Sei sulla pagina 1di 60
ISOLAMENTO SISMICO: LE NUOVE PROSPETTIVE PER L'ADEGUAMENTO SISMICO DEGLI EDIFICI ESISTENTI CON LE NTC pierpaolo

ISOLAMENTO SISMICO:

LE NUOVE PROSPETTIVE PER L'ADEGUAMENTO

SISMICO DEGLI EDIFICI ESISTENTI CON LE NTC

pierpaolo cicchiello (pc@cicchiello.it - cicchiello@stru.polimi.it)

cicchiello (pc@cicchiello.it - cicchiello@stru.polimi.it) 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e d E

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

1 / 60
1 / 60

Membro itCold (Sezione Italiana Commissione Internazionale Grandi Dighe) Responsabile Ingegneria Antisismica www.ingegneri.cc Politecnico di Milano (Tecnica delle Costruzioni)

Testi Pubblicati o in corso di pubblicazione con Maggioli (M) e Flaccovio (F):

Diagnostica strutturale, 2010, M Progettazione strutturale antisismica degli edifici, 2010, M Il progetto architettonico antisismico, 2010, M La messa in sicurezza e l'adeguamento sismico degli edifici esistenti, 2011, M Criteri di progettazione antisismica per strutture miste, 2011, M Metodi non convenzionali di protezione antisismica, 2011, M La Regolarità Strutturale (in pubblicazione), M Guida Operativa alla Consulenza Tecnica nella Patologia Edilizia, (in pubblicazione) F*

Progettista, DL, Collaudatore di oltre 300 Strutture Ordinarie e Speciali Ingegnere Esperto UNI-ISO 9927-1 (Vita utile strutture metalliche)

Ingegnere OTIA 5300 (Canton Ticino, Svizzera) AISC (American Institute of Steel Costruction) Profess. Member

(American Institute of Steel Costruction) Profess. Member 09.03.2012 – Riproduzione Riservata * Con l’Avv.

09.03.2012 Riproduzione Riservata

* Con l’Avv. Silvia Annamaria BRAMBILLA

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

2 / 60

BRAMBILLA B I S e d E d i f i c i E s i

Cosa succede ad un edificio in occasione di un sisma?

Il moto del terreno e la sua trasmissione al terreno: edifici rigidi e flessibili

la sua trasmissione al terreno: edifici rigidi e flessibili 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S
la sua trasmissione al terreno: edifici rigidi e flessibili 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

3 / 60

Riservata B I S e d E d i f i c i E s i

Come si può adeguare sismicamente un edificio esistente?

Classiche tecniche di rinforzo

• Rafforzamento diffuso su tutti gli elementi strutturali

1. Metodi tradizionali

2. Metodi innovativi (CAM)

• Inserimento nuovi elementi con rigidezza e resistenza elevata (pareti, controventi)

Metodi moderni

– Isolamento alla base

– Controventi dissipativi

Metodi innovativi

Controllo attivo

dissipativi • Metodi innovativi Controllo attivo 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e d E

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

4 / 60

Riservata B I S e d E d i f i c i E s i

Il PRG di un BIS su edifici esistenti comporta:

Aspetti delicati del BIS seismic-retrofit

1. Spostamenti relativi rispetto al terreno elevati

2. Verificare compatibilità con:

1. funzionamento corretto degli impianti

2. presenza di edifici contigui

3. Inserimento degli isolatori tra struttura e fondazione

4. Manutenzione ed ispezione da affidare a ditte competenti

5. Progetto più difficile

6. Realizzazione più delicata

5. Progetto più difficile 6. Realizzazione più delicata 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

5 / 60

Riservata B I S e d E d i f i c i E s i

Come si può adeguare sismicamente un edificio esistente?

