Sei sulla pagina 1di 16

RECINZIONI Cotica della ragion pura Stagione 2005/2006 Che siccome li ho visti adesso infatti ve li racconto

recinzioni e' tipo un spece de rumbrica, una sorte de come che scriverei unarticolo popo sur giornale. infatti dii firm che meso' visto dentro dercinema stesso e che poi io umpo' critico e umpo' che me so' piaciuti e anche umpo' io scrivo queste recinzioni. infatti poi morte vorte me suscitano de fuori molte cose de riflessive che popo ircinema fa penzare anche co certi esempi che sono capitati nella vita di me ma soprattutto quarche vorta a mio cuggino.anche a mizzio.

Johnny Palomba biografia nato a Bogot in Colombia alla fine degli anni Sessanta. La sua vita un fitto e inestricabile mistero; stato marinaio, mercenario, rock star sotto copertura, rivoluzionario, controrivoluzionario, impiegato del catasto, commesso nell'inferno dell'Ikea. Dal 2001 scrive "recinzioni", critiche cinematografiche perimetrali.

lamicodefamiia
"ERCRAVATTARO MANNARO" cest rodrigotaddei chessemmesso aff ercravattaro allatina chenfatti abbita drento anacasa purciosa colla madre che st ai tempi supplementari che ierompe icoiioni che ci letasche acchiocciola ellebbraccine corte corte allora lui lavora c uncaubboi rincoiionito ma umpo' paraculo enfatti ancerto momento sengrifa denabbionna paracula e sev ammucchi ma allinizzio nunceriesce perch ci ermento troppo lungo mappoi invece labionna iedice tu fai schifo ciai lepustole nelle recchie ifunghi ner naso ilicheni suibracci puzzi come uncoiotesudato ciai erfango marcio immezzidenti ciai lecroste corpus niicapelli ciai uncachi marcio arposto dercore ciai ungatto morto imbocca ipidocchi immezzaipeli diipiedi per chettedevod seiuntipo eppoi sammucchiano mann tantissimo perch ermento lungo labbionna nuielaveva detto p nunoffendello maccelaveva sempre allora poi sescopre che a stoporo rodrigotaddei ierubbeno isordi elabbionna ie dice scusa mes sbaiiata tavevo confuso p bettarini ellui cerimane male per sepemza trass ess nun bello ci che bello. ma mes che faccio schifo. namico mio purciaro dice de gir colle tasche cucite p nun rovin ervestito.

primodicemmredumilessei (Eden sala 2 centrale. accanto a una taccagna)

babbel
"TUTTO IL MONDO E' SIAMESE" babbel unfirm che parla decerti che stanno danaparte e artri danantra chenfatti soprattutto cestanno dupischelli mes tipo de matera che spareno eallorapoi nermentre nabbionna pariolina cuasi more eppoi nermentre allora invece cest nasignora umpo' rincoiionita cheddice deann immessico co duregazzini mapper poi sescopre chenvece deparl spagnolo parla padovano allora poi nermentre cest pure naregazzertta cinese umpo' muta e umpo' mignotta che nermentre vangiro colle mutanne pelose allora poi nermentre iregazzini dematera selifanno allapiastra ennermentre che ermarito piacione della bionna la sarva nermentre che lasignora rincoiionita padovana lascia iregazzini immezzo ardeserto e ie dice aregazz nabbella giornata piiate umpo' de sole nermentre che contemporagnamente nellostessio medesimo momento laregazzetta cinese ancerto punto sepenza trass ess: io nunz muta che nunci uncazzo dad. che infatti stofirm maffatto f nariflessione denafrase che mediceva sempre minonno. umbattito dali dempiccione ingiappone po' ricopr demmerda namacchina a roma. ventinovenovemmedumilessei (Barberini sala 2 centrale. Accanto a un imbecille)

"MACCUANTO IERODE ALLAREGGINA DELLEMODE" cest naregazzetta ump burina che vi darpaese che ancertomomento semette allavor eff asegretara denavecchia rompicoiioni che f ergiornalino dedorceggabbiana che ie chiede lecose teribbili cuasi impossibbili tipo vamme appi ercaffcorettoarvetrointazzagrannetiepidocollaschiumadecaffeinatoristretto allora staregazzetta allinizzio nunceriesce perch vi darpaese burino mappoi no perch sempara enfatti poi alla vecchia ieporta nafetta deculo taiiata vicino allosso eppoi butta ivestiti de upim essecompra cuelli dezzara eddiventa fotomodella solo che poi scopre che ermonno daamoda ummonno teribbile spietatissimio pieno deggente teribbili oribbili senzia scruppoli masoprattutto colle chiappe chiaccherate. accarnevale micuggino sevestiva da standa. sediciottobbedumilessei

