo tipo di strumento elettronico. Ma il dato ancora pi deludente che, tra i pochi che hanno una carta dei servizi, la quasi totalit (81%) la tiene in borsa senza utilizzarla in tutte le sue potenzialit, cio come strumento per evitare le file agli sportelli. Il motivo principale? Il fatto che per poterla usare bisogna munirsi di uno specifico lettore di smart card, in possesso soltanto di pochi fortunati (il 70% di chi ha la carta dei servizi dice di non usarla per mancanza dellapposito lettore). Resta, comunque, una certa diffidenza verso le nuove tecnologie: il 26% preferisce comunque gestire le proprie questioni direttamente negli uffici preposti, due su dieci non sanno come usarla e il 17% pensa che sia uno strumento troppo complicato.

Tempi, ancora un ostacolo

Abbiamo chiesto quanto tempo serve in media per portare a termine una procedura burocratica (una media tra quelle effettuate nellultimo anno). Le

Servizi via web: troppo poco usati


Linformatica e il web hanno da tempo rivoluzionato e semplificato le procedure in molte realt, dalle aziende alle Universit. Nel campo della pubblica amministrazione, anche se in ritardo, si sta puntando molto sul mezzo informatico e su Internet per sviluppare la trasparenza e facilitare la relazione con i cittadini. Purtroppo, per, siamo ancora indietro: secondo i nostri intervistati portare a compimento le procedure via web non pi facile che farlo di persona. I tempi di attesa, sono addirittura pi lunghi tra chi usa internet rispetto a chi non lo usa: chi ha chiesto appuntamento per sostituire la carta didentit cartacea con quella elettronica prima della scadenza, per esempio, ha dovuto aspettare fino a 60 giorni.

70%

Sette intervistati su dieci pensano che la pubblica amministrazione sia pi efficiente in altri Paesi dellUnione Europea

77%

Quasi 8 su 10 non possiedono n una carta regionale dei servizi n una carta didentit elettronica

81%

La maggioranza di chi ha un documento elettronico (carta didentit o carta regionale dei servizi) non lo ha mai utilizzato per accedere a un servizio di Pa

71%

Sette possessori su dieci di un documento elettronico inutilizzato dicono di non poterlo usare perch non possiedono lapposito lettore

44%

Quasi la met degli intervistati non usa le pagine internet della pubblica amministrazione nemmeno per raccogliere informazioni

21%

Solo due su dieci dicono di non sapere che la pubblica amministrazione presente anche online

24 Altroconsumo 259 Maggio 2012

www.altroconsumo.it

risposte sono le pi varie, ma un dato incoraggiante che pi della met degli intervistati dichiara di aver risolto la cosa in maniera istantanea, senza aver dovuto aspettare (56%). Tre su dieci dicono che ci hanno messo pi tempo (da 2 a 15 giorni), mentre un restante 14% dichiara tempi ancora pi lunghi (da 16 giorni a 3 mesi). Segnaliamo anche casi limite (1 su 100), di attese fino a sei mesi e oltre. Anche sulla tempistica non emergono particolari differenze tra gli utenti che hanno fatto la fila agli sportelli e quelli che hanno utilizzato il web. Sembra che nel nostro paese luso dellinformatica non dia ancora i benefici sperati, almeno in termini di tempi.

Altroconsumo in campo
Altroconsumo partecipa al progetto Crs e servizi pubblici online: un mondo di servizi facili da usare sostenuto dalla regione Lombardia. Lobiettivo quello di favorire e facilitare la conoscenza, la fruizione e le modalit di utilizzo della carta regionale dei servizi (Crs) e dei servizi telematici connessi, in particolare sui servizi offerti dalle pubbliche amministrazioni locali. Facilitare e informare la cittadinanza sulle potenzialit di questo strumento, in particolare sulle modalit di utilizzo e funzionamento, fondamentale per incrementarne e svilupparne lutilizzo. Il nostro compito quello di analizzare e giudicare la fruibilit di alcuni siti della pubblica amministrazione regionale. Altre associazioni di consumatori coinvolte nel progetto, invece, saranno presenti in alcuni uffici postali per aiutare chi vorr informarsi e scoprire quanti servizi online sono offerti dalla Regione.

Fisco online, Aci e Inps

Grazie alle risposte dei cittadini che abbiamo coinvolto nellinchiesta siamo riusciti a stilare una classifica dei siti internet della pubblica amministrazione (o che svolgono servizi per suo conto) pi graditi. Al primo posto troviamo Fisconline, il sito dellAgenzia delle entrate che permette agli utenti di effettuare
Lombardia Piemonte

61%

Provincia autonoma di Trento

56% 32% 49%


Veneto

Friuli-Venezia-Giulia

40%

29% 24%
Liguria Toscana

Emilia Romagna

35%

Umbria

20%

Marche

33% 9%
Abruzzo

GIUDIZI POSITIVI: AL NORD SONO MOLTI DI PI


La relazione tra cittadini e pubblica amministrazione tendenzialmente pi positiva nellarea del Nord est e pi negativa al Sud. Per esempio, nella Provincia autonoma di Trento, la maggioranza degli intervistati (61%) dice di apprezzare lefficienza della pubblica amministrazione regionale. In campania e Calabria, invece, i soddisfatti sono solo il 5 per cento.
Lazio

11%
Campania

8% 5%

Puglia

16%

Sardegna

Calabria

5%

Sicilia

9%

www.altroconsumo.it

Maggio 2012 259 Altroconsumo 25

Inchiesta
LONLINE ALZA I GIUDIZI
Anche sui servizi comunali c un forte divario tra Nord e Sud. Si nota, soprattutto, una relazione diretta tra soddisfazione complessiva e percentuale di cittadini che usano le pagine web del comune di appartenenza.
Brescia

67% 52%
Torino Milano Padova

49% 59%

47% 56%

66% 72%
Bologna

27% 45%
Venezia

Genova

33% 42%

54% 59%
Firenze

TOP E FLOP
LA BUROCRAZIA CHE FUNZIONA soddisfazione complessiva (su 100)
Roma

37% 46%

21% 53%
Napoli

Bari

9% 39% 0% 22%

Palermo

4% 37%
% di cittadini che ritengono la Pa comunale efficiente % di cittadini che hanno utilizzato la pagina web del comune

82 81 77 77 77 77 59 56 55 52 49 43

Richiesta della dote scuola Richiesta di materiale informatico dalle librerie comunali Richiesta/rinnovo della carta didentit Pagamento del bollo di circolazione Verifica dei punti sulla patente Richiesta di un certificato di morte

E QUELLA CHE SODDISFA MENO Registrazione di un contratto di locazione Richiesta di finanziamento agevolato per acquisto prima casa Richiesta di finanziamento agevolato per lavori di ristrutturazione Invio di un reclamo a un ufficio pubblico comunale Richiesta di permesso per lavori di costruzione/ristrutturazione Invio di un reclamo a un ufficio pubblico statale

online i propri adempimenti tributari e consultare la propria posizione fiscale. A seguire lAci, per il pagamento del bollo auto. Non brilla per apprezzamento, invece, il sito dellIstituto nazionale di previdenza sociale che, secondo il nostro campione, risulta avere ancora troppi problemi tecnici. Agli ultimi posti tutti i servizi sociosanitari via web.

Migliorare il divario di conoscenze

Le politiche per agevolare il processo di riorganizzazione e innovazione delle pubbliche amministrazioni viene definito e-government e si sta sviluppando in tutti i paesi occidentali con lobiettivo di
26 Altroconsumo 259 Maggio 2012

promuovere una societ dellinformazione inclusiva, i cui benefici sociali ed economici possano essere allargati a tutti. La nostra inchiesta dimostra che in Italia bisogna ancora intervenire a monte, contrastando il divario digitale che ancora c, per esempio, tra le regioni del Nord e quelle del Sud e tra le diverse generazioni di utenti. Servono quindi misure per favorire laccesso telematico ai servizi e soprattutto uninformazione chiara, pertinente e tempestiva sulle attivit delle istituzioni. Bisogna migliorare la possibilit di accesso alla rete e informare adeguatamente i cittadini delle iniziative della pubblica amministrazione sul web.

www.altroconsumo.it

TEX_Author

Tariffe
un mare in tempesta
Tante, diverse e in continua evoluzione. Sono le offerte di telefonia mobile. Ti aiutiamo a trovare la pi adatta a te.
LA NOSTRA INCHIESTA
Vuoi sapere qual lofferta telefonica pi conveniente per te? TARIFFE A CONFRONTO Ad ogni tabella (pagg. 28 e 29) corrisponde un diverso tipo di consumo. Abbiamo preso in considerazione cinque modi differenti di usare il cellulare: chi manda soprattutto sms; chi fa poche chiamate ma lunghe; chi fa tante chiamate brevi; chi si divide tra telefonate e internet; chi usa principalmente la rete. Le tabelle mettono a confronto le tariffe di pi operatori. Quattro (Wind, Tre, Tim e Vodafone) sono proprietari delle reti su cui viaggia il segnale. Tre (Postemobile, CoopVoce e Nverca) sono operatori virtuali: per offrire il servizio, cio, sfruttano le reti degli altri. Per ciascuno evidenziata lofferta migliore. Le tariffe fanno riferimento a marzo 2012.
enza scatto alla risposta, sms per tutti, internet senza limiti, attiva lopzione. Il mondo della telefonia mobile un mare in tempesta fatto di offerte che, come le onde, ci spingono da una parte allaltra senza sosta. Le alternative sono cos tante che cercare di farsi unidea su ci che davvero conviene unimpresa tuttaltro che semplice. Trovare un porto sicuro per possibile: grazie al nostro calcolatore potrai conoscere la tariffa pi conveniente per te (www.altroconsumo.it/cellulari).

Inchiesta

Cosa offre il mercato

Ciascuna offerta telefonica ha alla base una tariffa. Questa composta da costi per le telefonate (traffico voce) e da costi per linvio di sms (calcolati, in genere, per un singolo messaggio). Dei primi fanno parte diverse voci, come lo scatto alla risposta, cio laddebito pagato allinizio della telefonata, e il costo al minuto, che indica genericamente quanto si paga per la durata delle singole chiamate. La tariffazione pu essere calcolata in due diversi modi. Al secondo, quando il costo si basa sulla durata effettiva della
Maggio 2012 259 Altroconsumo 27

www.altroconsumo.it

Inchiesta
SOPRATTUTTO SMS
5 chiamate da 50 e 30 sms a settimana

CHIAMATE LUNGHE
10 chiamate da 4 10 e 20 sms a settimana

USO INTENSO
25 chiamate da 3 10 e 25 sms a settimana

SMS
WIND 9 Limited Edition con Noi Tutti Sms
Ricaricabile Costo Mensile

SMS
WIND 9 Limited Edition con Super Noi Tutti

SMS
Ricaricabile Costo Mensile

11,50

Costo Annuo

138

Ricaricabile Costo Mensile

WIND 9 Limited Edition con Super Noi Tutti x 2


Costo Annuo

16,10

Costo Annuo

193

28

336

Ricaricabile Costo Mensile

POSTEMOBILE ConVenienza Special con Sms in libert


Costo Annuo

11,70

140

Ricaricabile Costo Mensile

POSTEMOBILE Zero Pensieri Extra Small


Costo Annuo

POSTEMOBILE Zero Pensieri Medium


Abbonamento Costo Mensile

16,90

203

29,20

Costo Annuo

350

Ricaricabile Costo Mensile

TRE 3Power 10 con Super Sms


Costo Annuo

11,80

142

Ricaricabile Costo Mensile

COOPVOCE 10 Tutti con Chiama tutti


Costo Annuo

20,40

245

Abbonamento Costo Mensile

TRE Top Sim 400


Costo Annuo

31,40

377

TIM Senza scatto alla risposta Tutto compreso Sms Ricaricabile


Costo Mensile

12,40

Costo Annuo

149

Ricaricabile Costo Mensile

NVERCA Exclusive con Tutto Nverca 5


Costo Annuo

21,70

260

Ricaricabile Costo Mensile

NVERCA Exclusive con Tutto Nverca 5


Costo Annuo

35,30

424

Ricaricabile Costo Mensile

NVERCA Exclusive con Elite


Costo Annuo

14,40

173

Ricaricabile Costo Mensile

VODAFONE 10 con Tutti 250+


Costo Annuo

26,50

318

Ricaricabile Costo Mensile

COOPVOCE 10 Tutti con Chiama Tutti


Costo Annuo

38,10

457

Ricaricabile Costo Mensile

COOPVOCE 10 Tutti

17,40

Costo Annuo

208

Ricaricabile Costo Mensile

TRE 3Power 10

26,90

Costo Annuo

323

Abbonamento Costo Mensile

TIM Tutto Compreso 500 con Opzione Full


Costo Annuo

44,12

529

Ricaricabile Costo Mensile

VODAFONE 10

18,80

Costo Annuo

226

Ricaricabile Costo Mensile

TIM 12 con Tutto Compreso Full


Costo Annuo

29,30

351

Abbonamento Costo Mensile

VODAFONE Smart 300 +


Costo Annuo

52

624
www.altroconsumo.it

28 Altroconsumo 259 Maggio 2012

VOCE SMS E INTERNET


20 chiamate da 2 10 e 20 sms a settimana; internet 150 MB al mese

SOPRATTUTTO INTERNET
5 chiamate da 50 e 10 sms a settimana; internet 1GB al mese

SMS
POSTEMOBILE Zero Pensieri Extra Small
Ricaricabile Costo Mensile

SMS
TRE 3Power 10 con Super Internet

chiamata, o a scatti, quando si paga una certa quota per un determinato periodo di tempo. Anche i tipi di pagamento sono due. Si pu scegliere tra labbonamento (bolletta a fine mese) o la scheda ricaricabile (il credito disponibile quello caricato sulla sim). Alle tariffe si possono abbinare le opzioni che hanno un costo periodico fisso: ad esempio, con dieci euro al mese puoi disporre di cento minuti di chiamate gratuite. Queste opzioni spesso consentono di risparmiare sul traffico telefonico, ma il loro costo fisso ti viene addebitato dalloperatore anche se non usi il cellulare.

