Sei sulla pagina 1di 2

Serie trasformata di Fourier

A. Bernardini

SERIE E TRASFORMATE DI FOURIER.


SERIE DI FOURIER.

x(t ) = A0 + Ak cos( 2kf 0 t + k )


k =1
dove:
-

x(t) una funzione (reale di variabile reale), periodica con periodo T0

(continua e derivabile con

derivata continua, anche se queste ultime condizioni possono anche essere sostituite con alcune pi generali).

f 0 = 1 la frequenza propria di x(t), ossia linverso del periodo di x(t). T0 A0 , Ak , k sono valori reali che si possono calcolare in funzione dellindice k e della funzione x(t). Nota la x(t) perci possibile determinare A0 , Ak , k , per ogni indice k. Daltra parte conoscendo solamente i valori A0 , Ak , k , per ogni k, relativi ad una data funzione x(t) incognita possibile chiaramente mediante la formula precedente ricostruire la x(t). il secondo membro delluguaglianza prende il nome di sviluppo in serie di Fourier di x(t).

La precedente formula senza dubbio una delle formule pi importanti di tutta la Analisi Matematica. La sua importanza in prima linea concettuale. Essa stabilisce infatti che, presa una funzione x(t) periodica che soddisfa le ipotesi di cui sopra, possibile trovare un insieme di coefficienti reali A0 , Ak , k k = 1,2,3, i quali permettono di esprimere la funzione di partenza x(t) come una somma di infinite cosinusoidi (il purista dir che non esiste Prendendo infatti il termine A0 e cominciando a sommare ad esso A1 cos( 2 1 f 0 t + 1 ) , che una cosinusoide di ampiezza A1 , frequenza f 0 pari a quella di x(t) e fase 1 , sommando poi una altra cosinusoide A2 cos( 2 2 f 0 t + 2 ) ,che sar caratterizzata da una frequenza 2 f 0 pari al doppio di quella di x(t) e da una ampiezza e fase pari a A2 , 2 rispettivamente, e aggiungendo poi tutte le altre cosinusoidi, che avranno frequenza pari sempre ad un multiplo intero k di f 0 ,si otterr via via una approssimazione sempre migliore di x(t). Si pu allora pensare che la x(t) data da una sommatoria infinita (=serie) di cosinusoidi, dalla serie di Fourier appunto. La reale e straordinaria importanza di tale risultato matematico nella Ingegneria si pu illustrare con un semplice esempio. Ogni volta che bisogna calcolare e determinare come un certo sistema (il vostro impianto stereo o il vostro telefono cellulare per es.) reagisce a uno stimolo x(t) (segnale che potrebbe rappresentare la vostra voce per es.) basta calcolare come quel sistema reagisce ad una generica cosinusoide, considerare il segnale x(t) sviluppato in serie di Fourier e in base alla sovrapposizione degli effetti sommare gli effetti delle singole sinusoidi componenti la x(t). Cos si pu facilmente determinare come si comporta un sistema per ingressi qualsiasi (periodici), studiando solamente la sua risposta a segnali sinusoidali. Ecco perch, per es., si pu stabilire che un dato amplificatore audio amplificher in modo fedele ogni canzone ed ogni segnale vocale e non soltanto alcuni segnali particolari. .
www.matematicamente.it
una somma di infiniti termini, ma solo il limite di .., ma possibile argomentare che ci non concettualmente importante ed a me interessa farvi capire i concetti fondamentali).

Serie trasformata di Fourier

A. Bernardini

TRASFORMATA DI FOURIER.
+

x(t ) =

X ( f )e

j 2ft

df

X(f ) =

x(t )e

j 2ft

dt

Abbiamo visto precedentemente che una funzione x(t) periodica pu essere scritta (quasi sempre) come somma di (infinite) sinusoidi mediante lo sviluppo in serie di Fourier. Se vogliamo scomporre in sinusoidi una funzione x(t) non periodica dobbiamo usare invece la trasformata di Fourier, che si pu vedere come una generalizzazione della serie di Fourier. Il secondo membro della seconda equazione di cui sopra prende il nome di trasformata continua di Fourier della funzione x(t). (j lunit immaginaria.) Se osserviamo la prima uguaglianza notiamo che essa simile alluguaglianza relativa alla serie di Fourier, discussa in precedenza. X(f)df lanalogo di Ak , ove X(f) la trasformata di Fourier come appena detto, mentre il termine complesso e corrisponde alla sinusoide classica precedente. Valgono considerazioni del tutto analoghe al caso precedente solo che questa volta operiamo con valori complessi (non pi con valori reali), con integrali e non pi con sommatorie e X(f) non una successione come Ak , ma una funzione della variabile continua f. Limportanza pratica delle trasformate di Fourier tuttavia molto maggiore dellimportanza della serie di Fourier, in quanto permettono di trattare x(t) non periodiche. Le trasformate di Fourier sono inoltre pi eleganti e pi belle. In sostanza nelle Scienze ingegneristiche esse permettono di studiare un problema relativo ad una x(t) funzione del tempo nel dominio della frequenza (ossia in funzione della frequenza), mediante lo studio della trasformata X(f) e delle sue propriet matematiche. Cos si progettano per es. i circuiti elettrici ed elettronici, i dispositivi di controllo e molto altro ancora. Alessandro Bernardini.
j 2 ft

www.matematicamente.it