erdiavolovestepradda

(Cinestar Cassia 22.40 sala 1 centrale, accanto ad una coppia di stilisti)

trammatrasaprailciala "LAMARA A' NASCAPARTA CALLA VACALE APARTA" canfatta trammatrasaprailciala parla cia parla daaa canfatti trammatrasaprailciala cia troppa faca scamarcia! cabbana! canfatta allara ciast scamarcia cappai allara cia allara ciast ana ragazza caaa allara ciast scamarcia cacci la mata aff lagara danatta allara pai cia allara cia ciast scamarcia aaaa s ca scamarcia anraalt sachiama stap cia ca alparsanaggia cassachiama stap cia scamarcia canfatta trammatra saprailciala allara cia trappafaca cia trammatrasapralciala amm cia. canfatta ia prandarabba tatta staragazzatta parialana daramanard tatta tatta ma papa tatta cai lara talafanana calla lara maccanatta dammarda appai la mattarai tatta in ana astranava appai la lanciarai nalla spazia a marara da fama nalla spazia a anca amp pi gi. dava piacia a lara. trammatrasaprailciala. diciottottobbedumilessei (mai visto)

piratidiicaraibbi
"IO S0' IRRE' DE STO PENNONE UMPO' PIRATA UMPO' COIIONE" piratidiicaraibbi parla decerte storie che forze nuns popo vere chesossuccesse tipo tra civitavecca e largentaro per unzacco detempo f. mica mo'. chenfatti appiratidiicaraibbi ancerto momento cestanno certi pirati umpo' boni umpo fiidenamazzancola che deveno combatte contro la teribbile nave derfritto deparanza che s teribbili perch seriproponono sempre allora fanno icombattimenti teribbili epper cuelli derfrittodeparanza s pi forti perch cianno narma tremendissima chenfatti ancertomomentio tireno fori erpolipo marinato che spanza tutti allora infatti poi vanno sullaspiaggia de caparbio ettroveno una specie detesoro importantissimo eallora semetteno accombatte eppoi aafine sescopre che stotesoro era ercore denacozza enfatti lobuttano. perch sessei nacozza e nunciai manco ercore... pure mi cuggino dice caffatto nzacco davventure chiipirati diicaraibbi nzacco deppisodi de scoribande immezzo aisettemari. micuggino. na vita da cazzaro.

diciannovesettemmredumilessei (Ciak ore 22.30 centrosinistra)

"SOPRA ASTA STORIA ATROCE METTEMOCE NACROCE" ercodiceporcoddinci infatti nastoria misteriossissima che parla de certi segreti incredibbili cuasi impossibbili chenfatti cest umprofessore paruccone e amel che scappeno eppoi cestanno certi che li vonno pii chenfatti cest fr diabbolic che unfrate teribbile che v spanz tutti che anche ump sadomasico che semette tipo igatti incazzosi neemutanne epparla illatino co certi preti eddice tipo erpes! erareunanumes! mutanimutandis! selfservis! enfatti ierisponneno mach davero? teribbile! eppoi infatti cest sto circolo de preti mortopotenti che sevedeno sempre tra diloro sempre tra diloro sempre tra diloro chefatti sechiameno opus ghei che s teribbili allora succedono deecose che uno dice nooooo envece s! chenfatti erparuccone e amel cianno unzacco davventure e alla fine erparuccone ie dice a amel osai checc? oscoperto nacosa sugges che setteladichio vi gi ermonno allora amel iedice no! nummed che ges era roscio allora erparuccone ie dice ma tepare? vabb che nacosa teribbile... averit che tu sei naprincipessa sei popo che naparente degges allora amel ie f aparrucc ma tesei inventato tutta stastoria p f erpiacione? mappoi famm cap che tipo mifratello razdegan? allora erpiacione poi scopre che appariggi sottotera cest natomba misteriossissima che se lascopre ruini sencazza. ma io los che nunevvero gnente che s tutte storie finte che infatti manno detto che annofatto tutto noscavo aroma sotto nastrada eanno scoperto che ges era untecnicofastueb. ventitrem'aggiodumilessei (Barberini sala 1 ore 20.20 M 23. l'ex ministro Maroni in sala. Ho provato ad andare allo spettacolo delle 20 al cinema Reale ma mi hanno detto che la proiezione era gi cominciata alle 19.30 "ma sul giornale c'era scritto..." "quello de ieri. M inizia 'e otto". Un mistero attorno al quale scriver un romanzo di successo)