18

Costo Annuo

217

Ricaricabile Costo Internet Costo Mensile Costo Annuo

Su misura per te

11,20

134

Ricaricabile Costo Mensile

WIND 9 Limited Edition con All Inclusive


Costo Annuo

POSTEMOBILE ConVenienza Special con Mobile 1GB

23,60

283

Ricaricabile Costo Internet Costo Mensile Costo Annuo

7,50

14,90

178

Ricaricabile Costo Mensile

COOPVOCE 10 Tutti con Chiama Tutti e Web 1GB


Costo Annuo

COOPVOCE Veloce con Web 1GB

28

336

Ricaricabile Costo Internet Costo Mensile Costo Annuo

16,30

195

Abbonamento Costo Mensile

TRE Top Sim 400


Costo Annuo

WIND Senza Scatto con Internet No Stop


Ricaricabile

30,20

362

Costo Internet Costo Mensile Costo Annuo

17,30

207

Ricaricabile Costo Mensile

NVERCA Exclusive con Tutto Nverca Net


Costo Annuo

NVERCA Exclusive con NvergaGiga

31,50

377

Ricaricabile Costo Internet Costo Mensile Costo Annuo

11

17,70

212

Ricaricabile Costo Mensile

TIM Senza Scatto con Tutto Compreso Full


Costo Annuo

VODAFONE Al Secondo con Mobile interne settimanale


Ricaricabile Costo Internet Costo Mensile Costo Annuo

Non esiste una tariffa migliore in assoluto. Tutto dipende dal tipo di utilizzo che fai del telefonino. Se lo usi soprattutto per mandare sms, la prima tabella quella che fa al caso tuo. Il seconda, invece, stata pensata per chi fa poche chiamate, ma tendenzialmente lunghe. Al contrario, se non smetti mai di telefonare, la colonna che ti riguarda la terza. In generale, comunque, quando si usa poco il telefono la convenienza sta nello scegliere tariffe senza scatto alla risposta e calcolate in base ai secondi di conversazione effettivi (tariffe al secondo). Quando invece il traffico telefonico elevato, per risparmiare conviene scegliere lofferta con il costo al minuto pi basso. In questo caso, infatti, che ci sia o no scatto alla risposta e che la tariffazione sia a scatti o al secondo, ha poca incidenza. Se poi il tuo traffico telefonico davvero molto intenso, ti consigliamo di orientarti verso i pacchetti, ovvero tariffe e opzioni che ti danno una quantit di minuti e di messaggi a un prezzo fisso mensile, anche in abbonamento. Se preferisci avere un confronto pi calibrato vai sul sito e consulta la nostra banca dati. Tra le oltre settecento offerte attivabili sul mercato italiano potrai trovare quella che si adatta meglio alle tue esigenze.

Internet in libert

33,40

401

10,80

19,60

236

Abbonamento Costo Mensile

VODAFONE Smart 300 +


Costo Annuo

TIM Senza Scatto + Tim x Smartphone

35,20

422

Ricaricabile Costo Internet Costo Mensile Costo Annuo

10,80

19,80

237

Le ultime due tabelle qui a fianco sono dedicate a chi, oltre che per chiamare e mandare sms, utilizza il telefonino anche per connettersi alla rete. Se telefoni poco, per navigare pi conveniente attivare unopzione con un costo fisso mensile. I prezzi sono riportati nella quinta tabella e sono divisi dai costi mensili e annuali che comprendono anche chiamate e sms. Invece, le offerte e i pacchetti che, oltre alle telefonate e ai messaggi,
Maggio 2012 259 Altroconsumo 29

www.altroconsumo.it

Inchiesta
comprendono anche la navigazione in rete si adattano meglio a un traffico telefonico, soprattutto voce, pi intenso. In questo caso la tabella di riferimento la quarta. A prescindere dalle tue abitudini, quando scegli una tariffa per internet fai sempre attenzione agli effettivi limiti messi a disposizione per la connessione. Anche le offerte che parlano di navigazione illimitata, infatti, in realt hanno una soglia oltre la quale la connessione viene talmente rallentata da rendere la navigazione impossibile. Quando poi lofferta prevede un determinato consumo di megabyte, una volta superata la soglia i costi aumentano tantissimo.

DIMMI COSA FAI CON INTERNET E TI DIR QUANTO CONSUMI


Pi basso il consumo di MB, pi la connessione su rete mobile sar veloce e agevole. Se il telefono non ha un calcolatore dei consumi, puoi monitorare la tua navigazione scaricando gratuitamente unapplicazione come 3G Watchdog dal tuo cellulare. Gestione e-mail: solo consultazione Gestione e-mail: visione di 3 allegati al giorno
www

0,5MB al giorno 1MB al giorno

Consultazione siti: solo lettura Consultazione siti: visione di immagini e/o video

2MB per sessione 15MB per sessione

Attenzione ai costi nascosti

Quando compri uno smartphone, a volte, pu capitare che questo sia impostato in modo da attivare automaticamente la navigazione. In questo modo i consumi internet aumentano senza che tu te ne accorga. Al primo utilizzo, imposta il telefono in modo tale che la connessione alla rete non avvenga automaticamente, ma solo su tua esplicita richiesta. In generale, le offerte mettono a disposizione un traffico internet superiore alle effettive necessit. Se non guardi video e non effettui chiamate utilizzando la connessione (servizi VoIP), difficilmente potrai superare i 200 MB al mese.

Social network: solo lettura Social network: visione di immagini e/o video

2MB per sessione 15MB per sessione

App

Localizzazione geografica per 20 minuti Aggiornamenti e sincronizzazione app per un giorno

1,5MB per sessione 0,5MB al giorno

Video e musica in streaming (in diretta): 15 minuti

30MB per sessione

Servizi VoIP: chiamate da 2 minuti tramite internet

1,5MB per chiamata

Tariffe: trova quella meno cara


Pensi di spendere troppo rispetto alluso che fai del telefonino? Scopri sul nostro sito loperatore e lofferta pi conveniente in base alle tue abitudini.
Se non sei soddisfatto del tuo piano tariffario il nostro calcolatore ti aiuta a trovare una nuova tariffa pi conveniente. Vai su www.altroconsumo.it/cellulari: tra le oltre 700 tariffe attivabili sul mercato italiano c sicuramente quella pi adatta alle tue esigenze. In base a quante telefonate fai in una settimana, a quanto durano e in che fascia oraria sei solito chiamare, otterrai una classifica di tutte le tariffe in ordine di convenienza. Il calcolatore veloce e facile da usare. Ti viene soltanto chiesto di rispondere ad alcune semplici domande, per capire che uso fai del telefono: quante telefonate fai e ricevi in media durante la settimana; quanti sms invii in media alla settimana;
www.altroconsumo.it /cellulari

come sono distribuite, in percentuale, le tue telefonate nelle tre diverse fasce che ti indichiamo: diurna, serale, nel fine settimana; quanto durano in media le tue chiamate allinterno di ognuna delle tre fasce. Tra tutte le tariffe, verr evidenziata quella che utilizzi attualmente: in questo modo scopri quanto puoi risparmiare passando a quella pi conveniente in modo davvero semplice e immediato. La banca dati, oltre alle tariffe attivabili. contiene anche quelle che ormai sono fuori commercio. Questo ti consente di utilizzare il calcolatore anche se la tua tariffa molto vecchia.

30 Altroconsumo 259 Maggio 2012

www.altroconsumo.it

RISPARMI

A ciascuno il suo
IL NOSTRO TEST
Quando si parla di smartphone, uno degli elementi pi importanti da tenere in considerazione la qualit dello schermo. Le immagini devono essere nitide e le scritte ben leggibili. importante, inoltre, che lo schermo risponda bene al tocco delle dita. QUALIT DELLO SCHERMO Misuriamo con strumenti appositi la risoluzione, la luminosit, il contrasto e le dimensioni dello schermo. Valutiamo con prove pratiche, effettuate da specialisti, la leggibilit in differenti condizioni di luminosit (luce/buio) e la precisione del touchscreen nella risposta ai comandi.

450

Test

Il mercato dei cellulari ormai dominato dagli smartphone. Quelli con funzioni di base sono adatti anche a chi non ha particolari pretese.
nche se non ti interessano foto, video, e musica, comprando un cellulare ti troverai, salvo rare eccezioni, ad acquistare uno smartphone. Se usi il telefono soprattutto per chiamate e sms, puoi scegliere apparecchi base dal costo contenuto, come la nostra Scelta Conveniente. Si tratta di smartphone con fotocamere e schermi di qualit non elevata ma comunque accettabile, il cui vantaggio principale il prezzo: il nostro Miglior Acquisto, ad esempio, si trova a meno di 200 euro. Non poco. Se, invece, vai spesso su internet, vuoi fare foto e video di qualit e ti piace avere le applicazioni pi innovative, la parte superiore della tabella, dove ci sono i prodotti migliori del test, quella che ti riguarda. Questi smartphone hanno tutti schermi grandi e ben leggibili e fotocamere di qualit. In alcuni casi si pu spendere fino a 700 euro, ma la buona notizia che anche fra questi telefoni inizia a esserci qualche prezzo conveniente. Per questa categoria, infatti, il nostro Miglior Acquisto oscilla fra i 250 e i 350 euro.

I sistemi operativi

Le funzioni e le applicazioni che si possono installare su ogni smartphone variano a seconda del sistema operativo utilizzato. La tabella parla chiaro: a farla da padrone Android. Sviluppato da Google, questo sistema operativo, per il quale sono disponibili numerose applicazioni, presente nella maggior parte dei cellulari che abbiamo testato. Una sola critica: la versione pi recente, Android 4, stata presentata a ottobre 2011, ma a oggi pochi telefoni, anche nuovi, la contengono. Non che le vecchie versioni abbiano grossi problemi, ma chi vuole rimanere al passo con le ultime novit rimarr deluso.
Maggio 2012 259 Altroconsumo 31

www.altroconsumo.it

Test
Batteria per telefonate Qualit dello schermo Batteria per internet
C B C D C B C C C C C B C D C C C C C C C C C C B C C B C D C C C C C C D C C C C

Sensibilit alla rete

Sistema operativo

Tastiera hardware

Telefonate

Fotografie

MARCA e modello

Sincronizzazione dei dati

Navigazione gps

Funzionalit del touchscreen

In euro min max (marzo 2012)

MOTOROLA XT 910 Razr SAMSUNG N7000 Galaxy Note 16GB SAMSUNG I 9100 Galaxy S II 16GB APPLE Iphone 4S 32 GB SAMSUNG I 9250 Galaxy Nexus 16GB 3G SAMSUNG I 9000 Galaxy S 8 GB HTC Incredible S APPLE Iphone 4 16GB HTC EVO 3D HTC Sensation XL HTC Sensation SAMSUNG I 9001 Galaxy S Plus LG P 920 Optimus 3D HTC Sensation XE SAMSUNG I 8150 Galaxy W HTC Desire S NOKIA E7-00 NOKIA X7-00 SONY ERICSSON Xperia Neo V MT11I LG P 990 Optimus 2X BLACKBERRY Torch 9860 SAMSUNG Google Nexus S HTC Titan LG P970 Optimus Black SAMSUNG S 8600 Wave 3 SONY ERICSSON R800I Xperia Play APPLE iPhone 3GS BLACKBERRY Bold 9900 SONY ERICSSON Xperia Ray NOKIA Lumia 800 SAMSUNG S5690 Galaxy Xcover NOKIA 701 HTC Wildfire S MOTOROLA Defy Plus NOKIA E6-00 SAMSUNG S5830 Galaxy Ace NOKIA Lumia 710 SONY ERICSSON Xperia Mini ST15I SONY ERICSSON Live With Walkman WT19I HTC Explorer SAMSUNG E2530 NOKIA Asha 300 NOKIA Asha 200

490 - 600 549 - 709 449 - 599 655 - 779 499 - 609 289 - 500 319 - 554 545 - 659 299 - 600 484 - 650 390 - 600 249 - 400 350 - 600 474 - 605 249 - 349 279 - 500 299 - 599 279 - 409 229 - 329 298 - 449 429 - 501 349 - 599 249 - 403 249 - 300 249 - 400 399 449 - 699 249 - 301 219 - 299 199 - 379 179 - 305 243 - 299 259 - 400 179 - 299 160 - 200 199 - 200 149 - 209 50 - 61 100 - 159 70 - 110

Android 2.3.5 Android 2.3.6 Android 2.3.3 iOS 5.0 Android 4.0.1 Android 2.1 Android 2.2.1 iOS 4.2.1 Android 2.3.4 Android 2.3.5 Android 2.3.3 Android 2.3.3 Android 2.2.2 Android 2.3.4 Android 2.3.6 Android 2.3.3 Symbian^3 Symbian^3 Android 2.3.4 Android 2.2.2 BlackBerry OS 7.0 Android 2.3.1 Android 2.2.2 bada 2.0 Android 2.3.2 iOS 5.0 BlackBerry OS 7.0 Android 2.3.3 Android 2.3.6 Symbian^3 Android 2.3.3 Android 2.3.4 Symbian^3 Android 2.2.1 Android 2.3.3 Android 2.3.4 Android 2.3.5 proprietario Series 40 Asha edition 9.2 Series 40 Asha V V V V

Internet

Musica

Video

Email

sms

B C C B B C B C B C C C C C B C C B B C B C D C D B D C B C B C D B B B B B B B B B C

A A A A A A B A A B A A A B B B B B B B A A A A A B B B B A B B B B A B B C C B D C C

A A A A A A B A A A A A A A B A A A A A B A A A A A A B A A B B A B A B B B B A n.d. C n.d.

A B A B B B B B B B B B A B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B

B A B A B B B A A A B B B A B B A B B B A B B B A B B B B B B B B C C B B C C B

C B B B B C B B B C D C C C B C C C C C B B C C B C C C C C B C C C C C C C C D

B B B A B B C B C B C B B C C C B B B B B C B C C C C B C B C B C C C D C C C D

B B B B B B B B A B B B B B B B B A B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B C

A A A A A A A C A B A B B B B B B B B B C B B B C B B D B A B B B B C B B B B B

A B B B B B B B B A B B B A A B C C A B B B B B C B B B A B B C B A C D B B A B

A A A A A A A A A A A A A A A A A B B A A A A A B A A B B A B C B B C A A C C B

B A B B B B B B B B B B B B B B C C B B B B B B B B B B B B B B B B C B C B B B

A A A B A A B A B B A A A B A A B B A A B A A B A A B B A B A B B A A A B B B B

499 - 600 Windows Phone 7.5

389 - 500 Windows Phone 7.5

239 - 349 Windows Phone 7.5

C n.d. n.d. B n.d. n.d. n.d. n.d. A n.d. C B C D D E B n.d. n.d. n.d. n.d. A

C n.d. n.d. n.d. n.d. A n.d.

