Sei sulla pagina 1di 3

CHIUSA RADIO STUDIO 54: FACCIAMO LUCE SULLA VICENDA.ATTO GRAVISSIMO PER LA LIBERTA' DI STAMPA.

di Free Italy Radio Studio 54 emittente fiorentina stata chiusa qualche giorno fa.Cerchiamo di ricostruire la vicenda con lucidit,attraverso il racconto delle parti in causa. LA VICENDA DI RADIO STUDIO 54. Il 27 aprile 2012 la polizia sequestra Radio Studio 54.Si tratta di un'emittente radiofonica fiorentina fondata da Guido Gheri,che tra l'altro anche consigliere comunale a Scandicci per la lista civica di destra Voce al Popolo.Guido Gheri e il suo collaboratore Salvatore Buono sono indagati "per diffamazione aggravata e propaganda di idee fondate sullodio razziale."La misura adottata dal gip Antonio Pezzuti stata quella del sequestro preventivo.Ed proprio a seguito di ci che sono partiti i sigilli alla Radio,molto amata dal pubblico locale e nazionale tanto che in pochi giorni nato su Facebook un gruppo di sostegno a Guido Gheri e a Radio studio 54 che conta gi ben 2906 membri.Contro la chiusura di radio Studio 54... Una voce libera messa a tacere il nome del gruppo: qui potrete leggere tantissimi commenti a sostegno della radio e del suo fondatore,che servono a far emergere un'altra verit sulla vicenda.. Ma andiamo per gradi.L'inchiesta partita a seguita della denuncia di un ex collaboratore della radio,tale Bevignani,conduttore di una rubrica sulla sicurezza del lavoro nel belpaese.Stando ai fatti,Bevignani ha denunciato Gheri e Buono rei di averlo offeso e deriso in ben 19 occasioni.Intervistato dalla Nazione Bevignani ha spiegato nel dettaglio le ragioni che l'hanno spinto a denunciare Gheri e il suo collaboratore: (Guido Gheri)Mi ha diffamato in continuazione e in pi circostanze con tanto di nome e cognome, con accuse e offese di ogni genere, dal pederasta al castrato, al figlio di p... e tante altre falsit legate al mio lavoro.[...] A luglio 2010 avevo lasciato la radio e tre mesi dopo Gheri ha iniziato a diffondere tali assurdit sul mio conto e senza nessun motivo, perch non credo sia di pubblica utilit diffamare un ex collaboratore senza dargli nessuna possibilit di difendersi dalle accuse.

LE REGISTRAZIONI DELLE PRESUNTE OFFESE Sempre dalle colonne della Nazione,Bevignani parla delle registrazioni fornite ai giudici che inchioderebbero gli indagati: Si vocifera anche che le registrazioni consegnate in procura fossero state manomesse...Niente di pi falso: io ho consegnato le tracce originali, le registrazioni sono fedelissime. In questo caso hanno la possibilit di nominare un perito per provare ci. LA DIFESA DI ACHILLE TODARO(PDL) Dalle accuse alla difesa.Sempre dalle colonne della Nazione leggiamo la difesa del senatore Achille Todaro: In questa citt ha detto Achille Totaro stiamo assistendo al tentativo di zittire le voci libere a colpi di inchieste. Lultimo episodio in ordine di tempo quello che riguarda Radio Studio 54. Neanche durante gli anni di piombo, si arrivati alla chiusura delle emittenti radiofoniche che fiancheggiavano le Br. Ne ho parlato con lonorevole Migliori: o si ristabilisce la possibilit di vivere a unemittente che ha dipendenti, unattivit imprenditoriale a tutti gli effetti, oppure troveremo modi per farla riaprire. A Firenze avviene quello che avviene in Iran e negli altri paesi totalitari: si cancella quello che non asservito al regime. LA DIFESA DEGLI ASCOLTATORI DI RADIO STUDIO 54 E IL GRUPPO FACEBOOK DI SOSTEGNO.

Appena trapela la notizia della chiusura della Radio,parte il tam tam su Facebook e in pochi giorni il gruppo "Contro la chiusura di Radio Studio 54" conta quasi 3000 fan.Migliaia i messaggi di sostegno a Guido Gheri e alla radio(li potete leggere qui) e un'affermazione sibillina che getta ombre sulla vicenda.A scrivere proprio Achille Totaro che in un messaggio scritto sul gruppo pochi minuti fa afferma: Qualcuno mi ha telefonato.."sai stanne fuori..puo' diventare pericoloso.."...bisogna proprio non conoscermi per dirmi certe cose..il pericolo a me e a noi ci fa una sega..non

abbiamo paura di niente..e' da quando avevo 14 anni che non ho paura di queste merde..e quando gli amici sono attaccati e in difficolt,gli uomini con le palle e gli amici veri stanno accanto,sostengono,rischiano insieme,piangono e gioiscono insieme,lottano costi quello che costi..ciao e grazie Guido amico mio,ti saro' e ti saremo vicini fino alla fine senza indietreggiare mai fino a quando non trionferanno la giustizia e la libert. Non solo il senatore al fianco di Guido,ma tanta gente comune che rivolge il suo appello rabbioso anche al sindaco di Scandicci: Il signor sindaco di Scandicci si ritiene soddisfatto della chiusura di radio studio 54!? Una radio che nel suo territorio e per i suoi cittadini svolge il suo ruolo da 37 anni! l' occasione era golosa, vero sig. Sindaco? Ma forse si era scordato, per esempio, che durante la famosa nevicata dell'anno passsato radio studio 54 e Gheri Guido hanno svolto un lavoro importante di informazione di conforto anche durante le ore nottturne, cosa che le istituzioni cittadine non avevano fatto! Forse, sig. sindaco non sa di quante persone radio studio 54 dia voce, tante persone con diverse problematiche che non riescono a parlare con lei o con il suo ufficio e che avrebbero bisogno di risposte. Ma lei si ritiene soddisfatto della chiusura di radio studio 54!! Complimenti sig. Sindaco! Chi nel gruppo non perde un attimo per esprimere apprezzamento e sostegno alla radio.Speriamo solo che si faccia luce sulla vicenda perch come scriveva Oriana Fallaci: Il fatto che loro fanno sempre cos. quasi un secolo che fanno cos. Che seguono il modello o, se preferisce, il metodo bolscevico anzi stalinista. Perch sa su che cosa si basa il metodo bolscevico anzi stalinista? Nel perseguitare l'avversario attraverso la calunnia e l'oltraggio e la menzogna. Nel diffamarlo, offenderlo, ridicolizzarlo, demonizzarlo. Nell'attribuirgli cose che non ha fatto, cose che non ha detto. Cose che non ha scritto. Infine, nel mandarlo in un gulag o buttarlo dinanzi a un plotone d'esecuzione...(Oriana Fallaci dall'intervista di "Panorama" il 15 agosto 2006) Chiss cosa avrebbe detto a proposito di questa vicenda.Avrebbe ribadito lo stesso concetto?Pu darsi.Resta da vedere come si evolver la vicenda,ma la Redazione di Free Italy esprime il proprio sostegno alla Radio e al suo fondatore nella speranza che la giustizia faccia luce velocemente sulla vicenda.Se qualcuno ha sbagliato giusto che paghi,ma condannare a priori un malcostume tutto italiano che non rispetta un principio costituzionale fondamentale: nessuno colpevole fino all'ultimo grado di giudizio.E fare una campagna mediatica del genere fa passare l'imputato per colpevole e questo non costituzionalmente accettabile. Redazione Free Italy