Sei sulla pagina 1di 2

Lettera aperta al Ministro di Giustizia Paola Severino

Da: Unione Precari Giustizia (gi Unione Tirocinanti Giustizia) Oggetto: situazione dei tirocini su accordo del Ministero di Giustizia con la Regione Lazio Spettabile Ministro della Giustizia Paola Severino, le scriviamo questa lettera aperta per renderla partecipe di una realt, che per certi versi ha costituito una pagina di grande valore aggiunto, nel virtuoso meccanismo che si creato fra il Ministero della Giustizia e la Provincia di Roma, ideatrice e promotrice dellaccordo di inserimento in tirocinio, di lavoratori e lavoratrici in cassa integrazione e mobilit, negli uffici giudiziari, avviato nel 2010. Il progetto come certamente Lei sapr stato preso in gestione, sempre sulla base del rapporto di tirocinio, dalla Regione Lazio nel 2011. Si creato con questo ciclo di tirocini un patrimonio di professionalit, nate dalle ceneri di vertenze devastanti, con lavoratori e lavoratrici di alta professionalit, che in questi due anni sono diventati, come testimoniato dal Presidente della Corte dAppello Santacroce allApertura dellAnno Giudiziario: indispensabili. Anche il Procuratore Ciampoli, il Presidente del Tribunale di Civitavecchia, il Presidente ed il Procuratore del Tribunale Velletri e di altre sedi hanno espresso giudizi lusinghieri sulla qualit e sul carico di lavoro che in questi due anni i tirocinanti della giustizia hanno saputo assicurare agli uffici assegnati. Questi lavoratori e lavoratrici, hanno offerto il loro impegno anche nonostante la non regolarit da parte della Regione Lazio, nella erogazione dei rimborsi di tirocinio, arrivando non di rado ad auto finanziarsi per poter continuare a recarsi negli uffici. In molti degli uffici giudiziari lapporto dei tirocinanti, ha di fatto rimodulato il carico di lavoro, con beneficio per il personale di ruolo, dei cittadini e degli studi legali. Questo circolo virtuoso di vantaggiosa cooperazione fra le istituzioni della Regione Lazio e della Giustizia, a favore dei lavoratori e lavoratrici a rischio disoccupazione, ma in ultima analisi a vantaggio degli uffici, delle loro funzionalit e della collettivit, ora rischia di spezzarsi, disperdendo un patrimonio di professionalit acquisito dai tirocinanti, disarticolando rapporti e meccanismi consolidati negli uffici giudiziari, che in questi mesi hanno potuto mitigare gli effetti della penuria di personale, conseguenza del mancato reintegro da anni della forza lavoro in uscita.

Le normative vigenti in materia di tirocini, non consentono alla Regione Lazio di dare seguito allimpiego dei tirocinanti; in recenti incontri delle Organizzazioni Sindacali con il Capo Dipartimento e con il Direttore Generale del Ministero di Giustizia, emerso lorientamento per un turn-over che preclude ogni possibilit di proseguire il rapporto di lavoro, letteralmente alzando uno sbarramento di negazione alla presa in considerazione di qualsiasi forma di impiego dopo la scadenza del tirocinio, per gli attuali 350 tirocinanti negli uffici giudiziari di Roma e provincia (circa 550 in tutto il Lazio). Noi tirocinanti con il pieno supporto delle Organizzazioni Sindacali, vogliamo affermare il diritto al lavoro che ci riconosce la Costituzione, ma che rischia di restare lettera morta ad opera proprio delle Istituzioni che a quella Carta si ispirano. Non intendiamo restare rassegnati ad attendere che si compia un destino, a nostro giudizio inaccettabile per il fatto che di destino non si tratta, essendo una pura questione di volont politica. Queste considerazioni che in cuor Suo, Ministro Paola Severino, deve giocoforza condividere essendo illustre rappresentante del corpo forense prima ancora che Ministro, ci danno la convinzione che opportuno chiederle un incontro che possa darci la misura delle prospettive possibili, riguardo la prosecuzione del nostro impiego presso gli uffici giudiziari. Noi crediamo che una positiva soluzione a questa vicenda, possa essere vantaggiosa non solo per chi come noi alla ricerca del lavoro (e del futuro) negato, ma anche della percezione di efficienza della Giustizia a cui ogni giorno stiamo dando un contributo importante. Roma 27/05/2012 Unione Precari della Giustizia unioneprecarigiustizia@gmail.com