32 Altroconsumo 259 Maggio 2012

www.altroconsumo.it

QUALITA' GLOBALE (su 100)


78 77 77 77 76 76 76 76 75 74 74 74 73 73 73 73 71 71 71 70 70 70 69 69 69 68 68 67 67 67 66 66 65 65 65 65 65 65 64 63 60 57 46

SMARTPHONE

PREZZI CARATTERISTICHE

RISULTATI

La nostra scelta Smartphone

78
MOTOROLA XT 910 Razr
490-600 euro Semplice da utilizzare, il miglior smartphone in circolazione. Display grande e di qualit. La funzione Motocast permette di vedere i contenuti del pc di casa.

73
SAMSUNG I 8150 Galaxy W
249-349 euro Telefono di alta qualit. Svolge bene tutti i compiti senza particolari lacune. Risparmi fino a 450 euro rispetto a telefoni pi costosi ma di qualit inferiore.

60
SAMSUNG E2530

65
SONY ERICSSON Xperia Mini ST15I
160-200 euro La scelta migliore per chi vuole entrare nel mondo degli smartphone senza spendere troppo. Qualit accettabile per schermo, email e foto.

50-61 euro Il migliore tra i telefoni ancora in circolazione con cui si pu solo chiamare e mandare sms. Se non vi interessano foto, video, internet e altro, questo il cellulare che fa al caso vostro.

TABELLA COME LEGGERLA


Non disponibile Se in tabella trovi la sigla n.d. vuole dire che il telefono non contiene la funzione corrispondente alla colonna di riferimento. Touchscreen Valutiamo la precisione del touchscreen nella risposta ai comandi. Sensibilit alla rete Tra le tante reti, le prove vengono effettuate sulla rete gsm, che una sorta di ultima risorsa: quando viene a mancare anche questa, il telefono non pi raggiungibile. Telefonate Il giudizio riguarda la qualit della voce, in invio e ricezione, in condizioni di rumore in sottofondo o di silenzio; la semplicit del men che riguarda le chiamate e la durata della batteria durante le telefonate. Musica Le prove vengono effettuate nello stesso laboratorio in cui facciamo i test dei lettori mp3, utilizzando una serie di prove simili. I risultati mostrano chiaramente che i cellulari odierni consentono di evitare lacquisto di un lettore mp3 dedicato. Navigazione gps Vale lo stesso discorso fatto per il test sulla parte musicale. Le prove (come per tutto il resto del test) sono eseguite solamente con i programmi gi in dotazione ai diversi cellulari. Per ciascuno di essi sono poi scaricabili programmi che consentono di estenderne e migliorare ulteriormente le capacit. Questi sono valutati nel test sui navigatori gps. Sincronizzazione dati Valutiamo semplicit ed efficacia delle operazioni di sincronizzazione dei dati tra smartphone e pc: foto, musica, contatti, email. Il salvataggio dei dati su pc e, da poco, anche quello su appositi servizi nella nuvola, cio su server in rete.
Migliore del Test: ottiene i migliori risultati nelle nostre prove Miglior Acquisto: buona qualit e il miglior rapporto con il prezzo Scelta Conveniente: qualit accettabile, prezzo molto vantaggioso Ottimo Qualit buona Buono Accettabile Mediocre Pessimo

www.altroconsumo.it

Maggio 2012 259 Altroconsumo 33

Quale

guida gratuita
sceglieraiquesto sceglierai questo mese?

EDIZIONE AGGIORNATA!

NUOVA EDIZIONE !

>>> Scopri subito le TRE GUIDE e fai la TUA SCELTA ! <<<


OFFERTA ESCLUSIVA SOCI ALTROCONSUMO OFFERTA ESCLUSIVA SOCI ALTROCONSUMO OFFERTA ESCLUSIVA SOCI

RICEVI OGNI MESE UNA GUIDA PRATICA GRATUITA!


Ogni mese Altroconsumo ti propone 3 delle sue famose Guide Pratiche e ti invita a sceglierne una in regalo. regalo
Facilmente e rapidamente la guida che preferisci sar tua. E con solo un piccolo contributo di 1,95 per le spese amministrative ci consentirai di continuare a darti tutta lesperienza di Altroconsumo per facilitarti la vita di ogni giorno.

Ogni mese, Altroconsumo ha un regalo solo per te! t


Trovi le condizioni dellofferta a pagina 55 della rivista.

VIVEREMEGLIOSPENDENDOMENO
Come risparmiare senza rinunciare alla qualit
Trovare nuovi modi per vivere bene senza farsi spennare! Questa guida ti offre consigli concreti che ti aiuteranno a scegliere fra le varie offerte del mercato. Inoltre, mette in evidenza in quale occasione conviene stare attenti quando si va in cerca di affari e offerte speciali. Dalla spesa di base alla gestione del denaro, aiuta a capire come risparmiare e come gestire meglio le varie spese.

Cod. G390 16 x 23,5 cm 160 pagine Prezzo al pubblico: 14,45

Gratis per te!

> Risparmiare senza rinunciare alla qualit della vita? possibile! Richiedi adesso questa guida e lo scoprirai!
DIMAGRIRE.Veresoluzioniofalsepromesse?
Scopri tutta la verit sulle diete!
Una versione aggiornata di questa guida che ti propone consigli per dimagrire, evitando le trappole della pubblicit e senza rischi per la tua salute. In modo semplice ed efficace sono illustrate le tecniche per imparare a gestire meglio il proprio peso, con una particolare attenzione allalimentazione e ad una sana attivit fisica. Inoltre: come strutturare una dieta equilibrata, calcolare il peso ideale e conoscere i meccanismi che lo regolano. Lefficacia e i rischi dei trattamenti chirurgici e farmacologici.

NUOVA EDIZIONE !

Cod. G389 16 x 23,5 cm 160 pagine Prezzo al pubblico: 14,45

Gratis per te!

> La guida ideale per un peso ideale! Approfitta del codice regalo e richiedila ora!
GUIDAALLEATTIVITINPROPRIO
Le chiavi del successo della tua impresa
Questa terza edizione, totalmente attualizzata in funzione dei cambiamenti degli ultimi anni, illustra come realizzare e portare al successo il tuo sogno nel cassetto. Capitolo dopo capitolo, imparerai a gestire le problematiche e le potenzialit della tua attivit durante tutta la sua esistenza: dalla nascita alla vendita. Fornisce, in particolare, una panoramica sulle diverse forme dimpresa indicate nella realizzazione del tuo progetto oltre a vari consigli degli esperti che quotidianamente collaborano con Altroconsumo.

Cod. G388 16 x 23,5 cm 192 pagine Prezzo al pubblico: 14,45

Gratis per te!

> Con informazioni e suggerimenti per lanciare ed avviare con successo la tua attivit. Realizza il tuo sogno senza perdere tempo!
Comericeverelatuaguida?
Scegline una tra quelle proposte.

EDIZIONE AGGIORNATA!

CODICE

Scegli in regalo la guida che fa per te.


RICHIEDI ONLINE LA TUA GUIDA IN REGALO. LA RICEVERAI PRIMA.
COGNOME NOME

www.altroconsumo.it/guidepratiche
Oppure:
Chiama lo

CODICE SOCIO LA TUA SCELTA

comunica il tuo codice Socio, la tua scelta e il codice di riferimento che trovi sul tagliando qui di fianco.

02 6961506 e

Compila e rispedisci il tagliando qui di fianco ad Altroconsumo- Guide Pratiche Ufficio Milano Isola - Casella Postale 10608 - 20110 Milano

Cod. G390 - Viveremegliospendendomeno 14,45 IN REGALO PER TE Cod. G389 - Dimagrire Cod. G388 - Guidaalleattivitinproprio 14,45 IN REGALO PER TE 14,45 IN REGALO PER TE

Offerta valida fino al 31 maggio 2012. Trovi le condizioni dellofferta a pagina 55 della rivista.

CODICE REGALO

VA12050

Gratis per te la guida che preferisci. Richiedila subito.

Ogni mese Altroconsumo ti propone 3 delle sue famose Guide Pratiche e ti invita a sceglierne una in regalo. Ricevere la guida che preferisci facile e veloce. E con solo un piccolo contributo di 1,95 ci consentirai di continuare a darti tutta lesperienza di Altroconsumo per facilitarti la vita di tutti i giorni.

Condizioni delloerta a pagina 55 della rivista.

Questo mese scegli il tuo regalo fra:

NUOVA EDIZIONE

EDIZIONE AGGIORNATA

> cod. G390 > 16 x 23,5 cm > 160 pagine > Prezzo al pubblico 14,45

> cod. G389 > 16 x 23,5 cm > 160 pagine > Prezzo al pubblico 14,45

> cod. G388 > 16 x 23,5 cm > 192 pagine > Prezzo al pubblico 14,45

per te in regalo

per te in regalo

per te in regalo

VIVERE MEGLIO SPENDENDO MENO

DIMAGRIRE

Vere soluzioni o false promesse?

GUIDA ALLE ATTIVITA IN PROPRIO

Come risparmiare senza rinunciare alla qualit.


Come ottimizzare le spese e risparmiare? Come scoprire le spese inutili? Le promozioni sono sempre convenienti?

Come migliorare il proprio stile di vita e ritrovare il benessere.


Come scegliere una dieta equilibrata? Come, quando, e perch lattivit sica importante? Quali sono le cattive abitudini alimentari da evitare?

Come diventare padrone del proprio tempo e del proprio lavoro.


Cosa bisogna sapere per mettersi in proprio? Come si ottiene un nanziamento? Come monitorare i risultati?

RICHIEDI ONLINE LA TUA GUIDA IN REGALO. LA RICEVERAI PRIMA. altroconsumo.it/guidepratiche


Oppure:
Chiama lo 02 6961506 e comunica il tuo codice Socio, la tua scelta e il codice di riferimento che trovi sul tagliando qui di anco

CODICE

VA12050
IN REGALO

Scegli la guida che fa per te. un regalo di Altroconsumo.


Cognome Nome Codice Socio

La tua scelta

Vivere meglio spendendo meno - G390 14,45 Euro in regalo per te 14 45 Dimagrire - G389 14,45 Euro in regalo per te 14 45 Guida alle attivit in proprio - G388 14,45 Euro in regalo per te 14 45
OFFERTA VALIDA SINO AL 31 MAGGIO 2012. Trovi le condizioni delloerta a pagina 55 della rivista.

Compila e rispedisci il tagliando qui di anco ad Altroconsumo - Guide Pratiche - Ucio Milano Isola Casella Postale 10608 - 20110 Milano

Marchi

Inchiesta

davvero ecologici?
Spesso dietro le griffe verdi di sostanziale c ben poco. Impariamo a riconoscere le poche certificazioni sostenibili solide e veritiere.

LA NOSTRA INCHIESTA
A quali marchi ecologici dai importanza quando stai per fare un acquisto? Scopri se ci hai visto giusto. SCAFFALI VERDI Per scoprire quali marchi ambientali sono pi diffusi siamo andati tra gli scaffali di supermercati e ipermercati. Abbiamo passato in rassegna i prodotti che li riportano pi frequentemente, come gli articoli per la cura della persona, per la pulizia della casa, gli oggetti da cancelleria e le pile. In queste pagine trovate la valutazione di quelli che abbiamo trovato pi spesso. Oltre ai prodotti fotografati in queste pagine, molti altri della stessa categoria li riportano.
36 Altroconsumo 259 Maggio 2012 www.altroconsumo.it

pparenza o sostanza? Quando si parla di certificazioni ecologiche spesso difficile trovare una risposta a questa domanda. Non sono casi isolati, infatti, quelli di griffe sedicenti ecologiche di prodotti, coniate e utilizzate unicamente come strategia di marketing. E non un caso: secondo lultimo sondaggio Eurobarometro, il 72% degli europei disposto a spendere di pi per acquistare prodotti ecologici. Tra questi, il 60% degli italiani si dichiara fiducioso delle informazioni ambientali fornite sulle etichette. Fiducia ben riposta? Nelle schede in queste pagine presentiamo i principali marchi ambientali diffusi sul mercato; non tutti sono affidabili.

dichiara che il suo articolo rispettoso di o garantisce la tal cosa. Purtroppo, in questi anni di grande moda dellimmagine ecologica, si tratta spesso di messaggi fumosi e inconsistenti. In definitiva, i marchi ecologici stentano a dare indicazioni utili ai consumatori per orientarsi nellacquisto di un prodotto davvero rispettoso dellambiente. Spesso il loro significato non chiaro ed poco concreto.

Impariamo a riconoscerli

Le aziende si autocertificano

Perch dovremmo dubitare degli slogan verdi, esibiti da ormai buona parte delle aziende? Innanzitutto perch molto spesso il marchio volontario. Di fatto si tratta di unautocertificazione: il produttore

Il panorama, per, non del tutto negativo. Esistono veri marchi ecologici, che garantiscono un reale beneficio per lambiente e che dimostrano che il prodotto rispetta criteri predefiniti, verificati da enti di certificazione esterni. Quello pi diffuso lEcolabel, il marchio europeo, attribuibile ormai a 26 categorie di prodotti e servizi, di cui molti italiani (vedi riquadro in basso). In queste pagine facciamo una panoramica dei marchi ambientali pi diffusi, per insegnarvi a riconoscere le

certificazioni valide e affidabili. E anche per aiutarvi a smascherare quelle pi ammiccanti e inconsistenti. In ogni scheda trovate diversi gruppi di prodotti che riportano i principali marchi ambientali: si tratta di solito di articoli per la cura della persona, per la pulizia della casa e di cancelleria. Come potete vedere, ci sono marchi del tutto superflui, che lanciano messaggi poco chiari, difficilmente verificabili. Altri non servono, se non a favorire gli interessi del produttore, perch sono solo diciture generiche (tipo amico della natura, amico della terra...), prive di sostegno scientifico e verifiche. I marchi generici e inutili si trovano in genere su prodotti che non fanno parte di una linea verde, specifica di unazienda o di un supermercato.