ercodiceporcoddinci

"LASTORIA VERA, VASSICURO,

vorver

DERFANTASMA PARACULO" avvorver cest naregazzetta che ci lafia ugguale a ronardigno allora infatti nasera va accasa e ronardigno d ducortellate arpadre elospanza allora infatti laregazzetta iedice vabb nunfagnente p capit. allora poi infatti staregazzetta ci lamadre umpo' fantasma empo' paracula chenfatti falepuzze teribbili sotto arletto eallora poi sescopre che ronardigno irreart lasorella daamadre e la nonna anche ump lamadre pure lei e irpardre umpo' ermarito e lazzia anche lasorella deronardigno che infatti umpo' fiia de sestessa chenfatti senn nunsespiega come fa aff cueefinte. micuggino fa le puzze chess fantasmi. ventiduem'aggiodumilessei (Admiral 22.30 galleria seconda fila laterale. davanti a me la brutta capoccia di un aristocalabro inquieto.)

leraghiaccialedue "AMO' VIECCUA' MESTO ASCUAIIA'" merapiaciutoeppierprimio. minonno pure se st ascongel. serotto erfrizze. ventiduem'aggiodumilessei (Adriano sala 3 ore 21.00 ultima fila. in compagnia di alcune rare specie di bestie)

inzaidm
"FURTO CON TASSO" inzaidm unfirm chepparla decerti cheffanno narapina morto paracula chenfatti allora loro entreno tipo allacassaderisparmiodenuiorc eddicheno mortaccivostra! mach davero? chevvestate appenz che stamio appettin lebbambole? enfatti allora nermentre cest umpolizziotto che staddefori chessepenza mmmm cuesti soppopo furbi cuesti cianno immente nacosa teribbile paraculissima enfatti poi sti rapinamentatori prima semagneno lapizza cheecimici eppoi piiano lostaggi elli travesteno tutti da gionnipalomba e sesarveno eddiventeno ricchi e ardirettore dellacassaderisparmiodenuiorc selofanno allapiastra. perch dimolo devi esse popo umparaculo pevvestitte daggionnipalomba. diecim'aggiodumilessei (King sala 2 ore 20.00 a met sala. da solo senza maschera)

ercaimanio
"STUPEFACENTE STO PAESE DE MANIGORDI, SE LAGGENTE CESENTE DA NDO ESCHENO TUTTI STI SORDI?" arcaimanio cest uncinnematografaro scoiionato che faceva ifirm zozzoni dellannisettanta tipo cebbombo iosnatarchichio allora ancerto momento ariva napischella eiedice famio unfirm eallora luicepenza nermentre che va accasa e lamoiie iedice osai checc? oggi fatte conto mesento umpo' ritarusic allora lui umpo' cerimane male eallora infatti semette aff stofirm escopre deecose teribbili tipo che s cincue anni che cegoverna nozzone uncabbarettista deseriebb un cantante da festedepiazza uno che dimolo ci rincoiionito attutti enfatti lui ancerto momento f tutta nariflessone essepenza trass ess io tutti sti anni devo esse statio ceco mamm avemio ortrepassato erlimmite daadecenza nun possibbile! ma come sef? cuesta davero nacosa teribbile cuasi impossibbile! io posso accett tutto ma mimoiie che va co urroscio no! dallunniciapile corcaimanio cefamio umportafoiio ventottom'arzodumilessei (Ciak sala 1 ore 20.30 centrale)

meccipoin
"CHE EMOZZIONE AMO', INZONA CESARINI FA' CUEI GIOCHINI"* cest umpischello morto defame che sev ripul enfatti semette aff lelezzioni detenni aumpariolino allora infatti ungiorno erpariolino ie dice arregazzetto morto defame guarda che t portato e eregazzetto ie dice mache staracchetta delegno vecchia? e erpariolino ie dice veramente misorella allora erpischello faffinta dengarellasse essepiia aracchetta vecchia cottutti immiardi poi sepenza trass ess meiio sta cozza o lapischella bionna derpariolino? ennermentre che fa sto penziero p avvantaggiasse sammucchia colla bionna eppoi siccome era diventato unzignore ie dice scusa mes sbaiiato t confuso penantra e labionna cerimane ump male alloralui ie dice nun rovinamio tutto anzi sai che te dichio? immortalamio stomomento. e ie fa nafoto de piombo ma nullo sgamano perch ci culo. chenfatti, dimolo, lecozze brutte parioline aafine cianno cuer cuarcosa che uno dice b ma infonno un tipo. ventitregennarodumilessei

