Sei sulla pagina 1di 1

Nuovi dati relativi allorientamento scolastico Monitoraggio questionari Piano regionale di Orientamento

Nelle scorse settimane, ad alcune famiglie sono stati consegnati dei questionari finalizzati ad un monitoraggio rientrante nel Piano regionale di orientamento promosso dallUfficio scolastico regionale per la Lombardia. Tali questionari sono stati consegnati alle famiglie degli alunni ai quali gli insegnanti avevano indicato come consiglio orientativo la scelta di un Istituto Professionale e che hanno ritenuto di indirizzare diversamente i loro figli. I questionari avevano pertanto lo scopo di comprendere le motivazioni che spingono a scegliere una scuola diversa dallIstituto Professionale. Considerazioni sui risultati statistici ottenuti Lanalisi delle risposte fornite dalle famiglie alle diverse domande poste dal questionario conduce alle seguenti considerazioni: 1) Nella scelta prevalgono senza alcun dubbio motivazioni relative alla presunta qualit e valore sociale della formazione. Si aspira cio innanzi tutto ad una formazione, almeno apparentemente, pi impegnativa e/o socialmente pi gratificante. 2) Motivazioni relative alla possibilit di accedere al mondo del lavoro, al tipo di ambiente scolastico o alla qualit delle informazioni fornite dalla Scuola Media di provenienza sembrano pesare meno di quelle del punto 1) pur rappresentando una certa rilevanza nelle scelte effettuate. 3) Praticamente ininfluenti nella scelta sono limitazione delle scelte dei compagni, la distanza dellIP con relativi problemi di trasporto e lOpen Day. Questi risultati, e particolarmente quanto riportato al punto 1), appaiono coerenti con il dato statistico generale in base al quale, nella quasi totalit, le scelte difformi rispetto ai consigli orientativi degli insegnanti sono "in salita". Sar interessante ritornare su queste considerazioni una volta noti i risultati degli alunni al termine del primo anno di scuola di II grado. La Referente per lOrientamento Prof.ssa Graziella Spitali Siziano, maggio 2012