Alcuni sono obbligatori

Esistono poi alcuni aspetti ambientali per cui sono obbligatorie specifiche etichette. Ad esempio, i materiali di cui sono fatti gli imballaggi (PET, PE...), i simboli di pericolo

ECOLABEL, IL MARCHIO EUROPEO


un elemento distintivo, sinonimo di qualit ambientale. Al consumatore lEcolabel garantisce che il proprio acquisto ha un minore impatto sullambiente rispetto ad altri prodotti presenti sul mercato. MOLTO DIFFUSO il marchio di qualit ambientale della Commissione europea. Per ottenerlo bisogna osservare precisi criteri, sostenere costi e presentare una documentazione corposa a supporto delle prestazioni ambientali. rilasciato da un organismo indipendente. presente su articoli in carta (fazzoletti, tovaglioli, carta da ufficio, carta igienica) e su prodotti per la pulizia della casa (detersivi per i piatti, pavimenti e lavastoviglie).
GIUDIZIO: AFFIDABILE

www.altroconsumo.it

Maggio 2012 259 Altroconsumo 37

Inchiesta
INTERNAZIONALI
Ecco due marchi importanti, ma poco diffusi in Italia. Si trovano per lo pi su carta, cancelleria e tessili.
per le sostanze chimiche o il bidone barrato dei rifiuti elettrici (Raee). Queste etichette avvertono dei potenziali rischi per la salute del consumatore o forniscono informazioni per il corretto smaltimento a tutela dellambiente. Alcune etichette sono molto conosciute, come la X nera su fondo arancione, che segnala la presenza di sostanze tossiche o irritanti nei detersivi o nei prodotti per il fai-da-te. Un caso a s letichetta energetica, che informa sui consumi della maggioranza degli elettrodomestici (vedi pag. 39). modaiola e poco pi, di strilli ambientali falsi o indimostrabili, rientra il green washing, termine anglosassone conosciuto tra gli addetti ai lavori, che indica un insieme di strategie pubblicitarie mirate alla pulizia superficiale dellimmagine aziendale. In pratica, il produttore millanta virt ecologiche, magari vere solo per alcuni aspetti della produzione, dimenticando per di considerare le fasi del ciclo produttivo con il maggior impatto ambientale. Un caso recente quello dellacqua Ferrarelle a Impatto zero, punita dallAntitrust perch fa leva sulla sensibilit dei consumatori, ma non riconducibile a unattivit particolarmente ambientalista dellazienda. Fumo negli occhi, insomma. La mancanza di regole e di codici deontologici si sente nella realt dei marchi ambientali, alcuni vero surrogato della pubblicit, che, come questa, dovrebbero osservare alcune regole basilari: chiarezza, utilit e verit.

Regole pi severe
NORDIC ECOLABEL un marchio rilasciato da un ente indipendente scandinavo. Valuta limpatto ambientale del prodotto lungo tutto il suo ciclo di vita.
GIUDIZIO: AFFIDABILE

Non detto che unautodichiarazione ambientale sia falsa: vero per che in commercio ne abbiamo trovato parecchie che hanno solo la funzione di evocare in modo suggestivo il rispetto dellambiente: ma questo green marketing, che col consumo sostenibile centra poco (vedi il riquadro alla pagina a lato Diffidate delle autodichiarazioni). In questa logica,

I PRODUTTORI EUROPEI DI DETERSIVI


Tra i marchi pi comuni troviamo quello appartenente al progetto Sustainable cleaning, iniziativa volontaria dellindustria di detergenti per promuovere la sicurezza chimica e della salute. PULIZIE SOSTENIBILI Lo riportano i detersivi di aziende iscritte al programma di miglioramento ambientale. Le aziende (non il singolo prodotto) vengono valutate sulla base di 11 indicatori di pratiche migliorative, come la sicurezza chimica, i consumi idrici, gli imballaggi utilizzati. Il progetto da un lato mira a migliorare le pratiche industriali per renderle pi sostenibili; dallaltro lato ad arricchire le informazioni per i consumatori in modo da limitare limpatto ambientale nella fase duso del detersivo. Ne esistono diverse versioni, qui a fianco ne pubblichiamo due. Il punto debole che il marchio attesta solo liscrizione volontaria dellazienda al programma, i controlli vengono dopo.
GIUDIZIO: NON MOLTO UTILE

LANGELO AZZURRO In tedesco Blaue Engel, un marchio indipendente, rilasciato a prodotti e servizi. Indica con evidenza qual lo specifico beneficio ambientale.
GIUDIZIO: AFFIDABILE

38 Altroconsumo 259 Maggio 2012

www.altroconsumo.it

DIFFIDATE DELLE AUTODICHIARAZIONI


Molto diverse dai veri marchi di certificazione, le promesse effimere riportate sulle confezioni di tanti prodotti in commercio sono banali slogan pubblicitari. Spesso poco pertinenti e difficilmente verificabili. RICERCA DI CREDIBILIT RICORRENDO AI NUMERI LIBERE ASSOCIAZIONI DI PAROLE

Pronto sarebbe per il 99% naturale perch fatto principalmente di acqua, come prevede sempre la formulazione di questi prodotti.

Nelsen dichiara di ricorrere per il 100% solo a energia verde (sole, vento...) per produrre il detersivo. A cosa ci si riferisce? Uno slogan vago e non verificabile.

Il bollino mischia lefficacia di lavaggio (100% Cif power) e lattenzione ambientale (98% origine naturale). Ma lingrediente verde ancora solo lacqua.

Lo abbiamo trovato su una confezione di batterie. Solo perch queste pile sono ricaricabili significa che sono green? Verde ridurre al minimo luso di pile.

Recycology un esempio di neologismo per richiamare il rispetto ambientale di questa linea di penne, di cui una parte in plastica riciclabile.

In questo caso non il prodotto, ma la confezione a essere ecocompatibile. Cio? Di che materiale si tratta? Si ricicla pi facilmente di altre?

PROTEGGERE LE FORESTE
Identificano i prodotti che contengono legno che proviene per buona parte da foreste gestite secondo standard ambientali.

I CONSUMI ENERGETICI
Letichetta energetica non un vero marchio ambientale, ma di fatto linformazione che pi aiuta a preservare lambiente. SUGLI ELETTRODOMESTICI Indica i consumi dei principali elettrodomestici, dividendoli in classi pi o meno efficienti (dalla A alla G). Letichetta energetica obbligatoria su buona parte degli apparecchi ed ormai cos familiare da orientare le scelte di acquisto dei consumatori. Le aziende del settore sono state stimolate cos a migliorare le prestazioni degli apparecchi.
GIUDIZIO: UTILE

DAL CANADA Fsc lacronimo di Forest Stewardship Council, creato dallomonima organizzazione non governativa canadese, diffusa a livello internazionale.
GIUDIZIO: AFFIDABILE

MARCHIO EUROPEO Il Pefc riconosce le certificazioni nazionali esistenti verificandone la conformit con gli standard europei.
GIUDIZIO: AFFIDABILE

www.altroconsumo.it

Maggio 2012 259 Altroconsumo 39

Test

Aria poco fredda


Non sperate di combattere il caldo torrido con uno di questi condizionatori monoblocco in casa. Meglio gli split.

un solo motivo che pu giustificare lacquisto di un condizionatore monoblocco: un uso davvero sporadico, limitato al periodo estivo, i pochi giorni in cui lafa si fa insopportabile. In generale non li consigliamo, perch dal nostro test emergono diverse importanti lacune, tanto che non indichiamo un Migliore del Test n un Miglior Acquisto. Le prestazioni. Dai condizionatori del test esce aria fredda, ma lapparecchio non riesce a diffonderla uniformemente nel locale n quindi a creare una situazione di comfort. Versatilit. Non sono cos versatili come sembrano: portarli da una stanza allaltra, secondo le proprie esigenze, un po unillusione, perch per funzionare bene i condizionatori monoblocco devono essere comunque posti vicino a una finestra (di solito viene fatto un foro nel vetro) per far passare il tubo che scarica laria calda allesterno. Quindi se decidete di

IL NOSTRO TEST
Abbiamo messo alla prova sette condizionatori daria monoblocco, sottoponendoli a diversi test. La prova per eccellenza quella che ci svela la capacit di ogni apparecchio di raffreddare laria. QUANTO FREDDO? Abbiamo verificato per ogni modello la capacit di raffreddare, il tempo necessario per raggiungere una situazione di comfort nella stanza e le prestazioni nelle ore successive al raggiungimento della temperatura voluta. Come obiettivo avevamo quello di portare la temperatura da 35 a 25C. Abbiamo anche verificato se lapparecchio ha effettivamente la potenza di raffreddamento dichiarata dal produttore.

40 Altroconsumo 259 Maggio 2012

www.altroconsumo.it

COME FUNZIONA LA FABBRICA DEL FREDDO


Ambiente esterno Ambiente interno

TABELLA COME LEGGERLA


Raffreddamento Alcuni modelli ci hanno messo 40 minuti a far scendere la temperatura da 35C a 30C, altri circa 27 minuti. Poi, dopo 3 ore, abbiamo misurato di nuovo la temperatura: tutti i modelli avevano raggiunto i 27 gradi. Deumidificazione Non sono apparecchi in grado di deumidificare in modo molto efficace. Comfort il vero tallone dAchille dei monoblocco: una limitata capacit di distribuire il flusso daria perch spesso lapertura della ventola pu essere spostata solo verso una direzione. Questo vanifica in parte la sensazione di comfort. Rumore Davvero difficile dormire mentre sono in funzione.
Migliore del Test: ottiene i migliori risultati nelle nostre prove Miglior Acquisto: buona qualit e il miglior rapporto con il prezzo Scelta Conveniente: qualit accettabile, prezzo molto vantaggioso Ottimo Buono Accettabile Mediocre Pessimo

Il liquido, tornando allo stato di gas, assorbe calore Il calore esce dallunit esterna Laria della stanza entra nellunit interna, si rinfresca, e ritorna nella stanza dalle ventole. Nel condensatore il gas passa allo stato liquido e cede calore Il compressore porta il gas refrigerante in pressione

Per ottenere unazione di raffreddamento, i condizionatori sfruttano una caratteristica fisica dei gas: quando passano dallo stato liquido a quello gassoso, assorbono calore, creando freddo; viceversa, quando da gas diventano liquidi, cedono calore. Il cuore del sistema il compressore, che porta il gas refrigerante in alta pressione; nel condensatore il gas passa allo stato liquido e il calore viene disperso allesterno. Il gas liquido viene portato allinterno della casa attraverso i tubi e qui, tornando allo stato gassoso, produce il freddo che rinfresca laria. Il gas torna quindi al compressore, che di nuovo lo comprime, e il ciclo rincomincia. Nei sistemi split il compressore separato e posto allesterno, mentre nei condizionatori monoblocco del nostro test allinterno, perch c una sola unit. I sistemi split non tolgono n aggiungono aria alla stanza, mentre i monoblocco espellono allesterno aria calda.

Cosa c nella parte che sta allesterno dei sistemi split Ecco uno spaccato dellunit esterna, dove si vede anche il ventilatore, che crea il movimento daria necessario al sistema. Ventola Condensatore Compressore

Dimensioni lxhxp (cm)

Costo annuale (utilizzo intenso) Costo annuale (utilizzo sporadico) Capacit dichiarata di refrigerazione (kW)

Lunghezza del cavo (cm) Lunghezza massima del tubo (cm)

Facilit duso

MARCA e modello

Totale prestazioni

Deumidificazione

Raffreddamento

In euro min-max (marzo 2012)

ARGO Optimo 9N PROLINE NW81A AERMEC PSD 90 DE LONGHI PAC AN95 CLATRONIC CL 3134 ORIEME Algido 8

244 - 380 239 - 249 450 429- 510 229

97 98 79 113 113 82

82 85 66 98 98 68 88

2,55 45 x 41 x 75 2,5 2,3 46 x 40 x 77 45 x 41 x 73

28 27 27 26 28 25 20

150 155 195 155 185

130 130 160 125 150

Versatilit
B D C C C C C

Sicurezza

Peso (kg)

Comfort

Standby

Rumore

B B B C B B C

B D B B C C C

D D D D D D D

B B B B B E D

C C B C C C D

C C C C C C B

B B B B B B B

E D E E E E E

OLIMPIA Splendid Ellisse Silent, Mod 1157 299 - 449

200 140

2,64 31 x 38 x 80 2,77 45 x 41 x 75 2,31 53 x 51 x 60 2,35 32 x 38 x 73

200 145

299 - 369 106

www.altroconsumo.it

Maggio 2012 259 Altroconsumo 41

QUALIT GLOBALE (su 100)


56 55 55 54 54 49 46

CONDIZIONATORI DARIA MONOBLOCCO

PREZZI

CARATTERISTICHE

RISULTATI

Test
TUTTI I MODI PER RAFFREDDARE LARIA DI CASA
Di sistemi di condizionamento ce ne sono tanti, la cosa difficile scegliere quello pi adatto alle proprie esigenze. Per aiutarvi, rappresentiamo i diversi sistemi per segnalarvi punti positivi, negativi e prezzi (ma senza il costo dinstallazione che molto variabile). MONOBLOCCO PORTATILI: SOLO UNIT INTERNA UNO SPLIT FISSO: MOTORE ESTERNO, UNIT INTERNA

Cosa fare: un foro nella finestra o si accostano le due ante per far passare il tubo di scarico. Vantaggi: si possono spostare. Svantaggi: raffreddano una sola stanza, fanno rumore, laria fredda non viene distribuita in modo omogeneo anche a causa di una ventilazione poco orientabile. Consumano tanto. Prezzo: a partire dai 200 euro.

Cosa fare: un foro nel muro per far passare i tubi che collegano lo split al motore del condizionatore. Vantaggi: laria raffreddata ben distribuita nella stanza, il rumore in casa minimo perch il compressore esterno. Svantaggi: linstallazione cosa. Prezzi: da 250 euro, se li trovate in promozione, in su.