Classiche tecniche di rinforzo

1. Si incrementa la sicurezza al collasso delle strutture con aumento di resistenza e duttilità

2. Sono necessari estesi interventi di rifacimento delle parti non strutturali

3. L’incremento dei pesi si traduce in una sovraccarico ulteriore sulla fondazione, con conseguenti sensibili aumenti dei costi di intervento

INCREMENTO DEI COSTI DI REALIZZAZIONE

Vantaggi del BIS seismic-retrofit

1. si riducono le sollecitazioni sugli elementi strutturali e sulle fondazioni

2. Si può evitare di intervenire sulla struttura in elevazione

Si può evitare di intervenire sulla struttura in elevazione 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

6 / 60

Riservata B I S e d E d i f i c i E s i

Effetti dell’isolamento sismico alla base (BIS) sull’ edificio?

STRATEGIA DI DIFESA “BIS”:

– EFFICACIA CRESCENTE CON a G

– EFFICACIA CRESCENTE CON SUOLI SCADENTI (C,D,E)

RICHIEDONO REGOLE SPECIFICHE (Diversamente dalla DISSIPAZIONE)

REGOLE SPECIFICHE (Diversamente dalla DISSIPAZIONE) 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e d E
REGOLE SPECIFICHE (Diversamente dalla DISSIPAZIONE) 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e d E

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

7 / 60

Riservata B I S e d E d i f i c i E s i

Effetti dell’isolamento sismico alla base (BIS) sull’ edificio?

STRATEGIE DI ISOLAMENTO SISMICO:

1. AUMENTO PERIODO FONDAMENTALE:

RIDUZIONE DELL’ACCELERAZIONE DI RISPOSTA

2. RIDUZIONE FORZA ORIZZONTALE TRASMESSA

3. DISSIPARE BUONA PARTE DELL’ENERGIA IN INGRESSO

– Per ogni edificio esistente si adotta una scelta principale e si può abbinarvi una scelta secondaria

– Ogni struttura esistente presenta peculiarità tali da far propendere per una linea operativa

– IMPORTANZA ANALISI COMPORTAMENTO DINAMICO

operativa – IMPORTANZA ANALISI COMPORTAMENTO DINAMICO 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e d E

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

8 / 60

Riservata B I S e d E d i f i c i E s i

Effetti dell’isolamento sismico alla base (BIS) sull’ edificio?

STRATEGIE DI ISOLAMENTO SISMICO:

– AUMENTO PERIODO FONDAMENTALE: RIDUZIONE RISPOSTA

– Le strutture in muratura, nell’aftershock, si “autoisolano”, attraverso la creazione di meccanismi che modificano il comportamento dinamico dell’edificio

che modificano il comportamento dinamico dell’edificio (M. Dolce) 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S

(M. Dolce)

il comportamento dinamico dell’edificio (M. Dolce) 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e d E

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

9 / 60

Riservata B I S e d E d i f i c i E s i

Effetti dell’isolamento sismico alla base (BIS) sull’ edificio?

STRATEGIE DI ISOLAMENTO SISMICO:

– INCREMENTO DEL PERIODO E DISSIPAZIONE DI ENERGIA

– INCREMENTO DEL PERIODO E DISSIPAZIONE DI ENERGIA 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e
– INCREMENTO DEL PERIODO E DISSIPAZIONE DI ENERGIA 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

10 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s

Effetti dell’isolamento sismico alla base (BIS) sull’ edificio?

STRATEGIE DI ISOLAMENTO SISMICO:

– RIDUZIONE DELLA FORZA

STRATEGIE DI ISOLAMENTO SISMICO: – RIDUZIONE DELLA FORZA 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e
STRATEGIE DI ISOLAMENTO SISMICO: – RIDUZIONE DELLA FORZA 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

11 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s

PUNTI FONDAMENTALI PER PRG DI “BIS”

1. IL SISTEMA DI ISOLAMENTO SISMICO DEVE ESSERE CARATTERIZZATO DA UN LIVELLO DI AFFIDABILITA’ SUPERIORE, PER LA CENTRALITA’ DEL RUOLO RIVESTITO

2. IL DISPOSITIVO DI ISOLAMENTO SARA’ DEFINITO IN TERMINI DI COMPORTAMENTO MECCANICO:

– ATTRAVERSO UN MODELLO RAPPRESENTATIVO DELLA DINAMICA STRUTTURALE CHE SIA REALISTICO, NON NECESSARIAMENTE COMPLICATO. Attenzione ai cataloghi dei Produttori che finiscono “di peso” nel DB del SW