(Admiral 22.30 fila M posto 13. dislocato) * AIQ 5-7-5

"QUER TRENINO PE' YUMA" cestanno du caubboi uno moro e uno umpo' roscio chevvanno appascol lepecore tipo nabbruzzo allora vanno immezzo allemontagne incazzose e semoreno defreddo eddefame che infatti semagneno solo ifacioletti allazozzona allora infatti nasera ermoro ie dice arroscio stasera mepari meno roscio dersolito vi cua scallamose allora erroscio iedice perch nunteabbastano ifacioletti? allora infatti poi nanotte sescambiano lepistole e ergiorno dopo ievi attutteddue damettese ercinturone dedorceegabbana e lacamicia ascacchi depizzo allora per loro nullo ponno d ingiro che cianno le sellechiacchierate enfatti fanno finta degnente essesposeno cianno ifii mapper ognittanto sevedono amposto chessechiama montagnarottadedietro e vanno appesc icapitoni eppoi allora poi loro crescheno seameno e soffreno e allafine armoro selofanno allapiastra e erroscio sepenza trass ess mes che era meiio f lindiano. navorta micuggino eannato aff erpastore nabbruzzo sunamontagna incazzosa. m ci unfiio. lo tosa tutte esettimane. trentagennarodumilessei (Giulio Cesare sala 1 ore 20.00 centro sinistra)

segretidebrecbrocmontain

chinc
"GRANNE E GROSSA BESTIA IMMONNA INGRIFATA DE NA BIONNA" chinc e umbabbuino gigante che sta arposto suo sunisola sperduta servaggia collabbitanti incazzosi tipo a ventotene eallora ancerto punto cestanno certi cinematografari che iefanno icori razzistici allora lui sencazza eppiia nabbionna essengarella eppoi ancerto momento sta duore accombatte cotro lanimali antichi incazzosi teribbili allora lui iestacca ibbracci iemagna latesta lipiega indue come nasdraio e selimette insaccoccia allora poi per labbionna scappa allora chinc sencazza allora icinematografari iedicheno: achinc att tepare chessei umbabbuino demmerda mallosai checc? mo noi te famio f lavelina allora chinc sepenza mach davero? enfatti chinc va aff lavelina solo che poi lofanno incazz allora infatti piia labbionna va sopra ampalazzo essepenza trass ess manno preso pecculo chenfatti mes che numposso esse navelina ci troppi peli superfrui che fine demmerda che metocca f e stabionna mes che pure tinta.

navorta puro ocombattuto contro nanimale antichio che alla fine dopo d ore de combattimento teribbile l sdrumato. era ergatto deminonna. diecigennarodumilessei (Auditorium Santa Cecilia, anteprima ad inviti vip in alto, con una professoressa ed un allievo. Nessun gadget. Una vergogna)

marciadiipinguini "AMAMI ALFREDDO" chenfatti cuesto firm parla decerte cose incredibbili che succedono inumposto che cesemore defreddo dove nuncest gnente e nuncest manco nomo vivo cuesto firm parla tipo diipinguini abbruzzesi. chenfatti ipinguini fatte conto s tipo naspece de omini colle gambe corte e co lemano a concoletta chenfatti loro ancerto punto che stanno armare sepenzano tutti inzieme annamio appescasserolo a ammucchiasse enfatti sammucchiano poi fanno unovo allora lamoiie iedice armarito m ted stovo mannuntemove resta cu che io vado avved settrovo ump decipolle che poi sefamio unfrittatone allora infatti lamoiie vaarmare e se nunselamagna cuarcuno torna e armarito ie dice tavevo detto che dovevamio f nafrittata e m chi storegazzino? allora poi esce ersole mann tantissimo e fa semprefreddo damor che poi mes penzato macottutti iposti che cestanno armonno popo incuerposto demmerda dovevano rest stipinguini mappoi o fatto tutta nariflessione e mes detto ma cocuelle d zampette che pare che ses cacati sotto mandovanno? micuggino infatti umpo' pinguino che navorta laragazza iaddetto am amo fatto lafrittata. quattorricinovembedumileccincue (Adriano sala 6 anteprima ad inviti. accanto a me un leone marino puzzolente)

supersaizmi "VENTOTTO GIORNI D'EPA" ce sta uregazzetto ump storto cancerto punto ievi come nafame tremenna nafame strana nafame che dice io me magnerebbe pure essedie ertavolo atovaiia cionafame incredibbile allora lui va da mecdonard e tipo ce sta drento ummese e semagna er supermec cabbrio ermec zozzone ermec paiiata ermec cocommero ermec trippa ermec fegato allora lui dopo umpo' nunsesente tanto bene chenfatti ie spuntano tipo ivurcani infaccia iregazzini nerfegato ie vi ermecc cacotto allora infatti dopo ummese esce darmecdonard e ie dicheno e umecc amaro