LA BOLLETTA SI SURRISCALDA
Risparmiare con i monoblocco difficile, anzi impossibile. Rispetto a un sistema con uno split solo, il consumo raddoppia. Consumi alti. I rendimenti (ossia luso di energia elettrica rispetto al freddo che producono) dei condizionatori daria monoblocco sono significativamente bassi: per raffreddare il medesimo locale, un condizionatore monoblocco pu arrivare a consumare circa il doppio dellenergia rispetto, ad esempio, ai modelli con un motore esterno e ununit interna che avevamo testato lanno scorso (AC 248, maggio 2011). Costo annuale. Abbiamo ipotizzato due scenari, i cui risultati sono stati pubblicati in tabella a pag.37: per i tre mesi pi caldi, un consumo medio sporadico di circa 6 ore al giorno e uno intenso di circa 8-9 ore al giorno. Il costo in tabella comprende anche lammortamento del prezzo dacquisto. Per la prima ipotesi, luso sporadico, il costo annuo va da un minimo di 66 euro fino a sfiorare i 100 euro; nel caso di utilizzo intensivo si va dagli 82 euro ai 113 euro. In standby. Abbiamo anche valutato il consumo del condizionatore monoblocco in stand by. I risultati li trovate in tabella. Le direttive europee impongono che non si superi un valore di un watt in standby. I modelli del test si comportano bene tranne uno, Clatronic CL3134, che sfiora i 3 watt di consumo, con un costo di circa 2 euro per lestate. In ogno caso non lasciate gli apparecchi in standby: risparmierete e anche dal punto di vista elettrico pi sicuro.

fare il foro al vetro in una stanza, poi andr a finire che lo userete sempre l, perch spostarlo significa altri fori in pi finestre. Laltra soluzione per usufruire della mobilit del condizionatore di non forare il vetro, e di tenere la finestra socchiusa in modo da fare passare il tubo, ma in questo modo vanificate buona parte del lavoro di raffreddamento. Rumore. Da non sottovalutare. Dal nostro test emerso che difficile dormire con uno di questi modelli in stanza. Un altro motivoper cui lacquisto di questo tipo di condizionatore va soppesato con cura.

Altri limiti

Conoscere caratteristiche e funzioni dei condizionatori monoblocco, vi aiuter a capire se il caso di acquistarli oppure no. I modelli del test hanno solo la funzione di raffreddamento e non di riscaldamento. Serbatoio. Allinterno del monoblocco c un serbatoio per raccogliere lacqua condensata: per i modelli del test il volume va da 0,6 litri a 1,2 litri. Tenete presente che se il contenitore dellacqua piccolo, vi ritroverete a svuotarlo molto di frequente. Clatronic lunico che offre 3 litri di capienza. Quando pieno dacqua il serbatoio va svuotato e qui sta la vera difficolt: essendo inamovibile, per svuotarlo dovete avvicinare un contenitore al canale di
www.altroconsumo.it

42 Altroconsumo 259 Maggio 2012

MULTISPLIT FISSI: MOTORE ESTERNO, DIVERSE UNIT INTERNE

SISTEMA CANALIZZATO A BOCCHETTE

Cosa fare: unopera di muratura. Per ogni split va fatto un foro nel muro per far passare i tubi e collegarli tutti al motore esterno. Vantaggi: si possono stabilire temperature diverse in ogni stanza. Svantaggi: linstallazione pi complessa. Prezzi: i multi-split con due unit e pompa di calore costano dai 600 euro in su.

Cosa fare: un importante lavoro di muratura. C un motore esterno, e ununit centrale interna. Laria, raffreddata o riscaldata, passa attraverso delle canaline ed distribuita dalle bocchette. Con un termostato interno si regola la temperatura. Vantaggi: laria molto ben distribuita. Svantaggi: costoso. Prezzi: dai 4.000 euro in su.

scolo, situato di solito in basso, sul retro del monoblocco, in un punto davvero scomodo per svuotarlo. Se trovate un modello che vi convince con il tubo di scolo in alto, sicuramente un motivo per preferirlo. Ingombro e peso. Tenete conto dellingombro, perch dovrete pensare anche a dove riporlo nel periodo invernale. E anche il peso importante, per apparecchi venduti come portatili: il pi leggero del test pesa 20 chili, gli altri vanno dai 25 ai 28 chili. Flusso daria. Altro punto davvero critico: il flusso daria disomogeneo. Questo comporta che non c lo stesso comfort (temperatura e umidit) in tutti i punti della stanza. Termometro. Molti modelli sono in grado di rilevare la temperatura della stanza segnalandola sul display. Uninformazione utile per impostare lapparecchio.

Non lasciateli in standby: consumano

ma una parte allesterno, per eliminare il calore del sistema: questo significa che nella stanza entrer per forza altra aria, dallesterno e dai locali attigui. Questa aria non raffreddata contribuisce a innalzare la temperatura e, di conseguenza, i consumi.

Prestazioni inferiori

Se volete un condizionatore, meglio split. Con i monoblocco starete poco al fresco. I motivi principali sono legati al fatto che ununit unica. Limpossibilit di avere due unit separate, una interna e laltra esterna, limita la possibilit di avere alti rendimenti energetici e quindi buona potenza di raffreddamento, in particolare quando si boccheggia. I monoblocco aspirano laria della stanza e ne ributtano una parte allinterno, dopo averla raffreddata,
www.altroconsumo.it

Sul nostro sito trovi molte altre informazioni e servizi a tua disposizione: - caratteristiche dei diversi tipi di condizionatori; - i prezzi pi convenienti in base alla marca e al modello; - come risparmiare energia elettrica, utilizzando questi apparecchi.
www.altroconsumo.it/condizionatori

Maggio 2012 259 Altroconsumo 43

Test

Caschi per bimbi


IL NOSTRO TEST
I caschi sono stati sottoposti a prove di sicurezza e resistenza, valutazione del comfort e della presenta di sostanze chimiche inopportune. VIA DALLA TESTA In caso durto il casco resta sulla testa? Se cos non fosse anche il modello pi sicuro sarebbe inutile. Per valutare questo aspetto abbiamo eseguito la prova di resistenza allo scalzamento, verificando non solo lo scalzamento frontale (previsto dalla norma EN 1078), ma anche quello allindietro. Questo evento non impossibile: pu accadere, per esempio, colpendo un ramo o una sbarra.

Lomologazione dovrebbe proteggerci da ogni rischio. Ma alcuni prodotti cadono sulla sicurezza. Serve una norma pi severa.

no non assorbe a sufficienza lurto in caso di caduta; laltro si sfila dalla testa. Il nostro test parla chiaro: alcuni caschi, fatti per proteggere i pi piccoli, non garantiscono la sicurezza che promettono. La stessa che dovrebbero assicurare perch provvisti di marchio EN 1078. Come facciamo a dirlo? Trattandosi di prodotti di protezione, abbiamo sottoposto i caschi del test alle stesse prove previste dalla normativa europea sui caschi per ciclisti. Due modelli non le hanno superate: il primo il caschetto Rudy Project Fyol, che fallisce gravemente la prova di sicurezza (non solo non assorbe a sufficienza i colpi, ma viene scalzato prima della caduta); il secondo Topbike CQ04 venduto da Carrefour, eliminato perch si sfila troppo facilmente, nonostante le regolazioni e la chiusura. Ma non solo. Oltre alle prove ufficiali abbiamo testato i caschi con prove extra molto severe, non previste dalla norma (per esempio limpatto al suolo con maggiore veloci-

t, la resistenza al calore...), che riteniamo necessarie per garantire la sicurezza di chi li usa. Risultato? Il Kiddy One della Decathlon, nonostante passi la prova di sicurezza prevista dalla norma, non supera il nostro test sullassorbimento dellurto. Il casco Disney Cars invece non regge le alte temperature: se vi capitasse di dimenticarlo in macchina al sole, la colla interna si scioglierebbe a tal punto da renderlo inutilizzabile.

Proteggiamo i pi piccoli

I caschi da bicicletta per adulti sono spesso materia di discussione tra i ciclisti, che si dividono tra favorevoli e contrari. compatto invece il fronte che li vuole in testa ai pi piccoli quando sono in sella. Anche se non obbligatorio (la proposta di legge cera, ma non passata) raccomandabile che i bambini li indossino sempre. Le numerose cadute, il fatto che siano meno sicuri e pi spericolati degli adulti o semplicemente che siano in balia delle incertezze degli esordi sono tutte buone ragioni che depongono a fawww.altroconsumo.it

44 Altroconsumo 259 Maggio 2012

COME INDOSSARLO
Posizionare bene il casco essenziale. Non basta appoggiarlo sulla testa: va allacciato e regolato. LA GIUSTA POSIZIONE Per essere efficace il casco deve stare nella posizione giusta: mettetelo in modo orizzontale sulla testa. Attenzione, il cinturino deve passare vicino allorecchio, mai sopra. MAI SBILANCIATO Uno degli errori pi comuni quello di mettere il casco in modo sbilanciato, posizionato troppo in avanti oppure indietro (nellimmagine sotto): indossato cos non vi protegge bene. REGOLARE IL CINTURINO Se non riuscite a tenerlo nella posizione giusta (in alto) significa che avete regolato male il cinturino o che la taglia sbagliata. Provatelo bene, dunque, al momento dellacquisto.
www.altroconsumo.it/auto-e-moto/moto-bici

Tra i caschetti testati solo uno ha il sistema di chiusura micrometico (nella foto a sinistra): tutti gli altri hanno il sistema Double D (a destra).

PEDALARE SICURI IN CITT


Muoversi con le due ruote in citt spesso rischioso. La prima, buona, norma considerarsi alla pari di tutti gli altri mezzi circolanti. E farsi vedere. Renditi sempre visibile, soprattutto la sera. Indossa un giubbotto o strisce fluorescenti da applicare sulle diverse parti del corpo.

Controlla costantemente il perfetto funzionamento di freni, luci, campanello e pneumatici della bicicletta.

Nel tardo pomeriggio o di sera indispensabile poter disporre di un buon impianto di illuminazione. Meglio avere la luce posteriore lampeggiante.

Non percorrere strade dissestate o molto trafficate: preferisci, se possibile, un percorso pi lungo, ma pi sicuro.

catarifrangenti sono 3 Iindispensabili. Non devono mai mancare quelli sui pedali e sul retro. Obbligatori sui raggi, meglio a coppie di due. Scegli il seggiolino per i bambini in base al peso. Per la sicurezza, dal 2005 in vigore la normativa EN 14344.

Usa i marciapiedi solo se sono larghi a sufficienza, andando piano e fermandoti tutte le volte che necessario. Ricorda: sei un ospite.

Attenzione alle rotaie: la tua ruota pu incastrarsi dentro e farti cadere. Passaci sopra solo di traverso,senza frenare bruscamente, soprattutto quando piove.

Indossa il casco e fallo mettere sempre ai pi piccoli.

Sii vigile nel traffico: invia segnali in anticipo, usando il braccio e il campanello.

10

vore del casco. Se dovete comprarne uno nuovo, coinvolgete vostro figlio: ce ne sono di forme e colori diversi, con fori per la ventilazione e catarifrangenti variamente distribuiti sulla superficie. Fatelo scegliere a lui: sar pi felice di indossarlo. Ricordate per che laspetto da anteporre a qualsiasi altro la sicurezza del prodotto: un casco per la bici deve essere omologato rispetto agli standard di sicurezza vigenti.

La norma? Non sempre basta

Il casco va allacciato e ben regolato: o inutile

LUnione Europea ha regolamentato i caschi per bici con una normativa, la EN 1078. Acquistate, dunque, solo prodotti con questo marchio: un casco omologato dovrebbe rispondere alle esigenze di sicurezza rappresentate da un campo visivo ottimale per il ciclista, dallutilizzo di materiali dalle elevate propriet di assorbire gli urti e da un sistema di aggancio efficiente e che permetta uno sgancio rapido in caso di emergenza. Tuttavia, come ha svelato il test, neanche la norma ci mette totalmente al sicuro. Perch? I requiwww.altroconsumo.it

siti della normativa tecnica sono minimi e andrebbero rivisti. Altroconsumo da tempo chiede che lomologazione diventi pi stringente e contempli prove pi severe, per esempio, usando come riferimento nei test di sicurezza una velocit pi elevata. Rivedere la norma pu per richiedere molto tempo. Che cosa fare, dunque, nel frattempo? Si pu scegliere un casco testato da noi. Ricordate: il casco andrebbe sostituito, anche se ancora in buone condizioni, ogni 5 anni. O prima, se vostro figlio caduto. Non detto che la mancanza di danni visibili garantisca automaticamente lintegrit della struttura interna, che pu risultare indebolita dallimpatto e non assicurare unefficace protezione alla testa in caso di successivi urti.

Mettetevelo bene in testa

Il casco va indossato correttamente. Altrimenti inutile. Meglio un caschetto di media qualit bene indossato, piuttosto che uno super sicuro posizionato male o non allacciato. Abituate i bambini ad usarlo fin da
Maggio 2012 259 Altroconsumo 45

Test
CASCHETTI BICI PREZZI CARATTERISTICHE
Resistenza allo scalzamento

RISULTATI
QUALITA' GLOBALE (su 100)
78 76 75 73 56 55 53 22 x x

Resistenza del sistema di ritenuta (laccetti, chiusura)

Assorbimento degli urti

In euro min max (marzo 2012)

Visibilit al buio

Catarifrangenti

MARCA e modello

SPECIALIZED Flash Youth 2012 LIMAR 515 Sport Action MET Super Buddy GIRO Rascal B'TWIN (Decathlon)Unscar BELL Bellino DISNEY Cars B'TWIN (Decathlon) Kiddy One CARREFOUR Topbike CQ04 RUDY PROJECT Fyol

31 - 39 29 - 43 22 - 27 45 15 35 25 - 30 10 5 35 - 45

305 242 271 235 362 260 207 230 178 227

V V V V V V V

B B B B C B B D B E

B B B A C B C C E E

B A B B B B B B B A

A B C B D C E D E C

B B D D B C C B C B

A A A B B C B B C A

A A A B A A B A A A

B B C B D C C C B A

B B B B B C B C B B

A B A A A D E B D B

TABELLA COME LEGGERLA


Assorbimento urti Abbiamo simulato in laboratorio diversi tipi di urti: sia su superficie piatta sia su superficie angolata. Questa valutazione stata fatta per simulare la caduta per esempio su un terreno sconnesso. La prova stata fatta con due velocit : una prevista dalla norma EN 1078 e una pi elevata. Resistenza allo scalzamento Il giudizio tiene conto sia dello scalzamento frontale (prevista dalla norma), sia di quello che si pu verificare allindietro (prova extra). Rudy Project Fyol e Carrefour Topbike CQ04 falliscono nella prova di omologazione. Resistenza del sistema di ritenuta Cinturini e chiusure sono stati sottoposti a forti strappi per valutarne la resistenza: un buon cinturino non deve n sganciarsi, n allentarsi durante e dopo lo strappo. Regolazione Perch il casco sia efficace deve essere indossato e regolato bene. Lo abbiamo testato. Aerazione. Una buona aerazione essenziale. Altrimenti si rischia di non metterlo. Resistenza Se il casco viene dimenticato in macchina sotto al sole, la colla interna si pu sciogiere e il casco si deforma o danneggia. Per valutare questo aspetto i modelli sono stati messi in una camera a 75C per pi di 4 ore. Sostanze chimiche Ritardanti di fiamma, ftalati, coloranti, allergeni: siamo andati alla ricerca di sostenza chimiche pericolose, assolutamente inutili nei caschi.
Migliore del Test: ottiene i migliori risultati nelle nostre prove Miglior Acquisto: buona qualit e il miglior rapporto con il prezzo Scelta Conveniente: qualit accettabile, prezzo molto vantaggioso Ottimo Qualit buona Buono Accettabile Non comprare Mediocre Pessimo Bocciato

La nostra scelta Caschi bici per bambini


78
SPECIALIZED Flash Youth 2012
31 - 39 euro Supera bene le prove dellassorbimento degli urti il Migliore del Test. Molto visibile al buio grazie alle molte bande catarifrangenti.