– SPERIMENTAZIONE DI LABORATORIO CONDOTTA CON “STORIA DI CARICO ADEGUATA ALLE CONDIZIONI DI UTILIZZO EFFETTIVE (in termini di accelerazione, velocità, spostamenti)

3. Il progetto deve essere redatto con attenzione particolare ai dettagli esecutivi

4. Coinvolgere il Collaudatore sin dalle fasi iniziali del progetto

5. Importanza rilevante va data al Piano di Manutenzione

5. Importanza rilevante va data al Piano di Manutenzione 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

12 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s

VERIFICHE SU STRUTTURE ESISTENTI

8.3 VALUTAZIONE DELLA SICUREZZA

– Valutazione di sicurezza e scelte progettuali degli interventi sulle costruzioni esistenti si possono svolgere con riferimento ai soli SLU

– Se verifico anche nei confronti degli SLE, i livelli di prestazione sono stabiliti di concerto con il Committente

di prestazione sono stabiliti di concerto con il Committente 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S
di prestazione sono stabiliti di concerto con il Committente 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

13 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s

Le verifiche S.L.U. PER LE STRUTTURE “TRADIZIONALI” sono “SENSIBILI AL PROGETTISTA”

per SLV e SLC si accetta che la struttura possa sostenere danni di grave entità, anche strutturali, conservando però la capacità di sopportare i carichi verticali e quindi senza collassare

SLV (sisma probabilità di accadimento 10% durante V R ):

alla struttura è richiesta anche una residua capacità di resistere ad azioni orizzontali (repliche sismiche di intensità inferiore)

SLC (sisma probabilità di accadimento al 5% durante V R ):

è richiesto unicamente di sostenere i carichi verticali nella fase post -sismica, senza ulteriori riserve

N.B. Per costruzioni in muratura SLV implica SLC

Modello di valutazione della sicurezza scelto e giustificato dal progettista caso per caso, dopo:

Analisi – rilievo – caratterizzazione meccanica

dopo: Analisi – rilievo – caratterizzazione meccanica 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e d

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

14 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s

MODELLO E MODELLAZIONE

Modello per la valutazione della sicurezza scelto e giustificato dal progettista caso per caso:

Modello a mensole

Modello a telai

progettista caso per caso: Modello a mensole Modello a telai 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I
progettista caso per caso: Modello a mensole Modello a telai 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I
progettista caso per caso: Modello a mensole Modello a telai 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

15 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s

RICHIAMI S.L.U. per EDIFICI in MURATURA

Modello per la valutazione della sicurezza scelto e giustificato dal progettista caso per caso:

scelto e giustificato dal progettista caso per caso: Schema a trave di collegamento in muratura pura

Schema a trave di collegamento in muratura pura

Schema a trave di collegamento con cordolo e architrave

pura Schema a trave di collegamento con cordolo e architrave 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I
pura Schema a trave di collegamento con cordolo e architrave 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

16 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s

L’ ISOLAMENTO NON E’ UN’INVENZIONE

Templi Monasteri Cinesi Ponti

NON E’ UN’INVENZIONE Templi Monasteri Cinesi Ponti 09.03.2012 – Riproduzione Riservata (Martelli) B I S
NON E’ UN’INVENZIONE Templi Monasteri Cinesi Ponti 09.03.2012 – Riproduzione Riservata (Martelli) B I S

09.03.2012 Riproduzione Riservata

(Martelli)

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

17 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s

IL PATRIMONIO EDILIZIO MERITA L’ISOLAMENTO

COMPROMESSO O CROLLO?