nunzelopiia? e lui ierisopone lassamo perde voiio st leggero. namico mio s chiuso dentro ancaretto della porchetta. dopo nasettimana morto. settenovemmredumileccincue (Adriano sala 4. A troppa distanza dalla recinzione per ricordarmi altro)

ermanzocrimminale
"SEMO RAGAZZI FATTI CHE E UN MACELLO E LE RAGAZZE FAMO INNAMORA" armanzo criminale cest nabbanda de piacioni che sedicheno ammazza cuanto semio piacioni mach davero? semo tarmente piacioni che semio i pi piacioni daapalazzina anzi de tutta roma enfatti allora stipiacioni fanno deecose teribbili che nunzeponno d tipo che vanno ingiro corgirocollo depelliccia e ipantaloni azzampa allora infatti diventano famosi e laggente dice a aisentito stamo incampana che c nabbanda de piacioni alloa io infatti mestavo addomand ma astofirm manca cuarcuno mapperch nullanno chiamato? allora infatti poi sti piacioni sammucchiano essemagnano ladroga eppoi vanno ingiro cheemachine piacione pe ircentro forze operch naellanni settanta la maiiana stava arcentro allora io mes domandato mapperch nullanno chiamato accuello? allora poi stipiacioni combatteno tra diloro essespanzeno setriteno se sbudelleno seapreno ivisceri chenfatti allafine diventano labbanda della paiiata. per io m voiio cap perch accuellattore nullanno chiamato che astofirm mancava solo lui. ma perch voiio sap michele placido ce l tanto co claudio amendola. settottobbedumileccincue (Europa 22.00 galleria. In buona compagnia)

abbestianercore
"ME STAVO APPENZA'CHE ERENO MEIIO LE BOTTE CHE ERBACIO RINFORZATO DELLA BONANOTTE" abbestianercore ce sta nattrice mortadefame che abbita conattore mortodefame drento anattico de tremilametricuadri che forze semorono defame peppag laffitto chenfatti anceerto momento allei ievi come umpenziero allora lattore ie dice che ciai? ellei ie dice cionabbestia nercore allora infatti lei va darfratello namerica e erfratello ie dice osai checc? ci nabbestia

nercore pure io ma fatte conto che tu ciai umbarboncino e io ci umpastore maremmano allora lei iedice mach davero? allora poi sescopreno deecose teribbili tipo che erpadre disti due la sera ie faceva le cose teribbili chemmanco sepossono d tipo che denotte icostringeva avved brunovespa. allora poi aafine erfratello ie dice aatrice b comuncue osai checc? meiio nabbestia nercore che danantraparte. allora poi lei torna sforna uregazzino ennunci pi nabbestia nercore ma umpaio decorna che manco unarce. pure micuggino ci nabbestia nercore. maccuello suns mai lavato tanto. ventunosettembredumileccincue (Barberini sala 1 20.30 fila L laterale. da solo senza bestie.)

cuovadisbeibi "LAPIOGGIA INFURIA, ERBUIO AMMANTA

SU MISORELLA, SVENTOLA DELLANNI OTTANTA"

piove buio nunzevede gnente e ce sta una che stassempre incazzata mezza scatarona che fuma e sev ammagn ipanini dallozzozzone allora ancerto momento siccome piove sepenza io mo stoaccasa ammevedo evidocassette allora per drento allevidocassette cest lasorella castirato lezzampe che ie dice tericordi nellanniottanta? che io ero namezza attrice? p lartra met ero namignotta intera che mammucchiavo co uno che m sammucchia pure cott manunte posso d ernome allora lascatarona incazzosa sepenza mach davero? allora poi lei prima sammucchia co ummocio vileda eppoi ie dice anfame! tesei ammucchiato commisorella! allora poi sescopre che erpadre della morta eddella scatarona peride pescherzo aveva fatto ungavettone darcuinto piano alla madre solo chessera sbaiiato e ergavettone stava arpiano tera ellamadre ie laveva tirata contro allora asorella morta ie dice alla scatarona pia iumpo' daria che me pari umposacenere. chenfatti lanniottanta cianno rovinato che unzacco deggente s presa ervirus der vuaccaesse. trentam'aggiodumileccincue (Greenwich 20.30 sala 1 centro destra. accanto ad un ghiro.)