75
MET Super Buddy
22 - 27 euro Il Migliore Acquisto ha un buon rapporto tra qualit e prezzo. Va bene dal punto di vista della sicurezza. E del comfort.

46 Altroconsumo 259 Maggio 2012

www.altroconsumo.it

Sostanze chimiche
A A A A C A A A A C

Istruzioni per luso

Regolazione

Resistenza

Aerazione

Comodit

Peso (g)

Pulizia

Luci

piccoli. E, a prescindere dal modello, investite un po di tempo per regolare bene ganci e chiusure: una volta fatto, calzarlo in futuro sar pi semplice e veloce. Perch serva e possa attutire i colpi in caso di caduta indispensabile che il casco sia sistemato correttamente: vi spieghiamo come nel riquadro la giusta posizione a pag.45 e sul nostro sito.

Qui caschi male


Due i caschi bocciati per problemi di sicurezza: si tratta di prodotti inaffidabili, che non tutelano come dovrebbero lincolumit dei bambini. Li abbiamo segnalati al ministero competente. I risultati negativi del nostro test parlano chiaro: la norma sui caschi da bicicletta deve essere rivista. Servono aggiornamenti e nuovi limiti per lomologazione. E maggiore controllo sulla produzione.

Limportanza del comfort

Se pesasse molto e facesse sudare la testa, nessuno bambini compresi - si sognerebbe di indossare un casco. Ecco perch oltre alla sicurezza abbiamo deciso di mettere alla prova anche altri fattori, altrettanto importanti. Per farlo ci siamo affidati non solo ad esperti del settore, ma anche ai destinatari dei caschi: alcuni bambini di 11 anni ci hanno dato un mano per valutare il posizionamento del casco sulla testa, la sua rimozione e il comfort provato nellindossarlo, la regolazione. In laboratorio abbiamo testato anche laerazione: dovendo essere indossati durante lattivit fisica, questi prodotti devono essere leggeri e traspiranti. Certo, questo pu limitare il livello di sicurezza. Ma non ci sono alternative. Un casco pesante e chiuso sarebbe pi sicuro, ma non troverebbe molti fan. Tanto meno fra i pi piccoli.

BOCCIA TI
C ARRE F RU DY P OUR Topbike CQ04 ROJECT Fyol

PERCH PRETENDIAMO DI PI
La legislazione che regola i caschi per bici inadeguata. I risultati dei nostri test dimostrano spesso che alcune norme non sono allaltezza del loro compito. Ecco perch nelle prove noi pretendiamo di pi. Nei test sui microonde misuriamo le temperature superficiali allesterno del forno dopo lutilizzo secondo la norma non obbligatoria ISO 13372. Cos si individuano le parti che si surriscaldano e possono causare ustioni. In Italia non esisteva alcuna legislazione sui sistemi di filtraggio dellacqua. Sono stati inseriti nel nuovo decreto legge che regola il trattamento delle acque domestiche (DL 25 del 7/2/2012).

Nellomologazione standard ECE R44-04 dei seggiolini auto non viene presa in considerazione la protezione in caso di impatto laterale. Noi la includiamo sempre nei test. E ora anche i produttori prestano attenzione a questo aspetto.

Abbiamo iniziato a verificare la presenza di PAH (sostanze cancerogene che vengono rilasciate dai pneumatici sullasfalto) prima che la direttiva 2005/69/CE ne proibisse luso. Un successo anche nostro.

Per valutare i caschi da moto abbiamo aggiunto prove extra che riteniamo necessarie per garantire la sicurezza: i bocciati vengono segnalati alle istituzioni. Il regolamento sui caschi da rivedere, perch lascia margini di applicazione criticabili.

Per anni abbiamo denunciato la presenza di ftalati nei giochi per bimbi. Nei nostri test li abbiamo sempre cercati e denunciati. E alla fine sono stati vietati, nella nuova versione della norma 2009/48/CE.

www.altroconsumo.it

Maggio 2012 259 Altroconsumo 47

Il verde?
Mettiamolo alla prova
FINE VITA Come nella fase di utilizzo, anche in questa tappa fondamentale il ruolo dei consumatori. Quando un prodotto arriva a fine corsa siamo noi che dobbiamo smaltirlo in modo corretto, inserendolo nel giusto circuito di riciclaggio.

Impatto ambientale

Che cosa inquina di pi? La produzione di una lavatrice o il suo uso? Per capirlo bisogna valutare limpatto ambientale di un prodotto. In tutto il suo ciclo di vita.
FABBRICAZIONE Nella fabbricazione di prodotti con tecnologie di punta si utilizzano metalli rari e preziosi. La loro estrazione e la trasformazione costa molto cara allambiente. il caso di cellulari, computer, televisori di ultima generazione: la cosa migliore che vengano utilizzati il pi a lungo possibile. E smaltiti correttamente per riciclare i materiali.

IN TUTTE LE FASI
Per calcolare limpatto ambientale di un prodotto, bisogna prendere in considerazione tutte le fasi della sua esistenza: dallestrazione delle materie prime necessarie per costruirlo, fino alla fine di vita. La progettazione di qualsiasi apparecchio andrebbe sempre pensata con un occhio di riguardo per lambiente: il riciclo fondamentale per evitare i grandi danni provocati dalleccesso di rifiuti, dallapprovigionamento delle materie prime e dallemissione di sostanze tossiche o nocive.

UTILIZZO I prodotti che consumano molta energia, acqua o detersivi possono essere sostituiti con altri che si distinguono per maggiore efficienza e attenzione verso lambiente. il caso di molti elettrodomestici, come lavatrici, lavastoviglie, frigoriferi: utilizzarli bene determinante per un minor impatto ambientale.

DISTRIBUZIONE E TRASPORTO Camion, navi e aerei trasportano materie prime, parti di prodotti o rifiniture: di solito dopo la consegna rientrano al paese dorigine con altri tipi di carichi per ammortizzare il costo della trasferta. Questo fa si che limpatto di questa fase non sia alto, se paragonato alle altre tappe.

e nostre scelte condizionano lambiente. Nel bene e nel male. Se per pigrizia o mancanza di tempo buttiamo il cellulare vecchio nellimmondizia di casa facciamo un danno. Nel vero senso della parola. Perch i materiali preziosi usati nella produzione sono inquinanti e creano un danno allecosistema. Per evitarlo, basta smaltire

correttamente il telefonino ( un Raee), lasciandolo nel negozio dove acquistiamo quello nuovo (il ritiro gratuito) o portandolo in una delle piazzole ecologiche presenti nella nostra citt. Le nostre scelte, dunque, si riflettono sullambiente. Sempre: sia quando smaltiamo nel modo giusto un rifiuto, sia quando decidiamo di acquistare un modello di lavatrice o di frigorifero pi

efficiente, sia quando preferiamo bere lacqua del rubinetto o comprare la frutta sfusa, senza limballaggio di plastica. Individuare la scelta giusta per non sempre facile: meglio comprare il dentifricio nel tubetto o nel blister in plastica? pi ecologico tenere il vecchio televisore o comprarne uno nuovo che consuma meno? Come faccio a scegliere un cellulare verde? Per capire cosa fare
www.altroconsumo.it

48 Altroconsumo 259 Maggio 2012

CHE COSA SONO I RAEE?


Sono i rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche, che non vanno smaltiti con la normale spazzatura perch pericolosi e inquinanti. Per il loro corretto smaltimento i rivenditori sono obbligati a ritirarli gratuitamente se se ne acquistano di nuovi dello stesso tipo. Altrimenti vanno portati in una piazzola ecologica.

Lavatrice: la differenza la fai tu


USIAMOLA BENE Nella nostra analisi del ciclo di vita abbiamo preso in considerazione tre esempi: una lavatrice energeticamente efficiente usata per 12 anni e due meno efficienti con, rispettivamente, 6 e 12 anni di utilizzo allattivo. Per questi elettrodomestici la fase di utilizzo la pi determinante nellimpatto ambientale, per il consumo di elettricit e detersivi: usarla bene, dunque, significa anche risparmiare. Nel caso, per esempio, del modello poco efficiente usato per 12 anni, la fase di utilizzo ha un peso ambientale del 90,4%: se aggiungiamo anche il consumo di acqua, il valore arriva a 92,1%. Se la lavatrice dura solo
0.2 Modello pi efficiente (12 anni) 9.7 0.1 0.3 Modello meno efficiente 14.3 (6 anni) 0.1 0.2 Modello meno efficiente (12 anni) 7.7 0.1 % Fine vita % Trasporto 43.5 43.3 46.7 1.7 1.5 1.7

6 anni, limpatto ambientale della produzione raddoppia passando da 7,7 al 14,3%. CONSIGLI VERDI Fai partire la lavatrice solo quando a pieno carico. Non usare temperature superiori ai 30-40. Se devi sostituire la lavatrice rotta (o con almeno 8-10 anni di vita) scegli un modello AA+++. Controlla le dosi del detersivo: ne serve meno di quanto pensi. Preferisci i detersivi in polvere, che fanno risparmiare sul dosaggio. Non usare lammorbidente.
44.8 40.5 43.7 % Consumo elettrico % Consumo di acqua % Consumo

a volte necessario avere una visione pi ampia del prodotto, che tenga conto delle conseguenze e degli effetti che la sua esistenza ha sullambiente circostante. In poche parole, serve conoscere il suo impatto ambientale.

Ogni tappa importante

% Produzione

di detergente

Si chiama LCA (life-cycle assessment, ovvero analisi del ciclo di vita) ed un metodo scientifico. In parole povere, la valutazione dellimpatto ambientale uno strumento che permette di quantificare i consumi, lemissione di gas dannosi, la produzione di rifiuti e tutti gli impatti (diretti e indiretti, primari e secondari, a breve e a lungo termine) sullambiente e sulla salute, associati a qualsiasi tipo di prodotto o servizio. Perch la LCA sia completa deve essere fatta su tutte le tappe che costituiscono lesistenza di un prodotto: dallestrazione delle materie prime, alla produzione, dal trasporto alluso, fino allo smaltimento. Il suo intero ciclo di vita. Analizzando tutti i passaggi, possibile capire dove si pu intervenire per migliorare la situazione ambientale. Un esempio: nel caso dei cellulari limpatto ambientale legato in maniera preponderante alla fase di produzione: scegliere, dunque, un modello che pesa poco e tenerlo il pi a lungo possibile un modo per contribuire a ridurre limpatto ambientale. Un altro smaltirlo correttamente.

Telefonino: il peso della produzione


IL RUOLO DEI PRODUTTORI Consideriamo un cellulare base a basso consumo di energia con 6 e 3 anni di vita e uno pi sosfisticato (per esempio uno smartphone), ma meno efficiente, usato per 6 anni. Per i telefonini la fase di produzione quella con il maggiore impatto ambientale. Bisogna scegliere un modello semplice (che pesa poco) e tenerlo per 6 anni perch la percentuale passi da 68 al 39. Se a fine vita il cellulare viene smaltito correttamente, limpatto della produzione sullambiente viene ammortizzato notevolmente. Nei tre casi il trasporto incide poco: il valore vicino allo zero.
Modello pi sofisticato (6 anni) Modello base (3 anni) Modello base (6 anni) 39 56 60.9 68 44

CONSIGLI VERDI Scegli il telefonino in base alle tue reali esigenze: pi grande e pesante maggiore limpatto sullambiente. Tienilo il pi possibile: cambialo se si rompe, non per moda. Per far durare di pi la batteria, caricala quando completamente scarica. Se il problema la batteria, sostituiscila senza cambiare lintero cellulare. A fine vita, smaltiscilo correttamente: il materiale riciclato verr usato per la produzione di un telefono nuovo.

32

Ne teniamo conto nei test

Ogni volta che la valutazione possibile limpatto ambientale di un prodotto viene incluso nei nostri test. A volte non possibile inserire questa valutazione: il
www.altroconsumo.it

0.1

% Trasporto

% Produzione

% Consumo elettrico

Maggio 2012 259 Altroconsumo 49

Impatto ambientale
caso di quei prodotti (telefonini, televisori...) per cui limpatto ambientale legato in maniera prevalente ad aspetti che non possiamo verificare in laboratorio, per esempio le modalit di produzione. Quando invece la valutazione verde possibile (lavatrici, lavastoviglie e cos via) questa viene sempre fatta partendo dai nostri dati misurati in laboratorio, e non da quelli forniti dai produttori. Nei nostri test per calcolare la qualit globale di qualsiasi apparecchio attribuiamo un peso (cio unimportanza diversa) a differenti aspetti: nel caso di una lavastoviglie valutiamo, per esempio, lefficacia di lavaggio, i consumi di acqua ed energia, la rumorosit del ciclo. Ora anche il giudizio sullimpatto ambientale influenza la qualit globale di un prodotto e concorre alla sua valutazione finale: pi il voto su questo aspetto negativo, tanto pi pesa sul giudizio globale. Lultima parola, dunque, spetta al verde.

Anche limballaggio influisce sullecosistema


Meglio il cartone o la plastica? Il vetro oppure il metallo? La scelta della confezione ha ripercussioni sullambiente: a volte, per esempio, gli imballaggi sono molto pi grandi di quanto effettivamente servirebbe. I produttori poi sono responsabili della scelta (fondamentale) del materiale, che incide per il 78% sullimpatto ambientale. Molto meno influisce il processo produttivo, legato principalmente alle emissioni di gas serra (intorno al 13%). In generale, invece, il trasporto e lo smaltimento dellimballaggio a fine vita sono le voci meno determinanti: rispettivamente incidono per lo 0,2 e lo 0,7%.