EDILIZIO MERITA L’ISOLAMENTO COMPROMESSO O CROLLO? 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e d E
EDILIZIO MERITA L’ISOLAMENTO COMPROMESSO O CROLLO? 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e d E

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

18 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s

IL PATRIMONIO EDILIZIO CHIEDE L’ISOLAMENTO

IL CROLLO DEI COMPROMESSI:

EDILIZIO CHIEDE L’ISOLAMENTO IL CROLLO DEI COMPROMESSI: 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e d
EDILIZIO CHIEDE L’ISOLAMENTO IL CROLLO DEI COMPROMESSI: 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e d

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

19 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s

GLI EDIFICI ESISTENTI ALL’ESTERO DIVENTANO PATRIMONIO

San Francisco City Hall:

1906, 1912 (rec), 1989 (LP), 2000

San Francisco City Hall: 1906, 1912 (rec), 1989 (LP), 2000 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I
San Francisco City Hall: 1906, 1912 (rec), 1989 (LP), 2000 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

20 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s

MODELLO CONVENZIONALE DI ANALISI

MODELLO CONVENZIONALE DI ANALISI 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e d E d i

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

21 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s
B I S e d E d i f i c i E s i s

MODELLO PER L’ANALISI DI EDIFICI BIS

09.03.2012 – Riproduzione Riservata BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC 22 / 60
09.03.2012 – Riproduzione Riservata
BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC
22 / 60

SINTESI DELLE STRATEGIE DI DIFESA SISMICA

SINTESI DELLE STRATEGIE DI DIFESA SISMICA 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e d E
SINTESI DELLE STRATEGIE DI DIFESA SISMICA 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e d E

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

23 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s

ISOLAMENTO SISMICO: POSSIBILI COLLOCAZIONI

ISOLAMENTO SISMICO: POSSIBILI COLLOCAZIONI 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e d E d i
ISOLAMENTO SISMICO: POSSIBILI COLLOCAZIONI 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e d E d i

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

24 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s

ISOLAMENTO SISMICO: POSSIBILI COLLOCAZIONI

ISOLAMENTO SISMICO: POSSIBILI COLLOCAZIONI 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e d E d i
ISOLAMENTO SISMICO: POSSIBILI COLLOCAZIONI 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e d E d i

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

25 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s

ISOLAMENTO SISMICO: POSSIBILI COLLOCAZIONI

ISOLAMENTO SISMICO: POSSIBILI COLLOCAZIONI 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e d E d i
ISOLAMENTO SISMICO: POSSIBILI COLLOCAZIONI 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e d E d i

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

26 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s

ISOLAMENTO SISMICO: POSSIBILI COLLOCAZIONI

ISOLAMENTO SISMICO: POSSIBILI COLLOCAZIONI 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e d E d i
ISOLAMENTO SISMICO: POSSIBILI COLLOCAZIONI 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e d E d i

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

27 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s

IL PATRIMONIO EDILIZIO E L’EVENTO SISMA

OSSERVAZIONI PRELIMINARI:

1.

NON ESISTE EDIFICIO STORICO CHE SIA IMMUNE DAL PERICOLO SISMICO – V U ~

2.

NON ESISTE PROVVEDITORE CHE POSSA ASSICURARE LA SORVEGLIANZA ED IL GIUDIZIO DEL TEMPO SULLE SCELTE

DI

TIPO “CONVENZIONALE”

3.

NON ESISTONO MOLTE ALTERNATIVE PARAGONABILI PER

LA

TUTELA DEL PATRIMONIO STORICO AL SEISMIC

RETROFIT CON BIS

4.

LE

RISORSE DISPONIBILI NON SONO INFINITE

BIS 4. LE RISORSE DISPONIBILI NON SONO INFINITE 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

28 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s

PER EDIFICI DI VALORE INESTIMABILE IL COSTO PUO’ ESSERE TRASCURATO

De Stefano et al: “Sottofondazione con tubi di grande diametro (fino a 3000 mm) inseriti con tecnica spingitubo”

diametro (fino a 3000 mm) inseriti con tecnica spingitubo” 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S
diametro (fino a 3000 mm) inseriti con tecnica spingitubo” 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

29 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s

PER EDIFICI DI VALORE INESTIMABILE IL COSTO PUO’ ESSERE TRASCURATO

DI VALORE INESTIMABILE IL COSTO PUO’ ESSERE TRASCURATO 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e
DI VALORE INESTIMABILE IL COSTO PUO’ ESSERE TRASCURATO 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