gueresperlari avendetta daasip "NELLO SPAZZIO DRENTO A STE CORAZZE, MACCOME VUOI CHE VADA? NUN C'E' BENE, GRAZIE" chenfatti ancora nunsecapisce bene seccuesto firm erpimio erseconno lottavio chenfatti noospazzio lorologgi sorotti e laggente dimolo pure f ump come iepare chenfatti cestanno uregazzetto stranito e fratecionfoli che s i guerieri me pare de rieti che combattono collespade daabeghelli allora loro sobboni mappoi per eregazzetto ancerto momento sesente ump fiiodenamignottaspazziale mann tantissimo allora infatti poi cestanno lebattaiie teribbili e cionfoli ie dice a eregazzetto stranito come te senti? e eregazzetto ie dice tu me conosci danaspetto solo ma io s umpezzo demmerda io m te lodichio che navorta offatto napuzza sullascenzore teribbile chenfatti perch seconno te ernano verde? allora fratecionfoli ie dice no! mach davero? sei popo unfiiodenamignottaspazziale! maspettavo detutto dat che potevi pure divent frocio mann daalazzio afiiodenamignottaspazziale! mach davero? allora poi succedono lelotte spazziali e eregazzetto stranito prima lofanno alla piastra eppoi diventa lamadresuperiora. chenfatti navorta denotte s rientrato accasa e oddato nacapocciata che cuasi morivo. era er lato oscuro della porta.

venticuattrom'aggiodumileccincue (Warner Moderno sala 3. anteprima blindata supervip, terza fila centrale. Nani, ballerine e il gota televisivo in sala. Gadgets e snacks per non farsi mancare proprio nulla)

profonnobbl
"INVECE A LARGO CE PASSAMO NOI" profonnobbl unfirm che parla deostia defreggene deladispoli demaccarese arlimite de santasevera chenfatti parla popo che derfrittomisto daavita dermerluzzompanato della guera continnua p la sopravvivenzia dellanellini detotano perch infatti annoi cepare che nelli scoii ce stanno solo lecozze ma eppieno pure derpesce busta derpesce lattina chenfatti poi stofirm parla pure diipesci incredibbili che stanno sotto sotto tipo accento ducento trecento cuattrocento cincuecento millleccentocincuanta dumilacentoummiionetrentamilametri nerfonno derfonno dermare chess pesci strani brutti cheffanno schifo chenfatti alloro che iefrega stanno sotto e nulli vede nessuno perch infatti dimose laverit ipesci s importanti perch s

esserumani come noi cianno iprobblemi detutti iggiorni che noi li vedemo cos armercato collocchio da pesce fracico maipesci s delle belle perzone. p numparl delle mazzancolle. navorta micuggino affreggene attrovato natartarugga gigante sullaspiaggia. era previti. novem'aggiodumileccincue (Adriano, non ricordo n l'orario n la sala, seconda fila centrale)

americambiuti "NELLABBONA FAMIIA ONESTA E VERA ERPIU' PULITO CIA' LA PESTE NERA" chenfatti cest una famiia pariola che abbitano tipo allolgiata che infatti cest erpadre che s scoiionato tarmente tanto che infatti odice subbito io sottarmente scoiionato che traump moro chenfatti astopadre scoiionato olicenziano allora lui sesente giovane eff lecose diigiovani enfatti semette accore sefuma lispinotti masoprattutto sengarella denamica zozzona daafiia nermentre che lamoiie fa istraordinari co uno de tecnocasa allora poi lui tarmente giovane che va aggioc danamichetto suo vicino decasa cheffaceva unzacco defirm tipo mes mepare unfirm dermonnezza che vola e mentre loro giocano lamichetto iedice tefaccio ved nastanza segreta demipadre incazzoso dove cest erservizio depiatti de paolodicanio allora infatti poi ungiorno erpadre scoiionato sta accasa colla pischella zozzona amica daafiia e sta tutto ingrifato e penza io soddiventato giovane vedemo ump che sep f allora lamica daafiia ie dice tu me vedi cos che paro tutta nazzozzona ma io irreart s madreteresadecarcutta allora lui ie dice mach davero? eppoi ie spareno. chenfatti namica pariola demicuggino pareva tanto nazzozzona pareva tanto nazzozzona che alla fine sescoperto che ortre a esse nazozzona era pure namezza mignotta. diciottapiledumileccincue (per radio2.con la gentile collaborazione di Giovanni)