MAIONESE: IL VETRO COSTA CARO


Il vetro costa caro allambiente: rispetto al tubetto, implica un peso elevato, un dispendio energetico consistente nella fase produttiva e un impatto ambientale maggiore. In compenso va detto che in Italia la raccolta del vetro superiore alla soglia richiesta dalla Direttiva europea. Entrambi gli imballaggi sfruttano bene lo spazio. L'involucro di cartoncino per il tubetto davvero inutile. cattivo esempio buon esempio

DENTIFRICIO: SOLO IL TUBETTO


Rispetto ai dispenser in plastica il tubetto classico di gran lunga la scelta migliore. Evitiamo per di prendere quelli con il contenitore in cartoncino: anche se separare questi due materiali (plastica e cartone) per lo smaltimento molto semplice, linvolucro esterno del tutto superfluo. Ricordiamoci di compattare il tubetto prima di buttarlo. cattivo esempio

buon esempio
Rispetto al cattivo esempio:

Rispetto al cattivo esempio:

di emissioni

-51%

di impatto ambientale

-39%

di emissioni

-79%

di impatto ambientale

-74%

LAMPADINE: VINCE IL CARTONE


Il produttore imballa in due modi diversi lo stesso prodotto, molto probabilmente solo per ragioni di marketing. Il blister (il primo qui accanto) composto da pi materiali e spreca pi spazio rispetto al semplice involucro di cartoncino. Plastica e cartone insieme rendono pi difficile la sepazione dei materiali nella raccolta domestica. E complicano anche il successivo processo di riciclo. cattivo esempio buon esempio

Rispetto al cattivo esempio:

di emissioni

-77%

-126%
di impatto ambientale

50 Altroconsumo 259 Maggio 2012

www.altroconsumo.it

Viva voce
Consulenze
www.altroconsumo.it/ contattaci
il canale attraverso il quale chiedere informazioni e consulenze online. Se preferite chiamarci, ecco quali numeri utilizzare.

Condividi le tue esperienze. Le tue domande, i nostri consigli

Giuridica

02 69 61 550 dal luned al venerd h. 9/13 -14/18

Fiscale

02 69 61 570 dal luned al venerd h. 14/17

Economica

02 69 61 580 dal marted al gioved h. 9/12

Farmaci

02 69 61 555 dal luned al venerd h. 9/13 -14/18

Incatenati alla tv
I tanti cavilli burocratici per rifiutare la disdetta dellabbonamento: Bisogna citare espressamente la legge Bersani
MEDIASET PREMIUM

Miglior Acquisto
02 69 61 560 dal luned al venerd h. 9/13 -14/18

Tarie Rc auto e moto


02 69 61 566 dal luned al venerd h. 9/13 - 14/18

Tarie telefoniche
02 69 61 590 dal luned al venerd h. 9/13 -14/18

ABBONAMENTI
Telefono 02 69 61 520 Fax 02 66 89 02 88

ono diversi i soci che si lamentano delle difficolt per disdire labbonamento Mediaset Premium. A settembre ho mandato una raccomandata con ricevuta di ritorno alla RTI Spa (Gruppo Mediaset ndr), specificando di voler recedere dal contratto e annullare lautorizzazione alladdebito sul conto corrente, ci scrive uno di loro. Una richiesta inequivocabile. Ma non per Mediaset. La societ, a distanza di cinque mesi della richiesta, fa sapere che ha bisogno di unaltra raccomandata in cui si richieda testualmente la cessazione del contratto con risoluzione immediata per decreto Bersani. In pratica Mediaset, se non si cita Bersani, non procede alla disdetta, di conseguenza impossibile farsi rimborsare.

Vogliono che si scriva risoluzione invece di disdetta

raccomandata di recesso dal contratto. Ho riscritto a ottobre per chiedere come mai risultava ancora attivo il Rid relativo al pagamento. A dicembre telefono, ma mi fanno sapere che, pur avendo chiuso il contratto, non potevano procedere al rimborso perch nella prima raccomandata ho usato il termine disdetta invece della parola risoluzione. Abbiamo chiesto spiegazioni a Mediaset, che per ora tace. Intanto, per non darle appigli, per chiudere labbonamento meglio utilizzare il modello di lettera che c sul nostro sito (altroconsumo.it/reclamare, poi cliccare su contratti).

SEDE ASSOCIAZIONE
Altroconsumo via Valassina 22 20159 Milano

Siamo alle sfumature lessicali

A quanto pare disdetta una parola che a Mediaset non piace. Anche Riccardo Grazzini, di Montecatini Terme, ci segnala di avere avuto problemi: Ho mandato lo scorso maggio la

Anche tu hai problemi di questo tipo? Contatta il nostro servizio di consulenza giuridica.

02 69 61 550

luned - venerd h. 9-13 14-18

www.altroconsumo.it

Maggio 2012 259 Altroconsumo 51

Viva voce
BACHECA
facebook.com/altroconsumo Maria Victoria del Casale Grazie a voi abbiamo risolto tanti problemi: una storia infinita con Fastweb, telefono, questioni condominiali. Per non considerare i tanti soldini che abbiamo risparmiato con le assicurazioni. Grazie ancora! INTERNET KEY

Se la chiave delle Poste fa flop


o acquistato per corrispondenza, sul catalogo Posteshop di Poste Italiane una chiavetta usb per navigare in internet (Internet Key Pm1051). Purtroppo la chiavetta risultata difettosa e quindi inutilizzabile. Le telefonate al call center delle Poste si rivelano infruttuose, non tanto per cattiva volont degli operatori, ma perch non sapevano nulla riguardo alla procedura di restituzione di un prodotto in garanzia.

Lorenza Zanasi Vorrei ringraziare pubblicamente tutto lo staff del servizo di consulenza giuridica di Altroconsumo per avermi assistito in maniera impeccabile in una controversia con una compagnia telefonica. La questione si risolta definitivamente e, ci che pi conta, a mio favore. Consiglio a tutti gli amici e al popolo di Facebook di abbonarsi ad Altroconsumo per avere accesso a tutte le consulenze e assistenze gratuite, che considero veramente speciali.

Si arriva a una soluzione

Nicoletta Pauletto Grande Altroconsumo! Sono socia da anni e ho sempre trovato tante persone cortesi e competenti a rispondere a ogni mia domanda. Bravi, continuate cos!

Seguendo i consigli di Altroconsumo, sono passato dalle telefonate alle raccomandate, per lasciare traccia scritta dei miei reclami. Ricevuta la mia comunicazione, mi chiamano per concordare la restituzione della chiavetta difettosa presso un ufficio postale, e cos faccio. Me ne avrebbero mandata una nuova di zecca e questa volta si spera funzionante. Tuttavia, le settimane passano, ma non arriva nulla. Trascorsi quaranta giorni, inoltro la richiesta di rimborso di quanto speso per acquistare lInternet Key, facendo anche intervenire direttamente Altroconsumo. Il rimborso le Poste non me lo accordano, ma finalmente si risvegliano e mi mandano una nuova chiavetta. Era legittimo chiedere il rimborso? G. M., Villar Dora (TO)

QUANDO SCATTA IL RIMBORSO


Il Codice del consumo, nel caso in cui il prodotto acquistato si riveli difettoso, indica diverse strade per risolvere la controversia tra venditore e acquirente. Questultimo libero di chiedere in prima battuta il rimborso del prezzo, ma il negoziante non obbligato a rendere subito i soldi. Il venditore pu prima cercare di far riparare il prodotto, sempre che sia ancora possibile, oppure proporre la sua sostituzione: tutto senza alcun costo per lacquirente. Solo se la riparazione non avviene in tempi congrui o comporta inconvenienti per il consumatore, scatta il diritto al rimborso.

Consulenza giuridica 02 69 61 550

IL DUBBIO

Casa pensare del marchio CE taroccato?


PIERDOMENICO RENSO, che vive a Remanzacco (UD), ci racconta Ho acquistato delle lenti a contatto e del liquido per lenti Bausch Lomb Pure Vision sui quali ho notato una minore distanza tra la C e la E del marchio CE rispetto a quella di un altro flacone acquistato in precedenza. Cosa significa? .
Caratteristiche tipografiche del marchio CE

autocertificano che il prodotto che commercializzano risponde ai requisiti in materia di sicurezza previsti dalla normativa europea. Non tutti i prodotti devono riporare il marchio CE, solo quelli che ricadono sotto le direttive comunitarie cosiddette del nuovo approccio (ad esempio. giocattoli, apparecchiature elettriche, occhiali da sole e da

vista, apparecchi a gas o a pressione, recipienti...). La marcatura CE prevede lapplicazione di precise regole tipografiche, come mostriamo nel disegno. Se queste non si riscontrano, pu dipendere da tanti motivi, tra cui c di sicuro quello dello scarso controllo da parte del produttore. Quindi meglio cambiare prodotto e segnalare lanomalia.

Il marchio CE un contrassegno con cui le aziende

52 Altroconsumo 259 Maggio 2012

www.altroconsumo.it

MULTE A MILANO

Un foglietto al posto del verbale


bito a Milano e per muovermi in citt utilizzo lauto. Chi prende la macchina per spostarsi sa bene quanto sia difficile districarsi nel traffico tra strade interrotte e parcheggi introvabili. Proprio per questultimo inconveniente mi capitato alcune volte di dover lasciare lauto ferma in divieto di sosta. Puntuale, ogni volta che tornavo a prenderla, trovavo sempre una multa. Qualche mese fa, per, ad attendermi sul parabrezza non cera il solito foglio di verbale ma un altro pi piccolo, una specie di volantino, in cui non venivano riportati molti dati. Premesso che sono in torto per aver commesso linfrazione, chiedo se secondo voi questa forma di avviso ammissibile. Andrea Zaccaria, Milano

FILO DIRETTO

Gli allergeni, questi sconosciuti


Nel test sui saponi liquidi (AC 256, febbraio 2012) indicate i prodotti dove sono presenti allergeni. Cosa sono e perch sono valutati cos negativamente? R.D., Milano

Non un buon esempio di trasparenza

senza dellautomobilista, consente di pagare la multa entro cinque giorni e di risparmiare cos le spese di notifica. Questo tipo di avviso controproducente. Purtroppo, dal momento che non regolato nello specifico, contro questa forma di avviso, non possibile fare ricorso, pratica per cui , comunque, sempre necessario attendere la notifica del verbale.

Consulenza giuridica 02 69 61 550

Strana forma di contestazione

In effetti il foglio lasciato dagli agenti della polizia locale sullauto del nostro socio lascia un po perplessi. semplicemente un foglio che avverte lautomobilista che a breve trover nella posta la multa. Anche se il Codice della strada non indica specificatamente come deve essere fatto un avviso dinfrazione, questo foglio rosa risulta sprovvisto di alcuni elementi importanti. Non sono riportati, per esempio, i dati dellauto multata n il bollettino che, nel caso in cui la verbalizzazione dellinfrazione avvenga senza la pre-

Andrea Zaccaria

OGNI MESE RICCHI PREMI


www.altroconsumo.it/imieinumeri Continuano le estrazioni di premi mensili previste dal concorso Altroconsumo ti premia con cui premiamo la fedelt di chi ci sostiene. Tieni docchio la posta di casa, avvisiamo i vincitori con una raccomandata. Non devi fare altro, se non essere in regola con ladesione ad Altroconsumo. Ti ricordiamo che con i tuoi numeri personali partecipi alle estrazioni di diversi premi mensili e del superpremio finale: una Lexus CT200h Style, del valore di 30.600 euro. Trovi tutte le informazioni sul nostro sito.

Gli allergeni per legge devono essere indicati in etichetta perch sono sostanze che, pi di altre, possono scatenare reazioni indesiderate. I bambini e le persone con la pelle sensibile farebbero meglio a scegliere prodotti con pochi o senza allergeni, i pi comuni dei quali sono: limonene, linalool, cinnamal, amyl cinnamal, citral. Se la reazione si scatena, conviene controllare letichetta del prodotto con un medico, perch potreste essere allergici a qualcuna di queste sostanze, Tra i prodotti del nostro test, il sapone Dove ne ha 9, Coop 1, Neutro Roberts, che da questo punto di vista il migliore, senza allergeni. Limpatto che queste sostanze hanno sullambiente acquatico ancora pi negativo, perch se sulla nostra pelle i saponi restano poco tempo, poi finiscono nelle acque di scarico.

IN CIFRE

26

Sono le sostanze che per legge sono classificate come frequenti allergenizzanti, da indicare in etichetta.

www.altroconsumo.it

Maggio 2012 259 Altroconsumo 53

Scelte sicure
Per farti risparmiare sugli acquisti e offrirti un trattamento vantaggioso su utenze domestiche e assicurazioni, contrattiamo condizioni di favore con i migliori operatori del mercato, rimanendo totalmente indipendenti. LA TUA ASSICURAZIONE RC Auto e Rc Moto

Viva voce
ERRORI NELLE BOLLETTE

Lo strabismo di Telecom
volte meglio stipulare un contratto telefonico nuovo invece di subentrare a uno gi esistente. Lho scoperto a mie spese decidendo di tenere per il mio negozio di tappezzeria a Firenze un vecchio contratto Alice Business Tutto incluso intestato al precedente cliente. In questo piano tariffario si paga una somma fissa, che include sia le telefonate locali sia quelle interurbane. Peccato che per quasi due anni, mi siano state erroneamente addebitate in bolletta.