30 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s

PER EDIFICI DI VALORE INESTIMABILE IL COSTO PUO’ ESSERE TRASCURATO

DI VALORE INESTIMABILE IL COSTO PUO’ ESSERE TRASCURATO 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e
DI VALORE INESTIMABILE IL COSTO PUO’ ESSERE TRASCURATO 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

31 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s

PER EDIFICI DI VALORE INESTIMABILE IL COSTO PUO’ ESSERE TRASCURATO

DI VALORE INESTIMABILE IL COSTO PUO’ ESSERE TRASCURATO 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e
DI VALORE INESTIMABILE IL COSTO PUO’ ESSERE TRASCURATO 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

32 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s

PER EDIFICI DI VALORE INESTIMABILE IL COSTO PUO’ ESSERE TRASCURATO

DI VALORE INESTIMABILE IL COSTO PUO’ ESSERE TRASCURATO 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e
DI VALORE INESTIMABILE IL COSTO PUO’ ESSERE TRASCURATO 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

33 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s

IL PATRIMONIO EDILIZIO E L’EVENTO SISMA

LE RISORSE DISPONIBILI DOVE SONO FINITE? 1. I GLADIATORI HANNO CESSATO DI “PUGNARE”

2. IL MORALISTA è SCONVOLTO MA TACE:

DI “PUGNARE” 2. IL MORALISTA è SCONVOLTO MA TACE: LA OTTIMA CAPACITA’ DI RILIEVO DEL DANNO
DI “PUGNARE” 2. IL MORALISTA è SCONVOLTO MA TACE: LA OTTIMA CAPACITA’ DI RILIEVO DEL DANNO

LA OTTIMA CAPACITA’ DI RILIEVO DEL DANNO POST- SISMA ORA DEVE CEDERE IL PASSO AL CORAGGIO DEL RETROFIT PRE-SISMA “ESTESO

IL PASSO AL CORAGGIO DEL RETROFIT PRE-SISMA “ ESTESO ” 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

34 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s

AL LIMITE, MEGLIO INTERVENIRE IN MODO INVASIVO PRIMA CHE DOPO IL DANNEGGIAMENTO

IN MODO INVASIVO PRIMA CHE DOPO IL DANNEGGIAMENTO 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e
IN MODO INVASIVO PRIMA CHE DOPO IL DANNEGGIAMENTO 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

35 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s

ESSENZA DEL “BIS”

FUNZIONI PRINCIPALI:

1. FUNZIONE DI APPOGGIO

2. RIGIDEZZA ORIZZONTALE LIMITATA PER SISMA MA SUFFICIENTE PER VENTO

3. DISSIPAZIONE

FUNZIONE ACCESSORIA “PRIMARIA”:

1. CAPACITA’ DI RICENTRAGGIO

FUNZIONI ACCESSORIE “SECONDARIE”:

1. INGOMBRO RIDOTTO

2. DURABILITA’

VARIABILE “DIPENDENTE”:

COSTO, f(a G , soil, Vu)

VARIABILE “DIPENDENTE”: COSTO, f(a G , soil , Vu) 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

36 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s

VANTAGGI DEL “BIS”

IN TERMINI PRATICI:

1. SI INTERVIENE SOLO AL PIEDE DELL’EDIFICIO

2. I LAVORI NON RENDONO INAGIBILE IL FABBRICATO

3. IN CASO DI SISMA IL DANNO è MOLTO RIDOTTO MA, SOPRATTUTTO, SI MANTIENE L’OPERATIVITA’. QUESTO ASPETTO DOVREBBE DA SOLO PORTARE AL BIS PER TUTTI GLI “EDIFICI DI VALORE”

IN TERMINI INGEGNERISTICI:

1. HO UNA DOMANDA DI DUTTILITA’ INFERIORE

2. DEVO STIMARE CORRETTAMENTE T FB

3. SCELTA DEI TIPI ADATTI DI DISPOSITIVI DI ISOLAMENTO

F B 3. SCELTA DEI TIPI ADATTI DI DISPOSITIVI DI ISOLAMENTO 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

37 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s

LE ASSUNZIONI DEL PROGETTO DI UN SISTEMA BIS

VERIFICHE PRELIMINARI:

