Sei sulla pagina 1di 2

LALLENAMENTO PSICOCINETICO DEL PORTIERE La psicocinetica (o Psicodinamica) la scienza che studia tutto ci che mette in contatto un ragionamento (psiche)

) e un movimento (cinesi). Quindi le esercitazioni di tipo psicocinetico servono per modificare nel minor tempo possibile un comportamento in base agli stimoli esterni ricevuti. Il portiere moderno, oltre ad una ottima preparazione tecnica, fisica e tattica, deve essere preparato anche mentalmente. Infatti, a nulla serve un portiere super preparato fisicamente non in grado di sfruttare il suo potenziale per cali di concentrazione. Per questo motivo il lavoro psicocinetico deve essere integrato nellallenamento settimanale. Nella seduta, la psicocinetica pu essere abbinata alla parte atletica (psico-atletica), alla parte tecnica (psico-tecnica) o alla parte tattica (psico-tattica). Le esercitazioni devono essere inserite ad inizio allenamento, in modo che latleta sia al massimo della lucidit, che potrebbe perdere durante la seduta per colpa della stanchezza. Questo tipo di lavoro utilizzabile sia nei settori giovanili sia con le prime squadre, infatti la preparazione mentale indipendente dallet del soggetto allenato. Per i pi piccoli ancora pi importante, in quanto abitua maggiormente il giovane portiere agli stimoli esterni. Lesecuzione degli esercizi, come per tutti gli allenamenti che bisogna proporre, va dal semplice al complesso. Infatti, per esempio, non si pu pensare di partire con degli esercizi di psico-tecnica che richiedono un tuffo quando il tuffo non ancora completamente nelle doti del portiere. Lallenamento psicocinetico pu essere basato su stimoli visivi (colori, numeri indicati con le mani, movimenti delle braccia), su stimoli uditivi (andare in direzione della voce, sentire il rimbalzo del pallone, ecc) o su stimoli tattili (pallone che rimbalza addosso al portiere, ecc). Maggiore la variet degli stimoli proposti, maggiore sar il bagaglio di esperienza dellatleta. Nellallenamento, soprattutto nella psico-atletica, bisogna comunque tenere conto delle basi dellallenamento del portiere, cio la durata delle esercitazioni e i tempi di recupero, ricordandosi di andare ad agire solo sul sistema anaerobico alattacido. Di seguito una serie di esercizi semplici da proporre ai portieri, da cui poi estrapolare altri esercizi utilizzando la propria fantasia e la flessibilit. Gli esercizi psicocinetici, inoltre, non richiedono un particolare materiale, quindi possono essere eseguiti da tutti con estrema semplicit. PSICO-ATLETICA 1- Il portiere posizionato a 7-8 mt dal preparatore. Il mister ha in mano due cinesini di colore diverso, uno di partenza, laltro di fermo. Quando il cinesino col colore giusto cadr dalle mani del mister, il portiere dovr scattare, nel caso cadr laltro cinesino, il portiere dovr restare fermo. Una variante pu essere lalzare la mano destra o sinistra del mister. 2- Il portiere, girato di schiena, posizionato a 7-8 mt dal preparatore. Il mister ha in mano un pallone che far rimbalzare. Al rumore del rimbalzo, il portiere si girer e scatter verso il mister. 3- Il portiere girato di schiena rispetto al mister che lo colpir con un pallone. Se il pallone colpir il portiere nella parte superiore del corpo scatter verso destra, altrimenti verso sinistra. Una variante pu essere toccare il braccio destro per scatto diagonale destra, il braccio sinistro per scatto diagonale sinistra, ecc 4- Il portiere di fronte al preparatore che indicher un numero con le mani. Se il numero indicato sar pari, il portiere scatter verso destra e viceversa. 5- Il portiere posizionato al centro di un quadrato di 5 mt composta da 4 cinesini di colore diverso. Il mister chiamer in serie i colori e il portiere andr a toccarli a massima velocit. Una variante potrebbe essere che il portiere va dalla parte opposta al cinesino chiamato. 6- Il portiere al centro di un semicerchio composto da 5 cinesini di colore diverso. Il mister chiamer il colore dove il portiere dovr scattare, rispettando il passo corretto per la direzione imposta. PSICO-TECNICA 1- Il mister ha due palloni di colore diverso in mano. Li lancia in due direzioni diverse e dichiara quale dovr essere parato. Una variante pu essere che il portiere dichiara quello che raccoglie. 2- Il portiere al centro di un semicerchio composto da 5 cinesini di colore diverso a cui abbinato un pallone. Il mister chiamer il colore dove il portiere effettuer luscita bassa. 3- Il portiere scambia il pallone con il preparatore con i piedi o con le mani. Alla sua destra e alla sua sinistra ci sono due palloni. Senza preavviso il preparatore scatta verso un pallone e il portiere dovr anticiparlo in tuffo. 4- Il portiere di fronte al preparatore pronto per una parata. Alle sue spalle un compagno indicher un numero, il portiere si deve girare, gridare il numero e parare la palla del mister.

5- Il portiere di spalle al preparatore. Viene colpito dal pallone e si deve girare a raccoglierlo. Se non viene colpito, deve inseguirlo e raccoglierlo il prima possibile. 6- Il mister lancia in direzione del portiere due palloni con traiettorie diverse. Il portiere deve raccoglierli entrambi dichiarando quello che prender per primo. Variante potrebbe essere la raccolta di uno dei due che viene dichiarato oppure quello che rimbalza prima. PSICO-TATTICA 1- Il portiere allinterno dellarea di rigore in attesa di un cross. Larea divisa in 4 zone verticalmente ciascuna corrispondente ad un colore. Dopo il cross del mister, il portiere dovr uscire dichiarando la zona di presa. Subito dopo, dovr effettuare un rilancio in una zona specifica del campo a richiesta del mister con il minimo tempo di trasmissione. 2- Il portiere girato di schiena. Il preparatore al limite dellarea al centro e due compagni sono disposti sulle diagonali, uno per lato. Uno dei tre attaccanti far un grido, il portiere si girer e andr a coprire la posizione corretta parando poi il tiro. 3- Due attaccanti sono posti sulle diagonali dellarea. Il portiere in porta di spalle, con di fronte il mister. Il mister far con le mani un numero. Se pari, il tiro arriver da destra, se dispari, da sinistra. Il portiere grida il numero e para sulla diagonale trovando la giusta posizione. 4- Il portiere in porta, il mister a met campo con il pallone in mano. Il mister lancer un pallone verso larea (divisa orizzontalmente in 4 zone) che il portiere dichiarer dove parare con il gesto tecnico corretto. 5- Il portiere a centro porta. Davanti a lui c il mister pronto a calciare. Alle sue spalle ci sono 3 cinesini colorati. Il mister chiamer un colore, il portiere si girer a toccare il cinesino e poi parer sulla corretta diagonale.