Tariffe personalizzate sulle polizze Rc auto, Rc moto e Rischi diversi auto e moto. GENIALLOYD Info: 800-999.999 ZURICH CONNECT Info: 848-585.032

tura troppo a lungo, finch ho deciso di rivolgermi ad Altroconsumo. Grazie al vostro intervento presso Telecom, sulle bollette non sono pi comparsi addebiti irregolari. Grazie davvero. Niki Berlincioni, Impruneta(FI)

Viaggi

Polizza Viaggi Nostop, con uno sconto del 20% per viaggi in Italia e allestero, vacanze e stage. EUROP ASSISTANCE Info: www.prontopolizza.it o 800-443.322

I TUOI SOLDI Carta di credito Altroconsumo

Canone annuo dimezzato rispetto alle principali carte, restituzione dello 0,2% dei soldi spesi; non devi cambiare banca n aprire un nuovo conto. Info: 800-663.399 (da telefono fisso) o 015-2434.614 (da estero e cellulare)

Me ne sono accorto subito

Conti deposito

ING DIRECT Conto Arancio: + 0,2% lordo sul tasso dinteresse base. Info: ingdirect.it/ altroconsumo o 800-337.337 (nuovi clienti); 800-717.273 (gi clienti) SPARKASSE Conto Extra: + 0,2% lordo sul tasso dinteresse base. Info: www.sparkasseitalia.it/ altroconsumo o 800-378.378

I TUOI ACQUISTI I prodotti dei nostri test a prezzi vantaggiosi

Un errore di cui mi sono accorto sin dalla prima fattura. Ragion per cui, allarrivo di una nuova bolletta sbagliata, ho telefonato a Telecom per farmi rimborsare le telefonate e chiedere la correzione del piano tariffario. I rimborsi sono tutti arrivati, ma le bollette hanno continuato a presentare sempre lo stesso problema. Cosicch mi toccato ogni volta richiamare Telecom e segnalare la svista. Unazienda seria non si comporta cos. Ho sopportato per mesi, forse addirit-

CENTRACQUISTI I migliori prodotti dei nostri test a un prezzo conveniente. Info: www.centracquisti.it o 02-9976.2829

I pneumatici dei nostri test a prezzi speciali

PNEUS ONLINE Per acquistare on line i migliori pneumatici dei nostri test a un prezzo vantaggioso e con un sconto del 3,5%. Info: www.pneumatici-pneus-online.it

DETERSIVI SFUSI: SONO PI ECOLOGICI?


confezionati solo se largomento limballaggio. Infatti, dai nostri calcoli risulta che se una famiglia acquista le ricariche dei detersivi (liquidi per il bucato e per i piatti e ammorbidente) pu risparmiare in un anno circa 4 chili di plastica e anche 15 euro, il che non guasta mai. Per quanto riguarda invece limpatto ambientale degli ingredienti usati per produrre i detersivi sfusi, nulla si pu dire a priori: bisogna valutare caso per caso. Il detersivo sfuso potrebbe essere anche peggiore di un altro venduto in flacone. Ci pu aiutare il marchio Ecolabel, che fornisce la garanzia di basso impatto ambientale, ma poich non una certificazione obbligatoria, nulla vieta che ci possano essere sul mercato prodotti migliori non certificati. Per tutte queste ragioni cercheremo di introdurre i detersivi sfusi nei prossimi test.
www.altroconsumo.it

I vini dei nostri test a prezzi vantaggiosi

I migliori vini dei nostri test a un prezzo esclusivo, sconto del 10% sul catalogo del negozio virtuale R2m. Info: vino.altroconsumo.it

LA TUA CASA Analisi dellacqua e rilevazione del radon


Per far analizzare lacqua o laria di casa. Info: 02-6961.560

Fornitura di elettricit

EDISON Tariffa Luce Sconto Sicuro con riduzione del 15% sulla componente energia del prezzo dellelettricit. Info: convenzioni.edisoncasa.it o 800-066.850

LE TUE TASSE Modello 730

Possibilit di compilare il modello 730 online o attraverso lassistenza diretta di oltre 60 professionisti Caf CGN, a tariffe agevolate Info: https://730online.cgn.it/altroconsumo.
www.altroconsumo.it/vantaggi

In famiglia abbiamo deciso di passare ai detersivi sfusi: sono la scelta pi ecologica? . A chiederlo la nostra socia Paola Silvestrin di Prata di Pordenone (PN). Noi ci complimentiamo per la sua scelta, ma questa domanda purtroppo non ha una risposta secca. Intanto, bisogna intendersi su un punto: si pu affermare sicuramente che i detersivi sfusi sono pi ecologici di quelli

54 Altroconsumo 259 Maggio 2012

INDICE
ARGOMENTO A
Altroconsumo unassociazione senza fini di lucro fondata a Milano nel 1973. Altroconsumo, in piena autonomia e indipendenza, si pone come scopo linformazione, la difesa e la rappresentanza dei consumatori. membro della CI (Consumers International), di ICRT (International Consumers Research and Testing) e del BEUC (Ufficio europeo delle associazioni di consumatori). Altroconsumo si finanzia esclusivamente attraverso le quote associative e labbonamento alle proprie riviste.

Test e inchieste degli ultimi mesi


NUM.
254 255 259 259 257 256 255 256 253 257 259 255 258 259 256 254 256 256

ANNO
12/2011 1/2012 5/2012 5/2012 3/2012 2/2012 1/2012 2/2012 11/2011 3/2012 5/2012 1/2012 4/2012 5/2012 2/2012 12/2011 2/2012 2/2012 3/2012 4/2012 5/2012 1/2012

ASSOCIAZIONE

Presidente: Paolo Martinello Vicepresidente: Marino Melissano Direttore: Luisa Crisigiovanni Tesoriere: Enzo Passaro Consiglio: Valentina Apruzzi, Franca Braga, Giulia Candiani, Raffaele Cauzzi, Liliana Cantone, Silvia Castronovi, Luisa Crisigiovanni, Graziella De Faveri, Andrea Doneda, Letizia Ghizzi Panizza, Paolo Martinello, Rosanna Massarenti, Francesco Mattana, Marino Melissano, Natalia Milazzo, Giovanni Pessina, Marco Pierani, Daniela Nocchieri, Valeria Riccardi, Vincenzo Somma, Lorena Valdicelli. Sede nazionale via Valassina 22 - 20159 Milano. Tel 02/66.89.01 - Fax 02/66.89.02.88 produttori e da qualsiasi tipo di interesse commerciale. Tutti i campioni utilizzati per la realizzazione dei test vengono acquistati anonimamente e inviati direttamente ai laboratori per lesame. I campioni gratuiti vengono rifiutati. I risultati delle prove condotte da Altroconsumo, Soldi & Diritti, Test Salute e HiTest riguardano esclusivamente i prodotti presi in esame, anche se possibile trarne valutazioni di carattere generale e consigli utili per gli acquisti. Direttore editoriale: Andrea Doneda Direttore responsabile: Rosanna Massarenti Redazione: Natalia Milazzo, Alessandro Sessa (caporedattori), Marzio Tosi (vicecaporedattore), Luca Cartapatti, Manuela Cervilli, Matteo Metta, Beba Minna, Simona Ovadia, Adelia Piva, Sonia Sartori, Roberto Usai.

Acqua potabile tariffe qualit Aerei, biglietti online Amministrazione pubblica, Antiruggine Automobile inchiesta affidabilit test monovolume Bastoncini di pesce Caraffe filtranti Caschi da moto integrali Caschi da bici per bambini Catene commerciali Cellulari onde elettromagnetiche Condizionatori Coupon sconti online Crostacei Detersivi bucato in polvere Lettori Blu-ray

Liberalizzazioni Libri elettronici (ebook)

257 257

3/2012 3/2012

Macchine fot. compatte Materassi Netbook Ogm, inchiesta

257 253 257 257

3/2012 11/2011 3/2012 3/2012 4/2012 11/2011 4/2012 12/2011 1/2012 2/2012 3/2012 1/2012 3/2012 5/2012 3/2012 1/2012 12/2011 12/2011 4/2012 11/2011 5/2012 12/2011 2/2012 4/2012 2/2012 11/2011 12/2011 11/2011

O P

Il mensile Altroconsumo, i bimestrali Soldi & Diritti, Test Salute e HiTest, cos come le guide pratiche hanno come unico obiettivo linformazione e la difesa dei consumatori. Le riviste non contengono una sola riga di pubblicit, n informazioni pagate o ispirate da produttori e venditori o da gruppi di interesse politico e finanziario, a garanzia della trasparenze e dellobiettivit dei giudizi. I test comparativi su beni di consumo e servizi finanziari e assicurativi sono lelemento che contraddistingue le riviste. Per la realizzazione di test comparativi e inchieste Altroconsumo si avvale di Euroconsumers Servizi srl. Le informazioni di carattere finanziario sono fornite da Altroconsumo Edizioni Finanziarie. I laboratori e gli esperti incaricati di svolgere le prove sono indipendenti dai

ALTROCONSUMO NUOVE EDIZIONI S.R.L.

Pane, guida allacquisto 258 Pneumatici invernali 253 estivi e impatto ambientale 258 Prezzi nelle catene commerciali 254 Registrare dalla tv Sapone liquido per mani Scarpe, responsabilit sociale Sicurezza elettrodomestici Sicurezza antifurto Smartphone Smacchiatori Spaghetti Spazzolini da denti elettrici Soundbar per tv Stampanti Telefono fisso, tariffe Telefonino, tariffe Televisori a grande schermo 32 e 37 pollici Terriccio Trapani Videocamere tascabili Vino: Nero dAvola

R S

255 256 257 255 257 259 257 255 254 254 258 253 259 254 256 258 256 253 254 253

Ebook (libri elettronici) 257 Edifici certificazione energetica 258 Etichette ecologiche 259 Frigoriferi Gruppi di acquisto solidale (Gas) Hard disk esterni Idraulici di emergenza Impatto ambientale dei prodotti Internet provider Internet security Lampadine a risp. energetico Latte di alta qualit Lavastoviglie da incasso a libera installazione Lavatrici a 1.000 giri Lettori Mp3 e casse

255

259 254 253 259 254 258 253 256 253 258 256 255

5/2012 12/2011 11/2011 5/2012 12/2011 4/2012 11/2011 2/2012 11/2011 4/2012 2/2012 1/2012

Altroconsumo, Soldi & Diritti e Test Salute sono diffusi solo in abbonamento. Limporto dellabbonamento comprende anche la quota di associazione. Sono soci solo le persone fisiche. Le persone giuridiche possono abbonarsi e accedere ai servizi individuali forniti dallassociazione. Per abbonarsi sufficiente inviare una lettera indirizzata a Altroconsumo Nuove Edizioni srl - Casella postale 10608 - 20110 Milano oppure collegarsi al sito altroconsumo.it cliccando alla sezione contattaci. Pagamento a mezzo domiciliazione bancaria o carta di credito: questa forma di pagamento indispensabile quando si sceglie la rata trimestrale. In ogni caso, la durata dellabbonamento a tempo indeterminato e le future variazioni di costo verranno comunicate anticipatamente sulla rivista. Garanzia di soddisfazione: se entro 15 giorni dal ricevimento del primo numero della rivista si cambia idea e non si vuole pi essere abbonati alle riviste e Soci Altroconsumo, si ha diritto di recedere e nulla sar dovuto. Per esercitare il diritto di recesso basta scrivere una lettera a: Altroconsumo - Ufficio Abbonamenti - Via Valassina, 22 - 20159 Milano o collegarsi al sito www.altroconsumo.it (cliccando sulla voce contattaci). Inoltre, in qualsiasi momento si pu recedere dallabbonamento e dallassociazione con una lettera allufficio Abbonamenti sar restituito quanto eventualmente gi pagato per il periodo successivo al recesso. Guide Pratiche gratuite: per ricevere in regalo la Guida Pratica necessario essere in regola con la quota di adesione. Limporto di 1,95 per le spese amministrative verr addebitato con le stesse modalit con cui si paga ladesione ad Altroconsumo. Le Guide possono essere vendute al prezzo indicato in quarta di copertina e/o inviate in omaggio ai Soci. Per ricevere i numeri arretrati sufficiente telefonare o scrivere allUfficio Abbonamenti Altroconsumo. Il costo pari al doppio del prezzo di copertina. Non possibile richiedere pi di due esemplari dello stesso numero. I suoi dati personali saranno utilizzati da Altroconsumo e/o da terzi da esso incaricati per la gestione dellabbonamento, nonch per gli scopi associativi. Essi verranno trattati con mezzi informatici e potranno essere, a termini di legge, da lei consultati, modificati, integrati o cancellati.

ABBONAMENTO E QUOTA ASSOCIATIVA

H I

Trovi larchivio completo di tutti gli articoli di Altroconsumo degli anni passati, oltre a quelli delle riviste Test Salute, Soldi&Diritti e HiTest, su www.altroconsumo.it

ARCHIVIO ONLINE

Altroconsumo Nuove Edizioni vieta espressamente la riproduzione anche parziale degli articoli e dei risultati dei test per fini commerciali e pubblicitari. Anche la riproduzione degli articoli per fini non pubblicitari deve essere autorizzata per iscritto dal direttore. Qualsiasi uso e/o riproduzione delle illustrazioni vietato senza laccordo scritto delleditore.

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI

QUANTO COSTA

Altroconsumo Altroconsumo + Soldi&Diritti Altroconsumo + Test Salute Altroconsumo + Soldi&Diritti + Test Salute

84,00 122,40 128,40 166,80

Annuale

Trimestrale
21,00 30,60 32,10 41,70

ALTROCONSUMO NUOVE EDIZIONI SRL


Sede legale, direzione, redazione e amministrazione: via Valassina 22 - 20159 Milano Tel. 02/66.89.01 - Fax 02/66.89.02.88 - Reg. Trib. Milano n. 116 del 8/3/1985 Copyright Altroconsumo - n. 291252 del 30/6/1987 Stampa: Amilcare Pizzi - via Pizzi 14, Cinisello Balsamo DIRETTORE RESPONSABILE: Rosanna Massarenti

la quota associativa, compresa nellabbonamento, pari a 15,40 allanno e 3,85 al trimestre

www.altroconsumo.it

Maggio 2012 259 Altroconsumo 55

TI DIAMO DELLE MANI IN PI PER SOPPESARE MEGLIO LE TUE SCELTE.

Comprare bene pi facile con Altroconsumo. Prima di scegliere, consulta i nostri test, sono rigorosi, obiettivi e indipendenti. Ti aiutano sempre a fare la scelta pi giusta, dallo smartphone allassicurazione. Essere soci di Altroconsumo molto pi di Con Altroconsumo non hai gli strumenti per riconoscerla. ci che leggi su questa rivista. Approfittane. scegliere bene diventa facile, perch mette a disposizione

Allorizzonte pu esserci spesso una fregatura, specie se test comparativi anche su Consulta i risultati dei test rigorosi

e obiettivi, che sia una lavatrice oppure chiama lo o un abbonamento internet. Essere soci di Altroconsumo molto pi di ci che leggi su questa rivista. Approfittane.

altroconsumo.it

02.69.61.560