"TELAVEVO DETTO ERFUTURO STA INUNZOGNO DRENTO ANCASSETTO" cesta unnasone che besbaiio peride pescherzo sta drento anacasa dematti allora pegguarillo iemettono ungiubbino eppoi ie dicheno devi av pazzineza devi aspett te fatte conto sei come na pratica dellanagrafe fatte conto sei come unfascicolo dercatasto emm temettemo drento ancassetto ecchiss cuanno te tiramo fori allora lui mentre che sta drento arcassetto vede le cose incredibbili che ie succedono come che lui starebbe ner futuro chenfatti incontra namora eppoi sammucchia e ump va ner futuro e ump sta nerpassato e ump no allora poi scopre deecose incredibbili cuasi impossibbili tipo che cuelli daacasa dematti ereno ump fii

deggiacchet

denamignotta tipo che ner dumilauno aroma vince oscudetto tipo che lui deve mor allora fa tipo namaggia evvive ostesso nerfuturo chenfatti penza cuanno mericapita deammucchiammme costamora masoprattutto cuanno orivincemo oscudetto? navorta micuggino estato duggiorni drento anascatola desigari. m ci lenfisema. dieciapiledumileccincue (Barberini sala 4 20.45 fila d posto 11. un simpatico siparietto nella fila davanti circa la buona educazione nel rispettare i posti)

marcellinopanevvino "ARCONVENTO E' GIUNTA NACICOGNA LASCIO' PANE VINO ETTANTA ROGNA" chenfatti cuesto unfirm che cuanno solo senti lintitolo comuncue pessicurezza nagrattata tela dai chenfatti cest uregazzino disordinato chessepperzo la madre sepperzo irpadre e sepperzo pure ercognome allora sta drento anconvento e ifrati lo chiameno decognome panevvino allora marcellinopanevvino stassempre drento astoconvento defrati morti defame e parla sempre cogges e ie dice giocamo inzieme? mefai conosce mimadre? perch nuntebbevi ervino? perch nuntemagni erpane? perch? perch? perch? allora ges ie dice aregazz manciai gnente daf tutto ergiorno? guarda che io ci tanta pazzienza mamm mestai aff incazz e allora infatti marcellinopanevvino stira lezzampe e i frati infatti dicheno menomale c stirato c cuer cognome do annava? io ciavevo namico orfanello che stava inunconvento defrati ricchi. sechiamava ugo trippa e sugo.

ventunom'arzodumileccincue
(in televisione)

notteprimadeesami
"I RAGAZZI DELLA SERIE C" chenfatti unzaccodeamichi mia manno detto osai che stofirm popo caruccio chenfatti parla decertipischelli che fatte conto s tipo noi cuanno che eravamio pischelli noi. mica m. chenzomma valloavved perch stofirm caruccio checcos tericordi decuanno cestava rambotr decuanno tengrifavi desamantafoz decuanno ledonne ciaveveno lespalle larghe ertriplo decuanno erevamo tutti umpo' darchettoni umpo' paninari e umpo' no. allora mes annato avved stofirm eallora cera laggente che rideveno envece amm nullos perch ma m venuto tutto umprurito eppi laggente rideveno eamm pi me prudeva anzi appenzacce bene me

rodeva propio. emmanco poco. chenfatti per poi mes ricordato nafrase deminonno che me diceva sempre ricordete: l'eczemi nun finiscono mai. diecim'arzodumileccincue (Odeon sala1 ore 21.00 fila d)

lartederzogno "GLI ARTISTOMATTI" cest uregazzeto rincoiionito peruvano che v avvive incitt essepenza io s nartista incredibbile eallora poi va drento anufficio aff lefotocopie eppoi allora infatti sengarella della vicinadecasa perch rincoiionita pure lei chenfatti pure morto artistica allora poi lui sesogna deecose che umpo' s vere e umpo' forse e umpo' no e umpo' s eppoi f delle invenzioni incredibbili tipo lascatoletta detonno modificata ercicciobbello ripieno deviti lasmart decartone eallora poi la regazzetta ie dice aregazzetto peruvano att tevoiio bene massei troppo rincoiionito e nunz seteposso am perch te teconfonni tra la reart e limmagginamento chenzomma magari popo m che testapparl magari nun manco vero. allora erperuvano ie dice osai checc? allora pessicurezza namano in caciara telametto lostesso. micuggina seammucchiata couno inunsogno. m infatti sotto lapanza ci uncuscino. trentagennarodumileccincue (Holiday 20.20 centrosinistra. Con il consueto odore di traghetto che ha questo cinema)