1. I MOVIMENTI DI BASE POSSONO SVILUPPARSI?

2. GLI EDIFICI VICINI POSSONO ESSERE DANNEGGIATI DAL NOSTRO?

3. GLI EDIFICI VICINI POSSONO MODIFICARE IL COMPORTAMENTO DEL NOSTRO PROGETTO?

SCELTE ESSENZIALI

1. IL VANO ASCENSORE E LE SCALE DEVONO CONSENTIRE

2. DOVE COLLOCARE IL SISTEMA DI ISOLAMENTO

3. QUALE SISTEMA DI ISOLAMENTO POSSO INSTALLARE

ISOLAMENTO 3. QUALE SISTEMA DI ISOLAMENTO POSSO INSTALLARE 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

38 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s

ESSENZA DEL “BIS”

QUALE VANTAGGIO CONSEGUO CON “BIS”?

T IS T FB
T IS
T FB

DIPENDE IN BUONA PARTE DA T is E T FB e dal DAMPING

IN BUONA PARTE DA T i s E T F B e dal DAMPING 09.03.2012 –

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

39 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s

Volume significativo di TERRENO DA INVESTIGARE 1

Volume significativo di TERRENO DA INVESTIGARE 1 1 (AGI 1977) in Cicchiello P., Diagnostica Strutturale ,

1 (AGI 1977) in Cicchiello P., Diagnostica Strutturale, Maggioli, 2010

in Cicchiello P., Diagnostica Strutturale , Maggioli, 2010 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

40 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s

Il VOLUME SIGNIFICATIVO 1

Il VOLUME SIGNIFICATIVO 1 MODELLAZIONE FEM DEL SOTTOSUOLO 1 Zona da CONOSCERE e CARATTERIZZARE 09.03.2012 –
Il VOLUME SIGNIFICATIVO 1 MODELLAZIONE FEM DEL SOTTOSUOLO 1 Zona da CONOSCERE e CARATTERIZZARE 09.03.2012 –

MODELLAZIONE FEM DEL SOTTOSUOLO

1 Zona da CONOSCERE e CARATTERIZZARE

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

41 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s

PERIODO PRINCIPALE EDIFICIO ESISTENTE

COME STIMO T FB ?

1. NTC08 (7.3.3.2):

T 1 = C 1 * H 3/4

• H < 40 m (dalle fondazioni ! )

Massa uniforme su H

• C1 =

– 0,085 STEEL FRAMES

– 0,075 CONCRETE FRAMES

– 0,050 OTHERS

2. FEM (mi devo affidare ai DISEGNI – AS DESIGNED)

3. MISURA STRUMENTALE (VIBRODINA, SISMICA PASSIVA)

4. MISURA STRUMENTALE + FEM “MODIFICATO”

PASSIVA) 4. MISURA STRUMENTALE + FEM “MODIFICATO” 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e d

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

42 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s

PERIODO PRINCIPALE EDIFICIO ESISTENTE

NTC08 (7.3.3.2):

T 1 = C 1 * H 3/4

• H < 40 m

– T 1 = C 1 * H 3 / 4 • H < 40 m

Massa uniforme su H

• C1 =

– 0,085 STEEL FRAMES

– 0,075 CONCRETE FRAMES

– 0,050 OTHERS

STEEL FRAMES – 0,075 CONCRETE FRAMES – 0,050 OTHERS 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

43 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s

PERIODO PRINCIPALE EDIFICIO ESISTENTE

COME STIMO T FB ?

MISURA STRUMENTALE CON VIBRODINA

STIMO T F B ? • MISURA STRUMENTALE CON VIBRODINA 09.03.2012 – Riproduzione Riservata (Lagomarsino et
STIMO T F B ? • MISURA STRUMENTALE CON VIBRODINA 09.03.2012 – Riproduzione Riservata (Lagomarsino et

09.03.2012 Riproduzione Riservata

(Lagomarsino et al.)

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

44 / 60

et al.) B I S e d E d i f i c i E s

PERIODO PRINCIPALE EDIFICIO ESISTENTE

COME STIMO T FB ? MISURA STRUMENTALE CON VIBRODINA:

Analizzo:

– Accelerogrammi per eccitazione stazionaria

– Segnali in vibrazioni libere

per eccitazione stazionaria – Segnali in vibrazioni libere (Lagomarsino et al.) 09.03.2012 – Riproduzione Riservata
(Lagomarsino et al.)
(Lagomarsino et al.)
– Segnali in vibrazioni libere (Lagomarsino et al.) 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

45 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s

DAMPING EDIFICIO ESISTENTE

(Lagomarsino et al.)
(Lagomarsino et al.)

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

46 / 60

t e n t i n e l l e N T C 4 6 /

NELLA MISURA CON VIBRODINA E’ PIU’ DIFFICILE LA STIMA DELLO SMORZAMENTO

6 0 NELLA MISURA CON VIBRODINA E’ PIU’ DIFFICILE LA STIMA DELLO SMORZAMENTO 09.03.2012 – Riproduzione

09.03.2012 Riproduzione Riservata

PERIODO PRINCIPALE EDIFICIO ESISTENTE

LA MISURA CON SISMICA PASSIVA E’ PIU’ AGEVOLE MA POCO DIFFUSA

HVSR (Horizzontal to Vertical Spectral Ratio)

DAL CONFRONTO CON ALTRI RILIEVI E’ RISULTATA AFFIDABILE

DAL CONFRONTO CON ALTRI RILIEVI E’ RISULTATA AFFIDABILE La “naturale” applicazione è la caratterizzazione

La “naturale” applicazione è la caratterizzazione sismica passiva dei terreni mediante la tecnica HVSR (Metodo di Nakamura)

dei terreni mediante la tecnica HVSR (Metodo di Nakamura) 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

47 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s

ALTRI RISULTATI OTTENIBILI CON ANALISI HVSR

Analisi vibrazionali off-line (UNI9916, DIN4150 - traffico e strutture)

off-line (UNI9916, DIN4150 - traffico e strutture) 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e d

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

48 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s
B I S e d E d i f i c i E s i s

CHIESA DI SARTIRANA

DIAGNOSTICA ED IPOTESI DI ADEGUAMENTO FREQUENZE DEI MODI DI VIBRARE IN DIREZIONE TRASVERSALE E LONGITUDINALE

5.3 Hz 5.1 Hz 09.03.2012 – Riproduzione Riservata BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC 49
5.3
Hz
5.1
Hz
09.03.2012 – Riproduzione Riservata
BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC
49 / 60
50 / 60
50 / 60
50 / 60 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e d E d i f
50 / 60 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e d E d i f
50 / 60 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e d E d i f

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

SMORZAMENTO ASSOCIATO AL PRIMO MODO FLESSIONALE (N-S)

6%

SMORZAMENTO ASSOCIATO AL PRIMO MODO FLESSIONALE (N-S) 6% 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e
SMORZAMENTO ASSOCIATO AL PRIMO MODO FLESSIONALE (N-S) 6% 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

51 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s

CARATTERIZZAZIONE DEL SUOLO IN TERMINI DI FREQUENZE DI RISONANZA

Artefatto di origine antropica noto in sismologia (non si considera nell’analisi perché non è legato
Artefatto di origine antropica noto in sismologia
(non si considera nell’analisi perché non è legato al
Sottosuolo ma a disturbi elettromagnetici)

Il sito presenta una frequenza fondamentale di risonanza a 2.5 Hz (e amplificazione a 2-4 Hz) legata ad un bedrock sismico plausibilmente oltre i 30 m di profondità. Esiste amplificazione per risonanza, più modesta, anche a 9 Hz e oltre i 20 Hz. Per valutare il profilo di Vs del sito è necessario semplicemente un vincolo stratigrafico noto.

è necessario semplicemente un vincolo stratigrafico noto. 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e d

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

52 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s
Un possibile modello di sottosuolo per questo sito in termini di Vs è illustrato in

Un possibile modello di sottosuolo per questo sito in termini di Vs è illustrato in questa diapositiva.