ergrannecapio
"ATTOR NELLA TONACA" cuesto unfirm umpo' storto che lanno girato tipo chii telefonini naspecie deatto debbullismo chenfatti cest uno che piia nattore tipo dempostoarsole e ie dice att tepare che sei nattore morto defame demmerda mamm tu sei ergranne capo che telacomanni allora lattore iedice s mepiace eppoi infatti selacomanna ma nunceriesce tanto bene chenfatti sepenza trass ess f stacosa troppo difficile infatti fatte conto che ampostoarsole manco bisogna recit invece cu bisogna popo f finta chenfatti poi allora succedeno delle cose ma io nullos benissimo perch ertelefonino aveva ripreso umpo' male allora io ancerto punto s come caduto inunpenziero

morto profondo cuei penzieri che tefanno avvorte russ chenfatti allora poi lattore lo sgameno mallui f nascenata evvince. astofirm cest uno che affatto finta def erreggista. ventitrggennarodumileccincue (Giulio Cesare sala 2 centrale con le ginocchia in bocca)

pinocco pinocco uno che ci cincuantanni che pare che lanno castrato infatti ci navocetta umpo da faggiano e st sempre appiagne. poi ariva la fatina cche na rincoionita che parla che pare che ianno dato na torturata intesta. infatti poi pinocco piagne sempre pe tutto erfirm e dice lafatina lafatina bella la fatina. amme nun loso perche ogni vorta che lo diceva me veniva da grattamme. poi lui sarta sempre eppiagne colla vocetta che tutto er cinema lo voleva uccide enfatti poi more lui e lafatina e tutti se stavano aanna vvia poi pero vivono ancora ettutti sestavano ancazza peddavero. poi pinocco se trasforma in umpiccolo somaro mentre tutto erfirm se trasforma inuna bufala gigante. Amme avvede pinocco me venuta nagrandissima nostargia. dii sette euri emmezzo.

lucelli "GNENTE CORTELLI GNENTE UCCISIONI QUESTA E' NA BRUTTA STORIA DE PICCIONI" ucelli unfirm antico che infatti parla de nabbionna che sengarella de un piacione rincoglionito e pure un p burino che allora sto piacione va ar paesetto suo vicino a Civitavecchia e a bionna lo segue infatti allora per a sto paese pieno de piccioni che so straniti che infatti ancerto punto sencazzano e vonno spanz gli abitanti burini der paesetto allora c' quarcuno che dice ma no nun vero gnente i piccioni nun se so mai incazzati invece nartro dice no no no vero io na vorta enfatti ho dato un carcioinculo a na gallina e nartro dice io na vorta ho cagato ntesta a un gabbiano allora forze popo per cuesto lucelli so cos incazzosi allora enfatti poi a bionna va tipo a na scola de ragazzetti burini che i piccioni se li stavano a magn allora tutti i regazzini scappeno e forze ump moreno poi allora alla fine che nun se capiva perch infatti i piccioni erano incazzati che era popo un mistero allora er burino a bionna e a famiia der burino stanno drento a na casa e un miiardo de piccioni che stava de fori se li voleva magna che infatti nun se sapeva bene perch che infatti era un mistero che nun cera piu' gnente de sicuro allora poi loro cuanno e piccioni stavano boni scappano co la machina che de sicuro era coperta de merda.

navorta a minonno ie s rivortato un pappagallo...l'infermiere ie n dato nartro.

da Cotica della ragion pura Recinzione su "froid" froid infatti era tipo undottore normale chenfatti lui ciaveva ipazzienti normali tipocuelli cormardetesta tipo cuelli cormardepanza cuelli co trentasette ettr defebbre caasiatica cornasorotto che infatti iediceveno tipo dott cheddevo f? allora froid iedava laspirine epasticche etisane limpacchidecamomillia iefaceva epunture poi allora ungiorno infatti mes che tipo affroid iefinischeno emedicine eallora lui trass ess sepenza emm? chemenvento? allora tipo arivato unpazziente e iaddetto adott ci erditone daalavandaia che me sta aff ved isorci verdi allora froid iedice eeee att tepare che ciai erditone daalavandaia ma irreart att dapiccoletto tepiaceva guard tumadre ettupadre che sammucchiaveno ve? lo vedi che gi stai meiio? oppure arivava nantro che iediceva adott ci emoroidi allora froid ie diceva eeee eemoroidi macheccazzo stai add a te tepare ma irreart drento det cest tipo nomino chesechiama subbconcio che te sta acconvince checciai emoroidi manun cos tutta nacosa pzicologgica che manco tela sto add ma che ne sai te anzi lo sai che te dichio? stai attento astomino che mes che pure mezzo frocio. io infatti navorta mes sognato nacosa teribbile. ma poi peffortuna era vero.