Il modello va comunque vincolato ad un dato diretto (penetrometria anche superficiale, sondaggio) per poter essere considerato valido.

sondaggio) per poter essere considerato valido. 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e d E

09.03.2012 Riproduzione Riservata

considerato valido. 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e d E d i f i

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

53 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s
MODI DELLA STRUTTURA (trasversale e longitudinale) MODI DEL SOTTOSUOLO (in giallo è la banda di
MODI DELLA STRUTTURA
(trasversale e longitudinale)
MODI DEL SOTTOSUOLO
(in giallo è la banda di
frequenze di particolare
cautela per doppia risonanza
suolo-struttura)
09.03.2012 – Riproduzione Riservata
BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC
54 / 60

BIS e COSTRUZIONE

TEMI “CALDI”:

1. RESISTENZA LATERALE DURANTE LA COSTRUZIONE

2. SCELTA PONDERATA SEQUENZE DI LAVORAZIONE

3. DISTRIBUZIONE TIPOLOGIE (MAX 2) DISPOSITIVI

4. SOSTEGNO TEMPORANEO CARICHI

SCELTE DA RI-VERIFICARE IN FASE DI

ESECUZIONE DEI LAVORI:

1. ADEGUATEZZA SEQUENZA LAVORI ALL’EDIFICIO

2. TAGLIO STRUTTURE DI BASE ESISTENTI

3. MESSA IN ESERCIZIO DEGLI ISOLATORI

DI BASE ESISTENTI 3. MESSA IN ESERCIZIO DEGLI ISOLATORI 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

55 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s

TIPOLOGIE DI ISOLATORI

1. Appoggi isolanti 1. Neoprene (abbinato di solito a smorzatori viscosi o smorzatori isteretici)

2. Appoggi ad elevato smorzamento

3. Appoggi “core rubber

ad elevato smorzamento 3. Appoggi “ core rubber ” 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S
ad elevato smorzamento 3. Appoggi “ core rubber ” 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S

09.03.2012 Riproduzione Riservata

“ core rubber ” 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e d E d i

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

56 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s

TIPOLOGIE DI ISOLATORI

1. Appoggi isolanti

1.

Neoprene (abbinato di solito a smorzatori viscosi o smorzatori isteretici)

2.

Appoggi ad elevato smorzamento

3.

Appoggi “core rubber

2. Dispositivi (FP) frictium pendulum

(Sabia)
(Sabia)
rubber ” 2. Dispositivi (FP) frictium pendulum (Sabia) 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S e

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

57 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s

COMPORTAMENTO DI UN ISOLATORE GOMMA-PIOMBO:

Modello BI-LINEARE ISTERETICO

DI UN ISOLATORE GOMMA-PIOMBO: Modello BI-LINEARE ISTERETICO J. S. Hwang, J. M. Chiou (1996) 09.03.2012 –

J. S. Hwang, J. M. Chiou (1996)

BI-LINEARE ISTERETICO J. S. Hwang, J. M. Chiou (1996) 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I S

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

58 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s

Procedura ITERATIVA per lanalisi lineare equivalente di edifici dotati di BIS

l ’ analisi lineare equivalente di edifici dotati di BIS 09.03.2012 – Riproduzione Riservata J. S.
l ’ analisi lineare equivalente di edifici dotati di BIS 09.03.2012 – Riproduzione Riservata J. S.

09.03.2012 Riproduzione Riservata

J. S. Hwang, J. M. Chiou (1996)

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

59 / 60

(1996) B I S e d E d i f i c i E s i

BUON ISOLAMENTO A TUTTI !

Non mi preoccupo mai del futuro. Arriva sempre cosi’ presto

(Albert Einstein)

MILLE GRAZIE PER LA VOSTRA ATTENZIONE!

( Albert Einstein ) MILLE GRAZIE PER LA VOSTRA ATTENZIONE! 09.03.2012 – Riproduzione Riservata B I

09.03.2012 Riproduzione Riservata

BIS ed Edifici Esistenti nelle NTC

60 / 60

B I S e d E d i f i c i E s i s